Gestione della Scissione dei pagamenti (c.d. split payment)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gestione della Scissione dei pagamenti (c.d. split payment)"

Transcript

1 Gestione della Scissione dei pagamenti (c.d. split payment) Indice degli argomenti Introduzione 1. Disposizioni normative 2. Operazioni da svolgere in Gestionale 1 3. Collegamento allo Studio del commercialista 4. Collegamento al software Zucchetti Fatturazione Elettronica PA 5. Suggerimenti per operazioni inserite prima della versione Assis tenza tecni ca Ges tional e / / Aggiornato al 06/03/2015

2 Introduzione Il presente documento contiene le principali disposizioni normative relative al meccanismo della Scissione dei pagamenti (c.d. split payment) ed è rivolto alle aziende, fornitrici di beni e/o servizi alla Pubblica Amministrazione, che hanno la necessità di registrare i documenti di vendita che prevedono l applicazione di tale esigibilità I.V.A.. 1 Disposizioni normative L articolo 1, comma 629, lettera b), della Legge n. 190 del 23/12/2014 (c.d. Legge di stabilità 2015), ha introdotto, come misura di contrasto all evasione fiscale, una novità sul trattamento dell I.V.A. denominata split payment o anche scissione dei pagamenti. La Legge di stabilità 2015 ha, quindi, comportato l aggiornamento del D.P.R. 633/1972, che disciplina la materia I.V.A., introducendo l articolo 17-ter che stabilisce quanto segue: per le fatture di vendita beni/servizi emesse verso la Pubblica Amministrazione, il versamento all erario dell I.V.A. non sarà più in capo al soggetto venditore, ma ricadrà direttamente sul soggetto acquirente, cioè l ente pubblico; questo, di fatto, comporta che il soggetto venditore dovrà esporre l I.V.A. in fattura, ma incasserà solo la parte imponibile e sarà la P.A. a doversi far carico del versamento dell imposta sul valore aggiunto (non pagata al fornitore) direttamente all Erario. Inoltre, le modalità e i termini di applicazione di tale meccanismo sono stati fissati dal Decreto di attuazione del 23/01/2015, relativo alle disposizioni in materia di scissione dei pagamenti (split payment) e redatto dal Ministro dell Economia e delle Finanze. N.B. L applicazione della scissione dei pagamenti riguarda i documenti emessi verso la Pubblica Amministrazione. Si ricorda che dal 31 Marzo 2015 l obbligo di emettere la fattura elettronica alla P.A. si estenderà anche agli enti nazionali (non ancora assoggettati a tale obbligo) e a tutte le amministrazioni locali. 1.1 Decorrenza Per quanto riguarda l efficacia temporale le nuove disposizioni si applicano alle operazioni fatturate a partire dal 01/01/2015, aventi cioè data emissione fattura pari o superiore all 01/01/2015 (non rientrano, di conseguenza, le operazioni fatturate precedentemente, anche se aventi I.V.A. differita che diviene esigibile dal 2015). 1.2 Soggetti coinvolti In base all articolo 17-ter del D.P.R. 633/1972, la nuova disciplina trova applicazione per le operazioni di cessioni di beni e per le prestazioni di servizi effettuate nei confronti dello Stato, degli - 2 -

3 organi dello Stato ancorché dotati di personalità giuridica, degli enti pubblici territoriali e dei consorzi tra essi costituiti ai sensi dell art. 31 del T.U. di cui al D.Lgs. n. 267/2000, delle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, degli istituti universitari, delle aziende sanitarie locali, degli enti ospedalieri, degli enti pubblici di ricovero e cura aventi prevalente carattere scientifico, degli enti pubblici di assistenza e beneficenza e di quelli di previdenza. Inoltre, con la Circolare n. 1/E del 09/02/2015, l Agenzia delle Entrate ha fornito i primi chiarimenti applicativi in merito al meccanismo della scissione dei pagamenti ai fini I.V.A.; in particolare, ha fornito una lista delle categorie di soggetti P.A. destinatari, per le quali si applica tale disciplina. La lista ricalca quella fornita dall articolo 6, comma 5, del D.P.R. 633/1972 in relazione al regime dell esigibilità differita dell I.V.A., tuttavia si è precisato che tale regime (esigibilità differita) non è applicabile se vige il meccanismo split payment. 1.3 Indice delle Pubbliche Amministrazioni Con la Circolare n. 1/E del 09/02/2015, per ragioni di semplicità operativa e per fornire maggiori elementi di certezza agli operatori (sia ai fornitori che agli enti pubblici acquirenti), l Agenzia delle Entrate specifica che è possibile avvalersi dell Indice delle Pubbliche Amministrazioni (c.d. IPA), già utilizzato come anagrafica per quanto concerne la fatturazione elettronica, per individuare i soggetti pubblici destinatari della disciplina della scissione dei pagamenti. Inoltre vengono fornite, a titolo esemplificativo, delle categorie IPA che rientrano in tale regime. 1.4 Esclusioni Come stabilito dalla Legge di stabilità 2015 e dalla Circolare n. 1/E dell Agenzia delle Entrate, il meccanismo della scissione dei pagamenti non si applica: alle operazioni certificate mediante il rilascio della ricevuta fiscale o tramite scontrino fiscale/non fiscale; alle operazioni che ricadono nel meccanismo dell inversione contabile (c.d. Reverse charge); alle operazioni soggette a regimi speciali I.V.A. che non prevedono l evidenza dell imposta in fattura e che ne dispongono l assolvimento secondo regole proprie (ad esempio, regime del margine e agenzie di viaggio); ai compensi per prestazioni di servizi soggette a ritenuta d'acconto, ossia il caso dei professionisti

4 1.5 Applicazione della scissione dei pagamenti L applicazione del meccanismo dello split payment comporta che il soggetto venditore dovrà esporre l I.V.A. in fattura, ma incasserà solo la parte imponibile e sarà la P.A. a dover farsi carico del versamento della quota I.V.A. (non pagata al fornitore) direttamente all Erario. I fornitori devono, quindi: emettere regolarmente la fattura con le indicazioni prescritte dall articolo 21 del D.P.R. 633/1972 apponendo l annotazione scissione dei pagamenti sulla medesima; registrare la fattura senza computare l imposta come I.V.A. a debito, pertanto questa non parteciperà alla liquidazione periodica. L imposta deve essere, quindi, versata dall amministrazione acquirente e diviene esigibile al momento del pagamento della fattura. Le Pubbliche Amministrazioni possono comunque optare per l esigibilità dell imposta anticipata al momento della ricezione della fattura. 2 Operazioni da svolgere in Gestionale 1 Per registrare le fatture soggette a scissione dei pagamenti è necessario seguire le indicazioni di seguito riportate. Si anticipa che l informazione split payment caratterizzerà l intero flusso documentale delle vendite, a partire dalle offerte e dagli ordini per arrivare ai movimenti contabili, accumunando la nuova informazione a quella dell esigibilità I.V.A.; le fatture contrassegnate con l esigibilità split payment verranno evidenziate nella stampa dei registri I.V.A. e gestite coerentemente nella liquidazione I.V.A. per escluderle dal calcolo del credito/debito del periodo. 2.1 Operazioni preliminari Per la corretta registrazione delle operazioni split payment è necessario innanzitutto predisporre gli archivi di base. Anagrafica Clienti Nella scelta Anagrafica Clienti (menu Base ) è necessario indicare quali sono i clienti enti pubblici soggetti al meccanismo della scissione dei pagamenti. Una volta individuata l anagrafica cliente, nella scheda Contabili occorre selezionare il valore Split payment nel campo Gestione I.V.A. (Figura 1)

5 Figura 1 Il valore dell esigibilità I.V.A. verrà proposto automaticamente selezionando il soggetto intestatario in fase di inserimento delle offerte, degli ordini clienti, dei documenti di vendita e dei movimenti contabili (fatture e note di variazione). Per permettere la selezione del valore Split Payment nelle diverse gestioni è anche possibile lasciare in anagrafica il valore Esigibilità differita e successivamente, in fase di inserimento del documento, modificare manualmente il valore dell esigibilità selezionando Split payment. Indicando infatti nell anagrafica del cliente Split payment o Esigibilità differita, si attesta che il soggetto destinatario è un ente ed è perciò possibile utilizzare uno dei due valori. In funzione del fatto che esistono determinate operazioni escluse da tale regime, selezionando il valore Split Payment sono stati previsti dei controlli che non permetteranno l inserimento di una fattura con ritenuta (si escludono i soggetti con attiva l opzione Sostituto di imposta ) o soggetta al meccanismo del Reverse charge (si escludono i soggetti che hanno abbinato un codice I.V.A. di tipo Non soggetto ad I.V.A. con l opzione Reverse Charge ). Infine, con la scelta Aggiorna anagrafiche clienti (menu Base \ Menu Utilità ) è possibile attribuire un valore al campo Gestione I.V.A. a più soggetti contemporaneamente, anche selezionandoli in base a specifiche caratteristiche utilizzando l apposito filtro; questa funzione consente di agevolare la modifica dell indicazione della Gestione I.V.A. su più clienti di tipo ente pubblico (tipicamente da Esigibilità differita in Split payment )

6 Registri I.V.A. Nella scelta Libri Aziendali (menu Base \ Archivi Contabilità ) sono codificati i Registri I.V.A. utilizzati dall azienda. Nel/i Registro/i I.V.A. in cui confluiscono i documenti di vendita soggetti a split payment è possibile indicare il Conto I.V.A. split payment (Figura 2), che verrà movimentato dalle fatture e stornato dai movimenti di giroconto automatici che ne conseguono. Il conto deve essere patrimoniale e deve avere come Tipo Mastro il valore Altro. Figura 2 Se non viene indicato il Conto I.V.A. split payment la procedura utilizzerà il Conto I.V.A indicato nel registro I.V.A.. Si consiglia, comunque, di indicare un conto specifico per permettere una verifica periodica sul valore del conto: se la tenuta della contabilità è corretta, il saldo di questo conto specifico dovrà risultare sempre pari a zero. N.B. Per coloro che trasmettono i dati allo Studio, si consiglia di verificare con il proprio commercialista il conto I.V.A. e quali registri I.V.A. devono essere utilizzati. Causali Contabili Nella scelta Causali Contabili (menu Base \ Archivi Contabilità ) è possibile creare la causale relativa al giroconto I.V.A. split payment, che verrà assegnata ai movimenti di giroconto generati in automatico in fase di consolidamento dei documenti di vendita e/o di registrazione dei movimenti contabili. La causale contabile dovrà avere le seguenti caratteristiche: - 6 -

7 Descrizione: è possibile scegliere se indicare una descrizione (ad esempio, GIROCONTO I.V.A. SPLIT PAYMENT), che verrà utilizzata nella registrazione contabile, oppure lasciare la descrizione vuota; in questo caso il giroconto I.V.A. sarà sempre registrato con la descrizione standard: GIROC.SPLIT PAYMENT FT.PR.XXXXX/YYYYYY gg/mm/aa, dove: XXXXX = nr. protocollo YYYYYY = nr. documento gg/mm/aa = data documento Tipo movimento: Prima Nota Partite clienti fornitori: selezionare l opzione No partita come Tipo gestione N.B. Per coloro che trasmettono i dati allo Studio, la creazione della causale contabile per il giroconto è obbligatoria, in quanto tale operazione dovrà essere esclusa in fase di esportazione dei dati verso lo Studio (vedi paragrafo 3, Collegamento allo Studio del commercialista). Inoltre, le causali esistenti previste per l incasso con esigibilità immediata (ad esempio 140 INCASSATO FATTURA N. oppure 160 EMESSA R.B.) saranno utilizzabili anche per l incasso di fatture split payment, che può avvenire consolidando gli effetti dalle vendite, oppure inserendo il movimento contabile, o dalla scelta Gestione Saldaconti (menu Contabilità \ Estratti Conto \ Saldaconti ). N.B. Se devono essere incassate contemporaneamente fatture con esigibilità differita e split payment è consigliabile utilizzare (eventualmente creandola) una causale che prevede l Esigibilità I.V.A. Mista nella scheda Partite clienti fornitori ; questo può essere utile se per lo stesso ente pubblico sono state emesse sia fatture differite che split payment. Parametri Contabilità Nella scelta Parametri Contabilità (menu Base \ Archivi Contabilità ), nella scheda Causali, occorre indicare nel campo Giroconto split payment la causale creata in precedenza per il giroconto. 2.2 Gestione nel ciclo attivo Dopo la configurazione degli archivi di base, è possibile procedere con l inserimento dei documenti soggetti a scissione dei pagamenti, aventi data superiore o uguale al 01/01/2015. Nella scelta Gestione Documenti (menu Vendite ), nella scheda Testata (Figura 3), selezionando il cliente viene proposta l esigibilità I.V.A. indicata nell anagrafica; il valore Split payment può essere indicato anche per i soggetti che prevedono l Esigibilità differita

8 Figura 3 È possibile indicare l esigibilità I.V.A. Split payment per tutte le tipologie dei documenti di vendita, ad esclusione delle ricevute fiscali. Tale impostazione determina i seguenti comportamenti: nelle diverse scelte e stampe il netto a pagare e le scadenze sono calcolati sul totale imponibile (e non rispetto al totale documento) (Figura 4); nella finestra Pagamento non standard, se la condizione di pagamento è a rate percentuali libere, l importo documento e l importo imputato sono calcolati sul totale imponibile; la stampa del documento riporta in automatico, in calce alle righe di corpo, l annotazione prevista dalla normativa: Scissione dei pagamenti, I.V.A. versata dal committente art.17-ter DPR 633/72 (Figura 4). In alternativa è possibile riportare sul fincato il campo di database Esigibilità I.V.A. (DGLIVASOS), presente nella sezione Testata \ Altri campi, al fine di visualizzare l informazione in testata o nel calce del documento; - 8 -

9 Figura 4 nella generazione degli effetti (scelta Genera Effetti ) l importo complessivo da incassare che viene suddiviso sulle diverse rate risulta pari al totale imponibile del documento; inoltre, in caso di accorpamento degli effetti l esigibilità I.V.A. è un criterio discriminante; in fase di consolidamento dei documenti di vendita (scelta Consolida Documenti ) vengono generati i movimenti contabili della fattura e del giroconto utilizzando il Conto I.V.A. split payment indicato nel registro I.V.A. e l ammontare degli importi delle scadenze (come l importo degli eventuali incassi automatici) è pari alla sola parte imponibile. L esigibilità I.V.A. Split payment può essere indicata anche nelle scelte Gestione Ordini Clienti (menu Ordini \ Ordini Clienti ) e Gestione Offerte (menu Rapporti ) e verrà mantenuta nell intero flusso documentale. Nelle scelte Genera Fatture (Wizard) (menu Vendite ) e Genera Documenti (menu Ordini \ Ordini Clienti ) l esigibilità I.V.A del documento di origine incide sul criterio di accorpamento dei documenti; ad esempio, due D.d.T. dello stesso cliente non possono essere accorpati in un unica fattura se hanno esigibilità I.V.A. differente tra loro

10 2.3 Gestione nella contabilità e negli estratti conto Per la corretta gestione contabile e degli estratti conto è necessario seguire le indicazioni sotto riportate. Gestione Movimenti Dopo aver configurato gli archivi di base, per coloro che registrano direttamente i documenti in contabilità, nella scelta Gestione Movimenti (menu Contabilità ) è possibile registrare le fatture e le note di credito/debito, con data documento uguale o superiore al 01/01/2015, indicando il valore Split payment nel campo Esigibilità (Figura 5); tale valore può essere indicato anche per i soggetti che prevedono l Esigibilità differita. Figura 5 È possibile indicare l esigibilità I.V.A. Split payment selezionando una causale con Tipo movimento Fattura o Nota di credito abbinata ad un registro I.V.A. vendite. Tale impostazione determina i seguenti comportamenti alla conferma della registrazione: vengono generati i movimenti contabili della fattura e del giroconto I.V.A. a cliente per regolare la parte contabile; il conto del cliente risulterà così aperto solo per la parte imponibile e il Conto I.V.A. split payment indicato nel registro I.V.A. risulterà con saldo a zero;

11 l ammontare degli importi delle scadenze (come l importo dell eventuale pagamento automatico) è pari alla sola parte imponibile; inoltre, nella finestra Pagamento non standard, se la condizione di pagamento è a rate percentuali libere, l importo documento e l importo imputato sono calcolati sul totale imponibile. Di seguito si riporta un esempio di registrazione contabile di fattura split payment (Figura 6). Figura 6 N.B. In caso di modifica o eliminazione di una fattura Split payment si rende necessario aggiornare o eliminare manualmente il giroconto correlato, per quanto riguarda invece le partite verranno rigenerate automaticamente senza necessità di interventi manuali. Registri I.V.A., Liquidazione I.V.A. e Stampa Progressivi I.V.A. La stampa dei Registri I.V.A. (menu Contabilità \ Elaborazioni Periodiche ) (Figura 7) riporta automaticamente i riferimenti di tale normativa. In fase di stampa dei registri I.V.A. vendite, per ogni registrazione verrà riportata la dicitura Scissione dei pagamenti art.17-ter, DPR 633/72. Nei totali di periodo è previsto anche uno specchietto riepilogativo con i totali dell I.V.A. soggetta a scissione dei pagamenti

12 Figura 7 Nella stampa della Liquidazione I.V.A. (menu Contabilità \ Elaborazioni Periodiche ) (Figura 8) la parte I.V.A. soggetta alla scissione non viene conteggiata nell I.V.A. esigibile del periodo ed è previsto, come per i registri I.V.A., uno specifico specchietto riepilogativo. Figura

13 Nei progressivi I.V.A. è previsto il valore Split Payment nel campo Esigibilità I.V.A. per poter mantenere il conteggio dell I.V.A. versata dalla P.A. all Erario. È possibile visualizzarli nella scelta Stampa Progressivi I.V.A. (menu Contabilità \ Elaborazioni Annuali ) dove viene anche riportato uno specifico specchietto riepilogativo. Estratti Conto e registrazione degli incassi L importo delle partite degli Estratti Conto, generate automaticamente in fase di consolidamento dei documenti di vendita o in fase di inserimento dei movimenti contabili, è relativo all imponibile e non al totale del documento. Pertanto, tutte le scelte disponibili nel menu Estratti Conto considerano l imponibile come importo delle scadenze. Per registrare gli incassi delle fatture soggette a scissione dei pagamenti, è possibile utilizzare la causale contabile già utilizzata per le fatture con esigibilità immediata. N.B. Se devono essere incassate contemporaneamente fatture con esigibilità differita e split payment è consigliabile utilizzare (eventualmente creandola) una causale che prevede l Esigibilità I.V.A. Mista nella scheda Partite clienti fornitori ; questo può essere utile se per lo stesso ente pubblico sono state emesse sia fatture differite che split payment. 3 Collegamento allo Studio del commercialista Nel caso in cui l azienda effettui il trasferimento dei dati verso lo Studio, è consigliabile adottare una serie di accorgimenti, descritti qui di seguito, e verificare le impostazioni anche con il proprio commercialista. 3.1 Collegamento Studio OMNIA Zucchetti È possibile effettuare il trasferimento delle operazioni split payment verso l applicativo per commercialisti con i tracciati LEMCO e LEMSE aggiornati per trasferire l informazione dell esigibilità Split payment. In fase di Export dati verso lo Studio non devono essere trasferiti i movimenti di giroconto split payment, in quanto verranno generati automaticamente in sede di importazione dati nella procedura per commercialisti. Al fine di escludere dal trasferimento i movimenti di giroconto occorre eseguire le seguenti operazioni: Creare una causale contabile nella scelta Causali Contabili e indicarla nella scelta Parametri Contabilità come indicato nel sotto-paragrafo 2.1 Operazioni preliminari; Escludere la causale creata per il giroconto split payment, selezionando il pulsante Causali escluse nella scelta Parametri (menu Moduli \ Collegamenti \ Studio Zucchetti ) (Figura 9)

14 Figura 9 N.B. Le fatture registrate con esigibilità I.V.A. Split payment potranno essere acquisite in modo corretto dall applicativo OMNIA Zucchetti a partire dalla versione di CONTB. 3.2 Procedura Studio Zucchetti AGO Infinity È possibile effettuare il trasferimento delle operazioni split payment verso AGO Infinity, con il relativo tracciato aggiornato per trasferire l informazione dell esigibilità Split payment. In fase di Export dati verso lo Studio non devono essere trasferiti i movimenti di giroconto split payment, in quanto verranno generati automaticamente in sede di importazione dati nella procedura per commercialisti. Al fine di escludere dal trasferimento i movimenti di giroconto occorre eseguire le seguenti operazioni: Creare una causale contabile nella scelta Causali Contabili e indicarla nella scelta Parametri Contabilità come indicato nel sotto-paragrafo 2.1 Operazioni preliminari; Escludere la causale creata per il giroconto split payment, selezionando il pulsante Causali escluse nella scelta Parametri (menu Moduli \ Collegamenti \ Studio Zucchetti - AGO ) (Figura 10). Figura

15 N.B. Le fatture registrate con esigibilità I.V.A. Split payment potranno essere acquisite in modo corretto dall applicativo AGO Infinity a partire dalla versione Procedura Studio Magix-Apogeo È possibile effettuare il trasferimento delle operazioni split payment verso la procedura Magix- Apogeo, con il relativo tracciato aggiornato per trasferire l informazione dell esigibilità Split payment. Per il corretto trasferimento sia delle fatture con esigibilità I.V.A. Split payment sia dei giroconti non è necessario nessun accorgimento particolare. 4 Collegamento al software Zucchetti Fatturazione Elettronica PA Per coloro che gestiscono la fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione avvalendosi dell integrazione con il software Zucchetti Fatturazione Elettronica PA (c.d. FATEL client/server), è possibile inviare i documenti con esigibilità Split Payment. La scelta Invio documenti a FATEL (menu Vendite \ Fatturazione elettronica PA ) permette di esportare le fatture di tipo elettronico, riportando in FATEL: l informazione dell esigibilità I.V.A. Split Payment nei Dati riepilogo IVA ; gli importi delle scadenze nei Dati pagamento, considerando il totale imponibile. N.B. Per coloro che avessero in precedenza predisposto FATEL, per impostare la forzatura del valore S Scissione dei pagamenti nel campo Esigibilità in sede di importazione documenti, è consigliabile ripristinare il comportamento standard della procedura, contattando il proprio supporto tecnico. 5 Suggerimenti per operazioni inserite prima della versione Prima del caricamento della versione 5.4.3, ai fini della corretta gestione contabile e stampa della liquidazione I.V.A., la gestione del meccanismo split payment doveva essere eseguita manualmente dall utente; per questo motivo si erano fornite alcune indicazioni in merito alla modalità operativa da adottare, di seguito riportate. Le imprese, che emettevano fatture di vendita alle P.A. soggette a tale regime e che dovevano contabilizzare le fatture dovevano occuparsi di: ai fini I.V.A. - annotare la relativa I.V.A. sul registro delle vendite del periodo; - escludere la registrazione dal calcolo della liquidazione;

16 ai fini contabili / estratti conto - effettuare un giroconto relativo all importo dell I.V.A. (conto I.V.A. in Dare, a Cliente in Avere) per far sì che il conto usato per l I.V.A. sulle vendite si azzerasse e il credito verso il cliente risultasse pari al solo importo imponibile; - una volta incassata la fattura, registrare l incasso per la sola parte imponibile, ottenendo così la chiusura corretta della partita del cliente. Si consigliava, inoltre, di creare: - nuovo codice I.V.A. da usare per lo SPLIT con relativi riferimenti normativi (Art. 17-ter D.P.R. 633/1972); in caso di collegamento a studio verificare col proprio commercialista se occorre utilizzare un codice norma apposito; - nuovo registro I.V.A. Vendite specifico per lo SPLIT, da abbinare al gruppo di liquidazione "99" (da creare anch esso appositamente); ricordiamo che i registri abbinati a questo particolare gruppo, vengono automaticamente esclusi dal calcolo della Liquidazione I.V.A.; - nuovo conto I.V.A. (facoltativo) da abbinare al registro I.V.A. Vendite usato per lo SPLIT; diversamente utilizzare il conto I.V.A. usato solitamente (Erario C/I.V.A., I.V.A. a debito, ecc...); - nuova causale contabile per la registrazione delle fatture soggette a SPLIT (facoltativa) qualora si volesse ricercare facilmente queste scritture, sfruttando il filtro sulla causale; nel caso in cui si decidesse di crearla, abbinarla al registro Vendite specifico; - nuova causale contabile per la registrazione del giroconto I.V.A. SPLIT (facoltativa) qualora si volesse predisporre una causale uguale a quella utilizzata normalmente per l incasso delle fatture (perché anche questa deve chiudere le partite), ma con abbinato il conto dell I.V.A., anziché quello della cassa/banca; - nuovo tipo documento per l'emissione delle fatture soggette a SPLIT; è opportuno crearlo, perché in questo modo si può abbinare direttamente al tipo documento, il registro Vendite su cui la fattura dovrà essere riportata (inoltre, se è stata creata la causale contabile apposita, occorre abbinare anche quest ultima); - nuova condizione di pagamento da utilizzare per lo SPLIT in cui indicare che la prima rata è solo I.V.A. (campo Rata I.V.A. = La prima è solo I.V.A. ); la condizione di pagamento così creata è utile per l esposizione delle scadenze sulla stampa della fattura e per la chiusura corretta delle partite in contabilità; - nuovo fincato per la stampa delle fatture soggette a SPLIT; è consigliabile perché si potrebbe predisporre un fincato da abbinare al tipo documento specifico, che ad esempio prevede già la dicitura fissa I.V.A. non incassata dal cedente/versata dal cessionario ai sensi dell art 17-ter D.P.R. 633/1972 (Split payment)

17 Le fatture di vendita inserite prima della versione 5.4.3, rispettando le indicazioni sopra riportate, non necessitano di alcuna revisione, in quanto vengono stampate correttamente sul registro I.V.A. e non rientrano in liquidazione perché annotate nel registro I.V.A. abbinato al gruppo di liquidazione con codice 99. Anche dal punto di vista contabile, la registrazione manuale del giroconto per la parte I.V.A. permette di ottenere una movimentazione corretta sia delle schede contabili, relative al cliente e al conto I.V.A., sia degli estratti conto dei clienti. Installando la versione l azienda può decidere di: continuare ad annotare le fatture sul registro I.V.A. vendite con gruppo di liquidazione 99 ; oppure annotare le fatture sul registro I.V.A. vendite normale (cartaceo/elettronico). L applicazione della scissione dei pagamenti riguarda i documenti emessi verso la Pubblica Amministrazione. Si ricorda che dal 31 Marzo 2015 l obbligo di emettere la fattura elettronica alla P.A. si estenderà anche agli enti nazionali (non ancora assoggettati a tale obbligo) e a tutte le amministrazioni locali. Le fatture elettroniche, oltre ad essere inviate in formato elettronico, devono essere conservate digitalmente; inoltre, tutte le fatture appartenenti allo stesso registro I.V.A. devono essere conservate con la stessa modalità. Pertanto, è consigliabile predisporre un registro I.V.A. apposito per l annotazione delle fatture elettroniche con una numerazione propria (oppure utilizzarne uno già esistente se gestito). Infine, per coloro che hanno attivo il collegamento allo Studio (software OMNIA Zucchetti) e non hanno ancora effettuato il trasferimento, è consigliabile verificare che nelle registrazioni inserite prima della versione 5.4.3, sia stato utilizzato un codice I.V.A. con codice Norma NL (ad esempio, codice I.V.A. 22NL). La presenza di questo codice Norma permetterà allo Studio in fase di acquisizione delle fatture di riconoscerle come split payment (anche se inserire con esigibilità I.V.A. immediata) e generare i relativi giroconti automaticamente; è comunque consigliabile consultare il proprio commercialista prima di effettuare il trasferimento dei dati. Copyright Zucchetti S.p.A. Tutti i diritti sono riservati, è vietata la distribuzione senza il consenso della Zucchetti S.p.A. Il presente documento ha una funzione esclusivamente di supporto tecnico; è vietata la riproduzione per scopi commerciali

Split Payment. Premessa normativa

Split Payment. Premessa normativa Nota Salvatempo Contabilità 13.04 09 APRILE 2015 * in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 10/02/2015 Split Payment Premessa normativa Lo split payment è stato introdotto

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 3 0 g e n n a i o 2 0 1 5 P a g. 1 di 5

C i r c o l a r e d e l 3 0 g e n n a i o 2 0 1 5 P a g. 1 di 5 C i r c o l a r e d e l 3 0 g e n n a i o 2 0 1 5 P a g. 1 di 5 Circolare numero 11/2015 Oggetto SPLIT PAYMENT Sommario Rapporti con la PA: dal 01.01.2015 l IVA non viene incamerata dal fornitore privato

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: NUOVE MODALITA DI VERSAMENTO DELL IVA NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1. Premesse, riferimenti normativi e decorrenza

Dettagli

Circolare N. 7 del 16 Gennaio 2015

Circolare N. 7 del 16 Gennaio 2015 Circolare N. 7 del 16 Gennaio 2015 Rapporti con la PA - dal 01.01.2015 l IVA non viene incamerata dal privato ma versata dall ente pubblico (Legge di stabilita per il 2015 - art. 1 commi 629, 630, 632

Dettagli

Sommario. Pag. - 1 - Rev. 4 del 05/06/2015

Sommario. Pag. - 1 - Rev. 4 del 05/06/2015 Sommario 1. INTRODUZIONE SPLIT PAYMENT.... - 2-2. ATTIVAZIONE IN EXTRA DELLA GESTIONE SPLIT PAYMENT.... - 3-3. CREAZIONE AUTOMATISMI CODICI IVA.... - 4-4. ANAGRAFICA CLIENTI.... - 7-5. IMPOSTAZIONE AUTOMATISMI

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 Legge di Stabilità 2015

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 Legge di Stabilità 2015 NOTA OPERATIVA SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 Legge di Stabilità 2015 Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

NOVITA IVA ARGOMENTI. M.O.S.S. Dichiarazioni d intento Estensione Reverse Charge Split Payment. Mevio Martelli

NOVITA IVA ARGOMENTI. M.O.S.S. Dichiarazioni d intento Estensione Reverse Charge Split Payment. Mevio Martelli NOVITA IVA Mevio Martelli ARGOMENTI M.O.S.S. Dichiarazioni d intento Estensione Reverse Charge Split Payment 1 M.O.S.S. M.O.S.S. (MINI ONE STOP SHOP) Regolamento 967/2012 Regolamento 815/2012 Provvedimento

Dettagli

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Indice degli argomenti Premessa 1. Scenari di utilizzo 2. Parametri 3. Archivi Collegamento 4. Import Dati 5. Export Dati 6. Saldi di bilancio

Dettagli

Terminato il ricalcolo vengono stampati i dipendenti per i quali è stato rideterminato l'importo dell'acconto addizionale comunale.

Terminato il ricalcolo vengono stampati i dipendenti per i quali è stato rideterminato l'importo dell'acconto addizionale comunale. Opzione campo della Certificazione Unica? descrizione Eventuali certificazioni già elaborate saranno automaticamente aggiornate nel caso in cui l importo dell acconto risulti variato rispetto ad una precedente

Dettagli

Studio Dott. Begni & Associati news 03 / 2015

Studio Dott. Begni & Associati news 03 / 2015 Oggetto: LO SPLIT PAYMENT E LE FATTURE EMESSE AGLI ENTI PUBBLICI DALL 01.01.2015 Nell ambito della Finanziaria 2015 è contenuto un nuovo metodo antievasione per il versamento dell IVA all Erario, in base

Dettagli

Gestione dello Split Payment IVA

Gestione dello Split Payment IVA Gestione dello Split Payment IVA Sommario 1. INTRODUZIONE... 2 2. LA SOLUZIONE APPLICATIVA IN U-GOV... 3 2.1 La configurazione del sistema... 3 2.2 La registrazione di una fattura di acquisto... 4 2.3

Dettagli

Circolare 6. del 12 febbraio 2015. Nuovo regime IVA di split payment Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE

Circolare 6. del 12 febbraio 2015. Nuovo regime IVA di split payment Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE Circolare 6 del 12 febbraio 2015 Nuovo regime IVA di split payment Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Ambito oggettivo... 2 2.1 Esclusione per le operazioni soggette al reverse

Dettagli

Split payment consigli per gestirlo con e/satto

Split payment consigli per gestirlo con e/satto Split payment consigli per gestirlo con e/satto Cenni normativi e aspetti non definiti L art. 1, comma 629, lett. b), Legge n. 190/2014, Legge di Stabilità per l'anno 2015, introducendo il nuovo art. 17-ter,

Dettagli

IVA SPLIT PAYMENT. Data revisione: 22/01/2015

IVA SPLIT PAYMENT. Data revisione: 22/01/2015 IVA SPLIT PAYMENT Data revisione: 22/01/2015 CT-1501-0193, del 22/01/2015 Premessa... 2 Release supportate... 3 Business Net 2015 e Business Net 2014... 3 Causali contabili... 3 Piano dei conti... 3 Tabella

Dettagli

Gestione dello Split Payment IVA

Gestione dello Split Payment IVA Gestione dello Split Payment IVA Sommario 1. INTRODUZIONE... 2 2. LA SOLUZIONE APPLICATIVA IN U-GOV... 3 2.1 La configurazione del sistema... 3 2.2 La registrazione di una fattura di acquisto... 4 2.3

Dettagli

Contabilizzazione Documenti Split Payment ed Elaborazione Dati per FATEL

Contabilizzazione Documenti Split Payment ed Elaborazione Dati per FATEL Piattaforma Applicativa Gestionale Documentazione Fast Patch Nr. 0038 Rel.8.2 Contabilizzazione Documenti Split Payment ed Elaborazione Dati per FATEL COPYRIGHT 1992-2015 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti

Dettagli

Studio Tributario - Commerciale Fabrizio Masciotti

Studio Tributario - Commerciale Fabrizio Masciotti Roma, 10/01/2015 Spett.le Cliente Studio Tributario - Commerciale Fabrizio Masciotti Dottore Commercialista e Revisore Contabile Piazza Gaspare Ambrosini 25, Cap 00156 Roma Tel 06/41614250 fax 06/41614219

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza Avvertenza Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

CIRCOLARE DELLO STUDIO SPLIT PAYMENT SULLA FATTURAZIONE ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E NOVITA IN MATERIA DI REVERSE CHARGE

CIRCOLARE DELLO STUDIO SPLIT PAYMENT SULLA FATTURAZIONE ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E NOVITA IN MATERIA DI REVERSE CHARGE Avv. GIORGIO ASCHIERI* Rag. Comm. SIMONETTA BISSOLI* Dott. Comm. MARCO GHELLI* Dott. Comm. ALBERTO MION* Dott. Comm. ALBERTO RIGHINI* Avv. ANTONIO RIGHINI* Dott. MONICA SECCO* Avv. ORNELLA BERTOLAZZI Avv.

Dettagli

Manuale utente Split Payment (Esatto rel 08.05.00)

Manuale utente Split Payment (Esatto rel 08.05.00) Manuale utente Split Payment (Esatto rel 08.05.00) Sommario Split Payment scissione del pagamento... 3 Logica generale dell implementazione... 3 Ambiti di applicazione e casi di esclusione... 4 Controlli

Dettagli

Nuovo regime Iva cassa Pagina 1

Nuovo regime Iva cassa Pagina 1 Nuovo regime Iva per cassa Normativa L art. 32-bis del Decreto Sviluppo (D.L. n. 83/2012 convertito in L. n. 134 dell 11/08/2012) ha introdotto un nuovo regime di liquidazione dell IVA secondo la contabilità

Dettagli

Integrazione con F.E.P.A. on site Fatturazione Elettronica PA

Integrazione con F.E.P.A. on site Fatturazione Elettronica PA Integrazione con F.E.P.A. on site Fatturazione Elettronica PA Indice degli argomenti Introduzione 1. Normativa di riferimento per la fatturazione elettronica verso la P.A. 2. Integrazione Gestionale 1

Dettagli

c) degli Enti pubblici territoriali e dei consorzi tra essi costituiti ( ex art.31 T.U. di cui al DLGS 18/8/2000 N. 267)

c) degli Enti pubblici territoriali e dei consorzi tra essi costituiti ( ex art.31 T.U. di cui al DLGS 18/8/2000 N. 267) SCISSIONE DEI PAGAMENTI IVA : THE SPLIT PAYMENT. La lettera b), comma 629, art.1 della di Legge Stabilità 2015, introduce lo split payment ovvero la scissione dei pagamenti ai fini IVA, con il nuovo articolo

Dettagli

La gestione dello Split Payment

La gestione dello Split Payment La gestione dello Split Payment Sommario 1. INTRODUZIONE... 2 2. LA SOLUZIONE APPLICATIVA IN U-GOV... 4 2.1 La configurazione del sistema... 4 2.2 La registrazione di fatture e note di credito di acquisto

Dettagli

RICORDIAMO DI EFFETTUARE L AGGIORNAMENTO INVIATO CON TEMPESTIVITÀ

RICORDIAMO DI EFFETTUARE L AGGIORNAMENTO INVIATO CON TEMPESTIVITÀ Rescaldina 30/01/2015 Release AG20151F CONTENUTO DELL AGGIORNAMENTO SPLIT PAYMENT ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE F24 DICHIARAZIONE D INTENTO NUOVE CAUSALI REVERSE CHARGE VARIE RICORDIAMO DI EFFETTUARE

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 PARCELLAZIONE DI STUDIO...2 ADEGUAMENTO ARCHIVI (00015z)...2 Riferimenti normativi...3 FatturaPA versione 1.1...3 Split Payment...3

Dettagli

Gestione della vendita al banco

Gestione della vendita al banco Indice degli argomenti Introduzione Operazioni preliminari Inserimento operazioni di vendita al banco Riepiloghi generali Contabilizzazione scontrini Assistenza tecnica Gestionale 1 0371 / 594.2705 loges1@zucchetti.it

Dettagli

Burani & Lancellotti COMMERCIALISTI ASSOCIATI Modena

Burani & Lancellotti COMMERCIALISTI ASSOCIATI Modena Spett.li Clienti Loro Sedi, lì 19 Marzo 2015 OGGETTO: nuovo regime IVA split payment nei confronti della Pubblica Amministrazione La L. 23.12.2014 n. 190 (legge di stabilità 2015) ha previsto un nuovo

Dettagli

Sono disponibili i seguenti aggiornamenti: Riferimenti Normativi

Sono disponibili i seguenti aggiornamenti: Riferimenti Normativi Tipo Comunicazione Informativa Numero 001/SAI Data 09/02/2015 A Aziende Diogene Contabilità Area Contabilità Settore Reverse Charge Split Payment Oggetto Aggiornamenti software Sono disponibili i seguenti

Dettagli

Split payment Consigli per gestirlo con E/satto ver. 2 Sommario

Split payment Consigli per gestirlo con E/satto ver. 2 Sommario Split payment Consigli per gestirlo con E/satto ver. 2 Sommario Split payment Consigli per gestirlo con E/satto ver. 2... 1 Cenni normativi e aspetti non definiti... 2 Consigli per una gestione con E/satto...

Dettagli

PC line s.a.s di RANDI SERGIO & C. Hardware & Software - Informatica Gestionale - Assistenza

PC line s.a.s di RANDI SERGIO & C. Hardware & Software - Informatica Gestionale - Assistenza GESTIONE DELLA SCISSIONE DEI PAGAMENTI (SPLIT PAYMENT) in Gestionale 1 Per registrare le fatture soggette a scissione dei pagamenti è necessario seguire alcune indicazioni. Si ricorda che le operazioni

Dettagli

ESTENSIONE REVERSE CHARGE E OPERAZIONI EFFETTUATE VERSO ENTI PUBBLICI (C.D. SPLIT PAYMENT )

ESTENSIONE REVERSE CHARGE E OPERAZIONI EFFETTUATE VERSO ENTI PUBBLICI (C.D. SPLIT PAYMENT ) S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO NUOVI ADEMPIMENTI FISCALI DOPO LA LEGGE DI STABILITÀ ESTENSIONE REVERSE CHARGE E OPERAZIONI EFFETTUATE VERSO ENTI PUBBLICI (C.D. SPLIT PAYMENT ) Commissione

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.2.2 Avvertenza Principali novità introdotte

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.2.2 Avvertenza Principali novità introdotte Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.2.2 Avvertenza In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

G&F NOTIZIE SPLIT PAYMENT REVERSE CHARGE CU TELEMATICA FATTURAZIONE PA. G&F s.r.l. G&F s.r.l. Via Santuario, 3 12084 Mondovì (CN) Notizie di rilievo:

G&F NOTIZIE SPLIT PAYMENT REVERSE CHARGE CU TELEMATICA FATTURAZIONE PA. G&F s.r.l. G&F s.r.l. Via Santuario, 3 12084 Mondovì (CN) Notizie di rilievo: Data 23/01/2015 N 1/2015 G&F s.r.l. Via Santuario, 3 12084 Mondovì (CN) Notizie di rilievo: SPLIT PAYMENT G&F NOTIZIE Buon 2015 Si ricomincia con un nuovo anno, pieno di novità ed emendamenti fiscali e

Dettagli

E/ - Rel. 02.15.00.09 Manuale utente per Split Payment

E/ - Rel. 02.15.00.09 Manuale utente per Split Payment E/ - Rel. 02.15.00.09 Manuale utente per Split Payment Sommario Split Payment scissione del pagamento... 3 Cenni normativi... 4 Soluzione implementativa... 6 Ambiti di applicazione e casi di esclusione...

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE

ISTRUZIONI OPERATIVE ISTRUZIONI OPERATIVE Introduzione dello Split Payment e del Reverse Charge Versione 1 Dal 1 gennaio 2015 sono state introdotte rilevanti novità nel mondo dell Iva, con particolare riguardo alle nuove casistiche

Dettagli

Fatturazione elettronica PA Nota informativa per i fornitori

Fatturazione elettronica PA Nota informativa per i fornitori Fatturazione elettronica PA Nota informativa per i fornitori Riferimenti normativi e nuovo adempimento obbligatorio Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013,

Dettagli

S T U D I O A S S O C I A T O B U S S O

S T U D I O A S S O C I A T O B U S S O Baschi 27 novembre 2012 VERSAMENTO DELL IVA DOPO LA RISCOSSIONE DEL CORRISPETTIVO (Art. 32 bis D.L. 83/2012 Decreto Min. Economia del 11 ottobre 2012 Provvedimento Direttore Agenzia Entrate n. 165764/2012

Dettagli

Bologna, 12 marzo 2015. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi

Bologna, 12 marzo 2015. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Bologna, 12 marzo 2015 A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Oggetto CIRCOLARE N. 3 NOVITÀ IN MATERIA DI FATTURE EMESSE NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRA- ZIONE: SPLIT PAYMENT E FATTURAZIONE ELETTRONICA

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Dott. Andrea Distrotti

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Dott. Andrea Distrotti LA FATTURAZIONE ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE I NUMERI 21.000 Enti Pubblici, pari a circa 36.880 uffici, tra PA centrale e locale coinvolti dall adozione (ricezione) della Fatturazione Elettronica

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Agenzia Viaggio Il modulo Agenzie Viaggio consente di gestire la contabilità specifica per le agenzie di viaggio: in questo manuale verranno descritte

Dettagli

Note di Variazione in Regime di Iva per Cassa

Note di Variazione in Regime di Iva per Cassa Piattaforma Applicativa Gestionale Documentazione Fast Patch Nr. 0023 Rel.8.2 Note di Variazione in Regime di Iva per Cassa COPYRIGHT 1992-2013 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

CIRCOLARE N. 19/2015. Scissione dei pagamenti : quadro riassuntivo

CIRCOLARE N. 19/2015. Scissione dei pagamenti : quadro riassuntivo Egregi CLIENTI - Loro SEDI Treviso, 11 maggio 2015. CIRCOLARE N. 19/2015. Scissione dei pagamenti : quadro riassuntivo Il meccanismo dello Split payment o scissione dei pagamenti (di seguito SP) è stato

Dettagli

Studio Rosina e Associati DOTTORI COMMERCIALISTI

Studio Rosina e Associati DOTTORI COMMERCIALISTI FULVIO ROSINA (1931 2014) DANIELA ROSINA ANT ANTONIO ROSINA GIOVANNI TRAVERSO MAURIZIO CIVARDI FRANCESCO PITTIGLIO 16121 GENOVA SIMONETTA MANFREDINI PIAZZA VERDI 4/8 STEFANO LUPINI TEL. 010542966 MASSIMO

Dettagli

Expert Up. Modulo Contabilità. Versioni...NET e VB Tipo agg.to...dynet Rel. agg.to...08.01.80 Rel. docum.to...eu050215_con Data docum.to...

Expert Up. Modulo Contabilità. Versioni...NET e VB Tipo agg.to...dynet Rel. agg.to...08.01.80 Rel. docum.to...eu050215_con Data docum.to... Modulo Contabilità Versioni....NET e VB Tipo agg.to...dynet Rel. agg.to...08.01.80 Rel. docum.to...eu050215_con Data docum.to...05/02/2015 INDICE A) AGGIORNAMENTO APPLICATIVO...cfr. documento Moduli Installazione

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

La gestione delle fatture in regime reverse charge

La gestione delle fatture in regime reverse charge La gestione delle fatture in regime reverse charge 1 1. Introduzione Il reverse charge è un sistema di fatturazione previsto dall art.17, comma 5, del dpr 633/1972 che comporta che il destinatario di una

Dettagli

Novità IVA 2015 Split payment Dichiarazione di intento. Latina 04 maggio 2015 Dott. Gianluca Galatà

Novità IVA 2015 Split payment Dichiarazione di intento. Latina 04 maggio 2015 Dott. Gianluca Galatà Novità IVA 2015 Split payment Dichiarazione di intento Latina 04 maggio 2015 Dott. Gianluca Galatà Split Payment - Normativa Art. 1, commi da 629 a 633, L. 23/12/2014 n. 190 (legge di stabilità 2015) Introduce

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2015. Principali Novità Gestionali

LEGGE DI STABILITA 2015. Principali Novità Gestionali LEGGE DI STABILITA 2015 Principali Novità Gestionali MODULO BLACK LIST Obbligatoria solo qualora l'ammontare complessivo annuale per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi sia superiore a 10.000,00

Dettagli

CIRCOLARE FEBBRAIO 2015

CIRCOLARE FEBBRAIO 2015 CIRCOLARE FEBBRAIO 2015 Novità 2015 in materia di IVA: reverse charge e split payment Gentile cliente! Come anticipato nella nostra circolare di gennaio 2015 a partire dal 1 gennaio 2015 sono entrate in

Dettagli

Fatturazione verso la Pubblica Amministrazione con Media-db

Fatturazione verso la Pubblica Amministrazione con Media-db ATTENZIONE! Tutti i codici, le cifre, i numeri e le scelte riportate negli esempi sono puramente indicativi: l'utilizzatore di Media-db dovrà utilizzare i propri dati. CP informatica SAS non potrà essere

Dettagli

Oggetto: Informativa n. 2 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione.

Oggetto: Informativa n. 2 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Alle ditte Clienti Loro sedi Parma, 6 febbraio 2015 Oggetto: Informativa n. 2 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito ad alcune novità della FINANZIARIA

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 28/10/2014 Relatore: Dott. Fabrizio Scossa Lodovico OPEN Dot Com Spa Fattura P.A. Facile Pag. 1 FONTI NORMATIVE E DI PRASSI Art. 1, commi da 209 a 214,

Dettagli

IVA PER CASSA ART. 32bis DL 83/2012

IVA PER CASSA ART. 32bis DL 83/2012 IVA PER CASSA ART. 32bis DL 83/2012 (Circolare CT-1211-0132, del 15/11/2012) IVA PER CASSA ART. 32bis DL 83/2012... 2 VERSIONI SUPPORTATE... 3 OPERATIVITÀ IN BUSINESS NET... 3 Requisiti/Limiti... 3 Attivare

Dettagli

AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22%

AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22% Numero circolare 2/2013 Data 8/10/2013 Redattore Davide David AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22% Abstract: Rif.to normativi: Dal 1.10.2013 l aliquota IVA ordinaria è aumentata dal 21% al 22%. La nuova

Dettagli

LA SCHEDA FISCALE di Roberto Gabrielli

LA SCHEDA FISCALE di Roberto Gabrielli LA SCHEDA FISCALE di Roberto IVA PER CASSA (Aggiornata al 13.04.2009) Riferimenti normativi Con l emanazione del Decreto Ministeriale di attuazione dell art. 7 del D.L. n. 185/2008 (c.d. Decreto Anticrisi)

Dettagli

Circolare N.148 del 03 Ottobre 2013

Circolare N.148 del 03 Ottobre 2013 Circolare N.148 del 03 Ottobre 2013 La fattura elettronica e le operazioni con la PA: L obbligo parte dal 06.06.2014 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il MEF ha recentemente definito

Dettagli

hypersic.finanziaria e hypersic.finanziariarco

hypersic.finanziaria e hypersic.finanziariarco A.P.Systems srl Via Milano 89/91 ang.via Cimarosa I-20013 Magenta (MI) Italia tel. +39 02 97226.1 r.a. fax +39 02 97226.339 www.apsystems.it - staff@apsystems.it SEDE LEGALE: Via E.Pagliano, 35 I-20149

Dettagli

Note di Rilascio Utente Versione 15.10.10 - Tutti gli applicativi

Note di Rilascio Utente Versione 15.10.10 - Tutti gli applicativi Note di Rilascio Utente Versione 15.10.10 - Tutti gli applicativi INFORMAZIONI AGGIORNAMENTO Eseguire il salvataggio degli archivi prima di procedere con l aggiornamento. La Rel. 15.10.10 può essere utilizzata

Dettagli

Split payment consigli per gestirlo con E/ ver. 2 del 23/02/2015

Split payment consigli per gestirlo con E/ ver. 2 del 23/02/2015 Split payment consigli per gestirlo con E/ ver. 2 del 23/02/2015 Sommario Split payment consigli per gestirlo con E/ ver. 2 del 23/02/2015... 1 Cenni normativi e aspetti non definiti... 2 Consigli per

Dettagli

Integrazione al Manuale Utente 1

Integrazione al Manuale Utente 1 FATTURE AD ESIGIBILITA DIFFERITA Il quinto comma dell art. 6 del D.P.R. n. 633/72 prevede, in via di principio, che l IVA si rende esigibile nel momento in cui l operazione si considera effettuata secondo

Dettagli

Project Specifications

Project Specifications Project # Title 5067 Regime IVA per Cassa Partner Country IT Partner s reference Microarea s reference Giuseppina Sperico Patrizia Benelli Area Financial Logistics Ultimo Aggiornamento: 06/02/2013 Indice:

Dettagli

OPENCONT 2000 Release 15.0 (aprile 2015)

OPENCONT 2000 Release 15.0 (aprile 2015) Software gestionale per la piccola e media impresa Quaderni di formazione OPENCONT 2000 Release 15.0 (aprile 2015) Note sugli aggiornamenti 29/04/2015 1 / 11 SOMMARIO Opencont 2000 - Versione 15.0 del

Dettagli

FATTURA PA:TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE PASSEPARTOUT

FATTURA PA:TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE PASSEPARTOUT FATTURA PA:TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE PASSEPARTOUT Aggiornato al 23-03-2015 Le fatture emesse nei confronti della Pubblica Amministrazione dovranno essere emesse esclusivamente in forma elettronica:

Dettagli

IL NUOVO REGIME IVA PER CASSA - OPERATIVO DALL 1.12.2012

IL NUOVO REGIME IVA PER CASSA - OPERATIVO DALL 1.12.2012 Dott. Francesco Ferri de Lazara Dott. Enrico Grigolin Avv. Filippo Lo Presti Avv. Vincenza Valeria Cicero Avv. Marianovella Gianfreda Dott. Francesca Parravicini Dott. Fabio Salvagno Padova, 19 novembre

Dettagli

Integrazione con software Fatturazione Elettronica PA

Integrazione con software Fatturazione Elettronica PA Integrazione con software Fatturazione Elettronica PA Indice degli argomenti Introduzione 1. Normativa di riferimento per la fatturazione elettronica verso la P.A. 2. Integrazione Gestionale 1 Fatturazione

Dettagli

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO Articolo 17- ter Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO 1. Premessa L art. 1, comma 629 della legge 23 dicembre 2014,

Dettagli

Obbligo generalizzato di emissione della fattura elettronica verso la Pubblica Amministrazione dal 31.03.2015

Obbligo generalizzato di emissione della fattura elettronica verso la Pubblica Amministrazione dal 31.03.2015 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 12 10 MARZO 2015 Obbligo generalizzato di emissione della fattura elettronica verso la Pubblica

Dettagli

Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce

Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce 2014-01-02 19:54:35 Il presente lavoro è tratto dalle guide: Imprese ed e-commerce. Marketing, aspetti legali e fiscali. e Il commercio elettronico

Dettagli

Bologna, 5 febbraio 2015. Circolare n. 05/2015. Oggetto: le novità in tema di Split Payment e Reverse Charge

Bologna, 5 febbraio 2015. Circolare n. 05/2015. Oggetto: le novità in tema di Split Payment e Reverse Charge Dott. Rag. Giorgio Palmeri Rag. Tiberio Frascari Dott. Fabio Ceroni Dott. Carlo Bacchetta Dott. Filippo Foresti Dott. Mariangela Frascari Dott. Marta Lambertucci Dott. Lorenzo Nadalini Dott. Valentina

Dettagli

Forum sugli Enti non profit: le novità 2015 e le risposte degli esperti

Forum sugli Enti non profit: le novità 2015 e le risposte degli esperti Forum sugli Enti non profit: le novità 2015 e le risposte degli esperti Enti non profit: novità tributarie imposte dirette ed indirette Gianni Massimo Zito Dottore commercialista Componente Commissione

Dettagli

Casi particolari. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Casi particolari. Contabilità semplificate. Registrazione costi e ricavi non iva

Casi particolari. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Casi particolari. Contabilità semplificate. Registrazione costi e ricavi non iva Contabilità semplificate 68 Casi particolari Il capitolo espone alcune caratteristiche della procedura e modalità operative in casi particolari di gestione come ad esempio le contabilità semplificate,

Dettagli

Gestione della SCISSIONE dei PAGAMENTI della Pubblica Amministrazione (Split Payment)

Gestione della SCISSIONE dei PAGAMENTI della Pubblica Amministrazione (Split Payment) Cosa c è di nuovo A cura di: Novità e note di aggiornamento VisualGest Solutions for Information & Communication Technology AGGIORNAMENTO VisualGest N. 26 DEL 26 gennaio 2015 Il presente documento raccoglie

Dettagli

Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI. Roma, 19 Settembre 2011

Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI. Roma, 19 Settembre 2011 Roma, 19 Settembre 2011 Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI Per i Clienti ed i Fornitori è possibile inserire note per data e settore interessato Con F8 viene data la possibilità

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 TUTTE LE CONTABILITA...2 ADEGUAMENTO ARCHIVI (00056z)...2 NUOVA ALIQUOTA IVA AL 22%...3 Riferimenti normativi...3 Tabella codici

Dettagli

Informativa per la clientela di studio

Informativa per la clientela di studio Informativa per la clientela di studio N. 132 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: L Iva per cassa e le recenti modifiche Gentile Cliente, Le inviamo la presente missiva per comunicarle

Dettagli

Certificazione Unica (c.d. CU2015)

Certificazione Unica (c.d. CU2015) (c.d. CU2015) Indice degli argomenti Introduzione 1. Disposizioni normative 2. Prerequisiti tecnici 3. Impostazioni necessarie per operare in Gestionale 1 4. Stampa Certificazioni Unica Assis tenza tecni

Dettagli

In collaborazione con L A.GI.FOR.

In collaborazione con L A.GI.FOR. MARCO DI STEFANO DOTTORE COMMERCIALISTA - REVISORE CONTABILE Email: mdistefano.studio@gmail.com In collaborazione con L A.GI.FOR. Nota n. 3 del 5 maggio 2009 Versamento dell IVA dopo la riscossione del

Dettagli

Mon Ami 3000 Conto Deposito Gestione e tracciabilità degli articoli consegnati o ricevuti in C/Deposito

Mon Ami 3000 Conto Deposito Gestione e tracciabilità degli articoli consegnati o ricevuti in C/Deposito Mon Ami 3000 Conto Deposito Gestione e tracciabilità degli articoli consegnati o ricevuti in C/Deposito Prerequisiti L opzione Conto deposito è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro.

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI vers. 5.5.4

Gestionale 1 ZUCCHETTI vers. 5.5.4 Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI vers. 5.5.4 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

MANUALE PER LA GESTIONE DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEL BILANCIO JSIBAC

MANUALE PER LA GESTIONE DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEL BILANCIO JSIBAC MANUALE PER LA GESTIONE DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEL BILANCIO JSIBAC Strada Prov.le Telese Alife (Z.I.) 82030 San Salvatore T.(BN) Tel. 0824 947611 /Fax 0824 976526 www.alphasoft.it http://assistenza.alphasoft.it

Dettagli

LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013. Esemplificando, le novità possono essere ricondotte alle seguenti fattispecie: Contenuto.

LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013. Esemplificando, le novità possono essere ricondotte alle seguenti fattispecie: Contenuto. LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013 La legge 24/12/2012 n. 228, pubblicata nella G.U. 29/12/2012 N. 312, supplemento ordinario n. 212 (legge di stabilità), ha recepito nell ordinamento nazionale le misure

Dettagli

Gestione Iva Autotrasportatori Differita

Gestione Iva Autotrasportatori Differita Piattaforma Applicativa Gestionale Documentazione Fast Patch Nr. 0009 Rel.9.0 Gestione Iva Autotrasportatori Differita COPYRIGHT 1992-2013 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione

Dettagli

e/ - Iva per cassa casi particolari

e/ - Iva per cassa casi particolari INDICE 1. PREMESSA... 1 2. Omaggi... 2 2.1 Omaggio senza rivalsa Iva (Omaggio Totale).... 2 2.2 Omaggio con rivalsa Iva (Omaggio Imponibile)... 4 2.3 Omaggio esente... 6 3. Anticipi... 8 4. Acconto/Abbuono...

Dettagli

CIRCOLARE N. 44/E. Roma, 26 novembre 2012

CIRCOLARE N. 44/E. Roma, 26 novembre 2012 CIRCOLARE N. 44/E Direzione Centrale Normativa Roma, 26 novembre 2012 OGGETTO: Liquidazione dell IVA secondo la contabilità di cassa, cd. Cash accounting Articolo 32-bis del d.l. 22 giugno 2012, n. 83,

Dettagli

Documentazione Gestione Autotrasportatori. Software Gestionale ebridge Professionisti

Documentazione Gestione Autotrasportatori. Software Gestionale ebridge Professionisti La normativa degli Autotrasportatori, consente il decalage dell Iva a debito nel periodo d imposta successivo a quello di emissione del documento. Esempio un fattura di Vendita con data documento 02-02-2007,

Dettagli

11 - INDICE DELLA MATERIA TRIBUTI E FISCO, ANTIRICICLAGGIO

11 - INDICE DELLA MATERIA TRIBUTI E FISCO, ANTIRICICLAGGIO 11 - INDICE DELLA MATERIA TRIBUTI E FISCO, ANTIRICICLAGGIO A591 La scissione dei pagamenti (split payment) nei confronti della P.A.... pag. 2 A357 L assistenza fiscale - Il Mod. 730/2015 precompilato...

Dettagli

Novità più rilevanti (1) parità di trattamento tra fattura cartacea e fattura elettronica libera scelta sull autenticità dell origine, l integrità del contenuto e la leggibilità della fatture (facilita

Dettagli

Elenchi Intrastat. Indice degli argomenti. Premessa. Operazioni preliminari. Inserimento manuale dei movimenti e presentazione

Elenchi Intrastat. Indice degli argomenti. Premessa. Operazioni preliminari. Inserimento manuale dei movimenti e presentazione Elenchi Intrastat Indice degli argomenti Premessa Operazioni preliminari Inserimento manuale dei movimenti e presentazione Collegamento con la Contabilità Collegamento con il ciclo attivo e passivo Generazione

Dettagli

PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEL CREDITO PCC - Estrazione dati

PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEL CREDITO PCC - Estrazione dati PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEL CREDITO PCC - Estrazione dati L art. 27 decreto legge 24 aprile 2014 n. 66, convertito con modificazioni dalla legge 23 giugno 2014, n. 89, introduce significative

Dettagli

Aumento Aliquota IVA ordinaria al 22%

Aumento Aliquota IVA ordinaria al 22% Pag. 1 Aumento Aliquota IVA ordinaria al 22% 30 Settembre 2013 Pagina 1 di 11 Pag. 2 sommario Dal 1 Ottobre 2013 aumento IVA... 3 Premessa... 3 Cessioni di Beni... 3 Prestazioni di Servizi... 3 Acquisti

Dettagli

Omodeo Zorini Peretta Migliazza Associati

Omodeo Zorini Peretta Migliazza Associati Omodeo Zorini Peretta Migliazza Associati CONSULENZA FISCALE, SOCIETARIA E DEL LAVORO Dott. STEFANO OMODEO ZORINI Rag. ROBERTO PERETTA Rag. CARLO ALBERTO MIGLIAZZA Commercialisti Revisori Contabili Collaboratori

Dettagli

GESTIONE AGENZIE VIAGGIO ART. 74 TER

GESTIONE AGENZIE VIAGGIO ART. 74 TER GESTIONE AGENZIE VIAGGIO ART. 74 TER Di seguito verrà riportata la gestione contabile e fiscale delle Agenzie di viaggio regolata dall articolo 74 ter del DPR 633/1972. In questo regime la base imponibile

Dettagli

Gestione della fatturazione elettronica

Gestione della fatturazione elettronica Gestione della fatturazione elettronica Introduzione Il decreto attuativo MEF e PA n. 55/2013, previsto dalla legge 24 dicembre 2007 n. 244, in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 Comunicazione Operazioni rilevanti IVA per

Dettagli

Area Amministrativa Prima nota IVA e Contabile Bolla Doganale

Area Amministrativa Prima nota IVA e Contabile Bolla Doganale Area Amministrativa Prima nota IVA e Contabile Bolla Doganale Guida utente 1 Il presente documento illustra la modalità di registrazione delle Bolle doganali dall area amministrativa e dall area commerciale.

Dettagli

Manuale Fatturazione Elettronica P.A.

Manuale Fatturazione Elettronica P.A. Pag. 1 di 17 ID Documento: Titolo Documento: Stato Documento: CIP15.LD2005.00 Bozza Versione finale Autore Documento: Letizia Di Francesco Proprietario Documento: CIP di Francesco e Vincenzo Carbone snc

Dettagli