Marco Greco

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Marco Greco"

Transcript

1 Marco Greco

2 Dal latino sub hasta Meccanismo di scambio Insieme esplicito di regole che determinano l allocazione delle risorse e la formazione dei prezzi

3 Se l offerente non conosce esattamente il valore dell oggetto Se le controparti hanno più informazioni private sull oggetto (Es. vinile di Lucio Battisti su Ebay) - Tutela l offerente Anche se il prezzo di partenza è basso, il meccanismo lo fa alzare - E efficiente Il bene va a chi lo valuta di più - Durata limitata, comprensibile, trasparente Asta per la vendita vs Asta per l acquisto

4 Venditore (seller) Proprietario dell oggetto, definisce le regole dell asta, ma non partecipa Acquirenti (bidder) Partecipa all asta, rilanciando per acquistare il bene Banditore (auctioneer) Conduce l asta, ottiene il pagamento dei diritti d asta dal venditore e dall acquirente

5 Numero di compratori e venditori Competizione MERCATO Comparabile Bilaterale ASTE Forte asimmetria (eccezion fatta per le doubleauction) One-sided (solo i bidder competono tra loro)

6 Caratteristica Asta Negoziato Regole Rigorose e note a tutti Quasi mai rigorose Tempi Certi o limitati Quasi mai certi Assegnazione del bene Spesso efficiente (il bene va a chi lo valuta di più) Dipendente dalle tecniche negoziali adottate Interazione One-sided Bidirezionale Possibilità di Potenziale integrativo Nullo condurre negoziati integrativi Variabile, grazie Oggetto dell asta / Definito all inizio all introduzione di del negoziato dell asta aggiunte in itinere

7 Fase V C B Definizione delle regole dell asta Pubblicità dell asta Raccolta dei compratori Raccolta delle offerte Proclamazione del vincitore Consegna dell oggetto e pagamento

8 Prezzo di aggiudicazione Prezzo a cui viene aggiudicato l'oggetto Prezzo di abbandono Prezzo limite oltre il quale un acquirente abbandona l asta Prezzo di riserva Prezzo minimo per cui si conclude la vendita, è stabilito dal venditore prima dell asta Prezzo di incanto (o base d asta) Prezzo di partenza della vendita, deciso dal banditore Prezzo di stima (ove presente) Esplicitato nel catalogo, generalmente è indicato un valore minimo e un valore massimo di stima

9 Un bene indivisibile (caso comune) Es. Quadro m beni identici Es. Stock di rose m beni diversi (asta combinatoria) Es. Abbigliamento di taglie e modelli diversi Porzione di un bene divisibile (tender offer) Es. Porzione di appezzamento di terra

10 Asta aperta Asta chiusa (ad invito) Asta vincolata Es. presentazione di garanzie Iscrizioni ad albi Aumentare la selezione degli acquirenti Massimizzare il profitto del venditore

11 Scritta (segreta) Busta chiusa Busta chiusa ripetuta Orale (pubblica e ripetuta) Telematica

12 All acquirente che fa l offerta con il prezzo più alto All acquirente che fa l offerta migliore

13 Al primo prezzo Al secondo prezzo

14 Minimo incremento di prezzo consentito Dinamica temporale dei rilanci Entro x dal precedente, o entro la fine dell asta Durata dell asta Regole anti-rivendita Regole anti-collusione

15 A valore privato Ogni acquirente stabilisce un valore all oggetto sulla base di una propria valutazione privata e indipendente Es. cimelio di famiglia A valore comune L oggetto ha un valore misurabile, ma non osservabile. Ciascun acquirente fa una stima, che può variare se si hanno informazioni sulle stime degli altri acquirenti Es. giacimento petrolifero A valore privato correlato Ogni acquirente stabilisce un valore all oggetto anche sulla base delle valutazioni effettuate dagli altri acquirenti Es. opera d arte

16 Asta inglese Asta olandese Asta yankee Asta ad offerta chiusa di primo prezzo OCPP Asta ad offerta chiusa di secondo prezzo OCSP Anche detta Vickrey auction

17 1. Prezzo di incanto 2. Iterativamente, gli aspiranti compratori rilanciano 3. Si aggiudica l asta colui che ha fatto l ultimo rilancio, al prezzo dell ultimo rilancio Prezzo finale prossimo al valore effettivo (alto scambio di informazioni) Rischio maledizione del vincitore Video Asta

18 Tre compratori razionali: A, B, C Prezzi di abbandono: P(A)= P(B) = P(C)= Rilancio minimo di 1 Chi si aggiudica l asta? A quanto? B,

19 1. Il banditore assegna un prezzo d incanto elevato 2. Ad intervalli regolari, diminuisce il prezzo 3. Il primo acquirente che accetta si aggiudica l asta Veloce, utile per beni deperibili Rischio di maledizione del vincitore Minimo scambio di informazioni

20 Tre compratori razionali, avversi al rischio: A, B, C Prezzi di abbandono: P(A)= P(B) = P(C)= Prezzo d incanto: Decremento: 500 al minuto Chi si aggiudica l asta? A quanto? B,

21 Oggetto divisibile Prezzo di incanto unitario molto elevato Diminuzione ad intervalli regolari del prezzo di incanto Il primo acquirente che chiede una porzione al prezzo cui si è arrivati, si aggiudica la porzione a quel prezzo Si va avanti fino al completo esaurimento della risorsa divisibile

22 Diversi compratori possono pagare lo stesso bene a prezzi diversi Rischio di maledizione del vincitore Es. Vendita di 200 ettari in Toscana Prezzo di mercato: /ha Prezzo di incanto: /ha Decremento di 250 al minuto

23 Consegna di offerte (confidenziali) in busta chiusa al banditore Si aggiudica l asta colui che ha fatto l offerta migliore, alle condizioni della sua offerta Scambio di informazioni minimo Rischio di maledizione del vincitore

24 Tre compratori razionali, avversi al rischio: A, B, C Prezzi di abbandono: P(A)= P(B) = P(C)= Chi si aggiudica l asta? A quanto? B,

25 Consegna di offerte (confidenziali) in busta chiusa al banditore Si aggiudica l asta colui che ha fatto l offerta migliore, alle condizioni della seconda offerta migliore Scambio di informazioni minimo Rischio di maledizione del vincitore (sopravvalutazione della propria offerta)

26 Tre compratori razionali, avversi al rischio: A, B, C Prezzi di abbandono: P(A)= P(B) = P(C)= Chi si aggiudica l asta? A quanto? B,

27 Un asta è efficiente se l oggetto viene venduto all utente che lo valuta di più Quali tra le aste osservate sono sempre efficienti? Asta inglese Asta olandese Asta chiusa di primo prezzo Asta chiusa di secondo prezzo

28 Fonte: D Antoni (1996) Teoria dei meccanismi d asta e assegnazione delle frequenze per le telecomunicazioni: il caso deli USA (p. 11)

29 L efficienza ed i ricavi aumentano in presenza di aste in cui ci può aggiudicare un insieme di beni (con sinergie positive tra loro), rispetto a quelle in cui vengono messi all asta singolarmente I ricavi aumentano all aumentare dei compratori Il surplus dei compratori diminuisce all aumentare dei compratori Chow & Yavas, 2008

30 Aste All-pay Es. aste di beneficienza o di finanziamento Aste Buy-out Prezzi di buy-out temporanei o permanenti Aste senza prezzo di riserva Asta Walrasiana (Double Auction) Molti venditori e molti compratori Meccanismo simile a quello usato nella Borsa

31 Hp: oggetto dell asta a valore privato Asta inglese: Fare offerta appena superiore al rilancio precedente Abbandonare se si supera il proprio prezzo di abbandono Asta chiusa di secondo prezzo: Fare offerta pari al proprio prezzo di abbandono

32 Se l oggetto dell asta è a valore privato, l asta inglese e quella chiusa di secondo prezzo sono strategicamente equivalenti L asta olandese e l asta chiusa di primo prezzo sono sempre strategicamente equivalenti (isomorfe)

33 Collusione tra compratori ( Ring ) Contromosse: alzare prezzo di riserva o vincolare la rivendita Partecipazione indiretta (prestanome) Diffusione di informazioni false

34 Se l asta è a valore privato Acquirenti neutrali al rischio Acquirenti avversi al rischio Inglese OCSP Olandese OCPP Olandese OCPP > Inglese OCSP Se l asta è a valore privato correlato Inglese > OCSP > Olandese OCPP

35 Rialzo del prezzo di riserva in corso d asta Phantom bidders Inserire oggetti di scarso valore all interno di aste importanti Diffusione di informazioni tendenziose Falsificare il prezzo della seconda offerta, in un asta OCSP

36 Coinvolgimento elevato che spinge a fare overbidding Set your buying limit before the auction starts DON T get bidding fever, if the item goes above your limit, FORGET it! ( Particolarmente presente se la valutazione dell oggetto è privata, ma incerta Ehrhart, et al. 2008

Aste a valore privato, comune e affiliato

Aste a valore privato, comune e affiliato Aste a valore privato, comune e affiliato Siano: V i = il valore di mercato che il bidder i assegna al bene v i = la valutazione soggettiva del bene, da parte dell i-esimo bidder In un asta a valore privato,

Dettagli

I prezzi significativi in un asta

I prezzi significativi in un asta I prezzi significativi in un asta prezzo di incanto: prezzo deciso dalla casa d asta, da cui iniziano le offerte. prezzo di riserva: cifra minima di vendita, stabilita prima dell asta tra il venditore

Dettagli

Parte I Meccanismi d asta

Parte I Meccanismi d asta Corso di Analisi dei mercati artistici II a.a. 2005-2006 Prof. Stefania Funari Parte I Meccanismi d asta Perché può essere interessante studiare i meccanismi d asta Un grande volume di transazioni economiche

Dettagli

INTERNET AUCTIONS. Aspetti istituzionali ed una introduzione alla letteratura

INTERNET AUCTIONS. Aspetti istituzionali ed una introduzione alla letteratura INTERNET AUCTIONS Aspetti istituzionali ed una introduzione alla letteratura Dati sull e-commerce (2005): oltre 135 milioni di persone hanno acquistato DVD e/o videogames; quasi 135 milioni hanno fatto

Dettagli

Elencazione dei fatti stilizzati che caratterizzano le aste collusive.

Elencazione dei fatti stilizzati che caratterizzano le aste collusive. Aste collusive ondotta cooperativa dei bidders: massimizzazione del profitto atteso congiunto. Elencazione dei fatti stilizzati che caratterizzano le aste collusive. 1. I cartelli collusivi (rings) presentano

Dettagli

Perchè un asta? Lezione 15. Tipi di aste. Tipi di aste. Tipi di aste. Tipi di aste. Aste

Perchè un asta? Lezione 15. Tipi di aste. Tipi di aste. Tipi di aste. Tipi di aste. Aste Perchè un asta? Lezione 15 Aste Una delle forme più antiche di mercato. Arte, immobili pubblici, licenze telefoniche, frutta, e-bay E spesso difficile scoprire quanto potenziali acquirenti valutino effettivamente

Dettagli

La teoria delle aste: introduzione

La teoria delle aste: introduzione 1 La teoria delle aste: introduzione 7 In uno scambio, spesso, le parti contraenti non posseggono lo stesso livello di conoscenza, ma è probabile che una delle due conosca qualcosa che l altra ignora.

Dettagli

Concorrenza per il mercato

Concorrenza per il mercato Schema 8 Concorrenza per il mercato Se non è possibile ottenere un grado sufficiente di contendibilità, ma allo stesso tempo l impresa pubblica non è sufficientemente efficiente, si possono utilizzare

Dettagli

GLI APPALTI PUBBLICI IN ITALIA E LA TEORIA DELLE ASTE

GLI APPALTI PUBBLICI IN ITALIA E LA TEORIA DELLE ASTE Lezione nel corso di Imposte, Incentivi fiscali e Appalti, Università di Bergamo GLI APPALTI PUBBLICI IN ITALIA E LA TEORIA DELLE ASTE Stefano Lucarelli NOZIONE DI APPALTO Le direttive comunitarie definiscono

Dettagli

INTERNET AUCTIONS. Aspetti istituzionali ed una introduzione alla letteratura

INTERNET AUCTIONS. Aspetti istituzionali ed una introduzione alla letteratura INTERNET AUCTIONS Aspetti istituzionali ed una introduzione alla letteratura E-commerce: i settori DVD e/o videogames; prenotazioni aeree; articoli di abbigliamento/accessori/scarpe; scaricare musica e/o

Dettagli

LA TEORIA DELLE ASTE: LA MATEMATICA DELLE PROCEDURE COMPETITIVE (L.M. QUATTROCCHIO)

LA TEORIA DELLE ASTE: LA MATEMATICA DELLE PROCEDURE COMPETITIVE (L.M. QUATTROCCHIO) LA TEORIA DELLE ASTE: LA MATEMATICA DELLE PROCEDURE COMPETITIVE (L.M. QUATTROCCHIO) 1. Premessa. L utilizzo delle aste ha origini antichissime: la prima testimonianza storica ci è fornita da Erodoto nel

Dettagli

concorrenza perfetta vs. monopolio

concorrenza perfetta vs. monopolio Lezione di Giacomo Degli Antoni, 20-3- 13 concorrenza perfetta vs. monopolio (Cap. 3 e 4 Carlton - Perloff) Piano della lezione Caratteristiche principali della concorrenza perfetta Caratteristiche principali

Dettagli

Capitolo 2 Domanda e offerta

Capitolo 2 Domanda e offerta Capitolo 2 Domanda e offerta CURVE DELLA DOMANDA E DELL OFFERTA Un mercato è costituito dall insieme dei compratori e dei venditori di un bene o servizio Gli strumenti fondamentali per lo studio di un

Dettagli

ASTE. 1. Classificazione delle Aste

ASTE. 1. Classificazione delle Aste ASTE Sono una delle forme più antiche di mercato e servono per lo scambio di molte merci: fiori e frutta, opere d arte, titoli pubblici (BOT, CCT, ecc.), beni di proprietà pubblica, beni vari attraverso

Dettagli

MANUALE D USO nuovi utenti registrati ogni anno lotti venduti visite giornaliere compratori nel mondo

MANUALE D USO nuovi utenti registrati ogni anno lotti venduti visite giornaliere compratori nel mondo MANUALE D USO www.industrialdiscount.it 50.000 nuovi utenti registrati ogni anno 11.000 lotti venduti 20.000 visite giornaliere 400.000 compratori nel mondo INDICE Introduzione alla guida...pag. 03 1.

Dettagli

CAPITOLO 1 MODELLO DOMANDA-OFFERTA, ELASTICITÀ DELLA DOMANDA E DELL OFFERTA EAI PROF. PAOLO COLLACCHI - DOTT. RICCARDO CORATELLA 2

CAPITOLO 1 MODELLO DOMANDA-OFFERTA, ELASTICITÀ DELLA DOMANDA E DELL OFFERTA EAI PROF. PAOLO COLLACCHI - DOTT. RICCARDO CORATELLA 2 CAPITOLO 1 MODELLO DOMANDA-OFFERTA, ELASTICITÀ DELLA DOMANDA E DELL OFFERTA EAI 2014-2015 - PROF. PAOLO COLLACCHI - DOTT. RICCARDO CORATELLA 2 IL MERCATO I soggetti economici possono essere classificati

Dettagli

Discriminazione del prezzo

Discriminazione del prezzo Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di studi CLEA Anno accademico 2012/13 Discriminazione del prezzo Ornella Wanda Maietta maietta@unina.it Sommario 1. La discriminazione di prezzo di primo

Dettagli

STRUTTURA DELLE RETI SOCIALI ASTE. Vincenzo Auletta Università di Salerno

STRUTTURA DELLE RETI SOCIALI ASTE. Vincenzo Auletta Università di Salerno STRUTTURA DELLE RETI SOCIALI ASTE Vincenzo Auletta Università di Salerno ASTE Le aste (auctions) sono un altro importante ambito in cui possiamo applicare il framework della teoria dei giochi Come devo

Dettagli

Capitolo 7 Organizzazione e comportamento dell impresa

Capitolo 7 Organizzazione e comportamento dell impresa Capitolo 7 Organizzazione e comportamento dell impresa Trasparenti tratti, con modifiche e integrazioni, da: David Begg, Stanley Fischer e Rudiger Dornbusch, Economia, cap.7 McGraw-Hill, 2001 La teoria

Dettagli

Procurement Pubblico: opportunità di sviluppo delle PMI Paolo Moretti

Procurement Pubblico: opportunità di sviluppo delle PMI Paolo Moretti Paolo Moretti OBIETTIVO Individuare gli elementi di sinergia fra la domanda pubblica di beni e servizi e le strategie di sviluppo delle PMI ARGOMENTI Tipologie di strategie di PMI Innovazione e PMI Innovazione

Dettagli

Introduzione all economia

Introduzione all economia Introduzione all economia 03.III.2009 Un analisi induttiva Lo scopo della lezione è di presentare i meccanismi di base che regolano il funzionamento di un mercato Per farlo, partiremo dall analisi di un

Dettagli

INTERVENTI di. APPROFONDIMENTI di. SAGGI di. G. Giappichelli Editore Torino

INTERVENTI di. APPROFONDIMENTI di. SAGGI di. G. Giappichelli Editore Torino Diretta da LUCIANO M. QUATTROCCHIO 3-2016 INTERVENTI di L.M. Quattrocchio, M. Cugno, A. Cugno, S. Ruoppolo D. Monteleone, A. Franco, L. Caramello, C. Marino, B. Conca, A.F. Morone APPROFONDIMENTI di F.

Dettagli

DAL BANDITORE ALLA RETE: LE INTERNET AUCTIONS TRA RISULTATI TRADIZIONALI E NUOVI SPUNTI TEORICI di Lucia Parisio

DAL BANDITORE ALLA RETE: LE INTERNET AUCTIONS TRA RISULTATI TRADIZIONALI E NUOVI SPUNTI TEORICI di Lucia Parisio DAL BANDITORE ALLA RETE: LE INTERNET AUCTIONS TRA RISULTATI TRADIZIONALI E NUOVI SPUNTI TEORICI di Lucia Parisio 1. Introduzione Le aste on-line sono meccanismi cui partecipano individui che si incontrano

Dettagli

La manipolabilità nei sistemi multi-agenti

La manipolabilità nei sistemi multi-agenti La manipolabilità nei sistemi multi-agenti Maria Silvia Pini Resp. accademico: Prof.ssa Francesca Rossi Università di Padova Attività FSE DGR 1102/2010 La gestione dell informazione nell azienda Schedulazione

Dettagli

Economia Politica. Appunti delle lezioni Raffaele Paci. Cap 14 L equilibrio di un impresa nel mercato concorrenziale

Economia Politica. Appunti delle lezioni Raffaele Paci. Cap 14 L equilibrio di un impresa nel mercato concorrenziale Economia olitica Appunti delle lezioni Raffaele aci testo di riferimento: Mankiw, rincipi di economia, 3 ed., 2, Zanichelli Cap 1 L equilibrio di un impresa nel mercato concorrenziale Inquadramento generale

Dettagli

Sommario. Estrapolare la curva di domanda. Domanda individuale e di mercato. Domanda Individuale. Effetto Reddito e Effetto di Sostituzione

Sommario. Estrapolare la curva di domanda. Domanda individuale e di mercato. Domanda Individuale. Effetto Reddito e Effetto di Sostituzione Domanda individuale e di mercato Sommario Domanda Individuale Effetto Reddito e Effetto di Sostituzione Domanda di mercato Surplus o rendita del consumatore Estrapolare la curva di domanda La curva di

Dettagli

Il Mercato delle Opere Pubbliche e L Archivio dell osservatorio Regionale. Giuseppe Gori 16 Settembre 2011

Il Mercato delle Opere Pubbliche e L Archivio dell osservatorio Regionale. Giuseppe Gori 16 Settembre 2011 Il Mercato delle Opere Pubbliche e L Archivio dell osservatorio Regionale. Giuseppe Gori 16 Settembre 2011 La leva degli investimenti in opere pubbliche in periodo di crisi Strumento anticongiunturale

Dettagli

L ASTA IMMOBILIARE TELEMATICA

L ASTA IMMOBILIARE TELEMATICA L ASTA IMMOBILIARE TELEMATICA Il progetto del Consiglio Nazionale del Notariato Brescia, 3 febbraio 2012 1 L ASTA IMMOBILIARE, STATO DELL ARTE SUA EVOLUZIONE VERSO FORME DI PARTECIPAZIONE A DISTANZA LE

Dettagli

La regolazione nei mercati dell energia elettrica e del gas naturale: recenti evoluzioni

La regolazione nei mercati dell energia elettrica e del gas naturale: recenti evoluzioni La regolazione nei mercati dell energia elettrica e del gas naturale: recenti evoluzioni Guido Bortoni, Direttore Mercati Autorità per l energia elettrica e il gas DIREZIONE MERCATI Convegno annuale AIGET

Dettagli

Paperone e Rockerduck: a cosa serve l antitrust?

Paperone e Rockerduck: a cosa serve l antitrust? Paperone e Rockerduck: a cosa serve l antitrust? Paperone Anna Torre, Rockerduck Ludovico Pernazza 12-14 giugno 2012 Università di Pavia, Dipartimento di Matematica E se decidessimo di mettere all asta

Dettagli

Struttura di mercato: insieme di elementi che incidono sul comportamento e il rendimento delle imprese di mercato, quali numero di imprese e tipo di

Struttura di mercato: insieme di elementi che incidono sul comportamento e il rendimento delle imprese di mercato, quali numero di imprese e tipo di Struttura di mercato: insieme di elementi che incidono sul comportamento e il rendimento delle imprese di mercato, quali numero di imprese e tipo di bene venduto Concorrenzialità del mercato: dipende dalla

Dettagli

Il marketing mix MODULO DI DIDATTICA DEL MARKETING 16/05/2014

Il marketing mix MODULO DI DIDATTICA DEL MARKETING 16/05/2014 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE DIPARTIMENTO DI STUDI AZIENDALI E QUANTITATIVI MODULO DI DIDATTICA DEL MARKETING 16/05/2014 Il marketing mix michele.simoni@uniparthenope.it LA GESTIONE OPERATIVA

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DELLA COLLUSIONE NEGLI APPALTI PUBBLICI: UN APPROCCIO CON EFFETTI FISSI

IDENTIFICAZIONE DELLA COLLUSIONE NEGLI APPALTI PUBBLICI: UN APPROCCIO CON EFFETTI FISSI Università degli studi di Padova Facoltà di Scienze Statistiche Corso di Laurea Specialistica in Scienze Statistiche Economiche, Finanziarie ed Aziendali TESI DI LAUREA IDENTIFICAZIONE DELLA COLLUSIONE

Dettagli

Capitolo 4. Le forze di mercato della domanda e dell offerta

Capitolo 4. Le forze di mercato della domanda e dell offerta Capitolo 4 Le forze di mercato della domanda e dell offerta Le forze di mercato della domanda e dell offerta La microeconomia moderna si occupa dell offerta, della domanda e dell equilibrio di mercato.

Dettagli

Vendite Abbinate (VA)

Vendite Abbinate (VA) Vendite Abbinate (VA) Le VA sono una strategia di marketing per cui un consumatore può acquistare un bene solo se ne acquista anche un altro. Esistono numerosi esempi di VA: molti quotidiani uno o più

Dettagli

CONCORRENZA PERFETTA E MONOPOLIO. L impresa massimizza i profitti quando

CONCORRENZA PERFETTA E MONOPOLIO. L impresa massimizza i profitti quando CONCORRENZA PERFETTA E MONOPOLIO Sono le due principali forme di di riferimento per valutare l efficienza e il potere di Modello di Concorrenza Perfetta ipotesi Struttura atomistica Prodotto omogeneo Liberta`

Dettagli

Sommario. Estrapolare la curva di domanda. Domanda individuale e di mercato. Domanda Individuale. Effetto Reddito e Effetto di Sostituzione

Sommario. Estrapolare la curva di domanda. Domanda individuale e di mercato. Domanda Individuale. Effetto Reddito e Effetto di Sostituzione Sommario Domanda individuale e di mercato Domanda Individuale Effetto Reddito e Effetto di Sostituzione Domanda di mercato Surplus o rendita del consumatore Estrapolare la curva di domanda Estrapolare

Dettagli

Le principali forme di mercato. Offerta. Molti operatori. Pochi operatori. Concorrenza libera. Oligopsonio. Monopsonio

Le principali forme di mercato. Offerta. Molti operatori. Pochi operatori. Concorrenza libera. Oligopsonio. Monopsonio Forme di mercato rof. Laura Gabrielli Estimo ed esercizio professionale a.a. 2004/05 Le principali forme di mercato Offerta Molti operatori ochi operatori Un solo operatore Domanda Molti operatori ochi

Dettagli

D.L. 83/2015. Vedremo, nello specifico, quali novità hanno interessato le deleghe alla vendita assegnate dal Tribunale di Civitavecchia.

D.L. 83/2015. Vedremo, nello specifico, quali novità hanno interessato le deleghe alla vendita assegnate dal Tribunale di Civitavecchia. COME SI SVOLGE LA PROCEDURA DI VENDITA IN ASTA SENZA INCANTO DOPO LE INNOVAZIONI APPORTATE DAL D.L. 83/2015: VERBALIZZAZIONE E ASPETTI OPERATIVI DOTT. LUCA VALOBRA D.L. 83/2015 Con l entrata in vigore

Dettagli

Conoscere le varie forme di mercato

Conoscere le varie forme di mercato Conoscere le varie forme di mercato Diego Medici - Lic. sc. ec. Istituto MecoP - Facoltà di Scienze Economiche Università della Svizzera italiana - Lugano Tenero venerdì 20 ottobre 2006 Contenuti Il settore

Dettagli

CAPITOLO 9. La concorrenza perfetta

CAPITOLO 9. La concorrenza perfetta CAPITOLO 9 La concorrenza perfetta 1 Mercati di concorrenza perfetta Un mercato di concorrenza perfetta è composto da imprese che producono beni identici e che vendono allo stesso prezzo. Il volume di

Dettagli

Capitolo 7 Organizzazione e comportamento dell impresa

Capitolo 7 Organizzazione e comportamento dell impresa Capitolo 7 Organizzazione e comportamento dell impresa Trasparenti tratti, con modifiche e integrazioni, da: David Begg, Stanley Fischer e Rudiger Dornbusch, Economia, cap.7 McGraw-Hill, 2001 La teoria

Dettagli

Domanda e Offerta. G. Pignataro Microeconomia SPOSI

Domanda e Offerta. G. Pignataro Microeconomia SPOSI Domanda e Offerta Domanda e Offerta Il meccanismo di mercato Variazioni dell equilibrio di mercato Elasticità della domanda e dell offerta Elasticità di breve e di lungo periodo 1 La curva di domanda Relazione

Dettagli

Entra in Clickar.biz e partecipa alle aste Clickar da protagonista

Entra in Clickar.biz e partecipa alle aste Clickar da protagonista Entra in Clickar.biz e partecipa alle aste Clickar da protagonista Clickar.biz 3 Clickar. Drive it again Nuovo Clickar.biz. Click it again Registrati e entra nella più grande piazza d aste Vuoi comprare

Dettagli

ESERCIZI. MDC e BEP Margine di Sicurezza Leva Operativa. Giulia Rita Biavati Docente responsabile: Emidia Vagnoni

ESERCIZI. MDC e BEP Margine di Sicurezza Leva Operativa. Giulia Rita Biavati Docente responsabile: Emidia Vagnoni ESERCIZI MDC e BEP Margine di Sicurezza Leva Operativa Giulia Rita Biavati Docente responsabile: Emidia Vagnoni LE CLASSIFICAZIONI DI COSTO VARIABILITA RISPETTO AL LIVELLO DI ATTIVITA ATTRIBUZIONE ALL

Dettagli

Impatto dei costi della materia prima

Impatto dei costi della materia prima Impatto dei costi della materia prima Claudio di Macco Direzione gas Milano Roma, 20 giugno 2006 1 AGENDA La quota materia prima quale componente delle condizioni economiche di fornitura del gas naturale

Dettagli

Elementi di microeconomia

Elementi di microeconomia Università degli studi di Teramo Facoltà di Bioscienze e Tecnologie Agro-Alimentari e Ambientali Lezioni di Economia e gestione delle imprese vitivinicole Elementi di microeconomia Emilio Chiodo Anno Accademico

Dettagli

Le greche: Delta - Gamma - Vega Theta - Rho - Phi

Le greche: Delta - Gamma - Vega Theta - Rho - Phi Le greche: Delta - Gamma - Vega Theta - Rho - Phi Prof.ssa Eliana Angelini Titolare della Cattedra di Economia del mercato mobiliare Dipartimento di Economia Università degli Studi G. D Annunzio di Pescara

Dettagli

IAS 2 - RIMANENZE DI MAGAZZINO

IAS 2 - RIMANENZE DI MAGAZZINO IAS 2 - RIMANENZE DI MAGAZZINO Le rimanenze sono beni: - posseduti per la vendita nel normale svolgimento dell attività; - impiegati nei processi produttivi per la vendita; - sotto forma di materiali da

Dettagli

Mercato dei Titoli di Efficienza Energetica

Mercato dei Titoli di Efficienza Energetica Mercato dei Titoli di Efficienza Energetica Rapporto di monitoraggio semestrale II semestre 2016 Pubblicato in data 27 gennaio 2017 1 INDICE 1. Introduzione... 3 2. Situazione Operatori... 3 3. TEE emessi...

Dettagli

Lezione 4 1. Introduzione

Lezione 4 1. Introduzione Lezione 4 1 Introduzione Le curve di domanda ed offerta servono per determinare possibili scenari futuri in seguito a cambiamenti delle condizioni. Ad esempio, la diminuzione della offerta di petrolio

Dettagli

ECONOMIA DEI SISTEMI INDUSTRIALI

ECONOMIA DEI SISTEMI INDUSTRIALI ECONOMIA DEI SISTEMI INDUSTRIALI Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it 0776/2994353 XVII LEZIONE 15/11/2012 La concentrazione 2 Il risultato limite di Cournot in P termini di surplus: n = 1 $130 Compratori

Dettagli

Capitolo 7. Consumatori, produttori ed efficienza dei mercati

Capitolo 7. Consumatori, produttori ed efficienza dei mercati Capitolo 7 Consumatori, produttori ed efficienza dei mercati Equilibrio di mercato L equilibrio del prezzo e della quantità massimizza il benessere totale dei compratori e venditori? L equilibrio di mercato

Dettagli

LA TEORIA DELL OFFERTA. Tecnologia e costi di produzione

LA TEORIA DELL OFFERTA. Tecnologia e costi di produzione LA TEORIA DELL OFFERTA Tecnologia e costi di produzione IL COMPORTAMENTO DELL IMPRESA In questa lezione approfondiremo l analisi del comportamento delle imprese e quindi delle determinanti dell offerta.

Dettagli

La teoria dell offerta

La teoria dell offerta La teoria dell offerta Tecnologia e costi di produzione In questa lezione approfondiamo l analisi del comportamento delle imprese e quindi delle determinanti dell offerta. In particolare: è possibile individuare

Dettagli

Esercitazioni di Economia politica Microeconomia

Esercitazioni di Economia politica Microeconomia 5. IL LATO DELLA DOMANDA IL COMPORTAMENTO DEL CONSUMATORE Utilità, utilità marginale e regola della spesa razionale (richiami di teoria) L utilità è il grado di soddisfazione che gli individui traggono

Dettagli

Elementi di Economia Elasticità

Elementi di Economia Elasticità Elementi di Economia Elasticità D o t t. s s a M i c h e l a M a r t i n o i a m i c h e l a. m a r t i n o i a @ u n i m i b. i t C o r s o d i l a u r e a i n S c i e n z e d e l T u r i s m o e C o

Dettagli

Potere di mercato: il Monopolio. G. Pignataro Microeconomia SPOSI

Potere di mercato: il Monopolio. G. Pignataro Microeconomia SPOSI Potere di mercato: il Monopolio 1 Monopolio Mercato con un solo venditore. Monopsonio Mercato con un solo acquirente. Potere di mercato prezzo di un bene. Capacità del venditore o dell acquirente di influire

Dettagli

INDICE CAPITOLO 1 IL SISTEMA ECONOMICO, LE REGOLE E GLI OPERATORI

INDICE CAPITOLO 1 IL SISTEMA ECONOMICO, LE REGOLE E GLI OPERATORI INDICE CAPITOLO 1 IL SISTEMA ECONOMICO, LE REGOLE E GLI OPERATORI 1. Introduzione... pag. 1 2. Il sistema economico e i modelli in economia...» 5 3. Il flusso circolare dei beni e del reddito...» 7 4.

Dettagli

In un ora rispondere alle dieci domande a risposta multipla, alla domanda a risposta aperta, e risolvere l esercizio.

In un ora rispondere alle dieci domande a risposta multipla, alla domanda a risposta aperta, e risolvere l esercizio. In un ora rispondere alle dieci domande a risposta multipla, alla domanda a risposta aperta, e risolvere l esercizio. Domande a risposta multipla (ogni risposta esatta riceve una valutazione di due; non

Dettagli

Economia Applicata ai sistemi produttivi Lezione I Maria Luisa Venuta 1

Economia Applicata ai sistemi produttivi Lezione I Maria Luisa Venuta 1 Economia Applicata ai sistemi produttivi 22.04.05 Lezione I Maria Luisa Venuta 1 Schema della lezione di oggi Introduzione breve presentazione Il mercato: 1. costruzione di un modello 2. Ottimizzazione

Dettagli

L elasticità e le sue applicazioni in economia Introduzione

L elasticità e le sue applicazioni in economia Introduzione L elasticità e le sue applicazioni in economia Introduzione Fino ad ora l analisi su domanda, offerta ed equilibrio di mercato è stata di tipo qualitativo. Se vogliamo avere una misura quantitativa degli

Dettagli

Scienza delle Finanze. Modello Neoclassico

Scienza delle Finanze. Modello Neoclassico Scienza delle Finanze Modello Neoclassico Prof. Giuseppe Migali Universita Magna Graecia a.a 2016-17 Prof. Giuseppe Migali (UMG) Scienza delle Finanze Modello Neoclassico a.a 2016-17 1 / 21 Perche discutere

Dettagli

ECONOMIA URBANA. Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre. Contatti: costanti@uniroma3.it

ECONOMIA URBANA. Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre. Contatti: costanti@uniroma3.it ECONOMIA URBANA Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre Contatti: costanti@uniroma3.it LA MICROECONOMIA LO STUDIO DEL COMPORTAMENTO DEI SINGOLI AGENTI IN UN SISTEMA ECONOMICO Economia

Dettagli

LA GESTIONE DEL PREZZO PER LE IMPRESE DI E-COMMERCE

LA GESTIONE DEL PREZZO PER LE IMPRESE DI E-COMMERCE LA GESTIONE DEL PREZZO PER LE IMPRESE DI E-COMMERCE La definizione del prezzo di vendita: l integrazione tra gli approcci al pricing Le opportunità di discriminare il prezzo Il dynamic pricing Il reverse

Dettagli

ECONOMIA URBANA. Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre. Contatti: costanti@uniroma3.it

ECONOMIA URBANA. Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre. Contatti: costanti@uniroma3.it ECONOMIA URBANA Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre Contatti: costanti@uniroma3.it LA MICROECONOMIA LO STUDIO DEL COMPORTAMENTO DEI SINGOLI AGENTI IN UN SISTEMA ECONOMICO Economia

Dettagli

PERCHE È IMPORTANTE. Molte aziende utilizzano sistemi già compatibili (ad es. ERP interni) Tendenza al decentramento delle attività produttive

PERCHE È IMPORTANTE. Molte aziende utilizzano sistemi già compatibili (ad es. ERP interni) Tendenza al decentramento delle attività produttive E procurement E procurement Insieme delle tecnologie che supportano le attività di procurement di un azienda (ossia: gli approvvigionamenti) tecnologia per il b2b: i sistemi supportano (in parte) le transazioni

Dettagli

6014 Principi di Economia Elasticità (Cap. 5)

6014 Principi di Economia Elasticità (Cap. 5) 6014 Principi di Economia Elasticità (Cap. 5) Elasticità...... misura di come compratori e venditori rispondono a cambiamenti nelle condizioni di mercato...... permette di analizzare offerta e domanda

Dettagli

La vendita fallimentare

La vendita fallimentare CONVEGNO TELEMATICO La vendita fallimentare 30 gennaio 2014 La vendita competitiva notarile VINCENZO GUNNELLA Notaio in Firenze La nuova procedura di liquidazione dell attivo ü Valorizzato il ruolo del

Dettagli

Elementi di economia Economia dell informazione

Elementi di economia Economia dell informazione Elementi di economia Economia dell informazione Dott.ssa Michela Martinoia michela.martinoia@unimib.it Corso di laurea in Scienze del Turismo e Comunità Locale A.A. 2014/15 Informazione completa Significa

Dettagli

Capitolo 5 L influenza del prezzo e del reddito degli acquirenti

Capitolo 5 L influenza del prezzo e del reddito degli acquirenti Capitolo 5 L influenza del prezzo e del reddito degli acquirenti Trasparenti tratti, con modifiche e integrazioni, da: David Begg, Stanley Fischer e Rudiger Dornbusch, Economia,, cap.5 McGraw-Hill, 2001

Dettagli

Le strategie di prezzo. dei nuovi prodotti. Capitolo 11. Scrematura del mercato Penetrazione del mercato. Capitolo 11- slide 1. Capitolo 11- slide 2

Le strategie di prezzo. dei nuovi prodotti. Capitolo 11. Scrematura del mercato Penetrazione del mercato. Capitolo 11- slide 1. Capitolo 11- slide 2 Capitolo 11 Le strategie di prezzo Capitolo 11- slide 1 Le strategie di prezzo dei nuovi prodotti Scrematura del mercato Penetrazione del mercato Capitolo 11- slide 2 Strategia di scrematura del mercato

Dettagli

Offerta e Domanda Aggregata Lezione n.4. Corso di Economia Applicata all Ingegneria Anno Accademico Prof. Avv. Cristiano Di Giosa

Offerta e Domanda Aggregata Lezione n.4. Corso di Economia Applicata all Ingegneria Anno Accademico Prof. Avv. Cristiano Di Giosa Offerta e Domanda Aggregata Lezione n.4 Corso di Economia Applicata all Ingegneria Anno Accademico 2013-2014 Prof. Avv. Cristiano Di Giosa Il Mercato La Uno dei temi centrali della Microeconomia è lo studio

Dettagli

Le fonti di economie. 1

Le fonti di economie. 1 Le fonti di economie paola.dubini@uni-bocconi.it 1 Contenuto le economie di apprendimento (o di esperienza) le economie di raggio d azione le economie di transazione il punto di pareggio la valutazione

Dettagli

Economia Industriale Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale. Introduzione

Economia Industriale Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale. Introduzione UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Economia Industriale Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale Introduzione Prof. Gianmaria Martini Oggetto di analisi Economia Industriale: Comportamento delle imprese

Dettagli

IL MERCATO: RUOLO E CONFIGURAZIONI (OVVERO LE FORME DI MERCATO)

IL MERCATO: RUOLO E CONFIGURAZIONI (OVVERO LE FORME DI MERCATO) IL MERCATO: RUOLO E CONFIGURAZIONI (OVVERO LE FORME DI MERCATO) acarbone@unitus.it Nome docente. Prof. Anna Carbone la vita economica Stringendo al massimo si riassume in due azioni fondamentali: Produrre

Dettagli

Relazioni tra SP e CE (I)

Relazioni tra SP e CE (I) Relazioni tra SP e CE (I) Sono parti complementari del complessivo prospetto FONTI/IMPIEGHI Conto Economico Impieghi e fonti relativi alla produzione realizzata Stato patrimoniale Impieghi in produzione

Dettagli

LAUREE SPECIALISTICHE DELLE PROFESSIONI SANITARIE PROGRAMMAZIONE ED ECONOMIA SANITARIA

LAUREE SPECIALISTICHE DELLE PROFESSIONI SANITARIE PROGRAMMAZIONE ED ECONOMIA SANITARIA LAUREE SPECIALISTICHE DELLE PROFESSIONI SANITARIE PROGRAMMAZIONE ED ECONOMIA SANITARIA Titolare del modulo di POLITICA ECONOMICA: Dott.ssa Silvia Bertarelli 1. Il meccanismo di mercato LEZIONE 2 Definizione

Dettagli

Credito ed Assicurazione

Credito ed Assicurazione Paolo Sospiro Dipartimento degli Studi sullo Sviluppo Economico Facoltà di Scienze Politiche Università di Macerata paolo.sospiro@unimc.it Credito ed Assicurazione Macerata 26 Ottobre 2015 Economia dello

Dettagli

NOTE DI MATEMATICA APPLICATA ALL ECONOMIA

NOTE DI MATEMATICA APPLICATA ALL ECONOMIA NOTE DI MATEMATICA APPLICATA ALL ECONOMIA «[ ] lo scopo dell analisi infinitesimale è quello di fare acquisire strumenti di calcolo atti alla ricerca ottimale di funzioni vincolate, soprattutto di natura

Dettagli

UNIONE MONETARIA. I paesi aderenti adottano un unica moneta

UNIONE MONETARIA. I paesi aderenti adottano un unica moneta UNIONE MONETARIA I paesi aderenti adottano un unica moneta Quali implicazioni per la politica economica? unica politica monetaria (obiettivi, organi, strumenti) la politica monetaria assume come riferimento

Dettagli

Argomenti. 1. Nozione di elasticità 2. La leva operativa 3. La dinamica della leva operativa in presenza di trasformazioni strutturali

Argomenti. 1. Nozione di elasticità 2. La leva operativa 3. La dinamica della leva operativa in presenza di trasformazioni strutturali rof. Antonio enzi Economia e gestione delle imprese Operatività del sistema e leva operativa 1 Argomenti 1. Nozione di elasticità 2. La leva operativa 3. La dinamica della leva operativa in presenza di

Dettagli

Il modello a fattori specifici

Il modello a fattori specifici Economia Internazionale Alireza Naghavi Capitolo 3 (b) Fattori specifici e distribuzione del reddito Slide 3- Cosa succede all allocazione del lavoro e alla distribuzione del reddito quando il prezzo del

Dettagli

Introduzione agli e-marketplaces dell industria agroalimentare

Introduzione agli e-marketplaces dell industria agroalimentare Centro Studi SCiNT Introduzione agli e-marketplaces e dell industria agroalimentare Otranto, 14 giugno 2003 emarket Services Italia 5^modulo dr. M. Del Giaccio (ICE) Scaletta intervento 1. Introduzione

Dettagli

2.4 Risposte alle domande di ripasso

2.4 Risposte alle domande di ripasso Domanda e offerta 5 2.4 Risposte alle domande di ripasso 1. La penuria si verifica quando, a un dato prezzo, la domanda è superiore all offerta. Il concetto di scarsità implica invece che non tutti possano

Dettagli

Beni pubblici e risorse comuni

Beni pubblici e risorse comuni Beni pubblici e risorse comuni Capitolo 11 Le cose migliore della vita sono gratis... I beni gratuiti forniscono una sfida speciale all analisi economica La maggior parte dei beni nella nostra economia

Dettagli

Domanda, offerta ed equilibrio di mercato

Domanda, offerta ed equilibrio di mercato Domanda, offerta ed equilibrio di mercato I temi centrali nell analisi economica In ogni sistema economico devono essere risolti tre problemi: i) quali beni e servizi produrre; ii) come produrli; iii)

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE ED AZIENDALI MARCO FANNO CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E MANAGEMENT PROVA FINALE LA TEORIA DELLE ASTE E L ASSEGNAZIONE DELLE FREQUENZE

Dettagli

Discriminazione di prezzo e monopolio: prezzi lineari

Discriminazione di prezzo e monopolio: prezzi lineari Corso di Economia Industriale Gianmaria Martini Davide Scotti Nicola Volta Discriminazione di prezzo e monopolio: prezzi lineari Capitolo 5. Discriminazione di Pepall, Richards, Norman - Organizzazione

Dettagli

Domanda e Offerta. G. Pignataro Microeconomia SPOSI

Domanda e Offerta. G. Pignataro Microeconomia SPOSI Domanda e Offerta Domanda e Offerta Il meccanismo di mercato Variazioni dell equilibrio di mercato Elasticità della domanda e dell offerta Elasticità di breve e di lungo periodo 1 Domanda e offerta La

Dettagli

Lingue e culture per il turismo e il commercio internazionale MARKETING DEL TURISMO. Lezione 15 10 maggio 2010

Lingue e culture per il turismo e il commercio internazionale MARKETING DEL TURISMO. Lezione 15 10 maggio 2010 Lingue e culture per il turismo e il commercio internazionale MARKETING DEL TURISMO Lezione 15 10 maggio 2010 Concetti visti - Prezzo per acquirente e per azienda - Decisioni di pricing e livelli di concorrenza

Dettagli

13 Capitolo I La natura e lo scopo della microeconomia. 35 Capitolo II L utilità cardinale e la scelta del consumatore

13 Capitolo I La natura e lo scopo della microeconomia. 35 Capitolo II L utilità cardinale e la scelta del consumatore 5 Indice 11 Prefazione 13 Capitolo I La natura e lo scopo della microeconomia 1.1. Come insegnare la microeconomia, 13-1.2. La dimensione spaziale della microeconomia, 15-1.3. L efficacia della teoria

Dettagli

Esercitazione_4 Oligopolio e Concorrenza monopolistica

Esercitazione_4 Oligopolio e Concorrenza monopolistica Esercitazione_4 Oligopolio e Concorrenza monopolistica Oligopolio Mercato con pochi produttori Consapevolezza che le azioni di ogni concorrente (ad esempio la scelta del prezzo) hanno effetto su tutti

Dettagli

ESERCIZI SUPPLEMENTARI CAP Libro di testo: D. Kreps, Microeconomia per manager, Egea 2005 ESERCIZIO 1

ESERCIZI SUPPLEMENTARI CAP Libro di testo: D. Kreps, Microeconomia per manager, Egea 2005 ESERCIZIO 1 ESERCIZI SUPPLEMENTARI CAP. 21-22-23 Libro di testo: D. Kreps, Microeconomia per manager, Egea 2005 ESERCIZIO 1 Roberto deve decidere se effettuare un investimento finanziario in un fondo azionario che

Dettagli

Argomenti. Prof. A. Renzi Economia e Gestione delle Imprese Parte decima

Argomenti. Prof. A. Renzi Economia e Gestione delle Imprese Parte decima rof. Antonio enzi Economia e gestione delle imprese arte decima Operatività e dinamica evolutiva del sistema 1 Argomenti 1. La Flessibilità 2. L elasticità 3. La leva operativa 4. La leva di contribuzione

Dettagli

Economia Politica. Efficienza dei mercati. Cap 7. Appunti delle lezioni Fabiano Schivardi

Economia Politica. Efficienza dei mercati. Cap 7. Appunti delle lezioni Fabiano Schivardi Economia Politica Appunti delle lezioni Fabiano Schivardi testo di riferimento: Mankiw, Principi di economia, 3 ed., 2004, Zanichelli Cap 7 Efficienza dei mercati Vedremo infine in quali circostanze il

Dettagli

MERCATO, DOMANDA E OFFERTA

MERCATO, DOMANDA E OFFERTA MERCATO, DOMANDA E OFFERTA LO SCAMBIO I soggetti che operano nel SISTEMA ECONOMICO, sono strettamente interdipendenti tra di loro e creano dei flussi di scambio sia reali (di beni) che monetari Il luogo

Dettagli

Analisi dei mercati concorrenziali e valutazione delle politiche pubbliche. G. Pignataro Microeconomia SPOSI

Analisi dei mercati concorrenziali e valutazione delle politiche pubbliche. G. Pignataro Microeconomia SPOSI Analisi dei mercati concorrenziali e valutazione delle politiche pubbliche 1 Efficienza di un mercato concorrenziale Efficienza economica: Massimizzazione del surplus aggregato del consumatore e del produttore.

Dettagli

Le imprese nei mercati concorrenziali

Le imprese nei mercati concorrenziali Le imprese nei mercati concorrenziali Le decisioni di prezzo e di produzione delle imprese sono influenzate dalla forma di mercato. Un caso estremo di mercato è quello della concorrenza perfetta. Tre condizioni:

Dettagli

Il comportamento delle imprese

Il comportamento delle imprese Il comportamento delle imprese Fino a ora il comportamento delle imprese è entrato nella nostra analisi in modo del tutto marginale, attraverso la curva di offerta e la legge dell offerta secondo cui al

Dettagli