2000/ L'OVALE AZZURRO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2000/2012 - L'OVALE AZZURRO"

Transcript

1

2 Il romanzo del Sei nazioni L OVALE AZZURRO Della stessa collana CENERENTOLA NON ABITA PIU QUI Ideazione e coordinamento editoriale: Stefano Tamburini A cura di: Fabrizio Zupo Copertina e progetto grafico: Federico Deidda Realizzazione tecnica: Fabio Di Donna Foto: Archivio Corbis e La Presse Finegil Editoriale Spa Direttore Editoriale: Luigi Vicinanza Gruppo Editoriale L Espresso, via Cristoforo Colombo, Roma Tutti i diritti di Copyright sono riservati. Ogni violazione sarà perseguita a termini di legge Finito di realizzare il 13 febbraio

3 Il romanzo del Sei nazioni La nazionale di rugby e le sue avventure nel torneo più bello del mondo L ovale azzurro a cura di Fabrizio Zupo 3

4 4

5 A Piero Rinaldi, compagno di lunghi viaggi rugbistici e fotoreporter. Questo libro è dedicato a Piero Rinaldi, scomparso a Padova il 4 febbraio all'età di 65 anni, da oltre 40 anni fotografo di cronaca con la sua agenzia Candid Camera per quotidiani e fedele documentatore di rugby per diversi quotidiani veneti, riviste specializzate e libri. Rinaldi ha seguito quattro coppe del mondo di rugby a partire dalla prima edizione nel 1987 in Nuovo Zelanda, oltre a mondiali under 20 e universitari, e per tre decenni la nazionale italiana di rugby nei test in Italia e in tour in Europa e nel mondo. Dal 2000 ha seguito il torneo delle Sei nazioni. È tra i fondatori del club ad inviti del XV della Colonna di Padova, selezione veneta che ha incontrato i maggiori club continentali sino a sfidare gli All Blacks di John Kirwan nel (f.z.) 5

6 6

7 INTRODUZIONE Un torneo che profuma di rito di Stefano Tamburini N on c è niente al mondo, in nessun altro sport, che somigli a questo Torneo delle Sei nazioni, nato come Quattro nazioni nel lontano E certo non solo perché questo sia il torneo più antico. C è qualcosa di speciale, di magico appunto di unico in questa serie di 15 partite giocate da 15 giocatori contro 15 che si gioca una volta all anno in un tempo relativamente ristretto, un mese e mezzo. Questo sport ha ovviamente la sua massima espressione nel Mondiale perché inspiegabilmente non trova spazio alle Olimpiadi ma in Europa non c è altro che tenga: è il Sei nazioni che regala il trofeo più ambito. Si gioca da 131 anni ed è stato iniziale accademia britannica, con i francesi aggiunti nel 1910 e gli azzurri solo nel Gli altri vengono considerati, e certamente lo sono, non degni di esserci. Ma per capire quanto sia difficile e quanto sia particolare questo torneo, i francesi hanno dovuto attendere 49 prima di vincerlo. E gli azzurri ancora non sanno quando potranno realmente ambire a farlo. Eppure, dai timori iniziali per non riuscire a riempire lo stadio Flaminio, adesso siamo comunque al tutto esaurito o quasi dello stadio Olimpico. Questo Sei nazioni per il rugby, qui in Italia, è un po come l attività di un grande tenore come Luciano Pavarotti per la lirica. Il personaggio che diffonde la musica alta e la porta fuori dal ristretto cerchio dei melomani qui è rappresentato dal torneo dalla formula magica: entrambi avvicinano, attraggono persone nuove. E dallo scambio tutti ci guadagnano: il rugby, che accresce la propria popolarità; quelli che si avvicinano perché lo spettacolo, rare eccezioni a parte, è sempre qualcosa di speciale. Certo, ci sono quelli che storcono il naso, che pensano che 7

8 siccome questo torneo non possiamo e forse non potremo vincerlo mai o chissà quando, allora è inutile partecipare. Sciocchezze, certo, ma son sempre parole al vento che girano. Pesano poco ma danno fastidio: nessuno si sogna di mettere in dubbio la partecipazione del Costa Rica al Mondiale di calcio, di sicuro si sa che non potrà mai vincerlo, però ci va. E come, se ci va. Lo sport e il rugby in questo è molto avanti dovrebbe essere una scuola di vita ancor prima che una scuola di tecnica. Si sa che dall altra parte c è un avversario ma non un nemico, e che più è forte e più potrà aiutare a migliorarti. E poi, non nascondiamolo, molti che erano ossessionati dalle immagini di violenza gratuita regalate dal calcio si sono appassionati a questi atleti che non si risparmiano colpi duri ma onesti può sembrare una contraddizione ma certo non lo è e che animano partite che in realtà sono battaglie. E si sono appassionati anche alla pace che anima il pubblico: avversari che seguono insieme la partita, che prima, durante e dopo bevono alla salute di vinti e vincitori. Così, questa magia che sembra quasi un rito, con passione crescente, è arrivata al quindicesimo anno con gli azzurri. Il collega Fabrizio Zupo ha scritto la storia dei primi 13 tornei che trovate in questo volume e ha dato un decisivo contributo a raccontare quella del 14esimo. Qui Zupo non vi farà vedere solo le imprese sportive e gli aspetti tecnici ma anche e soprattutto l aspetto umano; prima nell inseguimento a questa partecipazione, all ammissione al salotto buono; e poi anche nella ricerca dei migliori risultati possibili. Ci sono stati momenti buoni e momenti meno buoni, fino alle grandi gioie del 2007 e, soprattutto, del Al torneo 2013 quello dello scorso anno, appunto il 14esimo abbiamo dedicato un ebook a parte, perché è un ricordo fresco e necessitava più di una raccolta di ritagli di cronaca che di un racconto storico. Possiamo comunque dire che nella grande storia del torneo più antico del mondo, c è un piccolo romanzo che può appassionare, quello della partecipazione italiana al Sei nazioni. Abbiamo chiamato L Ovale azzurro questo volume elettronico, per rappresentare qualcosa che prima non c era 8

9 almeno in questa forma e sostanza e che adesso invece è solida realtà. Anzi, dallo scorso anno, come recita il titolo dell altro ebook ( Cenerentola non abita più qui ), gli azzurri non sembrano più gli ultimi arrivati. Cosa accadrà da qui in avanti ce lo dirà il resto del romanzo. Intanto godiamoci questa prima parte della storia, comunque una bella storia. 9

10 10

11 PRIMA PARTE Il biennio d oro della Nazionale 11

12 FRANCESCO COCO MAZZARIOL FESTEGGIA FRA IL PUBBLICO SUBITO DOPO LA VITTORIA A GRENOBLE SULLA FRANCIA (32-40) IL 22 MARZO 1997 A GRENOBLE 12

13 L exploit di Grenoble che apre le porte del Cinque nazioni di Fabrizio Zupo Sono già passati 19 anni dall inizio dell era Pro nel Rugby a 15 nata, dopo 172 anni di dilettantismo, nell estate del 1995 un paio di mesi dopo la chiusura del Mondiale in Sudafrica, quello di Mandela o di Invictus come viene ricordato dopo il film di Clint Eastwood. Il rugby in Italia è semidilettantistico fuorché per l eccellenza di due club: il Milan con Diego Dominguez e il Benetton Treviso con campioni indimenticabili come Ivan Francescato. Due vette, due franchigie ante litteram, il corpo stesso della Nazionale azzurra. Lì finiscono tutti i talenti d Italia che George Coste, il ct della svolta rimasto in sella dal 1993 al 1999, indica come possibili talenti azzurri. Fra rimborsi della Federazione e gli stipendi dei club, chi entra in questo giro può per la prima volta scrivere sulla carta d identità: professione rugbista. E per un breve lasso di tempo la forbice fra l élite azzurra e i colleghi europei è chiusa, per piccoli tratti aperta a vantaggio dei rugbisti nostrani (parliamo di un gruppo di 30/40 atleti). Un superclub con cui Coste miete vittime nel biennio costringendo le Union a correre ai ripari. Se per Francia e Inghilterra la risposta sta semplicemente nel correggere le formule dei propri campionati (il Top 14 e soprattutto la Premiere League), lasciando che il libero mercato e la concorrenza faccia il resto (per la prima volta i professionisti dell altro codice, il rugby league a XIII, sono attratti dal rugby Union a 15 e non viceversa come in sempre in precedenza, in un secolo esatto dalla scissione del 1895), le federazioni celtiche Galles, Irlanda e Scozia non hanno singolarmente la "massa critica" per produrre quell appeal economico e pubblicitario per finanziare lo sport di alto livello. 13

14 Finché non decidono raggruppare le forze e moltiplicare i bacini pubblicitari unendosi in quella Celtic League che porterà le franchigie a vincere molte edizioni di coppe europee e le loro nazionali a emergere nel nuovo Sei nazioni. Il Caso emblematico nei nostri confronti è rappresentato dall Irlanda che dalla batosta a Dublino del 1998 di cui faremo cenno, non ha più perso contro l Italia sino alla primavera scorsa (quindici lunghi anni). Ma prima che la forbice del divario si riaprisse a nostro svantaggio, gli azzurri hanno saputo approfittare della congiuntura e dare una spallata al portone del torneo sportivo più antico al mondo. Battere nell arco di un biennio Scozia, Irlanda (due volte) e Francia reduce da una settimana dal Grande Slam del Cinque nazioni non poteva essere un risultato da poter eludere. Il nostro Cinque nazioni ombra aveva cambiato gli equilibri e ai primi del 1998 arriva il sì dal summit di Parigi e apre il cantiere del Sei nazioni. Ma andiamo con ordine Dapprima i risultati. Quelli positivi, stringendo in campo europeo, perché nei confronti novembrini con le potenze dell emisfero Sud si subiscono sonore batoste. Lì il professionismo con il suo Tri Nations e il Super Twelve per le province ha messo il turbo a un primato che si perde nella storia di questo sport. Il 95 si apre con una sconfitta di misura (18-16) a Perth in Scozia, poi si vince a Treviso contro l Irlanda (22-12), al Mondiale registriamo la minor sconfitta di sempre (sino ad allora) contro gli inglesi (27-20) e c è la vittoria pur contestata (Dominguez chiama palla in spagnolo e segna al 77 ) sull Argentina per Nel 1996 siamo sotto di 5 punti a Cardiff (31-26) con il Galles e perdiamo la rivincita a Roma di 9 (22-31). Ma dal 4 gennaio 1997 al 24 gennaio 1998 inizia un altra storia: Irlanda battuta a Dublino per 29-37, il 22 marzo a Grenoble cade la Francia stellare di Villepreux per (si tratta della finale 14

15 del Fira, dove i galletti arrivano con la formazione maggiore), si pareggia con l Argentina e si strapazza la Romania, perdiamo la rivincita in Coppa Latina contro i bleus, ma dicembre infliggiamo a Bologna un all Irlanda e a gennaio è contro la Scozia. La serie si interrompe sotto di tre punti a Lanelli contro il Galles (23-20). La decisione però è presa. A Parigi le cinque federazioni più forti accolgono l Italia e indicano il 2000 come data di partenza. Grenoble 22 marzo 1997 La crescita dell Italia è preannunciata nelle sfide natalizie a cavallo dell anno. Sono il segno di una svolta mentale. Il gruppo azzurro di Massimo Giovanelli acquisisce il software della vittoria che ti indica una via da seguire, quando prima in genere cedevi. La differenza fra vittoria e onorevole sconfitta è piccola ma il salto da fare è lunghissimo. È una mentalità che salva quando le due squadre vanno in riserva fisica e solo la testa ti permette di essere lucido, continuare a fare sempre lo stesso gesto, arrivare a placcare, non buttare via i palloni, non entrare nel panico. Dal canto suo Coste usa delle tecniche allora ancora in fase embrionale nel rugby: acquisisce i videotape degli avversari e studia tutto, dal nome delle preziose giocate in touche, agli schemi più frequenti utilizzati in attacco. Gli azzurri sanno dove e come colpire. La vittoria è fatta di questi dettagli e oggi il videoanalist è una professione. A dicembre 1996 gli scozzesi guidati dalla coppia Redpath e Chalmers, aprono il salotto buono di Murrayfield (prima si giocava altrove) e i ragazzi di Coste (nella famiglia s è inserito da poco Walter Cristofoletto, 32 anni trevigiano, già un anziano per la serie A) li trafiggono 29-22, in una giornata che segna anche il ritorno di Marcello Cuttitta. Passa il Natale e due settimane dopo, il 4 gennaio, a Dublino il nuovo colpo. Grazie a Stoica (un rumeno emigrato da bambino in Italia con la famiglia) un centro alto e grosso come una seconda linea, un vero ariete che spiana la strada fra i trequarti, il nostro reparto arretrato (la cavalleria) va in paradiso con una 15

16 doppietta di Vaccari e mete di Dominguez e Maus Cuttitta. L Irlanda va sotto per L anno inizia nel migliore dei modi è sta per cambiare il destino dell Italia facendola saltare in corsa sul treno del Sei nazioni che chissà quando mai sarebbe ripassato. La primavera si apre con questa partita che, come tutte le sfide fra Italia e Francia è valida per il campionato Fira: da qualche edizione di svolge su base biennale. Quella di Grenoble è la finale di Coppa Europa e per la prima volta mette di fronte la più forte del Cinque nazioni e l emergente del Fira, considerata una serie B europea. Per i ct Villepreux e Skrelà, la partita viene presa come una passerella dei Bleus. Allo stadio viene distribuita una spilletta artigianale, con la foto dei campioni e la scritta grand chelem (grande slam in francese) centrato la settimana prima. Diciamo che sotto le Alpi si deve svolgere una celebrazione e gli azzurri sono degni solo di essere dei coinvitati, dei simpatici emergenti con cui festeggiare, buoni solo nel ruolo di sconfitti predestinati. Ma siamo a Grenoble come dice un detto popolare Ne parlez moi de Grenoble che sarà pure il titolo con cui Tf1 darà la notizia della sconfitta. Mentre in Italia il Tg1 apre i titoli con la vittoria ed è questa la vera notizia. Grenoble città di forte emigrazione italiana, la prima destinazione una volta scavalcate le Alpi. Qui è cresciuto il mito di Sergio Lanfranchi (con Zani i primi azzurri in trasferta) che nel 1954 portò il Grenoble a vincere il campionato. Qui nel 1963 gli azzurri di Lanfranchi e Levorato hanno sfiorato l unico successo sulla Francia vera per Giovanelli respira quest orgoglio italiano nella settimana di raduno e la restituisce ai compagni con un discorso dei suoi. Solo l amico Villepreux ex ct azzurro e consigliere della Fir per l ingaggio di Coste non si fida e, parlando della scelta della data la definisce Un capello nella minestra. Otto dei suoi15 titolari sono in giro per il mondo, chi con la nazionale Seven a Hong Kong come Benazzi però sostituito da Fabien Pelous, mentre rientrano due fuoriclasse come Saint-Andrè e Benetton. 16

17 IVAN FRANCESCATO 17

18 La partita La formazione azzurra (che patisce i problemi fisici di Problemi fisici per Stoica e Arancio) vede Pertile estremo, Vaccari e Marcello Cuttitta alle ali, Bordon e Francescato ai centri, Dominguez e Troncon in mediana, Gardner, Sgorlon e Giovanelli in terza, Croci e Cristofoletto in seconda, Properzi, Orlandi e Maus Cuttitta in prima linea. Poi entreranno Mazzariol e Guidi. La Francia scende con Sadourny; Ougier, Bondouy, Delaigue, Saint Andrè; Aucagne, Accocebery; Pelousc (capitano), Costes e Benetton; Miorin e Merle detto l uomo e mezzo tanto è grosso; Tournaire, Dal Maso, De Rougemont. C è il sole ma il clima è decisamente rigido, l aria è tersa e si vedono nitide le cime innevate delle Alpi. Il ricordo di quella partita è quella di un sentimento di incredulità, l idea che la consuetudine porti i francesi a vincere solo accelerando un po, dopo il primo colpo a freddo degli azzurri con Francescato che ci porta in vantaggio e nonostante alla pausa l Italia stia ancora conducendo Invece la Francia si incarta e l Italia cresce è dà continuità: difesa impenetrabile, pressione, lotta su tutti i palloni e gioco a viso aperto. La partita era iniziata con l affondo di quaranta metri di Francescato. Uno sprint che gli costerà uno stiramento e la sostituzione. Poi la prova di forza dei francesi col pack e i nostri avanti che prendono una meta tecnica per ripetuti crolli in mischia. Siamo sul 7-7 poi a forza di calci andiamo sotto di misura: Invece c è un gesto che va contro alla regola base di fare punti quando si deve, specialmente con i piazzati: non importa a quanti metri sei dalla meta. Ed è la svolta. Il mediano di mischia Troncon rinuncia al piazzato del pareggio, per partire alla mano e lanciare il pack oltre alla linea: a toccare in meta è Gardner (italo-australiano) per il Alla pausa, in tribuna stampa è tutto un guardarsi senza azzardare pronostici. E al rientro delle squadre i francesi ci mettono poco a ristabilire la gerarchia e pareggiano Sembra il loro momento e invece è il canto del cigno. La svolta si chiama Giambattista Croci che imposta l azione partendo dai nostri 22 18

19 e, 80 metri dopo, in cui la palla ha viaggiato fra le mani di cinque azzurri, va nuovamente in sostegno a riprendersi l ovale su passaggio di Marcello Cuttitta. Un azione da antologia. Loro non si riprendono più. Ci si mette anche Delaigue a sbagliare: recupera palla spezzando un azione travolgente di Vaccari e Cocco Mazzariol, ma fa un calcio di liberazione che porta l ovale nelle braccia di Gardner. L italo-australiano si trova a meta campo, pare esitare, poi inizia la corsa accelerando sempre di più, facendo lo slalom tra i francesi e chi non si sposta viene abbattuto. Una corsa inarrestabile fino alla meta. L Italia è sul tetto d Europa: per una volta quello del Fira è molto più alto di quello del Cinque nazioni. Nessuna squadra europea aveva inflitto 40 punti alla Francia dal lontano E questo dà la misura di tutto. La festa in campo e in spogliatoio Organizzazione francese paralizzata, i preparativi della festa tenuti in magazzino. Il campo è tutto dei tifosi italiani che sommergono la squadra, Giovanelli in trionfo portato a spalla dai compagni. Nello spogliatoio Troncon è sul lettino a farsi ricucire un arcata sopracciliare (il numero dei punti ricevuti in faccia durante la sua carriera è un record). E in una cerimonia improvvisata a Dominguez viene consegnata una statuetta: non esiste ancora il man of the match e gli sponsor hanno creato questo Talent d or : Questo è per tutta la squadra dice il mediano d apertura. Giovanelli è distrutto, accovacciato su una panca, a torso nudo. La sua maglia numero 6 è sparita, non ha più la casacca della miglior partita della sua vita. Coste cerca di blandirlo ma il capitano è furibondo. Mi hanno fregato la maglia. Lo sai dice all allenatore cosa significa per me. Coste annuisce. In realtà la maglia numero 6 è stata recuperata da un compagno, perché nella confusione non andasse persa. Il banchetto della Nazionale si tiene nell hotel dove gli azzurri sono ospitati e fuori ci sono i tifosi con grigliate improvvisate sulle aiuole e che li aspettano. È una festa infinita. La celebrazione di un avvenimento invisibile (la Rai vi aveva 19

20 rinunciato) si va consumando così fra bicchieri di prosecco e carne di porco ai ferri. Il giorno dopo su L Equipe una grande vignetta in prima pagina mostra un giocatore con una maglia tricolore bussare a un grande portone con su scritto Torneo delle Sei nazioni. Henri Bru, la prima firma del giornale, va oltre: stila la classifica, prendendo i risultati dell Italia contro le altre cinque Union, partendo dalla debacle autunnale contro l Inghilterra alle due vittorie di serie contro Scozia e Irlanda. Punti in più o punti in meno, l Italia arriva quarta. Anche David Hands del Times fa lo stesso calcolo e punta tutto sull analisi della classifica: l Italia è terza a pari punti. Se l Italia avesse giocato regolarmente con tutti con tre vittorie, allora la Francia sarebbe arrivata seconda scavalcata fatalità dall Inghilterra. Il costo della storia Tre milioni di lire per la vittoria (circa euro), altri tre perché si giocava in trasferta: sei in tutto come premio partita. Più altri cinque milioni fra indennità convocazione e raduno. Ogni azzurro per Grenoble intascherà 11 milioni (5.680 euro). Saranno 289 (140mila euro) nel totale quelli spesi dalla Fir per Grenoble. Va ricordato come la federazione di allora non godeva degli introiti del Sei nazioni ma solo di quelli del Coni: aveva un bilancio modesto e in quel momento ha anche un buco di 700 milioni. Il superclub ha i suoi costi: le convocazioni per il raduno valgono mille euro per ogni azzurro, per la presenza a referto. Ai 22 giocatori di prima fascia spettano poi 30 milioni di lire l anno (15 mila euro circa), ai 18 di seconda la metà: euro. Georges Coste trova subito l accordo per il contratto triennale sino al 2000, 250 milioni a stagione anche se poi la sua avventura azzurra finirà nell estate del 1999, durante il tour premondiale in Sudafrica dopo un forte contrasto con i senatori della Nazionale. L anno si chiude ribattendo l Irlanda e la telefonata dall Europa. L Irlanda affonda per la seconda volta. L anno finisce come era iniziato: in gennaio al Lansdowne Roads gli azzurri s erano imposti per 37-29, il 20 dicembre lo score migliora fissandosi sul 20

21 37-22 con le mete di Pilat e Stoica e 27 punti di Dominguez (fra piazzati e una meta). Si chiude un anno spettacolare di svolta, l Italia si vede proiettata alla pari delle Nazionali celtiche, sotto solo a Inghilterra e Francia. Il responso del campo è quello. E a giorni a Natale alla Fir arriva una telefonata di Vernon Pugh dell International Board: l Italia ha venti giorni di tempo per presentare un dossier che accompagni la richiesta di accedere al club più esclusivo d Europa. Parigi 16 gennaio 1998: addio Cinque nazioni Il 16 gennaio nella sede della federazione francese, il presidente della Fir Giancarlo Dondi con il suo dossier supera l esame quasi a pieni voti: quattro sì su cinque, gli inglesi si astengono ma non possono evitare l ingresso italiano. Un evento che ha cambiato tutto. Dal bilancio con il buco di 700 milioni lire, la Fir oggi gestisce (nonostante la crisi e i primi segni di una crescita che s è fermata) un budget di oltre 40 milioni di euro. Gli allora dubbi dell International Board non riguardano la Nazionale ma la capacità di organizzare l evento, l interesse nei media e nel pubblico italiano. Intanto una settimana dopo la grande notizia, a Treviso col Monigo stipato da diecimila e passa tifosi, si batte una Scozia super, quella che nel giro di un anno farà il Grande slam. Un match in cui ci tiene a galla il piede di Dominguez e che poi rischiamo di perdere, concedendo due mete per intercetto. Il furore del pubblico accende la mischia che sbatte sulla difesa ospite con il punteggio di bloccato sino a una manciata di minuti dalla fine quando si apre un varco per Troncon. Meta. Poi l arbitro ci ripensa, annulla e punisce un pugno di Castellani. Lì Giovannelli confeziona una delle sue frasi storiche, in cerchio con i compagni: «Adesso ne facciamo un altra» e così avviene, nel giro di un minuto, griffata Paolino Vaccari e trasformata da Diego. Inizia così il conto alla rovescia per l approdo allo stadio Flaminio sede iniziale del torneo delle Sei nazioni. 21

22 DIEGO DOMINGUEZ 22

23 2000 Il debutto azzurro ed è subito vittoria di Fabrizio Zupo Come ci si prepara per il sogno di tutti i rugbisti? L Italia del rugby ci arriva nel peggiore dei modi. Il 1999 è l anno orribile dell ovale azzurro. Iniziato con la morte di Ivan Francescato a gennaio: 32 anni, il miglior talento del gruppo. Da sempre. Perché se Dominguez è diventato forte con la tenacia di un Wilkinson, se Troncon è stato coltivato da giovane e ha avuto lo spazio in mediana (togliendolo proprio a Francescato), Ivan è sempre stato forte. Da ragazzino, quando le star erano i fratelli maggiori (Nello, Bruno, Rino a cui assomiglia per velocità), con la società dei talenti Tarvisium che porta in serie A, forte nonostante la pausa di un lavoro come quello a un distributore di benzina, istintivo nelle finte, rapido nelle scelte giuste, dribblatore di avversari se nel rugby non fosse quasi una bestemmia. Finché un giorno del 1990 qualcuno consigliò al ct Fourcade di provare quel ragazzo già stufo di giocare alla mediana, assieme agli altri candidati per il mondiale e, con una sola esibizione all Appiani di Padova, il delirio del pubblico, Francescato stacco il biglietto per l azzurro che non mollò mai più. La sua meta agli Usa al Mondiale 1991 fu trasmessa per settimane alla Bbc. Non fu premiata perché l Italia non passò ai quarti. Storia vecchia. La sua ultima partita fu col Sudafrica qualche mese dopo l impresa di Grenoble. Un guaio muscolare lo tenne fermo quasi un anno e una sera, dopo un cinema con la fidanzata, crollò nel corridoio di casa. Il fratello Nello, medico in ospedale, fu quello che tentò di rianimarlo. La tragedia di Ivan toccò tutta al sua generazione azzurra, quella famiglia di Coste e capitan Giovanelli che, dopo sei anni mitici, stava per disgregarsi. Un litigio durante il tour estivo e il gruppo che aveva guadagnato il Sei nazioni non c era più. Via Coste dentro il vice, l aquilano Massimo Mascioletti, per 23

24 traghettare gli azzurri al mondiale in Galles. Ma anche lì un tonfo. Si perdono tutte le partite e non era mai successo, battuti anche da Tonga allora veramente fatta da dilettanti (l isola conta 100 mila abitanti). E allora via anche Mascioletti e dopo lustri di guida francese (Villepreux, Fourcade, Coste) il presidente Dondi decide di puntare alla Nuova Zelanda vagliando come candidati: Wayne Smith (ex All Blacks già in Italia come giocatore-allenatore), John Boe (anche lui in Italia) e Brad Johnstone (ex pilone del tour del 1978 che fece tappa a Padova, ex allenatore dell Aquila) fresco ct delle Fiji che al citato Mondiale aveva portato i forti ma disordinati isolani agli spareggi per i quarti. Basta guardare i numeri del 1999, quello del 70 anniversario della Federazione italiana rugby, per capire i termini della frana: nei dodici mesi che separano dall esordio al Sei nazioni l Italia gioca dodici volte e vince due, contro le deboli Spagna e Uruguay. Si perde con cadenza mensile con medie di punti per volta e doppia punta di 101. È una escalation da gennaio a ottobre. Si affonda contro Francia (24-49), Scozia (30-12), Galles (21-60), Irlanda (39-30), Sudafrica due volte (74-3 e 101-0), Fiji (32-50) e poi al Mondiale con Inghilterra (67-7), Tonga (25-28) e All Blacks (101-3). Gli azzurri di Giovanelli, in virtù del recente passato, strappano contratti all estero e alla Federazione, ma la squadra non c è più. E neppure i sentimenti che avevano cementato la famiglia per cui si arriverà all ammutinamento. A due mesi dal debutto, nuovo coach, nuovo capitano, publico e dettagli organizzativi. La carta che Dondi pesca dal mazzo è Brad Johnstone. John Boe è in lizza per altri orizzonti, Smith sa già che dopo la debacle degli All Blacks al Mondiale (buttati fuori in una mitica semifinale a Twickenham che vede i tuttoneri crollare nella ripresa sino a buscare 43 punti, mai successo nella storia) toccherà a lui entrare nella cabina di comando. Ma avverte: «Brad non sa l italiano e voi il suo modo di giocare non piacerà». Sarà buon profeta, ma un miracolo sta per accadere. 24

25 Intanto la Scozia la prima avversaria in calendario per l Italia si laurea vincitrice con tanto di Grande Slam dell ultimo Torneo delle Cinque nazioni, quello che generazioni di rugbisti italiani hanno imparato ad amare grazie alle immagini della Bbc con il commento Rai di Paolo Rosi. Per la sede italiana del torneo si innesca un dibattito, molti lo vorrebbero in Veneto dove il pubblico riempie sempre gli spalti ma la tradizione è per la capitale dove il pubblico è caldo ma inizialmente scarso. Gli ottantamila all Olimpico si vedranno solo nel La questione del Flaminio come casa del Sei nazioni ha tenuto banco anni, l ipotesi veneta era stata scartata prima delle altre, quella di Genova ha resistito. Un po è sembrata una strategia per rafforzare la sede naturale di Roma, ottenere dagli enti locali un aiuto maggiore. Si scarta anche Bologna che aveva raccolto molto pubblico per la sua posizione al centro dei principali bacini rugbistici. La Fir spera che il pubblico del nord, veneto e lombardo, si sposti volentieri a Roma. E così avviene. Ogni anno, essendo cinque le sfide dell Italia, se ne giocheranno due o tre in casa. Il tutto esaurito c è alla prima partita con la Scozia e poi contro l Inghilterra. Ma dopo la prima vittoria si infileranno solo sconfitte per ben tre edizioni. Al Flaminio l anno dopo si vedranno spesso dei buchi. Incredibile che la stampa di Roma inizi ad accusare il nord di boicottaggio. Senza minimamente pensare che per un tifoso, spesso con famiglia a carico, quella trasferta a Roma (viaggio, albergo, vitto e prezzo del biglietto, per due o per tre) costi molto cara. A nessuno viene in mente che con un po di promozione qualsiasi, in un città da milioni di abitanti, 10-12mila biglietti sui 24miladi capienza dello stadio (gli altri 10mila vengono regolarmente acquistati dagli ospiti) dovrebbero bruciarsi in un attimo. Diecimila persone dovrebbero semplicemente cascarci dentro al Flaminio. Arrivandoci in tram. Spiegare con un esercizio dietrologico l insuccesso di un evento, è una forma paranoica di chi doveva organizzare o provvedere per il meglio. Non c è altro da dire. Lo stadio Flaminio comincerà invece a essere stretto dal 2008 quando, dopo il boom di Bergamasco e compagni nel 2007, la moda del rugby costringerà a raddoppiare quasi i posti costruendo 25

26 sopra gli spalti vincolati dalla Sovrintendenza ai Beni architettonici una struttura smontabile in tubi innocenti. Ma tornando a quel giorno del debutto non c è un manifesto in tutta Roma che ricordi l evento, in compenso ce ne sono a pacchi arrolati e buttati nelle sala stampa ricavata sotto la tribuna centrale. C è la grande novità di un sponsor per la prima volta sulle maglie azzurre (un gruppo farmaceutico) che finirà in eurovisione per qualcosa come 700 milioni di lire di allora (al cambio, poco più di 361mila euro). Tutti gli spazi del campo sono invece occupati da pubblicità inglesi: la partita viene mostrata in diretta dalla Bbc. Come spiegherà Dondi, l entrata in corsa del torneo non poteva far saltare contratti ancora aperti. L Italia per le prime due edizioni dovrà arrangiarsi: l incasso del botteghino è una delle voci maggiori. Il Sei nazioni comincerà a versare soldi nelle casse azzurre dal L arrivo dell Italia non ha sconvolto il meccanismo del calendario uguale da oltre 100 anni e non è difficile calcolare quali siano le partite fra altri cento. Gli azzurri giocheranno sempre le due partite fuori casa con Inghilterra e Scozia come nel 2000 e l anno dopo tre contro Irlanda, Francia e Galles come nel 2001 e come quest anno. Il gruppo è al suo canto del cigno ma Brad Johnstone non cambia molto: specie in mischia. Il suo gioco ha bisogno di gente affiatata. Con il samoano Vaea come assistente e Mark Harvey, una sorta di sergente di ferro, come preparatore atletico, introduce l approccio neozelandese al gioco che gli azzurri devono imparare velocemente. Il dogma del rugby del Sud, una delle tre P: pace, possession, progress. Ovvero velocità, possesso e avanzamento. Non mancano volti nuovi ma Johnstone non dà due chanche e il turn over sarà esteso nei tre anni della sua gestione. L esordio del Sei nazioni coincide con il debutto assoluto in azzurro per Aaron Persico da Wellington, e anche per Andrea Gritti (un solo cap per lui quattro anni prima). Fra gli emergenti c è anche il fiorentino Paoletti, mentre nasce la coppia dei fratelli Manuele e Dennis Dallan, e si registra il ritorno di Massimo Cuttitta dopo il forfait mondiale. C è spazio pure per la favola di Marco Rivaro e nel corso del torneo 26

CAVALLO DI BASTONI FERRARA

CAVALLO DI BASTONI FERRARA CUS FERRARA RUGBY OLD CAVALLO DI BASTONI FERRARA 2 TORNEO RUGBY OLD MEMORIAL ISIDORO QUAGLIO 1 GIUGNO 2014 FERRARA IMPIANTI CUS FERRARA RUGBY VIA GRAMICIA, 41 FERRARA Ritrovo ore 12 Calcio d inizio ore

Dettagli

Robert Paparemborde ( ex pilone della Nazionale Francese - 55 Caps)

Robert Paparemborde ( ex pilone della Nazionale Francese - 55 Caps) RBS 6 NAZIONI 2013 Ufficio Marketing F.I.R. Premessa Il rugby insegna a vivere, perché e sottilissima la linea che separa la virtù sportiva dalla violenza e tutti sanno che quel confine non va mai superato

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

CORSO ALLENATORI 2 livello. Fare sport: tra tradizione e innovazione

CORSO ALLENATORI 2 livello. Fare sport: tra tradizione e innovazione Fare sport: tra tradizione e innovazione Lo sai papa, che quasi mi mettevo a piangere dalla rabbia, quando ti sei arrampicato alla rete di recinzione, urlando contro l arbitro? Io non ti avevo mai visto

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

Il Rugby in 5 minuti

Il Rugby in 5 minuti FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY Il Rugby in 5 minuti a cura della 3^ edizione 2009-10 IL TERRENO Il Terreno è la superficie totale di gioco, indicata nella pianta. Esso comprende: Il Campo di Gioco è l area

Dettagli

Terza giornata di ritorno Roma 31,01,2010 Ore 15,00. Roma Siena 2 1 Roma 31,01,2010 Stadio Olimpico ROMA 31 GENNAIO 2010

Terza giornata di ritorno Roma 31,01,2010 Ore 15,00. Roma Siena 2 1 Roma 31,01,2010 Stadio Olimpico ROMA 31 GENNAIO 2010 Terza giornata di ritorno Roma 31,01,2010 Ore 15,00 Roma Siena 2 1 Roma 31,01,2010 Stadio Olimpico ROMA 31 GENNAIO 2010 TROPPI ASSENTI IN AVANTI OKAKA LONDRA ROMA LONDRA E una Roma in chiara emergenza

Dettagli

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO I primi Giochi Easy : Il Palleggio ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO Insalata Mista. (stimolare l abitudine all utilizzo del palleggio) Dal palleggio in libertà tuttocampo dei bambini, dividere il campo in

Dettagli

Turno A Riconosci i seguenti storici corrispondenti del 90 Minuto :

Turno A Riconosci i seguenti storici corrispondenti del 90 Minuto : Turno A Riconosci i seguenti storici corrispondenti del 90 Minuto : A1...... A2...... A3... paolo Cont... Turno A Riconosci i seguenti storici corrispondenti del 90 Minuto : A4...... A5...... A6... paolo

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

CERNUSCO INTERNATIONAL SEVENS. Page 1 of 6

CERNUSCO INTERNATIONAL SEVENS. Page 1 of 6 CERNUSCO INTERNATIONAL SEVENS Page 1 of 6 Premessa e applicazione delle regole internazionali dell IRB L intento e lo spirito del torneo sono quelle di sublimare il coraggio, la lealtà, la sportività,

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 Μάθημα: Ιταλικά Ημερομηνία και ώρα εξέτασης: Σάββατο, 14 Ιουνίου 2008 11:00 13:30

Dettagli

CS - CUS AD MAIORA RUGBY 1951: Lucas D'Angelo è il nuovo direttore tecnico del CUS Ad Maiora Rugby 1951.

CS - CUS AD MAIORA RUGBY 1951: Lucas D'Angelo è il nuovo direttore tecnico del CUS Ad Maiora Rugby 1951. CS - CUS AD MAIORA RUGBY 1951: Lucas D'Angelo è il nuovo direttore tecnico del CUS Ad Maiora Rugby 1951. Lucas D Angelo: Nato a: Rosario (Argentina) Età: 38 anni Carriera: ha giocato per 19 anni nel Jockey

Dettagli

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC.

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC. N.66 LUGLIO-AGOSTO 2009 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 SEDE VIA E.FRANCALANCI 418 55054 BOZZANO (LU) TEL. 0584 976585 - FAX 0584 977273

Dettagli

CLINIC NAZIONALE MINIBASKET EASY BASKET

CLINIC NAZIONALE MINIBASKET EASY BASKET LA PALLA: MEZZO E/O METODO PER LO SVILUPPO DEGLI SCHEMI MOTORI DI BASE di Fabio Bagni Camminare per tutta la palestra, lontani l uno dall altro Camminare stando vicini Camminare all indietro, prima lontani,

Dettagli

PROVA UNICA DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA E IN ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA. Anno Accademico 2013/2014

PROVA UNICA DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA E IN ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA. Anno Accademico 2013/2014 PROVA UNICA DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA E IN ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA Anno Accademico 2013/2014 La risposta esatta è la A. La risposta esatta è la C. TRATTO

Dettagli

Se un grande campione come Ronaldinho, al termine della prima fase della stagione, ha lasciato il Milan per accordarsi con il Flamengo, in un clima

Se un grande campione come Ronaldinho, al termine della prima fase della stagione, ha lasciato il Milan per accordarsi con il Flamengo, in un clima Introduzione Il Milan ha appena concluso una partita di campionato, a Genova, contro la Sampdoria. È una partita di fine novembre, con la nuova squadra di Zlatan Ibrahimovic reduce da un positivo impegno

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

aeroporto di Venezia un ultimo caffè Italiano visita alla Guinness Storehouse scoperta dei 7 piani della fabbrica

aeroporto di Venezia un ultimo caffè Italiano visita alla Guinness Storehouse scoperta dei 7 piani della fabbrica . era sabato 6 marzo 2014 Valentino, Margherita, Riccardo, Elena, Massimo, Davide, Ruggero,Franca, Francesco, Luca, Alfia il piccolo Makisim, Michele, Claudia, Filippo, Silvia, Piero, Roberto e Elena..

Dettagli

Bollettino di informazione a cura del Volvera Rugby A.S.D. N. 8-25 gennaio 2016

Bollettino di informazione a cura del Volvera Rugby A.S.D. N. 8-25 gennaio 2016 FAMIGLIA GIALLONERA NEWS STAGIONE 2015/2016 Bollettino di informazione a cura del Volvera Rugby A.S.D. N. 8-25 gennaio 2016 SPAZIO CLUB Anche se in ritardo, desideriamo augurarvi un 2016 ovale e giallonero,

Dettagli

VOI SIETE LEGGENDA SENZA DI VOI NON SAREMMO CHI SIAMO

VOI SIETE LEGGENDA SENZA DI VOI NON SAREMMO CHI SIAMO VOI SIETE LEGGENDA SENZA DI VOI NON SAREMMO CHI SIAMO ROMA, 8 GIUGNO 2015 STADIO OLIMPICO 88 anni di Storia, di Campioni, di vere e proprie Leggende che si sono succedute indossando la Maglia dell AS

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE Recupero della palla ( anticipo, intercettamento, contrasto) Marcamento ( principi

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

Inserto settimanale di scommesse sportive. il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli. www.pianetazzurro.it QUOTE

Inserto settimanale di scommesse sportive. il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli. www.pianetazzurro.it QUOTE Inserto settimanale di scommesse sportive www.pianetazzurro.it il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli QUOTE IL PRONOSTICO L ex centrocampista azzurro si augura però che la squadra di Mazzarri

Dettagli

NEWSLETTER NUMERO 3 3 agosto 2007

NEWSLETTER NUMERO 3 3 agosto 2007 NEWSLETTER NUMERO 3 3 agosto 2007 E..STATE A CANTALUPA - Bilancio favorevole per la «Tre Denti Bike» del 15 Luglio - Ferragosto cantalupese - 2 Settembre: «Di nuovo in volo per la vita»:festa del Freidour,

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA BASKET: UNA SCUOLA DI VITA Un incontro speciale con il mondo della pallacanestro Lunedì 7 aprile 2014, le classi terze hanno incontrato il giocatore Jacopo Balanzoni della squadra della pallacanestro Cimberio

Dettagli

REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5

REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5 REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5 NUMERO DEI CALCIATORI Una gara non può essere iniziata o proseguita nel caso in cui una squadra si trovi ad avere meno di 3 calciatori partecipanti al gioco. SOSTITUZIONI

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

E così il Calendario della Serie A 2014-2015 è uscito. Lo riassumo qui concentrato ovviamente sulla nostra squadra, prima di commentarlo:

E così il Calendario della Serie A 2014-2015 è uscito. Lo riassumo qui concentrato ovviamente sulla nostra squadra, prima di commentarlo: E così il Calendario della Serie A 2014-2015 è uscito. Lo riassumo qui concentrato ovviamente sulla nostra squadra, prima di commentarlo: 1) Toro-Inter 2) Sampdoria Toro 3) Toro Verona 4) Cagliari Toro

Dettagli

CULTURA ITALIANA. (5 minuti di proiezione del film)

CULTURA ITALIANA. (5 minuti di proiezione del film) CULTURA ITALIANA Introduzione Bologna è una città medievale, dove la bellezza è nascosta, bisogna scoprirla. Ma ha anche dei segreti, per esempio la qualità della cucina. Il tortellino è il principe della

Dettagli

Federazione Italiana Rugby

Federazione Italiana Rugby 1 Federazione Italiana Rugby Norme che disciplinano l attività di Coppa Italia a 7 Femminile per la stagione sportiva 2014/2015. Coppa Italia a 7 Femminile 2014/2015. La Coppa Italia è considerata una

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding)

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) 2010 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text [Ring, ring] SIGNORA ROSSI: Pronto casa Rossi. CARLO: Buonasera signora

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Questo è il titolo del libro del sogno di Vittorio Magni. sogno che è diventato realtà! Dopo un paio di giorni di riposo dalle grandi fatiche che ci

Questo è il titolo del libro del sogno di Vittorio Magni. sogno che è diventato realtà! Dopo un paio di giorni di riposo dalle grandi fatiche che ci Questo è il titolo del libro del sogno di Vittorio Magni. sogno che è diventato realtà! Dopo un paio di giorni di riposo dalle grandi fatiche che ci hanno portato ad organizzare un evento indimenticabile,

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011. Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011. Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011 Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE IL PRONOSTICO DI... Per il doppio ex mister di Napoli e Cagliari, il

Dettagli

МИНИСТЕРСТВО НА ОБРАЗОВАНИЕТО И НАУКАТА ОЛИМПИАДА ПО ИТАЛИАНСКИ ЕЗИК TELEFONINI CHE PASSIONE

МИНИСТЕРСТВО НА ОБРАЗОВАНИЕТО И НАУКАТА ОЛИМПИАДА ПО ИТАЛИАНСКИ ЕЗИК TELEFONINI CHE PASSIONE МИНИСТЕРСТВО НА ОБРАЗОВАНИЕТО И НАУКАТА ОЛИМПИАДА ПО ИТАЛИАНСКИ ЕЗИК ОБЛАСТЕН КРЪГ 01.02.2014 VIII клас I. PROVA DI COMPRENSIONE DI TESTI ORALI Per studiare la scheda avete 3 minuti. Sentirete il testo

Dettagli

Federazione Italiana Rugby

Federazione Italiana Rugby Federazione Italiana Rugby Stadio Olimpico Curva Nord Foro Italico - 00135 Roma P.Iva 02151961006 C.F. 97015510585 PRESIDENTE Alfredo GAVAZZI La Federazione Italiana Rugby, conosciuta anche con l acronimo

Dettagli

Grande gioco. Cerimonia iniziale

Grande gioco. Cerimonia iniziale Grande gioco Regolamento Il numero degli stand è pari a quello degli educatori e le squadre sono una in meno rispetto agli stand (ciò per essere sicuri che ci sia sempre un gioco libero). I ragazzi scelgono

Dettagli

REZZONICO RUGBY LUGANO

REZZONICO RUGBY LUGANO Rezzonico Rugby Lugano Rezzonico Rugby Lugano Via Stazione 3 CH-6934 Bioggio Tel. 091/605.10.10 Fax 091/605.11.15 www.rugbylugano.ch info@rugbylugano.ch REZZONICO RUGBY LUGANO Il Rezzonico Rugby Lugano

Dettagli

di Andrea Monteverdi

di Andrea Monteverdi di Andrea Monteverdi PULCINI Stagione sportiva 2005/2006 Saranno effettuati due allenamenti al campo dove si cureranno gli obiettivi tecnico-tattici, e un allenamento in palestra dove sarà curato in particolar

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Esercizi pronomi accoppiati

Esercizi pronomi accoppiati Esercizi pronomi accoppiati 1. Rispondete secondo il modello: È vero che regali una casa a Marina?! (il suo compleanno) Sì, gliela regalo per il suo compleanno. 1. È vero che regali un orologio a Ruggero?

Dettagli

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1 Settimanale di scommesse sportive QUOTE 2 LA SCOMMESSA Puntiamo su Napoli, Milan, Cesena e Palermo. OVER in Genoa-Roma Prevalenza del fattore casalingo di Vincenzo

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

La ricetta del campione

La ricetta del campione La ricetta del campione INGREDIENTI Passione Coraggio Forza di volontà Grinta Onestà Impegno Costanza Sacrificio Umiltà Tenacia Gioia Temperamento Unione Sportività Sicurezza Astuzia Amicizia Rispetto

Dettagli

A.S. ACQUACHIARA Mercoledì, 25 febbraio 2015

A.S. ACQUACHIARA Mercoledì, 25 febbraio 2015 Mercoledì, 25 febbraio 2015 Mercoledì, 25 febbraio 2015 25/02/2015 La Gazzetta dello Sport Gianluca Scarlata La carica di Vittorioso «Lazio, ora non fallire» 1 25/02/2015 La Gazzetta dello Sport Pagina

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

SCUOLA CALCIO HELLAS VERONA STAGIONE 2012/13 Categoria pulcini 2003/04

SCUOLA CALCIO HELLAS VERONA STAGIONE 2012/13 Categoria pulcini 2003/04 SCUOLA CALCIO HELLAS VERONA STAGIONE 2012/13 Categoria pulcini 2003/04 Mesociclo: settembre/ottobre Obiettivo motorio/coordinativo: sviluppo cap. oculo-manuale, oculo-podale, di anticipazione e scelta

Dettagli

A.S.D. Pallacanestro Piovese I O V E S E. Fai canestro con Noi!

A.S.D. Pallacanestro Piovese I O V E S E. Fai canestro con Noi! A.S.D. Pallacanestro Piovese A.S.D. PALLACANESTRO P I O V E S E Fai canestro con Noi! La nostra storia La pallacanestro a Piove di Sacco conta oramai quasi 80 anni di presenza, essendosi avventurati i

Dettagli

ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015.

ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015. VOLLEY MISTA SPORT CAAM SARDEGNA 2015 TROFEO NAZIONALE/REGIONALE A.S.C. ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015 Costi

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE RISIKO

REGOLAMENTO GENERALE RISIKO REGOLAMENTO GENERALE RISIKO SCOPO DEL GIOCO Raggiungere per primi il proprio obiettivo segreto oppure ottenere il punteggio più alto al termine della partita. PREPARAZIONE All inizio della partita ogni

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est che gioca e scommette

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est che gioca e scommette OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est che gioca e scommette Il Gazzettino, 05.05.2009 NOTA METODOLOGICA I dati dell'osservatorio sul Nord Est, curato da Demos & Pi, sono stati rilevati attraverso un sondaggio

Dettagli

C.N. POSILLIPO Lunedì, 28 settembre 2015

C.N. POSILLIPO Lunedì, 28 settembre 2015 Lunedì, 28 settembre 2015 Lunedì, 28 settembre 2015 28/09/2015 GIANLUCA VERNA Migliaccio, un uomo in più per la Canottieri 1 28/09/2015 DIESCA Sara Centanni suona la carica: «L'Acquachiara non ha paura»

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

FINAL FOUR COPPA ITALIA 2016

FINAL FOUR COPPA ITALIA 2016 FINAL FOUR COPPA ITALIA 2016 Tra sabato 16 e domenica 17 gennaio, Santa Lucia, Brianta 84, Giulianova e Porto Torres si contendono la coppa nazionale al PalaWhirpool di Varese. Differita RAI domenica alle

Dettagli

INFOSANNIONEWS PRESENTATA ITALIA- FRANCIA DI RUGBY UNDER 20 CON UN VELO DI TRISTEZZA PER GLI AVVENIMENTI DI PARIGI

INFOSANNIONEWS PRESENTATA ITALIA- FRANCIA DI RUGBY UNDER 20 CON UN VELO DI TRISTEZZA PER GLI AVVENIMENTI DI PARIGI INFOSANNIONEWS PRESENTATA ITALIA- FRANCIA DI RUGBY UNDER 20 CON UN VELO DI TRISTEZZA PER GLI AVVENIMENTI DI PARIGI In apertura di serata Alfredo Salzano, chiamato a moderare la conferenza, ha voluto ricordare

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

La Colonna Onlus Via Perugino 2 30035 Mirano VE 041 434624 349 8723928 info@lesionispinali.org www.lesionispinali.org

La Colonna Onlus Via Perugino 2 30035 Mirano VE 041 434624 349 8723928 info@lesionispinali.org www.lesionispinali.org La Colonna Onlus La Colonna Onlus Via Perugino 2 30035 Mirano VE 041 434624 349 8723928 info@lesionispinali.org www.lesionispinali.org 1 La Colonna Onlus 2 CONOSCI LA COLONNA L ASSOCIAZIONE La Colonna

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento

Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento 2012 Federazione Italiana Pallacanestro SGMS Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento A cura di Maurizio Cremonini - Tecnico Federale Settore Giovanile Minibasket Scuola 0

Dettagli

Alla conclusione del torneo saranno assegnati i seguenti premi: persone Miglior Giocatore, Miglior Portiere e Capocannoniere

Alla conclusione del torneo saranno assegnati i seguenti premi: persone Miglior Giocatore, Miglior Portiere e Capocannoniere La ROMA NORD CHAMPIONSHIP organizza la SERIE A, torneo di calcio a 5 infrasettimanale e serale; il torneo, che si svolgerà tutti gli anni, vuole caratterizzarsi per il livello tecnico e la serietà di tutti

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

Bù! di e con Claudio Milani

Bù! di e con Claudio Milani Bù! di e con Claudio Milani Testo n Francesca Marchegiano e Claudio Milani Scenografie n Elisabetta Viganò, Paolo Luppino, Armando e Piera Milani Musiche n Debora Chiantella e Andrea Bernasconi Produzione

Dettagli

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016 1. REGOLAMENTO GENERALE REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016 1.1. ISCRIZIONE E QUOTE L iscrizione è di 25,00 e deve essere versata al momento dell Asta iniziale. Sarà versata un ulteriore quota di 25,00 il

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

In classe è arrivato da due settimane Adriatik, un ragazzo albanese. Alcuni compagni fanno con lui un giro per la città.

In classe è arrivato da due settimane Adriatik, un ragazzo albanese. Alcuni compagni fanno con lui un giro per la città. IN GIRO PER LA CITTÀ In classe è arrivato da due settimane Adriatik, un ragazzo albanese. Alcuni compagni fanno con lui un giro per la città. Allora, ragazzi, ci incontriamo oggi pomeriggio alle 3.00 in

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli UNITÀ 2 Collegate la definizione alla parola corrispondente. Persone con handicap. 2 Persone senza genitori. 3 Persone che stanno in carcere. 4 Persone che hanno bisogno di aiuto. Persone che hanno dovuto

Dettagli

Inter Roma - Inter. Lazio Inter - Lazio Roma Inter - Roma

Inter Roma - Inter. Lazio Inter - Lazio Roma Inter - Roma 5 Campionati di calcio di serie A Che cosa si impara nel capitolo 5 Si può vedere come è cambiato il gioco del calcio - partite vinte/perse/pareggiate e goal fatti/subiti attraverso la tabella a doppia

Dettagli

PERO-CERCHIATE ATLETICA CALCIO PODISMO TENNIS. All altezza dei Bambini

PERO-CERCHIATE ATLETICA CALCIO PODISMO TENNIS. All altezza dei Bambini All altezza dei Bambini LA PAROLA AL PRESIDENTE Maggio, il mese più bello dell anno per lo sport. Tornei in corso, manifestazioni e tanto tanto altro. Per prima cosa devo fare un plauso a tutto lo staff

Dettagli

il Dribbling MAINI DANIELE Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 Lezione ideata da

il Dribbling MAINI DANIELE Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 Lezione ideata da Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 il Dribbling Lezione ideata da MAINI DANIELE Si ringraziano Gli Esordienti dell U.S.D. BORGONOVESE In collaborazione con BERNINI GIANNI RATAZZI

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT N E W S O U T H W A L E S HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION 1998 ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT 2 ITEM 1 PAOLO PAOLO Ieri ho avuto una bella sorpresa; ho ricevuto una lettera da Paolo.

Dettagli

FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011

FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011 FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011 REGOLAMENTO UFFICIALE - Il Presidente di Lega I compiti del presidente di lega sono fondamentalmente i seguenti: 1. Gestione dell asta di calciomercato 2. Contabilità

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

Con un gioco si possono lavorare diversi aspetti: Come proporre un gioco:

Con un gioco si possono lavorare diversi aspetti: Come proporre un gioco: Il gioco se usato e svolto in una maniera consona, farà si che l' allievo si diverta e nello stesso tempo raggiunga degli scopi precisi che voi vi siete proposti. Con un gioco si possono lavorare diversi

Dettagli