Pirelli S.p.A. Milano Relazione e Bilancio al 31 dicembre 1999

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pirelli S.p.A. Milano Relazione e Bilancio al 31 dicembre 1999"

Transcript

1 Pirelli S.p.A. Milano Relazione e Bilancio al 31 dicembre 1999

2 Convocazione Sommario Pirelli S.p.A. Struttura del Gruppo Pirelli S.p.A. in Borsa Dati consolidati di sintesi Lettera del Presidente AVVISO DI CONVOCAZIONE Gli Azionisti della Pirelli Società per Azioni sono convocati in assemblea ordinaria e straordinaria in Milano, presso l Istituto per gli Studi di Politica Internazionale in via Clerici, 5 alle ore 15,00 di giovedì 27 aprile 2000 in prima convocazione di lunedì 8 maggio 2000 in seconda convocazione per deliberare sul seguente ORDINE DEL GIORNO Parte ordinaria 1) Relazione del Consiglio di Amministrazione sulla gestione; relazione del Collegio sindacale; bilancio al 31/12/1999; destinazione dell utile. 2) Proposta di acquisto e modalità di disposizione di azioni proprie, previa revoca delle deliberazioni assunte dall assemblea del 22 dicembre 1998 e del 24 maggio 1999, per quanto non utilizzato. Deliberazioni inerenti e conseguenti. Conferimento di poteri. Parte straordinaria 1) Conferma, limitatamente a massime n azioni, della deliberazione assunta dall assemblea straordinaria del 15 maggio 1998 di delega agli Amministratori, ai sensi dell art del Codice Civile, della facoltà di emettere azioni ordinarie da attribuire a dipendenti del Gruppo. Attribuzione agli Amministratori, ai sensi dell art del Codice Civile, della facoltà di ulteriormente aumentare in una o più volte, per un ammontare massimo di euro 78 milioni, il capitale sociale mediante emissione di azioni ordinarie da attribuire a dirigenti e quadri della Pirelli S.p.A. e delle società dalla stessa controllate nonché della stessa controllanti e delle altre controllate di queste ultime, in Italia ed all estero, a norma degli art e/o 2349 del Codice Civile. Conseguente modificazione dell art. 5 dello statuto sociale. Deliberazioni inerenti e conseguenti. Conferimento di poteri. 2) Modificazione dell art. 23 dello statuto sociale (acconti sui dividendi). Deliberazione inerente e conseguente. Conferimento di poteri. Pirelli S.p.A. V.le Sarca, Milano Web site: 1

3 Convocazione Sommario Pirelli S.p.A. Struttura del Gruppo Pirelli S.p.A. in Borsa Dati consolidati di sintesi Lettera del Presidente SOMMARIO Notizie preliminari Avviso di convocazione 1 Pirelli S.p.A. 3 Struttura del Gruppo 4 Pirelli S.p.A. in Borsa 5 Dati consolidati di sintesi 6 Lettera del Presidente 7 Relazione degli Amministratori sulla gestione 9 Pag. 1 Il Gruppo 11 Settore Cavi e Sistemi 16 Settore Pneumatici 30 Attività Finanziaria 42 Sistemi informativi 44 Ecologia e Ambiente 46 Personale 48 Rapporti con parti correlate 49 Partecipazioni detenute 51 da Amministratori, Sindaci e Direttori Generali Piani di Stock Option 52 Controlli Societari 53 Pirelli S.p.A. - Dati di sintesi 54 Deliberazioni 56 Bilancio civilistico al 31 dicembre Stato patrimoniale 60 Conto economico 64 Nota integrativa 67 Prospetti supplementari 85 Relazione del Collegio sindacale 96 Relazione della Società di revisione 97 Bilancio consolidato al 31 dicembre Stato patrimoniale 100 Conto economico 104 Nota integrativa 105 Prospetti supplementari 127 Relazione della Società di revisione 141 Parte straordinaria 143 Web site: 2

4 Convocazione Sommario Pirelli S.p.A. Struttura del Gruppo Pirelli S.p.A. in Borsa Dati consolidati di sintesi Lettera del Presidente PIRELLI S.P.A. Consiglio di Amministrazione Presidente e Amministratore Delegato Vice Presidente Amministratori Segretario del Consiglio Marco Tronchetti Provera Alberto Pirelli Carlo Buora Eugenio Coppola di Canzano Carlo De Benedetti Alberto Falck Giovanni Ferrario Giuseppe Gazzoni-Frascara Georg F. Krayer Angelo Marchiò Giuseppe Morchio Luigi Orlando Riccardo Perissich Giampiero Pesenti Ennio Presutti Carlo Alessandro Puri Negri Vincenzo Sozzani Frank Vischer Sergio Lamacchia Collegio Sindacale Presidente Sindaci effettivi Sindaci supplenti Direttori Generali Finanza e Amministrazione Settore Pneumatici Settore Cavi e Sistemi Luigi Guatri Rosalba Casiraghi Giorgio Oggioni Mario Brughera Alfredo Malguzzi Carlo Buora Giovanni Ferrario Giuseppe Morchio Società di Revisione PricewaterhouseCoopers S.p.A. Nota: Per quanto concerne la natura delle deleghe conferite al Presidente e Amministratore Delegato e ai Direttori Generali, vedasi a pag. 53 sotto il titolo Controlli Societari. Web site: 3

5 Convocazione Sommario Pirelli S.p.A. STRUTTURA DEL GRUPPO AL Struttura del Gruppo Pirelli S.p.A. in Borsa Pirelli & C. Dati consolidati di sintesi Lettera del Presidente 30,575% Pirelli S.p.A. Pirelli Tyre Holding N.V. 99,82% 100% Pirelli Cavi e Sistemi S.p.A. 88% 92% 0,18% Pneumatici Cavi e Sistemi 12% Minoranze 8% Cavi e Sistemi Pneumatici Argentina Australia Brasile Canada Cina Costa d Avorio Finlandia Francia Germania Gran Bretagna Indonesia Italia Olanda Portogallo Romania Slovacchia Spagna Stati Uniti Sud Africa Turchia Ungheria Argentina Brasile Egitto Germania Gran Bretagna Italia Spagna Stati Uniti Turchia Venezuela Web site: 4

6 Convocazione Sommario Pirelli S.p.A. Struttura del Gruppo Pirelli S.p.A. in Borsa Dati consolidati di sintesi Lettera del Presidente PIRELLI S.P.A. IN BORSA Variazioni del capitale di Pirelli S.p.A. dal Data Capitale (milioni) Operazioni 1 gennaio 1996 Lire dicembre 1996 Lire Conversione obbligazioni (POC 5% di Lire milioni) dicembre 1997 Lire Conversione obbligazioni (POC 5% di Lire milioni) gennaio 1998 Lire Conversione obbligazioni (POC 5% di Lire milioni) giugno 1998 Lire Emissione di n. 23 milioni di azioni assegnate gratuitamente a tutti i dipendenti del gruppo per celebrare il 125 anniversario della fondazione della società; emissione di n. 17,5 milioni di azioni assegnate gratuitamente a dirigenti del gruppo marzo 1999 Lire Assegnazione gratuita a dirigenti del gruppo giugno 1999 Euro 1.031,970 Ridenominazione del capitale in Euro mediante conversione del valore nominale da Lire a Euro 0,52 dicembre 1999 Euro 1.032,152 Assegnazione gratuita a dirigenti del gruppo G F M A M G L A S O N D 1999 Indice MIB (media mensile) Valore di Borsa az. ordinaria (media mensile) Scambi sul mercato azionario di Milano Numero azioni Controvalore scambiate (in milioni di euro) Pirelli S.p.A. - Azioni ordinarie Pirelli S.p.A. - Azioni di risparmio G F M A M G L A S O N D 1999 Volume medio mensile di azioni ordinarie trattate alla Borsa di Milano (in migliaia) Web site: 5

7 Convocazione Sommario Pirelli S.p.A. Struttura del Gruppo Pirelli S.p.A. in Borsa Dati consolidati di sintesi Lettera del Presidente DATI CONSOLIDATI DI SINTESI in milioni di Euro Vendite ) Margine operativo lordo ) Risultato operativo ) Risultato netto ) Risultato netto di pertinenza di Pirelli S.p.A ) Risultato netto di pertinenza per azione (in euro) 0,09 0,13 0,14 0,13 0,15) Attività fisse ) Capitale circolante netto ) Capitale netto investito ) Patrimonio netto ) Fondi ) Debiti finanziari netti ) Patrimonio netto di pertinenza Pirelli S.p.A ) Patrimonio netto di pertinenza per azione (in euro) 1,08 1,09 1,20 1,15 1,15) Free cash flow ) Flusso netto di cassa (253) (507) Spese di ricerca e sviluppo ) Investimenti in beni patrimoniali ) Margine operativo lordo / Vendite 10,89% 11,79% 11,80% 13,15% 10,47% Risultato operativo / Vendite 5,84% 6,64% 6,74% 7,52% 5,10% Risultato netto / Patrimonio netto* 8,37% 11,63% 12,58% 11,65% 12,44% Risultato operativo / Capitale netto investito* 10,34% 11,26% 12,65% 12,41% 8,59% Debiti finanziari netti / Patrimonio netto 0,37 0,27 0,11 0,11 0,41 Azioni ordinarie di Pirelli S.p.A. (n. milioni) ) Azioni di risparmio di Pirelli S.p.A. (n. milioni) ) Totale azioni di Pirelli S.p.A. (n. milioni) ) Azioni proprie (N. milioni) ) Stabilimenti ) Dipendenti (al 31/12) ) Fatturato per addetto (in migliaia di euro) ) * Valori medi (in euro/milioni) Risultato netto Vendite Patrimonio netto Margine operativo lordo Investimenti in beni patrimoniali Web site: 6

8 Convocazione Sommario Pirelli S.p.A. Struttura del Gruppo Pirelli S.p.A. in Borsa Dati consolidati di sintesi Lettera del Presidente LETTERA DEL PRESIDENTE Signori Azionisti, l esercizio 1999 mostra una Pirelli in forte evoluzione, che sta cogliendo le opportunità offerte dalle nuove tecnologie. Un cammino preparato da anni, con la creazione delle infrastrutture informatiche che ci consentono di utilizzare al meglio le nuove strade aperte da Internet. Saremo presto una società a gestione integrata on-line, dagli approvvigionamenti alla produzione, dalla distribuzione alle vendite. Un obiettivo a portata di mano, favorito dal patrimonio tecnologico del Gruppo che in entrambi i settori di attività ci dà forza competitiva. Il rinnovamento tecnologico legato a Internet offre occasioni irripetibili di miglioramento. Per coglierle con la necessaria rapidità, abbiamo intrapreso azioni nelle diverse aree aziendali. Le iniziative in corso ci garantiranno importanti efficienze di costi e uno scambio di conoscenze più trasparente e tempestivo all interno e all esterno del Gruppo. Alla base della nostra competitività sta comunque la nostra capacità di ricerca e sviluppo di tecnologie sempre più avanzate. Nei Cavi e Sistemi, il quadro competitivo presenta un evoluzione quasi quotidiana. Nelle telecomunicazioni il mercato richiede costantemente soluzioni più innovative a costi più competitivi, pensate per un utenza in crescita non solo quantitativa. L alleanza strategica con Cisco Systems, al di là della consistente plusvalenza di cui beneficeranno i conti dell esercizio 2000, rafforza significativamente il nostro presidio del mercato USA. La posizione del Gruppo nella tecnologia ottica è importante e articolata: nelle fibre, nei cavi, nei componenti, nei sistemi sottomarini. La recente creazione negli USA di una società per la componentistica ottica con management americano, aperta ad ogni ipotesi di valorizzazione che sapremo cogliere, è un ulteriore prova della nostra capacità e volontà di competere sul mercato più avanzato del mondo. Anche nella trasmissione dell energia il quadro è in evoluzione, con acquisizioni, fusioni e privatizzazioni in corso su tutti i mercati mondiali. L integrazione delle attività Siemens, le nuove acquisizioni di Metal Manufacturers in Australia e di NKF in Olanda, quella annunciata di BICCGeneral nel Regno Unito rafforzano la posizione di leader del nostro Gruppo. Abbiamo così creato un polo europeo in grado di far fronte ai giganti d oltreoceano. Rapidi i cambiamenti nel contesto competitivo anche nei Pneumatici. Se nel primo equipaggiamento l unione delle Web site: 7

9 Convocazione Sommario Pirelli S.p.A. Struttura del Gruppo Pirelli S.p.A. in Borsa Dati consolidati di sintesi Lettera del Presidente funzioni acquisti delle maggiori case auto USA rende necessarie risposte sempre più rapide ed efficaci, nel mercato dei ricambi Internet consente vantaggi con servizi innovativi al cliente finale. Nuove sfide a cui i Pneumatici arrivano preparati, grazie anche al Manufacturing Integrated Robotized System (MIRS), il nuovo rivoluzionario sistema di produzione che permette di sovvertire i valori di redditività tradizionali del settore, abbattendo il costo totale del prodotto a fronte di un drastico miglioramento della qualità. Il sistema consente inoltre di contenere la fabbricazione in spazi limitatissimi con automazione totale e flessibilità assoluta, ponendo Pirelli in posizione di avanguardia. A ciò si aggiunge il decisivo rinnovo di gamma, con la recente introduzione del PZero Rosso e del P2500 Euro, il primo pneumatico concepito espressamente per la rete. I conti dei primi mesi dell anno sono in ulteriore progresso. Le azioni in corso di realizzazione e quelle nuove avviate permettono di guardare avanti con un responsabile senso di fiducia. Il Gruppo ha uomini, tecnologie e strutture finanziarie adeguate per affrontare da protagonista le nuove sfide creando valore per azionisti, clienti, dipendenti. Web site: 8

10 Introduzione Il Gruppo Settore Cavi e Sistemi Settore Pneumatici Attività finanziaria Sistemi informativi Ecologia e Ambiente Personale Rapporti con parti correlate Partecipazioni Piani di Stock Option Controlli Societari Pirelli S.p.A. - Dati di sintesi Deliberazioni RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULLA GESTIONE Signori Azionisti, l esercizio 1999 chiude con un utile consolidato netto di Euro 305 milioni, contro i 276 milioni dell anno 1998 (+10,6%). I proventi straordinari netti sono stati di Euro 89 milioni che si confrontano con gli oneri straordinari netti di Euro 8 milioni dell esercizio precedente. La quota di risultato di competenza è di Euro 293 milioni (pari a Euro 0,15 per azione), contro Euro 249 milioni (pari a Euro 0,13 per azione) dell esercizio precedente. Deve essere evidenziato che il risultato d esercizio non accoglie la vendita delle nostre attività di sistemi ottici terrestri, perfezionatasi il 14 febbraio del corrente anno con il gruppo americano Cisco. Tale operazione ha comportato l incasso di un prezzo pari a Euro 1.575,3 milioni, che, tenuto conto degli oneri connessi all operazione, comporta un miglioramento a livello di risultato netto pari a Euro milioni. È da sottolineare, oltre che l importanza finanziaria, anche la valenza strategica di tale accordo che suggella, tra l altro, la partnership tra Pirelli e Cisco Systems nei settori della componentistica ottica e nei sistemi sottomarini telecom, settori entrambi ad alta tecnologia e con un elevato tasso di sviluppo. MIRS: fase di confezione Cisco Systems è partner nella componentistica e nei sistemi ottici di Pirelli Vendite nette Le vendite nette ammontano a Euro milioni con un incremento del 18,1% rispetto al 1998, dovuto principalmente al consolidamento delle unità acquisite nell anno per il Settore Cavi e Sistemi (Divisione Cavi Energia ex Siemens A.G. e Metal Manufacturers Limited) e per il Settore Pneumatici (Alexandria Tire Co. S.A.E.) per un totale di +14,8%, all aumento dei volumi (+9,1%) e del mix (+4,8%), a cui si sono contrapposti una diminuzione dei prezzi (-5,2%), un effetto cambi negativo sulla conversione in Euro (-4,4%) e il deconsolidamento del ramo Agricoltura (-1%). Margine operativo lordo Il margine operativo lordo è di Euro 678 milioni (10,5% sulle vendite) contro Euro 721 milioni del 1998 (13,1%). La flessione è dovuta per lo più al Settore Cavi e Sistemi, particolarmente colpito dall andamento negativo dei prezzi, nonchè dal consolidamento, come d altronde già previsto, nella fase di integrazione delle attività energia ex-siemens. Web site: 9

11 Introduzione Il Gruppo Settore Cavi e Sistemi Settore Pneumatici Attività finanziaria Sistemi informativi Ecologia e Ambiente Personale Rapporti con parti correlate Partecipazioni Piani di Stock Option Controlli Societari Pirelli S.p.A. - Dati di sintesi Deliberazioni Il risultato operativo Il risultato operativo è di Euro 331 milioni pari al 5,1% delle vendite, in riduzione rispetto a Euro 412 milioni del 1998 (7,5% delle vendite) per le medesime cause di cui sopra. Flusso netto di cassa Il flusso di cassa operativo (free cash flow) prima delle acquisizioni è stato positivo per Euro 214 milioni, mentre il flusso netto di cassa è stato negativo per Euro 507 milioni (Euro 253 milioni nel 1998), determinato in conseguenza delle nuove acquisizioni di Metal Manufacturers Ltd. Australia, di Alexandria Tire Co. S.A.E. in Egitto, al completamento del processo di integrazione delle attività ex Siemens, nonchè all acquisizione del rimanente 50% di F.O.S. Fibre Ottiche Sud S.p.A. e di PT Pirelli Cables Indonesia. Posizione finanziaria netta La posizione finanziaria netta passiva passa da Euro 265 milioni, a fine 1998, a Euro milioni; con un incremento di Euro 752 milioni dovuto per Euro 291 milioni alle acquisizioni, per Euro 229 milioni alla fusione in Pirelli S.p.A. di Société Internationale Pirelli S.p.A. con conseguente consolidamento del debito, per Euro 106 milioni all acquisto di azioni proprie, per Euro 163 milioni al pagamento di dividendi e per la differenza ad altre variazioni del circolante. Home page del sito del P2500 Euro, primo pneumatico concepito per la rete Nel 1999 aumenta la produzione di fibre ottiche Pirelli Società Capogruppo Il bilancio al 31/12/1999 di Pirelli S.p.A., società Capogruppo, chiude con un utile di Euro 229 milioni, con una crescita del 13,4% rispetto a Euro 202 milioni del Web site: 10

12 Il Gruppo Andamento economico finanziario nel 1999 Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio Prospettive per l esercizio in corso IL GRUPPO ANDAMENTO ECONOMICO-FINANZIARIO NEL 1999 Anche il 1999 è stato caratterizzato da una forte pressione sui prezzi in entrambi i settori di attività e da una volatilità dei mercati finanziari sud americani, in particolare in Brasile, dove la moneta locale ha subito una sensibile svalutazione, stabilizzandosi poi nella seconda parte dell anno. Tenuto conto dell importante presenza del Gruppo in Brasile, tale fattore ha influito negativamente sul risultato di esercizio. In questo quadro generale il Gruppo ha adottato le necessarie azioni volte a ridurre i costi e a migliorare l efficienza produttiva. Tali programmi sono stati accompagnati da MIRS: fase di vulcanizzazione un opera di sviluppo, di investimento e di acquisizioni concretizzatesi tra l altro, con il completamento del processo di acquisto della Divisione Cavi Energia da Siemens A.G., già avviata nel 1998, della Divisione Cavi Energia e Costruzioni da Metal Manufacturers Limited (Australia), di Alexandria Tire Co. S.A.E. (Egitto), nonchè con l acquisto dell ulteriore 50% di FOS Fibre Ottiche Sud S.p.A. e del residuo 50% di PT Pirelli Cables Indonesia. Sono inoltre divenuti operativi gli accordi già annunciati di cooperazione commerciale con Cooper negli USA, e per lo sviluppo congiunto di un nuovo pneumatico con la tecnologia PAX System, insieme a Michelin. In data 20/12/1999 come già accennato nella premessa è stato raggiunto un accordo strategico tra il Gruppo Pirelli e Cisco Systems, società americana leader nella tecnologia legata ad Internet, perfezionato il 14 febbraio I risultati del bilancio consolidato si possono riassumere come segue: in milioni di euro 31/12/1999) (1) 31/12/1998) (2) 31/12/1998) a cambi pareggiati 99) Vendite 6.482) 5.289) 5.487) Margine operativo lordo 678) 678) 721) % su vendite 10,5%) 12,8%) 13,1%) Risultato operativo 331) 378) 412) % su vendite 5,1%) 7,1%) 7,5%) Oneri/proventi finanziari (24) (12) (0) Oneri/proventi straordinari 89) (8) (8) Oneri fiscali (91) (118) (128) Risultato netto 305) 240) 276) % su vendite 4,7%) 4,5%) 5,0%) Patrimonio netto 2.454) 2.486) 2.453) Debiti finanziari netti 1.017) 288) 265) Investimenti in beni patrimoniali 469) 397) 415) Spese di ricerca e sviluppo 200) 191) 196) Dipendenti n. (a fine periodo) ) ) ) Stabilimenti n. 87) 73) 73) (1) Include le Unità ex Siemens consolidate integralmente (Germania, Ungheria, Romania, Turchia, Italia, Spagna, Austria, Slovacchia) e l unità egiziana Alexandria Tire Company S.A.E., l acquisizione Metal Manufacturers Ltd in Australia; si ricorda inoltre che nel dicembre 1998 è stato ceduto lo stabilimento di Tivoli (Agricoltura) i cui dati di vendite e redditività dell esercizio 1998 erano i seguenti: - vendite Euro 52,5 milioni - risultato operativo Euro 11,4 milioni - risultato netto Euro 8,61 milioni (2) Data la significatività della svalutazione del real Brasiliano avvenuta nel gennaio 1999 si ritiene opportuno dare una rappresentazione dei risultati economici e finanziari al 31 dicembre 1998 rielaborata ai cambi del 31 dicembre 1999 ai fini di una migliore comprensibilità del fenomeno. Web site: 11

13 Il Gruppo Andamento economico finanziario nel 1999 Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio Prospettive per l esercizio in corso Vendite Le vendite ammontano a Euro milioni contro Euro milioni dell esercizio precedente. L incremento del 18,1% è dovuto a: Effetto cambi 14,4% Prezzi 15,2% Volume + 19,1% Mix e altro + 14,8% Effetto consolidamento unità acquisite + 14,8% Effetto deconsolidamento attività agricoltura 11,0% + 18,1% Pneumatici Cavi e Sistemi Le vendite sono così ripartite: Settore Cavi e Sistemi 60% 51% Pneumatici 40% 49% Ripartizione delle vendite 1999 del Gruppo per Settore e area geografica Italia Resto Europa Area geografica Italia 11,9% 15,0% Resto Europa 45,5% 39,5% Nord America 15,2% 13,9% Centro e Sud America 17,4% 22,5% Australia, Africa e Asia 10,0% 9,1% Nord America Centro e Sud America Australia, Africa e Asia Risultato operativo Pari a Euro 331 milioni, in flessione rispetto a Euro 412 milioni del 1998; il rapporto sulle vendite è pari a 5,1% (7,5% nel 1998). La riduzione dei prezzi di vendita è stata solo in parte compensata da un incremento dei volumi e da una riduzione dei costi fissi e variabili, materie prime in particolare. Da sottolineare inoltre l incremento degli ammortamenti pari a Euro 39 milioni. Saldo oneri/proventi straordinari Il saldo oneri/proventi straordinari è positivo per Euro 89 milioni a fronte di un saldo negativo di Euro 8 milioni del I proventi straordinari includono principalmente le imposte differite attive derivanti dall applicazione del principio contabile in tale materia (Euro 85 milioni) e la plusvalenza per la cessione di azioni Comit e BHF di Société Internationale Pirelli S.p.A. incorporata in Pirelli S.p.A. (Euro 83 milioni), mentre gli oneri straordinari sono costituiti principalmente da oneri di ristrutturazione (Euro 86 milioni). I dettagli sono riportati nella Nota Integrativa al Bilancio Consolidato. Risultato netto Raggiunge Euro 305 milioni contro Euro 276 milioni del 1998, con un incremento di Euro 29 milioni. La diminuzione del risultato operativo (pari a Euro 81 milioni) rispetto all anno precedente è stata più che recuperata dal saldo proventi ed oneri straordinari per Euro 97 milioni e da una riduzione degli oneri fiscali per Euro 37 milioni; mentre il saldo netto degli oneri/proventi finanziari è peggiorato di Euro 24 milioni, in relazione al maggior indebitamento rispetto all anno precedente. Web site: 12

14 Il Gruppo Andamento economico finanziario nel 1999 Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio Prospettive per l esercizio in corso Patrimonio netto Il patrimonio netto consolidato passa da Euro milioni a fine 1998, a Euro milioni a fine 1999; la variazione di Euro 1 milione è dovuta a: Differenza da conversione 33) Risultato dell esercizio 305) Dividendi a terzi pagati da: Pirelli S.p.A. (140) Altre Società del Gruppo (23) (163) Effetto fusione Pirelli S.p.A./SIP S.p.A. (156) Altre variazioni (18) 1) Debiti finanziari netti Passano da Euro 265 milioni del 31/12/1998 a Euro milioni del 31/12/1999; l aumento di Euro 752 milioni, dovuto principalmente alle nuove acquisizioni, agli investimenti, alla fusione con Société Internationale Pirelli S.p.A., all acquisto delle azioni proprie e al pagamento dei dividendi, è dettagliato nel prospetto che segue: Differenza di cambio (22) Risultato operativo 331) Ammortamenti 348) Gestione netta investimenti: (647) Materiali e immateriali (549) Finanziari (98) Variazione capitale circolante 34) Variazione fondi 34) Altre variazioni 14) Free Cash Flow 114) Dividendi erogati (163) Acquisto azioni proprie (106) Oneri e proventi fiscali (91) Proventi e oneri finanziari (54) Altre variazioni (*) (207) Flusso netto di cassa (507) Effetto fusione di SIP Spa in Pirelli Spa (229) Altre variazioni del patrimonio netto 6) (752) (*) di cui Euro 159 milioni relativi all indebitamente netto società acquisite Rapporto tra indebitamento netto e patrimonio netto È pari a 0,41, rispetto a 0,11 del 1998; risente dell aumento dei debiti finanziari netti, conseguente agli investimenti per le acquisizioni delle unità ex Siemens A.G., Alexandria Tire Co. S.A.E. e all indebitamento dell incorporata Société Internationale Pirelli S.p.A.. Spese di ricerca e sviluppo Il totale dei costi sostenuti, completamente imputati al conto economico, è di Euro 200 milioni, contro Euro 196 milioni del 1998 e rappresentano il 3,1% delle vendite (3,6% nel 1998). La nuova campagna pubblicitaria dei pneumatici Posa di amplificatore ottico sottomarino Pirelli Investimenti in beni patrimoniali Il totale degli investimenti nell esercizio è pari a Euro 469 milioni contro Euro 415 milioni del 1998: il rapporto con gli ammortamenti è di 1,50 (1,46 nel 1998). Il completamento del processo di integrazione della Divisione Cavi Energia acquisita da Siemens A.G. e di Alexandria Tire Co. S.A.E. ha comportato un incremento degli investimenti pari ad Euro 19 milioni. Stabilimenti Da 73 a fine 1998, passano a 87 a fine 1999; l incremento è dovuto alle nuove acquisizioni da Siemens A.G., da Metal Manufacturers Limited e di Alexandria Tire Company S.A.E. (Egitto). Web site: 13

15 Il Gruppo Andamento economico finanziario nel 1999 Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio Prospettive per l esercizio in corso Personale In crescita, per effetto delle acquisizioni rispetto al 1998, raggiunge le unità ( unità al 31/12/1998). Durante il 1999 sono entrate unità e uscite unità con un incremento netto di unità. A parità di perimetro di consolidamento, il totale degli organici diminuisce di 812 unità. La composizione è la seguente: 31/12/ /12/1998 Organici totali di cui temporanei temporanei unità Ex Siemens 126 temporanei unità Alexandria Tire Co. S.A.E. 4 Organici attivi di cui: unità ex Siemens ex Metal Manufacturers 488 Alexandria Tire Company S.A.E. 699 Organici escluse le acquisizioni Agricoltura Pneumatici 494 Organici a parità di perimetro La sede della Pirelli Telecom Cables Co. Ltd Wuxi in Cina Creazione di valore Già da alcuni anni il Gruppo Pirelli ha inserito fra le proprie misure dei risultati gestionali quello relativo alla creazione di valore, definito come la differenza fra il rendimento netto del capitale investito ed il costo dello stesso. in milioni di euro Creazione di valore La creazione di valore, positiva per Euro 13 milioni, risulta inferiore al 1998 essenzialmente per la minore redditività delle più recenti acquisizioni. FATTI DI RILIEVO AVVENUTI DOPO LA CHIUSURA DELL ESERCIZIO In data 14 febbraio 2000, è stata perfezionata la cessione a Cisco Systems Management B.V., società interamente controllata da Cisco Systems, delle attività Pirelli relative ai Sistemi Ottici Terrestri. Il corrispettivo (al netto dei debiti trasferiti) è stato di Usd 1.551,5 milioni, interamente incassato. Tale operazione ha comportato, tenuto conto degli oneri connessi alla cessione, un miglioramento a livello di risultato netto di Euro milioni. L accordo prevede inoltre: un meccanismo così detto di earn-out, con cui, qualora vengano raggiunti determinati obiettivi entro le diverse scadenze pattuite per ciascuno di essi, Cisco Systems riconoscerà a Pirelli, una somma variabile fino ad un massimo di Usd 450 milioni. l acquisizione da parte di Cisco Systems del 10% del capitale di due costituende società, operanti nel settore della componentistica ottica e dei sistemi sottomarini per telecomunicazioni. L importo di tale partecipazione è stato concordato in Usd 100 milioni. In data 14/01/2000 si è perfezionata l acquisizione della maggioranza di controllo nella società Pirelli Telecom Cables Co. Ltd Wuxi (Cina), raggiungendo il 66,47%. In data 31/01/2000 e in data 03/03/2000 è stata perfezionata l acquisizione da parte di Pirelli Cavi e Sistemi di una parte delle attività cavi energia per gli enti elettrici della NKF. Le attività acquisite comprendono la produzione di cavi energia alta, media e bassa tensione per le utilities, con due stabilimenti a Delft (Olanda) e Pikkala (Finlandia). Le vendite nette nel 1998 relative a queste attività ammontavano a 250 milioni di Fiorini Olandesi (Euro 115 milioni), con circa 450 dipendenti. Web site: 14

16 Il Gruppo Andamento economico finanziario nel 1999 Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio Prospettive per l esercizio in corso In data 10/02/2000 il Gruppo Pirelli ha raggiunto un intesa con BICCGeneral per l acquisto di attività cavi energia già appartenute al gruppo britannico BICC plc e rilevate lo scorso anno dal gruppo americano General Cable. Queste attività hanno registrato nel 1999 un fatturato di circa 700 milioni di Euro, con dipendenti e 11 stabilimenti in UK e Italia (che insieme rappresentano oltre l 80% del fatturato 1999), Africa e Asia, inclusa una jointventure localizzata in Cina. Il prezzo che verrà pagato per tali attività sarà di circa Usd 216 milioni. Con tale acquisizione il Settore Cavi e Sistemi raggiungerà nel 2000 un fatturato nell area energia intorno a Euro milioni. Verranno altresì messe in essere azioni di razionalizzazione produttiva e di integrazione del portafoglio prodotti. Nel corso del presente esercizio sono state avviate anche numerose iniziative nel settore dell e-business, finalizzate a portare il gruppo sempre più vicino al mercato ed al consumatore nonchè a rendere più efficiente e trasparente l intero processo aziendale. PROSPETTIVE PER L ESERCIZIO IN CORSO Come il passato esercizio, anche il 2000 sarà per lo più caratterizzato dallo sforzo di integrazione delle attività ex- Siemens e ex-bicc (quest ultima una volta ottenute le necessarie approvazioni da parte delle competenti autorità antitrust). L attenzione sarà comunque rivolta alla continua valorizzazione dei business tradizionali nonchè alla ricerca di nuove opportunità nei vari mercati. In questo quadro, al fine di aumentare la competitività, verranno altresì intraprese attività di ristrutturazione e razionalizzazioni produttive che comporteranno oneri straordinari ancora in via di esatta definizione, ma già quantificabili, a livello consolidato, intorno a Euro 248 milioni, di cui 1/4 per il Settore Cavi e Sistemi e 3/4 per il Settore Pneumatici. Tali ristrutturazioni si completeranno nei prossimi 15 mesi ed avranno un rapido ritorno economico. Aumenteranno gli impegni nei settori della Ricerca e Sviluppo sia a livello di prodotto che di processo. In particolare nel corrente anno il nuovo processo di produzione pneumatici MIRS (Modular Integrated Robotized System) passerà dalla fase di sperimentazione a quella implementativa con importanti ricadute in termini di costi, prodotti e servizio. Nell area Cavi e Sistemi, di contro, saranno intensificati gli sforzi nelle attività ottiche, fibra e componenti, al fine di svilupparne la competitività ed il valore. Come già evidenziato, l operazione con Cisco Systems, più sopra delineata, ha comportato, tenuto conto degli oneri connessi all operazione, un miglioramento a livello di risultato netto di Euro milioni, che andrà a sommarsi ad un risultato ordinario di esercizio che, dovrebbe essere in miglioramento rispetto a quello del Pompa laser Pirelli per impiego in amplificatori ottici MIRS: fase di confezione Web site: 15

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Import / Export. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014

Import / Export. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014 TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE Chiusura editoriale: 16 marzo 2015 Per informazioni: germana.dellepiane@liguriaricerche.it LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014 LIGURIA RICERCHE SpA Via XX Settembre,

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013 COMUNICATO STAMPA Milano, 28 aprile 2015 SAES Group: l Assemblea approva il bilancio 2014 Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013)

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013) COMUNICATO STAMPA Conferma della solida patrimonializzazione del Gruppo: Common Equity Tier 1 ratio phased in al 31 dicembre 2014: 12,33% 1 (13% al 30/09/2014) Common Equity Tier 1 ratio pro forma stimato

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

RELAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE RELATIVA AL PRIMO TRIMESTRE DELL ESERCIZIO 2003

RELAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE RELATIVA AL PRIMO TRIMESTRE DELL ESERCIZIO 2003 RELAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE RELATIVA AL PRIMO TRIMESTRE DELL ESERCIZIO 2003 I. M. A. INDUSTRIA MACCHINE AUTOMATICHE S. P. A. - SEDE: OZZANO DELL EMILIA (BOLOGNA) CAPITALE SOCIALE I.V. EURO

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina. Data evasione. Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098

ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina. Data evasione. Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098 Vs. richiesta su ZHEJIANG YUEJIN IMPORT CO LTD - Cina Recte ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina Cliente ALFA SPA Data evasione Redattore E.L./FC Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098 Zhejiang Yuejin

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER L ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 2015

PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER L ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 2015 PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALEE PER L ESERCI IZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 20155 PAGINA BIANCA PAGINA BIANCA RATTI S.p.A. Sede in Guanzate (Como) Via Madonna, 30 Capitale Sociale

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA CRESME RICERCHE SPA OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA Cantiermacchine-ASCOMAC Comamoter-FEDERUNACOMA Ucomesa-ANIMA NELL AMBITO DI FEDERCOSTRUZIONI

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario 9 Signori azionisti, il 2005 è stato per Manutencoop Facility Management S.p.A. un anno di particolare impegno: il completamento delle

Dettagli

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014 Indice 1 2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 214 RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI EDIZIONE 214 ISBN 978-88-458-1784-7 214 Istituto nazionale di statistica

Dettagli

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina APPROCCIO PER COMPONENTI E SEPARAZIONE TERRENO- FABBRICATI NEI BILANCI REDATTI CON LE NORME CODICISTICHE ALLA LUCE DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI di Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO Art 2484 Cause indipendenti dalla volontà dei soci Cause dipendenti dalla volontà dei soci Dichiarazione amministratori da eseguire senza indugio Delibera assembleare Iscrizione

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE 2006 AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE Capitale sociale E 60.908.120 interamente versato Sede legale in Milano, via Bernina 7 Registro delle Imprese di Milano n. 264551

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights FCA ha chiuso il terzo trimestre con ricavi in crescita del 14% a 23,6 miliardi di euro e l EBIT in crescita del 7% a 0,9 miliardi di euro. L Indebitamento netto industriale si è attestato a 11,4 miliardi

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Corso di Valutazioni d Azienda

Corso di Valutazioni d Azienda Andrea Cardoni Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Aziendale Corso di Valutazioni

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli