AOTEROA (la lunga nube bianca) gennaio 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AOTEROA (la lunga nube bianca) 11 25 gennaio 2015"

Transcript

1 AOTEROA (la lunga nube bianca) gennaio 2015 Indicazioni stradali per Christchurch, Nuova Zelanda km circa 43 ore Caricamento in corso Google - Map data 2014 Google - Dedicato a tutti noi che abbiamo convissuto l esperienza e a tutti coloro che vorranno condividere il racconto e le immagini attraverso la mia descrizione ed il mio ricordo.

2 11-12 gennaio l volo Singapore Airlines è stabilito alle 11,15, ma tra anticipo previsto e ansia di trovare un posto di corridoio ci costringiamo ad essere in aeroporto alle 6,30: insomma alzataccia con valigie. La prospettiva di una vacanza indimenticabile, comunque, tiene alta l adrenalina. Il viaggio si svolge secondo le previsioni anche per la tratta successiva operata da Air New Zeland e intorno alla mezzanotte del 12 gennaio arriviamo a Auckland (A). Ci accoglie ESTER, una giovane ragazza pugliese - ormai residente in Nuova Zelanda che sarà la nostra guida per l intero soggiorno. 13 gennaio KIA ORA ci dice Ester quando ci incontra nella mattinata: buongiorno! Partiamo per un giro della città dove vive circa un terzo della popolazione neozelandese (1,4 mln di persone su 4,5 mln totali). Visitiamo la Marina, passeggiamo per i cantieri nautici che si animano per l America s Cup, il mercato del pesce, e bar dove prendere qualcosa al sole accanto ai moli e porticcioli dove si trovano barche di tutte le dimensioni. Auckland è posizionata nel golfo di Hauraki, che ripara la città e la sua area portuale dalle correnti dell Oceano Pacifico. Le attività nautiche sono distribuite lungo The Viaduct, un viale che collega, via terra, i vari approdi e calette. Come ci dice Ester, e ben si comprende, quasi tutte le famiglie possiedono un barca forse più che l auto. Muoversi dai diversi distretti verso il centro città è molto più agevole e divertente (in questa stagione) in barca che in auto. Ne sa qualcosa Sandra che ha trascorso un pomeriggio in taxi nell ora di punta! Avendo qualche ora libera alcuni si avviano a passeggiare intorno alla vicina zona del porto turistico dove cerchiamo di individuare e fotografare le barche che gareggiano in America s Cup. Ci spostiamo da qui verso la zona di Parnell street - dove sono concentrati negozi chic e si trovano case bellissime, con panorami mozzafiato sulla baia e costo da milioni di dollari per arrivare al museo ospitato in un edificio neoclassico posto al colmo di una altura costituita dai margini del cratere di un antico vulcano, tuttora individuabile nella vasta depressione posta sul lato destro del museo. L Auckland Museum raccoglie ed espone la flora e la fauna della Nuova Zelanda, delle sue uniche isole e le storie del popolo neozelandese, a partire dai MAORI popolazione autoctona discendente dai polinesiani. Il perimetro del lungomare è segnato da una lunga pista ciclabile che arriva anche a Mission Bay, piena di localini e bar. Si è fatta ora di pranzo e ne approfittiamo per metterci alla ricerca di quello adatto per un pranzo rapido!?! Abbiamo compreso quasi subito che in Nuova Zelanda (almeno nella nostra esperienza) pranzo rapido è un espressione poco aderente per almeno due motivi: la tranquillità e calma con cui le pietanze vengono servite e la dimensione esagerata delle portate. Ci fermiamo sulla bianca spiaggia con un mare color smeraldo, acqua marina, blu e davanti al Rangitoto, il più recente (solo mille anni e spento solo da cinquecento anni) tra i 48 vulcani su cui si distribuisce la città. Infatti, l area su cui sorge Auckland è vulcanica e le differenti colline su cui sorge non sono altro che vulcani ormai spenti.

3 Nel pomeriggio ci avviamo al Parco Regionale Muriwai. Viaggiando verso ovest lungo un autostrada pressochè deserta ai cui lati si snodano felci, vigneti, allevamenti di buoi, cavalli e pecore. Il percorso prevede il superamento delle colline alle spalle della città. Ci appare così il Mar di Tasmania in uno scenario eccezionale, le pareti della collina sono un raro esempio di pareti vulcaniche (meta di studiosi geologi), scogli con colonie popolate da gannet (sula) che nidificano qui e planano dalla terra al mare. Per noi, accanto alla meraviglia, inizia la stenuante gara di scatti fotografici. Poi il nostro percorso prosegue verso la sottostante spiaggia, dove le onde sono cavalcate da numerosi surfisti. Eccitati dall idea di fare una foto in mezzo alla spiaggia scoperta dal mare appena ritiratosi per il normale reflusso, ci inoltriamo sempre di più ma la foto non è ben riuscita: il mare è stato più veloce di noi sorprendendoci in posa mentre Fabrizio tentava lo scatto! Bagno e risate per alcuni di noi ma per Franca, purtroppo, una brutta caduta in acqua.

4 Ceniamo vicino al nostro albergo, all ORBIT Revolving Restaurant situato nella torre che rappresenta uno dei simboli di Auckland e dove godiamo della vista a 360 della città al tramonto. 14 gennaio Alle ore 8 lasciamo Auckland con un cielo leggermente nuvoloso, dopo la bellissima giornata di ieri. Ma il sole di nuovo ci accompagna dopo qualche km lungo l autostrada. Costeggiamo una campagna ordinata e rigogliosa, colline (probabilmente vecchi ricordi di qualche eruzione di secoli fa), prati verdissimi e fattorie, terra lavorata nera e grassa e irrorata dalle piogge, perfetta per le coltivazioni i cui prodotti sono poi venduti direttamente nelle fattorie, per la maggior parte condotte da cinesi e indiani. Proseguiamo costeggiando il fiume WAIKATO (acqua che scorre) che nasce dal lago Taupo, dove arriveremo ed è il più lungo della Nuova Zelanda. Sul fiume sono impiantate almeno 5 centrali idroelettriche che contribuiscono, insieme alle pale a vento, alla capacità di generare energia pulita in Nuova Zelanda ed a realizzare un paese a zero inquinamento. La regione è adatta all allevamento di bovini per il suo territorio che produce foraggi speciali ed indenni da epidemie. Le razze più diffuse sono l Angus e la Frisona olandese. Le aziende agricole sono di piccole e medie dimensioni e non beneficiano di sussidi: la carne viene quotata a prezzi di mercato in base al livello qualitativo. Nella zona di Cambridge, vengono anche allevati cavalli purosangue famosi nel mondo. Le coltivazioni di grani/cereali sono piuttosto concentrate nell isola del sud, in particolare orzo per la birra. Olivo e Vite sono coltivate con buoni risultati, ma le piante di olivo sono ancora giovani mentre la vite, prodotta nelle valli protette dalle alpi neozelandesi nell isola del sud e nel microclima speciale che esiste nella zona di Rotorua, dove ci stiamo dirigendo. Attraversiamo paesini ordinati di case bianche, prati lisci e suddivisi tra allevamenti di animali dal pelo lucido e pulito, zone fiorite con piante pettinate, colline di tutte le dimensioni ed accenno di monti. Prima tappa della giornata WAITOMO (acqua nel buco). Il fiume scorre nel territorio circonstante, nei chilometri di grotte create da sollevamenti ed immersioni del terreno avvenuti nei 15 milioni di anni di vita dell isola. Scendiamo a circa 15 metri sotto il livello stradale e ci troviamo nelle grotte di roccia calcarea, belle ma non così particolari se le valutiamo a confronto delle nostrane (Castellana, Frasassi, ecc.) se non fosse per lo spettacolo che abbiamo ammirato prodotto da larve di un particolare insetto: la larva vive attaccata al soffitto delle grotte di Waitomo, illumina la sua pancia per creare un attrazione per altri insetti dei quali si alimenta ed il soffitto coperto da migliaia di larve appare a noi come un cielo stellato, una via lattea o, diremmo noi cittadini, come un soffitto illuminato con migliaia di led a luce calda! Ma una volta attirati, la larva come li cattura? E semplice, basta fare luce verso il soffitto della grotta e compare la spiegazione e con meraviglia vediamo migliaia di fili dorati discendenti dal soffitto per dieci o quindici centimetri che formano quasi una tappezzeria della grotta. La larva produce, infatti, un filamento (simile a quello del ragno) che scende di circa dieci centimetri e, come in una carta moschicida, imprigiona il pasto!

5 All interno della grotta, la guida locale dice che vi è un punto in cui - considerata la morfologia - il canto viene naturalmente amplificato ed è usanza che i turisti intonino qualche strofa di canzone. Il nostro gruppo non è riuscito a trovare un accordo (sarà un caso?) su cosa cantare. Sigh. Un poco rammaricati per non essere riusciti ad esprimere il bel canto italiano ma soddisfatti della visione, ci fermiamo per pranzare nella fattoria Roselands ad OTOROHANGA. Troviamo un ambiente molto gradevole e familiare dove mangiamo benissimo con prodotti genuini e piatti curati (arrosto di maiale e di agnello, polpettone con salsa di menta e pomodori veramente ecceziunale, gelato ai mirtilli caldi). Ohhhhhhh. TE PUIA è il villaggio Maori che visitiamo a seguire. In realtà più che un villaggio è la sua ricostruzione. Assistiamo all incontro del popolo Maori con il popolo degli Stranieri (cioè noi turisti) che si risolve senza spargimento di sangue: il capo della tribù degli Stranieri raccoglie la felce lanciata in gesto di pace dal capo Maori e finiamo tutti a vedere lo spettacolo delle danze e canti. Al termine di questo, viene servita la cena con maiale e pollo cotti secondo le usanze maori in un forno scavato nel terreno. Nel tardo pomeriggio arriviamo a ROTORUA (lago secondo), cittadina termale con edifici costruiti in stile Tudor, dove sono state costruite terme su modello di quelle tedesche in un edificio del 1903 adattato oggi a museo locale. Qui ci aspetta il nostro albergo e per, gli amanti del genere, un immersione notturna ne piscine termali della città. E una zona turistica con molti divertimenti per piccoli e grandi. 15 gennaio Oggi è la giornata geotermale. Ci portiamo nell area di WAIOTAPU (acqua sacra) dove c è una riserva protetta che copre circa 18 kmq. Flora (numerosi arbusti di Manuca) e fauna sono indigene. Ci avviamo lungo il sentiero per visitare quest area, superiamo il Waiotapu, ruscello di acqua calda ovviamente privo di pesci, e veniamo attratti dagli sbuffi di un geyser che ci fa attendere un bel po prima di esibire il suo pennacchio, pozze di fango in ebollizione che definiscono il cosiddetto calamaio del diavolo, il grande cratere formatosi dal cedimento del terreno della casa del diavolo, dalla cui profondità esalano vapori di zolfo. E già ci sembra bello. Ma, camminando di cratere in cratere giungiamo ad un posto sbalorditivo, dove le acque termali si estendono su diverse vasche coloratissime in funzione dei minerali che sono nel sottostante terreno. La Terrazza detta anche la tavolozza del pittore - è costituita da un ampia pianura di silicato di calcio coperta di acqua calda, in generale non molto profonda, che assume di zona in

6 zona svariati colori a seconda degli elementi chimici presenti nel terreno: zolfo (giallo pulcino), zolfo in sospensione (verde), antimonio (arancione), ossido di ferro (rosso bruno), silice (bianco) e carbonio (nero). Ma gli effetti speciali sono ovunque e poco più avanti vistiamo la pozza champagne, la sorgente più grande della zona che ha acqua ad una temperatura di 74 e che deve il suo nome anche all effervescenza delle sue acque, grazie alla presenza di anidride carbonica insieme agli altri minerali. Da Rotorua ci spostiamo verso Taupo, attraversando la Kangaroa Forest. A proposito di foreste, la crescita demografica del paese dopo la conquista coloniale e la volontà di allargare le aree coltivabili hanno comportato una consistente deforestazione per la costruzione di navi e case (tuttora la parte preponderante è in legno) creando ampie vallate e colline per coltivazioni importate. I neozelandesi stanno peraltro, da alcuni decenni, cercando di recuperare al danno e sono previsti grandi investimenti per reimpianto di piante di alto fusto che colmino i vuoti provocati dalle strategie degli anni passati. Per una passeggiata e pranzo arriviamo sul lago Taupo, il più grande dello Stato e di origine vulcanica, sulle cui rive immortaliamo bellissimi cigni neri con occhi e becco rossi. La nostra meta successiva sarà la montagna, che raggiungiamo nel tardo pomeriggio, dopo aver attraversato un paesaggio incantevole di collinette e boschi, valli e laghetti che sembrano prodotti da emersioni e inabissamenti del terreno a seguito di movimenti geotermici. Le montagne, dove esistono impianti sciistici, in realtà sono vulcani: Tongaririo e Ruapehu, questo è il più elevato dell isola del nord (2797 mt) ed ancora innevato. Insieme al vulcano Ngauruhoe fanno parte del Tongariro National Park e sono ancora attivi. Anche qui come del resto in tutta la Nuova Zelanda - sono state girate alcune scene del film il Signore degli Anelli, dall omonimo libro della Saga degli Hobbit. La zona era di proprietà di una tribù Maori e dove si trovano molti TAPU (luoghi sacri) e a fine 1800 il capo tribù l ha donata allo Stato con il vincolo di realizzarci un parco naturalistico. Così è nato il più antico parco della Nuova Zelanda, ora Patrimonio dell Umanità dell UNESCO. Il paesaggio quassù è bruscamente cambiato: la neve sul Ruapehu, il clima freddo, il panorama mozzafiato sui vulcani, il cielo si è affollato di nubi nere sulle rocce vulcaniche, anch esse grigio nerastre e coperte di licheni. Pernottiamo e ceniamo in un albergo di inizi 900 dove i benestanti venivano e vengono a passare la stagione sciistica. 16 gennaio Oggi trekking in montagna per circa 3 ore, è uscito un bel sole e ci muoviamo su sentieri profumati accompagnati dalla musica prodotta dagli uccellini e dall acqua che scorre nelle rapide che costeggiano il sentiero. Raggiungiamo le Silicia Rapids, continuando la nostra visita sensoriale tra rocce di ferro e silicio.

7 Poi affrontiamo il viaggio verso Wellington, che dura diverse ore, tra colline di velluto verde, mucche dal pelo lucido in libertà sui prati. Arriviamo nel pomeriggio nella capitale sullo stretto di Cook, battuta da forti venti che arrotondano le cime degli alberi e con correnti marine apprezzabili anche da riva. 17 gennaio Wellington, mi sveglio presto per andare in banca. Mi rendo conto solo allora che oggi è sabato, la città sonnecchia e le strade sono particolarmente vuote. Avendo tempo, faccio una passeggiata verso l area portuale - ora tranquilla e solitaria - ma che più tardi si animerà di bambini, famiglie e turisti in cerca di uno dei tanti locali per mangiare e dove anche noi pranzeremo. Prima, però, abbiamo un avventura lungo la costa a bordo di jeep (Seal Coast Safari) che ci condurranno su sentieri sterrati a visitare la riserva marina delle foche, un percorso affacciato su un mare ancora una volta di molti colori e sfumature di azzurro e verde. Di fronte, all orizzonte, si vede la costa dell isola del sud. Poi, scopriamo la città: i giardini antistanti i palazzi delle istituzioni locali (Parlamento, Governo), la cattedrale di Saint Paul, il Giardino botanico con un bellissimo roseto e una salita in teleferica ad ammirare di nuovo il panorama cittadino.

8 Arriviamo al Museo TE PAPA, il più importante della Nuova Zelanda. Qui visitiamo le sale della formazione geologica di questo territorio, l esposizione del Calamaro Gigante catturato e, più in generale, di flora e fauna presentata in senso cronologico da quelli autoctoni a quelli via via introdotti dai diversi esploratori. Verso sera, ci avviamo in Cuba Street, nella zona della movida locale, per cenare in libertà. Dopo un primo approccio tutti insieme, la difficoltà di sederci nello stesso locale e le differenti scelte culinarie ci inducono a separare i gruppi, ormai consolidati da una settimana di viaggio. Noi ci sistemiamo in un ristorante elegante e sobrio: muri bianchi e tanto legno nei tavoli e nel bancone di servizio. Mangiamo molto bene, come del resto è capitato sempre sinora, anche nelle cene in albergo, con menù curati nelle presentazioni e gustosi. 18 gennaio La nostra esperienza dell isola del Nord è conclusa e da Wellington partiamo in aereo per Queenstown, sull isola del Sud, dove arriveremo a mezzogiorno. Il volo in aereo è piacevole, si vola non molto alti e si ha così modo di osservare vallate, le coltivazioni di vite, la catena della Alpi meridionali (si scorge la vetta del monte Aoraki/Cook, 3700 mt: Aoraki significa appunto colui che buca le nuvole ) e i laghi montani. Arrivati a destinazione ci sistemiamo in hotel e andiamo subito nel centro cittadino per prenotare lo SHOTOVER! Un giro ad alta adrenalina su una barca ad idro-propulsione. Bellissimo giro e bravo il guidatore del motoscafo. Purtroppo la maggior parte della discesa sul fiume Shotover, affluente del Kawarau, è stata rovinata dalla pioggia. Una pioggerellina sferzante, ancor più in corsa, che limitava la visuale ed il godimento. Comunque, non ci siamo fatti prendere più di tanto e ci siamo divertiti tantissimo. Nel pomeriggio, ci imbarchiamo per una crociera sul lago Wakatipu - che è il lago su cui affaccia Queenstown - sul battello TSS Earnslow, una barca alimentata a carbone di inizio 900 la più grande del paese a quell epoca per il

9 trasporto di uomini e pecore (oltre 1500 capi) e loro derivati - che ancora naviga per i turisti. A bordo con accompagnamento musicale di un pianista e del relativo pianoforte a coda, siamo arrivati nei pressi di Walter Peak alla tenuta coloniale Colonel s Homestead. Un fabbricato ben restaurato, con un giardino curatissimo e pieno di rose dove abbiamo cenato in un elegante salone. La cena a buffet, con barbecue di carni e verdure, è stata particolarmente ricca e piena di piatti gustosi, alcuni impensabili trovare in Nuova Zelanda: formaggi e cotognata, salumi, hummus, vongole e gamberi, pane, dolci speciali. Abbiamo poi assistito ad una esibizione di raccolta delle pecore, razza Romney, da parte di cani pastore e, infine, alla tecnica di tosatura. Ogni pecora di questa razza viene tosata 2 volte l anno e produce circa 15 kg di lana all anno. 19 gennaio Il lago su cui affaccia Queenstown, il Wakatipu, è il più lungo della Nuova Zelanda ed è di origine glaciale come tutti i laghi nell isola del sud. Queenstown è la città degli sport: dal golf (che è lo sport più praticato) al rafting, ad altri sport estremi, all esperienza del jetboat che abbiamo fatto ieri: una corsa nel fiume in mezzo a gole e scenari. Ancora con il bungy jumping, un salto, dal ponte, nel fiume sottostante decine di metri, assicurati ad una imbragatura collegata con un cavo elastico. Domani condivideremo l esperienza di una nostra amica che si lancerà coraggiosamente dal Kawarau Bridge Bungy con un salto di 43 mt, per la gioia sua e di noi tutti. Alle 7,30 partiamo per il Parco Nazionale dei Fiordi e Mildford Sound, facente parte del gruppo dei parchi denominato Te Wai Punamo, che significa il posto della giada, patrimonio dell umanità UNESCO. Il percorso in bus è abbastanza lungo perché per raggiungere il punto di imbarco al fiordo è necessario aggirare le Eyre Montains. Tra due ali di montagne si prosegue lungo una pianura di campi lavorati, foraggi per pecore, buoi o capre ed il sole che tenta di uscire dalle nuvole. La campagna ha un colore smeraldo che ricorda le colline irlandesi. Ne approfittiamo per conoscere altre cittadine: Kingston (da dove partivano i treni per Dunedin e Invercargill con il trasporto di merci e oro); Te Anau con il suo suggestivo lago (il secondo della Nuova Zelanda); dove ci si ferma per un caffè shopping e cambio monete e dove i cittadini non sembrano in forte empatia con i turisti. Arriviamo all interno del Parco, che mantiene flora, una lussureggiante foresta pluviale, e fauna risalenti all era dei grandi sommovimenti terrestri; ci sono nella zona 14 fiordi, di cui solo tre aperti verso il Mar di Tasmania; si delineano alberi importanti della foresta (faggio rosso e nero). Superiamo le alture delle Alpi a 1000 mt di quota passando all interno dell Homer Tunnel (1,2 km) scavato nella roccia della montagna all inizio del 900, da qui scendiamo verso la costa nel Mildford Sound. Dalle montagne che fiancheggiano il fiordo discendono cascatelle e torrenti copiosi, anche perché è piovuto da poco e anche nevicato sulle cime. Ci imbarchiamo su battello che si inoltra verso la bocca del fiordo e dove pranziamo (cucina sostanzialmente asiatica). Il fiordo è ricco di vita marina, rappresentando un posto protetto e ricco di cibo per le foche, anche risalenti all epoca del Gondwana. Delfini si avvicinano e camminano per un poco accanto al nostro battello. Il battello sosta a lungo davanti alla cascata di Browne ma la giornata grigiastra non ci consente di ammirare le cime delle montagne, che vengono descritte come molto suggestive, e neanche di raggiungere il mare aperto, considerato che ci sono troppe correnti e venti dopo la bocca del fiordo. Del resto, Ester ci dice che questo è il luogo più piovoso dello Stato (quasi 10 mt di precipitazioni all anno).

10 In un momento di relax, Ester ci spiega anche l origine del nome della squadra di rugby. Nel 1905 il team di rugby che giocò in Gran Bretagna si coprì di vittorie ed un commentatore nel descriverli disse che erano cosi veloci da sembrare All Blacks. I giornali interpretarono male e supposero che fosse il nome della squadra, e da allora, in effetti, lo è! A sera ce ne torniamo a Queenstown a mangiare una pizza, buona, servita in spicchi su un tagliere di legno! 20 gennaio La giornata si apre finalmente col sole che illumina le ormai consuete lunghe nuvole. Andiamo a visitare Arrotown, la cittadina mineraria che nei primi anni del secolo scorso portò qui, come in tante altre parti del mondo, la corsa all oro. Infatti, nel 1870 in questa zona c era solo una fattoria con allevamento di pecore e due lavoranti scoprirono per caso nel fiume una pepita d ora. Ne scaturì un grande afflusso di persone da ogni dove ma l oro non è mai stato molto, nonostante la vita durissima di questa gente. Proseguiamo diretti al ponte sul fiume Kawarau dove assistiamo al salto di Igina, incitandola dal ponte ed accogliendola con grossi applausi al completamento del lancio, eseguito magistralmente. Superata la prova, lei e noi, riprendiamo a viaggiare verso la zona dei ghiacciai. Dopo la cittadina di Cronwell, la strada corre accanto al lago Dunstan, un lago artificiale creato negli anni sessanta da una grande diga e che prende il nome dalle omonime montagne antistanti. Qui siamo prossimi al 45 parallelo dell emisfero sud; fa un certo effetto sapere di essere a metà strada tra l equatore ed il polo sud; peraltro situazione analoga in Piemonte, Lombardia, Veneto attraversati dal 45 parallelo nord. Costeggiamo le sponde del lago Wanaka e lungo il tragitto ci fermiamo ad una fattoria dove producono, e vendono, frutta e verdura. Ci sono albicocche, pesche, e bellissime ciliegie polpose e saporite e facciamo un poco di scorta di frutta. La zona che attraversiamo oggi non è molto popolata, ci sono due o tre fattorie, un allevamento di salmoni. Il lago Wanaka, di origine glaciale, è limpido e azzurro.

11 Per giungere la zona dei ghiacciai, superiamo - al passo di Haast - le Alpi meridionali, lungo un susseguirsi di Parchi naturali. Il percorso è circondato da foreste di Rimu (Pino Giallo) un albero autoctono che può arrivare ad un altezza i 45 mt e vivere per mille anni. Alle 18 arriviamo di nuovo sul mar di Tasmania e ne ammiriamo le frastagliate coste, battute da venti e impetuose risacche marine. La giornata termina con l arrivo alle pendici del ghiacciaio, a soli 12 km dalla costa. Il paesino è molto frequentato da sportivi per trekking e voli. In effetti, consta di 4 hotel e 4 caffè. Ceniamo in uno di questi e poi a nanna per la nostra passeggiata di domani.

12 21 gennaio Il ghiacciaio Fox che ci accingiamo a raggiungere ha fortemente risentito delle modifiche climatiche e, anche a causa della bassa elevazione (250 mt dal livello del mare), si sta riducendo molto rapidamente (è diminuito di 30 mt dal 2008!). Nonostante ciò, è un bello spettacolo arrivare, dopo un piccolo trekking nel canyon formatosi, alla base del ghiacciaio. A lato del sentiero scorre un acqua dal colore bianco latte, determinato dalla roccia sbriciolata (rock flour) inglobata nel torrente. Nella passeggiate ci accompagna una coppia di guide giovanissima: Liz e Hank. Per la loro simpatia e giovinezza riscuotono molto credito tra di noi. In particolare, Liz è molto carina, viene dall Oregon (USA) è qui per la stagione estiva ed è abbastanza brava a descriverci piante e rocce e racconti della zona. Tra questi, la storia di un circo che stazionò da queste parti con i propri elefanti e altri animali. Sembra che gli elefanti siano stati attratti dagli arbusti locali che non conoscevano. Purtroppo, la mattina dopo gli elefanti erano morti: era una pianta molto velenosa. In Nuova Zelanda, comunque, le piante officinali sono moltissime, grazie alla natura incontaminata e ai pochi animali che ne mangiano. Altri prodotti beneficiano anche della purezza e della concentrazione di nutrienti presenti nella vegetazione: è il caso del potente e salutare miele di Manuka. Noi avremmo dovuto passeggiare proprio sopra il ghiacciaio, ma a causa dello scioglimento in atto le passeggiate di persone sono da evitare. Una possibilità di poterci mettere piede però esiste. Infatti, vengono effettuate anche gite in

13 elicottero - che sorvola questo ed altri ghiacciai vicini - che scende a toccare la neve per una foto dei turisti, come hanno fatto alcuni del nostro gruppo che hanno provato l ebbrezza del sorvolo. Il Fox Glacier ora è profondo 13 km dal fronte che noi abbiamo raggiunto. A mezzogiorno lasciamo la zona dei Ghiacciai per dirigerci a nord e raggiungere Putinaiki, località marina dove ceneremo e pernotteremo. Il tragitto rivela ancora una natura entusiastica ed entusiasmante: ampi prati con mucche e fattorie, la strada che corre tra due ali di piante di alto fusto, le foglie di ogni colore e foggia, torrenti che dalle montagne scendono velocissimi e velocemente vanno verso il mare, cervi rossi sui prati di fronte al mare, fiori rossi e gialli bordano le strade poco frequentate; si ha la sensazione di essere soli se non fosse per i pochi umani che ogni tanto vediamo fare il bagno nei numerosi laghetti che incontriamo. Hokotika ci viene incontro per una sosta nel primo pomeriggio e poi percorriamo la costa spettacolare e per fermarci alle Pancake Rocks, nel Punakaiki Paparoa National Park.

14 Le rocce modellate formano strati sottili perfettamente sovrapposti dove l acqua del mare si incunea formando vortici e violente risacche. Arrivati al nostro resort, che affaccia sul mare con le stanze illuminate dal sole al tramonto, ci prepariamo per la cena. Poi, passeggiando sul mare si è offerto uno spettacolo ai nostri occhi: le STELLE. Si dirà: beh? Il cielo stellato era così luminoso ed eccezionale, mai visto o forse sì ma quando ero bambina in montagna d estate correvo tra lucciole e un cielo simile, ma era molti anni fa e io non ero abbastanza interessata da beneficiarne come ora. Una notte senza luna, in un cielo senza inquinamento - né atmosferico né luminoso - le stelle brillavano accese come dei led potenti, le costellazioni si delineavano perfettamente, quasi sovrapponendosi l una all altra, la croce del sud davanti ai nostri occhi. Bello Bello Bello! 22 gennaio Oggi avremo un viaggio Coast-to-Coast, dalle sponde del Mar di Tasmania torneremo alle spiaggie sul Pacifico. Percorriamo intanto la costa ovest verso nord in un susseguirsi di golfi e insenature disseminate di scogli, colori che passano dal verde pallido al blu cobalto con striature fantastiche e nuvole di ogni forma e colore. Siamo nella zona di Butler, il distretto del carbone dal 1860 disseminato da percorsi, ora visitati con trekking in bicicletta, di miniere e vecchie ferrovie. Sostiamo a Reefton, paesino stile old america distribuito lungo la strada principale e passeggiando scopriamo, fuori programma, anche due cercatori superstiti che vivono nella cittadina quasi come un attrazione turistica: capelli lunghi da ex hippies, casa di legno, braciere, incudini e martelli, un cane vigilissimo e tutta l attrezzatura esposta. Ci accolgono piacevolmente e ci mostrano vari tipi di pepite e di pietre

15 preziose. Verso metà mattina lasciamo la costa e ci inoltriamo nel paese per raggiungere la nostra destinazione: Kaikoura, nota meta naturalistica per la pesca di astici e capidoglio e per la Riserva Marina. Superiamo il Passo Lewis e pranziamo ad Hanmer Springs, cittadina invernale, poi scendiamo verso il mare nell area di Kaikoura, dove si concentrano le correnti marine e il fondale arriva sino a 1000 mt di profondità a poche miglia dalla costa, favorendo la concentrazione di varietà di uccelli marini e pesci presenti solo qui, balene e delfini grazie alla maggiore disponibilità di cibo. Stasera ceniamo con una buonissima aragosta e non è un caso: Kaikoura in lingua Maori significa mangiare aragoste! 23 gennaio Ci alziamo presto per fare una passeggiata sul lungomare per raggiungere l area in cui sono insediate colonie di foche, godendo di un altro bellissimo panorama di un mare colorato di tutte le acque marine possibili che sfumano nel blu intenso delle zone più profonde della baia. Mucche e pecore rilassate riposano e brucano nei prati antistanti la spiaggia, disseminata di volatili dal piumaggio folto e variamente dipinto.

16 Alle undici ci imbarchiamo per raggiungere la Riserva Marina i Kaikoura per avvistare le balene. Arrivati al largo della baia i marinai hanno iniziato a sondare le acque per individuare dove poterne incontrare. Intanto un albatros dopo aver volteggiato sopra le nostre teste si è accomodato sul mare a lato della barca a guardare gli umani che dalla barca lo guardavano e fotografavano. Dopo una lunga attesa è stato finalmente avvistato lo sbuffo tipico ed è comparsa una balena che si è mostrata per una decina di minuti prima di inabissarsi, concedendoci finalmente l attesa vista della sua imponente coda. Uno spettacolo di eleganza e forza. Tornati in paese abbiamo fatto un ultimo giro per shopping nella zona dei negozi e ci siamo concessi un fish&chips nel delizioso BlueCod, una friggitoria take away con una simpatica signora ed un promettente e vario menu di pesce da friggere. E poi venuto il momento di avviarci verso Christcurch, nostra ultima tappa in Nuova Zelanda. La città sta riprendendo la vita ed è in ricostruzione dopo il terremoto del 2010, la zona commerciale ricreata in una piazza dove sono collocati contaneirs, la cattedrale con la facciata demolita, l exibition di un artista che ha collocato in un piazzale le 185 sedie bianche in ricordo dei caduti del terremoto

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate.

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. VOLO incluso DA MILANO MALPENSA Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. a n t i l l e mar dei caraibi 2 0 1 3-1 4 Un arcipelago di isole di gioia e colore. Viaggia nel cuore delle Antille. Il ritmo

Dettagli

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE SCIARE AL CORNO ALLE SCALE IL CORNO ALLE SCALE SPORT INVERNALI PER TUTTI E A TUTTI I LIVELLI, CALDA OSPITALITÀ E PIACEVOLI MOMENTI DI SVAGO E DI RELAX: È CIÒ CHE OFFRE IL CORNO ALLE SCALE, LA STAZIONE

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante : il regno del dragone tuonante di Paolo Castellani 12 Il Memorial Chorten a Thimphu Lo Dzong di Paro? Ma dov è? Questa è la risposta che ti puoi aspettare quando dici che andrai in Bhutan. Questo remoto

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Club Alpino Italiano Sezione di Valenza Davide e Luigi Guerci Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Sabato 19 settembre 2015 Viaggio andata Ritrovo dei

Dettagli

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi...

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi... GLI APPENNINI Gli Appennini sono una catena montuosa che si estende da Nord a Sud per circa 1400 chilometri lungo la penisola italiana. Le montagne degli Appennini sono montagne meno alte di quelle delle

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Area sciistica Merano 2000 Malga di Verano Dal parcheggio nr. 5 di Avelengo si procede verso il municipio per poi prendere il sentiero 2/a che porta

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI DOVE SONO I MIEI OCCHIALI 60 NOTE PER L INSEGNANTE Questo gioco è utile per l apprendimento o il rinforzo di alcune strutture e di indicatori spaziali. Le strutture da utilizzare possono partire dalla

Dettagli

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI DOVE SONO I MIEI OCCHIALI 60 NOTE PER L INSEGNANTE Questo gioco è utile per l apprendimento o il rinforzo di alcune strutture e di indicatori spaziali. Le strutture da utilizzare possono partire dalla

Dettagli

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige)

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Un roseto Il gazebo adiacente la casa sfrutta l estensione fra di un glicine centenario le nuvole e offre ombra e riparo nelle

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini P O R T O L I O UN TEMPO GHIACCIATO Tra le nevi perenni della Groenlandia per ritrovare se stessi. Il racconto di una fuga verso il Nord, in un luogo pieno di luce e di spazio, dove svegliarsi ogni giorno

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Secondo l Organizzazione Mondiale per il Turismo, le Alpi accolgono ogni anno il 12% circa del turismo mondiale. Parallelamente le Alpi rappresentano anche uno

Dettagli

Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti. Charles Darwin (1809-1882)

Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti. Charles Darwin (1809-1882) Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti Charles Darwin (1809-1882) L evoluzione secondo LAMARCK (1744-1829) 1. Gli antenati delle giraffe

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

HARMADIK MINTAFELADATSOR Emelt szintű szóbeli vizsga. Minta. A vizsgázó példánya (20 perc)

HARMADIK MINTAFELADATSOR Emelt szintű szóbeli vizsga. Minta. A vizsgázó példánya (20 perc) Bemelegítő beszélgetés 1. Vita HARMADIK MINTAFELADATSOR Emelt szintű szóbeli vizsga A vizsgázó példánya (20 perc) E migliore vivere in una casa con giardino in una zona verde che in un appartamento in

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

ÒMangio a scuolaó sezione bambini

ÒMangio a scuolaó sezione bambini DISCRIMINANTI DEL CAMPIONE Istituto scolastico Classe Comune 1) Sesso maschio femmina 2) Etˆ 7-10 anni 11-13 anni 3) Preparazione dei pasti preparati nella cucina preparati altrove e della scuola portati

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159 CHE COS È IL CLIMA? L atmosfera: è l aria che circonda la Terra. Ti è capitato di vedere in televisione o su un giornale le previsioni del tempo? La persona che parla spiega che cosa succede nell aria

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI Ogni programma è preceduto da una testatina contenente, in forma sintetica, le informazioni relative al viaggio. Lo spazio a disposizione nella scheda è limitato

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti

TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti 2014/2015 TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti Atene / Canale di Corinto / Epidauro / Micene / Nauplia / Olympia Arachova / Delfi / Kalambaka / Monasteri Bizantini delle Meteore / Termopili

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

QuadernoUNO B1.qxd:5-Quaderno-UNO.qxd 22-05-2012 12:33 Pagina 1 UNO

QuadernoUNO B1.qxd:5-Quaderno-UNO.qxd 22-05-2012 12:33 Pagina 1 UNO QuadernoUNO B1.qxd:5-Quaderno-UNO.qxd 22-05-2012 12:33 Pagina 1 UNO Giugno 2012 QuadernoUNO B1.qxd:5-Quaderno-UNO.qxd 22-05-2012 12:33 Pagina 2 QuadernoUNO B1.qxd:5-Quaderno-UNO.qxd 22-05-2012 12:33 Pagina

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli