A u s t r a l i a & New Zeland

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A u s t r a l i a & New Zeland"

Transcript

1 A u s t r a l i a & New Zeland Nella terra dei canguri VIAGGIO AGLI ANTIPODI, Negli immensi spazi della nutura selvaggia, ATTRAVERSO I GRANDI deserti AUSTRALIANI E la magica natura neozelandese ricca di gayser, vulcani, GHIACCIAI, SPIAGGE E montagne

2 L australia in primo piano LO STATO L'Australia, ufficialmente il Commonwealth dell'australia, è il sesto paese del mondo per estensione ( km²), il più grande dell'oceania e dell'intera Australasia. Ha una popolazione di di abitanti. Il paese si trova nell'emisfero australe, ed è circondato dagli oceani Indiano, a ovest e sud, e Pacifico a est. Popolata dagli aborigeni per più di anni, è stata colonizzata dagli inglesi a partire dal XVIII secolo. Oggi gli australiani, che chiamano se stessi aussie, sono un popolo multiculturale, annoverando non solo aborigeni ed europei, ma anche asiatici, americani e africani. Dal punto di vista politico l'australia è una monarchia costituzionale federale. Il capo dello stato è la Regina d'inghilterra Elisabetta II, rappresentata da un governatore generale. La capitale è Canberra; ma la città più popolosa è Sydney seguita da Melbourne, Brisbane, Perth e Adelaide. GEOGRAFIA IL TERRITORIO L'Australia si estende nell'emisfero australe fra l'oceano Pacifico e l'oceano Indiano ed è separata dalle isole circostanti dell'oceania e dell'asia sud-orientale dal Mare dei Coralli a NE, dal Mare di Tasmania a S, dal Mare di Arafura e dal Mare di Timor a N. Complessivamente le coste sviluppano una lunghezza di oltre km. L'Australia può dividersi in sei principali regioni naturali: - l'altopiano orientale e sud-orientale, caratterizzato dalla Grande Catena Divisoria (Great Dividing Range) con il monte Kosciusko (2230 m) la cima più elevata del continente. Sul versante orientale la Grande Catena scende abbastanza ripida verso l'oceano con coste rocciose e frastagliate cui si alternano piccole pianure costiere alluvionali; - il grande bacino artesiano e la depressione lacustre centro-meridionale, il primo caratterizzato dalla presenza di enormi quantità di acqua dolce nel sottosuolo e la seconda dal lago Eyre e altri laghi salmastri circondati da terreni aridi e uniformi; - l'australia occidentale, caratterizzata da un altopiano stepposo con qualche isolata altura; - i deserti centrali Grande Deserto Sabbioso, Deserto di Gibson, Grande Deserto Victoria; - l'australia settentrionale, caratterizzata da numerose formazioni collinose che si affacciano sui mari di Timor e di Arafura con coste frastagliate e orlate di isole; - l'isola di Tasmania, La valle di Derwent taglia praticamente in due l'isola dal monte Ossa alla baia di Storm, al cui interno è situata la capitale Hobart. L Australia è estremamente povera di corsi d'acqua e i fiumi hanno generalmente un carattere torrentizio. Il fiume più importante è il Murray mentre il lago principale è l'eyre, privo di emissari e che si trova al di sotto del livello del mare (12 m).

3 IL CLIMA Trovandosi agli antipodi l'australia ha stagioni opposte alle nostre e, data la sua vastità, climi molto diversi tra loro. In generale si può parlare di un clima caldo e secco, condizionato dal suo centro continentale desertico e soltanto in alcuni tratti costieri condizionato dalla presenza del mare. Tutta l'immensa distesa posta tra la Grande Catena Divisoria e la costa occidentale a sud del 18 parallelo, ha un clima desertico e subdesertico con precipitazioni scarsissime o inesistenti e temperature medie di 34 C all'interno e di 24 C nelle zone costiere. La fascia mediterranea comprende tutta la zona costiera orientale, l'australia sudorientale e la Tasmania con precipitazioni piuttosto regolari e possibilità di nevicate sopra i 2000 m; sui monti della Tasmania, del Victoria e del New South Wales si scatenano bufere di neve in qualsiasi periodo dell'anno, perfino in gennaio. La temperatura media oscilla tra i C di Sydney e i C di Melbourne. STORIA I PRIMI INSEDIAMENTI Anche se le prime testimonianze della presenza umana in Australia risalgono a anni fa, si ritiene che popolazioni nere provenienti dall'indonesia avessero raggiunto l'australia circa anni prima. Come ci siano arrivate resta un mistero. Non per via terrestre perchè all'epoca l'australia era già un'isola, molto probabilmente ci sono arrivate per mare, e questa ipotesi crea un'infinità di altre domande. In altre parole, popolazioni sconosciute forse provenienti dal sud est asiatico avrebbero dovuto inventare e saper manovrare imbarcazioni d'altura (e percorrere almeno 60 miglia di mare aperto) con almeno anni di anticipo rispetto a quanto finora noto sia per quanto riguarda le abilità nautiche sia per quanto riguarda le reali possibilità di sopravvivenza. L ARRIVO DEGLI EUROPEI Quando James Cook entrò per la prima volta in contatto con gli aborigeni annotò che "sollevarono appena i loro sguardi dalle occupazioni in cui erano impegnati". Di fatto, erano estremamente disinteressati a tutto quanto per gli europei era invece interessante, sostanzialmente "imprevedibili", e ciò li marchiò in maniera definitiva. Sembra che il primo europeo a metter piede sul continente australiano sia stato il francese De Gonneville (1503), anche se la prima visita di cui si ha notizia è quella di un gruppo di marinai olandesi comandati da Willem Jansz che vi giunsero nel La costa orientale dell'australia fu esplorata solo molto più tardi e James Cook ne prese possesso in nome del re d'inghilterra (1770). Per quattro mesi Cook, a bordo dell'endeavour, risalì la costa fermandosi poi in quella che battezzò Botany Bay. Il primo insediamento permanente di europei in Australia fu costituito dalla colonia di forzati, qui condotta dal capitano Arthur Phillip nel 1788 e per un ventennio l'australia continuò ad essere considerata solo come colonia penale inglese. Nel frattempo Phillip, cercando luoghi più idonei ad una permanenza che si prospettava indefinita, veleggiò scoprendo quello che oggi si chiama Circular Quay, uno dei porti naturali più grandi del mondo (la futura Sydney). Era il 26 gennaio 1788, ancor oggi celebrato come l'australia Day.

4 L INDIPENDENZA E I GIORNI NOSTRI Nel 1901 l'australia diventò una Federazione indipendente nell'ambito del Commonwealth britannico. Nel 1914 entrò in guerra a fianco della Gran Bretagna contro la Germania; nel 1941 entrò invece in guerra contro il Giappone. Dal dopoguerra e fino al 1965 il governo australiano incoraggiò l'immigrazione dall'europa facendo arrivare, in 20 anni, oltre 2 milioni di emigranti. A partire dagli anni Ottanta prese sempre maggior vigore il movimento repubblicano che chiede tuttora la totale separazione dell'australia dalla Gran Bretagna: la regina Elisabetta II è ancora infatti il capo di stato del Paese. ECONOMIA L'Australia può vantare un livello di benessere economico fra i più alti del mondo. Le sue esportazioni sono soprattutto materie prime non lavorate, mentre importa prodotti finiti. AGRICOLTURA E ALLEVAMENTO In molte zone del Paese, il settore primario è ancora l'attività più redditizia. L'Australia è il primo produttore di lana, ricavata dai circa 105 milioni di ovini allevati qui. Solo il 6% del territorio è coltivato. Si raccolgono soprattutto frumento e foraggio; limitata ma più conveniente è la produzione di altri cereali come avena, orzo, segale, mais, riso nonché semi oleosi, tabacco e cotone. RISORSE ENERGETICHE E MINERARIE Il Paese è totalmente autosufficiente per quanto riguarda la domanda energetica e in diversi casi è fra i maggiori produttori mondiali di alcuni minerali richiesti dal mercato. Dalle miniere australiane vengono estratti, fra gli altri, carbone, lignite, bauxite, rame, uranio (primo produttore mondiale), oro (12% della produzione mondiale), ferro, diamanti (primo produttore mondiale), manganese, nichel e stagno. Nel Western Australia sono stati scoperti importanti giacimenti di petrolio e gas naturali. SCHEDA Capitale: Canberra ( ab.). Lingua: inglese, lingue aborigene nell'interno. Forma di governo: Monarchia Parlamentare. Stato federale indipendente facente parte del Commonwealth britannico. Capo dello Stato e' quindi la Regina d'inghilterra. Superficie: kmq. Popolazione: 20,1 milioni di abitanti. Religioni principali: anglicani 26,1%; cattolici 26,0%; altri riti cristiani 23,6%; Fuso orario: da +8 a Moneta: dollaro australiano (AUD)

5 La nuova zelanda in primo piano LO STATO La Nuova Zelanda è uno stato insulare dell'oceania posto nell'oceano Pacifico formato da due isole principali: l'isola del Nord e l'isola del Sud e da numerose isole minori come l'isola di Stewart e le isole Chatham. Il mar di Tasman la separa dall'australia situata circa 2000 km a nord-ovest. Aotearoa è l'antico nome dato dal popolo Maori, all'odierna terra della Nuova Zelanda. Ci sono varie traduzioni sul nome originale ma quello più comunemente usato è "Land of Long White Cluod" che significa "Terra dalle lunghe nuvole bianche". Conta abitanti distribuiti su km². La capitale è Wellington e la città più popolosa è Auckland. La Nuova Zelanda è un paese sviluppato che si colloca molto in alto nel confronto internazionale su molti argomenti, tra cui l'istruzione, la libertà economica e la mancanza di corruzione. Le sue città inoltre sono da sempre come le più vivibili al mondo. GEOGRAFIA Dal punto di vista fisico la Nuova Zelanda è un arcipelago formato da due grandi isole divise dallo Stretto di Cook, e da molte altre isole minori, in gran parte disabitate: l'isola Stewart, la terza per estensione, più le cosiddette Isole esterne, ovverosia 9 arcipelaghi minori, 5 dei quali sono un Patrimonio dell'umanità dell'unesco. Entrambe le isole sono attraversate da catene montuose; l'isola del Sud dalle Alpi meridionali e l'isola del Nord da catene di minore altezza. Il Monte Cook (o Aorangi in lingua maori, ovvero "che trapassa le nubi") con i suoi metri è la vetta più alta del paese ed è situata al centro delle Alpi neozelandesi. La nuova Zelanda è ancora ricca di molti vulcani attivi. IDROGRAFIA Il territorio presenta numerosi corsi d'acqua che nascono dai rilievi, sono però per la maggior parte molto brevi e discontinui, difficili da navigare, infatti sono frequentemente interposti nel corso del fiume, laghi (spesso di origine vulcanica come il Lago Taupo) e cascate. FLORA E FAUNA La vegetazione è ricca di pini e abeti. Per proteggere il paese dalla fragilità del suo ecosistema così particolare e irripetibile al mondo, viene attuato un controllo molto forte alla dogana, e con gli anni sono stati istituite delle zone a tutela degli animali e della vegetazione dove non è possibile toccare nulla né modificare il paesaggio in nessun modo. La Nuova Zelanda conta infatti un altissimo numero di parchi nazionali, che al loro interno offrono ai turisti la contemplazione delle meraviglie che racchiudono attraverso i tanti percorsi di trekking, pensati e organizzati proprio per regalare gli scorci migliori e le vedute più spettacolari. Oltre a queste risorse, la Nuova Zelanda possiede moltissimi parchi forestali, riserve marine e parchi storici e di conservazione che sono in grado di dare una visione a trecentosessanta gradi delle attrazioni culturali e naturali del paese, unico al mondo per il

6 rispetto e la coscienza ecologica che ha sviluppato nel corso degli anni dopo i disastri sfiorati nei secoli scorsi o alcune estinzioni di fauna peculiare causate dalla leggerezza dell uomo. La rarità e la singolarità che si trovano in questo luogo di alcune specie di animali, soprattutto di uccelli, sono qualcosa di eccezionale che va assolutamente preservato. L'animale simbolo della Nuova Zelanda è il kiwi. Una sorta di uccello preistorico notturno, senza ali, e con un caratteristico becco che utilizza per cercare cibo in profondità, nella terra. L'evoluzione ha portato quest'animale a ridursi di dimensioni, diventando grande circa quanto un gatto; tuttavia non sono diminuite le dimensioni delle sue uova che quindi appaiono sproporzionate rispetto al corpo. In Nuova Zelanda è presente un non irrilevante quantiativo di canguri, sparsi nel territorio costiero Neozelandese. Una caratteristica presente in quasi tutte le specie è la maggiore dimensione degli arti posteriori, usati nella tipica andatura a salti, rispetto a quelli anteriori. Huberia brounii è una specie endemica di formica, tipica della Nuova Zelanda, di difficile osservazione e pertanto poco conosciuta. ECONOMIA PRIMARIO L'esiguità della popolazione e la prevalenza, nel territorio, di modeste ondulazioni, favorisce un'estesa agricoltura. L'agricoltura del paese costituisce quasi un modello di funzionalità ecologica ed economica. Produzioni prevalenti sono quelle dell'allevamento: lana di pecora e latte bovino. È il maggiore degli allevamenti del mondo a non impiegare pressoché alcuna quantità di fertilizzanti azotati, notoriamente non favorevoli alle falde freatiche, pure realizzando produzioni di latte per capo e per ettaro di assoluto rilievo. SECONDARIO A differenza dell'australia, le risorse minerarie sono scarse e di un certo rilievo sono solo i giacimenti di ferro,oro e rame. Le industrie più importanti sono quelle agroalimentari, legate all'allevamento, e quelle che producono beni di consumo (industrie tessili e meccaniche). TERZIARIO La morfologia tormentata del territorio ostacola lo sviluppo delle comunicazioni; sono ben sviluppate le reti stradali ma piuttosto carenti quelle ferroviarie. Se ne avvantaggia il trasporto aereo, molto funzionale. I servizi scolastici e sociali sono di ottimo livello. STORIA I PRIMI INSDIAMENTI L'insediamento umano in Nuova Zelanda risale a circa sette secoli fa, quando gruppi di polinesiani, probabilmente in una serie di ondate successive, vi giunsero tra il 1000 e il 1300 d.c. Nei secoli successivi, essi svilupparono una cultura propria, fino a forgiare l'attuale identità del popolo maori.

7 L ARRIVO DEGLI EUROPEI I primi europei a visitare l'arcipelago furono gli olandesi della spedizione guidata da Abel Tasman nel Gli europei non fecero ritorno sulle isole fino all'arrivo dell'esploratore britannico James Cook, che visitò queste terre durante il suo viaggio del Cook sbarcò in Nuova Zelanda nel 1769 e mappò gran parte delle coste. Inoltre, a partire dagli inizi del XIX secolo, diverse missioni cristiane si stabilirono nel paese, convertendo gran parte dei maori. DALLA SOVRANITA BRITANNICA ALL INDIPENDENZA Il governo britannico decise di inviare in Nuova Zelanda William Hobson, al fine di reclamare la sovranità britannica e stipulare un trattato con i nativi. Fu così che dal 1788 al 1840 la Nuova Zelanda fece formalmente parte del Nuovo Galles del Sud. La vera svolta fu determinata dal Trattato di Waitangi, stipulato nella Baia delle Isole il 6 febbraio Malgrado le discordie e i dubbi che ancora oggi si hanno sulle versioni in lingua maori e in inglese, tale trattato è considerato l'atto costitutivo della nazione neozelandese nonché una garanzia dei diritti dei maori. Nel 1854 venne insediato il primo parlamento neozelandese, cosa che rappresentò il primo passo verso l'autonomia del paese. Nel 1893 la Nuova Zelanda si distinse quale primo paese al mondo a riconoscere il diritto di voto alle donne. Sempre in quel periodo, si ebbero diverse nazionalizzazioni e l'istituzione della pensione di vecchiaia: provvedimenti, questi, che diedero alla Nuova Zelanda una delle più avanzate legislazioni sociali del tempo. Il 26 settembre 1907 la Nuova Zelanda acquisì lo status di dominion, per poi diventare completamente indipendente nel 1947, anno in cui venne ratificato lo Statuto di Westminster del Visti i legami con la Gran Bretagna, l'economia neozelandese sperimentò notevoli difficoltà durante la Grande depressione. Va inoltre aggiunto che la Nuova Zelanda, vista la forte impronta lasciata dai coloni europei, si dimostrò sempre un membro fedele dell'impero britannico. Contingenti neozelandesi combatterono durante la seconda guerra boera e durante le due guerre mondiali; il governo neozelandese, infine, appoggiò quello britannico durante la crisi di Suez. SCHEDA Capitale: Wellington ( abitanti) Lingua: Inglese, Maori. Forma di governo: Monarchia Parlamentare Superficie: km² Popolazione: abitanti Religione: Cristiani 60% Fuso Orario: +12 Moneta: il Dollaro Neozelandese (NZ$ - NZD)

8 IL VIAGGIO IN BREVE Febbraio VOLO INTERCONTINENTALE Venezia/Dubai Dubai/Auckland Febbraio AUCKLAND Dal 16 al 23 Febbraio NEW ZELAND TOUR Noleggio di un camper e tour delle isole passando per ROTOURA WELLINGTON PICTON FRAN JOSEF WANAKA SOUTHLAND CHRISTCHURCH 24 Febbraio VOLO AUCKLAND PERTH Dal 25 Febbraio al 8 Marzo WESTERN AUSTRALIA Noleggio di un camper da Perth a Darwin (6000Km) attraverso i selvaggi territori dell ovest australiano 9 Marzo VOLO DARWIN SYDNEY Marzo SYDNEY Marzo VOLO INTERCONTINENTALE Sydney/Singapore Singapore/Milano

9 GIORNO Venezia / Dubai Dubai / Auckland Partenza Venerdi sera arrivo ad Auckland domenica con intermezzo uno scalo e breve visita all emirato di Dubai, nella penisola araba. 4-5 GIORNO Auckland City Due giorni liberi di visita alla città per rilassarsi dopo il lungo viaggio, da vedere: - Sky Tower, alta torre con magnifica vista sul Mar di Tasmania, sull oceano e splendido panorama sulla città; - Mission Bay; - Museo cittadino, raccolta di arte Maori e Polinesiana; Possibile escursione a Bush and Beach, foresta pluviale dei Waitakere Rangers, con passeggiata nella foresta e visita alle splendide spiagge Auckland City giace su un istmo tra le baie di Waitemata e Manukau. Il mare la circonda da ogni parte e gioca un ruolo preponderante nella vita anche ricreativa dei suoi abitanti come dimostra il suo nomignolo: è infatti soprannominata la città delle vele. Isole e isolotti contornano il golfo di Hauraki tra cui Waiheke e Great Barrier, mete tradizionali dei week-end. I boschi coprono le colline circostanti mentre il più vasto retroterra è cosparso di coni di vulcani estinti. La popolazione cittadina comprende minoranze di Maori e di Asiatici che contribuiscono a dare una nota variopinta alla città, soprattutto nel campo della ristorazione e dello shopping. Auckland si trova nel nord dell' Isola settentrionale e grazie alla sua posizione geografica gode di un clima più temperato che nel resto del paese.

10 6 GIORNO Auckland Rotorua 320km Oggi inizia il tour di 8 giorni dell intera Nuova Zelanda, si parte da Auckland nell isola del nord e si finisce a Christchurch nell isola del sud. La prima tappa è la Auckland Rotorua. Da Auckland si scende verso sud, attraversando i splendidi paesaggi della Coromandel Peninsula e arrivando dopo circa 200Km e un primo assaggio della splendida natura neozelandese nella cittadina di Tauranga. Dopo appena un'ora da Tauranga e 90 Km di strada arriviamo a Rotorua. Questo centro è situato lungo l anello di fuoco del pacifico, e l'attività vulcanica ne segna tanto il passato, quanto il presente. Qui si possono esplorare le zone geotermali e scoprire la cultura unica dei Maori neozelandesi. Geyser, sorgenti calde, fango ribollente e colori decisamente fuori del comune sono i segni che giungono in superficie dell'attività geotermica di Rotorua. 7 GIORNO Rotoura Wellington 462km Lasciamo Rotorua e prendiamo la strada che continua verso sud e porta in direzione di Wellington, dove si hanno esempi della tipica campagna neozelandese fatta di colline ondulate su cui pascolano in gran numero mucche e pecore. Per raggiungere Wellington occorre superare il gruppo montuoso del Rimutaka, ma da lì in poi il tragitto è molto agevole. Dopo una giornata intera tra la splendida natura neozelandaese, verso sera si arriva a Wellington. Qui ci aspetta una delle traversate in traghetto più panoramiche del mondo, da Wellington a Picton attraverso i verdissimi Marlborough Sounds. A differenza del resto della Nuova Zelanda, generalmente caratterizzata da luoghi selvaggi e solitari dove non si incontra anima viva, a Wellington si respira l atmosfera di una metropoli, nonostante le dimensioni ed il numero di abitanti siano più rapportabili ad una città di medie dimensioni

11 8-9 GIORNO Picton Franz Josef 574Km da percorrere in due giorni Dopo la traversata in traghetto di circa tre ore, da Picton, ci si sposta sulla costa occidentale verso Nelson. La strada serpeggia per un paio d'ore tra i boschi, poi lambisce la costa in direzione sud lungo spiagge selvagge e il tempestoso Mar di Tasman. In breve tempo si arriva a Westport, la base perfetta per il turismo avventuroso. Qui si puo praticare rafting nelle grotte, jet boating e trekking a cavallo. A sud di Westport è la volta di Punakaiki, ed è un tragitto da mozzare il fiato con onde crestate di bianco e scogli affilati da una parte, montagne ammantate di foreste dall'altra. Punakaiki è famosa per le Pancake Rocks, rocce stratificate che hanno circa 30 milioni di anni, e per i roboanti soffioni davvero spettacolari quando la marea è a livello giusto. Si prosegue verso Greymouth prima e Hokitika poi, ammirando la costa occidentale in tutta la sua bellezza con la possibilita di visitare molte spiagge selvagge, per poi arrivare fino a Franz Josef, cuore della regione dei ghiacciai. Qui è possible effettuare un breve trekking sui ghiacciai. Il territorio che collega i ghiacciai a Hokitika è prevalentemente agricolo, ma con un vena selvatica. Qui la campagna sta cercando di ritrasformarsi in foresta, e la bellezza dei fiumi è grezza, pressoché primordiale. I ghiacciai Fox e Franz Josef sono impareggiabili vestigia dell'ultima era glaciale. I loro imponenti fiumi di solido bianco e le loro scoscese vallate scolpite dal ghiaccio sono di una bellezza classica, glaciale. Non vi sono al mondo a queste latitudini altri ghiacciai che si spingano così vicini al mare. 10 GIORNO Franz Josef Wanaka 277 Km Proseguiamo verso sud lungo la costa, a questo punto dovremmo cominciare ad ammettere che è davvero uno dei viaggi su strada più belli al mondo con la bellezza dei paesaggi e la loro incontaminata purezza. Nel giro di un paio d'ore si raggiunge Haast, giriamo a sinistra e proseguiamo verso l'entroterra e la città immersa nella natura di Makarora, scalando l Haast pass dove si possono ammirare le imponenti cascate. Farà presto la sua comparsa l'estremità settentrionale del lago di Wanaka (foto sopra), seguita a breve distanza dal lago Hawea e dalla cittadina di Wanaka. Wanaka offre altrettante avventure e un paesaggio non meno splendido della vicina e celeberrima Queenstown, ed è un posto ideale per rilassarsi.

12 Wanaka - Quennstown 71 Km Per dirigersi a Queenstown la via piu breve è quella che attraversa il rilievo del Crown Range, un percorso difficile, ma le vedute sono spettacolari e con ogni probabilità si potranno ammirare gli amichevoli kea (pappagalli di montagna). L alternativa più tranquilla è imboccare invece la strada che costeggia il fiume Clutha, il lago Dunstan e il fiume Kawarau. La città alpina di Queenstown è splendida e piena di attrattive per il turista. Qui si può godere ogni tipo di avventura, compresi bungy jumping, jet boating, trekking a cavallo, rafting e surf sul fiume. Ma Queenstown è anche una meta per chi ama il lusso, sotto forma di una cucina e vini raffinati, cure termali e rilassanti partite a golf. 11 GIORNO Quennstown Te Anau 186 Km Lasciamo Queenstown e procediamo verso sud lungo la strada che abbraccia le rive del lago Wakatipu, offrendo magnifiche vedute, e approdiamo nella magnifica e remota regione del Southland. La strada che porta a Te Anau è caratterizzata da fiumi pescosi e dagli splendidi paesaggi d'altopiano. Te Anau è un piccolo centro sito sulle rive del lago omonimo. Da qui si può raggiungere con facilità le meraviglie del parco nazionale del Fiordland, visitate il lago in barca, o se abbiamo tempo, percorrere la Routeburn Track, una delle nove grandi camminate della Nuova Zelanda. Il Southland, enigmatica provincia dell'isola del sud, è la porta per il Fiordland, la regione più affascinantre e remota di tutta la Nuova Zelanda. Un territorio selvaggio, difficile da scoprire ed esplorare, con lunghe valli glaciali che si sono trasformate in fiordi al ritito dei ghiacciai che le hanno scavate. Te Anau - Milford Sound 121km Nella seconda parte della giornata entreremo nei territori spettacolari e disabitati dei fiordi, per cui è necessario effettuare un bel carico di carburante. I paesaggi lungo la strada verso Milford Sound sono tra i più belli della Nuova Zelanda. La prima parte del tragitto si snoda in una campagna relativamente placida, da cui si passa a una foresta di faggi all'ingresso del parco nazionale del Fiordland. Seguite le indicazioni che portano a due destinazioni altamente suggestive, tanto quanto lo sono i loro nomi: la Avenue of the Disappearing Mountain ('via della montagna che svanisce') e i Mirror Lakes ('laghi a specchio'). Una volta oltrepassato l'homer Tunnel ci troveremo nel Milford Sound, un incredibile fiordo lungo 22 chilometri e dominato dalla cima nota come Mitre Peakm, delfini, cascate vertiginose e pareti di roccia a strapiombo sono tra le immagini che resteranno più impresse di questa esperienza.

13 C é un luogo in Nuova Zelanda in grado di magnetizzare i fotografi di tutto il mondo, e che lascia a bocca aperta i turisti più smaliziati. Una località dove montagne, cielo e mare si incontrano in una sublime fusione di linee, colori e riflessi, tra scogliere vertiginose che si elevano a toccare le nuvole, e cascate tumultuose che si gettano spumeggianti e fragorose in mare. In due semplici parole, Milford Sound. Le esperienze nel Fiordland sono fantastiche nell estate neozelandese, quando il lungo crepuscolo fornisce tramonti indimenticabili con i colori del cielo che si specchiano nel fiordo 12 GIORNO Te Anau Invercargill Dunedin 360 Km Laciamo la cittadina di Te Anau e ci dirigiamo verso sud, esplorando parte della regione di fiordi, fino a raggiungere la città di Invercargill, all estremita meridionale dell Isola del Sud, trovandoci proprio di fronte alla Steward Island. I Paesaggi si alternano tra colline e pianure, si attraversano splendidi scenari, con fiordi e insenature naturali di una bellezza rara al mondo. Raggiungta la costa sud, nel pomeriggio percorriamo il litorale orientale dell isola arrivando fino alla città di Dunedin. La regione del Southland è una delle più rigogliose del paese, con le sue foreste pluviali e le verdi colline. Lungo una costa incontaminata e ricca di rimembranze storiche sorge Dunedin, fondata all interno della baia di Otago nel 1848 da una comunità di coloni presbiteriani scozzesi proveniente da Edimburgo (Dunedin è infatti il nome gaelico di Edimburgo). La città conobbe una grande prosperità nella seconda metà dell Ottocento grazie alla scoperta di numerosi filoni auriferi nel territorio circostante. Oggi Dunedin è una città moderna ma che conserva intatto il fascino austero della sua recente ma significativa storia.

14 13 GIORNO Dunedin Christchurch 370 Km Il nostro ultimo giorno in terra neozelandese ci porterà a percorrere interamente la costa est, affacciata sull oceano pacifico, saranno molte le spiagge che attraverseremo prima di arrivare alla città più importante dell isola: Christchurch. Qui ci fermeremo per una notte in attesa del volo che ci accompagnera nell estremo e selvaggio ovest australiano. 14 GIORNO Volo Da Christchurch A Perth La miglior cosa possibile sarebbe avere il volo notturno, per essere già oggi a Perth e visitare la città con più tempo e tranquillità. In base all ora di arrivo in città si potranno visitare più o meno cose, da domani infatti inzia il tour del Western Australia. Perth è il centro di maggiore importanza dello stato della Western Australia, la città è celebre per le sue meravigliose spiagge e per essere un luogo movimentato e pieno di vita. Sicuramente interessante sarà poi la visita agli edifici più antichi e senza alcun dubbio più particolari della città della costa occidentale, soprattutto l Old Mill, ovvero il vecchio mulino, caratteristico per la sua forma quasi fiabesca.

15 15 GIORNO Tappa 1 Western Australia Perth Geralton 503km Oggi inizia l esplorazione del Western Australia, in 11 tappe percorreremo quasi 6000Km di deserti e fastatiche baie sull oceano, e il clima favorevole ci lascierà anche molto relax in mare. Noleggiamo un furgoncino-camper e iniziamo il viaggio verso nord, in direzione di Cervantes, per arrivare nel deserto dei Pinnacoli, un posto incredibile. Da qui ancora in direzione nord raggiungeremo la città di Geraldton, dopo oltre 500Km di deserto rosso australiano. Le ampie distese di cieli limpidi, i paesaggi emozionanti, le avventure nel deserto, gli incontri autentici con gli aborigeni e le visite agli insediamenti costruiti dai pionieri al tempo della corsa all'oro, sono immagini del Golden Outback australiano che rimarranno per sempre con voi. Questo è il luogo ideale per vivere vere avventure nell outback. Guidare diventa un attività più che un fine e campeggiare sotto le stelle sarà un esperienza mistica. 16 GIORNO Tappa 2 Western Australia Geralton Monkey Mia 334km Lasciamo la città di Geralton e proseguiamo sempre verso nord lungo l unica strada che costeggia il selvaggio ovest australiano, fino ad arrivare al Kalbarri National Park, dove è presente un bellissimo canyon scavato dal fiume Murchins. Lasciamo il parco e proseguiamo poi sempre verso nord, arrivamo a toccare le bellissime spiagge di Shark Bay per un bagno rilassante prima di avviarci verso la cittadina di Denham e arrivare a Monkey Mia, dove ci aspetterà lo spettacolo dei delfini che dal mare vengono a riva per mangiare. Questa località è inserita anche nel Patrimonio Mondiale dell Umanità. Anche in questa zona si avrà la possibilità di fare un bel bagno nelle cristalline acque dell oceano, e pure di praticare lo snorkelling.

16 17-18 GIORNO Tappa 3/4 Western Australia Monkey Mia Carnarvon 334 Km Carnarvon Coral Bay Exmouth 240km + 152km Da Monkey Mia costeggeremo per quasi 800Km la magnifica costa con le sue splendida spiagge ed insenature, in questi due giorni avremmo la possibilità di visitare parecchi territori interni, tanti deserti, ma sopratttutto le tantissime spiagge della costa occidentale, con la possibilità di praticare ancora snorkelling nei magnifici fondali, o del whale watching per l avvistamento di delfini, squali e balene. In due giorni arriveremo fino alla città di Exmouth. La regione della Coral Coast preserva degli autentici tesori naturali come spiagge, esotiche forme di vita marina, riserve nazionali e l oceano più blu del mondo 19 GIORNO Tappa 5 Western Australia Exmouth Tom Prince 571km Oggi lasciamo la strada principale, la West Coast Highway, per addentrarci in territori selvaggi fino a Tom Prince dove potremmo visitare lo spettacolare Karijini National Park, dove gole, cascate e piccoli laghi formano un panoramama unico. Nel parco si possono avvistare esemplari di canguri, coccodrilli, wallaroo, geco e serpenti. 20 GIORNO Tappa 6 Western Australia Tom Prince Port Hedland 408km Dopo un ulteriore visita al parco, proseguiamo ancora nei territori interni dirigendoci verso la costa nord-ovest, in direzione di Port Hedland, media località marina avvacciata sull oceano. Anche in queta giornata si potranno ammirare gli infiniti spazi australiani, saranno oltre 400Km di selvaggia natura. L'Outback australiano è una delle ultime vere frontiere del mondo contemporaneo. Un territorio vasto e, a volte impietoso, è sempre dotato di una bellezza spettacolare, sorprendente per la varietà e la storia intrigante

17 21 GIORNO Tappa 7 Western Australia Port Hedland Broome 612 Km Percorriamo ancora i magnifici paesaggi della costa ovest, fino ad arrivare a Broome, dove potremmo rilassarci a Cable Beach, 22Km di spiaggia a sabbia bianca, un paradiso marino. Il tragitto, spettacolare, spaziera da un panorama marino sulla costa, ad un paesaggio arido e rosso contraddistinto dal deserto australiano. L'Outback è l'essenza mitica di Australia, ed è in molti modi la fede in Australia, con circa il 75% del continente australiano condivide il clima arido del deserto e i paesaggi che aiutano a definire l'outback. Non esiste una cosa come un deserto senza vita in Australia... L'Outback è sempre brulicante di vita, il colore e la diversità! GIORNO Tappa 8/9 Western Australia Broome Kununurra 1100km Lasciamo Broome e proseguiamo sull Highway n 1 per oltre 200Km fino ad incontrare Derby, centro amministrativo del West Kimberly. Da qui si potrebbe prendere la Gibb River Road ma è consigliabile percorrerla solo con mezzi 4x4, per cui non ci resta che percorre la strada principale, la Great Norhten Highway, passando per Fitzroy Crossing e Halls Creek, per arrivare dopo circa 1100Km a Kununurra. Il Nord Ovest (North West) dell Australia è una delle ultime zone davvero selvagge del mondo e il luogo dove recarsi per vivere un autentica avventura nell outback australiano.

18 24-25 GIORNO Tappa 10/11 Western Australia Kununurra Darwin 1000 Km Lasciamo Kununurra in direzione dei Territori del Nord, prendiamo sempre la strada n 1 che ci porta a Katherine dopo circa 500 km, la strada è deserta, pianeggiante e corre in una foresta di eucalipti, senza segni di presenza umana. C è da passare una specie di frontiera, controllano l importazione di frutta e cibo, bisogna spostare avanti anche l orologio di un ora e mezza, infatti entriamo in un nuovo fuso orario. Percorriamo la Stuart Highway sempre verso nord si arriva a Pine Creek dove si prende la strada Kakadu Highway verso il Kakadu National Park. A Pine Creek possiamo vedere alcuni edifici storici risalenti al periodo della corsa all oro del 1870, lasciando il villaggio e anche la Stuart Highway ci avviamo lungo la Kakadu Highway. Si paga l entrata (20 $) e si riceve ogni tipo di informazione. Pochi chilometri dopo l entrata al parco, in una delle gole più importanti si incontrano le Gunlom Falls, una sequenza di cascate che sfociano in un graziosissimo lago adatto per fare anche un bagno rilassante, circondato da lagune e da una vegetazione tropicale. Proseguendo la Arnhem Highway fino alla deviazione sulla destra per giungere di nuovo sulla Stuart Highway e prosegue fino a Darwin. Il parco nazionale di Kakadu è il più grande d Australia ed occupa una superficie pari all incirca a quella della regione italiana del Veneto. Il parco, classificato come Patrimonio Mondiale dell Umanità è caratterizzato da bellissime cascate che formano splendidi specchi d acqua, coperti di ninfee e che celano enormi coccodrilli Kakadu ospita oltre mille tipi di piante, un quarto di tutti gli uccelli australiani ed oltre un terzo di tutte le specie di pesci presenti nel Paese. Per chi ami una vacanza con un pizzico d avventura, a Kakadu troverà numerosi percorsi da effettuare in fuoristrada e varie zone adibite a campeggio presso le località di maggior interesse. 26 GIORNO Darwin Oggi è previsto l arrivo in tarda serata a Darwin, capoluogo e principale città dei territori del nord, consegna del mezzo e serata in città, o in alternativa direttamente volo notturno per Sydney. La città di Darwin ha la più alta percentuale di giovani di tutta l'australia, il che naturalmente le conferisce un'atmosfera particolarmente dinamica e attiva.il clima è caldo tutto l'anno, con una temperatura media di 32 gradi. Da maggio a ottobre è piacevolissimo, ma da novembre ad aprile è particolarmente umido. Il centro della città di Darwin si visita benissimo a piedi, giacché è relativamente piccolo, oppure in pullman; potrete anche girare la città in bicicletta grazie a piste ciclabili che serpeggiano un po' ovunque anche nei parchi e nei giardini, con bellissime viste sul mare. 27 GIORNO Volo Da Darwin A Sydney

19 28 /30 GIORNO Sydney Sydney è una delle città più interessanti d Australia, capace di offrire al turista qualsiasi tipo di servizio. Visitare Sydney rappresenta sicuramente un esperienza unica in quanto questa città è in grado di regalare emozioni a 360 : panorami e scorci mozzafiato su una delle baie più belle del mondo; immergersi nella cultura o più frivolamente di perdersi tra le vie del centro a fare shopping; gustare i piatti della cucina locale e di tutto il mondo e tanto, tanto ancora. Le cose da vedere a Sidney sono davvero tante: SYDNEY OPERA HOUSE: Tra le cose da visitare a Sydney, prima della lista è sicuramente la zona del porto. La magnifica Sydney Opera House, dalla sua posizione spettacolare sul promontorio di Circular Quay, domina incontrastata il porto e rappresenta, grazie anche alla sua particolare forma che ricorda quella di una conchiglia, il simbolo della città, se non addirittura di tutto il paese. Da vedere anche il vicino e celebre HARBOUR BRIDGE. THE ROCKS: grazioso quartiere caratterizzato da stretti vicoli acciottolati, vecchi ed eleganti edifici in stile coloniale, raffinati ristoranti e pub storici. DARLING HARBOUR: affacciato sulla baia ai confini occidentali del centro cittadino. Darling Harbour è diventato una vasta area ricreativa che ospita alcune delle maggiori attrattive di Sydney. La zona di Darling Harbour non è celebre solo tra i turisti, ma è uno dei luoghi preferiti dagli abitanti di Sydney in cui trascorrere una piacevole giornata, grazie anche ai rinomati locali e ristoranti. BONDI BEACH E COOGEE BEACH: Bondi Beach è comunque la spiaggia più celebre di Sydney, se non addirittura di tutta l Australia Meno celebre di Bondi Beach, ma altrettanto bella è Coogee Beach, dove un atmosfera rilassata ed una bella distesa di sabbia la rendono il posto ideale per rilassarsi.assolutamente da non perdere è la passeggiata che collega Bondi Beach a Coogee Beach costeggiando l Oceano, attraversando lunghe distese di sabbia bianca e scorgendo incantevoli panorami. MANLY: esuberante e tranquillo quartiere Una delle principali attrattive di Manly è la Manly Scenic Walkway, una splendida passeggiata panoramica di 9 km che parte dal molo e che costeggia un delizioso promontorio per arrivare in una suggestiva insenatutra GIORNO 13/15 Sydney / Singapore Singapore / Milano Lasciamo a malincuore le terre selvagge ed incontaminate dell australia per ritornare nel vecchio continente, con un breve scalo asiatico a Singapore in due giorni circa arriveremo a Milano.

20 MA QUANTO CI COSTI? VOLO INTERNAZIONALE: VOLI INTERNI: 600 VIAGGIO DA E PER AEREOPORTO: 50 TRAGHETTO NUOVA ZELANDA: 100 NOLEGGIO CAMPER NUOVA ZELANDA: 400 * NOLEGGIO CAMPER AUSTRALIA: 600 * 10 NOTTI IN OSTELLO: 200 CIBO PER 33 GIORNI: 600 BENZINA PER km: * *da dividere per i partecipanti TOTALE (con 2 partecipanti): : 3850 a testa

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi...

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi... GLI APPENNINI Gli Appennini sono una catena montuosa che si estende da Nord a Sud per circa 1400 chilometri lungo la penisola italiana. Le montagne degli Appennini sono montagne meno alte di quelle delle

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate.

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. VOLO incluso DA MILANO MALPENSA Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. a n t i l l e mar dei caraibi 2 0 1 3-1 4 Un arcipelago di isole di gioia e colore. Viaggia nel cuore delle Antille. Il ritmo

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE SCIARE AL CORNO ALLE SCALE IL CORNO ALLE SCALE SPORT INVERNALI PER TUTTI E A TUTTI I LIVELLI, CALDA OSPITALITÀ E PIACEVOLI MOMENTI DI SVAGO E DI RELAX: È CIÒ CHE OFFRE IL CORNO ALLE SCALE, LA STAZIONE

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE ::Lago di Carezza:: :: Caratteristiche: i primi 200 m dopo l'albergo Lärchenwald (Gummer - S. Valentino) sono piuttosto ripidi, quindi si prosegue su strada forestale con discreti saliscendi fino al Passo

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante : il regno del dragone tuonante di Paolo Castellani 12 Il Memorial Chorten a Thimphu Lo Dzong di Paro? Ma dov è? Questa è la risposta che ti puoi aspettare quando dici che andrai in Bhutan. Questo remoto

Dettagli

Le spiagge e i banchi sabbiosi della laguna di Marano e Grado

Le spiagge e i banchi sabbiosi della laguna di Marano e Grado DIREZIONE CENTRALE INFRASTRUTTURE, MOBILITÀ, PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, LAVORI PUBBLICI, UNIVERSITÀ SERVIZIO TUTELA DEL PAESAGGIO E BIODIVERSITÀ CON LA COLLABORAZIONE DEL SERVIZIO CACCIA E RISORSE ITTICHE

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti. Charles Darwin (1809-1882)

Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti. Charles Darwin (1809-1882) Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti Charles Darwin (1809-1882) L evoluzione secondo LAMARCK (1744-1829) 1. Gli antenati delle giraffe

Dettagli

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige)

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Un roseto Il gazebo adiacente la casa sfrutta l estensione fra di un glicine centenario le nuvole e offre ombra e riparo nelle

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Area sciistica Merano 2000 Malga di Verano Dal parcheggio nr. 5 di Avelengo si procede verso il municipio per poi prendere il sentiero 2/a che porta

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159 CHE COS È IL CLIMA? L atmosfera: è l aria che circonda la Terra. Ti è capitato di vedere in televisione o su un giornale le previsioni del tempo? La persona che parla spiega che cosa succede nell aria

Dettagli

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia LA VALUTAZIONE PUBBLICA Altri ponti di Pierluigi Matteraglia «Meridiana», n. 41, 2001 I grandi ponti costruiti recentemente nel mondo sono parte di sistemi di attraversamento e collegamento di zone singolari

Dettagli

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI Ogni programma è preceduto da una testatina contenente, in forma sintetica, le informazioni relative al viaggio. Lo spazio a disposizione nella scheda è limitato

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO LA PRODUTTIVITÀ HA UN NUOVO LOGO ED UNA NUOVA IMMAGINE resentiamo il nuovo logo e il nuovo pay off aziendali in un momento P storico della realtà Laverda, contraddistinto

Dettagli

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Club Alpino Italiano Sezione di Valenza Davide e Luigi Guerci Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Sabato 19 settembre 2015 Viaggio andata Ritrovo dei

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

il Krill Letterio Guglielmo CNR - IFA

il Krill Letterio Guglielmo CNR - IFA il Krill Letterio Guglielmo II Krill (Euphausia superba) è il più abbondante crostaceo del mondo. Nonostante sia lungo 65 mm esso costituisce la principale fonte di alimento per una grande varietà di animali

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI DOVE SONO I MIEI OCCHIALI 60 NOTE PER L INSEGNANTE Questo gioco è utile per l apprendimento o il rinforzo di alcune strutture e di indicatori spaziali. Le strutture da utilizzare possono partire dalla

Dettagli

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI DOVE SONO I MIEI OCCHIALI 60 NOTE PER L INSEGNANTE Questo gioco è utile per l apprendimento o il rinforzo di alcune strutture e di indicatori spaziali. Le strutture da utilizzare possono partire dalla

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 10. Golfo di Venezia. Rimini. Mare Adriatico Corsica. Mar Tirreno.

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 10. Golfo di Venezia. Rimini. Mare Adriatico Corsica. Mar Tirreno. ITALIA FISICA Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 10 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE A. Le idee importanti l L Italia è una penisola al centro del Mar Mediterraneo, con due grandi isole l In Europa, l

Dettagli

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO GREEN JOBS Formazione e Orientamento L uomo è il principale agente di trasformazione del territorio sia direttamente,

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Secondo l Organizzazione Mondiale per il Turismo, le Alpi accolgono ogni anno il 12% circa del turismo mondiale. Parallelamente le Alpi rappresentano anche uno

Dettagli

4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva

4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva 4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva L attività è stata introdotta da una richiesta di collaborazione, si è chiesto l aiuto degli alunni per riscoprire le caratteristiche

Dettagli

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO. AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.EU Tra le giornate di martedì 7 e venerdì 10 Settembre 2010, il Veneto è stato interessato

Dettagli

Al Rawdatain. ZHUJIANG BEER. Al Rawdatain in breve

Al Rawdatain. ZHUJIANG BEER. Al Rawdatain in breve ZHUJIANG BEER Al Rawdatain. Al Rawdatain in breve SETTORE ACQUA & CSD Al-Rawdatain Al-Rawdatain Water Bottling Co. Safat, Kuwait >> cartonatrice SMI WP 300 >> fardellatrice SMI SK 350 T >> manigliatrice

Dettagli

INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015

INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015 INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015 PROGRAMMA/INFORMAZIONI La prima del TrailTrophy a Plan de Corones: alla fine di luglio la comunità del TrailTrophy si ritrova una seconda

Dettagli

Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva

Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva Sviluppo sostenibile e gestione responsabile delle risorse

Dettagli

Che tempo fa? Unità 1. Pioggia, freddo e vento: al Nord è maltempo. Tromba d aria in Valtellina

Che tempo fa? Unità 1. Pioggia, freddo e vento: al Nord è maltempo. Tromba d aria in Valtellina Unità 1 Che tempo fa? Com è il tempo oggi? Sei un tipo meteoropatico? Quanto influisce il tempo sul tuo umore? Come ti senti in una giornata luminosa e soleggiata? E in una giornata umida e piovosa? Pioggia,

Dettagli

Il sistema energetico. Introduzione. L uomo e l energia. Il sistema energetico

Il sistema energetico. Introduzione. L uomo e l energia. Il sistema energetico Il sistema energetico Introduzione Con il termine "sistema energetico" si è soliti indicare l'insieme dei processi di produzione, trasformazione, trasporto e distribuzione di fonti di energia. I sistemi

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione Riscaldamento Anello Anello Anello 1 2 3 1 25 2 24 23 22 3 4 21 20 5 6 7 18 8 9 10 15 11 12 13 14 19 17 16 Defaticamento 1 2 3 4 Piattaforme per stiramento arti inferiori Twister per tonificazione busto

Dettagli

anno scolastico all estero 2015

anno scolastico all estero 2015 anno scolastico all estero 2015 high school program durata: da 3 mesi a 1 anno www.interstudioviaggi.it PROGRAMMI SCOLASTICI E UNIVERSITARI ALL ESTERO high school program 5-23 Il programma High School

Dettagli

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI ENERGIA PER L ITALIA A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI 2014 Bompiani / RCS Libri S.p.A. Via Angelo Rizzoli, 8 20132 Milano ISBN 978-88-452-7688-0 Prima edizione Bompiani ottobre 2014 Introduzione

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove)

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove) mappa 3. Il sistema solare IL SISTEMA SOLARE il Sole Mercurio pianeti terrestri Venere Terra Marte 8 pianeti Giove Il Sistema solare 69 satelliti principali pianeti gioviani Saturno Urano Nettuno migliaia

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Abano Terme, 27 29 Aprile 2007 Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Adriano Barbi, Alessandro Chiaudani, Irene Delillo ARPAV Centro Meteorologico di Teolo Sabato 28 Aprile 2007 In collaborazione con

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

QUATTRO TOPI NEL FAR WEST!

QUATTRO TOPI NEL FAR WEST! QUATTRO TOPI NEL FAR WEST! GERONIMO STILTON Testi di Geronimo Stilton. Coordinamento editoriale di Piccolo Tao. Editing di Certosina Kashmir e Topatty Paciccia. Coordinamento artistico di Gògo Gó in collaborazione

Dettagli

Alice e la zuppa di quark e gluoni

Alice e la zuppa di quark e gluoni Alice e la zuppa di quark e gluoni Disegnatore: Jordi Boixader Storia e testo: Federico Antinori, Hans de Groot, Catherine Decosse, Yiota Foka, Yves Schutz e Christine Vanoli Produzione: Christine Vanoli

Dettagli

REPORTAGE/Nuove sfde. Israele che pedala UN MAR MORTO

REPORTAGE/Nuove sfde. Israele che pedala UN MAR MORTO REPORTAGE/Nuove sfde Israele che pedala UN MAR MORTO PiENO di vita 74 bambini, donne, professionisti: tutti insieme per provare il fascino di viaggiare in bici attraverso un deserto unico, con partenza

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce Salentini nel mondo Le statistiche ufficiali Provincia di Lecce 1 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI 150 ANNI DI PARTENZE DAL SALENTO I TRASFERIMENTI ALL ESTERO NEL TERZO MILLENNIO 2 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

Mount Rainier National Park

Mount Rainier National Park Mount Rainier National Park National Park Service U.S. Department of the Interior Benvenuti nel paradiso della montagna. Quest area protetta è famosa per le sue fitte foreste, incantevoli prati di fiori

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

Centrale ad accumulazione con sistema di pompaggio da 1.000 megawatt

Centrale ad accumulazione con sistema di pompaggio da 1.000 megawatt Progetto «Lago Bianco» Centrale ad accumulazione con sistema di pompaggio da 1.000 megawatt L energia che ti serve. Repower AG Repower è una società del settore energetico operante a livello internazionale

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

LA DEFORMAZIONE DELLE ROCCE LA TETTONICA DELLE PLACCHE

LA DEFORMAZIONE DELLE ROCCE LA TETTONICA DELLE PLACCHE Deformazione delle rocce LA DEFORMAZIONE DELLE ROCCE pieghe (sinclinali e anticlinali) faglie dirette inverse trascorrenti associate in fosse tettoniche LA TETTONICA DELLE PLACCHE Struttura della Terra

Dettagli

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES NEW LIGHT ON ROME, ROMA, MERCATI DI TRAIANO, 2000 ARTISTA PETER ERSKINE Gruppo per la storia dell'energia solare (GSES) www.gses.it

Dettagli

Italian. La vita in Australia

Italian. La vita in Australia Italian La vita in Australia Commonwealth of Australia 2007 La presente opera è tutelata da copyright. Salvo ogni eventuale uso consentito ai sensi del Copyright Act 1968, nessuna parte della presente

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli