GeoNet: un software per la compensazione di reti topografiche integrate

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GeoNet: un software per la compensazione di reti topografiche integrate"

Transcript

1 Att 16 a Conferenza Nazonale ASITA - Fera d Vcenza 6-9 novembre 2012 GeoNet: un software per la compensazone d ret topografche ntegrate Lorenzo Ross (*), Danele Sampetro (**), Fernando Sansò (*) (*) Poltecnco d Mlano, Polo Regonale d Como, Va Valleggo Como Italy, web: (**) GReD, Va Valleggo 11, Como, Italy, Tel , Fax , emal: Rassunto L'uso congunto d rcevtor GNSS e stazon total, ogg sempre pù frequente, pone l problema dell ntegrazone d osservazon classche e GNSS e de rspettv sstem d rfermento. Il software GeoNet, svluppato da student, govan rcercator del Laboratoro d Geomatca del Poltecnco d Mlano n collaborazone con lo spn off GReD, rsolve l problema con una compensazone rgorosa a mnm quadrat d tutte le osservazon topografche drettamente n coordnate global geodetche. Tale scelta, che evta d consderare separatamente sottomodell planmetrco ed altmetrco, è necessara per poter garantre una corretta ntegrazone delle osservazone satelltar, generalmente espresse n un sstema d rfermento globale geodetco, con le osservazon topografche classche, dsponbl nvece solamente n un sstema d rfermento locale. Questo approcco, oltre a rsultare formalmente pù corretto, presenta anche l vantaggo d consderare ntrnsecamente l effetto della curvatura terrestre, non trascurable per ret con dmenson d qualche centnao d metr. Il software GeoNet sfrutta noltre le nformazon del modello globale del campo d gravtà EGM08 per ntrodurre gl effett della devazone della vertcale e dell ondulazone del geode nella compensazone della rete, operazone assolutamente necessara per ntegrare n modo corretto osservazon GNSS e topografche. Il software d compensazone GeoNet, realzzato sfruttando l lnguaggo d programmazone offerto dall'applcatvo d calcolo matrcale Matlab è noltre completo d una semplce nterfacca grafca che permette l mportazone da var format d fle e la gestone delle osservazon e de rsultat. Il lavoro è corredato da una sere d test d compensazon d ret che offrono la possbltà d apprezzare la correttezza del software e le dfferenze, che possono arrvare anche ad alcun centmetr n termn d poszonamento assoluto, tra metod classc e GeoNet. Abstract The combned use of GNSS recevers and total statons s becomng nowadays more and more frequent, presentng the problem of the ntegraton of classcal and GNSS observatons and ther reference systems. The GeoNet software, developed by students and young researchers of the Laboratory of Geomatcs at Poltecnco d Mlano n collaboraton wth GReD (spn off company of Poltecnco d Mlano), solves the problem wth a rgorous least squares compensaton of all the observatons drectly n a global reference frame, usng geodetc coordnates. Ths choce, whch avods to consder separately the planmetrc and altmetrc submodels, s necessary n order to ensure a correct ntegraton of satellte observaton, generally expressed n a global geodetc reference system, wth the classc observatons, avalable only n a local reference system. Ths approach, beyond beng formally correct, has also the advantage of naturally consder the effect of the curvature of the earth, not neglgble even for networks wth dmensons of a few hundred meters. Moreover GeoNet s able to consder the effects of the deflecton of the vertcal and geod undulaton n the network adustment (derved from the global model of the gravtatonal 1157

2 Att 16 a Conferenza Nazonale ASITA - Fera d Vcenza 6-9 novembre 2012 feld EGM08), operaton requred n order to properly ntegrate GNSS observatons and classc surveyng. The GeoNet software s bult usng the programmng language offered by Matlab applcaton and s equpped wth a smple graphcal nterface that allows to mport varous fle formats and to manage observatons and results. In the present work a seres of tests of network adustments that prove the ablty to apprecate the correctness of the software and the dfferences, whch may reach several centmeters n terms of absolute postonng, between the tradtonal methods and GeoNet are also shown. Introduzone Il dffonders ed l mgloramento della qualtà d osservazone della strumentazone topografca satelltare e n partcolare de sstem GNSS rende ogg sempre pù frequente l utlzzo congunto d questa tecnologa e d strumentazone topografca classca (.e. stazone totale e lvello) per var gener d rlev. I sstem GNSS e la strumentazone topografca classca presentano, nfatt, caratterstche complementar: se da un lato la strumentazone satelltare è d pù facle utlzzo e fornsce rsultat drettamente n un sstema d rfermento globale dall altro presenta un decadmento della qualtà nel poszonamento quando non sano vsbl abbastanza satellt, oppure quando la loro geometra non sa adeguata. Vceversa le osservazon classche, anche se rchedono maggor cura e competenza, possono sempre essere effettuate e portano a rsultat, generalmente n un sstema d rfermento locale, d elevata accuratezza. Un utlzzo ntegrato de due sstem porta notevol vantagg: n partcolare è possble msurare tutto cò che non è osservable con l GPS utlzzando la strumentazone classca e qund compensare tutte le osservazon contemporaneamente. Negl ultm ann anche produttor d strument s sono moss n questa drezone producendo ognuno l propro sstema ngrato GNSS- Stazone totale (come ad esempo Leca SmartStaton). Tuttava una volta raccolte le osservazon è necessaro ntegrarle n un unca compensazone a mnm quadrat che ottmzz la stma delle coordnate della rete. Per far questo è necessaro rscrvere le equazon d osservazone classche n forma vettorale nel sstema d rfermento globale usato da sstem GNSS (WGS 84). È mportante sottolneare che nella rscrttura delle equazon d osservazone è necessaro consderare tutta una sere d fattor qual, ad esempo, la devazone della vertcale e l ondulazone del geode, assolutamente necessar per garantre una corretta ntegrazone tra sstem d rfermento. Questa forma delle equazon consente, noltre, d consderare ntrnsecamente la curvatura terrestre elmnando la necesstà d correggere le osservazon a monte della compensazone. Il modello rsulta essere n questo modo formalmente pù corretto ed adatto a ret d qualunque dmensone: dalla rete costruta all nterno d un cantere, dove probablmente non sarà apprezzable la dfferenza ne rsultat, a polgonal catastal, d nquadramento terrtorale e d montoraggo, dove scuramente è presente una dfferenza notevole ne rsultat rspetto a metod classc, soprattutto per quanto rguarda l aspetto altmetrco. Nel presente lavoro vene presentato l software GeoNet, svluppato dal Laboratoro d Geomatca del Poltecnco d Mlano n collaborazone con l suo spn off GReD n grado d ntegrare correttamente osservazon GNSS e osservazon classche n un unca compensazone rgorosa trdmensonale a mnm quadrat. Il software è stato svluppato sfruttando l lnguaggo d programmazone offerto dall applcatvo d calcolo matrcale MatLab, con cu è stato possble anche creare una semplce nterfacca grafca (fgura 1) per mportare e gestre le osservazon, oltre che per poter vsualzzare ed esportare rsultat ottenut. GeoNet è n grado d processare ret trdmensonal con osservazon d angol azmutal, zental, dstanze, dslvell e osservazon GPS sa sngle pont che baselne. Per valor della devazone della vertcale e dell ondulazone del geode GeoNet può utlzzare modell local o global del 1158

3 Att 16 a Conferenza Nazonale ASITA - Fera d Vcenza 6-9 novembre 2012 campo gravtazonale; n partcolare attualmente l software utlzza l modello globale EGM08 (Pavls et al. 2008). Fgura 1. Schermata prncpale del software GeoNet. Equazon d osservazone Per poter ntegrare le osservazon GNSS con quelle della stazone totale è necessaro esprmere tutte le equazon d osservazone n forma vettorale nello stesso sstema d rfermento. Nel software GeoNet s è scelto d utlzzare l sstema d rfermento WGS84, defnendo la poszone de punt tramte le coordnate ellssodche. Le ncognte del problema rsultano qund essere lattudne, longtudne ed altezza ellssodca, d ora n po espresse rspettvamente con smbol φ, λ, h. Scelto l sstema d rfermento è possble scrvere le equazon d osservazone per tutte le tpologe d strumentazone: n partcolare s tratteranno nell ordne le equazon delle osservazon d stazone totale, strumentazone satelltare ed, nfne, lvellazone. Consderando due punt P (punto d stazone) e P (punto osservato) e facendo rfermento alla fgura 2, è possble defnre le osservazon della stazone totale (dstanza D, angolo zentale ζ e drezone azmutale A ) come: D = r r [1] ( n r ) = arccos[ ( ν + ) r ] ζ = arccos δ [2] r b r e λ A = arctan η r a = arctan [3] r e ϕ dove r, r sono vettor d poszone de punt P, P, r = r - r, ν è la normale all'ellssode n P, δ è la devazone della vertcale n P ed nfne e b sono due versor ortogonal nel pano orzzontale 1159

4 Att 16 a Conferenza Nazonale ASITA - Fera d Vcenza 6-9 novembre 2012 con rvolto allo 0 del cercho azmutale. S not che la drezone d è defnta tramte l'angolo η tra ed l versore rvolto ad est e λ (s veda la fgura 2). Per quanto rguarda le osservazon angolar della stazone totale l software GeoNet è n grado, nel pretrattamento de dat, d esegure le correzon tra letture drtte e rovesce (regola d Bessel). ν r P r r e e ϕ P e ϕ n P ν ζ r e λ P P b A h r ϑ η h e a e λ P e λ (a) (b) (c) Fgura 2. Smbologa utlzzata nella scrttura delle equazon d osservazone lnearzzate, per la dstanza (a), l angolo zentale (b) e la drezone azmutale (c). n, ν n (b) ndcano rspettvamente la drezone della vertcale e della normale all ellssode; (c) è nel pano orzzontale passante per l punto ; η è l orentamento ncognto della stazone, e h, r h sono la proezone sul pano orzzontale d e, r. Le osservazon esegute con strumentazone satelltare devono essere nserte nella procedura d calcolo prevo pretrattamento: n partcolare per motv d semplctà s è scelto d fornre al software drettamente l valore delle coordnate d un sngolo punto (modaltà sngle pont) oppure le dfferenze d coordnate tra due rcevtor (modaltà baselne). Queste quanttà possono essere comunque rcavate a partre da osservazon GNSS grezze utlzzando software commercal, e.g. LGO o Bernese (Dach et al. 2007), oppure freeware e.g. GoGPS (Realn et al., 2010). A entrambe le tpologe d osservazon vene assocata, e d conseguenza utlzzata nella compensazone, la relatva matrce d varanza/covaranza. In ogn caso l osservazone vene espressa n coordnate cartesane geocentrche per evtare problem con le untà d msura delle matrc d covaranza n partcolare le equazon d osservazone GNSS mplementate sono: X SP = r = Y [4] Z X X BL = r = r r = Y Y [5] Z Z Per la lvellazone è possble scrvere l equazone n termn d coordnate ellssodche: per far questo è necessaro ntrodurre l ondulazone del geode nelle equazon d osservazone: Δ = H H = h + N ( h + N ) = h h + ΔN [6] Dove Δ è l dslvello osservato tra l punto P (d quota ortometrca H ) e l punto P (d quota ortometrca H ), N è l ondulazone del geode e h l altezza ellssodca. 1160

5 Att 16 a Conferenza Nazonale ASITA - Fera d Vcenza 6-9 novembre 2012 È mportante sottolneare che l termne d varazone dell ondulazone del geode ΔN può essere trascurato solo se la dstanza tra due punt P e P è nferore a un centnao d metr. Ad esempo nella provnca d Como tale varazone è dell ordne d 1 cm per 100 m (Sampetro e Garca Pablos, 2010, Barzagh et al., 2011). Dato che questa condzone non rsulta sempre verfcata s può calcolare la varazone d ondulazone a partre dalla devazone della vertcale, ottenendo come rsultato la seguente equazone dove l termne δ è la devazone della vertcale meda tra due punt sempre calcolata a partre dal modello EGM08: Δ = H H = h h + ΔN = h h + r δ [7] Essendo le equazon 1, 2, 3, 4, 5 e 7 non lnear nelle ncognte per poter effettuare una compensazone a mnm quadrat è necessaro lnearzzarle nell ntorno d una soluzone approssmata. Per una trattazone dettaglata della lnearzzazone d tal equazon e la loro ntegrazone nel software s veda (Brovell, Sansò, 1989; Sansò e Venut, 2005 e Ross, 2011) Esemp e test effettuat D seguto verranno rportat due test d compensazone con GeoNet effettuat su dat real. Gl scop degl esemp scelt sono quell d verfcare l mportanza della correzone applcata per l effetto della devazone della vertcale, attraverso l confronto del rsultato con quello ottenuto usando metodologe d compensazone classche, e d dmostrare la possbltà d utlzzo n cas real d questo metodo. Il prmo test (fgura 4-a) è stato effettuato su quattro punt appartenent alla rete per l montoraggo della subsdenza della cttà d Como (Barzagh et al., 2011). In partcolare le dstanze recproche tra quattro vertc sono dell'ordne d 1 km. (a) (b) Fgura 4. Le due ret real utlzzate per test d compensazone con l software. Su ogn punto è stata poszonata la stazone totale e sono state esegute msure verso tutt gl altr punt vsbl, mentre solo su due de quattro vertc sono state esegute osservazon GPS statche della durata d svarate ore (pù d 20 ore per ogn punto osservato), asscurando un' accuratezza mllmetrca nella determnazone della poszone globale d quest due vertc. Graze a queste msure, qund, è possble compensare la rete n un sstema d rfermento globale, noltre, consderando la dmensone de lat sarà evdente l effetto della devazone della vertcale. Per verfcare la sua ncdenza s può confrontare la compensazone eseguta n GeoNet con quella tradzonale, eseguta usando l software commercale Serrasoft Topko 2011 (ved tabella 3). Prma d analzzare rsultat è necessaro esegure un confronto tra le modaltà d calcolo per caprne appeno le dfferenze. La prma e pù mportante è che con una compensazone tradzonale bsogna sceglere un sstema cartografco, n questo caso l tutto è stato proettato n UTM (Hager et 1161

6 Att 16 a Conferenza Nazonale ASITA - Fera d Vcenza 6-9 novembre 2012 al. 1989), per poter unre tutte le tpologe d msure. È mportante sottolneare che, come ben noto n letteratura, ad esempo n (Rchardus e Adler 1972), n generale le proezon cartografche ntroducono deformazon. Data la dversa natura del rsultato fnale ottenuto, per poter confrontare rsultat s è scelto d trasformare l output della compensazone ottenuto con l software commercale n coordnate global WGS84. Le dfferenze tra rsultat del software commercale e la compensazone con GeoNet rguardano prncpalmente la coordnata altmetrca con dscrepanze fno a 6 cm crca. Dfferenza compensazon Dev. St. GeoNet Dev. St. Topko PUNTO dφ (mm) dλ (mm) dh (mm) φ (mm) λ (mm) h (mm) Plan. (mm) h (mm) CANTIERE GENO MOLO OLMO Tabella 3. Confronto compensazone tradzonale con GeoNet della rete n fgura 4-a. Per quanto rguarda le coordnate planmetrche le dfferenze sono dell ordne d poch mllmetr paragonabl all' accuratezza fnale de rsultat. S può noltre notare come la dfferenza n quota tra le due compensazon su punt dove sono present osservazon GPS (CANTIERE e OLMO) sa pratcamente nulla: questo è dovuto al fatto che la compensazone con Topko assuma l osservazone satelltare come assolutamente vertera. Tuttava questo comporta che tutto l'errore delle osservazon classche vada a dstrburs sulle coordnate degl altr punt. Inoltre nella metodologa d compensazone tradzonale non vene n nessun modo consderato l'effetto dovuto alla dfferenza d drezone tra la normale al geode e quella all ellssode n cascun punto. È facle verfcare come, essendo tale dfferenza dell'ordne d 20" nella zona d Como, questo effetto non sa trascurable per lat d 1 km. Consderando punt GENO e MOLO le due compensazon presentano dfferenze n quota fno a 6 cm, compatbl appunto con l'effetto dovuto alla devazone della vertcale. Il secondo esempo è mrato a verfcare la possbltà d applcare l metodo d compensazone ntegrato d GeoNet su ret real e complesse. L esempo scelto è una rete per l rlevo d un complesso d fabbrcat nquadrato nella magla fducale catastale (fgura 4-b). Utlzzando l rlevo ntegrato è stato possble semplfcare molto lo schema d rlevo (fgura 5), n partcolare problem legat a: - presenza d molta vegetazone che rendeva mpossble l collegamento ad alcun punt fducal, a meno d esegure delle polgonal molto lunghe e complesse, rducendo così la qualtà della soluzone; - mpossbltà d msurare tutt punt del rlevo con rcevtor GPS (a causa della vegetazone e della necesstà d msurare de fabbrcat). I problem sono stat rsolt eseguendo osservazon con stazone totale e GPS, n modo d sopperre con uno a problem dell altra e vceversa. Le msure satelltar sono state esegute n modaltà RTK con correzone d area fornta dal servzo d poszonamento ITALPOS, con una permanenza massma su cascun punto d una decna d mnut e la possbltà d lavoro con un solo rcevtore rover, a patto d trovars n una zona coperta da segnale telefonco. Rspetto alla rete del prmo esempo s dmostra anche la rapdtà e la semplctà d osservazone d una rete complessa resa possble appunto dall'ntegrazone d osservazon classche e GPS. Nella compensazone le osservazon satelltar sono state espresse sotto forma d baselne n modo da poter fssare l sstema d rfermento del rlevo sulla stazone base della rete ITALPOS. Questa operazone permette, n caso d necesstà, d aggungere osservazon al rlevo anche n un secondo momento ed anche d conoscere la qualtà d poszonamento della rete stessa nel sstema d rfermento globale usato. La compensazone con GeoNet ha permesso d ottenere rsultat d elevata accuratezza, error dell'ordne d 1 cm n planmetra e 2 cm n quota (standard devaton). 1162

7 Att 16 a Conferenza Nazonale ASITA - Fera d Vcenza 6-9 novembre 2012 Fgura 5. Rsultat compensazone GeoNet della rete n fgura 4-b. Concluson e svlupp futur La compensazone ntegrata con modello ellssodco è su molt front la mglor soluzone al problema attualmente adottable. Infatt, mentre con una compensazone eseguta secondo lo schema tradzonale non è possble consderare contemporaneamente tutt gl effett dovut alla forma della terra ed a sstem d rfermento usat (ma ognuno deve essere trattato sngolarmente), utlzzando le equazon d osservazone nel sstema d coordnate globale le vare correzon sono mplctamente defnte nelle equazon stesse. L uso d GeoNet per la compensazone, oltre che proporre una soluzone del problema pù elegante dal punto d vsta matematco, presenta anche seguent vantagg: - l unca correzone che è necessaro modellzzare a pror è la devazone della vertcale (stmata a partre dal modello d gravtà EGM 08), mentre tutte le altre sono consderate drettamente nell equazone (e.g. la curvatura terrestre), oppure sono elmnate (e.g. deformazone dovute alla proezone cartografca). 1163

8 Att 16 a Conferenza Nazonale ASITA - Fera d Vcenza 6-9 novembre la semplctà d ntegrazone d msure d topografa classca e satelltare, potendo nglobare tutto n un solo modello senza necesstà d ntrodurre proezon cartografche, sfruttando drettamente le osservazon GPS, che se espresse sotto forma d baselne servono anche a fssare l sstema d rfermento sulla stazone base, così da far rsultare l S.R. veramente concdente con quello globale fssato, ad esempo, per le stazon permanent de servz d poszonamento. Nonostante gl ottm rsultat ottenut rmangono ancora delle queston da mplementare. Infatt, è ben noto che per garantre una precsone sotto l centmetro è necessaro correggere le osservazon della strumentazone topografca classca anche per gl effett d rfrazone atmosferca. Attualmente questo problema non è stato trattato nel software e qund rsulta necessaro effettuare la correzone manualmente sulle sngole osservazon. Il software svluppato è stato studato per poter essere ntegrato da modul agguntv e qund n futuro rsulterà molto facle poter mplementare anche questa operazone. Rferment bblografc Barzagh R., Passon D., Pnto D., Sansò F. (2011), Lvellazone d alta precsone e msurazone d rete GNSS d controllo per l'anals della subsdenza della sponda merdonale del lago d Como, Relazone tecnca, Dpartmento d Ingegnera Idraulca, Ambentale, Infrastrutture vare, Rlevamento (DIIAR) del Poltecnco d Mlano. Brovell M., Sansò F. (1989), Equazon d osservazone della topografa n coordnate cartesane local: scrttura, lnearzzazone e anals de relatv ambt d valdtà, Bollettno d Geodesa e Scenze Affn, 5 (n 3): Dach R., Hugentobler U., Frdez P., Mendl M. (2007), Bernese GPS Software Verson 5.0. Astronomcal Insttute, Unversty of Bern. Hager J.W., Behensky J.F., Drew B.W. (1989), The Unversal Grds: Unversal Transverse Mercator (UTM) and Unversal Polar Stereographc (UPS). Edton 1, Washngton, DC, Defense Mappng Agency Techncal Report TM Pavls N. K., Holmes S. A., Kenyon S. C., Factor J. K. (2008), An Earth Gravtatonal Model to Degree 2160: EGM2008, EGU General Assembly 2008, Venna, Austra, Aprl 13-18, 2008 Realn E., Yoshda D., Patocch L., Reguzzon M., Raghavan V. (2010), "Portng gogps from MATLAB to Java: performance analyss, tests and results". Att del FOSS4G 2010, 6-9 Settembre 2010, Barcellona, Spagna. Rchardus P., Adler R. K. (1972), Map Proectons, North-Holland, Amsterdam-London. Ross L. (2011), GeoNet: un software per la compesnsazone d ret topografche ntegrate trdmensonal, Tes d laurea, Poltecnco d Mlano, Como Sampetro D., Garca Pablos A. (2010), Ret 3D mste gps/total staton e devazone della vertcale, att 14a conferenza nazonale Asta, 9-12 novembre 2010, Bresca, Italy, Sansò F., Venut G. (2005), NETLAB: un laboratoro numerco per ret 3D classche e GPS, att 9a conferenza nazonale Asta, novembre 2005, Catana, Italy,

PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE. (Metodo delle Osservazioni Indirette) - 1 -

PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE. (Metodo delle Osservazioni Indirette) - 1 - PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE (Metodo delle Osservazon Indrette) - - SPECIFICHE DI CALCOLO Procedura software per la compensazone d una rete d lvellazone collegata

Dettagli

Trigger di Schmitt. e +V t

Trigger di Schmitt. e +V t CORSO DI LABORATORIO DI OTTICA ED ELETTRONICA Scopo dell esperenza è valutare l ampezza dell steres d un trgger d Schmtt al varare della frequenza e dell ampezza del segnale d ngresso e confrontarla con

Dettagli

LA RETE DINAMICA NAZIONALE (RDN) ED IL NUOVO SISTEMA DI RIFERIMENTO ETRF2000

LA RETE DINAMICA NAZIONALE (RDN) ED IL NUOVO SISTEMA DI RIFERIMENTO ETRF2000 LA RETE DINAMICA NAZIONALE (RDN) ED IL NUOVO SISTEMA DI RIFERIMENTO ETRF2000 L. Baron, F. Caul, D. Donatell, G. Farolf, R. Maserol, Servzo Geodetco - Isttuto geografco Mltare - Frenze 1. Premessa La Rete

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione Captolo 6 Rsultat pag. 468 a) Osmannoro b) Case Passern c) Ponte d Maccone Fgura 6.189. Confronto termovalorzzatore-sorgent dffuse per l PM 10. Il contrbuto del termovalorzzatore alle concentrazon d PM

Dettagli

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne Metod e Modell per l Ottmzzazone Combnatora Progetto: Metodo d soluzone basato su generazone d colonne Lug De Govann Vene presentato un modello alternatvo per l problema della turnazone delle farmace che

Dettagli

Errori nel Posizionamento Satellitare

Errori nel Posizionamento Satellitare Error nel Poszonamento Satelltare Tpologe Casual Sstematc o d Modello D Osservazone L accuratezza è stmata come l 1% della lunghezza d onda (Regola Emprca). Codce C/A: ±3 m; Codce P: ±0,3 m; Portant L1,

Dettagli

CAPITOLO 3 Incertezza di misura Pagina 26

CAPITOLO 3 Incertezza di misura Pagina 26 CAPITOLO 3 Incertezza d msura Pagna 6 CAPITOLO 3 INCERTEZZA DI MISURA Le operazon d msurazone sono tutte nevtablmente affette da ncertezza e coè da un grado d ndetermnazone con l quale l processo d msurazone

Dettagli

Variabili statistiche - Sommario

Variabili statistiche - Sommario Varabl statstche - Sommaro Defnzon prelmnar Statstca descrttva Msure della tendenza centrale e della dspersone d un campone Introduzone La varable statstca rappresenta rsultat d un anals effettuata su

Dettagli

Introduzione al Machine Learning

Introduzione al Machine Learning Introduzone al Machne Learnng Note dal corso d Machne Learnng Corso d Laurea Magstrale n Informatca aa 2010-2011 Prof Gorgo Gambos Unverstà degl Stud d Roma Tor Vergata 2 Queste note dervano da una selezone

Dettagli

Soluzione attuale ONCE A YEAR. correlation curve (ISO10155) done with, at least 9 parallel measurements

Soluzione attuale ONCE A YEAR. correlation curve (ISO10155) done with, at least 9 parallel measurements Torna al programma Sstema per la garanza della qualtà ne sstem automatc d msura alle emsson: applcazone del progetto d norma pren 14181:2003. Rsultat dell esperenza n campo presso due mpant plota. Cprano

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

Calibrazione. Lo strumento idealizzato

Calibrazione. Lo strumento idealizzato Calbrazone Come possamo fdarc d uno strumento? Abbamo bsogno d dentfcare l suo funzonamento n condzon controllate. L dentfcazone deve essere razonalmente organzzata e condvsa n termn procedural: s tratta

Dettagli

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA Mnstero della Salute D.G. della programmazone santara --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA La valutazone del coeffcente d varabltà dell mpatto economco consente d ndvduare gl ACC e DRG

Dettagli

PARTE II LA CIRCOLAZIONE IDRICA

PARTE II LA CIRCOLAZIONE IDRICA PARTE II LA CIRCOLAZIONE IDRICA La acque d precptazone atmosferca che gungono al suolo scorrono n superfce o penetrano n profondtà dando orgne alla crcolazone, la quale subsce l nfluenza d molt fattor

Dettagli

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS Captolo 7 1. Il modello IS-LM La «sntes neoclassca» e l modello IS-LM Defnzone: ndvdua tutte le combnazon d reddto e saggo d nteresse per le qual l mercato de ben (curva IS) e l mercato della moneta (curva

Dettagli

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it Soluzon per lo scarco dat da tachgrafo nnovatv e facl da usare http://dtco.t Downloadkey II Moble Card Reader Card Reader Downloadtermnal DLD Short Range and DLD Wde Range Qual soluzon ho a dsposzone per

Dettagli

Fondamenti di Visione Artificiale (Seconda Parte) Corso di Robotica Prof.ssa Giuseppina Gini Anno Acc.. 2006/2007

Fondamenti di Visione Artificiale (Seconda Parte) Corso di Robotica Prof.ssa Giuseppina Gini Anno Acc.. 2006/2007 Fondament d Vsone Artfcale (Seconda Parte PhD. Ing. Mchele Folgherater Corso d Robotca Prof.ssa Guseppna Gn Anno Acc.. 006/007 Caso Bdmensonale el caso bdmensonale, per ndvduare punt d contorno degl oggett

Dettagli

STATISTICA DESCRITTIVA CON EXCEL

STATISTICA DESCRITTIVA CON EXCEL STATISTICA DESCRITTIVA CON EXCEL Corso d CPS - II parte: Statstca Laurea n Informatca Sstem e Ret 2004-2005 1 Obettv della lezone Introduzone all uso d EXCEL Statstca descrttva Utlzzo dello strumento:

Dettagli

Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia

Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia Unverstà degl Stud d Urbno Facoltà d Economa Lezon d Statstca Descrttva svolte durante la prma parte del corso d corso d Statstca / Statstca I A.A. 004/05 a cura d: F. Bartolucc Lez. 8/0/04 Statstca descrttva

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

MODELLISTICA DI SISTEMI DINAMICI

MODELLISTICA DI SISTEMI DINAMICI CONTROLLI AUTOMATICI Ingegnera Gestonale http://www.automazone.ngre.unmore.t/pages/cors/controllautomatcgestonale.htm MODELLISTICA DI SISTEMI DINAMICI Ing. Federca Gross Tel. 059 2056333 e-mal: federca.gross@unmore.t

Dettagli

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard Corso d Statstca (canale P-Z) A.A. 2009/0 Prof.ssa P. Vcard VALORI MEDI Introduzone Con le dstrbuzon e le rappresentazon grafche abbamo effettuato le prme sntes de dat. E propro osservando degl stogramm

Dettagli

MONITORAGGIO A BREVE E A LUNGO TERMINE DELLE STRUTTURE IN CALCESTRUZZO TRAMITE SENSORI A FIBRE OTTICHE

MONITORAGGIO A BREVE E A LUNGO TERMINE DELLE STRUTTURE IN CALCESTRUZZO TRAMITE SENSORI A FIBRE OTTICHE MONITORAGGIO A BREVE E A LUNGO TERMINE DELLE STRUTTURE IN CALCESTRUZZO TRAMITE SENSORI A FIBRE OTTICHE Branco GLISIC e Danele INAUDI SMARTEC SA, Va Pobbette 11, CH-6928 Manno, Svzzera Andrea DEL GROSSO

Dettagli

GLI ERRORI SPERIMENTALI NELLE MISURE DI LABORATORIO

GLI ERRORI SPERIMENTALI NELLE MISURE DI LABORATORIO GLI ERRORI SPERIMETALI ELLE MISURE DI LABORATORIO MISURA DI UA GRADEZZA FISICA S defnsce grandezza fsca una propretà de corp sulla quale possa essere eseguta un operazone d msura. Msurare una grandezza

Dettagli

RETI TELEMATICHE Lucidi delle Lezioni Capitolo VII

RETI TELEMATICHE Lucidi delle Lezioni Capitolo VII Prof. Guseppe F. Ross E-mal: guseppe.ross@unpv.t Homepage: http://www.unpv.t/retcal/home.html UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PAVIA Facoltà d Ingegnera A.A. 2011/12 - I Semestre - Sede PV RETI TELEMATICHE Lucd

Dettagli

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel Zuccarello Francesco Laboratoro d Fsca II Msura della dstanza focale d una lente convergente Metodo d Bessel A.A. 003-004 Indce Introduzone..pag. 3 Presuppost Teorc.pag. 4 Anals de dat.pag. 8. Modo d operare...pag.

Dettagli

Capitolo 3 Covarianza, correlazione, bestfit lineari e non lineari

Capitolo 3 Covarianza, correlazione, bestfit lineari e non lineari Captolo 3 Covaranza, correlazone, bestft lnear e non lnear ) Covaranza e correlazone Ad un problema s assoca spesso pù d una varable quanttatva (es.: d una persona possamo determnare peso e altezza, oppure

Dettagli

10.2 Come stimare l amaro di una birra: le unita IBU 1

10.2 Come stimare l amaro di una birra: le unita IBU 1 10.2 Come stmare l amaro d una brra: le unta IBU 1 Il prncpale contrbuto al sapore amaro della brra provene dagl alfa-acd (abbrevato n AA) del luppolo che durante l processo d bolltura vengono trasformat

Dettagli

ROBOTS A CINEMATICA RIDONDANTE: NUOVI SVILUPPI CONSENTITI DAGLI AZIONAMENTI DIRETTI E DAGLI ALGORITMI DI CONTROLLO GENETICI

ROBOTS A CINEMATICA RIDONDANTE: NUOVI SVILUPPI CONSENTITI DAGLI AZIONAMENTI DIRETTI E DAGLI ALGORITMI DI CONTROLLO GENETICI ROBOTS A CINEMATICA RIDONDANTE: NUOVI SVILUPPI CONSENTITI DAGLI AZIONAMENTI DIRETTI E DAGLI ALGORITMI DI CONTROLLO GENETICI R. Fagla (*), M. Flppn (**), A. Zappon (***) (*)Dp. Ing. Meccanca Unv. degl Stud

Dettagli

Dati di tipo video. Indicizzazione e ricerca video

Dati di tipo video. Indicizzazione e ricerca video Corso d Laurea n Informatca Applcata Unverstà d Urbno Dat d tpo vdeo I dat vdeo sono generalmente rcch dal punto d vsta nformatvo. Sottottol (testo) Colonna sonora (audo parlato e/o musca) Frame (mmagn

Dettagli

Grafico di una serie di dati sperimentali in EXCEL

Grafico di una serie di dati sperimentali in EXCEL Grafco d una sere d dat spermental n EXCEL 1. Inseramo sulla prma rga l ttolo che defnsce l contenuto del foglo. Po nseramo su un altra rga valor spermental della x e su quella successva valor della y.

Dettagli

InfoCenter Product A PLM Application

InfoCenter Product A PLM Application genes d un fra o Gestone de crcolazone dell'nformazone sa crcoscrtta entro Pdetermnat ambt settoral. L'ntegrazone de sstem e de odpartment azendal rchede nuove modaltà operatve, nuove t competenze e nuov

Dettagli

Leggere i dati da file

Leggere i dati da file Esempo %soluzon d una equazone d secondo grado dsp('soluzon d a^+b+c') anput('damm l coeffcente a '); bnput('damm l coeffcente b '); cnput('damm l coeffcente c '); deltab^-4*a*c; f delta0 dsp('soluzon

Dettagli

2 Modello IS-LM. 2.1 Gli e etti della politica monetaria

2 Modello IS-LM. 2.1 Gli e etti della politica monetaria 2 Modello IS-LM 2. Gl e ett della poltca monetara S consderun modello IS-LM senzastatocon seguent datc = 0:8, I = 00( ), L d = 0:5 500, M s = 00 e P =. ) S calcolno valor d equlbro del reddto e del tasso

Dettagli

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes.

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes. EH SmartVew Servz Onlne d Euler Hermes Una SmartVew su rsch e sulle opportuntà Servzo d montoraggo dell asscurazone del credto www.eulerhermes.t Cos è EH SmartVew? EH SmartVew è l servzo d Euler Hermes

Dettagli

Il pendolo di torsione

Il pendolo di torsione Unverstà degl Stud d Catana Facoltà d Scenze MM.FF.NN. Corso d aurea n FISICA esna d ABORAORIO DI FISICA I Il pendolo d torsone (sezone costante) Moreno Bonaventura Anno Accademco 005/06 Introduzone. I

Dettagli

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari Indcator d rendmento per ttol obblgazonar LA VALUTAZIONE DEGLI INVESTIMENTI A TASSO FISSO Per valutare la convenenza d uno strumento fnanzaro è necessaro precsare: /4 Le specfche esgenze d un nvesttore

Dettagli

Cenni di matematica finanziaria Unità 61

Cenni di matematica finanziaria Unità 61 Prerequst: - Rsolvere equazon algebrche d 1 grado ed equazon esponenzal Questa untà è rvolta al 2 benno del seguente ndrzzo dell Isttuto Tecnco, settore Tecnologco: Agrara, Agroalmentare e Agrondustra.

Dettagli

IL RUOLO DEI DATI DI DANNEGGIAMENTO DEL TERREMOTO DEL FRIULI NELLO STUDIO DI MODELLI DI VULNERABILITA SISMICA DEGLI EDIFICI IN MURATURA

IL RUOLO DEI DATI DI DANNEGGIAMENTO DEL TERREMOTO DEL FRIULI NELLO STUDIO DI MODELLI DI VULNERABILITA SISMICA DEGLI EDIFICI IN MURATURA IL RUOLO DEI DATI DI DANNEGGIAMENTO DEL TERREMOTO DEL FRIULI NELLO STUDIO DI MODELLI DI VULNERABILITA SISMICA DEGLI EDIFICI IN MURATURA Stefano Grmaz, Fabrzo Meron, Vncenzo Petrn, Roberto Tomason, Gaetano

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

L innovazione nella gestione della Qualità nelle PMI

L innovazione nella gestione della Qualità nelle PMI Centro essle Cotonero e bbglamento p L nnovazone nella gestone della Qualtà nelle PM La certfcazone come strumento d busness per le PM e le mcromprese 8 Novembre 2002 - ng. oberto Vannucc lcune notze recent

Dettagli

Manuale di istruzioni Manual de Instruções Millimar C1208 /C 1216

Manuale di istruzioni Manual de Instruções Millimar C1208 /C 1216 Manuale d struzon Manual de Instruções Mllmar C1208 /C 1216 Mahr GmbH Carl-Mahr-Str. 1 D-37073 Göttngen Telefon +49 551 7073-0 Fax +49 551 Cod. ord. Ultmo aggornamento Versone 3757474 15.02.2007 Valda

Dettagli

Regressione Multipla e Regressione Logistica: concetti introduttivi ed esempi

Regressione Multipla e Regressione Logistica: concetti introduttivi ed esempi Regressone Multpla e Regressone Logstca: concett ntroduttv ed esemp I Edzone ottobre 014 Vncenzo Paolo Senese vncenzopaolo.senese@unna.t Indce Note prelmnar alla I edzone 1 Regressone semplce e multpla

Dettagli

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza Rev. 07/2012 La tua area rservata Organzzazone Semplctà Effcenza www.vstos.t La tua area rservata 1 MyVstos MyVstos è la pattaforma nformatca rservata a rvendtor Vstos che consente d verfcare la dsponbltà

Dettagli

Newsletter "Lean Production" Autore: Dott. Silvio Marzo

Newsletter Lean Production Autore: Dott. Silvio Marzo Il concetto d "Produzone Snella" (Lean Producton) s sta rapdamente mponendo come uno degl strument pù modern ed effcac per garantre alle azende la flessbltà e la compettvtà che l moderno mercato rchede.

Dettagli

Adattamento di una relazione funzionale ai dati sperimentali

Adattamento di una relazione funzionale ai dati sperimentali Adattamento d una relazone 1 funzonale a dat spermental Sno ad ora abbamo vsto come può essere stmato, con un certo lvello d confdenza, l valore vero d una grandezza fsca (dretta o dervata) con l suo ntervallo

Dettagli

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA:

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA: Economa del Settore Pubblco Laura Vc laura.vc@unbo.t www.dse.unbo.t/lvc/edsp_.htm LEZIONE 4 Rmn, 9 aprle 008 Economa del Settore Pubblco 96 I prncpal ndc d dseguaglanza: ndc d entropa generalzzata Isprata

Dettagli

MODELLI DI SISTEMI. Principi di modellistica. Considerazioni energetiche. manca

MODELLI DI SISTEMI. Principi di modellistica. Considerazioni energetiche. manca ONTOI UTOMTII Ingegnera della Gestone Industrale e della Integrazone d Impresa http://www.automazone.ngre.unmore.t/pages/cors/ontrollutomatcgestonale.htm MODEI DI SISTEMI Ing. ug Bagott Tel. 05 0939903

Dettagli

Economie di scala, concorrenza imperfetta e commercio internazionale

Economie di scala, concorrenza imperfetta e commercio internazionale Sanna-Randacco Lezone n. 14 Econome d scala, concorrenza mperfetta e commerco nternazonale Non v è vantaggo comparato (e qund non v è commerco nter-ndustrale). S vuole dmostrare che la struttura d mercato

Dettagli

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz LEZIONE e 3 La teora della selezone d portafoglo d Markowtz Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa () È puttosto frequente osservare come gl nvesttor tendano a non

Dettagli

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2)

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) Indcazon per l calcolo della prestazone energetca d edfc non dotat d mpanto d clmatzzazone nvernale e/o d produzone d acqua calda santara 1. In assenza d mpant termc,

Dettagli

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO 4. SCHMI ALTRNATIVI DI FINANZIAMNTO DLLA SPSA PUBBLICA. Se l Governo decde d aumentare la Spesa Pubblca G (o Trasferment TR), allora deve anche reperre fond necessar per fnanzare questa sua maggore spesa.

Dettagli

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale Calcolo della caduta d tensone con l metodo vettorale Esempo d rete squlbrata ed effett del neutro nel calcolo. In Ampère le cadute d tensone sono calcolate vettoralmente. Per ogn utenza s calcola la caduta

Dettagli

METODOLOGIE DI INDIVIDUAZIONE DELLE AREE SOGGETTE A RISCHIO IDRAULICO DI ESONDAZIONE

METODOLOGIE DI INDIVIDUAZIONE DELLE AREE SOGGETTE A RISCHIO IDRAULICO DI ESONDAZIONE Unone Europea Repubblca Italana Regone Calabra Autortà d Bacno POR Calabra 000-006 Asse I - Rsorse natural Msura.4 - Azone.4.c "STUDIO E SPERIMENTAZIONE DI METOLOGIE E TECNICHE PER LA MITIGAZIONE DEL RISCHIO

Dettagli

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare Dott. Raffaele Casa - Dpartmento d Produzone Vegetale Modulo d Metodologa Spermentale Febbrao 003 Relazon tra varabl: Correlazone e regressone lneare Anals d relazon tra varabl 6 Produzone d granella (kg

Dettagli

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB Edfc a basso consumo energetco: tra ZEB e NZEB Prof. Ing. Percarlo Romagnon Dpartmento d Progettazone e Panfcazone n Ambent Compless Unverstà IUAV d Veneza Dorsoduro 2206 30123 Veneza perca@uav.t Modell

Dettagli

The original laser distance meter. The original laser distance meter. Analist Group

The original laser distance meter. The original laser distance meter. Analist Group Leca Leca DISTO DISTO TM TM D510 X310 The orgnal laser dstance meter The orgnal laser dstance meter Indce Impostazone dello strumento - - - - - - - - - - - - - 2 Introduzone - - - - - - - - - - - - - -

Dettagli

FORMAZIONE ALPHAITALIA

FORMAZIONE ALPHAITALIA ALPHAITALIA PAG. 1 DI 13 FORMAZIONE ALPHAITALIA IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA Quadro ntroduttvo ALPHAITALIA PAG. 2 DI 13 1. DEFINIZIONI QUALITA Grado n cu un nseme d caratterstche ntrnseche soddsfa

Dettagli

Remote Power Switch. Guida d installazione

Remote Power Switch. Guida d installazione Remote Power Swtch Guda d nstallazone Hq Internazonale w w w. m n c o m. c o m Hq Nordamercano Hq Europeo Jerusalem, Israel Tel: + 72 2 535 666 mncom@mncom.com Lnden, NJ, USA Tel: + 0 46 200 nfo.usa@mncom.com

Dettagli

IL FINANZIAMENTO DELLA SANITÀ IN ITALIA: FINANZA AUTONOMA O DERIVATA?

IL FINANZIAMENTO DELLA SANITÀ IN ITALIA: FINANZA AUTONOMA O DERIVATA? WORKIG PAPER o 68 febbrao 2009 IL FIAZIAMETO DELLA SAITÀ I ITALIA: FIAZA AUTOOMA O DERIVATA? AGESE SACCHI JEL Classfcaton: H5, H75, H77 Keywords: Sstema santaro nazonale Federalsmo fscale socetà talana

Dettagli

Appunti delle lezioni di Laboratorio di Strumentazione e Misura

Appunti delle lezioni di Laboratorio di Strumentazione e Misura Sergo Frasca Appunt delle lezon d Laboratoro d Strumentazone e Msura Dpartmento d Fsca Unverstà d Roma La Sapenza Museo del Dpartmento d Fsca dell'unverstà La Sapenza Versone 5 ottobre 004 Versone aggornata

Dettagli

Elementi di linear discriminant analysis per la classificazione e il posizionamento nelle ricerche di marketing

Elementi di linear discriminant analysis per la classificazione e il posizionamento nelle ricerche di marketing http://www.mauroennas.eu Element d lnear dscrmnant analyss per la classfcazone e l poszonamento nelle rcerche d maretng Mauro Ennas Lnear Dscrmnant Analyss http://www.mauroennas.eu ADL_fnale_confronto_Ecel.sav

Dettagli

E. Il campo magnetico

E. Il campo magnetico - 64 - - 65 - E. Il campo magnetco V è un mportante effetto che accompagna sempre la presenza d una corrente elettrca e s manfesta sa all nterno del conduttore sa al suo esterno: alla corrente elettrca

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse Lezone 1. L equlbro del mercato fnanzaro: la struttura de tass d nteresse Ttol con scadenza dversa hanno prezz (e tass d nteresse) dfferent. Due ttol d durata dversa emess dallo stesso soggetto (stesso

Dettagli

Il patrimonio informativo aziendale come supporto alle attività di marketing

Il patrimonio informativo aziendale come supporto alle attività di marketing Unverstà degl Stud d RomaTre - Facoltà d Economa Corso d Rcerche d Marketng Il patrmono nformatvo azendale come supporto alle attvtà d marketng ng. Stefano Cazzella stefano.cazzella@datamat.t Agenda La

Dettagli

Corso di laurea in Economia marittima e dei trasporti

Corso di laurea in Economia marittima e dei trasporti Unverstà degl stud d Genova Corso d laurea n Economa marttma e de trasport Il problema del cammno mnmo n ret multobettvo Relatrce: Anna Scomachen Canddato: Slvo Vlla Dedcato a: Coloro che n me Hanno sempre

Dettagli

Questo è il secondo di una serie di articoli, di

Questo è il secondo di una serie di articoli, di DENTRO LA SCATOLA Rubrca a cura d Fabo A. Schreber Il Consglo Scentfco della rvsta ha pensato d attuare un nzatva culturalmente utle presentando n ogn numero d Mondo Dgtale un argomento fondante per l

Dettagli

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE at RISK (VaR) Chara Pederzol - Costanza Torrcell Dpartmento d Economa Poltca - Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Marzo 999 INDICE Introduzone. Il concetto

Dettagli

Concetti principale della lezione precedente

Concetti principale della lezione precedente Corso d Statstca medca e applcata 6 a Lezone Dott.ssa Donatella Cocca Concett prncpale della lezone precedente I concett prncpal che sono stat presentat sono: I fenomen probablstc RR OR ROC-curve Varabl

Dettagli

DALLA TEORIA DEGLI ERRORI AL TRATTAMENTO DEI DATI

DALLA TEORIA DEGLI ERRORI AL TRATTAMENTO DEI DATI Captolo - Dalla teora degl error al trattamento de dat DALLA TEORIA DEGLI ERRORI AL TRATTAMENTO DEI DATI LA MISURA DELLE GRANDEZZE Nel descrere fenomen, occorre da un lato elaborare de modell (coè delle

Dettagli

Kit di conversione gas CELSIUS/Hydrosmart

Kit di conversione gas CELSIUS/Hydrosmart Kt d conversone gas CELSIUS/Hydrosmart IT (04.06) SM Indce 2 Indcazon per la scurezza 3 Legenda de smbol 3 1 Regolazone del gas - Celsus/Hydrosmart 4 1.1 Trasformazone gas 4 1.2 Impostazon d fabbrca 4

Dettagli

7. TERMODINAMICA RICHIAMI DI TEORIA

7. TERMODINAMICA RICHIAMI DI TEORIA 7. ERMODINMI RIHIMI DI EORI Introduzone ermodnamca: è lo studo delle trasformazon dell energa da un sstema all altro e da una forma all altra. Sstema termodnamco: è una defnta e dentfcable quanttà d matera

Dettagli

I fabbisogni standard nel settore sanitario Commento allo schema di decreto legislativo

I fabbisogni standard nel settore sanitario Commento allo schema di decreto legislativo Federalsmo I fabbsogn standard nel settore santaro Commento allo schema d decreto legslatvo Guseppe Psauro Premessa La defnzone del sstema d fnanzamento della santà è charamente un momento fondamentale

Dettagli

AEROACUSTICA DELLE STRUTTURE SOSPESE DEL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA

AEROACUSTICA DELLE STRUTTURE SOSPESE DEL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA AEROACUSTICA DELLE STRUTTURE SOSPESE DEL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA Guseppe Fammengh (1), Petro Paolo Marchesell (2), Francesca Baocco (3), Dorna Spoglant (4), Marco Salomone (5), Carlo Alessandro

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delberazone 20 ottobre 2004 Approvazone delle condzon general d accesso e d erogazone del servzo d rgassfcazone d gnl predsposte dalla socetà Gnl Itala Spa (delberazone n. 184/04) L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

METODI BAYESIANI PER IL CONTROLLO STATISTICO DI QUALITA

METODI BAYESIANI PER IL CONTROLLO STATISTICO DI QUALITA Unverstà degl Stud d Bresca Poltecnco d Mlano Unverstà degl Stud d Pava Unverstà degl Stud d Lecce Dottorato d Rcerca n TECNOLOGIE E SISTEMI DI LAVORAZIONE XII CICLO METODI BAYESIANI PER IL CONTROLLO STATISTICO

Dettagli

Modello idraulico - Rapporto tecnico. (Rev. 0b)

Modello idraulico - Rapporto tecnico. (Rev. 0b) ASAP LIFE06/ENV/IT/000255 ASAP_D4-3_ModelloIdraulcoRappTecnco_IT_0b 1/20 LIFE06/ENV/IT/255 A.S.A.P. Actons for Systemc Aqufer Protecton The ASAP proect s partally funded by the European Unon LIFE Programme

Dettagli

PROGETTO SCUOLA POPOLARE

PROGETTO SCUOLA POPOLARE SPIN TIME LABS & ICBIE Europa Onlus PROGETTO SCUOLA POPOLARE 1 P a g e 1. Introduzone 2. Obettv e fnaltà 3. I tutor del progetto 4. Modulo I. Sostegno scolastco. 5. Modulo II.- Corso d lngua talana 6.

Dettagli

Valutazione delle opzioni col modello di Black e Scholes

Valutazione delle opzioni col modello di Black e Scholes Valutazone delle opzon col modello d Black e Scholes Rosa Mara Mnnn a.a. 2014-2015 1 Introduzone L applcazone del moto Brownano all economa é stata nnescata prncpalmente da due cause. Attorno agl ann 70,

Dettagli

Analisi del moto pre e post urto del veicolo

Analisi del moto pre e post urto del veicolo Captolo Anals del moto pre e post urto del vecolo 3.1 Moto rettlneo p. xx 3.1.1 Accelerazone unforme p. xx 3.1. Dstanza per l arresto del vecolo ed evtabltà p. xx 3.1.3 Dagramm veloctà-tempo e dstanza

Dettagli

Ottimizzare il contact center bilanciando costi e qualità del servizio

Ottimizzare il contact center bilanciando costi e qualità del servizio Ottmzzare l contact center blancando cost e qualtà del servzo Contact Center - Le attvtà E l punto centralzzato d ncontro tra l clente ed l busness Utlzza var canal d comuncazone (Telefono, Telesales,

Dettagli

PROGETTAZIONE PER IL DISASSEMBLAGGIO: APPLICAZIONE DI RETI NEURALI PER L ANALISI DELLA PROFONDITA DI SMONTAGGIO

PROGETTAZIONE PER IL DISASSEMBLAGGIO: APPLICAZIONE DI RETI NEURALI PER L ANALISI DELLA PROFONDITA DI SMONTAGGIO XIII ADM - XV INGEGRAF Internatonal Conference on TOOLS AND METHODS EVOLUTION IN ENGINEERING DESIGN Cassno, June 3 rd, 2003 Napol, June 4 th and June 6 th, 2003 Salerno, June 5 th, 2003 PROGETTAZIONE PER

Dettagli

TEST D INGRESSO MATEMATICA 24/05/2011

TEST D INGRESSO MATEMATICA 24/05/2011 TEST D INGRESSO MATEMATICA // COGNOME NOME ISTITUTO COMPRENSIVO/SCUOLA MEDIA CITTA Legg attentamente. ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO Inza a lavorare solo quando te lo drà l nsegnante e

Dettagli

Moduli su un dominio a ideali principali Maurizio Cornalba versione 15/5/2013

Moduli su un dominio a ideali principali Maurizio Cornalba versione 15/5/2013 Modul su un domno a deal prncpal Maurzo Cornalba versone 15/5/2013 Sa A un anello commutatvo con 1. Indchamo con A k l modulo somma dretta d k cope d A. Un A-modulo fntamente generato M s dce lbero se

Dettagli

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri Artmetca de calcolator Rappresentazone de numer natural e relatv Addzone e sommator: : a propagazone d rporto, veloce, con segno Moltplcazone e moltplcator: senza segno, con segno e algortmo d Booth Rappresentazone

Dettagli

Approfondimenti disciplinari

Approfondimenti disciplinari UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI FERRARA CORSO SPECIALE ABILITANTE anno accademco 2006/2007 CORSO DI: Approfondment dscplnar UNITÁ DIDATTICA DELLA CLASSE A049 LA PROBABILITA DOCENTE: PROF. BERNARDI EROS TITOLO:

Dettagli

Estetica e biocompatibilità dell oro puro

Estetica e biocompatibilità dell oro puro INFODENT 10/200-35 UNITÀ PER ELETTRODEPOSIZIONE GALVANICA Estetca e bocompatbltà dell oro puro La tradzonale tecnca metallo-ceramca, pur essendo n grado d rsolvere la maggor parte de cas protesc, ha trovato

Dettagli

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto CRESME Scenar d frenata per l comparto elettrco: l nodo della valorzzazone del prodotto Il mercato elettrco rappresenta uno de pù nteressant compart economc del nostro paese, caratterzzato da profonde

Dettagli

lxmi.mi.infn.it/~camera/silsis/laboratorio-1/2-statistica.ppt http://www2.dm.unito.it/paginepersonali/zucca/index.htm Misura:

lxmi.mi.infn.it/~camera/silsis/laboratorio-1/2-statistica.ppt http://www2.dm.unito.it/paginepersonali/zucca/index.htm Misura: Elaborazone de dat geochmc e cenn d statstca lm.m.nfn.t/~camera/slss/laboratoro-1/-statstca.ppt http://www.dm.unto.t/pagnepersonal/zucca/nde.htm Msura: Espressone quanttatva del rapporto fra una grandezza

Dettagli

Dispense dell insegnamento di Laboratorio di GIS per la pianificazione

Dispense dell insegnamento di Laboratorio di GIS per la pianificazione Facoltà d Archtettura e Socetà Facoltà d Ingegnera Cvle, Ambentale e Terrtorale Centro per lo Svluppo del Polo d Cremona, Poltecnco d Mlano Va Sesto 41 26100 Cremona Master unverstaro nterfacoltà d II

Dettagli

ANALISI DELLA SICUREZZA STRUTTURALE DI UN EDIFICIO DI C.A. SITO IN PERUGIA

ANALISI DELLA SICUREZZA STRUTTURALE DI UN EDIFICIO DI C.A. SITO IN PERUGIA ANALISI DELLA SICUREZZA STRUTTURALE DI UN EDIFICIO DI C.A. SITO IN PERUGIA Annbale Lug MATERAZZI Straordnaro d Progetto d Strutture Dpartmento d Ingegnera Cvle e Ambentale. Unverstà d Peruga Marco BRECCOLOTTI

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO CORSO DI IMPIANTI DI TRATTAMENTO SANITARIO-AMBIENTALE FILTRAZIONE

UNIVERSITA DI PALERMO CORSO DI IMPIANTI DI TRATTAMENTO SANITARIO-AMBIENTALE FILTRAZIONE UNIVERSITA DI PALERMO DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE AMBIENTALE E AEROSPAZIALE CORSO DI IMPIANTI DI TRATTAMENTO SANITARIO-AMBIENTALE FILTRAZIONE a cura d: Prof. Ing. Gaspare Vvan e Ing. Mchele Torregrossa

Dettagli

Analisi ammortizzata. Illustriamo il metodo con due esempi. operazioni su di una pila Sia P una pila di interi con le solite operazioni:

Analisi ammortizzata. Illustriamo il metodo con due esempi. operazioni su di una pila Sia P una pila di interi con le solite operazioni: Anals ammortzzata Anals ammortzzata S consdera l tempo rchesto per esegure, nel caso pessmo, una ntera sequenza d operazon. Se le operazon costose sono relatvamente meno frequent allora l costo rchesto

Dettagli

Induzione elettromagnetica

Induzione elettromagnetica Induzone elettromagnetca L esperenza d Faraday L'effetto d produzone d corrente elettrca n un crcuto prvo d generatore d tensone fu scoperto dal fsco nglese Mchael Faraday nel 83. Egl studò la relazone

Dettagli

Introduzione all uso di Matlab

Introduzione all uso di Matlab Introduzone all uso d Matlab RIASSUNTO avvo del programma costant macro funzon cclo for struttura f else help / lookfor vettor e operazon statstca: meda, varanza grafca: plot matrc e operazon generator

Dettagli

PREVEDERE IL CHURN: UN APPROCCIO LONGITUDINALE

PREVEDERE IL CHURN: UN APPROCCIO LONGITUDINALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE STATISTICHE, ECONOMICHE, FINANZIARIE E AZIENDALI PREVEDERE IL CHURN: UN APPROCCIO LONGITUDINALE

Dettagli

Valore attuale di una rendita. Valore attuale in Excel: funzione VA

Valore attuale di una rendita. Valore attuale in Excel: funzione VA Valore attuale d una rendta Nella scorsa lezone c samo concentrat sul problema del calcolo del alore attuale d una rendta S che è dato n generale da V ( S) { R ; t, 0,,,..., n,... } n 0 R ( t ), doe (t

Dettagli

DATA MINING E CLUSTERING

DATA MINING E CLUSTERING Captolo 4 DATA MINING E CLUSTERING 4. Che cos'è l Data Mnng Per Data Mnng s'ntende quel processo d estrazone d conoscenza da banche dat, tramte l'applcazone d algortm che ndvduano le assocazon non mmedatamente

Dettagli