Rassegna del 19/02/2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna del 19/02/2013"

Transcript

1 Rassegna del 19/02/2013

2 INDICE RASSEGNA STAMPA Rassegna del 19/02/2013 ALTRI ATENEI TOSCANI Nazione Pisa 19/02/13 P. 1-4 Test d'ingresso anticipati Coro di no Francesca Bondielli, Irene Salvini 1 Nazione Pontedera Valdera 19/02/13 P. 16 Quei cervelloni dell'itcg «Niccolini» Primi in matematica. E in italiano Ilenia Pistolesi 4 Tirreno 19/02/13 P. 3 La mano bionica a un ventenne 5 Tirreno Pontedera 19/02/13 P. III La mano bionica "pontederese" sarà trapiantata 6 MONDO UNIVERSITARIO Corriere Fiorentino 19/02/13 P. 6 Borse di studio, protesta in Regione 7 Tirreno 19/02/13 P. 7 Sos dei rettori: l'università muore 8 Avvenire 19/02/13 P. 1 Arriva la mano bionica con il senso del tatto 9 Avvenire 19/02/13 P. 8 Sei idee per salvare l'università Paolo Ferrario 11 Corriere Della Sera 19/02/13 P. 17 Obama e la conquista del cervello umano Massimo Gaggi 12 Corriere Della Sera 19/02/13 P. 23 «L'appello dei rettori? In ritardo, ma da sostenere» Valentina Santarpia 14 Corriere Della Sera 19/02/13 P. 23 «Giusto finanziarli ma gli atenei fermino gli sprechi» Mariolina Lossa 16 Corriere Della Sera 19/02/13 P. 23 Bersani: investire in conoscenza o il Paese si «de-sviluppa» Pier Luigi Bersani 17 Corriere Della Sera 19/02/13 P. 25 Quelle tracce d'acqua che cambiano la storia della Luna Giovanni Caprara 18 Corriere Della Sera 19/02/13 P. 35 l tribunale unico dei brevetti e l'esclusione dell'italia 19 Il Fatto Quotidiano 19/02/13 P. 12 Gli studenti Italiani "conquistati" dagli homeless Chloe Combi 20 Italia Oggi 19/02/13 P. 14 Diabete, bibite light nel mirino 21 Italia Oggi 19/02/13 P. 14 Scoperto il progenitore dei mammiferi 22 Left 16/02/13 P. 20 Le parole dell'italia giusta Walter Tocci 23 Left 16/02/13 P. 48 Ricercatori di futuro Donatella Coccoli 25 Libero 19/02/13 P. 8 Mario fischiato cambia ancora idea: nulla in comune col centrosinistra Brunella Bolloli 28 Libero 19/02/13 P. 20 Cosa dice il ministero della salute della robotica 29 Libero 19/02/13 P. 20 Il robot in chirurgia? "Non solo urologia" Manlio Piazzesi 30 Libero 19/02/13 P. 28 Quando la scienza spara balle spaziali Maurizio Schoepflin 31 Manifesto 19/02/13 P. 10 La grande muraglia dei brevetti 32 Messaggero 19/02/13 P. 21 Ecco la mano bionica Carla Massi 34 Repubblica 19/02/13 P. 19 "Una task force di scienziati per svelare i misteri della mente" ecco l'ultima sfida di Obama Federico Rampini 36 Repubblica 19/02/13 P. 19 Italiana la prima mano bionica con senso del tatto Enrico Franceschini 38 Sole 24 Ore 19/02/13 P. 36 È «made in Romagna» la ceramica della Nasa Roberto Iotti 39 Sole 24 Ore 19/02/13 P. 36 Così lo scafo di Luna Rossa è riuscito a mettere le ali 42 Sole 24 Ore 19/02/13 P. 38 Campania Bioscience al via con 47 aziende 43 Stampa 19/02/13 P. 25 L'obiettivo di Obama: mappare il cervello Paolo Mastrolilli 44 Tempo 19/02/13 P. 21 Lingue e computer Antonio Angeli 46 Tempo 19/02/13 P. 21 I segreti del clima nei gusci delle lumache 49 Unita` 19/02/13 P. 1 Usa, il cervello fermerà la crisi Luca Landò 50 Unita` 19/02/13 P. 1 Per il futuro dell'università Marco Mancini 51 Indice Rassegna Stampa Pagina I

3 Università Test d'ingresso anticipati Coro di no ra>;>:ïn 89iruauuxyz- A Protestano gli studenti per le prove d'ammissioneanticipate A pagina 4 Altri atenei toscani Pagina 1

4 IRE s I Ion si supererà lo stress post esame» Hai problemi di strutture nella scuola che frequenti? Invia la tua segnalazione, scrivi a: eronaea. pisardla naaio ne.net «Ateneo, bocciati i test di agone a luglio» Gli s dentá delle superiori respíngo I TEST d'ammissione si faranno a luglio. Anche a Pisa, per le facoltà universitarie a numero chiuso, non ci sarà il tempo per godersi la Maturità che gli studenti dovranno già cimentarsi fra domande e quesiti impegnativi. Come ha precisato il ministro Francesco Profumo, non ci saranno dietrofront riguardo al calendario delle prove d'ammissione, che sono addirittura programmate fino all'anno accademico 2014/2015. L'anticipazione si deve all'europeizzazione, come conferma il dicastero dell'istruzione, che ha anche pubblicato le date. Per l'anno 2013/2014 i test si svolgeranno per Medicina e Odontoiatria il 23 luglio, mentre per quanto riguarda Veterinaria il giorno successi- LA. - «Prove a ridosso degli esam i di maturità. N on ci sarà tem po per studiareí» vo. L'unico test che si svolgerà regolarmente a settembre sarà quello per i corsi sanitari, ovvero le materie Infermieristiche (4 settembre). La prova in lingua inglese per l'ammissione a Medicina, per tutti gli atenei nazionali e molte sedi estere è anticipata al 15 aprile. Le iscrizioni sono iniziate ieri e termineranno il 20 marzo. Nell'anno 2014/2015 tutti i test saranno anticipati addirittura al mese di aprile, quando gli studenti saranno nel bel mezzo della preparazione per la Maturità. Le prove per Medicina, Odontoiatria e Veterinaria saranno tenute dall'8 al 10 aprile, mentre per la professione infermieristica il 3 settembre. Inoltre sarà attuata, alla fine di quest'anno scolastico, la "norma Fioroni", che prevede un bonus di 10 punti su 100 per gli studenti meritevoli, vale a dire 80/100 alla Maturità e una media di almeno 7/10 nel triennio finale. Ma gli studenti non ci stanno e la polemica è sorta spontanea nelle aule. Abbiamo chiesto ad alcuni alunni dell'itc Pacinotti in via Benedetto Croce. Parlano Federico il progetto del ministr=o Profimio Fiorentini e conferma Noemi Moretti, entrambi studenti pisani al quinto anno: «In questo modo non avremmo il tempo materiale per riprenderci dallo stress post esame. I test già sono difficili, ora diventerà un'impresa prepararli in nemmeno 20 giorni, figuriamoci il prossimo anno che saranno ad aprile, sarà impossibile». Mentre Dario Grella, che si sta preparando all'esame finale giusto in questi giorni, sottolinea: «Dopo nove mesi impegnativi servirebbe uno stacco dallo studio per rendere al meglio». Ribadisce lo stesso concetto anche Luca Zarro. Filippo Buonamici, invece, pone l'accento sulla positività del bonus, in quanto «chi si è impegnato nel corso degli ultimi tre anni ed è riuscito a conseguire un ottimo voto anche all'esame si merita una ricompensa proporzionata allo sforzo». Francesco Bondielli Irene Salvini Altri atenei toscani Pagina 2

5 L MA i7.gar 0 Pacinotti Trop:ao poco tempo per i. p... rare al meglio un così importante Sarà un'impresa r rnaeuersi a studiare fin da subito dopo l'esa%,,e yyy ' Ì l,ì i'4r --«, t p B9 1Iïi acenotti» >.; y M41,f',/ i;., l L,a ù a cosa giusta sono i 3 0,unti di bonus per í.'in-, aegno costante Q,/$`<: s.3 GRELLA fi:r <t! acinottl» C dorrebbero più tempo e poso per preparare a regi glio la prova AL, ïssio F426NCk i'>,b Á,:rss Marconï» Pontedera Pi- d ffìcite colmare le La/-,u n,e nelle materie in c,u i s è più deboli LUCA F, s;3's %'s's.. e MATTEO BA?TOLIri meglio lasciare le.,nn v» come erano prima: >t% settembre Altri atenei toscani Pagina 3

6 ECCELLENTI RISU LTATI A LIVELLO NAZ IONALE I TEST «I NVALSI» G.GF. % % 70 UN ESERCITO di cervelloni le medie statistiche. con il pallino per la matematica, ma capaci di primeggiare anche I RAGAZZI dell'istituto tecnico nella lingua di Dante. I ragazzi svettano a livello nazionale (con dell'itcg Niccolini conquistano le un punteggio che supera 70, rispetto ad una media che si attesta vette nazionali nelle prove Invalsi, un sistema di verifiche periodiche sulle conoscenze e le abilità istituti tecnici italiani) e scavalca- sui 65 punti raggiunti dagli altri degli studenti italiani. Sono stati no anche i colleghi del Centro Italia e della Regione. Analogo risul- appena diffusi i dati relativi allo scorso anno scolastico e l'istituto tato che i " secchioni" del Niccolini avevano conquistato durante tecnico volterrano va alla grande quanto a livello di preparazione, l'anno scolastico 2011, a conferma di un alto livello di preparazio- sia nei test di matematica, che nelle prove di italiano. Ai test, effettuati sotto la supervisione di un va. Intanto l'itis Santucci di Pone scolastica e di offerta formati- ispettore Invalsi, hanno partecipato le classi seconde del Niccolini: fronta la sfida della robotica. Da marance, costola del Niccolini, af- in entrambe le prove, gli studenti alcuni anni, infatti, l'istituto pomarancino ha ampliato i si sono piazzati al di sopra di tutte propri programmi curriculari, inserendo un progetto interamente dedicato ad una disciplina che sta rivoluzionando il panorama scientifico. E proprio nell'ambito del pro- Al «Santucci» intanto i ragazzi affrontano la «sfida tecnolog ica» getto "robotica", oggi, al teatro dei Coraggiosi di Pomarance, parte un convegno dal titolo "L'evoluzione tecnologica e possibili scenari futuri". IL SEMINARIO è tenuto dal dottor Giorgio Buttazzo, professore ordinario di ingegneria informatica al Sant'Anna di Pisa, fondatore del laboratorio Retis e considerato uno fra i massimi esperti del settore. L'evento, organizzato dall'itis, si propone l'obiettivo di sviscerare l'attuale ruolo e sviluppo della robotica, nel quadro degli enormi passi avanti compiuti a livello scientifico e tecnologico. «L'invito - fanno sapere dall'istituto scolastico di Pomarance - è rivolto in maniera particolare ai ragazzi di tutte le scuole medie della Valdicecina, che si troveranno sempre di più, nel loro futuro, a confrontarsi con questa nuova scienza». Ilenia Pistolesi Altri atenei toscani Pagina 4

7 La mano bionica a un ventenne,.; G/% %/,,,/, ; La prima mano bionica al mondo in grado di restituire il senso del tatto dovrebbe essere trapiantata a Roma entro quest'anno. Lo ha annunciato Silvestro Micera, ricercatore italiano dell'ecole Polytechnique Federale di Losanna. II primo paziente, ha spiegato Micera che collabora anche con la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, dovrebbe essere un ragazzo di 20 anni che ha persola mano in un incidente. La mano bionica sarà connessa direttamente al sistema nervoso dei paziente con degli elettrodi collegati a due dei nervi principali del braccio. Altri atenei toscani Pagina 5

8 La mano bionica "pontederese" sarà trapiantata La pri ma mano bionica al mondo in grado di restituire il senso dei tatto realizzata nel PoloSant'Anna Valdera - dovrebbe essere trapiantata a Roma entro quest'anno. Lo ha annunciato Silvestro Micera, ricercatore italiano dell'ecole Polytechnique Federale di Losanna, durante un meeting a Boston. il primo paziente, haspiegato Micera che insegna alla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, dovrebbe essere un ragazzo di 20 anni che ha perso la mano in un incidente. La mano bionica sarà connessa direttamente al sistema nervoso del paziente con degli elettrodi collegati a due dei nervi principali dei braccio, il mediano e l'ulnare, e oltre ad essere controllata con il pensiero dovrebbe inviare, tramite sensori sulla superficie, anche i segnali relativi al tatto. VerrnalfireiriPo.fi ; Jer mi re P riarhia h mnlta Altri atenei toscani Pagina 6

9 UNIVERSITA' Borse O di studio, protesta in Regione Studenti universitari faccia a faccia, ieri, con la vicepresidente della Regione Targetti. La richiesta avanzata è di bloccare il decreto che rivede l'assegnazione delle borse di studio e che sarà discusso alla prossima Conferenza Stato-Regione. Mondo Universitario Pagina 7

10 Sos dei rettori: l versità muore Nelle sei proposte ai partiti anche la defiscalizzazione delle tasse di frequenza 1 PISA «Se ci fosse una Maastricht delle università saremmo ormai fuori dall'europa». È il grido d'allarme e di aiuto lanciato in una lettera-appello dalla Conferenza dei rettori (Crui) per salvare il mondo della ricerca italiano. «Nel nostro paese pare si sia ormai persa la nozione di quanto profondamente dalla cultura e dalla formazione dipenda la possibilità di un vero, duraturo sviluppo - ha commentato Fabio Beltram, direttore della Normale di Pisa - Da anni invece ci muoviamo in senso opposto. Sono ormai urgenti passi concreti che diano l'avvio ad una fase nuova». I rettori chiedono un impegno pubblico per salvare le università italiane con sei misure urgenti: «Defiscalizzare tasse e contributi universitari per aiutare le famiglie a non dover abbandonare l'università a causa della crisi economica, assicurare la copertura totale delle bor- Fabio Beltram, direttore della Normale di Pisa (Foto Muzzi) se di studio erogate da Regioni e atenei per garantire la formazione e la mobilità studentesca, abbattere l'irap sulle borse post-lauream e defiscalizzare gli investimenti delle imprese in ricerca per favorire la competizione nei settori ad alta intensità tecnologica, finanziare posti di ricercatore da destinare ad almeno il 10% dei dottori di ricerca e togliere i vincoli al turnover, restituire l'autonomia responsabile all'università per valorizzare le scelte di qualità». Infine, «incrementare i fondi per l'università all' 1% del Pil». «Il problema delle risorse economiche rimane centrale - ha detto Massimo Augello, rettore dell'ateneo pisano -ma abbiamo voluto sottolineare la necessità di dare concreta attuazione al principio dell'autonomia responsabile degli atenei, di sostenere il modello pubblico di istruzione e di garantire il diritto allo studio, soprattutto in una fase di crisi come quella attuale». Secondo Pierdomenico Perata, prorettore vicario della Scuola Superiore Sant'Anna «tutti i governi del presente e del passato hanno sempre affermato l'importanza dell'istruzione e della ricerca, purtroppo soltanto a parole. Il nostro paese non potrà mai competere con quelli emergenti solo sul piano della produzione di beni e non ha futuro se non investe in ricerca scientifica: è attraverso la ricerca e la creazione di nuove tecnologie che potremo uscire da una crisi che altrimenti ci condanna al declino». Mondo Universitario Pagina 8

11 I IMĀ --M Non solo si controlla con il pensiero, come fanno già molti degli arti artificiali, ma è l'unica capace di "'rimandare" segnali elettrici che danno a chi la indossa il senso dei tatto. La prima mano bionica al mondo di questo genere (sopra) ha un padre italiano, e se i programmi verranno confermati verra impiantata proprio in Italia, a Roma, entro la fine dell'anno. L'annuncio è di Silvestro Micera (sotto), ricercatore italiano dell'ecole Polytechníque Federale di Losanna. Il primo paziente dovrebbe essere un ragazzo di 20 anni (a fianco) che ha perso la mano in un incidente, prima dovrà indossare la mano per un mese per verificare se riuscirà ad adattarvisi. Mondo Universitario Pagina 9

12 L'arto bionico sarà connesso direttamente al sistema nervoso dei paziente con degli elettrodi collegati a due dei nervi principali del braccio, il mediano e l'ulnare, e oltre ad essere controllato con il pensiero dovrebbe inviare, tramite sensori sulla superficie, anche ì segnali dì ritorno relativi al tatto. Un primo prototipo è stato collegato temporaneamente a un paziente nel 2009, rendendolo capace di agitare le dita, fare un pugno e tenere alcuni oggetti, oltre che di percepire la sensazione di alcunì aghi che venivano piantati nel palmo (a fianco, i test cerebralì di preparazione; tutte le foto Ansa). Mondo Universitario Pagina 10

13 Sei idee per salvare l'università MILANO. «Se vi fosse una Maastricht delle Università, noi saremmo fuori dall'europa». Il baratro è vicino e, per non precipitarvi, la Conferenza dei rettori delle Università italiane (Crui), lancia un «appello ai candidati premier», chiedendo a tutti «un impegno pubblico» per evitare il tracollo del sistema universitario nazionale, «motore dello sviluppo del Paese». Per dare «una scossa» non più rinviabile, «che metta istruzione e ricerca tra le prime priorità dell'agenda-paese del futuro governo», la Crui individua «sei misure urgenti, per affrontare le emergenze più gravi, con l'impegno poi a verificarne puntualmente l'attuazione», una volta insediato il nuovo esecutivo. In cima alla liste delle priorità dei rettori c'è la defiscalizzazione delle Dalla Crui (rettori) un appello pubblico ai candidati premier: «C'è bisogno di una scossa o siamo fuori dall'europa» tasse e dei contributi universitari, «er aiutare le famiglie a non dover abbandonare l'università a causa della crisi economica». Secondo gli ultimi dati del Ministero, gli immatricolati sono scesi da (nel ) a (nel ), con un calo di 58mila studenti pari al 17% degli immatricolati dei Per venire incontro a chi è colpito dalla crisi, i rettori chiedono di «assicurare la copertura totale delle borse di studio erogate da Regioni e atenei» e, terzo punto, di «abbattere l'irap sulle borse post- lauream e defiscalizzare gli investimenti delle imprese in ricerca». La quarta misura indicata è relativa ai ricercatori e ai dottori di ricerca. Secondo l 'Adi, l'associazione di categoria, ben il 93% esce dal sistema universitario al termine dei triennio di dottorato. Per evitare «l'espulsione dei giovani migliori dal Paese e il progressivo invecchiamento della docenza», la Crui chiede quindi di «finanziare posti di ricercatore da destinare ad almeno il 10% dei dottori di ricerca e togliere i vincoli al turnover». Infine, ribadendo la necessità di «restituire autonomia» agli atenei, la Crui chiede di «incrementare i fondi per l'università all'1% dei Pil». Paolo Ferrario RIPRODUZIONE RISERUATP Mondo Universitario Pagina 11

14 l _ma _ L'ambizioso piano decennale dovrebbe servire anche a sviluppare una «intelligenza artificiale» Obama e la conquista dei cervello lappare la mente come gîiá. il genoma. E cosi curare l' z ei er DAL NOSTRO INVIATO NEW YORK - Trovare finalmente una cura per malattie degenerative fin qui impossibili da battere come Alzheimer e Parkinson, ma anche individuare meccanismi del funzionamento della mente da trasferire nei computer per sviluppare una «intelligenza artificiale» sempre più simile a quella dell'uomo. E l'ambizioso obiettivo di Brain Activity Map, un progetto decennale di ricerca per venire a capo dei misteri del cervello che Barack Obama intende lanciare nei prossimi giorni, inserendolo nella proposta di bilancio che presenterà al Congresso all'inizio di marzo. Un progetto che ha l'ambizione di essere per la medicina e le tecnologie digitali quello che l'apollo Program voluto da John Kennedy fu per l'avventura dell'uomo nello spazio negli anni Sessanta: verrà finanziato con fondi federali e metterà insieme istituti di ricerca pubblici e privati, strutture sanitarie e aziende tecnologiche come Google, Microsoft e Qualcomm che, come ha rivelato ieri il New York Times, hanno già partecipato a una riunione preparatoria tenutasi a metà gennaio in California. Ieri la Casa Bianca non ha voluto confermare ufficialmente le indiscrezioni di stampa, ma lo stesso Obama aveva accennato all'iniziativa una settimana fa: nel discorso sullo Stato dell'unione si era soffermato sulla necessità di non far mancare fondi alla ricerca pur nella necessaria politica di risanamento del bilancio. E aveva citato esplicitamente il cervello umano come una delle aree di ricerca nelle quali vale la pena di scommettere: un filone promettente capace di produrre non solo idee innovative, ma anche di far crescere intere nuove aree di attività scientifica, dalla optogenetica al «fluorescent imaging». E quindi nuove speranze per la medicina, ma anche nuove aree di attività economica capaci di creare molti posti di lavoro. Parole dirette al Congresso dove i repubblicani, che sono maggioranza alla Camera, non vogliono sentir parlare di nuovi, costosi piani d'investimento del presidente. Obama ha già messo le mani avanti notando come ogni dollaro speso per sostenere il progetto di mappatura del genoma ha prodotto 140 dollari di attività economiche. Col cervello la Casa Bianca vorrebbe seguire lo stesso schema, anche se, spiegano gli esperti, il funzionamento della mente umana è materia molto più complessa del dna. E ci sono già dubbi come quelli sollevati da Gary Marcus, un docente della New York University, secondo il quale la materia è troppo intricata e ha troppi aspetti diversi per essere affidata ad un unico piano di studio centralizzato: meglio creare diversi filoni di ricerca indipendenti per decifrare il linguaggio usato dal cervello nell'impartire i comandi, capire come i neuroni sono organizzati in circuiti cerebrali, individuare il modo in cui i geni contenuti nelle cellule influenzano il comportamento. L'eventuale contestazione del piano del governo, se ci sarà, avrà a che fare con la sua genericità e coi timori relativi allo sviluppo di cervelli elettronici «troppo umani», più che con i costi: stando alle indiscrezioni, infatti, il contribuente Usa non dovrebbe sborsare più di 30o milioni di dollari l'anno, 3 miliardi spalmati in un decennio. Per fare un raffronto, la mappatura del genoma umano, iniziata nel 1ggo e completata nel 2003, è costata allo Stato 3,8 miliardi e da quel progetto sono scaturite attività economiche per un valore complessivo di 8oo miliardi (calcolo fermo a fine 2010). Difficile, comunque, che il governo Usa possa tirarsi indietro. Anche perché, altrimenti, l'america rischierebbe una fuga dei suoi neuroscienziati verso l'europa, che sta già investendo in quest'area. Lo Human Brain Project varato dalla Ue a fine gennaio con un stanziamento di oltre un miliardo di euro, segue un percorso diverso: l'obiettivo è costruire una vera e propria simulazione del cervello umano usando silicio e circuiti integrati. Secondo molti scienziati americani quella scelta dall'europa è la strada sbagliata: meglio partire dai problemi concreti e da quel poco che gli esperti già sanno. Nel ano Paragone II progetto vuole essere l'egivalente dell'apollo Program voluto da John Kennedy caso della memoria, ad esempio, sappiamo in che modo e in quali sue parti il cervello seleziona e archivia i ricordi, ma non il modo in cui vengono codificati. Ma, giusto o sbagliato che sia, il progetto della Ue è destinato ad attirare anche esperti da Oltreoceano, se gli Stati Uniti non si danno un programma altrettanto ambizioso. Il campanello d'allarme è già suonato quando uno scienziato di CalTech, l'università californiana che è il punto di riferimento accademico per le neuroscienze negli Usa, ha salutato tutti e se n'è andato a lavorare in Europa. Massimo Gaggi Mondo Universitario Pagina 12

15 i Lo stato della ricerca Preparaziorn deimo,>'s r r,i Comportarn(.,!r, c --] LOBO..., FW1',,,H' Zi% E" Cers'h _, deil (i:ifii,í; Pe rf,fjn,iiitr ed Movimenti di precisione LOBO PARIETALE s CERVELLETTO FUNZIONI DEGLI EMISFERI 1 r i ;t.a,,u f" É %71"':'5 's't etr' n,,.,?1 n-t ct rt.: tì,,, r rvïl 9/'9'ir7 3tr./p. ;. i/ '/,%'<,.,.,,:,,,., ' ;,, /.. is;s ;;;i;i!s(!s% % r'y7%7/'7'iiï r.r.1./j.t./ 1./. Equilibrio e pensiero pensiero ordinamento analitico olistico LOBO -/ ' `-" " J luscolare logica *intuizione TFMRARÚI F Trnnrn raraí'rrak>, unguagglo creauvlta 1.Wi;, %>:b%>: r Una ::: isc ss: se-s,.., csr,, cs t$'aiég CORRIERE DELLA SERA //, Iniziati II presidente americano Obama, 51 anni (Afp) Mondo Universitario Pagina 13

16 5 í _,._ íti sindacati: «Questioni vere, i fondi però non sono l'unico problema» «L'w -w- e, -7, rettori? _,F// 11,L?Ï O w.. Lr.Gu L..3 Gli studenti: «Sono s ~ col governo» ROMA - «Va bene quella lettera, ma potevano pensarci prima». Non è proprio un coro, ma ci va molto vicino: la reazione al documento della Conferenza dei rettori delle università italiane (Crei) è polemica. Non perché le sei priorità indicate dai rettori al futuro presidente del Consiglio non siano in gran parte condivise e condivisibili, ma perché sembrano «in ritardo» rispetto ai tempi e alle esigenze dell'università italiana. I rettori chiedono la defiscalizzazione delle tasse, la copertura totale delle borse di studio, l'abbattimento dell'irap sulle borse post lauream e la defiscalizzazione degli investimenti delle imprese in ricerca. Ma anche il finanziamento dei posti di ricercatore e il blocco del Iliprofessore «Serve un investimento privato sugli studi, cauti però con l'autonomia» turnover, la restituzione dell'autonomia alle università e l'incremento dei fondi all'1% del Pil. «Bravi - applaude ironico Michele Orezzi, presidente dell'unione degli universitari -. Stiamo sollevando questi problemi dal 2008, peccato che i rettori non siano scesi in piazza con noi allora. Il silenzio, che i rettori pensavano fosse coraggioso, ha portato gli atenei sull'orlo del default». «La Crui è sempre stata connivente con le scelte scellerate del governo - incalza Mario Nobile, di Link coordinamento universitario -. A partire dalla riforma Gelmini che i rettori hanno sempre appoggiato. Questi punti sono condivisibili ma troppo vaghi e generic», «In realtà sono richieste di buon senso», analizza Giorgio Bolondi, professore universitario a Bologna ma anche più volte consulente di Palazzo Chigi. «Mi sembra ovvio chiedere di poter dedurre le spese per l'istruzione dei miei figli, quando mi è permesso scaricare quelle per la palestra - spiega Bolondi -. Più complessa la questione delle borse di studio: in un sistema ben funzionante ci dovrebbero essere più modi per finanziare gli studenti. E infatti il terzo punto va di pari passo: nel nostro Paese manca un investimento privato sugli studi, investimento che è difficile ottenere se non c'è una politica fiscale adeguata». Promosso anche il quarto punto: «Siamo tutti troppo vecchi nell'università», commenta Bolondi, che invece manifesta «dubbi» sul quinto punto, l'autonomia: «Va maneggiata con cautela». E l'aumento dei fondi? «Ben venga, perché non si tagli più su servizi, ricerca, sviluppo». Infatti l'università non ha solo un problema di tasse e iscrizioni in calo: «dl punto è che bisognerebbe renderla più attrattiva - dice Antonio Marsilio, Cisl -. La situazione in cui ci troviamo oggi, con 20 università a rischio commissariamento, il diritto allo studio massacrato, è frutto della politica degli ultimi venti anni. Non dico che i rettori siano stati completamente assenti, ma sarebbe stata auspicabile maggiore forza». E anche la Cgil parla di necessità di «autocritica»: «Con più decisione avrebbero potuto evitare il disastro», secondo Mimmo Pantaleo. Meno morbido Alberto Civica, Uil: «Hanno avuto un atteggiamento superistituzionale in questi anni. E neanche adesso hanno il coraggio di criticare apertamente la riforma Gelmini: anche se nel punto cinque di fatto la bocciano, lo fanno in modo criptico, come se non volessero disturbare troppo. E in realtà quello è l'unico punto non economico della lettera: sembra che il vero problema dell'università siano le risorse, e non è così». Però è vero che, chi quelle risorse ce le ha, funziona meglio: «Si, è vero che campiamo delle rette degli studenti - ammette Pierluigi Celli, direttore della Luiss -. Ma le risorse poi vanno amministrate nella logica dell'impresa, razionalizzandole e non spendendo, come succede negli atenei pubblici, il 95% dei soldi in stipendv>. Valentina Santarpia 0 RIPRODl17i0NE RISERVATA. 11 direttore Luiss «Le risorse vanno amministrate e non spese per il 95% negli stipendi» Mondo Universitario Pagina 14

17 Tasse def Defiscalizzare tasse e contributi universitari per aiutare le famiglie e i giovani a non abbandonare l'università a causa della crisi Sorse i studio Assicurare la copertura totale delle borse di studio erogate da Regioni e atenei per garantire la formazione e la mobilità studentesca Attenzione Ilei rese Abbattere 'irap sulle borse e favorire a competizione nei settori ad alta intensità tecnologica defiscalizzando gli investimenti delle imprese Finanziare la ricerca Finanziare i posti di ricercatore da destinare al 10% dei dottori e togliere i vincoli al turnover per evitare la fuga all'estero dei migliori /Ritorno all'autonomia Restituire l'autonomia, valorizzando le scelte di qualità e le vocazioni degli atenei, rimuovendo gli appesantimenti normativi Più fond i li atenei Ridare slancio agli atenei incrementando i fondi all'1% del Pii, stabilendo il finanziamento ai livelli 2009 e la premialità al 50% Mondo Universitario Pagina 15

18 L ` ri Gelmínì «Giusto finanziarli ma gli atenei fermino gli sprechi» ROMA - «Le richieste dei rettori? Sono condivisibili, oggi l'università è in sofferenza ma la posizione della Crui mi sembra anche un poco autoassolutoria». L'ex ministro dell'istruzione del governo Berlusconi, Mariastella Gelmini, non risparmia critiche all'università italiana e rilancia la piena attuazione della sua riforma, che lo stesso Monti «quando ancora era professore alla Bocconi aveva sostenuto». Quali sono le colpe dell'università? «Quelle di cui abbiamo sempre parlato prima della riforma e che hanno in parte prodotto questa sofferenza. Se oggi non abbiamo università italiane tra le prime Zoo nel mondo e gli iscritti diminuiscono bisognerà ricordare i piccoli concorsi truccati, le baronie, le selezioni non meritocratiche, il moltiplicarsi di corsi universitari con pochi studenti, il moltiplicarsi delle sedi, spesso improduttive e dove non si faceva ricerca, sistemi poco trasparenti e produttori di grandissimi sprechi. In tempo di crisi e di pareggio di bilancio si è dovuto intervenire per razionalizzare». L'università è sull'orlo del crac per avere sperperato? «C'è una sua responsabilità. I rettori non possono limitarsi a chiedere soldi, richiesta peraltro legittima, ma devono. icc." di con, -. truccati, baronie corsi poco selezionati farsi carico di avere disatteso le speranze degli studenti, di non aver selezionato i corsi di laurea con veri sbocchi occupazionali, di aver prodotto migliaia di disoccupati. Non è esente da colpe. I rettori vogliono l'autonomia? Giusto, io però respingo l'accusa di aver tolto loro autonomia. Bisogna che accettino di essere valutati, l'agenzia di valutazione non funziona benissimo, va perfezionata. Ma la valutazione è necessaria e io ci credo fermamente». E infatti i rettori vogliono essere valutati ma chiedono anche risorse adeguate. «E questo aspetto, ripeto, è in parte condivisibile. Ma va chiarita subito una cosa: nel 2oog noi abbiamo aumentato il fondo per l'università, poi ci sono stati tagli nel 2010 e nel 2011, tagli che sono serviti a coprire i costi dei professori fuori ruolo a 7o anni, anziché com'era prima a 75. Proprio per aprire ai giovani. Nel 2012 siamo tornati in equilibrio. Poi, con Monti c'è stato questo taglio, inaspettato e ingiustificato, di 300 milioni di euro per il E il blocco del turnover: le due cose assieme paralizzano». Ma anche Trernonti ha tagliato e bloccato il turnover. «E vero. Ma poi io, con il fondo Letta presso la presidenza del Consiglio, ho potuto ripristinare una parte delle risorse. E con il decreto 18o del 2008 abbiamo cancellato il blocco del turnover». Condivide le richieste dei rettori? «Dico sì alla defiscalizzazione delle tasse universitarie e alle borse di studio, anche se bisogna distinguere tra quelle riservate alle famiglie in difficoltà, che però devono andare di pari passo con il "quoziente famiglia", e quelle per i più meritevoli. Per questi ultimi, bene Profumo che vuole alzare la soglia dei crediti per ottenere le borse. Penso che bisogna togliere i vincoli al turnover e ripristinare i 300 milioni di euro sottratti all'università. Con quei fondi già nel 2013 si potrebbero assumere seimila nuovi ricercatore>. Mariolina lossa Mondo Universitario Pagina 16

19 IL< Mtera Bers : 1V - s L -_ i1 conoscenza Paese Si «de-sviluppa» Caro direttore, ho letto con attenzione l'appello della Crui. Le proposte sono condivisibili e trovano ampio spazio nel programma del Pd (www.partitodemocratico.itf universita), che parte proprio dai dati drammatici messi in evidenza dal «Corriere della Sera». Se toccasse a noi governare, la nostra azione prenderà le mosse da un'attenta rilettura del Rapporto Giarda, secondo il quale istruzione e ricerca sono le uniche voci del bilancio pubblico calate drasticamente (-5,4 per cento) negli ultimi vent'anni. Investire in conoscenza non è una scelta come un'altra: è la base della crescita culturale, economica e sociale di un Paese. Le «infrastrutture del futuro» hanno bisogno delle risorse per una netta inversione di tendenza. Ferma restando la lotta agli sprechi, vi sono altre le voci di spesa che possono dare un contributo da utilizzare per questo fine. Il cuore del cambiamento dell'università sono le persone. Anzitutto, gli studenti. Un giovane che vuole studiare e deve rinunciare perché non può permetterselo subisce una ferita profonda e irrecuperabile nei suoi diritti e nella sua dignità. Il suo dramma riguarda tutti, ci segnala che l'ascensore sociale si è rotto. O lo ripariamo, oppure accettiamo un destino di «de-sviluppo», di ignoranza diffusa e di iniquità sociale. La Strategia Europa 2020 prevede il 40 per cento di laureati tra i 3o e 34 anni. La media Ue è vicina al 35 per cento. In Italia siamo intorno al 20 per cento - in molte regioni ben al di sotto - e nell'ultimo anno i diplomati che si iscrivono all'università sono calati del lo per cento. Oggi solo il lo per cento dei giovani italiani con il padre non diplomato riesce a laurearsi, contro il 40 per cento in Gran Bretagna e il 35 per cento in Francia. Noi non ci rassegniamo a una società dove le possibilità non sono conquistate con il lavoro e la competenza, ma ereditate soltanto dai genitori come un bene di famiglia. Per questo proponiamo un Programma nazionale per il merito e il diritto allo studio, che ci porti in Europa anche da questo punto di vista: ora soltanto il 7 per cento dei nostri studenti riceve una borsa di studio, contro il per cento di Francia e Germania. Le tasse universitarie devono essere più progressive e riportate nella media Ue, il che significa ridurle nettamente (siamo al terzo posto in Europa nella classifica europea). Veniamo ai docenti: l'università è il luogo di una gigantesca questione generazionale, da affrontare con decisione. Superati i trent'anni non Istruzione e ricerca sono le uniche voci del bilancio pubblico calate drasticamente negli ultimi venti anni, con un meno 5,4 per cento si è più «ragazzini» e si merita rispetto e concretezza, non un limbo di precarietà senza prospettive. Perciò bisogna superare la paralisi del sistema rimuovendo subito gli attuali vincoli al turnover e stabilendo modalità di accesso alla docenza trasparenti e rapidi. Diciamo forte e chiaro che garantiremo la massima rigidità sulle attività gratuite nell'università, perché il lavoro deve essere sempre retribuito e dignitoso per tutti. Infine, la «macchina». il cammino dell'autonomia è stato abbandonato per un ipercentralismo burocratico e verticista, invece di essere corretto nella direzione i- - `a burocrazila Modificare le norme sul diritto allo studio e liberare gli atenei dalla burocrazia che ostacola i rapporti con imprese e territorio di un'autonomia responsabile. Per questo modificheremo profondamente la legge 240, per portare semplicità e diritti: oltre a modificare le norme su diritto allo studio, reclutamento e governance, smantelleremo le norme antiautonomistiche per liberare gli atenei da una gabbia burocratica che ostacola anche il rapporto con imprese e territorio. Per il rilancio dell'università, il Partito democratico non ha da offrire illusioni e favole, ma proposte concrete. Le politiche degli altri Paesi europei mostrano che per uscire dalla crisi servono risorse e riforme. Nell'Italia giusta, ridare dignità e speranza alle istituzioni della conoscenza non è una politica settoriale, ma la consapevolezza che il lavoro e lo sviluppo si costruiscono con i mattoni dell'istruzione, della ricerca e dell'innovazione. Pier Luigi Bersani leader dei Partito democratico Mondo Universitario Pagina 17

20 Spazio Nuovo studio americano sulle rocce portate dalle missioni Apollo. Aumentano le possibilità di costruire in futuro delle colonie umane Qpelle c,ce d'acqua che cambìano storia defia Luna La Luna ha dell'acqua «nativa», nascosta nelle sue rocce. Lo hanno scoperto quattro scienziati analizzando con nuovi strumenti i campioni portati dagli astronauti sulla Terra misurandone le quantità. Nel dicembre 1972, quarant'anni fa, Eugene Cernan al comando della spedizione Apollo XVII era l'ultimo dei 12 uomini a passeggiare sulle sabbie seleniche. Per sei volte si è sbarcati in zone diverse dell'equatore portando a casa 382 chilogrammi di pietre, sassi e polveri. La Nasa costruì nel suo centro dei voli umani di Houston (Texas) il Lunar Receiving Laboratory nel quale custodisce i preziosi reperti in un'atmosfera neutra di azoto permettendo agli scienziati di studiarli anche in futuro, quando strumenti più sofisticati consentiranno di scoprirne meglio la natura. Ed è quello che è accaduto ora, dopo quattro decenni, facendo ricorso ad un nuovo tipo di microscopio abbinato ad uno spettroscopio. I risultati pubblicati sulla rivista britannica Nature Geoscience trovando acqua nativa portano a riscrivere i passi della storia del nostro satellite naturale. Secondo la teoria più accreditata la Luna sarebbe nata dallo scontro con la Terra di un corpo celeste della taglia di Marte. Questo avrebbe sollevato nello spazio una grande quantità di materiale poi coagulato sino a formare la «pallida selene» delle nostre notti. Ma si è trattato di un processo molto caldo che difficilmente - si diceva - avrebbe potuto consentire la sopravvivenza dell'acqua anche nelle rocce. E così sembrava dalle prime osservazioni. Ma da cinque anni indagando con metodi diversi i campioni prelevati dagli oceani di lava (in particolare dei grani di plagioclasio) si è scoperto che contengono concentrazioni d'acqua ben più elevate di quanto si era ipotizzato e che, secondo alcuni, potevano essere frutto di inquinamento cosmico. «Le rocce racchiudono sei parti per milione di acqua - dice Hejiu Hui dell'università di Notre Dame, nell'indiana, alla guida del gruppo dei ricercatori della Nasa e dell'università del Michigan -. Certo, sono più aride delle pietre nei deserti terrestri ma la quantità non è trascurabile. Anzi, allargando le analisi possiamo concludere che gli oceani di magma arrivano a 320 parti per milione di acqua, vale a dire l'1,4 per cento in peso». Dal punto di vista scientifico questo significa che l'evoluzione geologica della Luna ha seguito un processo un po' diverso, più lento e che erano in gioco quantità d'acqua iniziali più rilevanti del previsto. «Quindi varie idee devono essere riconsiderate» nota Hui. Di ghiaccio d'acqua si cominciò a parlare dal 1996 quando la sonda americana Clementine raccoglieva alcuni indizi della sua presenza in alcuni crateri delle zone polari dove il buio e il gelo sono perenni perché i raggi solari non riescono ad arrivare mai. A Reperti A sinistra Harrison Schmitt, 'astronauta geologo di Apollo 17 nella missione del dicembre A destra il laboratorio di Houston dove sono custoditi in un'atmosfera di azoto 332 kg di pietre unari (foto Nasa) portarlo sarebbero state le come in epoche remote. Altre sonde (come le ultime Chandryaan e Lro) approfondirono la questione offrendo qualche cifra (5,6 per cento di acqua in peso) e una stima di 6oo milioni di tonnellate di ghiaccio ai Poli. «L'acqua - L'anallisli All'interno dei frammenti la prova che il nucleo del satellite non era «secco» come si credeva conclude Hui - è la risorsa di base perla costruzione di colonie lunari. Il nuovo risultato ne mostra una maggiore diffusione e amplia le possibilità contribuendo a rendere la prospettiva più credibile». Giovanni Caprara `á)giovannicaprara RIPRODUZIONE RISERVATA Mondo Universitario Pagina 18

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Durc online: dal 1 luglio nuova procedura di verifica della regolarita' contributiva

Durc online: dal 1 luglio nuova procedura di verifica della regolarita' contributiva RASSEGNA STAMPA UNISANNIO 02/07/2015 Indice Il Sannio Quotidiano 1 Unisannio Atenei campani, il rettore Filippo de Rossi al vertice Il Mattino 2 Unisannio Coordinamento atenei campani: de Rossi al vertice

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza

Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza COMMISSIONE DELLE COMUNITA EUROPEE Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza Presentazione Con questa comunicazione (Bruxelles 05.02.2003 COM(203) 58 def.) la Commissione si propone di dare

Dettagli

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la Buona Scuola di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti Genesi Principi Finalità Metodologia e didattica Apertura

Dettagli

Le pagelle alle università Vince il Politecnico di Milano - Bocconi al top tra le private

Le pagelle alle università Vince il Politecnico di Milano - Bocconi al top tra le private Istruzione. La classifica degli atenei in base alla qualità dell'offerta formativa agli studenti Le pagelle alle università Vince il Politecnico di Milano - Bocconi al top tra le private La qualità accademica

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Parere n. 5 del 22/6/2011 Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Oggetto: Programmazione nazionale dei

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Che cos è che non va? Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Mi dica almeno qualcosa sulle onde elettromagnetiche. La candidata, che poco fa non aveva saputo dire perché i fili della

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante!

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport non solo stanno meglio in salute ma prendono anche voti migliori a scuola! Lo dimostra una ricerca svolta al dipartimento

Dettagli

1 di 2 04/10/2012 10:12

1 di 2 04/10/2012 10:12 http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.vp.a.a.a.a 1 di 2 04/10/2012 10:12 Numero 4 - Novembre 2010 Il potere degli eletti : come lo interpretano alcuni e cosa ne penso io. Uno dei temi che sicuramente

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

IL GOVERNO SIA ALL ALTEZZA DELLA SFIDA DEL GREEN DEAL LA CURA DA CAVALLO STA UCCIDENDO IL MINISTERO DELL AMBIENTE

IL GOVERNO SIA ALL ALTEZZA DELLA SFIDA DEL GREEN DEAL LA CURA DA CAVALLO STA UCCIDENDO IL MINISTERO DELL AMBIENTE IL GOVERNO SIA ALL ALTEZZA DELLA SFIDA DEL GREEN DEAL LA CURA DA CAVALLO STA UCCIDENDO IL MINISTERO DELL AMBIENTE Il dibattito nel nostro Paese da tempo rincorre le emergenze istituzionali, economiche,

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

E a questa domanda che cercheremo di dare una risposta nel breve spazio di quest articolo.

E a questa domanda che cercheremo di dare una risposta nel breve spazio di quest articolo. C è una Parma che funziona: è, prima di ogni altra cosa, la Parma delle imprese industriali esposte pienamente alla concorrenza internazionale. Questo risultato non è un accidente della storia, bensì il

Dettagli

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA 1 10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA MEMORANDUM SULL EASS L' Educazione all Ambientale e allo Sviluppo Sostenibile, una necessità! L'Educazione Ambientale

Dettagli

Prof. Luigi d Alonzo

Prof. Luigi d Alonzo La complessità in classe Prof. Luigi d Alonzo Università Cattolica Ordinario di Pedagogia Speciale Centro Studi e Ricerche sulla Disabilità e Marginalità Presidente della Società Italiana di Pedagogia

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Diego Piacentini: "Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa"

Diego Piacentini: Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa Diego Piacentini: "Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa" Diego Piacentini da teenager e oggi In occasione dei 100 anni dell'afs, e dei quasi 60 anni della sua costola italiana

Dettagli

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali I. Introduzione : una Carta essenziale per tutti i lavoratori europei II. Contesto storico : come è stata elaborata

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

L ARCI ATTORE SOCIALE DEL CAMBIAMENTO. Contributo di Filippo Miraglia alla discussione congressuale dell'arci

L ARCI ATTORE SOCIALE DEL CAMBIAMENTO. Contributo di Filippo Miraglia alla discussione congressuale dell'arci L ARCI ATTORE SOCIALE DEL CAMBIAMENTO Contributo di Filippo Miraglia alla discussione congressuale dell'arci L ARCI attore sociale del cambiamento Per fare buona politica non c è bisogno di grandi uomini,

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015)

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) Si ricorda che le attività di orientamento predisposte per l'anno scolastico 2014/2015 sono state

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

Da Berlinguer alla Gelmini gli ultimi 15 anni di politica scolastica nel nostro Paese. di Walter Moro

Da Berlinguer alla Gelmini gli ultimi 15 anni di politica scolastica nel nostro Paese. di Walter Moro Da Berlinguer alla Gelmini gli ultimi 15 anni di politica scolastica nel nostro Paese. di Walter Moro Lo sfondo: tra continuità, discontinuità interventi parziali, assenza di un disegno complessivo di

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

g"+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014

g+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014 UNIVERSITÀ DI ROMA Consigl io di Amministrazione - 8 APR. 2014 Nell'anno duemilaquattordici, addì 8 aprile alle ore 15.55, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il Consiglio di Amministrazione,

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Attività con la fune

Attività con la fune lo sport a scuola Attività con la fune percorso n. 1 Attrezzatura: - uno spazio adatto (palestra, cortile) - una fune Scansione delle attività: 1. Fase motoria 2. Fase espressivo-analogica 3. Fase ludica

Dettagli

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341;

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341; UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DICA IL RETTORE Ii[NyMITÀ DEGLI STUDI MI I ACATANIA Protocollo Generale 0 8 APR. 2014 Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Le ragazze e le carriere scientifiche

Le ragazze e le carriere scientifiche Le ragazze e le carriere scientifiche La cittadinanza subalterna delle donne nelle carriere scientifiche Perché le donne sono tanto poco rappresentate ai vertici delle carriere scientifiche, sia nel settore

Dettagli