Introduzione Scelta delle piattaforme Scelta dei criteri di valutazione e confronto. Scelta della piattaforma ideale Approfondimento su Avanzo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Introduzione Scelta delle piattaforme Scelta dei criteri di valutazione e confronto. Scelta della piattaforma ideale Approfondimento su Avanzo"

Transcript

1 Introduzione Scelta delle piattaforme Scelta dei criteri di valutazione e confronto Selezione dei criteri Metodo di valutazione Conclusioni della ricerca Statistiche e trends 2011 Scelta della piattaforma ideale Approfondimento su Avanzo Avanzo vs Atutor vs Moodle vs Docebo Quali piattaforme nelle università italiane Ebook e Formazione a Distanza

2 INTRODUZIONE ERA LA FINE DEL 1800 quando Università ed Istituzioni iniziarono a distribuire materiale didattico a distanza attraverso la posta ordinaria, raggiungendo - sebbene in maniera asincrona - soggetti distribuiti su diverse aree geografiche. Ed è allora che nacque la formazione a distanza (FAD) di prima generazione 1. Negli ultimi decenni del ventesimo secolo, al pari dell incredibile rivoluzione della comunicazione multimediale, si sono diffusi i c.d. FAD multimediali basati sulla distribuzione e fruizione di testi, video, audio, software, attraverso supporti fisici quali libri, audio e video casette, cd-rom. Dall esperienza acquisita del corso degli anni dalle Università ed Enti interessati, si capì che il fattore preponderante del successo di un sistema di apprendimento a distanza era l esigenza degli studenti di appartenere ad un gruppo (classe) di studio e, al contrario, di non apprendere in solitudine. La risposta venne offerta dalla rete Internet. Oggi l E-learning (formazione a distanza tramite Internet) rappresenta la possibilità di apprendere qualunque tipologia di conoscenza attraverso contenuti dinamici, interattivi ed on-demand, sfruttando l apprendimento collaborativo che rende gli studenti protagonisti attivi nella creazione e distribuzione dei saperi all interno del gruppo. Questo breve lavoro intende mettere in luce i costi/benefici di tre fra le più diffuse piattaforme opensource di E-learning, citando studi e ricerche di Enti, Università ed aziende specializzate nel benchmarking, con un approfondimento sulla multinazionale spagnola Avanzo. Nella seconda parte si illustrerà l evoluzione dell offerta e-learning nelle università italiane e lo sviluppo del mercato Mobile Learning in Italia. 1

3 LA SCELTA DELLE PIATTAFORME Le piattaforme selezionate per questo confronto sono: Atutor, Moodle e Docebo. La scelta delle prime due prende spunto dalla loro presenza costante nei rapporti di benchmark analizzati dal 2002 al Docebo è un progetto italiano, più giovane rispetto agli altri due, che sta riscuotendo un discreto successo sia in Italia che all estero. Atutor, Moodle e Docebo sono nati rispettivamente nel 2002, nel 1999 e nel Una delle prime valutazioni in ambito E-learning 3 della 3waynet Inc. per conto del COL (Commonwealth of Learning) indica quali erano le migliori piattaforme all epoca delle rilevazioni nel giugno del 2003: Figura 1 Risultati elaborati su 50 indicatori (punteggio da 0 a 5) fonte COL LMS Open Source È interessante notare come questa ricerca valuta ATutor il migliore e Moodle il peggiore. Nel corso degli anni il trend risulta capovolgersi. Un analisi sperimentale condotta nel 2005 dal Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica 2 Paolo Pasini - Come scegliere la piattaforma software più adatta ad un progetto di e-learning aziendale luglio waynet Inc e COL - COL LMS Open Source Giugno 2003

4 Amministrazione 4 mostra come - per determinati indicatori - Moodle sia diventato superiore ad Atutor: Comparazione della piattaforma tecnologica: Fattori relativi a caratteristiche tecniche, come il supporto di diversi tipi di server e/o database o a caratteristiche di progettazione del sistema, come la modularità, la portabilità e la flessibilità di integrazione. In generale, queste caratteristiche sono di fondamentale importanza per valutare la qualità del sistema da un punto di vista tecnologico, di sviluppo e scalabilità. Figura 2 Comparazione della piattaforma tecnologica. Comparazione degli strumenti per l amministrazione Fattori relativi a caratteristiche che permettono di gestire efficacemente le procedure di accesso al sistema e la personalizzazione grafica, la modularità del sistema dei ruoli e dei permessi e i processi legati alla gestione delle competenze e della relativa certificazione. 4 Sperimentare piattaforme opensource - Un esempio della sperimentazione della metodologia Cnipa - Studio effettuato tra ottobre 2005 e aprile 2006.

5 Figura 3 Comparazione degli strumenti di amministrazione Strumenti per l erogazione didattica Fattori rilevanti nel processo di erogazione didattica come la gestione dei corsi, il sistema di help, gli strumenti per la valutazione in itinere e complessiva, la capacità di gestire gruppi di lavoro e la reportistica 5. Figura 4 Comparazione erogazione didattica 5 Sperimentare piattaforme opensource - Un esempio della sperimentazione della metodologia Cnipa - Studio effettuato tra ottobre 2005 e aprile pp

6 La recente ricerca Evaluation of e-learning platform, nel marzo del 2009, riporta le seguenti conclusioni: [ ]High usability is given by nearly all systems. Only ATutor requires a fairly long training period. Embedding of multimedia-content (e. g. Videos, Flash etc.) and the creation of online tests are possible in all systems. The wide community of Moodle yet existing is a great advantage over every other platform. Both, multilingual web forums and comprehensive documentation are very helpful on problem-solving of most different kinds. [ ] Considering the sum of advantages of the Moodle -systems and the disadvantages of others, the decision was made in favour of Moodle.[ ] 6 [ ]Un elevata usabilità è fornita da quasi tutti i sistemi. Solo per ATutor è necessario un periodo di formazione preliminare. Il contenuto multimediale incorporato (video, flash..) e la creazione di test online è possibile in tutti i sistemi. La comunità estesa di Moodlerappresenta un grande vantaggio sulle altre piattaforme. Il forum online e la documentazione, entrambi multilingua, sono di grande utilità nella soluzione di varie tipologie di problemi. [ ] Considerando la somma dei vantaggi di Moodle e gli svantaggi degli altri sistemi, la decisione è a favore di Moodle[ ]. Le prime rilevazioni su Docebo risalgono al 2005, con lo studio del Centro linguistico dell Università di Bologna 7 che valuta in particolare: conformità agli standard; funzionalità collaborative; usabilità del sistema. 6 Irina Drewitz - Evaluation of e-learning platform marzo 2009 p Caratteristiche e potenzialità delle piattaforme e-learning per l apprendimento delle lingue. Estate 2005

7 Figura 5 Tabella comparativa tra piattaforme enfasi su Usabilità, Funzionalità Collaborative e Standard In una nota, gli autori dello studio fanno notare che all epoca delle rilevazioni Moodle non era compatibile con lo standard IMS 8 e Atutor con lo standard SCORM 9, da ciò deriva l assegnazione del punteggio Scarso ad entrambe le piattaforme per il criterio Standard. Le valutazioni su Docebo sono cosi riportate: Considerando quindi aderenza agli standard, funzionalità di collaborazione e usabilità, la piattaforma Docebo, al momento della ricerca, è stata identificata come lo strumento con le caratteristiche più adatte a soddisfare le esigenze didattiche di un Centro Linguistico [ ]. Si colloca, per quanto riguarda gli standard, in un gradino immediatamente superiore rispetto a Moodle, anche se quest ultimo si avvicina di più alle potenzialità richieste per la gestione didattica globale: strumenti 8 L IMS Global Learning Consortium è un organizzazione non profit costituita da più di 50 membri ed affiliati provenienti da ogni settore della comunità di e-learning, inclusi venditori di hardware e software, istituzioni formative, pubblicitari, agenzie governative, esperti di multimedia, tutti con l obiettivo di collaborare al fine di produrre criteri di interoperatività e riutilizzo delle piattaforme di e-learning. Fonte Wikipedia 9 Lo SCORM - "Shareable Content Object Reference Model" (Modello di Riferimento per gli Oggetti di Contenuto Condivisibili) è tecnicamente un "modello virtuale" (reference model), cioè una raccolta di specifiche tecniche che consente, primariamente, lo scambio di contenuti digitali in maniera indipendente dalla piattaforma. Fonte Wikipedia

8 collaborativi, facilità di uso e di organizzazione delle risorse. In particolare le caratteristiche di usabilità rappresentano potenzialità di grande impatto su utenti non esperti che per la prima volta si avvicinano all utilizzo delle nuove tecnologie e- learning. Paolo Pasini nel suo lavoro del luglio 2007 Come scegliere la piattaforma software più adatta ad un progetto di e-learning aziendale assegna un punteggio da 1 a 5 a ciascuna piattaforma su 10 criteri qui di seguito elencati 10 : Figura 6 Comparazione piattaforme con totale punteggio Il punteggio totale più alto viene assegnato a Moodle (44) seguito da Atutor (39) e Docebo (27). Senza entrare nel merito dei singoli criteri sono da segnalare le conclusioni dell autore: [ ]Atutor è sicuramente il più adatto per chi intende l'apprendimento come un processo partecipativo e collaborativo, ma ha molte carenze che lo rendono poco adatto ad ambiti extra-accademici. Moodle invece è un ottimo prodotto di general-purpose 11 perché riesce a proporre corsi strutturati in maniera molto diversa tra loro, ed è in grado quindi di assecondare le esigenze più disparate. Docebo non è ancora maturo per venire scelto come preferenza tra le tante altre ottime proposte. 10 Paolo Pasini - Come scegliere la piattaforma software più adatta ad un progetto di e-learning aziendale luglio 2007 p General Purpose identifica hardware e software che risolvono problemi in generale e non sono dedicati a una specifica funzione. Fonte Glossario informatico

9 SCELTA DEI CRITERI DEI VALUTAZIONE E CONFRONTO SELEZIONE DEI CRITERI Per la scelta dei criteri e per il confronto delle tre piattaforme si fa riferimento al più recente report individuato, dal titolo E-learning platforms in the Italian Universities: the technological solutions at the University of Bari 12 del gennaio Le criteri di valutazione sono raggruppati secondo l appartenenza a cinque grandi famiglie: I parametri di sistema o Conformità agli standard o Disponibilità del motore di ricerca o Inclusione di contenuto aggiuntivo o Disponibilità dell help online o Scalabilità (numero di studenti) o Accessibilità o Linguaggio supportato 13 o Gestione della privacy Strutture di amministrazione o Sicurezza del login o Facilità di installazione o Personalizzazione interfaccia o Tracciamento delle attività o Strumenti per l aggiornamento o Disponibilità di documentazione Strumenti di interazione supportati 12 E-learning platforms in the Italian Universities: the technological solutions at the University of Bari Gennaio Questo criterio fa riferimento soltanto alla presenza della lingua italiana

10 o Sistema di integrato o Gestione della mailing list o Disponibilità di forum o Disponibilità della chat o Supporto della bacheca condivisa o Sistema di video conferenza integrato o Gestione del gruppo e della classe o Personalizzazione dei servizi Servizi per l insegnamento o Authoring Tool 14 integrato o Tipi di contenuti aggiuntivi o Disponibilità di statistiche o Sviluppo di test o Strumenti di interazione verticale 15 Servizi agli studenti o Interfaccia user-frendly o Supporto di differenti tipi di corsi 14 An authoring tool is a software application used to create multimedia content typically for delivery on the World Wide Web. This can include several types of tools including: HTML editors, e-learning Authoring Tools. Fonte Interazione tra docenti, tutor e studenti

11 ATutor Moodle Docebo E-learning: una valutazione delle piattaforme di apprendimento digitale 2011 METODO DI VALUTAZIONE Il metodo di valutazione selezionato è lo standard ISO 9001:2000. Il punteggio 0 rappresenta un giudizio insoddisfacente, gli altri punteggio (1,2,3) rappresentano i livelli di soddisfazione del giudizio. Giudizio globale Livello Punteggio Alto 3 Soddisfazione Assegnazione dei punteggi: Medio 2 Sufficiente 1 Insoddisfazione Inaccettabile 0 Figura 7 Tabella di giudizio ISO 9001:2000 Criteri Sub-criteri Parametri di sistema Conformità agli standard Disponibilità del motore di ricerca Inclusione di contenuto aggiuntivo Disponibilità dell help online Scalabilità (numero di studenti) Accessibilità Linguaggio supportato Gestione della privacy TOTALE Figura 8 Elaborazione tabella con singoli punteggi e aggregati per il criterio parametri di sistema. Fonte: E-learning platforms in the Italian Universities: the technological solutions at the University of Bari

12 ATutor Moodle Docebo E-learning: una valutazione delle piattaforme di apprendimento digitale 2011 Parametri di sistema ATutor Moodle Docebo Criteri Sub-criteri Strutture di amministazione Sicurezza del login Facilità di installazione Personalizzazione interfaccia Tracciamento delle attività Aggiornamento Disponibilità della documentazione TOTALE Figura 9 Elaborazione tabella con singoli punteggi e aggregati per il criterio Strutture di amministrazione. Fonte: E-learning platforms in the Italian Universities: the technological solutions at the University of Bari

13 ATutor Moodle Docebo E-learning: una valutazione delle piattaforme di apprendimento digitale Strutture di amministrazione ATutor Moodle Docebo Criteri Sub-criteri Strumenti di interazione supportati Sistema di integrato Gestione della mailing list Disponibilità di forum Disponibilità della chat Supporto della bacheca condivisa Sistema di video conferenza integrato Gestione del gruppo e della classe Personalizzazione dei servizi TOTALE Figura 10 Elaborazione tabella con singoli punteggi e aggregati per il criterio Sistemi di interazione supportati. Fonte: E-learning platforms in the Italian Universities: the technological solutions at the University of Bari

14 ATutor Moodle Docebo E-learning: una valutazione delle piattaforme di apprendimento digitale Strumenti di interazione ATutor Moodle Docebo Criteri Sub-criteri Servizi per l insegnamento Authoring Tool integrato Tipi di contenuti aggiuntivi Disponibilità di statistiche Sviluppo di test Strumenti di interazione verticale TOTALE Figura 11 - Elaborazione tabella con singoli punteggi e aggregati per il criterio Sistemi di interazione supportati. Fonte: E-learning platforms in the Italian Universities: the technological solutions at the University of Bari

15 ATutor Moodle Docebo E-learning: una valutazione delle piattaforme di apprendimento digitale Servizi per l insegnamento ATutor Moodle Docebo Criteri Sub-criteri Servizi per lo studente Interfaccia user-friendly Supporto per differenti tipi di corsi TOTALE Figura 12 - Elaborazione tabella con singoli punteggi e aggregati per il criterio Servizi per lo studente. Fonte: E-learning platforms in the Italian Universities: the technological solutions at the University of Bari

16 3 Servizi per l insegnamento 2 1 Atutor Moodle Docebo 0 Interfaccia user-friendly Supporto per differenti tipi di corsi 80 Punteggio totale Atutor Moodle Docebo Conclusioni della ricerca Come si nota dal grafico dei punteggi aggregati, Moodle è stato ritenuto il migliore. Atutor rappresenta un valido sostituto anche se dimostra carenze nella personalizzazione dei servizi e strumenti per la comunicazione docente-studente. Infine Docebo presenta mancanze che ne limitano l adozione, come il giudizio insoddisfacente sul tracciamento delle attività, aspetto fondamentale per verificare

17 il percorso formativo degli utenti. Da evidenziare la presenza del sistema di videoconferenza integrato, non presente in Moodle e Atutor. Statistiche e trends 2011 Nel periodo in cui si scrive, maggio 2011, questo è lo stato delle tre piattaforme: Atutor Moodle Docebo Versione Lingue supportate Comunità di utenti N.D N. Download , Atutor, Moodle e Docebo sono software opensource, per cui l impegno della comunità di utenti è vitale per lo sviluppo tecnologico. Non sorprende che Moodle, avendo una vastissima comunità di utenti, sia un passo avanti rispetto agli altri. Come evidenziato in precedenza, Docebo è un progetto più giovane e sicuramente con margini di sviluppo superiori. Di seguito i dati elaborati sulle query di ricerca Atutor, Moodle e Docebo inserite su Google negli ultimi 12 mesi: Nel mondo Atutor Moodle Docebo

18 In Italia Atutor Moodle Docebo 1 Atutor Moodle Docebo

19 SCELTA LA PIATTAFORMA IDEALE Sebbene Moodle possa essere considerato il migliore in senso assoluto, se si interpretano i panni di aziende, enti pubblici o università che intendono investire sulla formazione a distanza, è necessario valutare ulteriori aspetti che variano da organizzazione ad organizzazione. Aspetti come la personalizzazione dei moduli, le competenze tecniche dell organizzazione, i costi di implementazione, il numero di utenti da soddisfare, il carico di lavoro. Un interessante valutazione è contenuta nel benchmark di Docebo srl nel quale si analizzano, tra gli altri, Atutor, Moodle e Docebo per: Ambiti di riferimento : il mercato a cui si rivolgono o dove hanno una maggior presenza le strutture e-learning analizzate Sviluppo learning object multimediali: la realizzazione di contenuti didattici conformi allo standard scorm. Strutture server: tutti quei servizi legati alla connettività e ai server, ad esempio web hosting, managed housing, backup, garanzie di raggiungibilità del servizio ecc... Struttura di riferimento: da chi è gestito lo sviluppo della piattaforma LMS, se da una struttura di tipo commerciale o da una struttura di tipo governativo/universitario. Ambito di riferimento Learning Object Multimediali Strutture server Struttura di riferimento Atutor Enti governativi/universita NO NO Università/Associazione Moodle Scuola/Piccole Università/Centri di SI SI Commerciale ricerca Docebo Aziende/Università/Grandi SI SI Commerciale enti governativi

20 Di seguito alcune delle organizzazioni che utilizzano le tre piattaforme e i modelli didattici utilizzati in prevalenza: Il Self-learning (o auto-apprendimento) è un modello che consente all utente di apprendere attraverso la fruizione della lezione audio/video on-line, apprendimento tramite materiali didattici (dispense, slide, cd-rom, materiale on line), senza interagire con docenti, tutor e partecipanti. In questo caso l interazione prevalente è quella tra utente e contenuto dell apprendimento e l accento è sul contenuto. Il Cooperative Learning (o apprendimento collaborativo) viene svolto in aula ed è un modello di apprendimento che consente all utente di apprendere, soprattutto, attraverso l interazione con gli altri (docenti, tutor e partecipanti) in aula tramite approfondimenti, esercitazioni, studio di casi (case history), teamwork, simulazioni, role-playing.. In questo caso l accento è sulla relazione. Il Blended Learning è il modello che si basa sull integrazione del Self-learning e del Cooperative Learning. Atutor Moodle Docebo Organizzazioni/utenti Università di Toronto, Sido e-learning portal, Ambiente impresa ONLUS Dublin City University, San Francisco State University, The Open University SKY, AON Assicurazioni, Università Bicocca, Mediaset, Riello Modelli didattici Self learning, Blended Learning, Cooperative Learning Blended Learning, Cooperative Learning Self learning, Cooperative Learning

21 Scelta della piattaforme ideale (per numero di utenti <500): Sviluppatore PMI Dipartimento Universitario Piccolo Ente Pubblico Ente Pubblico mediogrande Atutor SI SI SI SI SI Moodle SI SI SI SI SI Docebo NO NO SI NO SI Scelta della piattaforme ideale (per numero di utenti >500): Grandi aziende Aziende Multinazionali con progetti multilingue Grandi enti pubblici Università multi facoltà e alti carichi di lavoro Grande azienda di consulenza Agenzie o aziende anche piccole dove il training è il core business Atutor NO NO NO NO NO NO Moodle NO NO SI NO NO SI Docebo SI SI SI SI SI SI Il target di utenza delle tre piattaforme trova riscontro anche nella tabella di confronto pubblicata da TMDHosting, società specializzata in soluzioni hosting per piattaforme LMS: Atutor Moodle Docebo Suitable for Government, University School, Small university Corporate University, Big governement

22 APPROFONDIMENTO SU AVANZO Avanzo è una multinazionale spagnola specializzata in soluzioni formative e-learning. Orientata al mercato latino, ha sedi in diversi paesi tra i quali Brasile, Argentina, Portogallo e Cile. Avanzo si rivolge a diverse tipologie di organizzazioni, tra le quali Pubblica Amministrazione, aziende, banche ed università. OFFERTA FORMATIVA DI AVANZO I CORSI MULTIMEDIALI I corsi multimediali offrono i seguenti contenuti: Tracciamento delle attività (tappe e timing del corso) Struttura ipertestuale del corso Illustrazioni ed immagini personalizzate per l utente Personaggi animati Animazioni in Flash (effetti su testo e immagini) Giochi, esercizi didattici per offrire un elevata esperienza di interazione. Avanzo sviluppa i suoi corsi seguendo le ultime tendenze nella produzione di contenuti multimediali. Sviluppati sotto le specifiche AICC e SCORM, i corsi sono preparati per integrarsi con qualunque LMS.

23 TIPOLOGIE DI CORSI Corsi personalizzati a richiesta del cliente Corsi di formazione su software e applicazioni Simulazioni virtuali DEMO DEI CORSI: Gestione dello stress: Gestione personale del tempo: Corso sulla conservazione del vino: cion_vino&lesson=0001&close=1 Corso su Word 2003:

24 AVANZO LMS È la piattaforma LMS proprietaria offerta da Avanzo. È un sistema di gestione della formazione che permette la realizzazione, il monitoraggio e l amministrazione di corsi e-learning. Caratteristiche principali: Portale di monitoraggio online Supporto tecnico e didattico Ricerca e accesso rapido alle FAQs Calendario eventi Accesso a documentazione aggiuntiva per le tematiche dei corsi Messaggeria interna Sistema di rilevamento delle esigenze formative degli utenti Gestione automatica delle iscrizioni Aule virtuali Forum Chat Compatibile con gli standard AICC e ADL SCORM 1.2. Progettata in linguaggio ASP

25 CONNECT-O Connect-o è una piattaforma virtuale interattiva che promuove il ruolo degli utenti attraverso lo scambio e la partecipazione attiva, per contribuire al mantenimento e all arricchimento del sistema formativo. Si punta, in questo senso, all apprendimento collaborativo, cardine dei sistemi e-learning. Connect-o facilita il processo di apprendimento, offrendo un vero e proprio social network di conoscenze che si autoalimentano attraverso le tecnologie 2.0 implementate al suo interno, come blog, forum e strumenti per la condivisione di elementi multimediali ed interattivi. In Connect-o è possibile integrare diverse tipologie di contenuti grazie al supporto dello standard e-learning SCORM. Connect-o è una sorta di strumento ibrido. Rappresenta infatti un mix di tecnologie blog, social network e wiki orientato alla formazione. Figura 13 Interfaccia utente di Connect-o.

26 ELEMENTI DELL INTERFACCIA: Profilo personale Aggiornamenti di stato Bacheca degli aggiornamenti Possibilità di interagire attraverso i commenti Creazione di gruppi Widget Classificazione dei contenuti tramite folksonomia Figura 14 Profilo personale dell utente Figura 15 Aggiornamento dello stato personale dell utente Figura 4 Bacheca degli aggiornamenti del network Figura 16 Classificazione dei contenuti tramite folksonomia

27 STRUMENTI PER LA FORMAZIONE Sono presenti Aule virtuali con chat per interagire con i docenti/formatori. Ogni utente dispone di un blog personale nel quale inserire le proprie attività ed esperienze, confrontandosi con gli altri utenti. Sono disponibili i Wiki attraverso i quali gli utenti possono generare conoscenza e know how da distribuire a tutta la comunità di formazione. Ciascun utente dispone di elaborazioni grafiche personalizzate sul proprio percorso formativo individuale. In Connect-o sono implementati due software proprietari : Adobe Connect Pro 16 per la creazione dinamica delle aule virtuali. Adobe Captivate 17 per la creazione dei corsi multimediali. 16 Adobe Connect for elearning provides novices and experts alike with the capability to easily create and deliver compelling self-paced online courses, conduct highly interactive virtual classes, and efficiently manage training programs Adobe Captivate offre nuove funzionalità che vi consentono di lavorare più velocemente, collaborare in modo più efficiente e creare contenuti dei corsi di e-learning più realistici e coinvolgenti con elementi interattivi avanzati, simulazioni di scenari e software, quiz, sommari, widget e molto altro senza richiedere esperienze di programmazione o di sviluppo di contenuti multimediali. -

28 Il principale obiettivo di Connect-o è offrire un sistema integrato per soddisfare le esigenze formative dei suoi utenti a 360 gradi. Intervista a Marcello Rinaldi Responsabile Social Learning Avanzo 18 Connect-o: un ambiente digitale perfetto per le UC 19 Domanda: Esistono dei requisiti specifici nella scelta di una piattaforma per un progetto di UC? Quali sono? Risposta: Per la scelta del software per gestire la formazione in azienda, credo che uno dei più importanti fattori da studiare sia il livello di adattabilità delle applicazioni. Anche se il contesto di ogni azienda e ogni progetto è diverso, uno degli elementi che favorisce l'attuazione di un progetto online Corporate University è la capacità di adattare un ambiente software standard alle caratteristiche della formazione. Un altro elemento chiave è il reporting, elemento che si sta esaurendo perché i progetti delle università commerciali richiedono report completi che devono essere personalizzati. I report consentono ai diversi soggetti della società di ottenere le informazioni di cui hanno bisogno. Per esempio ci sono report che possono mostrare il numero di studenti che hanno accesso al campus, la percentuale di attività che hanno generato, tutto questo può essere molto utile per un manager di formazione, ma è molto poco utile per coloro che sono responsabili di altri settori. Da qui l'importanza della personalizzazione dei report aziendali. Domanda: Quali sono le caratteristiche di Connect-o? Risposta: Connect-o è un ambiente digitale che può essere utilizzato dalle UC per le loro necessità. Le imprese stanno usando Connect-o come strumento complementare. Connect-o è stato progettato per le università commerciali online, ma è anche una rete per la formazione perché l elemento più importante è la natura sociale della piattaforma. Esistono molti software che permettono di gestire le università commerciali online, ma penso che Connect-o sia il più interessante e fornisca maggiore valore ai clienti che lo utilizzano. Infatti permette di tradurre e inserire online tutte le attività legate alla formazione, creando uno spazio di comunicazione e di relazioni tra persone. È un potente strumento stile LinkedIn. 18 Connect-o: el entorno digital perfecto para las UC. Fonte Learning Review -http://www.learningreview.es 19 Corporate University è un istituto di istruzione tecnica e istruzione superiore, per studenti universitari e post-laurea, legata ad aziende pubbliche e private. L'obiettivo del Corporate University (CU) è quello di fornire specifici corsi tecnici per i dipendenti della società. Vengono personalizzati i corsi esattamente secondo le politiche e le strategie delle imprese, riducendo i costi di formazione e guadagnando velocità nella formazione convenzionale della forza lavoro.

29 Domanda: Come viene accolta questa tecnologia? Risposta: In maniera eccellente. La verità è che siamo molto soddisfatti perché stiamo lavorando su progetti molto grandi sia in Spagna che a livello internazionale e i responsabili della formazione accolgono in maniera molto positiva questa tecnologia. * + Connect-o permette di gestire molti campus virtuali, automatizzando molte operazioni come l attivazione degli utenti, la generazione dei contenuti, la pubblicazione di notizie, avvisi e newsletter agli studenti. I responsabili della formazione ci dicono che abbiamo cambiato la loro vita, perché non è più necessario pianificare le attività di formazione ogni settimana, ma lo possono fare ogni mese o ogni tre mesi. Connect-o unisce due aspetti, quello di fornire l accesso ai corsi di formazione, e quello di far comunicare e collaborare le persone attraverso forum, blog, wiki su temi specifici. I due aspetti sono pienamente integrati, cosi è un social network per la formazione. Domanda: Qual è il feedback dei vostri utenti? Risposta: Il feedback è positivo. Dalle nostre analisi emerge un elevata percentuale di attività da parte dei nostri utenti. Non solo nelle attività tradizionali, come l accesso ai corsi di formazione, ma soprattutto nelle attività sociali come pubblicare e condividere contenuti nei blogs, commentare, aggiornare i wiki, creare le discussioni. Un altro elemento importante per i nostri utenti è la possibilità di votare le risorse formative con un sistema di voto a stelline stile Youtube, la creazione di classifiche TOP 10 delle risorse più apprezzate dagli studenti. Domanda: Quali sono le istituzioni che lo implementano? Risposta: Connect-o viene utilizzato in Iberdrola, per un progetto che coinvolge tutti i dirigenti della Spagna, Stati Uniti, Scozia e Grecia. Orange lo sta utilizzando per il suo progetto in Spagna, è anche utilizzando ThyssenKrupp, azienda tedesca che produce gli ascensori per tutte le imprese spagnole. Stiamo iniziando un progetto con Gas Natural Fenosa, in tutti i paesi latinoamericani, Francia, Italia e Romania. Connect-o è usato anche da Tecnocom, una società di consulenza spagnola per i suoi clienti in Spagna e Portogallo che sono circa È utilizzato dalla più importante accademia di Polizia, dalla Pubblica Amministrazione e da altre istituzioni. Mettendo insieme le aziende di tutti i settori, abbiamo circa studenti che imparano grazie a Connecto. Domanda: Quali sono le prospettive e gli aggiornamenti di Connect-o? Risposta: La prima versione di Connect-o è stata lanciata tre anni fa, e ora siamo alla terza. Alcuni degli obiettivi per il 2011 è rendere Connect-o più sociale e con funzionalità Mobile. Ciò consentirà ai

30 manager che già dispongono di dispositivi mobili (Ipads) di continuare la loro formazione attraverso i propri dispositivi, anche se sono in viaggio o si spostano fuori ufficio, e altri che non usano computer pubblici, quali tecnici di manutenzione, per ricevere formazione, pur continuando la loro normale attività di lavoro.

31 AVANZO VS ATUTOR VS MOODLE VS DOCEBO Compatibilità agli standard SCORM IMS AICC AVANZO ATUTOR MOODLE DOCEBO Ambito di riferimento Learning Object Multimediali Strutture server Struttura di riferimento Avanzo Pubblica Amm./aziende/università SI SI Commerciale Atutor Enti governativi/università NO NO Università/Associazione Moodle Scuola/Piccole Università/Centri di ricerca SI SI Commerciale Docebo Aziende/Università/Grandi enti governativi SI SI Commerciale Avanzo Atutor Moodle Docebo Organizzazioni/utenti INA Istituto Nazionale di Amministrazione, Vodafone, Carrefour, Università di Barcellona Università di Toronto, Sido e- learning portal, Ambiente impresa ONLUS Dublin City University, San Francisco State University, The Open University SKY, AON Assicurazioni, Università Bicocca, Mediaset, Riello Modelli didattici Self learning, Blended Learning, Cooperative Learning Self learning, Blended Learning, Cooperative Learning Blended Learning, Cooperative Learning Self learning, Cooperative Learning

32 Scelta della piattaforme ideale (per numero di utenti <500): Sviluppatore PMI Dipartimento Universitario Piccolo Ente Pubblico Ente Pubblico mediogrande Avanzo NO NO NO NO SI Atutor SI SI SI SI SI Moodle SI SI SI SI SI Docebo NO NO SI NO SI Scelta della piattaforme ideale (per numero di utenti >500): Grandi aziende Aziende Multinazionali con progetti multilingue Grandi enti pubblici Università multi facoltà e alti carichi di lavoro Grande azienda di consulenza Agenzie o aziende anche piccole dove il training è il core business Avanzo SI SI SI SI SI SI Atutor NO NO NO NO NO NO Moodle NO NO SI NO NO SI Docebo SI SI SI SI SI SI

33 POSIZIONAMENTO PIATTAFORME LMS per target di utenza

34 Numero Atenei E-learning: una valutazione delle piattaforme di apprendimento digitale 2011 QUALI PIATTAFORME NELLE UNIVERSITÀ ITALIANE Nel più recente rapporto di Omniacom sulle lauree a distanza in Italia del 2008, si evidenzia un mercato e-learning costantemente in crescita, una domanda aumentata rispetto agli anni precedenti, ed un offerta ricca e variegata sul piano nazionale. Il dato più significativo è l aumento esponenziale degli atenei che offrono corsi e- learning dal 2003 al Sul totale dei 78 atenei nazionali, si passa dal 30% nel 2003 al 62% nel 2008: più di un università su due investe sulla formazione a distanza in Italia Atenei che offrono corsi e-learning Trend

35 Ilias Plone Uportal Atutor Claroline Docebo Mytwm Webct Moodle Moodle-like IBM Lms OracleLms based Blackborad ALTRI E-learning: una valutazione delle piattaforme di apprendimento digitale 2011 Atenei e-learning in Italia - anno 2008 Totale atenei nazionali Atenei e-learning Atenei non e-learning (62%) 30 Quello che maggiormente interessa approfondire è: quali piattaforme le 48 università italiane adottano per offrire contenuti e-learning ai propri studenti? Dati rilevanti emergono dallo studio dell Università di Bari, in cui si mostra come le realtà e-learning italiane sviluppano il loro personale modello e-learning: Ancona Aosta Bari Bergamo Bologna Brescia - S.Cuore Brescia Università Camerino Campobasso S.Cuore Cassino Castellana Chieti Como Dell insubria Cosenza Della Calabria Crema Univ. Di Milano

36 Ilias Plone Uportal Atutor Claroline Docebo Mytwm Webct Moodle Moodle-like IBM Lms OracleLms based Blackborad ALTRI E-learning: una valutazione delle piattaforme di apprendimento digitale 2011 Ferrara Firenze Genova Lecce Macerata Messina Milano Statale Milano Bocconi Milano politecnico Milano Bicocca Modena e Reggio Emilia Aless. Novara. Vercelli Napoli Federico II Napoli Orientale Padova Palermo Pavia Perugia Pisa Roma La Sapienza Roma Tor Vergata Roma Tre Roma Cattolica Sassari Siena Torino Trento Udine Urbino Varese Verona Venezia Viterbo

37 Numero Università E-learning: una valutazione delle piattaforme di apprendimento digitale 2011 Distribuzione delle piattaforme LMS nelle Università italiane Plone 1% Ilias 1% Uportal 1% Atutor 3% Claroline 3% Docebo 3% Mytwm 3% ALTRI 38% Webct 3% Moodle 19% Blackboard 10% Moodle-like 8% OracleLms based 3% IBM Lms 4% Quali tipi di piattaforme nelle università italiane? Open Source Commerciali Progetti Ad Hoc

Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica

Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica Sommario Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica Introduzione al portale SSIS infofactory - Laboratorio di Intelligenza Artificiale - Univ. degli Studi di Udine 3-4 Dicembre

Dettagli

Veronica Mobilio - CNIPA. Scegliere una piattaforma

Veronica Mobilio - CNIPA. Scegliere una piattaforma L Open Source per l elearningl ATutor vs Moodle Veronica Mobilio - CNIPA Scegliere una piattaforma Le PA che decidono di erogare progetti formativi in modalità elearning si trovano di fronte alla necessità

Dettagli

elearnit propone una modalità di e-learning efficace, integrabile nei processi aziendali e semplice da usare.

elearnit propone una modalità di e-learning efficace, integrabile nei processi aziendali e semplice da usare. Gestire la conoscenza nell'era del web elearnit: un network di consulenti per la crescita della tua azienda Piattaforma di formazione via web senza costi di licenza Oggi molte aziende utilizzano la formazione

Dettagli

CLASSIFICA RAGGRUPPAMENTO FACOLTA SCIENTIFICO-TECNICHE

CLASSIFICA RAGGRUPPAMENTO FACOLTA SCIENTIFICO-TECNICHE CLASSIFICA RAGGRUPPAMENTO FACOLTA SCIENTIFICO-TECNICHE N.B. per tutte le questioni di natura metodologica e la guida alle lettura si rinvia alla nota metodologica 2010 consultabile seguendo il link: http://www.censisguida.it/document/it/nota_metodologica/universita

Dettagli

Strumenti E learning. Presentazione tecnica

Strumenti E learning. Presentazione tecnica Strumenti E learning Presentazione tecnica Luglio 2008 Grazie all esperienza del proprio management e alla propria struttura tecnologica, InterAteneo è riuscito a creare un sistema di integrazione, tra

Dettagli

LMS ERUDIO. E-learning Formazione a distanza. www.sgslweb.it SISTEMI. 20 febbraio 2014 Autore: L.albanese. powered by

LMS ERUDIO. E-learning Formazione a distanza. www.sgslweb.it SISTEMI. 20 febbraio 2014 Autore: L.albanese. powered by LMS ERUDIO E-learning Formazione a distanza powered by SISTEMI 0 febbraio 01 Autore: L.albanese www.sgslweb.it Che cos è l E- Learning? L' e-learning sfrutta le potenzialità rese disponibili da Internet

Dettagli

AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI. Paolo Rigo

AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI. Paolo Rigo AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI Paolo Rigo LA SCUOLA DIGITALE Il progetto di alfabetizzazione digitale della popolazione è ambizioso e la sua realizzazione non può che partire dalla scuola. Occorre potenziare

Dettagli

Vademecum per la realizzazione di progetti formativi in modalità e-learning nelle P.A.

Vademecum per la realizzazione di progetti formativi in modalità e-learning nelle P.A. Vademecum per la realizzazione di progetti formativi in modalità e-learning nelle P.A. Seconda edizione Prof.ssa Mirella Schaerf - Dott.ssa Veronica Mobilio Gli argomenti Lo scenario L impatto organizzativo

Dettagli

La città e gli studenti

La città e gli studenti La città e gli studenti S E S S I O N E T E M A T I C A 4 CO- C H A I R S P R O F. M I C H E L E B U G L I E S I R E T T O R E U N I V E R S I T À C À F O S C A R I, V E N E Z I A M A R Z I A F O R O N

Dettagli

MODULO I TRODUTTIVO. Premessa

MODULO I TRODUTTIVO. Premessa MODULO I TRODUTTIVO Indice Premessa Obiettivo del modulo Didattica blended Ragioni dell adozione del blended e-learning - Ragioni didattiche - Ragioni del lifelong learning Finalità e obiettivi Risultati

Dettagli

Moodle al Formez, Imma Citarelli

Moodle al Formez, Imma Citarelli Moodle al Formez Dott.ssa Imma Citarelli Formez - Centro di Formazione e Studi Centro di competenza e-learning e Knowledge management Apprendimento autonomo Libri, riviste, convegni Risorse on line Il

Dettagli

ERUDIO Sistema Web Integrato per Erogazione e Gestione delle Attività Formative

ERUDIO Sistema Web Integrato per Erogazione e Gestione delle Attività Formative ERUDIO Sistema Web Integrato per Erogazione e Gestione delle Attività Formative Sommario INDICE Lo strumento ideale per erogazione e gestione dei C.F.P. (Crediti formativi permanenti) Punti di Forza Sistema

Dettagli

TABELLA DISPONIBILITA CORSI TFA DA ISTITUIRE PRESSO GLI ATENEI UNIVERSITARI D ITALIA

TABELLA DISPONIBILITA CORSI TFA DA ISTITUIRE PRESSO GLI ATENEI UNIVERSITARI D ITALIA TABELLA DISPONIBILITA CORSI TFA DA ISTITUIRE PRESSO GLI ATENEI UNIVERSITARI D ITALIA A013 Chimica e tecnologie chimiche A016 Costruzioni,tecnologie delle costruzioni e disegno tecnico A017 Discipline economico

Dettagli

E-learning: esperienza nel Progetto STEEL

E-learning: esperienza nel Progetto STEEL Innovazione nella formazione universitaria Firenze, 21 marzo 2012 E-learning: esperienza nel Progetto STEEL Prof. Enrico Del Re Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Il progetto STEEL Progetto

Dettagli

Dr. Ezio Casale Ordine medici e Odontoiatri- Chieti

Dr. Ezio Casale Ordine medici e Odontoiatri- Chieti Dr. Ezio Casale Ordine medici e Odontoiatri- Chieti Accesso al corso di laurea in medicina e chirurgia L. 264 / 1999 M.I.U.R. a) Numero programmato Offerta formativa Fabbisogno regionale b) Prove di ammissione

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Tecnologie Educative Cazzaniga Paolo Dip. di Scienze Umane e Sociali paolo.cazzaniga@unibg.it Outline Formazione a distanza 1 Formazione a distanza 2 3 4 5 Outline Formazione a distanza 1 Formazione a

Dettagli

PON 2009-2011 Innovazione e Crescita a Supporto dell Efficienza dei Servizi per il Lavoro

PON 2009-2011 Innovazione e Crescita a Supporto dell Efficienza dei Servizi per il Lavoro PON 2009-2011 Innovazione e Crescita a Supporto dell Efficienza dei Servizi per il Lavoro Requisiti tecnici per la produzione di moduli formativi destinati all offerta didattica del progetto INCREASE Allegato

Dettagli

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

Fondamenti di Informatica per l'apprendimento

Fondamenti di Informatica per l'apprendimento per l'apprendimento Outline Formazione a distanza 1 Formazione a distanza 2 3 4 5 Outline Formazione a distanza 1 Formazione a distanza 2 3 4 5 Le tecnologie educative Tecnologie digitali educative: Formazione

Dettagli

Progetto LearnIT PL/08/LLP-LdV/TOI/140001

Progetto LearnIT PL/08/LLP-LdV/TOI/140001 Progetto LearnIT PL/08/LLP-LdV/TOI/140001 Caro Lettore, Siamo lieti di presentare il secondo numero della newsletter LearnIT. In questo numero vorremmo spiegare di più su Learning Management Systems (LMS)

Dettagli

Il Learning Management System o LMS è appunto la una piattaforma applicativa che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning.

Il Learning Management System o LMS è appunto la una piattaforma applicativa che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning. La sezione del modulo dedicata ai Learning Management System elenca diverse funzioni di gestione, comunicazione e valutazione che possono essere utilizzate per l erogazione di formazione online. Sulla

Dettagli

LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE

LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE Edutech Vi Offre Un Ambiente Dedicato Per La Formazione A Distanza Cosa vi offre EduTech EduTech, grazie alla collaborazione con il Dipartimento

Dettagli

Gianluca Cicognani. La piattaforma FAD Chronos: demo e metodologia formativa

Gianluca Cicognani. La piattaforma FAD Chronos: demo e metodologia formativa Gianluca Cicognani La piattaforma FAD Chronos: demo e metodologia formativa Il progetto Osservatorio RRHH Spin-Off Formazione a distanza Evoluzione FAD Prima generazione: materiale cartaceo inviato per

Dettagli

Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario

Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario Contributi della Segreteria Tecnica Prime analisi sulle strutture disponibili

Dettagli

«Tra centro e periferia: il ruolo dell'università per la rinascita delle aree interne e la coesione sociale» Gianmaria Palmieri

«Tra centro e periferia: il ruolo dell'università per la rinascita delle aree interne e la coesione sociale» Gianmaria Palmieri «Tra centro e periferia: il ruolo dell'università per la rinascita delle aree interne e la coesione sociale» Gianmaria Palmieri Aree interne del Paese Assegnazione FFO Università Aree interne Ateneo 2015

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E FOTO Nome Residenza Domicilio Cellulare - E-mail GUGLIELMINI PAOLO 52, VIA SAN BARTOLO, 44100, FERRARA - ITALY 1/B VIA PRATONIERI, 42124,

Dettagli

TABELLA DELLE SEDI DI ESAMI DI STATO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO PROFESSIONALE CHE SI SVOLGERANNO NELL ANNO

TABELLA DELLE SEDI DI ESAMI DI STATO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO PROFESSIONALE CHE SI SVOLGERANNO NELL ANNO TABELLA DELLE SEDI DI ESAMI DI STATO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO PROFESSIONALE CHE SI SVOLGERANNO NELL ANNO 2003 PROFESSIONE SEDI ATTUARIO e ATTUARIO IUNIOR CHIMICO e CHIMICO IUNIOR BARI CAMERINO CATANIA

Dettagli

ICT Solution. E-Learning. E-Learning. E-Learning

ICT Solution. E-Learning. E-Learning. E-Learning ICT Solution ICT Solution WeTech Srl è un'azienda italiana operante nel campo dell'information & Communication Technology che, grazie alla sua offerta di prodotti e servizi ad alto valore aggiunto, è in

Dettagli

Preciso che le seguenti considerazioni sono basate esclusivamente sulla mia breve esperienza di utente della piattaforma Blackboard del DOL.

Preciso che le seguenti considerazioni sono basate esclusivamente sulla mia breve esperienza di utente della piattaforma Blackboard del DOL. Didattica assistita da Tecnologie I settimana La sezione del modulo dedicata ai Learning Management System elenca diverse funzioni di gestione, comunicazione e valutazione che possono essere utilizzate

Dettagli

TELESKILL ITALIA DESCRIZIONE SINTETICA DELLA LEARNING COMMUNITY

TELESKILL ITALIA DESCRIZIONE SINTETICA DELLA LEARNING COMMUNITY TELESKILL ITALIA DESCRIZIONE SINTETICA DELLA LEARNING COMMUNITY Giugno 2010 Teleskill Learning Community Teleskill Learning Community è un portale on-line che consente al cliente di gestire

Dettagli

VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER LEZIONI IN AULA VIRTUALE, SEMINARI E RIUNIONI A DISTANZA

VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER LEZIONI IN AULA VIRTUALE, SEMINARI E RIUNIONI A DISTANZA Grifo multimedia Srl Via Bruno Zaccaro, 19 Bari 70126- Italy Tel. +39 080.460 2093 Fax +39 080.548 1762 info@grifomultimedia.it www.grifomultimedia.it VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER

Dettagli

METHODY: l unica one stop shop solution per i vostri progetti di e- learning

METHODY: l unica one stop shop solution per i vostri progetti di e- learning METHODY: l unica one stop shop solution per i vostri progetti di e- learning 1 METHODY: the one stop shop solution for your e-learning projects La FAD (Formazione a Distanza) dopo anni di sperimentazione

Dettagli

Indice. 01. Presentazione generale. 02. Team. 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community

Indice. 01. Presentazione generale. 02. Team. 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community Indice 01. Presentazione generale 02. Team 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community 04. E-learning 1. Learning Object 2. Piattaforme LMS 3. Business

Dettagli

Un esperienza di e-learning con le piattaforme in uso alla Scuola IaD

Un esperienza di e-learning con le piattaforme in uso alla Scuola IaD Un esperienza di e-learning con le piattaforme in uso alla Scuola IaD di Marco Orazi e Mauro Ranchicchio La Scuola IaD inizia nel 1997 la sua attività di erogazione di corsi in modalità teledidattica mettendo

Dettagli

porte aperte sull e-learning di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com

porte aperte sull e-learning di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com porte aperte sull e-learning di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com Cos è Moodle Moodle è un software per la gestione di corsi a distanza utilizzato a livello mondiale nelle Università, nelle

Dettagli

1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI

1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI 1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI Per implementare una piattaforma di e-learning occorre considerare diversi aspetti organizzativi, gestionali e tecnici legati essenzialmente

Dettagli

Il CINI e le certificazioni

Il CINI e le certificazioni Il CINI e le certificazioni Prof. Paolo Ciancarini Direttore del Consorzio Prof. Marco Ferretti Responsabile progetto EUCIP Roma, 24 luglio 2007 Consorzio Interuniversitario Nazionale per l Informatica

Dettagli

E-learning con Docebo

E-learning con Docebo E-learning con Docebo Introduzione La suite Doceboè un progetto open source completamentegratuito che mette a disposizione: LMS (Learning Management System) CMS(Content Management System) Mydocebo( la

Dettagli

SEZ.: DATI DI INSEGNAMENTO

SEZ.: DATI DI INSEGNAMENTO DOMANDA PER NOMINA IN COMMISSIONI DI ESAMI DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLE LIBERE PROFESSIONI DI: PERITO AGRARIO, PERITO INDUSTRIALE E GEOMETRA - SESSIONE 2015 - MODULO A/1 PER PROFESSORI UNIVERSITARI

Dettagli

E-learning. Introduzione

E-learning. Introduzione E-learning Introduzione Definizione L'e-learning sfrutta le potenzialità rese disponibili da Internet per fornire formazione sincrona e/o asincrona agli utenti, che possono accedere ai contenuti dei corsi

Dettagli

MEDIEN I TV Cinema Fotografia Multimedia

MEDIEN I TV Cinema Fotografia Multimedia MEDIEN I TV Cinema Fotografia Multimedia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET - http://offf.miur.it CLASSE DELLE LAUREE L-20

Dettagli

Introduzione alla fad. Data della lezione: 09/02/2006 Docente: dott. Italo Losero Responsabile di segreteria: Arba Alessia

Introduzione alla fad. Data della lezione: 09/02/2006 Docente: dott. Italo Losero Responsabile di segreteria: Arba Alessia Introduzione alla fad Data della lezione: 09/02/2006 Docente: dott. Italo Losero Responsabile di segreteria: Arba Alessia Introduzione In questa lezione andremo a vedere: un confronto tra diverse piattaforme

Dettagli

TABELLA DELLE SEDI DI ESAMI DI STATO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO PROFESSIONALE CHE SI SVOLGERANNO NELL ANNO 2006

TABELLA DELLE SEDI DI ESAMI DI STATO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO PROFESSIONALE CHE SI SVOLGERANNO NELL ANNO 2006 TABELLA DELLE SEDI DI ESAMI DI STATO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO PROFESSIONALE CHE SI SVOLGERANNO NELL ANNO 2006 PROFESSIONE SEDI ATTUARIO e ATTUARIO IUNIOR CHIMICO e CHIMICO IUNIOR CAMERINO CATANIA

Dettagli

Romecamp 2008 Roma 21 e 22/11/2008

Romecamp 2008 Roma 21 e 22/11/2008 Romecamp 2008 Roma 21 e 22/11/2008 L'Open Source entra nell'e Learning Paolo Gatti http://www.paologatti.it E learning: introduzione Per e learning si intende la possibilità di imparare sfruttando la rete

Dettagli

Regolamento del servizio di tutorato. (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008)

Regolamento del servizio di tutorato. (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008) Regolamento del servizio di tutorato (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008) Sommario Articolo 1 - L istituto del tutorato... 3 Articolo 2 - Obiettivi generali e specifici... 3 Articolo 3 - I tutor...

Dettagli

LA QUALITA' DELLA RICERCA NELLE 14 AREE/12 - SCIENZE GIURIDICHE

LA QUALITA' DELLA RICERCA NELLE 14 AREE/12 - SCIENZE GIURIDICHE LA QUALITA' DELLA RICERCA NELLE 14 AREE/12 - SCIENZE GIURIDICHE Questa tabella mostra i voti dei dipartimenti delle università [1] e delle sottostrutture degli enti nelle 14 aree scientifiche e la percentuale

Dettagli

Rete + Collaborazione = PA2.0. luca.mainetti@unisalento.it NeutralAccess11 Urbino, 11-6-11

Rete + Collaborazione = PA2.0. luca.mainetti@unisalento.it NeutralAccess11 Urbino, 11-6-11 Rete + Collaborazione = PA2.0 luca.mainetti@unisalento.it NeutralAccess11 Urbino, 11-6-11 Il Tavolo Tecnico Università Digitale Politecnico di TORINO Politecnico di MILANO Università degli Studi di CATANIA

Dettagli

Mariella Proietta. Introduzione

Mariella Proietta. Introduzione Mariella Proietta maripro@yahoo.it Joomla per una scuola secondaria superiore: una piattaforma per integrare l insegnamento della lingua straniera e migliorare la professionalità docente Introduzione L

Dettagli

RICONOSCIMENTI NELLE UNIVERSITA ITALIANE

RICONOSCIMENTI NELLE UNIVERSITA ITALIANE RICONOSCIMENTI NELLE UNIVERSITA ITALIANE Questa è la lista dei riconoscimenti Universitari in Italia, aggiornato a Settembre 2013. Le informazioni riportate sono state reperite navigando sui siti internet

Dettagli

La piattaforma Moodle dell' ISFOL

La piattaforma Moodle dell' ISFOL La piattaforma Moodle dell' ISFOL Un CMS per la condivisione della conoscenza nei Gruppi di Lavoro e di Ricerca dell'istituto Franco Cesari - ISFOL Gruppi di Lavoro e di Ricerca come Comunità di Pratica

Dettagli

Risultati della ricerca Trovati 85 corsi di laurea in 52 Università:

Risultati della ricerca Trovati 85 corsi di laurea in 52 Università: Risultati della ricerca Trovati 85 corsi di laurea in 52 Università: Lista Università Università Politecnica delle MARCHE http://www.univpm.it Ingegneria Informatica e dell'automazione, ANCONA Università

Dettagli

Decreto Ministeriale 24 febbraio 2003

Decreto Ministeriale 24 febbraio 2003 Decreto Ministeriale 24 febbraio 2003 Ordinanza ministeriale 24 febbraio 2003 con la quale vengono indette per l'anno 2003 le sessioni di esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio delle professioni

Dettagli

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale) ABRUZZO Chieti - Pescara http://www.unich.it/unichieti/appmanager/unich/didattica?_nfpb=true&_pagelabel=ssis_didatticafirstpage_v2 costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato n.4 Posti disponibili per l'accesso al corso di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia anno accademico 2013-2014 Comunitari e non comunitari residenti in Italia di cui alla legge 30 luglio

Dettagli

GRUPPO di FACOLTA BARI. Politecnico di BARI BASILICATA BERGAMO BOLOGNA BRESCIA CAGLIARI

GRUPPO di FACOLTA BARI. Politecnico di BARI BASILICATA BERGAMO BOLOGNA BRESCIA CAGLIARI BARI Politecnico di BARI BASILICATA BERGAMO BOLOGNA BRESCIA CAGLIARI Agraria 37 41 52 Economia 53 49 64 Farmacia 17 29 41 Giurisprudenza 49 32 82 Lettere e Filosofia 53 41 65 Lingue e Letterature straniere

Dettagli

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Le piattaforme Il concetto di ambiente di apprendimento riconduce storicamente a termini quali formazione

Dettagli

Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning

Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning Rivolto ai discenti Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo Di Potenza Sommario 1. Cos è Moodle... 3 1.1. Accesso alla piattaforma Moodle... 4 1.2. Come

Dettagli

Nota Mastrillo. Alcuni dati sono stati elaborati da Angelo Mastrillo (mastrillo@aitn.it)

Nota Mastrillo. Alcuni dati sono stati elaborati da Angelo Mastrillo (mastrillo@aitn.it) Introduzione L'edizione 2011 dell'ammissione a Medicina e Odontoiatria ha visto alcune novità che hanno ripercussione su queste statistiche e sui raffronti storici. Le principali sono le seguenti: 1. Unica

Dettagli

ATTENZIONE il corso è evidenziabile sul catalogo interregionale ricercando l'id 11834

ATTENZIONE il corso è evidenziabile sul catalogo interregionale ricercando l'id 11834 corso GRATUITO: CHIEDI IL VOUCHER DI FORMAZIONE REGIONALE! Corso di specializzazione della durata di 450 ore: si svolgerà con una frequenza di 3/4 volte a settimana, in orario pomeridiano/serale (presumibilmente

Dettagli

Qui di seguito riportiamo i risultati dei test professioni sanitarie 2013: graduatorie nazionali definitive

Qui di seguito riportiamo i risultati dei test professioni sanitarie 2013: graduatorie nazionali definitive Qui di seguito riportiamo i risultati dei test professioni sanitarie 2013: graduatorie nazionali definitive Fonte: Controcampus.it Per gli studenti che hanno sostenuto il test di Professioni Sanitarie

Dettagli

I CORSI DI LAUREA Tecnico di Radiologia medica per Immagini e Radioterapia

I CORSI DI LAUREA Tecnico di Radiologia medica per Immagini e Radioterapia Conferenza Permanente delle Classi di Laurea delle Professioni Sanitarie Meeting di Primavera I CORSI DI LAUREA Tecnico di Radiologia medica per Immagini e Radioterapia Alghero Aprile Obiettivi Indagine

Dettagli

Informatica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-31 - SCIENZE E TECNOLOGIE INFORMATICHE

Informatica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-31 - SCIENZE E TECNOLOGIE INFORMATICHE Informatica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET DELLE SINGOLE UNIVERSITA CLASSE DELLE LAUREE L-31 - SCIENZE E TECNOLOGIE INFORMATICHE

Dettagli

AREA - USO. Valore nazionale degli indicatori

AREA - USO. Valore nazionale degli indicatori AREA - USO Valore nazionale degli indicatori N Nome 2010 2006 2002 11 (Prestiti + ILL passivi + DD passivi) / Utenti potenziali 2,5 2.63 2.42 13 Partecipanti ai corsi di formazione/ studenti iscritti *100

Dettagli

MEDIEN II Giornalismo Scienze della comunicazione

MEDIEN II Giornalismo Scienze della comunicazione MEDIEN II Giornalismo Scienze della comunicazione I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET - http://offf.miur.it CLASSE DELLE LAUREE

Dettagli

Statistiche Nazionali sull'ammissione a Medicina e Chirurgia 2012/2013

Statistiche Nazionali sull'ammissione a Medicina e Chirurgia 2012/2013 Statistiche Nazionali sull'ammissione a Medicina e Chirurgia 2012/2013 I valori sono ricavati dai dati pubblicati dal Miur (Ultima modifica 28/09/2012 ) L'edizione 2012 dell'ammissione a Medicina e Odontoiatria

Dettagli

Ordinanza esami di Stato sessioni anno 2007 Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/ 2001

Ordinanza esami di Stato sessioni anno 2007 Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/ 2001 Ordinanza esami di Stato sessioni anno 2007 P rofessioni regolamentate dal D.P.R. 328/ 2001 Allegati Ordinanza Ministeriale 22 gennaio 2007 Ordinanza esami di Stato sessioni anno 2007 Professioni regolamentate

Dettagli

TEST ECONOMIA 2014 Svilippo progetto TOLC-Economia

TEST ECONOMIA 2014 Svilippo progetto TOLC-Economia scienze www.cisiaonline.it TEST ECONOMIA 2014 Svilippo progetto TOLC-Economia Prof. Claudio Casarosa Direttore CISIA Roma, 3 ottobre 2014, Assemblea Conferenza Area 13 I CONSORZIATI Consorziate 40 Università

Dettagli

Grafico 1: Immatricolati per ripartizione geografica, valori percentuali. Isole 11% Sud 23% Centro 24%

Grafico 1: Immatricolati per ripartizione geografica, valori percentuali. Isole 11% Sud 23% Centro 24% IMMATRICOLAZIONI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 1 Il numero complessivo degli immatricolati risulta pari a circa 312 mila unità e appare lievemente inferiore rispetto al passato anno accademico (-3%). Le Università

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

How to START E-LEARNING

How to START E-LEARNING How to START E-LEARNING come INIZIARE Set-up di progetto e-learning AZIENDALE Premessa Per ogni azienda è oggi fondamentale riuscire a tradurre i cambiamenti in innovazione nel più breve tempo possibile.

Dettagli

DidActive Box. Strumenti per una didattica aperta, condivisa e interattiva

DidActive Box. Strumenti per una didattica aperta, condivisa e interattiva DidActive Box Strumenti per una didattica aperta, condivisa e interattiva Laboratorio aperto Ogni classe, un laboratorio: questa prospettiva è possibile con DidActive Box, che unisce l ultima versione

Dettagli

23 corsi on-line a.a. 2006/07

23 corsi on-line a.a. 2006/07 E-LEARNING Università degli Studi di Teramo Innovare l'e-learning attraverso la condivisione ed il riuso. Dalla condivisione dei contenuti alla condivisione delle conoscenze tra studenti, docenti e non

Dettagli

UD1 E learning: Introduzione e Standard Filippo Sciarrone

UD1 E learning: Introduzione e Standard Filippo Sciarrone UD1 E learning: Introduzione e Standard Filippo Sciarrone 23/09/2009 Guida all uso di piattaforme e-learning 1 Schema Obiettivi della UD1 E learning Piattaforme LMS Esercitazione Standard di riferimento

Dettagli

PARTONO I TFA: ECCO LA MAPPA

PARTONO I TFA: ECCO LA MAPPA PARTONO I TFA: ECCO LA MAPPA Agli inizi di marzo è uscita la notizia che entro giugno ( si direbbe tra il 9 e il 19 giugno) la tribolata vicenda dei TFA dovrebbe trovare attuazione con le prime prove preselettive,

Dettagli

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I.

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. Profilo La Società Hermes nasce nel 2010 per portare sul mercato le esperienze maturate da un team di specialisti e ricercatori informatici che hanno operato per anni come

Dettagli

Elearnit Servizi Elearning a 360. http://www.elearnit.net http://elearnit.wordpress.com

Elearnit Servizi Elearning a 360. http://www.elearnit.net http://elearnit.wordpress.com Elearnit Servizi Elearning a 360 http://www.elearnit.net http://elearnit.wordpress.com E-learning Ridurre i costi Più efficienza Tracciare i risultati La formazione web-based può migliorare i vostri processi

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Sistema di erogazione didattica Organizzata attraverso Piattaforme L.C.M.S. (Learning Content Management System)

Sistema di erogazione didattica Organizzata attraverso Piattaforme L.C.M.S. (Learning Content Management System) Learning and Management System Sistema di erogazione didattica Organizzata attraverso Piattaforme L.C.M.S. (Learning Content Management System) Linee guida: 1. StartUp sistema videoconferenza in piattaforma

Dettagli

Biologia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-13 - SCIENZE BIOLOGICHE

Biologia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-13 - SCIENZE BIOLOGICHE Biologia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET DELLE SINGOLE UNIVERSITA CLASSE DELLE LAUREE L-13 - SCIENZE BIOLOGICHE Università

Dettagli

3. I Virtual Learning Environment ovvero: le piattaforme

3. I Virtual Learning Environment ovvero: le piattaforme 3.1 3. I Virtual Learning Environment ovvero: le piattaforme 3.2 VLE: un Un ambiente VLE è un integrato ambiente integrato L idea di ambiente include la nozione di integrazione di funzioni e contenuti

Dettagli

TELESKILL PROGETTO E-LEARNING 2.0 PER LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO CONTINUO

TELESKILL PROGETTO E-LEARNING 2.0 PER LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO CONTINUO TELESKILL PROGETTO E-LEARNING 2.0 PER LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO CONTINUO CARATTERISTICHE FUNZIONALI DELLA SOLUZIONE TECNOLOGICA DEDICATA ALLA FORMAZIONE E ALL'AGGIORNAMENTO A DISTANZA

Dettagli

L organizzazione dei servizi di supporto alla ricerca delle Università Italiane. 10 dicembre 2015 Assemblea Generale Codau, Politecnico di Milano

L organizzazione dei servizi di supporto alla ricerca delle Università Italiane. 10 dicembre 2015 Assemblea Generale Codau, Politecnico di Milano L organizzazione dei servizi di supporto alla delle Università Italiane 10 dicembre 2015 Assemblea Generale Codau, Politecnico di Milano Cambiamenti nel mondo della IN QUALE CONTESTO SI TROVANO AD OPERARE

Dettagli

AREA - COSTI. Valore nazionale dell indicatori

AREA - COSTI. Valore nazionale dell indicatori AREA - COSTI Valore nazionale dell indicatori N Nome 2010 2006 2002 22 spese per il personale/spese totali SBA *100 46,90 48,60 55 47 costo medio di download di full tex - - 2,9 48 costo medio per sessione

Dettagli

A Le piattaforme e-learning

A Le piattaforme e-learning A Le piattaforme e-learning Paolo Fusero obiettivo didattico della lezione: introdurre lo studente all utilizzo delle piattaforme e-learning e delle nuove metodologie didattiche che utilizzano la rete

Dettagli

Sistemi e tecnologie: un primo sguardo

Sistemi e tecnologie: un primo sguardo Sistemi e tecnologie: un primo sguardo Ernesto Damiani Dipartimento di Tecnologie dell Informazione Universita di Milano Polo di Crema damiani@dti.unimi.it http://olaf.crema.unimi.it 1 Sommario Sistemi

Dettagli

Formazione in rete e apprendimento collaborativo

Formazione in rete e apprendimento collaborativo Formazione in rete e apprendimento collaborativo Ballor Fabio Settembre 2003 Cos è l e-learning Il termine e-learning comprende tutte quelle attività formative che si svolgono tramite la rete (Internet

Dettagli

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015 Carta dei Servizi per lo Studente a.a. 2014/2015 INDICE ART. 1 PRINCIPI GENERALI E FINALITÀ... 3 ART. 2 CONTRATTO CON GLI STUDENTI... 3 ART. 3 TUTELA DEI DATI PERSONALI... 3 ART. 4 MATERIALE DIDATTICO...

Dettagli

WEB SERVICES FOR HR MANAGEMENT

WEB SERVICES FOR HR MANAGEMENT WEB SERVICES FOR HR MANAGEMENT Banner Company profile Database CV Invio DEM Job Posting WEB SERVICES J.E.To.P. - Junior Enterprise Torino Politecnico - vista l esperienza acquisita con il proprio brand

Dettagli

applicazione strategica per le università

applicazione strategica per le università E-learning applicazione strategica per le università Enrico Cavalli Università degli Studi di Bergamo Strategie dell e-business Università degli Studi di Bergamo 5-6 giugno 2002 e-learning E-learning Distance

Dettagli

GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning

GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning nelle Strutture Ospedaliere Caso Studio Le esigenze delle Strutture Ospedaliere Disporre di una soluzione tecnologica avanzata per gestire efficientemente

Dettagli

E-LEARNING. Utilizzare le tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare l apprendimento.

E-LEARNING. Utilizzare le tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare l apprendimento. E-LEARNING Utilizzare le tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare l apprendimento. E-LEARNING Electronic Learning E- LEARNING EXPERIENCE: possibilità di interazione,

Dettagli

SERVIZIO PER L'AUTONOMIA UNIVERSITARIA E GLI STUDENTI UFFICIO II

SERVIZIO PER L'AUTONOMIA UNIVERSITARIA E GLI STUDENTI UFFICIO II SERVIZIO PER L'AUTONOMIA UNIVERSITARIA E GLI STUDENTI UFFICIO II CONTINGENTE RESIDUO DEI POSTI RISERVATI AGLI STUDENTI NON COMUNITARI RESIDENTI ALL'ESTERO, PER L'ANNO ACCADEMICO 2000/2001. CORSI DI LAUREA:

Dettagli

ANALISI COMPARATIVA DI PIATTAFORME DI FORMAZIONE A DISTANZA

ANALISI COMPARATIVA DI PIATTAFORME DI FORMAZIONE A DISTANZA Laurea Magistrale in Ing. del cinema e dei mezzi di comunicazione ANALISI COMPARATIVA DI PIATTAFORME DI FORMAZIONE A DISTANZA Candidato SAMUELE DI DONNA Relatori FULVIO CORNO LAURA FARINETTI SCOPO E OBBIETTIVI

Dettagli

E-LEARNING E- LEARNING E-LEARNING. Learning. Electronic. Perché E-learning? EXPERIENCE: possibilità di interazione, partecipazione e

E-LEARNING E- LEARNING E-LEARNING. Learning. Electronic. Perché E-learning? EXPERIENCE: possibilità di interazione, partecipazione e E-LEARNING E-LEARNING Electronic Learning Utilizzare le tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare l apprendimento. E- LEARNING EXPERIENCE: possibilità di interazione,

Dettagli

IAMP ISTITUTO AVANZATO MULTIPROGETTO IL FUTURO E QUI

IAMP ISTITUTO AVANZATO MULTIPROGETTO IL FUTURO E QUI ISTITUTO AVANZATO MULTIPROGETTO IL FUTURO E QUI E-LEARNING + ON LINE - costi + RISULTATI PROGETTO PRESENTAZIONE GENERALE è un marchio commerciale di Studio Mandelli S.r.l., società specializzata in servizi

Dettagli

Giurisprudenza I T A L I A LAUREA QUINQUENNALE (A CICLO UNICO) CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI LMG/01 GIURISPRUDENZA

Giurisprudenza I T A L I A LAUREA QUINQUENNALE (A CICLO UNICO) CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI LMG/01 GIURISPRUDENZA LAUREA QUINQUENNALE (A CICLO UNICO) CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI GIURISPRUDENZA Giurisprudenza I T A L I A Università degli Studi di BARI ALDO MORO http://www.uniba.it GIURISPRUDENZA, TARANTO GIURISPRUDENZA,

Dettagli

I.T.I.-L.S. F. Giordani Via Laviano, 8 - Caserta

I.T.I.-L.S. F. Giordani Via Laviano, 8 - Caserta Company LOGO I.T.I.-L.S. F. Giordani Via Laviano, 8 - Caserta Progetto Scuol@2.0 La scuola tra utopia e nuove tecnologie Alcuni suggerimenti per l uso Company LOGO LE PAROLE CHIAVE E-Learning Multimedialità

Dettagli

Prot. n... Bologna, 9 novembre 2011

Prot. n... Bologna, 9 novembre 2011 Prot. n.... Bologna, 9 novembre 2011 PROTOCOLLO D INTESA TRA Ufficio Scolastico Regionale, Direzione Generale per l Emilia-Romagna E Telecom Italia SpA

Dettagli