CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PORTIERATO/RECEPTION PRESSO GLI STABILI DELLA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PORTIERATO/RECEPTION PRESSO GLI STABILI DELLA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA."

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PORTIERATO/RECEPTION PRESSO GLI STABILI DELLA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA. 1. OGGETTO DEL CAPITOLATO Costituisce oggetto dell appalto il servizio di portierato/reception negli immobili di proprietà o in conduzione della Provincia di Monza e della Brianza e indicativamente nei sotto indicati stabili: 1 NUOVA SEDE MONZA AREA IV NOVEMBRE 2 SEDE MONZA VIA T. GROSSI, 9 3 SEDE MONZA PIAZZA DIAZ, 1 4 SEDE LIMBIATE VIA BONAPARTE, 2 2. MODALITÀ E CADENZA DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PORTIERATO/RECEPTION Per portierato/reception si intende attività svolte da personale non armato, per cui non è richiesta la qualifica di guardia particolare giurata. Il portierato comprende lo svolgimento delle seguenti attività: 2.1 APERTURA E CHIUSURA DEGLI UFFICI Comprende: il controllo della chiusura degli infissi, lo spegnimento delle luci, l ispezione per verificare la presenza di persone all interno della struttura, durante l apertura e prima della chiusura dei locali, l inserimento e la disattivazione dei sistemi di allarme e di sorveglianza, degli impianti antintrusione, la consegna e custodia delle chiavi; 2.2 RECEPTION Comprende: il servizio di prima informazione, lo smistamento dell utenza e dei visitatori, il riconoscimento e la ricerca del personale dipendente, l assistenza alle persone disabili con attivazione, in caso di necessità, del servo scala, qualora esistente, come da procedure dell Ente; accogliere, fornire informazioni e smistare gli ospiti nei vari uffici di competenza evitando l accesso ai luoghi non autorizzati, con rilascio di documento identificativo interno, fornitura delle indicazioni necessarie per gli spostamenti all interno degli edifici, tempestivo avviso degli interlocutori interni, ecc.; registrazione degli ospiti nell apposito registro di entrata, congedo in uscita e ritiro del documento identificativo interno con registrazione del termine della permanenza, controllo dell uscita di tutti gli ospiti dai locali; prenotazione di taxi per dipendenti e ospiti; 1

2 prenotazione su richiesta delle sale conferenza/riunioni/meeting; controllo degli accessi sia pedonali sia carrabili dell immobile/i al fine di evitare l accesso a persone non autorizzate; effettuazione delle chiamate ai corrieri e presa in consegna dei documenti; gestione delle chiavi delle macchine di distribuzione automatica di bevande/caffè; gestione di eventuali sistemi di sicurezza (controllo accessi, rilevazione allarmi antincendio e antiallagamento, sistemi antintrusione, ecc.) con conseguente rilancio di allarmi nei confronti degli organi competenti ed esecuzione delle disposizioni relative al piano di sicurezza in caso di emergenze secondo quanto stabilito dal piano di emergenza dell immobile; esecuzione delle disposizioni relative al Piano di sicurezza in caso di emergenze secondo quanto stabilito dal Piano di emergenza dell immobile; varie ed eventuali da concordare con il Responsabile provinciale dell appalto. 2.3 CONTROLLO E REGOLAZIONE DEGLI ACCESSI Comprende: il controllo e la regolazione degli accessi, compresi i flussi di accesso anche mediante l esibizione dei documenti d identità, la gestione degli accessi su chiamata, come da procedure dell Ente, la gestione delle telefonate in entrata e in uscita; 2.4 RICEZIONE E SMISTAMENTO DELLA POSTA Comprende: la ricezione e lo smistamento della posta (corrispondenza ordinaria, lettere raccomandate, telegrammi, pacchi, plichi postali, attività di protocollazione, ecc.), la verifica dei documenti di trasporto delle merci, come da procedure dell Ente; 2.5 CONTROLLO DEL BUON FUNZIONAMENTO DEGLI IMPIANTI Comprende: il sistema di accesso e di allarme varchi, il sistema antincendio, il controllo dei sistemi di assistenza alle persone disabili, la redazione di rapporti degli eventi anomali, la chiamata degli interventi di assistenza e manutenzione, come da procedure dell Ente; 2.6 ULTERIORI PRESTAZIONI RICOMPRESE NEL SERVIZIO 1) L allacciamento, a cura dell impresa aggiudicataria, alla centrale allarmi attraverso ponti bidirezionali; 3) Fornitura e messa in opera a disposizione di un auto di servizio dedicata alle incombenze del servizio di portierato presso i vari stabili in cui lo stesso viene svolto; 3) Servizio di reperibilità (continua reperibilità di un gruppo di 4 persone): intervento garantito in un tempo massimo di novanta minuti dal ricevimento della chiamata del portiere reperibile in caso di qualsivoglia necessità di apertura degli stabili al di fuori dal normale orario di lavoro e in giorni in cui non è prevista l attività lavorativa. Per l'erogazione del servizio di reperibilità, l impresa aggiudicataria deve rendere attivo un numero telefonico presidiato dal personale reperibile di turno attivo 24 ore su COMPITI IN MATERIA DI SICUREZZA Comprende: l attivazione di segnali di pericolo, la collaborazione nell attuare delle procedure di evacuazione, antipanico e antincendio, la richiesta di intervento di ambulanze, forze dell ordine e vigili del fuoco nei casi di emergenza, come da procedure comunicate e in funzione dell addestramento ricevuto e certificato; 2

3 2.8 TUTELA DELLA RISERVATEZZA La Ditta aggiudicataria si impegna a rispettare e far rispettare al proprio personale l obbligo di riservatezza a non diffondere, asportare, utilizzare per motivi propri, al di fuori delle specifiche indicazioni dell Ente, in alcun modo, le informazioni, i dati e le notizie di cui è venuto a conoscenza nello svolgimento del servizio. La ditta aggiudicataria solleva l Ente da qualsiasi responsabilità dovesse derivare dal trattamento dei dati dipendente da fatto proprio, del proprio personale o dei collaboratori che utilizzerà. 3 MODIFICA DELLE SEDI E DEGLI ORARI DI SERVIZIO L Ente si riserva la facoltà di modificare l ubicazione delle sedi operative dei servizi. La Ditta aggiudicataria s impegna ad accettare le modificazioni alle stesse condizioni offerte per i servizi come configurati da capitolato. L Ente può richiedere altresì la modifica della configurazione dell orario di svolgimento dei servizi, con riferimento all articolazione dell orario nell arco settimanale, fermo restando il numero complessivo di ore previsto. Il preavviso sull esigenza di anticipare l orario di apertura degli uffici può essere comunicato alla Ditta aggiudicataria entro la fine dell orario di apertura del giorno lavorativo precedente. Per il prolungamento dell orario in chiusura saranno date istruzioni secondo le esigenze dell Ente. Il prolungamento dell orario di apertura della Sede può avvenire per ragioni contingenti. 4 DURATA DEL SERVIZIO L impresa appaltatrice dovrà assicurare tutte le prestazioni sopra indicate mediante la presenza di personale per sei giorni la settimana (dal lunedì al sabato) con esclusione delle domeniche, giornate festive infrasettimanali ricorrenza del Santo Patrono compresa, salvo esigenze connesse alla gestione d interventi a carattere straordinario. Qualora fosse stabilita una diversa articolazione dell orario di lavoro dei dipendenti, la Stazione Appaltante si riserva la facoltà di richiedere la presenza degli operatori adeguata al nuovo orario. L impresa appaltatrice deve comunque assicurare per evenienze urgenti e straordinarie la propria reperibilità 24 ore su 24 provvedendo a fornire il recapito telefonico cui la Stazione Appaltante potrà fare riferimento. Il servizio dovrà essere effettuato previi accordi con il Settore competente indicato dalla Provincia di Monza e della Brianza. 5. CONDIZIONI DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO E ONERI DELL IMPRESA AGGIUDICATARIA 5.1 L organizzazione del servizio è a totale carico dell Impresa aggiudicataria, la quale deve utilizzare proprio personale al fine di garantire lo svolgimento del servizio. 5.2 Sono a carico dell impresa aggiudicataria, intendendosi remunerati con il corrispettivo contrattuale, tutti gli oneri, le spese e i rischi relativi alla prestazione dei servizi oggetto della presente gara, nonché ogni attività che si rendesse necessaria per la prestazione degli stessi o, comunque, opportuna per un corretto e completo adempimento delle obbligazioni previste. 3

4 5.3 L impresa aggiudicataria garantisce l esecuzione di tutte le prestazioni a perfetta regola d arte, nel rispetto delle norme vigenti e secondo le condizioni, le modalità, i termini e le prescrizioni contenute nella documentazione di gara, pena la risoluzione contrattuale di diritto. 5.4 L Impresa è tenuta ad assicurare l assoluta continuità nello svolgimento del servizio in appalto, concordando con il Responsabile del Procedimento eventuali comportamenti da seguire in presenza di situazioni che ne dovessero compromettere la regolarità. 5.5 Le prestazioni contrattuali debbono necessariamente essere conformi, salva espressa deroga, alle caratteristiche tecniche e alle specifiche indicate nel presente Capitolato di appalto e nel Contratto. In ogni caso, l impresa aggiudicataria si obbliga ad osservare, nell esecuzione delle prestazioni contrattuali, tutte le norme e tutte le prescrizioni tecniche e di sicurezza in vigore, nonché quelle che dovessero essere emanate successivamente alla stipula del contratto. Gli eventuali maggiori oneri derivanti dalla necessità di osservare le norme e le prescrizioni di cui sopra, anche se entrate in vigore successivamente alla stipula del contratto restano a esclusivo carico dell impresa aggiudicataria, intendendosi in ogni caso remunerati con il corrispettivo contrattuale e l impresa aggiudicataria non può, pertanto, avanzare pretesa di compensi, a qualsiasi titolo, nei confronti della Stazione Appaltante. 5.6 L impresa aggiudicataria si impegna espressamente a tenere indenne la Stazione Appaltante da tutte le conseguenze derivanti dall eventuale inosservanza delle norme e prescrizioni tecniche e di sicurezza vigenti. 5.7 L impresa aggiudicataria rinuncia espressamente, ora per allora, a qualsiasi pretesa o richiesta di compenso nel caso in cui l esecuzione delle prestazioni contrattuali dovesse essere ostacolata o resa più onerosa dalle attività svolte dalla stazione appaltante. 5.8 L impresa aggiudicataria si obbliga ad applicare i C.C.N.L. vigenti relativamente alle categorie di lavoratori impiegate e ad osservare i conseguenti accordi sindacali provinciali e locali di natura normativa e retributiva anche se scaduti, fino alla loro sostituzione per tutta la durata dell appalto pena la risoluzione del contratto - sollevando la stazione appaltante da ogni responsabilità al riguardo. Il suddetto obbligo vincola l operatore esecutore del servizio, anche se non sia aderente alle associazioni di categoria firmatarie o receda da esse e indipendentemente dalla natura industriale o artigiana, dalla struttura e dalle dimensioni dell impresa e da ogni altra sua qualificazione giuridica, economica o sindacale; 5.9 L impresa, qualora abbia configurazione giuridico sociale di cooperativa, deve applicare ai soci impiegati nell appalto condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai C.C.N.L. (ed eventuali accordi provinciali e locali) pena la risoluzione del contratto. La stazione appaltante si riserva, pertanto, il diritto di richiedere all impresa aggiudicataria di esibire, in qualsiasi momento nel corso dell appalto, la certificazione comprovante l iscrizione del proprio personale a tutte le forme di assistenza e previdenza obbligatorie per legge. Il mancato adempimento degli obblighi contributivi, previdenziali ed assicurativi, accertato dalla Stazione Appaltante o ad essa segnalato dall Ispettorato del Lavoro, si configurerà come inadempienza dell impresa aggiudicataria che potrà comportare la risoluzione del contratto. Trova comunque applicazione quanto disposto dal D.Lgs. 12/04/2006, n. 163 testo vigente. 4

5 5.10 Sono a carico della Ditta Appaltatrice tutte le spese per l organizzazione del lavoro (ivi comprese quelle occorrenti al raggiungimento del posto di lavoro stesso). 6. INTERVENTI DI CARATTERE STRAORDINARIO 6.1 Qualsiasi intervento di carattere straordinario e comunque non compreso in quelli finora elencati, dovrà essere eseguito dietro richiesta scritta del Responsabile del procedimento, previa approvazione del preventivo di spesa. 6.2 Per tali prestazioni verrà corrisposto un compenso orario fisso (non soggetto a sconto) ragguagliato al costo di un operaio di II livello desunto dalle tabelle FISE di riferimento in vigore o come da offerta economica presentata. E pertanto esclusa qualsiasi maggiorazione del compenso sopra indicato di prestazioni effettuate in orario notturno o in giornate festive (sabato compreso) Non sarà riconosciuto pagamento alcuno per interventi straordinari eseguiti in assenza del preventivo approvato dal responsabile del procedimento. 6.4 L esecutore del servizio è tenuto ad eseguire le attività di cui al presente atto con la diligenza del buon padre di famiglia nonché la correttezza e la buona fede del caso. 7 - DURATA DEL CONTRATTO 7.1. Il contratto ha durata di mesi tre con decorrenza dalla data di stipulazione del contratto. La Stazione appaltante si riserva la facoltà di richiedere la proroga del rapporto contrattuale per un periodo di giorni 90 oltre la scadenza naturale del contratto, alle condizioni tutte di cui al presente Capitolato Speciale, e al prezzo stabilito dal verbale di aggiudicazione, senza che l'aggiudicatario possa pretendere alcun indennizzo. La stazione appaltante si riserva altresì la possibilità di chiedere nel corso del contratto di aumentare o diminuire il servizio, per una quantità pari al 20% dell importo del contratto (massimo ,00 poiché l importo massimo trimestrale del contratto è pari a ,00), allo stesso prezzo e alle medesime condizioni di aggiudicazione, come previsto dall art. 11 del R.D. 18/11/1923, n È obbligo dell impresa aggiudicataria, durante la vigenza del contratto, accettare il subentro di un nuovo soggetto istituzionale/pubblico. Ai sensi dell art c.c., la Provincia di Monza e della Brianza si riserva la facoltà di recedere dal contratto, con preavviso all impresa aggiudicataria non inferiore a trenta giorni da comunicare a mezzo posta elettronica certificata, per qualsiasi possibile causa che possa interferire con l oggetto o le clausole essenziali del contratto, compresi, ad esempio eventuali cambiamenti che dovessero intercorrere nel patrimonio immobiliare dell ente, oppure, problematiche di ordine finanziario, oppure cambiamenti nella parte pubblica del contratto dovuti a riforme istituzionali Nel caso in cui sopravvenissero in corso di rapporto modifiche nella titolarità delle funzioni delle province, anche all esito del processo del loro riordino, il contratto con l impresa aggiudicataria, si risolve di pieno diritto, per la parte interessata, allo spirare di un termine di giorni 30 dalla data dell effettivo trasferimento delle funzioni ad altro 5

6 ente fissata dalla normativa. Di ciò la Provincia di Monza e della Brianza darà comunicazione all impresa appaltatrice entro giorni 15 dall evento. 8. IMPORTO A BASE DI GARA 8.1 L importo massimo del contratto per il periodo di tre mesi è pari a Euro ,00, Iva inclusa. L importo a base di gara complessivo soggetto a ribasso, per un periodo di mesi 3 (tre), IVA esclusa, relativo al Servizio di Portierato/Reception, è determinato come segue: Base asta Servizio Portierato/reception Euro/ora Servizio Portierato/Reception 18,062 Reperibilità 0,903 Prezzo complessivo orario a base di gara del Servizio soggetto a ribasso compresa reperibilità 18,965 Il ribasso non potrà essere inferiore al costo orario medio di un operaio di secondo livello desunto dalle vigenti tabelle FISE piazza di Milano. La Provincia di Monza e della Brianza provvederà, in sede di gara, alla verifica del predetto costo orario chiedendo dettagliate giustificazioni ai concorrenti che non rispettino tale limite. I concorrenti che non forniranno congrue giustificazioni, evidenziandone compiutamente le ragioni diritto e di fatto, saranno esclusi dalla gara ADEGUAMENTO E REVISIONE PREZZI I prezzi stabiliti restano impegnativi per l intera durata dell appalto. 9. REQUISITI DI AMMISSIONE Saranno ammessi a partecipare gli operatori economici in possesso dei requisiti previsti dal bando e dal disciplinare di gara. 10. CORRISPETTIVO DELL APPALTO Il prezzo offerto s intende accettato dalla Ditta aggiudicataria in base ai calcoli di sua convenienza a tutto suo rischio. 11. CRITERI DI AGGIUDICAZIONE L aggiudicazione dell appalto sarà effettuata con il criterio del prezzo più basso. 12. FORMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE DEL PERSONALE L esecutore del servizio deve garantire che il personale utilizzato per lo svolgimento delle attività previste dall appalto sia adeguatamente formato e sensibilizzato sulle diverse problematiche e sia idoneo allo svolgimento dei compiti previsti. 13. GESTIONE EMERGENZE Il personale dell impresa, in caso del verificarsi di una situazione di emergenza, deve immediatamente allertare il personale della Provincia secondo indicazioni che verranno impartite, al fine di consentirne una corretta gestione e risoluzione; 6

7 14. INCENDIO L esecutore del servizio deve assicurarsi che vengano rispettate le misure di sicurezza contro i possibili rischi; In particolare all interno degli edifici: È vietato fumare; E vietato usare apparecchi a fiamma libera e manipolare materiali incandescenti; In caso d incendio occorre agire nel modo seguente: a) Telefonare immediatamente ai Vigili del Fuoco (112); b) Allertare telefonicamente immediatamente il personale Provinciale secondo indicazioni che saranno impartite. 15. OBBLIGHI DELL IMPRESA La stipulazione del contratto è subordinata al possesso di una sede operativa ubicata entro il territorio della provincia di Monza e della Brianza, ovvero entro 50 km da Monza. Tale sede per essere validamente costituita deve constare di un magazzino e di propri uffici forniti di recapito telefonico, apparecchio fax, e PC collegato in rete. 16. PERSONALE. RESPONSABILE DI SERVIZIO. ASSICURAZIONI SOCIALI E RESPONSABILITÀ L operatore economico esecutore dovrà adibire al servizio esclusivamente personale qualificato la cui età non dovrà in alcun caso essere inferiore o superiore ai limiti stabiliti dalla legge o dai contratti collettivi di lavoro di categoria. La Stazione Appaltante potrà richiederne la sostituzione Il personale destinato al servizio dovrà essere fisso e non potrà essere soggetto a rotazioni o sostituzioni senza giustificato motivo, comunicato per iscritto al responsabile del procedimento L impresa assegnataria deve indicare il Responsabile di servizio che ha il compito di programmare, coordinare, controllare e far osservare al personale impiegato le funzioni e i compiti stabiliti, di intervenire e rispondere direttamente riguardo alla regolare esecuzione delle prestazioni appaltate ed all accertamento di eventuali criticità Il Responsabile di servizio riceverà la consegna delle chiavi e dei codici di accesso necessari all ingresso agli stabili e ne dovrà curare la custodia L Impresa affidataria dovrà acquisire il personale dipendente non dirigente della ditta uscente ed assicurare la disponibilità di personale in numero e con qualifica adeguati a garantire l erogazione del servizio secondo quanto previsto nel capitolato, nel rispetto della normativa nazionale e regionale vigente. Il mancato rispetto di quanto previsto al presente comma sarà causa di risoluzione del Contratto. E fatta salva ogni eventuale intesa tra la ditta uscente, l Impresa affidataria, le Organizzazioni Sindacali ed i lavoratori interessati in ordine al trasferimento del personale L effettivo trasferimento del personale dipendente operativo avverrà sulla base di Accordi stipulati tra ditta uscente ed Impresa affidataria, prima dell inizio del servizio; a tal fine la ditta uscente è tenuta a documentare che la suddivisione fornita all Ente affidante corrisponda all effettivo impiego del personale sui servizi svolti. Di detti Accordi dovrà essere fornita comunicazione all Ente affidante almeno 15 giorni prima dell inizio del servizio, allegando l elenco del personale trasferito. Il mancato rispetto di quanto previsto al presente comma sarà causa di risoluzione del Contratto. 7

8 16.7.L Impresa affidataria dovrà assicurare il rispetto delle disposizioni legislative e dei contratti nazionali di lavoro che disciplinano lo stato giuridico, il trattamento economico, l'orario di lavoro e il trattamento previdenziale, le assicurazioni obbligatorie ed antinfortunistiche di tutti i lavoratori addetti al servizio. Ove possibile, l Impresa affidataria dovrà garantire il mantenimento dei contratti integrativi del personale trasferito dal Gestore uscente È a carico dell Impresa affidataria ogni onere amministrativo, previdenziale ed assistenziale relativo ai dipendenti. 17. DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SICUREZZA 17.1 La Ditta aggiudicataria s impegna a rispettare e a far rispettare al proprio personale le norme in materia di sicurezza, nonché ad osservare tutti gli adempimenti riguardanti l applicazione del D. Lgs. n. 81 del 09/04/2008 e s.m.i., sia per quanto concerne il personale dipendente della Ditta assegnataria sia per eventuali danni che possano derivare a terzi per diretta responsabilità del servizio di portierato/reception espletato La Stazione Appaltante è in ogni caso sollevata da qualsiasi responsabilità per eventuali infortuni che dovessero derivare dall esecuzione del servizio Previo accordo con la Provincia di Monza e della Brianza, tutto il personale addetto al servizio dovrà indossare idonea divisa di foggia e colore adeguati all ambiente ove è prestato il servizio e apposito cartellino di riconoscimento così come previsto dalle norme vigenti La Ditta aggiudicataria dovrà porre in essere nei confronti dei propri dipendenti tutti i comportamenti dovuti in forza delle normative disposte a tutela della sicurezza e igiene del lavoro e dirette alla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali. In particolare, esigerà dal proprio personale il rispetto della normativa di sicurezza e dai propri preposti di controllare tale rispetto. 18. CONTROLLI E VERIFICHE DEL SERVIZIO E facoltà della stazione appaltante effettuare, in qualsiasi momento e senza preavviso, con le modalità che riterrà opportune, controlli per verificare la rispondenza del servizio fornito dall Impresa alle prescrizioni contrattuali del presente capitolato ed alle normative vigenti in materia. 19. DIVIETO DI CESSIONE DEL CONTRATTO. SUBAPPALTO E vietato cedere, anche temporaneamente, in tutto o in parte, direttamente o indirettamente, il servizio assunto pena l immediata risoluzione del contratto e la perdita del deposito cauzionale salvo ulteriore risarcimento dei maggiori danni accertati, nel rispetto di quanto previsto dagli artt. 116 e 117 del D.lgs. n.163/2006 testo vigente È ammesso il subappalto nei limiti stabiliti dall art. 118 del D.lgs. n.163/2006 testo vigente. 20. COPERTURA ASSICURATIVA L operatore economico esecutore del servizio dovrà provvedere ad assicurare tutti gli operatori contro gli infortuni sul lavoro e per le previdenze di invalidità e vecchiaia stabilite dalle leggi e dai contratti di lavoro vigenti nel corso dell appalto. 8

9 20.2. L operatore economico esecutore del servizio è obbligato ad avere idonea e specifica copertura assicurativa, con beneficiario l Ente, contro danni a persone e/o cose arrecati durante l espletamento del servizio avente durata pari a quella del contratto, stipulata presso primaria compagnia di assicurazione. La polizza assicurativa dovrà riguardare specificatamente la responsabilità civile verso terzi, incluso il Committente, per tutti i rischi, nessuno escluso, derivanti dall attività di gestione del servizio e per ogni danno anche se qui non menzionato. L importo del massimale unico non potrà essere inferiore ad ,00 per anno e per sinistro, senza alcun sottolimite per danni a persone, animali o cose e senza applicazione di franchigie o scoperti. L aggiudicatario è tenuto a produrre copia della relativa polizza prima della stipulazione del contratto. 21. DEPOSITO CAUZIONALE DEFINITIVO A garanzia dell esatta osservanza degli obblighi contrattuali, prima della stipula del contratto l impresa aggiudicataria dovrà costituire una cauzione pari al 10% dell importo netto di aggiudicazione, ai sensi dell art. 113 del D.Lgs. 12/04/2006 n Detto deposito dovrà essere costituito in una delle forme previste dalle leggi in materia. Tale cauzione definitiva dovrà restare vincolata per tutta la durata del contratto e sarà svincolata e restituita all impresa soltanto dopo la conclusione del rapporto contrattuale e dopo che sarà stato accertato il regolare soddisfacimento degli obblighi contrattuali. Qualora la stazione Appaltante intervenga sulla cauzione definitiva escutendola in tutto od in parte, l operatore economico esecutore del servizio è obbligato ad integrarla entro 30 giorni dalla data della relativa comunicazione da parte della stazione stessa. 22. PENALITÀ 22.1 Nel caso in cui, per qualsiasi motivo imputabile all impresa, il servizio non sia conforme a quanto previsto dal Capitolato Speciale, la Provincia di Monza e della Brianza applicherà all impresa una penale pari alla detrazione del 5% del corrispettivo mensile, per ogni mancata esecuzione e/o anomalie nello svolgimento del servizio; Per ottenere il rimborso delle spese, il pagamento delle penalità e la rifusione dei danni, la Provincia di Monza e della Brianza, potrà rivalersi mediante trattenuta sui crediti dell aggiudicataria o mediante escussione sulla cauzione definitiva Il Responsabile del Procedimento controllerà il servizio facendosi carico di informare tempestivamente e formalmente l Impresa delle applicazioni di eventuali penalità e dei motivi che le hanno determinate, così come stabilite dalle parti in sede di stipulazione del contratto Le contestazioni in ordine all esecuzione del servizio devono essere sempre effettuate in forma scritta Le segnalazioni degli eventuali disservizi saranno effettuate con la massima tempestività al fine di consentire l applicazione delle penali e di non pregiudicare l esito dell azione che la Stazione Appaltante intendesse svolgere nei confronti dell operatore inadempiente. In ogni caso, previo accertamento scritto da osservare in ogni circostanza di contestazione ed accertata l urgente necessità previa comminatoria di un brevissimo periodo da accordare all impresa per provvedervi, la Stazione Appaltante potrà avvalersi di altra ditta di fiducia ponendo la relativa spesa a carico dell appaltatore Sulle prestazioni oggetto del presente capitolato dovranno essere applicate le norme che regolano l assolvimento dell IVA. 9

10 23. CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA Nel caso in cui l Impresa non provvedesse ad eseguire in tutto o in parte il servizio oggetto del presente capitolato alla stessa assegnato, o trascurasse l adempimento delle condizioni di cui sopra, l Ente potrà, in pieno diritto, risolvere il contratto in qualunque tempo, salvo preavviso di dieci giorni; le eventuali maggiori spese saranno poste a carico dell Impresa anzidetta, con diritto di risarcimento di eventuali danni oltre all incameramento della cauzione La Provincia di Monza e della Brianza si riserva di risolvere unilateralmente il contratto in base all art del Codice Civile, previa diffida ad adempiere all aggiudicataria entro 15 gg., qualora il servizio sia espletato in difformità rispetto alle condizioni stabilite nel presente Capitolato e nel contratto. Nei casi di reiterato inadempimento del servizio nei modi e termini indicati nel Capitolato, il contratto viene risolto di diritto ai sensi dell art del Codice Civile. La risoluzione del contratto è prevista anche in caso di mancata applicazione delle procedure di cui all art.3, comma 8 della Legge 13 agosto 2010, n. 136 (tracciabilità flussi finanziari) e dall art. 7, comma 7 del D.L. 18 novembre 2010, n. 187 convertito in Legge 17 dicembre 2010, n. 217 (comunicazione estremi c/c, generalità e C.F. persone delegate ad operare e modifiche dati trasmessi) La Provincia di Monza e della Brianza si riserva la facoltà di risolvere immediatamente il contratto, ai sensi e per gli effetti dell art del Codice Civile, qualora vengano riscontrati i seguenti inadempimenti: a) Perdita dei requisiti soggettivi e oggettivi che consentano il regolare svolgimento dell appalto; b) mancato reintegro del deposito cauzionale entro i termini stabiliti; c) inadempimento degli obblighi contributivi, previdenziali, assicurativi e in tema di sicurezza nei confronti del personale dipendente; d) fallimento dell impresa appaltatrice; e) cessione totale o parziale del contratto; f) recidiva nelle inadempienze, contestate per iscritto e non giustificate, in numero superiore a tre nell anno solare; g) ritardo di tre esecuzioni del servizio, anche non consecutive, che abbiano comportato gravi difficoltà per l Ente. In tali casi, la Provincia di Monza e della Brianza dovrà comunicare, mediante lettera raccomandata oppure PEC, che intende avvalersi della presente clausola risolutiva espressa ai sensi del citato art del Codice Civile. Nelle predette circostanze la Provincia di Monza e della Brianza sarà tenuta a corrispondere solo il prezzo contrattuale dell appalto effettivamente espletato fino al giorno della risoluzione, dedotte le eventuali penalità e le spese sostenute nonché gli eventuali danni conseguenti all inadempimento. 24. TUTELA DELLA PRIVACY Ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 30/06/2003, n. 196, si informano i concorrenti che il trattamento dei dati personali da essi forniti per partecipare alla gara è finalizzato all espletamento della procedura aperta stessa presso la Provincia di Monza e della Brianza e ai fini della formalizzazione del contratto, nei modi e dei limiti necessari per perseguire tale finalità. Il conferimento di tali dati è pertanto obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione. Le informazioni acquisite potranno essere comunicate ad altre Amministrazioni Pubbliche. I dati forniti saranno trattati anche 10

11 successivamente, in caso di instaurazione del rapporto contrattuale, per le finalità inerenti alla esecuzione del servizio disciplinato dal presente capitolato. Ai concorrenti sono riconosciuti i diritti di cui all art. 7 del D.Lgs. 30/06/2003 n. 196: tali diritti potranno essere fatti valere rivolgendo richiesta scritta da presentare al Protocollo del Settore Provveditorato, Economato, Servizi Generali e Protezione Civile Piazza Diaz, Monza L impresa aggiudicataria, in ottemperanza alle disposizioni contenute nel D.lgs. 30 giugno 2003 n. 196 dovrà dimostrare di possedere il documento programmatico sulla sicurezza in materia di trattamento di dati e di tutela della riservatezza degli stessi. L impresa dovrà, altresì, dimostrare che gli addetti designati dall impresa stessa all esecuzione delle prestazioni oggetto del presente capitolato risultano adeguatamente informati circa il rispetto delle norme di riservatezza in tema di trattamento di dati o notizie (ad es. i codici degli impianti antiintrusione ed antincendio) di qualsiasi natura che gli addetti stessi dovessero eventualmente venire a conoscenza durante l espletamento dei servizi oggetto dell appalto Il responsabile del trattamento dati è il Direttore del Settore Finanze. 25. PAGAMENTI L appaltatore emetterà fattura al termine di ogni mese sulla base delle ore effettivamente prestate da ogni singolo dipendente per il servizio di portierato/reception realmente effettuato. Il pagamento di ogni singola fattura avrà luogo entro 30 giorni consecutivi decorrenti dalla data di ricevimento da parte dell Amministrazione Qualora nel corso del contratto l appaltatore risulti debitore di oneri sociali e contributivi assicurativi e previdenziali all INAIL, INPS e/o altri Istituti analoghi, il pagamento delle fatture sarà subordinato in ogni caso alla regolarizzazione del debito stesso comprensivo degli accessori Il pagamento verrà effettuato dietro presentazione di regolare fattura posticipata e del D.U.R.C. come dalle norme vigenti in atto. Alla liquidazione si provvederà previa verifica della regolarità del servizio e di una breve relazione sullo svolgimento del servizio da allegare alla fattura. L affidatario deve emettere le fatture in base alle esigenze contabili e normative della Provincia di Monza e della Brianza e, secondo le indicazioni impartite dalla stessa, compresa l emissione di eventuali singole fatturazioni. La liquidazione può essere sospesa qualora, per i servizi ai quali la fattura si riferisce, siano stati contestati addebiti all aggiudicatario. In tal caso la liquidazione avviene soltanto dopo che l appaltatore avrà provveduto a sanare le irregolarità contestate La Provincia di Monza e della Brianza e l aggiudicatario concordano senza alcuna riserva o condizione di stabilire in giorni 30 dalla data di ricevimento della fattura e/o nota di addebito/accredito, il termine per il pagamento della prestazione oggetto del contratto, concordando altresì che per il pagamento della fattura debba intendersi l emissione del mandato da parte della Ragioneria Provinciale Le parti concordano che il saggio degli interessi per il ritardato pagamento è determinato in misura pari all interesse legale (art c.c.) vigente pro tempore, senza alcuna maggiorazione. Le parti concordano inoltre di ritenere a pieno titolo sospeso il termine di cui sopra qualora entro il 45 giorno dal ricevimento della fattura la Provincia provveda a formalizzare all impresa in maniera motivata puntuali contestazioni riferite all oggetto 11

12 della prestazione ovvero all importo addebitato o all irregolarità fiscale del documento contabile. A seguito della contestazione di cui sopra, l impresa, entro un termine che sarà alla stessa assegnato dalla Provincia, dovrà formalizzare controdeduzioni sulle quali la Provincia di Monza e della Brianza si impegna ad assumere tempestivamente definite determinazioni Le parti contraenti concordano di individuare per la generalità dei casi che, quale data di ricevimento della fattura o nota di addebito, si intende a pieno titolo ed effetti la data riportata nel documento contabile da parte del servizio Protocollo della Provincia di Monza e della Brianza. A tale riguardo l affidatario si impegna a materialmente produrre e/o comunque trasmettere la fattura, per via postale o con altre modalità, direttamente al Protocollo della Provincia di Monza e della Brianza L affidatario si impegna altresì ad indicare espressamente nella fattura il Settore ordinante la prestazione oggetto del presente atto. A tal fine la Provincia di Monza e della Brianza comunicherà all affidatario gli estremi che dovranno essere inseriti in ogni fattura Si conviene inoltre la sospensione del termine di pagamento delle fatture per il periodo dal 16 dicembre al 15 gennaio per oggettive esigenze connesse alla chiusura e riapertura dell esercizio finanziario L operatore economico aggiudicatario si assume l obbligo di rendere tracciabili i flussi finanziari ai sensi dell art.3 della legge 13/08/2010 n Per assicurare la tracciabilità dei flussi finanziari finalizzata a prevenire infiltrazioni criminali, l operatore economico affidatario deve utilizzare uno o più conti correnti bancari o postali, accesi presso banche o presso la società Poste italiane Spa, dedicati, anche non in via esclusiva, fermo restando quanto previsto dal comma 5 della L. 136/2010, alle commesse pubbliche. Tutti i movimenti finanziari relativi al presente contratto devono essere registrati sui conti correnti dedicati e, salvo quanto previsto al comma 3 della L. 136/2010, devono essere effettuati esclusivamente tramite lo strumento del bonifico bancario o postale, ovvero con altri strumenti di pagamento idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni. L operatore economico affidatario, il subappaltatore o il subcontraente che ha notizia dell'inadempimento della propria controparte agli obblighi di tracciabilità finanziaria di cui al presente articolo deve procedere all'immediata risoluzione del rapporto contrattuale, informandone contestualmente la Provincia di Monza e della Brianza e la Prefettura ufficio territoriale del Governo territorialmente competente. E obbligo dell operatore economico affidatario rilasciare una dichiarazione con la quale si indica il conto corrente bancario/postale acceso presso le banche o società Poste italiane SpA è dedicato, anche se non in via esclusiva, alle commesse pubbliche. Sarà cura della Provincia di Monza e della Brianza comunicare il codice identificativo gara (CIG) che dovrà essere riportato in tutti i flussi finanziari inclusa la relativa fattura. 26 DIRITTO DI RINEGOZIAZIONE ED EVENTUALE RECESSO IN CASO DI SOPRAVVENIENZA DI CONVENZIONI CONSIP MIGLIORATIVE Il presente contratto di appalto è sottoposto alla disciplina dell art. 1, comma 13 del D.L. n. 95/2012, convertito in Legge n. 135/2012. La Provincia ha diritto di recedere in qualsiasi tempo dal contratto, previa formale comunicazione all appaltatore, da svolgere anche a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC), con preavviso non inferiore a quindici giorni e previo pagamento delle prestazioni già eseguite oltre al decimo delle prestazioni non ancora eseguite, nel caso in cui, tenuto 12

13 conto anche dell importo dovuto per le prestazioni non ancora eseguite, i parametri delle convenzioni stipulate da Consip S.p.A. ai sensi dell articolo 26, comma 1, della legge 23/12/ dicembre 1999, n. 488 successivamente alla stipula del presente contratto siano migliorativi rispetto a quelli del contratto stipulato e l appaltatore non acconsenta ad una modifica delle condizioni economiche tale da rispettare il limite di cui all articolo 26, comma 3 della legge 23 dicembre 1999, n SPESE CONTRATTUALI Tutte le spese, imposte, tasse e diritti di segreteria, nessuna eccettuata, inerenti e conseguenti alla gara e alla stipulazione in forma pubblica/amministrativa e registrazione del contratto sono a carico dell aggiudicatario. 28. NORME GENERALI Per quanto non previsto nel presente capitolato speciale, si fa riferimento alle leggi ed ai regolamenti in vigore. 29. FORO COMPETENTE Per qualsiasi controversia di eventuale competenza dell Autorità Giudiziaria che comunque potesse insorgere fra l Ente e l aggiudicatario, in dipendenza e in connessione al capitolato e all aggiudicazione, unico Foro esclusivo competente è quello di Monza. E espressamente esclusa la compromettibilità in arbitri per qualunque evenienza che possa insorgere durante la fase dell esecuzione del rapporto contrattuale. L insorgere di un eventuale contenzioso non esime l appaltatore dall obbligo di eseguire le prestazioni contrattuali. 13

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali

Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali FESR-ASSE II- Qualità degli ambienti scolastici (Avviso prot. AOODGAI n. 7667/15-06-2010) MANUALE DELLE PROCEDURE PER L ESECUZIONE

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE. Linee guida per la predisposizione e l utilizzo

LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE. Linee guida per la predisposizione e l utilizzo LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE Linee guida per la predisposizione e l utilizzo LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE Linee guida per la predisposizione e l utilizzo La modulistica nella

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

Testo Unico dell apprendistato

Testo Unico dell apprendistato Testo Unico dell apprendistato Art. 1 Definizione 1. L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e alla occupazione dei giovani. 2. Il contratto di apprendistato

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, SORVEGLIANZA E PULIZIA, NELLE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE COMUNALI TRUZZI E G. RODARI DI GENZANO DI ROMA ANNI SCOLASTICI 2012/2013-2013/2014-2014/2015,

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli