Viasat Group Annual Report 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Viasat Group Annual Report 2010"

Transcript

1 Annual R eport 2010

2 Viasat Group Annual Report Venaria (TO) - Via Aosta, 20 / 22 / 24 - Tel Fax

3 Indice MISSION 3 ORGANI DI AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO 5 LETTERA DEL PRESIDENTE 6 LETTERA DEL DIRETTORE FINANZIARIO 7 BILANCIO CONSOLIDATO al 31 dicembre VIASAT GROUP S.P.A. - BILANCIO D ESERCIZIO al 31 dicembre BILANCIO SOCIALE 193 Allegati 220 Relazione della società di revisione 223 Relazione del Collegio Sindacale 231 Verbale dell Assemblea ordinaria degli azionisti Viasat Group - Annual Report 2010

4 Mission La nostra Missione è ideare, realizzare e diffondere Sistemi e Servizi di Sicurezza e Protezione con applicazione di Tecnologie Satellitari; Essere riconosciuti dal mercato come Leader Affidabili ed Innovativi, grazie ad una storia di successo di oltre 35 anni; Assicurare ai nostri Clienti con l Evoluzione ed il Miglioramento continuo delle nostre Tecnologie: Totale Protezione Totale Sicurezza Totale Assistenza Il Gruppo Viasat opera per la Soddisfazione di chi sceglie l Eccellenza e l Esperienza nel mondo dei Servizi di Localizzazione Satellitare (LBS) Viasat Group - Annual Report

5 4 Viasat Group - Annual Report 2010

6 Organi di amministrazione e controllo CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Presidente e Amministratore Delegato Domenico Petrone Consigliere Delegato Marco Petrone Consigliere Barbara Petrone SEGRETARIO DEL CONSIGLIO Massimo Getto COLLEGIO SINDACALE Presidente Claudio Vighetto Sindaci Nives Servi Massimo Gramondi Sindaci supplenti Maria Luisa Fassero Paolo Ceruzzi SOCIETA DI REVISONE Mazars S.p.A. Viasat Group - Annual Report

7 Lettera del Presidente Egregi Azionisti, è con grande piacere che vi presento il bilancio consolidato di Viasat Group per l esercizio Lo scorso anno, nel presentarvi il resoconto del 2009, ho sottolineato come, nonostante la congiuntura economica recessiva, la mia convinzione nella capacità del Gruppo di reagire alle difficoltà con prontezza e determinazione ed adattarsi al contesto di mercato in forte trasformazione con lungimiranza fosse inalterata ed anzi accresciuta. Forte di queste premesse confermavo la nostra visione positiva per il futuro e proponevo al Gruppo obiettivi di crescita ambiziosi, così ambiziosi da suscitare in alcuni, esterni all azienda, qualche perplessità sulla possibilità di raggiungerli. Sono davvero orgoglioso di constatare come le difficili condizioni economiche abbiano messo in luce alcune delle nostre migliori qualità ed a consuntivo i numeri testimoniano una crescita dei ricavi superiore al 40% rispetto al 2009, superando i 40 milioni di euro, un significativo incremento del margine operativo lordo ed una sostanziale conferma della posizione finanziaria netta, che, per altro, è sempre stata nel corso degli anni caratterizzata da grande equilibrio. La leadership di prodotto, l eccellenza operativa, il talento e l abnegazione di tutti i collaboratori del Gruppo, supportate da una forza finanziaria significativa sono la base del nostro successo che ha consentito una strategia di diversificazione e l incremento della nostra base clienti. Raggiunti questi traguardi, ancora di più crediamo nella nostra capacità di offrire eccellenza ai nostri Clienti ed ai nostri Partner in risposta alle loro diversificate esigenze. Nessuno dei nostri competitor è stato capace di sviluppare tecnologie capaci di soddisfare i bisogni di sicurezza e protezione del singolo automobilista ed al contempo la necessità di grandi aziende di monitorare e ottimizzare il movimento sul territorio di grandi flotte, siano queste di mezzi pesanti o di automobili. Questa versatilità e completezza di offerta, frutto di anni di ininterrotta attività di ricerca, sviluppo ed innovazione, costituiscono la base più solida per continuare nel percorso di crescita intrapreso ormai quasi quarant anni or sono. Un doveroso ringraziamento ai nostri Clienti, Dealer, Fornitori, per il loro prezioso contributo al successo dell azienda. Infine, come doveroso, vorrei esprimere la mia gratitudine a tutti i Dipendenti e Collaboratori che con Professionalità, Fedeltà e Dedizione hanno realizzato i successi che da tanti anni ci contraddistinguono e che ci hanno posto in posizione di leadership nel contesto Nazionale ed Europeo, confermando ancora di più la nostra policy aziendale: Know more - Do more - Be more Venaria Reale, 10 marzo Viasat Group - Annual Report 2010

8 Lettera del Direttore Finanziario Signori Azionisti, l esercizio appena concluso è stato caratterizzato da notevoli soddisfazioni per il Gruppo. In questo mio breve intervento vorrei sottolineare alcuni ambiti di particolare significatività. Innanzi tutto i risultati evidenziati nel bilancio consolidato 2010 sono di particolare rilievo, sia in termini assoluti, sia in raffronto con gli esercizi precedenti. Come ricorderete il Gruppo ha adottato i principi contabili internazionali per la redazione del proprio bilancio consolidato a partire dall esercizio 2006 con una data di transizione ai nuovi principi posta all 1 Gennaio 2004, in ossequio al regolamento 809/2004/CE che prevede ai fini comparativi la presentazione di due esercizi precedenti. E possibile, dunque, disporre di dati omogenei e confrontabili a partire dall esercizio Considerando la serie storica di questi ultimi sette esercizi il 2010 primeggia per il totale dei ricavi e ancor di più per il margine operativo lordo che sfiora i 12,7 milioni di euro con un sostanziale incremento rispetto al 2009 e con il superamento della soglia del 30% in rapporto ai ricavi, risultato mai raggiunto in precedenza. Nonostante questa crescita rilevante la posizione finanziaria netta (PFN) è stata sostanzialmente stabile rispetto al precedente esercizio ed i razionali di solidità finanziaria sono ulteriormente migliorati rispetto a quanto consuntivato nel Il rapporto tra PFN e margine operativo lordo passa da 0,92 a 0,46, il rapporto tra PFN e patrimonio netto si mantiene costante a 0,3. Secondo gli standard finanziari un impresa è in equilibrio economico-finanziario mantenendo tali rapporti entro 2,5-3, ovvero da sei a dieci volte superiore ai razionali fatti registrare dal Gruppo. Il 2010 è stato anche l anno di consolidamento e ristrutturazione tecnica nei mezzi di terzi e dei finanziamenti bancari. L utilizzo delle linee di credito a breve termine è stato completamente sostituito da finanziamenti a medio - lungo termine rendendo più coerente la struttura finanziaria del Gruppo alla natura del fabbisogno e permettendo di strutturare un adeguata mitigazione del rischio di tasso. Queste operazioni sono state portate a termine nella fase di minimo della curva dei tassi interbancari offendo all Azienda la possibilità di utilizzo di mezzi dei terzi ad un costo ridotto. Come sapete, a partire dall esercizio 2006 abbiamo investito risorse e talento per rendere la comunicazione finanziaria accurata, tempestiva, trasparente e capace di far eccellere la Vostra Azienda nel panorama industriale italiano ed internazionale. Dopo il riconoscimento dell Oscar di Bilancio nel 2009, l esercizio alle nostre spalle ci ha regalato altre soddisfazioni. Alcuni accorgimenti contabili e tecniche espositive sono state così tanto apprezzate dalla comunità economica da essere adottate da altre aziende e da trovare ospitalità su prestigiose pubblicazioni del settore come esempio di best practice. In conclusione, un sentito riconoscimento a tutti i protagonisti della produzione di questo documento, per la loro professionalità, competenza e passione. Venaria Reale, 28 febbraio 2011 Viasat Group - Annual Report

9 Indice Relazione sulla gestione 11 Prospetto del risultato economico complessivo 59 Prospetto della posizione patrimoniale e finanziaria 61 Prospetto dei flussi di cassa 63 Prospetto delle variazioni del Patrimonio Netto consolidato 65 Indebitamento finanziario netto 66 Prospetto del risultato economico complessivo ai sensi della delibera CONSOB N Del 27 luglio Prospetto della posizione patrimoniale e finanziaria ai sensi della delibera CONSOB N Del 27 luglio Prospetto dei flussi di cassa ai sensi della delibera CONSOB N Del 27 luglio Settori Operativi 73 Note esplicative 79 Commento alle voci del prospetto del risultato economico complessivo 96 Commento alle voci del prospetto della posizione patrimoniale e finanziaria 113 Commento alle principali voci del prospetto dei flussi di cassa 136 Informazioni integrative sugli strumenti finanziari e politiche di gestione dei rischi 140 Rapporti infragruppo e con parti correlate 151 Remunerazioni e benefici a favore dei componenti del Consiglio di Amministrazione e dei membri del Collegio Sindacale 153 Garanzie prestate, impegni ed altre passività potenziali 154 Prospetto di raccordo tra bilancio della capogruppo e bilancio consolidato Viasat Group - Annual Report 2010

10 Bilancio Consolidato al 31 Dicembre 2010 Ci sono coloro che guardano le cose come sono e si chiedono perché, io sogno le cose che non ci sono mai state e mi chiedo perché no (RFK) Viasat Group - Annual Report

11 Indice Cenni storici e descrizione del Gruppo 11 Evoluzione della struttura 17 Corporate Governance 18 Valori etici 20 La relazione economica 22 Gli azionisti 22 Sintesi dei risultati 22 Analisi per indici 39 Sviluppo ed innovazione 42 Risorse umane 42 Responsabilità ambientale 42 La relazione sui fattori di rischio 43 Cause in essere con il Gruppo e multe 54 Rapporti infragruppo e con parti correlate 54 Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio ed evoluzione prevedibile della gestione 54 Strategia, sviluppo e andamento della gestione nei settori di attività 54 Azioni proprie 56 Politica dei dividendi 56 Proposta di approvazione del bilancio e destinazione dell utile dell esercizio Viasat Group - Annual Report 2010

12 Relazione sulla gestione CENNI STORICI E DESCRIZIONE DEL GRUPPO Il Gruppo Viasat opera in Italia nel mercato della sicurezza, protezione e localizzazione satellitare, nonché della produzione e dell assemblaggio di schede e di prodotti elettronici. L esperienza maturata nel corso degli anni, unitamente al livello tecnologico raggiunto, consentono al Gruppo di posizionarsi nei settori di riferimento come operatore specializzato di primo piano, rinomato anche grazie ad un brand riconosciuto ed apprezzato sul mercato. In particolare, il Gruppo, che opera sin dal 1974, è nato come operatore specializzato nella produzione di apparecchiature e componentistica nel ramo dell elettronica hi-tech applicata ai settori dell automotive e degli impieghi domestici; nei primi anni del nuovo secolo l attività è stata diversificata nel settore, al tempo pressoché inesplorato, dei servizi di sicurezza, protezione e localizzazione satellitare per beni e persone. Attualmente il Gruppo opera in due segmenti: La sicurezza, protezione e localizzazione satellitare (SPLS) tramite le controllate Viasat S.p.A. e Trackysat S.r.l. Il Gruppo eroga servizi di sicurezza, protezione e localizzazione satellitare a clienti finali, mediante gli apparati satellitari (antifurti e localizzatori) prodotti dalla controllata Elem ed i navigatori satellitari prodotti da terzi. Tali prodotti tecnologici sono commercializzati da Viasat S.p.A. e Trackysat S.r.l., tramite una rete di agenti plurimandatari ovvero direttamente tramite dipendenti del Gruppo e due punti vendita di proprietà ubicati in Torino ed in Roma, dealer, autoconcessionari o compagnie assicurative. Viasat S.p.A. in seguito alla fusione per incorporazione di Movitrack S.p.A., ha mantenuto comunque il brand di quest ultima in quanto i prodotti venduti e i servizi erogati sono dedicati a precisi canali e tipologia di clientela. In particolare, l offerta LBS (Location Based Services) del Gruppo si rivolge a svariati target di clienti attraverso distinti canali: il business tradizionale si rivolge al cliente finale (Canale Consumer), il quale, a seguito dell acquisto dell apparato satellitare presso uno dei dealer, autoconcessionari ovvero in uno dei due punti vendita del Gruppo di Torino e Roma, stipula il contratto di servizio con Viasat S.p.A. o Trackysat S.r.l. che garantisce la sicurezza, l assistenza e la protezione personale e del mezzo. Le soluzioni Viasat Group permettono, tra l altro, di poter prevenire eventuali furti grazie alla funzione di blocco di avviamento del motore, localizzare e recuperare l autovettura in caso di furto o rimozione, richiedere soccorsi medici, meccanici o l intervento delle forze dell ordine in caso di necessità e ricevere l assistenza (anche legale) per il recupero dei danni subiti in seguito ad un sinistro stradale Il canale business to business trova invece come controparte società private, realta associative ed enti istituzionali nazionali ed esteri (come ad esempio gli Automobil Club) i quali offrono i propri servizi tramite la cessione dei dispositivi e l attività delle centrali del Gruppo. Un canale di primaria importanza, il quale ha registrato un importante incremento dei volumi a partire dall ultimo trimestre del 2007, è quello assicurativo in cui le Compagnie assicurative commercializzano le polizze inclusive dei servizi di protezione e localizzazione satellitare con la possibilità di applicare sconti significativi all utente finale ed offrire nuove tipologie di servizio come le polizze pay per use. Viasat group ha inoltre sviluppato una gamma completa di servizi e prodotti dedicati alle flotte. Il canale FMS (Fleet Management Services) è rivolto a tutte le realta pubbliche e private in cui esistano Flotte di automezzi come ad esempio le aziende di autotrasporti, o le societa di autonoleggio a breve o lungo termine. L offerta FMS di Viasat Group prevede servizi di monitoraggio dei mezzi, di certificazione dei percorsi, di amministrazione e gestione dei collaboratori/conducenti, di ottimizzazione dei percorsi (tempi e consumi), di gestione delle missioni, di ottimizzazione Viasat Group - Annual Report

13 degli investimenti (manutenzione e noleggio) oltre ai tradizionali servizi di sicurezza e protezione delle persone e delle merci Tali servizi vengono erogati direttamente da Viasat Group principalmente tramite le due centrali operative di proprietà dislocate in Italia (Torino e Roma), ovvero strutture hardware e software che, con l ausilio di operatori presenti 24 ore su 24, ogni giorno dell anno, ed una gestione diretta anche del servizio telefonico informativo e di assistenza garantiscono elevati livelli di servizio in termini di tempi di reazione ai segnali di allarme, di sistemi di sicurezza e di continuità di erogazione dei servizi con piani di disaster-recovery ed una copertura sul territorio di tutta l Unione Europea con operatori multilingua. I servizi vengono erogati dal Gruppo anche tramite altre due centrali operative ubicate a l Aquila e Potenza, sviluppate dal Gruppo e successivamente alienate a soggetti terzi. Le strutture Hardware e software di centrale operativa sviluppate da Viasat Group sono altresì disponibili in hosting direttamente presso i partner/clienti nazionali ed internazionali attraverso l accesso all interfaccia web che permette di gestire in autonomia i servizi FMS o attraverso la cessione delle piattaforme e dei tools specifici con l eventuale integrazione con i sistemi gestionali client. La produzione elettronica EMS (Electronic Manufacturing Services), per il tramite della controllata Elem S.p.A.: (a) in conto proprio, apparati satellitari, che vengono alienati a società del Gruppo e dalle stesse commercializzati per l erogazione di servizi di sicurezza, protezione e localizzazione satellitare; (b) in conto terzi, schede e prodotti elettronici (tra i quali apparati e navigatori satellitari) prodotti per clienti terzi, su progetti dagli stessi forniti, soprattutto per il settore dell automotive (quali, per esempio, schede per il controllo delle funzioni connesse al cambio automatico, al sistema di apertura/chiusura delle portiere, alle funzioni attivabili da cruscotto, ecc., e centraline per il controllo motore utilizzate nel mondo della formula 1 e delle competizioni sportive in genere), per il settore degli impieghi domestici, domotica, (quali a solo titolo di esempio, applicazioni per il controllo di sistemi di riscaldamento e condizionamento) nonché nel settore industriale, medicale, nautico ecc. Si riportano di seguito i principali punti di forza che, ad avviso del management, caratterizzano il Gruppo nelle due aree commerciali di riferimento: il livello di notorietà e riconoscibilità del marchio Viasat a livello sia nazionale, sia internazionale; accordi con le principali compagnie assicurative; capillare presenza sul territorio nazionale; le due Centrali Operative; un progressivo di oltre 400 mila apparati installati nel mondo a fine 2009; la gestione diretta del servizio telefonico informativo e di assistenza dedicato ai servizi di sicurezza, protezione e localizzazione satellitare; la piattaforma hardware e software di centrale operativa proprietaria, flessibile, multiprotocollo ed interoperabile anche con terminali di terzi il know how e l esperienza del dipartimento ricerca e sviluppo del Gruppo; il presidio della quasi totalità delle fasi della catena del valore (ossia ricerca e sviluppo, produzione e commercializzazione degli apparati e dei servizi erogabili tramite gli stessi). 12 Viasat Group - Annual Report 2010

14 Descrizione dei servizi e dei prodotti Il Gruppo Viasat opera nel mercato dei servizi di sicurezza, protezione e localizzazione satellitare, nonché nella produzione e nell assemblaggio di schede e prodotti elettronici. Sicurezza, Protezione e Localizzazione Satellitare Viasat S.p.A. e Trackysat S.r.l. erogano servizi di sicurezza, protezione e localizzazione ai Clienti Finali mediante gli apparati sviluppati e prodotti principalmente da Vem Solutions S.p.A. ed Elem S.p.A. e dalle stesse commercializzati. Erogazione dei servizi I servizi offerti dal Gruppo, per il tramite di Viasat S.p.A. e Trackysat S.r.l., includono principalmente (a) attività di localizzazione e recupero dei mezzi di trasporto in caso di furto o rimozione della vettura e (b) attività di localizzazione e, tramite fornitori terzi, invio di soccorsi meccanici, medici o delle forze dell ordine in caso di sinistro, di aggressione o, comunque, di necessità generica del cliente Modalità di erogazione dei servizi Al verificarsi di un evento critico, l apparato satellitare installato in posizione nascosta sul mezzo di trasporto invia ad una delle Centrali Operative di proprietà ubicate a Torino e Roma un segnale GSM-GPRS, attivato con modalità automatica, grazie ad un sistema interno all apparecchio satellitare che rileva autonomamente il manifestarsi di furti e sinistri, senza bisogno di alcun intervento del cliente; ovvero su esplicita richiesta del cliente stesso (on demand). L apparato satellitare sfrutta la tecnologia satellitare GPS per calcolare la posizione dell auto, nonché una delle varie tecnologie commerciali di comunicazione (GSM/GPRS) per entrare in contatto con la Centrale Operativa, tramite il protocollo di comunicazione Viasat on air, ossia un sistema di sicurezza proprietario per l interscambio di dati criptati tra il terminale mobile e la Centrale Operativa. Il front-end della Centrale Operativa, tramite specifici applicativi software, è in grado di distinguere tra diverse tipologie di eventi (quali furto, rimozione, sinistro, o, generica richiesta di assistenza ed intervento). Ricevendo il segnale e comparandolo con una mappa del territorio georeferenziata, la Centrale Operativa localizza il mezzo di trasporto rilevandone posizione e spostamenti e, tramite gli operatori presenti presso le Centrali Operative 24 ore su 24, ogni giorno dell anno, contatta il cliente ai numeri di telefono dallo stesso indicati; solo in caso di mancata risposta del cliente e/o conferma dell avvenuto evento critico, vengono contattate (tramite una società di vigilanza) le forze dell ordine per il recupero immediato del mezzo e, ove possibile, l arresto degli autori del furto e/o vengono attivati gli altri servizi - per il tramite di operatori specializzati del settore che prestino di volta in volta, su espressa richiesta, la loro attività - cui il Cliente Finale abbia contrattualmente diritto (soccorso medico o traino). Le Centrali Operative forniscono una copertura dei servizi su tutto il territorio italiano; alcuni servizi (quali, ad esempio, traino e/o assistenza medica) vengono altresì erogati ove inclusi tra i servizi attivati dal Cliente Finale anche oltre i confini nazionali, a livello Europeo, oltre che sul territorio nazionale, per il tramite di operatori del settore che prestano di volta in volta la loro attività. Le Centrali Operative consentono un alto livello di servizio in termini di tempi di reazione ai segnali di allarme, di sistemi di sicurezza e back-up della banca dati, oltre che di continuità di erogazione Viasat Group - Annual Report

15 dei servizi con piani di disaster recovery dedicati. I servizi vengono erogati dal Gruppo anche tramite altre due centrali operative ubicate a L Aquila e Potenza, che sono state realizzate dal Gruppo per conto, rispettivamente, di Telecentral S.r.l. (partecipata per il 10% da Viasat Group) e Teleinformatica e Sistemi S.r.l., fornitori che operano per il Gruppo in forza di specifici contratti. Anche alla luce di specifici piani di crescita individuali, alla data di chiusura del presente bilancio, il Gruppo Viasat può avvalersi di operatori con una anzianità aziendale media superiore ai 3 anni; tali operatori hanno sviluppato, durante lo svolgimento della propria attività, un forte orientamento alla clientela ed un ampia capacità di affrontare e risolvere situazioni di emergenza. Il Gruppo Viasat organizza specifici corsi di formazione dei propri operatori, che vertono, in particolare, sull acquisizione di specifiche conoscenze tecniche relative ai prodotti e servizi offerti dal Gruppo e sul concreto utilizzo di applicativi specifici e software, oltre che su tecniche di vendita attraverso contatto telefonico. Il Gruppo gestisce altresì direttamente il servizio telefonico informativo e di assistenza, che opera mediante tre differenti modalità, ossia numero verde, numero unico ed altri numeri telefonici per accedere alla Centrale Operativa. In particolare: il numero verde è a disposizione della clientela potenziale che richieda informazioni su prodotti e servizi Viasat; il numero unico si rivolge a: (i) Clienti Finali, per (a) accedere alla Centrale Operativa, richiedendo interventi e/o assistenza in caso di evento critico; (b) richiedere assistenza post vendita; e/o (c) inoltrare richieste di chiarimento in merito ad aspetti di carattere amministrativo correlati al rapporto contrattuale intercorrente con il Gruppo; (ii) Clienti Intermedi, per (a) richiedere assistenza in relazione all inserimento di contratti con i Clienti Finali attraverso la compilazione di apposito modulo in formato elettronico realizzato e fornito direttamente dal Gruppo Viasat, (b) accedere all help-desk al fine di ottenere supporto tecnico ; e/o (c) usufruire di un servizio clienti (ad esempio, nel caso di richiesta di modalità di sostituzione di un apparato venduto); - altri numeri telefonici per accedere alla Centrale Operativa: in caso di evento critico, il Cliente Finale può accedere alla Centrale Operativa avvalendosi, oltre che del summenzionato numero unico, anche di un altro numero telefonico dedicato ovvero, nel caso di servizi on demand, di un apposito numero verde. Servizi Vengono di seguito brevemente descritti i servizi forniti dal Gruppo e le relative modalità di erogazione: Servizio di sicurezza, ossia un servizio di localizzazione, recupero del mezzo e soccorso erogato tramite le Centrali Operative. Un sistema di autenticazione automatico (ossia un transponder che trasmette un codice numerico di riconoscimento) o manuale (ossia una tastiera sulla quale digitare manualmente il medesimo codice) permette all apparato satellitare installato sul mezzo di trasporto di inviare, nel caso di mancata autenticazione, ad una delle Centrali Operative, il segnale di allarme e le coordinate geografiche del luogo in cui si trova il veicolo (rilevate con tecnologia satellitare GPS). Grazie ad un apposita integrazione hardware e software dell apparato satellitare, sviluppata e bre- 14 Viasat Group - Annual Report 2010

16 vettata dal Gruppo Viasat, il medesimo servizio può essere erogato anche a fronte del semplice sollevamento del mezzo di trasporto (quindi senza accensione del motore), con un estensione del livello di protezione anche a tutte le casistiche cosiddette di furto tramite rimozione (sistema antisollevamento). L attivazione di tale servizio di sicurezza permette, tra l altro, ai clienti Viasat in determinate province italiane e per tipologie di autovetture del segmento medio, medio-alto e lusso, uno sconto sulle assicurazioni furto-incendio fino all 85%. Servizio antipanico: ossia un servizio di localizzazione e soccorso. Tramite la doppia pressione del tasto antipanico collocato sul mezzo di trasporto o tramite il telecomando a portata di mano del cliente Viasat anche fuori dal mezzo stesso, viene inviata alla Centrale Operativa una richiesta di soccorso in caso di aggressione o, comunque, necessità di aiuto. In caso di attivazione del tasto all interno dell autovettura viene attivato un sistema di trasmissione in viva voce che permette alla Centrale Operativa di sentire cosa accada all interno dell abitacolo; diversamente, in caso di attivazione tramite il telecomando a portata di mano del cliente, la Centrale Operativa richiama lo stesso telefonicamente per accertare una effettiva necessità di intervento. Servizio anti-crash: ossia un servizio di localizzazione, recupero del mezzo e soccorso. In caso di sinistro stradale - rilevato grazie ad un evoluto sistema elettronico integrato che permette, tramite la misurazione di velocità, accelerazioni e decelerazioni del mezzo di trasporto, di rilevare urti o fuoriuscite dal manto stradale l apparato satellitare invia automaticamente un segnale di allarme ed avviso di sinistro alla Centrale Operativa, la quale richiama il cliente telefonicamente per accertare una effettiva necessità di intervento. Il Gruppo tradizionalmente orientato al business-to-consumer ha lanciato a partire dal 2007 nuovi servizi, volti prevalentemente ad ampliare il portafoglio clienti nel settore business-to-business. L erogazione di tali servizi è resa possibile attraverso specifiche implementazioni software (sviluppate dal Gruppo nel proprio centro ricerca e sviluppo) sugli apparati proprietari. In particolare, il Gruppo offre anche i servizi di seguito brevemente descritti: Servizi per le compagnie assicurative: tali servizi, rivolti alle compagnie di assicurazione, consentono innanzitutto, mediante registrazione automatica dei dati relativi alla dinamica degli incidenti (data, ora, luogo, velocità, accelerazioni), una riduzione dei costi di gestione delle polizze RCA, soprattutto correlati ad eventuali frodi consumate nel settore di riferimento; inoltre, un analisi statistica dell uso del veicolo da parte degli assicurati e la registrazione automatica dei dati di uso del veicolo stesso effettuate mediante apparato satellitare, consentono alle compagnie di assicurazione lo studio di nuove forme di polizza (tra cui, in particolare, le polizze a consumo, Pay per Use e Pay as You Drive). Servizi per Fleet Management, rivolti a società di trasporti ed a società proprietarie di flotte. Tramite la postazione collocata presso i propri uffici, il cliente può monitorare direttamente (ossia, senza necessità di interrogare la Centrale Operativa), in tempo reale, la posizione dei propri mezzi, analizzare i percorsi effettuati, gli orari di partenza ed arrivo ed i chilometri percorsi., gestire le missioni, gestire la messaggistica in&out a bordo del veicolo, certificare i viaggi. Il tutto può essere visualizzato attraverso una sofisticata interfaccia cartografica residente sulla postazione di lavoro del cliente o mediante una interfaccia web facile da utilizzare accessibile da qualunque postazione in modo controllato e sicuro. Servizio Web-Based e Sms-Based: rivolto prevalentemente a persone fisiche che intendono conoscere la posizione della propria autovettura o inibire l accensione del motore da parte di terzi, tali Viasat Group - Annual Report

17 servizi forniti da Viasat permettono al proprietario di localizzare via Internet o mediante impiego del telefono cellulare, il proprio mezzo di trasporto sul quale è installato l apparato satellitare, nonché di bloccare, ove ritenuto necessario, l avviamento del motore del mezzo di trasporto via SMS (cosiddetta gestione DIY - do it yourself). Servizio per il controllo della velocità:. Mediante tale servizio l apparato satellitare rileva la velocità dell autovettura e, in caso di superamento di un limite di velocità precedentemente impostato, invia un SMS di allerta al cliente al numero desiderato. Tale servizio trova applicazioni sia nel mercato Consumer sia nel mercato Business. Servizio di geofencing: rivolto a clienti che intendono controllare l area di utilizzo autovettura del proprio veicolo da parte di un soggetto terzo (ad esempio, nel caso in cui l autovettura sia stata consegnata a terzi per eventuali riparazioni o collaudi o in caso di noleggio veicoli con limitazioni d area). Mediante tale servizio l apparato satellitare rileva la posizione dell autovettura all interno di un area determinata e, in caso di fuoriuscita da tale area, l apparato satellitare invia un SMS al cliente al numero desiderato. Servizio di comando dei segnalatori ottico o acustici: funzione antifurto mediante la quale il clacson o i fari dell autovettura vengono messi in funzione, anche a motore spento, tramite la Centrale Operativa; tale servizio è utile, per esempio, per permettere alle forze dell ordine di individuare e recuperare un mezzo rubato anche all interno di una proprietà privata. Servizio di blocco avviamento motore:. Mediante tale servizio a seguito dell allontanamento del proprietario dalla autovettura dotata di sistema di riconoscimento automatico o su esplicita richiesta alla Centrale Operativa, è possibile inibire l avviamento del motore. Servizio R-Call:. Tale servizio consente, in caso di rapina a motore acceso, e a seguito del conseguente allontanamento del proprietario della autovettura dotata di sistema di riconoscimento automatico, di informare la Centrale Operativa in tempo reale dell evento dall apparato satellitare. Servizio di protezione volumetrica e perimetrale:. Tale servizio consente l invio di un allarme alla Centrale Operativa qualora si verifichino eventuali movimenti all interno del veicolo lasciato incustodito dal proprietario. Servizio di fonia: rivolto prevalentemente a persone fisiche, mediante tale servizio il prodotto viene utilizzato come telefono veicolare con kit vivavoce. A fronte dell erogazione del servizio, è previsto il pagamento di un canone annuale anticipato il cui importo dipende dalla tipologia e dal numero di servizi attivati. In particolare, il Gruppo propone differenti profili di abbonamento e, a seconda dei singoli servizi richiesti dai clienti, variano i canoni che i clienti stessi si impegnano a versare annualmente. A fronte dell installazione dell apparato satellitare, la Società provvede ad inviare la fattura al cliente. Servizi di recente introduzione A partire dall esercizio 2009 il Gruppo ha implementato un servizio di assistenza e di tutela legale in caso di incidente. Il cliente infatti, in seguito al verificarsi del sinistro, può chiamare la Centrale operativa: in tempo reale gli operatori forniscono informazioni per la corretta compilazione del modulo CAI (modulo di Constatazione Amichevole di Incidente) al fine di facilitare la raccolta di informazioni utili riducendo il rischio di compilazione errate che potrebbero avere ripercussioni sugli esiti della pratica. A questo si aggiunge un servizio di tutela legale nella fase stragiudiziale e giudiziale per il risarcimento del danno materiale e delle lesioni fisiche. 16 Viasat Group - Annual Report 2010

18 EVOLUZIONE DELLA STRUTTURA Viasat Group S.p.A. alla data di presentazione della presente relazione ha variato la propria catena di controllo rispetto al 31 dicembre In data 1 marzo 2010 sono state acquisite le rimanenti quote rappresentanti il 22% dai soci di minoranza della società Redco Infomobility S.p.A.. Nella stessa data la Capogruppo ha ceduto la totalità delle azioni alla società controllata Viasat S.p.A. la quale, in data 29 giugno 2010, ha proceduto alla fusione per incorporazione. Tale ristrutturazione rappresenta la formalizzazione dal punto di vista giuridico di una revisione dei processi e delle funzioni già operativamente centralizzate ed armonizzate in seguito alle acquisizioni effettuate nel corso degli esercizi, analogamente a quanto effettuato nel corso del 2009 con la società Movitrack S.p.A. I prodotti venduti ed i servizi erogati dalle società incorporate, essendo destinati a canali, mercati e clienti molto diversi tra di loro sia per caratteristiche tecniche sia per area geografica, mantengono comunque il proprio marchio anche se commercializzati da Viasat S.p.A. In data 7 giugno 2010 è stata effettuata un operazione di step up sul controllo di Trackysat S.r.l. da parte della controllante Viasat Group S.p.A. pari al 16,7% dalla società CO.RE.FI. S.r.l. con il raggiungimento di una quota pari al 50,0%. Dettaglio Partecipazioni non totalitarie al 31 dicembre 2010 Trackysat S.r.l. % Viasat Group S.p.A. 50,0% Fai Service Società Cooperativa 33,3% CO.RE.FI. S.r.l. 16,7% Totale 100,0% Viasat Group - Annual Report

19 CORPORATE GOVERNANCE Attività di Direzione e Coordinamento Viasat Group S.p.A. non è soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte di società od enti. Ai sensi dell art del codice civile le società controllate che hanno individuato Viasat Group S.p.A. quale soggetto che esercita attività di direzione e coordinamento sono quattro: Viasat S.p.A., Elem S.p.A., Vem Solutions S.p.A, TrackySat S.r.l.. Tale attività consiste nella indicazione degli indirizzi strategici generali ed economico finanziari, sia a livello di Gruppo sia per le diverse business unit, nella elaborazione di politiche generali di gestione delle risorse umane, della sicurezza e dell approvvigionamento dei fattori produttivi e di tutte le politiche di gestione ed armonizzazione relative all ambito economico finanziario nella redazione dei documenti contabili periodici e della reportistica gestionale interna. Quanto sopra esposto permette al Gruppo di effettuare delle economie di scala avvalendosi di professionalità e prestazioni specialistiche con crescenti livelli qualitativi e consente alle società controllate, nella loro autonomia operativa, di concentrare le proprie risorse sulla gestione del core business, ottimizzando le risorse del Gruppo. Consiglio di Amministrazione Il Consiglio di Amministrazione è formato, secondo la previsione dell articolo 14 dello statuto sociale, da un minino di tre ad un massimo di dodici membri, anche non aventi qualità di socio. Il numero dei componenti il Consiglio di Amministrazione è pari a tre. Il mandato del Consiglio di Amministrazione secondo quanto deliberato dall Assemblea dei Soci in data 22 aprile 2010 è stato rinnovato per altri tre esercizi con scadenza prevista alla data dell Assemblea convocata per l approvazione del bilancio Al Consiglio di Amministrazione spettano tutti i poteri per la gestione ordinaria e straordinaria della Società, con espressa facoltà di compiere tutti gli atti ritenuti opportuni per il raggiungimento dell oggetto sociale, esclusi soltanto quelli che la legge e lo Statuto riservano in modo tassativo all Assemblea. In ossequio all articolo 19 dello Statuto la rappresentanza della Società, di fronte a terzi ed in giudizio, spetta al Presidente e, ove nominati, al Vice-Presidente ed a ciascun Amministratore Delegato in via disgiuntiva. Poteri spettanti all Organo Amministrativo Consiglio di Amministrazione Al Consiglio di Amministrazione spettano tutti i poteri per la gestione ordinaria e straordinaria della Società, con espressa facoltà di compiere tutti gli atti ritenuti opportuni per il raggiungimento dell oggetto sociale. Presidente del Consiglio di Amministrazione e Amministratore Delegato Al Presidente spetta la legale rappresentanza della Società e tutti i poteri di ordinaria e straordinaria 18 Viasat Group - Annual Report 2010

20 amministrazione, eccettuati quelli espressamente riservati all Assemblea dei soci o al Consiglio di Amministrazione ai sensi delle disposizioni di legge o di statuto. Al Presidente spetta altresì la facoltà di nominare e revocare mandatari e procuratori generali o speciali cui delegare tutti o alcuno dei poteri di cui è investito. Comitato di Direzione Il Gruppo, al fine di condividere all interno dell organizzazione gli obiettivi ed i metodi aziendali per perseguirli, ha istituito un Comitato Direttivo che, con frequenza mensile, incontra i Responsabili delle business unit per analizzare i principali dati di natura economico-finanziaria. In tale sede, con l analisi degli scostamenti assestata, i Responsabili delle business unit illustrano al Comitato Direttivo gli scostamenti rispetto alle previsioni e, ove in carenza, propongono le migliori soluzioni per raggiungere gli obiettivi nei periodi successivi. In data 31 gennaio 2011 il Comitato di Direzione ha nominato un nuovo membro. Pertanto, alla data di approvazione del presente bilancio, risultano membri permanenti del Comitato Direttivo: Domenico Petrone (Presidente del Gruppo) Marco Petrone (Consigliere Delegato) Massimo Getto (Direttore Finanziario) Armando Capellino (Amministratore Delegato Trackysat S.r.l.) Collegio Sindacale Il Collegio Sindacale, a norma dell articolo 20 dello Statuto, è composto da tre Sindaci effettivi e due supplenti. L Assemblea Ordinaria dei soci tenutasi in data 22 Aprile 2010 ha provveduto alla nomina di tre sindaci effettivi e due sindaci supplenti per gli esercizi 2010, 2011 e Tutte e cinque le persone designate sono iscritte presso il registro dei revisori contabili (decreto ministeriale del 12 marzo 1995 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 21 aprile 1995 n.31 bis). Schema organizzativo Il Gruppo, al fine di migliorare le capacità di integrazione delle realtà acquisite nel tempo, si è dotata di un organizzazione su due livelli: Ruoli Corporate: sono le funzioni che garantiscono il governo dei principali processi a livello di Gruppo (Strategie Piattaforme Infotelematiche Qualità dei Servizi, Amministrazione Finanza e Controllo, Supply Chain, Risorse Umane, Marketing e Comunicazione, Investor Relations, Corporated Developement, Comitato Direttivo), definendo un approccio comune per tutte le unità; Ruoli Operativi: suddivisi nelle due business unit come evidenziato nello schema. Di seguito è inserito un sintetico organigramma della struttura organizzativa: Viasat Group - Annual Report

Viasat Group Annual Report 2009

Viasat Group Annual Report 2009 Annual Report 2009 Viasat Group Annual Report 2009 10078 Venaria (TO) - Via Aosta, 20 / 22 / 24 - Tel. +39 011.4560201 - Fax +39 011.4240428 - www.viasatgroup.it Indice MISSION 3 ORGANI DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Viasat Group Annual Report 2008

Viasat Group Annual Report 2008 Viasat Group Annual Report 2008 10078 Venaria (TO) - Via Aosta, 20 / 22 / 24 - Tel. +39 011.4560201 - Fax +39 011.4240428 - www.viasatgroup.it Indice MISSION 3 ORGANI DI AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO 4 LETTERA

Dettagli

La protezione intelligente.

La protezione intelligente. cantiani.com La protezione intelligente. Dal privato alla grande azienda. Italia srl Via XXV Aprile 9 20875 Burago di Molgora (MB) tel. 039 625161 Fax 039 62516323 info@guardoneitalia.it www.guardoneitalia.it

Dettagli

Viasat Group. Relazione semestrale consolidata e d esercizio al 30 giugno 2014

Viasat Group. Relazione semestrale consolidata e d esercizio al 30 giugno 2014 Viasat Group Relazione semestrale consolidata e d esercizio al 30 giugno 2014 10078 Venaria (TO) - Via Aosta, 23 - Tel. +39 011.4560201 - Fax +39 011.4240428 - www.viasatgroup.it INDICE Pag. Organi di

Dettagli

Collegio Sindacale. Consiglio di Amministrazione. Presidente Claudio Vighetto. Presidente e Amministratore Delegato Domenico Petrone

Collegio Sindacale. Consiglio di Amministrazione. Presidente Claudio Vighetto. Presidente e Amministratore Delegato Domenico Petrone Annual Report 2013 Consiglio di Amministrazione Presidente e Amministratore Delegato Domenico Petrone Vice Presidente Massimo Getto Consigliere Delegato Marco Petrone Consigliere Barbara Petrone Collegio

Dettagli

Obblighi informativi verso il pubblico previsti dalla delibera Consob n. 11971 del 14.05.1999 e successive modifiche www.gewiss.

Obblighi informativi verso il pubblico previsti dalla delibera Consob n. 11971 del 14.05.1999 e successive modifiche www.gewiss. COMUNICATO STAMPA del 09 maggio 2007 - Cenate Sotto (BG) Obblighi informativi verso il pubblico previsti dalla delibera Consob n. 11971 del 14.05.1999 e successive modifiche www.gewiss.com L Assemblea

Dettagli

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013 Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013 Approvati dal Consiglio i risultati 2013: Il bilancio consolidato 2013 conferma i risultati già riportati nel resoconto intermedio di gestione

Dettagli

Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99

Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 APPROVATI I RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2015 Ricavi consolidati totali: 36,1

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE II TRIMESTRE 2005

RELAZIONE TRIMESTRALE II TRIMESTRE 2005 RELAZIONE TRIMESTRALE II TRIMESTRE 2005 Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 29 luglio 2005 Poligrafica San Faustino S.p.A. 25030 CASTREZZATO (BS) ITALY - V. Valenca 15 Tel. (030) 70.49.1 - (10

Dettagli

Relazione sulla gestione del bilancio al 31/12/2014

Relazione sulla gestione del bilancio al 31/12/2014 Gestione Multiservice Società consortile a responsabilità limitata Sede in Via Gallarate 58-20151 Milano (MI) Capitale sociale Euro 412.900,00 i.v. Codice fiscale e Reg. Imp. 08362130158 Rea 1220124 Relazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Mestre, 14 novembre 2011. I risultati in breve

COMUNICATO STAMPA. Mestre, 14 novembre 2011. I risultati in breve COMUNICATO STAMPA Margini in forte crescita e indici di solidità patrimoniale a livelli di assoluta eccellenza: il Gruppo Banca IFIS conferma la validità del modello di business anche in mercati instabili

Dettagli

Le regole e i contenuti della relazione sulla gestione della Dott.ssa Marina Torcello

Le regole e i contenuti della relazione sulla gestione della Dott.ssa Marina Torcello Le regole e i contenuti della relazione sulla gestione della Dott.ssa Marina Torcello Abstract La relazione sulla gestione costituisce uno dei principali documenti allegati al bilancio d esercizio, il

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Correggio (RE), 27 marzo 2015

COMUNICATO STAMPA Correggio (RE), 27 marzo 2015 MODELLERIA BRAMBILLA: valore della produzione in crescita del 30% a Euro 16,5 milioni nel 2014, utile netto pari a Euro 0,2 milioni (dati IAS 17 Adjusted) Valore della produzione in crescita del 30% a

Dettagli

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012)

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) La Holding chiude il 2013 con un utile di 0,5 milioni (perdita

Dettagli

TAS: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011

TAS: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011 Milano, 10 maggio 2011 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 TAS: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011 Ricavi consolidati: 10,3 milioni

Dettagli

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Approvati dal Consiglio i risultati 2014: il bilancio consolidato 2014 conferma sostanzialmente i risultati già riportati nel resoconto intermedio

Dettagli

Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015

Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Nel primo semestre 2015 il Gruppo Cairo Communication ha continuato a conseguire risultati positivi nei suoi settori tradizionali (editoria

Dettagli

Relazione sulla gestione del bilancio al 31/12/2013

Relazione sulla gestione del bilancio al 31/12/2013 Gestione Multiservice Società consortile a responsabilità limitata Sede in Via Gallarate 58-20151 Milano (MI) Capitale sociale Euro 412.900,00 i.v. Codice fiscale e Reg. Imp. 08362130158 Rea 1220124 Relazione

Dettagli

Esercizio 2014. Numero dipendenti 3.053 3.170

Esercizio 2014. Numero dipendenti 3.053 3.170 Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati 2014 Il Gruppo ha chiuso il 2014 superando gli obiettivi di margine operativo lordo e indebitamento finanziario netto Ricavi a 948,0

Dettagli

Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016

Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016 Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016 Valore della produzione di Primi sui Motori SpA 2013 pari a Euro 11,5 milioni, +9,4% rispetto al 2012 (Euro 10,5 milioni)

Dettagli

YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI COMUNICATO STAMPA YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI Parte ordinaria: Approva il Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2013 Approva la prima sezione della Relazione sulla Remunerazione Approva il

Dettagli

ACISat. Presentazione dell iniziativa 2005

ACISat. Presentazione dell iniziativa 2005 ACISat Presentazione dell iniziativa 2005 Premessa ACISat è l offerta di radiolocalizzazione e sicurezza satellitare per i clienti ACI ACISat prende un nuovo impulso a seguito della partnership tra ACI

Dettagli

Bilancio 2014 Car Server S.p.A.

Bilancio 2014 Car Server S.p.A. Car Server S.p.A. Sede legale 42124 Reggio Emilia, Via G. B. Vico, 10/c Capitale sociale: Euro 11.249.859 P. IVA e numero di Iscrizione Registro Imprese RE N 01610670356 Il presente bilancio è stato approvato

Dettagli

TOD S S.p.A. Solida crescita del Gruppo nei primi nove mesi del 2012 ricavi: +7,3% (Tod s: +16,9%); il margine Ebitda sale al 26,6%

TOD S S.p.A. Solida crescita del Gruppo nei primi nove mesi del 2012 ricavi: +7,3% (Tod s: +16,9%); il margine Ebitda sale al 26,6% Milano, 13 novembre TOD S S.p.A. Solida crescita del Gruppo nei primi nove mesi del ricavi: +7,3% (Tod s: +16,9%); il margine Ebitda sale al 26,6% Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA MEDIA: RICAVI STABILI NEL 2014 E FORTE TAGLIO ALLE PERDITE

COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA MEDIA: RICAVI STABILI NEL 2014 E FORTE TAGLIO ALLE PERDITE COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA MEDIA: RICAVI STABILI NEL E FORTE TAGLIO ALLE PERDITE RICAVI: 70,5 milioni di euro; -1,7 milioni di euro rispetto all esercizio (72,2 milioni di euro) EBITDA: 25,4 milioni

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA SECONDO TRIMESTRE 2007

RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA SECONDO TRIMESTRE 2007 RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA SECONDO TRIMESTRE Redatta secondo principi contabili internazionali IAS/IFRS Gruppo MutuiOnline S.p.A. (in breve Gruppo MOL S.p.A. o MOL Holding S.p.A.) Sede Legale: Corso

Dettagli

+ REDDITIVITÀ + CONTROLLO + SICUREZZA

+ REDDITIVITÀ + CONTROLLO + SICUREZZA TARGA SAT PRO Il Sistema di Gestione Flotte per il noleggio Macchine Operatrici e da Cantiere + REDDITIVITÀ + CONTROLLO + SICUREZZA Quanto ti costa non averlo? www.targainfomobility.com PUOI ACCEDERE A

Dettagli

PROCEDURA PER LA DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE MONCLER S.P.A.

PROCEDURA PER LA DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE MONCLER S.P.A. PROCEDURA PER LA DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE MONCLER S.P.A. ARTICOLO 1 Ambito di applicazione 1.1 La presente Procedura (la Procedura ) è adottata da Moncler S.p.A. ( Moncler o la Società

Dettagli

Comunicato Stampa. Il consiglio di amministrazione di Investimenti e Sviluppo S.p.A. approva il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2009

Comunicato Stampa. Il consiglio di amministrazione di Investimenti e Sviluppo S.p.A. approva il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2009 Comunicato Stampa Il consiglio di amministrazione di Investimenti e Sviluppo S.p.A. approva il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2009 Risultati consolidati al 31 marzo 2009: Ricavi netti pari

Dettagli

COMUNICATO STAMPA BEGHELLI: il Consiglio di Amministrazione approva il Progetto di Relazione Finanziaria al 31 dicembre 2014.

COMUNICATO STAMPA BEGHELLI: il Consiglio di Amministrazione approva il Progetto di Relazione Finanziaria al 31 dicembre 2014. COMUNICATO STAMPA BEGHELLI: il Consiglio di Amministrazione approva il Progetto di Relazione Finanziaria al 31 dicembre 2014. Fatturato consolidato a 149,7 milioni di Euro (+6,2% rispetto ai 141 milioni

Dettagli

STARTCUP. Guida alla Compilazione del Business Plan

STARTCUP. Guida alla Compilazione del Business Plan STARTCUP Guida alla Compilazione del Business Plan 2 INDICE DEL BUSINESS PLAN 1. SINTESI DEL PROGETTO IMPRENDITORIALE 3 2.L'IMPRESA : SETTORE DI ATTIVITÀ E FORMA GIURIDICA 3 3. IL GRUPPO IMPRENDITORIALE

Dettagli

Comunicato Stampa 28 agosto 2014

Comunicato Stampa 28 agosto 2014 Landi Renzo: marginalità e flussi finanziari di cassa in miglioramento al 30 giugno 2014; secondo trimestre 2014 caratterizzato da significativa crescita di fatturato e ritorno all utile Fatturato al 30

Dettagli

valori in milioni di Euro esercizio 2005 esercizio 2004 var. %

valori in milioni di Euro esercizio 2005 esercizio 2004 var. % Milano, 30 marzo 2006 TOD S S.p.A.: eccellenti risultati nell esercizio 2005 (Ricavi: +19,5%, EBITDA: +27%, EBIT: +34%, utile netto: +39%). Dividendo 2005: 1 Euro per azione, più che raddoppiato rispetto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Esaminata e approvata dal Consiglio di Amministrazione la relazione finanziaria annuale al 31 dicembre 2011

COMUNICATO STAMPA. Esaminata e approvata dal Consiglio di Amministrazione la relazione finanziaria annuale al 31 dicembre 2011 COMUNICATO STAMPA Nel presente comunicato sono utilizzati alcuni indicatori alternativi di performance non previsti dai principi contabili IFRS (EBITDA, EBIT, Indebitamento Finanziario Netto) il cui significato

Dettagli

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA.

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. MC2 Impresa è un Fondo Comune d Investimento Mobiliare chiuso e riservato (ex testo unico D.Lgs 58/98) costituito per iniziativa di

Dettagli

BUSINESS PLAN EDIZIONE 2011/2012

BUSINESS PLAN EDIZIONE 2011/2012 BUSINESS PLAN EDIZIONE 2011/2012 6 Una cooperativa, come ogni impresa, per stare sul mercato deve remunerare i fattori produttivi in modo da avere un saldo positivo e dunque redigere un bilancio in utile.

Dettagli

Poligrafica S. Faustino S.p.A.: approvato il progetto di bilancio 2012

Poligrafica S. Faustino S.p.A.: approvato il progetto di bilancio 2012 Poligrafica S. Faustino S.p.A.: approvato il progetto di bilancio 2012 Vendite pari a Euro 40,7 milioni (Euro 41,4 milioni al 31 dicembre 2011) EBITDA negativo per Euro 0,66 milioni (negativo per Euro

Dettagli

Fidia S.p.A.: il CdA approva il Progetto di Bilancio d Esercizio ed il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014

Fidia S.p.A.: il CdA approva il Progetto di Bilancio d Esercizio ed il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014 Comunicato stampa Fidia S.p.A.: il CdA approva il Progetto di Bilancio d Esercizio ed il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014 In considerazione dei positivi risultati economico finanziari il CdA propone

Dettagli

COSTRUISCI CON BLACKROCK IL GESTORE DI FIDUCIA DI MILIONI DI INVESTITORI AL MONDO

COSTRUISCI CON BLACKROCK IL GESTORE DI FIDUCIA DI MILIONI DI INVESTITORI AL MONDO COSTRUISCI CON BLACKROCK IL GESTORE DI FIDUCIA DI MILIONI DI INVESTITORI AL MONDO COSTRUISCI CON BLACKROCK In un universo degli investimenti sempre più complesso, il nostro obiettivo rimane invariato:

Dettagli

Relazione sulla gestione al bilancio chiuso al 31.12.2013

Relazione sulla gestione al bilancio chiuso al 31.12.2013 AZIENDA SERVIZI STRUMENTALI S.r.l. Sede in Via della Resistenza n. 4-45100 ROVIGO Capitale sociale Euro 215.600 i.v. Codice Fiscale 01396160291 Reg.Imp. 01396160291 Rea 152660 RO Relazione sulla gestione

Dettagli

PROCEDURA PER LA DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE OVS S.P.A.

PROCEDURA PER LA DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE OVS S.P.A. PROCEDURA PER LA DISCIPLINA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE OVS S.P.A. Approvata dal Consiglio di Amministrazione di OVS S.p.A. in data 23 luglio 2014, in vigore dal 2 marzo 2015. ARTICOLO 1 Ambito

Dettagli

Collegio sindacale. Consiglio di AmministrAzione. societa di revisione Reconta Ernst & Young S.p.A. segretario del Consiglio Simone Durando

Collegio sindacale. Consiglio di AmministrAzione. societa di revisione Reconta Ernst & Young S.p.A. segretario del Consiglio Simone Durando Consiglio di AmministrAzione Presidente e Amministratore Delegato Domenico Petrone Vice Presidente Massimo Getto Consigliere Delegato Marco Petrone Consigliere Barbara Petrone segretario del Consiglio

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di GEWISS SPA approva la relazione finanziaria semestrale 2008

Il Consiglio di Amministrazione di GEWISS SPA approva la relazione finanziaria semestrale 2008 COMUNICATO STAMPA del 27 agosto 2008 - Cenate Sotto (BG) OBBLIGHI INFORMATIVI VERSO IL PUBBLICO PREVISTI DALLA DELIBERA CONSOB N. 11971 DEL 14.05.1999 E SUCCESSIVE MODIFICHE www.gewiss.com Il Consiglio

Dettagli

APPROVATI I RISULTATI 2011 DEL GRUPPO CATTOLICA:

APPROVATI I RISULTATI 2011 DEL GRUPPO CATTOLICA: Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre mesi del 2013

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre mesi del 2013 Sant Elpidio a Mare, 14 maggio TOD S S.p.A. Forte crescita dei ricavi all estero (Cina: +55,4%, Americhe: +31%). Italia: -26,7%. Solida crescita nei DOS (+16,8%). Confermata l ottima redditività del Gruppo,

Dettagli

Il leader nel leasing per le Farmacie pag. 1. La storia pag. 2. Il mercato delle Farmacie pag. 4. Attività e prodotti pag. 7

Il leader nel leasing per le Farmacie pag. 1. La storia pag. 2. Il mercato delle Farmacie pag. 4. Attività e prodotti pag. 7 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Il leader nel leasing per le Farmacie pag. 1 La storia pag. 2 Il mercato delle Farmacie pag. 4 Attività e prodotti pag. 7 Punti di forza e obiettivi pag. 11 Scheda

Dettagli

Pianificazione. e controllo. Gestire i ricavi per incrementare la redditività aziendale

Pianificazione. e controllo. Gestire i ricavi per incrementare la redditività aziendale Gestire i ricavi per incrementare la redditività aziendale di Massimo Lazzari (*) Molti settori industriali si trovano oggi a dover operare in contesti estremamente competitivi, caratterizzati, da un lato,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO ACOTEL: resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2015.

COMUNICATO STAMPA GRUPPO ACOTEL: resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2015. COMUNICATO STAMPA GRUPPO ACOTEL: resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2015. Risultati consolidati dei primi nove mesi 2015: Ricavi a 29,5 milioni di euro (33,7 milioni di euro nei primi nove

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Data/Ora Ricezione 27 Marzo 2015 18:58:41 MOT - DomesticMOT Societa' : BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Identificativo Informazione Regolamentata : 55362 Nome utilizzatore

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013 Cagliari, 14 maggio 2013 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato i risultati al 31 marzo 2013. Ricavi consolidati

Dettagli

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009.

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. Fatturato oltre le attese e marginalità in forte miglioramento. Il quarto trimestre è in forte

Dettagli

La nostra proposta per il settore ecologia.

La nostra proposta per il settore ecologia. pagina 1 di 10 La nostra proposta per il settore ecologia. Movendo Srl Movendo srl è un'azienda specificamente orientata all'erogazione di servizi per la gestione delle risorse mobili (Mobile Resources

Dettagli

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 30.06.2015 Il Piano Industriale 2015-2017. Roma, 23.09.2015

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 30.06.2015 Il Piano Industriale 2015-2017. Roma, 23.09.2015 Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 30.06.2015 Il Piano Industriale 2015-2017 Roma, 23.09.2015 Agenda I Profilo del Gruppo II Dinamica delle attività III Risultati di esercizio al 30.06.2015

Dettagli

IL BUSINESS PLAN Cos è e come farlo

IL BUSINESS PLAN Cos è e come farlo IL BUSINESS PLAN Cos è e come farlo di Riccardo Barni PARTE I SCOPO DEL BUSINESS PLAN 1. A COSA SERVE IL B. P. A determinare i progetti futuri A verificare il raggiungimento degli obiettivi A reperire

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ELICA S.p.A. IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ELICA S.p.A. APPROVA I RISULTATI PRECONSUNTIVI AL 31 DICEMBRE 2013

COMUNICATO STAMPA. ELICA S.p.A. IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ELICA S.p.A. APPROVA I RISULTATI PRECONSUNTIVI AL 31 DICEMBRE 2013 COMUNICATO STAMPA ELICA S.p.A. IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ELICA S.p.A. APPROVA I RISULTATI PRECONSUNTIVI AL 31 DICEMBRE 2013 NELL ANNO RICAVI IN CRESCITA DEL 4,2% A CAMBI COSTANTI E DELL 1,8% AL

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2013. Performance in netto miglioramento nel 3Q2013

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2013. Performance in netto miglioramento nel 3Q2013 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2013. Performance in netto miglioramento nel 3Q2013 Cagliari, 14 novembre 2013 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato

Dettagli

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA Ricavi totali: 23,9 miliardi, +6,0% ( 22,6 miliardi al 30.09.2014) Risultato

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO ACOTEL: il C.d.A. approva la relazione semestrale consolidata al 30 giugno 2015.

COMUNICATO STAMPA GRUPPO ACOTEL: il C.d.A. approva la relazione semestrale consolidata al 30 giugno 2015. COMUNICATO STAMPA GRUPPO ACOTEL: il C.d.A. approva la relazione semestrale consolidata al 30 giugno 2015. Ricavi a 25,5 milioni di Euro (29,6 milioni di Euro nel 1 semestre 2014) EBITDA a -2,9 milioni

Dettagli

Relazione Trimestrale al. 31 marzo 2006. Retelit S.p.A., via G. Vida 19, 20127 Milano

Relazione Trimestrale al. 31 marzo 2006. Retelit S.p.A., via G. Vida 19, 20127 Milano Relazione Trimestrale al 31 marzo 2006 Retelit S.p.A., via G. Vida 19, 20127 Milano 1 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31.03.2006 Indice 1. Le cariche sociali di Retelit S.p.A. pag. 3 2. Lettera agli azionisti

Dettagli

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003

Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003 Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003 Indice pag. Premessa 3 Valore e costi della produzione consolidati 4 Posizione finanziaria netta consolidata 5 Note di commento 6 Stato

Dettagli

C o s t r u z i o n i E l e t t r o m e c c a n i c h e B r e s c i a n e R E S O C O N T O I N T E R M E D I O D I G E S T I O N E

C o s t r u z i o n i E l e t t r o m e c c a n i c h e B r e s c i a n e R E S O C O N T O I N T E R M E D I O D I G E S T I O N E C o s t r u z i o n i E l e t t r o m e c c a n i c h e B r e s c i a n e R E S O C O N T O I N T E R M E D I O D I G E S T I O N E AL 31 MARZO 2015 Cembre S.p.A. Sede in Brescia - via Serenissima, 9 Capitale

Dettagli

MailUp: conferma della forte crescita e avvio del processo di sviluppo per acquisizioni

MailUp: conferma della forte crescita e avvio del processo di sviluppo per acquisizioni Comunicato stampa 30/03/2015 MailUp: conferma della forte crescita e avvio del processo di sviluppo per acquisizioni Il CdA di MailUp approva il progetto di bilancio consolidato 2014 (MailUp S.p.A., Network

Dettagli

Comunicato Stampa Press Release Comunicato Stampa Press Release Ai sensi del D. Lgs. 58/1998 e della Delibera CONSOB 11971/99 e succ. mod.

Comunicato Stampa Press Release Comunicato Stampa Press Release Ai sensi del D. Lgs. 58/1998 e della Delibera CONSOB 11971/99 e succ. mod. Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento di Aedes S.p.A. Comunicato Stampa Press Release Comunicato Stampa Press Release Ai sensi del D. Lgs. 58/1998 e della Delibera CONSOB 11971/99 e

Dettagli

Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5

Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati al 30 Settembre 2007 La relazione trimestrale è redatta su base consolidata,

Dettagli

Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001

Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001 COMUNICATO STAMPA Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001 PROPOSTO DIVIDENDO DI 0,10 EURO, + 15% RISPETTO AL 2000 UTILE NETTO: +12,7% A 21,4 MILIONI DI EURO RICAVI NETTI: +3,5%

Dettagli

Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità

Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità di Fabrizio Bava e Alain Devalle (*) Le verifiche periodiche del revisore legale trovano una loro disciplina

Dettagli

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi nove mesi del 2013

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi nove mesi del 2013 Milano, 13 novembre 2013 TOD S S.p.A. Solida crescita dei ricavi all estero (Greater China: +28%, Americhe: +14%). Confermata l ottima redditività del Gruppo (margine Ebitda: 26,5%). Aumentate le disponibilità

Dettagli

Comunicato Stampa 13 novembre 2014

Comunicato Stampa 13 novembre 2014 Landi Renzo: ricavi, marginalità e flussi finanziari di cassa in miglioramento al 30 settembre 2014; il terzo trimestre conferma il trend di crescita di fatturato e utile Fatturato pari a Euro 173,9 mln,

Dettagli

LESS IS MORE MODELLO PER LA COMPILAZIONE DEL BUSINESS PLAN PROGETTO D IMPRESA LESS IS MORE

LESS IS MORE MODELLO PER LA COMPILAZIONE DEL BUSINESS PLAN PROGETTO D IMPRESA LESS IS MORE LESS IS MORE MODELLO PER LA COMPILAZIONE DEL BUSINESS PLAN PROGETTO D IMPRESA LESS IS MORE INDICE DEL BUSINESS PLAN 1. SINTESI DEL PROGETTO IMPRENDITORIALE 2. LA COMPAGINE IMPRENDITORIALE 3. LA BUSINESS

Dettagli

EUROTECH: RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015

EUROTECH: RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015 EUROTECH: RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015 Amaro (UD), 13 novembre 2015 Ricavi consolidati: da 45,95 milioni a 47,26 milioni Primo margine consolidato: da 22,15 milioni

Dettagli

MERLOMOBILITY - IT MERLOMOBILITY. Tutto sotto controllo. Costruttori di fiducia.

MERLOMOBILITY - IT MERLOMOBILITY. Tutto sotto controllo. Costruttori di fiducia. MERLOMOBILITY - IT MERLOMOBILITY Tutto sotto controllo. Costruttori di fiducia. MerloMobility l infomobilità del Gruppo Merlo. MerloMobility controllo totale. MerloMobility offre vantaggi in esclusiva

Dettagli

Comunicato Stampa 12 novembre 2015

Comunicato Stampa 12 novembre 2015 Landi Renzo: il CDA approva i risultati al 30 settembre 2015 Fatturato pari a Euro 145,6 mln (Euro 173,9 mln al 30 settembre 2014) EBITDA pari a Euro 1,9 mln (Euro 14,1 mln al 30 settembre 2014) EBIT pari

Dettagli

Risultati 30 settembre 2010

Risultati 30 settembre 2010 Risultati 30 settembre 2010 Il modello di business Strategia e linee di sviluppo Dati economico-finanziari consolidati Allegati Banca IFIS: innovazione per le PMI In un contesto di mercato ancora difficile,

Dettagli

Economia dei gruppi e bilancio consolidato. Lettura e interpretazione delle performance di gruppo * * *

Economia dei gruppi e bilancio consolidato. Lettura e interpretazione delle performance di gruppo * * * Lettura e interpretazione delle performance di gruppo * * * Il caso Fiat Group 1 Gli utilizzatori del financiali reporting di gruppo Utilizzatori interni Management della capogruppo Managementdll dellesocietà

Dettagli

MODELLI DI VALUTAZIONE PER LE PMI

MODELLI DI VALUTAZIONE PER LE PMI MODELLI DI VALUTAZIONE PER LE PMI Al fine di ottenere un rating sempre più rispondente alla concreta realtà aziendale l impresa può adottare correttivi in grado di modificare la PD. Se la netta specificazione

Dettagli

Gefran, il CdA approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

Gefran, il CdA approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Gefran, il CdA approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Fatturato in crescita del 2,9% rispetto all anno precedente. EBITDA a 12,9 milioni di Euro, in aumento del 17% rispetto al 2013. EBIT

Dettagli

RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2012. Principali dati economici e finanziari consolidati

RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2012. Principali dati economici e finanziari consolidati COMUNICATO STAMPA RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2012 Principali dati economici e finanziari consolidati Ricavi e EBITDA + 6% Ricavi same store di GTECH + 7% EBITDA delle Attività Italiane +2% nonostante

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A.

LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A. LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A. (APPROVATE DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA SOCIETÀ NELLA RIUNIONE DEL 10 MAGGIO 2012) TOD S S.P.A.

Dettagli

PG&Partners. www.pgpartners.it

PG&Partners. www.pgpartners.it PG&Partners www.pgpartners.it UN TEAM PER QUALSIASI META I contesti locali e internazionali in cui navigano le imprese sono sempre più complessi. Lo studio PG&Partners è composto da Avvocati, Dottori Commercialisti

Dettagli

Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan

Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan TRIESTE 25 gennaio - 15 febbraio 2014 Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan GIORGIO VALENTINUZ DEAMS «Bruno de Finetti» Università di Trieste www.deams.units.it Il business

Dettagli

Dati economico finanziari consolidati

Dati economico finanziari consolidati IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BIALETTI INDUSTRIE S.p.A. HA APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE 1 AL 30 SETTEMBRE 2010 Fatturato consolidato pari a Euro 129 mln (Euro 135,1 mln nel medesimo

Dettagli

TOD S S.p.A. Crescita dei ricavi e miglioramento della redditività nel secondo trimestre 2013 (ricavi: +8,4%, EBITDA: +15,9%)

TOD S S.p.A. Crescita dei ricavi e miglioramento della redditività nel secondo trimestre 2013 (ricavi: +8,4%, EBITDA: +15,9%) Sant Elpidio a Mare, 7 agosto 2013 TOD S S.p.A. Crescita dei ricavi e miglioramento della redditività nel secondo trimestre 2013 (ricavi: +8,4%, EBITDA: +15,9%) Approvata dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

SIGLATA L INTESA PER UNA FORTE PARTNERSHIP INDUSTRIALE CON MAPFRE NEL BUSINESS AUTO AGENZIALE

SIGLATA L INTESA PER UNA FORTE PARTNERSHIP INDUSTRIALE CON MAPFRE NEL BUSINESS AUTO AGENZIALE Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

Approvati i progetti di bilancio d esercizio e consolidato al 31 dicembre 2014. Avviata azione di responsabilità

Approvati i progetti di bilancio d esercizio e consolidato al 31 dicembre 2014. Avviata azione di responsabilità COMUNICATO STAMPA BIOERA S.p.A. Approvati i progetti di bilancio d esercizio e consolidato al 31 dicembre 2014 Avviata azione di responsabilità Principali risultati consolidati del Gruppo Bioera al 31

Dettagli

AUTOMOTIVE DEALER REPORT

AUTOMOTIVE DEALER REPORT AUTOMOTIVE DEALER REPORT Classifica bilanci dei concessionari auto AUTOMOTIVE DEALER REPORT è un magazine a numero unico con l'analisi dei bilanci dei concessionari, classificati per dimensioni e per performance.

Dettagli

OBIETTIVO. Economia Aziendale Prof. Giovanni Ossola. Studiare il sistema impresa. Studiare i sub-sistemi del sistema impresa

OBIETTIVO. Economia Aziendale Prof. Giovanni Ossola. Studiare il sistema impresa. Studiare i sub-sistemi del sistema impresa Economia Aziendale Prof. Giovanni Ossola OBIETTIVO Studiare il sistema impresa Studiare i sub-sistemi del sistema impresa Studiare le relazioni tra i sub-sistemi Studiare le relazioni tra impresa e ambiente/mercato

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 Corso Matteotti, 9 Milano Tel. 02.780611 Partita Iva 03650800158 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 15 MAGGIO 2003 INDICE Organi societari Gabetti Holding S.p.A....

Dettagli

8.624.333 (+12,3%) i passeggeri transitati nel sistema aeroportuale di Venezia e Treviso.

8.624.333 (+12,3%) i passeggeri transitati nel sistema aeroportuale di Venezia e Treviso. COMUNICATO STAMPA SAVE AEROPORTO DI VENEZIA: Il C.d.A. approva il Progetto di Bilancio dell esercizio 2007 Risultati in crescita e dividendi raddoppiati Fatturato consolidato in crescita del 40,8% a 310,8

Dettagli

E la versione family della più nota BlackBox Drive Professional

E la versione family della più nota BlackBox Drive Professional E la versione family della più nota BlackBox Drive Professional Il dispositivo installato a bordo del veicolo è lo stesso e, conseguentemente, supporta tutte le necessità primarie relative al parco veicoli

Dettagli

Expert System: il CdA approva la Relazione Finanziaria al 30 giugno 2015

Expert System: il CdA approva la Relazione Finanziaria al 30 giugno 2015 Expert System: il CdA approva la Relazione Finanziaria al 30 giugno 2015 Prosegue la forte crescita internazionale per il consolidamento della leadership nell ambito del cognitive computing e dell analisi

Dettagli

(Valori in milioni di Euro) 1 SEM. 2015 1 SEM. 2014 BILANCIO 31/12/2014

(Valori in milioni di Euro) 1 SEM. 2015 1 SEM. 2014 BILANCIO 31/12/2014 Semestrale Gruppo Pininfarina Fatti di rilievo intervenuti dopo la chiusura del semestre Valutazione sulla continuità aziendale, evoluzione prevedibile della gestione Cambiano, 30 luglio 2015 Il Consiglio

Dettagli

Una Multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente

Una Multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente Una Multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente Optima è attenta al tuo tempo e al tuo denaro.... il tempo è la cosa più preziosa che un uomo possa spendere. Teofrasto La multiutility

Dettagli

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 De Longhi S.p.A. Organi societari * Consiglio di amministrazione GIUSEPPE DE'LONGHI FABIO DE'LONGHI ALBERTO CLÒ ** RENATO CORRADA ** SILVIA DE'LONGHI CARLO GARAVAGLIA DARIO MELO GIORGIO SANDRI SILVIO SARTORI

Dettagli

CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10%

CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10% CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10% Utile netto consolidato a 100,3 milioni di euro, +11,2% a/a; investimenti per lo sviluppo dei canali di

Dettagli

migliora la tua flotta con un click

migliora la tua flotta con un click N migliora la tua flotta con un click FACILE ECONOMICO COMPLETO localizzazione in tempo reale storico dei percorsi sicurezza da furti riduzione sprechi gestione flotte reportistica avanzata gestione allarmi

Dettagli

Relazione trimestrale al 30 settembre 2005

Relazione trimestrale al 30 settembre 2005 Relazione trimestrale al 30 settembre 2005 Buzzi Unicem S.p.A. Sede: Casale Monferrato (AL) Via Luigi Buzzi 6 Capitale sociale 118.265.497,80 Registro delle Imprese di Alessandria n. 00930290044 Indice

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 15 MAGGIO 2002 INDICE Organi societari Gabetti Holding S.p.A.... pag. 2 Struttura del Gruppo Gabetti al 31 marzo 2002... pag. 3 Prima

Dettagli

Incentivo Start Up Polaris

Incentivo Start Up Polaris Incentivo Start Up Polaris Per l avvio di nuove iniziative d impresa negli ambiti tecnologici di specializzazione del parco Allegato A GUIDA FORMULARIO BUSINESS PLAN VRT 04/08-2010 INDICE 1. SINTESI DEL

Dettagli