IL MONDO DEI VELISTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL MONDO DEI VELISTI"

Transcript

1

2 Anche e-book IL MONDO DEI VELISTI attraverso lo sguardo ironico e dissacrante delle vignette. In un volume, il meglio dei disegni di Enea Riboldi pubblicati sulla rivista BOLINA. 12,00 EDITRICE INCONTRI NAUTICI Largo Angelicum, Roma Ordini: Tel Fax

3 SERVIZIO ABBONATI BOLINA CAPITA A TUTTI I VELISTI DI FARE ACQUISTI IN NEGOZI DI ARTICOLI NAUTICI: UN BOZZELLO, UN CAVO, VERNICI, UNA CERATA, SCARPE, VITI, ETC. PICCOLE SPESE SULLE QUALI, GRAZIE ALLA BOLINA-CARD, IN OMAGGIO A TUTTI GLI ABBONATI, È POSSIBILE RISPARMIARE FINO AL 10 PER CENTO! UN OTTIMO MOTIVO IN PIÙ PER ABBONARSI SUBITO (vedi Pag. 13) ELBA YACHTING POINT Via Carducci, 31a Portoferraio - Isola d Elba Tel. 0565/ Negozio di nautica e attrezzature veliche Via Traversagna Sud, 7 - Vecchiano (Pisa) Tel/Fax CARTE MAPPE LIBRI via S. Martino e Solferino, Padova tel. 049/ accessori - abbigliamento Lung.re Sirena, Tortoreto Lido (Te) - tel. 0861/ N A U T I C A MERIGGI ATTREZZATURE ACCESSORI Trieste - Via Torricelli, 10 Tel. 040/ ARNOVECCHIO rimessaggio - transito alaggi e vari V.le G. D Annunzio, 224 MARINA DI PISA tel. 050/34182 META MARE PORTO S. MARGHERITA CAORLE Viale Venezia, 32 - Tel. 0421/ Libri, carte e attrezzature MARE DI CARTA per la nautica libreria - punto d incontro S. Croce, VENEZIA ARTIGIANO MARINARO OTTONI LAMPADE QUADRI MODELLISMO Massimo Bilancini via Norma Pratelli, Follonica Tel. 0566/ CANTIERE NAVALE ARTIGIANO Calata Gerolamo Boccardo - GENOVA Tel. 335/ TUTTO PER LA VELA Via S. Croce 3, MILANO Tel. 02/ Fax emporio della nautica Via Mantegna, Milano Tel. 02/ Fax 02/ Forniture nautiche Elettronica - Libri Carte nautiche Via O. Serena, Bari - tel/fax 080/ DA SOLO SU UN ISOLA DESERTA La storia di sei anni vissuti in solitudine nell atollo di Suwarrow di Tom Neale. 224 PAGINE 15,00 Una spinta interiore spinse un giorno un uomo a farsi lasciare da solo su un atollo sperduto nel Pacifico. Questo libro è la cronaca di sei anni vissuti da Tom Neale sull atollo Souwarrow, distante 250 miglia da altre terre abitate. Era una mattinata meravigliosa, perciò m incamminai verso la costa che dava sulla laguna per raggiungere l estremità Nord della mia nuova casa, percorrendo una spiaggia così bianca e accecante da sentire quasi male agli occhi... EDITRICE INCONTRI NAUTICI - Largo Angelicum, Roma Tel Fax Anche e-book

4 CARD PUNTI VENDITA CONVENZIONATI CON BOLINA info: Accessori nautici RIMINI (FO) Destra del Porto, 109 tel. 0541/23815 PROVVEDITORIA MARITTIMA S. GIORGIO Via Filippo Turati, 42/r - GENOVA Tel. 010/ IL PORTICCIOLO LAGO MAGGIORE YACHTING CENTER Via Sempione, 86 Castelletto Ticino Vendita - Installazione - Accessori Rimessaggio - Gru -Tel. 0331/ LUCKY NAUTICA SPORT di MATTI MARINO V. & C. snc ATTREZZATURE PER LA VELA Calata Doria, 38 Portovenere (SP) Tel. 0187/ ACCESSORI NAUTICI - FORNITURE YACHT Piazza Conti, R - GENOVA Tel. 010/ Via Monte Cadria 9, Fiumicino (RM) Tel./Fax Cell FORNITURE NAUTICHE CORSI SUB - NOLEGGIO CABINATI Pescate (LC) - Via Roma, 41/A - tel. 0341/ PER LO SPORT DELLA VELA Via Diaz, BRESCIA Tel. 030/ LIBRERIA NAUTICA CLYPPER LIBRI E SERVIZI NAUTICI Via M. Bragadin, Roma tel./fax ARS NAVIGANDI Abbigliamento tecnico, accessori nautici, carte e portolani, patenti nautiche, oggettistica navale Via G. Orsi, Napoli Tel./fax 081/ COMPAGNIA DI NAVIGAZIONE Ship Chandler SAN NICOLA (LE) V. DE GASPERI, 142 TEL vela - nautica - abbigliamento tecnico Abbigliamento, libri e carte nautiche Via Portenari, 9/ Marghera (VE) - Tel. 041/ PAGINE 12,50 LIBRO DI BORDO Un volume dove annotare il resoconto delle proprie navigazioni (velocità, rotta, meteo) ma anche la traccia degli avvenimenti più importanti Nel giornale di bordo sono descritti gli attrezzi e gli altri oggetti di corredo e di armamento della barca. Sono annotate le entrate e le spese riguardanti la barca e l equipaggio, gli adempimenti prescritti dalle leggi e dai regolamenti per la sicurezza della navigazione, i contratti, le fatture, i fatti accaduti a bordo, gli interventi effettuati e in genere gli avvenimenti straordinari verificatisi durante il viaggio... EDITRICE INCONTRI NAUTICI - Largo Angelicum, Roma Tel Fax

5 METEO LE INDICAZIONI SULLE TEMPESTE LONTANE LE PORTA IL MARE LUNGO Un attenta osservazione della superficie del mare può aiutare a capire l evoluzione del tempo I MESSAGGI DELLE ONDE di GIAN CARLO RUGGERI CON IL TERMINE STATO DEL mare si vogliono indicare tre condizioni della superficie marina: le onde lunghe, le onde e le increspature. Da ciascuno di questi comportamenti della superficie si possono dedurre molte informazioni sul tempo meteorologico, tenendo anche conto che, spesso, lo stato del mare è il risultato di una loro combinazione. Consideriamo in questo articolo le onde lunghe (onde di mare lungo, o di mare morto), scientificamente denominate anche onde di gravità: sono una serie di onde non prodotte Le onde lunghe si suddividono in base all altezza, alla lunghezza e al periodo, riuscire a riconoscerle e classificarle può rivelarsi utile per decifrare la situazione meteorologica e capire se una perturbazione si sta avvicinando o se si sta navigando incontro a questa. dal vento locale, ma generate da un vento che ha cessato di soffiare o da un fenomeno lontano dal punto dove ci troviamo. Generalmente hanno una estesa lunghezza d onda che Le onde lunghe possono rivelare l attività di una tempesta lontana. varia sia in funzione del bacino, per esempio più di 150 metri nel Mediterraneo, sia da evento a evento. Occasionalmente si trovano lunghezze d onda maggiori di 700 metri lontano da forti burrasche. Queste possiedono anche una gamma di frequenza più stretta rispetto alle onde di vento, poiché sono state disperse dalla loro area di nascita e hanno subito un processo di dissipazione. Inoltre possono dirci molto di una depressione lontana, visto che si muovono a una velocità maggiore rispetto a quella del- BOLINA Luglio-Agosto

6 IL CIELO L INFINITÀ DI CORPI CELESTI OLTRE IL NOSTRO SISTEMA SOLARE Vaste galassie nebulose indistinte e ammassi stellari popolano il nostro universo fino ai suoi illimitati confini OGGETTI DEL PROFONDO CIELO di AUGUSTO GUIDOBALDI GLI ASTRI CHE RIUSCIAMO A vedere a occhio nudo o con un comune binocolo sono una piccola parte della miriade di corpi più o meno luminosi che affollano gli spazi siderali. Solo dopo il 1609, quando Galileo Galilei perfezionò il cannocchiale, realizzato l anno prima dall olandese Hans Lippershey, è stato possibile approfondire le conoscenze astronomiche, basate fino ad allora solo sull osservazione diretta, sulla supposizione, sulla deduzione e sulla geometria. Oltre la portata della nostra vista, agli astronomi è apparso un Nei primi anni del 1900, con l avvento dei moderni telescopi gli astronomi hanno potuto allungare il loro sguardo oltre la nostra Via Lattea, scoprendo l esistenza di molti altri mondi e provando teorie enunciate dagli studiosi fin dall antichità. nuovo firmamento, dove bagliori diffusi e deboli luminescenze hanno rivelato l esistenza di corpi celesti diversi da quelli conosciuti: sono gli oggetti del profondo cielo, descritti ed enumerati in vari cataloghi, di cui l antesignano è sta- FINO A METÀ MESE SI NAVIGA CON LA LUNA Questa estate chi va per mare di notte beneficia della luce della Luna per la prima parte di luglio e agosto, quando rispettivamente è piena il 3 e il 2 e 31, e nuova il 19 e il 17. Mercurio transita troppo vicino al Sole, che sorge alle 05,28-06,25 (gli orari sono quelli d inizio luglio-fine agosto) e tramonta alle 20,39-19,35, per essere visibile. Marte si può osservare fino alle 00,22-21,42; Saturno fino alle 01,26-21,33; Nettuno dalle 23,16-19,13; Urano dalle 00,38-20,36; Giove dalle 03,11-23,44; Venere prima dell alba dalle 03,39-02,42. A luglio la Luna è al perigeo l 1 ( km) e il 29 ( km), all apogeo il 13 ( km); ad agosto, è all apogeo il 10 ( km), al perigeo il 23 ( km). A luglio si perdono 45 minuti di luce diurna, ad agosto 1ora e 14 minuti. A.G. BOLINA Luglio-Agosto

7 Cimeli Il viaggio negli Stati Uniti portò agli occhi dello scrittore inglese tutti i pregi e le contraddizioni della società d oltreoceano QUANDO NEL 1842 CHARLES Dickens, d accordo con l editore Chapman and Hall si decise per una vacanza-studio di alcuni mesi in America dove tenere conferenze, scriverne un resoconto e magari ambientarvi un futuro romanzo, aveva già pubblicato diversi tra i suoi capolavori: Il circolo Pickwick, Olivier Twist, Nicholas Nickleby e La bottega dell antiquario. Di pari passo era cresciuta la curiosità, l attenzione verso l America da parte degli ex colonizzatori inglesi e quella di Dickens che la immaginava una nazione libera e indipendente, amante della giustizia e dell uguaglianza. I sogni dello scrittore cominciarono a essere infranti già nel porto di Liverpool la livida mattina del 3 gennaio 1842, di fronte (visto che per l angustia non può quasi Dopo una traversata di quindici giorni la nave con a bordo lo scrittore inglese Charles Dickens fece scalo nel porto di Halifax in Nuova Scozia, prima di proseguire per Boston. DICKENS E L ALTRA AMERICA di PAOLO GIORGI Charles Dickens e la moglie Catherine affrontarono nel 1842 la traversata atlantica a bordo del piroscafo Britannia. entrarvi) alla cabina lusso del piroscafo postale a carbone Britannia, 3 alberi, 2 ponti, 70 metri tutto in legno di quercia, 115 cabine, che si vantava di aver raggiunto in 11 giorni Halifax e Boston segnando un record. Lui e la moglie Catherine (per non dire della governante Anne Brown) non avevano sognato altro per quattro mesi ed eccoli costretti a salutare gli amici in corridoio e a considerare che in cabina, solo a strisciare come serpenti ci si poteva stare e utilizzare anche la doccia o utilizzare le due cuccette sovrapposte (di più stretto per dormire c è solo la bara). E dopo poche giornate di relativa calma, ottime prime colazioni con il latte fresco proveniente dalle mucche, appositamente imbarcate nella stiva, o certe sere passate sul ponte a contemplare la nera massa della nave in cammino e udire l Oceano, proprio la minu- BOLINA Luglio-Agosto

8 Olimpiadi 2012 Il 27 luglio prendono il via le regate in Inghilterra. In gara anche la squadra italiana a caccia di medaglie in otto classi ONDON CALLING, OSSIA LLondra chiama, come recita la celebre canzone dei Clash scelta come inno delle Olimpiadi 2012 in scena dal 27 luglio al 12 agosto nella capitale britannica, e la vela risponde. Una disciplina, quella velica, che mai forse come in questi Giochi di Londra viene esaltata e suscita aspettative tra gli appassionati. Non fosse altro perché l Inghilterra è la patria dello yachting, della Coppa America e della vela intesa come sport. È proprio quella britannica la nazionale di vela con più medaglie olimpiche (25 ori, 14 argenti e 11 bronzi) e non è un caso che gli organizzatori di Londra 2012 hanno designato il velista Ben Aislie (tre ori e un argento) come primo tedoforo incaricato di accendere la torcia olimpica. La novità di questa edizione per la Sono 400 i velisti di oltre sessanta nazioni a contendersi le regate dei Giochi londinesi, tra cui anche la compagine azzurra che vede schierati 11 atleti, di cui quattro donne e sette uomini. LONDRA: PRONTI, SI GIOCA di DAVID INGIOSI vela è la riduzione delle classi in gara a dieci. Eliminato infatti il Tornado, in ballo rimangono: il 470 maschile e femminile, il 49er maschile, il Finn maschile, l RS:X maschile e femminile, la Star maschile, il Laser maschile, il Laser Radial femminile e il Match Racing femminile con la classe Elliot 6m che sostituisce l Yngling. Ridotto di uno anche il numero di giorni di regate che ammontano a 14 complessivi, È sfumata la qualifica olimpica per Diego Negri ed Enrico Voltolini tra le Star. dal 29 luglio all 11 agosto, con un programma di 116 eventi suddivisi tra prove di qualifica e finali, dette medal race. Le gare si svolgono su tre campi di regata allestiti nelle acque della baia di Weymouth, un luogo di grande cultura marinaresca nel Sud dell Inghilterra che dovrebbe garantire condizioni meteomarine ideali (vedi riquadro a pag. 49). Sono 400 i velisti di oltre 60 nazioni a giocarsi il podio. Tra questi anche gli italiani, uno stuolo di atleti e atlete più e meno giovani che si presentano a questo importante evento dopo una preparazione intensa e meticolosa e che hanno potuto godere negli ultimi tre anni di una base nautica allestita proprio a Weymouth per prendere confidenza con i campi di regata. Una squadra che ha sfruttato in pieno il ricambio dei vertici della Federazione nell ultimo qua- BOLINA Luglio-Agosto

9 Itinerari Dieci approdi dove sostare con la barca scelti in alcune delle più suggestive aree marine protette In diverse riserve marine si accede liberamente nelle zone consentite, in altre occorre l autorizzazione; a Montecristo (Gr) gli sbarchi sono contingentati e bisogna prenotarsi. NAVIGARE NELLE RISERVE di FABRIZIO COCCIA MOLTE DELLE COSTE PIÙ BELLE DEL NOSTRO PAEse e quasi tutte le isole minori sono ormai delle zone protette. Riserve marine, parchi nazionali o zone di tutela regionale dove la navigazione, l ormeggio, l ancoraggio e in alcuni casi anche la semplice balneazione sono vietati. Una rete di salvaguardia ambientale che comprende oltre 30 aree, si estende su circa ettari di mare e occupa oltre il 12 per cento del litorale. Un record internazionale di cui andare fieri, ma che pone non pochi problemi di fruizione, soprattutto ai diportisti. Regole d accesso complesse, regolamenti astrusi, frammentazione delle zone di tutela, assenza di informazioni e mancanza di strutture, ne rendono infatti ancora complicato l accesso con la barca. Districarsi tra le varie zone di tutela, per esempio, è spesso un e- sercizio da provetti cartografi e solo un attento controllo del gps consente di non incorrere in salate multe. Per evitare di trasformare il settore delle riserve marine nel solito ginepraio indecifrabile di norme, nel 2007 il ministero dell Ambiente con alcune associazioni ambientaliste e di categoria pensò a un protocollo tecnico con regole comuni. Quello che ne uscì, però, furono disposizioni ancora più astruse, con complicati meccanismi premianti e punitivi, in base al tipo di barca, di motore, di emissioni acustiche, di dotazioni di bordo, al possesso o meno di sistemi di produzione di energia da fonti rinnovabili, al tipo di antivegetativa usata e così via. Il tutto da certificare con il rilascio di un bollino blu. Molto è rimasto incompiuto. Per accedere nelle riserve marine occorre quindi armarsi di molta pazienza, scovare norme e regole all interno di siti internet farraginosi, poco aggiornati e molto burocratici, scaricare, stampare e studiare la documentazione e poi telefonare al gestore per sapere se è quella aggiornata. Ne vale la pena? Naturalmente sì. In questi luoghi blindati dalla burocrazia ci sono infatti le zone più belle del litorale, spiagge incontaminate, calette solitarie, grotte e anfratti davanti ai quali continuare a stupirsi del nostro territorio. Nelle pagine che seguono ne abbiamo scelti alcuni, tra i tanti, dove sostare in barca. BOLINA Luglio-Agosto

10 Volvo Ocean Race Il trimmer di Puma racconta la quotidianità a bordo di un Vor 70 impegnato nel giro del mondo a tappe Partita da Alicante in ottobre la Volvo Ocean Race si conclude a Galway, in Irlanda, dopo scali a Città del Capo, Abu Dhabi, Sanya, Auckland, Atajai, Miami, Lisbona e Lorient. VIVERE SUL FILO DEI 25 NODI di IDA CASTIGLIONI SHANNON FALCONE HA COMpiuto 31 anni il 28 giugno, lo stesso giorno in cui è nato James Spithill, che di anni ne ha due di più. Oltre a far parte del Team Oracle, li accomuna un avvio molto precoce alla vela. Nel 1984 Jimmy a cinque anni attraversava da solo su una deriva l Elvina Bay nella baia di Sidney per andare a scuola, tutti i giorni. Shannon aveva allora tre anni e partecipava alla sua prima regata transatlantica sul 44 Caccia alla Volpe, la barca di famiglia. E l amore per la vela fu tale che alla fine i suoi genitori decisero di trasferirsi da Livorno ad Antigua, trasformando una passione sportiva in attività professionale. Oltre a centinaia di regate, a traversate oceaniche e due Volvo Ocean Race, nel suo curriculum di Coppa America ci sono Mascalzone Latino, Luna Rossa e Oracle. Shannon era a Venezia con il suo team Oracle: si sta occupando della definizione dei ruoli e delle manovre a bordo dell AC72. È appena arrivato da Miami (Usa) dopo la vittoria con Puma nella 6 tappa del giro del mondo Volvo Ocean Race, dal Brasile alla Florida. A bordo era all albero e regolava le vele. Avevamo parlato a lungo tre anni fa, Shannon Falcone, 31 anni, ha all attivo due Volvo Ocean Race su Puma e tre campagne di Coppa America. a San Diego. Io a cercare di capire come funzionasse il 1 mostro Oracle, il trimarano, lui reduce dalla 4 tappa della Volvo Ocean Race , dove sempre con Puma erano arrivati secondi. Il percorso da Singapore a Qingdao era stato considerato il più impegnativo nella storia di questa regata. Tappa di una durezza non immaginabile, con due tempeste tra i nodi, con le barche che si erano trovate ad affrontare una rotta di bolina nell avvicinamento allo Stretto di Formosa. Con il passaggio dello Stretto di Luzon, tra Filippine e Taiwan, pieno di isole, di secche spesso non segnalate sulle carte, di reti da pesca; caratterizzato da correnti contrarie molto forti, il cui risultato erano onde alte, ripide e frangenti. La situazione era stata difficile per i Vor 70, con danni BOLINA Luglio-Agosto

11 Emergenze da GUIDE PRATIQUE DE MANOEUVRE, Editions du Pen Duick In caso di avaria è oggi impossibile condurre una barca se non disponendo di un sistema di governo di rispetto Oggi sempre meno in uso il tangone si è rivelato nella storia della vela moderna ideale per la costruzione di un lungo e robusto remo da vincolare a poppa estrema TANGONE, TIMONE DI FORTUNA di GIANCARLO BASILE L agghiaccio trasmette il movimento dalla ruota del timone alla pala. UNA DELLE EMERGENZE CHE possono capitare navigando, non solo a vela, è l avaria dell agghiaccio, il meccanismo o il sistema idraulico del timone che trasmette il movimento dalla ruota alla pala o, peggio, la perdita della stessa pala. Nel primo caso si rimedia subito abbastanza bene con la barra d emergenza prevista per legge dalle imbarcazioni. Occorre solo consigliare che questa venga saltuariamente provata per sincerarsi di essere in grado di poterla installare celermente senza problemi e per acquisire un minimo di familiarità nel manovrarla visto che in genere, per evitare l interferenza con la colonnina della ruota, la barra d emergenza è alquanto scomoda da maneggiare, quando non è addirittura capovolta, richiedendo una manovra anti istintiva. Le barche dotate di barra piuttosto che di ruota del timone non hanno questo problema, tuttavia una barra di rispetto per ogni evenienza non è male averla in un gavone a poppa: è molto raro che la barra o il suo attacco alla testa dell asse del timone si rompa, ma non è del tutto escluso. La perdita della pala, o la rottura dell asse che in pratica produce gli stessi effetti, è invece un emergenza grave, per la quale sarebbe bene avere un minimo di preparazione, specialmente se ci si vuole cimentare in navigazioni impegnative in mari lontani. Tra l altro, i timoni sospesi delle barche odierne sono molto più vulnerabili che nel passato, quando erano sempre protetti dalla chiglia o dallo skeg a cui erano incernierati. E i mari erano quasi sgombri di oggetti semisommersi, oggi spesso responsabili della loro perdita per collisione con gli stessi, a velocità ben più elevate di quelle conosciute dai vecchi marinai. Infatti le attuali imbarcazioni da regata oceanica hanno sempre qualche pala di riserva per poterla sostituire anche per mare a quella andata perduta, delle due ormai generalizzate su quel tipo di imbarcazioni. È bene tenere presente che, se nel passato un BOLINA Luglio-Agosto

12 Cucina ENEA RIBOLDI Suggerimenti per la scelta degli alimenti e delle stoviglie da imbarcare e indicazioni per la preparazione di piatti da gustare a bordo AI FORNELLI... BASCULANTI! CUCINARE A BORDO DI UN IMbarcazione, soprattutto se di ultima generazione, non è diverso che a casa. Certo, l ambiente domestico non è soggetto a beccheggio e rollio e i volumi sono quasi sempre più generosi. Ma anche l angolo cottura di bordo offre dignitosi fornelli, forno, frigorifero, ripiani e armadietti in cui riporre stoviglie e alimenti. Quel che cambia drasticamente sono i kilowatt e i litri d acqua dolce di cui si può disporre, salvo non essere perennemente allacciati alle utenze di banchina. Ma la barca è fatta per navigare e non per restare in porto ed è illogico pretendere che un mezzo nato per percorrere miglia tra le onde, possa essere attrezzato di tutte le comodità di una comune abitazione. Sono pochi i velisti a essere provvisti di generatori eolici o pannelli solari, ancora meno quelli che non vanno in crociera senza mini-freezer, frullatore, macchina per il ghiaccio, microonde e desalinizzatore. Per utilizzarli infatti occorre tenere il motore in moto e disporre di inverter o ancora meglio un potente generatore a benzina. Tutto, per qualche giorno di crociera. Ne vale davvero la pena? L esigenza di centellinare i consumi, aggiunta agli spazi ridotti, obbliga il cuoco velista a una gestione ottimizzata di spazi e strumenti, ma l arte culinaria non ne deve necessariamente risentire. Nelle pagine che seguono riepiloghiamo alcuni suggerimenti base per la gestione ottimale di questo importante ambiente di bordo, aggiungendo qualche trucco del mestiere e ricette di rapida esecuzione. Buon vento! METTI UN GERMOGLIO NELL INSALATA Con germogli di frumento, soia, miglio, alfa-alfa, crescione, ceci, fagioli, lenticchie, avena, girasole, etc., si può contribuire al fabbisogno giornaliero di preziose vitamine e proteine. È sufficiente conservare una vaschetta di plastica, tra le tante che abbondano nei supermercati e bucherellarne il fondo. Ottenuto così il germogliatore vi si dispone un cucchiaio raso di semi che andranno passati sotto il rubinetto un paio di volte al giorno e lasciati scolare adeguatamente. Per i primi due giorni i semi dovranno restare al riparo della luce con un panno. Secondo il tipo i germogli saranno pronti in 3-7 giorni. BOLINA Luglio-Agosto

13 Modellismo Dopo anni di crociere in tutto il mondo uno skipper scopre che la passione per la vela può essere pure statica Il Barbara Junior è il fedele modello in scala 1/10 del Barbara Nova, cutter di 17,80 metri del navigatore Pepe Caglini; tra l altro ha il motore, il salpancore e le luci che funzionano. ANCHE QUESTO È NAVIGARE di PEPE CAGLINI HO COMINCIATO A COSTRUIRE IL modello in scala del Barbara Nova (che ho subito battezzato Barbara Junior) nel Il suo scopo era preciso: servire da progetto esecutivo per i fratelli Jurini, Fausto, Aldo e Luigi, che a Numana avevano iniziato la realizzazione degli interni dello scafo originale, un cutter oceanico di 17 metri. Ciò che avrei consegnato loro, dunque, non sarebbero stati disegni tecnici, ma solo schizzi a mano fatti da me più il modello degli interni in scala 1/10 realizzato in compensato nel modo più preciso che mi sarebbe stato possibile, date le mie modeste abilità manuali. Per fare tutto ciò mantenendo una certa verosimiglianza di spazi e di ingombri (stiamo parlando del volume interno di una barca che non ha andamenti regolari come quello di una casa) sono dovuto partire necessariamente dalla realizzazione delle costole, in numero di 12, che ho ricavato dal progetto originale dell ingegnere Giulio Cesare Carcano, rivisitato da Valerio Mariotti e infine ampiamente rimaneggiato (all insaputa di tutti) da me. Non ho competenze Il Barbara Nova costruito con lo scafo in acciaio è stato varato nel ingegneristiche e ciò che mi guida sono la passione e l istinto, che generalmente non godono di buona fama, soprattutto presso i progettisti di barche, aerei e oggetti simili. Però le mie barche sono sempre andate bene, sicuramente perché sono stato fortunato. Ho quindi montato le costole su uno scalo in legno costituito da un travetto di iroko avanzato dal pavimento dello studio di Fabriano, poi ho diviso il tutto in tre pezzi per renderli trasportabili (l ingombro totale superava i due metri) e ho invitato Fausto Jurini a cominciare il lavoro sulla barca vera concentrandosi sul pezzo (prua, centro barca o poppa) che aveva al momento sottomano. Poiché le costole sono state realizzate utilizzando compensato marino proveniente dagli BOLINA Luglio-Agosto

14 Grande Altura In barca si è lontani da ospedali o farmacie alcuni esempi su come cavarsela in caso di emergenza con quello che si ha a bordo Carlo Auriemma ed Elisabetta Eördegh viaggiano da oltre undici anni su Barca Pulita (13,41 m). Conoscere nei dettagli la propria barca diminuisce il rischio di incidenti. S.O.S. MEDICO IN ALTO MARE di CARLO AURIEMMA ed ELISABETTA EÖRDEGH Prima di partire è bene verificare che la cassetta di pronto soccorso sia in ordine, magari con qualche medicina in più. UNA BARCA A VELA CHE NAVIga in oceano deve essere un entità autosufficiente. Deve avere acqua, cibo, carburanti, deve essere in grado di generare energia elettrica, deve avere pezzi di ricambio e a bordo si deve poter riparare qualsiasi avaria, alla barca e...ai suoi occupanti. Contrariamente a quanto si possa immaginare, vivendo a bordo le occasioni di infortunio e di malattia, non sono superiori a quelle che ci sono vivendo a terra, ma se succede qualcosa non si può contare su pronto soccorso e ospedali e bisogna essere preparati per affrontare le emergenze quando arrivano. Se succede qualcosa in mezzo al mare, il massimo dell aiuto esterno a cui si può aspirare sono consigli tecnico-teorici. Quelli che possono essere elargiti da libri o video specializzati che si hanno a bordo o che si possono ricevere entrando in contatto via radio o telefono satellitare con qualche medico o altro esperto in materia. Quello che non può arrivare da fuori sono i medicinali e ci si deve basare sulle scorte che sono state imbarcate al momento della partenza, scorte che il più delle volte non possono neppure essere integrate lungo il percorso, neanche quando a terra si ha la fortuna di imbattersi in un ospedale. Per questo prima di partire bisogna essere sicuri di avere tutto quello che potrebbe essere necessario e anche qualcosa di più. Le occasioni per usare questi materiali prima o poi arriveranno, magari dopo anni di giacenza nei gavoni e se alla fine non serviranno all equipaggio, magari saranno utili a qualcuno a terra. Anche se si è pensato di imbarcare tutto quello che serve, capiterà certamente che manchi qualcosa e allora bisogna fare ricorso alla fantasia e al senso pratico, per riciclare in campo medico, attrezzi e materiali imbarcati per altri usi. Qui di se- BOLINA Luglio-Agosto

15 Manovre Il verricello è il principale aiutante del velista non sempre però viene manovrato con le dovute maniere WINCH, AMICO FORZUTO IL WINCH È UNO DEGLI ACCESSOri indispensabili per manovrare la barca a vela. Diretto discendente dell argano, solo alla fine nell Ottocento ha assunto le fattezze attuali, quelle di un cilindro di ridotte dimensioni ad asse verticale. Nonostante la sua importanza strategica, però, non sempre a questo accessorio è dedicata sufficiente attenzione. Da qui derivano una serie di errori frequenti da chi è addetto all uso di questo accessorio, un ruolo che sulle barche da regata è svolto dal grinder in collaborazione col tailer, che regola le scotte, anche se spesso le due figure coincidono. Cerchiamo allora di ricapitolare i principi base di questo forzuto amico del velista. Il verricello è un argano, una leva semplice che ha la capacità di demoltiplicare lo sforzo La maniglia è una componente basilare del winch, anche dalla sua lunghezza dipende infatti la potenza del verricello; per i winch primari sono consigliabili da 20 o 25 centimetri. nella trazione di un carico. Teoricamente la potenza di un winch senza ingranaggi si può calcolare dividendo la lunghezza della maniglia per il raggio della campana. Ma gli attuali verricelli per ottenere un vantaggioso guadagno meccanico utilizzano ormai un sistema di demoltiplica con ingranaggi interni. Questo consente di avere tamburi a due o più velocità, la prima diretta (un giro di tamburo per ogni giro di manovella), Per evitare l intreccio dei colli, la scotta deve arrivare al winch con un inclinazione tra i 2 e i 10 gradi. le altre ridotte e più potenti. La potenza è in ogni caso un parametro che va scelto in funzione dell attrezzatura ed è sempre indicato dal costruttore; nota la potenza, un sistema empirico per stimare la forza massima esercitata dal verricello, consiste nel moltplicarne il valore per 20. Quindi da un modello con potenza 40 si otterrà all incirca una forza massima di 800 chilogrammi. Il winch va usato effettuando dei colli con la cima intorno al tamburo in senso orario. Normalmente con poco vento sono sufficienti uno o due colli per avere una presa adeguata, tre è il numero standard, quattro il massimo da eseguire con molto vento se le dimensioni del tamburo lo consentono, e non si rischia di accavallare le spire. Girando la cima intorno al tamburo bisogna sempre con- BOLINA Luglio-Agosto

16 78 BOLINA Luglio-Agosto 2012 I giri della cima intorno al tamburo devono essere in numero sufficiente a non farla slittare, ma non troppi. trollare che sia sufficientemente tesa e che i colli si dispongano uno sopra l altro senza incrociarsi. La scotta deve arrivare al winch con una corretta angolazione, circa gradi con l asse del winch e con un inclinazione tra i 2 e i 10 gradi rispetto alla base, altrimenti i colli tendono a sovrapporsi. Se la manovra non arriva al verricello nel giusto angolo si può ricorrere a bozzelli o organizer per ottimizzarne il rinvio. Attualmente la maggior parte dei winch sono self tailing, ovvero con una doppia ganascia, dentata, superiore, mobile, che trattiene la cima e permette di cazzarla da soli e bloccarla come fosse una galloccia. Fanno eccezione i modelli più vecchi o alcuni da regata detti plain top dove è necessario avere un controllo continuo, manuale, sulla scotta. Il self tailing è molto comodo, ma soprattutto con molto vento è meglio non farlo lavorare con alti carichi, tre colli sul tamburo diminuiranno la tensione sulle ganasce. La staffa del self tailing da cui esce la scotta deve essere orientata in modo che quest ultima cada nel pozzetto. Il winch va maneggiato con attenzione, le tensioni in gioco sulle scotte (o sulle drizze) sono infatti molte elevate; un genoa di 51 metri quadrati, per esempio, con 25 nodi di vento sviluppa sul punto di scotta un carico di oltre 650 chilogrammi. Si effettua ogni manovra tenendo sempre sotto controllo sia quello che accade sul tamburo, sia gli effetti provocati sulla vela o altre parti dell attrezzatura. Mai quindi cazzare con la schiena rivolta alla prua. Durante la manovra le ginocchia devono essere protette, la schiena dritta e se c è vento occorre indossare i guanti. La tecnica cambia secondo la manovra. Nella prima fase della virata, per esempio, per recuperare l imbando della scotta occorre grande velocità e poca potenza. Il winch può quindi essere usato senza la maniglia, che sarebbe di intralcio, e con uno o due colli sul tamburo per diminuire l attrito. La scotta si può recuperare a bracciate con entrambe le mani, quindi si esegue un ulteriore collo attorno al tamburo, si infila la maniglia e si cazza l ultimo tratto usando la prima velocità. La regolazione finale avviene poi con la scotta inserita nel self tailing, usando la seconda velocità ed entrambe le mani. Naturalmente la manovra cambia molto se si esegue con 5 o con 25 nodi di vento. Nel secondo caso sarà meglio iniziare il recupero con 3 colli sul tamburo per avere una maggiore tenuta della cima, quindi bloccare subito sul self tailing la scotta e cazzare a ferro con entrambe le mani. Anche lascare la scotta richiede attenzione. Se ci si prepara a una virata, per esempio, la maniglia deve essere tolta in tempo per facilitare il rapido svolgimento della cima ed evitare appigli. Se si effettuano piccole regolazioni, invece, bisogna avere cura che ci siano sufficienti colli per trattenere la scotta con una mano, mentre l altra appoggiata con il palmo intorno al tamburo accompagna lo scorrimento dei colli. In questo caso la maniglia deve essere al suo posto per potere cazzare di nuovo se occorre. Il vantaggio meccanico, o il rapporto di potenza di un verricello, oltre che negli ingranaggi è in funzione anche della grandezza della maniglia. Maggiore è la sua lunghezza più elevato sarà il rendimento meccanico, a scapito però della velocità d azione perché si impiega più tempo per effettuare un giro completo. Una maniglia da 30 centimetri consente di esercitare il 20 per cento di potenza in più rispetto a una di 25 centimetri, considerata una lunghezza standard. Un incremento di prestazione che può essere utile per i winch primari dedicati alle scotte. Se è necessaria invece maggiore velocità e minore potenza, come per i winch delle drizze (secondari), meglio una maniglia più corta, per esempio da 20 centimetri. Le maniglie sono in genere di bronzo cromato, alluminio o carbonio. Possono avere una o due impugnature, in quest ultimo caso si manovra con più potenza, però la maggiore altezza rende più probabile che si impigli qualcosa (vestiti, cime, etc.). Un buon compromesso è la maniglia con un pomolo rotante sopra l impugnatura che consente di esercitare forza anche in pressione e occupa poco spazio. Le maniglie possono avere un sistema di blocco (un quadrato mobile di metallo all estremità dell innesto) o essere libere. In quest ultimo caso è più rapido inserirle e toglierle dal winch, ma anche perderle fuoribordo. Meglio quindi la versione che si blocca, avendo comunque l accortezza quando non si usano di riporle nelle custodie e non lasciarle sulle sedute in pozzetto. Hanno una strana attrazione per l acqua. F.C.

17 Classi veliche Una deriva apprezzata dalle scuole di vela che negli anni si è evoluta fino a diventare competitiva anche in regata AMETÀ DEGLI ANNI 70 IL CANtiere Centro Nautico Adriatico di San Mauro Pascoli (Fo) progetta e costruisce il Tridente. La barca, lunga 5,50 e realizzata in legno, ha un pozzetto spazioso, una superficie velica contenuta ed è facile da condurre. Questi elementi uniti a uno scafo solido, caratterizzato dalla carena a spigolo, la rendono adatta alle scuole di vela. Ed è proprio tra i neofiti che il Tridente conosce infatti una rapida diffusione, viene utilizzato sia nei corsi per i principianti che in quelli avanzati contribuendo ad avviare migliaia di ragazzi alle tecniche di regata. L impiego della nuova deriva non si limita però solo a circoli velici, la stabilità in acqua e la capacità di carico la fanno apprezzare anche tra gli appassionati del campeggio nautico, dove si dimostra particolarmente Realizzato a metà degli Anni 70 il Tridente è stato modificato nel 1996 dall ingegnere Paolo Cori che ha ridotto la lunghezza di cinquanta centimetri e disegnato una nuova carena. TRIDENTE 16: ITALIANO DOC Le manovre semplificate e le sedute disposte lungo le murate rendono più spazioso il pozzetto del Tridente 16. comoda anche grazie alla numerosa serie di accessori messi a disposizione dal cantiere, tra i quali per esempio la piastra di poppa per installare un piccolo fuoribordo. Presente in Europa, Nord Africa, Cuba e in alcuni Paesi del Medioriente, il Tridente subisce una profonda rivoluzione nel 1996, quando il cantiere decide di renderlo più moderno e veloce. In collaborazione con l ingegnere Paolo Cori lo scafo, che ormai è costruito in vetroresina, viene accorciato di 50 centimetri e portato a una lunghezza di cinque metri, ma soprattutto la carena perde lo spigolo per diventare piatta. Nasce così il Tridente 16 che sostituisce il modello originale, che da quel momento è chiamato Classic. Il Tridente 16 è costruito esclusivamente dal Centro Nautico Adriatico, scelta che ne garantisce la monotipia con regole di stazza rigide, verificate e certificate dal cantiere stesso. Lo scafo è realizzato in vetroresina monolitica con tessuti BOLINA Luglio-Agosto

18 biassali mentre la coperta è in sandwich contenente termanto. La barca è inaffondabile, grazie alla riserva di spinta garantita da 350 litri di polistirolo espanso collogati nei cassoni stagni. Le murate sono alte con lo specchio di poppa e il dritto di prua verticali e un baglio generoso, di 1,92 metri. Il Tridente è dotato di una pinna di deriva pivotante che rientra completamente all interno di una cassa e garantisce un pescaggio di 1,31 metri. Il pozzetto, autovuotante, ha due sedute strutturali sulle murate. A prua invece trova posto un capiente gavone accessibile dal pozzetto e uno più piccolo dove poter stivare anche un ancora. Muoversi a bordo è facile, anche per via delle poche manovre e regolazioni presenti. Il piano velico è formato da una randa e un fiocco con una superficie complessiva di 16 metri quadrati, al quale si può aggiungere uno spinnaker; le vele sono realizzate dalla veleria Challenger Sails di Senigallia (An) e nel corso degli anni hanno subito diverse modifiche; per esempio la superficie del fiocco è stata ridotta a vantaggio della randa. Il cantiere, tuttavia, non ha apportato grandi stravolgimenti per non penalizzare, in eventuali regate, le barche costruite in precedenza. L albero è di alluminio e ha un ordine di crocette. Il Tridente 16 è omologato per trasportare fino a 5 persone; in regata, invece, l equipaggio è 80 BOLINA Luglio-Agosto 2012 GLI INDIRIZZI UTILI Associazione Italiana L della classe Tridente 16 ha un sito internet all indirizzo <www.classetridente.it>. All interno si possono trovare informazioni sulla classe, i regolamenti e le attività organizzate dall associazione. Disponibile anche il calendario delle regate in programma e le classifiche dei risultati. formato da tre persone, timoniere, randista e prodiere per un peso minimo che non deve scendere sotto i 180 chilogrammi. Nel caso di competizioni tra velisti di giovane età sono ammessi a bordo fino a 5 elementi d equipaggio. Non è una deriva tecnica e la conduzione è semplice, anche per questo motivo è stato vietato l uso del trapezio in regata. Naviga bene nelle andature portanti ma il suo punto di forza è la manovrabilità, anche di bolina. Nel 2009 è stata fondata l Associazione Italiana Tridente presieduta da Curzio Marchiò, il segretario nazionale è Francesco Dal Bon. Sono iscritti circa 60 velisti con una flotta di 30 barche. Nel 2011 è stata anche riconosciuta come classe di interesse federale da parte della Federazione Italiana della Vela. Nonostante sia nata da poco tempo l associazione è molto attiva. Tra gli eventi più importanti che vengono organizzati c è il Campionato Nazionale, costituito da un circuito di sei tappe che si conclude con il Trofeo Francesco Morosini a Venezia. Nel 2011 il titolo nazionale è andato all equipaggio guidato da Enrico Zennaro che ha prevalso su quello di Pietro Corbucci. Altri appuntamenti nazionali sono The Fuxia Race al via il 7 e l 8 luglio a Pesaro e la Fitzcaraldo Cup in programma il 23 settembre a Brenzone sul lago di Garda. La classe è anche tra quelle che partecipano al Trofeo Accademia Navale di Livorno: quest anno erano in trenta gli equipaggi sul Tridente 16 in rappresentanza delle Marine Militari provenienti da tutto il mondo. Oltre a questa, l associazione di classe si è riproposta di organizzare altre manifestazioni internazionali, come un Campionato del Mondo, che raccolgano atleti stranieri e contribuiscano dati tecnici lunghezza m 5 larghezza m 1,92 peso kg 200 velatura mq 16 Il Tridente 16 ha un piano velico contenuto, con la randa semi steccata, facilmente gestibile dall equipaggio. alla diffusione di questa deriva in altri Paesi. A.S.

19 Manutenzione In barca ci sono manovre che è necessario tenere sempre oliate ed efficienti una panoramica sui principali prodotti offerti dal mercato PER MANTENERE PULITA ED EFficiente una barca a vela serve tanto olio di gomito, dicono i marinai. Innegabile, ma fuori di metafora, oltre alla fatica le attrezzature di coperta richiedono ogni tanto anche una passata di olio vero, ossia di lubrificante per ridurre gli attriti e proteggere meccanismi e metalli dall aggressione della salsedine. Ebbene quali prodotti usare? In questi ultimi anni produttori e aziende nautiche hanno aggiornato i loro cataloghi con una miriade di oli e grassi per l utilizzo marino, una diversificazione certamente legata, come avviene ormai in tutti i settori merceologici, a esigenze di marketing che vorrebbero armatori sempre a caccia di bombolette e barattoli nuovi. Vero è in ogni caso che la tecnologia anche in questo campo ha segnato nuove frontiere e che le Salsedine, sporco e ossido sono i principali nemici delle attrezzature e degli impianti di coperta. Per proteggerli l armatore può ricorrere a prodotti specifici: asciutti, oleosi o grassi. OLIO, NON SOLO DI GOMITO attrezzature di coperta non sono tutte uguali, per cui qualche prodotto specifico forse è meglio imbarcarlo. Vediamo allora quali sono i principali lubrificanti nautici, le loro caratteristiche e il loro campo di applicazione. Lubrificanti a secco. Tra i lubrificanti più tecnologici ci sono quelli a secco, così chiamati perché, a differenza dei prodotti oleosi, sono sintetici e una volta Il WD-40 o il CRC 6-66 sono tra i più diffusi lubrificanti in ambito nautico. Sono anche antiossidanti e sbloccanti. applicati sulle superfici asciugano in pochi secondi lasciando un film sottile, scivoloso e totalmente idrorepellente che pur assicurando uno scorrimento ottimale, non attrae e non trattiene la polvere e lo sporco. Oltre a rimanere asciutti, i lubrificanti a secco hanno un basso grado di viscosità, non macchiano e sono disponibili in versione spray facile da applicare. A bordo vengono impiegati sui meccanismi a basso e medio attrito che si trovano a costante contatto con l aria e il salmastro e che sono di facile accesso, dunque le rotaie e i carrelli di randa e fiocco, i cursori, le torrette per gli strozzatori, le pulegge e i bozzelli con cuscinetti a sfera. Sono anche un ottimo prodotto da passare sulle vele in Dacron per renderle impermeabili e proteggerle dagli agenti atmosferici. In genere i lubrificanti a secco BOLINA Luglio-Agosto

20 Itinerari Thilevois Thalassa è un tratto del Mar Ionio caratterizzato da acque calme arcipelaghi e numerosi approdi Il Mare Interno è quella zona del mar Ionio delimitata tra la costa Ovest della Grecia e le isole di Lefkas, Itaca e Cefalonia; nei mesi estivi è ridossata da tutti i venti prevalenti. LEFKAS E IL MARE INTERNO di DONATO SALAMINA OGNI VELISTA HA SOGNATO, almeno una volta nella vita di navigare fra una miriade di isole vicine, circondato da maestosi paesaggi quasi montani, con la possibilità di scegliere innumerevoli ancoraggi per un favoloso bagno, in un mare azzurro e piatto ma con il vento giusto per mettere a riva tutta la tela e la sicurezza di trovare un sicuro ridosso per la sera, magari con una bella taverna dove approdare con soddisfazione. Questo luogo onirico esiste, anche se ormai è il sogno realizzato da moltitudini di diportisti, non solo quindi da navigatori, ma anche da normali velisti estivi, spesso con barche a nolo, nonché da gommonauti e piloti di ferri da stiro. Il risultato, nei periodi di alta stagione, è perciò tale da poter trasformare il sogno in una specie di incubo. Ma lontano da quei due mesi infernali, anche per il caldo, le immagini idilliache dei nostri sognatori rispecchiano la realtà del mare interno. Con questa espressione si identifica un tratto di mare protetto dalla costa della Grecia continentale e da quelle delle isole di Lefkas, Itaca e Cefalonia, terre che forniscono il naturale ridosso dai venti prevalenti del periodo estivo. In questo specchio acqueo si affacciano una quarantina di approdi, alcuni su Itaca e Cefalonia, già descritti (vedi Attorno a Cefalonia e Itaca, BOLINA n. 249, pag. 79), altri tutti da scoprire. Circa trenta miglia per venti, sino alla montuosa isola di Oxia, all estremità meridionale, è lo spazio occupato da que- L ingresso Nord del canale artificiale di Lefkada, per attraversarlo occorre prestare attenzione ai fondali e alle onde. BOLINA Luglio-Agosto

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 GRAND SOLEIL CUP CALA GALERA 2015 Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 Il Circolo Nautico e della Vela Argentario, in collaborazione con il Marina Cala Galera, il Cantiere del Pardo,

Dettagli

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove)

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove) mappa 3. Il sistema solare IL SISTEMA SOLARE il Sole Mercurio pianeti terrestri Venere Terra Marte 8 pianeti Giove Il Sistema solare 69 satelliti principali pianeti gioviani Saturno Urano Nettuno migliaia

Dettagli

ISAF REGULATION 20 CODICE PER LA PUBBLICITÀ

ISAF REGULATION 20 CODICE PER LA PUBBLICITÀ ISAF REGULATION 20 CODICE PER LA PUBBLICITÀ Questo documento deve essere letto congiuntamente all allegato estratto del Regolamento delle attrezzature per lo sport della vela nel quale sono definiti alcuni

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

Alimentatore tuttofare da 10 A

Alimentatore tuttofare da 10 A IK0RKS - Francesco Silvi, v. Col di Lana, 88 00043 - Ciampino (RM) E_Mail : francescosilvi@libero.it Alimentatore tuttofare da 10 A E questa la costruzione di un alimentatore portatile che accompagna i

Dettagli

Dehler 46. Vero purosangue tedesco, il fast cruiser stupisce a vela sia per le prestazioni sia per la sicurezza in ogni condizione

Dehler 46. Vero purosangue tedesco, il fast cruiser stupisce a vela sia per le prestazioni sia per la sicurezza in ogni condizione BARCHE&CANTIERI DEHLER 46 Dehler 46 di Mauro Giuffré Vero purosangue tedesco, il fast cruiser stupisce a vela sia per le prestazioni sia per la sicurezza in ogni condizione P rendendo in prestito un espressione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

L Astrofisica su Mediterranea

L Astrofisica su Mediterranea Is tuto Nazionale di Astrofisica Consorzio Interuniversitario per la Fisica Spaziale Proge o Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea è un progetto d introduzione all Astrofisica

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate.

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. VOLO incluso DA MILANO MALPENSA Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. a n t i l l e mar dei caraibi 2 0 1 3-1 4 Un arcipelago di isole di gioia e colore. Viaggia nel cuore delle Antille. Il ritmo

Dettagli

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA FEDERAZIONE ITALIANA VELA Settore Programmazione Attività Sportiva Nazionale NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA Edizione 2009 (versione n. 15 con variazioni del 25.03)

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 1 LIFTKAR, il carrello motorizzato saliscale e MODULKAR, il carrello manuale. 2 3 Caratteristiche principali: 1) Tubolare in Alluminio in

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

Originali Bosch! La prima livella laser

Originali Bosch! La prima livella laser Originali Bosch! La prima livella laser per superfici al mondo NOVITÀ! La livella laser per superfici GSL 2 Professional Finalmente è possibile rilevare con grande facilità le irregolarità su fondi in

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

Costruire una pila in classe

Costruire una pila in classe Costruire una pila in classe Angela Turricchia, Grazia Zini e Leopoldo Benacchio Considerazioni iniziali Attualmente, numerosi giocattoli utilizzano delle pile. I bambini hanno l abitudine di acquistarle,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI 3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI L aerostato è un aeromobile che, per ottenere la portanza, ossia la forza necessaria per sollevarsi da terra e volare, utilizza gas più leggeri

Dettagli

Sistemi e attrezzature per la sicurezza

Sistemi e attrezzature per la sicurezza SISTEMI E ATTREZZATURE PER LA SICUREZZA Cavalletti di segnalazione...85 Segnalatore di sicurezza fisso...85 Over-The-Spill System...85 Coni di sicurezza e accessori...86 Barriere mobili...87 Segnalatore

Dettagli

a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. RSB0002 a) 20. b) 18. c) 16. d) 22. c

a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. RSB0002 a) 20. b) 18. c) 16. d) 22. c RSB0001 In quale/i dei disegni proposti l area tratteggiata é maggiore dell area lasciata invece bianca? a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. b) In nessuno dei due. c) Nel disegno contrassegnato

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

Schindler 9500AE Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio

Schindler 9500AE Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio 2 3 4 Tipo 10 e Tipo 15 Affidabilità per i centri commerciali Appositamente studiati per i centri commerciali, i

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008 I LAVORI IN QUOTA I Dispositivi di Protezione Individuale Problematiche e soluzioni Luigi Cortis via di Fontana Candida 1, 00040 Monte Porzio Catone (Roma) telefono

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore.

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. L ASCENSORE Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. Cosa fare? Cosa non fare? Questo pieghevole è offerto dal vostro ascensorista

Dettagli

ASSICURARE LA BARCA - TUTTI I SEGRETI PER SCEGLIERE BENE

ASSICURARE LA BARCA - TUTTI I SEGRETI PER SCEGLIERE BENE ASSICURARE LA BARCA - TUTTI I SEGRETI PER SCEGLIERE BENE 6,00 DICEMBRE 2014 GENNAIO 2015 mensile - anno 93 www.velaemotore.it IN VENDITA ANCHE SU dal 1923 PROVE Lürssen Solandge Azimut 50 Bavaria Sport

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione 1. L elettrone ha una massa di 9.1 10-31 kg ed una carica elettrica di -1.6 10-19 C. Ricordando che la forza gravitazionale

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

Maggior comfort e snellezza tariffaria sui voli lungo raggio Air France

Maggior comfort e snellezza tariffaria sui voli lungo raggio Air France Maggior comfort e snellezza tariffaria sui voli lungo raggio Air France Servizio stampa di Air France - Ottobre 2009 - http://corporate.airfrance.com A BORDO : IL COMFORT INNANZITUTTO IN AEROPORTO : TRATTAMENTO

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio?

Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio? Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio? Carlo Cosmelli, Dipartimento di Fisica, Sapienza Università di Roma Abbiamo un problema, un grosso

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Il lavoro sedentario può essere all origine di vari disturbi, soprattutto se il posto di lavoro è concepito secondo criteri non

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

Moto sul piano inclinato (senza attrito)

Moto sul piano inclinato (senza attrito) Moto sul piano inclinato (senza attrito) Per studiare il moto di un oggetto (assimilabile a punto materiale) lungo un piano inclinato bisogna innanzitutto analizzare le forze che agiscono sull oggetto

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati CATALOGO EXA l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati + pratico + sicuro + economico + ecologico 3 edizione Azienda Certificata ISO 9001 e ISO 14001 IL SISTEMA

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Guida agli Oblo e Osteriggi

Guida agli Oblo e Osteriggi Guida agli Oblo e Osteriggi www.lewmar.com Introduzione L installazione o la sostituzione di un boccaporto o oblò può rivelarsi una procedura semplice e gratificante. Seguendo queste chiare istruzioni,

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

3. L ingresso al campeggio è subordinato al consenso della Direzione.

3. L ingresso al campeggio è subordinato al consenso della Direzione. 1. Per l entrata ed il soggiorno in campeggio è obbligatoria la registrazione di ogni singola persona. All arrivo ogni ospite è tenuto a depositare un documento d identità e controllare l esattezza delle

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Rotonda, rotatoria: istruzioni per l uso. Negli ultimi anni la rotonda, o rotatoria stradale, si è molto diffusa sostituendo gran parte delle aree semaforizzate, ma l utente della

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Austin Parker 64 Fly PREMIO BARCA DELL ANNO VELA E MOTORE

Austin Parker 64 Fly PREMIO BARCA DELL ANNO VELA E MOTORE PREMIO BARCA DELL ANNO VELA E MOTORE In un mercato sempre più selettivo, la scelta di posizionamento di Austin Parker non si presta a equivoci: la ricerca di uno stile classico capace di reinterpretare

Dettagli

IL PROGRESSO TECNOLOGICO E L'INTRODUZIONE DEL VAPORE NELL'ESERCIZIO DELLA NAVIGAZIONE.

IL PROGRESSO TECNOLOGICO E L'INTRODUZIONE DEL VAPORE NELL'ESERCIZIO DELLA NAVIGAZIONE. Storia della Navigazione sui Laghi Maggiore, Garda e Como IL PROGRESSO TECNOLOGICO E L'INTRODUZIONE DEL VAPORE NELL'ESERCIZIO DELLA NAVIGAZIONE. La produzione di energia attraverso l'uso del vapore, fu

Dettagli

Guida per i velisti. all allenamento con l Indoor Rower. Di Eddie Fletcher. Con la collaborazione di Dr Pete Cunningham

Guida per i velisti. all allenamento con l Indoor Rower. Di Eddie Fletcher. Con la collaborazione di Dr Pete Cunningham Guida per i velisti all allenamento con l Indoor Rower Di Eddie Fletcher Con la collaborazione di Dr Pete Cunningham RYA Exercise Physiologist, componente della Squadra Olimpica di Vela della Gran Bretagna.

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!!

Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!! SEZIONE PROGETTI AVAB Amici del Volo Aeromodellistico di Bovolone Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!! Di Federico Fracasso In questo articolo spiegherò a grandi passi

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

CADUTE. In sicurezza ad ogni passo. upi Ufficio prevenzione infortuni

CADUTE. In sicurezza ad ogni passo. upi Ufficio prevenzione infortuni CADUTE In sicurezza ad ogni passo upi Ufficio prevenzione infortuni Andare a fare la spesa, montare una lampadina stando su una scala portatile, fare le scale: sono attività che svolgiamo comunemente ogni

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Se son rose, fioriranno rosse

Se son rose, fioriranno rosse VISTI IN CANTIERE demolizione Se son rose, fioriranno rosse È iniziata la demolizione di un grande complesso industriale sito in Toscana da parte di Armofer. All opera il Volvo EC700B LC Maurizio Quaranta

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca La Spezia 20 ottobre 2009 Requisiti : Strutturali (Strutture ed attrezzature) Funzionali Requisiti strutturali : n Applicabili a tutte le imbarcazioni

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli