R OTARY CLUB NOVAFELTRIA - ALTO MONTEFELTRO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "R OTARY CLUB NOVAFELTRIA - ALTO MONTEFELTRO"

Transcript

1 Rotary International - Distretto 2090 Bollettino n. 1 R OTARY CLUB NOVAFELTRIA - ALTO MONTEFELTRO Anno rotariano S O M M A R I O Rinasce il bollettino 1 Conviviali di Luglio 2 Le 4 domande 3 Rassegna stampa 3 Obiettivo programmatico 4 Curiosità 5 Lettere del Governatore 6 Lettere del Presidente 7 Programma Pillole di cerimoniale 9 Sponsor 10 Consiglio Direttivo Presidente: Ferruccio FRATERNALI Presidente uscente: Benedetto CAPPELLI Vice presidente: Guglielmo POGGIOLI Presidente eletto: Augusto MARANI Segretario: Augusto MARANI Tesoriere: Paolo SUZZI Consiglieri: Giuseppe CAPPADONE Sergio CELLI Lorenzo MARANI Gian Angelo MARRA Mario NOVELLI Roberto PIERALISI Prefetto: Verdiana BELLUCCI FONTA- NAZZA RINASCE IL BOLLETTINO Sono passati 100 anni da quando Paul Harris diede inizio al primo giro di una ruota immaginaria che oggi unisce milioni di persone. L inizio di questo secondo centenario desta in ognuno di noi lo stesso tipo di sensazione che si prova dopo un compleanno: momenti di riflessione che ci scavano dentro l anima e che ci spingono a rivedere i progetti e gli obiettivi futuri per dare un senso alla vita e al tempo che passa, purtroppo inesorabile. Da questo stato d animo e nella posizione di giovane Presidente di un Club ormai non proprio giovane, nascono tante idee, forse troppe, ma tutte con un unico obiettivo: ritrovare l energia Rocca di San Leo (foto di Federica Fraternali) necessaria per affrontare il secondo centenario del Rotary. Una di queste idee ha prodotto questo bollettino, spero gradito a tutti voi. Nella speranza che questo strumento possa arricchirsi del vostro personale contributo porgo un ringraziamento all amico Dr. Giuseppe Cappadone che collabora con me nella redazione del Bollettino. Il Presidente Dr. Ferruccio Fraternali I L NOSTRO SITO INTERNET: WWW. ROTARYNOVAFELTRIA. IT 1

2 Pagina 2 Bollettino n. 1 CONVIVIALE DEL 13 / 07 / 2005 Visita ufficiale del governatore Antonio GUARINO Rendere visibili le iniziative del nostro Club Partecipazione attiva Abbiamo avuto il piacere di conoscere Antonio Guarino neo eletto Governatore del Distretto 2090 in visita ufficiale al nostro Club in data 13 novembre Dopo un breve incontro con il sindaco di Novafeltria Gabriele Berardi, la mattina al municipio, il Governatore, accompagnato dalla consorte sig.ra Chiara, insieme ad una delegazione del nostro club, ha pranzato al ristorante le 2 lanterne per un primo informale contatto con il nostro Club. Il Pomeriggio alle sempre al Municipio, si Consegna del nostro tradizionale piatto ad Antonio Guarino e tenuta la riunione ufficiale con il consiglio direttivo. Esposti la storia del Club ed i programmi delle varie Commissioni si è discusso a lungo sulla situazione del nostro Club.Il Governatore ha apprezzato in modo particolare due iniziative : La giornata delle azalee e lo stage professionale dedicato agli studenti dell Istituto Benelli nelle aziende dei Rotariani. Antonio Guarino ha insistito sulla opportunità di rendere visibile le iniziative del Ns club attraverso una maggiore penetrazione mediatica utilizzando ogni forma di pubblicità, compatibile naturalmente al ns stile. Il punto più delicato della discussione è stato il problema della scarsa assiduità (sia attiva che passiva). Essere rotariani significa prendere parte ATTI- VAMENTE alle iniziative del Club: non significa avere una tessera o partecipare a conviviali ma proporre, darsi da fare, collaborare, farsi trovare, consigliare, al fine di realizzare gli ambiziosi obiettivi della nostra associazione. Chi non partecipa attivamente non è un vero rotariano e non ha il diritto di appartenere all - associazione. La serata si è conclusa con la Conviviale da Marchesi durante la quale abbiamo apprezzato un ottima cucina ed un clima particolare per essere la visita ufficiale del Governatore. Il Ns Presidente (per lui la prima conviviale da Presidente) ed il Governatore hanno preso la parola durante la cena per brevi messaggi augurali di buon lavoro. Dopo la conviviale Antonio Guarino si è fermato a parlare dei suoi e dei nostri progetti fino a tarda notte ed abbiamo apprezzato la sua amicizia. Dr. Giuseppe Cappadone C ONVIVIALE- INTERCLUB DEL 23 LUGLIO 2005 M OSTRA MERCATO NAZIONALE PENNABILLI ANTIQUARIATO La tradizionale conviviale interclub organizzata in occasione della 35 edizione della Mostra Mercato Nazionale di Pennabilli Antiquariato si è svolta con la visita pomeridiana ai locali della Mostra, una delle più belle e prestigiose d Italia. La serata conviviale si è svolta nel bellissimo Hotel Parco del Lago del socio Osvaldo Druda e consorte Giuseppina. Il tempo non è stato dalla nostra parte ma abbiamo assaporato un ottima cucina che in un ambiente unico e con un sottofondo musicale niente male ha creato una atmosfera piacevole alla quale molti non hanno saputo resistere: purtroppo mancano le immagini del segretario durante una salsa mozzafiato o quelle di Roberto Casadei in un lento di altri tempi (sia ballato che cantato!). La serata è stata allietata anche da un ospite di eccezione: il Past Governor Dr. Sante Carduccci e la consorte Maria Grazia del Club della Repubblica di San Marino (Governatore del Distretto 2070 nell anno ). Erano presenti inoltre il Presidente del Club di Gubbio (Dr. Mario Menichetti), il Presidente del Club di Rimini (Paolo Solvetti) ed il Presidente del Club della Repubblica di San Marino (Luciano Cardelli). Molti altri gli 35 Mostra Mercato Nazionale Pennabilli Antiquariato ospiti della serata tra i quali il sindaco di Pennabilli Dr. Stefano Paolucci per un totale di 52 presenze: una piccola nota dolente, i soci del Club erano solo 18 (48%). Ferruccio Fraternali 2

3 Rotary Club LE QUATTRO DOMANDE DELL AZIONE ROTARIANA C IÒ CHE PENSIAMO, DICIAMO O FACCIAMO: Risponde alla Verità? E giusto per tutti gli interessati? E di stimolo alla crescita? E di beneficio per tutti? Pagina 3 è conforme alla verità? è corretta per tutti? è di stimolo alla crescita? è di beneficio per tutti? Se osservate dal di fuori una nostra riunione rotariana di livello importante (Interclub, Forum, Congressi, Assemblee) vedrete un quadro stupendo. Qualche centinaio di persone in piedi, vestiti di scuro, comportamento attento e serio, tutti intenti all ascolto partecipe degli inni rotariano, europeo, nazionale. Seguono relazioni intelligenti, forbite: frutto di studio volenteroso, competente, volontaristico. Osserviamo dal didentro. Queste persone sono dichiaratamente tutte persone di buon lignaggio, benestanti, intelligenti, valorosi nelle loro attività lavorative, per lo più dirigenziali, professionali, artistiche, di studio, artigianali, imprenditoriali, di insegnamento a tutti i livelli. Essi credono in quello che fanno, ed anche nel Rotary che è un Associazione nata per servire i bisogni dell uomo, senza distinzioni di alcun genere. Questo è il compito del Rotary e dell Uomo rotariano. Questo è previsto nello Statuto, nei Programmi fondamentali 3H (salute, fame, umanità) e nella maniera di svolgere il ruolo del rotariano, in attuazione della formula delle quattro domande: è conforme alla verità, è corretto per tutti, è di stimolo alla crescita, è di beneficio per tutti. Ma come, questi uomini su descritti, provvedono a mettere in atto i propositi dell Istituzione? Sono riuniti in Club ed i Club in Distretti: tutti insieme nel R.I. e, così, vengono individuate azioni per lo più di livello locale (quelle ideate e svolte dai Club), solo talvolta di livello RASSEGNA STAMPANOV-DIC 2004 Foto di un interno mondiale (vedi Volontariato, Campagna PolioPlus). Il Distretto appare come la guida, il controllo di correttezza formale, la piattaforma di discussioni ampie e anche profonde, il collegamento con il R.I. Le azioni libere dei Rotariani sono esercitate a livello di Club. E ogni presidente ritrova un idea da attuare (in originale, o in ripetizione) con le forze, quasi sempre esclusive (umane e finanziarie) del Club. Accade che l obiettivo (grande o piccolo) sia sempre più grande delle forze del Club e il risultato sempre minore di quanto meriterebbe l obiettivo. Trascuriamo, con molta affettuosa benevolenza, i casi di obiettivi che, belli in sé stessi, nulla vanno ad incidere nelle realtà locali e di cui queste non si accorgono neppure per quanto è stato attuato. Ma tutto era stato realizzato con grande sforzo degli attuatori: piccolo il Club, pochi gli attivi, poche risorse economiche e, a volte, il rossore di dovere inventare avvenimenti di ampia partecipazione per ottenere un modesto avanzo di gestione da destinare al finanziamento delle iniziative del Club. Torniamo ad osservare da fuori ad ampia scena: tante piccole formiche che portano un granellino e si agitano molto, mentre altre rimangono non coinvolte, alcune guardano sperando di trovare un inserimento ed altre non coinvolte, o non coinvolgibili, con atteggiamenti interrogativi se non increduli, ma tutti partecipi del piccolo bottino creato dalle operaie. Di fronte a questo spettacolo è lecito che l Osservatore faccia qualche conto: tanto lavoro (di pochi) e modesto bottino per cui: piccolo bottino / tanto lavoro = rendimento modesto. Il fatto è che, un tempo, l Uomo operava come una formica, con la propria mente, le proprie braccia, individualmente; poi, pratica, esperienza, attenzione, studio, osservazione empirica, razionalismo scientifico, ricer- ca, evoluzione tecnica e tecnologica hanno fornito agli uomini successivi mezzi migliori e più redditizi per consentir loro un rendimento maggiore. Se l uomo moderno si muove così, perché l uomo Rotariano non si adegua altrettanto? Egli si muove di fronte ai grandi problemi, con grande voglia di agire, di service e quindi in maniera nobile, tuttavia con i metodi di un tempo: semindividualisti (presidenti e collaboratori) si accollano l onere dell azione, spesso trascurando le capacità potenziali (di lavoro, di organizzazione ed economiche) di altri gruppi di uomini (i soci del Club o di altri Club). L Osservatore guarda, però, compiaciuto anche un altro panorama, un attività del R.I., ad esempio la Campagna PolioPlus che, con i fondi della R.F., ha debellato la poliomielite dal mondo, con un azione (ed una spesa) da favola (migliaia di milioni di dollari), la guarda con attenzione e stupore. Rendimento alle stelle, stavolta! La spiegazione: l obiettivo era grande, il tema era unico per tutto il Rotary mondiale; furono coinvolte altre istituzioni quali OMS, UNICEF, USDC, sono confluiti mezzi economici privati da CRI, Fondo ONU, De Beers, Bill Gates Foundation, Aventis Pasteur, hanno partecipato testimonial di eccezione quali Mia Farrow, Roger Moore, Kofi Annan, Madre Teresa di Calcutta.Interv ento su scala mondiale, convergenza globale del Rotary International, questo il merito del progetto per una massiccia campagna di vaccinazione antipolio, per l eradicazione della poliomielite nel mondo, decisa dal Board del R.I. nel Ma questo progetto del Board pochi, forse, ricordano che esso partì con una iniziativa di un piccolo (grandissimoper capacità) Club italiano: il R.C. Treviglio e della Pianura Bergamasca il quale, con l aiuto di alcuni Distretti Italiani, dette coraggioso avvio, per primo, ad un intervento nelle Filippine ed in India. Il resto è storiaesaltante per il Rotary e per l Umanità! Il punto di forza del Rotary è costituito dai Club, non dimentichiamolo! Ma, domandiamoci: possono i Rotary Club continuare a muoversi con il criterio localistico del momento della loro creazione? Queste riflessioni tendono ad auspicare un miglior rendimento per la nostra dedizione rotariana: abbiamo i mezzi informatici per scambiare le informazioni ad attivare studi e discussioni: adoperiamoli! Non continuiamo ad immaginare sempre nuovi progetti e nuovi studi che, spesso, risultano senza seguito: confluiamo almeno qualche volta in altri già in corso di attuazione; Continua a pagina seguente 3

4 Rotary International - Distretto 2090 Segue dalla pagina precedente diamo alla disamina dei temi, sempre, una conclusione che sia comprensiva di una proposta di azione; altrimenti, che senso ha studiare per un associazione di servizio? Diamo ai progetti significato e valore globale o, almeno, inquadrato in attività comuni a più Club; adottiamo progetti anche di livello distrettuale. Appuntamenti per AGOSTO 1 AGOSTO: inaugurazione Mostra Concorso di Ceramica Contemporanea a San Leo ore AGOSTO: Caminetto presso abitazione amico Gianfranco Toni Stagione Teatrale di Sarsina (Plautus Festival) dal 21 luglio al 13 agosto: contattare Giuseppe Cappadone per l organizzazione della serata. Si potrà obiettare che ciò contrasta con l autonomia dei Club. Personalmente, non credo che ai Club potrà dispiacere se, aderendo ad uno studio già eseguito, lo fa proprio; così, potrà dedicare le risparmiate energie di tempo e di risorse alla sua attuazione: ne proverà soltanto un vantaggio di risultato e di immagine. Quindi il mio invito è: ripensiamo non il Rotary, non ne ha bisogno; possiede principi che sfidano i secoli, non l Organizzazione che appare duttile, elastica, intelligente; ripensiamo il nostro modo di partecipare. Sia più moderno, più conseguenziale, più organizzato, più orientato alla cultura del risultato che a quella del semplice adempimento. Io ritengo che questo ripensamento, che rimugino fra me e me da molto tempo, sia comune a tanti altri. Specie in questi ultimi tempi ne vedo le tracce in tanti scritti sulla nostra stampa: mi sento in completa sintonia con Luigi Capizzi (Cooperazione fra Club e Distretti rotariani ed altri organizzazioni), con Franco Clemente (ritroviamo leadership per non sprecare tempo), con Pierluigi Zanata (progetti di rilevante significato), con Cesare Longo (autocritica per riflettere), con Giorgio Rossi (riflettere con schietta e cruda franchezza), con Ernesto Failla (aspetti concreti, qualità, impegno, entusiasmo, concretezza), con Riccardo Maetzke (ricerca di un nuovo metodo per incidere nella società), con Sandro Marotta (dimensione internazionale) e con Franco Gianni (metodo di gestione di un Rotary Club). Sono garbate, discrete, intelligenti esortazioni: raccogliamole! Chi dovrà concludere se quanto osservo è giusto o errato? Io spero che qualcuno raccolga queste mie riflessioni e le rilanci. Oso troppo sperando che i nostri Governatori ne facciano oggetto di qualche considerazione in uno dei loro incontri? Che possano dedicarvi qualcuno dei nostri Forum distrettuali? Oppure, proporre qualche Forum interdistrettuale, dopo avere ben istruito l argomento: ci spero molto. Dobbiamo rivendicare l Orgoglio Rotary, che non è orgoglio ad personam, bensì orgoglio di un Associazione che raccoglie tante persone nel mondo, tutti ambasciatori volontari di una grande volontà di contribuire al benessere dell Umanità. Risvegliamo il nostro orgoglio di Rotariani, riqualificando realisticamente il registro degli obiettivi e ricalibrando gli indirizzi delle nostre risorse. Rivendicheremo così, maggiormente, il nostro orgoglio di essere rotariani e la qualità della nostra azione. (F.F.) Obiettivi programmatici fondamentali del ROTARY Salute Fame Umanità 4

5 Rotary Club Pagina 5 CURIOSITA 10 ROTARIANI IMPORTANTI Questa lista di dirigenti, che rappresenta vari settori e professioni, comprende persone che sono o sono state soci attivi o onorari di Rotary Club nel mondo. Questa lista è un campionamento selettivo e non vuole in alcun modo essere completa. Hans-Dietrich Gensher, Ministro degli Affari Esteri della Germania, Rotary Club di Bonn Sud- BadGodesberg. Edgar A. Guest, poeta e giornalista, Rotary Club di Detroit, Mich., USA. Re Carlo XVI Gustavo di Svezia, Rotary Club di Stoccolma. Lorenzo Guerriero Gutierrez, Presidente del Nicaragua, Rotary Club di Granata. Warren G. Harding, Presidente degli Stati Uniti, Rotary Club di Washington, D.C. Joel Chandler Harris, autore, Rotary Club di Atlanta, Ga., USA. Reijiro Rei Hattori, Presidente della Seiko, Rotary Club di Tokyo Ginza, Giappone, Past Director del R.I. Steingrimur Hermannsson, Primo Ministro di Islanda, Rotary Club di Reykjavik. Thor Heyerdahl, esploratore ed oceanografo, Rotary Club di Larvik, Norvegia. Sir Edmund Hillary, esploratore ed alpinista scalatore, Rotary Club di Auckland, Nuova Zelanda. L elenco continua sul prossimo numero METTI ALLA PROVA LA TUA CONOSCENZA DEL ROTARY 1. Qual'è il maggior programma internazionale di borse di studio finanziato da un ente privato? 2. Qual'è stato il primo progetto di servizio del Rotary? 3. Qual'è l'organizzazione di servizio del Rotary International per studenti delle scuole secondarie? 4. Quale somma ($) avrà contribuito il Rotary all'eradicazione della polio entro il 2005? 5. Qual'è stata l'ultima regione del mondo ad essere dichiarata libera dalla polio? 6. Il Rotary International è stata la prima organizzazione di servizio del mondo. (Vero o falso) 7. Ogni contributo finanziario alla Fondazione Rotary è speso in programmi umanitari o educativi. (Vero o falso) 8. I rotariani statunitensi ammontano alla metà dell'effettivo mondiale. (Vero o falso) 9. Quasi 50 rotariani hanno contribuito a stilare la carta costitutiva delle Nazioni Unite. (Vero o falso) 10. Il primo club rotariano in un paese non anglosassone è stato costituito a Cuba. (Vero o falso) 1. Le borse di studio degli Ambasciatori 2. Un impianto di servizi igienici fuori del municipio di Chicago 3. Interact 4. Circa 500 milioni di dollari 5. L'Europa 6. Vero 7. Vero 8. Falso 9. Vero 10. Vero Risposte: Mettiti alla prova 5

6 Pagina 6 Bollettino n. 1 L ETTERE DEL GOVERNATORE A NTONIO GUARINO LUGLIO AGOSTO Servire al di sopra di ogni interesse personale occorre una partecipazione convinta alla vita del Club, con una presenza alle riunioni che non sia inerte e passiva Alfabetizzare significa contribuire a dare a tutti gli strumenti basilari di conoscenza per renderli pronti ad operare nell ambito in cui vivono Cari amici, consapevole della grande responsabilità che comporta il coordinamento del Distretto 2090, mi accingo ad intraprendere il mio anno di servizio rotariano come Governatore. E con piacere che rivolgo, con questa mia prima lettera, un caloroso saluto a tutti voi, unitamente ai miei sensi di stima e di amicizia maturati in anni di appartenenza al Rotary. Mi auguro che in questo anno particolare, che dà l inizio del nuovo secolo di vita del Rotary, l impegno di tutti noi sia massimo, per lasciare una testimonianza con iniziative a favore della solidarietà umana. Il lavoro di un club è tutto nelle mani dei suoi soci ed è attraverso il servizio personale e la partecipazione attiva di ogni Rotariano che il nostro lavoro diventa significativo e raggiunge i suoi obiettivi. Il motto scelto dal Presidente Internazionale Carl-Wilhem Stenhammar è Servire al di sopra di ogni interesse personale. Prendendo spunto da tale motto che rappresenta la continuità con il passato ed indica il cammino futuro, chiedo a tutti i club di impegnarsi in attività significative e in nuovi progetti di servizio che rafforzino i soci e la loro etica personale e professionale, nonché le nostre comunità e il mondo in cui viviamo. In altra parte del giornale, sono riportate le condizioni affinché i club possano ricevere l attestato di lode presidenziale Mi auguro che la maggior parte dei club possa meritarlo: si tratta solo di lavorare bene. Il mese di luglio è il mese dedicato all alfabetizzazione, che rappresenta una delle priorità indicate per il nuovo anno. ALFABETIZZARE vuol dire, secondo il pensiero rotariano, contribuire a dare a tutti gli strumenti basilari di conoscenza per renderli pronti ad operare nell ambito in cui vivono. Il Past Presidente Internazionale Majiagbe, ebbe a dire: Nessuno è in grado di liberarsi dell incessante ciclo della povertà senza competenza di base nella lettura, nella scrittura e nella matematica. I club rotariani hanno dato prova di saper pianificare, organizzare e condurre una varietà impressionante di iniziative di lotta all analfabetismo. Tuttavia, ci sono ancora centinaia di milioni di adulti che non sanno leggere e scrivere, o sono analfabeti funzionali,che non sanno, cioè, servirsi della capacità di leggere, scrivere e fare di calcolo nella vita quotidiana. L auspicio è che, attraverso l impegno del Rotary, si prenda coscienza del problema e con l aiuto della Taske Force appositamente costituita, i club possano mettere in atto progetti validi per aiutare queste popolazioni. Ricordiamoci che non può esserci riscatto della povertà senza cultura. Cari amici, come sapete, agosto è il mese dedicato all espansione interna ed esterna in tutto il mondo. L invito del Presidente Internazionale è di aumentare, nell anno, di una unità effettiva l organico di ognuno degli oltre Club rotariani, perché, come dice con una pittoresca espressione, il Rotary è come una festa, ma una festa non è tale se non ci sono gli invitati. Peraltro, la crescita di un organismo costituisce un impegno difficile e delicato. Il Rotary è stato sempre attento ma, non di rado, una crescita in cui sia stata privilegiata la quantità rispetto alla qualità, non ha dato buoni frutti. Tra i vari impegni dei quali i Dirigenti rotariani si fanno carico assumendo le loro funzioni, il primo e più importante riguarda la realizzazione di Club efficienti, sapendo che un Club è efficiente quando, tra l altro, è in grado di conservare e o aumentare l effettivo. Su questo argomento tanto si è dibattuto; tutti convengono che occorre prestare maggior attenzione nel proporre nuovi soci, ed operare per il migliore inserimento degli stessi, in modo che essi si sentano a loro agio nel Club. L esperienza ci insegna che un ammissione disinvolta, a volte di convenienza, che una presentazione di un nuovo socio accettata con poca convinzione, finisce per provocare tensioni all interno del Club. Ai nuovi soci ed anche a tanti vecchi soci, vanno spiegate le funzioni ed il significato dell essere Rotariani, che occorre un impegno costante e non episodico, che occorre una partecipazione convinta alla vita del Club, con una presenza alle riunioni che non sia inerte e passiva. Purtroppo dappertutto vi sono dei soci i quali, dando prova di somma incomprensione delle finalità rotariane, non prendono parte neppure in misura minima alle attività dei Club. Il Rotary non ha bisogno di questi soci, anche se pagano la quota procapite, ma ha bisogno di Rotariani convinti dell ideale del servire. Non dobbiamo dimenticare che il Rotary ha bisogno di un effettivo operante su cui contare e non di partecipazioni frettolose, saltuarie e demotivate. Il passo dalla scarsa partecipazione all assenza sistematica è breve. Quando si è di fronte a soci che sono sistematicamente assenti, anche dopo numerosi richiami e sollecitazioni varie di coinvolgimento nella vita del club, il sottoscritto ritiene che è opportuno prendere i doverosi provvedimenti: allontanare quei Soci dal Rotary. Il Rotary potrà così misurare in termini di risorse reali le potenzialità di un Club e darà prova di coerenza e di credibilità, rafforzando la sua autorevolezza anche all esterno. La nostra associazione ci chiede disponibilità a stare insieme in un clima di amicizia autentica e generosa, con la condivisione di quell ideale a servire che rappresenta, tra l altro, il motto del nuovo anno: Servire al di sopra di ogni interesse personale. 6

7 Pagina 7 Bollettino n. 1 Cari amici ed amiche, dal prossimo 1 luglio sarò ufficialmente chiamato a coordinare le attività del Club, in questo anno che sarà il 1 del secondo centenario del Rotary International. Non nascondo l onore che porto nel ricoprire questo incarico e ringrazio tutti voi sentitamente per la fiducia accordatami; cercherò di essere sempre attento nel cogliere i vostri consigli e vi invito anticipatamente a perdonarmi e a confessarmi eventuali incomprensioni, purtroppo a volte indipendenti dalla volontà. L anno trascorso ci ha visti fortemente impegnati nelle attività di festeggiamento del Centenario del Rotary International e l amico Benedetto è stato veramente bravo a tenere alto il nome del nostro Club. Egli ha dato tanto, anzi tantissimo e si merita tutta la nostra gratitudine e stima, con l augurio che, dopo un breve periodo di relax, torni ad impegnarsi attivamente al nostro fianco; ormai non riusciamo a fare a meno di lui. Un ringraziamento particolare è d obbligo rivolgerlo alle nostre signore con l auspicio che continuino nel loro importante ed insostituibile sostegno alla vita ed alle attività del Club. L ETTERE DEL PRESIDENTE L UGLIO Ma dopo i festeggiamenti del centenario e con le casse un po più leggere, è tempo di mettersi subito in attività. In qualità di Presidente ho espressamente richiesto al Consiglio Direttivo e ai presidenti di Commissione di inserire il maggior numero possibile di soci all interno delle 4 Commissioni: ritengo infatti che ognuno di noi debba essere messo nella condizione di poter servire la società grazie alle proprie doti personali e professionali. Quello che fa di un Rotary Club un grande Club non sono le donazioni in denaro che ognuno di noi è libero di fare privatamente e nell ambito delle proprie possibilità. Siamo un insieme di professionisti che occupano posizioni di leader nei vari settori e abbiamo il dovere di utilizzare questa enorme risorsa. Vi invito pertanto a mettervi in gioco e a stimolare l attività del Club che può veramente dare tanto alla Società ma soprattutto a noi stessi. Il tema dell anno ci è già familiare e rispecchia tutta la nostra indole, ancora troppo spesso travisata e distorta: Servire al di sopra di ogni interesse personale. Il Rotary pone per quest anno particolare interesse alla famiglia e ai giovani, mantenendo ancora i grandi progetti sull acqua e sull alfabetizzazione e stimolando l affiliazione femminile. Il mese di Luglio ha in programma 2 manifestazioni che, per tradizione, sono tra le più importanti nella vita del nostro Club e per questo è necessaria la vostra partecipazione attiva: MERCOLEDI 13 LUGLIO: VISITA DEL GOVERNATORE ANTONIO GUARINO Il Consiglio Direttivo si riunirà nel pomeriggio per esporre al governatore i progetti del Club e delle Commissioni (sede da definire). La serata conviviale con signora verrà festeggiata presso il Ristorante da Marchesi alle ore 20,30 e vedrà l ingresso dei candidati, ammessi all ultima assemblea, che accetteranno la proposta di affiliazione. SABATO 23 LUGLIO: CONVIVIALE- INTERCLUB MOSTRA ANTIQUARIATO DI PENNABILLI L appuntamento è per le ore 17,30 presso la sede della tradizionale Mostra dell Antiquariato di Pennabilli. Alle ore seguirà una conviviale interclub nel caratteristico Hotel Parco del Lago sulle rive del Lago di Villagrande, il tutto allietato da piatti tipici e musica dal vivo. Vi aspetto numerosi ad entrambe le importanti manifestazioni e vi invito ad utilizzare per la prenotazione il sito internet (www.rotarynovafeltria.it) al fine di snellire l organizzazione delle serate. Cari amici, nonostante l emozione della prima volta ed il sistema ancora un po in rodaggio, la visita del Governatore Antonio Guarino si è conclusa nel migliore dei modi: abbiamo ricevuto i suoi complimenti per l efficienza del Club e per i progetti in corso, con particolare risalto alla Festa dell Azalea e allo stage professionale per gli studenti dell'istituto Benelli. Con il Governatore abbiamo instaurato un rapporto di amicizia e un contatto umano che va oltre la consuetudine. Il Governatore ci ha dato direttive ben precise nei confronti del problema della scarsa assiduità e il nostro Consiglio Direttivo dovrà prendere in considerazione tale delicato aspetto nella prossima riunione prevista a fine Luglio. Il mese di agosto vede il nostro Club impegnato per la Mostra Concorso di ceramica d arte contemporanea che si terrà al palazzo mediceo di San Leo dal 1 al 28 agosto e che verrà inaugurata il 1 agosto 2005 alle ore 18. L esposizione rappresenta il momento conclusivo di un concorso già avviato durante l anno rotariano precedente, organizzato in collaborazione con il promotore R.C. di Pesaro. Il concorso ha previsto una serie di premi che sono stati così assegnati dalla giuria: Premio Rotary Club di Novafeltria per un prototipo che coniughi la validità dell opera con la bellezza, la cultura e le tradizioni del Montefeltro: Petra Bohacova di Senigallia, Il nido della vita e Il mattino d autunno. A GOSTO Premio Rotary Club di Pesaro per un prototipo che coniughi design e artigianato: Antonio Giangolini di Pesaro, Albatros ; Premio Banca delle Marche per i ceramisti delle Marche primo classificato: Luca Caimmi di Fano, Quasi fino all orlo, secondo classificato: Mirko Bravi di Pesaro, Mutazione I e Mutazione II, terzo classificato: Anna Maria Montesi di Fano, Corallo. Premio G. Ugolini per i giovani ceramisti di età non superiore ai trenta anni ex aequo Alessia Girolimetti di Senigallia, Un ricordo di Federico da Montefeltro: la sua campagna e il suo falco, Alessio Spallato di Urbino, Frequenze pesanti e Venere col merlo ; Visti gli impegni legati alla Mostra ed il clima ideale per le ferie ed il riposo, per il mese di agosto è previsto un unico appuntamento conviviale: GIOVEDI 11 AGOSTO (H 20,30): Conviviale al Caminetto presso l abitazione degli amici Gianfranco Toni e Laura. A loro un sentito ringraziamento per la disponibilità e l ospitalità che ci offrono. Per l occasione saremo allietati dalle dolci note dell amico Giuseppe Cappadone che ringrazio. Per non creare troppo disturbo alla famiglia Toni è necessario comunicare, per tempo, il numero totale di adesioni e vi invito quindi a prenotarvi entro il 7 agosto telefonando al Prefetto Verdiana Bellucci Fontanazza ai seguenti numeri di telefono: 0541/ / In alternativa utilizzare il sito internet alla voce conviviali. Vi comunico infine che a Sarsina è in programma dal 21 luglio al 13 agosto la stagione teatrale. L amico Giuseppe Cappadone è stato incaricato di organizzare, con la consueta collaborazione dell amico Arnaldo Satanassi, una serata non conviviale. Chiunque fosse interessato a parteciparvi è pregato di contattarlo (Cell Tel ). Nell augurare a voi e alle vostre famiglie delle bellissime e meritate ferie, vi porgo i più cari saluti. Ferruccio. 7

8 Rotary Club Pagina 8 I Programmi delle commissioni per l anno Il R.C. Novafeltria Alto Montefeltro, in sintonia con le indicazioni internazionali e distrettuali, prosegue sulla base delle attività già iniziate dai precedenti Consigli Direttivi e si pone, per l anno in corso, come obiettivo principale il coinvolgimento del maggior numero di soci nelle attività del Club. Il Presidente stimola le Commissione alla realizzazione di progetti sostanziali che tengano conto soprattutto delle professionalità e delle competenze presenti all interno del Club. L intento è quello di stimolare i soci alla partecipazione attiva aumentando il senso di appartenenza al Club e realizzando progetti particolarmente sentiti e di maggiore efficacia. AZIONE INTERNA Presidente: Giuseppe CAPPADONE Componenti:n Aniello CLAUDINI, Fabio FABBRI, Paolo MARANI, Michele MAZZOCCHETTI, Gianfranco TONI. L affiatamento e l amicizia tra i soci costituiscono una caratteristica unica ed irrinunciabile della vita associativa del club. La commissione A.I. si propone i seguenti obiettivi: Novafeltria (indirizzi: meccanico ed elettrotecnico) presso le seguenti imprese: Alfa Gru, Silvio s maglieria, Pentaplast, Buscarini, Salcavi, tutte nel territorio del club. Le aziende corrisponderanno ad ogni studente un assegno di studio sulla base della legge che disciplina i tirocini formativi: 24 giugno 1997, n 196, art. 18 e relativo decreto attuativo 25 marzo 1998, n 142. Continuare l iniziativa un mestiere da salvare. Da quest anno, pur mantenendo lo stesso nome, ci si prefigge lo scopo di premiare non la professione ma il professionista che si sia particolarmente contraddistinto per la dedizione al lavoro; Proporre almeno 3 riunioni conviviali su tematiche professionali con relatori soci del Club. RYLA: la Commissione per l azione professionale proporrà dei giovani, che riceveranno dal Club un contributo di 300, per partecipare all importante corso annuale RYLA. AZIONE INTERNAZIONALE Presidente: Gian Angelo MARRA Componenti: Emanuele BURIONI, Fabio FABBRI A) ASSIDUITA PARTECIPAZIONE FORMAZIONE - AFFIATAMENTO Progettare e realizzare la 1 SEDE DEL CLUB al fine di ottimizzare i rapporti non conviviali tra i soci e le famiglie. Organizzare almeno 3 RIUNIONI AL CAMINETTO in casa di soci, al fine di ottimizzare i rapporti tra gli appartenenti al club, coinvolgendo le famiglie e individuando argomenti che risultino di interesse anche per i coniugi; Organizzare una INTERGITA CON SEDE DA STABILIRE, con le famiglie del nostro Club e dei Club vicini di Urbino e Cagli Terra Catria Nerone, per favorire la conoscenza reciproca in un ambito diverso dalla abituale sede del Club; MANTENERE L EFFETTIVO stimolando la partecipazione attiva di tutti i soci e assegnando ad ognuno compiti affini alle proprie capacità ed interessi; INCREMENTARE L EFFETTIVO non rinunciando a criteri di selezione morale, culturale e professionale e proponendo almeno una donna come nuovo socio; Stimolare l uso del sito internet del Club grazie alla realizzazione di un NOTIZIARIO SETTIMANALE e di una pagina internet dedicata alla RASSE- GNA STAMPA della rivista ROTARIAN. B) CLASSIFICHE Effettuare entro il 31 agosto, un ESAME DELLE CLASSIFICHE PRESENTI nella comunità inviando al Segretario un elenco delle classifiche occupate e vacanti. Se necessario, condurre una REVISIONE DELLE CLASSIFICHE esistenti rappresentate nel club. Indicare al consiglio direttivo i nomi di individui qualificati la cui affiliazione al club contribuirebbe a COLMARE LACUNE nelle classifiche rappresentate. C) AMMISSIONE NUOVI SOCI Esaminare le PROPOSTE DI AFFILIAZIONE al Club indagando il profilo individuale e professionale, la posizione sociale e il ruolo pubblico, nonché l eleggibilità di ciascun candidato, comunicando le proprie conclusioni al consiglio direttivo. AZIONE PROFESSIONALE Presidente: Mario NOVELLI Componenti: Augusto MARANI, Daniele SEBASTIANI, Sauro BARTO- LI, Arnaldo SATANASSI Continuare lo scambio di informazioni e culturale con il R.C. Vouliagmeni (GRECIA) sul cui territorio è presente una realtà mineraria simile a quella di Perticara, restituendo la visita che il C.D. Del R.C. Greco ha effettuato lo scorso maggio al nostro sodalizio e promuovendo uno scambio giovani tra le due realtà per incrementare l'affiatamento tra club e tra nazioni anche in vista della formazione delle future realtà rotariane. Partecipazione ad un MATCHING GRANT in Sud America per migliorare l apporto nutrizionale giovanile presso alcune popolazioni locali. AZIONE PUBBLICO INTERESSE Presidente: Roberto PIERALISI Componenti: Verdiana BELLUCCI FONTANAZZA (Membro di Commissione), Maurizio SEVERINI (Membro di Commissione), Fabio FABBRI (Membro di Commissione e Sottoprogetto Miniera di Perticara), Alberto BETTI (Sottoprogetto Sanità-Famiglia), Gabriele BERARDI (Consulente) Proseguire con particolare attenzione la giornata dell AZALEA, sostenendo adeguatamente l amico Paolo Suzzi, promotore e motore per il Club di questa iniziativa che ogni anno raccoglie fondi per l A.I.R.C. Nel 2004 il ns. Club ha raccolto fondi per circa EURO; Continuare ad aderire e contribuire al progetto CAMPUS PER DISABILI DEL- LE MARCHE ; Continuare ad affrontare il problema delle RISORSE IDRICHE che sarà oggetto di conflitti bellici nei prossimi anni; nei paesi del Terzo Mondo il 50% dei bambini si ammalano perché bevono acqua inquinata. Questo è uno degli obiettivi del ROTARY INTERNATIONAL, unitamente alla alfabetizzazione ed alla salute. Continuare l'opera di sensibilizzazione e verificare assieme alle Pubbliche Amministrazioni della vallata i risultati ottenuti nel tentativo di ridurre L'INQUINAMENTO LUMINOSO e, nell'ambito dello stesso progetto, concorrere al miglioramento del sistema di illuminazione del sito minerario di Perticara. Proporre e realizzare un progetto su FAMIGLIA - SALUTE GIOVANI Continuare nell iniziativa, già condotta a termine gli scorsi anni, di realizzare esperienze formative destinate agli studenti delle scuole secondarie del nostro territorio. Uno stage, della durata di 40 gg., potrà essere condotto a termine da parte degli studenti dell istituto Benelli di 8

9 Pagina 9 Bollettino n. 1 PILLOLE DI CERIMONIALE S TENDARDO E BANDIERE La ruota gira sempre in senso orario Nel luogo della riunione conviviale o delle altre manife-stazioni rotariane devono trovarsi esposti lo stendardo del Club, la bandiera nazionale, la bandiera di eventuali Stati esteri compresi nel Distretto, la bandiera europea, la bandiera del Rotary International e il guidoncino del Rotary Club in adozione. In occasione di manifestazioni distrettuali, oltre ai simboli prima elencati, devono essere presenti anche lo stendardo del Distretto e quello del Governatore. È stata recentemente promulgata la Legge 5 febbraio 1998, n.22, che prescrive l'abbinamento della bandiera italiana con quella GLI INNI Per l'esecuzione degli inni in occasione di manifestazioni di rilievo, l'ordine di esecuzione è il seguente: inno dello Stato estero compreso nel Distretto; inno nazionale; inno europeo; inno del Rotary International. È doveroso ascoltare gli inni stando in piedi ed evitando applausi al termine degli stessi. In chiusura di esecuzione, se alla manifestazione sono presenti ospiti non rotariani, è opportuno indicare verbalmente i riferimenti degli inni. europea, con la precisazione che quella nazionale deve essere collocata alla destra di quella europea ed entrambe alla destra del Presidente. La disposizione in caso di più bandiere, comunque, è la seguente (ponendosi di fronte alle bandiere e considerando A la più importante): due bandiere A B tre bandiere B A C quattro bandiere C A B D cinque bandiere D B A C E In presenza di pennone, il posto d'onore, in caso di due bandiere, è quello superiore. LA RUOTA La "ruota rotariana" delle presenze deve circolare sempre in senso orario, iniziando dalla persona sistemata alla sinistra del Presidente, che è l'ultimo a firmarla. In occasione della visita ufficiale del Governatore è invece il Presidente ad iniziare la serie delle firme ed è il Governatore ad apporre l'ultima firma. FORMULA RITUALE DI AMMISSIONE DI UN NUOVO SOCIO NEL CLUB pronunciata dal Presidente nel corso della cerimonia "A nome del Consiglio Direttivo e dei soci del Club di Novafeltria - Alto Montefeltro e con sommo piacere, ti do il mio più caloroso benvenuto nel Rotary. Siamo lieti della tua presenza non soltanto in nome dello spirito di amicizia che anima i Rotariani, ma anche per il solido contributo che, siamo certi, apporterai al nostro Club, aiutandoci a portare a termine i tanti progetti volti a rendere la nostra Comunità, il nostro Paese ed il Mondo intero, un posto migliore in cui vivere. Il Rotary non è una organizzazione politica, ma tutti i Rotariani si 9 interessano in prima persona a tutto ciò che riguarda i doveri di un buon cittadino e alla elezione alle cariche pubbliche di uomini e donne di valore. Il Rotary non è una organizzazione caritativa, sebbene la sue attività siano l'esempio della carità e del sacrificio di coloro che ritengono avere la precisa responsabilità di aiutare chi ha bisogno. Il Rotary non è una organizzazione religiosa, ma si fonda su quei principi eterni che hanno fatto da punto di riferimento morale attraverso i secoli. Il Rotary è una organizzazione che accoglie gli esponenti di varie professioni e settori di attività, impegnati a sostenere standard professionali di altissimo livello. I Rotariani sono convinti che l'amicizia e la pace nel mondo siano obiettivi raggiungibili grazie all'azione concertata di uomini accomunati da un ideale di servizio al prossimo.

10 Pagina 10 Bollettino n. 1 Consiglio Direttivo: Anno rotariano Presidente Ferruccio FRATERNALI Presidente uscente Benedetto CAPPELLI Vice presidente Guglielmo POGGIOLI Presidente eletto Augusto MARANI Segretario Augusto MARANI Tesoriere Paolo SUZZI Consiglieri Giuseppe CAPPADONE Sergio CELLI Lorenzo MARANI Gian Angelo MARRA Mario NOVELLI Foto di: Federica Fraternali Redazione Bollettino a cura di Dr. Ferruccio FRATERNALI e Dr. Giuseppe CAPPADONE SPAZIO DISPONIBILE PER SPONSOR 10

Piano Strategico 2012-13, 2013-14, 2014-15

Piano Strategico 2012-13, 2013-14, 2014-15 Piano Strategico 2012-13, 2013-14, 2014-15 (reso noto dal DG Lo Cicero nella seduta amministrativa della XXXV Assemblea Distrettuale, tenutasi a Favignana il 25 maggio 2012) Il Distretto è un territorio

Dettagli

Fondamenti del Rotary

Fondamenti del Rotary Fondamenti del Rotary www.rotary.org/it/rotarybasics Come farsi coinvolgere nel Rotary Benvenuto al Rotary! Adesso fai parte di una rete globale di imprenditori, professionisti e volontari della comunità.

Dettagli

Sedi. Europa/Africa Rotary International Witikonerstrasse 15 CH-8032 Zurigo SVIZZERA Tel.: +41 1387 71 11 Fax: +41 1 422 50 41

Sedi. Europa/Africa Rotary International Witikonerstrasse 15 CH-8032 Zurigo SVIZZERA Tel.: +41 1387 71 11 Fax: +41 1 422 50 41 rotary il rotary è Sedi Europa/Africa Rotary International Witikonerstrasse 15 CH-8032 Zurigo SVIZZERA Tel.: +41 1387 71 11 Fax: +41 1 422 50 41 Rotary International One Rotary Center 1560 Sherman Avenue

Dettagli

Il Club. Direttivo A.R. 2014/2015. Presidente: Riccardo Lasagni Manghi. Vice Presidente: Guglielmo Del Sante. Segretario: Veronica Volpi

Il Club. Direttivo A.R. 2014/2015. Presidente: Riccardo Lasagni Manghi. Vice Presidente: Guglielmo Del Sante. Segretario: Veronica Volpi Club News Bollettino del mese di giugno 2014 Ai soci e aspiranti del Rotaract Club Reggio Emilia Al Presidente del Rotary Club Reggio Emilia Al Presidente della Commissione Progetti per i Giovani del Rotary

Dettagli

LAST SIPE. Appunti Livorno 21 giugno 2014

LAST SIPE. Appunti Livorno 21 giugno 2014 LAST SIPE Appunti Livorno 21 giugno 2014 SAPERE, FARE, FAR SAPERE Ho sentito questo slogan per la prima volta da Gianni Bassi, grande Governatore del Distretto 2070, appassionato rotariano, con una visione

Dettagli

Guida per consiglieri didattici di club Interact

Guida per consiglieri didattici di club Interact Guida per consiglieri didattici di club Interact I consiglieri rotariani e quelli didattici svolgono un ruolo fondamentale di sostegno al programma Interact. Nel caso di un club a base scolastica, il consigliere

Dettagli

Calendario delle principali manifestazioni rotariane

Calendario delle principali manifestazioni rotariane Calendario delle principali manifestazioni rotariane SEMINARIO VISIONE FUTURA 17 novembre 2012 - Federico II Palace Hotel - Pergusa (EN) PRE SIPE 15 dicembre 2012 - Federico II Palace Hotel - Pergusa (EN)

Dettagli

Ai Presidenti e Segretari di Club Presidenti delle Commissioni Distrettuali PDG

Ai Presidenti e Segretari di Club Presidenti delle Commissioni Distrettuali PDG Ai Presidenti e Segretari di Club Presidenti delle Commissioni Distrettuali PDG Sorella Acqua, e le problematiche a essa connesse, ha visto da sempre il lodevole interesse di Club Rotariani impegnati in

Dettagli

Rotary Club Salerno a.f. 1949

Rotary Club Salerno a.f. 1949 Saluti Nell assumere le insegne presidenziali del club Rotary Salerno, insegne che, per la prima volta nella storia del nostro club, vengono dalle mani di una gentile signora presidente, dalle mani della

Dettagli

Introduzione all Azione professionale

Introduzione all Azione professionale Introduzione all Azione professionale Introduzione all Azione professionale L affiliazione al Rotary si basa sulle capacità professionali dei suoi soci, ed ogni club si sforza di creare un microcosmo del

Dettagli

Introduzione all Azione professionale

Introduzione all Azione professionale Introduzione all Azione professionale Scopo del Rotary Lo scopo del Rotary è diffondere il valore del servire, motore e propulsore ideale di ogni attività. In particolare, esso si propone di: 1. Promuovere

Dettagli

PIANO STRATEGICO TRIENNALE 2012 2015 FINALITA

PIANO STRATEGICO TRIENNALE 2012 2015 FINALITA ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2100 CLUB DI LOCRI 1961 PIANO STRATEGICO TRIENNALE 2012 2015 FINALITA Lo scopo di questo Piano Strategico consiste nel fornire una guida e linee di indirizzo per il Presidente

Dettagli

DISTRETTO 2071 /2015 2014/201

DISTRETTO 2071 /2015 2014/201 DISTRETTO 2071 2014/201 COMMISSIONE DISTRETTUALE PER LA PROMOZIONE DELLA 106 ROTARY CONVENTION DI SAN PAOLO 2015 CONGRESSO 2015 SAN PAOLO, BRASILE SAB. 6 GIUGNO - MAR. 9 GIUGNO Carissimi Amici, il Governatore

Dettagli

2070 DISTRETTO ROTARY INTERNATIONAL. Numero 3-11 6 Gennaio 2008. Pagina 1 di 10

2070 DISTRETTO ROTARY INTERNATIONAL. Numero 3-11 6 Gennaio 2008. Pagina 1 di 10 NOTIZIARIO Pagina 1 di 10 Gennaio :: Mese della Sensibilizzazione del Rotary Servire al di sopra degli interessi personali LE PAROLE E LA SAGGEZZA DI PAUL HARRIS Chi sa abbandonarsi nell interesse di una

Dettagli

OTTIENI CONNETTITI PER FARE DEL BENE. DI PIÙ DALL AFFILIAZIONE. UNISCITI AI LEADER SCAMBIA IDEE AGISCI www.rotary.org/it

OTTIENI CONNETTITI PER FARE DEL BENE. DI PIÙ DALL AFFILIAZIONE. UNISCITI AI LEADER SCAMBIA IDEE AGISCI www.rotary.org/it OTTIENI DI PIÙ DALL AFFILIAZIONE. CONNETTITI PER FARE DEL BENE. UNISCITI AI LEADER SCAMBIA IDEE AGISCI www.rotary.org/it La tua affiliazione al Rotary comincia nel tuo club. Il tuo coinvolgimento migliorerà

Dettagli

Periodico d informazione del Club ANNO 2014/2015 N.47

Periodico d informazione del Club ANNO 2014/2015 N.47 Periodico d informazione del Club ANNO 2014/2015 N.47 100 Percent Paul Harris Fellow Club IL NOSTRO TERRITORIO Arcene Azzano San Paolo Bergamo Boltiere Bonate Sopra Bonate Sotto Brembate Brusaporto Cavernago

Dettagli

FESTEGGIARE IL NUOVO CLUB Guida all Organizzazione della Serata della Charter

FESTEGGIARE IL NUOVO CLUB Guida all Organizzazione della Serata della Charter FESTEGGIARE IL NUOVO CLUB Guida all Organizzazione della Serata della Charter Pianificazione della Serata della Charter per festeggiare il nuovo Lions Club La Serata della Charter è un evento speciale

Dettagli

Rotary FEBBRAIO 2014. Follonica Distreo 2071. Eventi Febbraio 2014. www.rotaryclubfollonica.it - BORSE DI STUDIO MONCIATTI - QUASI SAN VALENTINO

Rotary FEBBRAIO 2014. Follonica Distreo 2071. Eventi Febbraio 2014. www.rotaryclubfollonica.it - BORSE DI STUDIO MONCIATTI - QUASI SAN VALENTINO Rotary Follonica Distreo 2071 www.rotaryclubfollonica.it FEBBRAIO 2014 Eventi Febbraio 2014 - BORSE DI STUDIO MONCIATTI - QUASI SAN VALENTINO - FESTA DI CARNEVALE - CAMINETTO ROTARY INTERNATIONAL Distreo

Dettagli

Il Bollettino del Rotary Club Gavi Libarna

Il Bollettino del Rotary Club Gavi Libarna Il Bollettino del Rotary Club Gavi Libarna NUOVO SITO WEB - www.rotarygavilibarna.org Esce il lunedì - 13 ottobre 2014 MESE ROTARIANODELL AZIONE PROFESSIONALE Prossimi appuntamenti Giovedì 16 ottobre Ore

Dettagli

Distretto 2072 Rotaract Club Lugo Rotary Club Padrino: Rotary Club Lugo A.R. 2014/2015 www.rotaractlugo.org

Distretto 2072 Rotaract Club Lugo Rotary Club Padrino: Rotary Club Lugo A.R. 2014/2015 www.rotaractlugo.org Presidente Jonni Sangiorgi Segreteria Simone Facchini (facchini.sim@gmail.com) Via Medici 10, Lugo (Ra) Sara Savioli (sarinasavio89@yahoo.it) Viale Oriani 30, Lugo (Ra) Email Club: rotaractclublugo@libero.it

Dettagli

Programma del mese di MAGGIO 2012

Programma del mese di MAGGIO 2012 Programma del mese di MAGGIO 2012 Mese della Cultura Cari Amici, di seguito il programma del mese di Maggio del Rotary Club Capitanata Data Martedì 1 Maggio 2012 Giovedì 10 Maggio 2012 Bangkok Convention

Dettagli

54 CONGRESSO DISTRETTUALE Le nuove generazioni e il loro futuro. Il ruolo del Rotary

54 CONGRESSO DISTRETTUALE Le nuove generazioni e il loro futuro. Il ruolo del Rotary BOZZA PROGRAMMA 9 LUGLIO 2010 ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2080 ROMA - LAZIO - SARDEGNA 54 CONGRESSO DISTRETTUALE Le nuove generazioni e il loro futuro. Il ruolo del Rotary SEMINARI: ROTARY FOUNDATION

Dettagli

2070 DISTRETTO INTERNAZIONALE. Numero 4-10 9 Gennaio 2009. Pagina 1 di 10

2070 DISTRETTO INTERNAZIONALE. Numero 4-10 9 Gennaio 2009. Pagina 1 di 10 NOTIZIARIO Pagina 1 di 10 Gennaio :: Mese della Sensibilizzazione al Rotary Servire al di sopra degli interessi personali LE PAROLE E LA SAGGEZZA DI PAUL HARRIS Il Rotary è la porta della amicizia. Lasciamola

Dettagli

Rotaract Club Bologna

Rotaract Club Bologna B O L L E T T I N O Rotaract Club Bologna distretto 2072 Emilia Romagna Repubblica di S. Marino N O V E M B R E ' 1 4 AI SOCI E AMICI DEL ROTARACT CLUB BOLOGNA E PER CONOSCENZA al Presidente del Rotary

Dettagli

Rotary Club Dalmine Centenario

Rotary Club Dalmine Centenario Distretto 2042 Rotary Club Dalmine Centenario 100 Percent Paul Harris Fellow Club Periodico d informazione del Club ANNO 2013/2014 N.16 IL NOSTRO TERRITORIO Arcene Azzano San Paolo Bergamo Boltiere Bonate

Dettagli

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative Art.5. Agisce senza fini di lucro anche indiretto e non accetta regali o favori, se non di modico valore. ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI Codice Deontologico del Volontario adottato

Dettagli

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità La Biennale 2015 Cos è la Biennale della Prossimità La Biennale della Prossimità si svolgerà a Genova dal 5 al 7 giugno 2015. È un appuntamento nazionale dedicato interamente alle comunità locali, alle

Dettagli

Il percorso dell educatore

Il percorso dell educatore Il percorso dell educatore 1. IL RUOLO DELL EDUCATORE Il servizio educativo è innanzitutto una vocazione, una chiamata da parte del Signore alla quale ognuno di noi ha scelto di rispondere sì; un si libero,

Dettagli

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI Via Madonna del Rosario, 148 35100 PADOVA Tel. 049/617932 fax 049/607023 - CF 92200190285 e-mail: pdic883002@istruzione.it sito web:6istitutocomprensivopadova.gov.it

Dettagli

LA FONDAZIONE ROTARY SCOPI ED OBIETTIVI

LA FONDAZIONE ROTARY SCOPI ED OBIETTIVI Bollettino del Club Anno XIII N 11 11 febbraio 2013 SOCI PRESENTI 22 SU 47, SOCI ASSENTI GIUSTIFICATI 25, SOCI ONORARI NESSUNO, OSPITI DEL CLUB 2, AMICI E PARENTI 2 CONVIVIALE DEL 06 FEBBRAIO 2013 LA FONDAZIONE

Dettagli

ROTARY, ASSOCIAZIONI GIOVANILI E BORSISTI FONDAZIONE ROTARY

ROTARY, ASSOCIAZIONI GIOVANILI E BORSISTI FONDAZIONE ROTARY ROTARY, ASSOCIAZIONI GIOVANILI E BORSISTI FONDAZIONE ROTARY Nella scheda di sintesi della Guida allo sviluppo e conservazione dell effettivo pubblicata a cura del nostro distretto sotto la voce IDENTIFICARE

Dettagli

Rotary International Distretto 2090

Rotary International Distretto 2090 Rotary International Distretto 2090 Marche - Abruzzo - Molise - Umbria Albania CLUB DI LORETO PIANO DIRETTIVO DI CLUB Anno rotariano 2011-12 ROTARY CLUB LORETO 60025 LORETO (AN) 1 ROTARY INTERNATIONAL

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 Anche quest anno ormai sta volgendo al termine. Con tanta gioia nel cuore posso

Dettagli

Newsletter N. 6/2014

Newsletter N. 6/2014 Consiglio Regionale Lazio Newsletter N. 6/2014 Cari amici, siamo giunti alla fine del primo semestre, arrivano le vacanze e con esse la stagione ideale per rilassarci: al mare, in montagna, in campagna

Dettagli

Liceo Classico Clemente Rebora

Liceo Classico Clemente Rebora Liceo Classico Clemente Rebora Rotary Rotary Club Bollate Nirone Rotary Club Rho Fiera Centenario Rotaract Visconteo 2011-2012 Che cosa è il Rotary? Il Rotary è la prima organizzazione di servizio del

Dettagli

Orientamento di nuovi soci. Guida procedurale per club

Orientamento di nuovi soci. Guida procedurale per club Orientamento di nuovi soci Guida procedurale per club Indice Programmi di informazione per potenziali soci 1 Formato e logistica della sessione 1 Schema della sessione 1 Fasi di azione 2 Programmi di informazione

Dettagli

Guida ai Circoli professionali del Rotary

Guida ai Circoli professionali del Rotary Guida ai Circoli professionali del Rotary Rotary International Rotary Service Department One Rotary Center 1560 Sherman Avenue Evanston, IL 60201-3698 USA www.rotary.org/it 729-IT (412) Introduzione ai

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

NEWSLETTER. Luglio 2007. I l g r u p p o I t a l i a n o

NEWSLETTER. Luglio 2007. I l g r u p p o I t a l i a n o NEWSLETTER - I N V E N T A R E I L F U T U R O - Luglio 2007 I l g r u p p o I t a l i a n o Il gruppo italiano Inventare il futuro è iniziato lo scorso mese di maggio e si riunisce quasi ogni settimana

Dettagli

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA DEL MESE DI GIUGNO 2009

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA DEL MESE DI GIUGNO 2009 PROGRAMMA DELLE ATTIVITA DEL MESE DI GIUGNO 2009 LUNEDI 15 GIUGNO Hotel Roma ore 20 Il Consiglio Direttivo uscente 2008-2009 ed il nuovo Consiglio Direttivo 2009-2010 incontrano l Assistente del Governatore

Dettagli

Programma Lions Club Assisi 2012/2013

Programma Lions Club Assisi 2012/2013 ALLA C.A. DEL CONSIGLIO DIRETTIVO E DELL ASSEMBLEA DEI SOCI Programma Lions Club Assisi 2012/2013 Distretto 108 L IX Circoscrizione Zona C LIONS CLUB ASSISI 2012-2013 Presidente: Dr. Cristina Guidi Programma

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SEZIONE 4 ANNI BLU

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SEZIONE 4 ANNI BLU Istituto Comprensivo di Soliera Scuola dell infanzia Muratori Anno scolastico 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SEZIONE 4 ANNI BLU Insegnanti: Reggiani Simona, Drago Maria Concetta, Ciambellini

Dettagli

COMUNE DI PIOMBINO DESE PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI PIOMBINO DESE PROVINCIA DI PADOVA C O P I A COMUNE DI PIOMBINO DESE PROVINCIA DI PADOVA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 18 Sessione ordinaria seduta pubblica di 1^ convocazione Verbale letto, approvato e sottoscritto

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

COMMISSIONE FONDAZIONE ROTARY - DISTRETTO 2050

COMMISSIONE FONDAZIONE ROTARY - DISTRETTO 2050 Giuseppe Alfonsi DRFC 2013-14 a: Presidenti Rotary Club Distretto 2050 Assistenti del Governatore Squadra distrettuale Presidenti incoming Presidenti di club commisione RF e p.c.: DG Anna Spalla DGE Fabio

Dettagli

Rotary Club Bergamo Sud

Rotary Club Bergamo Sud STRUTTURA E LOCATION VITA DEL CLUB notizie e curiosità DISTRETTO 2042 GRUPPO OROBICO 1 EVENTI MANIFESTAZIONI ROTARY PAGINA 4 PAGINA 5-8 Paola Brambilla PAGINA 9-10 lettera della Rotary Fondation PAGINA

Dettagli

Regolamento del Rotary club Palermo Sud. Service Above Self He Profits Most Who Serves Best

Regolamento del Rotary club Palermo Sud. Service Above Self He Profits Most Who Serves Best Regolamento del Rotary club Palermo Sud Service Above Self He Profits Most Who Serves Best Regolamento revisionato 12-2011 INDICE Articolo 1 SCOPO... 3 Articolo 2 Campo di applicazione... 3 Articolo 3

Dettagli

Il Club. Direttivo A.R. 2014/2015. Presidente: Riccardo Lasagni Manghi. Vice Presidente: Guglielmo Del Sante. Segretario: Veronica Volpi

Il Club. Direttivo A.R. 2014/2015. Presidente: Riccardo Lasagni Manghi. Vice Presidente: Guglielmo Del Sante. Segretario: Veronica Volpi Club News Bollettino del mese di ottobre 2014 Ai soci e aspiranti del Rotaract Club Reggio Emilia Al Presidente del Rotary Club Reggio Emilia Al Presidente della Commissione Progetti per i Giovani del

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

L'approccio iniziale all esperienza nella struttura educativa sarà quindi interpretato nel rispetto dei principi di "gradualità" e "continuità".

L'approccio iniziale all esperienza nella struttura educativa sarà quindi interpretato nel rispetto dei principi di gradualità e continuità. 1 Accogliere un bambino in un servizio educativo per la prima infanzia, significa accogliere tutta la sua famiglia, individuando tutta una serie di strategie di rapporto fra nido/centro gioco e casa, volte

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DI CASALGRASSO

SCUOLA DELL INFANZIA DI CASALGRASSO ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORETTA DI CASALGRASSO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 MAMME E PAPÀ, questa è la prima SCUOLA che incontrate da genitori e sarà un esperienza nuova, per voi e per i vostri bambini. NON

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PREMESSA La società attuale non solo ci invita a pensarci e a pensare in termini di globalità e di globalizzazione, ma ci chiede anche

Dettagli

2070 DISTRETTO INTERNAZIONALE. Ferdinando Sartucci Presidente 2010-2011. Numero 6-16 27 Maggio 2011. Pagina 1 di 7

2070 DISTRETTO INTERNAZIONALE. Ferdinando Sartucci Presidente 2010-2011. Numero 6-16 27 Maggio 2011. Pagina 1 di 7 NOTIZIARIO Ferdinando Sartucci Presidente 2010-2011 Pagina 1 di 7 Maggio :: Mese della Cultura Servire al di sopra degli interessi personali Il Club Gemello: ROTARY CLUB Fabrice Campana CANNES MANDELIEU

Dettagli

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 Cari, amici, cari abitanti della Tasmania. 1. La mia

Dettagli

Club News Bollettino del mese di Marxo 2015

Club News Bollettino del mese di Marxo 2015 Club News Bollettino del mese di Marxo 2015 Il Club Direttivo A.R. 2014/2015 Presidente: Riccardo Lasagni Manghi Vice Presidente: Guglielmo Del Sante Segretario: Veronica Volpi Tesoriere: Gianluca Masini

Dettagli

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato della Maestra Mery Anesa Mery Anesa Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato Giugno 2011 Osservazioni e commenti

Dettagli

MANUALE DI PROCEDURA Guida di riferimento ad uso dei dirigenti del Rotary

MANUALE DI PROCEDURA Guida di riferimento ad uso dei dirigenti del Rotary 2013 MANUALE DI PROCEDURA Guida di riferimento ad uso dei dirigenti del Rotary MANUALE DI PROCEDURA Guida di riferimento ad uso dei dirigenti del Rotary INCLUDE: Documenti costituzionali del Rotary International

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

LA COMUNICAZIONE: IDENTITA E TEMPO

LA COMUNICAZIONE: IDENTITA E TEMPO LA COMUNICAZIONE: IDENTITA E TEMPO SPAZIO DEL PRESENTE Come si percepiscono i Capi e le Comunità Capi. Una serie di pensieri emersi dalle chiacchierate fatte nelle Zone e nelle CoCa. [siamo in emergenza

Dettagli

SOLIDARIETA. Alcune delle attività alle quali la nostra scuola aderisce da anni sono:

SOLIDARIETA. Alcune delle attività alle quali la nostra scuola aderisce da anni sono: SOLIDARIETA La nostra scuola pone come elemento fondante della sua azione formativa lo sviluppo di condizioni di esercizio attivo del diritto-dovere di cittadinanza, coinvolgendo, in questo, tutte le componenti

Dettagli

La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015

La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015 La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015 FESTA DI PRIMAVERA Il 29 marzo la Casa di Riposo Gallazzi Vismara ha dato ufficialmente il benvenuto alla primavera, una stagione

Dettagli

DIREZIONE. DEL DISTRETTO Manuale delle commissioni distrettuali

DIREZIONE. DEL DISTRETTO Manuale delle commissioni distrettuali DIREZIONE DEL DISTRETTO Manuale delle commissioni distrettuali 2014/2015 INDICE Introduzione Panoramica La squadra... 1 Formazione... 2 Come usare il presente manuale... 2 Le commissioni distrettuali

Dettagli

24 CLOSED MEETING L estetica del volto

24 CLOSED MEETING L estetica del volto 24 CLOSED MEETING L estetica del volto Relatori: Gaetano Calesini, Renato Cocconi, Alessandro Fiorini, Mirko Raffaini Du Lac et Du Parc Grand Resort RIVA DEL GARDA (TN) Venerdì 25 e sabato 26 settembre

Dettagli

"Sono lusingata per il riconoscimento e la fiducia che mi è stata a accordata - dichiara la neo

Sono lusingata per il riconoscimento e la fiducia che mi è stata a accordata - dichiara la neo Non Profit: eletti i nuovi vertici del MODAVI, Bellucci presidente per rinnovare gli organi dirigenti dell associazione. È stata eletta presidente Maria Teresa Bellucci, psicologa e psicoterapeuta; mentre

Dettagli

Kiwanis. Le sei finalità e la Regola d oro di Kiwanis. International. 1 Affermare la supremazia dei valori umani e spirituali su quelli materiali.

Kiwanis. Le sei finalità e la Regola d oro di Kiwanis. International. 1 Affermare la supremazia dei valori umani e spirituali su quelli materiali. Kiwanis International District Switzerland Liechtenstein Le sei finalità e la Regola d oro di Kiwanis Serving the Children of the World www.kiwanis.ch 1 Affermare la supremazia dei valori umani e spirituali

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

Bollettino N 3 - Edizione Digitale (ottobre 2006)

Bollettino N 3 - Edizione Digitale (ottobre 2006) ROTARY CLUB PARMA EST 2070 DISTRETTO ITALIA ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2070 ANNO 2006/2007 Bollettino N 3 - Edizione Digitale (ottobre 2006) NATURA MORTA AMERIGO GABBA ISIDORO PASETTI Presidente Cari

Dettagli

Progetto educativo per i bambini anticipatari

Progetto educativo per i bambini anticipatari Progetto educativo per i bambini anticipatari PREMESSA La questione dell anticipo deve essere affrontata facendo riferimento a discipline quali la psicologia dello sviluppo, la pedagogia e l organizzazione

Dettagli

AUTO MUTUO AIUTO cos è?

AUTO MUTUO AIUTO cos è? AUTO MUTUO AIUTO cos è? L Auto Mutuo Aiuto è un processo, un modo di trattare i problemi concreti che ciascuno si trova a fronteggiare nella propria vita: malattie, separazioni, lutti, disturbi alimentari,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

FORUM DI APERTURA SANREMO 21 SETTEMBRE

FORUM DI APERTURA SANREMO 21 SETTEMBRE SANREMO 21 SETTEMBRE Ai Presidenti dei Rotaract Club Distretti 2031 e 2032 A tutti i Soci dei Rotaract Club Distretti 2031 e 2032 E, p.c.: Ai Rappresentanti Distrettuali Rotaract dei Distretti d Italia

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

STATUTO TIPO DEL ROTARY CLUB

STATUTO TIPO DEL ROTARY CLUB STATUTO TIPO DEL ROTARY CLUB Art. Titolo Pagina 1 Definizioni... 199 2 Nome... 199 3 Limiti territoriali... 199 4 Scopo dell Associazione... 200 5 Cinque vie d azione... 200 6 Riunioni... 201 7 Compagine

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese via Ciriè 52 10071 BORGARO (TO) Tel. 0114702428-0114703011 Fax 0114510084 Cod. Fiscale 92045820013 TOIC89100P@istruzione.it http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14 CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

PROGETTO Dott.ssa Valentina Zaffino

PROGETTO Dott.ssa Valentina Zaffino GIOCO DI RUOLI PROGETTO Dott.ssa Valentina Zaffino GIOCO DI RUOLI Dott.ssa Valentina Zaffino PREMESSA La scuola è per i ragazzi la prima e la principale forma di aggregazione. La personalità del singolo

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO

FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO S.M. Causa Pia d'adda di Settimo Milanese (MI) S.M. Causa Pia d'adda di Seguro di Settimo Milanese (MI) S.M. Causa Pia d'adda di Segrate (MI) S.M.

Dettagli

I rapporti fra i Segretari di Club ed il sito web distrettuale L Area riservata del Club nel sito Distrettuale

I rapporti fra i Segretari di Club ed il sito web distrettuale L Area riservata del Club nel sito Distrettuale I rapporti fra i Segretari di Club ed il sito web distrettuale L Area riservata del Club nel sito Distrettuale Tutti voi conoscete il sito Distrettuale. Oggi esaminiamolo in maniera organica per capire

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

La mia scuola per la pace

La mia scuola per la pace La mia scuola per la pace Programma nazionale di educazione alla pace e ai diritti umani Anno scolastico 2005-2006 promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani e

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA 2014-2015 ISCRIZIONI

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA 2014-2015 ISCRIZIONI ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI SCUOLA DELL INFANZIA PRIMARIA - SECONDARIA DI PRIMO GRADO Via Porrettana 258 40037 SASSO MARCONI tel.051.841185 fax 051-843224 e-mail: ic.sassomarconi@libero.it -

Dettagli

OPPORTUNITÀ DI COLLABORAZIONE

OPPORTUNITÀ DI COLLABORAZIONE OPPORTUNITÀ DI COLLABORAZIONE Perché diventare Partner de il Circolo dei lettori Nato a Torino nell ottobre del 2006, il Circolo dei lettori è il primo spazio pubblico italiano dedicato ai lettori e alla

Dettagli

Partecipo. Zoom Zoom Festival. Arte e Installazioni Design Corti e Visual Do una mano. 6/7/8/9 Giugno 2013 Parco Ex-Fornace, Noventa Padovana

Partecipo. Zoom Zoom Festival. Arte e Installazioni Design Corti e Visual Do una mano. 6/7/8/9 Giugno 2013 Parco Ex-Fornace, Noventa Padovana Partecipo Arte e Installazioni Design Corti e Visual Do una mano Zoom Zoom Festival 6/7/8/9 Giugno 2013 Parco Ex-Fornace, Noventa Padovana zoomfrominside.it Zoom Zoom Festival è un contenitore di idee,

Dettagli

formatore inutile o indispensabile?

formatore inutile o indispensabile? formatore inutile o indispensabile? Service about self ROTARIANO PER CHI PERCHE PER COSA Service about self Il motto del Rotary è un comandamento. La pace da raggiungere attraverso il service, ossia operando

Dettagli

Newsletter gennaio 2015

Newsletter gennaio 2015 Newsletter gennaio 2015 Anche nel 2014, il nostro Villaggio si è confermato come una realtà in continuo movimento. In questo periodo ancora così difficile, i bisogni si evolvono e il Villaggio si evolve

Dettagli

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accogliere e trattenere i volontari in associazione Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accoglienza Ogni volontario dovrebbe fin dal primo incontro con l associazione, potersi sentire accolto e a proprio

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Documentazione delle attività di ruotine

Documentazione delle attività di ruotine Istituto Comprensivo Statale C. Tura- Pontelagoscuro- Ferrara Sezione infanzia statale G. Rossa Documentazione delle attività di ruotine La documentazione delle esperienze proposte è un aspetto molto importante

Dettagli

Guida del tutor Associazione LECCO 100

Guida del tutor Associazione LECCO 100 Guida del tutor Associazione LECCO 100 Sommario INTRODUZIONE... 3 Dediche dagli allievi ai tutor... 4 GLI OBIETTIVI... 6 LE REGOLE... 7 LE ATTIVITÀ... 8 La preparazione... 8 La giornata con l'allievo...

Dettagli

Carta dei. Valori PREMESSA. La Carta dei Valori rappresenta la sintesi dei principi e dei valori su cui si fonda l associazione

Carta dei. Valori PREMESSA. La Carta dei Valori rappresenta la sintesi dei principi e dei valori su cui si fonda l associazione PREMESSA La rappresenta la sintesi dei principi e dei valori su cui si fonda l associazione Bhalobasa. Nel perseguire questo nucleo di valori, la Carta individua le responsabilità e ispira i comportamenti

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

LINEE GUIDA PER I SERVITORI DELLA LETTERATURA

LINEE GUIDA PER I SERVITORI DELLA LETTERATURA LINEE GUIDA PER I SERVITORI DELLA LETTERATURA Cosa sono le Linee Guida e a cosa servono? Nel 1992, il Comitato per la Letteratura in Conferenza suggerì che i Fiduciari sviluppassero delle Linee Guida con

Dettagli

RELAZIONE INTRODUTTIVA del Presidente Furio Bologni

RELAZIONE INTRODUTTIVA del Presidente Furio Bologni L E G A D A N Z A 9 ASSEMBLEA NAZIONALE RELAZIONE INTRODUTTIVA del Presidente Furio Bologni Hotel Brown Atium Rimini 17-18 Novembre 2012 1 R E L A Z I O N E Iniziamo la 9 Assemblea Ordinaria della Lega

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO RC OSIMO AR 2015-16. Progetti in continuità

PROGETTI DI SERVIZIO RC OSIMO AR 2015-16. Progetti in continuità 12 PROGETTI DI SERVIZIO RC OSIMO AR 2015-16 Scuola Progetti in continuità MST:educazione sanitaria rivolta a studenti della scuola secondaria di secondo grado sul tema delle malattie sessualmente trasmissibili.

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli