La ripresa dell Italia non è a rischio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La ripresa dell Italia non è a rischio"

Transcript

1 1 settembre 2015 Anno XLVI Nº 897 Franqueo Convenido Res. Nº 1062/1979 Santiago Av. Bustamante 180 Fono: Fax: Aderente alla FUSIE e FSS Il Papa: «Migranti, la risposta è la misericordia» Migranti e rifugiati ci interpellano. La risposta del Vangelo della misericordia. È il tema che Papa Francesco ha scelto per la 102esima Giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato che si celebrerà il 17 gennaio Lo si legge su un Bollettino della Sala Stampa Vaticana del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti. In linea con il desiderio di Papa Francesco, che vuole che ogni Chiesa particolare sia direttamente coinvolta a vivere questo Anno Santo, il Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti offre, contestualmente alla presentazione del tema per la Giornata del migrante e del rifugiato, le seguenti indicazioni: - Suggerisce che la giornata giubilare sia celebrata particolarmente a livello diocesano e nazionale, nell ambito più vicino ai migranti e rifugiati, con la loro partecipazione, e coinvolgendo anche le comunità cristiane ; - propone che l evento giubilare centrale sia proprio il prossimo 17 gennaio 2016, nella ricorrenza della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato ; - incoraggia le diocesi e comunità cristiane, che ancora non lo fanno, a programmare delle iniziative, approfittando dell occasione che offre questo Anno della Misericordia ; - invita a non dimenticare l`aspetto della sensibilizzazione nelle comunità cristiane al fenomeno migratorio; auspica che l attenzione verso i migranti e la loro situazione non si riduca ad un unica giornata ; - ricorda che è anche importante realizzare segni concreti di solidarietà, che abbiano un valore simbolico, e che esprimano Cont. in ultima pagina Il vero valore dell Expo è il ritorno economico della cultura L Esposizione Universale svolta a Parigi nel 1900 ha avuto un costo pro capite di sei volte maggiore al ricavo dei biglietti di entrata. Fu un vero disastro sul piano economico. Quella di Hannover del 2000 ebbe un terzo dei visitatori previsti. Un disastro sul piano del bilancio sono ritenute praticamente tutte le edizioni dell Expo Universale. È stato così anche nelle varie edizioni svoltesi nella Mecca del capitalismo, come per esempio a New York nel 1939 Quindicinale della Comunità Italiana del Cile o in Louisiana nel Non c è Esposizione Universale che non sia stata un aggravio per l economia del Paese ospitante. Oggi si parla di «scarsi risultati economici» di Expo Una tonalità dal suono assai specioso. Date le passate esperienze, nessuno poteva realisticamente aspettarsi che se ne sarebbero tratti vantaggi economici immediati. Ma poi siamo sicuri che Cont. in ultima pagina La ripresa dell Italia non è a rischio Il 2015 non sarà come il crac del 2008, Europa e Usa hanno imparato la lezione di Lehman La confusa e convulsa giornata di ieri si è articolata non su una bensì su due emergenze parallele. Non c è stata solo l emergenza finanziaria delle Borse ma anche l emergenza umana dei migranti. E sono entrambe frutto della stessa crisi di fondo. Sono crollate le quotazioni delle Borse di tutto il mondo, da Hong Kong e Shanghai fino a New York, passando per Londra, Parigi e Francoforte. Mentre migliaia di disperati continuavano a sbarcare nei porti europei Nella settimana nera dei mercati 400 imprenditori perdono più di 160 miliardi di euro. Ci vogliono vent anni per costruire una reputazione e cinque minuti per rovinarla». Proprio cinque minuti no, ma cinque giorni sono bastati a scalfire, se non la reputazione, almeno una fetta del patrimonio di Warren Buffett. La settimana più nera dal 2011 per le Borse, con il crollo partito da Shanghai e arrivato fino a Wall Street, è costata cara al terzo uomo più ricco del mondo: esattamente 3,6 miliardi di dollari su un patrimonio che Forbes stima in 63,4 miliardi. Secondo l indice Bloomberg dei miliardari è proprio lui, l oracolo degli investitori, ad aver subito la perdita in dollari più pesante della scorsa settimana, a causa dello scivolone del 5% della sua società, la holding Berkshire Hathaway. Ma Buffett si trova in buona compagnia. Sono 400 gli uomini più ricchi del mondo, inclusi nell indice Bloomberg, che nella scorsa settimana hanno perso 182 miliardi (161 miliardi di euro) sotto le raffiche della crisi cinese e il crollo delle materie prime. Solo guardando al venerdì nero del 21 agosto, l indice ha perso 76 miliardi. La Cina, con la svalutazione dello yuan e la caduta dei mercati, ha toccato da vicino anche gli imprenditori del made in Italy. In particolare tre fra i più ricchi: il patron di Luxottica, Leonardo Del Vecchio, Giovanni Ferrero che guida il colosso della Cont. in ultima pagina -Nessun governo sa bene che cosa fare per risolvere la questione dei migranti, e l incontro a Berlino tra il presidente francese, François Hollande e la cancelliera tedesca Angela Merkel ha concluso che bisogna tenere urgentemente una riunione europea. Quando? A novembre, quando le tempeste autunnali avranno ridotto il numero dei barconi che approdano sulle coste europee. Parallelamente, nessuna dichiarazione è venuta dalle banche centrali, il cui silenzio Da Del Vecchio a Warren Buffett: Cina e Borse fanno piangere i ricchi Del Vecchio di Luxottica Mi trovo a volte a galoppare con la fantasia a fianco di Astolfo nel suo meraviglioso viaggio verso la luna (Ludovico Ariosto) e vi assicuro che è bello soffermarsi anche su sogni chiaramente irrealizzabili. E una soddisfazione spirituale gratuita che fa bene alla mente ed al corpo. Mi succede, nell ambito della nostra comunità, di ricordare spesso quell effervescenza di attività vissute in un decennio. Può darsi che, nella ruota del tempo, non si possa più tornare indietro e rivivere quelle esperienze: in questo caso lasciatemele per lo meno sognare. Verso il 1980 le Regioni hanno vissuto un periodo di autonomia maggiore, fattore che le ha spinte a valicare i loro confini fisici ed incontrarsi con i loro figli emigranti. E i figli emigranti risposero rapidamente alla loro chiamata organizzandosi in Associazioni per rivivere l ebbrezza di momenti ricchi di cultura della loro terra. Ecco allora che, per difendere il prestigio ed i colori della propria Regione i giovani hanno disputato per anni la Coppa San Rocco: trofeo che l associazione della Basilicata metteva in palio tutti gli anni e che un centinaio di giovani della nostra comunità sudavano sui campetti di calcio in partite memorabili per appropriarsi dell ambìto trofeo. Uno spettacolo magnifico ancora ricordato con grande nostalgia. Ma c era anche una competizione re- mentre i mercati cadevano è stato assordante. I loro leader saranno impegnati da dopodomani nel loro annuale convegno, a porte ultra-chiuse, nello splendido scenario di Jackson Hole, nelle Montagne Rocciose. Semmai parleranno dopo, quando, sperabilmente, le tempeste borsistiche si saranno calmate. In entrambi i casi, dietro al rinvio c è un assoluta mancanza di idee su soluzioni di lungo termine. Per quanto riguarda i mercati finanziari, è frequente la tentazione di attribuire alla Cina, con la sua svalutazione del 5-6 per cento, di aver dato il via al collasso dei valori borsistici mondiali. Si dimentica che il cambio della moneta cinese si era consistentemente apprezzato negli ultimi 12 mesi e che la correzione è stata modesta. Durante due settimane circa di «crisi cinese» il dollaro si è deprezzato nei confronti dell euro quasi nella stessa misura dello yuan ma nessuno parla di aggressività americana. Per una volta, la realtà che sta dietro ai mercati finanziari è meno brutta di come la si dipinge. La crescita cinese sta sicuramente rallentando e la spinta alla base della crescita sta cambiando di natura: i cinesi hanno capito di aver esagerato negli investimenti nell industria pesante e stanno cercando una vita d uscita che sarà certamente faticosa, ma parliamo sempre di una crescita del 5-6 per cento l anno, un tasso che l economia italiana non è riuscita a realizzare nemmeno in vent anni. La Cina sembra avviata Cont. in ultima pagina Anche i sogni (irrealizzabili) sono belli gionale per evidenziare la più bella canzone folclorica delle regioni: sotto la direzione dell Associazione Abruzzese per anni si è realizzato il magnifico Festival della canzone regionale. Ed anche attorno a questa attività si muovevano decine e decine di famiglie ed un grande lavoro organizzativo. Ci doleva (e ci umiliava) che il grande Scopritore d America fosse festeggiato il 12 ottobre solo dalla comunità spagnola come Cristobal Colón e non come Cristoforo Colombo. E noi a guardare melanconicamente dalla finestra. La grande associazione Ligure ha preso su di sè la responsabilità di organizzare una giornata di festeggiamenti popolari al centro dei quali si inseriva la sfilata di una grande caravella (con vele e marinai a bordo) che partiva da Piazza Italia e concludeva il suo percorso nello Stadio Italiano seguita da una allegra carovana di auto con stendardi e bandiere, bambini ed adulti in bicicletta, altri di corsa. Il tricolore sventolava magnifico in questa marcia trionfale. Un anno abbiamo confezionato circa 500 bandierine e consegnate ai bambini che le sventolavano allegri per le vie. Due parole le spendiamo anche sulle Giornata Italiana che festeggiavamo in sedi diverse fra giochi di grupo che ricordavano la nostra infanzia, musiche del nostro folclore: vi partecipavano le famiglie complete fra la gioia generale. E poi il Pellegrinaggio annuale a Lo Vázquez... Di tutto questo ci rimangono solo ricordi. che riviviamo nei sogni. Giuseppe Tomasi

2 2 Presenza- 1 settembre 2015 SPAZIO APERTO Corrispondenza La Direzione ringrazia i lettori che le scrivono perché dimostrano interesse per i problemi e la vita della nostra comunità. Nello stesso tempo si scusa se, per evidenti ragioni di spazio, qualche lettera dovrà essere ridotta. La Direzione inoltre si riser va la pub bli ca zio ne di let te re che ri ter rà mol to con flit tuali. La memoria personale alle stampe per i nipoti Carissimo P. Pepe, questa volta sono io che vengo a disburbarti. Uno per raccontarti una storia che forse un po' potrebbe interessare gli immigranti italiani del post-guerra, ma anche per comunicarti che ho finalmente finito di scrivere le mie memorie. Ormai a 90 anni mancava poco che le terminassi. Poichè erano in molti che le chiedevano - soprattutto nipoti, sia qui che in Italia ed in Australia, ho deciso di scrivere le due versioni: in italiano e castigliano, nella stessa pagina. Non so se si puó stampare cosí. Sono in tutto un centinaio di pagine, divise in tre parti. La mia domanda era appuno per chiederti se conoscevi qualche stamperia che potesse incaricarsi del Ricevi in ritardo PRESENZA? Se sei di Santiago chiama al Cel Grazie L ORA ITALIANA Il filo che ci unisce all Italia RADIO SANTIAGO Dalle 9,00 alle 10,30 La domenica mattina Sempre in Radio Santiago CB69 AM EDITRICE Parrocchia Italiana N.S. Pompei Scalabriniana *** RAPPRESENTANTE LEGALE Giulio Rubin *** DIRETTORE RESPONSABILE Claudio Massone Stagno *** DIRETTORE REDAZIONALE Giuseppe Tommasi *** COLLABORATORI Paolo Castellani Fina Franchini Gloria Nocchi Frascoli Consuelo Canessa *** CORRISPONDENTI Arica Verónica Bibiano Antofag. Rodolfo Sanchez B. Iquique Vacante La Serena Caterina Pezzani Quillota E. Schiappacasse V. Alemana Gilda Rivara Valparaiso Concep. Giancarlo Carro P. Arenas Américo Diaz B. *** Contribuzione annua $ Cheque nominativo a «Presenza» *** Stampa C. von Plate Esce il 1º e il 16 di ogni mese lavoro. Purtroppo io oggi qausi quasi non esco, (proprio oggi mio nipote mi ha accompagnato dal medico a causa di un aumento della pressione.) Capirai, a questa età succedono tutti i malanni. Se mi potessi dare nome e telefono, potrei senz altro mettermi in contatto con questi signori tipografi. Ho una nipote specialista in eventi che sarebbe disposta di aiutarmi per quanto riguarda la forma. Scusami tanto. Non ho intenzione di darti un pensiero in più fra i tuoi molteplici mestieri. Spero abbia fatto una buona scorpacciata delle tue campagne. Approfittane fin che puoi. Poi...sarà troppo tartdi. Un abbraccio, Claudio Chierego. P.S. Prima che sia troppo tardi Juanita ed io gradiremmo molto una tua visita a casa nostra, magari un sabato, cuando Juanita non lavora. Il nostro indirizzo è: Vda. Calera de Tango, Parad. 21 1/2 Condominio Doña Elisa- Parcela 25 Tel: fijo: Cel Ciao Caro Claudio, grazie per il tuo ricordo di amico. Ti rispondo subito nella parte tecnica. Stampare è abbastanza facile. Il difficile è preparare bene il materiale, specialmente per noi che da molti anni siamo lontani dalla nostra terra. Se il libretto sarà di circolazione familiare forse si potrebbero fare fotocopie (oggi abbastanza perfette), lavoro che si potrebbe realizzare ad un prezzo contenuto con il vantaggio che stilisticamente e grammaticalmente ci si potrebbe concedere qualche licenza in più. Se ci saranno fotografie in colori si possono realizzare in qualche laboratorio e poi aggiungere al volumetto. E`una cosa molto bella questa di lasciare in eredità ai nipoti e parenti vari l'esperienza di una vita vissuta. I ragazzi ad un certo punto della loro vita sentono il bisogno di sapere chi era il nonno, che cosa ha fatto, da dove è venuto, perchè è Avenida Ricardo Lyon 322 (Providencia) Reservas al (56 2) venuto in Cile. Sentono il bisogno di riconoscersi in una identità culturale che a loro serve per ubicarsi nella storia. Avanti dunque, caro Claudio, con il progetto. Devi solo pensare a che livello desideri lanciare le tue memorie. E in base a questo fare un preventivo. E sarò qui a darti una mano concreta. Se io fossi nei tuoi panni comincerei a scrivere in word il testo (che ti può servire sia per la stampa come per le fotocopie); comincerei a raccogliere le foto. E per ultimo definirei quale strada scegliere. In bocca al lupo. Per una visita (che farebbe contento anche me) bisogna parlare per le vacanze: i sabati li ho occupati con il catechismo dei genitori i cui bambini, della Scuola Italiana e della comunità si preparano alla Prima Comunione e la sera ho 160 ragazzi scout... Di scorpacciate non ne ho fatte nessuna perchè mi toccherà fra un anno un mese di vacanze: e lì si vedrà il da farsi. Un grande abbraccio, caro Claudio Il deserto avanza, anche in Italia È a rischio desertificazione quasi un quinto del territorio nazionale, il 41% del quale nel Sud, oltre la metà del territorio in Sicilia, Puglia, Molise e Basilicata. Nel mondo già due miliardi di persone vivono in aree siccitose e questo acuirà i fenomeni migratori. Il rischio è di passare alla "conca di polvere", un punto di non ritorno. Sono i dati presentati in una conferenza organizzata dal Cnr domani all'expo di Milano. Le aree siccitose coprono oltre il 41% della superficie terrestre e vi vivono circa 2 miliardi di persone. Il 72% delle terre aride ricadono in paesi in via di sviluppo, la correlazione povertà-aridità è dunque chiara. Se si guarda all'italia, gli ultimi rapporti ci dicono che è a rischio desertificazione quasi 21% del territorio nazionale, il 41% del quale si trova nel sud. Sono numeri impressionanti che raccontano di un problema drammatico di cui si parla pochissimo, dice Mauro Centritto, direttore dell Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree del Consiglio nazionale delle ricerche. Abbonamento Fiducia reciproca Tanti lettori fedeli ci seguono da anni dimostrando fiducia nel nostro operato. Per poter continuare a seguirlo chiediamo ancora un segno di fedeltà. Molti pensionati ci chiedono l abbonamento gratuito (che neghiamo a nessuno).il fatto ci obbliga a creare una èlite di sostenitori che conguagliano gli abbonamenti gratuiti. Vi ringraziamo cordialmente della collaborazione. Per facilitare il versamento dell abbonamento abbiamo aperto nel Banco de Chile la Cuenta de Ahorro N a nome di Giuseppe Tommasi B.. Il RUT di Giuseppe Tommasi B. è Una volta fatto il versamento la preghiamo di inviarci per mezzo di lettera o fax la ricevuta o semplicemente informarci per o per telefono. Vedi in prima pagina, in alto. i dati. Cognome...Nome... via...città... Abbonamento normale pesos Abbonamento sostenitore pesos. Cheques esteso a PRESENZA Informazioni ACLI Bustamante Santiago Tel: ; Pagina web: LA PARROQUIA ITALIANA, NUESTRA SEÑORA DE POMPEYA. La actual sede de la Parroquia se instala y es atendida por la Congregación Scalabriniana desde La adquisición y edificación es producto exclusivo de aportes de las familias de los emigrantes italianos. Antes los italianos eran atendidos por los sacerdotes Salesianos en la Iglesia de la Gratitud Nacional Por etapas se avanzó en la edificación en el terreno de avenida Bustamante. Primero se construye la casa parroquial, proyecto elaborado gratuitamente por el decano de la Facultad de Arquitectura de la Pontifica Universidad Católica, don Carlos Bresciani. El primer párroco en habitarla es el Rev. P. Vittorio Dal Bello. Le siguieron el Templo y salón cripta y luego, en 1984 el edifico de cinco pisos contiguo a la casa parroquial. ( arq. Margozzini). Fieles a la vocación del fundador beato Giovanni Battista Scalabrini, además de la atención religiosa, los Scalabrinianos asisten a los migrantes italianos del punto de vista social con el claro propósito de preservar, no sólo la FE religiosa, también, la cultura, las costumbres y favorecer su inserción en el país. Las exigencias inmediatas que permitieron su radicación en Chile fueron las emigraciones organizadas de los trentinos en La Serena y Abruzeses en Parral. La primera Santa Misa celebrada en Bustamante se oficia en el mes de Septiembre de Han transcurrido 55 años y todos, sin exclusiones reconocen la gran labor de la Parroquia y la misión de la Congregación scalabriniana en Chile. El compromiso de la misión scalabriniana es doble: es parroquia territorial por voluntad del Arzobispado de Santiago y misión católica para los italianos, sus familias, el abundante asociacionismo y la comunidad de base de la presencia italiana en Chile. Ahora, es triple función: es también, parroquia latinoamericana. En su interior, se articulan agrupaciones e asociaciones que prestan servicios que de no ser por la parroquia difícilmente podrían existir o mantenerse. Hago mención a algunas de ellas. El quincenal Presenza, única prensa bilingüe que mantiene informada a la comunidad italiana mediante formato en papel y en forma telemática. Es un instrumento insustituible del quehacer italiano en el país. El Patronato ACLI, entidad afiliada a la organización italiana de la misma denominación, dedicada al servicio público gratuito en materias previsionales y asistenciales. El Comitato Italiano de Asistencia,(COIA) que, con una red de voluntarios, atiende las necesidades médico farmacológicas y asistencia social a los ciudadanos italianos pobres de la Región metropolitana, en coordinación y colaboración con el Consulado de Italia. Los Boy Scouts que alegran las tardes en el patio donde por propia confesión practicó futbol en recreacionales pichangas nuestro ministro del Interior Jorge Burgos. El Kinder que atiende a los hijos de tantos feligreses de la parroquia territorial. Las voluntarias de la catequesis que preparan para la primera comunión a tantos hijos de italianos, incluyendo los alumnos y apoderados de la Scuola Italiana y los feligreses. Los Consejos pastorales de italianos, chilenos, peruanos, colombianos e inmigrantes en general. Las damas, se reúnen en oración y charlas de convivencia y formación en la fe, con mención especial a los devotos de San Padre Pio de Pietrelcina. Las asociaciones regionales italianas, entre ellas la de la Liguria, la Basilicata, la Trentina, y otras, tienen acogida en la Parroquia. También el Coro Alpino que practica y ensaya semanalmente en una sala. Tiene su sede, también, el INCAMI órgano perteneciente de la Conferencia Episcopal de Chile destinado a servir a las migraciones y los refugiados. Mantiene presencia en todas las regiones del país, y sostiene casas de acogida y centros de capacitación y colocación laboral. El 3 de septiembre próximo, precisamente, realizará la Paolo Castellani - Segue in ultima pagina LLEVE A SU CASA PRE-PIZZA LISTA * * * PRUEBE NUESTRA FUGAZA Av. Apoquindo teléfono Av. B. O'Higgins teléfono

3 Passatempo e umore TERZA PAGINA Presenza- 1 settembre La rivoluzione culturale di Olivetti «Abbiamo portato in tutti i villaggi le nostre armi segrete: i libri, i corsi, le opere dell ingegno e dell arte. Noi crediamo nella virtù rivoluzionaria della cultura che dona all uomo il suo vero potere». Così Adriano Olivetti riassumeva il senso della Fabbrica-Comunità e l utopia (possibile) di un economia che si muovesse verso un fine ben più alto dello sterile e crudo indice del profitto e aprisse invece la strada a un cammino di civiltà e di elevazione per tutti. Nello spirito dell «umanesimo integrale» professato da Jacques Maritain che per l imprenditore di Ivrea fu un fondamentale punto di riferimento ideologico. «La sfida di mio padre si è giocata su questo campo: su un radicale cambiamento di mentalità rispetto al mito del progresso e del profitto a tutti i costi sulla pelle dei lavoratori. Al contrario, la fabbrica era considerata uno strumento di crescita del territorio, per migliorare le condizioni di vita di tutti, con un welfare su misura, servizi, educazione e appunto, cultura», rilancia Laura Olivetti, figlia di Adriano, oggi alla guida della Fondazione che porta il suo nome, fondata nel 1962, due anni dopo la prematura scomparsa dell imprenditore. «La fabbrica- comunità era il tentativo di una grande innovazione culturale, per le imprese, i lavoratori e tutti i soggetti attivi del territorio. E su questo terreno sento il dovere di continuare a testimoniare l esperienza di mio padre». Olivetti è morto quando Laura aveva appena nove anni. Per lei la famiglia era la «Ditta». Un tutt uno. «I miei ricordi arrivano ovviamente fino a un certo punto. Nel tempo ho ascoltato i racconti di chi è stato sempre vicino a mio padre; ho letto i carteggi, ho scavato in archivio e alla fine credo di aver ricostruito pienamente la sua figura. È stato un esercizio importante per riavvicinarmi a lui e alla mia famiglia. Prima di occuparmi della fondazione facevo altro, ero una ricercatrice di psicologia. Fu verso l inizio degli anni Novanta che una serie di circostanze fecero scattare in me la sensazione che occuparmi della Fondazione fosse un obbligo morale. Erano gli Mausoleo Italiano anni dei grandi cambiamenti per l azienda e avevo paura che la Fondazione potesse ridursi a una vestale del passato. Ho cercato allora di rimettere in sesto questa istituzione, per mille ragioni rimasta silente, e diffondere il valore culturale della storia di Olivetti. Poi nel luglio del 2003 il nome Olivetti venne fatto scomparire dallo scenario dell impresa italiana, così la Fondazione è oggi di fatto l unica realtà legata a triplo filo con quell esperienza e deputata a valorizzare questi asset intangibili che si rivolgono al capitale umano». In questa direzione va il lavoro divulgativo delle Edizioni di Comunità (dirette con vera passione dal figlio di Laura, Beniamino de Liguori Carino), con la pubblicazione dei discorsi, degli scritti e del pensiero di Adriano Olivetti. E poi c è tutto il lavoro svolto nei territori, in particolare nei luoghi legati alla storia di Olivetti, per creare opportunità di crescita sociale: «A Roma, a Corviale, abbiamo coinvolto negli anni gli abitanti in operazioni che andavano dagli orti urbani alla creazione di Radio Cordiale dice Laura Olivetti. Abbiamo svolto un grande lavoro nel carcere di Bollate, con l apertura di un asilo realizzato con criteri innovativi, dentro l istituto ma aperto al pubblico. Abbiamo svolto ricerche sullo stato dell impresa nel canavese e ricostruito tutta la vicenda di mio padre in Basilicata, a Matera, che nel 2019 sarà capitale europea della cultura. Qui mio padre, negli anni Cinquanta portò avanti una delle sue scommesse più alte, insieme ad altri intellettuali e professionisti: fare della capitale dell Italia contadina, nel Mezzogiorno descritto da Carlo Levi in Cristo si è fermato a Eboli un altra Ivrea. Adesso stiamo chiudendo una convenzione con il comune di Pozzuoli, un altro sito simbolo della storia di Olivetti, per la diffusione del suo pensiero fra i giovani». Un impegno, quello della Fondazione Adriano Olivetti che oggi pomeriggio sarà premiato con il riconoscimento Ombra della Sera per la cultura su segnalazione della Commissione nazionale italiana per l Unesco, nell ambito del Festival Internazionale del Teatro Romano di Volterra, insieme ad altre personalità dello spettacolo, dell arte e del giornalismo. L Unesco e la Lista dei siti Patrimonio dell Umanità che sognano Olivetti e Ivrea, la cui candidatura è stata ufficializzata nel 2012 al termine di un lavoro di ricerca e valorizzazione avviato già nel 2008 con il Comitato nazionale per le celebrazioni del centenario della Società Olivetti. «Una traccia lunga quasi un secolo ha legato il nome Olivetti a Ivrea e al territorio canavesano unendo le vicende dell impresa alla storia di questa terra spiega Laura Olivetti, presentando il dossier : Ivrea, città industriale del XX secolo pone all attenzione dell Unesco il modello di città industriale, elaborato a partire dagli anni Trenta da Adriano Olivetti e diventato poi progetto di comunità alternativo a quello proposto dallo sviluppo industriale del XX secolo. L esempio di Ivrea rappresenta un opportunità per sollecitare importanti riflessioni sui processi di innovazione sociale e di governance del territorio». Di fronte alla crisi generata da una economia del profitto e della finanza speculativa e al senso di smarrimento generale che avvertiamo, la comunità, le fabbriche del bene, la città dell uomo, la grande utopia inseguita da Adriano Olivetti sono da qualche anno un faro per chi sostiene un economia dal volto umano. Il riconoscimento Unesco sarebbe la certificazione che tutto questo rappresenta un patrimonio dell umanità. Ma questo ovviamente non basta. «Le sue erano idee troppo innovative, e per questo aveva anche molti nemici che lo osteggiavano fortemente. Quando è scomparso è stato anche dimenticato. Da qualche anno, con la crisi che stiamo vivendo, c è una riscoperta». Se chiediamo a Laura Olivetti quale degli insegnamenti di suo padre si sente di indicare come inizio, la risposta è un invito a guardarci dentro, fino in fondo: «Mio padre ha fatto quello che ha fatto, perché era una persona buona. Veramente buona. Può sembrare una diminutio, ma è il cuore della sua testimonianza». Adriano Olivetti era un testimone autentico e per questo oggi le sue idee sono credibili. Le sue idee partivano da un animo nobile. Dr. Augusto Brizzolara specialista in Geriatria e Gerontologia El Trovador 4280 Of Las Condes Fono-Fax: Beeper Cod 8784 Av. Vicuña Mackenna 83 - Santiago - Tel: Indirizzi Utili Ambasciata d Italia - Clemente Fabres 1050, - Providencia Tel.: Consolato - Román Diaz 1270, Santiago Tel: Camera di Commercio- Luis Thayer Ojeda 073,Piso l2, Provi. Tel.: 562/ Fax: 562/ Istituto Italiano di Cultura - Triana 843, Providencia Tel.: ICE Agenzia per la promozione all 'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane Clemente Fabres 1050 (Prov.) Tel E.mail: COMITES -Av.Apoquindo Las Condes - Tel CARI -Av. Bustamante Providencia - Tel: Circolo di Professionisti di Origine Italiana Av. Apoquindo Las Condes - Tel: Club Stadio Italiano Av. Apoquindo 6589, Las Condes -Tel: Central. Liceo Italia: Nataniel esq. Ñuble. Tel Scuola Italiana Vittorio Montiglio Las Flores 12707, Las Condes - Tel: Parrocchia Italiana- Av. Bustamante 180 Providencia - Te: Fax: Hogar Italiano - Holanda 3639, Ñuñoa - Tel: Umanitaria - Av. Vicuña Mackenna 83 - Santiago - Tel: Pompa Italia - República 96 - Santiago -Tel: ACLI -Asociación Cristiana de los Trabajadores Italianos Bustamante 180 (Parrocchia Italiana) - Tel- Fax: COIA: Bustamante 180 -Providencia Tel Associazione Ligure contatto Sig.ra Rina Garibaldi ; Sig. Aldo Solari al telefono

4 4 Presenza- 1 settembre 2015 ITALIA E ITALIANI I leader islamici vogliono la guerra santa contro l inquinamento ambientale I leader islamici dichiarano la jihad all effetto serra. Un gruppo di prominenti guide della religione musulmana hanno rivolto un appello ai loro fedeli affinché mettano in pratica, ogni giorno, in ogni quotidiana azione, una guerra santa contro l inquinamento ambientale. Non è tutto, perché gli stessi leader chiedono ai governi dei Paesi islamici di ridurre l impiego di combustibili fossili. Un pronunciamento che giunge in vista della Conferenza Parigi 2015 sul clima, organizzata dalle Nazioni Unite in calendario per la fine di novembre. «Le eccessive emissioni nocive derivanti dall uso di combustibili fossili rischiano di distruggere i regali che ci sono stati donati da Dio, che noi conosciamo come Allah. Doni come un ambiente equilibrato, aria pulita da respirare, l alternarsi regolare delle stagioni, e oceani in salute», scrivono le guide islamiche di venti Paesi,in un Ogni anno circa 2 milioni di persone lavorano in nero completamente sconosciuti alle autorità. E producono, afferma un analisi fornita della Fondazione studi del Consulenti del lavoro sull attività ispettiva di Ministero del Lavoro-Inps-Inail del 2014 e de primi 6 mesi 2015, un economia sommersa di 41 miliardi e 837 milioni e una evasione di 25 miliardi di imposte e contributi. Il fenomeno del lavoro sommerso, evidenziano i Consulenti del lavoro, continua ad esser rivelante, nel nostro Paese: durante il 2014 sono state ispezionate aziende da Ministero del lavoro, Inps e Inail, sollevando il velo su rapporti non denunciati, quindi gestiti in nerò, una percentuale del 34,94%. Nel primo semestre dell anno in corso, invece, è andata un pò meglio, ma su imprese passate al setaccio sono stati individuati circa oc- Tenga el mejor punto de vista P. de Valdivia 3015 F Moneda 708 F San Antonio 325 F Silvano tavonatti a. documento elaborato al termine di un summit sul tema organizzato in Turchia. La mobilitazione del mondo musulmano arriva dopo l enciclica con la quale Papa Francesco ha recentemente affrontato, fra gli altri argomenti, anche quello ambientale. E sempre quest anno centinaia di rabbini hanno firmato una lettera aperta invocando un azione urgente sul clima. Gli attivisti ambientali vedono nella mobilitazione delle religioni un importante alleato nella lotta contro l effetto serra e nella limitazione dell impiego di combustibili fossili. Pertanto la jihad dichiarata dai leader islamici,e rivolta agli 1,6 miliardi di fedeli musulmani, è stata accolta come un importante passaggio, affinché si ottenga il massimo consenso possibile, tra i delegati Onu, su un accordo internazionale per il clima da raggiungere già nel corso del prossimo appuntamento nella capitale francese. Lavoro nero per due milioni di persone cupati totalmente in nerò, ossia il 29,38%. In Italia sono presenti circa 6 milioni di imprese registrate alle Camere di commercio, oltre a un milione di realtà produttive non iscritte; tenuto conto che nel 30% delle aziende controllate è presente il lavoro sommerso, la stima nazionale è di oltre 2 milioni di soggetti ( ) che ogni anno svolgono un attività completamente ignota alle autorità. La stima dei 25 miliardi di mancato gettito per l Erario, aggiungono i professionisti, deriva dai calcoli sulla media retributiva individuale per 241 giornate all anno di servizio pagate Qual è la città più vivivbile del mondo? L australiana Melbourne che per il quinto anno consecutivo conquista l ambito primato dell rivista Economist, seguita a ruota da Vienna. Altre tre città australiane si piazzano fra le prime 10, nell indice che valuta 140 città del mondo, con valutazioni nelle aree di sanità, istruzione, stabilità, cultura, ambiente e infrastrutture. Adelaide è al quinto posto retribuite (su fonte Inps) che è pari a 86,80 euro, considerando l assenza di oneri sociali (41 miliardi), di versamenti previdenziali (14,6 miliardi, prevedendo un aliquota del 35%, conteggiata in media tra le classi di contribuzione), nonché i mancati gettiti fiscale (9,3 miliardi, basandosi su un aliquota media del 24,5%, al netto di detrazioni) ed assicurativo all Inail (1,2 miliardi). Il complesso di Mar Elian, vicino a Homs, costruito anni fa. Lo Stato islamico ha diffuso per propaganda le immagini della devastazione. Decine di cristiani rapiti Militanti dell Isis avrebbero distrutto il monastero cattolico di Mar Elian a Qaryatayn, vicino a Homs in Siria, costruito nel quinto secolo dopo Cristo. La stessa Isis ha diffuso foto in cui si vedono i bulldozer al lavoro tra le rovine. Le foto e il video hanno preso a circolare sui social e al momento la notizia non ha conferme indipendenti. Sui social Isis parla di «demolizione» del complesso. Nelle foto si vedono anche i miliziani aprire alcune tombe. Il legame con padre Dall Oglio Come riportano diverse agenzie di stanza il monastero di Mar Elian, il monastero era dedicato a Sant Elian, figlio di un ufficiale romano ucciso dal padre nel 284 per non aver abiurato la sua fede cristiana. Mar Elian si ergeva in un oasi, nei pressi di Qaryatain, e rappresentava una filiazione della comunità di Deir Mar Musa al Habashi, rifondata dal gesuita italiano padre Paolo Dall Oglio, sequestrato da Isis il 29 luglio 2013 a Raqqa. Insieme a quest ultimo, il priore, padre Murad, era impegnato da anni nel promuovere il dialogo e l avvicinamento spirituale tra Islam e cristianesimo. Il monastero era considerato un luogo di sosta e di ristoro, aperto a tutti i visitatori. Con l arrivo della guerra civile, Mar Elian aveva accolto e protetto migliaia di profughi, cristiani e musulmani. «Costruiamo per servire i poveri, per insegnare ai bambini musulmani e cristiani, affinché non muoia la speranza, vogliamo rimanere Le città più vivibili al mondo? alla pari con Calgary in Canada, Sydney al settimo e Perth all ottavo. Melbourne registra una media di 97,5 su 100, con punteggi massimi per sanità, istruzione e infrastrutture e ottimi voti per stabilità, cultura e ambiente. A Vienna va un punteggio di 97,4 e Vancouver in Canada la segue con 97,3. Fra le prime dieci anche le canadesi Toronto (quarta con 97,2) oltre a Calgary (96,6), la capitale finlandese Helsinki e Auckland in Nuova Zelanda. Altrove nella classifica la situazione di vivibilità è più deprimente, scrive il redattore dell Economist Intelligence Unit, Jon Copestake. Oltre conflitti in Ucraina, Libia e Siria, gli ultimi 12 mesi hanno visto proteste in Usa, sanzioni contro la Russia e attentati in Francia e Tunisia. In Siria, Isis distrugge il monastero cattolico di Qaryatayn fondo alla classifica rimane Damasco, calata da 30,5 a 27 punti, preceduta da Dacca in Bangladesh (37,9), Port Moresby in Papua Nuova Guinea (38,9) e Lagos in Nigeria (39,7). un segno di speranza per il resto della parrocchia e per tutti gli altri», aveva detto padre Mourad, in occasione di un iniziativa per i bimbi, organizzata in collaborazione con la comunità islamica. Il 7 agosto scorso che i miliziani dello Stato islamico hanno conquistato Qaryatayn, dove è situato il monastero. Dalla ricerca italiana nuove speranze nella lotta al cancro, grazie alla scoperta di una sostanza che si è dimostrata in grado di frenare la progressione tumorale. I ricercatori del Dipartimento di Medicina Molecolare e Traslazionale dell Università degli Studi di Brescia hanno identificato una molecola in grado di inibire la crescita di diversi tipi di cancro. Questa molecola è stata somministrata per via orale ad animali di laboratorio portatori di tumori umani. Lo studio, coordinato dal professor Marco Presta e condotto sotto l egida dell Associazione italiana per la ricerca contro il cancro (AIRC), è stato pubblicato sulla rivista scientifica internazionale Cancer Cell che gli ha dedicato la copertina del numero di agosto. Lo sviluppo e la progressione di diverse tipologie di tumore umano, quali ad esempio il tumore alla prostata ed il tumore polmonare, possono dipendere ed essere regolati da una fami- Decine di cristiani rapiti Il complesso monastico si trova sulla strada che porta da Palmira verso la regione montagnosa del Qalamun, nella provincia di Damasco, al confine con il Libano. Secondo l Osservatorio Human Rights in Siria. Decine di cristiani rapiti sono inoltre stati trasferiti dai militanti in una delle roccaforti di Isis, nel regione nord orientale della Siria. Per riprendere la zona di Qaryatayn, dove si trovano i più importanti giacimenti di gas del Paese e che dall inizio di agosto è nelle mani di Isis, l esercito siriano ha tentato una controffensiva su larga scala ma senza successo. I militanti dello stato islamico rapirono 230 persone, comprese molte famiglie cristiane, quando conquistarono Qaryatayn. Scoperta la molecola che frena la crescita dei tumori glia di fattori di crescita denominati FGF. In queste neoplasie la presenza di FGF stimola infatti la proliferazione delle cellule tumorali e favorisce lo sviluppo di vasi sanguigni, accelerando la crescita tumorale e la diffusione di metastasi. La nuova scoperta deriva da uno studio iniziato diversi anni fa presso il laboratorio di Presta nell ambito di progetti di ricerca finanziati dall AIRC. Tale studio aveva individuato come una proteina denominata PTX3, coinvolta nei meccanismi naturali di difesa contro i microorganismi, fosse in grado di inibire l attività biologica di diversi FGF. Questa scoperta apre la strada allo sviluppo di nuovi farmaci in grado di bloccare la progressione del tumore e la Un giorno e una notte di salvataggi, recuperati 4400 migranti nel Canale di Sicilia Dopo un giorno e una notte di salvataggi, alla fine il conto della drammatica - ma per fortuna senza vittime - giornata di ieri nel Canale di Sicilia è da record: persone salvate. Erano su 22 diverse imbarcazioni, 6 barconi e 16 gommoni, che erano partite quasi contemporaneamente nella notte tra venerdì e sabato dalle coste della Libia, lanciando poi altrettanti Sos alla Guardia costiera italiana all alba di ieri, quando erano ancora a miglia dalle coste africane. Quattromila e quattrocento migranti, quasi tutti profughi, in una delle giornate più difficili dal punto di vista degli interventi di soccorso, da quando sono cominciati questi enormi e ormai ininterrotti flussi migratori dalla sponda sud del Mediterraneo verso la Sicilia, verso una delle principali porte d accesso via mare all Europa.

5 L Is decapita l ex direttore del Museo di Palmira Militanti dello Stato islamico (Is) in Siria hanno decapitato l archeologo Khaled Asaad, 82 anni, ex direttore dei servizi archeologici dell antica città romana di Palmira, patrimonio Unesco dell umanità. Secondo l ong Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria, l uccisione di Khaled Asaad è stata un esecuzione pubblica, in una piazza di Palmira, alla quale hanno assistito decine di persone. Poi i miliziani hanno spostato il corpo dell anziano archeologo, appendendolo a una colonna romana dell antica Palmira. A dare per primo la notizia della decapitazione di Al Asaad era stato ieri sera il direttore delle Antichità e dei musei siriani Maamoun Abdulkarim parlando con l agenzia governativa Sana. Abdulkarim ha spiegato che l Is aveva arrestato un mese fa Asaad e da allora lo aveva interrogato nella speranza di avere informazioni su dove fossero stati eventualmente nascosti reperti romani del sito prima In futuro farmaci con estratti di mirtillo rosso potrebbero aiutare a combattere i tumori, in particolare quello al colon. Questo frutto è stato spesso indicato come un arma contro le infezioni del tratto urinario, ma il loro utilizzo potrebbe andare ben oltre. Alcuni ricercatori hanno alimentato gli estratti di mirtillo a topi con tumore L ultima puntata - per ora - della storia è andata in scena oggi. A distanza di 17 anni dalla sentenza che ha ordinato la demolizione di una delle centinaia di opere abusive realizzate nella Valle dei Templi di Agrigento. E a due mesi dall ultimatum della Procura, costretta a prendere carta e penna per intimare a Comune, Parco Archeologico e Soprintendenza, di adempiere a verdetti definitivi ormai da anni, eliminando lo scempio dell abusivismo da un sito archeologico che l Unesco ha inserito nel 1997 tra i Patrimoni dell Umanità. Che non sarebbe stato facile era nell aria. Parlavano chiaro gli anni trascorsi dall ordine di abbattimento, sanzione per chi ha costruito in una zona tutelata da vincolo di inedificabilità assoluta. E la «minaccia» della magistratura di una denuncia per omissione d atti d ufficio dell occupazione dello Stato islamico, avvenuta in maggio. Khaled Asaad era stato direttore del sito archeologico di Palmira per 40 anni, fino al Dopo il pensionamento, ha riferito la Sana, aveva continuato a lavorare come esperto per il Dipartimento dei musei e delle antichità. Era stato autore di diversi libri e testi scientifici anche in collaborazione con colleghi stranieri. La costante presenza di questi criminali nella città è una vergogna e un cattivo presagio per ogni colonna e per ogni frammento archeologico lì preservato, ha detto ancora il funzionario. Palmira rappresenta uno dei principali siti archeologici nel Medio Oriente. I jihadisti dell Is hanno già distrutto diversi insediamenti storici nel territorio da loro controllato. L Unesco ha detto che l eventuale distruzione della città sarebbe una perdita enorme per l umanità. Nei mirtilli rossi un arma contro il tumore al colon del colon e hanno scoperto che i tumori diminuivano in termini di dimensioni e numero. I risultati dello studio saranno presentati al 250esimo Meeting Nazionale dell American Chemical Society (ACS), la più grande società scientifica del mondo, in corso a Boston. Secondo l American Cancer Society, un americano su 20 svilupperà il cancro al colon in qualche momento della sua vita. Sebbene siano stati compiuti progressi sulla individuazione e il trattamento, questo tipo di tumore rimane la seconda causa di decesso per cancro negli Usa. Alcuni ricerche condotte nell Università del Massachusetts hanno permesso di scoprire che le sostanze chimiche derivate da estratti di mirtillo potrebbe uccidere selettivamente le cellule tumorali del colon in test di laboratorio. Successivamente si è passati ai test animali, ottenendo la conferma sperata. La quantità utilizzata sui topi è stata l equivalente di una tazza ai giorno di mirtilli rossi che un uomo potrebbe prendere. I ricercatori peraltro nutrono dei dubbi che la stessa quantità possa essere somministrata in forma di succo di frutta, mancando in questo caso alcune sostanze contenute nella buccia. Via alle demolizioni nella Valle dei Templi (con 17 anni di ritardo) e abuso d ufficio per i responsabili degli enti chiamati per legge ad eseguire i verdetti. Le premesse di una sorta di telenovela burocraticogiudiziaria c erano tutte, dunque. E così è stato. Il primo colpo di scena, giunto a rovinare la festa a chi pensava all avvio di una nuova era all insegna del ripristino della legalità, non s è fatto attendere. Di buon ora le ruspe della ditta di Palma di Montechiaro che si è aggiudicata, per 80mila euro, la gara bandita dal Comune per la demolizione del primo manufatto abusivo - un muretto di 90 centimetri d altezza per 20 metri di lunghezza, realizzato in contrada Poggio Muscello - si sono presentate sui luoghi. Doveva essere la prima delle otto demolizioni messe in calendario dalla nuova Giunta che ha stilato un elenco delle costruzioni da abbattere: oltre al muro di cinta, cinque case, un ovile e un paio di baracche di legno che si trovano fra contrada Poggio Muscello, Cugno Vela e contrada Maddalusa. Quando tutto era pronto però si sono presentati i legali del proprietario del muro opponendo un vizio di forma nella procedura. Per dare esecutività alla sentenza che dispone la demolizione e che risale al 1998, hanno obiettato, è necessaria la verifica del titolo esecutivo. ITALIA E ITALIANI Dopo le forti polemiche seguite ai funerali di Vittorio Casamonica, le cui immagini hanno fatto il giro del mondo, contribuendo ulteriormente ad appannare l immagine di Roma, oggi è arrivata l ammissione che qualcosa non ha funzionato. A non essere andata come doveva è la trasmissione delle informazioni, che non sono arrivate ai vertici delle forze dell ordine, permettendo così al funerale show di svolgersi impunemente. Ecco perché il prefetto di Roma Franco Gabrielli, nella conferenza stampa successiva al comitato per l ordine e la sicurezza sul caso, ha detto che non i saranno dimissioni e ha difeso l operato delle forze di polizia nei confronti del clan. Ci sono stati «oltre 117 arresti fatti. ha ricordato Gabrielli - e sequestri per un valore di diversi milioni di euro: le forze dell ordine non hanno conosciuto solo ora i Casamonica». Va da sè che l accaduto resta inqualificabile: «È stata vicenda gravissima per il disdoro che ha recato, per la percezione di una città non controllata, per l immagine di una città, ma lo sforzo delle forze polizia non è stato vano in questi anni». Si fa chiamare il marocchino di Treviso: «Non sono filoleghista, sono comunista: bere Coca Cola o fumare Marlboro per me è eresia». Abdallah Khezraji è in Veneto da oltre vent anni, la cittadinanza gliel ha data Giancarlo Gentilini, il sindaco sceriffo che nel 1997 ha fatto togliere le panchine perché le usavano gli immigrati, pensando che, eliminando le prime, avrebbe fatto sparire anche i «leprotti neri». Così li chiamava quando voleva inseguirli e fare «pim pim col fucile». Anni luce fa. La Consulta regionale Oggi Khezraji è vicepresidente della Consulta regionale per l immigrazione presieduta da Luca Zaia e nata negli Anni 90 con la prima legge regionale sulla materia. «Da quando sono stato eletto il mio impegno è stato conciliare Lega e immigrati». Ed è lui oggi il simbolo di quello spirito «collaborativo» che fa del Veneto «verde Carroccio» una terra d avanguardia per l integrazione. L anno scorso la Regione ha finanziato con 10mila euro il Festival italo-marocchino, mandando in Africa una compagnia teatrale veneta. Khezraji è amico di Zaia da quando era giovane: «Abbiamo creato il primo sportello per gli immigrati d Italia nel 1996». Oggi la Consulta distribuisce risorse alle associazioni straniere, promuove progetti d orientamento scolastico e formazione linguistica grazie anche ai finanziamenti Ue (oltre San Luis 5358 ( ) Peñalolen (02) Fax (02) Presenza- 1 settembre Gabrielli: I funerali di Casamonica vicenda gravissima. Ma non sarò io a far rotolare teste «Le informazioni - ha spiegato - c erano, seppure in maniera indiretta le informazioni c erano. Ma come ho scritto nell informativa al ministro, non hanno raggiunto i vertici delle strutture che potevano assumere comportamenti». «Se i vertici delle strutture - ha aggiunto - fossero stati posti nella condizione di conoscere la situazione sicuramente la Questura si sarebbe determinata a far si che le modalità di svolgimento sarebbero state diverse, almeno nella loro manifestazione di potenza». Per questo, ha detto il prefetto, «capisco il legittimo e comprensibile sconforto dell opinione pubblica». Nessuna intenzione di fare da giustiziere: «Non ho mai detto che sarebbero rotolate tese, è stato un fatto grave. Se necessario le teste sarà il ministro a farle rotolare». Essendo stata evidenziata una falla nel sistema di comunicazione interno, «ho proposto un nuovo modello di alimentazione dell informativa delle autorità di ps, nelle prossime ore varerò una direttiva specifica. In base a questa direttiva - ha continuato - dovremmo individuare nella messe di informazioni che ogni giorno circolano nel sistema quelle che le autorità ritengono necessarie e opportune perché possano prendere i provvedimenti richiesti. Verrà creato un gruppo di raccordo permanente con i capi di gabinetto di prefettura e questura e ufficiali di analogo livello dei carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo forestale dello Stato e polizie locali». Sul versante sicurezza, «se la gente percepisce insicurezza, dobbiamo porci qualche problema. Ecco perché il gruppo di raccordo che ho proposto, che avrà un nuovo modello di controllo del territorio per aree e non per obiettivi». Gabrielli ha anche chiesto ai vertici delle forze dell ordine di intervenire con provvedimenti disciplinari nel caso vengano ravvisate delle irregolarità: «Non ci sono rilievi che possa muovere ai vertici delle forze di polizia per quanto accaduto prima. Chiederò di verificare se ci saranno provvedimenti di carattere disciplinare se ci sono state delle mancanze». Zaia: Migranti, l esempio del Veneto 7,4 milioni). Ha istituto, con la Regione, un fondo per il rimpatrio volontario produttivo «per chi non ce la fa qui»: 15mila euro per aprire un attività nel Paese d origine, in rete con i consolati di Albania, Romania, Marocco e Senegal, «per non buttare soldi». Lo dice perfino Khezraji: «Bisogna distinguere tra profughi e immigrati». Gli immigrati stranieri in Veneto (dati 2014) sono 514mila, il 10,4% dei residenti, e un decimo di tutti gli stranieri d Italia. La regione è quarta per densità di immigrati e terza per stranieri regolarmente residenti. Gli immigrati disoccupati sono 42mila sui circa 200mila. L impresa straniera Il 90% delle scuole venete ospita studenti stranieri, con casi come l asilo di Padova che contava una bimba italiana e 65 stranieri. Non solo. «Il Veneto - spiega Enrico Di Pasquale della Fondazione Leone Moressa - ha segnato la maggior crescita di stranieri tra 2007 e 2014: anche durante la crisi il sistema delle Pmi ha avuto bisogno di manodopera immigrata». L etnia più diffusa è quella romena, (20% degli stranieri), seguono marocchini e albanesi. Dal 2009 al 2014, mentre i capitani d impresa locali sono scesi del 7,2% quelli arrivati dall estero sono cresciuti del 14,6%. Si tratta soprattutto di cinesi attivi nel commercio ed edilizia (circa il 10% degli stranieri). «Numeri - chiude Zaia - che smentiscono lo stereotipo razzista che ci si vuol affibbiare, ma ci dicono anche che su questo fronte abbiamo già dato». Vacuno Cerdo Sub productos Arrollados Hamburguesas Cordeo Lechón Pollo Pavo Jabalí Puro Ciervo Avestruz Codornices Pato Neozelandés Conejo Guayu 100% Orgánico Quesos

6 6 Presenza- 1 settembre 2015 Editoriale Senza nessun dubbio abbiamo avuto a Scuola una serie di importanti attività in queste ultime settimane. Per esempio, la visita a emblematici rioni patrimoniali di Santiago fatta da un gruppo di alunni della Scuola Secondaria di Secondo Grado che dovranno adesso preparare una proposta per trasmettere la loro esperienza ai compagni; l interessante conferenza dell economista Alfredo Sfeir che ha parlato ai nostri alunni sull importanza del loro ruolo nella cura del nostro pianeta e che ha generato un momento di profonda riflessione sul tema; l intensità ed il potere della musica sono anche stati presenti con il concerto degli italiani Duo Sargas e con la presentazione del meraviglioso progetto Stabat Mater di Franco Simone. Inoltre, uno dei piccoli rappresentanti della Scuola Primaria ha lanciato un libro di cucina con ricette scritte da lui e gli alunni della Scuola Nido e dell Infanzia hanno anche loro organizzato delle belle attività. Infine, ci sentiamo orgogliosi del trionfo delle nostre campionesse di calcio femminile. Buona lettura! Alejandra Calcagni Tomasov Con la gentile collaborazione SCUOLA ITALIANA DI SANTIAGO Visita ai Rioni República, Lastarria, Bellas Artes e Italia Lunedì 10 agosto, alunni del III anno della Scuola Secondaria di Secondo Grado degli indirizzi Umanista, Letterario ed Artistico hanno visitato alcuni rioni emblematici di Santiago, assieme agli insegnanti Diego Gaete e José Manuel Montoro e ad Alejandra Calcagni del Dipartimento di Comunicazioni e Diffusione, segnando un punto di partenza per una serie di progetti che svolgeranno nel secondo semestre relativi a questa attività. Il percorso è iniziato nel Rione República in Virginia Opazo e le case di Calle República, oggi occupate da diverse università diventando, così, un vero e proprio polo universitario. Dopo, hanno camminato nel Rione Lastarria e proseguito lungo il lato oriente del Cerro Santa Lucía, per arrivare al Parque Forestal ed al Museo di Bellas Artes. L ultima tappa del percorso è stata nel settore del Rione Italia, cominciando davanti all ex Teatro Italia, oggi sede del Progetto Factoría Italia, passando per la Calle Caupolicán, strada in cui si trovano i tradizionali antiquari e restauratori di mobili della zona. Conferenza di Alfredo Sfeir a Scuola Duo Sargas alla Scuola Italiana Il Dipartimento di Musica, insieme al Istituo Italiano di Cultura, ha organizzato un concerto tenuto il giovedí 13 agosto al teatro Verdi. L argomento: la musica italiana nelle sue varie espressioni e stili, interpretati da due strumnenti storicamente opposti fra di loro: il sassofono ed il piano. Questo è quanto unisce due giovani ed ecclettici musicisti italiani ed il loro gusto per i diversi generi musicali. entrambi proveniente dal Conservatorio di música di Milano, laureati con buonissimi voti, hanno studiato poi a Vienna, creando questo progetto 100% made in Italy. Dipartimento di Musica Il CASI 2015 e la sua Commissione Cultura, hanno presentato martedì 11 agosto, agli alunni della Scuola Secondaria di Secondo Grado, la conferenza La sostentabilità, una responsabilità planetaria dei giovani del Sig. Alfredo Sfeir, economista, ecologista ed ex candidato presidenziale. Durante la conferenza, realizzata nel Teatro Giuseppe Verdi, l esperto ha presentato una sua riflessione sull importanza della relazione tra economia, società e natura, ed il ruolo che hanno i giovani in questo tema. Ha, inoltre, risposto alle domande dei nostri alunni generando interessanti conversazioni rispetto ai problemi ambientali che viviamo nel nostro paese. Ringraziamo vivamente la sua visita!

7 Lunedì 10 agosto, gli alunni della Scuola Nido e dell Infanzia hanno vissuto una divertente mattinata celebrando il Giorno del Bambino SCUOLA ITALIANA DI SANTIAGO Presenza- 1 settembre Giorno del Bambino con delle belle e magiche presentazioni teatrali. Felicidades campeonas! Presentación de Stabat Mater con Franco Simone Gracias a la gestión del Instituto Italiano de Cultura presidido por la Sra. Anna Mondavio, la Scuola tuvo el privilegio de recibir al famosísimo cantante y compositor italiano Franco Simone, quien junto al destacado artista Michele Cortese, presentó y habló de su hermoso proyecto artístico Stabat Mater, rock sinfónico cantado en latín. Con el teatro repleto de alumnos de la Media Superiore y Terza Media Inferiore, profesores y personal de la Scuola disfrutaron de la simpatía, humor y sencillez del artista, quien inclusive hizo cantar a nuestro rector Italo Oddone. Además los alumnos tuvieron la oportunidad de hacerles pre guntas sobre diversos temas, profundizando sobre todo en la importancia del latín y de su vocación y amor por la música. Gabriela Castillo Coordinadora Centro Cultural Scuola El equipo de Fútbol Femenino de la Scuola en su categoría Educación Básica se coronó Campeón de la Copa Colegio Árabe al vencer en una final de infarto al Colegio Carampangue por 2 goles a 1. Las cosas no comenzaron bien ya que las de Talagante se pusieron en ventaja rápidamente. Finalizando el primer tiempo aparecería Catalina Mussuto para poner la igualdad en el marcador con un tiro desde fuera del área. El segundo tiempo mantuvo el ritmo y la fricción constante en donde ningún equipo podía romper el 1-1 en el marcador. Pero a 5 minutos del final del partido y con un rápido contraataque, Mussuto puso el 2-1 definitivo y la Copa se vino con la Scuola. Profesor Alvaro Rosas Pequeño Chef La Festa dei Nonni a Scuola, I Sezione Concerto América Latina en el Alma Una clave para obtener éxito en el desarrollo del proceso lecto escritor, es la motivación frente a las tareas de lectura y escritura. En la medida en que un niño cuente con diversidad de material para leer, que sea de su interés y sea estimulado a escribir textos significativos, esto contribuirá a desarrollar de mejor manera y más rápido el proceso lecto escritor. Es por esto que cuando nuestro alumno de 2 elementare Rocco Carota manifestó su interés por escribir un libro de recetas de cocina, su inquietud fue inmediatamente acogida. Luego de un semestre de trabajo con la psicopedagoga del área, el producto está terminado y se ha realizado el lanzamiento del libro con todos sus compañeros de curso como invitados. En la ocasión cada niño del curso y cada profesora recibieron un ejemplar del libro como regalo y ha quedado una copia el biblioteca para que pueda ser consultado por quienes quieran. Felicitaciones a nuestro querido Chef!!! Claudia Cavalla Psicopedagoga Il 3 settembre si presenterà nel Teatro Giuseppe Verdi il gruppo Sonido Evocación con il suo concerto América Latina en el Alma. L entrata è gratuita e per le prenotazioni dovete scrivere a o telefonare al El día viernes 14 de agosto realizamos una de nuestras más esperadas actividades que integran la familia a la Scuola: La Festa dei Nonni. Nos quedamos con las maravillosas imágenes de las sonrisas de los niños, que llenos de orgullo, muestran a sus abuelos lo que han preparado junto a sus compañeros, con tanto cariño. Dei Nonni, nos quedan los ojos brillantes de emoción, la motivación que traspasa las barreras de la edad y el disfrutar construyendo junto a sus nietos sentados en el suelo, con materiales sencillos, y transformándolo todo, con fantasía y mucho amor. Los niños cantaron y recitaron para sus abuelos, jugaron con ellos haciéndolos parte, por un día, del mundo que viven a Scuola. Grazie a tutte le nonne e i nonni! É stata una festa indimenticabile! Gabriela Chiuminatto Direttrice d area, Scuola dell infanzia

8 8 Presenza- 1 settembre 2015 COLLETTIVITÁ Carla Brigando premiata dalla regione come Piemontese protagonista nella festa del Piemonte 2015 Molto intensa, sia come numero di partecipanti che come emozioni vissute, è stata la Festa del Piemonte di sabato 30 maggio a Frossasco, presso il Museo Regionale dell Emigrazione piemontese nel mondo. Erano presenti piemontesi provenienti da dieci nazioni (Argentina, Australia, Austria, Cile, Cina, Francia, India, Pakistan, Stati Uniti, Sudafrica) e molti corregionali impegnati a vario titolo a favore del Piemonte e della piemontesità. Con applauditi intervalli musicali del Duo dell Associazione Piemontesi nel mondo, composto dal prof. Fabio Banchio al pianoforte e dal Maestro Luca Zanetti alla fisarmonica, la Presidenza dell Associazione ha premiato come Piemontesi protagonisti quattro persone con esperienze diverse, percorsi di vita diversi, nelle quali sono stati rilevati i tratti caratterizzanti che l Associazione si propone: dare rilievo al nome del Servizio del Patronato ACLI L'ufficio del Patronato attende il pubblico presso la Parrocchia Italiana (Bustamante 180) con il seguente orario: da Lunedi a Venerdi dalla ore: 08:30 alle 14:30 Piemonte nel mondo, portare con orgoglio la matrice piemontese, conservare e coltivare la forza delle radici in termini di valori sociali e culturali. Ecco i loro nomi : Carla BRIGANDO, nata a Torino, affermata imprenditrice negli scambi italocileni. Maria Teresa GIAICOLET- TI, emigrata da Avigliana (prov. Torino) in Sudafrica, insegnante ed operatrice nel sociale nei difficili anni dell apartheid, scrittrice di memorie familiari storicosociali. Adriano ZUBLENA, avvocato vercellese, divenuto in Cina punto di riferimento legale per il mondo imprenditoriale e istituzionale italiano, fondatore dell Associazione Piemontesi nel Mondo-Cina e promotore di cultura e tradizioni italiane. E infine, con una punta di orgoglio è stato assegnato il premio alla più giovane piemontese mai premiata, di origine frossaschese: Ilaria Collabora con l Umanitaria che dà vita al museo del combattente Se vai al Mausoleo Italiano N.1 troverai un settore in cui si ricordano e nostri soldati morti in guerra oppure che hanno partecipato ad una delle guerre ma che poi sono tornati in Cile e morti in terra cilena. Il Consiglio Direttivo dell Umanitaria, Istituzione responsabile dei due Mausolei, desidera fare oggi un altro passo nella memoria storica per un ricordo dei nostri soldati: raccogliere oggetti (documenti, medaglie al valore, diplomi, parte di indumenti, fotografie ecc.) per conservarli in un luogo pubblico e di onore presso la sede dell Istituzione e così preservarli dalla distruzione o dalla perdita. Naturalmente ogni oggetto porterà il nome del donante che sarà per sempre ricordato. Per informazioni chiamate al telefono o Tel: ; MARTINATTO, affermata nel settore della cooperazione internazionale ONU annoverando, nonostante la giovane età, numerose esperienze e responsabilità in diversi Paesi fra le zone più critiche del pianeta (Mozambico, Tailandia, Malawi), attualmente a Quetta, capoluogo del Balochistan, una regione del Pakistan al confine dell Afghanistan, come responsabile dell ufficio provinciale del World Food Programme (agenzia delle Nazioni Unite). Ilaria era presente con la sua famiglia (il papà, la mamma insegnante della Scuola Primaria di Frossasco, il fratello Andrea nostro valido collaboratore) e ha conquistato e commosso tutto il pubblico raccontando con molta semplicità, con parole realistiche e toccanti, alcuni aspetti della sua esperienza di giovane emigrata, alle prese con la realtà di un terzo mondo dove oltre alla miseria e alle difficoltà regnano analfabetismo, maschilismo, scontri religiosi ed etnici, terrorismo. I quattro premiati sono stati iscritti nell Albo d oro aperto dal 1984, insieme ad oltre 120 premiati, tra cui docenti,scrittori, artisti, giornalisti, storici, accademici, medici, ambasciatori, ministri, parlamentari, imprenditori, artigiani, sacerdoti, missionari, pastori, nunzi apostolici e semplici uomini e donne attivamente impegnati nell associazionismo e nel volontariato sociale. Devozione a P. Pio La nostra comunità ha avuto sempre una grande devozione a San P. Pio. In Parrocchia lo scultore Joaquin Mirauda ha realizzato una delle sue opere migliori esposta alla venerazione del pubblico. In suo onore il Gruppo di Orazione si riunisce il primo martedì del mese per la recita del S. Rosario (ore 18,30 orario invernale- 19,30 estivo) a cui segue la S. Messa. P. Pio di aspetta! La Serena: festa della Madonna d agost Il 15 agosto, festa della Madonna d Agost (Patrona delle vallate trentine) ho trovato i nostri amici trentini di La Serena- Coquimbo abbastanza soddisfatti per le abbondanti piogge di inizio agosto, grazia di Dio che assicura una buona annata dalla terra. Anche in montagna è caduta una spessa coltre di neve che permette affrontare un estate con tranquillità. Per cui la festa della Madonna è stata celebrata con gioia e senza mugugni. Il primo incontro con la comunità l ho avuto con gli alunni della Scuola Italiana Alcide Degasperi. Dobbiamo prendere felicemente atto che la Presidente Caterina in Callegari, il Direttore Carlos Slomp con tutto il corpo direttivo e docente della scuola italiana hanno dato vita ad una struttura di prestigio e ricca di rapporti familiari fra gli integranti. Lo si vede dai lusinghieri risultati accademici da una parte e da quell aria serena e gioviale che si respira percorrendo i corridoi e le aule dall altra. Gli alunni che incontri ti salutano con rispetto in italiano. Ormai è tradizione celebrare una S. Messa con gli alunni dei corsi più avanzati nella festa della Madonna d Agost, patrona delle vallate trentine. I bambini e giovani ben preparati hanno seguito con devozione la sacra liturgia mentre il Coro delle mamme ha solennizzato l eucaristia con canti appropriati eseguiti a regola d arte. Il messaggio che il celebrante ha rivolto ai ragazzi è stato tratto dal Vangelo di San Giovanni che presenta il miracolo di Gesù della moltiplicazione dei pani. Con pochi pani Gesù riesce a sfamare più di persone. Anche noi possiamo, soggiungeva il celebrante, con i pochi pani che abbiamo a disposizione compiere i miracoli di un aiuto ai poveri, ai marginati, agli ammalati, ai I nostri trentini non solo si dedicano a coltivare la terra e renderla feconda, a muovere commerci ed industrie, a costruire mobili di qualità: fra di loro brilla anche l'arte. Ecco qui uno scorcio di una esposizione di quadri di Fabrizio Bortolotti. In primo piano il Castello del Buon Consiglio di Trento, poi Venezia... bisognosi; di una buona parola ai tristi, di un sorriso ai desolati Il giorno seguente, domenica, è stata celebrata la messa nella chiesetta di San Ramón che ricorda i primi tempi dell esperienza migratoria, segnati dalla povertà e dalle famiglie numerose quando la speranza era la pietra fondamentale che reggeva il sogno per cui si è lasciato il Trentino per il Cile. La devozione popolare all Assunta, celebrata tutti gli anni, è stata di conforto nelle nostre famiglie afferrate più che mai ai valori della religione. Alcune di loro si sono date appuntamento anche quest anno per onorare la Madonna con la S. Messa accompagnata dal Coro delle Mamme della Alcide Degasperi che ha cantato veramente bene (un applauso). Peccato che quest anno ci è mancata la voce di Eleonora a interpretarci il canto alla Vergine che ci trasportava, con intima commozione, nelle serate del dopolavoro ai piedi dei capitelli disseminati per le valli invitandoci ad una orazione. Cambio alla direzione di Presenza Con il sensibile decesso di Aldo Costa, per molti anni Direttore di Presenza, in questi giorni ha firmato l impegno di nuovo Direttore l architetto Claudio Massone Stagno. Ringraziamo di cuore la sua disponibilità e spirito di servizio alla comunità. Venga a un lugar especial a probar lo mejor de la gastronomía italiana. Lo esperamos *Providencia 1975 (Esq. Pedro de Valdivia) *Vitacura con Charles Dickens

9 Simpático y fraternal encuentro de Incami con el Ministro del Interior Jorge Burgos INCAMI, Instituto Católico Chileno de Migración, con el Ministro del Interior, Jorge Burgos. En la fotografía, junto al Ministro, el R.P. Idenilso Bortolotto, s.c., vice presidente y el abogado Paolo Castellani, director de Incami. En la audiencia, el Ministro Burgos recordó su adolescencia en la Parroquia Italiana. En su infancia y juventud vivió con sus padres en la vecindad de la Parroquia, donde, además de jugar futbol en el patio de la Parroquia, utilizó con frecuencia, siendo Diputado por más de 12 años, el salón parroquial para su labor parlamentaria distrital. Recuerdos de juventud que sirvieron para engalanar y profundizar con cordialidad el compromiso con la realidad migratoria, circunstancia que acaparó toda la audiencia. Un intercambio muy productivo y en un marco de reciproca colabora- Signore : Rev. Padre Giuseppe Tommasi. s.c. Presenza. ción en las competencias y funciones relativas a las inmigraciones que hacen a Chile un país de acogida. El ministro a pesar de su abultada agenda se comprometió, dentro de lo posible, a asistir el 3 de septiembre a la sesión inaugural de la XVII Jornada que organiza INCAMI con el patrocinio del Ministerio de RREE, el Ministerio del Interior y Seguridad, entre otros. Por intermedio de PRE- SENZA, órgano de la Parroquia italiana destinado a la comunidad italiana residente, agradece al Ministro sus expresiones de amistad y hacemos nuestro su irrestricto compromiso con los migrantes y el país. La colaboración de IN- CAMI es descontada. Auguri di buon lavoro, Ministro. (P.S.) Il Ministro ha ricordato momenti di gioia giovanile passati nei nostri ambienti parrocchiali ricordandosi di compagni d'infanzia che oggi fanno parte del nostro gruppo di Scout come genitori di giovani integranti) Postulazione al CGIE Santiago, Agosto Caro Direttore e Cappellano: A conclusione del processo amminsitrativo di rappresentanza della comunità, manca la presentazione dei candidati, per l elezione prevista per il 26 settembre p.v. del Consigliere territoriale del Consiglio Generale degli italiani all Estero (CGIE). Ritengo doveroso render pubblico la mia decisione in merito. Con l elezione del Consigliere, solo uno per la riduzione della rappresentanza del Cile, si conclude il mandato che il sottoscritto dispone da ben 11 anni, tempo che per successive proroghe si é allungato per i motivi da tutti conosciuti. Questo é avvenuto malgrado le pesanti e sostenute proteste degli italiani all estero. Durante il mio mandato ho sostenuto con impegno e proficuo lavoro la rappresentanza che condividevo con l altro Consigliere eletto, prima il prof. Juan Garbarino e dopo l amico Primo Siena. Sono soddisfatto del lavoro portato a termine sia in seno del Consiglio come pure nel territorio. Uno dei cardini della rappresentanza ritengo sia la partecipazione attiva nella Assemblea Plenaria e nella Commissione d apparteneza: (Terza Commissione). In una e nell altra ho sempre preso parte alla discussione non spostandomi mai dalla funzione di rappresentanza degli italiani residenti in Cile, specialmente durante la grande battaglia per il voto politico che, in occasioni ho polemizzato anche con passione con le opinioni di noti politici del nostro paese. In rapporto alla nostra comunità sono sempre stato protagonista d iniziative di bene comune e, fin dove mi era possibile, presente per testimoniare il mandato conferito. Sono soddisfatto e convinto di aver adempiuto con i doveri e le funzioni che la comunitá mi ha conferito. Durante il mio mandato ho sempre informanto profusamente per mezzo stampa o in appositi rapporti verbali e per scritto al Comites. Penso che il Consigliere, ora piú di prima, dovrà disporre d esperienza, forte impegno e una capacità non indifferente per rappresentare la nostra comunità con una sola voce. Rinunciare al servizio della comunità per unilaterale volontà lo ritengo indoveroso e non consone con la mia permanente vocazione di servizio. Per queste ragioni ho deciso di ripostularmi a Consiglire del CGIE per il Cile. Saranno i grandi elettori, 17 cittadini, dodici delegati eletti del Comites e 5 associazioni nominate dall Ecc. Ambasciatore a decidere la mia continuazione nell incarico. Sono doppiamente soddisfatto e onorato per aver potuto servire alla comunità degli italiani del Cile e anche per il conferimento del Presidente della Repubblica On. Giorgio Napolitano dell onorificenza di Grande Ufficiale dell Ordine della Stella della Solidarietà Italiana. Caro direttore, ringrazio le tante occasioni di collaborazione di Presenza per informare la Comunitá. Senza Presenza non sarebbe stato possibile. Approfitto di porre a Lei e ai lettori di Presenza i miei ringraziamenti per il continuo stimolo e dimostrazione di amicizia di tanti connazionali durante l esercizio dell incarico di Consigliere del CGIE. Mi sento molto onorato della stima e riconoscimento ricevuto. Paolo Castellani COLLETTIVITÁ Presenza- 1 settembre Dai Professionisti: brillante conferenza della Direttrice dell'istituto Italiano di Cultura Tema: Politica culturale italiana all'estero Palesemente costipata, ma sempre di buon umore, la Direttrice dell Istituto Italiano di Cultura Dott.ssa Anna Mondavio (nella foto) ha esposto, nel consueto incontro mensile del Circolo di Professionisti di Santiago il tema: Politica culturale all estero. Un tema vasto più di quanto si possa immaginare. Andiamo per ordine: il Presidente del Circolo, dott. Romolo Trebbi ha iniziato la sessione facendo memoria alla sessantina di amici presenti, dei 79 anni di vita dell ente culturale. Quindi applausi, il canto del Tanti auguri a te, il taglio della torta e il brindisi. E veniamo a qualche idea spigolata dalla vasta ed erudita conferenza. Che importanza ha una politica culturale all estero? Siamo coscienti che l Italia è, nel concerto mondiale, il Paese più rico di arte: ha quindi la responsabilità di trasmettere questa ricchezza culturale all umanità intera. L Italia fa parte dell Unesco con 51 centri protetti (montagne, monumenti, paesaggi, piatti tipici, musica ) che fanno parte dei beni dell umanità. La diffusione di questi valori è fondamentale. Uno dei più potenti diffusori di questi beni sono le comunità italiane all estero. Chi sono gli attori principali della diffusione di questi beni? Il Governo nella sua globalità, il Ministero degli Affari Esteri, le Ambasciate e Consolati sparsi nel mondo. Su questa linea si muovono gli Istituti Italiani di Cultura, la varie Scuole Italiane, Corsi di italiano... Naturalmente tutto questo movimento ha bisogno di un finanziamento ad hoc, parte del quale si può reperire dialogando con industrie ed enti benefici italiani sparsi nei vari paesi del mondo. Gli obbiettivi principali della diffusione culturale sono di tipo: Filosofico: aprire dialoghi con i paesi amici e di massiccia presenza di emigrati italiani; favorire un clima di pace che permetta la tranquillità di spirito per concerderci il gusto per l arte; Cencreto: dando vita all industria della cultura con il turismo, esportazioni, prodotti italiani, cucina, automobilismo, moda. Insomma: dar a conoscere l'immagine produttiva del made in Italy nei punti forti della produzione italiana Di cui l'attuale EXPO è un momento magico. Le zone privilegiate di tutto questo lavoro di divulgazione si concentra sull Europa (che ha perso un po di importanza); la linea del Mediterraneo e di conflitto; aree marcate da alta presenza di italiani emigrati; oggi puntando molto sui paesi emergenti asiatici (India, Cina...) Tutto questo cumulo di ricchezza si trasmette con un veicolo insostituibile che è la lingua: il nostro bell'italiano, appunto. Ci rallegra sapere che l'italiano è la quarta lingua più studiata nel mondo. Un grande apporto alla lingua lo possono (e devono) dare le comunità italiane. Se pensiamo ai 60 milioni di italiani d'italia ed altri 60 milioni di italiani emigrati; se pensiamo a tutti coloro che vogliono un approccio per gustare la musica operistica, i monumenti del rinascimento, del classicismo... possiamo capire l'importanza della nostra lingua. La conferenza è proseguita con entusiasmo, ma lo spazio è tiranno. Gli amici presenti hanno salutato con grandi applausi la Signora Anna che ha letteralmente conquistato e soddisfatto la curiosità dei presenti che le hanno rivolto variee domande Patronato ACLI en La Serena: Campaña de declaración de rentas INPS 2015 Al igual que en años anteriores, del 17 al 20 de agosto, parte del personal del Patronato de ACLI de Chile se trasladó a la ciudad de La Serena, específicamente al Vice Consulado, para atender a los pensionados italianos de la IV región en el marco de la campaña de Declaración de Rentas 2015 que solicita el INPS de Italia. Más de un centenar de personas fueron atendidas por la Responsable de la oficina, Claudia Avendaño, y la Operatrice Maruzzella Tavonatti, gestionando además de las rentas todas las demandas requeridas por los pensionados, como activación de pagos de pensiones suspendidas por el no envío de la certificazione di esistenza in vita, solicitud de pago de la quattordicesima, trasferimento del pago de pensión a Chile, emisión de certificados de pensión, entre otros. Por último queremos destacar la valiosísima colaboración que desde siempre nos ha brindado el Vicecónsul de La Serena, Sr. Franco Dalbosco, quien ha facilitado las dependencias del Vice Consulado para atender de manera eficiente y cómoda a todos los pensionados que requieren ser atendidos, es por ello que como Patronato ACLI hacemos público nuestro más sincero agradecimiento a su gentileza y apoyo.

10 10 Presenza- 1 settembre 2015 COLLETTIVITÁ L Italiano è la quarta lingua studiata nel mondo: gli unici a sorprendersi sono gli italiani. Un paio di settimane fa, la stampa italiana dava, con un certo stupore, la notizia che l Italiano è la quarta lingua studiata nel mondo, dopo inglese, spagnolo e cinese, non riuscendo a spiegarsene il perchè. Le prime tre sono abbastanza logiche: l inglese è la lingua di un miliardo e mezzo di persone (mettendo nel conto anche gli indiani) ed è la principale (ma non l unica) lingua franca del Mondo. Lo spagnolo è la lingua di mezzo miliardo di parlanti ed è in rapida espansione negli Usa; quanto al cinese, non solo è la prima lingua di un miliardo e mezzo di parlanti, ma è la lingua del principale paese emergente (forse è meglio dire Emerso ) e seconda potenza mondiale. Sin qui tutto spiegabile. Invece, inspiegabile è che sia quarta l Italiano, lingua di poco più di sessanta milioni di parlanti (forse settanta se ci mettiamo dentro eritrei, albanesi, somali che lo conoscono e un po di italiani all estero), di un paese relativamente piccolo ed in decisa decadenza, ignorato dalle grandi potenze e ridicolizzato dai suoi piccoli politici passati e presenti. Precede lingue come il francese, il tedesco, il russo, il portoghese, il giapponese, come si spiega? Il guaio è che i giornalisti italiani sono molto ignoranti e, quel che è peggio, non fanno nessuna ricerca prima di scrivere. Allora vediamo qualcosa che può spiegare questo strano fenomeno. Prima di tutto, si dimentica che l italiano è la lingua franca di uno dei principali soggetti geopolitici mondiali: la Chiesa Cattolica. La lingua ufficiale della Chiesa, come si sa, è il latino, ma quella in uso fra i prelati (e spesso anche i semplici preti) di nazioni diverse è soprattutto l Italiano che è parlato correntemente in Vaticano ed usata prevalentemente dal Papa, vescovo di Roma, anche se non si tratta più di un italiano da quasi quaranta anni. Ed anche in ordini religiosi con i salesiani o i gesuiti, la lingua corrente è l italiano. Poi c è da considerare che l Italia è uno dei paesi che ha avuto una cospicua emigrazione nell ultimo secolo: circa 40 milioni di persone sparse soprattutto in Argentina, Usa, Canada, Australia, Germania, Francia e Belgio e non pochi figli e nipoti si sono mantenuti bilingui. Fra l altro (la cosa non ci inorgoglisce ma deve essere registrata su un piano avalutativo) l Italiano è spesso usato fra gli uomini di Cosa Nostra o fra gli ndranghetisti sparsi per il mondo ea altre organizzazioni criminali come i colombiani. E anche questo è un fenomeno sociale. C è poi l importanza dell Italiano sul piano culturale ed anche qui si sono dimenticate troppe cose. In primo luogo si dimentica che l italiano è la lingua principale del melodramma e nel mondo ci sono tanti melomani che apprezzano molto la nostra musica lirica, basti pensare al successo mondiale avuto da Pavarotti dagli anni ottanta in poi. Poi la letteratura italiana è sicuramente una delle primissime a livello mondiale; non mi interessa stabilire se sia la prima in assoluto (anche se non mi stupirebbe affatto constatarlo), mi basta sottolineare come essa abbia uno sviluppo continuo nel tempo da XIII secolo in poi, con capolavori di livello mondiale, in tutti i secoli. Quello che non mi pare si possa dire allo stesso livello delle letterature di Inghilterra, Inviato da Pablo Oneto Garcia Francia, Germania, Spagna e Russia che presentano maggiore discontinuità. Chi voglia avere una idea del peso della letteratura italiana, può consultare la monumentale collana di testi della Ricciardi, ma ripeto che non ha senso stare a stabilire se si tratti della prima in assoluto, basti considerare che certamente è fra le primissime. E non sorprende che ci siano autori italiani (da Petrarca a Gramsci o Leopardi) più amati e letti all estero che in Italia. Ma qui c è il ruolo della scuola, il cui principale scopo è far odiare agli studenti tutto quello che fa loro studiare. Del peso dell arte italiana, in particolare del Rinascimento, ma non solo, non è il caso di dire e questo spiega (altra cosa non sufficientemente considerata) che l Italia sia una delle principali mete turistiche nel Mondo. E, infine (anche la cultura materiale, ha il suo peso) tanto la gastronomia quanto la moda nel Mondo parlano spesso italiano. Mille auguri, cari Angelo e Lela Torneo Renato Raggio Catalán Rimembranze Gli empori Con fechas y 12 de Octubre 2015 se desarrollará el tercer Torneo Renato Raggio Catalán en su versión femenina. Y los días y 18 de Octubre el XIX Torneo Renato Raggio Catalán en su versión varones. Este torneo internacional se realiza desde el mismo año en que falleció nuestro querido ex-jugador, socio y entrenador. Senz altro tutti abbiamo sentito parlare dell emporio o del negozio di generi alimentari, che hanno avuto alcuni dei nostri familiari: come i nostri genitori, un nonno, qualche zio, ecc. In genere questa attività è stata il primo lavoro che hanno realizzato i nostri emigrati, sia all inizio, come impiegato, quasi sempre di alcun parente o amico, e dopo, come padrone del proprio esercizio. In questi giorni si sta girando un filmato, grazie all idea della nostra cara amica Maddalena Gissi, che vuole essere un testimonio di questo lavoro, che da sempre ha identificato gli italiani emigrati di Valparaiso, di Santiago o di altre città del Cile. Sono sicuro che in questo documentario si riscatterà una parte importante della nostra memoria storica e, a sua volta si potrà trasmettere, e dar a conoscere alle future generazioni, una vita di tanto lavoro e sforzo che hanno vissuto e sofferto i nostri antenati. L Emporio, situato generalmente nell angolo tra due strade, chiamato anche bottega, negozio di generi alimentari, el almacén, è stata una maniera di inserzione sociale ed economica dei nostri emigrati, nel processo produttivo del Cile. Sociale: dal momento che era il punto di riferimento dove gran parte della gente del rione si incontrava, per avere delle notizie e comunicarsi tra di loro. Economica: perché questi locali commerciavano veramente di tutto per soddisfare la clientela; dal carbone ai liquori ai vini; dalla cristalleria alla porcellana; frutta, cereali, conserve, pentole, ecc. Nella fotografia, (proprietà dello scrivente), presa l anno Si può osservare l Emporio Sori, situato nel Cerro Barón di Valparaíso, in via San Francisco, (oggi Blanco Viel), angolo Acevedo, proprietà di Luigi Rosasco, nato a Sori, Provincia di Genova, nel 1880 e Rosa Massone, nata a Santiago nel Claudio Massone Stagno * Despacho exacto de Recetas de Médicos Oculistas *Gran surtido de Armazones y Cristales de las mejores marcas "El domingo 23 de agosto celebraron su 60 aniversario de matrimonio don Angelo Morchio y la señora Lela Valentino, oriundos de Génova y Milán respectivamente. Junto a sus hijas: Patricia, Gabriella y Mónica; sus nietos: Luciana, Miguel, Daniela, Fiorella, Gianluca y Lorenzo; familiares y amigos festejaron el acontecimiento con una hermosa bendición del padre Pepe. La reunión fue amenizada por el Grupo Ligure con emotivas canciones. Les deseamos que sigan disfrutando de más momentos felices". Care Lettrici e Cari Lettori, se avete qualche foto di archivio (di famiglia o di comunità) e ce le inviate con una breve didascalia, saremo felici di inserirla in questa serie di "rimembranze" iniziativa dell'arch. Claudio Massone

11 STADIO ITALIANO Presenza- 1 settembre

12 12 Presenza- 1 settembre 2015 CAMERA DI COMMERCIO Talabartería Italiana: Artesanos del Lujo Los artesanos del lujo son un segmento de la producción de excelencia quienes confeccionan a mano con una historia centenaria. Se trata de un trabajo que pasa por el profundo conocimiento de la materia y el absoluto dominio de la técnica. Desde tiempos prehistóricos que el hombre sintió la necesidad de utilizar las pieles de los animales cazados para crear ropajes y protegerse del frío, dándose cuenta que sin un método de trata- miento eficiente, éstas se deterioraban en muy pocos días convirtiéndose en inservibles pedazos descompuestos. Basándose en la jamás subestimada técnica de la prueba y el error, nuestros antepasados buscaron distintos métodos para curtir las pieles. Una modalidad para evitar el deterioro era impermeabilizarlas con la misma grasa de los animales, o acercarlas al fuego forradas en hierbas y ramas de diversos árboles, trabajarlas con piedras filosas y agua, hasta que tiempo después se empezó a explorar la técnica del ahumado. Las pruebas para curtir las pieles continuaron, dando lugar a descubrimientos esenciales para la industria del cuero moderna. Italia a lo largo de los años se ha caracterizado, entre otras cosas, por la excelencia de la manufactura de su industria, la cual cuenta con un reconocido prestigio a nivel global. Cada industria, ya sea la automovilística, gastronómica, científica o textil, están marcadas por altos estándares de producción y calidad, y no es de sorprender que la industria artesanal del cuero esté inserta también en esta categoría. Los artesanos del cuero que con maestría, precisión, habilidad y buen gusto en trabajar el cuero, han sabido elevar la talabartería de carteras, zapatos, guantes, artículos de escritorio hasta tapices para autos, a una categoría de lujo mundialmente reconocida con el apreciado sello del made in Italy. Este trabajo preciso y medido, que requiere una experiencia de años a mano de un profesor exigente, convierte a los artesanos en Maestros del Cuero, quienes por siglos han mantenido el liderazgo en este sector y que con sus productos representan un elemento de reconocimiento de Italia en el mundo. Ellos son los Artesanos del Lujo. Diferentes casas de moda italianas con fama mundial en la industria del calzado, vestir y accesorios, han visto sus inicios, produciendo sus productos con técnicas artesanales, como lo es la historia de Salvatore Ferragamo. Actualmente los polos de la talabartería se reparten por toda Italia, siendo la Toscana un gran representante de estos artesanos del lujo, contando con empresas artesanales dedicadas al oficio. La industria del cuero sigue manteniendo la tradición de la factura a mano, pero algunos talleres han sabido incorporar la tecnología vigente, como por ejemplo para el corte de las plantillas y suelas. En un programa se ingresan las medidas del trozo de cuero a cortar y luego se ingresan los diseños de las hormas, para que el computador las agrupe de la manera más eficiente procediendo a cortarlas con tecnología láser. Quizás algo más asombroso que máquinas que cortan el cuero como si fuese mantequilla, se encontró en la última versión de la Feria Pitti Uomo realizada en Florencia. La empresa Cuoio di Toscana presentó su último producto, el "SmartShoe". Este es un dispositivo que gracias a un chip insertado en la suela, permite rastrear el origen y el procesamiento del calzado, para obtener información de la empresa que lo ha confeccionado e incluso para dar consejos sobre el estilo con el que sincronizarlo. Otras empresas han empezado a incorporar este dispositivo en sus zapatos ya que es una manera de autentificar la veracidad del producto adquirido y no una falsificación.

13 PAGINA RELIGIOSA I poveri non sono scarti. Serve condivisione C'è bisogno di maggiore attenzione "a tutti i poveri, a quelli che non hanno il lavoro o lo hanno perso, a quelli che provengono da zone più povere ed economicamente arretrate, a quelli che non sono in grado di difendersi perché attendono di nascere e godere della vita". Anche la Chiesa deve "rinnovarsi nelle sue strutture, nelle dinamiche decisionali e nelle prassi concrete delle comunità". Servono "dinamiche autenticamente evangeliche e libere, che manifestino in modo sempre più trasparente la carità". Dalla parte degli ultimi, sempre. "Il limite è una scuola capace di insegnarci quale sia il segreto della vita: chi è appagato non cerca, né lo fa chi è disperato-afferma il segretario generale della Cei Nunzio Galantino-. Cerca invece chi è povero, cioè chi percepisce il limite come caratterizzante la natura umana e ne fa motivo di crescita. La persona va concepita in modo che il limite non sia un accidente, ma costitutivo dell essere. Se accettato, la coscienza del limite si trasforma in desiderio di aprirsi agli altri e all Altro, con la a maiuscola, cioè a Dio". Quindi "l umiltà è l atteggiamento interiore che consente di valorizzare il limite, rendendolo un motivo di crescita invece che di rammarico: è la virtù che permette di accettare la propria condizione senza desiderarne un altra, ma accogliendone le sfide e la bellezza", evidenzia il vescovo Galantino davanti alla platea di Rimini. Alla 36 edizione del Meeting per l'amicizia tra i popoli, il suo intervento era tra i più attesi dopo una settimana di polemiche sugli sbarchi di migranti e l'inadeguatezza della politica. Monsignor Galantino ha parlato del senso del limite e del fascino delle frontiere. "Gesù, sceglie la povertà per stare con noi- spiega-.la diffusione del cristianesimo è l evento che più ha rivoluzionato la storia del mondo e il modo di pensare l humanum. Credere in un Dio che soffre fino alla morte, che è il punto drammaticamente più alto del limite; e credere in un Dio che vince il male assumendo la debolezza altrui introduce una visione che stravolge per sempre le categorie attraverso le quali si pensa il divino". Il comandamento dell amore, che per il Vangelo riassume tutti i comandamenti, "porta a intendere gli ultimi non più come scarti, ma come persone da sollevare e delle quali condividere la sorte". Una Chiesa che "fa del limite una risorsa assume lo stile missionario invocato da Francesco, divenendo sempre meno dispensatrice di servizi e sempre più ospedale da campo, chinata sugli ultimi, nei quali è racchiusa la più grande ricchezza, nei quali è presente lo stesso Signore, dai quali spera di essere accolta nel Regno di Dio". Ed è la vita del singolo che deve essere rivista e ammodernata da una più forte presa consapevolezza del proprio Al Meeting di Rimini il segretario Cei, Nunzio Galantino evidenzia che "il disperato cerca, l'appagato no". limite."l esperienza del limite annichilisce la vita dell uomo o può rappresentare, se adeguatamente compresa e integrata, un occasione di crescita e di umanizzazione?- si schiede il vescovo scelto da Francesco per cambiare la Chiesa italiana-. Il senso del limite è solo un momento dell esperienza dell uomo che non smette di subire costantemente il fascino delle frontiere". Infatti "a ogni azione o orientamento corrisponde un valore che si intende perseguire: sempre vi è alla base dell agire un'idea di persona, un ideale di essere umano e di società da raggiungere e verso il quale ci si incammina". Per questo motivo, aggiunge il numero due dell'episcopato, è essenziale "elaborare un antropologia adeguata, senza la quale si sarà guidati da un immagine distorta di ciò che siamo". L'uomo, infatti, non è solo libertà individuale ma anche "ricerca di Dio e della verità, responsabilità, accettazione Papa Francesco ha iniziato all udienza generale, nell Aula Paolo VI in Vaticano, un percorso di riflessione su tre dimensioni che scandiscono il ritmo della vita famigliare: la festa, il lavoro, la preghiera. La catechesi odierna è stata dedicata alla festa. La festa è un invenzione di Dio Diciamo subito ha esordito il Papa - che la festa è un invenzione di Dio. Ricordiamo la conclusione del racconto della creazione, nel Libro della Genesi che abbiamo ascoltato: «Dio, nel settimo giorno, portò a compimento il lavoro che aveva fatto e cessò nel settimo giorno da ogni suo lavoro che aveva fatto. Dio benedisse il settimo giorno e lo consacrò, perché in esso aveva cessato da ogni lavoro che egli aveva fatto creando» (2,2-3). Dio stesso ci insegna l importanza di dedicare un tempo a contemplare e a godere di ciò che nel lavoro è stato ben fatto. Parlo di lavoro, naturalmente, non solo nel senso del mestiere e della professione, ma nel senso più ampio: ogni azione con cui noi uomini e donne possiamo collaborare all opera creatrice di Dio. La festa non è pigrizia o sciocca evasione Dunque la festa ha pro- del sacrificio, alle quali è intimamente legato il raggiungimento di una libertà vera". E invece, avverte monsignor Galantino, "il relativismo vuole promuovere a tal punto la libertà individuale da non tollerare chi la intenda in altro modo, limitando la libertà altrui al fine di difenderla: autentica contraddizione e vero spirito post-filosofico, non razionale". Il segretario generale della Cei propone di comprendere l essere umano a partire dal limite, articolando così una antropologia del limite, non nel senso di un antropologia non orientata alla felicità o al benessere della persona, ma nel senso di un antropologia che li persegue tenendo conto della "nativa debolezza dell uomo". Il limite, la mancanza non possono essere messi da parte come un inconveniente o un elemento trascurabile, ma "vanno assunti come elementi che strutturano radicalmente l essere della persona, e vanno valorizzati come portatori di una potenziale ricchezza". Del resto, sottolinea Galantino, l uomo è, nella sua stessa essenza, un essere-nel-limite. E' il limite insito nella natura stessa dell uomo, in quanto "essere creaturale e intrinsecamente mancante". Una mancanza, della quale "facciamo esperienza ogni giorno e che si manifesta in molte forme e innumerevoli aspetti: nella malattia e in ogni forma di sofferenza, nella difficoltà o impossibilità di realizzare le proprie aspirazioni, nella fatica a collaborare e convivere con gli altri, nella morte che pare azzerare e svuotare ogni obiettivo raggiunto". Se il limite, di cui siamo rivestiti, non è accettato, l esistenza può trasformarsi in una "finzione e divenire il tentativo di svincolarsi dai limiti senza mai riuscirvi, di negare la propria natura finita e la propria pochezza". L essere umano, infatti, "desidera ciò che è grande e illimitato e tende a raggiungere cose sempre più grandi di quelle che ha". Questo è positivo e non è un male in se stesso. Lo diviene però se egli rifiuta la sua debolezza e intende questi obiettivi come dei diritti, arrivando a pretendere di raggiungerli invece che perseguirli con umiltà. "Il limite è nell uomo un fattore propulsivo, in quanto genera il desiderio, che è il motore della volontàafferma Galantino-.Se l uomo possedesse tutto, non cercherebbe nulla; se al contrario si scopre mancante, è mosso alla ricerca di ciò che non ha. Presenza- 1 settembre Il bicentenario di Don Bosco e il ricordo di alcuni illustri ex allievi salesiani «Don Bosco ci insegna anzitutto a non stare a guardare, ma a porsi in prima linea per offrire ai giovani un esperienza educativa integrale». E quanto scrive Papa Francesco al rettor maggiore dei Salesiani, in occasione del bicentenario della nascita di Don Bosco, che avrà il suo culmine nel ritrovo a Torino al Colle Don Bosco domenica 16 agosto, con giovani ed ex allievi provenienti da oltre 132 Paesi del mondo, a riprova del respiro internazionale del messaggio salesiano e dell eredità pedagogica del sacerdote piemontese. Un lascito che oggi conta oratori, scuole, centri di formazione professionale, parrocchie, case famiglia, centri di spiritualità, comunità di recupero, centri di aggregazione, università e centri di studio in 131 nazioni, ancora incentrati su quell amore per i giovani che portò Don Bosco a creare il primo centro salesiano nel rione torinese di Valdocco nel E quella formula educativa pare reggere bene al passare del tempo, forse per quel mix unico di aggregazione e studio che trova nel cortile e nel campetto da calcio il suo fulcro, o per la non esclusività delle scuole salesiane, che nella mescolanza tra ceti diversi si distinguono da molti altri istituti religiosi. Del resto i primi allievi di Don Bosco, nella Torino di metà 800, erano bambini di strada costretti al lavoro nelle fabbriche, spazzacamini e detenuti delle carceri cittadine, spesso privi di famiglia, e per salvarli o dargli un futuro migliore il sacerdote pensò sì ad avvicinarli alla fede, ma anche a istruirli e insegnarli mestieri che potessero rendergli dignità. Un perfetto amalgama di spirito e concretezza che continua a dare frutti, insieme a una certa libertà di scelta intellettuale lasciata agli studenti e oggi riconosciuta dai tanti ex allievi, tra cui figurano molti volti noti della nostra società, da Silvio Berlusconi a Gian Carlo Caselli, Adriano Celentano, Guido Bertolaso, Gianni Rivera, Marco Travaglio e persino Papa Francesco. Nella foto Don Bosco in mezzo ad alcuni allievi di una scuola corale e strumentale. Il Papa: la festa è un invenzione di Dio No alla schiavitù del lavoro e del denaro seguito - non è la pigrizia di starsene in poltrona, o l ebbrezza di una sciocca evasione No, La festa è anzitutto uno sguardo amorevole e grato sul lavoro ben fatto; festeggiamo un lavoro. Anche voi, novelli sposi, state festeggiando il lavoro di un bel tempo di fidanzamento: e questo è bello! E il tempo per guardare i figli, o i nipoti, che stanno crescendo, e pensare: che bello! E il tempo per guardare la nostra casa, gli amici che ospitiamo, la comunità che ci circonda, e pensare: che cosa buona! Dio ha fatto così quando ha creato il mondo. E continuamente fa così, perché Dio crea sempre, anche in questo momento!. Gustare il senso buono della vita Può capitare che una festa arrivi in circostanze difficili o dolorose, e si celebra magari con il groppo in gola. Eppure, anche in questi casi, chiediamo a Dio la forza di non svuotarla completamente. Voi mamme e papà sapete bene questo: quante volte, per amore dei figli, siete capaci di mandare giù i dispiaceri per lasciare che loro vivano bene la festa, gustino il senso buono della vita! C è tanto amore in questo!. Infiltrare sprazzi di festa nell ambiente di lavoro Anche nell ambiente di lavoro, a volte senza venire meno ai doveri! noi sappiamo infiltrare qualche sprazzo di festa: un compleanno, un matrimonio, una nuova nascita, come anche un congedo o un nuovo arrivo, è importante. È importante fare festa. Sono momenti di famigliarità nell ingranaggio della macchina produttiva: ci fa bene!. Ossessione profitto vuol mangiarsi la festa e schiavizzare le persone Ma il vero tempo della festa sospende il lavoro professionale, ed è sacro, perché ricorda all uomo e alla donna che sono fatti ad immagine di Dio, il quale non è schiavo del lavoro, ma Signore, e dunque anche noi non dobbiamo mai essere schiavi del lavoro, ma signori. C è un comandamento per questo, un comandamento che riguarda tutti, nessuno escluso! E invece sappiamo che ci sono milioni di uomini e donne e addirittura bambini schiavi del lavoro! In questo tempo ci sono schiavi, eh! Sono sfruttati, schiavi del lavoro e questo è contro Dio e contro la dignità della persona umana! L ossessione del profitto economico e l efficientismo della tecnica mettono a rischio i ritmi umani della vita, perché la vita ha i suoi ritmi umani. A nuestra Colectividad: Si Ud. es Adulto Mayor y requiere de atención diurna, el HO- GAR ITALIANO le ofrece sus instalaciones y servicios habituales además de alimentaciòn equilibrada guiada por nuestra Nutricionista. Ofrecemos Servicios de Corta Estadìa. Para Consultas llamar al fono o escribir al mail: gmail.com o al mail de Mónica Escobar, Asistente Social: El Directorio Holanda 3639,Ñuñoa Santiago. Fono : Fono fax:

14 14 Presenza- 1 settembre 2015 SPORT Juve, debutto choc: battuta dall Udinese Vincono Toro e Inter. Male Napoli e Milan Verona-Roma 1-1 Quella di Giulietta e Romeo è città di desideri realizzati solo in parte. Qui la Roma nel 2010 disse addio allo scudetto, qui nella scorsa stagione - incagliandosi due volte nei pareggi contro Chievo e Verona - salutò virtualmente la Juve inaugurando un finale di stagione pieno di polemiche. Stavolta, col solito pizzico di malinconia, finisce con un pari - santificato dalle reti di Jankovic e Florenzi - che consente ai tifosi gialloblù di cantare ironicamente: Vincerete il tricolor. Il risultato, d altra parte, è giusto, nonostante la corazzata giallorossa si permetta di lasciare Totti in panchina per tutto il match. D altronde i tempi cambiano, e non solo per il capitano (virtuale), visto che per la prima volta Rudi Garcia comincia la Serie A senza vincere. Merito anche dei ragazzi di Mandorlini, che giocano senza timori, nonostante il palo finale di Pjanic li abbia fatti tremare. Lazio-Bologna 2-1 La Lazio non stecca ma riparte con una bella vittoria. Netto (2-1), molto più di quanto non dica il punteggio, il successo contro il neopromosso Bologna nell esordio in campionato nell anticipo di sabato sera all Olimpico. Per oltre un ora si è rivista la squadra spettacolare della scorsa stagione, che ha dominato gli avversari schiacciandoli nella metà campo e sfiorare in diverse circostanze di prendere il largo. Fiorentina-Milan 2-0 Avvio del sistema non riuscito, si prega di correggere al più presto gli errori e ritentare. Il Milan va in bomba al Franchi, dove la scena se la prende la Fiorentina: i viola battono meritatamente la squadra di Mihajlovic per 2-0 e la serata di Firenze dimostra che quella vista sui campi di estate era solo la versione beta del Diavolo pensato da Sinisa. Ci sarà da lavorare. E tanto. Inter-Atalanta 1-0 Non doveva giocare, è stato il protagonista finale. L Inter batte 1-0 l Atalanta grazie al gol di Jovetic nel terzo minuto di recupero. Un gol stupendo, un gol per il morale che manda in delirio San Siro. Sassuolo-Napoli 2-1 Una disfatta. E non solo per il risultato, perché il Napoli è venuto meno in tutti e tre i reparti. Higuain, sostituito, ha lasciato il campo irritato, lo stesso di Insigne che dovrebbe arrabbiarsi con se stesso per quanto sia stato svogliato. Bene il Sassuolo, che ha giocato una gara di grande intensità, meritando la vittoria. Parte forte, il Napoli. I primi quindici minuti sono un monologo tutto napoletano. Sarri lascia in panchina Allan e sulla destra c è David Lopez, mentre Di Francesco schiera Floro Flores a sinistra, per Sansone. E pressante l azione del Napoli ed il Sassuolo è costretto a difendersi nella propria metà campo. Il gol arriva dopo appena tre minuti e lo segna Marek Hamsik. L azione parte da Mertens che apre per il diagonale di Higuain: la conclusione sbatte su Acerbi e il centrocampista slovacco è pronto a ribadire in rete. Frosinone-Torino 1-2 Storica, intrigante, spettacolare. Specie quando il Toro, ferito, s infuria e sprigiona fumo dalle narici. Finisce 1-2, con Soddimo ad illudere la Ciociaria, e Quagliarella a riportarla sulla terra con una girata al volo, stupenda, che lascia di stucco Crivello. Genialata bissata da un tiro a giro - dal limite - di Baselli. Raddoppio bello e imparabile per un Leali che ha fatto miracoli, prima di abdicare e arrendersi alla rabbia di un Torino mai rassegnato. No, non poteva essere una gara banale. Il Frosinone PASTELERIA Y CONFITERIA CALIFORNIA Galletas finas - Tortas Heladas - Pasteles - Confites Tortas para Novios - Pastelitos para cocktails COCKTAIL A DOMICILIO Irarrázaval 1570 Fono si affacciava in A, Ventura battezzava un collega debuttante dal quale é stimatissimo, quello Stellone che - da calciatore, a suon di gol - regalò a Cairo il salto in A appena rilevò il Torino dal Tribunale fallimentare. In un Matusa non del tutto gremito (alcuni spazi vuoti nei distinti), appena rifattosi il trucco, il Torino ribalta la gara e la tradizione, visti i due precedenti (2009 e 2011), nei quali non aveva mai vinto. Palermo-Genoa 1-0 Lo vince il Palermo il derby delle emergenze. Da una parte i rosanero senza attaccanti dopo gli addii di Dybala e Belotti (come ha sottolineato - piccato - Iachini), dall altra un Genoa decimato da infortuni e squalifiche. A risolvere al 90 una partita comunque bella e vibrante è l uomo meno atteso, Abdelhamid El Kaoutari, centrale marocchino prelevato dal d.s. Gerolin quest estate dal Montpellier. Calcio estivo al Barbera: errori difensivi e grandi azioni personali dall una e dall altra parte anche se per 90 non arriva lo straccio di un gol. Pandev sottolinea con un paio di guizzi in avvio e uno nel finale che in Serie A ci può ancora stare, eccome. I rosanero non riescono mai a convincere in zona-gol nel primo tempo ma si confermano re incontrastati della classifica della sfortuna: traversa di Rigoni a un metro dalla porta (e nella ripresa c è pure la traversa di Vazquez). Nel finale di tempo, Iachini trasforma i suoi e inaugura con Trajkovski una sorta di con tre falsi nove in attacco. La ripresa è quasi tutta di marca rosanero e nel finale - quando ormai nessuno se l aspetta - arriva il gol da tre punti che fa esplodere il Barbera. Empoli-Chievo 1-3 La favola di Marco Giampaolo è durata meno di un ora. Il tempo che è intercorso tra il vantaggio sprint del suo Empoli con Saponara (7 ) e l inizio del ribaltone del Chievo. Il tecnico nato a Bellinzona se l aspettava diverso il suo ritorno in A 4 anni dopo l esonero di Cesena. Aveva accettato persino il doppio salto all indietro andando a Cremona in Lega Pro. E invece dopo un buon primo tempo in cui poteva anche arrivare il 2-0 con Maccarone (sfortunato, solo palo per lui) i toscani sono spariti e il Chievo di Maran ha rimontato e allungato senza pietà. Al 1 della ripresa Meggiorini sostituisce M Poku ed è la svolta: subito il gol del pari di testa, poi l assist per il 3-1 decisivo di Paloschi. Nel mezzo la perla di Birsa col solito sinistro a giro. Entrambi gli allenatori avevano detto che si trattava già di uno scontro salvezza. Beh, i 90 del Castellani hanno dato parecchie risposte. E ad Empoli c è da preoccuparsi. Juventus-Udinese 0-1 Clamoroso allo Juve Stadium! Passa l Udinese, con una vecchia ricetta: catennaccio e contropiede. Difesa ordinata, tutti dietro la palla e leggero cambio di marcia nella seconda parte della ripresa, quel tanto che basta per pescare la giocata vincente Kone-Thereau. Il tutto facilitato da una Juve prevedibile, lenta e decisamente poco tecnica. Va benissimo Cuadrado, ma a questa squadra serve ora soprattutto un organizzatore di gioco di gran livello, altrimenti finisce per portare fuori ruolo anche un cavallo di razza come Pogba. Sampdoria-Carpi 5-2 Ottimo esordio stagionale per la Sampdoria di mister Zenga che riscatta la brutta eliminazione dall Europa League con un netto 5-2. I blucerchiati si portano subito in vantaggio al 14 grazie al rigore realizzato da Eder, una vera rasoiata all angolino basso di sinistra. Sampdoria propositiva che riesce a trovare il raddoppio con Luis Muriel: il giocatore ex Udinese si trova davanti a Brkic ed indisturbato trova il gol all angolino basso di destra. Il Carpi non riesce a reagire dopo i due gol di distacco: ci prova Lasagna con un tiro piazzato senza troppi risultati visto che il pallone prende in pieno i difensori blucerchiati terminando fuori. Sampdoria senza freni: ancora una volta Muriel su assist di Cassani insacca Brkic e poco dopo quarto gol dei blucerchiati con il solito Eder. L attaccante senza esitare tira una sassata dal limite con un pallone calciato centrale ma che Brkic non riesce ad intercettare. CLASSIFICA Sampdoria 3 Chievo 3 Fiorentina 3 Lazio 3 Sassuolo 3 Torino 3 Inter 3 Palermo 3 Udinese 3 Roma 1 Verona 1 Bologna 0 Frosinone 0 Napoli 0 Atalanta 0 Genoa 0 Juventus 0 Empoli 0 Milan 0 Carpi 0 Prosciutto Balugani Mozzarella Mauri Antipasto Damico Prosecco Frattina Lambrusco Riunitte Parmigiano Balugani Caffe Kimbo Olio Basso Aceto De Nigris Aceto Balugani Pasta Divella Riso Scotti Lazio-Bayer Leverkusen 1-0: Keita gol, Pioli più vicino alla Champions Vince la Lazio con tanto cuore e molta sofferenza. Nell andata del playoff di Champions col Leverkusen la differenza la fa Keita. Il ventenne spagnolo, che dopo la panchina nella Supercoppa con la Juve aveva chiesto di esser ceduto, segna il gol-vittoria al 32 della ripresa con un azione in velocità. Era subentrato a Klose, infortunato, dopo l intervallo e il suo gol è preziosissimo per i biancocelesti in vista del ritorno in Germania. DUE PALI Pioli deve rinunciare allo squalificato Radu e agli infortunati Marchetti, Djordjevic e Braafheid. Recupera De Vrij. Non è al meglio Gentiletti che parte dalla panchina: c è Mauricio al suo posto in difesa, dove arretra Lulic per ricoprire la fascia sinistra. A metà campo Onazi vince la concorrenza di Milinkovic e Cataldi. Schmidt può schierare Bender che è stato in dubbio fino all ultimo. Avvio ad alta tensione. Berisha indeciso su un incursione di Kiessling, libera Basta, poi è pericolosa la Lazio con una botta di Lulic deviata in angolo. La squadra di Pioli cerca di forzare subito i tempi, ma è del Bayer la prima ghiotta occasione: al 23 Bellarabi si proietta sulla sinistra, salta Basta e calcia di poco alto. Subito dopo Berisha anticipa Son. Emerge una migliore condizione del Leverkusen che la 26 colpisce il palo con una rasoiata da 25 metri di Bender. Lazio molto tesa ma soprattutto imprecisa in molti disimpegni, Bayer attento e falloso. Papadopoulos e Wendell (già ammonito) vengono graziati da Eriksson dopo fallacci su Felipe Anderson. L ultimo brivido prima dell intervallo lo regala Çalhanoglu: vede Berisha fuori posizione e da sessanta metri ci prova: pallone di poco fuori. IL SORPASSO Nel secondo tempo Pioli deve fare a meno di Klose, che si è infortunato nell azione in cui ha colpito il palo: probabile stiramento. Schmidt avvicenda Son con Mehmedi. Al centro dell attacco laziale va Keita che si mette subito in mostra. Al 3 sguscia in area, Tah cerca di fermarlo e poi interviene Leno tra le proteste della Lazio. All 8 debutta in biancoceleste Milinkovic chiamato a rilevare Onazi per dare nuove risorse al centrocampo. Leverkusen insidioso all 11 : bolide su punizione di Çalhanoglu ribattuto da Berisha. Poco dopo, invece, sciupa invece Keita davanti a Leno, mentre sfiora il palo Mehmedi sulla replica tedesca. Al 26 annullato un gol al Bayer: Çalhanoglu calcia, Kiessling in fuorigioco spinge il pallone in porta. La Lazio si rianima: un spunto di Anderson innesca Kieta in area che prede l attimo e si fa ipnotizzare da Leno. La Lazio fatica a tenere il passo del Bayer: ma al 32 Keita cattura un pallone sfuggito a Papadopoulos e si fa mezzo campo saltando Tah in velocità prima di infilare con un diagonale radente Leno in uscita: palla sul palo e poi nel sacco. Milan, Balotelli: clamoroso ritorno in rossonero A Milano è tutto pronto: in casa rossonera sarà il Balotelli atto secondo. Il Milan sta definendo la trattativa con il Liverpool per il clamoroso ritorno del centravanti della Nazionale: i Reds hanno già dato la disponibilità a una cessione con la formula del prestito, e potrebbero caricarsi anche una parte dell'ingaggio di Mario. Il Milan sta per sciogliere le ultime riserve: potrebbe essere stato decisivo l'incontro a Firenze proprio tra Balotelli e Sinisa Mihajlovic. L'affare è davvero molto vicino. Il Milan, il Liverpool e Mario Balotelli sono, dunque, davvero vicini a trovare un accordo: con molta probabilità, nei primi giorni della prossima settimana i club definiranno anche i dettagli di questa trattativa. Ovviamente, il Milan sfrutterà questi giorni per capire se Mario Balotelli ha dentro di sé le motivazioni giuste per cercare un rilancio internazionale dopo un periodo buio. Alla luce di questa riflessione ci sarebbe stato l'incontro tra l'attaccante e Mihajlovic, che sarebbe avvenuto ia Firenze Productos originales de Italia Panettone Bauli Grissini Vita Vigor Funghi Porcini Asiago Pepe Drogheria Amaretto Lazzaroni Tartufi Urbani Amaro Averna Limoncello Villa Massa Pomodorina Cucina Pinolo GlobeItalia Pasta Rustichella Av. Las Condes Fono: Fono-Fax

15 SPORT Nuoto, Coppa del Mondo: Paltrinieri è le roi. Dominio a Chartres Greg le roi! Gregorio Paltrinieri si prende l ultima vittoria stagionale in Coppa del Mondo a Chartres, vicino Parigi: una vittoria nei 1500 stile libero di cui è fresco campione del mondo, che vale al di là del tempo, e per la quale quasi ringrazia i due avversari che lo hanno severamente impegnato nel corso di 25 delle 30 vasche, ovvero il ceco Micka ed il francese Joly. Per Greg ( , , ), per il ceco , per il francese I due avversari incalzano il ventenne asso di Carpi, che vince di forza, per la sua maggior classe, per la sua capacità di tenere il suo Il limite in F.1 sta tutto nel risultato. Se va bene sei un fenomeno, se va male sei un cretino. La regola è vecchia di anni, tanto che quando Lauda vinceva i mondiali già si sapeva, per cui questa massima sempre verde si può applicare anche al GP del Belgio. Vigilia della gara, Rosberg che dice mi gioco tutto al via sperando che Hamilton sbagli. Risultato, Hamilton partenza perfetta e Rosberg che perde tre posizioni per un errore e poi, a precisa domanda delle TV, sbotta pure: Ma mi state prendendo in giro?. Atto secondo: la Ferrari decide una strategia di una sola sosta per Vettel. Resisteranno le gomme? Gli strateghi di Maranello dicono di sì. Dalla Pirelli, a 10 giri dalla fine, dicono che al massimo rallenterà il ritmo. Invece la gomma esplode, Vettel perde il podio e perde le staffe: Si è sottovalutato l incidente di Rosberg del venerdì, se mi fosse scoppiata duecento metri prima non sarei qui a raccontarla e poi accuse e rimpalli. Non pago gli ingegneri per masticare gomme americane dice Arrivabene della Ferrari ma per farmi dire se una cosa è possibile o meno. Rosberg ha forato la replica di Hembery della Pirelli Vettel ha avuto un problema di usura, visto anche che è stata l unico a fare questa scelta. In 10 giri si è capovolto il mondo, quindi la regola che se va bene sei un fenomeno e se va male sei un cretino, in ritmo senza forzare o senza farsi intimorire soprattutto quando a metà gara, agli 850 metri era passato in vantaggio Micka. L ultina fatica di Greg non poteva che essere una vittoria, l oro sempre in tasca Italia-Usa (25-20, 25-18, 25-16) E una impresa storica della nazionale femminile under 18, a Lima, si è laureata Campione del Mondo grazie al successo in finale contro gli Stati Uniti 3-0. La capitale peruviana porta indubbiamente bene a Marco Mencarelli, che ha distanza di quattro anni ha bissato un successo iridato (nel 2011 sempre a Lima con la Juniores delle allora Diouf e compagne), hanno dominato la sfida per l oro, confermando ancora una volta tutta la propria superiorità: percorso netto nel torneo con 8 vittorie in altrettante gare e solo due set persi in questa competizione! Una prova di forza eccezionale confermata anche nella partita decisiva. PRIMO SUCCESSO In questa categoria per l Italia si tratta della prima storica medaglia d oro in un Mondiale, dopo che a livello Cadette erano arrivati un argento (2003 Pila in Polonia nell unica altra finale disputata) e tre bronzi (1995 Poitiers, 1997 Chiangmai, 2005 Macao). Un primo posto strameritato quello della nazionale italiana. Dopo una prima fase impeccabile le ragazze di Mencarelli hanno proseguito nella loro marcia trionfale battendo nell ordine a dire che da 2 anni non c è nessuno al mondo che può andare più veloce o può battere Gregorio magno. E ora vacanza, a Miami. Meritatissimo stacco prima di ricominciare il 7 settembre con Stefano Morini a ostia insieme al gruppo con Detti: operazione Rio. L ultimo oro che gli manca, il più importante e difficile da conquistare. SCOZZOLI Fabio Scozzoli, invece, va in vacanza con un settimo posto in nei 100 rana vinti dall ormai ex compagno di allenamenti Cameron van der Burgh, capace di dominare nettamente due americani in DI FABIO Da Fabio a Di Fabio: Nicolangelo Di Fabio è quinto nei 200 stile libero vinti dall australiano Smith in ; per l abruzzese del 96, medagliato di staffetta 4x200 ai Mondiali di vasca corta a Doha, un Gp Belgio: trionfa Hamilton, Vettel giù dal podio Belgio ha trovato la summa e l ennesima conferma. Quello che però è sotto gli occhi di tutti è che la Mercedes è di un altro pianeta, specialmente Hamilton, che con la sesta vittoria stagionale ha messo una ipoteca serissima al suo terzo titolo mondiale, con un Rosberg che appare ormai abbattuto e senza grosse possibilità, distratto forse dalla prossima paternità che gli porta via la concentrazione necessaria, mentre Hamilton se ne va in vacanza alle Barbados a ballare con la cantante Rhianna. Due modi di intendere le corse e la vita, uno tutto casa e famiglia, l altro donne, divertimenti e zingarate in giro per il mondo. È questa la vera differenza, unita al talento di uno e alla bravura dell altro. Ma che siano i motori Mercedes a fare la differenza lo dimostra anche il terzo posto di Grosjean, che col podio ha portato ossigeno (leggi quattrini) alla squadra che in Belgio era sotto sequestro per mancati pagamenti del terzo pilota Charles Pic. Fra cambiali e motori, gomme e strategie, il GP è filato via nella noia totale tipica della stagione. A Monza, fra due settimane, poco da sperare. La pista veloce favorisce i Mercedes, Hamilton è in uno stato di grazia e la Ferrari vorrebbe fare bella figura sulla pista di casa. Non resta che aspettare e sperare che vada tutto liscio. D altronde, fra passare per fenomeni o per cretini, in F.1 il limite è davvero molto sottile Volley, strepitosa Italia under 18: è campione del mondo Argentina, Serbia, Turchia e infine gli Stati Uniti. Senza storia la finale, sempre in mano alle azzurrine brave soprattutto a mandare in crisi le americane con un servizio molto efficace (13 ace contro i 4 avversari). MIGLIORE Migliore marcatrice del match Paola Egonu con 18 punti, seguita da Giulia Melli (12) e Vittoria Piani (10). In merito alla finale contro gli Stati Uniti, come formazione di partenza Mencarelli ha schierato Orro in palleggio, opposto Piani, schiacciatrici Melli ed Egonu, centrali Mancini e Mazzaro, libero Zannoni. Il set di apertura è stato in equilibrio sino al 10 pari, momento in cui le azzurrine hanno forzato con il servizio, mandando in crisi la ricezione statunitense. Presenza- 1 settembre Maratona, c è l azzurro dentro l Africa Pertile 4, Meucci 8 nella 42 km vinta a sorpresa dal 19enne Ghebreslassie. «Abbiamo una scuola e ora siamo tornati» Meucci e Pertile in gara a Pechino Dietro l Africa, attaccata all Africa, in mezzo all Africa c è l Italia e nella maratona significa stare tra i migliori, anzi pure un po più su: in una élite che fa la differenza. Pertile e Meucci avevano avvertito: «Ci siamo anche noi» e non era un modo per sentirsi importanti dentro una 42 km mondiale, ma un progetto studiato e preparato con cura. Tanto che i piazzamenti di lusso lasciano i ragazzi perplessi: «La medaglia era lì». Pertile è quarto, Meucci ottavo, manca il podio e si vede sulle loro facce, nei loro sorrisi tirati, ma c è tutto il resto. La tattica giusta, la convinzione, la preparazione. Soprattutto il futuro anche se è strano dirlo davanti a un maratoneta che ha 41 anni e 14 giorni, il più anziano presente a Pechino. Non importa, i due hanno trovato la sintonia che serve per motivarsi in allenamento ed esaltarsi in gara e tra un anno c è Rio. Vince a sorpresa un ragazzino di 19 anni, alla terza maratona della vita: Ghirmay Ghebreslassie, eritreo, primo oro Mondiale del suo paese, il più giovane ad aggiudicarsi il titolo. I genitori volevano che si iscrivesse all università, lui ha preferito l atletica e ora ha buoni motivi da portare a casa. L argento va a Yemane Tsegay, Etiopia e il bronzo a Munyo Solomon Mutai, Uganda poi c è Pertile e dietro tanti campioni, l oro olimpico Kiprotich, il quotatissimo Desisa, il Kenya, senza lepri e senza i soldi delle maratone cittadine scompare, e noi siamo lì, al meglio: «Abbiamo creato una scuola, l abbiamo esportata, abbiamo avuto grandi campioni e ora siamo tornati», Pertile parla da leader in questo nuovo ruolo che sembra già lo leghi alla prossima missione. Il direttore tecnico Magnani ci scherza: «Abbiamo trovato il prossimo responsabile del settore», ma l altro frena: «Prefisco fare da guida in campo che fuori». Ed è quello che è successo qui perché Ruggero sa dettare i tempi e rimanere costante come nessun altro. Meucci si è fermato nel momento migliore, problemi di stomaco che gli hanno tolto l opportunità di stare tra i primi: «Ero in perfetto equilibrio, poi mi sono dovuto fermare, altrimenti ci avrei potuto provare. In più credevo che il traguardo fosse all arrivo dei 100 metri. Non ho neanche fatto lo sprint, non sarebbe cambiato molto, avrei scalato giusto una posizione». Secondo Pertile: «Daniele ha avuto qualche problema a gestire la tensione, forse gli mancava un po di fiducia perché la preparazione non è andata al meglio ma ha dimostrato che è fatto per questa specialità e in futuro vincerà delle medaglie importanti». Il presente dice che ci sono due azzurri trai primi otto, gli unici Europei. Ora è qualcosa più di un intenzione: ci siamo anche noi. I TEMPI 1. Ghebreselassie, ERI, 2:12:27 2. Tsegay, ETH, 2:13:07 3. Mutai, UGA, 2: Pertile, ITA 2: Meucci, ITA 2:14.53 Mondiali pista jr: Balsamo d oro nello scratch Elisa Balsamo, cuneese di 17 anni al primo anno nella categoria juniores, è diventata campionessa del Mondo dello scratch. Nella competizione in corso di svolgimento ad Astana, capitale del Kazakistan, la Balsamo (tesserata per il Team Valcar Vigor Piasco) ha battuto la polacca Justyna Kaczkowska. Bronzo per l australiana MacDonald. Per l Italia del plurimedagliato c.t. Dino Salvoldi si tratta del secondo podio della manifestazione, dopo bronzo conquistato nella velocità a squadre da Elena Bissolati e Miriam Vece. La Balsamo, insieme a Rachele Barbieri, Sofia Bertizzolo e Marta Cavalli, fa anche parte del quartetto dell inseguimento campione d Europa di categoria.

16 16 Presenza- 1 settembre 2015 FINALI La ripresa dell'italia non è a rischio a una certa stabilizzazione, a definire meglio la propria zona di influenza economica e dispone di enormi riserve in dollari e in euro (è, tra l altro, un grande investitore nel debito pubblico italiano). Tutto questo non può essere spazzato via da un vento maligno delle Borse, soprattutto se si tiene conto dell influenza dello Stato nell economia cinese che appare in grado di controbilanciare qualsiasi caduta non gradita. Nel 2008, la crisi finanziaria americana infettò l economia reale di tutto il mondo; il 2015 non sarà la replica, in salsa cinese, della crisi americana di allora, a meno di un improbabile, e quasi incredibile, serie di errori. Dietro le «colpe» troppo facilmente attribuire alla Cina si collocano le debolezze strutturali degli Stati Uniti, la cui economia, pur estremamente dinamica, culla mondiale dell innovazione, non riesce a ridurre il divario tra ricchi e poveri, che anzi si allarga. L occupazione aumenta ma i salari medi ristagnano e, trainati dai salari medi, ristagnano anche i consumi, mentre le tensioni sociali sono in forte crescita come dimostra il crescente attrito tra la polizia e gli abitanti dei quartieri poveri di molte aree disastrate. Sulle debolezze europee è meglio stendere un velo pietoso, con la crisi greca che ancora brucia e la mancanza di meccanismi adeguati per risolverla che ha rivelato. La confusione sui fini e sui mezzi regna a Bruxelles e il campanello d allarme di Pechino deve indurre a una revisione profonda dei meccanismi di funzionamento dei mercati finanziari europei che il Parlamento europeo ha spesso abbozzato ma che non è stato in grado di portare a termine. Quando si parla di Cina, l Europa (soprattutto la Germania) guarda con nervosismo alle proprie esportazioni verso Pechino: se le cose si fermano qui, non ci saranno effetti immediati anche se adesso sappiamo che la domanda cinese, nel medio periodo, non può essere un comodo sostituto all assenza di domanda europea. Ciò che è vero per l Europa è ancora più vero per l Italia. Pur con i promettenti progressi che si sono fatti negli ultimi tempi, la quantità di esportazioni italiane con destinazione Cina (2,6 per cento del totale) è poco più della metà di quelle con destinazione Svizzera (4,8 per cento del totale). Non sarà certo la Cina a mandare all aria le nostre prospettive di crescita di breve periodo (per il medio-lungo periodo le cose potrebbero essere molto diverse) determinate, in ultima analisi dalla ripresa dei consumi e delle costruzioni. L urgenza cinese potrebbe avere, peraltro, un effetto benefico sulla prossima stagione parlamentare che ruota attorno alla manovra di fine anno: potrebbe convincere quella considerevole porzione di parlamentari che, per miopia, antepongono interessi locali agli interessi nazionali a convincersi che, in questo mondo perturbato, l Italia ha qualche possibilità di farcela se sta assieme. Da Del Vecchio Nutella e Stefano Pessina, a capo della multinazionale di cosmetica e farmaceutica Alliance Boots. Insieme hanno perso, solo nel venerdì nero delle Borse, oltre un miliardo di dollari: a rimetterci di più è stato Pessina (551 milioni su un patrimonio di 13,8 miliardi), mentre per Del Vecchio la perdita è stata di 362 milioni su una ricchezza valutata 22,7 miliardi, e Ferrero ha sfiorato un rosso di 200 milioni (22,6 miliardi di patrimonio). Scorrendo l indice Bloomberg ci si imbatte anche nel Cavaliere e nel re della moda milanese. Ma per Silvio Berlusconi e Giorgio Armani le perdite del «Black friday» sono decisamente più contenute: 38 milioni il primo e 44 milioni il secondo. Ma lo tsunami che ha colpito Shanghai, Hong Kong e le altre Borse ha picchiato duro soprattutto sui miliardari cinesi. Secondo Bloomberg, i 26 uomini più ricchi hanno perso 18,8 miliardi la scorsa settimana. La batosta peggiore, con una perdita secca di 3,5 miliardi, l ha patita Wang Jianlin, patron della Dalian Wanda Commercial Properties Co., uno dei più grandi gruppi immobiliari che oltre agli alberghi di lusso ha una delle più importanti industrie cinematografiche cinesi. Ma nel club dei miliardari almeno undici, a dispetto delle turbolenze finanziarie, sono riusciti a guadagnare di più nella settimana nera dei mercati. Tra questi l indiano Dilip Shanghvi, 59 anni di Amreli, fondatore e capo indiscusso del Sun Pharmaceutical Industries, il più grande gruppo farmaceutico dell India. Shanghvi, trentanovesimo uomo più ricco del mondo, la scorsa settimana ha visto il suo patrimonio salire di 467 milioni. Chissà se avrà guadagnato seguendo proprio una delle regole d oro di Buffett: quando il sangue scorre per le strade di Manhattan è il momento di comprare. Il Papa, Migranti la vicinanza e l attenzione ai migranti e rifugiati. In occasione della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato sarà pubblicato, come consuetudine, un Messaggio Pontificio. La Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, ricorda il Vaticano, trova la sua origine nella lettera circolare Il dolore e le preoccupazioni, che la Sacra Congregazione Concistoriale inviò il 6 dicembre 1914 agli Ordinari Diocesani Italiani. In essa si chiedeva, per la prima volta, di istituire una giornata annuale di sensibilizzazione sul fenomeno della migrazione e anche per promuovere una colletta in favore delle opere pastorali per gli emigrati Italiani e per la preparazione dei missionarid`emigrazione. Conseguenza di quella missiva, il 21 febbraio 1915 avvenne la prima celebrazione di tale Giornata. Il vero valore dell'expo l Expo si scelga e si organizzi per trarne vantaggi economici di breve respiro? Dal 1851 le varie Expo succedutesi nei continenti e nei decenni hanno segnato qualcosa di diverso e più prezioso. Sono state pietre miliari di un cammino di civiltà accompagnato dall evoluzione della tecnica e dell industria. Perché la civiltà e la cultura sono fatte anche di tecnologia. Basti ricordarsi che Gutenberg fu ai suoi tempi un grande tecnologo e la stampa contemporanea, ovvero Internet, è a sua volta uno dei più raffinati risultati del settore Ricerca & Sviluppo. Nella loro persistente incapacità di generare profitti economici, le Expo sono molto simili ai musei. Per quanto ci si impegni a vendere gadget, associare alle esposizioni permanenti eventi eclatanti, il bilancio tende a mantenersi sul rosso. La cultura, la ricerca scientifica e tecnologica sono sempre un costo: non a caso prosperano solo quando vi sono mecenati favorevoli. Il grande rinascimento fiorentino è in buona parte frutto della Banca dei Medici, e in particolare dell impegno di Cosimo il Vecchio, che finanziò il Concilio di Firenze del 1439, la quasi contemporanea realizzazione della cupola brunelleschiana e diede impulso all imponente lavoro di traduzione dei classici greci che sarà compiuta da Marsilio Ficino. Sul piano economico queste opere sembrano non avere alcuna efficacia. Sembrano: nella misura in cui si valuta l economia di un impresa con la visione miope tipica di parametri ossessivamente basati sui risultati a brevissimo termine e sulla bramosia di guadagno. Ma quali sono i risultati di eventi e impegni di valore culturale sul lungo periodo? Chi può valutare con esattezza che cosa avrà rappresentato Expo per il nome che Milano e l Italia hanno nel mondo? E quali saranno gli effetti di questa reputazione sulle potenzialità dell esportazione italiana e sulla forza di attrazione di quel che si chiama Sistema Paese sul piano turistico, imprenditoriale, finanziario? Salisburgo, e in gran parte anche Vienna, campano della gloria di un compositore che visse squattrinato al punto che fu gettato in una fossa comune quando morì non ancora trentaseienne. Ma le esecuzioni delle sue sonate e delle sue opere hanno arricchito generazioni di musicisti il cui talento solo uno sciocco paragonerebbe al suo, attivato flussi miliardari nelle casse di produttori musicali, di aziende discografiche e di impresari teatrali, a decenni, a secoli dalla sua scomparsa. Sul breve periodo Mozart evidentemente non valeva molto, sul lungo periodo è divenuto una fonte inesauribile di ricchezza. Non sarà che c è qualcosa di sbagliato nel modo di concepire i bilanci e le prospettive economiche, soprattutto quando si parla di fatti rilevanti per la cultura? La Parroquia Italiana N.stra Señora de Pompeya XVII jornada nacional 2015, en el salón del Congreso Nacional de calle Catedral de la capital, con la asistencia de ministros, autoridades y la sociedad civil, ocasión propicia para anticipar la 102ª. Jornada Mundial del Migrante del 17 enero 2016, que el Papa Francisco ha puesto como tema central, La respuesta del Evangelio es la misericordia. En Chile se anticipa por iniciativa del INCAMI, la Conferencia Episcopal de Chile y la misión Católica scalabriniana, hoy parroquia italiana y latinoamericana. Feliz cumpleaños a los misioneros y la feligresía. Demos gracias a Dios. (Paolo Castellani) Ubriaco dopo l oro ai mondiali, paga il taxi con la medaglia Vatti a fidare dei baci. Pawel Fajdek ha stampato ripetutamente le labbra sul suo oro mentre era sopra il podio del martello e qualche ora dopo lo ha usato per pagare un taxi e abbandonato a un estraneo che di certo non era consapevole del premio ricevuto. Non era troppo lucido nemmeno il polacco: serata alcolica per festeggiare il successo e poi vai sapere come tornare, dove andare, dove sono i soldi. Meglio levarsi il problema e usare la zavorra tenuta al collo. Per non riconoscerla dopo due anni passati a inseguirla, doveva proprio aver fatto il pieno. Il mattino dopo si è accorto e pure ricordato di quel che era successo. Lo ha aiutato a rimettere in sesto gli eventi il compagno di stanza, il bronzo del martello Wojciech Nowicki, anche lui alla festa, ma meno stordito. Era rientrato prima però si era accorto che l amico stava messo male: «Mettetelo su un taxi», le ultime parole famose. La polizia cinese ci ha messo dieci minuti a ricostruire la serata, un giorno intero a convincere il tassista che in cambio del reso ha ricevuto una lauta mancia dal polacco. L oro tornerà a casa con lui, era il secondo, il martellista, a 26 anni, è stato il più giovane a riconfermare un titolo mondiale e dopo un pomeriggio si era già stufato del trofeo. Nonostante i baci in mondovisione. Otto bicchieri d acqua al giorno? Sciocchezze Due litri d acqua al giorno. È la formula magica per la salute, il mantra che torna di moda ogni estate sui giornali, nelle riviste da spiaggia, alla tv. Sempre in cima alla lista delle banalità per sconfiggere «il caldo-record». Per il New York Times però c è ben poco di banale, tanto che il quotidiano di Manhattan dedica al «mito più duro a morire» la pagina 3, quella delle notizie di primo piano, con un titolo che invita a prendere fiato e rilassarsi: «No, non dovete bere otto bicchieri d acqua al giorno». Non serve. Perché si tratta, appunto, di un mito. «Il più difficile da estirpare, nonostante scrive l autore Aaron Carroll, docente di pediatria all Università di Medicina dell Indiana -, non esista alcuna evidenza scientifica a supporto di questa tesi». L equivoco sarebbe nato nel 1945 con una prescrizione del Comitato per il cibo e la nutrizione, secondo cui ogni persona ha bisogno di 2,5 litri d acqua al giorno. Peccato che quasi nessuno si sia spinto alla frase successiva, che specifica: «La maggior parte di questa quantità è contenuta nei cibi che ingeriamo». Ne sono pieni frutta e verdura, la birra, il the e il caffè. Inoltre non esiste alcuna prova che bere più acqua del necessario abbia effetti significativi sulla salute, come rendere la pelle più levigata o favorire la funzionalità renale. Eppure neanche la più autorevole delle pubblicazioni scientifiche riesce a scardinare il mito. E la corsa all abbeveramento continua. Negli Stati Uniti, oltre ai media, ci si mette anche il governo. Nel 2013 Sam Kass, allora consulente nutrizionale della Casa Bianca, dichiarò che «il 40 per cento degli Americani beve meno della metà della quantità d acqua raccomandata», mentre la first lady Michelle Obama lanciava la campagna Drink up per promuovere uno stile di vita sano tra i bambini, facendo impennare le vendite dell acqua in bottiglia. «Ma non è possibile - scrive Carroll - stabilire la quantità d acqua di cui un individuo ha bisogno. Dipende, naturalmente, da cosa mangia, dalla corporatura, da cosa fa e dove vive. Siamo in una Nazione in cui l accesso alle bevande è pressoché illimitato, è assurdo affermare che siamo tutti disidratati». Quindi, ancora, l invito a rilassarsi e respirare: «Il corpo umano è un congegno piuttosto intelligente. Quando è in riserva lancia segnali chiari, inequivocabili, che invitano ad afferrare la bottiglietta d acqua più vicina. E lo fa molto prima di rischiare la disidratazione». *BUSQUEDA ACTAS EN ITALIA *ASESORIAS JURIDICAS gmail.com Cel: Corinto 085 Lomas de Lo Aguirre Pudahuel Santiago

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Buongiorno a tutti voi! Oggi è la giornata dei diritti dell infanzia. Noi sappiamo che ogni bambino ha diritto di giocare, di andare a scuola, di

Buongiorno a tutti voi! Oggi è la giornata dei diritti dell infanzia. Noi sappiamo che ogni bambino ha diritto di giocare, di andare a scuola, di Buongiorno a tutti voi! Oggi è la giornata dei diritti dell infanzia. Noi sappiamo che ogni bambino ha diritto di giocare, di andare a scuola, di avere una famiglia. Ognuno di loro ha diritto al cibo,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

Caritas/Migrantes. Dossier Statistico Immigrazione 2009. XIX Rapporto. Immigrazione: conoscenza e solidarietà

Caritas/Migrantes. Dossier Statistico Immigrazione 2009. XIX Rapporto. Immigrazione: conoscenza e solidarietà Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 2009 XIX Rapporto Immigrazione: conoscenza e solidarietà In Europa, e specialmente nel nostro Paese, l immigrazione continua a crescere nonostante la crisi,

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Mons. Claudio Maria CELLI

Mons. Claudio Maria CELLI Mons. Claudio Maria CELLI Nella nostra storia c è quel detto famoso: tu uccidi un uomo morto, credo che dopo queste mattinate e pomeriggi così intensi è mio dovere essere il più breve possibile. Per me

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA Grazie. Dirò anche due cose su Venezia, impiegherò dieci minuti. Fatemi ricominciare riprendendo da dove ci siamo fermati questa mattina. E difficile per una persona che per

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

Parrocchia di San Paolo

Parrocchia di San Paolo Parrocchia di San Paolo Consiglio pastorale 27 Novembre 2011 Questa speciale edizione del Consiglio Pastorale prende vita in una soleggiata domenica novembrina: presenti 45 persone che, dopo aver celebrato

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli UNITÀ 2 Collegate la definizione alla parola corrispondente. Persone con handicap. 2 Persone senza genitori. 3 Persone che stanno in carcere. 4 Persone che hanno bisogno di aiuto. Persone che hanno dovuto

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

33ª DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO 15 NOVEMBRE 2015 - Anno B Colore liturgico: Verde

33ª DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO 15 NOVEMBRE 2015 - Anno B Colore liturgico: Verde Bollettino Parrocchia Santa Maria Assunta in Rubano 15/11/2015 - Pagina n 1 Parrocchia Santa Maria Assunta in Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 630 212-35030 RUBANO PD http://www.parrocchiarubano.it e-mail:

Dettagli

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA Preparazione biblica al Sinodo Diocesano Elaborata da Michele Tomasi Il sinodo diocesano è un percorso comune di tutta la comunità cristiana della diocesi.

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo adolescenti

Livello CILS A2 Modulo adolescenti Livello CILS A2 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

stampa distribuita gratuitamente

stampa distribuita gratuitamente Unità 1 Stampa rivolta a cittadini stranieri CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi scritti sulla stampa e l informazione a conoscere alcune espressioni senza l articolo a leggere le sigle

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

LA NOSTRA TESTIMONIANZA DI LAVORO E DI FESTA IN AMBIENTE MUSULMANO P. José Vega

LA NOSTRA TESTIMONIANZA DI LAVORO E DI FESTA IN AMBIENTE MUSULMANO P. José Vega LA NOSTRA TESTIMONIANZA DI LAVORO E DI FESTA IN AMBIENTE MUSULMANO P. José Vega I.- LA CHIESA IN MAROCCO: 1- Breve rassegna storica: Per poter presentare il testimonio di una Scuola cattolica in Marocco

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano-Pescara

Dettagli

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015)

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) Da circa otto mesi sto svolgendo un percorso di letture ad alta

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF

LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF Comitato Unicef Emilia Romagna Comitato Unicef Bologna LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF presso la Casa Circondariale di Bologna Le testimonianze delle detenute e delle volontarie Le detenute: B. O. (Romania)

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

22 febbraio 2013. Nel periodo della purificazione si assume un maggiordomo, che ha il compito di sorvegliare la casa.

22 febbraio 2013. Nel periodo della purificazione si assume un maggiordomo, che ha il compito di sorvegliare la casa. 1 22 febbraio 2013 Sesto incontro Introduzione Nella Teologia Spirituale troviamo tre tappe per la crescita dello spirito. Nella Religione Cattolica le tre dimensioni sono: la purificazione, l illuminazione,

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

LA SCUOLA IN ITALIA UNITÁ 20

LA SCUOLA IN ITALIA UNITÁ 20 LA SCUOLA IN ITALIA In Italia, l istruzione è obbligatoria per otto anni, dai sei ai quattordici anni di età. La scuola dell obbligo inizia con la scuola elementare, che dura cinque anni, e continua con

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA 1 QUADRIMESTRE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITÀ 1. L alunno riflette su Dio creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

UNA VITA PER LE RAGAZZE MADRI Intervista a Carolina Caspary, responsabile dell Hogar San Francisco a Posadas

UNA VITA PER LE RAGAZZE MADRI Intervista a Carolina Caspary, responsabile dell Hogar San Francisco a Posadas UNA VITA PER LE RAGAZZE MADRI Intervista a Carolina Caspary, responsabile dell Hogar San Francisco a Posadas Carolina Caspary è l assistente sociale argentina responsabile del Centro di accoglienza per

Dettagli

Flussi di cittadini in Italia

Flussi di cittadini in Italia Flussi di cittadini in Italia Il fenomeno dell immigrazione in Italia secondo gli ultimi dati del Ministero del lavoro riguarda più di 4 milioni di stranieri con un incidenza sulla popolazione

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE Gli Italiani vogliono essere indipendenti. Gli Italiani cercano di liberarsi dagli austriaci e dagli amici degli austriaci. Questo periodo si chiama RISORGIMENTO. Gli

Dettagli

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative Art.5. Agisce senza fini di lucro anche indiretto e non accetta regali o favori, se non di modico valore. ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI Codice Deontologico del Volontario adottato

Dettagli

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre!

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre! 1 Oleggio, 11/5/2014 IV DOMENICA DI PASQUA - ANNO A Letture: Atti 2, 14.36-41 Salmo 23 (22) 1 Pietro 2, 20-25 Vangelo: Giovanni 10, 1-10 Il Pastore Bello NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

Opere di misericordia 1

Opere di misericordia 1 Percorso di riscoperta delle Opere di misericordia 1 DAR DA MANGIARE AGLI AFFAMATI INSEGNARE AGLI IGNORANTI Spunti di riflessione per un dibattito sull Opera di misericordia corporale Dar da mangiare agli

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato Signor Presidente del Consiglio, Autorità civili, militari e

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

CONSIGLI PER IL VOLONTARIO

CONSIGLI PER IL VOLONTARIO ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI MESTRE CONSIGLI PER IL VOLONTARIO INDICE Cosa fare pag. 4 Consigli pag. 7 Cosa non fare pag. 8 Codice deontologico del volontario pag. 10 Caro Amico,

Dettagli

LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012.

LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012. LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012. II INCONTRO DI PASTORALE FAMILIARE 23.11.2013 [13] Un angelo del

Dettagli

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO associazione per il bambino in ospedale numero 34 maggio 2015 Amico ABIO UDINE Periodico quadrimestrale di informazione di ABIO Udine Onlus Direttore Responsabile: Paola Del Degan Redazione: Paola Caselli,

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita

Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita 17 ottobre 2009 Aicha e Achol sono due donne molto diverse, come diversa è la loro storia, che si intreccia solo pochi

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

vorrei anzitutto ringraziare la Camera di Commercio di Novara e l Università Amedeo Avogadro per avermi

vorrei anzitutto ringraziare la Camera di Commercio di Novara e l Università Amedeo Avogadro per avermi La responsabilità sociale delle imprese nel contesto del processo di internazionalizzazione e globalizzazione dei mercati Novara, 28 novembre 2005 Intervento Cari amici, vorrei anzitutto ringraziare la

Dettagli

Dagli Appennini alle Ande

Dagli Appennini alle Ande In questo numero: Dagli Appennini alle Ande Newsletter n 9 Febbraio 2008 Storia di un istituto di Lima : Casa hogar Juan Pablo II Se il Supremo Creatore ti da un figlio... Conosciamo la nostra equipe Ai.Bi.

Dettagli

Immigrati e rifugiati: Oltre gli stereotipi. Maurizio Ambrosini, università di Milano, direttore della rivista Mondi migranti

Immigrati e rifugiati: Oltre gli stereotipi. Maurizio Ambrosini, università di Milano, direttore della rivista Mondi migranti Immigrati e rifugiati: Oltre gli stereotipi Maurizio Ambrosini, università di Milano, direttore della rivista Mondi migranti Chi sono gli immigrati? ONU: L immigrato è una persona che si è spostata in

Dettagli

(ANNO SCOLASTICO 2015/18)

(ANNO SCOLASTICO 2015/18) (ANNO SCOLASTICO 2015/18) dal Rapporto La Buona Scuola. Facciamo crescere il Paese, frutto del lavoro portato avanti congiuntamente dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi e dal Ministro Stefania Giannini

Dettagli

Migrazioni e narrazioni in una quinta elementare di Rizziconi (RC)

Migrazioni e narrazioni in una quinta elementare di Rizziconi (RC) Tesi di Laurea: Per un archivio scolastico della memoria. Migrazioni e narrazioni in una quinta elementare di Rizziconi (RC) Lorena Maugeri Indice PREMESSA pag.4 PARTE PRIMA: MIGRAZIONI pag.12 Cap. I.

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

Dossier Statistico Immigrazione 2015

Dossier Statistico Immigrazione 2015 Dossier Statistico Immigrazione 2015 I paradossi dell immigrazione a cura di IDOS in partenariato con Confronti e in collaborazione con l UNAR Con il sostegno dei fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Ricerca Uil Scuola. da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70

Ricerca Uil Scuola. da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70 Ricerca Uil Scuola da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70 Non solo bambini Stranieri adulti sui banchi di scuola Una fotografia dell Italia che

Dettagli

EMERGENZA SIRIA Il dramma umanitario

EMERGENZA SIRIA Il dramma umanitario PROGETTI EMERGENZA SIRIA Il dramma umanitario Portiamo aiuti nelle città di Damasco, Aleppo, Latakia e Knayeh WWW.PROTERRASANCTA.ORG Chi siamo Associazione pro Terra Sancta è l organizzazione non governativa

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

anno ORATORIANO 2015-2016 gennaio 2016 porta la pace come Gesù

anno ORATORIANO 2015-2016 gennaio 2016 porta la pace come Gesù anno ORATORIANO 2015-2016 gennaio 2016 porta la pace come Gesù per tutte le notizie: www.oratoriobvidesio.it CARISSIMI GENITORI, RAGAZZI, ADOLESCENTI e GIOVANI, il tempo dell Epifania è il momento favorevole

Dettagli

Solo le montagne non s incontrano mai

Solo le montagne non s incontrano mai Laura Boldrini Solo le montagne non s incontrano mai Storia di Murayo e dei suoi due padri Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2013 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-06364-7 Prima edizione: marzo

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Tommaso

Dettagli

apparire sufficienti per la formazione di cristiani adulti. Oggi non è più così. Non a caso il Concilio ha proposto la Lectio Divina per tutti.

apparire sufficienti per la formazione di cristiani adulti. Oggi non è più così. Non a caso il Concilio ha proposto la Lectio Divina per tutti. PRESENTAZIONE Dalla relazione svolta dal card. Carlo M. Martini a Camaldoli, luglio 2002, al convegno Cristianesimo e democrazia nel futuro dell Europa. La Bibbia divenga il libro del futuro dell Europa

Dettagli

Dagli Appennini alle Ande Newsletter n 11 Aprile 2008

Dagli Appennini alle Ande Newsletter n 11 Aprile 2008 Formazione montuosa Sierra peruviana Dagli Appennini alle Ande Newsletter n 11 Aprile 2008 In questo numero: Seconda domenica di maggio: Festa della Mamma Volontari in azione! Alcune poesie dedicate alla

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli