Ilegami tra la Colgate e il 'controllo della mente' e stato precederttemente menzionato.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ilegami tra la Colgate e il 'controllo della mente' e stato precederttemente menzionato."

Transcript

1 UN BARATTOlO 01 VERMI MUlTINAZIONAlE I composti a base di fluorina nei prodotti chimici e farmaceutici sono conosciuti per avere effetti collaterali mortali, eppure gli interessi costituiti nel grande business e nei governi persistono nell' avvelenare I' ambiente, come pure Ie nostre menti e i nostri corpi. Parte 2 Ilegami tra la Colgate e il 'controllo della mente' e stato precederttemente menzionato. La reputazione della compagnia con il fluoro come ingrediente del dentifricio e una leggenda della propaganda, specialmente in Kenia, dove il divieto delle pubblicita televisive sui dentifrici al fuoro porto la Colgate a produrre straordinarie persuasioni pecuniarie per preservare 10 status quo dei vantaggi per l' azienda. Quando la corruzione ufficiale sulla fluorizzazione venne alia luce in Nuova Zelanda, uno 'studio scientifico' venne rapidamente eseguito per cercare di giustificare Ie pretese originarie govemativo-industriali, ed aggiustare il danno fatto all'impero del fluoro. Riproduciamo i ringraziamenti che concludono 10 studio, con l'enfasi aggiunta: "RINGRAZIAMENTI" "Siamo grati al Direttore e agli impiegati della Divisione di Salute Dentale, Dipartimento della Salute, per il supporto logistico e amministrativo nell'area di Auckland. In particolare desideriamo menzionare i Supervisori Assistenti Dentisti R. Patchett e K.Hyde, e l'assistente V. Clarke per I'eccellente organizzazione e I/aiuto nei contatti, negli esami, e nell'organizzazione del trasporto dei bambini ai centri d'analisi. II signor Garth Stewart, autista di bus, ha contribuito ben al di sopra e al di la dei suoi normali incarichl E' particolarmente apprezzato il tremendo aiuto e la cooperazione dei dirigenti e degli impiegati di tutte Ie scuole. II supporto finanziario per questo studio e stato reso disponibile dalla Colgate Palmolive Company (Nuova Zelanda)."., 11 nome Kellogg era stato precedentemente menzionato per i legami con Ie macchinazioni della LG. Farben. Quanto segue e riprodotto dalla copertina di uria recente pubblicazione dell'oms (Organizzazione Mondiale della Sanita) che sostiene la fluorizzazione e i fluori, L' Utilizzo Appropriato dei Fluori per la Salute Umana (sottolineatura aggiunta): "Pubblicato con l'appoggio congiunto dell' International Dental Federation, la Fondazione w,k. Kellogg. e l'organizzazione Mondiale della Sanita." L'intrecciarsi, il sovrapporsi e l'incastrarsi di coincidenze tra queue che furono aziende del gruppo LG.Farben e il continuo degradamento della salute umana, della nostra ecologia e del nostro ambiente in cambio di un flusso di dollari per Ie multinazionali, e virtualmente senza fine. Come ad esempio la Nestle, una volta accusata di vendere latte dalla formula nutritiva sterile per i bambini del terzo mondo, e pili recentemente giudicata colpevole di commercializzare "Puro Succo di Mela" che era tutto fuorche "puro" e tantomeno simile alla mela. La Nestle e stata nominata da The Ecologist come una delle numerose multinazionali coinvolte nella distruzione del "polmoni della terra", la f6resta 'pluviale del Brasile. C'ENTRA OAWERO! Nelle pagine che seguono il contenuto si spostera leggermente da fatti logici e registrati storicamente a fatti indiscutibili, della biochimica e della letteratura medica. Le informazioni di nomenclatura farmaceutica e biochimica coinvolgono il fluoro e il fluoruro, con 0 senza altri ingredienti, virtualmente in ogni fase del controllo della mente e del comportamento, che vanno da un modesto sedativo fino ad una inco~ NEXUS 17

2 scienza 'controllata' e la morte. Oli 'effetticollaterali' di tutte Ie medicine hanno in comune la 'paradossale' caratteristica di avere un effetto, su alcuni individui, esattamente opposto a quello che era l'effetto intenziona Ie, convertendo, ad esempio, un tranquillante in un potente stimolante e di conseguenza il consumatore da 'micetto' a maniaco sbavante. Pens ate alle razioni per il personale in servizio che e addestrato a cacciare, mutilare e uccidere i suoi simili sotto l'influenza di questa 0 di altre forme chimiche di controllo del cervello, e considerate Ie possibili reazioni di questi 'addestrati' quando vengono scaricati nella corrente della societa. Forse che alcune delle attivita terroristiche in tutto i1 mondo, incluse queue avvenute recentemente in Australia e altrimenti inspiegabili, sono il bieco risultato di tali paradossi biochimici? REFRIGERANTI E PROPELLENTI FLUORIZZATI II buco fluorizzato nella fascia di Ozono Oli idrocarburi alogenati (talvolta chiamati fluorocarburi 0, quando i1 nome dell'arma dev'esserecambiato per proteggere it colpevole, solo CFC) sono troppo numerosi da elencare, pill di 150. Negli spray per l' asma, Ie avvertenze esistono sulla letteratura di tutti i prodotti (disponibile solo per il medico e non per il paziente): "L'uso eccessivo di questo inalatore ol'abuso di un qualsiasi propellente per aerosol pub produrre effetti tossici sui cuore, e sono stati segnalati dei decessi." (Ricordate il termine "anticolinergico". ) Un altro duro avvertimento dalla letteratura a circolazione ristretta, riporta: " Abuso. Su no decessi associati alia "inalazione di solventi" tra il 1962 e il 1969, cinquantanove erano in relazione all'uso di propellenti aereosol al fluoro." I fluoruri pill frequentemente utilizzati sotto questa intestazione (tra parentesi il 10ro numero di identificazione) sono: 1-Tric1orofluorometano (11) 2-Dic1orodifluorometano (12) 3-Clorotrifluorometano (13) 4-Tetrafluorometano (14) 5-Dic1orofluorometano (21) 6-Clorodifluorometano (22) 7 -Tetraclorodifluorometano (112) 8-Tric1orofluoroetano (113) 9-Dic1orofluorotetraetano (114) lo-cloropentafluoroetano (115) II-Difluoroetano (I52a) Oli effetti collaterali da esposizione a questi fluoruri, variano dai 'pill comuni' a queui pili 'ran' COS! come segue: tossicita cardiac a (0 lesione al cuore), depressione respiratoria (0 difficolta di respirare), bradicardia (0 pulsazioni lente), convulsioni (0 effetti sui sistema nervoso centrale), aberrazione psicomotoria (0 disfunzioni cerebrali), transitoria calma da sedativi (0 effetti al cuore e al polmone), atassia (0 problemi a cervello), irritazione del tratto respiratorio superiore, ampie variazioni nella pressione sanguigna, apnea (0 danno da menomazione della: funzione polmonare), tachicardia (0 ritmo cardiaco aumentato), costrizione ai bronchi (0 asma), narcosi (0 narcotizzazione del cervello), e morte. 18 NEXUS Tutti gli "effetti collaterali" sopra descritti sono associati con entrambi i sintomi acuti e cronici di tossicita "anti-colinergica"., E ritroviamo ancora la parola "anti-colinergico". / Dato che un sufficente ammontare di questi fluorocarburi (CFC) e impiegato (solo in forma 'aerosol') per mettere in pericolo l'atmosfera del pianeta e Ie condizioni climatiche, tramitdl deterioramento della strato di ozono, non sorprende che tale volume rappresenti un agente ambientale anti-colinergico (0 anti-metabolico, bloccando i gangli) pericoloso per tuttal'umanitil. Oli scarti di certi processi industriali comportano una sostanziale quantita di fluoro gassoso. In particolare, il fluoruro di idrogeno, quando lavato dall'atmosfera dalla pioggia, forma una soluzione di acido idrofluorico (0.7p.p.m. nelle precipitazioni sui deserto del Mojave e 0.3 p.p.m nelle nevi della Siberia), COS! questi rifiuti anti-colinergici comportano un pericolo addizionale, contribuendo al buco fluorizzato nella fascia dell'ozono. Occorre assumere che l'enorme impatto economico di questo.ozono in decomposizione sulle industrie che 10 hanno provocato e dovuto al fatto che Ie stesse, colpevoli di aver prodotto questi rifiuti, non appaiono nell'attuale ondata di preoccupazione scientifica internazionale, ne nei documenti dei monitoraggi globali suli'atmosfera e il clima. Come esempio di scarico industriale approvato dall' amministrazione, al primo stadio della fonderia di Portland (stato di Victoria, Australia) venne rilascia-. ta una licenza per scaricare nell' ambiente 70 ton nell ate all' anna di fluoruri in forme gassose e in particolato. E' possibile che questa quantita sia stata ancora maggiore, dato che il monitoraggio degli scarichi non e fin ora state messo a punto. Nel breve periodo di 12 mesi dopo l'inizio delle operazioni di discarica, un numero non conosciuto, rna comunque dichiar~to elevato, di lavoratori ai calderoni nella fonderia, acquisirono l'asma da calderone"- un facile eufemismo per definire i danni alia respirazione da anti-colinergici. LE MEDICI NE AL FLUORO La nuova generazione dei fluorizzati Nello sforzo di incrementare la bio-disponibilita dell' ingrediente 0 degli ingredienti nei rimedi, molti prodotti farmaceutici vengono alogenati. Vi sono ancora tanti prodotti clorurati e pochi brominati concepiti come rimedio per gli stati di malattia umani. Negli anni recenti, il catalogo dei farmaci al fluoro e raddoppiato e di nuovo raddoppiato, pertanto ogni elenco rappresentativo andrebbe oltre gli scopi di questa scritto. La proclamata intenzione dei farmacisti nell'additivare di fluoruro un prodotto, e di potenziarne ulteriormente l'attivita metabolica, e percio Ie sue conclamate proprieta terapeutiche. Ad esempio, I'acetato fludrocortisone ha un'azione glucocorti-. coide 15 volte pili potente dell'idrocortisone (senza fluoruro) e gli effetti mineralcorticoidi pitt potenti di 100 volte. Ma, potenziando l' effetto del rimedio, verranno anche aggravati gli effetti collaterali e!'industria 'terapeutica' guadagna quattrini da due parti: dal trattamento della malattia originale e, di conseguenza, dal dover poi porre rimedio agli effetti iatrogenici provocati dal trattamento iniziale.

3 Citazione dalla letteratura: "La debolezza muscolare e un effetto occasionale di molti corticosteroidi [ormoni]... pili evidente con (1) fludrocortisone e (2) triamcinilone [entrambi ormoni fluorurati]. E' state suggerito come questo effetto sia piu pronunciato quando un atomo di fluoro e presente nella nona posizione." Un utile esempio e qui il dentifricio al fluoro che ha I'effetto a lungo termine non di aumentare la salute dei denti rna, tramite processi anti-metabolici cronici, di comprometterla gravemente. Cosl ogni citta Australiana con 0 senza Ie acque potabili trattate al flu oro, ha pili che raddoppiato il numero dei dentisti registrati dall'avvento dei dentifrici, dei gel e degli sciaqui al fluoro. o prendiamo l'esempio pili estremo del piccolo Jason Burton. che ricevette Ie pastigliette di fluoro anticarie (fluoruro di sodio) non su prescrizione madai fin troppo premurosi genitori che erano total mente ignoranti sui pericoli tossici del fluoruro. Jason ingerl una dose letale di queste pastiglie e morl. Noi conosciamo il caso di Jason soltanto perc he il medico ricostrul accuratamente e coscienziosamente Ie cause del decesso. L' esistenza del certificato di morte e a tutt'oggi negata dagli scienziati australiani pro-fluoro, in risposta agli interrogativi di scienziati stranieri. Dovrebbe essere chiaro da quanto successo in precedenza e da quanta segue, che Ie condizioni umane di malattia, che vanno dall' "asma da calderone", attraverso i vari pericolosi stadi di risposta anti-colinergica, all' estinzione, possono essere deliberatamente 0 accidentalmente indotti da un'interminabile lista di inquinanti al fluoro e composti fluorizzati, che include un ambiente fluorurato, un' atmosfera fluorurata e scorte d'acqua fluorurata. Pub essere difficile per 'l'uomo della strada' credere che una sostanza con COS! numerose 'applicazioni' industriali, commerciali e medicali possa derivare da 0 essere strutturata attomo ad un rifiuto tossico scientificamente riconosciuto. (Vedere riproduzione della lettera US-EPA su Nexus 2/27). Queste tesi dovrebbero illustrare che i mondi della chimica, del farmaceutico, del commercio e della politica sono ben consapevoli del potenziale mortale di questa alogeno e intendono sfruttare questo potenziale onde perpetuare l'umano detrimento. I TRANQUILLANTI FlUORIZZATI Consenso, Letargia, Apatia, Stupidita da Fluoro Vi sono due forme base di tranquillanti alogenati: minore e maggiore. I tranquillanti minori sono alogenati sia con cloro che con bromo. Quelli maggiori, sebbene di potenza variabile, sono quelli elencati numericamente qui sotto e sono tutti fluorurati. Sono tutti agenti anti-colinergici con effetti deliberati sui sistemi nervosi centrali assieme a depressioni cardiache e respiratorie. II numero dopo il trattino e queuo dei prodotti brevettati in ogni c1assificazione, in aggiunta aha chimica base (in lettere maiuscole) 1-3 BENPERIDOL; Anquil, Frenactil, Glianimon 2-4 DROPERIDOL; Droleptan, Dridol, Inapsin, Inapsine 3-1 FLUANISONE: Sedalande 4-1 FLUBUPERONE HYDROCHLORIDE: Buronil 5-1 FLUNITRAZEPAM: Rohypnol 6-3 FLUOPROMAZINEH: Psyquil, Siquil, Vesprin 7-1 FLUOESONE: Bripidan 8-1 FLURBIPROFEN: Froben 9-0 FLOPENTHIXOL DECANOATE FLOPENTHIXOL HYDROCHLORIDE: Depixol, Fluanxol, EmergH 11-0 FLUPHENAZINE DECANOATE 12-0 FLUPENHAZINE ENANTHATE FLUPHENAZINE HYDROCHLORIDE: Modecate, Moditen, Anatensol, Dapotum, Lyogen, Omca, Pancinol, Siqualone, Permiti}, Prolixin, Sevinol. Note: 11 numero 5, FLUNITRAZEPAM (Rohypnol), che e Valium fluorurato, venne recentemente prescritto ad un giovane nell' Australia Oceidentale e venne poi incolpato per i1 suo conseguente decesso. II Valium (Diazepam) era il "tranquillante pili coinvolto" in vittime di incidenti stradali, secondo gli studi condotti all'universita di Sydney (Prof. Graham Starmer, Quantum, 26 aprile 1988). Una questione ovvia: Che effetto aggravante possono avere Ie varieta fluorurate a potenza incrementata (Rohypnol) sugli incidenti stradali? Rohypnol e Valium sono marchi di proprieta della Roche; la Roche era un socia svizzero del cartello della LG. Farben, ed e probabilmente pili famigerata per la terribile tragedia della famiglia Stanley Adams, come accuratamente riportata nel film, Una Canzone per l'europa. II programma della ABC TV, 7.30 Report (12 maggio 1988), race onto come il sistema penale dell' Australia Occidentale somministrasse regolarmente Serapax e Rohypnol (medicine sinergiche) ai detenuti per "trasformarli in piccoli robot per Ia maggior parte del tempo" induso, venne affermato, durante il periodo di gravidanza FLURAZEPAM HYDROCHLORIDE: Dalmane, Dalmadorm 15-2 FLUSPIRILINE: Redeptin, Imap 16-2 HALOPERIDOL: Haldol, Serenace 17-1 PENFLUORIDOL: Semap 18-2 PIPAMPERONE: Dipiperon, Propitan TRIFLUOPERAZINE HYDROCHLORIDE: Amylozine Spansules, Stelabid Elixir, Stelabid Forte pastiglie, Stelazine, Eskazine, Calmazine, Chemflurazine, Clinazine, Fluazine, Novofluazine, Pentazine, Solazine, Trifluoper-Ez Ets, Triflurin, JatroneuraI, Terfluzin, Terfluzine 20-0 TRIFLUPERIDOL 21-2 TRIFLUPERIDOL HYDROCHLORIDE: Triperidol, PsicoperidoL Questo e un totale di 21 composti tranquillanti al flu oro pili in addizione 58 marchi dei maggiori prodotti tranquillanti che usano fluoro come ingrediente. Indubbiamente molti altri saranno stati aggiunti alla lista dato che illavoro a cui ci si riferisce venne pubblicato nel giugno Note di rilievo: Ana Florida International University (Rotton, Tikovsky e Feldman) dimostrarono che "... piccole quantita (0.45 p.p.m.) di soluzione di fluoruro di sodio... danneggiano Ie caratteristiche sensomotorie della visione" con il conseguente abbassamento nei tempi delle reazioni mentali efisiche (effetto dei sedativi e NEXUS 19

4 dei tranquillanti) (lap., vol 67:2). Questa scoperta risulta importante nella guida di veicoli 0 nell'utilizzo di macchinari, a meno di altre conseguenze. Nonostante do, i tentativi compiuti nell'arco di diversi anni per attirare l'attenzione di quelle autorita uffidalmente responsabili della sicurezza stradale e industriale, hanno incontrato soltanto silenzio e ostruzionismo. All'inizio del 1987, ricercatori svedesi collegarono gli effetti dei tranquillanti con i difetti dalla nascita, citando (su Lancet) come principali colpevoli i farmaci (Diazepam e Valium) a base di benzodiazepine.. GLI ANESTETICI FLUORURATI Incoscienza al fluoro (II penultimo nel controllo della mente e del comportamento) Come con i tranquillanti al fluoro, vi sono un numero di anestetici alogenati con cloro e bromo. I modemi anestetici 'popolad' sono quellielencati sotto, che sono tutti fluorurati. Di nuovo, sono tutti agenti anti-colinergici con effetti progettati e intenzionali sui sistemi nervosi I centrali umani, abbinati a depressioni cardiache e di respirazione. 1- FLUOXENE 2- ISOFLURANE: Forane 3-METHOXYFL URANE: Penthrane 4- ENFLURANE: Ethrane 5- HALOTHANE: Fluorothane, Somnothane. Nota: Vi sono studi scientifici che dimostrano come la discendenza degli anestetisti ha un numero di difetti di nascita maggiore che la media del pubblico. Una statistica significativa nella stabilita connessione tra mortalita perina tale e fluoruro (SIDS). AIeuni dei pericolosi effetti collaterali riportati nella letteratura medica sugli anestetici al fluoro sono difficili da separare da quegli effetti intesi a indurre uno stato di incoscienza auspicabilmente controllabile. Ad esempio, sotto "effetti tossici" sono elencati "depressione respiratoria", "azione depressiva sui sistema cardiovascolare", "bradicardia e profonda ipotensione~'; (0 abbassamento e cadute della pressione sanguigna); "disfunzioni epatiche" (0 danni al fegato), 'Thalothane blocca la trasmissione degli impulsi dei nervi attraverso i gangli" (0 inibizione del sistema nervoso centrale), e "arresto cardiaco" (0 morte). In altre parole, tutti gli effetti anti-colinergici variamente intesi 0 variamente inerenti sono indotti dai propellenti al fluoro, dai farmaci al fluoro e/o tranquillanti al fluoro <> disinfestanti al fluoro. Fino a questa momento, i 'dati' di queste pagine illustrario come il fluoro e la fluorurazione' sono stati venduti, confezionati e/o prescritti per la credibilita del pubblico e deiprofessionisti sulle basi della 'salute'. La parte finale riguarda 10 stesso alogeno come in realta e, realmente era e sempre sara, e come viene impiegato nei prodotti elencati. Esso e uno dei pili morta Ii, multi~fun:iiona1i e insidiosi veleni conosciuti dall'uomo. E' significativo, nel contesto del deliberato controllo governativo delle menti e dell'intervento fisico/chimico, notare. che in Australia gli agenti pericolosi anti-metabolici al fluoro e gji agenti anti-colinergici beneficiano dell'approvazione di stato e federale e dei sussidi di distribuzione, mentre Ie sicure sostanze ~~m~~~~_~m_i~~~~~mb_1 nutritive, vital mente necessarie per combattere e riparare i danni sistemici cronici provocati dalle 'medicine lib ere, song disponibili per Ie vittime solo a costi con5iderevoli. lnoltre, la stessa burocrazia che ha approvato gli 'assassini', ha cercato di restringere I' accesso pubblico a questi rimedi. Aleuni comitati Iocali arrivano a viol are Ie leggi sulle prescrizioni mediche e distribuiscono liberamente pastiglie di fluoruro di sodio per i bambini senza' nessuna avvertenza, ancar mend senza nessun consiglio sugli antidoti. E gli stessi strumenti governativi e i 'capi' dei ministeri che 8i oppongono alla pronta disponibilita dei supplementi nutrizionali sono gli stessi funzionari pubblid che falsificano, imbrogliano, frodano, infamano, diffamano, ricattano e forzano Ia distribuziqne 0 costringono l'assunzione di fluori e diprodotti che contengono fluoro; 10 stesso vale per quelli che, contrariamente alla Costituzione Australiana (Sezione 51, xxiiia) hanno legiferato I'immissione di prodotti chimici nelle nostre acque potabili. medicine Riassumendo assassine quanta sono sopra, appro vate, incoraggiate 0 forzate e spon Ie sorizzate, mentre i vitali rimedi nutrienti e metaboliti (resisi necessari dai pericolosi medicinali 'liberi') non ricevono sussidi rna spesso sono ufficialmente scoraggiati ed ostacolati. STERMINATORI FLUORURATI La morte al flu oro ( L'ultima nel controllo della mente e del comportamento) Come i tranquillanti e gji anestetici, i gas chimici per uso bellico sonoalogenati. I gas per l' ordine pubblico, i gas lacrimogeni, cont~ngono siacloro (clorurati: ad esempio, il Mace) 0 bromo.(brominati) come alogenati, rna i mortali gas nervini Soman e Sarin, sviluppati in Gerrnania (LG. Farben), sono entrambi fluorurati e rimpiazzarono it precedente Tabun a base di cloro per la lora velocita ed efficacia nell'eliminare it nemico, tramite illoro agente anti-colinergico ad effetto immediato. 1- SARIN: Isopropyl methylphosphonofluoridate 2- SOMAN:Pinacolyl methylphosphonofluoridate. La morte quasi immediata causata dall' esposizione ai gas nervini e il risultato del 'blocco' istantaneo della catalisi e del.l'azione dei nervi da parte dei gas al fluoro, da un effetto acuto.. anti,-colinergico ('blocco' enzimatico) e la conseguente cessazione delle funzioni del cuore e dei polmoni. Includiamoqui due composti medicali al fluoro chiamati: 3- DYFLOS (Di-isopropyl fluorophosphate): Progettato per trattare, tra I'altro, il glaucoma negli occhi, e descritto nella letteratura come un "irreversibile inibitore colinesterase (agente anti-colinergico) e gli effetti tossici possono essere prolungati. La tossicita del sistema avviene dopo l'inalazione del vapore." 4- FLUOROURACIL:L'uracil e un nietabolita umano essenziale. Viene fluorurato in un ultimo tentativo di controllare la crescita e/(jper. distruggere Ie cellule canceroseattraverso il 'blocco' dell'attivita enzimatica (DNA e RNA). "L'effetto tossico t'< grave e talvolta fatale. " E' spes so paractossale nell' azione e provoca il cancro. Gli effetti collaterali, tutti gravi e numefosi, sono quelli associati ad altri agenti a basedifluoro visti in precedenza. Le conseguenze fisiologiche che 5i presentano a questa deli- 20 NEXUS

5 berata fluorurazione di un metabolita umano illustra il pericolo mortale di ogni processo di fluorurazione rna, in particolare, la fluorurazione di un metabolita vitale (che 10 rende ad azione anti-metabolica), di un elettrolita umana 0 un nutrimento essenziale come I' acqua. 5- FLUOROACETAMIDE (Composto 1081): Un altro esempio di metabolita vitale, 'acetamide' che viene convertito (alogenato) in un potente anti-metabolita con la fluorurazione. In Inghlilterra, questa prodotto, un cugino chimico vicino a quanto usato per la fluorizzazione delle acque potabili, dei dentifrici, ecc., "e ristretto allo sterminio dei ratti sulle navie nelle fogue". 6- ACIDO IDROFLUOROSILICICO (acido fluorosilicico, acido idrofluorico): Un "prodotto tossico" dagli scarti dell'industria dei fertilizzanti, viene ora usato per la fluorizzazione dell'acqua potabile. E'riportato sulla letteratura medica, "Attenzione: Peiicoloso Inalare. L'inalazione dell'acido idrofluorosilicico da vestiario di cotone impregnato puo causare danni irreversibili ai polmoni in un minuto" data la sua attiviffi anti"colinergica. 7- FLUORURO m somo: Un prodotto di scarto dell'industria dell' alluminio e usato nella fluorizzazione dell' acqua potabile, questa pericolosa e intrattabile spazzatura e diventato, a forza di promozione e di astuta rieducazione del pubblico, l'ingrediente attivo nei pesticidi fluorurati, nei funghicidi, nei nematocidi, nei roditoricidi, negli anestetici, nei tranquillizzanti, nei medicamenti fluorurati (farmaceutici), in numerosi predotti industriali e domestici, dentifrici, gel e sciaqui alfluoro. Irtaltre parole, il fluoruro di sodio e talmente parte del guadagno multimiliardario dell'iridustria e della farmaceutica che ogni ritirata per qualsiasi ragione da parte dei promotori, dei sostenitori del fluoro 0 da chiunque altro abbia appoggiato tutto questo per qualunque motivo, e impossibile su basi finanziarie, su quelle della reputazioni ed e impensabile su basi legali. 8- FLUOROACETATO m somo (Composto 1080, come it numero 5, sopra): Questo sembra essere 10 'sterminatore' preferito per roditori, ecc., sulle basi conclamate che e leggermente mend pericoloso per gli uomini. Morire con il 1080 prendera un po pin di tempo e potra essere leggermente mend doloroso che il decesso con il Sara comunque non meno permanente. 9- SILICOFLUORURO m somo: Questo prodotto di scarto dell' industria dei fertilizzanti viene usato nella fluorizzazio De dell' acqua potabile. Per Ie leggi internazionali deve essere rimosso dai fertilizzanti cosl che i pascoli, Ie coltivazioni, Ie pecore e Ie mandrie non ne siano avvelenate. II fatto che poi venga venduto per essere eliminato attraverso Ie reni della popolazione non -e materia di competenza intemazionale. Fino a quando non venne trovato questo utilizzo pill proficuo, e stato usato quasi esclusivamente come insetticida e roditoricida - uno sterrninatore. Mentre queste tesi sono dirette aile fondamenta, dov'e piu facile che la gente possa venime affetta ( come risultato dell'essere schermata dalla verita), ci sara chi, mantenendo il ridicolo rna instillato 'complesso di referenze', necessitera di verificame il contenuto. Sara semplice per loro, con Ie loro fonti 0 conquelle della bibliotecapubblica, senza influenze suggerite dall' autore. Detto cio, l'autore riconosce di considerevole valore Ie segoenti referenze che sostengono queste tesi: -TIle Extra Pharmacopoeia, Martindale, edizioni n.2s e 27 - Encyclopaedia Britannica, edizione n.is TIle Unseen Hand, di Ralph Epperson The Case Against Fluoridation, di Lee Hardy Operation Mind Control, di Walter Bowart World Without Cancer, di G. Edward Griffin The Crime and Punishment of I.G. Farben, di Joseph Borkin Alcune irrefutabili, incontestabili corrispondenze, affermazioni e documenti scientifici dell'autore. EPILOGO Fino ache ci furono Ie attivita parlamentari di Harley Rivers Dickinson, Membro per il South Barwon (Victoria), che suggerirono Ie ricerche che portarono alia stesura di queste tesi, e conveniente che l'epilogo si debba riferire ad un lavoro pill rappresentativo sullo stesso soggetto (fluorizzazione degli acquedotti) da parte della stesso Membro nello stesso Parlamento. Nel febbraio 1983, Harley Dickinson pose due "interrogazioni" al Ministro della Sanita, T. Roper, nell' interesse dei costituenti del suo distretto di Geelong. La prima questione era in 10 parti e la seconda in 8 parti, permettendo alcune seuse per il ritardo nel preparare risposte comprensibili. Le risposte vennero fornite e ripbrtate sull' Hansard del? aprile 1988 dal destituito T. Roper, per conto dell' attuale Ministro della Sanita, D. White, pill di cinque anni dopo Ie interrogazioni un perido di attesa intollerabile in materia di salute, anche se Ie risposte fossero state date in modo generica,mente resonsabile, quali certamente non furono.. Senza entrare nei dettagli delle domande e delle risposte, avendo sottolineato I'estremo e pericoloso Iassismo del Govemo della Stato di Victoria, sara sufficente evidenziare che Ie risposte variarono dalle menzogne sui brevetti a involontarie ammissioni di frode ministeriale; dai ripetuti riferimenti ad 'evidenze' provatamente fraudolenti, ad accurate rna selezionate 'citazioni' delle evidenze nella letteratura; dall'ammissione di scorrettezze della burocrazia di Victoria ad asserzioni prive di fondamento. CONCLUSIONE Questa storia e piena di circostanze che si sovrappongono, 8i intrecciano,si incastrano al di la di ogni statistico 0 ragionevo Ie legame di caso 0 coincidenza. Perseguendo ogni sfaccettatura, ogni viale tortuoso, dalla "Dichiarazione Dickinson" come punto di partenza, il ricercatore incontrera confusione e dubbi ed ancora molte incredibili informazioni. La storia di Cecil Rhodes, degli allievi di Rhodes e dei suoi destinatari, la Fabian Society, i Bilderbergers, la riserva Federale delgi USA, gli Illuminati, Ie banche internazionali, la Casata dei Rothschild, e la General Aniline and Film, sono appena alcuni dei 'viali' che vanno esplorati e ehe vi terranno con i capelli 'ritti fino alia fine'! Copie della Dichiarazione Dickinson sono disponibili, a $6,00 ognuna (Australia) 0$7,00 ognuna (posta aerea), da The Australian Fluoridation News GPO Box 935G, Melbourne, Vic Fax: +61 (03) (Abbonamenti: sei numeri l' anno, AUD$15,00 per AustINZ; o AUD$20,OO per paesi oltremare, posta aerea) NEXUS. 21

Lo stato di Coma,Ictus cerebrale: fattori di rischio e posizione d'attesa. Epilessia, soccorso e classificazione

Lo stato di Coma,Ictus cerebrale: fattori di rischio e posizione d'attesa. Epilessia, soccorso e classificazione Lo stato di Coma,Ictus cerebrale: fattori di rischio e posizione d'attesa. Epilessia, Asma, intossicazioni, primo soccorso e classificazione COMA sindrome clinica caratterizzata da una mancata risposta

Dettagli

Un analisi dell utilizzo del Prozac, Paxil e Zoloft negli Usa dal 1988 al 2002.

Un analisi dell utilizzo del Prozac, Paxil e Zoloft negli Usa dal 1988 al 2002. Le tabelle sui suicidi indotti dall uso di psicofarmaci. Un analisi dell utilizzo del Prozac, Paxil e Zoloft negli Usa dal 1988 al 2002. Il metodo IMR - Patient Flow Model è stato ora utilizzato per analizzare

Dettagli

Tratto dal libro Come vivere 150 anni Dr. Dimitris Tsoukalas

Tratto dal libro Come vivere 150 anni Dr. Dimitris Tsoukalas Tratto dal libro Come vivere 150 anni Dr. Dimitris Tsoukalas CAPITOLO 18 - Quanto sono sicure le vitamine? Una delle cose che sembrano confondere di più il pubblico e gli scienziati nel campo della salute

Dettagli

DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA. Informazioni per i giovani. www.droganograzie.it

DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA. Informazioni per i giovani. www.droganograzie.it DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA? y s a t ecs Informazioni per i giovani www.droganograzie.it ECSTASY Anno 2009 A cura di: Dipartimento Politiche Antidroga - Presidenza del Consiglio dei Ministri Tratto

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Soluzione Schoum soluzione orale

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Soluzione Schoum soluzione orale Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Soluzione Schoum soluzione orale Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

Dettagli

Cause di malattia Genetiche:

Cause di malattia Genetiche: omeostasi Cause di malattia Genetiche: relativamente poche e derivano da alterazioni a carico di uno o più geni. Esempio: sindrome di Down (dovuta a trisomia del cromosoma 21); sindrome di Turner (dovuta

Dettagli

Cognizione, linguaggio e diritti degli animali Introduzione

Cognizione, linguaggio e diritti degli animali Introduzione Guardate queste immagini Università degli Studi di Milano Cognizione, linguaggio e diritti degli animali Introduzione Sandro Zucchi 2012-13 S. Zucchi: Cognizione, linguaggio e diritti degli animali 12-13

Dettagli

Conoscere i parametri vitali valutabili dal soccorritore Conoscere le tecniche di valutazione dei parametri vitali Riconoscere le situazioni di

Conoscere i parametri vitali valutabili dal soccorritore Conoscere le tecniche di valutazione dei parametri vitali Riconoscere le situazioni di Corso Base per Aspiranti Volontari della CROCE ROSSA ITALIANA VALUTAZIONE PARAMETRI VITALI INSUFFICIENZA CARDIACA - RESPIRATORIA OBIETTIVO DELLA LEZIONE Conoscere i parametri vitali valutabili dal soccorritore

Dettagli

Denominazione del medicinale STILLA DECONGESTIONANTE 0,05% collirio, soluzione Tetrizolina Cloridrato

Denominazione del medicinale STILLA DECONGESTIONANTE 0,05% collirio, soluzione Tetrizolina Cloridrato PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO Questo e un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che potete usare per curare disturbi lievi e transitori facilmente

Dettagli

Uno studio condotto da Green Cross e Pure Earth mette in evidenza la pericolosità di alcune sostanze per la salute dell uomo e dell ambiente

Uno studio condotto da Green Cross e Pure Earth mette in evidenza la pericolosità di alcune sostanze per la salute dell uomo e dell ambiente Uno studio condotto da Green Cross e Pure Earth mette in evidenza la pericolosità di alcune sostanze per la salute dell uomo e dell ambiente Quali sono le sostanze più inquinanti del Pianeta? Green Cross

Dettagli

Elementi dell etichetta del regolamento CLP

Elementi dell etichetta del regolamento CLP Elementi dell etichetta del regolamento CLP Il regolamento CLP (Classification, Labelling and Packaging of substances and mixtures) introduce nuovi simboli, indicazione e nuove regole di classificazione

Dettagli

SHOCK SHOCK. Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI. Corso formativo PSTI per i Volontari della Croce Rossa Italiana

SHOCK SHOCK. Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI. Corso formativo PSTI per i Volontari della Croce Rossa Italiana Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI OBIETTIVI Definire il SIGNIFICATO di Classificare i vari TIPI di RICONOSCERE precocemente l instaurarsi dello stato di Saper TRATTARE lo DEFINIZIONE Lo è un GRAVE

Dettagli

Scritto da Giovanni Creton Domenica 27 Febbraio 2011 17:32 - Ultimo aggiornamento Domenica 27 Marzo 2011 19:43

Scritto da Giovanni Creton Domenica 27 Febbraio 2011 17:32 - Ultimo aggiornamento Domenica 27 Marzo 2011 19:43 E evidente che lo screening per un tumore può diagnosticare la malattia molto precocemente, ma nel caso del tumore alla prostata il ricorso al test del PSA può creare dati incerti e rischi sanitari in

Dettagli

LE DOMANDE PIU FREQUENTI SULLA DONAZIONE

LE DOMANDE PIU FREQUENTI SULLA DONAZIONE LE DOMANDE PIU FREQUENTI SULLA DONAZIONE Si può decidere a chi donare i propri organi? No. Gli organi vengono assegnati ai pazienti in lista d attesa in base all urgenza e alla compatibilità clinica e

Dettagli

L importanza dell acqua dolce. Bene sempre più raro e prezioso, l acqua è una risorsa non rinnovabile e per questo non va sprecata.

L importanza dell acqua dolce. Bene sempre più raro e prezioso, l acqua è una risorsa non rinnovabile e per questo non va sprecata. L importanza dell acqua dolce Bene sempre più raro e prezioso, l acqua è una risorsa non rinnovabile e per questo non va sprecata. Il deficit mondiale di acqua L acqua è un bene indispensabile per la sopravvivenza

Dettagli

L ALCOLISMO. Un problema risolvibile

L ALCOLISMO. Un problema risolvibile L ALCOLISMO Un problema risolvibile MAPPA INTRODUZIONE DIPENDENZA PERCHÈ SI ABUSA? ASPETTI SOCIALI 1. GIOVANILE 2. VIOLENZA TERAPIE ASSOCIAZIONI UTILI L ALCOLISMO INTRODUZIONE È LA PIÙ ANTICA E DIFFUSA

Dettagli

IL FUMO DANNEGGIA LA SALUTE DELL APPARATO RESPIRATORIO:

IL FUMO DANNEGGIA LA SALUTE DELL APPARATO RESPIRATORIO: IL FUMO DANNEGGIA LA SALUTE DELL APPARATO RESPIRATORIO: note divulgative per aiutare a smettere di fumare 2 Devo veramente smettere di fumare? Il fumo è la causa principale della broncopneumopatia cronica

Dettagli

Università degli studi di Bologna

Università degli studi di Bologna Università degli studi di Bologna Master in tossicologia forense Giugno 2013 Franco Cantagalli USI ALTERNATIVI DELLE BENZODIAZEPINE Lormetazepam in gocce 1 Analisi chimica benzodiazepina composto insaturo

Dettagli

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi generali Metodi mirati Scoperta e sviluppo di nuovi

Dettagli

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO FUSIDIUM 1%

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO FUSIDIUM 1% FOGLIETTO ILLUSTRATIVO FUSIDIUM 1% FUSIDIUM 1 % Gocce oftalmiche Acido Fusidico CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Antinfettivo oculare. INDICAZIONI Fusidium è indicato in infezioni batteriche oculari causate

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA Edizione riveduta no : 6. Responsab. della distribuzione

SCHEDA DATI DI SICUREZZA Edizione riveduta no : 6. Responsab. della distribuzione Pagina : 1 êc { C : Corrosivo 8 : Sostanza corrosiva. Pericolo M» Produttore Responsab. della distribuzione Avenue Albert Einstein, 15 Avenue Albert Einstein, 15 1348 Louvain-la-Neuve Belgium 1348 Louvain-la-Neuve

Dettagli

Fumo e benessere riproduttivo

Fumo e benessere riproduttivo Fumo e benessere riproduttivo Cosa c è in una sigaretta? Più di 4000 sostanze tossiche sono contenute nel fumo di tabacco. - Nicotina: crea dipendenza - Monossido di carbonio: ostacola l'azione dei muscoli

Dettagli

I settimana (Medicine per fumare di meno)

I settimana (Medicine per fumare di meno) I settimana Giorno Numero Giorno (24 ore) Sabato 29 Sabato Domenica 29 Domenica Lunedì 35 Lunedì Martedì 26 Martedì Mercoledì 30 Mercoledì Giovedì 39 Giovedì I settimana (Medicine per fumare di meno) Medicine

Dettagli

RECENSIONE di Giada Gobbato & Giulia Dubber. Progetto: Diritto all'acqua

RECENSIONE di Giada Gobbato & Giulia Dubber. Progetto: Diritto all'acqua RECENSIONE di Giada Gobbato & Giulia Dubber Progetto: Diritto all'acqua Primo incontro (18 Gennaio 2013) I diritti umani sono diritti che spettano ad ogni essere umano e sono inviolabili, assoluti e non

Dettagli

ALCOL E GIOVANI: IL RUOLO DELL INFERMIERE NEL TERRITORIO

ALCOL E GIOVANI: IL RUOLO DELL INFERMIERE NEL TERRITORIO ALCOL E GIOVANI: IL RUOLO DELL INFERMIERE NEL TERRITORIO Valentina Di Mario INTRODUZIONE L uso di bevande alcoliche è da lungo tempo considerato un fattore di rischio per la salute pubblica. Il significato

Dettagli

Pomeriggio informativo Presentazione sui rifiuti speciali Giubiasco, autunno 2013

Pomeriggio informativo Presentazione sui rifiuti speciali Giubiasco, autunno 2013 Pomeriggio informativo Presentazione sui rifiuti speciali Giubiasco, autunno 2013 Giornata informativa I rifiuti speciali da economie domestiche negli ecocentri comunali Presentata da: Paolo Arcioni, caposettore

Dettagli

giovedì 12 luglio 2012 Analisi: Alluminio e Bario oltre la norma nell'acqua piovana!

giovedì 12 luglio 2012 Analisi: Alluminio e Bario oltre la norma nell'acqua piovana! giovedì 12 luglio 2012 Analisi: Alluminio e Bario oltre la norma nell'acqua piovana! Vi propongo diverse analisi di laboratorio e articoli di giornale che mostrano come da Orvieto a Firenze a Genova l'acqua

Dettagli

Somministrazione Insulina - Dossier INFAD. Diabete: Conoscerlo per gestirlo!

Somministrazione Insulina - Dossier INFAD. Diabete: Conoscerlo per gestirlo! Somministrazione Insulina - Dossier INFAD Diabete: Conoscerlo per gestirlo! GENERALITA Secondo l ISS il diabete è una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA DETONATORI DAVEYNEL

SCHEDA DATI DI SICUREZZA DETONATORI DAVEYNEL SCHEDA DATI DI SICUREZZA DETONATORI DAVEYNEL SEZIONE 1: IDENTIFICAZIONE DEL MATERIALE E DEL FORNITORE 1.1 Identificazione del prodotto: Detonatori non-elettrici con tubo ad onda d urto (serie 42000) Detonatori

Dettagli

LO SHOCK Cors r o s B as a e s.. Relat a ore: Mo M nitore C RI R oberto Va V l a erian a i

LO SHOCK Cors r o s B as a e s.. Relat a ore: Mo M nitore C RI R oberto Va V l a erian a i LO SHOCK Corso Base. Relatore: Monitore CRI Roberto Valeriani Lo shock è l insieme dei sintomi che sopravvengono quando l organismo subisce un aggressione acuta. Questo stato patologico esprime la reazione

Dettagli

Che cos è il doping? Indica l uso di farmaci o sostanze farmacologicamente attive, non giustificato da uno stato di malattia

Che cos è il doping? Indica l uso di farmaci o sostanze farmacologicamente attive, non giustificato da uno stato di malattia Il Doping Che cos è il doping? Il doping è l uso di sostanze o metodi che, per natura, dosaggio, metodo e applicazione, sono nocivi alla salute e/o possono migliorare artificiosamente la prestazione fisica.

Dettagli

ANALISI DEGLI INCIDENTI IN BALFOUR BEATTY RAIL Firenze 15 SETTEMBRE 2011

ANALISI DEGLI INCIDENTI IN BALFOUR BEATTY RAIL Firenze 15 SETTEMBRE 2011 ANALISI DEGLI INCIDENTI IN BALFOUR BEATTY RAIL Firenze 15 SETTEMBRE 2011 Seminario d informazione del Comitato Salute e Sicurezza ABC Sicurezza Cantieri 1 INCIDENTE E un evento imprevisto che provoca una

Dettagli

Opuscolo. Soltanto sorseggiandolo piano e assaporandolo lentamente, si può apprezzare e godere appieno del gusto composito di un vino.

Opuscolo. Soltanto sorseggiandolo piano e assaporandolo lentamente, si può apprezzare e godere appieno del gusto composito di un vino. Opuscolo Il vino con moderazione Il vino: la cultura della moderazione Da millenni la produzione e il consumo di vino fanno parte del retaggio europeo. L UE è il principale produttore di vino al mondo,

Dettagli

EVENTI AVVERSI ED INTERAZIONE TRA FARMACI

EVENTI AVVERSI ED INTERAZIONE TRA FARMACI Organizzatore: J&B S.R.L. Unipersonale Indirizzo: VIA PIEMONTE 12 Città: 87036 RENDE (CS) Telefono: 0984/837852 Fax: 0984/830987 Referente: Dott. DANIELE PERRELLI - WEB - www.jbprof.com info@jbprof.com

Dettagli

TESTAMENTO BIOLOGICO

TESTAMENTO BIOLOGICO GRUPPOGIOVANILE CHIESA CRISTIANA EVANGELICA ADI, Torino via spalato 9\b TESTAMENTO BIOLOGICO DEFINIZIONI 1 EUTANASIA: qualsiasi atto compiuto da medici o da altri, avente come fine quello di accelerare

Dettagli

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Informazioni per i genitori A cosa serve lo screening neonatale Questa pubblicazione serve ad illustrare perché è così importante

Dettagli

PRIMA DELL USO LEGGERE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO

PRIMA DELL USO LEGGERE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO OK pratica VN2/2013/65 Foglio illustrativo PRIMA DELL USO LEGGERE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO Questo è un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che potete usare per curare

Dettagli

3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro. Guida ai rischi. Protezione Vie Respiratorie. Prendi. a cuore. la tua sicurezza

3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro. Guida ai rischi. Protezione Vie Respiratorie. Prendi. a cuore. la tua sicurezza 3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro Protezione Vie Respiratorie Guida ai rischi Prendi a cuore la tua sicurezza A ogni respiro, possiamo inalare milioni di particelle. Le particelle nocive non sono

Dettagli

SORRIDI SEI CON BTK! ECCO LA GUIDA A TUTTO QUELLO CHE AVRESTI VOLUTO SAPERE SULL IMPLANTOLOGIA DENTALE. Lavoriamo con il sorriso, per il sorriso.

SORRIDI SEI CON BTK! ECCO LA GUIDA A TUTTO QUELLO CHE AVRESTI VOLUTO SAPERE SULL IMPLANTOLOGIA DENTALE. Lavoriamo con il sorriso, per il sorriso. SORRIDI SEI CON BTK! ECCO LA GUIDA A TUTTO QUELLO CHE AVRESTI VOLUTO SAPERE SULL IMPLANTOLOGIA DENTALE. Lavoriamo con il sorriso, per il sorriso. www.bioteconline.com SORRISO il nostro biglietto da visita

Dettagli

COLESTEROLO. l insidioso killer del cuore. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate

COLESTEROLO. l insidioso killer del cuore. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate COLESTEROLO l insidioso killer del cuore A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate Cos è il COLESTEROLO Il Colesterolo è una sostanza che appartiene

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore. Dequadin 0,25 mg compresse Dequalinio cloruro

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore. Dequadin 0,25 mg compresse Dequalinio cloruro Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Dequadin 0,25 mg compresse Dequalinio cloruro Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene importanti informazioni

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. Voltaren Emulgel 2% gel diclofenac dietilammonio

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. Voltaren Emulgel 2% gel diclofenac dietilammonio Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Voltaren Emulgel 2% gel diclofenac dietilammonio Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché contiene importanti informazioni

Dettagli

Quando e come informare i genitori

Quando e come informare i genitori Quando e come informare i genitori Obiettivi dell informazione Aumentare le conoscenze Modificare le false convinzioni Rispondere alle domande poste Aumentare la capacità di gestione autonoma delle diverse

Dettagli

DICHIARAZIONE DI HELSINKI (OTTOBRE 2013)

DICHIARAZIONE DI HELSINKI (OTTOBRE 2013) DICHIARAZIONE DI HELSINKI (OTTOBRE 2013) PREMESSE 1. L Associazione Medica Mondiale (WMA) ha elaborato la Dichiarazione di Helsinki come dichiarazione di principi etici per la ricerca medica che coinvolge

Dettagli

DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA. Informazioni per i giovani. www.droganograzie.it

DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA. Informazioni per i giovani. www.droganograzie.it DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA? a n i a coc Informazioni per i giovani www.droganograzie.it COCAINA Anno 2009 A cura di: Dipartimento Politiche Antidroga - Presidenza del Consiglio dei Ministri Tratto

Dettagli

Il vino con moderazione

Il vino con moderazione Il vino con moderazione Il vino: la cultura della moderazione Da millenni la produzione e il consumo di vino fanno parte del retaggio europeo. L UE è il principale produttore di vino al mondo, come anche

Dettagli

Quadro normativo di riferimento: disposizioni normative e linee guida operative

Quadro normativo di riferimento: disposizioni normative e linee guida operative PIANO FORMATIVO REGIONALE 2012 Evento N 7 La gestione delle allerte sanitarie in ambito di sicurezza alimentare Pisa 10 giugno 2013 Quadro normativo di riferimento: disposizioni normative e linee guida

Dettagli

ESSERE AIUTA IL PRONTO SOCCORSO. Ministero della Salute

ESSERE AIUTA IL PRONTO SOCCORSO. Ministero della Salute ESSERE AIUTA IL PRONTO SOCCORSO Ministero della Salute Accordo di collaborazione tra il Ministero della Salute e l Agenas Campagna informativa Il corretto uso dei servizi di emergenza-urgenza ESSERE AIUTA

Dettagli

Note introduttive sullo Scenar

Note introduttive sullo Scenar Note introduttive sullo Scenar Informazioni estratte da letture di Dott. A.N.Revenko, dott.ssa G.V.Subbotina, Dott. I.V.Semikatov Una delle più frequenti domande che ci sentiamo porre dai pazienti è: quale

Dettagli

Leggere attentamente l etichetta e la Scheda di 2Sicurezza (SDS)

Leggere attentamente l etichetta e la Scheda di 2Sicurezza (SDS) Leggere attentamente l etichetta e la Scheda di 2Sicurezza (SDS) Come si legge un etichetta L etichetta di un agrofarmaco deriva dalla valutazione di numerosi studi effettuati sul prodotto inerenti aspetti

Dettagli

DETERMINAZIONE N. V&A n. 602 del 23 aprile 2012

DETERMINAZIONE N. V&A n. 602 del 23 aprile 2012 16 18-5-2012 ALLEGATO2 DETERMINAZIONEN.V&An.602del23aprile2012 ALCOOLSAPONATO RIASSUNTODELLECARATTERISTICHEDELPRODOTTO 1 DENOMINAZIONEDELMEDICINALE Alcoolsaponatosoluzionecutanea 2 COMPOSIZIONEQUALITATIVAEQUANTITATIVA

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Accordo di collaborazione tra il Ministero della Salute e l Agenas Campagna informativa Il corretto uso dei servizi di emergenza-urgenza Contenuti informativi Pagina 1 di 9 L accesso all informazione favorisce

Dettagli

Cosa fare in caso d emergenza

Cosa fare in caso d emergenza Cosa fare in caso d emergenza Chiunque può trovarsi a dover decidere se prestare soccorso ad un infortunato. Le reazioni personali sono differenti durante un'emergenza. La cosa peggiore da fare è quella

Dettagli

PER VOLERSI BENE CI VUOLE FEGATO.

PER VOLERSI BENE CI VUOLE FEGATO. PER VOLERSI BENE CI VUOLE FEGATO. 1 L alcol è un nemico per la tua salute. (*) fonte: EPICENTRO - Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute L uso di alcol può provocare

Dettagli

Prodotti in fibra continua di vetro

Prodotti in fibra continua di vetro SEZIONE 0. INFORMAZIONI GENERALI Questi prodotti sono articoli ai sensi dell Articolo 3.3 del regolamento (CE) No. 1907/2006 (REACH). Non contengono sostanze destinate a essere rilasciate in condizioni

Dettagli

Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa

Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA COME DA DIRETTIVE 2001/58/CE E 1999/45/CE REDATTA SECONDO DECRETO MINISTRO DELLA SALUTE DEL 07/09/02 E DLGS 13/03/03 N. 65 Pag. 1 di 5 1. Identificazione della

Dettagli

ASPETTI GENETICI, FISICI, MOTORI, MEDICI.

ASPETTI GENETICI, FISICI, MOTORI, MEDICI. LEZIONE: LA SINDROME DI DOWN (PRIMA PARTE) PROF. RENZO VIANELLO Indice 1 UN PO DI STORIA ----------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3 2

Dettagli

I TRAPIANTI. - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta

I TRAPIANTI. - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta I TRAPIANTI - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta facilmente ad amplificazione e distorsione da parte dei mass-media. - Per trapianto si intende la

Dettagli

CODICE ETICO 1. PREMESSA

CODICE ETICO 1. PREMESSA CODICE ETICO 1. PREMESSA 1.1.L Istituto Universitario di Studi Europei (di seguito l Istituto ) è un'associazione senza scopo di lucro che ha ottenuto dalla Regione Piemonte l'iscrizione nel registro regionale

Dettagli

Il rischio cancerogeno e mutageno

Il rischio cancerogeno e mutageno Il rischio cancerogeno e mutageno Le sostanze cancerogene Un cancerogeno è un agente capace di provocare l insorgenza del cancro o di aumentarne la frequenza in una popolazione esposta. Il cancro è caratterizzato

Dettagli

APPARATO RESPIRATORIO RESPIRATORIO

APPARATO RESPIRATORIO RESPIRATORIO APPARATO RESPIRATORIO TURBE del RESPIRO SINDROME da ANNEGAMENTO Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI OBIETTIVI Cenni di ANATOMIA e FISIOLOGIA dell APPARATO RESPIRATORIO Le TURBE DEL RESPIRO: INSUFFICIENZA

Dettagli

Il nuovo testo unico sulla prevenzione aggiornato al D.Lgs 106/2009: indicazioni per i dirigenti. Albano Laziale, 13/15 Aprile 2010

Il nuovo testo unico sulla prevenzione aggiornato al D.Lgs 106/2009: indicazioni per i dirigenti. Albano Laziale, 13/15 Aprile 2010 Il nuovo testo unico sulla prevenzione aggiornato al D.Lgs 106/2009: indicazioni per i dirigenti Albano Laziale, 13/15 Aprile 2010 Agenti Chimici Pericolosi Dr. Sandro Sanna Dirigente Medico SPRESAL ASL

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina 1 di 5 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

Caratterizzazione chimica: polvere per soluzione per iniezione o infusione (Principio Attivo: fludarabina fosfato)

Caratterizzazione chimica: polvere per soluzione per iniezione o infusione (Principio Attivo: fludarabina fosfato) FLUDARA I.V. (materiale bulk (sfuso)) 1. Identificazione della sostanza/prodotto e dell azienda/produttore 1.1 Nome commerciale: Fludara i.v. (materiale bulk (sfuso)) 1.2 Uso: prodotto medicinale 1.3 Azienda

Dettagli

Sodio fosfato Zeta 16% / 6% soluzione rettale Foglio illustrativo Zeta Farmaceutici S.p.A.

Sodio fosfato Zeta 16% / 6% soluzione rettale Foglio illustrativo Zeta Farmaceutici S.p.A. SODIO FOSFATO Zeta 16% / 6% soluzione rettale CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Lassativi. INDICAZIONI TERAPEUTICHE - Trattamento della stitichezza. - Condizioni cliniche che richiedono uno svuotamento intestinale

Dettagli

FORUM ETICO ANNO 2004

FORUM ETICO ANNO 2004 GRUPPO MINISTERIALE CENTRO CRISTIANO IL BUON SAMARITANO FORUM ETICO ANNO 2004 La Donazione degli Organi 1. Trapianto, donazione e organi: nozioni 2. Prelievo ed Impianto degli organi 3. L accertamento

Dettagli

Ordinanza sulla disinfezione e la disinfestazione

Ordinanza sulla disinfezione e la disinfestazione Ordinanza sulla disinfezione e la disinfestazione 818.138.2 del 4 novembre 1981 (Stato 30 aprile 2002) Il Consiglio federale svizzero, visti gli articoli 4 e 38 capoverso 1 della legge del 18 dicembre

Dettagli

PROPORZIONALITÀ DELLE CURE

PROPORZIONALITÀ DELLE CURE 1 2 PROPORZIONALITÀ DELLE CURE Principio della proporzionalità delle cure: si deve intervenire sul paziente tanto quanto serve alla sua salute, né più né meno. Ciò si valuta nella totalità della persona

Dettagli

! Classificazione delle proprietà pericolose! Schede dei dati di sicurezza! Immagazzinamento! Smaltimento

! Classificazione delle proprietà pericolose! Schede dei dati di sicurezza! Immagazzinamento! Smaltimento Legislazione in materia di protezione dell ambiente, della salute e dei lavoratori Corso di aggiornamento per responsabili di laboratorio di scienze Aprile 2014 Bellinzona Argomenti! Classificazione delle

Dettagli

3. Identificazione e classificazione dei rifiuti

3. Identificazione e classificazione dei rifiuti Revisione 0 Pagina 1 di 7 3. 3.1 Aspetti generali Con il termine di rifiuti, in base al D.lgs del 05/02/1997 n 22 (Decreto Ronchi), si intende qualsiasi sostanza od oggetto di cui il detentore necessiti

Dettagli

Messaggio del Segretario Generale delle Nazioni Unite

Messaggio del Segretario Generale delle Nazioni Unite Messaggio del Segretario Generale delle Nazioni Unite in occasione della Prima Settimana Mondiale della Sicurezza Stradale, 23-29 aprile 2007. L a Prima Settimana Mondiale della Sicurezza Stradale delle

Dettagli

Riconoscere lo stato di incoscienza. Saper effettuare manovre su pazienti incoscienti. Saper riconoscere un paziente in stato di shock

Riconoscere lo stato di incoscienza. Saper effettuare manovre su pazienti incoscienti. Saper riconoscere un paziente in stato di shock Corso Base per Aspiranti Volontari della CROCE ROSSA ITALIANA INFORTUNATO INCOSCIENTE SHOCK OBIETTIVO DELLA LEZIONE Riconoscere lo stato di incoscienza Saper effettuare manovre su pazienti incoscienti

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DATI DI SICUREZZA secondo la Direttiva (EU) No. 1907/2006 Pagina: 1 Data di compilazione: 16.08.2010 Revisione: 15.03.2013 N revisione: 3 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa

Dettagli

ASEA: INFORMAZIONI PER TUTTI. PAGINA

ASEA: INFORMAZIONI PER TUTTI. PAGINA CHE COS'E' ASEA? ASEA è composto da migliaia di miliardi di molecole di segnalazione Redox perfettamente equilibrate e sospese in una soluzione salina pura (le stesse molecole presenti nelle cellule del

Dettagli

Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore. Atosiban Ibisqus 6,75 mg/0,9 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente

Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore. Atosiban Ibisqus 6,75 mg/0,9 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore Atosiban Ibisqus 6,75 mg/0,9 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché

Dettagli

LA DROGA DROGA: tutte le sostanze, naturali o artificiali che modificano il funzionamento del sistema nervoso

LA DROGA DROGA: tutte le sostanze, naturali o artificiali che modificano il funzionamento del sistema nervoso LA DROGA DROGA: tutte le sostanze, naturali o artificiali che modificano il funzionamento del sistema nervoso in genere agiscono sulle sinapsi, alterando la trasmissione dell impulso nervoso e provocando

Dettagli

Vendita di prodotti chimici Sistema di classificazione e etichettatura GHS

Vendita di prodotti chimici Sistema di classificazione e etichettatura GHS Vendita di prodotti chimici Sistema di classificazione e etichettatura GHS Ripercussione del sistema GHS sulle farmacie mercoledì 17 settembre 2014 Bellinzona Fabrizio Guidotti Repubblica e Cantone Ticino

Dettagli

Conclusioni scientifiche

Conclusioni scientifiche Allegato II Conclusioni scientifiche e motivi della revoca o variazione dei termini delle autorizzazioni all immissione in commercio e spiegazione dettagliata delle differenze rispetto alla raccomandazione

Dettagli

L asma non va in vacanza

L asma non va in vacanza L asma non va in vacanza Non dimenticare di controllare ASMA e RINITE allergica anche d estate A cura della Merck Sharp & Dohme (Italia) S.p.A.Via G. Fabbroni, 6-00191 Roma www.msd-italia.it www.univadis.it

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PREPARATO SALVANS OXYD - EMULSIONE OSSIDANTE PROFUMATA 40 VOL.

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PREPARATO SALVANS OXYD - EMULSIONE OSSIDANTE PROFUMATA 40 VOL. SCHEDA DI SICUREZZA DEL PREPARATO SALVANS OXYD - EMULSIONE OSSIDANTE PROFUMATA 40 VOL. Data di emissione della scheda : 08/06/2012 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA 1.1 Identificazione del

Dettagli

LE ANALISI SULL ACQUA

LE ANALISI SULL ACQUA LE ANALISI SULL ACQUA L'acqua e i suoi composti naturali Chimicamente l acqua è una molecola composta da due atomi di idrogeno e uno di ossigeno. Durante il suo percorso attraverso il terreno e le rocce,

Dettagli

RITALIN SR/ RITALIN LA

RITALIN SR/ RITALIN LA RITALIN SR/ RITALIN LA PROPRIETA /USO TERAPEUTICO CHE COS E IL RITALIN/SR-LA E QUANDO E UTILIZZATO? Il principio attivo di Ritalin, di Ritalin SR (Sustained Release = liberazione prolungata della sostanza

Dettagli

Animali: uccisione, maltrattamento, combattimenti, abbandono

Animali: uccisione, maltrattamento, combattimenti, abbandono Animali: uccisione, maltrattamento, combattimenti, abbandono Con la legge n. 189/2004 è stato introdotto nel Codice Penale il TITOLO IX-BIS DEI DELITTI CONTRO IL SENTIMENTO PER GLI ANIMALI il quale modifica

Dettagli

Crisi convulsive Sostanze psicoattive

Crisi convulsive Sostanze psicoattive CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO PROVINCIALE DI ROMA Crisi convulsive Sostanze psicoattive CROCE ROSSA ITALIANA - a cura del Capo Monitore V.d.S. Iannozzi Emanuela CRISI CONVULSIVE Susseguirsi di movimenti

Dettagli

IL PROGETTO EUROPEO MAPEC_LIFE

IL PROGETTO EUROPEO MAPEC_LIFE IL PROGETTO EUROPEO MAPEC_LIFE Monitoraggio degli effetti dell inquinamento atmosferico sui bambini a supporto delle politiche di sanità pubblica Monitoring Air Pollution Effects on Children for supporting

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITA MEDICINALE NEPITUSS 1% gocce NEPITUSS 0,1% sciroppo 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Gocce (flacone da 30 ml) 100

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Traduzione non ufficiale a cura del Dipartimento della sanità pubblica e dell innovazione Direzione generale dei rapporti europei ed internazionali (DGREI) Ufficio III Rapporti con

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI ENERGIA ELETTRICA

IMPIANTI ELETTRICI ENERGIA ELETTRICA IMPIANTI ELETTRICI ENERGIA ELETTRICA forma di energia più conosciuta ed utilizzata facilmente trasportabile facilmente trasformabile in energia meccanica, termica, chimica, luce pericolosa in caso di guasti,

Dettagli

ANATOMIA DELL ORECCHIO UMANO

ANATOMIA DELL ORECCHIO UMANO ANATOMIA DELL ORECCHIO UMANO Approccio all infortunato 1) Protezione del soccorritore 2) Valutazione rischio ambientale si Il paziente va rimosso no 3) Valutazione delle condizioni dell infortunato Approccio

Dettagli

Alcol, droghe e comportamenti a rischio

Alcol, droghe e comportamenti a rischio 26 marzo 2014 h. 09.10-11.00: LEZIONE DI LEGALITA Alcol, droghe e comportamenti a rischio prof.ssa Alessandra Busulini Mosaico - classi 1 e : prevenzione all uso di alcol Mosaico - classi 2 e : prevenzione

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE AREA SUD MILANESE

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE AREA SUD MILANESE Opera MALORI IMPROVVISI PERDITE DI SENSI MALORI DOVUTI A DISTURBI DEL S.N. MALORI PER CAUSE AMBIENTALI 1. Perdite di coscienza transitorie Lipotimia (debolezza con o senza perdita coscienza) Sincope (improvvisa

Dettagli

Allegato III. Modifiche agli specifici paragrafi del Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto e del Foglio Illustrativo

Allegato III. Modifiche agli specifici paragrafi del Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto e del Foglio Illustrativo Allegato III Modifiche agli specifici paragrafi del Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto e del Foglio Illustrativo Nota: Queste modifiche agli specifici paragrafi del Riassunto delle Caratteristiche

Dettagli

L uomo che soffre di EP spesso prova scarsa autostima, disagio, frustrazione, addirittura puo' soffrire anche di ansia e 2, 4, 6

L uomo che soffre di EP spesso prova scarsa autostima, disagio, frustrazione, addirittura puo' soffrire anche di ansia e 2, 4, 6 2f5hy Per problemi di visualizzazione clicchi qui 2f5hx L eiaculazione precoce (EP) e' una condizione medica frequente, in particolare e' la disfunzione sessuale piu' comune e in Italia ne soffre un uomo

Dettagli

Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa

Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA COME DA DIRETTIVE 2001/58/CE E 1999/45/CE REDATTA SECONDO DECRETO MINISTRO DELLA SALUTE DEL 07/09/02 E DLGS 13/03/03 N. 65 Pag. 1 di 5 1. Identificazione della

Dettagli

Trapianti d organi: aspetti antropologici ed etici Ramón Lucas Lucas, LC lucas@unigre.it www.ramonlucas.org

Trapianti d organi: aspetti antropologici ed etici Ramón Lucas Lucas, LC lucas@unigre.it www.ramonlucas.org 1 Trapianti d organi: aspetti antropologici ed etici Ramón Lucas Lucas, LC lucas@unigre.it www.ramonlucas.org 2 # Dal Libro Bioetica per tutti 3 4 TRAPIANTI D ORGANI Definizione: operazione chirurgica

Dettagli

IL FLUORO NELLE ACQUE POTABILI DEL TERRITORIO DELL AZIENDA USL RM F INFORMATIVA PER GLI UTENTI

IL FLUORO NELLE ACQUE POTABILI DEL TERRITORIO DELL AZIENDA USL RM F INFORMATIVA PER GLI UTENTI Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Azienda USL RM/F REGIONE LAZIO IL FLUORO NELLE ACQUE POTABILI DEL TERRITORIO DELL AZIENDA USL RM F INFORMATIVA PER GLI UTENTI CHE COS E IL FLUORO Il

Dettagli

Esperienze di sicurezza ambientale

Esperienze di sicurezza ambientale Esperienze di sicurezza ambientale Progetto Analisi statistica dell inquinamento atmosferico Istituto Tecnico Settore Tecnologico Marie Curie - Napoli Allievi Relatori: Francesco Capasso, Roberta Avolio,

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEI RISCHI: LO STRESS LAVORO CORRELATO (Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81) SEMINARIO CONFINDUSTRIA Roma, 11 dicembre 2008

LA VALUTAZIONE DEI RISCHI: LO STRESS LAVORO CORRELATO (Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81) SEMINARIO CONFINDUSTRIA Roma, 11 dicembre 2008 LA VALUTAZIONE DEI RISCHI: LO STRESS LAVORO CORRELATO (Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81) SEMINARIO CONFINDUSTRIA Roma, 11 dicembre 2008 La valutazione del rischio stress lavoro correlato questioni

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina 1 di 5 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli