COMUNICATO STAMPA IL PIANO D IMPRESA DEL GRUPPO CATTOLICA: CRESCITA, INVESTIMENTI, REDDITIVITÀ

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNICATO STAMPA IL PIANO D IMPRESA 2014-2017 DEL GRUPPO CATTOLICA: CRESCITA, INVESTIMENTI, REDDITIVITÀ"

Transcript

1 Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n Società iscritta all'albo delle Società Cooperative al n. A IL PRESENTE COMUNICATO NON COSTITUISCE UN OFFERTA O UN INVITO A SOTTOSCRIVERE O ACQUISTARE TITOLI. IL PRESENTE COMUNICATO NON È DESTINATO ALLA PUBBLICAZIONE, DISTRIBUZIONE O CIRCOLAZIONE, DIRETTA O INDIRETTA, NEGLI STATI UNITI D AMERICA, CANADA, AUSTRALIA O GIAPPONE O IN QUALSIASI ALTRO PAESE NEL QUALE L OFFERTA O LA VENDITA SIANO VIETATE IN CONFORMITÀ ALLE LEGGI APPLICABILI O AI SOGGETTI IVI RESIDENTI THIS PRESS RELEASE DOES NOT CONSTITUTE AN OFFER OR AN INVITATION TO SUBSCRIBE FOR OR PURCHASE ANY SECURITIES. THIS PRESS RELEASE IS NOT FOR PUBLICATION OR DISTRIBUTION, DIRECTLY OR INDIRECTLY, IN, OR INTO, THE UNITED STATES, CANADA, JAPAN, AUSTRALIA, OR IN THE OTHER COUNTRIES WHERE THE OFFERS OR SALES OF SECURITIES WOULD BE FORBIDDEN UNDER APPLICABLE LAWS OR TO RESIDENTS THEREOF. COMUNICATO STAMPA IL PIANO D IMPRESA DEL GRUPPO CATTOLICA: CRESCITA, INVESTIMENTI, REDDITIVITÀ Il nuovo Piano accelera la crescita profittevole, valorizzando il nostro patrimonio di asset, competenze e canali distributivi I PRINCIPALI TARGET ATTESI AL : - Raccolta premi complessiva 2 pari a Euro 5,8 miliardi - Utile netto consolidato a Euro 209 milioni, RoE 3 al 9% - Ramo Danni o Premi ramo Danni 4 pari a Euro 2,4 miliardi o Combined ratio a 93% 5 o Utile netto ramo Danni a Euro 139 milioni - Ramo Vita o Raccolta Vita 6 a Euro 3,4 miliardi o Utile netto ramo Vita a Euro 70 milioni o Riserve tecniche 7 Vita a Euro 15,9 miliardi - Solvency I ratio: > 160% 8 ESERCIZIO DI DELEGA PER AUMENTO DI CAPITALE DI EURO 500 MILIONI PER SOSTENERE CRESCITA E INVESTIMENTI Milano, 19 settembre Accelerazione del percorso di crescita (incremento di oltre un miliardo di Euro di raccolta premi nel periodo di riferimento 9 ), investimenti in tecnologia e innovazione (circa Euro 100 milioni), incremento della redditività (oltre Euro 200 milioni di utile netto, RoE al 9%): questi gli obiettivi al 2017 del Piano d Impresa del Gruppo Cattolica. Il Piano d Impresa è stato approvato ieri sera dal Consiglio di Amministrazione di Cattolica Assicurazioni, presieduto dal Presidente Paolo Bedoni, e sarà presentato oggi a Milano dall Amministratore Delegato, Giovan Battista Mazzucchelli, in un incontro con gli analisti finanziari cui seguirà una conferenza stampa con i giornalisti. 1 I dati 2013 non considerano FATA Assicurazioni Danni S.p.A. ( FATA ), società acquisita l 11 giugno 2014 e i cui effetti economici saranno consolidati dal Gruppo Cattolica solo a partire dal secondo semestre Comprende i premi assicurativi e i contratti di investimento dei rami Vita come definiti dall IFRS 4. 3 RoE: Utile netto consolidato / Patrimonio netto consolidato medio di periodo 4 Lavoro diretto. 5 Combined ratio del lavoro conservato: 1-(Saldo tecnico/premi netti), comprensivo delle altre partite tecniche. 6 Si veda nota n.2. 7 Comprensive delle passività finanziarie. 8 Considera gli effetti dell aumento di capitale di massimi Euro 500 milioni. Al 30 giugno 2014 il Solvency I ratio, già inclusivo degli effetti dell acquisizione di Fata, era pari a 145%. 9 Raccolta premi complessiva del lavoro diretto

2 A supporto delle iniziative del Piano d'impresa, e per cogliere opportunità di acquisizioni e di partnership, il Consiglio di Amministrazione ieri sera ha quindi esercitato la delega conferita dall'assemblea dei soci in data 30 aprile 2011 per aumentare il capitale sociale fino ad un importo massimo di Euro 500 milioni, mediante l emissione di nuove azioni, da offrire in opzione ai titolari di azioni ordinarie. Piano d Impresa Cattolica ambisce ad essere sempre più un Gruppo di successo, con un posizionamento forte e distintivo sul mercato assicurativo italiano, tecnologicamente avanzato, redditizio per i propri azionisti, mantenendosi solidamente ancorata al proprio modello cooperativo e ai propri valori distintivi. Cattolica mira a rafforzare il suo posizionamento di mercato, con un incremento delle quote nei rami Vita e Danni. Questi i target consolidati attesi al : - Utile netto consolidato a Euro 209 milioni (da Euro 109 milioni nel ) - RoE 12 al 9% (dal 6,9% di fine ) - Incremento della redditività tecnica del ramo Danni: o utile netto ramo Danni a Euro 139 milioni da Euro 79 milioni nel o raccolta premi complessiva del lavoro diretto ramo Danni prevista in aumento da Euro 1,7 miliardi nel 2013 a Euro 2,4 miliardi nel 2017 o Combined ratio 15 a ~93% da 93,5% del Miglioramento della redditività del ramo Vita con sviluppo nel settore Previdenza e Welfare: o riserve ramo Vita, comprensive delle passività finanziarie, previste in crescita dagli attuali Euro 13,2 miliardi a Euro 15,9 miliardi al 2017 o utile netto ramo Vita a Euro 70 milioni da Euro 26 milioni nel o raccolta del lavoro diretto del ramo Vita prevista in aumento da Euro 2,7 miliardi nel 2013 a Euro 3,4 miliardi nel Si veda nota n Utile netto 2013 normalizzato pari a Euro 109 milioni. L utile netto normalizzato, come da comunicato stampa del 19 marzo 2013, non include gli effetti dell addizionale IRES dell 8,5% pari a Euro 31 milioni, nonché altre componenti straordinarie, quali svalutazioni su avviamenti ed altri attivi, al netto della shadow accounting e dei relativi effetti fiscali, per Euro 27 milioni, e plusvalenze realizzate, al netto degli effetti fiscali, pari a Euro 13 milioni. Al netto di tali effetti, l utile è stato pari a Euro 64 milioni (Euro 50 milioni del business Danni, Euro 13 milioni del business Vita, Euro 1 milione Altro l utile 2017 del settore Altro è pressoché nullo). 12 Si veda nota n Indicatore calcolato su un utile netto consolidato di Euro 109 milioni. 14 Utile netto 2013 ramo Danni normalizzato pari a Euro 79 milioni. L utile netto normalizzato non include gli effetti dell addizionale IRES dell 8,5% pari a Euro 17 milioni, nonché altre componenti straordinarie, quali svalutazioni su avviamenti ed altri attivi, al netto dei relativi effetti fiscali, per Euro 12 milioni. Al netto di tali effetti, l utile del ramo Danni è stato pari a Euro 50 milioni. 15 Si veda nota n Utile netto 2013 ramo Vita normalizzato pari a Euro 26 milioni. L utile netto normalizzato non include gli effetti dell addizionale IRES dell 8,5% pari a Euro 14 milioni, nonché altre componenti straordinarie, quali svalutazioni su avviamenti ed altri attivi, al netto della shadow accounting e dei relativi effetti fiscali, per Euro 12 milioni, e plusvalenze realizzate, al netto degli effetti fiscali, pari a Euro 13 milioni. Al netto di tali effetti, l utile del ramo Vita è stato pari a Euro 13 milioni.

3 - Investimenti nel triennio per circa Euro 100 milioni, soprattutto per finanziare innovazione e tecnologia - Solvency I ratio: >160% da 162% al 31 dicembre Politica di dividendo attrattiva, attenta alla remunerazione degli azionisti. Il Piano si sviluppa lungo sei direttrici industriali: 1. Crescita profittevole del business Danni. Difesa dell'eccellenza tecnica nel business Auto, anche attraverso azioni incisive per proseguire nel contenimento del costo dei sinistri. Sviluppo dell'offerta sui segmenti retail e piccole imprese, anche attraverso l'uso di nuove tecnologie. 2. Leadership nel comparto Agroalimentare. Sviluppo del potenziale assicurativo del settore, facendo leva sulla posizione di leadership costruita con l'acquisizione di FATA. In particolare, focus su cross-selling a persone, famiglie e aziende del settore agricolo, e sviluppo di partnership con i principali attori della filiera agroalimentare. 3. Sviluppo di Vita, Previdenza e Welfare. Focus su prodotti avanzati, attraverso un'offerta protezione a 360 che integra componenti Danni e Vita. Sviluppo significativo della Previdenza, anche attraverso il canale bancario e gli agenti. 4. Eccellenza distributiva e trasformazione digitale. Valorizzazione della centralità del cliente e del servizio ai distributori, attraverso la gestione integrata delle diverse reti, anche facendo leva sulla tecnologia e su modelli distributivi multicanale. 5. Efficienza operativa e produttività. Semplificazione di strutture, processi e organizzazione, forte investimento su tecnologie e persone, per aumentare la produttività. 6. Nuovi approcci alla gestione di capitale e finanza. Approcci avanzati per l'allocazione del capitale e per la gestione degli investimenti, ottimizzando redditività e solidità patrimoniale. Il percorso di crescita e innovazione si sviluppa attraverso: - aumento di capitale: fino ad un massimo di Euro 500 milioni (entro il 30 giugno 2015) per sostenere la crescita del business, finanziare la trasformazione industriale e gli investimenti in innovazione e tecnologia, e cogliere opportunità di acquisizione e di partnership. - investimenti significativi: circa Euro 100 milioni per finanziare innovazione e tecnologia; - un nuovo assetto organizzativo: in linea con le evoluzioni di mercato e con le priorità industriali del Gruppo. Il Consiglio di Amministrazione, riunitosi ieri sera, ha deliberato quindi di esercitare la delega aumento di capitale a pagamento e scindibile, conferita dall Assemblea dei soci in data 30 aprile 2011 ai sensi dell art c.c. per l importo di Euro 500 milioni, comprensivo di 17 Si veda nota n.8.

4 eventuale sovrapprezzo, ovvero per l'importo complessivo immediatamente inferiore determinato da un successivo Consiglio di Amministrazione ai soli fini della determinazione dell'esatto rapporto di spettanza in opzione (l Aumento di Capitale ). L Aumento di Capitale, per l importo fissato, avverrà mediante emissione a pagamento di azioni ordinarie dal valore nominale di Euro 3,00, godimento regolare, da offrire in opzione ai titolari di azioni ordinarie della Società, in proporzione alle azioni possedute. Il numero e prezzo di emissione unitario delle azioni, nonché le altre caratteristiche dell Aumento di Capitale, saranno fissati da un successivo Consiglio di Amministrazione in una riunione da convocarsi in prossimità dell avvio dell offerta in opzione. In quella sede saranno determinati il rapporto di assegnazione in opzione, le modalità e i termini per la sottoscrizione delle azioni stesse. Il termine ultimo di sottoscrizione delle azioni di nuova emissione è fissato per il 30 giugno L operazione di Aumento di Capitale in opzione avrà luogo non appena ottenute le necessarie autorizzazioni da parte delle competenti autorità. In particolare, la Società procederà nei prossimi giorni a presentare alla Consob istanza di autorizzazione alla pubblicazione del prospetto informativo di offerta e quotazione ai sensi degli artt. 94 e 113 del D. Lgs. 58/98 e successive modifiche ed integrazioni ed all IVASS istanza autorizzativa per le modifiche statutarie ai sensi dell art. 196 del D. Lgs. 209/2005. Si ricorda che le modifiche statutarie conseguenti alla delibera dell Assemblea dei soci del 30 aprile 2011 conferente la delega al CdA sono già state oggetto di approvazione da parte di IVASS ai sensi dell art. 196 del D. Lgs. 209/2005 con provvedimento n. 17/11/ di prot. del 09 giugno Nell ambito dell Aumento di Capitale, Banca IMI agirà come Global Coordinator e Bookrunner e Mediobanca agirà in qualità di Co-Global Coordinator e Bookrunner. Banca IMI e Mediobanca hanno sottoscritto con la Società, in data 18 settembre 2014, un pre-underwriting agreement ai sensi del quale si sono impegnate a garantire a condizioni e termini usuali per tale tipologia di operazioni la sottoscrizione dell Aumento di Capitale per la parte eventualmente rimasta inoptata al termine dell offerta in borsa dei diritti inoptati, fino all ammontare massimo di Euro 500 milioni, ferma restando la possibile costituzione di comune accordo con la Società di un consorzio di garanzia allargato in prossimità dell avvio dell offerta in opzione. Il Consiglio di Amministrazione ha definito un nuovo assetto organizzativo, affidando al Direttore Generale, dottor Marco Cardinaletti, il coordinamento tecnico-amministrativo del Gruppo. Il dottor Flavio Piva è stato nominato Direttore Generale, con la responsabilità delle reti distributive e delle operations. Il dottor Carlo Ferraresi è stato nominato CFO e Vice- Direttore Generale. * * * Gli obiettivi e le linee strategiche del Piano d Impresa del Gruppo Cattolica saranno presentati oggi 19 settembre 2014 alla comunità finanziaria, presso l Hotel Principe

5 di Savoia di Milano (Piazza della Repubblica, 17). Sarà possibile accedere all evento anche tramite Conference Call. I numeri telefonici da comporre sono: dall Italia, dal Regno Unito e dagli Stati Uniti. Gli altri dettagli tecnici per accedere all evento e la presentazione relativa sono disponibili nella home page del sito e nella sezione Investor Relations. SOCIETÁ CATTOLICA DI ASSICURAZIONE CONTATTI Investor Relations Officer Comunicazione Istituzionale Carlo Ferraresi Aldo Canale Tel Tel

6 IL PRESENTE COMUNICATO NÉ LA SUA CONSEGNA AD ALCUN DESTINATARIO COSTITUISCE O INTENDE COSTITUIRE O CONTIENE O FORMA PARTE DI ALCUNA OFFERTA, SOLLECITAZIONE O INVITO A COMPRARE O VENDERE TITOLI O STRUMENTI FINANZIARI COLLEGATI. IL PRESENTE COMUNICATO NON COSTITUISCE UN OFFERTA DI VENDITA DI STRUMENTI FINANZIARI NEGLI STATI UNITI D AMERICA. GLI STRUMENTI FINANZIARI NON POTRANNO ESSERE OFFERTI O VENDUTI NEGLI STATI UNITI D AMERICA IN ASSENZA DI REGISTRAZIONE O DI UN APPOSITA ESENZIONE DALLA REGISTRAZIONE. NON È INTENZIONE DELLA SOCIETÀ REGISTRARE, NÉ IN TUTTO NÉ IN PARTE, L OFFERTA DI STRUMENTI FINANZIARI NEGLI STATI UNITI D AMERICA O EFFETTUARE UN OFFERTA AL PUBBLICO DI STRUMENTI FINANZIARI NEGLI STATI UNITI D AMERICA. COPIE DEL PRESENTE COMUNICATO NON SONO E NON POSSONO ESSERE DISTRIBUITE O INVIATE NEGLI STATI UNITI D AMERICA. LA DISTRIBUZIONE DI QUESTI MATERIALI IN ALCUNI PAESI POTREBBE ESSERE CONTRARIA ALLA NORMATIVA APPLICABILE IN TALI PAESI. QUESTI MATERIALI NON SONO DESTINATI ALLA DISTRIBUZIONE IN CANADA, GIAPPONE, O AUSTRALIA O IN QUALSIASI ALTRO PAESE NEL QUALE L OFFERTA O LA VENDITA SIANO VIETATE IN CONFORMITÀ ALLE LEGGI APPLICABILI (GLI ALTRI PAESI ) O AI SOGGETTI IVI RESIDENTI. LE INFORMAZIONI CONTENUTE IN QUESTI MATERIALI NON COSTITUISCONO UN OFFERTA DI VENDITA DI STRUMENTI FINANZIARI IN CANADA, GIAPPONE, O AUSTRALIA O NEGLI ALTRI PAESI. IL PRESENTE COMUNICATO È DISTRIBUITO ESCLUSIVAMENTE A SOGGETTI: (I) AVENTI ESPERIENZA PROFESSIONALE IN MATERIE RELATIVE A INVESTIMENTI FINANZIARI AI SENSI DELL'ARTICOLO 19(5) DEL FINANCIAL SERVICES AND MARKETS ACT 2000 (FINANCIAL PROMOTION) ORDER 2005 (COME MODIFICATO, IL FINANCIAL PROMOTION ORDER ), (II) RIENTRANTI NELLA DEFINIZIONE DI CUI ALL'ARTICOLO 49, SECONDO COMMA, LETTERE DALLA (A) ALLA (D) ( HIGH NET WORTH COMPANIES, UNINCORPORATED ASSOCIATIONS ETC. ) DEL FINANCIAL PROMOTION ORDER, (III) CHE NON SI TROVINO NEL REGNO UNITO, (IV) AI QUALI PUÒ ESSERE ALTRIMENTI COMUNICATA, O FATTO SÌ CHE SIA COMUNICATA, NEL RISPETTO DELLA NORMATIVA APPLICABILE, UNA PROPOSTA DI, O UNA SOLLECITAZIONE A, EFFETTUARE UN INVESTIMENTO (SECONDO IL SIGNIFICATO DI CUI ALLA SECTION 21 DEL FINANCIAL SERVICES AND MARKETS ACT 2000) IN RELAZIONE ALL EMISSIONE O ALLA VENDITA DI QUALSIASI STRUMENTO FINANZIARIO (COLLETTIVAMENTE, I SOGGETTI RILEVANTI ). IL PRESENTE COMUNICATO È DIRETTO SOLO A SOGGETTI RILEVANTI E NON PUÒ ESSERE UTILIZZATO, O SULLO STESSO NON PUÒ ESSERE FATTO AFFIDAMENTO, DA PARTE DI SOGGETTI CHE NON SIANO SOGGETTI RILEVANTI. OGNI INVESTIMENTO O ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO CUI IL PRESENTE COMUNICATO SI RIFERISCE È A DISPOSIZIONE SOLO DI SOGGETTI RILEVANTI E SARÀ INTRAPRESA ESCLUSIVAMENTE CON SOGGETTI RILEVANTI. IL PRESENTE COMUNICATO STAMPA CONTIENE INFORMAZIONI PREVISIONALI, COMPRESI RIFERIMENTI CHE NON SONO RELATIVI ESCLUSIVAMENTE A DATI STORICI O EVENTI ATTUALI E PERTANTO, IN QUANTO TALI, INCERTE. LE INFORMAZIONI PREVISIONALI SI BASANO SU DIVERSE ASSUNZIONI, ASPETTATIVE, PROIEZIONI E DATI PREVISIONALI RELATIVI AD EVENTI FUTURI E SONO SOGGETTE A MOLTEPLICI INCERTEZZE E AD ALTRI FATTORI AL DI FUORI DEL CONTROLLO DI CATTOLICA. ESISTONO NUMEROSI FATTORI CHE POSSONO GENERARE RISULTATI ED ANDAMENTI NOTEVOLMENTE DIVERSI RISPETTO AI CONTENUTI, IMPLICITI O ESPLICITI, DELLE INFORMAZIONI PREVISIONALI E PERTANTO TALI INFORMAZIONI NON SONO UNA INDICAZIONE ATTENDIBILE CIRCA LA PERFORMANCE FUTURA. CATTOLICA NON SI ASSUME ALCUN OBBLIGO DI AGGIORNARE PUBBLICAMENTE O RIVEDERE LE INFORMAZIONI PREVISIONALI SIA A SEGUITO DI NUOVE INFORMAZIONI, SIA A SEGUITO DI EVENTI FUTURI O PER ALTRE RAGIONI, SALVO CHE CIÒ SIA RICHIESTO DALLA NORMATIVA APPLICABILE. ****** NEITHER THIS PRESS RELEASE NOR ITS DELIVERY TO ANY RECIPIENT IS OR IS TO BE CONSIDERED OR INCLUDES AN OFFER OR INVITATION TO PURCHASE OR SELL ANY SECURITY OR LINKED SECURITIES. THIS PRESS RELEASE IS NOT AN OFFER OF SECURITIES FOR SALE IN THE UNITED STATES. SECURITIES MAY NOT BE OFFERED OR SOLD IN THE UNITED STATES UNLESS THEY ARE REGISTERED OR ARE EXEMPT FROM REGISTRATION. THE COMPANY DOES NOT INTEND TO REGISTER ANY PORTION OF THIS OFFERING IN THE UNITED STATES OR TO CONDUCT A PUBLIC OFFERING IN THE UNITED STATES. COPIES OF THIS PRESS RELEASE ARE NOT BEING, AND SHOULD NOT BE, DISTRIBUTED IN OR SENT INTO THE UNITED STATES. IT MAY BE UNLAWFUL TO DISTRIBUTE THESE MATERIALS IN CERTAIN JURISDICTIONS. THESE MATERIALS ARE NOT FOR DISTRIBUTION IN CANADA, JAPAN OR AUSTRALIA, OR IN ANY OTHER COUNTRY WHERE THE OFFERS OR SALES OF SECURITIES WOULD BE FORBIDDEN UNDER APPLICABLE LAW (THE OTHER COUNTRIES ) OR TO RESIDENTS THEREOF. THE INFORMATION IN

7 THESE MATERIALS DOES NOT CONSTITUTE AN OFFER OF SECURITIES FOR SALE IN CANADA, JAPAN, AUSTRALIA, OR IN THE OTHER COUNTRIES THIS PRESS RELEASE IS FOR DISTRIBUTION ONLY TO PERSONS WHO (I) HAVE PROFESSIONAL EXPERIENCE IN MATTERS RELATING TO INVESTMENTS FALLING WITHIN ARTICLE 19(5) OF THE FINANCIAL SERVICES AND MARKETS ACT 2000 (FINANCIAL PROMOTION) ORDER 2005 (AS AMENDED, THE FINANCIAL PROMOTION ORDER ), (II) ARE PERSONS FALLING WITHIN ARTICLE 49(2)(A) TO (D) ( HIGH NET WORTH COMPANIES, UNINCORPORATED ASSOCIATIONS ETC. ) OF THE FINANCIAL PROMOTION ORDER, (III) ARE OUTSIDE THE UNITED KINGDOM, OR (IV) ARE PERSONS TO WHOM AN INVITATION OR INDUCEMENT TO ENGAGE IN INVESTMENT ACTIVITY (WITHIN THE MEANING OF SECTION 21 OF THE FINANCIAL SERVICES AND MARKETS ACT 2000) IN CONNECTION WITH THE ISSUE OR SALE OF ANY SECURITIES MAY OTHERWISE LAWFULLY BE COMMUNICATED OR CAUSED TO BE COMMUNICATED (ALL SUCH PERSONS TOGETHER BEING REFERRED TO AS RELEVANT PERSONS ). THIS PRESS RELEASE IS DIRECTED ONLY AT RELEVANT PERSONS AND MUST NOT BE ACTED ON OR RELIED ON BY PERSONS WHO ARE NOT RELEVANT PERSONS. ANY INVESTMENT OR INVESTMENT ACTIVITY TO WHICH THIS PRESS RELEASE RELATES IS AVAILABLE ONLY TO RELEVANT PERSONS AND WILL BE ENGAGED IN ONLY WITH RELEVANT PERSONS. THIS PRESS RELEASE CONTAINS FORWARD-LOOKING STATEMENTS, WHICH INCLUDES ALL STATEMENTS THAT DO NOT RELATE SOLELY TO HISTORICAL OR CURRENT FACTS AND WHICH ARE THEREFORE INHERENTLY UNCERTAIN. ALL FORWARD-LOOKING STATEMENTS RELY ON A NUMBER OF ASSUMPTIONS, EXPECTATIONS, PROJECTIONS AND PROVISIONAL DATA CONCERNING FUTURE EVENTS AND ARE SUBJECT TO A NUMBER OF UNCERTAINTIES AND OTHER FACTORS, MANY OF WHICH ARE OUTSIDE THE CONTROL OF THE COMPANY. THERE ARE A VARIETY OF FACTORS THAT MAY CAUSE ACTUAL RESULTS AND PERFORMANCE TO BE MATERIALLY DIFFERENT FROM THE EXPLICIT OR IMPLICIT CONTENTS OF ANY FORWARD-LOOKING STATEMENTS AND THUS, SUCH FORWARD-LOOKING STATEMENTS ARE NOT A RELIABLE INDICATOR OF FUTURE PERFORMANCE. THE COMPANY UNDERTAKES NO OBLIGATION TO PUBLICLY UPDATE OR REVISE ANY FORWARD- LOOKING STATEMENTS, WHETHER AS A RESULT OF NEW INFORMATION, FUTURE EVENTS OR OTHERWISE, EXCEPT AS MAY BE REQUIRED BY APPLICABLE LAWS.

COMUNICATO STAMPA. Pagina di Riferimento Bloomberg Notes con scadenza 2018. Ammontare Nominale in circolazione

COMUNICATO STAMPA. Pagina di Riferimento Bloomberg Notes con scadenza 2018. Ammontare Nominale in circolazione COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA UN OFFERTA DI RIACQUISTO SULLA TOTALITÀ DI ALCUNE OBBLIGAZIONI IN DOLLARI EMESSE DA TELECOM ITALIA CAPITAL S.A. Milano, 7 luglio 2015 Telecom Italia S.p.A.

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA DELLE OFFERTE DI RIACQUISTO SU PROPRIE OBBLIGAZIONI IN EURO

COMUNICATO STAMPA. TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA DELLE OFFERTE DI RIACQUISTO SU PROPRIE OBBLIGAZIONI IN EURO Il presente comunicato non può essere distribuito negli Stati Uniti, né ad alcuna persona che si trovi o sia residente o domiciliata negli Stati U niti, nei suoi territori o possedimenti, in qualsiasi

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE.

GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE. GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE. CONSERVA QUESTA GUIDA, TI SARÀ UTILE NEL PERIODO DI OFFERTA. IL PRESENTE DOCUMENTO NON È UN PROSPETTO INFORMATIVO, OGNI DECISIONE DI INVESTIMENTO DEVE ESSERE ASSUNTA SOLO

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF )

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) (modello di amministrazione e controllo tradizionale) Emittente: SALINI

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Mid Industry Capital S.p.A Sede Legale Galleria Sala dei Longobardi 2, 20121 Milano Cod. Fisc. e P.IVA R.I. Milano 05244910963, R.E.A. Mi 1806317, Capitale Sociale Euro 5.000.225 i.v. CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

Risultato operativo oltre i 4,2 mld (+10,5%) e premi complessivi a 70 mld (+3,2%)

Risultato operativo oltre i 4,2 mld (+10,5%) e premi complessivi a 70 mld (+3,2%) 14/03/2013 COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati al 31 dicembre 2012 1 Risultato operativo oltre i 4,2 mld (+10,5%) e premi complessivi a 70 mld (+3,2%) Si rafforza il capitale con crescita patrimonio

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

Maggio 2014. Guida dell Azionista

Maggio 2014. Guida dell Azionista Maggio 2014 Guida dell Azionista Con la presente Guida intendiamo offrire un utile supporto ai nostri azionisti, evidenziando i diritti connessi alle azioni possedute e consentendo loro di instaurare un

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

LETTERE. ex ravasi LETTERE. sost4cer_alvino MATEMATICA. sost4cer_alvino E. MUSICA. BARZAGHI. E.FISICA CIONI CE Palestra RELIG CAVALLINI

LETTERE. ex ravasi LETTERE. sost4cer_alvino MATEMATICA. sost4cer_alvino E. MUSICA. BARZAGHI. E.FISICA CIONI CE Palestra RELIG CAVALLINI ISTITUTO COMPRENSIVO C. BATTISTI COGLIATE 23/09/2014 09:09 - Pagina 1 1E 1F ISTITUTO COMPRENSIVO C. BATTISTI COGLIATE 23/09/2014 09:09 - Pagina 2 1G,,,, 1H,,, ISTITUTO COMPRENSIVO C. BATTISTI COGLIATE

Dettagli

Le piattaforme di investimento alternativo nel quadro regolatorio italiano ed europeo: il caso di Epic

Le piattaforme di investimento alternativo nel quadro regolatorio italiano ed europeo: il caso di Epic XVI Convention IBAN Dall Entrepreneurship al Capitale di Rischio dei Business Angels Le piattaforme di investimento alternativo nel quadro regolatorio italiano ed europeo: il caso di Epic Guido Ferrarini

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive

Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive Aspetti critici e rimedi Avv. Giovanni Indirli Senior attorney +32 2 5515961 gindirli@mayerbrown.com 21 Maggio 2010 Mayer Brown is a

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Società e Servizi di IR Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Noi Siamo una società indipendente di consulenza specializzata in Investor Relations e Comunicazione d Impresa. Siamo una giovane realtà,

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Normativa FATCA. Clienti Persone Fisiche

Normativa FATCA. Clienti Persone Fisiche Copia per il cliente Normativa FATCA L acronimo FATCA (Foreign Account Tax Compliance Act) individua una normativa statunitense, volta a contrastare l evasione fiscale di contribuenti statunitensi all

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere.

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Cos è un gruppoaziendale L evoluzione del processo di armonizzazione contabile Le principali caratteristiche del bilancio IAS/IFRS a seguito

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123-bis TUF. (modello di amministrazione e controllo tradizionale)

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123-bis TUF. (modello di amministrazione e controllo tradizionale) RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123-bis TUF (modello di amministrazione e controllo tradizionale) - Denominazione Emittente: BANCA MONTE DEI PASCHI DI

Dettagli

Fund & Asset Manager Rating Group

Fund & Asset Manager Rating Group Fondi bilanciati / Lussemburgo Gestito da DNCA Finance Rapporto completo di rating Fattori chiave del rating Fondo bilanciato prudenziale: è un fondo bilanciato prudenziale gestito da DNCA Finance che

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L.

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L. INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N. 11971 RELATIVE AL PATTO PARASOCIALE FRA EQUILYBRA CAPITAL PARTNERS S.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI MEDIOLANUM S.P.A. IN BANCA MEDIOLANUM S.P.A. *** *** *** REDATTO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL ARTICOLO 2501-TER DEL CODICE CIVILE PREMESSA A norma dell articolo

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale Sheet nr.1 for the Italian tax authorities DOMANDA DI RIMBORSO PARZIALE-APPLICATION FOR PARTIAL REFUND * applicata sui canoni pagati da residenti dell'italia

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

OIC 28: Il Patrimonio netto Sintesi dei principali interventi

OIC 28: Il Patrimonio netto Sintesi dei principali interventi OIC 28: Il Patrimonio netto Sintesi dei principali interventi Format Si è modificata la struttura del principio utilizzando il format standard dei nuovi principi salvo apportare i necessari adeguamenti

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Stop press Disposizioni di vigilanza sulle partecipazioni detenibili dalle banche e dai gruppi bancari

Stop press Disposizioni di vigilanza sulle partecipazioni detenibili dalle banche e dai gruppi bancari Gennaio 2010 Stop press Disposizioni di vigilanza sulle partecipazioni detenibili dalle banche e dai gruppi bancari Introduzione In data 10 dicembre 2009, la Banca d'italia ha pubblicato un documento per

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell'art. 2 e dell'art. 6 delle disposizioni AIM Italia in tema di Parti Correlate del maggio 2012, nonché

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DALLA REGIONE CAMPANIA DEL POLO SVILUPPO, RICERCA E I.C.T. IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Il presente modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia delle classi di azioni dei comparti dell OICVM Dexia Quant, Società d investimento a capitale variabile di diritto Lussemburghese

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto nell anno 2013

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto nell anno 2013 ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta dall Istituto nell anno 2013 Roma, 26 giugno 2014 ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli