La moda non è un tabù

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La moda non è un tabù"

Transcript

1 3/marzo 2012 M A G A Z I N E L INCHIESTA /FASHION NO LIMITS La moda non è un tabù Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale 70% Roma Aut. GIPA/ C /MI /09 /2012 Giusy Versace La mia vita di corsa Famiglia Arrivano le baby-xitter

2

3 EDITORIALE di Giuseppe Lucibello Direttore generale Inail Accordo-quadro, dovere etico per la tutela integrata del lavoratore infortunato e tecnopatico Il 2 febbraio scorso la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano ha approvato l Accordo-quadro per la definizione delle modalità di erogazione di prestazioni d assistenza sanitaria da parte dell Inail. L Accordo indica i settori nei quali le Regioni e l Inail possono collaborare stabilmente. I campi di applicazione sono ampi: cure, riabilitazione, ricerca, reinserimento sociale e lavorativo, promozione della pratica sportiva ecc. L approvazione dell Accordo-quadro rappresenta un momento importante e decisivo: importante, in quanto l Istituto ha nuove opportunità di presenza e d intervento sul territorio, in una prospettiva di forte cooperazione con il Servizio sanitario nazionale, per la realizzazione della propria missione istituzionale incentrata sulla tutela integrata del lavoratore. Decisivo, perché si tratta di un passaggio condiviso dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, dal ministero della Salute e dal ministero dell Economia e delle finanze, indispensabile per la stipula con le Regioni interessate di appositi protocolli d intesa, che rappresenteranno il terreno ideale di incontro e di sinergia per tradurre in attività concrete la volontà di collaborazione. Nell affrontare questa sfida, vale la pena ricordare che l obiettivo dell Inail è quello di offrire sempre più ai lavoratori infortunati e tecnopatici una gamma di prestazioni curative, riabilitative e di reinserimento di elevato livello qualitativo, con l erogazione di servizi strettamente correlati tra loro, definiti sulla base di un progetto personalizzato. Questo è il compito istituzionale affidato all Inail, ma anche un dovere etico nei confronti del lavoratore. Ci aspettano, quindi, anni importanti in cui l Istituto, con le professionalità di cui dispone, potrà fornire il proprio contributo a un sistema di protezione sociale che vede sempre più il lavoratore infortunato e tecnopatico al centro di un processo di presa in carico, orientato al massimo recupero delle funzioni lese e alla piena integrazione in ambito familiare, sociale e lavorativo. Moda, baby-xitter e... In questo numero, Superabile Magazine esplora da vicino il pianeta fashion e il suo rapporto nei confronti di chi non rispetta canoni omologati di bellezza. Scoprendo che c è tanta voglia di sdoganare la femminilità di modelle su sedia a ruote, e non solo. Anche Giusy Versace, che di moda se ne intende, racconta in un intervista il suo incidente e la sua personale visione del glamour. E poi arrivano le baby-xitter, formate ad hoc per seguire bambini con disabilità. Spazio anche allo sport, con la carica degli over 40 in lizza per le Paralimpiadi di Londra, e alla cultura, con un reportage dal museo tattile Omero di Ancona, dove la parola d ordine è «vietato non toccare». Ancora, le edizioni Uovo Nero e il film Pulce non c è, per superare le barriere dell autismo, e tante curiosità tutte da scoprire. 3

4 NUMERO TRE Marzo 2012 EDITORIALE 3 Accordo-quadro, dovere etico per la tutela integrata del lavoratore infortunato di Giuseppe Lucibello ACCADE CHE... 5 Osservatorio per l integrazione: alunni disabili in crescita 7 A Novara il giardino è terapeutico L INCHIESTA 8 Moda speciale in passerella di Laura Badaracchi INSUPERABILI 16 Due gambe per ogni occasione Intervista a Giusy Versace di L.B. CRONACHE ITALIANE 18 Cure più semplici con l emergency card di Elisabetta Proietti SOTTO LA LENTE 20 A ciascuno la sua baby-xitter di Chiara Ludovisi PORTFOLIO 22 Superare i pregiudizi con l arte SPORT 26 Oscar e la carica degli over 40 di Stefano Caredda TEMPO LIBERO 28 Vietato non toccare di Daniele Iacopini EDITORIA 30 Uovonero: un impresa diversa che sfida la crisi di Antonella Patete CULTURA 31 L Inferno sulla terra delle persone disabili di A.P. 33 Il mio best-seller: L eleganza del riccio di Andrea Venuto 35 Bergonzoni, cantore della vita altra di Laura Pasotti RUBRICHE 36 Inail... per saperne di più I dispositivi tecnici 37 Lavoro Telelavoro e disabilità 38 Turismo Viaggiare in Europa e non solo 39 L esperto risponde Scuola PINZILLACCHERE 40 Il pranzo della domenica I ragazzi di Sipario di Carla Chiaramoni Ricorrenze: Hawking compie 70 anni Altrimondi: i capolavori della cuoca Maricel 41 Hi-tech: occhio bionico Talentscout: l arte misteriosa, e visionaria, di Jessica Park DULCIS IN FUNDO 42 Strissie - I pupassi di Adriana Farina e Massimiliano Filadoro Superabile Magazine Anno I - numero tre, marzo 2012 Direttore: Mario Carletti In redazione: Antonella Patete, Laura Badaracchi, Eleonora Camilli e Diego Marsicano Direttore responsabile: Stefano Trasatti Hanno collaborato: Stefano Caredda, Carla Chiaramoni, Daniele Iacopini, Chiara Ludovisi, Laura Pasotti, Elisabetta Proietti, Pietro Scarnera, Ilaria Sesana, Serena Termini di Redattore Sociale; Luca Saitta; Rosanna Giovèdi, Giovanni Sansone, Alessandra Torreggiani, Francesca Tulli del Consorzio sociale Coin Progetto grafico: Giulio Sansonetti 4 Editore: Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Redazione: Superabile Magazine c/o agenzia di stampa Redattore Sociale Piazza Cavour Roma Stampa: Tipografia Inail Via Boncompagni Milano Autorizzazione del Tribunale di Roma numero 45 del 13/2/2012 Un ringraziamento, per averci gentilmente concesso l uso delle foto, a Simone Morciano (pag. 6, simonemorciano.carbonmade.com), Centro protesi Inail di Vigorso di Budrio (pag. 10), Silvia Dal Medico (pag. 14), Centro Speranza (pag. 19), Comunità di Sant Egidio e Officine fotografiche (pagg ), Museo Omero (pagg ). In copertina Cinzia Rossetti, fotografata da Paolo Ranzani (www.paoloranzani.com)

5 ACCADE CHE... LAVORI IN CORSO Osservatorio per l integrazione: alunni con disabilità in crescita Dopo tre anni di inattività, riparte ufficialmente l Osservatorio nazionale permanente per l integrazione scolastica degli alunni con disabilità: il 10 gennaio scorso è stato insediato dal ministro dell Istruzione Francesco Profumo. All incontro alcune associazioni membre dell organismo, in particolare le federazioni Fish e Fand, hanno presentato al ministro le questioni più urgenti relative agli studenti disabili. Di particolare attualità, la questione del sostegno, della formazione iniziale e in servizio dei docenti curriculari, per gli insegnanti di sostegno e i soprannumerari. «Circa un terzo degli insegnanti di sostegno non sono di ruolo: significa che cambiano Un concorso letterario per raccontare il disagio psichico. La cooperativa sociale Asad, insieme all associazione degli Editori umbri, promuove Comunità di salute mentale. Storie di ordinario vicinato. Al premio possono partecipare autori che abbiano prodotto opere di divulgazione scientifica o di narrativa. I testi dovranno essere inviati entro il 31 maggio. ogni anno, con grande disagio per gli alunni, specie quelli con disabilità intellettiva. La nostra proposta, che ci è stato assicurato sarà presa in considerazione, è che questi insegnanti siano immessi in ruolo: questo non comporterebbe costi economici, ma garantirebbe un servizio di qualità e continuativo», ha sottolineato Salvatore Nocera, vicepresidente della Fish, che ha lanciato una proposta: «Individuare dei parametri per misurare la qualità dell integrazione, in modo che le scuole possano fare a gara rispetto a questo specifico aspetto». «Riteniamo che si potrebbero anche ridurre le ore di sostegno, ma solo a due condizioni: una maggiore preparazione dei docenti curriculari e il rispetto del Dpr 81/2009, che all art. 5 stabilisce il tetto di 20 alunni per le classi con uno studente disabile ha concluso Nocera. Inoltre abbiamo chiesto al ministero di ribadire il divieto di utilizzare gli insegnanti di sostegno per le supplenze e l obbligo di sostituirli se assenti nelle ore assegnate». Nell anno scolastico in corso si contano oltre 191mila alunni disabili, mentre nel erano poco più di 116mila. MOBILITÀ All estero in automobile. Con un aiuto in più Dove trovare parcheggi riservati ai disabili quando si è all estero? Come funzionano i pass invalidi al di fuori dei confini italiani? Per rispondere a queste domande è nata la guida on line della Fia (Fédération international de l automobile) che spiega, per le strade di circa 130 Paesi e Stati federali nel mondo, quali sono le regole e le convenzioni a cui devono attenersi gli automobilisti disabili. Alcune nazioni, per esempio, prevedono per le persone con disabilità il parcheggio gratuito e senza limiti di 5 tempo, l accesso alle zone riservate ai pedoni o a traffico limitato. Nel sito di cui esiste una versione tradotta, a cura dell Aci, Automobile Club d Italia sono anche segnalate le nazioni che hanno accordi di reciprocità, dove quindi la documentazione italiana viene considerata valida. Si possono segnalare, inoltre, disservizi riscontrati nei percorsi. WELFARE Istat: 4 italiani su 10 assistono familiari disabili Sono 15 milioni gli italiani che si prendono cura regolarmente di un minore, di adulti malati, di disabili o anziani. Lo dice l ultimo rapporto dell Istat sulla conciliazione tra lavoro e famiglia, i cui dati si riferiscono al secondo trimestre del Quattro italiani su dieci (il 38,4% della popolazione), quindi, oltre al lavoro si dedicano all assistenza; oltre tre milioni e 300mila coloro che prestano assistenza a persone bisognose di cure: il 10,7% delle donne e il 6,2% degli uomini. Le persone impegnate contemporaneamente accanto a più individui che necessitano di accudimento sono un milione e 649mila: il 10,9% del totale. Di questi, 689mila forniscono supporto a figli coabitanti e adulti non autosufficienti, anziani, disabili o malati.

6 ACCADE CHE... FRONTIERE Cellulari accessibili? La guida on line per scegliere quello giusto Un database on line che raccoglie informazioni utili sull accessibilità dei telefoni cellulari. Si chiama Gari (acronimo di Global accessibility reporting initiative), ed è il frutto della collaborazione tra i maggiori produttori di cellulari al mondo (fra cui Samsung, Sony Eriksson, Motorola, Apple e Nokia), che hanno unito i loro sforzi dando vita al Manifacture mobility forum. Il database, presentato recentemente all Europarlamento, è consultabile sul sito www. mobileaccessibility. info. Nel portale, sezioni dedicate alle diverse disabilità: per ciascun deficit vengono spiegate le caratteristiche dei telefoni attualmente sul mercato in grado di superarle. Per ora il sito è disponibile in undici lingue (italiano escluso). Un équipe integrata, formata da medici, infermieri e pazienti, avrà il compito di esaminare e valutare l assistenza ospedaliera offerta alle persone colpite da sclerosi multipla: nasce nel Lazio il primo Audit civico, promosso dall associazione Cittadinanzattiva, col supporto di Biogen. Il progetto interesserà sei tra i principali centri per la sclerosi multipla presenti nella regione. A ricoprire il ruolo di capofila, l azienda ospedaliera San Camillo- Forlanini. L INIZIATIVA Anziani e disabili in difficoltà? C è una nuova rete di garanti Pagare le bollette, gestire controversie legali, far valere i propri diritti, tutelare i propri risparmi. Azioni impegnative per tutti, che diventano ancor più difficili per le persone anziane e con disabilità. Proprio per loro è nato l amministratore di sostegno, una figura istituita con la legge 6/2004, che oggi sta riscuotendo sempre più successo in alcune regioni, come la Lombardia. Qui si è sviluppata una vera e propria rete sociale che unisce terzo settore, ] Asl e istituzioni con l obiettivo di favorire la protezione giuridica di chi non è legalmente autonomo. Il progetto Ads Lombardia prevede anche un rapporto costante con figure professionali come avvocati e giuristi, disponibili a una consulenza per questioni relative alle barriere architettoniche e al riconoscimento di indennità. Info: www. progettoads.net. 6 SCUOLA Treviso, la progettazione per tutti si impara sui banchi accessibilità si impara sui banchi di scuo- L la. Succede a Treviso, dove si è concluso a dicembre il primo corso base sulla Progettazione per l accessibilità a una utenza globale all istituto tecnico statale per geometri A. Palladio. Il corso nasce per fornire agli studenti le informazioni necessarie a comprendere le esigenze delle persone con disabilità temporanee o permanenti. L iniziativa è a cura dell associazione RibaltaMente, fondata dagli architetti Massimo Piani, Simonetta Benetollo, Paola Minati e Lionella Piva, con il contributo di Anglat (associazione specializzata nella mobilità delle persone con disabilità). Il corso è stato replicato in altri due istituti del Veneto.

7 IL PROGETTO Sodalitas disability group : esperienze d inserimento lavorativo sul web Sul social network professionale Linkedin trova spazio anche il mondo della disabilità. È stato creato, infatti, il Sodalitas disability group, per condividere le esperienze di inserimento lavorativo di persone disabili. Il gruppo rientra nell ambito del laboratorio Lavoro e disabilità promosso dalla Fondazione Sodalitas, che coinvolge sei imprese: Abb, Banca popolare di Milano, Bureau Veritas, Ibm, Oreal Italia e Randstad. Al progetto partecipano anche il Coordinamento degli atenei lombardi per la disabilità (Cald), l Ufficio scolastico provinciale e la Lega per i diritti delle persone con disabilità (Ledha). ARIA APERTA Healing garden, a Novara il giardino è terapeutico Bellinzago Novarese c è un giardino te- A rapeutico con terrazza verde, percorsi fisioterapico e storico-sensoriale. È il progetto pilota Healing garden, realizzato grazie ai fondi della Regione Piemonte e del Comune dall architetto Monica Botta all interno di una struttura protetta per anziani. Nella casa vivono 42 seniores con patologie medio-gravi e un residuo grado di autosufficienza. Ma di questa esperienza possono usufruire anche bambini e disabili, nonché associazioni e gruppi della provincia di Novara che altrimenti non avrebbero a disposizione spazi dove praticare attività terapeutiche a contatto con la natura. I promotori dell iniziativa sottolineano il miglioramento dell umore, il coinvolgimento emotivo e una maggiore tranquillità da parte dei fruitori di questi spazi. Inoltre hanno notato un potenziamento della capacità di socializzazione, dell equilibrio e della forza muscolare. SENZA BARRIERE Cloud per il sociale globale : innovazione tecnologica per l inclusione Abbattere le barriere digitali attraverso un accesso universale all interfaccia dei sistemi informatici, per garantire una fruibilità totale dei servizi a tutti, non solo a chi ha esigenze particolari. È questo l obiettivo di Cloud per il sociale globale un progetto di ricerca e sviluppo promosso da Ingegneria 2000 in collaborazione con Fiaba. Il modello, che secondo i promotori rivoluzionerà il mondo dell informatica e delle imprese, attraverso l introduzione di nuove tecnologie consente agli utenti di accedere a qualunque contenuto in qualunque luogo. Si tratta, infatti, di una soluzione basata sull integrazione tra le tecnologie vocali e i servizi IT, che permette all utente di interagire con le funzionalità disponibili anche in mobilità e con il solo utilizzo della voce. 7 Un social network perfettamente accessibile e fruibile da parte di non vedenti e ipovedenti e aperto a tutti. Si chiama Freerumble ed è promosso dall Unione italiana ciechi (Uic) e dall Associazione disabili visivi (Adv). Il tasso di occupazione delle persone disabili si aggira intorno al 20% contro il 55% dei normodotati. Lo dice l Istat nel suo rapporto Disabilità in cifre. Solo due disabili su dieci hanno quindi un posto di lavoro, magari non fisso, nonostante la legge 68 del 1999 obblighi le aziende ad assumere forza lavoro selezionandola tra le liste delle categorie protette. Il contact center antirazzismo dell Unar (800/901010, www. unar.it) si estende a tutte le altre forme di discriminazione, compresa la disabilità. L Ufficio antidiscriminazione è stato istituito presso la presidenza del Consiglio dei ministri, in attuazione della direttiva Ue 43/2000.

8 L INCHIESTA Fashion no limits Moda speciale Valentina Bazzani, 27 anni, nella foto a destra, ritratta con stile retrò da Simone Morciano. Laureata in Scienze della comunicazione a Verona, è originaria di Tarmassia, frazione di Isola della Scala, nel cuore delle risaie del Nord-Est 8

9 in passerella La bellezza di una persona disabile? Non è più un tabù: lo dimostrano diverse modelle che sfilano in sedia a ruote o posano per book fotografici. Un trend che evidenzia il desiderio di essere glamour, stilisti permettendo... Laura Badaracchi Anche il look vuole la sua parte. Sentirsi in ordine, vedersi a posto, piacersi: tutti aspetti che favoriscono l autostima e le relazioni. Anche se si ha una disabilità, è importante coltivare un sano interesse per il proprio aspetto: dal taglio dei capelli al makeup, fino a un abbigliamento attento alle tendenze della moda, agli accessori e a quel tocco di glamour che fa sentire bene con se stessi, innanzitutto. Ma la bellezza estetica degli abiti da indossare è un lusso che le persone disabili si possono permettere? Trovano sul mercato capi adatti alle loro esigenze e allo stesso tempo belli da vedere, con colori anche vivaci e non i soliti grigio e blu? C è chi ha provato a fare un passo ulteriore nel mondo del fashion: non solo indossando abiti alla moda. La quarantenne Cinzia Rossetti (in copertina), disabile motoria, ha pensato di realizzare un book fotografico e di inviarlo a una nota agenzia per modelle. Ed è stata selezionata per un colloquio, salvo scontrarsi con un muro di silenzio dopo che ha comunicato a chi l aveva scelta di avere una disabilità. Lei, però, non si è fermata. Di tempra ne ha da vendere: lavora come educatrice e animatrice presso la cooperativa Zanzebia di Ghedi e all Università Cattolica di Brescia, dove si è laureata in Scienze dell educazione; collabora con le associazioni Insieme e Mutuo aiuto, oltre che con il Comitato lombardo per la vita indipendente. Insomma, ha una rete alle spalle. E l appoggio del fotografo Paolo Ranzani, che l ha conosciuta in occasione del book, decidendo di sostenere insieme a lei la mostra La femminilità è donna : ritratti a colori e in bianco e nero di 15 modelle disabili provenienti da varie regioni d Italia, che si sono messe in gioco, complici altrettanti professionisti degli scatti; alcune immagini sono riproposte in queste pagine. «Abbiamo lanciato, attraverso Facebook e un blog, la proposta; poi la selezione e la realizzazione dell allestimento, che punta a sensibilizzare sul tema della sensualità e della bellezza delle donne disabili, protagoniste attive della propria vita», riferisce Cinzia, aggiungendo che la mostra patrocinata dal Comune di Brescia, in scena nell ottobre scorso negli spazi del Museo di Santa Giulia «è stata molto apprezzata da tutte le persone che l hanno vista: ci hanno detto che è stata una meravigliosa iniziativa, molto toccante, emozionante e positiva. Per ora la sto portando nei paesi limitrofi, poi pian piano la farò conoscere anche in altre città, dov era stata già richiesta dalle ragazze e dai fotografi che hanno partecipato». L impegno di Cinzia non si ferma qui: sta lavorando per lanciare con l agenzia di moda Fashion team di Torino una sezione dedicata alle modelle 9 «Andare a fare shopping è diventato meno pesante per chi vive uno stato di disagio: prima nelle boutique o nei negozi d abbigliamento e di scarpe, quando ci vedevano arrivare, entravano nel panico, quasi avessero paura che comprassimo qualcosa, o meglio, temevano di non saper gestire una misura troppo piccola o troppo grande rispetto alle nostre fisicità. [...] quando io chiedevo una calza velata quasi svenivano, della serie: «Ma che vuole mostrare questa?». [...] in un negozio di intimo, la commessa in modo audace mi ha proposto delle autoreggenti, sarà stato perché portavo la fede? O perché ha capito che sono una donna? Non lo so, ma è stato bellissimo, anche perché me le sono comprate. [...] continuano a proporci scarpe comode d inverno e fresche d estate: io non dico che ci devono mostrare i tacchi a spillo, però una scarpetta carina, perché no?» [tratto da Ileana Argentin, Chissà cosa si prova a ballare, Donzelli editore]

10 L INCHIESTA Fashion no limits Tatuaggi e tacchi a spillo. Anche con le protesi Tacchi fino a nove centimetri, ma anche cosmesi realizzate a mano da veri tecniciartisti. È quello che offre il Centro protesi Inail di Vigorso di Budrio (Bologna), che si dimostra particolarmente attento anche all estetica. Fino a sette-otto anni fa le protesi di arto inferiore erano realizzate per essere indossate sempre con lo stesso tipo di scarpa, cosa che penalizzava soprattutto le donne», spiega l ingegner Gennaro Verni, direttore tecnico del centro, precisando: «Ora invece esistono piedi protesici che permettono di modificare la posizione e indossare tacchi da zero a cinque centimetri». E per chi volesse tacchi più alti, magari da sfoggiare in un occasione speciale? «In questo caso possiamo realizzare una protesi apposita, con un tacco alto fino a nove centimetri: recentemente l abbiamo fatto su richiesta di una nostra paziente infortunata», riferisce Verni. Ma il Centro protesi offre anche altre soluzioni estetiche. «Dal punto di vista cosmetico, le protesi vengono personalizzate il più possibile sul paziente», continua l ingegnere. A Vigorso di Budrio, un reparto è adibito proprio a questo: grazie al lavoro di alcuni tecnici-artisti, le protesi possono essere arricchite dando lo smalto alle unghie delle dita, o addirittura con tatuaggi. «Da quest anno aggiunge Verni gli infortunati sul lavoro possono richiedere anche una protesi estiva, cioè con un colore più simile a quello dell abbronzatura». Un apertura a tutto campo nei confronti dell immagine e della bellezza estetica, insomma, per venire incontro alle richieste più particolari dei pazienti, assecondando i loro gusti e le loro esigenze. [Pietro Scarnera] disabili. «Per il momento oltre una decina di donne disabili hanno preparato un book fotografico e lo hanno spedito all agenzia, ringraziandomi per l esperienza preziosa vissuta che ha risvegliato dentro di loro parti di sé lasciate in ombra, trascurate, dimenticate... Altre hanno richiesto di partecipare al progetto: si può scrivere a Un grande fermento, per un iniziativa tutta da sperimentare: «Vogliamo osservare come risponde l opinione pubblica, fra cui gli stilisti e il mondo del fashion. Perché oggi i destinatari del mercato della moda non sono certamente le persone con disabilità: non le hanno mai prese in considerazione», osserva ancora Cinzia, anche se non mancano i disabili giovani e adulti, uomini e donne, che puntano a un look affascinante, di tendenza, con quel pizzico di glamour che non guasta. Lei si sente bella «abiti semplici senza fantasie, non troppo eleganti. Per esempio gli abiti che ho indossato nelle fotografie del book»: da un tubino rosso Valentino a un top di pizzo, dallo stile elegante a quello casual e sportivo. «Ho altre idee in mente per far riconoscere la donna disabile come tutte le altre». Top secret, per il momento: Cinzia non si sbottona ulteriormente; quel che è certo, però, è che non sta pensando a creare una linea di abiti per donne disabili: «Se fossi una stilista, creerei una linea per tutte le persone: bambini, uomini e donne». 10 Marta Pellizzi, ipovedente, auspica linee di abbigliamento sempre più accessibili e anche, perché no, collezioni ad hoc per i disabili: «Non credo sia discriminante dare la possibilità di scelta a tutti, proprio tutti. Anzi, sono convinta che migliaia di persone gioirebbero se anche la moda si accorgesse che c è bisogno di collezioni accessibili a chi ha un handicap. La discriminazione è qualcosa che fa male e non penso proprio che una collezione creata con determinati accorgimenti possa far soffrire qualcuno...». Con All for fashion, Marta con l entusiasmo dei suoi 23 anni, disabile da quando ne aveva 18 si propone di realizzare una sfilata di alta moda a Bologna con modelle e modelli con varie disabilità. L evento dovrebbe svolgersi entro l anno: in passerella, sfileranno sette ragazze e altrettanti ragazzi selezionati in un casting nella provincia di Bologna; i candidati seguiranno un corso di formazione gratuito in portamento e realizzeranno un servizio fotografico. Per la prima volta «indosseranno abiti creati su misura per loro, con accorgimenti e dettagli per chi ha difficoltà motorie e fisiche»; altre informazioni su «L idea è nata dall esigenza di poter integrare le persone con disabilità in quel mondo che troppo spesso le esclude e tende a ghettizzare il diverso, cioè la moda. Ma il progetto è momentaneamente fermo per mancanza di sponsor, decisivi e fondamentali per dar vita alle iniziative in programma. Spero che aziende di abbigliamento e grandi marchi siano disponibili per aiutarci a concretizzare il sogno di molte persone stanche di essere invisibili». Ma il pianeta della moda, «nonostante tutte le campagne di sensibilizzazione e gli eventi, non ha ancora colto davvero ciò che noi persone con disabilità vogliamo sia fatto. Venire discriminati o sentirsi diversi anche per l abbigliamento è una cosa molto sgradevole: gli abiti fashion e i vestiti alla moda dovrebbero essere creati anche per chi ha difficoltà di movimento e fisiche con minuziosi accorgimenti e facilitazioni per indossarli», sostiene Marta, affiancata in quest avventura dall Accademia della moda di Napoli e da Pasquale Espo-

11 Oggi è la testimonial in tutto il mondo di una nota azienda di cosmetici. La rivista People l aveva annoverata tra le cinquanta donne più belle del mondo. Nel 1998, sulle passerelle londinesi, ha sfilato per lo stilista Alexander McQueen con speciali protesi abbinate agli abiti da indossare, ed è stata la musa dell artista visionario Matthew Barney. È una donna piena di forza e di fascino, Aimée Mullins: atleta, modella e attrice, è nata nel 1976 senza l osso perone, subendo l amputazione di entrambe le gambe sotto il ginocchio quando aveva appena un anno. Si è laureata alla Georgetown University di Washington dove, nonostante l handicap, ha gareggiato contro gli atleti normodotati nelle gare di atletica leggera. Nel 1996, ai Giochi Paralimpici di Atlanta, ha stabilito il record paralimpico nei 100 metri piani e nel salto in lungo. Anche gli stilisti contro stereotipi e pregiudizi. «I tempi sono cambiati. Le persone con disabilità hanno voglia di viaggiare e di muoversi. Di vivere la diversità a proprio agio, in ogni campo della vita. E la moda non fa eccezione», commenta Lino Brundu, presidente di Atlha onlus. L associazione milanese, lo scorso 3 dicembre, ha promosso una sfilata e un dibattito sul tema in occasione dell evento Moda e disabilità, organizzato a Cascina Bellaria (Milano). «Quanti riescono a indossare i capi che i grandi stilisti propongono sulle passerelle? si chiede. Ci aspettiamo una risposta da parte di chi crea la moda: anche loro possono dare un contributo per superare stereotipi e pregiudizi». [I.S.] 11

12 L INCHIESTA Fashion no limits Freeshore: quando i dettagli glamour fanno la differenza Nella moda, si sa, sono i dettagli a fare la differenza. Come i bottoni a pressione in finta madreperla per le camicie, gli unici adatti a chi si è rotto un braccio e può usare una sola mano per vestirsi. O i pantaloni con ghette interne di jersey per proteggere dal freddo le gambe di chi è in carrozzina. Fino ai jeans che si aprono lateralmente (grazie a una zip in nylon) e possono essere allargati (grazie a un soffietto), adattandosi così alle esigenze di chi deve portare il gesso dopo una frattura. «Quando ci si rompe una gamba non si hanno molte alternative ai bermuda o alle tute da ginnastica», commenta Michela Colombo Gallazzi, una delle titolari di Mec Service, azienda varesina che ha lanciato Freeshore, una linea d abbigliamento molto particolare. Felpe, camicie e pantaloni sono stati reinventati con cerniere e bottoni fissati nei punti giusti, offrendo così alle persone con una disabilità temporanea o permanente la possibilità di indossare abiti comodi e funzionali. Senza per questo rinunciare all eleganza. «Tutto ha avuto inizio tre anni fa, quando mia sorella è caduta rompendosi l omero. Ed è stata costretta a indossare un fissatore esterno, una sorta di impalcatura ricorda Michela. In quel momento ci siamo resi conto che sul mercato non esisteva nulla che le permettesse di vestirsi in maniera normale. Così ci siamo messe al lavoro e abbiamo adattato alcune felpe alle sue esigenze». Peccato che nessun negozio specializzato o grande magazzino abbia voglia di venderli: «Potenzialmente, questi abiti possono avere un buon mercato. Purtroppo nessuno ha accettato la nostra proposta», commenta amaramente Michela. La crisi morde e i commercianti non sono disposti a tenere troppa merce stoccata in magazzino, con il rischio che resti invenduta. Oppure, forse, il mercato non è ancora pronto per dare risposte adeguate alla voglia di normalità. «Per molti anni le persone con disabilità non hanno avuto interesse per il proprio aspetto o l abbigliamento. La sfida, oggi, è abbattere i tabù anche su questo fronte», commenta Laura Boerci, scrittrice e organizzatrice di Moda e disabilità. Un evento che, lo scorso 3 dicembre, ha portato in passerella modelle con disabilità. Per il momento, gli abiti senza barriere sono introvabili: sul sito è ancora visibile la collezione, ma la produzione è stata sospesa. «Tanti ci chiamano per sapere dove sono i punti vendita sottolinea Michela. Mentre non credo possa funzionare la vendita on line: il cliente ha bisogno di provare i vestiti, prima di acquistarli». [Ilaria Sesana] 12 sito, già direttore artistico del concorso Miss Italia sorda La ragazza, di origini calabresi ma emiliana d adozione, è convinta che il look sia importante e che sia «ancora più fondamentale avere la possibilità di sceglierlo. Io ho un grave deficit visivo, che forse non mi limita nell indossare ogni tipo di capo, ma che mi avvicina a coloro che come me hanno una disabilità. Il mio look preferito, con cui mi sento bella? Sobrio ma estremamente elegante; amo i colori scuri e le scarpe col tacco». Passerelle e stilisti, «oltre alla società, dovrebbero cominciare a vedere la bellezza e la perfezione come qualcosa di soggettivo. La bellezza non è da intendersi analogamente ai prototipi che le riviste patinate ci impongono come assoluti: un corpo scalfito da un handicap non è di certo meno bello perché diverso». Non a caso Marta ha scelto per il suo progetto lo slogan «La bellezza, seppur diversa, è sempre bellezza»: l estetica conta ed è rivendicata per i significati che assume e che vanno ben oltre la patina superficiale. Anche quando si parla di ausili, «credo che sia importante poter contare su un oggetto che sia, oltre che utile e funzionale tecnicamente, anche di bell aspetto». Le idee non mancano, con una filosofia di fondo che evoca anzitutto cultura inclusiva: «Le persone con disabilità non sono invisibili: la diversità sta negli occhi di chi guarda, non di chi la vive», ribadisce la promotrice di All for fashion. E spera che Annalisa Minetti sia la madrina dell evento. Soluzioni per un vestire comodo, per chi è seduto in carrozzina o ha limitate capacità manuali o motorie, le propone con un taglio piuttosto classico la ditta Lydda wear. Grazie ai consigli di parenti e amici di anziani e disabili, oltre al prezioso contributo di molte asso-

Fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice. (Madre Teresa di Calcutta)

Fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice. (Madre Teresa di Calcutta) Fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice. (Madre Teresa di Calcutta) FIABA ONLUS FIABA si propone di abbattere tutte le barriere, da quelle architettoniche a quelle culturali,

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF

LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF Comitato Unicef Emilia Romagna Comitato Unicef Bologna LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF presso la Casa Circondariale di Bologna Le testimonianze delle detenute e delle volontarie Le detenute: B. O. (Romania)

Dettagli

ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE

ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE Ciao a tutti, io sono Andrea referente locale Ferrara-Bologna per Aismac. Sono affetto da una Siringomielia traumatica dorsale e da una amputazione

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Newsletter di aggiornamento sui progetti di Amici dei Bambini n. 50 Dicembre 2010

Newsletter di aggiornamento sui progetti di Amici dei Bambini n. 50 Dicembre 2010 Newsletter di aggiornamento sui progetti di Amici dei Bambini n. 50 Dicembre 2010 Il Cappello di Guguzza racconta le avventure di un piccolo ragazzino di nome Guguzza. Questa fiaba ci insegna che facendo

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

UNA GIORNATA DI SPORT E INCLUSIONE

UNA GIORNATA DI SPORT E INCLUSIONE 16 maggio 2015 Milano, Arena Civica RECORD FOR ALL UNA GIORNATA DI SPORT E INCLUSIONE RASSEGNA STAMPA COMUNICAZIONE comunicazione@labilita.org Associazione l abilità Onlus Via Pastrengo 16/18 20159 Milano

Dettagli

FRANCA SOZZANI IL BLOG DEL DIRETTORE BOMPIANI

FRANCA SOZZANI IL BLOG DEL DIRETTORE BOMPIANI FRANCA SOZZANI IL BLOG DEL DIRETTORE BOMPIANI ISBN 978-88-452-6630-0 2010 RCS Libri S.p.A. Via Mecenate 91-20138 Milano Prima edizione Bompiani dicembre 2010 La moda non ha leggi, non ha regole, ma senza

Dettagli

DIMMI COME TI VESTI. Vestiti e accessori. Dizionario per immagini

DIMMI COME TI VESTI. Vestiti e accessori. Dizionario per immagini LIVELLO A1 LIVELLO A1 5 lezioni - Lettore CD - Un dado e delle pedine - Lavagna luminosa DIMMI COME TI VESTI La moda è in ogni paese non solo modo di vestire, ma in Italia lo è in modo particolare. Infatti

Dettagli

Insight - Viaggi nel Servizio Civile è la nuova rubrica del Servizio Civile Nazionale della Regione Lazio.

Insight - Viaggi nel Servizio Civile è la nuova rubrica del Servizio Civile Nazionale della Regione Lazio. MAGGIO 2016 47 GIOVANI COINVOLTI DAL 2013 3 PROGETTI VIAGGI NEL SERVIZIO CIVILE COMUNE DI RIETI Insight - Viaggi nel Servizio Civile è la nuova rubrica del Servizio Civile Nazionale della Regione Lazio.

Dettagli

UNA VITA PER LE RAGAZZE MADRI Intervista a Carolina Caspary, responsabile dell Hogar San Francisco a Posadas

UNA VITA PER LE RAGAZZE MADRI Intervista a Carolina Caspary, responsabile dell Hogar San Francisco a Posadas UNA VITA PER LE RAGAZZE MADRI Intervista a Carolina Caspary, responsabile dell Hogar San Francisco a Posadas Carolina Caspary è l assistente sociale argentina responsabile del Centro di accoglienza per

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA BASKET: UNA SCUOLA DI VITA Un incontro speciale con il mondo della pallacanestro Lunedì 7 aprile 2014, le classi terze hanno incontrato il giocatore Jacopo Balanzoni della squadra della pallacanestro Cimberio

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

Psoprattutto nella fase di informazione,

Psoprattutto nella fase di informazione, UNA VISIONE DALLA PARTE DELL UTENZA DEBOLE, CICLISTI E PEDONI Marco Passigato FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta rima di iniziare vorrei ringraziare le associazioni che hanno collaborato,

Dettagli

UN SORRISO PER GUARIRE

UN SORRISO PER GUARIRE UN SORRISO PER GUARIRE Mi chiamo Giulia, ho 24 anni e questa è la mia storia. Fino ai 14 anni la mia vita è stata serena, sono sempre stata una bambina vivace, piena di vita, tutti mi definivano un vulcano

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Secondo incontro: La mia esperienza d amore

Secondo incontro: La mia esperienza d amore Secondo incontro: La mia esperienza d amore Prima di addentrarci nel tema dell incontro sondiamo la motivazione dei ragazzi. Propongo loro un diagramma G/T. Tutti i ragazzi pensavano ad un esercizio di

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO DI CONSELVE

ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO DI CONSELVE LE SCUOLE DELL INFANZIA DELL ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO COMPRENDONO: Scuola dell infanzia statale Il Girasole di Conselve composta da nove sezioni Scuola dell infanzia statale M. Immacolata di

Dettagli

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality La vita è un continuo movimento e cambiamento, e la forma è una specie di sistema sociale, di legge esterna, in cui l'uomo cerca di fermare e di fissare la vita; per questo l'uomo è prigioniero di queste

Dettagli

Un mondo che neanche immagini

Un mondo che neanche immagini Un mondo che neanche immagini Federica Bracale UN MONDO CHE NEANCHE IMMAGINI romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Federica Bracale Tutti i diritti riservati Come sarebbe bello dire per caso.

Dettagli

Progetto Casa Pangea Calcutta. Report semestrale Gennaio-Giugno 2015

Progetto Casa Pangea Calcutta. Report semestrale Gennaio-Giugno 2015 Progetto Casa Pangea Calcutta Report semestrale Gennaio-Giugno 2015 Sommario 3 Introduzione 5 Programma di supporto e riabilitazione fisico-mentale 5 Supporto medico 5 Accesso alle agevolazioni statali

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

RELAZIONE MORALE ANNO 2010

RELAZIONE MORALE ANNO 2010 RELAZIONE MORALE ANNO 2010 Nel corso del 2010, il Gruppo Dirigente ha proseguito la propria attività nel solco degli scopi fissati dallo statuto associativo, impegnandosi in primo luogo nella promozione,

Dettagli

APPENDICE 1 IL PROGETTO FLOW S CHOICE COME CONTRIBUTO INNOVATIVO NELLE ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO. di Gaetana Fatima Russo

APPENDICE 1 IL PROGETTO FLOW S CHOICE COME CONTRIBUTO INNOVATIVO NELLE ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO. di Gaetana Fatima Russo APPENDICE 1 IL PROGETTO FLOW S CHOICE COME CONTRIBUTO INNOVATIVO NELLE ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO di Gaetana Fatima Russo Nella logica del percorso ROAD MAP che abbiamo assunto nel progetto Analisi delle

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

«Sorridere significa solamente vivere»

«Sorridere significa solamente vivere» «Sorridere significa solamente vivere» Intervista a Simona Atzori a cura di Annalisa Benedetti Simona Atzori, trentacinquenne, milanese, è un'affermata artista internazionale. Danza, dipinge, crea... Osservate

Dettagli

AISM. Associazione Italiana Sclerosi Multipla

AISM. Associazione Italiana Sclerosi Multipla AISM Associazione Italiana Sclerosi Multipla La sclerosi multipla La sclerosi multipla è una malattia cronica del sistema nervoso centrale spesso progressivamente invalidante. Un processo infiammatorio

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA QUADRI D AUTORE Gianna Campigli, Anna Castellacci, Seminario nazionale, Cidi Firenze, 8 maggio 2011 Dal percorso per la terza classe L autobiografia Il percorso sull autobiografia

Dettagli

Susanna Beretta, And the champion. Fino a pochi anni fa, sui diversi podi delle. » Uno stiletto d argento. Eventi / Nailympics Londra

Susanna Beretta, And the champion. Fino a pochi anni fa, sui diversi podi delle. » Uno stiletto d argento. Eventi / Nailympics Londra Eventi / Nailympics Londra a cura della redazione foto: Trebosi Susanna And the champion Beretta is...» Uno stiletto d argento Susanna Beretta, 23 anni a gennaio, Nail Technician Trebosi, ha vinto la medaglia

Dettagli

Andrea e Valentina 12-06-2014. Il Manuale Della Perfetta Testimone

Andrea e Valentina 12-06-2014. Il Manuale Della Perfetta Testimone Andrea e Valentina 12-06-2014 Il Manuale Della Perfetta Testimone IL COMANDAMENTO DELLA PERFETTA TESTIMONE Arrivare in orario tu dovrai Del nostro amore testimone tu sarai Il tuo clacson a fondo utilizzerai

Dettagli

Contusa e felice. Intervista a Cinzia Chiarini

Contusa e felice. Intervista a Cinzia Chiarini Contusa e felice. Intervista a Cinzia Chiarini a cura di Annalisa Benedetti Si descrive parafrasando il titolo di una canzone di Carmen Consoli la vulcanica creativa Cinzia Chiarini di Pontedera (Pi),

Dettagli

ANDREA DEVICENZI IL TRIATHLON

ANDREA DEVICENZI IL TRIATHLON ANDREA DEVICENZI ANDREA DEVICENZI: QUALCOSA PIÙ DI UN ATLETA All età di 17 anni per un incidente motociclistico il suo cuore si è fermato tre tentativi di rianimazione i primi due falliti al terzo tentativo

Dettagli

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO associazione per il bambino in ospedale numero 34 maggio 2015 Amico ABIO UDINE Periodico quadrimestrale di informazione di ABIO Udine Onlus Direttore Responsabile: Paola Del Degan Redazione: Paola Caselli,

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

Il Dono di Giusy. intervista a Giusy Versace. a cura di Annalisa Benedetti

Il Dono di Giusy. intervista a Giusy Versace. a cura di Annalisa Benedetti Il Dono di Giusy intervista a Giusy Versace a cura di Annalisa Benedetti Giuseppina Versace, meglio conosciuta come Giusy, porta un cognome che nel mondo della moda pesa e conta. Ed è proprio nel mondo

Dettagli

Arrivederci! 1 Unità 11 Moda per ogni stagione

Arrivederci! 1 Unità 11 Moda per ogni stagione Parliamo di moda! Indicazioni per l insegnante Obiettivi didattici parlare di moda e di vestiti dire cosa piace e cosa non piace concordanza degli aggettivi di colori con i nomi i verbi riflessivi al passato

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 -

PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 - PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 - Indice: 1. Presentazione di me stesso. 2. Come ho imparato ad usare il p. c. 3. Che programmi ci sono nel

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

Corso professionale per consulente d immagine 90 ore Completo

Corso professionale per consulente d immagine 90 ore Completo Corso professionale per consulente d immagine 90 ore Completo corso di formazione professionale il segreto non è correre dietro alle farfalle ma curare il giardino affinché loro vengano da te quintana

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

riportare quindi il centro del nostro mondo tra le mura della nostra città.

riportare quindi il centro del nostro mondo tra le mura della nostra città. magazine free press Firenze Urban Lifestyle è un magazine freepress che nasce dalla volontà di dare energia alla forza intrinseca della città di Firenze. La nostra redazione vuole dar voce a realtà e situazioni

Dettagli

Cerchi d acqua e policromie cristalline

Cerchi d acqua e policromie cristalline Cerchi d acqua e policromie cristalline Entriamo nella casa del lago. Vanni scruta l ambiente da esperto. Apre le grandi finestre, lasciando entrare l aria fresca e pulita. Un odore d antico c investe.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO DI CONSELVE

ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO DI CONSELVE ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO DI CONSELVE LE SCUOLE DELL INFANZIA DELL ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO COMPRENDONO: Scuola dell infanzia statale Il Girasole di Conselve composta da nove sezioni

Dettagli

IL PICCOLO PRINCIPE PROGETTUALITA ANNO SCOLASTICO 2013/2014

IL PICCOLO PRINCIPE PROGETTUALITA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SCUOLA DELL INFANZIA CASA DEL BAMBINO ABBADIA LARIANA PROGETTUALITA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 IL PICCOLO PRINCIPE Non si vede bene che col cuore. L essenziale è invisibile agli occhi Antoine de Saint-

Dettagli

Elena Bortolotti Percorsi inclusivi per la disabilità. Temi, problemi e opportunità

Elena Bortolotti Percorsi inclusivi per la disabilità. Temi, problemi e opportunità A11 703 Elena Bortolotti Percorsi inclusivi per la disabilità Temi, problemi e opportunità Copyright MMXII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A

Dettagli

delle persone si riferiva alle persone Down chiamandole mongoloidi e l idea più diffusa era quella di persone ritardate mentalmente che sarebbero

delle persone si riferiva alle persone Down chiamandole mongoloidi e l idea più diffusa era quella di persone ritardate mentalmente che sarebbero DIVENTARE GRANDI: LA CONQUISTA DELL AUTONOMIA Anna Contardi annacontardi@aipd.it Associazione Italiana Persone Down Viale delle Milizie 106-00192- Roma - Italy In Italia 1 bambino ogni 1200 nasce con la

Dettagli

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità è un [ ] processo di crescita per gli alunni con disabilità e per i loro compagni.

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità è un [ ] processo di crescita per gli alunni con disabilità e per i loro compagni. L integrazione scolastica degli alunni con disabilità è un [ ] processo di crescita per gli alunni con disabilità e per i loro compagni. la presenza di alunni disabili non è un incidente di percorso, un

Dettagli

CASA DELL ABBRACCIO. Presentazione

CASA DELL ABBRACCIO. Presentazione 1 CASA DELL ABBRACCIO Presentazione Mi chiamo Raimondi Elisa, ho 39 anni, vivo a Castell Arquato (Pc) da settembre 2013, ma sono di origine cremonese. Provengo da studi artistici: dopo il Liceo Artistico,

Dettagli

Milano, 8 aprile 2015

Milano, 8 aprile 2015 SABATO 27 GIUGNO 2015 - ARENA CIVICA DI MILANO GIOCHI SENZA BARRIERE, ENERGIA PER LA VITA UN GRANDE EVENTO FUORI EXPO NATO DALLA SPLENDIDA ESPERIENZA DI BEBE VIO OTTO SQUADRE SI SFIDANO NELLO SPIRITO PARALIMPICO

Dettagli

giornodi ordinaria nail art

giornodi ordinaria nail art U&B Story / lettrici doc di Marco Pirani foto Max Salani un giornodi ordinaria nail art» Paolo Caprioni, affermato hair stylist e make up artist, vanta nel suo curriculum la cura del look di numerose star

Dettagli

INTERVISTA A WOLFGANG EGGER

INTERVISTA A WOLFGANG EGGER INTERVISTA A WOLFGANG EGGER Domande a cura di Carlo Alberto Monti, Presidente Club Alfa Sport Trascrizione: Mapelli Paolo, Responsabile Stampa Fotografie: Mapelli Paolo per Club Alfa Sport Come vive la

Dettagli

PROGETTI SPERIMENTALI delle sedi PADOVA e ROVIGO: GRUPPO DI SUPPORTO E AIUTO E CONSULENZA PSICOLOGICA (INDIVIDUALE O/E FAMILIARE)

PROGETTI SPERIMENTALI delle sedi PADOVA e ROVIGO: GRUPPO DI SUPPORTO E AIUTO E CONSULENZA PSICOLOGICA (INDIVIDUALE O/E FAMILIARE) Allegato n. 2 Circ. 61/2011 1. Titolo Intervento Schema Intervento Titolo IV PROGETTI SPERIMENTALI delle sedi PADOVA e ROVIGO: GRUPPO DI SUPPORTO E AIUTO E CONSULENZA PSICOLOGICA (INDIVIDUALE O/E FAMILIARE)

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA?

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? Base: 65 caregiver RESIDENZA PAZIENTE 80% 10% 9% 2% Abita con care givers Abita da solo Abita con altri familiari Altro 20 QUAL E IL GRADO DI VICINANZA TRA CG E MALATO? L

Dettagli

Inaugurazione mostra "Phobia, la paura sei tu": intervista a Milly Macis

Inaugurazione mostra Phobia, la paura sei tu: intervista a Milly Macis Inaugurazione mostra "Phobia, la paura sei tu": intervista a Milly Macis Milly Macis, nota tatuatrice cagliaritana si racconta in un intervista, poco prima dell inaugurazione della mostra Phobia la paura

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

1 di 6 20/02/2013 08:45

1 di 6 20/02/2013 08:45 1 di 6 20/02/2013 08:45 [ i ] Informazioni accessibilità [ t ] Tasti di accesso [ l ] Ascolta la pagina corrente [ 1 ] Contrasto normale [ 2 ] Contrasto medio [ 3 ] Contrasto elevato [ 4 ] Testo normale

Dettagli

Preg.mi Dirigenti Scolastici Italia

Preg.mi Dirigenti Scolastici Italia ASSOCIAZIONE BAMBINI CEREBROLESI CAMPANIA Riconosciuta con DP.G.R.C. n.12705 del 28/9/98 iscritta al Registro del Volontariato al n. 471 Sede Regionale in Pisciotta (SA) Via Borgo 67/69 tel. 0974/973079

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

MODELO DE CORRECCIÓN

MODELO DE CORRECCIÓN ESCUELAS OFICIALES DE IDIOMAS DEL PRINCIPADO DE ASTURIAS PRUEBA ESPECÍFICA DE CERTIFICACIÓN DE NIVEL INTERMEDIO DE ITALIANO SEPTIEMBRE 2013 COMPRENSIÓN ORAL MODELO DE CORRECCIÓN HOJA DE RESPUESTAS EJERCICIO

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

PROGETTO INTEGRAZIONE Integrare... Con una fiaba si può 63013 GROTTAMMARE ( AP )

PROGETTO INTEGRAZIONE Integrare... Con una fiaba si può 63013 GROTTAMMARE ( AP ) PROGETTO INTEGRAZIONE Integrare... Con una fiaba si può SCUOLA/RETE DI SCUOLE: DIREZIONE DIDATTICA STATALE Viale Giuseppe Garibaldi n. 39 Se rete (scuola capofila)... REFERENTE: Capretti Rosanna email

Dettagli

Oggetto: Invito alla Conferenza Internazionale sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker.

Oggetto: Invito alla Conferenza Internazionale sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Roma, 09.01.2014 Oggetto: Invito alla Conferenza Internazionale sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Gentilissimi, con la presente desideriamo inoltrarvi l invito per la XII Conferenza Internazionale

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR.

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco. (Confucio) Numero 3 SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Nell ultima seduta del Consiglio sono state graditissime ospiti

Dettagli

Voci da dentro fotolibro emozionale

Voci da dentro fotolibro emozionale Voci da dentro fotolibro emozionale Xvii Convegno Gruppo di Studio di Dialisi Peritoneale Montecatini Terme, 20-22 marzo 2014 Voci da dentro fotolibro emozionale Volume realizzato in occasione del Xvii

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

LAVORARE CON LE FAMIGLIE NELLE COMUNITÀ PER MINORI

LAVORARE CON LE FAMIGLIE NELLE COMUNITÀ PER MINORI Giammatteo Secchi LAVORARE CON LE FAMIGLIE NELLE COMUNITÀ PER MINORI LAVORO SOCIALE IN TASCA COLLANA DIRETTA DA M.L. RAINERI Gli operatori sociali in tutela minori si confrontano ogni giorno con situazioni

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori

La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori CHI SIAMO LATUAIDEADIMPRESA è una community costituita da migliaia di studenti italiani, professori, imprenditori. E un progetto finalizzato

Dettagli

Luca Bracali, famoso fotografo, ama viaggiare senza ingombro e considera la serie X perfetta per il suo stile di vita nomade

Luca Bracali, famoso fotografo, ama viaggiare senza ingombro e considera la serie X perfetta per il suo stile di vita nomade INTERVISTA OBIETTIVO: XF14mm F2.8R ESPOSIZ: 1/30 sec a F4, ISO 1600 Luca Bracali, famoso fotografo, ama viaggiare senza ingombro e considera la serie X perfetta per il suo stile di vita nomade REGISTRATI!

Dettagli

22 gennaio - 25 febbraio 2011

22 gennaio - 25 febbraio 2011 22 gennaio - 25 febbraio 2011 Sala Mostre Marco Gerra Centro Internazionale Loris Malaguzzi Via Bligny 1/A, Reggio Emilia mostra ideata da: Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi promossa e

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

IL COMPUTER, COSA NE PENSANO GLI STUDENTI? 41 ATTO I: È ARRIVATO UN BASTIMENTO CARICO CARICO DI... COMPUTER!

IL COMPUTER, COSA NE PENSANO GLI STUDENTI? 41 ATTO I: È ARRIVATO UN BASTIMENTO CARICO CARICO DI... COMPUTER! IL COMPUTER, COSA NE PENSANO GLI STUDENTI? 41 AL COMPUTER, AL COMPUTER! S T R U M EN T O E 7 ATTO I: È ARRIVATO UN BASTIMENTO CARICO CARICO DI... COMPUTER! Atto I, scena I: La terra promessa (ovvero le

Dettagli

C.I.S. Iniziative Sociali o.n.l.u.s.

C.I.S. Iniziative Sociali o.n.l.u.s. Una breve presentazione: Relazione sulle caratteristiche ed il campo di attività della C.I.S. Cooperativa Sociale a r. l. onlus 1 PREMESSA C.I.S. Cooperativa Sociale a r. l. nasce a Latina nel 1996 al

Dettagli

ha gli occhi di colore marrone scuro, la bocca regolare, le labbra carnose, il

ha gli occhi di colore marrone scuro, la bocca regolare, le labbra carnose, il Alessia legge a Giulia Alessia descrive Giulia: ha gli occhi di colore marrone scuro, la bocca regolare, le labbra carnose, il naso piccolo come una patatina, i capelli lisci raccolti in una coda di colore

Dettagli

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido.

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. Torino 16 ottobre 2013 Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. CENTRO ACCOGLIENZA LA RUPE Dott.ssa Piera Poli Pubblico, privato

Dettagli

Il volontariato va a scuola

Il volontariato va a scuola Il volontariato va a scuola Il volontariato incontra i giovani, e lo fa nel luogo principe della loro formazione: la scuola. Grazie anche al Protocollo d Intesa con l Ufficio Scolastico Regionale per il

Dettagli

La vera libertà sessuale non ha effetti collaterali

La vera libertà sessuale non ha effetti collaterali La vera libertà sessuale non ha effetti collaterali Alle donne piace scegliere un uomo, essere guardate, toccare i propri seni e quelli delle altre, levarsi i maschi di torno, baciare una ragazza, fare

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO

FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO INTRODUZIONE Le attività proposte in preparazione all incontro con il Vescovo Gianni hanno il loro orizzonte più ampio nei contenuti della

Dettagli

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Matteo SIMONE Silvio Trivelloni sceglie l Atletica Leggera alla scuola media con il Concorso Esercito Scuola e poi diventa un Atleta

Dettagli

ELDY - CINISELLO BALSAMO ELDY- Train the trainer Corsi di formazione con ELDY CORSI DI FORMAZIONE. Friday, 16 March 2012

ELDY - CINISELLO BALSAMO ELDY- Train the trainer Corsi di formazione con ELDY CORSI DI FORMAZIONE. Friday, 16 March 2012 ELDY - CINISELLO BALSAMO ELDY- Train the trainer Corsi di formazione con ELDY CORSI DI FORMAZIONE 1 Da più di 5 anni promuoviamo lʼinclusione sociale di persone meno giovani e di persone con disabilità:

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

Una copertina a dir poco intrigante

Una copertina a dir poco intrigante 21:20 Pagina 1 pellebeauty16 Una copertina a dir poco intrigante Intrigante. Questo l aggettivo che a Cinzia Mele Fotografa parer nostro meglio si adatta al bellissimo scatto della copertina di questo

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli