2. Instradamento (v. 02)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2. Instradamento (v. 02)"

Transcript

1 2. (v. 02) Università di Genov Fcoltà di Ingegneri Telemtic 3 2. Protocolli di Prof. Rffele Boll dist Requisiti Minimizzre lo spzio occupto dlle RT per:» Velocizzre l commutzione» Semplificre i router (meno cri)» Ridurre l informzione necessri ll ggiornmento Minimizzre il trffico di controllo Essere robusto, ossi evitre:» icli» Buchi neri» Oscillzioni Ottimizzre i percorsi (dl punto di vist dell distnz, del ritrdo, del costo economico, ) 2.2 Alterntive entrlizzto o distribuito (o isolto) Bsto sull sorgente o hop-by-hop Deterministico o stocstico Singolo percorso o multi-percorso Dipendente dllo stto (dinmico) o indipendente dllo stto (sttico) Distnce Vector o Link Stte. Algoritmi di instrdmento Shortest pth Il problem del percorso minimo o shortest pth è quello di trovre il percorso p fr i e j tle che D si minimo. Esistono diversi metodi per risolvere questo problem, uno di questi prende il nome di Algoritmo di Bellmn-Ford. Tle lgoritmo fisst un destinzione, trov il percorso minimo d ogni nodo tle destinzione nell ipotesi non ci sino distnze negtive (d ij 0) Algoritmi di instrdmento Shortest pth - Bellmn Ford Definendo come il nodo destinzione d ij = se (i, j) non è un rco (i nodi i e j non sono direttmente connessi), D i h come l lunghezz del percorso più corto fr il nodo i ed il nodo, contenente l mssimo h rchi D i h = se tle percorso non esiste D h = 0, h, per convenzione D i 0 = per tutti gli i l iterzione dell lgoritmo di Bellmn-Ford è D i h+ = min j {d ij + D j h } per ogni i L lgoritmo h termine qundo D i h+ = D i h i Algoritmi di instrdmento Shortest pth Spnning Tree L ppliczione equzione di Bellmn selezion un solo rco uscente d ogni nodo i (eccetto l dest. ), cioè quello per cui l somm d ij + D j h è minim. Quindi in sostnz gli rchi scelti dll lgoritmo ed i nodi formno uno spnning tree perché: omprendono tutti i nodi per definizione non possono formre cicli (essendo le lunghezze positive) Tle spnning tree viene chimto Shortest Pth Spnning Tree (SPST) ed il nodo destinzione è chimto root (rdice) Telemtic 3 - R. Boll

2 2. (v. 02) Algoritmi di instrdmento Shortest pth Spnning Tree Un grfo non orientto può essere rppresentto come un grfo orientto cui d ogni rco non orientto corrispondono due rchi, uno per direzione, con egule peso. In generle il MSP (Minimum weight Spnning Tree) e il SPST sono diversi: Il MSP minimizz il costo di un brodcsting; Il SPST invece minimizz il costo delle comuniczioni fr un qulunque nodo e l root. osto tot. 6 MSP osto medio 4 SPSP osto tot. 8 4 osto medio 3, L lgoritmo di Bellmn Ford può essere relizzto in modo distribuito ed in questo cso viene chimto Distnce Vector Routing. Ogni nodo (router) conosce l identità di tutti nodi dell rete e i nodi lui direttmente connessi (vicini). Ogni nodo mntiene un Distnce Vector, ossi un list di coppie (destinzione, costo) per tutte le possibili destinzioni. Il costo è l somm stimt dei costi sui singoli link sul percorso più corto (shortest pth) verso quell destinzione. Ogni nodo inizilizz i costi reltivi destinzioni lontne d un vlore lto, convenzionlmente indicto infinito. 2.8 Periodicmente ogni nodo invi i propri vicini il proprio DV. Qundo un router A riceve un DV d B (suo vicino), verific quli srebbero i costi per le vrie destinzioni usndo come trnsito B; per le destinzioni in cui tli costi risultno minori di quelli ttuli, sostituisce il costo vecchio con quello clcolto e lo stesso f con il next-hop nell RT. A B 4 4 D Situzione Inizile A B D A 0 4 B D 4 0 osto per rggiungere B d A + 0 osti d B gli ltri = osti pssndo per B 0 4 osti ttuli in A min Nuovo DV - - B B Next hop Questo procedimento corrisponde relizzre in modo distribuito e sincrono l lgoritmo di Bellmn-Ford, perché ogni nodo i esegue l iterzione D i min j N (i) {d ij + D j } (dove N(i) è l insieme dei nodi dicenti d i), usndo le stime D j più recenti ricevute di vicini e trsmettendo D i i propri vicini. Si dimostr che non è necessri un inizilizzzione con prticolri vlori di D j. Si A il numero di rchi e N quello dei nodi Nel cso peggiore, l lgoritmo di Bellmn-Ford centrlizzto compie N- iterzioni, ciscun su N- nodi, con l più N- lterntive per nodo, il che porterebbe complessità O(N 3 ). Si può mostrre che l complessità è O(mA), con m numero di iterzioni per l convergenz. Questo port un complessità generlmente compres fr O(N 2 ) e O(N 3 ). Nel cso distribuito, se le iterzioni fossero eseguite in modo sincrono (simultnemente d ogni nodo), scmbindo d ogni iterzione i risultti con i vicini, prtendo dlle condizioni inizili D i 0 = per tutti gli i e D 0 = 0, l lgoritmo convergerebbe in l più N- pssi Telemtic 3 - R. Boll 2

3 2. (v. 02) Le buone notizie viggino veloci 4 Y Le cttive notizie viggino lente 60 4 Y Y vi X 4 6 X X 6 Z X 6 X 3 Y vi X 4 6 X X X 60 6 Z X 60 8 X 60 8 Z vi X 50 5 X 50 5 X 50 2 X 50 2 Z vi X 50 5 X 50 5 X 50 7 X 50 7 X 50 9 t 0 t t 2 tempo 2.3 t 0 t t 2 t 3 tempo 2.4 Questo tipo di lgoritmo h un problem legto ll ggiornmento che è chimto ount-to-infinity : A B osto verso Inizile Si rompe B A 2 B B A 2 B B - A - B 3 A A 4 B B - Prossimo nodo Dopo il scmbio Dopo il 2 scmbio i sono diverse possibili soluzioni l count to infinity Pth vector» oltre l costo si trsmette il percorso (pth-vector), in questo modo i nodi possono cpire qundo non esiste più un percorso vlido verso un cert destinzione. (BGP) Split horizon» Non viene pssto il costo per un cert destinzione d un vicino se questi è il next hop per quell destinzione.» Un versione più compless dett split horizon with poisonous reverse, invece di non pssre costi pss un costo infinito, questo volte cceler l convergenz. (RIP)» Nel cso precedente, A non invi B un costo (o lo invi infinito) verso. Il ciclo quindi non si cre. A - B » Se ho,più nodi coinvolti nell rottur direttmente non si riesce bloccre il conto d infinito. A Si rompe D D Triggered updtes» Normlmente, per evitre un numero eccessivo di ggiornmenti delle tbelle e di trffico di controllo, si limit il ritrdo minimo fr due ggiornmenti consecutivi (per es. 30 sec.). Nel cso di collegmento cduto, gli ggiornmenti sono ftti immeditmente (riduce il tempo di convergenz). (RIP) B B e A hnno sempre mndto un costo infinto verso D, m non l uno ll ltro; questo innesc un ciclo che coinvolge A, B e. Source trcing» Insieme l costo i nodi si scmbino nche il nodo d ttrversre immeditmente prim dell destinzione. on quest informzione ggiuntiv è possibile ricvre direttmente dll tbell il percorso complessivo e quindi, mntenendo l RT più piccol si ottiene lo stesso del pth vector. A B D E RT di A F Dest. Succ. Ultimo A - B B A A D B B E B D F B E Telemtic 3 - R. Boll 3

4 2. (v. 02) Link-stte Link-stte - Dijkstr (ont.) L filosofi del Link Stte (LS) routing è quell di distribuire tutti i nodi dell rete l inter su topologi ed i costi di ogni link che l compone. on quest informzione ogni router è in grdo ci clcolrsi i propri percorsi ottimi verso ogni destinzione. Se tutti vedono gli stessi costi e tutti usno lo stesso lgoritmo, i percorsi srnno liberi d cicli. Quindi sono due gli spetti crtterizznti questo metodo Il modo in cui l topologi dell rete viene diffus fr i nodi. Il modo in cui ogni nodo clcol i percorsi ottimi. Nel cso LS ogni nodo pplic l lgoritmo di Dijkstr. A differenz dell lgoritmo di Bellmn-Ford che iter sul numero di rchi ttrversti d un percorso, l lgoritmo di Dijkstr iter sull lunghezz del percorso. Nel cso peggiore l su complessità è O(N 2 ), in medi si colloc intorno O(A loga) con A numero degli rchi Link-stte - Dijkstr Si P un insieme di nodi e D i l distnz minim stimt dl nodo. Fissndo inizilmente P = {}, D = 0, D j = d j per tutti i j I pssi dell lgoritmo di Dijkstr sono Trov i P tle che D i = min j P {D j } e poni P P {i}. Se P contiene tutti i nodi l lgoritmo è completto. 2 Per tutti i j P, poni D j min{d j, d ji + D i } e torn l psso Link-stte Disseminzione dell topologi Ogni nodo cre un insieme di Link-Stte-Pcket (LSP) che descrivono le sue linee in uscit. Ogni LSP contiene l indirizzo del nodo, quello dei nodi vicini, ed il costo delle linee verso i nodi vicini. Ogni LSP viene distribuito tutti i nodi trmite un controlled flooding» Ogni nodo che riceve un LSP lo memorizz in un dtbse e invi un copi su tutte le proprie linee in uscit, trnne quell d cui l h ricevuto. Si può dimostrre che nessun LSP pss due volte per lo stesso link lungo l stess direzione, quindi un LSP viene distribuito in l più 2L invii, dove L è il numero dei link Link-stte Numero di sequenz Per poter decidere se un LSP ricevuto è significtivo (contiene un informzione più recente di quell ttulmente nel nodo) ogni LSP deve contenere un numero di sequenz progressivo. Il numero di sequenz h vlore locle per ogni tipo di LSP (identificto d coppi ordint di nodi collegti d un line) Ogni volt che un nodo riceve un LSP più vecchio di quello in memori, lo elimin senz propgrlo. Link-stte Le sequenze relmente utilizzbili sono di lunghezz finit e quindi soggett d vvolgersi (wrpping) bloccndo l ggiornmento. Wrpped sequence number Per evitre il problem si può prendere un sequenz molto grnde (32 bit => ) e decidere che qundo due numeri distno troppo, il più piccolo si nche il più giovne. Per esempio supponendo che N si lunghezz dell sequenz, llor è più vecchio di b se» < b e b - < N/2 oppure se» > b e b - N/ Telemtic 3 - R. Boll 4

5 2. (v. 02) Link-stte L presenz di un numero di sequenz pone il problem dell inizilizzzione dell sequenz qundo un nodo si (ri)ttiv. Due sono i meccnismi dottti Invecchimento (Aging) Lollipop sequence spce Link-stte Invecchimento Prevede l inserimento di un cmpo di di nzinità nel LSP, che viene inizilizzto d un vlore (MAX_AGE) dl cretore del pcchetto. Ogni nodo copi in un conttore _AGE il vlore MAX_AGE e lo decrement periodicmente. Qundo in un router _AGE rggiunge zero, l corrispettiv informzione viene elimint dl DB e viene generto un LSP con nzinità zero, per forzre l stess operzione sugli ltri router. E difficile fissre un vlore ottimle per MAX_AGE (troppo corto: scde prim di essere stto sostituito; troppo lungo: un nodo che riprte deve ttendere lungo perché i nuovi pcchetti diventino significtivi) Link-stte Lollipop sequence spce Si trtt di un sequenz che si vvolge in modo prticolre (l boot l mcchin riprte d -N/2) -N/2 0 N/4 N/2- In questo cso è più vecchio di b se:» < 0 e < b o» > 0, < b e b - < N/4, o» > 0, b > 0, > b e b - > N/ Es. con N = Link-stte Lollipop sequence spce Qundo un nodo riceve un LSP con un numero di sequenz più vecchio di quello nel DB, lo comunic chi gli h invito il pcchetto fornendo nche l ultimo vlore di sequenz che vev memorizzto. Un nodo che riprte gener sempre un numero di sequenz più vecchio degli ltri e quindi i nodi vicini gli invino l ultimo vlore d lui usto d cui può riprtire ggiungendogli. In prtic i router vicini si comportno come un sort di memori distribuit Link-stte i sono lcune ltre considerzioni di criticità d fre Se l rete di prtizion per l cdut di un o più linee e le singole prti evolvono indipendentemente, qundo si ricollegno possono crersi problemi (loop). (Soluzione: scmbio fr nodi vicini di prti di DB) Se invece di un line, si rompe un nodo, non c è nessuno che propg l informzione. (Soluzione: pcchetti di Hello e nzinità mssim degli LSP nel DB) Bisogn proteggere gli LSP d corruzioni csuli o volute. Metriche e dinmic Metriche sttiche In genere si trtt di vlori inversmente proporzionli ll cpcità del link. L stticità f si che le linee minor velocità tendno d essere sotto-utilizzte. A 8 Mb/s 8 Mb/s 2 Mb/s inutilizzti B 8 Mb/s Pesi 8 Mb/s = 2 Mb/s = 4 2 Mb/s D Telemtic 3 - R. Boll 5

6 2. (v. 02) Metriche e dinmic Dinmiche Le metriche dipendenti dl trffico sono sicurmente più efficci, m comportno lcuni problemi. onsiderimo l sperimentzione vvenut su ARPAnet, dove in origine si er ust un metric proporzionle ll lunghezz delle code di uscit dei router, per fre lcune osservzioni:» L lunghezz (metric) derivv d un medi su un orizzonte (0 s). L durt dell orizzonte è critic: ort: troppi trnsienti; Lung: rete converge lentmente; L durt ottim non è omogene sull rete: dipende dlle cpcità dei link Metriche e dinmic» L dinmic del costo non deve essere lt: ltrimenti lcuni percorsi vengono completmente ignorti» L lunghezz dell cod è ust come predittore dell situzione futur del link: m linee con code lunghe non verrnno scelte nel futuro e quindi si scrichernno (specilmente quelle d lt cpcità) e vicevers.» L mncnz di restrizioni fr vlori successivi dei costi può generre oscillzioni significtive.» Il riclcolo qusi-sincrono delle tbelle tende rccogliere trffico su lcune linee Metriche e dinmic Metriche e dinmic L soluzione scelt per ARPAnet è stt: Metric mist cpcità-cod (sttic dinmic) dove crico bsso prevle l cpcità, crico lto l cod. osti con un dinmic ridott: vlori d 3. Mssim vrizione permess fr due successivi riclcoli: / Mpp dell metric A bsso crico si us un metric sttic che privilegi le linee veloci linee veloci linee lente 0.5 Ad lto crico si privilegi le linee scriche Rispost dell rete 2.33 Esprime il vlore del costo in funzione del crico sull line rico medio in funzione del vlore del costo su un singol line (un curv per ogni vlore del crico complessivo offerto ll rete) 2.34 Metriche e dinmic Utilizzzione Metric Rispost dell rete osto DVR e LSR Il confronto DV Routing (DVR) e LS Routing (LSR) è complesso, provimo distinguere diversi spetti: Velocità di convergenz» In genere si tende supporre che gli LSR convergno più rpidmente dei DVR, in prtic l velocità di convergenz dipende molto dll topologi dell rete e dlle crtteristiche del trffico. Volume di messggi di controllo» LS : con N nodi e A rchi richiedono lo scmbio di O(NA) messggi per ciscun nodo.» DV: deve solo scmbire i messggi con i propri vicini. Robustezz; se un nodo cominci funzionre mle:» LS: il nodo propg un costo sbglito, ogni nodo si clcol seprtmente l propri tbell» DV: il nodo propg un percorso sbglito, ogni tbell viene clcolt fcendo uso delle ltre Telemtic 3 - R. Boll 6

7 2. (v. 02) DVR e LSR Gerrchi I DVR sono non escludono l presenz di cicli priori, m con le opportune modifiche gli possono evitre efficcemente. Gli LSR, per contro, sono più complessi, devono fre uno sforzo significtivo per mntenere i DB congruenti (generndo nche un trffico di controllo più elevto) ed hnno Distnce Tble più grndi. Gli LSR possono usre più metriche diverse contempornemente. Gli LSR si prestno d essere estesi per supportre con le stesse tbelle rounting unicst e multicst i sono due rgioni importnti per le quli nelle reti di un cert dimensione si tende d usre meccnismi di instrdmento gerrchici: L sclbilità Per un numero di nodi elevto (WAN), indipendentemente dl tipo di lgoritmo, l complessità dell instrdmento e l dimensione delle RT diventno comunque eccessive (oltre l trffico di segnlzione). Per esempio, nel cso LS, con tnti rchi qunti nodi, si h un complessità di circ O(NlogN) ed un RT con con dimensione O(N), quindi # nodi RT lcoli O(3000) O( ) L utonomi mministrtiv Gerrchi Gerrchi - Autonomous Systems Internet distingue tre livelli gerrchici principli: Sottoreti o singoli domini di brodcst» All interno dei quli l instrdmento f uso dell ARP. Autonomous System (AS) In cui i protocolli di instrdmento prendono il nome di Interior Gtwy Protocol (IGP) e sono: RIP, IGRP e OSPF. Bckbone In cui i protocolli di instrdmento prendono il nome di Exterior Gtewy Protocol (EGP) e sono: EGP e BGP. Ulteriori livelli possono essere inseriti trmite lcuni protocolli (OSPF), o sfruttndo l route ggregtion Bckbone.b A. b A.c A d b c Autonomous System Border gtewy B. c b B 2.40 Gerrchi - Autonomous Systems Gerrchi - Autonomous Systems A.c.b b H A d A. b A.c c B. c b B H Telemtic 3 - R. Boll 7

8 2. (v. 02) Gerrchi Il prtizionmento è relizzto grzie ll gerrchizzzione degli indirizzi. L obiettivo è vere reltivmente pochi nodi per ogni livello (e re). Potenzilmente ogni livello può usre lgoritmi diversi L gerrchi non è strett, ossi il collegmento un re di un livello e il livello superiore può vvenire trmite più nodi (Border Gtwy, BG) i sono dei router che prtecipno ll instrdmento di livelli differenti. Alcuni indirizzi possono non essere omogenei con lo spzio di indirizzmento dell re/livello (questo diminuisce l efficci dell gerrchi). Gerrchi I diversi livelli non possono nscondersi reciprocmente tutte le informzioni: Ad es., per poter clcolre l instrdmento più opportuno, un nodo del livello 3 deve conoscere i costi per rggiungere i nodi del livello superiore. Allo stesso modo, un nodo di livello 4 deve conoscere i costi verso i nodi del livello 3. Queste conoscenze sono fornite trmite LSP prticolri (detti externl records e summry records) che contengono solo le destinzioni ed i costi per rggiungerle (non l topologi). In prtic le reti dei livelli superiori/inferiori vengono rppresentte come se i loro nodi fossero direttmente collegti i BG Routing Informtion Protocol (RIP) E un IGP originrimente progettto dll Xerox per l propri rete, introdotto dll Università di Berkley nell propri implementzione di TP/IP (BSD) E stto stndrdizzto con RF 058 nel 988, l versione 2 è descritt nel RF 723. E un DVR ed us un metric sttic: il costo di un percorso è il numero di hop (ossi di linee) di cui è composto (ossi ogni line costo ). Utilizz lo split horizon with poisonous reverse, e i triggered updte. Aggiorn l RT (trmite RIP response messge o RIP dvertisement) ogni 30 s. e elimin ogni vettore non ggiornto per 80 s consecutivi (considerndo l corrispondente line non più disponibile) Routing Informtion Protocol (RIP) H come vlore mssimo del costo 5, 6 corrisponde d infinito. Quindi non permette reti con percorsi con più di 5 router ttrversti. L limitzione di cui sopr è legt l ftto che per reti più grndi è troppo lento convergere (non ll dimensione del cmpo costo). Ne esistono due versioni, l second (RIPv2) consente l uso del IDR, ossi l route ggregtion, e l defult route. Lo scmbio di informzioni vviene ttrverso un protocollo di livello 4 (UDP) RIP RIP Port 520 Port 520 UDP UDP Protocol 7 Protocol 7 IP IP 2.46 Routing Informtion Protocol (RIP) Interior Gtewy Routing Protocol (IGRP) Sollecito per un DV Messggio di updte (nche su sollecito) ommnd Version Address Fmily ID IP Address Subnet Msk Next Hop Metric Usto per utenticzione Nel RIPv2 viene posto FFFF e viene ggiunto successivmente un cmpo pssword o 2 Usto solo in RIPv2 per distinguere fr percorsi interni ll AS ed esterni. Unused Route Tg Solo RIPv E nuovmente un DVR, m di tipo proprietrio; inftti è stto sviluppto dll ISO verso l metà degli nni 80 ed è disponibile solo sui suoi prodotti. Us un metric dinmic e sofistict (consider ritrdo, bnd, ffidbilità, lunghezz del pcchetto ed il crico) in cui il costo dell line viene composto trmite un somm pesto, i cui pesi sono impostbili dl gestore. Permette l suddivisione del crico su più linee (multipercorso). Us un meccnismo sofisticto per ccelerre l convergenz ed evitre i cicli Telemtic 3 - R. Boll 8

9 2. (v. 02) Open Shortest Pth First (OSPF) Nsce nel 990 con l RF 247 per sostituire il RIP rtteristiche fondmentli: protocollo perto, le specifiche sono di pubblico dominio, bsto sull lgoritmo Shortest Pth First (SPF). È un protocollo di tipo Link Stte utilizz i Link Stte Advertisements (LSA) per diffondere informzioni sull topologi dell rete. Un router OSPF utilizz le informzioni rccolte con gli LSA per clcolre il percorso ottimo (SPF) per ogni nodo 2.49 OSPF rtteristiche E stto relizzto per rispondere diverse esigenze: Open: ossi perto e non proprietrio. Sicurezz: gli scmbi fr router vengono utenticti, per proteggere gli ggiornmenti. Multi-metric: permette l uso di più metriche nche dinmiche e instrdmenti differenziti second, d esempio, del cmpo TOS. Multi-percorso: permette il bilncimento dei flussi su percorsi costo ugule. Multicst: support il multicst (M-OSPF) Gerrchico: support un gerrchi intern 2.50 OSPF Orgnizzzione dell rete Support tre tipi di connessione e reti Punto - punto fr router, Reti multiccesso con brodcst (LAN) Reti multiccesso senz brodcst (WAN pcchetto) Nel cso di LAN cui sono connessi più router, ne identific di riferimento (Designted Router, DR) per ridurre il trffico di LSP in brodcst sull LAN. R R2 H R3 H R2 R R3 Senz DR (n x (n-) brodcst) R2 R Designted Router R3 (Bckup DR) on DR (minor # di brodcst) 2.5 Open Shortest Pth First (OSPF) R9 R R2 R2 R3 LAN R R4 R0 R6 R5 R7 R8 I link uscenti d un LAN hnno costo nullo 2.52 Open Shortest Pth First (OSPF) OSPF Gerrchi 2.53 L entità più in lto nell gerrchi à l Autonomous System (AS), che è costituito d un insieme di reti con un unico mministrtore ed un comune strtegi di routing. Ogni AS può essere suddiviso in ree, ovvero gruppi di reti contigue e reltivi host. Router con interfcce multiple possono pprtenere più ree (Are Border Router). L topologi di un re non è visibile d entità esterne ll re stess. Mntenendo le topologie delle ree nscoste si riduce il trffico necessrio l protocollo. L re di bckbone è quell ll tutte le restnti ree dell AS devono essere collegte (è un sort ci centro stell) Telemtic 3 - R. Boll 9

10 2. (v. 02) Open Shortest Pth First (OSPF) AS Border Router (ASBR) D G Are Stub Are Internl Router Ad un ltro AS Are Bckbone A F Bckbone Router (BR) B K Virtul Link Ad un ltr re Are... Not So SA H Are Border Router (ABR) E Are Trnsit Are (SA) 2.55 Open Shortest Pth First (OSPF) Un re è definit Stub Are se h un solo Border Router, che è quindi l unic vi d ccesso ll rete estern ll re. iscun router nell rete conosce solmente il Border Router dell Stub Are. Non vengono propgti gli externl e i summry LSA. Restrizioni che crtterizzno le stub res: I link virtuli non possono ttrversre un Stub Are Non possono contenere un AS Boundry Router L instrdmento fr due ree viene relizzto in tre prti: Il percorso nell re sorgente fr l sorgente stess ed un Are Border Router. Il percorso fr i due ABR delle due ree trmite il bckbone Il percorso nell re destinzione fr l ABR che riceve il pcchetto dl bckbone e l destinzione. In prtic si forz un instrdmento stell in cui il bckbone rppresent il centro stell. Un Not So Stubby Are (NSSA) è più flessibile rispetto d un Stub Are: i router possono scmbirsi informzioni reltive d ltri protocolli di routing OSPF Gerrchi OSPF Heder L mministrtore di rete può crere uno o più link virtuli per sopperire d nomlie AS Are Bckbone Gigbit Ethernet SW Are 2 Are 3 Designted router router gusto Gigbit Ethernet SW to internet Point to point link link virtule ttivto dopo l rottur del bckbone 2.57 version type messge length checksum router ID re ID uthentiction dt uthentiction type rest of OSPF messge Version ( byte): versione OSPF. L versione corrente è l 2 Type ( byte): indic il tipo di pcchetto Vlue Pcket type Hello Pcket 2 Dtbse Description Pcket 3 Link Stte Request Pcket 4 Link Stte Updte Pcket 5 Link Stte Acknowledgment Pcket Messge length (2 bytes): indic l dimensione totle del pcchetto in bytes Router ID (4 bytes): identific in modo univoco il router che h generto il pcchetto (è uno degli indirizzi IP del router) 2.58 OSPF Heder OSPF Autenticzione Are ID (4 bytes): indic l re cui si riferisce il pcchetto. hecksum (2 bytes) Authentiction type (2 bytes): indic il tipo di utenticzione utilizzt dl pcchetto Vlue Authentiction type 0 Null uthentiction Pssword uthentiction 2 ryptogrphic uthentiction Authentiction dt (8 bytes): dti di utenticzione 2.59 Pssword uthentiction: il cmpo uthentiction dt contiene un pssword comune tutti i router comunicnti. Non protegge relmente d ttcchi perché l pssword non è criptt e viene trsmess in ogni pcchetto OSPF. Protegge però d mlfunzionmenti dovuti errte configurzioni. ryptogrphic uthentiction: Si trtt in sostnz di un verific dell utenticità ed integrità dell informzione ftt trmite l lgoritmo MD Telemtic 3 - R. Boll 0

11 2. (v. 02) OSPF Algoritmo I Prim fse: i router dicenti si scmbino gli hello pcket. iscun router gener tli pcchetti su tutti i link e le reti d esso collegti. Router Router Router Hello Hello Hello Hello OSPF Hello Pcket OSPF HEADER (24 bytes) hello intervl network msk options router ded intervl designted router bckup designted router neighbor neighbor 2... neighbor n priority Network msk (4 bytes): netmsk ssocit ll interfcci d cui viene emesso il pcchetto Hello intervl (2 bytes): indic ogni qunti secondi viene emesso un pcchetto di Hello Options ( byte) OSPF Hello Pcket Priority ( byte): iscun router è configurto con un priorità, che può vrire tr 0 e 255. Viene eletto Designted Router il router che h l priorità più lt (quindi un router con priorità 0 non potrà mi diventre DR). Router ded intervl (4 bytes): indic il tempo dopo cui il Router v considerto irrggiungibile. Designted router (4 bytes): indirizzo del DR (0 se non ncor definito). Bckup designted router (4 bytes): indirizzo del Bckup Designted Router (0 se non ncor definito). Neighbor n: list di router ID d cui è stto ricevuto il pcchetto di Hello negli ultimi Ded_Intervl secondi 2.63 OSPF Algoritmo II Second fse: Ogni router distribuisce le informzioni che h ricevuto trmite gli hello pckets l resto dell rete. Per fre questo relizz un flooding degli LSA con dei Link Stte Updte Pckets. I router devono invire esplicitmente un cknowledgment qundo ricevono un LS Updte Pcket specificndo tutti gli LSA confermti Router Link Stte Updte Router Terz fse: Link Stte Acknowledgmernt clcolo dei percorsi ottimi (Dijkstr) e ggiornmento delle tbelle di routing OSPF Link Stte Updte Pcket OSPF Link Stte Advertisement Heder LSA LSA n OSPF HEADER (24 bytes) number of dvertisements LSA Heder LSA Dt... LSA Heder LSA Dt Number of dvertisements (4 bytes): indic il numero di LSA contenuti nel pcchetto Link Stte Advertisement Heder (20 bytes) LS ge options LS type link stte ID dvertising router link stte sequence number link stte checksum length LS ge (6 bytes): viene incrementto di un unità ogni secondo fino d un mssimo di Ogni router deve ripetere gli LSA d esso generti ogni 800 s. Options ( byte) LS type ( byte): identific i diversi tipo di LSA: Vlue LSA type Router link 2 Network link 3 Summry link to network 4 Summry link to AS boundry router 5 Externl link 6 Group membership dvertisement 7 NSSA link 9 Opque link confined to locl network 0 Opque link confined to n re Opque link for n entire utonomous system Telemtic 3 - R. Boll

12 2. (v. 02) OSPF Link Stte Advertisement Heder OSPF Link Stte Advertisement Link stte ID (4 bytes): identific univocmente i link per ogni dvertising router. In genere i routers scelgono l indirizzo IP dell interfcci sul link come identifictivo. Advertising router (4 bytes): l ID del router che gener l dvertisement. LS sequence number (4 bytes): utilizzto per distinguere versioni successive dello stesso LSA. LS checksum (2 bytes): codice correzione di errore che copre l intero LSA eccetto il cmpo LS ge (Fletcher s checksum). Length (2 bytes): dimensione in bytes dell intero LSA inclusi i 20 bytes di heder Tipi di LSA Tipo : router links» Simile d un LSP trdizionle» ontiene informzioni su router dicenti e LAN collegte» Propgto solo ll interno dell re» Può essere generto e propgto d un bckbone router sul bckbone. In questo cso è simile d un trdizionle LSP di livello 2. omunic quli sono i bckbone routers. Router link, ripetuto per ogni link 0 N V 0 Number of links t W E B Link type TOS count link ID link dt Defult metric TOS vlue 0 TOS metric Ripetuto per ogni TOS 2.68 OSPF Link Stte Advertisement OSPF Link Stte Advertisement Tipi di LSA Tipo 2: network links» Simile d un trdizionle LSP generto per conto di un LAN» Generto d DR di un LAN» Elenc tutti i router presenti sull LAN» Propgto sul bckbone di bckbone router network msk ttched router ttched router 2 Tipi di LSA Tipo 3: network summry links» Informzioni di livello 2 propgte in un re» Generto d un re border router» Identific ltre reti interne ll AS m esterne ll re Tipo 4: AS summry links» Informzioni di livello 2 propgte in un re» Generto d un re border router» Identific gli AS border routers other ttched routers TOS vlue network msk TOS metric OSPF Link Stte Advertisement OSPF Link Stte Advertisement Tipi di LSA Tipo 5: externl links» Informzioni di livello 2 propgte tutti i routers dell AS» Generto d un AS border router» Identific quli destinzioni sono disponibili esternmente ll AS AS Bckbone FDDI Are FDDI Type 3 LSA Ripetuto per ogni TOS E 0 metric forwrding ddress externl route tg Are 2 Type 2 LSA Are 3 Designted router Type LSA Type 5 LSA 2.7 to internet 2.72 Telemtic 3 - R. Boll 2

13 2. (v. 02) OSPF Link Stte Advertisement Tipi di LSA Tipo 6: group membership dvertisements (supporto l multicst)» Generto dl designted router» Identific uno o più vertici ovvero percorsi verso destinzioni che fnno prte del gruppo» Il cmpo Link stte ID dell LSA heder viene utilizzto per indicre l indirizzo specifico del gruppo Ripetuto per ogni vertice vertex type vertex ID OSPF Link Stte Advertisement Tipi di LSA Tipo 7: NSSA dvertisements.» Port lo stesso tipo di informzioni di un externl LSA.» H lo stesso formto di un externl LSA. Tipo 9, 0, : Opque dvertisements.» onfinti rispettivmente ll rete locle, ll singol re e ll intero AS.» Destinti d usi futuri OSPF Aggiornmento dtbse OSPF Dtbse description pcket In genere un router viene introdotto in reti già funzionnti. Non è possibile ripetere tutto il meccnismo di inizilizzzione dell inter rete ogni volt che si si introduce un nuovo nodo. Un router eventulmente ggiunto deve ggncirsi ll rete ed pprenderene l topologi più velocemente possibile; per fre questo intergisce con i router vicini cui chiede di trsferirgli il proprio dtbse. Quindi, nel momento in cui due router si incontrno per l prim volt trmite gli hello pckets, si scmbino informzioni reltive i propri link stte dtbse OSPF heder interfce MTU options 0 I M M S dtbse description sequence number LSA Heder Flg I e M: permettono i vicini di scmbirsi dtbse description pckets multipli. Il primo di questi pcchetti h il flg I (initil) ttivo e i restnti pcchetti trnne l ultimo hnno ttivo il flg M (more). Flg MS: identific Mster e Slve (dtbse description pckets) LSA n Heder OSPF Link stte request pcket Ricevuto il set completo dei Dtbse description pckets, il router lo confront con il proprio link stte dtbse ed eventulmente richiede un ggiornmento l proprio vicino (link stte request pcket). Primo LSA richiesto Ultimo LSA richiesto OSPF heder LS type link stte ID dvertising router... LS type link stte ID dvertising router EGP - EGP Al più vecchio dei protocolli EGP è stto ssegnto lo stesso nome che distingue l ctegori: EGP. E un protocollo di stile DV che però non propg costi m solo informzioni di rggiungibilità. Non è in grdo di evitre cicli e quindi non può essere usto in topologie mglite m solo d lbero. L su struttur di riferimento è compost d ore Router (R) collegti fr loro d lbero. Ogni AS può essere collegto d un unico R e quindi ogni R f d centro stell per un gruppo di AS Telemtic 3 - R. Boll 3

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008 ANALISI REALE E COMPLESSA.. 2007-2008 1 Successioni e serie di funzioni 1.1 Introduzione In questo cpitolo studimo l convergenz di successioni del tipo n f n, dove le f n sono tutte funzioni vlori reli

Dettagli

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n.

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n. AUTOVALORI ED AUTOVETTORI Si V uno spzio vettorile di dimensione finit n. Dicesi endomorfismo di V ogni ppliczione linere f : V V dello spzio vettorile in sé. Se f è un endomorfismo di V in V, considert

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14)

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14) . Funzioni iniettive, suriettive e iiettive (Ref p.4) Dll definizione di funzione si ricv che, not un funzione y f( ), comunque preso un vlore di pprtenente l dominio di f( ) esiste un solo vlore di y

Dettagli

Macchine elettriche in corrente continua

Macchine elettriche in corrente continua cchine elettriche in corrente continu Generlità Può essere definit mcchin un dispositivo che convert energi d un form un ltr. Le mcchine elettriche in prticolre convertono energi elettric in energi meccnic

Dettagli

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è:

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è: Titolzione Acido Debole Bse Forte L rezione che vviene nell titolzione di un cido debole HA con un bse forte NOH è: HA(q) NOH(q) N (q) A (q) HO Per quest rezione l costnte di equilibrio è: 1 = = >>1 w

Dettagli

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile Corso di Anlisi Mtemtic Clcolo integrle per funzioni di un vribile Lure in Informtic e Comuniczione Digitle A.A. 2013/2014 Università di Bri ICD (Bri) Anlisi Mtemtic 1 / 40 1 L integrle come limite di

Dettagli

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio *

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio * www.solmp.it Le : gestione contbile ed iscrizione in bilncio * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Le sono esminte nei seguenti spetti: Il presente elborto è trtto d: definizione

Dettagli

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo Istituto di Antropologi dell Regi Università di Rom Vrizioni di sviluppo del lobo frontle nell'uomo pel Dott. SERGIO SERGI Libero docente ed iuto ll cttedr di Antropologi. Il problem dei rpporti di sviluppo

Dettagli

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi Mtemtic per l nuov mturità scientific A. Bernrdo M. Pedone 3 Questionrio Quesito 1 Provre che un sfer è equivlente i /3 del cilindro circoscritto. r 4 3 Il volume dell sfer è 3 r Il volume del cilindro

Dettagli

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma INTEGRALI IMPROPRI. Integrli impropri su intervlli itti Dt un funzione f() continu in [, b), ponimo ε f() = f() ε + qundo il ite esiste. Se tle ite esiste finito, l integrle improprio si dice convergente

Dettagli

Definizioni fondamentali

Definizioni fondamentali Definizioni fondmentli Sistem scisse su un rett 1 Un rett si ce orientt qundo su ess è fissto un verso percorrenz Dti due punti qulsisi A e B un rett orientt r, il segmento AB che può essere percorso d

Dettagli

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x Appunti elorti dll prof.ss Biondin Gldi Funzione integrle Si y = f() un funzione continu in un intervllo [; ] e si 0 [; ]; l integrle 0 f()d si definisce Funzione Integrle; si chim funzione integrle in

Dettagli

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) =

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) = Note ed esercizi di Anlisi Mtemtic - (Fosci) Ingegneri dell Informzione - 28-29. Lezione del 7 novembre 28. Questi esercizi sono reperibili dll pgin web del corso ttp://utenti.unife.it/dmino.fosci/didttic/mii89.tml

Dettagli

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo 232 Definizione ed ttitudini 232 Serie 233 Vrinti 233 Tollernze e giochi 234 Elementi di clcolo 236 Crtteristiche

Dettagli

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione 07 Guid ll progettzione Scelt tubzioni e giunti 2 tubi di misur [mm] Dimetro tubzioni unità esterne (A) Giunti 12Hp 1Hp 1Hp Selezionre il dimetro delle unità esterne dll seguente tbell Giunto Y tr unità

Dettagli

INTERCONNESSIONE CONNETTIVITÀ

INTERCONNESSIONE CONNETTIVITÀ EMC VMA AX 10K EMC VMAX 10K fornisce e un'rchitettu ur scle-out multi-controlller Tier 1 rele e che nsolidmento ed efficienz. EMC VMAX 10 0K utilizz l stess s grntisce lle ziende con stemi VMAX 20 0K e

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE Soluzioni di quesiti e prolemi trtti dl Corso Bse Blu di Mtemti volume 5 [] (Es. n. 8 pg. 9 V) Dell prol f ( ) si hnno le seguenti informzioni, tutte

Dettagli

Ing. Alessandro Pochì

Ing. Alessandro Pochì Dispense di Mtemtic clsse quint -Gli integrli Quest oper è distriuit con: Licenz Cretive Commons Attriuzione - Non commercile - Non opere derivte. Itli Ing. Alessndro Pochì Appunti di lezione svolti ll

Dettagli

METODO VOLTAMPEROMETRICO

METODO VOLTAMPEROMETRICO METODO OLTAMPEOMETCO Tle etodo consente di isrre indirettente n resistenz elettric ed ipieg l definizione stess di resistenz : doe rppresent l tensione i cpi dell resistenz e l corrente che l ttrers coe

Dettagli

Fatturiamo. Versione 5. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia email info@activeweb.it

Fatturiamo. Versione 5. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia email info@activeweb.it Ftturimo Versione 5 Mnule per l utente Active Softwre Corso Itli 149-34170 Gorizi emil info@ctiveweb.it Se questo documento ppre nell finestr del vostro browser Internet di defult, richimte il comndo Registr

Dettagli

Esercizi sulle serie di Fourier

Esercizi sulle serie di Fourier Esercizi sulle serie di Fourier Corso di Fisic Mtemtic,.. 3- Diprtimento di Mtemtic, Università di Milno Novembre 3 Sviluppo in serie di Fourier (esponenzile) In questi esercizi, si richiede di sviluppre

Dettagli

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1 M.Blconi e R.Fontn, Disense di conomi: 3) quilirio del consumtore L scelt di equilirio del consumtore ntegrzione del C. 21 del testo di Mnkiw 1 Prte 1 l vincolo di ilncio Suonimo che il reddito di un consumtore

Dettagli

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti Problemi di mssimo e minimo in Geometri olid Problemi su poliedri Indice dei problemi risolti In generle, un problem si riferisce un figur con crtteristice specifice (p.es., il numero dei lti dell bse)

Dettagli

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni:

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni: Mod. RED Sede di Domnd n. del Pensione n. ct. nto il stto civile bitnte Prov. CAP vi n. DICHIARA, sotto l propri responsbilità, che per gli nni: A B (brrre l csell reltiv ll propri situzione) NON POSSIEDE

Dettagli

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE G. Smmito, A. Bernrdo, Formulrio di mtemti Equzioni lgerihe F. Cimolin, L. Brlett, L. Lussrdi. EQUAZIONI ALGEBRICHE. Prinipi di equivlenz Si die identità un'uguglinz tr due espressioni ontenenti un o più

Dettagli

Appunti di Analisi matematica 1. Paolo Acquistapace

Appunti di Analisi matematica 1. Paolo Acquistapace Appunti di Anlisi mtemtic Polo Acquistpce 23 febbrio 205 Indice Numeri 4. Alfbeto greco................................. 4.2 Insiemi..................................... 4.3 Funzioni....................................

Dettagli

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Dispense CHIMICA GENERALE E ORGANICA (STAL) 010/11 Prof. P. Crloni EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Qundo si prl di rezioni di equilirio dei composti inorgnici, un considerzione prticolre viene rivolt lle

Dettagli

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi 11. Attività svolt dll Agenzi, risorse e spetti orgnizztivi 11.1 Attività istituzionle svolt i sensi dell Deliberzione istitutiv In un vlutzione complessiv delle ttività svolte dll Agenzi i sensi dell

Dettagli

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine YOGURT FATTO IN CASAA CON YOGURTIERA Lo yogurt ftto in cs è senz ltro un modoo sno per crere un limento eccezionlee per l nostr slute. Ricco di ltticii iut intestino fermenti il nostroo lvorre meglioo

Dettagli

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Cod. 1879.185M STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Crtteristiche tecniche Corpo in lluminio pressofuso Portello di chiusur vno cblggio/btterie in termoindurente Riflettore in lluminio vernicito binco Diffusore

Dettagli

10 Progetto con modelli tirante-puntone

10 Progetto con modelli tirante-puntone 0 Progetto con modelli tirnte-puntone 0. Introduzione I modelli tirnte-puntone (S&T Strut nd Tie) sono utilizzti per l progettzione delle membrture in c.. che non possono essere schemtizzte come solidi

Dettagli

Esempio Data la matrice E estraiamo due minori di ordine 3 differenti:

Esempio Data la matrice E estraiamo due minori di ordine 3 differenti: Minori di un mtrice Si A K m,n, si definisce minore di ordine p con p N, p

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione RELAZIONI E FUNZIONI Relzioni inrie Dti ue insiemi non vuoti e (he possono eventulmente oiniere), si ie relzione tr e un qulsisi legge he ssoi elementi elementi. L insieme A è etto insieme i prtenz. L

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

ESERCITAZIONI. I. 1)Una coppia ha già due figlie. Se pianificassero di avere 6 figli, con quale probabilità avranno una famiglia di tutte figlie?

ESERCITAZIONI. I. 1)Una coppia ha già due figlie. Se pianificassero di avere 6 figli, con quale probabilità avranno una famiglia di tutte figlie? ESERCITZIONI. I 1)Un coppi h già due figlie. Se pinificssero di vere 6 figli, con qule probbilità vrnno un fmigli di tutte figlie? ) 1/4 b)1/8 c)1/16 d)1/32 e)1/64 2)In un fmigli con 3 bmbini, qul e l

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Epigrafe. Premessa. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 (1).

Epigrafe. Premessa. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 (1). D.Lgs. 29-12-2006 n. 311 Disposizioni correttive ed integrtive l D.Lgs. 19 gosto 2005, n. 192, recnte ttuzione dell direttiv 2002/91/CE, reltiv l rendimento energetico nell'edilizi. Pubblicto nell Gzz.

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Introduzione alle reti e all architettura TCP/IP

Introduzione alle reti e all architettura TCP/IP Introduzione alle reti e all architettura TCP/IP Indice dei contenuti: 1) Introduzione alle reti Topologia di Internet e topologie di rete I mezzi fisici Il software di rete: architetture a livelli Reti

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE Eserizi dell lezione sull Geomeri Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ES ERCIZI SULL' IPERBOLE ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA. Determinre l equzione dell ironferenz

Dettagli

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata Comprzione delle performnce di 6 cloni di Gmy d ltitudine elevt 1 / 46 Motivzioni Selezione clonle IAR-4 Lo IAR-4 è stto selezionto in mbiente montno d un prticolre popolzione di mterile stndrd, dll qule

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

LE INTERSEZIONI Dispense didattiche di TOPOGRAFIA

LE INTERSEZIONI Dispense didattiche di TOPOGRAFIA lsse qurt Docente: In. Ntt MODULO I: IL RILIEVO TOOGRFIO UD I: L INQUDRMENTO ON LE RETI - INTERSEZIONI LE INTERSEZIONI Dispense didttiche di TOOGRFI r M unto di ollins O s θ 00 O d O d 00 θ θ ω ' ω θ c'

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI

GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI GUIDA ll ASSUNZIONE e ll CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI Aggiornt l 31 gennio 2015 PROGRAMMA POT Pinificzione Territorile Opertiv PROGRAMMA POT Pinificzione

Dettagli

Codici bifissi ed insiemi Sturmiani

Codici bifissi ed insiemi Sturmiani Università degli Studi di Plermo Fcoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Lure Specilistic in Mtemtic Codici ifissi ed insiemi Sturmini Studente Frncesco Dolce Reltore Prof. Antonio Restivo Anno Accdemico

Dettagli

Determinare la grandezza della sottorete

Determinare la grandezza della sottorete Determinare la grandezza della sottorete Ogni rete IP possiede due indirizzi non assegnabili direttamente agli host l indirizzo della rete a cui appartiene e l'indirizzo di broadcast. Quando si creano

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

Strato di rete. Argomenti: Obiettivi:

Strato di rete. Argomenti: Obiettivi: Strato di rete Obiettivi: Principi e servizi dello strato di rete: Routing (selezione del cammino da host sorg. (. dest a host Problemi di scala Come funziona un router Implementazione in Internet Argomenti:

Dettagli

4. Trasporto pubblico non di linea: taxi e noleggio con conducente (NCC)

4. Trasporto pubblico non di linea: taxi e noleggio con conducente (NCC) 4. Trsporto pubblico non di line: txi e noleggio con conducente (NCC) L domnd di mobilità dei cittdini incontr un corrispondente offert delle diverse modlità di trsporto, sull bse delle crtteristiche degli

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI

PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI Codice civile: I crediti devono essere iscritti secondo il vlore presumibile di relizzzione; quindi già l netto dell svlutzione derivnte dl monitorggio di ciscun

Dettagli

VERIFICA DI UN CIRCUITO RESISTIVO CONTENENTE PIÙ GENERATORI CON UN TERMINALE COMUNE E SENZA TERMINALE COMUNE.

VERIFICA DI UN CIRCUITO RESISTIVO CONTENENTE PIÙ GENERATORI CON UN TERMINALE COMUNE E SENZA TERMINALE COMUNE. FCA D UN CCUTO SSTO CONTNNT PÙ GNATO CON UN TMNAL COMUN SNZA TMNAL COMUN. Si verifino quttro iruiti on due genertori: genertori on polrità onorde e un terminle omune genertori on polrità disorde e un terminle

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

Metodi d integrazione di Montecarlo

Metodi d integrazione di Montecarlo Metodi d itegrzioe di Motecrlo Simulzioe l termie simulzioe ell su ccezioe scietific h u sigificto diverso dll ccezioe correte. Nell uso ordirio è sioimo si fizioe; ell uso scietifico è sioimo di imitzioe,

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

Vietata la pubblicazione, la riproduzione e la divulgazione a scopo di lucro.

Vietata la pubblicazione, la riproduzione e la divulgazione a scopo di lucro. Viett l pubbliczione, l riprouzione e l ivulgzione scopo i lucro. GA00001 Qul è l mpiezz ell ngolo che si ottiene ) 95 b) 275 c) 265 ) 5 b sottreno 85 un ngolo giro? GA00002 Due ngoli ll circonferenz che

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA

IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA n u m e r o m o n o g r f i c o IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA PREMESSA Nell Comuniczione dell Commissione Europe del 3 luglio 2008, intitolt Migliorre le competenze per il 21 secolo: un ordine del

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

ESERCIZI SUI PRODOTTI NOTEVOLI. ESERCIZI SUL M.C.D. E m.c.m. ESERCIZI SUL RACCOGLIMENTO A FATTOR COMUNE ERCIZI SURUFFINI

ESERCIZI SUI PRODOTTI NOTEVOLI. ESERCIZI SUL M.C.D. E m.c.m. ESERCIZI SUL RACCOGLIMENTO A FATTOR COMUNE ERCIZI SURUFFINI Esercii dell leione di Alger di se ESERCIZI SUI PRODOTTI NOTEVOLI ESERCIZI SUL M.C.D. E m.c.m. ESERCIZI SUL RACCOGLIMENTO A FATTOR COMUNE ES ES ERCIZI SURUFFINI ERCIZI SULLE SEMPLIFICAZIONI DI FRAZIONI

Dettagli

Grazie. Normativa sulle emissioni dell'epa. Avviso relativo alla garanzia. Servizio "Mercury Premier"

Grazie. Normativa sulle emissioni dell'epa. Avviso relativo alla garanzia. Servizio Mercury Premier Grzie per vere cquistto uno dei migliori motori fuoribordo sul mercto che si rivelerà un ottimo investimento per l nutic d diporto. Il fuoribordo è stto fbbricto d Mercury Mrine, leder internzionle nel

Dettagli

NOME BUBBICO ROCCO LUIGI CODICE FISCALE

NOME BUBBICO ROCCO LUIGI CODICE FISCALE Riservto ll Poste itline Sp N. Protocollo t di presentzione UNI CONORME AL PROVVEIMENTO AGENZIA ELLE ENTRATE EL 000 E SUCCESSIVI PROVVEIMENTI Periodo d'impost 0 COGNOME COICE ISCALE Informtiv sul trttmento

Dettagli

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+...

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+... Setup delle ConnessioniTCP Una connessione TCP viene instaurata con le seguenti fasi, che formano il Three-Way Handshake (perchè formato da almeno 3 pacchetti trasmessi): 1) il server si predispone ad

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Una trasformazione geometrica del piano in sé è una corrispondenza biunivoca tra i punti del piano: ( ) , :,

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Una trasformazione geometrica del piano in sé è una corrispondenza biunivoca tra i punti del piano: ( ) , :, TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Un rsforzione geoeric del pino in sé è un corrispondenz iunivoc r i puni del pino P P, P P P è l igine di P rispeo ll rsforzione. Ad ogni puno P(,) corrisponde uno ed un solo

Dettagli

v999999999 Italià (més grans de 25 anys) Aferrau una etiqueta identificativa Convocatòri a 2015 de codi de barres Model 1

v999999999 Italià (més grans de 25 anys) Aferrau una etiqueta identificativa Convocatòri a 2015 de codi de barres Model 1 Aferru un etiquet identifictiv v999999999 de codi de brres Itlià (més grns de 25 nys) Model 1 Not 1ª Not 2ª Aferru l cpçler d exmen un cop cbt l exercici Puntució: preguntes vertder/fls: 1 punt; preguntes

Dettagli

Sommario GIOVANI... 5 DONNE... 7. iscritti nelle liste. di mobilità IRAP... 24. Basilicataa. Piemontee Sicilia Toscana.

Sommario GIOVANI... 5 DONNE... 7. iscritti nelle liste. di mobilità IRAP... 24. Basilicataa. Piemontee Sicilia Toscana. lle ASSUN ZIONI AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIO NI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALII Guid 2013 PROGRAMMAA POT Pinificzione territorile opertiv Aggiornt l 31 dicembre 20133 Sommrio PRINCIPI GENERALI... 4 GIOVANI...

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Routers and Routing process explanation through the Network Address Translation

Routers and Routing process explanation through the Network Address Translation Routers and Routing process explanation through the Network Address Translation 0x100 Router 0x110 Cos è? Quello che nel gergo informatico viene chiamato Router (o Switch Router) è un dispositivo di rete

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

a Crediamo nel concetto di cucina a chilometro zero e nei prodotti di stagione, crediamo nel rispetto dell ambiente e delle tradizioni.

a Crediamo nel concetto di cucina a chilometro zero e nei prodotti di stagione, crediamo nel rispetto dell ambiente e delle tradizioni. Credimo nel concetto di cucin chilometro zero e nei prodotti di stgione, credimo nel rispetto dell mbiente e delle trdizioni. L nostr propost enogstronomic è bst sull riscopert delle ricette più semplici

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ai sensi dell art. 26 della Legge 116/2014

ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ai sensi dell art. 26 della Legge 116/2014 ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI i sensi dell rt. 26 dell Legge 116/2014 (c.d. Legge Copetitività ) Ro, 3 novebre 2014 Indice 1. Contesto

Dettagli

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it)

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it) I rdicli Cludio CANCELLI (www.cludioccelli.it) Ed..0 www.cludioccelli.it Dec. 0 I rdicli INDICE DEI CONTENUTI. I RADICALI... INDICE DI RADICE PARI...4 INDICE DI RADICE DISPARI...5 RADICALI SIMILI...6 PROPRIETA

Dettagli

LA PREVISIONE DELLE TEMPERATURE MINIME IN TEMPO REALE:

LA PREVISIONE DELLE TEMPERATURE MINIME IN TEMPO REALE: LA PREVISIONE DELLE TEMPERATURE MINIME IN TEMPO REALE: DAI MODELLI TRADIZIONALI AI NUOVI APPROCCI REAL-TIME TEMPERATURE MINIMUM PREDICTION: FROM TRADITIONAL MODELS TO NEW APPROACHES Stefno Dll Nor 1, Emnuele

Dettagli

Il modello relazionale. Il Modello Relazionale. Il modello relazionale. Relazione. Dominio. Esempio

Il modello relazionale. Il Modello Relazionale. Il modello relazionale. Relazione. Dominio. Esempio Il Moello elzionle Proposto E. F. o nel 1970 per vorire l inipenenz ei ti e reso isponiile ome moello logio in DM reli nel 1981 si s sul onetto mtemtio i relzione, questo ornise l moello un se teori he

Dettagli

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N Operzioi fodetli i - 1 Le operzioi fodetli i Bsic Arithetic Opertios i I geerle u operzioe è u procedieto che due o più ueri, dti i u certo ordie e detti terii dell'operzioe, e ssoci u ltro, detto risultto

Dettagli

Catalogo generale Process Heat 2014 /15. La soluzione giusta per ogni applicazione. We know how. Versione 4.0

Catalogo generale Process Heat 2014 /15. La soluzione giusta per ogni applicazione. We know how. Versione 4.0 Ctlogo generle Process Het 2014 /15 L soluzione giust per ogni ppliczione. Versione 4.0 We know how. Leister Technologies AG, Corporte Center, Kegiswil, Schweiz Leister Technologies AG, Stilimento di produzione,

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA Modello 9/11 DIHIRZIONE DI INIZIO TTIVITÀ, VRIZIONE DTI O ESSZIONE TTIVITÀ I FINI IV (IMPRESE INDIVIDULI E LVORTORI UTONOMI) Informativa sul dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del

Dettagli

GARR WS9. OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità. Roma 17 giugno 2009

GARR WS9. OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità. Roma 17 giugno 2009 GARR WS9 OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità Roma 17 giugno 2009 Mario Di Ture Università degli Studi di Cassino Centro di Ateneo per i Servizi Informatici Programma Cluster Linux

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Ricerca Operativa Branch-and-Bound per problemi di Programmazione Lineare Intera

Ricerca Operativa Branch-and-Bound per problemi di Programmazione Lineare Intera Ricerca Operativa Branch-and-Bound per problemi di Programmazione Lineare Intera L. De Giovanni AVVERTENZA: le note presentate di seguito non hanno alcuna pretesa di completezza, né hanno lo scopo di sostituirsi

Dettagli

Appunti di Sistemi Operativi. Enzo Mumolo e-mail address :mumolo@units.it web address :www.units.it/mumolo

Appunti di Sistemi Operativi. Enzo Mumolo e-mail address :mumolo@units.it web address :www.units.it/mumolo Appunti di Sistemi Operativi Enzo Mumolo e-mail address :mumolo@units.it web address :www.units.it/mumolo Indice 1 Cenni su alcuni algoritmi del Kernel di Unix 1 1.1 Elementi di Unix Internals.................................

Dettagli

Imola Prontuario di configurazioni di base

Imola Prontuario di configurazioni di base Imola Prontuario di configurazioni di base vers. 1.3 1.0 24/01/2011 MDG: Primo rilascio 1.1. 31/01/2011 VLL: Fix su peso rotte 1.2 07/02/2011 VLL: snmp, radius, banner 1.3 20/04/2011 VLL: Autenticazione

Dettagli

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute DNS: Domain Name System I name DNS Persone: identificatori: CF, nome, Numero di Passaporto Host e router Internet: Indirizzo IP ( bit) - usato per instradare i pacchetti nome, per es., massimotto.diiie.unisa.it

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

DI D AGRA R MM M I M A BLOCC C H C I TEORI R A E D D E SERC R I C ZI 1 1

DI D AGRA R MM M I M A BLOCC C H C I TEORI R A E D D E SERC R I C ZI 1 1 DIAGRAMMI A BLOCCHI TEORIA ED ESERCIZI 1 1 Il linguaggio dei diagrammi a blocchi è un possibile formalismo per la descrizione di algoritmi Il diagramma a blocchi, o flowchart, è una rappresentazione grafica

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli