NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO"

Transcript

1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO (DA CUI SUCCESSIVAMENTE NASCE L INAIL) DPR 547/1955 NORME PER LA PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO DPR 303/1956 NORME GENERALI PER L IGIENE DEL LAVORO DPR 1124/1965 TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI PER L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI D.LGS. 38/2000 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

2 LEGGE 20 maggio 1970, n. 300 art. 9 Tutela della salute e dell integrità fisica I lavoratori, mediante loro rappresentanze, hanno diritto di controllare l applicazione delle norme per la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali e di promuovere la ricerca, l elaborazione e l attuazione di tutte le misure idonee a tutelare la loro salute e la loro integrità fisica.

3 PER INFORTUNIO SUL LAVORO SI INTENDE: OGNI EVENTO AVVENUTO PER CAUSA VIOLENTA IN OCCASIONE DI LAVORO, DA CUI SIA DERIVATA LA MORTE O UN INABILITA PERMANENTE AL LAVORO, ASSOLUTA O PARZIALE, OVVERO UN INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA CHE IMPORTI L ASTENSIONE DAL LAVORO PER PIU DI TRE GIORNI. PER MALATTIA PROFESSIONALE SI INTENDE: OGNI ALTERAZIONE DELLO STATO DI SALUTE NON DIPENDENTE DA INFORTUNIO, CONTRATTA NELL ESERCIZIO O A CAUSA DELLE LAVORAZIONI specificate nella tabella allegato n. 4.

4 PRESTAZIONI INAIL (art. 66 del T.U.): INDENNITA GIORNALIERA PER INABILITA TEMPORANEA RENDITA PER INABILITA PERMANENTE (valutata in base a una specifica tabella delle menomazioni, modificata dal D.Lgs 38/2000) ASSEGNO PER ASSISTENZA PERSONALE CONTINUATIVA RENDITA AI SUPERSTITI E ASSEGNO UNA TANTUM IN CASO DI MORTE FORNITURA DI APPARECCHI DI PROTESI

5 IL COMBINATO DEGLI ARTICOLI DEL T.U. PREVEDE CHE PER I DIPENDENTI DELLE AMMINISTRAZIONI STATALI L'ASSICURAZIONE PRESSO L'INAIL POSSA ESSERE ATTUATA CON FORME PARTICOLARI DI GESTIONE DECRETO MINISTERO DEL TESORO 10 OTTOBRE 1985: REGOLAMENTAZIONE DELLA GESTIONE PER CONTO DELLO STATO DELL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI DEI DIPENDENTI STATALI ATTUATA DALL INAIL

6 IL DM 10/10/1985 PREVEDE CHE LE PRESTAZIONI DELL ASSICURAZIONE NEI CONFRONTI DEI DIPENDENTI STATALI SIANO QUELLE PREVISTE DALL ART. 66 DEL T.U., ESCLUSA L INDENNITA GIORNALIERA PER INABILITA TEMPORANEA, EROGATA DIRETTAMENTE DALL AMMINISTRAZIONE DI APPARTENENZA

7 D. LGS 23 febbraio 2000 n. 38: art. 1 - riforma l INAIL individuando, ai fini tariffari, quattro gestioni separate: industria artigianato terziario altre attività (Stato, enti pubblici, enti locali)

8 art. 5 - obbligo di assicurazione dei lavoratori parasubordinati: 1/3 a carico del lavoratore; 2/3 a carico del committente art. 10 istituisce una Commissione scientifica per l elaborazione e la revisione periodica dell elenco delle malattie professionali (con decreto del Ministero del lavoro e della previdenza sociale, di concerto con il Ministero della sanità, sentite le OO.SS. nazionali di categoria maggiormente significative)

9 art. 12 infortunio in itinere: infortunio occorso durante il normale percorso di andata e ritorno dal luogo di abitazione a quello di lavoro; durante il normale percorso che collega due luoghi di lavoro se il lavoratore ha più rapporti di lavoro; durante il normale percorso di andata e ritorno dal luogo di lavoro a quello di consumazione abituale dei pasti, qualora non sia presente un servizio di mensa aziendale; nel caso di utilizzo del mezzo di trasporto privato, purchè necessitato (esclusi gli infortuni direttamente cagionati da abuso di alcolici e di psicofarmaci o stupefacenti o il conducente sprovvisto di patente)

10 art. 13 riconosce il danno biologico definendolo, in via sperimentale, come lesione all integrità psicofisica, suscettibile di valutazione medico legale, della persona. Le prestazioni per il ristoro del danno biologico sono determinate in misura indipendente dalla capacità di produzione del reddito del danneggiato.

11 DPR 1124/1965 OBBLIGHI CHE INCOMBONO SULL ASSICURATO E SUL DATORE DI LAVORO, SECONDO IL TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI PER L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

12 OBBLIGHI CHE INCOMBONO SULL ASSICURATO: - DARE IMMEDIATA NOTIZIA DI QUALSIASI INFORTUNIO CHE GLI ACCADA, ANCHE SE DI LIEVE ENTITA, AL PROPRIO DATORE DI LAVORO. - LA DENUNCIA DELLA MALATTIA PROFESSIONALE DEVE ESSERE FATTA DALL ASSICURATO AL DATORE DI LAVORO ENTRO QUINDICI GIORNI DALLA SUA MANIFESTAZIONE.

13 OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO: IL DATORE DI LAVORO E TENUTO A DENUNCIARE ALL INAIL GLI INFORTUNI DEI DIPENDENTI QUALORA LA PROGNOSI SUPERI I TRE GIORNI, INDIPENDENTEMENTE DA OGNI VALUTAZIONE CIRCA LA RICORRENZA DEGLI ESTREMI DI LEGGE PER L INDENNIZZABILITA.

14 LA DENUNCIA DEVE ESSERE FATTA ENTRO DUE GIORNI DA QUANDO IL DATORE DI LAVORO HA AVUTO NOTIZIA DELL INFORTUNIO: - ALLA SEDE INAIL DELLA CIRCOSCRIZIONE IN CUI SI SVOLGONO I LAVORI, SU APPOSTITI MODULI PREDISPOSTI DALL INAIL (ART. 13 DEL T.U.) E DEVE ESSERE CORREDATA DA CERTIFICATO MEDICO

15 - ALL AUTORITA LOCALE DI PUBBLICA SICUREZZA DEL COMUNE IN CUI E AVVENUTO L INFORTUNIO

16 - PER CONOSCENZA, AL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE, CHE TIENE IL REGISTRO INFORTUNI DELL ATENEO: Relazione annuale sugli infortuni e le malattie professionali

17 INFORTUNIO CON ESITO MORTALE: SE SI TRATTA DI INFORTUNIO CHE ABBIA CAUSATO LA MORTE O PER IL QUALE SIA PREVISTO IL PERICOLO DI MORTE O CON PROGNOSI SUPERIORE AI 30 GIORNI, LA DENUNCIA DEVE ESSERE FATTA CON TELEGRAMMA ENTRO 24 ORE DALL INFORTUNIO

18 INCHIESTA DELLA PROCURA NELLA CUI CIRCOSCRIZIONE SIA AVVENUTO L INFORTUNIO, ENTRO QUATTRO GIORNI DAL RICEVIMENTO DELLA DENUNCIA, AL FINE DI ACCERTARE LA NATURA DEL LAVORO, LE CIRCOSTANZE, LA CAUSA E LA NATURA DELL INFORTUNIO, ANCHE IN RIFERIMENTO AD EVENTUALI DEFICIENZE DI MISURE DI PREVENZIONE.

19 LA DENUNCIA DEVE INDICARE: il nome e cognome, l età, la residenza e l occupazione abituale della persona rimasta lesa; il nome e cognome, la ditta, la ragione o denominazione sociale del datore di lavoro; il luogo, il giorno e l ora in cui e avvenuto l infortunio; la natura e la causa accertata o presunta dell infortunio e le circostanze nelle quali si e verificato, anche in riferimento ad eventuali deficienze di misure di igiene e prevenzione; lo stato della persona infortunata; il nome, cognome e indirizzo di eventuali testimoni

20 MALATTIA PROFESSIONALE: LA DENUNCIA DELLE MALATTIE PROFESSIONALI DEVE ESSERE TRASMESSA CON LE STESSE MODALITA DI CUI ALL ART. 13 DEL T.U., CORREDATA DA CERTIFICATO MEDICO, ENTRO 5 GIORNI SUCCESSIVI A QUELLO NEL QUALE IL LAVORATORE HA FATTO DENUNCIA AL DATORE DI LAVORO DELLA MANIFESTAZIONE DELLA MALATTIA.

21 IN CASO DI DENUNCIA MANCATA, TARDIVA, INESATTA OPPURE INCOMPLETA E PREVISTA UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA DA 516,46 A 1.549, 37 (L. n. 561 del 28 dicembre 1993 Trasformazione di reati minori in illeciti amministrativi)

CONVEGNO Università di Pavia

CONVEGNO Università di Pavia DIREZIONE REGIONALE LOMBARDIA CONVEGNO Università di Pavia 29 gennaio 2008 1 L Assicurazione contro gli Infortuni sul lavoro e le malattie professionali 2 L assicurazione contro gli infortuni - trova il

Dettagli

Infortuni sul lavoro: gli adempimenti a carico dell impresa

Infortuni sul lavoro: gli adempimenti a carico dell impresa Infortuni sul lavoro: gli adempimenti a carico dell impresa Nozione Si considera infortunio, ai fini della tutela assicurativa obbligatoria, ogni evento avvenuto per causa violenta in occasione di lavoro,

Dettagli

L assicurazione contro gli infortuni in Italia

L assicurazione contro gli infortuni in Italia INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI L assicurazione contro gli infortuni in Italia L obbligo dell assicurazione contro gli infortuni sul lavoro nasce con la legge 80/1898 come forma di tutela per i rischi

Dettagli

L ATLANTE DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO NELLA REGIONE VENETO

L ATLANTE DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO NELLA REGIONE VENETO L ATLANTE DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO NELLA REGIONE VENETO Evoluzione normativa negli anni 1990/2001 Ampliamento dei soggetti assicurati Estensione del rischio assicurato Nuovo sistema di tutela del danno

Dettagli

INAIL ATTIVITA L INAIL

INAIL ATTIVITA L INAIL COSA E L INAIL? INAIL ATTIVITA L INAIL Istituto Nazionale Assicurazioni Infortuni sul Lavoro è un ente pubblico non economico, erogatore di servizi a carattere nazionale, con personalità giuridica e autonomia

Dettagli

INAIL Direzione Regionale Lombardia. Le prestazioni INAIL

INAIL Direzione Regionale Lombardia. Le prestazioni INAIL INAIL Direzione Regionale Lombardia Le prestazioni INAIL 1 LE PRESTAZIONI ASSICURATIVE A FRONTE DEL PAGAMENTO DEL PREMIO ASSICURATIVO QUANDO SI VERIFICA UN EVENTO INDENNIZZABILE L INAIL EROGA DUE TIPI

Dettagli

INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE: LA TUTELA ASSICURATIVA DELL INAIL. dott. Alberto Citro - Medico del Lavoro

INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE: LA TUTELA ASSICURATIVA DELL INAIL. dott. Alberto Citro - Medico del Lavoro INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE: LA TUTELA ASSICURATIVA DELL INAIL dott. Alberto Citro - Medico del Lavoro L INAIL Ente pubblico non economico a carattere nazionale Con personalità giuridica e gestione

Dettagli

L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI NELLE SCUOLE PUBBLICHE. Sedi Inail di Torino Sud, Moncalieri e Pinerolo

L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI NELLE SCUOLE PUBBLICHE. Sedi Inail di Torino Sud, Moncalieri e Pinerolo L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI NELLE SCUOLE PUBBLICHE Sedi Inail di Torino Sud, Moncalieri e Pinerolo ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI

Dettagli

Testo Unico Legge n. 1124 del 1965 Decreto Legislativo n. 38 del 2000

Testo Unico Legge n. 1124 del 1965 Decreto Legislativo n. 38 del 2000 Testo Unico Legge n. 1124 del 1965 Decreto Legislativo n. 38 del 2000 INCA PIEMONTE - 2010 1 L ASSICURAZIONE INAIL LA CAUSA VIOLENTA - L OCCASIONE DI LAVORO L INFORTUNIO IN ITINERE GLI OBBLIGHI DEL LAVORATORE

Dettagli

Cos è l INAIL. (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro)

Cos è l INAIL. (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) Cos è l INAIL (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) E l Istituto che in Italia gestisce l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali. In Italia

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO INAIL 2015:

INFORTUNIO SUL LAVORO INAIL 2015: INFORTUNIO SUL LAVORO INAIL 2015: PROCEDURE, RETRIBUZIONE E PAGAMENTO dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, gennaio 2015 L infortunio sul lavoro INAIL 2015 è un incidente che avviene in occasione dell

Dettagli

APPROFONDIMENTI NORMATIVI E GIURIDICI

APPROFONDIMENTI NORMATIVI E GIURIDICI PER GLI ENTI DI PATRONATO 1 APPROFONDIMENTI NORMATIVI E GIURIDICI INFORTUNIO IN ITINERE: EVOLUZIONE GIURISPRUDENZIALE SUCCESSIVA ALL ART. 12 DEL D.LGS 38/2000 TERMINI PRESCRIZIONALI RENDITE UNIFICATE DA

Dettagli

CERTIFICAZIONE in ambito INAIL DOTT.ROBBI.MANGHI LA CERTIFICAZIONE IN MEDICINA GENERALE REGGIO EMILIA, 15 settembre 2011

CERTIFICAZIONE in ambito INAIL DOTT.ROBBI.MANGHI LA CERTIFICAZIONE IN MEDICINA GENERALE REGGIO EMILIA, 15 settembre 2011 CERTIFICAZIONE in ambito INAIL DOTT.ROBBI.MANGHI LA CERTIFICAZIONE IN MEDICINA GENERALE REGGIO EMILIA, 15 settembre 2011 INAIL Aree di intervento Oggetto dell Assicurazione (infortunio sul lavoro, infortunio

Dettagli

ASSICURATO: Copia B - per l Assicurato - TIP. INAIL - 11/2007 SINTESI DELL ESAME OBIETTIVO DIAGNOSI ACCERTAMENTI GIÀ PRATICATI PRESCRIZIONI

ASSICURATO: Copia B - per l Assicurato - TIP. INAIL - 11/2007 SINTESI DELL ESAME OBIETTIVO DIAGNOSI ACCERTAMENTI GIÀ PRATICATI PRESCRIZIONI Mod. 1 SS CERTIFICAZIONE MEDICA DI INFORTUNIO LAVORATIVO PRIMO CONTINUATIVO DEFINITIVO RIAMMISSIONE IN TEMPORANEA Cognome Nome Sesso MF Nato a (Comune) Residente a (Comune) CAP Nazionalità Codice ISTAT

Dettagli

di Redazione Indicitalia Risorse Umane >> Gestione organizzazione del personale

di Redazione Indicitalia Risorse Umane >> Gestione organizzazione del personale CALCOLO DELL INFORTUNIO di Redazione Indicitalia Risorse Umane >> Gestione organizzazione del personale RIFERIMENTI NORMATIVI DPR 30 giugno 1965, n.1124 (c.d. Testo Unico / T.U.) L infortunio è l evento

Dettagli

I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI Premessa: La Costituzione Italiana garantisce a tutti i cittadini il diritto alla salute sul luogo di lavoro. Lo Stato stabilisce l obbligo di assicurare

Dettagli

Si occupa di una serie di prestazioni:

Si occupa di una serie di prestazioni: 1 Si occupa di una serie di prestazioni: 2 L INCA si occupa anche di un settore specifico 3 L INCA ha una struttura organizzata uffici amministrativi con personale competente servizio medico con consulenti

Dettagli

LA NORMATIVA SULL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

LA NORMATIVA SULL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI Lezione n.2 LA NORMATIVA SULL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI Assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali E' l'assicurazione sociale

Dettagli

VADEMECUM IN CASO DI INFORTUNIO SUL LAVORO

VADEMECUM IN CASO DI INFORTUNIO SUL LAVORO VADEMECUM IN CASO DI INFORTUNIO SUL LAVORO. Per esempio: in caso di caduta specificare se il pavimento era sconnesso o bagnato, al fine di evitare il non riconoscimento dell infortunio per rischio generico

Dettagli

Ruolo e compiti dell INAIL

Ruolo e compiti dell INAIL Ruolo e compiti dell INAIL Nuovo Polo Salute e Sicurezza NORMATIVA DI RIFERIMENTO D.P.R. 1124/65 TESTO UNICO delle disposizioni per l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie

Dettagli

Gli Infortuni sul lavoro

Gli Infortuni sul lavoro . Gli Infortuni sul lavoro Diminuiscono gli infortuni ma non per tutti! Gli infortuni, tra gli anni 80 e gli anni 90, si attestano attorno ad 1 milione di eventi l anno; gli infortuni mortali oscillano

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

La tutela assicurativa Inail. dr.ssa Paola Patrignani resp. Processo prevenzione Inail di Pesaro Urbino

La tutela assicurativa Inail. dr.ssa Paola Patrignani resp. Processo prevenzione Inail di Pesaro Urbino La tutela assicurativa Inail dr.ssa Paola Patrignani resp. Processo prevenzione Inail di Pesaro Urbino 1 I.N.A.I.L. ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO persegue una pluralità

Dettagli

Gestire l infortunio e la malattia professionale

Gestire l infortunio e la malattia professionale MASTER SICUREZZA e la malattia professionale Avv. Monica Zanni Trento 5 maggio 2010 PRIMA PARTE Infortuni e malattie professionali: obblighi adempimenti difese Che cosa è un infortunio sul lavoro E' un

Dettagli

Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2013

Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2013 Rapporto Statistico 2013 Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2013 Casellario Centrale Infortuni 00143 Roma - Via Roberto Ferruzzi, 38 casellario@inail.it http://casellario.inail.it INAIL

Dettagli

Paolo Mascagni 21-06-14

Paolo Mascagni 21-06-14 Paolo Mascagni 21-06-14 EVENTI LESIVI DA CAUSA LAVORATIVA INFORTUNIO Evento avvenuto per causa violenta (concentrata nel tempo), in occasione di lavoro, da cui sia derivata la morte o un inabilità permanente

Dettagli

LE SCUOLE PUBBLICHE E PARITARIE

LE SCUOLE PUBBLICHE E PARITARIE ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI E LE MALATTIE PROFESSIONALI ATTUATA DALL INAIL LE SCUOLE PUBBLICHE E PARITARIE A CURA DELLE SEDI INAIL DELLA PROVINCIA DI VARESE Marzo 2010 CHE COS E L INAIL? ISTITUTO

Dettagli

COME COMPORTARSI IN CASO DI INFORTUNI SUL LAVORO.

COME COMPORTARSI IN CASO DI INFORTUNI SUL LAVORO. COME COMPORTARSI IN CASO DI INFORTUNI SUL LAVORO. ECCO LE ISTRUZIONI: L INFORTUNIO SUL LAVORO Obbligo assicurativo I datori di lavoro sono obbligati ad assicurare contro gli infortuni sul lavoro e le malattie

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visto l articolo 4 della Legge Costituzionale n.185/2005 e l articolo 6 della Legge Qualificata n.186/2005; Promulghiamo

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E

INFORTUNIO SUL LAVORO E I CONCETTI DI INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE Centro per la Cultura della Prevenzione nei luoghi di lavoro e vita Convegno di studio e approfondimento: «Quando lo studente è un lavoratore.

Dettagli

4. La tutela assicurativa INAIL

4. La tutela assicurativa INAIL 4. La tutela assicurativa INAIL L infortunio sul lavoro Che cos è l infortunio sul lavoro: l evento lesivo che produce danno al lavoratore la cui causa, sia violenta, cioè acuta, di forza efficiente e

Dettagli

Ispezioni e ricorsi i casi in azienda. Denuncia di infortunio tardata: una sanzione elevata che richiede attenzione

Ispezioni e ricorsi i casi in azienda. Denuncia di infortunio tardata: una sanzione elevata che richiede attenzione Ispezioni e ricorsi i casi in azienda Denuncia di infortunio tardata: una sanzione elevata che richiede attenzione a cura di Fabrizio Vazio Esperto in materia previdenziale e assicurativa La problematica

Dettagli

Vademecum in caso di infortunio sul lavoro

Vademecum in caso di infortunio sul lavoro Vademecum in caso di infortunio sul lavoro Questo documento vuole essere un ausilio a tutti i lavoratori si trovassero nella necessità di denunciare un infortunio, una malattia professionale, un danno

Dettagli

OBBLIGHI DEI MEDICI NEI CASI DI INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE

OBBLIGHI DEI MEDICI NEI CASI DI INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE INAIL Direzione regionale Lombardia REGIONE LOMBARDIA Direzione Generale Sanità OBBLIGHI DEI MEDICI NEI CASI DI INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE A cura di Inail Direzione Regionale Lombardia e Regione

Dettagli

INAIL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

INAIL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI INPS 1) ASSICURAZIONE PER L INVALIDITA, LA VECCHIAIA E I SUPERSTITI 2) ASSICURAZIONE CONTRO LA TIBERCOLOSI 3) ASSICURAZIONE CONTRO LA DISOCCUPAZIONE INVOLONTARIA 4) PROVVEDIMENTI PER LA TUTELA FISICA ED

Dettagli

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale A cura di: - Inail Direzione Regionale Lombardia - Regione Lombardia - Direzione Generale Sanità Documento realizzato nell ambito della

Dettagli

Casellario Centrale Infortuni

Casellario Centrale Infortuni Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2012 Il Casellario Centrale Infortuni È una banca dati pubblica che raccoglie tutti gli infortuni che hanno prodotto invalidità permanente o morte e sono

Dettagli

CERTIFICAZIONE MEDICA DI INFORTUNIO LAVORATIVO. Prov. Prov. in (Comune o Stato Estero) GG MM AAAA / / Lʼassicurato...

CERTIFICAZIONE MEDICA DI INFORTUNIO LAVORATIVO. Prov. Prov. in (Comune o Stato Estero) GG MM AAAA / / Lʼassicurato... Mod. 1 SS CERTIFICAZIONE MEDICA DI INFORTUNIO LAVORATIVO n PRIMO n CONTINUATIVO n DEFINITIVO n RIAMMISSIONE IN TEMPORANEA Cognome Nome Sesso MF Nato a (Comune) Domiciliato in (Comune) CAP Nazionalità Codice

Dettagli

FUNZIONE SOCIALE E COMPITI ISTITUZIONALI DELL INAIL

FUNZIONE SOCIALE E COMPITI ISTITUZIONALI DELL INAIL FUNZIONE SOCIALE L INAIL gestisce l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e malattie professionali in maniera esclusiva. Con D.L. 31/5/2010 n.78 in via di conversione sono stati soppressi l Ipsema

Dettagli

INAIL: Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL: Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Logo INAIL INAIL: Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Detiene le banche dati sugli infortuni sul lavoro e le malattie lavoro correlate Assicura i lavoratori contro gli

Dettagli

Attività svolta ai sensi dell'art.24 D.Lgs. 626

Attività svolta ai sensi dell'art.24 D.Lgs. 626 1 ECONOMICHE SANITARIE INTEGRATIVE Indennità per inabilità temporanea assoluta Rendita per inabilità permanente Assegno per assistenza personale continuativa Rendita di passaggio Rendita ai superstiti

Dettagli

La prevenzione degli infortuni. La prevenzione degli infortuni -- Programma LEONARDO

La prevenzione degli infortuni. La prevenzione degli infortuni -- Programma LEONARDO La prevenzione degli infortuni Infortuni in Italia (*) 1987 1994 Numero Totale 795.562 925.886 Mortali 1.447 1.128 Ogni anno 1 infortunio ogni 15 lavoratori 1 infortunio mortale ogni 8.100 lavoratori (*)

Dettagli

Ennio Savino Dirigente Medico INAIL

Ennio Savino Dirigente Medico INAIL ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO Ennio Savino Dirigente Medico INAIL Il medico di Medicina Generale rappresenta spesso il primo riferimento per il paziente vittima

Dettagli

IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO IL D.Lgs. 81/2001. STUDIO CONSICUR dott. Luca Vincenzo Fanesi

IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO IL D.Lgs. 81/2001. STUDIO CONSICUR dott. Luca Vincenzo Fanesi L obbligo della denuncia infortunio e malattia professionale Il registro infortuni LA TUTELA ASSICURATIVA SUI LUOGHI DI LAVORO IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO IL D.Lgs. 81/2001 STUDIO CONSICUR dott. Luca

Dettagli

IL DOCUMENTO DI INDIRIZZO PER LA SICUREZZA NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI DEL PIEMONTE La gestione del rapporto assicurativo

IL DOCUMENTO DI INDIRIZZO PER LA SICUREZZA NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI DEL PIEMONTE La gestione del rapporto assicurativo IL DOCUMENTO DI INDIRIZZO PER LA SICUREZZA NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI DEL PIEMONTE La gestione del rapporto assicurativo Maria GULLO INAIL Piemonte 17 ottobre 2013 IIS A. Volta Spalto Marengo 42 Alessandria

Dettagli

Il sistema di tutela sociale

Il sistema di tutela sociale Il sistema di tutela sociale IL SISTEMA DI TUTELA SOCIALE Il sistema di TUTELA SOCIALE si riferisce a quel complesso di servizi con cui lo Stato fornisce a tutti i cittadini prestazioni di ordine assistenziale

Dettagli

LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI. GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei

LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI. GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei LA CAMPAGNA EUROPEA 2014 E LO STRESS LAVORO CORRELATO Lo stress

Dettagli

Gli infortuni sul lavoro nel Friuli Venezia Giulia. Servizio statistica dicembre 2008

Gli infortuni sul lavoro nel Friuli Venezia Giulia. Servizio statistica dicembre 2008 Gli infortuni sul lavoro nel Friuli Venezia Giulia Servizio statistica dicembre 2008 Servizio statistica REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Corso Cavour, 1 34100 Trieste telefono: 040 3772218 fax:

Dettagli

INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI

INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI PREVENZIONE E TUTELA INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI TERZA EDIZIONE AGGIORNATA PREVENZIONE E TUTELA INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI TERZA EDIZIONE AGGIORNATA ACURADI Marco Bottazzi Tiziana Tramontano

Dettagli

Roma, 27 marzo 2015. Legge 266 dell 11 agosto 1991 Legge-quadro sul volontariato (GU. 196 del 22 agosto 1991);

Roma, 27 marzo 2015. Legge 266 dell 11 agosto 1991 Legge-quadro sul volontariato (GU. 196 del 22 agosto 1991); Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche Circolare n. 45 Roma, 27 marzo 2015 Al Direttore generale vicario Ai Responsabili di tutte le Strutture centrali e

Dettagli

RETE DI AGENZIE PER LA SICUREZZA TREVISO

RETE DI AGENZIE PER LA SICUREZZA TREVISO RETE DI AGENZIE PER LA SICUREZZA TREVISO Silvana Amico INAIL Treviso GESTIONE PER CONTO INSEGNANTI E ALUNNI Relazione 21 marzo 2007 INTRODUZIONE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

Dettagli

RUOLO DEGLI ENTI PUBBLICI NELLA TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

RUOLO DEGLI ENTI PUBBLICI NELLA TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO RUOLO DEGLI ENTI PUBBLICI NELLA TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO I.S.P.E.S.L. Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza sul Lavoro SEDE CENTRALE: Pubblicazioni, ricerca,

Dettagli

ing. Domenico Mannelli Le banche dati: dal dato alla prevenzione

ing. Domenico Mannelli Le banche dati: dal dato alla prevenzione ing. Domenico Mannelli Le banche dati: dal dato alla prevenzione Menomazione della capacità lavorativa o morte provocata da causa violenta in occasione dei lavori CAUSA VIOLENTA ELEMENTO DETERMINANTE IN

Dettagli

Caso N. Riservato all INAIL TIMBRO DI ARRIVO (Riservato all INAIL) GG / MM / AAAA Stato di nascita Cittadinanza Sesso Stato civile M 1 - Coniugato

Caso N. Riservato all INAIL TIMBRO DI ARRIVO (Riservato all INAIL) GG / MM / AAAA Stato di nascita Cittadinanza Sesso Stato civile M 1 - Coniugato Caso N. Riservato all INAIL TIMBRO DI ARRIVO (Riservato all INAIL) Data di spedizione Riservato all INAIL DENUNCIA D INFORTUNIO All INAIL di Cognome Nome Codice Fiscale Nato a GG MM AAAA Stato di nascita

Dettagli

I MANUALI DEL PROFESSIONISTA. diretti da Roberto GAROFOLI

I MANUALI DEL PROFESSIONISTA. diretti da Roberto GAROFOLI I MANUALI DEL PROFESSIONISTA diretti da Roberto GAROFOLI DANIELE IARUSSI Manuale di infortuni sul lavoro e malattie professionali Indice Premessa VII - I - GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

Dettagli

La gestione della prevenzione negli ambienti di lavoro. Definizioni

La gestione della prevenzione negli ambienti di lavoro. Definizioni La gestione della prevenzione negli ambienti di lavoro Definizioni DEFINIZIONI (Linee Guida CEE riprese da Linee Guida Regioni) PERICOLO proprietà o qualità intrinseca di una entità avente il potenziale

Dettagli

Contenuto dei 4 o 5 settori prevalenti

Contenuto dei 4 o 5 settori prevalenti 1 di 5 GLOSSARIO Accentramenti contributivi Addetti (INAIL) Agente materiale Codice di tariffa Inail Comparti Contenuto dei 4 o 5 settori prevalenti ESAW/3 Un'azienda, con più Unità produttive dislocate

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE IN EMERGENZA URGENZA

LA CERTIFICAZIONE IN EMERGENZA URGENZA LA CERTIFICAZIONE IN EMERGENZA URGENZA Certificazioni con carattere di urgenza INAIL INPS MORTE (constatazione di decesso) Altri certificati (morso di animale, certificato di vaccinazione antitetanica)

Dettagli

Malattie professionali e ruolo del Medico Competente

Malattie professionali e ruolo del Medico Competente Malattie professionali e ruolo del Medico Competente Graziano Frigeri Medico Competente, Presidente Assoprev Il Sistema Assicurativo L'INAIL è l'ente assicuratore di diritto pubblico competente per l'assicurazione

Dettagli

MONDO LAVORO LA MANOVRA ECONOMICA

MONDO LAVORO LA MANOVRA ECONOMICA IMPRESE E TERRITORIO MONDO del LAVORO AGOSTO 2011 1 Redazione c/o Associazione Commercianti Albesi Editrice Servizi A.C.A. S.r.l. ALBA Piazza San Paolo n. 3 Tel. 0173 22.66.11 Telefax 0173 36.15.24 e-mail

Dettagli

GLI INFORTUNI NELLE SCUOLE. Maria GULLO e Marilù TOMACIELLO INAIL Piemonte

GLI INFORTUNI NELLE SCUOLE. Maria GULLO e Marilù TOMACIELLO INAIL Piemonte Maria GULLO e Marilù TOMACIELLO INAIL Piemonte Perché questa particolare attenzione sugli infortuni? L'analisi degli incidenti/infortuni costituisce un momento di Art. 29 comma 3 Dlgs 81/08 fondamentale

Dettagli

INDICE. Presentazione del Prof. GOFFREDO SCIAUDONE... PARTE PRIMA PREVENZIONE CAPITOLO I DEFINIZIONE, DATI STATISTICI

INDICE. Presentazione del Prof. GOFFREDO SCIAUDONE... PARTE PRIMA PREVENZIONE CAPITOLO I DEFINIZIONE, DATI STATISTICI XV Presentazione del Prof. GOFFREDO SCIAUDONE... IX PARTE PRIMA DEFINIZIONE, DATI STATISTICI, PREVENZIONE CAPITOLO I DEFINIZIONE, DATI STATISTICI 1. Infortunio, infortunio sul lavoro e infortunio in itinere....

Dettagli

SICUREZZA E PREVENZIONE

SICUREZZA E PREVENZIONE SICUREZZA E PREVENZIONE Il 28 aprile attenzione sui nuovi rischi Giornata mondiale Ilo per sensibilizzare lavoratori e istituzioni La giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro, campagna

Dettagli

INDICE SISTEMATICO LIBRO PRIMO IL DANNO LA LIQUIDAZIONE PARTE PRIMA IL RISARCIMENTO DEL DANNO IN GENERALE

INDICE SISTEMATICO LIBRO PRIMO IL DANNO LA LIQUIDAZIONE PARTE PRIMA IL RISARCIMENTO DEL DANNO IN GENERALE INDICE SISTEMATICO Introduzione........................................... pag. v LIBRO PRIMO IL DANNO LA LIQUIDAZIONE PARTE PRIMA IL RISARCIMENTO DEL DANNO IN GENERALE 1. Rapporto di causalità tra condotta

Dettagli

Circolare N.168 del 15 dicembre 2011. Premi assicurativi 2011-2012. E in corso l invio delle comunicazioni sulla classificazione ai fini tariffari

Circolare N.168 del 15 dicembre 2011. Premi assicurativi 2011-2012. E in corso l invio delle comunicazioni sulla classificazione ai fini tariffari Circolare N.168 del 15 dicembre 2011 Premi assicurativi 2011-2012. E in corso l invio delle comunicazioni sulla classificazione ai fini tariffari Premi assicurativi 2011/2012: è in corso l invio delle

Dettagli

TUTELA SOCIALE. Lo STATO. garantisce a tutti i cittadini, in base agli articoli 32 e 38 della Costituzione, prestazioni di ordine

TUTELA SOCIALE. Lo STATO. garantisce a tutti i cittadini, in base agli articoli 32 e 38 della Costituzione, prestazioni di ordine TUTELA SOCIALE Lo STATO garantisce a tutti i cittadini, in base agli articoli 32 e 38 della Costituzione, prestazioni di ordine ASSISTENZIALE (assistenza sociale) PREVIDENZIALE (previdenza sociale) Gli

Dettagli

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO Mod. 4 bis - Prest. DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Alla Sede INAIL INAIL TIMBRO DI ARRIVO Data di spedizione

Dettagli

Prot. n. 16568 del 21/03/2014. Oggetto: Invio modulistica INAIL

Prot. n. 16568 del 21/03/2014. Oggetto: Invio modulistica INAIL Prot. n. 16568 del 21032014 Ai Medici 118 Oggetto: Invio modulistica INAIL Direttore Centrale Operativa 118 Via Roma 56 53100 SIENA tel. 0577 536853 fax 0577 536118 e-mail: si118@usl7.toscana.it Il medico

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO

INFORTUNIO SUL LAVORO INFORTUNIO SUL LAVORO CONCETTI GENERALI ED ESAME DI PARTICOLARI FATTISPECIE Dott. Uliano Battisti Sovrintendente Sanitario Regione Abruzzo 1 INFORTUNIO: ogni evento accidentale che, ripercuotendosi dall

Dettagli

Circolare n. 16 Falconara M.ma 12/10/2015. Al Personale Docente e ATA All Albo d Istituto

Circolare n. 16 Falconara M.ma 12/10/2015. Al Personale Docente e ATA All Albo d Istituto Circolare n. 16 Falconara M.ma 12/10/2015 Al Personale Docente e ATA All Albo d Istituto OGGETTO: D. Lgs. 81/2008. Sicurezza a scuola. INFORTUNI: gestione e disciplina. 1) Infortunio/malore ad alunno:

Dettagli

Ufficio Programmazione Risorse Umane. Circolari e Documenti vari sui Cotratti prestazione d'opera (ex art.2222)

Ufficio Programmazione Risorse Umane. Circolari e Documenti vari sui Cotratti prestazione d'opera (ex art.2222) Ufficio Programmazione Risorse Umane Circolari e Documenti vari sui Cotratti prestazione d'opera (ex art.2222) Ufficio Personale Siena, 26 SET. 2000 Ai Presidi di Facoltà Ai Direttori di Dipartimento Ai

Dettagli

GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO

GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO Questa guida descrive le prestazioni INAIL dirette al lavoratore che subisce un infortunio o contrae una malattia a causa dell'attività lavorativa. Il

Dettagli

Ministero dell 'Istruzione, dell'università

Ministero dell 'Istruzione, dell'università MIUR - Ministero dell'istruzione dell'università AOODGRUF - D.G. per le risorse umane e finanziarie REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0019323-15112/20 15 - USCITA [ I Direzione Generale per le risorse umane

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO. di Gesuele Bellini - Cultore di diritto del lavoro presso l Università dell Insubria. Lavoro & Previdenza

L INFORTUNIO SUL LAVORO. di Gesuele Bellini - Cultore di diritto del lavoro presso l Università dell Insubria. Lavoro & Previdenza 09) Bellini - 17-03-2010 18:47 Pagina 52 L INFORTUNIO SUL LAVORO di Gesuele Bellini - Cultore di diritto del lavoro presso l Università dell Insubria Quando un infortunio è qualificabile «infortunio sul

Dettagli

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81)

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Mod. 4 bis - Prest. DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Alla Sede INAIL INAIL TIMBRO DI ARRIVO Data di spedizione

Dettagli

Legge 5 marzo 2001, n. 57 (G.U. 20 marzo 2001, n. 66) Disposizioni in materia di apertura e regolazione dei mercati TITOLO I REGOLAZIONE DEI MERCATI

Legge 5 marzo 2001, n. 57 (G.U. 20 marzo 2001, n. 66) Disposizioni in materia di apertura e regolazione dei mercati TITOLO I REGOLAZIONE DEI MERCATI Legge 5 marzo 2001, n. 57 (G.U. 20 marzo 2001, n. 66) Disposizioni in materia di apertura e regolazione dei mercati TITOLO I REGOLAZIONE DEI MERCATI Capo I INTERVENTI NEL SETTORE ASSICURATIVO Art. 1. (Norme

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE Corso di Laurea Triennale in Statistica, Popolazione e Società (SPS) Tesi di Laurea GLI INCIDENTI STRADALI SUL LAVORO NEL VENETO (2004-2008):

Dettagli

Corso di Aggiornamento Sulla Sicurezza per DIRIGENTI SCOLASTICI Individuati Datori di Lavoro

Corso di Aggiornamento Sulla Sicurezza per DIRIGENTI SCOLASTICI Individuati Datori di Lavoro Corso di Aggiornamento Sulla Sicurezza per DIRIGENTI SCOLASTICI Individuati Datori di Lavoro Potenza 18 febbraio 2008 Giuseppe Satriani- Sovrintendente Medico INAIL Regione Basilicata Normativa sull Assicurazione

Dettagli

PERICOLO o FATTORE DI RISCHIO

PERICOLO o FATTORE DI RISCHIO Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole Definizione parole-chiave MODULO B Unità didattica A3-1 CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. 195/03 PERICOLO o FATTORE DI

Dettagli

L assicurazione INAIL si applica ai lavoratori dipendenti, agli autonomi, ai lavoratori italiani all estero e a chi svolge un lavoro in ambito

L assicurazione INAIL si applica ai lavoratori dipendenti, agli autonomi, ai lavoratori italiani all estero e a chi svolge un lavoro in ambito COS E L INAIL L INAIL assiste i lavoratori vittime di infortuni e malattie professionali ( Istituto Nazionale per l assicurazione contro gli infortuni sul lavoro) Deve garantire l assistenza sanitaria

Dettagli

SEZIONE I Scopo, Campo di applicazione, Riferimenti normativi e abbreviazioni e definizioni

SEZIONE I Scopo, Campo di applicazione, Riferimenti normativi e abbreviazioni e definizioni LICEO SCIENTIFICO STATALE "ALDO MORO" Via XX Settembre, 5-42100 REGGIO EMILIA Tel. 0522/517384 0522/511699 0522/921955 Fax 0522/ 922077 Cod. Fisc. 80016270359 E MAIL. segreteria@liceomoro.it - WEB: www.liceomoro.it

Dettagli

Adempimenti medico-legali negli infortuni e nelle malattie professionali

Adempimenti medico-legali negli infortuni e nelle malattie professionali SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE CORSO 2010/2013 SEDE DI REGGIO EMILIA Adempimenti medico-legali negli infortuni e nelle malattie professionali Dr. Gianni Gilioli Medico Competente

Dettagli

FG1 FORMAZIONE DEI. Formazione generale del personale scolastico. SiRVeSS. LAVORATORI EX D.Lgs. 81/08 (art. 37) E ACCORDO STATO-REGIONI 21/12/2011

FG1 FORMAZIONE DEI. Formazione generale del personale scolastico. SiRVeSS. LAVORATORI EX D.Lgs. 81/08 (art. 37) E ACCORDO STATO-REGIONI 21/12/2011 Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole Formazione generale del personale scolastico FG1 FORMAZIONE DEI LAVORATORI EX D.Lgs. 81/08 (art. 37) E ACCORDO STATO-REGIONI 21/12/2011 PREMESSA

Dettagli

PARTE PRIMA INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI DENUNCIATI ALL INAIL

PARTE PRIMA INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI DENUNCIATI ALL INAIL PARTE PRIMA INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI DENUNCIATI ALL INAIL Tav.1 Infortuni sul lavoro avvenuti nel periodo 2005-2007 per anno, gestione e sesso Tav. 2 Infortuni sul lavoro avvenuti

Dettagli

percorso uscite di emergenza

percorso uscite di emergenza 11 è obbligatorio l uso dei guanti protettivi è obbligatorio il casco protettivo sono obbligatorie le scarpe di sicurezza è obbligatoria la cintura di sicurezza è obbligatoria la protezione del corpo è

Dettagli

Titolo I DISPOSIZIONI GENERALI. Capo I Soggetti assicurati IL MINISTRO PER LE POLITICHE GIOVANILI E LE ATTIVITÀ SPORTIVE.

Titolo I DISPOSIZIONI GENERALI. Capo I Soggetti assicurati IL MINISTRO PER LE POLITICHE GIOVANILI E LE ATTIVITÀ SPORTIVE. RIVISTA DI ISSN 1825-6678 DIRITTO ED ECONOMIA DELLO SPORT Vol. IV, Fasc. 2, 2008 DECRETO 16 APRILE 2008, ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA PER GLI SPORTIVI Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per

Dettagli

Obblighi del medico in caso di infortunio sul lavoro o di sospetta malattia professionale

Obblighi del medico in caso di infortunio sul lavoro o di sospetta malattia professionale Obblighi del medico in caso di infortunio sul lavoro o di sospetta malattia professionale Il documento che segue è diretto a orientare il medico nell assolvimento degli obblighi di legge ai quali deve

Dettagli

Organismi di vigilanza pubblici impegnati nella prevenzione degli infortuni e malattie professionali

Organismi di vigilanza pubblici impegnati nella prevenzione degli infortuni e malattie professionali Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole I soggetti del sistema pubblico di prevenzione 1.2c CORSO DI FORMAZIONE PER DIRIGENTI SCOLASTICI E PER DIRETTORI DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI

Dettagli

PROCEDURA GESTIONE INFORTUNI IN AMBITO AZIENDALE

PROCEDURA GESTIONE INFORTUNI IN AMBITO AZIENDALE Rev. n o 2 novembre 2015 U.O. C. Prevenzione Protezione Aziendale Tel. 0825.292182 Fax 0825.292181 e-mail: uoppa@aslavellino.it GESTIONE INFORTUNI Pagina 1 di 11 PROCEDURA GESTIONE INFORTUNI IN AMBITO

Dettagli

Gentile Signore/a, Il direttore

Gentile Signore/a, Il direttore Istituto Nazionale Previdenza Sociale Città Data Al sig./ra Indirizzo Gentile Signore/a, le scriviamo con riferimento al certificato di malattia da Lei presentato ai nostri Uffici, relativo ad un periodo

Dettagli

Parte prima 4. Gestione degli incidenti in laboratorio. SiRVeSS

Parte prima 4. Gestione degli incidenti in laboratorio. SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole Gestione degli incidenti in laboratorio Parte prima 4 FORMAZIONE PARTICOLARE DEI PREPOSTI EX D.Lgs. 81/08 (art. 37) E ACCORDO STATO-REGIONI 21/12/2011

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DENOMINAZIONE NUMERO (identifica il modulo) DESCRIZIONE Certificazione Medica di Malattia Professionale Mod. 5 SS Certificato medico (primo, continuativo, definitivo, riammissione

Dettagli

Legge regionale 9 novembre 2015, n. 13. IL CONSIGLIO REGIONALE. ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE. promulga

Legge regionale 9 novembre 2015, n. 13. IL CONSIGLIO REGIONALE. ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE. promulga Legge regionale 9 novembre 2015, n. 13. Istituzione del Fondo regionale per il sostegno socio-educativo, scolastico e formativo dei figli delle vittime di incidenti mortali sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

INFORTUNI A PERSONALE DI IMPRESE ESECUTRICI DI LAVORI O SERVIZI APPALTATI DA RETE FERROVIARIA ITALIANA s.p.a.

INFORTUNI A PERSONALE DI IMPRESE ESECUTRICI DI LAVORI O SERVIZI APPALTATI DA RETE FERROVIARIA ITALIANA s.p.a. Sistema Integrato Gestione della Sicurezza 1 di 9 INFORTUNI A PERSONALE DI IMPRESE ESECUTRICI DI LAVORI O SERVIZI APPALTATI DA RETE FERROVIARIA ITALIANA s.p.a. Rev. Data Descrizione modifiche Redatto Verificato

Dettagli

Annarita Castrucci Medico del Lavoro U.O.C. PISLL AUSL Viterbo

Annarita Castrucci Medico del Lavoro U.O.C. PISLL AUSL Viterbo CEFAS GIORNATE DI AGGIORNAMENTO PER I COORDINATORI DELLA SICUREZZA PER LA PROGETTAZIONE E PER L ESECUZIONE DEI LAVORI (ai sensi dell allegato XIV del D.lgs 81/2008 - edizione 2013) LA GESTIONE DEI PROTOCOLLI

Dettagli

CERTIFICAZIONE MEDICA DI MALATTIA PROFESSIONALE

CERTIFICAZIONE MEDICA DI MALATTIA PROFESSIONALE Mod. 5 SS CERTIFICAZIONE MEDICA DI MALATTIA PROFESSIONALE PRIMO CONTINUATIVO DEFINITIVO RIAMMISSIONE IN TEMPORANEA Cognome Nome Sesso MF Nato a (Comune) Residente a (Comune) CAP Nazionalità Codice ISTAT

Dettagli

TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NELLA ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO. Dott.ssa Antonina Sanna Maggio 2014

TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NELLA ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO. Dott.ssa Antonina Sanna Maggio 2014 TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NELLA ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO Dott.ssa Antonina Sanna Maggio 2014 La normativa vigente D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. -Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi

Dettagli

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81)

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Mod. 4 bis - Prest. DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53 d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18 comma 1 lettera r d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Alla Sede INAIL INAIL TIMBRO DI ARRIVO Data di spedizione

Dettagli

VOCABOLARIO DELLA SICUREZZA (SAFETY) DEFINIZIONI: Pericolo Rischio Prevenzione Protezione Formazione Informazione Addestramento Buone prassi

VOCABOLARIO DELLA SICUREZZA (SAFETY) DEFINIZIONI: Pericolo Rischio Prevenzione Protezione Formazione Informazione Addestramento Buone prassi VOCABOLARIO DELLA SICUREZZA (SAFETY) DEFINIZIONI: Pericolo Rischio Prevenzione Protezione Formazione Informazione Addestramento Buone prassi federico.ricci@unimore.it Psicologo del Lavoro e delle Organizzazioni

Dettagli