Le cronache di Narnia: il leone, la strega e l'armadio. Titolo originale: The Chronicles of Narnia: the Lion, the Witch & the Wardrobe USA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le cronache di Narnia: il leone, la strega e l'armadio. Titolo originale: The Chronicles of Narnia: the Lion, the Witch & the Wardrobe USA"

Transcript

1 Titolo originale: Paese: The Chronicles of Narnia: the Lion, the Witch & the Wardrobe USA Anno: Musiche: 2005 Harry Gregson-Williams Durata: Scenografia: 125',134' Roger Ford (extended edition) Colore: Costumi: colore Isis Mussenden Audio: Trucco: sonoro Howard Berger e Tami Lane Genere: Premi: avventura, fantasy 1 Oscar 2006 :"Miglior trucco" (Howard Berger e Tami Lane) Regia: Andrew Adamson Soggetto: Sceneggiatura: Produttore: Casa di produzione: C. S. Lewis (Libro) Ann Peacock, Andrew Adamson, Christopher Markus, Stephen McFeely Mark Johnson, Philip Steuer, Andrew Adamson, Perry Moore, Douglas Gresham Walt Disney Pictures Distribuzione (Italia): Buena Vista Distribution Interpreti e personaggi Georgie Henley: Lucy Pevensie Skandar Keynes: Edmund Pevensie William Moseley: Peter Pevensie Anna Popplewell: Susan Pevensie Tilda Swinton: Jadis, La Strega Bianca Jim Broadbent: Professor Digory Kirke James McAvoy: Sig. Tumnus James Cosmo: Babbo Natale Judy McIntosh: Sig.ra Pevensie Kiran Shah: Ginarrbrik Elizabeth Hawthorne: Sig.ra Macready Rachael Henley: Lucy Adulta Noah Huntley: Peter Adulto Mark Wells: Edmund Adulto Sophie Winkleman: Susan Adulta Le cronache di Narnia: il leone, la strega e l'armadio Fotografia: Montaggio: Effetti speciali: Donald M. Mcalpine Sim Evan-Jones, Jim May Ann Rhythm & Hues, Sony Pictures Imageworks, Weta Workshop ltd. Smirnova

2 E un film statunitense del 2005, diretto da Andrew Adamson, conosciuto al grande pubblico per aver diretto anche Shrek e Shrek 2. È basato sul romanzo Il Leone, la Strega e l'armadio, uno dei libri che compongono il ciclo Le Cronache di Narnia di C. S. Lewis. Il romanzo fu il primo ad essere pubblicato, nel Nel 1994 la Harper Collins pubblicò l'intero ciclo seguendo l'ordine suggerito da Douglas Gresham, il figlio adottivo di Lewis, in cui Le cronache di Narnia erano precedute dal romanzo pubblicato per ultimo Il nipote del mago, che racconta della creazione di Narnia e rappresenta un prologo all'intera serie. Il film è stato prodotto dalla Walden Media e distribuito dalla Walt Disney Pictures.La pellicola è uscita nelle sale negli Stati Uniti il 9 dicembre 2005,mentre nelle sale italiane il 21 dicembre Trama Durante la Seconda guerra mondiale quattro fratelli inglesi Peter, Susan, Edmund e Lucy vengono spediti dalla madre in una casa di campagna fuori Londra, per evitare il pericolo dei bombardamenti. Qui, inizialmente non si trovano affatto bene perché sono costretti a rispettare le numerose regole imposte dalla severa governante. Un giorno, mentre giocano a nascondino, la più piccola dei quattro, Lucy, scopre sul retro di un vecchio guardaroba il passaggio verso un mondo parallelo: la magica terra di Narnia, una terra tenuta nel gelo perenne e privata del Natale dalla perfida Strega Bianca che si è impossessata del potere di Aslan, il leone sovrano del regno, mettendo ai suoi ordini ogni cosa, dal più piccolo ramoscello alla più grande montagna. La piccola fa subito amicizia col simpatico e gentile fauno chiamato signor Tumnus, una delle tante e incredibili creature che popolano il magico regno di Narnia, il quale le spiega i pericoli ed i doveri di tutti coloro che vi abitano; il più importante di questi è che quando una creatura di Narnia fa conoscenza con una creatura del mondo umano la deve consegnare alla Strega Bianca. Lucy, aiutata dal signor Tumnus, riesce a scappare e racconta ai fratelli che però inizialmente non le credono. In seguito anche il fratello minore Edmund finisce in quel magico mondo, ma incontra la Strega Bianca, la quale riesce a corromperlo e a convincerlo che se porterà gli altri tre fratelli potrà avere tutto ciò che vuole e essere nominato re di Narnia. Così anche Peter e Susan finiscono nel mondo di Narnia e decidono di restarvi finché non saranno riusciti ad eliminare il gelo provocato dalla strega. Però per rompere il suo incantesimo occorre che i due figli di Adamo e le due figlie di Eva siano uniti in questa lotta, e Edmund lasciatosi ingannare dalla Strega, tradisce i suoi fratelli, mettendo a repentaglio le loro e la sua stessa vita. Per Narnia sembra così la fine, ma il leone Aslan ritorna in tempo per compiere il

3 sacrificio che permette ai quattro fratelli di riunirsi e di sconfiggere, supportati dagli abitanti di Narnia, la perfida Strega, che viene uccisa dal risorto leone. Il gelo sparisce e Peter, Susan, Edmund e Lucy vengono incoronati re e regine di Narnia. Anni dopo però, i quattro ragazzi, cresciuti, trovano per caso la porta che li ha condotti in quel mondo e oltrepassandola tornano nel loro mondo, all'età che avevano quando erano entrati nell'armadio... perché il tempo nel mondo reale passava molto più lentamente che a Narnia. Il sequel è Le Cronache di Narnia e il Principe Caspian. 2. Produzione Le riprese del film sono iniziate il 28 giugno 2004 e sono terminate a gennaio 2005,gran parte del film è stato girato nella Repubblica Ceca; il budget del film è stato di circa $. Andrew Adamson (Auckland, 1 dicembre 1966) è un regista e produttore cinematografico neozelandese. Diventa famoso con i film d'animazione Shrek e Shrek 2. In seguito prende il ruolo di regista, produttore e sceneggiatore nella realizzazione dei film di genere fantasy basati sui libri de Le Cronache di Narnia. 3. Curiosità Tra i coproduttori della pellicola figura Douglas Gresham, figlio adottivo di C. S. Lewis. Intorno ai personaggi di Lewis e di Gresham è stato costruito il dramma teatrale di William Nicholson Shadowlands, da cui è stato tratto il film Viaggio in Inghilterra, diretto da sir Richard Attenborough. In quest'ultimo film il ruolo di Lewis è coperto da sir Anthony Hopkins, quello di Gresham da Joseph Mazzello e infine quello della madre, la poetessa Joy Davidman Gresham, è interpretato da Debra Winger. Nella versione originale del film, Douglas Gresham presta la voce all'annunciatore della radio che si sente in una delle scene iniziali. La rappresentazione della vicenda contenuta nel libro Il Nipote del Mago, considerato l'antefatto de Il Leone, la Strega e l'armadio, può essere intravista nel film come decorazione dell'armadio che serve come passaggio al mondo di Narnia.

