La moda non è un tabù

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La moda non è un tabù"

Transcript

1 3/marzo 2012 M A G A Z I N E L INCHIESTA /FASHION NO LIMITS La moda non è un tabù Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale 70% Roma Aut. GIPA/ C /MI /09 /2012 Giusy Versace La mia vita di corsa Famiglia Arrivano le baby-xitter

2

3 EDITORIALE di Giuseppe Lucibello Direttore generale Inail Accordo-quadro, dovere etico per la tutela integrata del lavoratore infortunato e tecnopatico Il 2 febbraio scorso la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano ha approvato l Accordo-quadro per la definizione delle modalità di erogazione di prestazioni d assistenza sanitaria da parte dell Inail. L Accordo indica i settori nei quali le Regioni e l Inail possono collaborare stabilmente. I campi di applicazione sono ampi: cure, riabilitazione, ricerca, reinserimento sociale e lavorativo, promozione della pratica sportiva ecc. L approvazione dell Accordo-quadro rappresenta un momento importante e decisivo: importante, in quanto l Istituto ha nuove opportunità di presenza e d intervento sul territorio, in una prospettiva di forte cooperazione con il Servizio sanitario nazionale, per la realizzazione della propria missione istituzionale incentrata sulla tutela integrata del lavoratore. Decisivo, perché si tratta di un passaggio condiviso dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, dal ministero della Salute e dal ministero dell Economia e delle finanze, indispensabile per la stipula con le Regioni interessate di appositi protocolli d intesa, che rappresenteranno il terreno ideale di incontro e di sinergia per tradurre in attività concrete la volontà di collaborazione. Nell affrontare questa sfida, vale la pena ricordare che l obiettivo dell Inail è quello di offrire sempre più ai lavoratori infortunati e tecnopatici una gamma di prestazioni curative, riabilitative e di reinserimento di elevato livello qualitativo, con l erogazione di servizi strettamente correlati tra loro, definiti sulla base di un progetto personalizzato. Questo è il compito istituzionale affidato all Inail, ma anche un dovere etico nei confronti del lavoratore. Ci aspettano, quindi, anni importanti in cui l Istituto, con le professionalità di cui dispone, potrà fornire il proprio contributo a un sistema di protezione sociale che vede sempre più il lavoratore infortunato e tecnopatico al centro di un processo di presa in carico, orientato al massimo recupero delle funzioni lese e alla piena integrazione in ambito familiare, sociale e lavorativo. Moda, baby-xitter e... In questo numero, Superabile Magazine esplora da vicino il pianeta fashion e il suo rapporto nei confronti di chi non rispetta canoni omologati di bellezza. Scoprendo che c è tanta voglia di sdoganare la femminilità di modelle su sedia a ruote, e non solo. Anche Giusy Versace, che di moda se ne intende, racconta in un intervista il suo incidente e la sua personale visione del glamour. E poi arrivano le baby-xitter, formate ad hoc per seguire bambini con disabilità. Spazio anche allo sport, con la carica degli over 40 in lizza per le Paralimpiadi di Londra, e alla cultura, con un reportage dal museo tattile Omero di Ancona, dove la parola d ordine è «vietato non toccare». Ancora, le edizioni Uovo Nero e il film Pulce non c è, per superare le barriere dell autismo, e tante curiosità tutte da scoprire. 3

4 NUMERO TRE Marzo 2012 EDITORIALE 3 Accordo-quadro, dovere etico per la tutela integrata del lavoratore infortunato di Giuseppe Lucibello ACCADE CHE... 5 Osservatorio per l integrazione: alunni disabili in crescita 7 A Novara il giardino è terapeutico L INCHIESTA 8 Moda speciale in passerella di Laura Badaracchi INSUPERABILI 16 Due gambe per ogni occasione Intervista a Giusy Versace di L.B. CRONACHE ITALIANE 18 Cure più semplici con l emergency card di Elisabetta Proietti SOTTO LA LENTE 20 A ciascuno la sua baby-xitter di Chiara Ludovisi PORTFOLIO 22 Superare i pregiudizi con l arte SPORT 26 Oscar e la carica degli over 40 di Stefano Caredda TEMPO LIBERO 28 Vietato non toccare di Daniele Iacopini EDITORIA 30 Uovonero: un impresa diversa che sfida la crisi di Antonella Patete CULTURA 31 L Inferno sulla terra delle persone disabili di A.P. 33 Il mio best-seller: L eleganza del riccio di Andrea Venuto 35 Bergonzoni, cantore della vita altra di Laura Pasotti RUBRICHE 36 Inail... per saperne di più I dispositivi tecnici 37 Lavoro Telelavoro e disabilità 38 Turismo Viaggiare in Europa e non solo 39 L esperto risponde Scuola PINZILLACCHERE 40 Il pranzo della domenica I ragazzi di Sipario di Carla Chiaramoni Ricorrenze: Hawking compie 70 anni Altrimondi: i capolavori della cuoca Maricel 41 Hi-tech: occhio bionico Talentscout: l arte misteriosa, e visionaria, di Jessica Park DULCIS IN FUNDO 42 Strissie - I pupassi di Adriana Farina e Massimiliano Filadoro Superabile Magazine Anno I - numero tre, marzo 2012 Direttore: Mario Carletti In redazione: Antonella Patete, Laura Badaracchi, Eleonora Camilli e Diego Marsicano Direttore responsabile: Stefano Trasatti Hanno collaborato: Stefano Caredda, Carla Chiaramoni, Daniele Iacopini, Chiara Ludovisi, Laura Pasotti, Elisabetta Proietti, Pietro Scarnera, Ilaria Sesana, Serena Termini di Redattore Sociale; Luca Saitta; Rosanna Giovèdi, Giovanni Sansone, Alessandra Torreggiani, Francesca Tulli del Consorzio sociale Coin Progetto grafico: Giulio Sansonetti 4 Editore: Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Redazione: Superabile Magazine c/o agenzia di stampa Redattore Sociale Piazza Cavour Roma Stampa: Tipografia Inail Via Boncompagni Milano Autorizzazione del Tribunale di Roma numero 45 del 13/2/2012 Un ringraziamento, per averci gentilmente concesso l uso delle foto, a Simone Morciano (pag. 6, simonemorciano.carbonmade.com), Centro protesi Inail di Vigorso di Budrio (pag. 10), Silvia Dal Medico (pag. 14), Centro Speranza (pag. 19), Comunità di Sant Egidio e Officine fotografiche (pagg ), Museo Omero (pagg ). In copertina Cinzia Rossetti, fotografata da Paolo Ranzani (www.paoloranzani.com)

5 ACCADE CHE... LAVORI IN CORSO Osservatorio per l integrazione: alunni con disabilità in crescita Dopo tre anni di inattività, riparte ufficialmente l Osservatorio nazionale permanente per l integrazione scolastica degli alunni con disabilità: il 10 gennaio scorso è stato insediato dal ministro dell Istruzione Francesco Profumo. All incontro alcune associazioni membre dell organismo, in particolare le federazioni Fish e Fand, hanno presentato al ministro le questioni più urgenti relative agli studenti disabili. Di particolare attualità, la questione del sostegno, della formazione iniziale e in servizio dei docenti curriculari, per gli insegnanti di sostegno e i soprannumerari. «Circa un terzo degli insegnanti di sostegno non sono di ruolo: significa che cambiano Un concorso letterario per raccontare il disagio psichico. La cooperativa sociale Asad, insieme all associazione degli Editori umbri, promuove Comunità di salute mentale. Storie di ordinario vicinato. Al premio possono partecipare autori che abbiano prodotto opere di divulgazione scientifica o di narrativa. I testi dovranno essere inviati entro il 31 maggio. ogni anno, con grande disagio per gli alunni, specie quelli con disabilità intellettiva. La nostra proposta, che ci è stato assicurato sarà presa in considerazione, è che questi insegnanti siano immessi in ruolo: questo non comporterebbe costi economici, ma garantirebbe un servizio di qualità e continuativo», ha sottolineato Salvatore Nocera, vicepresidente della Fish, che ha lanciato una proposta: «Individuare dei parametri per misurare la qualità dell integrazione, in modo che le scuole possano fare a gara rispetto a questo specifico aspetto». «Riteniamo che si potrebbero anche ridurre le ore di sostegno, ma solo a due condizioni: una maggiore preparazione dei docenti curriculari e il rispetto del Dpr 81/2009, che all art. 5 stabilisce il tetto di 20 alunni per le classi con uno studente disabile ha concluso Nocera. Inoltre abbiamo chiesto al ministero di ribadire il divieto di utilizzare gli insegnanti di sostegno per le supplenze e l obbligo di sostituirli se assenti nelle ore assegnate». Nell anno scolastico in corso si contano oltre 191mila alunni disabili, mentre nel erano poco più di 116mila. MOBILITÀ All estero in automobile. Con un aiuto in più Dove trovare parcheggi riservati ai disabili quando si è all estero? Come funzionano i pass invalidi al di fuori dei confini italiani? Per rispondere a queste domande è nata la guida on line della Fia (Fédération international de l automobile) che spiega, per le strade di circa 130 Paesi e Stati federali nel mondo, quali sono le regole e le convenzioni a cui devono attenersi gli automobilisti disabili. Alcune nazioni, per esempio, prevedono per le persone con disabilità il parcheggio gratuito e senza limiti di 5 tempo, l accesso alle zone riservate ai pedoni o a traffico limitato. Nel sito di cui esiste una versione tradotta, a cura dell Aci, Automobile Club d Italia sono anche segnalate le nazioni che hanno accordi di reciprocità, dove quindi la documentazione italiana viene considerata valida. Si possono segnalare, inoltre, disservizi riscontrati nei percorsi. WELFARE Istat: 4 italiani su 10 assistono familiari disabili Sono 15 milioni gli italiani che si prendono cura regolarmente di un minore, di adulti malati, di disabili o anziani. Lo dice l ultimo rapporto dell Istat sulla conciliazione tra lavoro e famiglia, i cui dati si riferiscono al secondo trimestre del Quattro italiani su dieci (il 38,4% della popolazione), quindi, oltre al lavoro si dedicano all assistenza; oltre tre milioni e 300mila coloro che prestano assistenza a persone bisognose di cure: il 10,7% delle donne e il 6,2% degli uomini. Le persone impegnate contemporaneamente accanto a più individui che necessitano di accudimento sono un milione e 649mila: il 10,9% del totale. Di questi, 689mila forniscono supporto a figli coabitanti e adulti non autosufficienti, anziani, disabili o malati.

6 ACCADE CHE... FRONTIERE Cellulari accessibili? La guida on line per scegliere quello giusto Un database on line che raccoglie informazioni utili sull accessibilità dei telefoni cellulari. Si chiama Gari (acronimo di Global accessibility reporting initiative), ed è il frutto della collaborazione tra i maggiori produttori di cellulari al mondo (fra cui Samsung, Sony Eriksson, Motorola, Apple e Nokia), che hanno unito i loro sforzi dando vita al Manifacture mobility forum. Il database, presentato recentemente all Europarlamento, è consultabile sul sito www. mobileaccessibility. info. Nel portale, sezioni dedicate alle diverse disabilità: per ciascun deficit vengono spiegate le caratteristiche dei telefoni attualmente sul mercato in grado di superarle. Per ora il sito è disponibile in undici lingue (italiano escluso). Un équipe integrata, formata da medici, infermieri e pazienti, avrà il compito di esaminare e valutare l assistenza ospedaliera offerta alle persone colpite da sclerosi multipla: nasce nel Lazio il primo Audit civico, promosso dall associazione Cittadinanzattiva, col supporto di Biogen. Il progetto interesserà sei tra i principali centri per la sclerosi multipla presenti nella regione. A ricoprire il ruolo di capofila, l azienda ospedaliera San Camillo- Forlanini. L INIZIATIVA Anziani e disabili in difficoltà? C è una nuova rete di garanti Pagare le bollette, gestire controversie legali, far valere i propri diritti, tutelare i propri risparmi. Azioni impegnative per tutti, che diventano ancor più difficili per le persone anziane e con disabilità. Proprio per loro è nato l amministratore di sostegno, una figura istituita con la legge 6/2004, che oggi sta riscuotendo sempre più successo in alcune regioni, come la Lombardia. Qui si è sviluppata una vera e propria rete sociale che unisce terzo settore, ] Asl e istituzioni con l obiettivo di favorire la protezione giuridica di chi non è legalmente autonomo. Il progetto Ads Lombardia prevede anche un rapporto costante con figure professionali come avvocati e giuristi, disponibili a una consulenza per questioni relative alle barriere architettoniche e al riconoscimento di indennità. Info: www. progettoads.net. 6 SCUOLA Treviso, la progettazione per tutti si impara sui banchi accessibilità si impara sui banchi di scuo- L la. Succede a Treviso, dove si è concluso a dicembre il primo corso base sulla Progettazione per l accessibilità a una utenza globale all istituto tecnico statale per geometri A. Palladio. Il corso nasce per fornire agli studenti le informazioni necessarie a comprendere le esigenze delle persone con disabilità temporanee o permanenti. L iniziativa è a cura dell associazione RibaltaMente, fondata dagli architetti Massimo Piani, Simonetta Benetollo, Paola Minati e Lionella Piva, con il contributo di Anglat (associazione specializzata nella mobilità delle persone con disabilità). Il corso è stato replicato in altri due istituti del Veneto.

7 IL PROGETTO Sodalitas disability group : esperienze d inserimento lavorativo sul web Sul social network professionale Linkedin trova spazio anche il mondo della disabilità. È stato creato, infatti, il Sodalitas disability group, per condividere le esperienze di inserimento lavorativo di persone disabili. Il gruppo rientra nell ambito del laboratorio Lavoro e disabilità promosso dalla Fondazione Sodalitas, che coinvolge sei imprese: Abb, Banca popolare di Milano, Bureau Veritas, Ibm, Oreal Italia e Randstad. Al progetto partecipano anche il Coordinamento degli atenei lombardi per la disabilità (Cald), l Ufficio scolastico provinciale e la Lega per i diritti delle persone con disabilità (Ledha). ARIA APERTA Healing garden, a Novara il giardino è terapeutico Bellinzago Novarese c è un giardino te- A rapeutico con terrazza verde, percorsi fisioterapico e storico-sensoriale. È il progetto pilota Healing garden, realizzato grazie ai fondi della Regione Piemonte e del Comune dall architetto Monica Botta all interno di una struttura protetta per anziani. Nella casa vivono 42 seniores con patologie medio-gravi e un residuo grado di autosufficienza. Ma di questa esperienza possono usufruire anche bambini e disabili, nonché associazioni e gruppi della provincia di Novara che altrimenti non avrebbero a disposizione spazi dove praticare attività terapeutiche a contatto con la natura. I promotori dell iniziativa sottolineano il miglioramento dell umore, il coinvolgimento emotivo e una maggiore tranquillità da parte dei fruitori di questi spazi. Inoltre hanno notato un potenziamento della capacità di socializzazione, dell equilibrio e della forza muscolare. SENZA BARRIERE Cloud per il sociale globale : innovazione tecnologica per l inclusione Abbattere le barriere digitali attraverso un accesso universale all interfaccia dei sistemi informatici, per garantire una fruibilità totale dei servizi a tutti, non solo a chi ha esigenze particolari. È questo l obiettivo di Cloud per il sociale globale un progetto di ricerca e sviluppo promosso da Ingegneria 2000 in collaborazione con Fiaba. Il modello, che secondo i promotori rivoluzionerà il mondo dell informatica e delle imprese, attraverso l introduzione di nuove tecnologie consente agli utenti di accedere a qualunque contenuto in qualunque luogo. Si tratta, infatti, di una soluzione basata sull integrazione tra le tecnologie vocali e i servizi IT, che permette all utente di interagire con le funzionalità disponibili anche in mobilità e con il solo utilizzo della voce. 7 Un social network perfettamente accessibile e fruibile da parte di non vedenti e ipovedenti e aperto a tutti. Si chiama Freerumble ed è promosso dall Unione italiana ciechi (Uic) e dall Associazione disabili visivi (Adv). Il tasso di occupazione delle persone disabili si aggira intorno al 20% contro il 55% dei normodotati. Lo dice l Istat nel suo rapporto Disabilità in cifre. Solo due disabili su dieci hanno quindi un posto di lavoro, magari non fisso, nonostante la legge 68 del 1999 obblighi le aziende ad assumere forza lavoro selezionandola tra le liste delle categorie protette. Il contact center antirazzismo dell Unar (800/901010, www. unar.it) si estende a tutte le altre forme di discriminazione, compresa la disabilità. L Ufficio antidiscriminazione è stato istituito presso la presidenza del Consiglio dei ministri, in attuazione della direttiva Ue 43/2000.

8 L INCHIESTA Fashion no limits Moda speciale Valentina Bazzani, 27 anni, nella foto a destra, ritratta con stile retrò da Simone Morciano. Laureata in Scienze della comunicazione a Verona, è originaria di Tarmassia, frazione di Isola della Scala, nel cuore delle risaie del Nord-Est 8

9 in passerella La bellezza di una persona disabile? Non è più un tabù: lo dimostrano diverse modelle che sfilano in sedia a ruote o posano per book fotografici. Un trend che evidenzia il desiderio di essere glamour, stilisti permettendo... Laura Badaracchi Anche il look vuole la sua parte. Sentirsi in ordine, vedersi a posto, piacersi: tutti aspetti che favoriscono l autostima e le relazioni. Anche se si ha una disabilità, è importante coltivare un sano interesse per il proprio aspetto: dal taglio dei capelli al makeup, fino a un abbigliamento attento alle tendenze della moda, agli accessori e a quel tocco di glamour che fa sentire bene con se stessi, innanzitutto. Ma la bellezza estetica degli abiti da indossare è un lusso che le persone disabili si possono permettere? Trovano sul mercato capi adatti alle loro esigenze e allo stesso tempo belli da vedere, con colori anche vivaci e non i soliti grigio e blu? C è chi ha provato a fare un passo ulteriore nel mondo del fashion: non solo indossando abiti alla moda. La quarantenne Cinzia Rossetti (in copertina), disabile motoria, ha pensato di realizzare un book fotografico e di inviarlo a una nota agenzia per modelle. Ed è stata selezionata per un colloquio, salvo scontrarsi con un muro di silenzio dopo che ha comunicato a chi l aveva scelta di avere una disabilità. Lei, però, non si è fermata. Di tempra ne ha da vendere: lavora come educatrice e animatrice presso la cooperativa Zanzebia di Ghedi e all Università Cattolica di Brescia, dove si è laureata in Scienze dell educazione; collabora con le associazioni Insieme e Mutuo aiuto, oltre che con il Comitato lombardo per la vita indipendente. Insomma, ha una rete alle spalle. E l appoggio del fotografo Paolo Ranzani, che l ha conosciuta in occasione del book, decidendo di sostenere insieme a lei la mostra La femminilità è donna : ritratti a colori e in bianco e nero di 15 modelle disabili provenienti da varie regioni d Italia, che si sono messe in gioco, complici altrettanti professionisti degli scatti; alcune immagini sono riproposte in queste pagine. «Abbiamo lanciato, attraverso Facebook e un blog, la proposta; poi la selezione e la realizzazione dell allestimento, che punta a sensibilizzare sul tema della sensualità e della bellezza delle donne disabili, protagoniste attive della propria vita», riferisce Cinzia, aggiungendo che la mostra patrocinata dal Comune di Brescia, in scena nell ottobre scorso negli spazi del Museo di Santa Giulia «è stata molto apprezzata da tutte le persone che l hanno vista: ci hanno detto che è stata una meravigliosa iniziativa, molto toccante, emozionante e positiva. Per ora la sto portando nei paesi limitrofi, poi pian piano la farò conoscere anche in altre città, dov era stata già richiesta dalle ragazze e dai fotografi che hanno partecipato». L impegno di Cinzia non si ferma qui: sta lavorando per lanciare con l agenzia di moda Fashion team di Torino una sezione dedicata alle modelle 9 «Andare a fare shopping è diventato meno pesante per chi vive uno stato di disagio: prima nelle boutique o nei negozi d abbigliamento e di scarpe, quando ci vedevano arrivare, entravano nel panico, quasi avessero paura che comprassimo qualcosa, o meglio, temevano di non saper gestire una misura troppo piccola o troppo grande rispetto alle nostre fisicità. [...] quando io chiedevo una calza velata quasi svenivano, della serie: «Ma che vuole mostrare questa?». [...] in un negozio di intimo, la commessa in modo audace mi ha proposto delle autoreggenti, sarà stato perché portavo la fede? O perché ha capito che sono una donna? Non lo so, ma è stato bellissimo, anche perché me le sono comprate. [...] continuano a proporci scarpe comode d inverno e fresche d estate: io non dico che ci devono mostrare i tacchi a spillo, però una scarpetta carina, perché no?» [tratto da Ileana Argentin, Chissà cosa si prova a ballare, Donzelli editore]

10 L INCHIESTA Fashion no limits Tatuaggi e tacchi a spillo. Anche con le protesi Tacchi fino a nove centimetri, ma anche cosmesi realizzate a mano da veri tecniciartisti. È quello che offre il Centro protesi Inail di Vigorso di Budrio (Bologna), che si dimostra particolarmente attento anche all estetica. Fino a sette-otto anni fa le protesi di arto inferiore erano realizzate per essere indossate sempre con lo stesso tipo di scarpa, cosa che penalizzava soprattutto le donne», spiega l ingegner Gennaro Verni, direttore tecnico del centro, precisando: «Ora invece esistono piedi protesici che permettono di modificare la posizione e indossare tacchi da zero a cinque centimetri». E per chi volesse tacchi più alti, magari da sfoggiare in un occasione speciale? «In questo caso possiamo realizzare una protesi apposita, con un tacco alto fino a nove centimetri: recentemente l abbiamo fatto su richiesta di una nostra paziente infortunata», riferisce Verni. Ma il Centro protesi offre anche altre soluzioni estetiche. «Dal punto di vista cosmetico, le protesi vengono personalizzate il più possibile sul paziente», continua l ingegnere. A Vigorso di Budrio, un reparto è adibito proprio a questo: grazie al lavoro di alcuni tecnici-artisti, le protesi possono essere arricchite dando lo smalto alle unghie delle dita, o addirittura con tatuaggi. «Da quest anno aggiunge Verni gli infortunati sul lavoro possono richiedere anche una protesi estiva, cioè con un colore più simile a quello dell abbronzatura». Un apertura a tutto campo nei confronti dell immagine e della bellezza estetica, insomma, per venire incontro alle richieste più particolari dei pazienti, assecondando i loro gusti e le loro esigenze. [Pietro Scarnera] disabili. «Per il momento oltre una decina di donne disabili hanno preparato un book fotografico e lo hanno spedito all agenzia, ringraziandomi per l esperienza preziosa vissuta che ha risvegliato dentro di loro parti di sé lasciate in ombra, trascurate, dimenticate... Altre hanno richiesto di partecipare al progetto: si può scrivere a Un grande fermento, per un iniziativa tutta da sperimentare: «Vogliamo osservare come risponde l opinione pubblica, fra cui gli stilisti e il mondo del fashion. Perché oggi i destinatari del mercato della moda non sono certamente le persone con disabilità: non le hanno mai prese in considerazione», osserva ancora Cinzia, anche se non mancano i disabili giovani e adulti, uomini e donne, che puntano a un look affascinante, di tendenza, con quel pizzico di glamour che non guasta. Lei si sente bella «abiti semplici senza fantasie, non troppo eleganti. Per esempio gli abiti che ho indossato nelle fotografie del book»: da un tubino rosso Valentino a un top di pizzo, dallo stile elegante a quello casual e sportivo. «Ho altre idee in mente per far riconoscere la donna disabile come tutte le altre». Top secret, per il momento: Cinzia non si sbottona ulteriormente; quel che è certo, però, è che non sta pensando a creare una linea di abiti per donne disabili: «Se fossi una stilista, creerei una linea per tutte le persone: bambini, uomini e donne». 10 Marta Pellizzi, ipovedente, auspica linee di abbigliamento sempre più accessibili e anche, perché no, collezioni ad hoc per i disabili: «Non credo sia discriminante dare la possibilità di scelta a tutti, proprio tutti. Anzi, sono convinta che migliaia di persone gioirebbero se anche la moda si accorgesse che c è bisogno di collezioni accessibili a chi ha un handicap. La discriminazione è qualcosa che fa male e non penso proprio che una collezione creata con determinati accorgimenti possa far soffrire qualcuno...». Con All for fashion, Marta con l entusiasmo dei suoi 23 anni, disabile da quando ne aveva 18 si propone di realizzare una sfilata di alta moda a Bologna con modelle e modelli con varie disabilità. L evento dovrebbe svolgersi entro l anno: in passerella, sfileranno sette ragazze e altrettanti ragazzi selezionati in un casting nella provincia di Bologna; i candidati seguiranno un corso di formazione gratuito in portamento e realizzeranno un servizio fotografico. Per la prima volta «indosseranno abiti creati su misura per loro, con accorgimenti e dettagli per chi ha difficoltà motorie e fisiche»; altre informazioni su «L idea è nata dall esigenza di poter integrare le persone con disabilità in quel mondo che troppo spesso le esclude e tende a ghettizzare il diverso, cioè la moda. Ma il progetto è momentaneamente fermo per mancanza di sponsor, decisivi e fondamentali per dar vita alle iniziative in programma. Spero che aziende di abbigliamento e grandi marchi siano disponibili per aiutarci a concretizzare il sogno di molte persone stanche di essere invisibili». Ma il pianeta della moda, «nonostante tutte le campagne di sensibilizzazione e gli eventi, non ha ancora colto davvero ciò che noi persone con disabilità vogliamo sia fatto. Venire discriminati o sentirsi diversi anche per l abbigliamento è una cosa molto sgradevole: gli abiti fashion e i vestiti alla moda dovrebbero essere creati anche per chi ha difficoltà di movimento e fisiche con minuziosi accorgimenti e facilitazioni per indossarli», sostiene Marta, affiancata in quest avventura dall Accademia della moda di Napoli e da Pasquale Espo-

11 Oggi è la testimonial in tutto il mondo di una nota azienda di cosmetici. La rivista People l aveva annoverata tra le cinquanta donne più belle del mondo. Nel 1998, sulle passerelle londinesi, ha sfilato per lo stilista Alexander McQueen con speciali protesi abbinate agli abiti da indossare, ed è stata la musa dell artista visionario Matthew Barney. È una donna piena di forza e di fascino, Aimée Mullins: atleta, modella e attrice, è nata nel 1976 senza l osso perone, subendo l amputazione di entrambe le gambe sotto il ginocchio quando aveva appena un anno. Si è laureata alla Georgetown University di Washington dove, nonostante l handicap, ha gareggiato contro gli atleti normodotati nelle gare di atletica leggera. Nel 1996, ai Giochi Paralimpici di Atlanta, ha stabilito il record paralimpico nei 100 metri piani e nel salto in lungo. Anche gli stilisti contro stereotipi e pregiudizi. «I tempi sono cambiati. Le persone con disabilità hanno voglia di viaggiare e di muoversi. Di vivere la diversità a proprio agio, in ogni campo della vita. E la moda non fa eccezione», commenta Lino Brundu, presidente di Atlha onlus. L associazione milanese, lo scorso 3 dicembre, ha promosso una sfilata e un dibattito sul tema in occasione dell evento Moda e disabilità, organizzato a Cascina Bellaria (Milano). «Quanti riescono a indossare i capi che i grandi stilisti propongono sulle passerelle? si chiede. Ci aspettiamo una risposta da parte di chi crea la moda: anche loro possono dare un contributo per superare stereotipi e pregiudizi». [I.S.] 11

12 L INCHIESTA Fashion no limits Freeshore: quando i dettagli glamour fanno la differenza Nella moda, si sa, sono i dettagli a fare la differenza. Come i bottoni a pressione in finta madreperla per le camicie, gli unici adatti a chi si è rotto un braccio e può usare una sola mano per vestirsi. O i pantaloni con ghette interne di jersey per proteggere dal freddo le gambe di chi è in carrozzina. Fino ai jeans che si aprono lateralmente (grazie a una zip in nylon) e possono essere allargati (grazie a un soffietto), adattandosi così alle esigenze di chi deve portare il gesso dopo una frattura. «Quando ci si rompe una gamba non si hanno molte alternative ai bermuda o alle tute da ginnastica», commenta Michela Colombo Gallazzi, una delle titolari di Mec Service, azienda varesina che ha lanciato Freeshore, una linea d abbigliamento molto particolare. Felpe, camicie e pantaloni sono stati reinventati con cerniere e bottoni fissati nei punti giusti, offrendo così alle persone con una disabilità temporanea o permanente la possibilità di indossare abiti comodi e funzionali. Senza per questo rinunciare all eleganza. «Tutto ha avuto inizio tre anni fa, quando mia sorella è caduta rompendosi l omero. Ed è stata costretta a indossare un fissatore esterno, una sorta di impalcatura ricorda Michela. In quel momento ci siamo resi conto che sul mercato non esisteva nulla che le permettesse di vestirsi in maniera normale. Così ci siamo messe al lavoro e abbiamo adattato alcune felpe alle sue esigenze». Peccato che nessun negozio specializzato o grande magazzino abbia voglia di venderli: «Potenzialmente, questi abiti possono avere un buon mercato. Purtroppo nessuno ha accettato la nostra proposta», commenta amaramente Michela. La crisi morde e i commercianti non sono disposti a tenere troppa merce stoccata in magazzino, con il rischio che resti invenduta. Oppure, forse, il mercato non è ancora pronto per dare risposte adeguate alla voglia di normalità. «Per molti anni le persone con disabilità non hanno avuto interesse per il proprio aspetto o l abbigliamento. La sfida, oggi, è abbattere i tabù anche su questo fronte», commenta Laura Boerci, scrittrice e organizzatrice di Moda e disabilità. Un evento che, lo scorso 3 dicembre, ha portato in passerella modelle con disabilità. Per il momento, gli abiti senza barriere sono introvabili: sul sito è ancora visibile la collezione, ma la produzione è stata sospesa. «Tanti ci chiamano per sapere dove sono i punti vendita sottolinea Michela. Mentre non credo possa funzionare la vendita on line: il cliente ha bisogno di provare i vestiti, prima di acquistarli». [Ilaria Sesana] 12 sito, già direttore artistico del concorso Miss Italia sorda La ragazza, di origini calabresi ma emiliana d adozione, è convinta che il look sia importante e che sia «ancora più fondamentale avere la possibilità di sceglierlo. Io ho un grave deficit visivo, che forse non mi limita nell indossare ogni tipo di capo, ma che mi avvicina a coloro che come me hanno una disabilità. Il mio look preferito, con cui mi sento bella? Sobrio ma estremamente elegante; amo i colori scuri e le scarpe col tacco». Passerelle e stilisti, «oltre alla società, dovrebbero cominciare a vedere la bellezza e la perfezione come qualcosa di soggettivo. La bellezza non è da intendersi analogamente ai prototipi che le riviste patinate ci impongono come assoluti: un corpo scalfito da un handicap non è di certo meno bello perché diverso». Non a caso Marta ha scelto per il suo progetto lo slogan «La bellezza, seppur diversa, è sempre bellezza»: l estetica conta ed è rivendicata per i significati che assume e che vanno ben oltre la patina superficiale. Anche quando si parla di ausili, «credo che sia importante poter contare su un oggetto che sia, oltre che utile e funzionale tecnicamente, anche di bell aspetto». Le idee non mancano, con una filosofia di fondo che evoca anzitutto cultura inclusiva: «Le persone con disabilità non sono invisibili: la diversità sta negli occhi di chi guarda, non di chi la vive», ribadisce la promotrice di All for fashion. E spera che Annalisa Minetti sia la madrina dell evento. Soluzioni per un vestire comodo, per chi è seduto in carrozzina o ha limitate capacità manuali o motorie, le propone con un taglio piuttosto classico la ditta Lydda wear. Grazie ai consigli di parenti e amici di anziani e disabili, oltre al prezioso contributo di molte asso-

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago ECCELLENZE: Lorenzo Zago dal 2007 - Kryptos LA PERSONA Nel corso della storia, la libertà di scelta è stata una grande conquista da parte dell uomo. Oggi, la maggior parte di noi vive in Paesi dove è possibile

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

CHE FORTE! L EMOZIONE DI CRESCERE UN FIGLIO MILANO, APRILE 2013

CHE FORTE! L EMOZIONE DI CRESCERE UN FIGLIO MILANO, APRILE 2013 CHE FORTE! L EMOZIONE DI CRESCERE UN FIGLIO MILANO, APRILE 2013 CHEFORTE! Nasce nel 2011 TARGET: Mamme con bambini dai 3 ai 13 anni. Content Labs Presenza sul mercato di siti e blog quasi esclusivamente

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

delle persone si riferiva alle persone Down chiamandole mongoloidi e l idea più diffusa era quella di persone ritardate mentalmente che sarebbero

delle persone si riferiva alle persone Down chiamandole mongoloidi e l idea più diffusa era quella di persone ritardate mentalmente che sarebbero DIVENTARE GRANDI: LA CONQUISTA DELL AUTONOMIA Anna Contardi annacontardi@aipd.it Associazione Italiana Persone Down Viale delle Milizie 106-00192- Roma - Italy In Italia 1 bambino ogni 1200 nasce con la

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Mi figura dla rujenedes Meine Sprachenfigur La mia figura delle lingue Silvia Goller Scuola dell infanzia Santa Cristina/Val Gardena Le bambine e i bambini

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI Documento riservato non riproducibile CHI SIAMO La XXL PALLACANESTRO è un associazione sportiva dilettantistica, nata ufficialmente nel 1989, che opera sul territorio

Dettagli

2011 Anno Europeo del volontariato

2011 Anno Europeo del volontariato L'avete fatto a me Cooperazione e Sviluppo per la salute nei P.V.S. Medici, infermieri, psicologi, educatori e amministrativi Volontari per la Formazione del personale locale a Sud del Mondo. Anno 8, n.

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

1. Introduzione al corso

1. Introduzione al corso E107 WEB SYSTEM Corso on line di progettazione siti dinamici: livello base R E A L I Z Z A Z I O N E D I 1. Introduzione al corso By e107 Italian Team Sito web:http://www.e107italia.org Contatto: admin@e107italia.org

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona 3 È possibile ricreare dei rapporti intergenerazionali reali attraverso attività in cui bambini e anziani, in uno stesso spazio, imparino gli uni dagli altri in uno scambio di esperienze. Un incontro di

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: l Associazione Alzheimer Svizzera chiede un accompagnamento e un assistenza completi per i malati di demenza. Pensieri suicidi nelle persone affette da

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

6 Strategie per valorizzare ed espandere più velocemente la tua attività artiginale su Facebook. SPECIAL REPORT di Claudia Baruzzi

6 Strategie per valorizzare ed espandere più velocemente la tua attività artiginale su Facebook. SPECIAL REPORT di Claudia Baruzzi 6 Strategie per valorizzare ed espandere più velocemente la tua attività artiginale su Facebook SPECIAL REPORT di Claudia Baruzzi AVVISO NON HAI IL DIRITTO DI RISTAMPARE, MODIFICARE, COPIARE O RIVENDERE

Dettagli

VI edizione 14-18 marzo 2016

VI edizione 14-18 marzo 2016 VI edizione 14-18 marzo 2016 2016 cos è Siamo nati per camminare è un grande progetto-gioco sul tema della mobilità sostenibile rivolto alle scuole primarie di Milano. Scuole, bambini, insegnanti, famiglie,

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

Giuseppe Riva L come libro, T come tablet. Come si studia meglio? Il Mulino Anno LXIII, Numero 475, Pagine 790-794 http://www.rivistailmulino.

Giuseppe Riva L come libro, T come tablet. Come si studia meglio? Il Mulino Anno LXIII, Numero 475, Pagine 790-794 http://www.rivistailmulino. Giuseppe Riva L come libro, T come tablet. Come si studia meglio? Il Mulino Anno LXIII, Numero 475, Pagine 790-794 http://www.rivistailmulino.it/ L approvazione della legge n. 128/2013 consente da quest

Dettagli

Ciao, avevo bisogno di una mano per stare bene

Ciao, avevo bisogno di una mano per stare bene Cooperativa Sociale Mission. Promuovere e perseguire lo sviluppo d autonomie di persone con svantaggi psicofisici, favorendo l integrazione e la cultura dell accoglienza nella comunità locale, attraverso

Dettagli

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO APPRENDIMENTO L apprendimento è un processo attivo di costruzione di conoscenze, abilità e competenze in un contesto di interazione dei ragazzi con gli insegnanti, i

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune di Attilio Camozzi Presidente Aci Brescia C i siamo lasciati alle spalle un anno complesso. Il 2014 va negli archivi della storia recente. Confido che

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

È una pagina web a cui chiunque può iscriversi e condividere informazioni con altre persone, di solito amici e familiari.

È una pagina web a cui chiunque può iscriversi e condividere informazioni con altre persone, di solito amici e familiari. di Pier Francesco Piccolomini Facebook l hai sentito nominare di sicuro. Quasi non si parla d altro. C è chi lo odia, chi lo ama, chi lo usa per svago, chi per lavoro. Ma esattamente, questo Facebook,

Dettagli

Strategie ed esperienze per una comunicazione efficace. Marco Passigato Università di Verona Mobility Manager e Commissione Sostenibilità di Ateneo

Strategie ed esperienze per una comunicazione efficace. Marco Passigato Università di Verona Mobility Manager e Commissione Sostenibilità di Ateneo Strategie ed esperienze per una comunicazione efficace Marco Passigato Università di Verona Mobility Manager e Commissione Sostenibilità di Ateneo La comunicazione efficace ci richiama concetti come razionale,

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL PROGETTO GIOVANI CITTA Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile REALIZZAZIONE DELL AZIONE 2 Promuovere stili di vita sani e modelli positivi di comportamento. Educare alla legalità.

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

COME IL SOLE DOPO UN GIORNO DI PIOGGIA

COME IL SOLE DOPO UN GIORNO DI PIOGGIA COME IL SOLE DOPO UN GIORNO DI PIOGGIA Dott. Luciano Latini Dott.ssa Valentina Carletti Dott.ssa Alessandra Cervigni Dott.ssa Cinzia Ciarmatori Dott.ssa Giselle Ferretti Dott.ssa Monia Isidori Dott. Michele

Dettagli

Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti

Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti LAURA PAPALEO Sempre più donne risultano attive nel settore dell information technology e la salvaguardia dei loro diritti e delle

Dettagli

IL LAVORO COME MISSIONE... QUASI IMPOSSIBILE.. (LA STAMPA APRILE 2014)

IL LAVORO COME MISSIONE... QUASI IMPOSSIBILE.. (LA STAMPA APRILE 2014) LAVORARE... occupare un posto di lavoro realizzazione personale, familiare indipendenza percepire uno stipendio, reddito conquistare un ruolo attivo riconoscibile dalla comunità, partecipazione sociale,

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

I soggetti disabili visivi: tra realtà e bisogni

I soggetti disabili visivi: tra realtà e bisogni I soggetti disabili visivi: tra realtà e bisogni Dr. Michele Corcio Vicepresidente Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità Cecità legale: definizioni e classificazione cecità legale fino

Dettagli

1. Leggi il testo e indica se l affermazione è vera o falsa.

1. Leggi il testo e indica se l affermazione è vera o falsa. Livello A2 Unità 6 Ricerca del lavoro Chiavi Lavoriamo sulla comprensione 1. Leggi il testo e indica se l affermazione è vera o falsa. Vero Falso L archivio telematico contiene solo le offerte di lavoro.

Dettagli

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate!

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Il Consiglio d'europa è un'organizzazione internazionale con 47 paesi membri. La sua attività coinvolge 150 milioni

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Brief per il laboratorio

Brief per il laboratorio Brief per il laboratorio Il materiale allegato, campagne pubblicitarie per incentivare il turismo, realizzate da nazioni, regioni e una provincia, è stato selezionato per la sua qualità. Si tratta infatti

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

Èuna situazione complessa e per

Èuna situazione complessa e per LE RISORSE PER IL VOLONTARIATO NELLA CRISI: COME QUADRARE IL CERCHIO? Investire nella qualità della progettazione, ricerca di nuovi potenziali finanziatori, ricorso a campagne di sottoscrizione popolare.

Dettagli

LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto.

LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto. LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto. Attività: ascolto di un racconto. La bambola diversa Lettura dell insegnante

Dettagli

Verona Innovazione 19/06/2015. Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi. Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr

Verona Innovazione 19/06/2015. Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi. Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr Verona Innovazione Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr 19/06/2015 Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi La parola ai nostri protagonisti Diario descrittivo

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

Questionario Informativo

Questionario Informativo Medicina del Dolore e Cure Palliative Questionario Informativo Gentile Signore, Gentile Signora, Le chiediamo solo pochi minuti del Suo tempo per compilare il presente questionario: poche domande che hanno

Dettagli

INTEGRARE L OPERATORE DELL INTEGRAZIONE

INTEGRARE L OPERATORE DELL INTEGRAZIONE INTEGRARE L OPERATORE DELL INTEGRAZIONE Servizio Progetti alla Persona Aias di Milano Onlus Vigevano, 25 settembre 2009 Settembre 2001 In convenzione con il Comune di San Donato avvio del Progetto di coordinamento,

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni

Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni Documentazione del lavoro svolto Anno scolastico 2010/2011 Scuola Primaria Statale Pennabilli Capoluogo

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PRESENTAZIONE Il presente progetto costituisce un iniziativa volta a promuovere un percorso di crescita dei ragazzi nel confronto,

Dettagli

Nome dell Associazione, Nome e Cognome del Responsabile dell Associazione, Telefono ; Fax. e-mail (o indirizzo di posta elettronica certificata)

Nome dell Associazione, Nome e Cognome del Responsabile dell Associazione, Telefono ; Fax. e-mail (o indirizzo di posta elettronica certificata) Spett.le Comune di Trezzo sull Adda Servizio cultura, sport, politiche giovanili Via Roma 5 20056 Trezzo sull Adda OGGETTO: CENSIMENTO DELLE ASSOCIAZIONI LOCALI Nome dell Associazione, Nome e Cognome del

Dettagli

QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEI GENITORI DEI BAMBINI CHE HANNO PARTECIPATO AL CENTRO ESTIVO A. ANALISI DI SFONDO: STRUTTURA FAMILIARE a) Da quante persone è composta la sua famiglia?

Dettagli

Vivi un mondo accessibile con Abiliatour. www.abiliatour.it

Vivi un mondo accessibile con Abiliatour. www.abiliatour.it Vivi un mondo accessibile con Abiliatour www.abiliatour.it Che cos è Abiliatour O.N.L.U.S. L Associazione Abiliatour O.N.L.U.S. ha come scopo principale l assistenza e l aiuto alle persone disabili e alle

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

informa giugno 15 n. 1 I

informa giugno 15 n. 1 I DUE SGUARDI: UN AFRICA Mostra fotografica - Trento, piazza Fiera - 30 maggio - 2 giugno 2015 informa A febbraio 2012 noi studenti e studentesse trentine abbiamo potuto conoscere la realtà ugandese in un

Dettagli

Il Comune di Ravenna a-

Il Comune di Ravenna a- "Sicurezza dei pedoni": ecco la risposta di Ravenna LA CAMPAGNA REGIONALE II Comune aderisce a "Nati per Camminare" e il sindaco scrive una lettera che verrà distribuita nelle scuole: "L'auto non deve

Dettagli

REGOLAMENTO. Sarà cura della Federazione contattare esclusivamente il/i vincitore/i del progetto.

REGOLAMENTO. Sarà cura della Federazione contattare esclusivamente il/i vincitore/i del progetto. REGOLAMENTO Le sceneggiature dei soggetti dovranno essere inviate alla Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale entro e non oltre il termine ultimo del 28 Febbraio 2014 ore 23.59.

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

servizio civile volontario

servizio civile volontario c r i s t i n a Mi chiamo Cristina e ho svolto servizio presso una cooperativa SERVIZIO CIVILE NAZIONALE che ha sede a Ivrea, che mi ha selezionato per un progetto di supporto educativo ai minori per evitare

Dettagli

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati 1 Lo Sport come strumento educativo Lo sport per i bambini e ragazzi rappresenta una straordinaria opportunità di crescita. Grazie all attività motoria,

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma

è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma Torino, 30 settembre 2013 Gentili Dirigenti Scolastici ed Insegnanti, è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma il tuo Natale, promosso dalla Fondazione Ospedale Infantile

Dettagli

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente).

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente). QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO Gentile genitore, le sottoponiamo il presente questionario anonimo al termine dell incontro a cui ha partecipato. La valutazione da lei espressa ci aiuterà a capire

Dettagli

Progetto vita indipendente

Progetto vita indipendente Buon giorno io sono Leda mamma di Giulia, una ragazza disabile che ha usufruito del Progetto vita indipendente fornito dalla Cooperativa Primavera 85. Mia figlia ha 24 anni e da sempre mi sono impegnata

Dettagli

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA 61 di TEODORO FULGIONE * Intervista ad Alessandro Luciano capo del progetto Monitoraggio delle politiche del lavoro con le politiche di sviluppo locale dei sistemi

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

SCOPRI G2 AUTOMOTIVE. L ESCLUSIVO SISTEMA PERSONALIZZATO CHE GESTISCE IL TUO PARCO CLIENTI. E GENERA NUOVO BUSINESS.

SCOPRI G2 AUTOMOTIVE. L ESCLUSIVO SISTEMA PERSONALIZZATO CHE GESTISCE IL TUO PARCO CLIENTI. E GENERA NUOVO BUSINESS. SCOPRI G2 AUTOMOTIVE. L ESCLUSIVO SISTEMA PERSONALIZZATO CHE GESTISCE IL TUO PARCO CLIENTI. E GENERA NUOVO BUSINESS. Efficiente, rapido, su misura. G2 Automotive è l innovativo sistema di gestione specifico

Dettagli

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Articolo 1 Nell'ambito del programma amministrativo rivolto alla formazione civica delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi e al

Dettagli

I primi colloqui dello psicologo in Hospice: uno strumento di lavoro

I primi colloqui dello psicologo in Hospice: uno strumento di lavoro I primi colloqui dello psicologo in Hospice: uno strumento di lavoro Le riflessioni del Gruppo Geode Anna Porta Psicologa Hospice l Orsa Maggiore Biella HOSPICE EQUIPE Psicologo Medici Infermieri OSS Volontari

Dettagli

S T U D I O S P A Z I O

S T U D I O S P A Z I O S P A Z I O I nostri corsi 2014 La Cooperativa Co.Re.s.s. attraverso lo Spazio Arte 21, organizza percorsi dedicati alle persone che vogliono scoprire se stesse e le proprie emozioni attraverso l arte

Dettagli

PRESENTAZIONE ASSOCIAZIONE E SERVIZI

PRESENTAZIONE ASSOCIAZIONE E SERVIZI PRESENTAZIONE ASSOCIAZIONE E SERVIZI Le tappe dell Associazione Nata nel 2007 come semplice Associazione di genitori, si è di seguito trasformata in Ente Promotore di Servizi Qualificati per l Autismo

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A2

Università per Stranieri di Siena Livello A2 Unità 14 La Carta sanitaria elettronica In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sulla Carta sanitaria elettronica e sul Fascicolo sanitario elettronico parole relative alle

Dettagli

IL CORPO, LA MENTE, LA COMUNICAZIONE

IL CORPO, LA MENTE, LA COMUNICAZIONE IL CORPO, LA MENTE, LA COMUNICAZIONE. Sai che cosa è la propriocezione? SI SENTIRE TUTTE LE PARTI DEL PROPRIO CORPO IN TESTA. Quindi essere padrone delle singole parti del proprio corpo in ogni momento

Dettagli

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14 VI Sommario Parte prima Da bambino a preadolescente Chi è il bambino? Come cresce? Come impara a interagire con il mondo e a lasciare un segno nel suo ambiente di vita? La prima parte del volume cerca

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

Siamo piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo

Siamo piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo Siamo piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo RACCONTO PER LE SCUOLE 28 febbraio 2013 Malattie Rare senza Frontiere Dedicato a Luigi Pio Memeo Siamo Piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo a cura dell

Dettagli

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo.

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il vuoto Una tazza di tè Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il maestro servì il tè. Colmò la tazza del suo

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli