INFINITI HPV-QUAD Metodica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INFINITI HPV-QUAD Metodica"

Transcript

1 INFINITI HPV-QUAD Metodica Per Uso Diagnostico In Vitro Solo per l'esportazione Prodotto da AutoGenomics, Inc., 2980 Scott Street, Vista, CA USA Rappresentante EU Autorizzato: BÜHLMANN Laboratories AG Baselstrasse 55 CH-4124, Schönenbuch, Svizzera 1 su 9

2 USO INFINITI HPV-QUAD rileva la presenza di 13 genotipi di HPV ad alto rischio e 2 a basso rischio in donne con Pap test anomalo (i.e. cellule squamose atipiche di significato incerto, ASCUS). Inoltre, INFINITI HPV-QUAD identifica il genotipo dei 5 ceppi ad alto rischio 16, 18, 31, 33 e 45. Le informazioni ottenute da INFINITI HPV-QUAD, insieme al referto citologico, alla valutazione di altri fattori di rischio e alla storia clinica, possono essere utilizzate nella gestione della paziente. I risultati ottenuti con INFINITI HPV QUAD non sostituiscono la colposcopia. INFINITI HPV QUAD è un test qualitativo da eseguirsi in laboratori clinici dietro richiesta del medico curante. INFORMAZIONI GENERALI L infezione genitale da HPV è causata dal papilloma virus umano (HPV), un gruppo di virus che include più di 100 differenti ceppi o tipi. Più del 30% di questi virus sono trasmessi sessualmente e possono infettare i genitali di uomini e donne. Almeno il 50% degli uomini e delle donne sessualmente attivi contraggono prima o poi l infezione genitale da HPV. All età di 50 anni, almeno l 80% delle donne avranno contratto l infezione genitale da HPV. Circa 6,2 milioni di Americani contraggono ogni anno una nuova infezione genitale da HPV. (1) Il papilloma virus umano è composto da una particella virale icosaedrica (virione) contenente molecole di DNA circolare a doppia elica di 8000 paia di basi, circondate da un capside proteico. A seguito dell infezione delle cellule epiteliali, il DNA virale invade l intero spessore dell epitelio, con i virioni intatti solo negli strati più superficiali del tessuto. Secondo il tipo e il grado della lesione, il DNA virale può essere trovato sia nei virioni sia come sequenza di HPV episomiale o integrato. (9,10,11,12) Studi epidemiologici dimostrano che l infezione persistente con alcuni tipi di papilloma virus umano (HPV) è un fattore di rischio necessario per lo sviluppo del carcinoma cervicale invasivo. Sulla base di questi studi, sono stati definiti gruppi di HPV genitale ad alto e a basso rischio, secondo il loro potenziale di indurre un carcinoma invasivo. Si definiscono HPV ad alto rischio quelli associati con neoplasia cervicale intraepiteliale (CIN 2/3), ritenuti responsabili del 70% circa di tutti i carcinomi cervicali invasivi, sebbene la relazione tipo HPV/rischio carcinoma cervicale varia secondo le zone geografiche. (2,3) In Nord America, circa il 90% sono associati con un rischio elevato con i tipi 16, 18, 31, 33 e 45, Oltre al cancro cervicale, i tipi di HPV ad alto rischio possono essere responsabili di carcinoma alla vulva, vagina ed ano. La presenza di determinati genotipi di HPV nel tratto genitale femminile è anche associata con altre patologie, inclusa la papulosi di Bowenoid e neoplasie intraepiteliali di cervice, vagina e vulva. I genotipi HPV a basso rischio 6 e 11 possono essere associati con la presenza di condilomi genitali ma sono stati collegati raramente con lesioni cervicali cancerose o precancerose. (4,5,6,7) Non sono completamente chiariti i meccanismi di evoluzione da infezione HPV a carcinoma. PRINCIPIO DEL TEST INFINITI HPV QUAD utilizza la tecnologia del BioFilmChip microarray brevettata da AutoGenomics combinata a processi di automazione, gestione dei reattivi ed elaborazione software per la rilevazione multiplex dei genotipi HPV eventualmente presenti nel DNA ottenuto da tampone cervicale. 2 su 9

3 INFINITI HPV-QUAD è basato su cinque processi principali: (a) Amplificazione mediante Polymerase Chain Reaction del DNA purificato (b) Estensione del primer analita specifico con incorporazione del marcato (ASPE) (c) Ibridazione del primer esteso e fluorescente su un microarray (d) Scansione del microarray (e) Rilevazione del segnale (identificazione dei genotipi HPV) I punti da (c) a (f) sono automatizzati mediante l analizzatore INFINITI. Di seguito la procedura schematizzata del test. DESCRIZIONE DEL DISPOSITIVO INFINITI HPV-QUAD è un dispositivo diagnostico in vitro costituito da reagenti e strumentazione per rilevare la presenza di genotipi HPV, 13 ad alto rischio (genotipi 16, 18, 31, 33, 35, 39, 45, 51, 52, 56, 58, 59, e 68) e 2 a basso rischio (genotipo 6 e 11) in campioni cervicali. Inoltre, INFINITI HPV-QUAD identifica il genotipo dei 5 ceppi ad alto rischio 16, 18, 13, 33 e 45. Tipi di campioni cervicali raccomandati Campioni raccolti tramite dispositivo broom type e conservati in Cytyc ThinPrep Pap Test PreserveCyt Solution. INFINITI HPV-QUAD comprende Amplification Mix, BioFilmChip Microarray, Modulo Reagenti Intellipac e ed è automatizzato con l Analizzatore INFINITI - Software Operativo Qmatic. L analizzatore INFINITI è marcato CE. Il BioFilmChip Microarray è formato da una pellicola di poliestere coattata con componenti multi-strato brevettati per ottimizzare l analisi del DNA. Gli strati sono stati progettati per fornire una superficie versatile che aumenti le prestazioni del test. INFINITI HPV QUAD utilizza un microarray con probe di cattura spottati alla superficie del BioFilmChip. Su un microarray possono essere testati 4 campioni. In un magazine sono contenuti 12 microarray. Il Modulo Reagenti Intellipac contiene quattro scomparti che alloggiano i reagenti del test. Il Modulo Reagenti Intellipac ha un chip di memoria integrato; le informazioni sui reagenti quali numero di lotto, data di scadenza, volumi sono archiviate nel chip di memoria e evidenziate quando si compila la lista di lavoro. Ogni Modulo Reagenti Intellipac contiene reagenti per 96 campioni. Il PCR Amplification Mix contiene i reagenti necessari per Amplification Mix contiene 4 flaconi con 500 µl di reattivo. la PCR. Ogni confezione di PCR 3 su 9

4 L Analizzatore INFINITI automatizza il test INFINITI HPV QUAD integrando tutti i singoli processi di gestione dei campioni (PCR amplicon), dei reagenti, l ibridazione, la rilevazione e l analisi dei risultati. I test sono processati automaticamente e gli spot vengono letti dal microscopio confocale interno. I risultati sono analizzati e presentati come positivi o negativi per la presenza di genotipi HPV; è fornita inoltre l identificazione specifica per i tipi ad alto rischio 16, 18, 31, 33 e 45. Per l utilizzo dell Analizzatore INFINITI far riferimento al Manuale dell Operatore fornito con lo strumento. AVVERTENZE E PRECAUZIONI Requisiti Ad uso diagnostico in vitro. Da utilizzarsi solo a cura di personale di laboratorio qualificato. Questo test deve essere utilizzato solo per campioni cervicali raccolti in soluzione Cytyc ThinPrep Pap Test PreserveCyt. Per ridurre al minimo il rischio di contaminazioni crociate, la preparazione del campione, il set up della reazione di PCR e l analisi del prodotto della PCR dovrebbero essere effettuate seguendo linee guida approvate come le CLSI (Molecular Diagnostic Methods for Genetic Diseases: Approved Guideline). Tutti i campioni dei pazienti sono da considerarsi potenzialmente pericolosi. Prestare attenzione nel trattamento di materiali di origine umana. Nessun metodo può garantire l assenza di HCV, HIV o di altri agenti infettivi. Seguire le Linee Guida CLSI (Molecular Diagnostics Methods for Infectious Diseases; Approved Guidelines; MM3-A). Non costituire pool o miscele di reagenti di lotti diversi. Non usare kit o reagenti oltre la data di scadenza. Conservare kit e reagenti secondo quanto riportato sull etichetta del prodotto. Procedure di Laboratorio Seguire le normali procedure per il trattamento dei reagenti di laboratorio. Seguire le norme di sicurezza del laboratorio: non pipettare con la bocca; indossare indumenti protettivi (ad es., guanti monouso, camici da laboratorio) e protezioni oculari; non mangiare, bere o fumare nelle aree di lavoro del laboratorio; lavare le mani accuratamente dopo aver manipolato campioni e reagenti. Manipolazione dei Rifiuti Smaltire reagenti non usati, campioni e rifiuti secondo quanto previsto dalla vigente normativa nazionale. Le Schede di Sicurezza (Material Safety Data Sheets) sono disponibili presso il Customer Service Medical Systems S.p.A. Preparazione dei Campioni Fare riferimento alle istruzioni di sicurezza riportate nella metodica fornita con il kit per l estrazione del DNA. Il prodotto ottenuto dalla PCR non può essere conservato prima di essere caricato nell Analizzatore INFINITI. Usare immediatamente. Analizzatore INFINITI Leggere il Manuale dell Operatore dell Analizzatore INFINITI prima di utilizzare lo strumento. Fare particolare attenzione alle Note. Seguire le indicazioni relative a Avvertenze e Precauzioni di Sicurezza contenute nel Manuale dell Operatore. Fare riferimento alla Sezione Requisiti di Installazione per l installazione dello strumento. Fare riferimento alla Sezione Errori quando si riscontrano errori durante l operatività dello strumento. Fare riferimento alla Sezione Help quando si riscontrano problemi. 4 su 9

5 CONSERVAZIONE/STABILITA BioFilmChip Microarray: Reagente Intellipac: Mix di Amplificazione: 12 mesi dalla data di produzione, refrigerato (da 2 C a 8 C) 12 mesi dalla data di produzione, refrigerato (da 2 C a 8 C) Nota: Non usare il Reagente Intellipac oltre quattro settimane dall apertura. 18 mesi dalla data di produzione, congelato (da -30 C a -15 C) Nota: la data di scadenza per ogni singola confezione è stampata sull etichetta RACCOLTA CAMPIONE E STABILITA Per l analisi con INFINITI HPV-QUAD si consiglia di utilizzare campioni cervicali raccolti in ThinPrep (Cytyc Corp.). Campioni raccolti con altri dispositivi o conservati con altri tamponi non sono stati verificati con questo kit. Non è nota l attendibilità del test INFINITI HPV QUAD utilizzando altri tipi di campioni e dispositivi di raccolta. I campioni utilizzati per i vetrini ThinPrep Pap Test dovrebbero essere raccolti con un dispositivo broom-type e messi in Cytyc PreservCyt Fluid. Seguendo questa procedura, i campioni possono essere conservati a temperatura compresa fra 4 e 37 C fino a 3 settimane dal prelievo prima di essere testati con INFINITI HPV QUAD. I campioni PreservCyt Solution non possono essere congelati. MATERIALI FORNITI (SUFFICIENTI PER 192 TEST) AutoGenomics Codice HPV-Q Magazine BioFilmChip Microarray AutoGenomics Codice HPV-Q Intellipac Reagent Module: 96 test per modulo, contenente: dntps Cy5-dCTP Primer analita-specifico Tampone di estensione AutoGenomics Codice HPV-Q Amp Mix: 4 fiali da 500µl di master mix PCR contenente: dntps Multiplex Primer Mix MgCl2 Tampone di reazione Autogenomics Codice Solutione BF2 (Tampone di Ibridazione): 6 flaconi da 30ml. Il buffer di ibridazione è composto da: SSC Sodio Azide Preservativo 0.08% EDTA 10X Blocking Buffer AutoGenomics Codice Solutione BF1 (Tampone di Lavaggio) AutoGenomics Codice HPV Type 16 DNA Template Control AutoGenomics Codice HPV Type 18 DNA Template Control AutoGenomics Codice HPV Type 31 DNA Template Control AutoGenomics Codice HPV Type 33 DNA Template Control AutoGenomics Codice HPV Type 45 DNA Template Control REAGENTI NECESSARI MA NON FORNITI Kit di Estrazione DNA - Può essere utilizzato qualunque kit di estrazione del DNA disponibile in commercio. I campioni di DNA possono essere risospesi in acqua o in TE a ph 8. La concentrazione finale minima del DNA deve essere a 10 ng/µl. Il DNA purificato deve avere A260/ Acqua Distillata (DNAse and RNAse free) Platinum Taq DNA Polimerasi (vedere Autogenomics catalog dei prodotti per formazioni sui rifornitori) 5 su 9

6 ATTREZZATURA Attrezzatura necessaria non fornita con i reagenti: AutoGenomics Codice n : Analizzatore INFINITI con software operativo Qmatic. AutoGenomics Codice n : Puntali INFINITI AutoGenomics Codice n : INFINITI micropiastre da 24 pozzetti/coperchi Pipette Mini Centrifuga Puntali per pipette Racks per provette da Microcentrifuga Thermocycler Vortex Provette a parete sottile per PCR da 0.2 ml Provette per microcentrifuga da 1,5 ml Piastra da 24 pozzetti PROCEDURA DEL TEST Estrazione del DNA Seguire le istruzioni fornite nel kit usato per l estrazione del DNA. i campioni di DNA possono essere risospesi in acqua o TE a ph 8. la concentrazione minima finale del DNA deve essere a 10 ng/µl. Il DNA purificato deve avere A260/ Controlli DNA Per i genotipi HPV 16, 18, 31, 33 e 45 possono essere utilizzati i controlli Autogenomics: prelevare 5 µl (500pg) di controllo e procedere all amplificazione. Nota: è necessario utilizzare una tecnica di PCR adeguata per prevenire la contaminazione dei reagenti da parte dei controlli HPV. Per prevenire contaminazioni, si raccomanda di sigillare la piastra 24WP contenente i campioni di DNA HPV e i campioni "no template control" prima di aggiungere i controlli HPV Per il controllo beta-globina (BG) può essere utilizzato DNA genomico umano (Sigma codice D4642). Risospendere il controllo beta-globina in tampone TE ph8,0 (1X) per avere una concentrazione finale di 10ng/ul e utilizzarne 5 µl (50ng) per la PCR Condizioni per PCR PCR master mix 9.75 µl Platinum Taq DNA polimerasi 0.25 µl Template DNA 5.0 µl Totale 15.0 µl Termocicli per HPV-QUAD INFINITI Step No. Temperatura C Tempo(secondi) No. di Cicli a 2b 2c (-0.8/ciclo) hold su 9

7 Nota: Mantenere in ghiaccio la Platinum Taq DNA polimerasi. Vortexare la provetta PCR Master Mix 2-5 sec per mescolare i reagenti e centrifugare brevemente per portare il contenuto sul fondo della provetta. Includere un controllo negativo (5 µl di acqua DNA free) in ciascun set up della reazione di PCR. Per evitare contaminazioni, si raccomanda di eseguire la PCR in un area separata Assicurarsi che i tubi siano adeguatamente sigillati con il copercho di silicone per evitare l'evaporazione o la fuoriuscita. Dopo il PCR è completa assicurarsi che non vi è anormale evaporazione del prodotto della PCR. Ispezionate il volume per ogni reazione visivamente. Tutti i volumi di reazione della PCR dovrebbe essere di circa 15μl. In caso contrario, non procedere con il test. Questa è una Touchdown PCR. Nel passaggio 2b, la temperatura iniziale è 58 C; ad ogni ciclo, la temperatura si abbassa di 0,8 C. Caricamento Campioni Seguire le istruzioni del Manuale dell Operatore dell Analizzatore INFINITI (codice N EM-34000). 1. dispensare i 15 µl di prodotto della PCR nella piastra WP24 e caricarla nell Analizzatore INFINITI. 2. Caricare il BioFilmChip Magazine, il Modulo Intellipac, i puntali e il tampone di lavaggio specifici. Operatività dell Analizzatore INFINITI Fare riferimento al Manuale dell Operatore dell Analizzatore (Codice N EM-34000) CONTROLLO DI QUALITA Si raccomanda di eseguire controlli per ogni blocco di amplificazione, in simultanea con i campioni. In ogni seduta di PCR deve essere inserito un controllo negativo. Nota: Il thermocycler usato deve essere regolarmente sottoposto a manutenzione e calibrato con uno standard esterno di temperatura, secondo le norme del laboratorio ed i requisiti del CQ. LIMITAZIONI I risultati ottenuti con INFINITI HPV QUAD dovrebbero essere usati ed interpretati soltanto in un contesto globale di diagnosi clinica. AutoGenomics non è responsabile di qualsiasi decisione clinica venga presa. INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI I risultati ottenuti con INFINITI HPV QUAD sono refertati come Positivo o Negativo per la presenza di DNA di genotipi ad alto rischio di HPV. Inoltre, nel referto INFINITI HPV QUAD è eventualmente riportata la presenza dei genotipi 16, 18, 31, 33 e 45. Se non vengono visualizzati risultati, e c e` un messaggio di errore nell'angolo in basso a destra della pagina dei risultati, allora il test deve essere ripetuto per quel campione. Un eventuale messaggio di errore come "Error # 125 non template control equivalent" indica uno o più dei analiti non potevano essere genotipizati. Tutti gli errori vengono catturati nel log degli errori del INFINITI. Per ulteriori informazioni su errori si prega di consultare la sezione Risoluzione dei problemi del INFINITI Analyzer del manuale di istruzioni. Per ulteriori chiarimenti e la risoluzione dell' errore si prega di contattare il supporto tecnico a AutoGenomics. 7 su 9

8 SMALTIMENTO I materiali di rifiuto del test INFINITI HPV-QUAD sono comuni rifiuti di laboratorio, e devono essere manipolati/smaltiti secondo quanto previsto dalle procedure di laboratorio e dalla normativa nazionale vigente. PRESTAZIONI DEL TEST Specificità Analitica Durante lo sviluppo di questo test sono stati condotti relativi studi di specificità. La specificità dei primer della PCR è stata determinata dalla dimensione della banda del frammento amplificato su gel e dalla sequenza del frammento amplificato. La specificità del primer ASPE stata confermata ottenendo risultati corretti da campioni genomici noti. La specificità delle sonde di cattura è stata determinata per ibridazione con diversi oligonucleotidi e dimostrando che l oligo corretto ibridizza lo spot noto. Sensibilità analitica (Livello di Rilevazione) Per stabilire il livello rilevazione di INFINITI HPV-QUAD sono stati testati plasmidi contenenti DNA genomico di HPV per i genotipi 16, 18, 31, 33 e 45. Di seguito la tabella con i risultati dello studio. Genotipi HPV Numero più basso di coppie di Numero più alto di coppie di DNA plamidico rilevabili DNA plamidico rilevabili Tipo ,000 2,000,000 Tipo ,000 2,000,000 Tipo ,000 2,000,000 Tipo ,000 2,000,000 Tipo ,000 2,000,000 Nota: nei campioni clinici, l HPV 16 è presente con il più alto numero di coppie. Più del 55% dei campioni clinici HPV 16 positivi contengono più di 10 8 coppie/μg per DNA estratto. Nella normale citologia per il genotipo 16 si hanno 2.2 x 10 7 coppie/μg. La mediana del numero delle coppie di DNA varia del 10 4 secondo i genotipi. (15) Carry-over Gli studi di carry-over fra del campioni dimostrano che non c è carry-over utilizzando INFINITI HPV- QUAD. Sono stati utilizzati due campioni di DNA plasmidico (tipo 16 e tipo 18). Non è stato rilevato carry-over eseguendo per sei volte una serie costituita da: un campione di 25pg/rxn di Tipo 16, seguito da 0.025pg/rxn di Tipo 18, seguito da 25pg/rxn di Tipo 16, seguito da un Controllo No Template o acqua Potenziale Interferenza da Sangue o altre Sostenze E stato valutato l effetto del sangue e di altre sostenze potenzialmente interferenti. Ai campioni è stato aggiunto sangue intero, materiale per irrigazione vaginale, creme anti-micotiche e gel contraccettivi (sostanze che possono essere facilmente reperite nei campioni cervicali) a concentrazioni simili a quelle rilevabili nei campioni cervicali. per lo studio sono stati utilizzati due campioni di HPV plasmidico, tipo 16 e tipo 18. Lo studio ha dimostrato che la presenza di queste sostanze non interferisce con INFINITI HPV- QUAD. Interferenza dei Altri Test E stata valutata l eventuale interferenza da altri test eseguiti contemporaneamente sull Analizzatore INFINITI. Gli studi hanno dimostrato che eseguire INFINITI HPV-QUAD e INFINITI FII/FV/MTHFR contemporaneamente sullo stesso strumento non interferisce sui risultati di ogni test, i.e. un test non interferisce con i risultati di un altro. 8 su 9

9 Attendibilità Clinica INFINITI HPV-QUAD è stato valutato, seguendo le istruzioni standard, da un laboratorio clinico di riferimento indipendente per validarel impiego del test nella pratica clinica. Gli studi di attendibilità clinica dimostrano che INFINITI HPV QUAD può essere eseguito in un contesto clinico (indipendente da Autogenomics) seguendo la procedura standard del test. La valutazione, utilizzando linee cellulari, ha anche fornito informazioni sui limiti di rilevazione e sulla riproducibilità di INFINITI HPV-QUAD. Il DNA è stato estratto utilizzando il Qiagen s QIAmp MiniElute Media Kit. La PCR è stata eseguita utilizzando HPV Ampl. Mix, seguendo le condizioni specificate per INFINITI HPV-QUAD. I prodotti della PCR sono stati posizionati nell Analizzatore INFINITI per l estensione dei primer, ibridizzazione al microarray, lavaggi e rilevazione del segnale utilizzando BioFilmChip e HPV-QUAD Intellipac. La riproducibilità del test,valutata tramite controlli cellulari CaSki e HeLa, è risultata 100%intraassay; n=3 su 3 differenti chip utilizzando HeLa (HPV18) e 3 campioni clinici 100% interassay(n=3); utilizzati 4 campioni clinici REFERENCES 1. Kulasingam, S; Hughes, J et al. Evaluation of Human Papillomavirus Testing in primary Screening for Cervical Abnormalities. JAMA October 2002 Vol 288 p Munoz N, Bosch FX, de Sanjose S et al., CJLM Epidemiologic classification of human papillomavirus types associated with cervical cancer. N Engl J Med 348: G.M. Clifford, J.S. Smith, M. Plummer, N. Munoz and S. Franceschi, Human papillomavirus types in invasive cervical cancer worldwide: a meta-analysis, Br. J. Cancer 88 (2003) pp Jenson AB, Kurman RJ, Lancaster WD. Human Papillomaviruses. In: Belshe RB, editor. Textbook of Human Virology. Littleton, MA: PSG-Wright; p Bosch FX, Lorincz A, Munoz N, Meijer CJLM, Shah KV. The casual relation between human papillomavirus and cervical cancer. J Clin Pathol 2002 Apr; 55(4): J. Walboomers, M. Jacobs, M.m. Manos et al., Human papillomavirus is a necessary cause of invasive cervical cancer worldwide, J Pathol 189 (1999) pp Doorbar, J. The papillomavirus life cycle. Journal of Clinical Virology, Volume 32 March 2005 p Klug, S, Molijn, A et al. Comparison of the Performance of Different HPV Genotyping Methods for Detecting Genital HPV Types. Journal of Medical Virology 80: (2008). 9. Pfister H. Biology and biochemistry of papillomaviruses Rev Physiol Biochem Pharmacol 1983;. 10. Broker TR. Structure and genetic expression of human papillomaviruses. Obstet Gynecol Clin North Am 1987:14: Delius H, Hofman B. Primer-directed sequencing of human papillomavirus types. Curr Top Microbiol Immunol 1994;186: Delius H, Hofman B. Primer-directed sequencing of human papillomavirus types. Curr Top Microbiol Immunol 1994;186: su 9

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST?

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? Informazioni sui percorsi di approfondimento diagnostico e di cura PROGRAMMA REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI Coordinamento editoriale e di redazione:

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Aptima HIV-1 Quant Dx Assay

Aptima HIV-1 Quant Dx Assay Aptima Aptima HIV-1 Quant Dx Assay Per uso diagnostico in vitro. Solo per l esportazione dagli USA. Informazioni generali................................................ 2 Utilizzo previsto................................................................

Dettagli

Papilloma virus umano (HPV): informazioni per gli operatori

Papilloma virus umano (HPV): informazioni per gli operatori Papilloma virus umano (HPV): informazioni per gli operatori Documento complementare al foglio per utenti Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Commenti alla sezione 1: PAP TEST E TEST HPV 1.1 Cos

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic. Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.it è un sistema integrato completo di tutti i moduli per eseguire

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE.

L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE. L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE. C. Sintoni C. Galli Servizio di Anatomia Patologica - Presidio Ospedaliero S. M. delle Croci - Ravenna Attualmente nel nostro

Dettagli

Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA

Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA IL PRESENTE TESTO E UNA SINTESI DEL TESTO COMPLETO EDITO DA LA MEDICINA BIOLOGICA, n.4, 2010, WWW.MEDIBIO.IT Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA Lo sviluppo

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

GETINGE DA VINCI SOLUTION

GETINGE DA VINCI SOLUTION GETINGE DA VINCI SOLUTION 2 GETINGE DA VINCI SOLUTION SOLUZIONE ALL AVANGUARDIA, VALIDATA E PREDISPOSTA PER LA CHIRURGIA ROBOTICA Da oltre un secolo, Getinge fornisce costantemente prodotti a elevate prestazioni

Dettagli

Incontro con ASSOBIOMEDICA Roma, 07 maggio 2012

Incontro con ASSOBIOMEDICA Roma, 07 maggio 2012 Il sistema BD/RDM: integrazione dei Dispositivi medico diagnostici in vitro La rilevazione degli IVD Incontro con ASSOBIOMEDICA Roma, 07 maggio 2012 Agenda Le attuali modalità di notifica per i dispositivi

Dettagli

SeroCP Quant IgA. Applicazioni. Introduzione - 2 -

SeroCP Quant IgA. Applicazioni. Introduzione - 2 - SeroCP Quant IgA I Applicazioni SeroCP Quant IgA è un Enzyme Linked Immunosorbent Assay (ELISA) per la determinazione semiquantitativa di anticorpi IgA specie specifici anti Chlamydia pneumoniae nel siero

Dettagli

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Le NIPT utilizzano DNA libero. Campione di sangue materno DNA

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Messa a punto dell analisi della

Messa a punto dell analisi della SSMT Locarno 2012/2013 Lavoro di diploma per il corso di Tecnici in Analisi Biomediche Presso l Istituto Cantonale di Patologia di Locarno Messa a punto dell analisi della traslocazione RET/PTC Lavoro

Dettagli

1,25 (OH) 2 Vitamina D ELISA kit

1,25 (OH) 2 Vitamina D ELISA kit 1,25 (OH) 2 Vitamina D ELISA kit Per la determinazione in vitro della 1,25 (OH) 2 Vitamina D in plasma e siero Gültig ab/valid from 17.03.2008 +8 C IMM-K 2112 +2 C 48 1. APPLICAZIONE Il kit ELISA (Enzyme-Linked-Immuno-Sorbent-Assay)

Dettagli

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV Arcispedale S. Maria Nuova Dipartimento Ostetrico Ginecologico e Pediatrico Prof. Giovanni Battista La Sala - Direttore PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA

Dettagli

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA Genetisti Forensi Italiani (Ge.F.I) Presidente Prof. Francesco De Stefano

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA Genetisti Forensi Italiani (Ge.F.I) Presidente Prof. Francesco De Stefano Vice ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA (Ge.F.I) Presidente LINEE GUIDA PER LA REPERTAZIONE DI TRACCE BIOLOGICHE PER LE ANALISI DI GENETICA FORENSE NEL PERCORSO ASSISTENZIALE DELLE VITTIME DI VIOLENZA SESSUALE E/O

Dettagli

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI Allegato A). Requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi minimi per l esercizio delle attività sanitarie dei servizi trasfusionali e delle unità di raccolta del sangue e degli emocomponenti, ai

Dettagli

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti!

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! L innovazione ad un prezzo interessante Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! Exacta+Optech Labcenter SpA Via Bosco n.21 41030 San Prospero (MO) Italia Tel: 059-808101 Fax: 059-908556 Mail:

Dettagli

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma.

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna è caratteristico degli eucarioti: Sequenze codificanti 1.5% del genoma umano Introni in media 95-97%

Dettagli

Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide

Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide Il clonaggio molecolare è una delle basi dell ingegneria genetica. Esso consiste nell inserire un frammento di DNA (chiamato inserto) in un vettore appropriato

Dettagli

PRELIEVO DI TAMPONI SU SUPERFICI E CARCASSE SOMMARIO

PRELIEVO DI TAMPONI SU SUPERFICI E CARCASSE SOMMARIO Pag. 1/7 SOMMARIO 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 2. RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI...2 3. MATERIALE NECESSARIO...3 4. MODALITA OPERATIVE...4 5. REGISTRAZIONE E ARCHIVIAZIONE...7 6. RESPONSABILITA...7

Dettagli

Le 100. DOMANDE sull HPV GIUGNO 2013 AGGIORNAMENTO:

Le 100. DOMANDE sull HPV GIUGNO 2013 AGGIORNAMENTO: GIUGNO 2013 Le 100 DOMANDE sull HPV Indice Le 100 domande sull HPV A cura di Carla Cogo e Anna Iossa In collaborazione con il Gruppo di lavoro 100 domande sull HPV: Debora Canuti Screening AUSL Rimini

Dettagli

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 8.6 Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 1 Premessa Qualità e sostenibilità economica sono le principali esigenze cui cerca di rispondere la concentrazione delle

Dettagli

Introduzione ai Microarray

Introduzione ai Microarray Introduzione ai Microarray Anastasios Koutsos Alexandra Manaia Julia Willingale-Theune Versione 2.3 Versione italiana ELLS European Learning Laboratory for the Life Sciences Anastasios Koutsos, Alexandra

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche REGOLAMENTO (CE) N. 1272/2008 Consigli di prudenza Consigli di prudenza di carattere generale P101 P102 P103 In caso di consultazione di un medico, tenere a disposizione il contenitore o l etichetta del

Dettagli

Sopra ogni aspettativa

Sopra ogni aspettativa Sopra ogni aspettativa Pipette elettroniche Eppendorf Xplorer e Eppendorf Xplorer plus »Un modo intuitivo di lavorare.«chi dà il massimo ogni giorno, merita anche il massimo in termini di strumenti ed

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma duttale in situ: : si,no, forse Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it Definizione Il carcinoma duttale in situ della mammella è una

Dettagli

Protezione da Ebola. Cos è, come si previene il contagio, quale barriera scegliere

Protezione da Ebola. Cos è, come si previene il contagio, quale barriera scegliere Protezione da Ebola Cos è, come si previene il contagio, quale barriera scegliere Ed.Ottobre 2014 Il virus Ebola: la sua natura, come si diffonde, quanto è pericoloso L ebola è un virus appartenente alla

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

LA DONAZIONE DI SANGUE

LA DONAZIONE DI SANGUE CHE COSA è La donazione di sangue consiste nel prelievo di un determinato volume di sangue da un soggetto sano, chiamato donatore, al fine di trasfonderlo in un soggetto che ha bisogno di sangue o di uno

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso

Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso SAGGI ANALITICI SU ALIMENTI CONTENENTI CARBOIDRATI OBIETTIVI Fase 1: Dimostrare, mediante l uso del distillato di Fehling, se

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Così lo screening cutaneo diventa rapido, semplice e chiaro. HEINE DELTA 20 Plus Dermatoscopio a LED

Così lo screening cutaneo diventa rapido, semplice e chiaro. HEINE DELTA 20 Plus Dermatoscopio a LED Così lo screening cutaneo diventa rapido, semplice e chiaro. HEINE DELTA 20 Plus Dermatoscopio a LED Era considerato insuperabile. Ora lo abbiamo reso ancora migliore. MIGLIORE IN OGNI PARTICOLARE, IMBATTIBILE

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 OGGETTO: Fornitura in noleggio con somministrazione (durata: cinque anni) di n. 1 sistema per l analisi del linfonodo sentinella modello OSNA integrato

Dettagli

CD4, carica virale e altri test

CD4, carica virale e altri test www.aidsmap.com CD4, carica virale e altri test Italiano Prima edizione 2010 Autore: Michael Carter Prima edizione italiana: 2010 Adattata dalla prima edizione inglese 2009 Si ringrazia LILA per la traduzione

Dettagli

GESTIONE PORT VENOSO

GESTIONE PORT VENOSO GESTIONE PORT VENOSO Il port è un catetere venoso centrale appartenente alla famiglia dei dispositivi totalmente impiantabili composto da una capsula impiantata sottocute e da un catetere introdotto in

Dettagli

Prelievo e Trapianto di Cornee

Prelievo e Trapianto di Cornee Prelievo e Trapianto di Cornee Protocollo operativo Edizione giugno 2014 http://www.piemonte.airt.it/documenti/protocolli.html Regione Piemonte e Valle d Aosta Centro Regionale Trapianti Coordinamento

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Dosaggio immunoenzimatico per la determinazione quantitativa in vitro della 25-idrossivitamina D 2 e D 3 (25OH-D 2 e 25OH-D 3 ) nel siero.

Dosaggio immunoenzimatico per la determinazione quantitativa in vitro della 25-idrossivitamina D 2 e D 3 (25OH-D 2 e 25OH-D 3 ) nel siero. Dosaggio immunoenzimatico per la determinazione quantitativa in vitro della 25-idrossivitamina D 2 e D 3 (25OH-D 2 e 25OH-D 3 ) nel siero. RIEPILOGO Dosaggio immunoenzimatico MicroVue per la 25-OH vitamina

Dettagli

MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA DOSE EFFICACE PER I LAVORATORI ESPOSTI

MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA DOSE EFFICACE PER I LAVORATORI ESPOSTI MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA DOSE EFFICACE PER I LAVORATORI ESPOSTI Premessa La presente relazione fornisce i criteri e le modalità mediante i quali verranno valutate le dosi efficaci per lavoratori dipendenti,

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA. pertinenza dermatologica. e nei confronti di loro conviventi o contatti

MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA. pertinenza dermatologica. e nei confronti di loro conviventi o contatti MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA Fonte: Ministero della Salute Circolare n 4 del 13 marzo 1998 del MINISTERO DELLA SALUTE Provvedimenti da adottare nei confronti di

Dettagli

Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v

Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v Agg Agosto 2009 Questo documento si propone di fornire indicazioni sull uso

Dettagli

TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA

TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA CENTRIFUGAZIONE La centrifugazione è un processo che permette di separare una fase solida immiscibile da una fase liquida o due liquidi

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

Definizione di Dispositivo Medico

Definizione di Dispositivo Medico Definizione di Dispositivo Medico Vs Cosmetico Vs prodotto farmaceutico Vs Biocida Vs DPI Definizione di dispositivo medico Qualsiasi strumento,apparecchio, impianto, sostanza od altro prodotto, utilizzato

Dettagli

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500 Scheda di sicurezza del 4/12/2009, revisione 2 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Nome commerciale: Codice commerciale: 2544 Tipo di prodotto ed impiego: Agente antimuffa

Dettagli

SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2. Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione:

SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2. Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione: IT SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2 Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione: English (en) Deutsch (de) Nederlands (nl) Français (fr) Español (es) Italiano (it)

Dettagli

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie La trascrizione nei procarioti Concetti base Nucleoside base purinica o pirimidinica legata alla posizione 1 dell anello pentoso Nucleotide base azotata-pentoso-fosfato Concetti base La trascrizione comporta

Dettagli

Il sistema brevettato di puntali monouso per siringa aria-acqua

Il sistema brevettato di puntali monouso per siringa aria-acqua Il sistema brevettato di puntali monouso per siringa aria-acqua La vostra arma contro le contaminazioni crociate! Protezione assoluta dei pazienti garantita dal pratico sistema monouso Praticità d utilizzo

Dettagli

Foglietto illustrativo QuantiFERON -TB Gold (QFT ) ELISA 2 x 96 (n di catalogo 0594-0201)

Foglietto illustrativo QuantiFERON -TB Gold (QFT ) ELISA 2 x 96 (n di catalogo 0594-0201) Foglietto illustrativo QuantiFERON -TB Gold (QFT ) ELISA 2 x 96 (n di catalogo 0594-0201) 20 x 96 (n di catalogo 0594-0501) Test dell'ifn-γ sul sangue intero per la misurazione delle risposte agli antigeni

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA PROGRAMMAZIONE Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA Classe: 4^ LTS/A - SALUTE Insegnante: Claudio Furioso Ore preventivo: 132 SCANSIONE MODULI N TITOLO MODULO set ott nov dic gen feb

Dettagli

Elettroforesi su gel. L elettroforesi è definita come la migrazione di particelle sotto l influenza di un campo elettrico.

Elettroforesi su gel. L elettroforesi è definita come la migrazione di particelle sotto l influenza di un campo elettrico. Elettroforesi su gel L elettroforesi è definita come la migrazione di particelle sotto l influenza di un campo elettrico. La mobilità della particella dipende dalla forza elettrostatica netta che agisce

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 1 Nome commerciale IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA ECO-TRAP Utilizzazione della sostanza

Dettagli

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI LEZIONE 16 Sistemi di regolazione SISTEMI DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI In che modo un batterio sente e risponde a specifici segnali provenienti dall ambiente? Per esempio, nel caso dell operone lac

Dettagli

Scheda di sicurezza In conformità alla Direttiva CE No. 1907/2006 (REACH)

Scheda di sicurezza In conformità alla Direttiva CE No. 1907/2006 (REACH) Data di revisione: 2008 04 29 Versione: 3.0 1. Identificazione del preparato e della società produttrice Prodotto otto: ZytoDot CISH 2C Probe Kit Codice prodotto: C-3022 Applicazi zione one: Solo per uso

Dettagli

HARMONY 50 SX Granuli idrosolubili Erbicida selettivo per il diserbo in post-emergenza di mais e soia.

HARMONY 50 SX Granuli idrosolubili Erbicida selettivo per il diserbo in post-emergenza di mais e soia. (S20/21). Non gettare i residui nelle fognature (S29). Non disfarsi è un erbicida selettivo per il diserbo in postemergenza viene assorbito dalle foglie delle piante trattate e, con sintomi visibili (ingiallimento,

Dettagli

malattie sessualmente trasmissibili

malattie sessualmente trasmissibili malattie sessualmente trasmissibili prevenzione, diagnosi e terapia a cura di Tiziano Cappelletto, ginecologo in collaborazione con Giampaolo Contemori, andrologo Sandro Pasquinucci, infettivologo Patrizio

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

Centrifughe da routine Thermo Scientific SL. Più campioni in meno tempo Risposte più veloci

Centrifughe da routine Thermo Scientific SL. Più campioni in meno tempo Risposte più veloci Centrifughe da routine Thermo Scientific SL Più campioni in meno tempo Risposte più veloci Risposte più veloci con le centrifughe da routine Thermo Scientific SL General Purpose La centrifuga è uno strumento

Dettagli

Guida alla preparazione della sede di installazione di cbot

Guida alla preparazione della sede di installazione di cbot Guida alla preparazione della sede di installazione di cbot SOLOA USODI RICERCA Introduzione 3 Spazio di laboratorio e dimensioni 4 Requisiti elettrici 5 Vincoli ambientali 6 Installazione di cbot 7 Sostituzione

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE

Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE Sommario Premessa Movimentazione Installazione Manutenzione Avvertenze 2 Premessa 3

Dettagli

RENATO TOZZOLI, GRAZIANO KODERMAZ SERVIZIO DI MEDICINA DI LABORATORIO OSPEDALE CIVILE, LATISANA (UD) SPOLETO, 08 MAGGIO 2009

RENATO TOZZOLI, GRAZIANO KODERMAZ SERVIZIO DI MEDICINA DI LABORATORIO OSPEDALE CIVILE, LATISANA (UD) SPOLETO, 08 MAGGIO 2009 RENATO TOZZOLI, GRAZIANO KODERMAZ SERVIZIO DI MEDICINA DI LABORATORIO OSPEDALE CIVILE, LATISANA (UD) SPOLETO, 08 MAGGIO 2009 Cisteina di 3 gruppo (176) Unità ripetute ricche di leucina Cisteine di 2 gruppo

Dettagli

Manuale del Prelevatore. Manuale del Prelevatore

Manuale del Prelevatore. Manuale del Prelevatore Manuale del Prelevatore Pagina 1 di 36 INDICE 1 PREMESSA...... 5 2 IDENTIFICAZIONE DEI PAZIENTI E DEI CAMPIONI DEI PRELIEVI NELLE STRUTTURE CDI... 5 2.1 Etichette identificative dei campioni ematici......

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria?

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria? DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? Un vaccino è un prodotto la cui somministrazione è in grado di indurre una risposta immunitaria specifica contro un determinato microrganismo (virus, batterio

Dettagli

La semplicità è la vera innovazione

La semplicità è la vera innovazione La semplicità è la vera innovazione Vi siete mai sentiti frustrati dalla complessità di certe cose? Un unico strumento NiTi per il trattamento canalare utilizzabile nella maggior parte dei casi Efficacia

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser Manuale d Istruzioni Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser MODELLO 42545 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Termometro IR Modello 42545. Il 42545 può effettuare

Dettagli

L antibiogramm Inutile,necessar ed indispensabile

L antibiogramm Inutile,necessar ed indispensabile Per la terapia DOSSIER MASTITI di una mastite in atto il ricorso a tale test L antibiogramm Inutile,necessar ed indispensabile riveste scarsa importanza. Ma fornisce preziosissime informazioni per le cure

Dettagli

Servizio HP Hardware Support Exchange

Servizio HP Hardware Support Exchange Servizio HP Hardware Support Exchange Servizi HP Il servizio HP Hardware Support Exchange offre un supporto affidabile e rapido per la sostituzione dei prodotti HP. Studiato in modo specifico per i prodotti

Dettagli

NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO

NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO Mariano Paganelli Expert System Solutions S.r.l. L'Expert System Solutions ha recentemente sviluppato nuove tecniche di laboratorio

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

: acido 4-Formilfenilboronico

: acido 4-Formilfenilboronico UnaveraChemLab GmbH SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 Versione 5.1 Data di revisione 04.07.2013 Data di stampa 12.11.2014 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza

Dettagli

The Future Starts Now. Termometri portatili

The Future Starts Now. Termometri portatili Termometri portatili Temp 70 RTD Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD 0,01 C da -99,99 a +99,99 C 0,1 C da -200,0 a +999,9 C Temp 7 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD 0,1 C da -99,9 a +199,9 C 1 C da

Dettagli

Da usare. Qualora le come esente. USO PREVISTO. ausilio nella. polmonite. all'influenzaa A. 5 e tra il 2,5% 3, 5, 6. Sofia RSV

Da usare. Qualora le come esente. USO PREVISTO. ausilio nella. polmonite. all'influenzaa A. 5 e tra il 2,5% 3, 5, 6. Sofia RSV Da usare solo con il Sofia Complessità CLIA: di complessità moderata per i pazienti pediatrici a partire da 7 anni e con meno di 19 anni Complessità CLIA: ESENTE per i bambini di età inferiore ai 7 anni

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA)

SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA) SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA) ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA Il DNA cellulare contiene porzioni geniche e intergeniche, entrambe necessarie per le funzioni vitali della

Dettagli

Università del Piemonte Orientale. Corso di laurea in biotecnologia. Corso di Statistica Medica. Analisi dei dati quantitativi :

Università del Piemonte Orientale. Corso di laurea in biotecnologia. Corso di Statistica Medica. Analisi dei dati quantitativi : Università del Piemonte Orientale Corso di laurea in biotecnologia Corso di Statistica Medica Analisi dei dati quantitativi : Confronto tra due medie Università del Piemonte Orientale Corso di laurea in

Dettagli

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Sistemi di Rivelazione Incendio FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Per il collegamento a centrali di rivelazione incendio

Dettagli

RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1

RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1 RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1 SCHEDA DATI DI SICUREZZA 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA TIP TOP

Dettagli

Manuale d Istruzioni. Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR

Manuale d Istruzioni. Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR Manuale d Istruzioni Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR Introduzione Congratulazioni per aver acquistato la Pinza Amperometrica Extech EX820 da 1000 A RMS. Questo strumento misura

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

Calcolo combinatorio

Calcolo combinatorio Probabilità e Statistica Esercitazioni a.a. 2009/2010 C.d.L.S.: Ingegneria Civile-Architettonico, Ingegneria Civile-Strutturistico Calcolo combinatorio Ines Campa e Marco Longhi Probabilità e Statistica

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli