ESAME DI STATO. Giuricich Andrea. Istituto Comprensivo Giovanni Randaccio. L'Acqua

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ESAME DI STATO. Giuricich Andrea. Istituto Comprensivo Giovanni Randaccio. L'Acqua"

Transcript

1 ESAME DI STATO Giuricich Andrea Istituto Comprensivo Giovanni Randaccio L'Acqua

2 TECNOLOGIA L'Energia Idroelettrica L'energia idroelettrica è quel tipo di energia che sfrutta la trasformazione dell'energia potenziale gravitazionale, posseduta dall'acqua in quota, in energia cinetica, la quale viene trasformata, con un alternatore e una turbina, in energia elettrica.

3 Energia idroelettrica è un termine usato per definire l energia elettrica ottenibile a partire da una caduta d acqua, convertendo l energia meccanica contenuta nella portata d acqua trattata. Gli impianti idraulici, quindi, sfruttano l energia potenziale meccanica contenuta in una portata di acqua che si trova disponibile ad una certa quota rispetto al livello delle turbine. Queste sono macchine motrici, che hanno il compito di trasformare l energia potenziale dell acqua in energia elettrica. L energia idroelettrica è molto diffusa nei paesi in cui vi è una certa abbondanza di corsi d acqua e di laghi.

4 Le percentuali delle tecniche usate per produrre energia elettrica

5 Esistono vari tipi di diga: nelle centrali a salto si sfruttano grandi altezze di caduta disponibili nelle regioni montane. Nelle centrali ad acqua fluente si utilizzano invece grandi masse di acqua fluviale che superano piccoli dislivelli; per far questo però il fiume deve avere una portata considerevole e un regime costante. La produzione di energia idroelettrica può avvenire anche attraverso lo sfruttamento del moto ondoso, delle maree e delle correnti marine. In questo caso si parla di energia mare motrice.

6 GEOGRAFIA La Cina Il primato per potenza e produzione di energia idroelettrica spetta alla Cina, grazie all'importanza della sua rete fluviale, infatti la Cina è il paese con la maggior concentrazione di centrali idroelettriche al mondo. La Cina progetta nei prossimi 20 anni la costruzione di una dozzina di impianti idroelettrici, con una capacità stimata attorno ai 90 milioni di kilowatt.

7 LA Diga delle Tre Gole La Diga delle Tre Gole, costruita sul Fiume Azzurro, è la più grossa centrale idroelettrica al mondo. È una diga per la produzione di energia idroelettrica nella provincia di Hubei (centro-est), e rappresenta l'impianto con la maggior produzione idroelettrica mai realizzato.

8 Pro / Contro La realizzazione dell'opera è stata necessaria per il contenimento del rischio di inondazioni nella parte meridionale del paese, per rendere navigabile l'alto corso del fiume Yangtze e per produrre energia elettrica. Il progetto è stato da sempre contestato dalle associazioni ambientaliste per l'elevato impatto ambientale e per l'elevato numero di persone sfollate.

9 CARATTERISTICHE DELLA DIGA La diga ha un'altezza di 180 m ed una lunghezza complessiva di 2310 m. Il bacino è lungo più di km² e contiene 20 miliardi di m³ con l'acqua all'altezza normale di 170 m sullo sbarramento, con una capienza massima di 40 miliardi di m³. La centrale elettrica è dotata di 26 turbine Francis ciascuna di 700 MW di potenza nominale per un totale di 20 GW. La produzione annua è circa il 3% dell'energia elettrica consumata in Cina, che corrispondono a circa 140 milioni di barili di petrolio. La media portata del fiume alla foce è di circa m³/s. La diga è in grado di avere una portata massima di m³/s.

10 IDROGRAFIA E IL TERRITORIO CINESE I tre maggiori sistemi fluviali della Cina sono lo Yangtze, lo Huang He e il Xi Jiang, che scorrono tutti da ovest a est verso l'oceano Pacifico. Il principale fiume della Cina del Nord è lo Huang He, anche noto come "sventura della Cina" a causa delle sue devastanti inondazioni nel corso della storia. Il fiume Yangtze nella Cina centrale è il fiume più lungo dell'asia e scorre percorrendo circa 6000 km. La superficie della Cina è di km², di poco inferiore all'intera Europa, il che ne fa lo Stato più esteso dell'asia orientale; la popolazione è di oltre persone, pari a circa il 20% della popolazione mondiale: la Cina è il paese più popoloso del mondo. Idealmente si potrebbe dividere la Cina il 6 parti, Nord ovest, Mongolia, Cina settentrionale, Cina Meridionale, Estrema regione sud occidentale della Cina

11 SCIENZE La Tensione Superficiale

12 Introduzione Se osserviamo l'acqua che sgocciola da un rubinetto, vediamo che ogni goccia resta attaccata al bordo e dondola per un istante come appesa a un filo. Quando la forza di gravità rompe questo equilibrio, la goccia cade assumendo prima una forma allungata e poi quella di una sfera.

13 Un ago, una lametta da rasoio o una monetina appoggiati delicatamente sulla superficie dell'acqua di un bicchiere gallegiano, nonostante siano di metallo. Negli stagni è facile vedere le idrometre e altri insetti che camminano sulla superficie dell'acqua, quasi come se fosse solida.

14 La tensione superficiale è una conseguenza dell'attrazione reciproca delle molecole d'acqua determinata dall'instaurarsi dei legami ad idrogeno; Questa attrazione, se si verifica tre molecole della stessa sostanza, è detta coesione.

15 In breve La tensione superficiale esiste grazie al legame ad idrogeno. Due poli inversi, negativo e positivo, si attraggono. La molecola d'acqua, per la sua particolare struttura, ha un polo negativo costituito dall'atomo di ossigeno e uno positivo costituito dai due atomi di idrogeno. La molecola dell'acqua è tenuta insieme dal legame covalente. In questo modo gli atomi di idrogeno attirano i poli negativi di altre molecole d'acqua formando un reticolo che da origine alla tensione superficiale e formano il legame ad idrogeno.

16 Liquido che bagna L'acqua, a causa delle sue cariche positive e negative, tende anche ad attrarre fortemente altre molecole polari e superfici dotate di carica; Tale attrazione tra molecole di sostanze differenti è detta adesione. La capacità dell'acqua di "bagnare" una superficie, cioè di aderire ad essa, è un'altra conseguenza della sua struttura polare.

17 EDUCAZIONE FISICA Lo sport della vela

18 Al mare si possono praticare molti sport, ma secondo me, il più bello è quello della vela, uno sport dove si sta a stretto contatto con la natura, il vento e il mare. Quando si parla di sport della vela ci si riferisce di solito alla pratica sportiva della navigazione a vela, anche se la propulsione a vela accomuna molti sport, anche molto differenti fra loro ad es.: il volo a vela, l'aquilonismo, lo snow-kite, kite-surf, etc.). Lo sport della vela si distingue dagli altri sport velici perché richiede l'uso di imbarcazioni (che possono essere di dimensioni estremamente ridotte, come nel caso delle tavole a vela, o estremamente grandi, come nel caso delle competizioni fra maxi yacht o multiscafi). Tali imbarcazioni devono ricevere la loro propulsione esclusivamente da una o più vele, e devono essere manovrate manualmente da equipaggi composti da una o più persone.

19 LA MIA BARCA, Il Laser In modo particolare parlerò del Laser, che è l'imbarcazione con la quale svolgo la mia attività agonistica da un anno, dopo aver svolto per 5 anni l'attività con l'optimist, una piccola barca adatta ai bambini per iniziare ( 7-14 anni ) lo sport della vela.

20 IL PRIMO LASER Il Laser è stato disegnato da Bruce Kirby nel 1970, ha avuto una straordinaria diffusione in tutto il mondo, ed ora ci sono più di barche prodotte.

21 Le Darticolarita' Del Laser Il segreto del suo successo è che scafo, albero e vela sono prodotti da un unico cantiere in modo tale da far vincere solo le doti del velista, invece che la qualita' della propria barca. La sua forza sta nella semplicità: linee dello scafo pulite, poche regolazioni, dotata di una deriva mobile, con l albero divisibile in due parti, la parte alta uguale per tutti i tipi di laser ( standard, radial e 4.7 ), e la parte bassa che invece cambia di lunghezza e inclinazione fra i vari tipi di laser. Il laser 4.7 ha, per esempio, la parte bassa più corta e maggiormente flessa verso poppa per equilbrare la barca dato che la vela è più piccola. L'albero è incastrato nella scassa e la sua flessione è regolata dal vang.

22 Le Competizioni Il Laser Standard è utilizzato nelle competizioni olimpiche per i maschi, mentre il Laser Radial è classe olimpica per le femmine, comunque si potra` partecipare a regate nazionali, Europee e mondiali, grazie alla partecipazione alle regate piu` semplici con le quali tu puoi qualificare. Regatare con questa imbarcazione richiede una grande preparazione atletica.

23 Le andature

24 ITALIANO L'Acqua nella poesia di Ungaretti

25 INTRODUZIONE L'acqua ha da sempre ispirato poeti e scrittori di ogni nazionalità. Forse perché riesce ad ispirare purezza ed è capace di far rievocare alla mente ricordi ormai lontani, ricordi lieti e ricordi tristi. Inoltre è uno strumento potente della natura che si può trasformare anche in strumento di distruzione e di morte. Ne sono tristi esempi inondazioni, frane e smottamenti, valanghe, uragani.

26 Nella poesia I Fiumi, Ungaretti racconta di un buon bagno ristoratore nel fiume Isonzo durante la Grande Guerra, un bagno che riesce a rievocare nella sua mente ricordi della sua infanzia lontana, ricordi legati a tre fiumi importanti. I tre fiumi sono il Serchio, il Nilo e la Senna. Se in futuro la purezza e le qualità dell'acqua che sono state fonte di ispirazione per tanti poeti verranno a mancare a causa dell'inquinamento e delle azioni dell'uomo, l'acqua potrà ancora essere fonte di ispirazione?

27 Giuseppe Ungaretti, I Fiumi Cotici, 16 agosto Mi tengo a quest albero mutilato 2 abbandonato in questa dolina 3 che ha il languore 4 di un circo 5 prima o dopo lo spettacolo 6 e guardo 7 il passaggio quieto 8 delle nuvole sulla luna. 9 Stamani mi sono disteso 10 in un urna d acqua 11 e come una reliquia 12 ho riposato. 13 L Isonzo scorrendo 14 mi levigava 15 come un suo sasso. 16 Ho tirato su 17 le mie quattr ossa 18 e me ne sono andato 19 come un acrobata 20 sull acqua. 21 Mi sono accoccolato 22 vicino ai miei panni 23 sudici di guerra 24 e come un beduino 25 mi sono chinato a ricevere 26 il sole. 27 Questo è l Isonzo 28 e qui meglio 29 mi sono riconosciuto 30 una docile fibra 31 dell universo. 32 Il mio supplizio 33 è quando 34 non mi credo 35 in armonia. 36 Ma quelle occulte 37 mani 38 che m intridono 39 mi regalano 40 la rara 41 felicità. 42 Ho ripassato 43 le epoche 44 della mia vita. 45 Questi sono 46 i miei fiumi. 47 Questo è il Serchio 48 al quale hanno attinto 49 duemila anni forse 50 di gente mia campagnola 51 e mio padre e mia madre. 52 Questo è il Nilo 53 che mi ha visto 54 nascere e crescere 55 e ardere d inconsapevolezza 56 nelle estese pianure. 57 Questa è la Senna 58 e in quel suo torbido 59 mi sono rimescolato 60 e mi sono conosciuto. 61 Questi sono i miei fiumi 62 contati nell Isonzo. 63 Questa è la mia nostalgia 64 che in ognuno 65 mi traspare 66 ora ch è notte 67 che la mia vita mi pare 68 una corolla 69 di tenebre. Tratta dalla raccolta L'Allegria, 1931

28 Analisi della poesia I quattro fiumi rappresentano i periodi riconoscibili nell esistenza del poeta: Il Serchio, il fiume che bagna la città di Lucca, terra di provenienza della sua famiglia, lega le sue origini e le sue radici; Il Nilo, il fiume di Alessandria d Egitto, che l ha visto «ardere d inconsapevolezza», simboleggia le stagioni libere e spensierate dell infanzia e dell adolescenza; La Senna, il fiume di Parigi, città in cui Ungaretti si forma come uomo e come artista, rappresenta l età della conoscenza di sé; L Isonzo simboleggia il recupero del proprio passato attraverso la memoria e la raggiunta consapevolezza del tempo presente.

29 L acqua, elemento fondante di tutta la lirica, è simbolo della catarsi del poeta. Il contatto fisico con le acque dell Isonzo gli permette di ripercorrere le tappe della sua vita, di lavare via i dolori dell esistenza presente e di potersi riconoscere attraverso l acqua in armonia con ciò che lo circonda. Attraverso l acqua Ungaretti arriva alla conquista della consapevolezza di sé, della propria identità, che deriva dal recupero del proprio passato (il Serchio, il Nilo, la Senna), contenuto nel presente (l Isonzo). Il primo tema della poesia è il recupero del passato attraverso la memoria e il secondo tema è il recupero di un rapporto di armonia con il creato, che l'esperienza della guerra sembra avere infranto. Bagnandosi nelle acque dell'isonzo, il poeta ha la sensazione di essere in piena sintonia con l'universo e con se stesso.

30 Breve Biogarafia di G.Ungaretti Giuseppe Ungaretti nacque ad Alessandria d'egitto nel 1888 e qui trascorse la sua giovinezza. Nel 1912 si trasferì a Parigi, dove completò la propria formazione culturale e venne a contatto con importanti personalità artistiche e letterarie di quel tempo. Tornato in Italia, prese parte, come volontario, alla Prima guerra mondiale. Alla fine della guerra si stabilì a Roma. Nel 1936 ricevette l'incarico di insegnare letteratura italiana all'università di San Paolo in Brasile. Rientrato in Italia nel 1942, continuò il suo insegnamento all'università di Roma. Morì a Milano nel le sue raccolte di versi più importanti sono: Il porto sepolto, L'allegria, Sentimento del tempo, Il dolore.

31 STORIA La prima guerra mondiale La guerra di trincea

32 Uno dei fattori che caratterizzò il primo conflitto mondiale fu che le battaglie furono combattute lungo un vasto fronte per la conquista di pochi chilometri, per questo la prima Guerra Mondiale passò alla storia anche con il nome di "guerra di posizione" o "guerra di trincea". Durante la Grande Guerra infatti migliaia di uomini persero la vita per conquistare e difendere pochi metri, al freddo, alle intemperie, morendo colpiti dalle malattie e dai cecchini. Per guerra di trincea s'intende un tipo di guerra di posizione nella quale la linea del fronte consiste in una serie di trincee.

33 Le Cause Il 28 giugno 1914 a Sarajevo il principe ereditario asburgico Francesco Ferdinando e la moglie vengono uccisi in un attentato. Ritenendo responsabile la Serbia, l Austria-Ungheria dichiara guerra e invade il Regno balcanico, dando inizio a un conflitto che in breve tempo divampa in tutto il mondo. Immediatamente l Europa si divide in due schieramenti contrapposti, che con la guerra intendono conquistare il predominio economico-finanziario e l affermazione della propria supremazia politica. Alla lotta tra il capitalismo franco-britannico e quello tedesco per la divisione delle aree di influenza economica e la conquista dei mercati mondiali, prima e fondamentale causa della guerra, si affiancano le situazioni critiche e i motivi di contrasto presenti all interno di ciascun Stato (contrasti etnici, politici e sociali, questioni nazionali e di confine, ambizioni coloniali). Va inoltre considerato che, già all inizio del secolo, gli apparati bellici, la potenza e lo sviluppo degli armamenti, l influenza dei militari sui politici sono fattori che propagano nella società un clima di accentuato militarismo, inducendo alla fine i governi a ricercare nella guerra la possibile risoluzione dei loro problemi.

34 Gli Schieramenti

35 I Due Fronti

36 La Guerra di Trincea sull'isonzo La valle dell'isonzo fu teatro, durante la prima guerra mondiale, delle maggiori operazioni militari sul fronte italiano dal 1915 al 1917, note come le dodici battaglie dell'isonzo, dove oltre soldati italiani e austro-ungarici vi trovarono la morte. La guerra fu nello stesso tempo l'ultimo conflitto del passato (guerra di trincea e lenta), ma anche il primo grande conflitto in cui si usarono appieno tutti i mezzi moderni, come aeroplani, mezzi corazzati, sommergibili e le armi chimiche, tra cui il gas.

37 Durante i primi anni della guerra fu sul fronte dell'isonzo che si combatterono le battaglie più dure e cruente, ed questo fiume assunse fin dall'inizio grande importanza strategica nei piani italiani perchè costituiva un ostacolo quasi invalicabile. Le linee trincerate dovettero adattarsi all'orografia e alle caratteristiche del campo di battaglia. Dal monte Sabotino le trincee austro-ungariche difendevano la città di Gorizia fino ad oltrepassare l'isonzo. La guerra rese famose le zone di San Martino del Carso, monte Sei Busi, Doberdò. Da tutte e due le parti del fronte, venne evacuata la maggior parte dei civili dalle città e dai paesi vicini alla linea del fronte. Dalla parte austriaca, vennero evacuate in particolare Gorizia, l'istria e le aree del Carso e del Collio, i cui abitanti vennero portati all'interno dell'impero in campi per profughi. Mentre nei territori italiani vennero trasferiti nelle varie località del Regno e in varie città o sperduti paesi dell'italia Meridionale.

38 CAPORETTO E LA FINE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE Dopo il ritiro della Russia, Austria e la Germania concentrarono tutte le loro forze sul fronte Italiano; il 24 ottobre fu sferrato un attacco a Caporetto a cui l'esercito italiano non riuscì a resistere. La "disfatta" di Caporetto testimoniò la disorganizzazione, l'incapacità strategica e la mancanza di compattezza delle truppe italiane. Il paese diede prova di una forte capacità di reazione e formò un governo di solidarietà nazionale con a capo Vittorio Emanuele Orlando. Il comando dell'esercitò fu affidato al generale Armando Diaz. Nella primavera del 1918 l'esercito tedesco sferrò una grande offensiva per cercare di piegare la Francia. Tra marzo e luglio il fronte occidentale venne sfondato più volte e le truppe tedesche penetrarono nelle linee degli anglofrancesi, i quali sferrarono un violento e vittorioso contrattacco che sfondò il fronte tedesco. L'imperatore tedesco propose un armistizio, ma la Triplice Intesa pretese un'arresa totale. Dopo aver resistito con successo agli attacchi austriaci l'esercito italiano riuscì a sconfiggerli definitivamente a Vittorio Veneto il 24 ottobre L'Austria firmò l'armistizio il 4 novembre 1918 e la Germania l'11. La Grande Guerra finì ma si lasciava alle spalle una pesante eredità di distruzioni economiche, di conflitti sociali e di tensioni politiche.

39 MUSICA Giovanni Allevi

40 Biografia Nato il 9 aprile 1969 ad Ascoli Piceno, Giovanni, figlio di genitori musicisti, trascorre l'infanzia completamente immerso nella musica classica. Si avvicina di nascosto al pianoforte, ed inizia un solitario viaggio alla scoperta degli elementi fondamentali del linguaggio musicale: scale, intervalli, accordi. Proseguono i suoi incontri segreti con il pianoforte fino a 10 anni, quando in occasione di una recita a scuola esce allo scoperto, con una sorprendente esecuzione di un breve brano di Chopin. Da quel momento i genitori si convincono che Giovanni deve intraprendere il percorso accademico. GLI STUDI: Giovanni studia pianoforte all'istituto Musicale G. Spontini di Ascoli Piceno e si diploma a 21 anni con il massimo dei voti al Conservatorio F. Morlacchi di Perugia. Giovanni scrive numerose composizioni, ma le tiene chiuse gelosamente in un cassetto, e inizia un'intensa attività di concertista classico in Italia. Si iscrive alla Facoltà di Filosofia dell'università di Macerata e decide di affrontare lo studio della Composizione al Conservatorio G. Rossini di Fermo. All'esame di ammissione porta una sua Fuga in stile contrappuntistico, genere musicale che si affronta solo al settimo anno.

41

42 INGLESE The Slaves Trade

43 TEDESCO Der Mauerbau

44 Die Berliner Mauer ist am 13. August 1961 gebaut worden und sie war 3-4 Meter hoch und 150km lang. Zwischen 1949 und 1961 hatten fast 3 Millionen DDR-Buerger die DDR verlassen und die Meisten waren Jungen und qualifizierte Arbeitskraefte. Die DDR-Regierung wollte mit der Mauerbau verhindern, dass die DDR-Buerger in den Westen fluechteten. Die DDR-Regierung musste diese Flucht stoppen, weil diese Flucht nach Westen eine katastrophale Folge fuer die DDRWirtschaft hatte. Viele Menschen sind beim Versuch, die Mauer zu ueberwinden, gestorben. Am 9. November 1989 ist di Berliner Mauer gefallen. Heute sind nur noch wenige Teilstuecke geblieben.

45 Berlin war in zwei Teilen geteilt: West Deutschland war amerikanisch und Ost Deutschland war sowjetisch.

46 Inglese New Zealand And Maori

47

48 The animal symbol of New Zealand is the kiwi, a sort of prehistoric night - bird, without wings, and with a very long beak, that it uses to find food deep in the ground. The evolution has brought in this animal to shrink in size, making it roughly the size of a cat, but did not decrease the size of his eggs so that they appear sproporzionate to the body. In New Zealand there are no endemic species of mammals. The only mammals found by early Maori were some bats probably coming from Australia. The settlers introduced the possum from Australia to exploit commercially the valuable fur. However, the voracious possums, unfortunately, has upset the balance of wildlife in the country, causing the extinction of more than 1300 species of birds and the kiwi is at risk, because the adult possums attack it and devour the eggs. New Zealanders are frantically active in trying to eradicate the more than 70 million copies of possums, before further damage the local ecosystem. For this reason, any initiative that involves the physical removal of possums, it is tagged in New Zealand as "ecological". Huber Broun is an endemic species of ant, typical of New Zealand, and therefore little known observation difficult.

49

50 A particular features of New Zealand's magnificent scenery, almost surreal. In fact, these landscapes have become a great fantasy film scenarios, such as The Lord of the Rings, The Chronicles of Narnia and TV series such as Legend of the seeker. Born in Mount Albert (Auckland), singer, actress Lucy Lawless is from New Zealand, famous for Xena - Warrior Princess.

51 In New Zealand there is a hill, just above 300 m which has the world's longest geographical name. It is composed of 85 letters and is virtually impossible to read. Its name in Italian means "the summit where Tamatea, the man with the big knees, conqueror of mountains, went and played the flute for his beloved." It is one of the first nations in the world to celebrate the New Year. It s 11 hours ahead of Italy. Hello in maori is pronounced ha-o,ћао, ćao ("goodbye" or "hello")

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del Giuseppe Ungaretti Giuseppe Ungaretti nacque nel 1888 ad Alessandria d Egitto, dove i suoi genitori, che erano originari di Lucca, si erano trasferiti in quanto il padre lavorava alla realizzazione del

Dettagli

La prima Guerra Mondiale. IV F La prima guerra mondiale 1

La prima Guerra Mondiale. IV F La prima guerra mondiale 1 La prima Guerra Mondiale IV F La prima guerra mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile

Dettagli

La prima Guerra Mondiale

La prima Guerra Mondiale La prima Guerra Mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile Lo stato e la censura La

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE ALLA FINE DEL XIX SECOLO I RAPPORTI FRA GLI STATI DIVENTANO SEMPRE PIÙ TESI CAUSE COMPETIZIONE ECONOMICA RIVALITA COLONIALI POLITICHE NAZIONALISTICHE

Dettagli

La prima Guerra Mondiale

La prima Guerra Mondiale La prima Guerra Mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile Lo stato e la censura La

Dettagli

Il viaggio e la ricerca di una patria

Il viaggio e la ricerca di una patria Autrici: Aurora Baccari Silvia Giuliani Charlotte Ramires Sara Santini Classe 2B linguistico Il viaggio e la ricerca di una patria Il nostro lavoro si basa principalmente su due argomenti: la ricerca di

Dettagli

CLASSE V(a cura della prof.ssa Midolo) G. UNGARETTI UNGARETTI SENTIMENTO DEL TEMPO. ( 2 RACCOLTA)

CLASSE V(a cura della prof.ssa Midolo) G. UNGARETTI UNGARETTI SENTIMENTO DEL TEMPO. ( 2 RACCOLTA) ITALIANO CLASSE V(a cura della prof.ssa Midolo) G. UNGARETTI UNGARETTI SENTIMENTO DEL TEMPO. ( 2 RACCOLTA) SIAMO NEL DOPOGUERRA (METÁ ANNI 20-30) IN PIENO FASCISMO, C É UN REGIME DITTATORIALE ED ANCHE

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale La Germania Era l'ultima tra le potenze arrivate Per poter conquistare e mantenere le proprie colonie, potenzia l'esercito e la flotta più delle altre nazioni europee, che non

Dettagli

CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE

CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE 1 CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE La passione per la storia risale ai primi anni della mia vita e ora, che ho dieci anni, continuo ad avere interesse per tutto ciò

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale CAUSE POLITICHE 1. Le cause Contrasti Francia Germania per l Alsazia Lorena Contrasto Italia Impero Austro Ungarico per Trento e Trieste Espansionismo di Austria, Russia e Italia

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE Premessa: Le nazioni europee più forti Vogliono imporsi sulle altre Rafforzano il proprio esercito Conquistano le ultime zone rimaste libere in Africa e Asia (colonie) Si creano

Dettagli

Energy in our life. 6. Perché risparmiare energia? 1. Forme di energia:

Energy in our life. 6. Perché risparmiare energia? 1. Forme di energia: Energy in our life 1. Forme di energia: Energia meccanica; Energia nucleare; Energia elettrica; Energia chimica; Energia termica; 1. Consumi nel mondo; 2. Consumi in italia; 3. Consumi in Sicilia; 4. Energia

Dettagli

La Prima guerra mondiale. Lezioni d'autore

La Prima guerra mondiale. Lezioni d'autore La Prima guerra mondiale Lezioni d'autore Carta dell Europa al 1914, da www.silab.it/storia L Europa del secondo Ottocento Periodo di pace, dalla guerra franco-tedesca del 1870 alla guerra 1914-1918. Modifiche

Dettagli

Acqua in cambio di energia. Lucia Grugni, 2 a C

Acqua in cambio di energia. Lucia Grugni, 2 a C Acqua in cambio di energia Lucia Grugni, 2 a C Energia idroelettrica L energia idroelettrica si ottiene sfruttando il movimento di grandi masse di acqua in caduta. Queste producono energia cinetica che

Dettagli

Giuseppe Ungaretti. Barbic Kristina 5 B Grafici

Giuseppe Ungaretti. Barbic Kristina 5 B Grafici Barbic Kristina 5 B Grafici Giuseppe Ungaretti Vita e opere Giuseppe Ungaretti nacque nel 1888 ad Alessandria d'egitto da genitori toscani: il padre lavorò come operaio nel canale di Suez e morì quando

Dettagli

LE BATTAGLIE DELL ITALIA 1940-1941

LE BATTAGLIE DELL ITALIA 1940-1941 LE BATTAGLIE DELL ITALIA 1940-1941 Alla fine del 1940 l Italia invade la Grecia. L impresa è più difficile del previsto e deve chiedere aiuto ai tedeschi L esercito italiano e quello tedesco combattono

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale dura dal 1939 al 1945 ed è una guerra totale, cioè coinvolge tutto il mondo. da un lato i regimi nazifascisti, gli STATI DELL ASSE, cioè Germania,

Dettagli

Application: the Vajont Landslide

Application: the Vajont Landslide Application: the Vajont Landslide Extract from a meeting in Lecco about landslides By M. Papini www.engeology.eu VAJONT: 9 OTTOBRE 1963 Un sasso è caduto in un bicchiere, l acqua è uscita sulla tovaglia.

Dettagli

GLI ANIMALI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

GLI ANIMALI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE GLI ANIMALI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE I CAVALLI La prima guerra mondiale sfruttò moltissimo gli animali; cani, asini, muli, cavalli e piccioni vennero largamente usati nelle operazioni militari, in un

Dettagli

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA VOLUME 1 CAPITOLO 0 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: Terra... territorio...

Dettagli

Simbolismi Storici dell Architettura

Simbolismi Storici dell Architettura Simbolismi Storici dell Architettura Mariachiara Mongelli Facoltà di Architettura Corso di Laurea Magistrale in Progettazione architettonica Federico Petronzi Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea

Dettagli

Città di Seregno Consiglio Comunale dei Ragazzi anno scolastico 2009/2010. 20 anniversario della CADUTA del MURO di BERLINO

Città di Seregno Consiglio Comunale dei Ragazzi anno scolastico 2009/2010. 20 anniversario della CADUTA del MURO di BERLINO Città di Seregno Consiglio Comunale dei Ragazzi anno scolastico 2009/2010 20 anniversario della CADUTA del MURO di BERLINO Premessa Al termine della seconda guerra mondiale (1939 1945) la Germania, sconfitta,

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia.

LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia. LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia. La Francia e l Inghilterra a loro volta intervennero a sua difesa. Cosi Hitler

Dettagli

Viaggio in Veneto e Friuli Venezia Giulia

Viaggio in Veneto e Friuli Venezia Giulia Viaggio in Veneto e Friuli Venezia Giulia Percorso sulla Prima guerra mondiale (Fronte italiano: Guerra italo-austriaca 1915-1918) Obiettivo irredentista dell Italia: annessione del Trentino e Sud Tirolo,

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale Il 1 settembre 1939 Hitler attacca la Polonia con il pretesto di occupare il corridoio di Danzica video A questo punto Francia e Inghilterra, decise a non permettere ulteriori

Dettagli

Liceo di Sachem Nord

Liceo di Sachem Nord Liceo di Sachem Nord 1 La Geografia d Italia In this unit the students will review the more salient points of Italy s geography. By the end of the unit, the students will be able to: 1. Discuss the geographic

Dettagli

QUESTIONARIO. Progetto HOPEurope Speranza Europa

QUESTIONARIO. Progetto HOPEurope Speranza Europa QUESTIONARIO Progetto HOPEurope Speranza Europa Costruire cittadinanza, democrazia, pace e sostenibilità in un Europa unita e multilivello Scuole ed enti d'istruzione e formazione superiore Liguria 2014

Dettagli

Progetto ARACNE Laboratorio di Eccellenza Certificato LICEO CLASSICO MARIO PAGANO (CB)

Progetto ARACNE Laboratorio di Eccellenza Certificato LICEO CLASSICO MARIO PAGANO (CB) Progetto ARACNE Laboratorio di Eccellenza Certificato LICEO CLASSICO MARIO PAGANO (CB) Il termine ENERGIA deriva dal tardo latino energīa, che a sua volta deriva dal greco ἐνέργεια (energheia). L energia

Dettagli

Forme di energia alternative

Forme di energia alternative Forme di energia alternative L energia, bene primario della nostra società, è utilizzata costantemente durante tutto l arco della giornata, da quando ci svegliamo la mattina fino a quando andiamo a dormire

Dettagli

Superficie: 331.689 km² Popolazione: 85.700.000

Superficie: 331.689 km² Popolazione: 85.700.000 Superficie: 331.689 km² Popolazione: 85.700.000 Il territorio del Vietnam Il Vietnam è uno stato del Sud-est Asiatico. Confina a nord con la Cina, a Ovest con il Laos e la Cambogia, a est e a sud si affaccia

Dettagli

L ATOMO. Risponde (o almeno ci prova)

L ATOMO. Risponde (o almeno ci prova) L ATOMO Di cosa sono fatte le cose? Come si è arrivati a capire gli atomi? Com è fatto un atomo? Quanto è grande un atomo? Che atomi esistono in natura? Perché esistono gli atomi? Risponde (o almeno ci

Dettagli

PRIMA GUERRA MONDIALE

PRIMA GUERRA MONDIALE Capitolo 4L A PRIMA GUERRA MONDIALE Il mondo durante la Prima Guerra Mondiale Alle origini del conflitto Nel 1914 l Europa era percorsa da molteplici tensioni e da rivalità profonde tra gli Stati, che

Dettagli

Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia

Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia Energia deriva dalla parola greca energheia che significa attività. Nei tempi antichi il termine energia venne usato per indicare forza, vigore, potenza

Dettagli

Linda (3^C)! I CONFLITTI PER L ACQUA!

Linda (3^C)! I CONFLITTI PER L ACQUA! Linda (3^C)! I CONFLITTI PER L ACQUA! L acqua!! L acqua è un composto chimico, in cui i due atomi di idrogeno sono legati all'atomo di ossigeno con legame covalente. L acqua viene anche chiamata ORO BLU,

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

Produzione di energia elettrica

Produzione di energia elettrica Produzione di energia elettrica LE CENTRALI IDROELETTRICHE Classe 3 Ael a.s. 2011-2012 la dispensa si trova sul sito www.webalice.it/s.pollini nella sezione scuola www.webalice.it/s.pollini 1 L energia

Dettagli

CICLO DELL ACQUA. Marco Carozzi

CICLO DELL ACQUA. Marco Carozzi CICLO DELL ACQUA Marco Carozzi Sommario Ciclo biogeochimico La molecola d acqua: breve introduzione Ciclo dell acqua ed elementi del ciclo evaporazione, evapotraspirazione, condensazione, precipitazioni,

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

Subiaco 2012 Idrogeologia! L'Idrogeologia da idro "acqua e geo-logos "discorso relativo alla Terra" è una parte dell idrologia che si occupa della distruzione e dei movimenti delle acque sotterranee. Il

Dettagli

Le centrali idroelettriche

Le centrali idroelettriche Le centrali idroelettriche 1 Una centrale idroelettrica può definirsi una macchina in grado di trasformare l'energia potenziale dell'acqua, legata al fatto che l'acqua si trova ad un livello superiore

Dettagli

PROGRAMMA D ESAME STORIA E GEOGRAFIA Classe III A

PROGRAMMA D ESAME STORIA E GEOGRAFIA Classe III A Scuola Media Seghetti Figlie del sacro Cuore di Gesù Piazza Cittadella, 10 VERONA PROGRAMMA D ESAME E Classe III A ANNO SCOLASTICO 2012-2013 Prof.ssa Ruffo Laura DIRITTI UMANI E VIOLAZIONI, LIBERTÀ, FORME

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

IL MIRACOLO DELLA TREGUA DI NATALE

IL MIRACOLO DELLA TREGUA DI NATALE IL MIRACOLO DELLA TREGUA DI NATALE CENTENARIO DELLE TREGUE DI NATALE Venerdì 25 dicembre 1914, Belgio, settore settentrionale del fronte occidentale, trincee delle Fiandre, sud di Ypres: è il primo Natale

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE CONCORSO A.N.P.I. IC S.P. DAMIANO Scuola secondaria di 1 grado Classe: 3^C Insegnante: Anita Vitali Discipline: Italiano e Storia Abbiamo colto l occasione offerta da questo concorso per affrontare lo

Dettagli

LA GRECIA. -Forma di governo: Repubblica. -Capitale: Atene. -Lingua: greco. -Religione: ortodossa. -Moneta: euro

LA GRECIA. -Forma di governo: Repubblica. -Capitale: Atene. -Lingua: greco. -Religione: ortodossa. -Moneta: euro LA GRECIA -Forma di governo: Repubblica -Capitale: Atene -Lingua: greco -Religione: ortodossa -Moneta: euro La Grecia si trova nel sud dei monti Balcani. La Grecia confina a nord con l Albania, la Macedonia

Dettagli

E NON RINNOVABILI. La Forza Della Natura. Ricerca Scolastica! 1

E NON RINNOVABILI. La Forza Della Natura. Ricerca Scolastica! 1 FONTI RINNOVABILI E NON RINNOVABILI La Forza Della Natura Ricerca Scolastica! 1 FONTI RINNOVABILI Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica

Dettagli

Inizia presentazione

Inizia presentazione Inizia presentazione Che si misura in ampère può essere generata In simboli A da pile dal movimento di spire conduttrici all interno di campi magnetici come per esempio nelle dinamo e negli alternatori

Dettagli

I N T R O D U Z I O N E

I N T R O D U Z I O N E REGOLAMENTO INTRODUZIONE Anno Domini è un gioco di strategia e conquista. ambientato nel medioevo. Il miglior modo per imparare a giocare è quello di leggere attentamente il regolamento, passo dopo passo.

Dettagli

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo:

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo: 01 L Europa divisa La seconda guerra mondiale provoca (fa) grandi danni. Le vittime (i morti) sono quasi 50 milioni. L Unione Sovietica è il Paese con più morti (20 milioni). La guerra con i bombardamenti

Dettagli

Gamberame Nord Vaiano, Prato

Gamberame Nord Vaiano, Prato Gamberame Nord Vaiano, Prato NON FAR SCORRERE L ACQUA INUTILMENTE L IMPIANTO IDROELETTRICO DI GAMBERAME E IL SUO GIARDINO DELLE RINNOVABILI Roberto Gualtieri - presidente di H2E srl In questi periodi dove

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FINALITA In ottemperanza a quanto previsto dalle legge 169/2008 che introduce l insegnamento di Cittadinanza e Costituzione nelle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado,

Dettagli

Traduzione di. Claudia Manzolelli

Traduzione di. Claudia Manzolelli Traduzione di Claudia Manzolelli Ai miei genitori, George e Elizabeth Introduzione...1 1. L inizio della fine...9 2. Ritorno all ovile...21 3. Il consulente geriatrico...37 4. Galapagos...43 5. La caduta...51

Dettagli

Prua su Rio 2016 la nostra sfida. Vittorio Bissaro - Silvia Sicouri

Prua su Rio 2016 la nostra sfida. Vittorio Bissaro - Silvia Sicouri Prua su Rio 2016 la nostra sfida Vittorio Bissaro - Silvia Sicouri Silvia e Vittorio sono velisti giovani e con molte vittorie alle spalle. Un equipaggio affiatato e determinato che ha lanciato una sfida:

Dettagli

Lezione 2: come si descrive il trascorrere del tempo

Lezione 2: come si descrive il trascorrere del tempo Lezione 2 - pag.1 Lezione 2: come si descrive il trascorrere del tempo 2.1. Il tempo: un concetto complesso Che cos è il tempo? Sembra una domanda tanto innocua, eppure Sembra innocua perché, in fin dei

Dettagli

Archivio del sito. http://www.trio-lescano.it/ Notizie e documenti sul compositore. Fausto Arconi. (pseudonimo del M Aristodemo Uzzi)

Archivio del sito. http://www.trio-lescano.it/ Notizie e documenti sul compositore. Fausto Arconi. (pseudonimo del M Aristodemo Uzzi) Archivio del sito http://www.trio-lescano.it/ Notizie e documenti sul compositore Fausto Arconi (pseudonimo del M Aristodemo Uzzi) Il nostro collaboratore Paolo Piccardo era da lungo tempo alla ricerca

Dettagli

Le correnti e le maree. Liceo Antonio Meucci Dipartimento di Scienze. Prof. Neri Rolando

Le correnti e le maree. Liceo Antonio Meucci Dipartimento di Scienze. Prof. Neri Rolando 1 Le correnti e le maree Liceo Antonio Meucci Dipartimento di Scienze Prof. Neri Rolando Le correnti marine Le correnti marine sono spostamenti orizzontali di ingenti masse di acqua che seguono direzioni

Dettagli

TEORIA DI LAMARCK O DELLA EREDITARIETA DEI CARATTERI ACQUISITI

TEORIA DI LAMARCK O DELLA EREDITARIETA DEI CARATTERI ACQUISITI L EVOLUZIONE IN PASSATO SI PENSAVA CHE LE SPECIE ANIMALI E VEGETALI CHE OGGI POPOLANO LA TERRA AVESSERO AVUTO SEMPRE LA FORMA ATTUALE. SI CREDEVA CIOE NELLA TEORIA DELCREAZIONISMO (NELLA CREAZIONE ORIGINALE)

Dettagli

LA GRANDE GUERRA IN VAL RESIA

LA GRANDE GUERRA IN VAL RESIA LA GRANDE GUERRA IN VAL RESIA Già nel 1882 la Val Resia era militarmente vincolata agli imperi Austro-Ungarico e Tedesco. Data la sua collocazione sulla linea di confine, la Val Resia era considerata un

Dettagli

SIRIA, UNA CRISI SENZA FINE

SIRIA, UNA CRISI SENZA FINE 544 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com SIRIA, UNA CRISI SENZA FINE Le reazioni degli attori internazionali 25 luglio 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Le reazioni degli attori

Dettagli

Il1968 è anno di rottura col passato

Il1968 è anno di rottura col passato Il1968 è anno di rottura col passato Evento chiave: la guerra in Vietnam perché non si riconosce all intervento di Usa quella valenza di tutela della libertà contro i rischi del comunismo Giovani di paesi

Dettagli

ALLEGATO C1 Classificazione degli impianti idroelettrici in base alla potenza

ALLEGATO C1 Classificazione degli impianti idroelettrici in base alla potenza ALLEGATO C1 Classificazione degli impianti idroelettrici in base alla potenza Classificazione Portata d acqua Salto lordo Potenza netta Piccola taglia < 10 m 3 /s < 50 m < 5 kw (pico centrali) < 100 kw

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

Energia idroelettrica

Energia idroelettrica Energia idroelettrica L'energia idroelettrica è una fonte di energia alternativa e rinnovabile, che sfrutta la trasformazione dell'energia potenziale gravitazionale, posseduta da una certa massa d'acqua

Dettagli

Cos è l infinito? Verso l'infinito... e oltre

Cos è l infinito? Verso l'infinito... e oltre Cos è l infinito? Infinito: che è assolutamente privo di determinazioni spaziali o temporali. l infinito è molto difficile da immaginare nel suo complesso: possiamo avere un accenno ammirando un cielo

Dettagli

Oumaima Ben ameur 3a

Oumaima Ben ameur 3a Oumaima Ben ameur 3a STORIA La belle epoque è un periodo che va dai primi del 900 al 1914 Un età di pace,di benessere e di fiducia nel progresso negli USA henry ford costruì nel 1909 il MODELLO T. Nel

Dettagli

Corrente elettrica. Esempio LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA. Cos è la corrente elettrica? Definizione di intensità di corrente elettrica

Corrente elettrica. Esempio LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA. Cos è la corrente elettrica? Definizione di intensità di corrente elettrica Corrente elettrica LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA Cos è la corrente elettrica? La corrente elettrica è un flusso di elettroni che si spostano dentro un conduttore dal polo negativo verso il polo positivo

Dettagli

Alessandro Magno e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale

Alessandro Magno e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale 1 e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale Alla morte di Filippo II, avvenuta nel 336 a.c., salì sul trono della Macedonia il figlio Alessandro. Il giovane ventenne era colto

Dettagli

PRIMA GUERRA MONDIALE Cavalli e cavalieri PIEMONTE REALE. di Stefano Rossi Marcia dedicata al Reggimento Piemonte Reale Cavalleria

PRIMA GUERRA MONDIALE Cavalli e cavalieri PIEMONTE REALE. di Stefano Rossi Marcia dedicata al Reggimento Piemonte Reale Cavalleria PRIMA GUERRA MONDIALE Cavalli e cavalieri PIEMONTE REALE di Stefano Rossi Marcia dedicata al Reggimento Piemonte Reale Cavalleria L'Archivio Storico Tito Belati di Perugia presta la propria opera di documentazione

Dettagli

Scuola Media Piancavallo www.scuolapiancavallo.it pagina 1 di 5

Scuola Media Piancavallo www.scuolapiancavallo.it pagina 1 di 5 L Africa è il terzo continente della terra per superficie. Ha una forma simile a un triangolo, le coste sono poco articolate. A ovest è bagnata dall Oceano Atlantico, a sud è bagnata dall Oceano Indiano

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti III. 1958-1961. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti III. 1958-1961. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti III. 1958-1961 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 914 Anno 1961 A Luigi Pellizzer Pavia, 22 settembre 1961 Caro Avvocato, io credo che la discussione

Dettagli

Progetto Ricordi Secondo Biennio - Corso di Impianti Tecnici Modulo 1 UD 3 Lez. 1 Fonti energetiche pag. 1

Progetto Ricordi Secondo Biennio - Corso di Impianti Tecnici Modulo 1 UD 3 Lez. 1 Fonti energetiche pag. 1 Modulo 1 UD 3 Lez. 1 Fonti energetiche pag. 1 Contenuto della lezione 1. Le fonti energetiche... 2 1.1. Le fonti energetiche dopo la rivoluzione industriale... 2 1.2. L energia elettrica... 3 2. Principali

Dettagli

Giuliano Scabia. GENESI/LA CREAZIONE SCHEMA VUOTO PER L ODIN TEATRET DI HOLSTEBRO (due stesure) 1974

Giuliano Scabia. GENESI/LA CREAZIONE SCHEMA VUOTO PER L ODIN TEATRET DI HOLSTEBRO (due stesure) 1974 Giuliano Scabia GENESI/LA CREAZIONE SCHEMA VUOTO PER L ODIN TEATRET DI HOLSTEBRO (due stesure) 1974 Nel 67 ho avuto con Barba un lungo incontro a Venezia dove eravamo entrambi presenti alla Biennale. Camminammo

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventidue

U Corso di italiano, Lezione Ventidue 1 U Corso di italiano, Lezione Ventidue U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare a

Dettagli

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano di Redazione Sicilia Journal - 25, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/cinema-la-bugia-bianca-il-dramma-dello-stupro-etnico-raccontato-da-unsiciliano/

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

ENERGIE RINNOVABILI LE MAGNIFICHE STORIE DEL DOTTOR ENERGIX. www.ecogiocando.it MESSAGGI ECOLOGICI PER I PIU' PICCOLI. Una favola scritta da Maura

ENERGIE RINNOVABILI LE MAGNIFICHE STORIE DEL DOTTOR ENERGIX. www.ecogiocando.it MESSAGGI ECOLOGICI PER I PIU' PICCOLI. Una favola scritta da Maura ENERGIE RINNOVABILI LE MAGNIFICHE STORIE DEL DOTTOR ENERGIX Una favola scritta da Maura Cari bambini, dovete sapere che il Dottor ENERGIX è un simpatico scienziato dall aria un po stralunata, sempre alle

Dettagli

GRANDEZZE FISICHE. Prof.ssa Paravizzini M.R.

GRANDEZZE FISICHE. Prof.ssa Paravizzini M.R. GRANDEZZE FISICHE Prof.ssa Paravizzini M.R. PROPRIETA DEL CORPO SOGGETTIVE OGGETTIVE PR.SOGGETTIVE: gusto, bellezza, freschezza, forma MISURABILI PR. OGGETTIVE: massa, temperatura, diametro, ecc.. Le misure

Dettagli

ENERGIE RINNOVABILI E ESAURIBILI

ENERGIE RINNOVABILI E ESAURIBILI Energie nella storia La storia del lavoro dell uomo è caratterizzata da un continuo aumento del bisogno di energia. Solo trecento anni fa l'uomo consumava un decimo dell'energia di oggi. Allora si usavano

Dettagli

Disponibilità annuale pro capite di acqua dolce

Disponibilità annuale pro capite di acqua dolce EMERGENZA ACQUA Disponibilità annuale pro capite di acqua dolce Le società umane si sono sviluppate laddove c era disponibilità d acqua. Le prime civiltà furono, infatti, civiltà fluviali. Il Nilo, il

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA CERNOBBIO 28 MARZO 2015 PREMESSA L esposizione universale, a due mesi dall avvio, è considerata come la grande occasione per il rilancio del turismo italiano. Non solo

Dettagli

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano Rubiu Stefano Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011 IL TIRO IN PORTA Il tiro in porta rappresenta l azione conclusiva delle varie strategie di gioco, al fine di raggiungere l obiettivo

Dettagli

BREVE STORIA DELLA LINGUA ITALIANA

BREVE STORIA DELLA LINGUA ITALIANA BREVE STORIA DELLA LINGUA ITALIANA Introduzione. Nei film del Neorealismo, spesso gli attori non parlano in italiano standard, ma parlano in dialetto. Cosa sono i dialetti? Come sono nati? 1. Dal latino

Dettagli

Come ottengo la CORRENTE ELETTRICA

Come ottengo la CORRENTE ELETTRICA COS È L ELETTRICITÀ Come ottengo la CORRENTE ELETTRICA si produce con i generatori di corrente che possono essere chimici, meccanici oppure utilizzare l'energia del sole Generatori meccanici che producono

Dettagli

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili Tesina di tecnica L Energie Rinnovabili L Energia: parte della nostra vita quotidiana Nella vita di tutti i giorni, forse senza saperlo, consumiamo energia, anche senza saperlo. Infatti un corpo che è

Dettagli

assaggifigurepaesaggi

assaggifigurepaesaggi Giorgia Fiorio Franco Fontana Ferdinando Scianna assaggifigurepaesaggi Snam Rete Gas per il paesaggio italiano PassaggiFigurePaesaggi 2010 Snam Rete Gas www.snamretegas.it Tutti i diritti riservati. Ogni

Dettagli

Progetto Idrovia Ferrarese. L'Idrovia Ferrarese diventa impresa. a cura di Luca Raimondi studente della facoltà di Economia Matricola 102926

Progetto Idrovia Ferrarese. L'Idrovia Ferrarese diventa impresa. a cura di Luca Raimondi studente della facoltà di Economia Matricola 102926 Progetto Idrovia Ferrarese L'Idrovia Ferrarese diventa impresa a cura di Luca Raimondi studente della facoltà di Economia Matricola 102926 L'Idrovia Ferrarese: Cicloturismo, trasporto merci e produzione

Dettagli

ANNO SCOLASTICO ANNO SCOLASTICO 2012 2013. LEZIONE n. 3 ENERGIE RINNOVABILI 1

ANNO SCOLASTICO ANNO SCOLASTICO 2012 2013. LEZIONE n. 3 ENERGIE RINNOVABILI 1 ANNO ANNO SCOLASTICO SCOLASTICO 2012 2013 2012 2013 1 INDICE DEGLI ARGOMENTI 1. Energie rinnovabili caratteristiche energia eolica energia idrica energia elettrica energia geotermica biomassa energia solare

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

DINAMICA DEL PUNTO MATERIALE E CONCETTO DI FORZA. Dinamica: studio delle forze che causano il moto dei corpi

DINAMICA DEL PUNTO MATERIALE E CONCETTO DI FORZA. Dinamica: studio delle forze che causano il moto dei corpi DINAMICA DEL PUNTO MATERIALE E CONCETTO DI FORZA Dinamica: studio delle forze che causano il moto dei corpi 1 Forza Si definisce forza una qualunque causa esterna che produce una variazione dello stato

Dettagli

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi.

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi. 6. La Terra Dove vivi? Dirai che questa è una domanda facile. Vivo in una casa, in una certa via, di una certa città. O forse dirai: La mia casa è in campagna. Ma dove vivi? Dove sono la tua casa, la tua

Dettagli

Enrico Riccardo Sampietro, millenovecentocinquantacinque (Tamari, Bologna 1963)

Enrico Riccardo Sampietro, millenovecentocinquantacinque (Tamari, Bologna 1963) Enrico Riccardo Sampietro, millenovecentocinquantacinque (Tamari, Bologna 1963) La figura di Enrico Riccardo Sampietro è stata ricordata un anno fa a Bologna con una mostra dedicata alla sua breve ma straordinaria

Dettagli

Durata Quattro fasi di lavoro in un arco di tempo complessivo non inferiore a quattro settimane. Si stimano non meno di 16 ore di lavoro in classe.

Durata Quattro fasi di lavoro in un arco di tempo complessivo non inferiore a quattro settimane. Si stimano non meno di 16 ore di lavoro in classe. Laboratorio consigliato per la scuola primaria (II ciclo) Il grande mosaico dei diritti Hai diritto ad avere un istruzione/educazione. Art. 28 della CRC Hai diritto a essere protetto/a in caso di guerra

Dettagli

Nome... Cognome... Classe... Data... VERIFICA DI STORIA. 1) Indica se le seguenti affermazioni sono Vere o False

Nome... Cognome... Classe... Data... VERIFICA DI STORIA. 1) Indica se le seguenti affermazioni sono Vere o False Nome... Cognome... Classe... Data... VERIFICA DI STORIA 1) Indica se le seguenti affermazioni sono Vere o False Antichi imperi in crisi... All'inizio del Novecento: V F L'impero asburgico è governato da

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO RENZO GASPARINI" NOVI DI MODENA

ISTITUTO COMPRENSIVO RENZO GASPARINI NOVI DI MODENA ISTITUTO COMPRENSIVO RENZO GASPARINI" NOVI DI MODENA E UNIONE DELLE TERRE D ARGINE I FATTORI DI PROTEZIONE SAPER VALORIZZARE E CREDERE NEI PROPRI FIGLI AUMENTARE LA FIDUCIA NEI FIGLI FAVORIRE LO DI RESILIENZA

Dettagli

STORIA/GEOGRAFIA LE RISERVE DI MINERALI: PAESI DETENTORI, PRODUTTORI E CONSUMATORI.

STORIA/GEOGRAFIA LE RISERVE DI MINERALI: PAESI DETENTORI, PRODUTTORI E CONSUMATORI. SCUOLA 21 classe 2^ OPA STORIA/GEOGRAFIA LE RISERVE DI MINERALI: PAESI DETENTORI, PRODUTTORI E CONSUMATORI. Tra i maggiori detentori di risorse minerarie figurano i quattro più vasti paesi del mondo: Russia

Dettagli

LA GUERRA DEI NOSTRI NONNI

LA GUERRA DEI NOSTRI NONNI Il Centro Pastorale C. M. Martini nell Università degli Studi di Milano - Bicocca è lieto di invitare alla presentazione del libro La guerra dei nostri nonni di Aldo Cazzullo che si terrà venerdì 14 novembre

Dettagli

elettrodotti. grandi centrali elettriche combustibili fossili produzione elettrica

elettrodotti. grandi centrali elettriche combustibili fossili produzione elettrica 1 2 3 4 Uno dei grandi vantaggi dell energia elettrica è che essa può essere prodotta in luoghi lontani dai centri di consumo. L energia elettrica può essere trasportata facilmente attraverso condutture

Dettagli