4 Nelle scene invernali il vapore causato dal respiro dei personaggi è stato creato in fase di postproduzione come effetto speciale; la strega bianca ne è priva per indicare che il suo corpo è freddo come l'inverno. 4. Ordine dei libri, ordine di pubblicazione e cronologia interna I libri nell'ordine di pubblicazione sono: Il leone, la strega e l'armadio (The Lion, the Witch, and the Wardrobe) Il principe Caspian (Prince Caspian) Il viaggio del veliero (The Voyage of the Dawn Treader) La sedia d'argento (The Silver Chair) Il cavallo e il ragazzo (The Horse and His Boy) Il nipote del mago (The Magician's Nephew) L'ultima battaglia (The Last Battle) Il primo editore americano Macmillan, numerò i libri e li pubblicò nell'ordine di pubblicazione originale. Quando HarperCollins ottenne la serie rinumerò i libri usando l'ordine cronologico interno, come suggerito dal figlio adottivo di Lewis, Douglas Gresham. 1. Il nipote del mago 2. Il leone, la strega e l'armadio 3. Il cavallo e il ragazzo 4. Il principe Caspian 5. Il viaggio del veliero 6. La sedia d'argento 7. L'ultima battaglia Gresham citando la risposta di Lewis ad una lettera del 1957 di un fan americano, che aveva discusso con sua madre riguardo quest'ordine: «Penso di essere d'accordo con il vostro ordine (cioè quello cronologico) per leggere i libri più che con quello di vostra madre. La serie non è stata pianificata fin dall'inizio come lei pensa. Quando scrissi Il Leone, non sapevo che ne avrei scritto ancora. Quindi scrissi il Principe Caspian come seguito ed ancora non pensavo che ne avrei scritti altri, e quando completai Il Viaggio ero sicuro che sarebbe stato l'ultimo. Ma scoprii che mi sbagliavo. Quindi forse non importa in che ordine qualcuno li legge. Non sono neanche sicuro che gli altri sarebbero stati scritti nello stesso ordine nel quale sono pubblicati»

5 Nonostante ciò il riordino dei libri ha adirato molti appassionati, che apprezzavano l'ordine originale che introduceva parti importanti dell'universo di Narnia nelle prime parti della serie e li spiegava nei prequel, in particolare nella storia della creazione Il nipote del mago. Altre motivazioni per l'ordine di pubblicazione includono il fatto che Il Principe Caspian è sottotitolato "Il Ritorno a Narnia" e che i seguenti frammenti del testo del Il leone, la strega e l'armadio supportino l'ipotesi che questo sia il primo libro della serie: «Nessuno dei bambini conosceva chi era Aslan, non più di quanto non lo conoscete voi.» «Questa è la fine dell'avventura del guardaroba. Ma se il Professore aveva ragione, era solo l'inizio delle avventure di Narnia.» 5. Edizione italiana L'edizione italiana pubblicata dalla Arnoldo Mondadori Editore ha seguito l'ordine cronologico della HarperCollins, pubblicando le Cronache di Narnia in tre volumi: 1992 Le Cronache di Narnia [Volume Primo] contenente Il nipote del mago, Il leone, la strega e l'armadio e Il cavallo e il ragazzo 1993 Le Cronache di Narnia [Volume Secondo] contenente Il principe Caspian e Il viaggio del veliero 1993 Le Cronache di Narnia [Volume Terzo] contenente La sedia d'argento e L'ultima battaglia 2005 Le Cronache di Narnia contenente l'intera opera 6. Allegoria Sebbene i libri contengano allusioni alle idee cristiane, una lettura allegorica di questi libri potrebbe risultare confusionaria e riduttiva. Lewis, convertitosi da adulto al cristianesimo, incorporò concetti teologici cristiani nelle storie per renderli comprensibili ai bambini. In questo Lewis ebbe successo: Le Cronache di Narnia sono diventate una lettura favorita per bambini ed adulti. La teologia è stata ben incorporata, i libri non sono per niente pesanti e possono essere letti per il loro contenuto di idee colorite, avventura e mitologia. Lewis stesso sostenne che non sono allegoriche, ma "supposizionali", più simili a qualcosa che ora chiameremmo storia alternativa.

6 Una delle pubblicazioni accademiche di Lewis fu The Allegory of Love (1936), circa le allegorie medievali dell'amor cortese. Di conseguenza egli si attiene ad una stretta definizione di "allegoria", quando scrive ad un giovane fan: «Io non mi sono detto 'Rappresentiamo Gesù come Egli è realmente nel nostro mondo come un Leone in Narnia'; mi sono detto "Supponiamo che ci sia una terra come Narnia e che il Figlio di Dio, diventi in questa un Leone, come è diventato un Uomo nel nostro mondo, e quindi immaginiamo cosa succede".» In un'altra lettera afferma chiaramente: «Se Aslan rappresentasse la Divinità immateriale nella stessa maniera in cui Giant Despair rappresenta la disperazione egli sarebbe una figura allegorica. Comunque in realtà egli è un invenzione che dà una risposta immaginaria alla domanda, Come potrebbe essere Cristo, se ci fosse un mondo come Narnia ed Egli scegliesse di incarnarsi e morire e risorgere nuovamente in quel mondo come Egli ha effettivamente fatto nel nostro? Questo non è per niente allegorico.» Lewis inoltre sfata il mito che egli avesse originariamente composto le storie per lo scopo di dimostrare i principi cristiani: «Alcune persone paiono pensare che io ho iniziato a chiedermi se io dovessi dire qualcosa sulla cristianità ai bambini; quindi avendo deciso di usare una storia fatata come strumento, aver iniziato a raccogliere informazioni sulla psicologia dei bambini ed avessi deciso per quale fascia d'età scrivere; infine avessi scritto una lista di verità fondamentali cristiane e composto delle "allegorie" per rappresentarle. Queste sono sciocchezze. Non potrei scrivere in questa maniera. È cominciato tutto con delle immagini; l'immagine di un fauno; un fauno che porta un ombrello, una regina su una slitta, un magnifico leone. All'inizio non c'era nulla di cristiano in essi; questo elemento si inserì successivamente di suo proprio accordo» Lewis in un suo libro che parlava sui tre modi per scrivere ai bambini disse anche che un giorno un suo amico che era padre riferendosi alla scena in cui edmund mangiò i dolcetti della strega (scena del libro Il leone, la strega e l'armadio) disse: "Capisco perché hai inserito quella scena, Per compiacere gli adulti bisogna inserire delle scene di sesso ma trattandosi di bambini, è ovvio mettere qualcosa da cui sono attratti loro quindi i dolcetti". 7. Radici latine Narnia è il nome latino della città italiana di Narni, situata nella Provincia di Terni e così chiamata dal 299 a.c.. Il nome di Narnia era conosciuto a Lewis fin dall'infanzia, infatti nel suo atlante latino era sottolineata nella cartina d'italia la città di Narnia ora chiamata Narni. La formazione di assistente universitario ad Oxford e professore a Cambridge, aveva portato Lewis a leggere e studiare a fondo i classici della letteratura. Tra questi non potevano mancare i grandi poeti latini che in gioventù e successivamente per tutto il corso della propria vita, influenzarono molto le sue opere.jack (come Lewis amava farsi chiamare),

7 studiando assieme al suo precettore Kirkpatrick, si dedicò talmente a tale tipo di letture che lo stesso insegnante ebbe a riferire al padre del giovane allievo: «Ha letto più classici di qualunque altro ragazzo io abbia mai seguito... e - potrei aggiungere - di cui [io stesso] abbia mai sentito parlare"; ed ancora: "È uno scolaro che non ha altri interessi se non la lettura e lo studio...». La conoscenza del latino da parte di Lewis era talmente vasta da poter tenere correntemente delle discussioni e delle corrispondenze in lingua latina, come avvenne per lungo tempo. La sua corrispondenza - appunto in latino - con don Calabria iniziò alla fine del 1947 per protrarsi poi fino alla morte dello stesso don Calabria, avvenuta alla fine del Tale rapporto epistolare in lingua latina è stato tradotto in italiano e lo si può trovare nel libro: Una gioia insolita (a cura di Luciano Squizzato; prefazione di Walter Hooper; edizioni Jaca Book, 1995).Lewis aveva letto tra il 1910 ed il 1920 (quindi ad una età compresa tra i 12 e i 22 anni) molti scrittori latini, da cui attinse probabilmente almeno sette riferimenti alla Narnia romana in Italia. Quattro citazioni sono state infatti identificate nelle Historiae di Livio (10:10, 27:9,27:50 e 29:15), altre negli Annali di Tacito (3:9) e in scritti di Plinio il Vecchio (evidenti nelle sue Storie Naturali accenni riguardo al clima particolare di Narnia (che diventa secco durante la stagione delle piogge). Infine, Plinio il Giovane, nelle sue lettere alla suocera Pompea Celerina, menziona l'eccellenza degli alloggi della sua villa presso Narnia, e specialmente i suoi stupendi bagni. A proposito di questi riferimenti, Lewis menziona esplicitamente Plinio il Giovane in una lettera ad Arthur Greeves (circostanza citata da Paul Ford in Companion to Narnia). Quindi il nome Narnia dato ai libri fantastici di Lewis era sicuramente noto a Jack che sapeva che Narnia (oggi chiamata Narni) era una città italiana posta sulla via Flaminia ed estremo baluardo posto alla difesa di Roma.Questo fatto è ulteriormente avvalorato da uno dei maggiori biografi di Lewis, cioè da Walter Hooper, che - oltre ad essere in possesso di una cartina d'italia su cui Lewis aveva studiato e sottolineato i percorsi delle strade consolari che da Roma portavano al nord - dice espressamente che questa cartina gli è stata data personalmente dallo scrittore; lo stesso Lewis disse a Hopper, dandogli tale documento, che da tale fonte aveva tratto il nome della magica terra di Narnia. Tale mappa risulta essere stata tratta dall'atlante Murrey's Small Classical Atlas pubblicato nel Influenze geografiche Pare che Lewis abbia basato la sua descrizione di Narnia sulla geografia e sugli scenari delle Mourne Mountains della Contea di Down nella sua nativa Irlanda. Bisogna comunque ricordare che molto probabilmente "Narnia" potrebbe derivare da Narni, città italiana in cui soggiornò l'autore (il suo antico nome latino è proprio Narnia), il cui simbolo è un grifone, e

8 nel cui territorio sono dislocati molti elementi legati ai suoi scritti, come: un grosso leone di pietra e un'antica pietra sacrificale. 9. Cinema Nel 2005 la Walden Media insieme alla Walt Disney Pictures, dopo anni di attese e rinvii, ha realizzato una versione cinematografica del Il leone, la strega e l'armadio intitolata Le Cronache di Narnia: Il Leone, la Strega e l'armadio. Le riprese del film, sotto la direzione di Andrew Adamson, sono state effettuate principalmente in Nuova Zelanda ed in parte nella Repubblica Ceca. All'adattamento della sceneggiatura hanno preso parte quattro persone: Ann Peacock, Christopher Markus, Stephen McFeely ed il regista Andrew Adamson. Le musiche, invece, sono ad opera di Harry Gregson-Williams, gli effetti speciali sono stati curati dalla Industrial Light and Magic di George Lucas. I film de "Le Cronache di Narnia" verranno probabilmente realizzati nello stesso ordine col quale C. S. Lewis ha scritto il libri, come dimostra il fatto che è in fase di post-produzione il secondo capitolo delle Cronache di Narnia, sotto la direzione di Andrew Adamson, Le Cronache di Narnia: Il Principe Caspian, in uscita il 16 maggio 2008 in America, il 22 agosto 2008 in Italia. 10. Influenze su altri lavori La serie di romanzi inglesi di Philip Pullman Queste oscure materie (His Dark Materials) è stata considerata una "risposta" alle Cronache di Narnia. Queste oscure materie favorisce la scienza e la ragione sopra alla religione, rifiutando completamente i temi della teologia cristiana che permeano la serie di Narnia, ma ha molti degli stessi argomenti, soggetti e tipi di personaggi (animali parlanti inclusi) delle Cronache di Narnia. L'autrice J.K. Rowling ha espresso il suo apprezzamento ed ispirazione per i libri di Narnia. Elementi del mondo fantastico creato da Lewis possono essere ritrovati nel mondo di Harry Potter creato dalla Rowling, particolarmente per quanto riguarda le creature magiche. La serie di fumetti The Sandman scritta da Neil Gaiman, nel suo ciclo di storie intitola Il gioco della vita (A Game of You) - 5 Volume della serie pubblicato, In Italia, dalla Magic Press -, rappresenta una valle fantasy stile Narnia che può essere visitata dal mondo reale.

9 Tolkien definì molte volte Narnia come una specie di caos primordiale, esprimendo stupore per il fatto che il suo amico e collega Lewis non avesse perfezionato i nomi delle dinastie e dei re e, in generale, operato al fine di rendere coerente la mitologia di Narnia. 11. Approfondimenti Per Lewis, Narnia e Aslan non sono altro che la vestizione infantile di traumi, misteri e concezioni religiose, strettamente cattoliche e molto meno protestanti. Filosofia - Religione, Infanzia - Maturità, Bene - Male. Questi, in maniera molto ristretta, sono i codici che arricchiscono le sue pagine,la pagina di Lewis è semplicistica e libera, dando ampio spazio allo sbizzarrirsi della fantasia immaginativa di ognuno. Questo è un punto di partenza molto forte e allo stesso tempo interessante di questo bellissimo film fantasy, fintamente per bambini ma in realtà indirizzato ad un pubblico adulto. Durante la Seconda Guerra Mondiale, quattro fratellini fuggono da Londra per rifugiarsi nella più tranquilla campagna del Devonshire, presso la dimora di un vecchio professore. Durante un pomeriggio, giocando a nascondino, la più piccolina si nasconde in un armadio. L'armadio altro non è che un passaggio verso un mondo nuovo: Narnia. Questa terra magica vive sotto l'incantesimo della Strega Bianca, e secondo un antica profezia, solo quattro umani potranno spezzarlo. Dopo un colpaccio come i due "Shrek" e il terzo episodio in cantiere, il regista Andrew Adamson si è trovato di fronte alla richiesta dei fan e cultori del libro, di non tradire lo spirito e di non applicare le classiche amputazioni che spesso avvengono nei confronti dell'opera letteraria. I tagli a molti episodi ci sono, ma ciò non toglie nulla al messaggio e alla spettacolarità della messa in scena, che da fiabesca e onirica diviene, a mano a mano che il film si avvia verso la fine,livida e minacciosa. Al di là della bravura di una équipe tecnica di tutto rispetto, che riesce a creare con la computer graphic personaggi impensabili, non abbozzati ma realmente perfetti, al di là della rigogliosa vegetazione neozelandese che "interpreta" alla perfezione Narnia, al commento musicale e ai costumi (straordinario il lavoro su Tilda Swinton e sul suo stile Gucci/Prada dei ghiacci), la forza del film risiede nel senso ritmico della regia, sempre puntuale e sapiente nel calibrare tensione e dolcezza, e sempre attenta a mostrare il religioso senza essere didascalica. Adamson regala scene da antologia, come il primo incontro della bambina con la creatura fatata, l'entrata in scena del Leone e senza dubbio la splendida battaglia finale. Tutta la cornice del film, la Seconda Guerra Mondiale e la fuga, non è altro che una mirabolante metafora del primo e fondamentale desiderio di ogni essere umano, ovvero la fuga dal Male corrente verso il Bene eterno, e serve come anticipazione ai concetti base e alla simbologia dei personaggi. In uno scontro tra forze del

10 Bene e del Male, come è scritto nell'antico Testamento, il bene viene indicato come elemento vendicativo ma dolce e, in questo caso, il Leone Aslan incarna la Giustizia e immortala una sorta di Cristo degli animali, vittima sacrificale e sacrificata per il bene dell'umanità. Il Leone dalla folta criniera è doppiato da Omar Sharif nella versione italiana e da Liam Neeson in quella originale. Creato digitalmente per intero, ruba spesso la scena ai quattro giovani e bravissimi protagonisti e alla sua acerrima rivale, una Tilda Swinton algida e magnetica a cui il ruolo sembra stato scritto su misura. Tra figli di Adamo e di Eva, sacrifici che richiamano Isacco e Abramo, emblemi e scritte troppo mature (difficilmente comprensibili per i ragazzini) e un turbinio di effetti speciali al servizio della storia e non da storia, questa pellicola diviene non solo l'inizio di una saga (i libri sono ben sette) fantasy che farà storia, ma anche un film che si conquista un posto tra i classici della Storia del Cinema. E ne siamo contenti. 12. I personaggi I personaggi del bene Umani e creature fedeli ad Aslan Aslan, il potente leone parlante Aslan è figlio del grande imperatore che sta al di là del mare. E buono e terribile allo stesso tempo, possiede una grande criniera dorata e due grandi occhi splendenti dall espressione grave e solenne, veramente regale. Ha una voce dolce e profonda (in originale è di Liam Neeson). Prima che la Strega Bianca sconvolgesse la sua terra immergendola in un inverno eterno, governava con mano ferma ma benevola. Dopo un lungo esilio, Aslan torna a Narnia e ottiene l aiuto dei Pevensie (come dice l antica profezia), e di tutte le creature buone, per combattere la Strega Bianca e restituire Narnia alla gloria passata. Aslan è reale eppure divino in quanto sente sia il dolore umano che le sofferenze per le pene degli uomini, ma è anche capace di prendere le distanze da se stesso, in un modo sovrumano.

11 Peter (William Moseley) è generoso, leale e pieno di spirito d avventura. Riceve in dono uno scudo con l effige di un leone e una spada. E il maggiore dei fratelli, ed è il guerriero del gruppo. Quando si trova circondato dagli innumerevoli pericoli di Narnia, accetta il compito che Aslan gli assegna e viene investito cavaliere dallo stesso grande leone con il nome di Peter Flagello dei Lupi. Insieme alle armi che riceve a Narnia, Peter può contare su una forte fibra morale e grande coraggio, doti che gli saranno utili nella grande battaglia contro la Strega Bianca. Per l operato come sovrano di Narnia si guadagna il titolo di Peter il Magnifico. Susan. Rinomata per la sua bellezza sia sulla Terra che su Narnia, Susan (Anna Popplewell) è la più grande dei fratelli Pevensie, dopo Peter, ha un animo dolce e protettivo nei confronti dei fratelli più piccoli. Come Edmund e Peter, è inizialmente scettica riguardo alla storia di Lucy e dell Armadio. Ma quando Susan si ritrova improvvisamente nel mondo di Narnia in mezzo a una guerra imminente, afferra un arco e si unisce la buona lotta. Ora quella è la bellezza pericolosa. Edmund. Ha un anno più di Lucy e sa essere dispettoso, sprezzante e gli è sempre piaciuto maltrattare i più piccoli. E il secondo a varcare l Armadio ed entrare in Narnia, dopo aver sentito la storia di Lucy. Qui incontra la Strega Bianca e si lascia ingannare: mangia il suo cibo magico e la corruzione lo trasforma in un malvagio traditore.si riscatterà comprendendo l errore e prenderà parte alla battaglia finale dove avrà una parte fondamentale; diventerà un uomo anche più serio e postao di Peter, tanto saggio nel dare consigli e giudizi che fu detto Edmund il saggio. Lucy (Georgie Henley) ha un carattere allegro e capelli d oro, è sincera e sensibile. E la più piccola dei fratelli Pevensie, e mentre esplora la casa del Professore scopre il passaggio per Narnia nell armadio magico e incontra il fauno Mr. Tumnus. Racconta l accaduto ai fratelli che non le credono. A Narnia riceve in dono un piccolo pugnale e una bottiglietta di cristallo contenente un liquido dal miracoloso potere lenitivo. Il professore. E molto vecchio, con i capelli bianchi e ispidi e un'abbondante peluria che gli cresce sulkla faccia oltre che in testa, formando una gran barba bianca. Sembra un uomo buffo ed è una cara persona che non si sorprende dei racconti dei ragazzi, anche quelli più incredibili. Questo perché grazie alla magia del bizzarro zio Andrew, il professore da ragazzo ha avuto la fortuna di visitare altri mondi. Da uno di questi ha portato la perfida Regina Jadis, e in un altro ha assistito alla nascita di Narnia, creata dal canto del leone Aslan. Da Narnia torna con una mela magica, in grado di guarire la malattia della madre. Il torsolo, una volta piantato, diventa un melo maestoso che produce i frutti più buoni d'inghilterra. Quando una tempesta lo

12 sradica, insieme a tutti gli alberi della zona, il professore non ha cuore di farlo diventare legna da ardere e lo trasforma in un armadio. Tuttavia non è lui a scoprirne i poteri magici... Mister Tunmus è la prima creatura che la piccola Lucy incontra dopo aver attraversato l armadio e scoperto Narnia. E un fauno: dalla cintola in su sembra un uomo come tutti gli altri, ma i fianchi e le gambe sono quelli di una capra coperta di peli neri, folti e lucenti. Non ha piedi, naturalmente, ma grosse unghie sagomate a zoccolo, e ha una lunga coda che tiene arrotolata sul braccio. E al servizio della Strega Bianca e ha il compito di portarle tutti i figli di Adamo e di Eva che arrivano a Narnia, ma il suo animo gentile gli impedisce di tradire Lucy, e la bontà gli costerà una punizione terribile. Il signor e la signora Castoro. Il Sig Beaver (la voce in originale è di Ray Winstone) è un amico del sig. Tumnus e salva Peter, Susan e Lucy dai pericoli di Narnia dando loro rifugio e spiegando il significato della profezia: il tempo del male sarà terminato Quando i figli di Adamo e del suo costato I troni di Cair Paravel avranno conquistato I Beaver (la voce della signora Beaver è di Dawn French), quando sono eccitati, parlano con qualche libertà grammaticale. Guidano i tre Pevensie all accampamento di Aslan. Mr. Fox. L abile sig. Fox (la voce è di Rupert Everett) è una delle creature che rimangono leali ad Aslan e ai Pevensie durante il glaciale inverno imposto dalla Strega Bianca. Nonostante la somiglianza con i lupi che cercano di portarlo dalla parte dell oscurità. Il compito del signor Fox è radunare le forze fedeli ad Aslan per scendere in battaglia contro i suoi nemici. E abbastanza pazzo da sfidare la Strega Bianca, pazzo come una volpe. Oreius. Il centauro Oreius è il generale dell'esercito di Aslan, condottiero delle forze del bene contro le orde di creature diaboliche comandate dalla Strega Bianca. Il centauro è una creatura mezzo uomo (la parte superiore) e mezzo cavallo (la parte inferiore) è la creatura più armoniosa della zoologia fantastica e fra le sue caratteristiche ci sono saggezza e lealtà; è considerata un eccellente stratega bellico. Satiri. Il satiro è una creatura mezzo uomo e mezzo capra leale all'esercito di Aslan. Benchè siano feroci in battaglia, i satiri della foresta sono esseri timidi e sono conosciuti per il loro amore per musica e le celebrazioni. I Satiri rappresentavano le potenze vitali della natura in

13 tutta la loro pienezza, erano demoni dei boschi e dei monti, dove trascorrevano il loro tempo nella massima dissolutezza, cantando, ballando e inseguendo le Ninfe. Dal loro nome fu chiamata "satira" una forma di rappresentazione teatrale in cui si mettevano in ridicolo dei ed eroi. Grifoni. I grifoni sono creature leggendarie che hanno il corpo, le zampe posteriori e la coda di un leone, combinate con la testa artigli e ali d aquila. Questi saggi e veloci alleati di Aslan possono attraversare i cieli poco amichevoli di Narnia. I bestiari medievali affermavano che il grifone aveva la grandezza e la forza di oltre cento cavalli, e che fosse capace di ghermire e portar via un cavallo con il suo cavaliere, o due buoi aggiogati all'aratro, e portarli volando al suo nido; perché alle zampe ha unghie grandi come corna di bue, e con queste si fanno coppe per bere, e con le costole, archi per tirare. I personaggi del male La Strega Bianca tiene Narnia sotto il tallone di un inverno che dura da cento anni. Può trasformare li suoi nemici in pietra con un tocco della bacchetta magica e fare mille stregonerie. Se ne va in giro su una slitta trainata da renne bianche. Jadis, questo il suo nome, si è autoproclamata regina di Narnia, castellana di Cain Paravel e imperatrice delle Isole Solitarie e domina Narnia per mezzo del terrore instillato nelle creature buone da una legione di creature diaboliche. Quando i Pevensie compaiono sulla scena, tuttavia, Jadis teme che possano in qualche modo mettere fine al suo regno e ai sogni di eterno terrore su Narnia. E' figlia di Lilith, la prima moglie di Adamo, un demone del male, e di un orribile gigante e nelle sue vene non c'è neppure una goccia di sangue umano Il lupo Maugrim è il capo della polizia segreta della Strega Bianca, veloce come un cavallo al galoppo e totalmente fedele al male, è perennemente affamato del consenso della sua regina. Lupo abile e pericoloso, Maugrim fa rispettare le leggi della Strega Bianca accertandosi che tutti i traditori incontrino il loro sconvolgente destino. Ha peli sulla schiena ritti come una corona di fil di ferro. Ginarrbrick. Ci sono due razze di nani nativi di Narnia: neri e rossi. L'unica caratteristica fisica che distingue i due tipi è il colore dei capelli, ma le loro personalità non potrebbe essere più diverse. La maggior parte dei nani rossi è amabile e leale a Aslan, mentre la maggior parte dei

14 nani neri è egoista e guerrafondaia. Ginarrbrik (Kiran Shah) è il nano nero che guida la slitta della Strega, il mezzo di trasporto ideale per un mondo stretto dalla morsa del ghiaccio. Fedele alla sua diabolica padrona, rimane al suo fianco in ogni occasione Il Generale Otmin (Shane Rangi) è un Minotauro, creatura con la testa e il corpo di un toro. E il comandante dell'esercito della strega bianca. Otmin e gli altri minotauri sono fra i più possenti tirapiedi della strega Bianca, temibili e spietati guerrieri muniti di pesanti armature. Non è consigliabile incontrarne uno in un vicolo buio (e neppure in pieno giorno, se è per questo) I Boggle sono così brutti da boggles la mente: somigliano a una talpa con un muso suino e arti da bradipo. Abitano nel sottosuolo e vengono alla superficie soltanto perché chiamati alla battaglia contro Aslan e il suo esercito. Certo, se somigliaste a uno di loro preferireste vivere nel sottosuolo e nell oscurità anche voi Minoverri (Minoboar). Simili a Minotauri, ma con le caratteristiche di un cinghiale, i Minoboars sono alcune delle creature più spaventose dell'esercito della strega bianca. Sono inoltre alcuni degli esseri più sgradevoli di tutta Narnia anche se un Boggles avrebbe qualcosa da dire in proposito Ciclopi. Nell'Odissea di Omero, i Ciclopi erano pastori che vivevano sulle coste italiche; barbari privi di leggi e cannibali, non temevano né gli dei né gli uomini. Nella mitologia greca i tre Ciclopi Monocoli, Bronte (tuono), Sterope (fulmine) e Arge (lampo), erano figli di Urano e Gea, Cielo Stellato e Madre Terra. Costruttori di mura e fabbri divini, i Ciclopi fabbricarono le potenti folgori grazie alle quali Zeus poté ottenere la vittoria contro i Titani. l altezza dei ciclopi al servizio della Strega Bianca supera i due metri e trenta; i ciclopi hanno una singolare cavità oculare piantata nel bel mezzo della fronte. (propriamente dal greco kuklops = dall'occhio rotondo). Orchi. Questi poco intelligenti servitori della Strega Bianca non sono molto gentili e mangiano praticamente di tutto. Le loro armi e la loro corazza non sono particolarmente sofisticate, questo perché contano sulla forza bruta per far pendere dalla loro parte la sorte di uno scontro.

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze SEZIONE DIDATTICA 2011 Schede

Dettagli

Guida a Narnia: i personaggi 2

Guida a Narnia: i personaggi 2 chiudi < http://www.fantasymagazine.it/notizie/3734/ > Guida a Narnia: i personaggi 2 La strega bianca e le sue orde Il conto alla rovescia dice che all'uscita del film manca un giorno per Austria, Germania,

Dettagli

Argomento: L Odissea Destinatari: studenti con una competenza linguistica B2 Classi: 1^ Istituto Tecnico Tecnologico e Liceo delle Scienze Applicate

Argomento: L Odissea Destinatari: studenti con una competenza linguistica B2 Classi: 1^ Istituto Tecnico Tecnologico e Liceo delle Scienze Applicate Argomento: L Odissea Destinatari: studenti con una competenza linguistica B2 Classi: 1^ Istituto Tecnico Tecnologico e Liceo delle Scienze Applicate Il contenuto è la semplificazione di un libro di testo

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI

STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI Scuola Primaria - Classi 3 A & 3 B a.s. 2012-2013 Scuola in galleria, Galleria Nazionale, Parma 14 Febbraio 2013 STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI CHI SONO GLI DEI? CHE COSA HANNO DI DIVERSO DAGLI UOMINI?

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

La religione degli antichi greci

La religione degli antichi greci Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La religione degli antichi 1 Osserva gli schemi.

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO LA PERLA E IL TESORO PREZIOSO In quel tempo, Gesù disse alla folla: Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto in un campo; un uomo lo trova e lo nasconde di nuovo, poi va, pieno di gioia, vende

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

le immagini Di un AvventurA 1. Riordina, numerandole, le immagini dell avventura che Nerina e Furettola vivono insieme subito dopo essersi conosciute.

le immagini Di un AvventurA 1. Riordina, numerandole, le immagini dell avventura che Nerina e Furettola vivono insieme subito dopo essersi conosciute. 4 le immagini Di un AvventurA 1. Riordina, numerandole, le immagini dell avventura che Nerina e Furettola vivono insieme subito dopo essersi conosciute. 16 5 un FAtto DoPo l Altr o 1. Numera da 1 a 9 gli

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi La grande quercia del bosco era molto vecchia. Nella corteccia del tronco e dei rami, i solchi lasciati dal tempo erano profondi. Non sapeva ancora quanto le

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

IL FILM DELLA VOSTRA VITA

IL FILM DELLA VOSTRA VITA IL FILM DELLA VOSTRA VITA Possibili sviluppi Istruzioni Obiettivo L esercizio fornisce una visione d insieme della vita del partecipante. La foto diventa viva Versione 1 (Esercizio di gruppo) Immaginate

Dettagli

La lettura come approccio alla lingua 2. Narnia in English

La lettura come approccio alla lingua 2. Narnia in English La lettura come approccio alla lingua 2 Narnia in English Esperienza didattica in L2 di Piera Donna classe IV primaria G. Rodari, Firenze a.s. 2012-2013 Questo è il racconto di una esperienza didattica

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

ADE CERCA MOGLIE. Completa. Rispondi

ADE CERCA MOGLIE. Completa. Rispondi IL DIO ADE Il dio Ade è fratello del dio Zeus. Ade è il re dei morti. Per gli antichi greci, dopo la morte, gli uomini vanno negli Inferi. Gli Inferi sono un luogo buio e triste che si trova sotto terra.

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston è un gabbiano fuori dal comune: non segue mai lo stormo e va ad esercitarsi da solo per migliorare la tecnica del volo ad alta quota. Questo

Dettagli

Come si realizza uno spot pubblicitario

Come si realizza uno spot pubblicitario Come si realizza uno spot pubblicitario La realizzazione di uno spot si compone principalmente di quattro fasi: 1. Pre-produzione: la fase di scrittura 2. Lavorazione: le riprese 3. Post-produzione: il

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

UN LAB-ORATORIO TEATRALE

UN LAB-ORATORIO TEATRALE UN LAB-ORATORIO TEATRALE IL GIALLO DELLA ZIZZANIA Dalla parabola al campo dell oratorio Come trasformare la parabola del buon grano e della zizzania l Icona evangelica di «A TUTTO CAMPO» in una parabola

Dettagli

Gli eroi sono chiamati a risolvere un mistero che scuote il regno di Andor. E forse è l'inizio di qualcosa di più pericoloso...

Gli eroi sono chiamati a risolvere un mistero che scuote il regno di Andor. E forse è l'inizio di qualcosa di più pericoloso... Storico delle modifiche 1.1 aggiunta questa pagina di copertina Leggende di Andor La vendetta del negromante I episodio Trasformazioni inquietanti Versione 1.1 Questa leggenda richiede la versione base

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA. L esempio di un cittadino nell antichità

SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA. L esempio di un cittadino nell antichità SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA L esempio di un cittadino nell antichità Poiché Socrate non ha lasciato testi scritti, conosciamo la sua vita e il suo pensiero attraverso le opere di Platone, famoso filosofo,

Dettagli

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 A che ruolo giochiamo? Il teatro al servizio della formazione di Francesco Marino Una premessa: di che cosa parliamo quando parliamo di Parleremo di teatro (che

Dettagli

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano di Redazione Sicilia Journal - 25, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/cinema-la-bugia-bianca-il-dramma-dello-stupro-etnico-raccontato-da-unsiciliano/

Dettagli

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007 PORCHIPINO Temi: L incontro, lo stare e il partire. La narrazione della storia di Porchipino, un piccolo riccio rimasto solo nel bosco, introduce i bambini al tema dell incontro, dell accoglienza del diverso

Dettagli

Il Principe Mezzanotte. Scheda di approfondimento. Materiale didattico di approfondimento per insegnanti e operatori

Il Principe Mezzanotte. Scheda di approfondimento. Materiale didattico di approfondimento per insegnanti e operatori Il Principe Mezzanotte Scheda di approfondimento Materiale didattico di approfondimento per insegnanti e operatori La Compagnia Teatropersona ha deciso di creare queste schede per dare l opportunità alle

Dettagli

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2008 2009. Spazio per l etichetta autoadesiva

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2008 2009. Spazio per l etichetta autoadesiva Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2008 2009 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva La

Dettagli

1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare?

1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare? Intervista all educatore cinofilo E. Buoncristiani 1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare? Gli aspetti positivi di questa

Dettagli

LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI

LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI In un mondo che ha perso quasi ogni contatto con la natura, di essa è rimasta solo la magia. Abituati come siamo alla vita di città, ormai veder spuntare un germoglio

Dettagli

AUTORE: Lyman Frank Baum. TRADUZIONE E ADATTAMENTO: E. Tarascio. DISEGNI: Cattaneo PAGINE: 160 PREZZO: 7,00 ISBN: 978-88-472-0980-0

AUTORE: Lyman Frank Baum. TRADUZIONE E ADATTAMENTO: E. Tarascio. DISEGNI: Cattaneo PAGINE: 160 PREZZO: 7,00 ISBN: 978-88-472-0980-0 dai7anni SERIE i classi c i scuola primaria Il Mago di Oz CLASSICO Travolta da un ciclone, la piccola Dorothy si ritrova sbalzata dalla sua tranquilla e grigia fattoria nel Kansas al magico e misterioso

Dettagli

LA GRANDE AVVENTURA. dagli 11 anni. Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011

LA GRANDE AVVENTURA. dagli 11 anni. Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011 dagli 11 anni LA GRANDE AVVENTURA Robert Westall Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011 L autore Scrittore inglese, nato nel 1929

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

LA PIANTA MAGICA. Dai 7 anni

LA PIANTA MAGICA. Dai 7 anni PIANO DI L ETTURA LA PIANTA MAGICA ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Orecchia Serie Azzurra n 81 Pagine: 87 Codice: 978-88-384-3564-2 Anno di pubblicazione: 2006 Dai 7 anni L AUTRICE Erminia Dell

Dettagli

Quando fu sera, su consiglio della mamma di Katrina, Merlino decise di trascorrere la notte fuori: stando sdraiato in giardino a fissare il cielo,

Quando fu sera, su consiglio della mamma di Katrina, Merlino decise di trascorrere la notte fuori: stando sdraiato in giardino a fissare il cielo, Quando fu sera, su consiglio della mamma di Katrina, Merlino decise di trascorrere la notte fuori: stando sdraiato in giardino a fissare il cielo, magari avrebbe trovato la risposta che cercava. E così

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

ALICE NELLE FAVOLE (Ma come è bello leggere!!!)

ALICE NELLE FAVOLE (Ma come è bello leggere!!!) ALICE NELLE FAVOLE (Ma come è bello leggere!!!) Il valore della lettura Scriveva Gianni Rodari, "il verbo leggere non sopporta l'imperativo". Ed è in effetti impossibile obbligare qualcuno a leggere con

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. Cogliere nel proprio nome un mondo di potenzialità, dono di Dio Padre. Prendere coscienza

Dettagli

Lo Yoga è nato in India

Lo Yoga è nato in India Lo Yoga è nato in India 1 Più esattamente nel nord dell India, circa 5mila anni fa, presso una civiltà molto sviluppata e raffinata, che abitava in una zona molto fertile, nella valle tra il fiume Indo

Dettagli

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 ATTORI: 3B RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 CANTANTI: 4B Narratrice Valentina Massimo Re sì Re no Orsetto Farfalla Uccellino Cerbiatto Lepre Popolo del paese sì Popolo del paese no Sophie Dana

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Favole di luce. C era una volta? Eh no, c è adesso. era una volta in un paese lontano Conosciamo bene queste

Favole di luce. C era una volta? Eh no, c è adesso. era una volta in un paese lontano Conosciamo bene queste Favole di luce C era una volta? Eh no, c è adesso C era una volta in un paese lontano Conosciamo bene queste parole. Quasi tutte le fiabe che ci hanno accompagnato nella crescita, così come hanno accompagnato

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

che hanno racconto come protagonisti degli animali una morale linguaggio semplice frasi brevi insegnamento parlano e si comportano come gli uomini

che hanno racconto come protagonisti degli animali una morale linguaggio semplice frasi brevi insegnamento parlano e si comportano come gli uomini LA favola È un racconto breve ha come protagonisti degli animali che parlano e si comportano come gli uomini un linguaggio semplice frasi brevi molti dialoghi una morale cioè un insegnamento hanno pregi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

2MOSTRA INTERNAZIONALE DEL TEATRO PER LE SCUOLE LA MOSTRA 4 GRANDI SPETTACOLI. direzione artistica di GINO LANDI IN SCENA TUTTE LE MATTINE

2MOSTRA INTERNAZIONALE DEL TEATRO PER LE SCUOLE LA MOSTRA 4 GRANDI SPETTACOLI. direzione artistica di GINO LANDI IN SCENA TUTTE LE MATTINE 2MOSTRA Dall 8 Novembre al 27 Gennaio 4 GRANDI SPETTACOLI IN SCENA TUTTE LE MATTINE ALL AUDITORIUM DEL MASSIMO via Massimiliano Massimo, 1 - EUR SCOPRI IL CALENDARIO SU: www.mostradelteatro.it www.auditorium.it

Dettagli

ATTIVITÀ GRADARA, ALL APERTO UN BORGO DA SCOPRIRE IL CASTELLO INCANTATO IN/CASTRO GRADARA INGIOCO

ATTIVITÀ GRADARA, ALL APERTO UN BORGO DA SCOPRIRE IL CASTELLO INCANTATO IN/CASTRO GRADARA INGIOCO ATTIVITÀ, ALL APERTO UN BORGO DA SCOPRIRE IL CASTELLO INCANTATO Destinatari: scuola dell infanzia e I ciclo scuola primaria Tipologia: racconto animato e laboratorio manipolativo Attività: quante avventure

Dettagli

Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola. Pagine di diario di chi ci crede ancora. Erickson

Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola. Pagine di diario di chi ci crede ancora. Erickson Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola Pagine di diario di chi ci crede ancora Erickson Lo sguardo dei bambini 39 Capitolo quinto Lo sguardo dei bambini di Camillo Bortolato Quando

Dettagli

S. DOMENICO di Guzman

S. DOMENICO di Guzman Carissimi bambini, abbiamo pensato di farvi una sorpresa... sapete che questo è il giornalino del rosario, ma vi siete mai domandati chi ha inventato il rosario? Nooooo?! E allora, bambini e bambine, in

Dettagli

Sommario. Bentornata Preside.pag. 2. L ultima avventura di Garmir: l incontro con i ragazzi del Cerboni.. pag. 3. Lo ha letto per noi...pag.

Sommario. Bentornata Preside.pag. 2. L ultima avventura di Garmir: l incontro con i ragazzi del Cerboni.. pag. 3. Lo ha letto per noi...pag. Gennaio 2010 Sommario Bentornata Preside.pag. 2 L ultima avventura di Garmir: l incontro con i ragazzi del Cerboni.. pag. 3 Lo ha letto per noi...pag.4 Cronaca sportiva pag. 5 Finalmente una lezione interessante.

Dettagli

Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010).

Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010). ARRIETTY Per i più grandi. Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010). Sotto il pavimento di una grande casa nella campagna di

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PER LE SCUOLE DELL INFANZIA ANNO 2012-2013

PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PER LE SCUOLE DELL INFANZIA ANNO 2012-2013 PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PER LE SCUOLE DELL INFANZIA ANNO 2012-2013 Le seguenti attività si svolgono presso il laboratorio ambientale dell area verde Palazzina del Comune di Curtarolo (PD). Referente:

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.)

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) OGGI Oggi gli Stati Uniti d America (U.S.A.) comprendono 50 stati. La capitale è Washington. Oggi la città di New York, negli Stati Uniti d America, è come la

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una

Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una seria educazione cristiana ai figli. Agostino fu educato

Dettagli

Museo del Risorgimento:

Museo del Risorgimento: Museo del Risorgimento: Il giorno 14 gennaio la classe 3C ha visitato il museo del Risorgimento. Il museo, prima di diventare tale,è stato la residenza di casa de Marchi, il quale una volta morto, ha donato

Dettagli

PREMESSA ALLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA CIRCOLO L. DA VINCI Anno scolastico 2012/2013

PREMESSA ALLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA CIRCOLO L. DA VINCI Anno scolastico 2012/2013 DIREZIONE DIDATTICA STATALE LEONARDO DA VINCI Via Virgilio, 1 Mestre (VE) Tel. 041/614863 Fax 041/5346917 Cod. Fisc. 82011580279 * * * * * PREMESSA ALLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI CIRCOLO L. DA VINCI

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it XI DOMENICA PRIMA LETTURA Il Signore ha rimosso il tuo peccato: tu non morirai. Dal secondo libro di Samuèle 12, 7-10.13 In quei giorni, Natan disse a Davide: «Così dice il Signore, Dio d Israele: Io ti

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli