AESVI. Rassegna Stampa del 26/08/2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AESVI. Rassegna Stampa del 26/08/2010"

Transcript

1 AESVI Rassegna Stampa del 26/08/2010 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che esulano da un utilizzo di Rassegna Stampa è compiuta sotto la responsabilità di chi la esegue; MIMESI s.r.l. declina ogni responsabilità derivante da un uso improprio dello strumento o comunque non conforme a quanto specificato nei contratti di adesione al servizio.

2 INDICE AESVI Il capitolo non contiene articoli VIDEOGIOCHI 25/08/2010 Oggi BESTIE A CHI? Guardateli, sono più intelligenti di noi 26/08/2010 Sole Nova dietro lo specchio 25/08/2010 La Stampa Web 01:07 La tecnologia lancia la sfida agli attori Questa è l'era della computer grafica 24/08/2010 Punto Informatico 05:33 Il mistero del jaibreak della PS3 25/08/2010 Punto Informatico 06:05 Videogame online, sfida all'ultimo ban 25/08/2010 WallStreetItalia 07:00 USA: UN VIDEOGIOCO SU MICHAEL JACKSON, IL LANCIO A NOVEMBRE

3 VIDEOGIOCHI 6 articoli

4 25/08/2010 Oggi - N.35-1 settembre 2010 Pag. 86 (diffusione:559282, tiratura:748139) Scienza SCOPERTE E CONFERME. GLI ANIMALI HANNO COMPORTAMENTI "UMANI" BESTIE A CHI? Guardateli, sono più intelligenti di noi Gorilla esperti di videogiochi. Scimmie che mangiano con il cucchiaio. Topi che ricordano dove si trova il cibo. Il segreto del loro genio? La curiosità e l'istinto. Ecco le storie più incredibili Luigi Bignami foto C. Spicuzza/Rex/Olycom Milano, agosto Un piccolo videogioco di un bambino scivola inavvertitamente nella gabbia dei gorilla dello zoo di San Francisco. Uno di loro lo afferra interessato e inizia a schiacciare i tasti. Sembra che giochi. Dal pubblico che osserva incuriosito la scena, si alza un grido: «Incredible!». Ma ancora più inverosimile è il fatto che il piccolo del gorilla si avvicini alla mamma e, proprio come un bimbo, gesticoli perché lui stesso vorrebbe vedere, lo vorrebbe provare, ma il genitore non cede alla richiesta e continua a maneggiare il videogioco. Anche per il guardiano sarà difficile farsi restituire la consolle: ci riuscirà solo in cambio di una mela. Un comportamento da umani? Un comportamento da essere NOVITÀ IN GABBIA San Francisco (Stati Uniti). In queste eccezionali immagini due gorilla sono alle prese con un videogioco, che è caduto nel recinto. La mamma ci «gioca» subito e il piccolino, curiosissimo, cerca di appropriarsene. intelligente? «Più che di intelligenza, parlerei di curiosità», spiega Danilo Mainardi, etologo comportamentale presso la facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Nat urali dell'università Ca' Foscari di Venezia. «Ai gorilla manca la cultura del gioco, dunque non potevano mettersi a giocare come avrebbe fatto un bambino. Ma non è escluso che se insegnassimo loro come usare una tastiera, prima o poi si metterebbero a digitare anche i tasti di una consolle». IL SALTO NEL VUOTO Quanto accaduto a San Francisco non è l'unico comportamento da «umani» salito alle cronache. Un cane, lasciato da solo in casa dai proprietari che erano andati in vacanza, si è lanciato dal balcone ed è morto per l'impatto sulla strada. Molti media hanno descritto l'episodio come un atto volontario per togliersi la vita ma, anche in questo caso, secondo gli etologi, non si può parlare di suicidio nel senso stretto della parola: «È probabile che gli animali non conoscano il senso della morte che toglie la vita», continua Mainardi. Quel salto nel vuoto, pur nella sua drammaticità, può essere interpretato come un infelice tentativo del cane di evadere dalla sua triste situazione. I cani sono abituati a vivere in gruppo (la famiglia è il loro gruppo) e a correre in ampi spazi: giorni e giorni obbligato a rimanere da solo, ha n no portato quell'esemplare a sperimentare una fuga mortale. "MIMO" INFALLIBILE E cosa dire dell'orangotango della foresta del Borneo che, gesticolando, ha chiesto a una ricercatrice che lo seguiva da diversi mesi di aprirgli una noce di cocco con il machete? La scoperta, pubblicata sulla rivista Biology Letters, suggerisce che la comunicazione delle grandi scimmie è molto più complessa di quello che si potrebbe pensare: per formulare la richiesta di aiuto, quell'orango ha prima dovuto elaborare il suo pensiero. «Questo non è che l'ultimo di 18 casi che abbiamo osservato tra le scimmie che stiamo studiando e che hanno usato il mimo per raccontarci o chiederci qualcosa», ha detto Anne Russon del Glendon College alla York University dell'ontario. «Una volta Cindy, un altro orango, desiderava che la sua istruttrice le aprisse un ombrello. Mimò con le mani il movimento di apertura e chiusura ma, non ottenendo l'aiuto richiesto, prese una foglia e se la pose sopra la testa». In un altro caso, aggiunge la Russon, «l'orango Kikan si era fatta male a un piede. L'abbiamo aiutata incidendo la ferita con una pietruzza appuntita e, per richiuderla, le abbiamo messo un po' di lattice ottenuto da una foglia di fico. Una settimana più tardi, Kikan volle vicino a sé, per ripetere l'operazione, la stessa persona che l'aveva aiutata. Kikan non voleva che le si rifacesse l'intervento, desiderava solo che la persona che l'aveva aiutata le fosse vicina quando lei stessa ripeteva quanto aveva osservato. Un'iniziativa che richiedeva una complessa rielaborazione del pensiero». Verrebbe quindi da pensare che l'intelligenza di tali esseri sia solo di poco inferiore a quella umana. Ma è proprio così? «È difficile definire cos'è l'intelligenza da un punto di vista scientifico», dice Mainardi. I ricercatori cercano prima di tutto di distinguere l'intelligenza dall'istinto. Per il senso comune delle persone, l'intelligenza è la capacità di ragionare, di capire, di trovare risposte a problemi pratici e teorici, mentre l'istinto è l'insieme di riscontri che è VIDEOGIOCHI - Rassegna Stampa 26/08/2010 4

5 25/08/2010 Oggi - N.35-1 settembre 2010 Pag. 86 (diffusione:559282, tiratura:748139) presente in ogni singola specie, e che viene preso in considerazione quando bisogna risolvere un problema sempre uguale. RICERCA DELLA STABILITÀ «L'istinto funziona bene per quelle specie che vivono in ambienti stabili, immutabili. In tali situazioni è inutile provare cose nuove per sopravvivere, basta affidarsi alla soluzione che è stata trasmessa per via genetica», continua Mainardi. Gli esempi ci mostrano il panda, che, pur essendo onnivoro, si nutre quasi esclusivamente di bambù, e il koala, il cui pasto è a base di foglie di eucalipto. Per loro è poco utile cercare altri tipi di piante e sperimentare altri cibi, dunque viene meno una delle molle dello sviluppo intellettivo, la curiosità. Diversa, invece, è la situazione del topo. Vive di ciò che trova e deve sperimentare se un nuovo cibo è buono o meno, e se è velenoso. «Ma attenzione», sottolinea Mainardi, «anche il topo porta con sé istruzioni genetiche: tra queste, la tendenza a esplorare e la sua capacità di apprendere, anche se poi queste eredità possono venire sviluppate in maniera diversa da ogni singolo individuo». Si capisce quindi la difficoltà nello stilare una classifica degli animali più intelligenti, ponendo l'uomo al primo posto in quanto il più ricco di capacità intellettiva e il più povero di istinti. Ogni specie ha sviluppato una propria intelligenza che dipende dalle necessità del suo stile di vita. L'intelligenza non è solo la capacità di risolvere problemi pratici, ma anche quella di imparare l'uso simbolico degli oggetti. Anche in questo caso ci sono esempi che fanno pensare che gli animali abbiano indubbiamente una propria intelligenza. SANNO SCEGLIERE Un macaco è stato messo davanti a una macchina distributrice di noccioline, con varie aperture, ciascuna di colore differente: a ogni colore corrispondeva una diversa quantità di cibo. Ebbene, in poco tempo, il macaco è riuscito a capire quale colore doveva scegliere per avere più noccioline possibili. E si è scoperto anche che gli animali hanno la capacità di elaborare strumenti tecnologici: un corvo della Nuova Caledonia ha dimostrato di saper scegliere attrezzi differenti a seconda dell'uso che ne doveva fare, e addirittura di modificarne alcuni per ottenere un miglior risultato. «Se da un lato non è corretto classificare gli animali partendo dalla nostra intelligen za», conc lude Mainardi, «è sempre più evidente che nella diversità delle specie esistenti, ci sono tante diverse intelligenze». Mvjhj!Cjhobnj Foto: ALLE PRESE CON TAPPI E PATATE In queste foto, due esempi di intelligenza animale. A sinistra, un corvo utilizza un uncino per togliere il tappo di un barattolo. Sopra, un macaco giapponese nel parco nazionale Kogen, in Giappone: come i suoi simili, ha scoperto che, lavando le patate con l'acqua di mare, è più facile eliminare la sabbia. E i tuberi diventano più gustosi. Foto: MA IL PESCE È... UNA BANANA! Come recuperare il cibo caduto nel fiume? Questo scimpanzé usa un bastone per riprendere una banana. I gorilla usano i bastoni anche per misurare la profondità dei corsi acqua. È GENETICO A destra, un panda. Mangia sempre foglie di bambù, una scelta di origine genetica. VIDEOGIOCHI - Rassegna Stampa 26/08/2010 5

6 26/08/2010 Sole Nova Pag. 16 dietro lo specchio TUTTI GIÙ PER TERRA di Luca Tremolada Su Guinness World Records 2010 videogiochi (edizioni Multiplayer) viene segnalato Red Faction: Guerrilla (THQ) come il gioco dove tutto (o quasi) è demolibile. Quello della distruzione di case, strade e veicoli è una esperienza che distingue il videogioco da altri media. La possibilità di trasformarci in agenti del caos e fare a pezzi tutto quello che ci circonda è un'"esigenza" che sempre più titoli provano a soddisfare ponendo però paletti di ordine materiale ed etico. In Crackdown 2, per esempio, ti aggiri in una città infestata di notte da mutanti e di giorno da terroristi. Il tuo compito è liberala da entrambi, chiaramente non con le buone ma con le cattive maniere. Pacific City, la cittadina teatro dell'azione (l'ironia dei game designer è sempre più graffiante nella scelta dei nomi) sopporterà bombe, razzi e tonnellate di proiettili senza però accusare danni permanenti. Qualche cosa crolla, a dire il vero, ma poca roba. Il che oltre a essere un controsenso disinnescherà il bombarolo che ogni tanto "sale" dentro alcuni di noi. Peccato. Nonostante ciò il gioco per Xbox 360 è frenetico e spettacolare. La grafica è fumettosa e l'azione, a tratti, liberatoria. VIDEOGIOCHI - Rassegna Stampa 26/08/2010 6

7 25/08/ :07 La Stampa Web Sito Web Homepage La tecnologia lancia la sfida agli attori Questa è l'era della computer grafica "L'era dell'empathy Game" e della performance capture è ormai matura. Perciò, abbiamo sviluppato una rivoluzionaria Libreria di Comportamenti...che può tagliare i costi e i tempi di commercializzazione del 30 %". L'annuncio si trova sul sito Motives in Movement, un servizio specializzato nel fornire soluzioni prefabbricate per videogiochi di ultima generazione, a cui attori veri prestano la voce e le movenze che vengono poi digitalizzate. Per i non addetti ai lavori, gli empathy game sono quelli che prevedono un forte coinvolgimento emotivo da parte del giocatore e in cui la resa dei sentimenti e delle espressioni facciali dei protagonisti (ottenuta con la "perfomance capture", un'evoluzione della motion capture) è particolarmente accurata. Uno dei casi più eclatanti degli ultimi anni di questo tipo di video game è stato il gioco Heavy Rain che ha suscitato perfino aspre polemiche per il livello di stress emotivo raggiunto dai giocatori. L'idea di Pascal Langdale, il fondatore di Motives in Movement è quella di creare delle librerie personalizzate di espressioni facciali per ciascun attore, che possano poi essere "animate". L'importanza delle recitazione e dell'interpretazione personale di ciascuno rimarrebbe comunque invariata, ma si potrebbe velocizzare e rendere più economico il processo creativo. Già ora alcuni tipi di azioni, come quelli delle scene di lotta, possono essere codificati, memorizzati e riproposti in altre pellicole o videogiochi. Accade così per esempio, per i combattimenti a base di arti marziali di alcuni videogiochi, ma ci sono librerie di motion capture per ogni genere di comportamento, dallo sport al lavoro di ufficio. Per quanto riguarda il cinema, Avatar, i Pirati dei Caraibi, Alice nel Paese delle meraviglie, A Christmas Carol sono tutti esempi di film che hanno utilizzato motion capture e perfomance capture per animare i loro personaggi. La questione è se, col progredire delle tecniche di digitalizzazione, movimenti ed espressioni virtuali possano sostituire del tutto gli attori in carne ed ossa anche nei film. Per il momento, tutto sembra restare ancora al livello di utopia. Alla Dreamworks, uno degli studios campioni indiscussi del cinema di animazione, continuano a lavorare con il sistema a fotogramma chiave, combinando disegni fatti a mano con l'animazione in computer grafica. Come ha spiegato alla Bbc il Chief Technology Officer Ed Leonard, "i risultati della motion capture, semplicemente, non sono abbastanza buoni". Se però alla Dreamworks possono permettersi di mettere al lavoro su un soggetto un team di artisti, lo stesso non si può dire di produttori di minori dimensioni, per cui il ricorso alla Librerie di Comportamenti potrebbe un domani, con ulteriori progressi di questo tipo di tecnologia, essere una soluzione percorribile. VIDEOGIOCHI - Rassegna Stampa 26/08/2010 7

8 24/08/ :33 Punto Informatico Sito Web Il mistero del jaibreak della PS3 Il mistero del jailbreak della PS3 Ci sono i video e uno shop che vende una chiavetta USB. Collegata alla console Sony permetterebbe di provare le "copie di backup" dei giochi. Ma per chi ci prova online, pare scatti il ban da PlayStation Network Share Roma - Tra tutte le console della generazione attuale, portatili e non, la PlayStation 3 di Sony era l'unica a non aver ancora ceduto alla pirateria allo sblocco. Recentemente è spuntato però all'orizzonte un miracoloso "USB modchip" che promette di far partire dal menù Cross Media Bar le copie di backup dei giochi, riversate direttamente sull'hard disk della macchina o su una memoria esterna. La "penna magica", presumibilmente derivata dai dongle che i centri assistenza utilizzano per rianimare le PS3 in panne e avviare software non certificato, esegue un vero e proprio jailbreak stile iphone che inganna la protezione interna, rendendo di fatto la console "aperta". Senza alcun bisogno di modifiche all'hardware e senza invalidare la garanzia. A quel punto basta quindi affidarsi ad un programma di backup apposito, reperibile sul web, per rippare tranquillamente il contenuto del Blu-Ray originale. Stando alla descrizione del team australiano che ha effettuato l'hack (e dello shop online che lo sta vendendo al prezzo di 120 euro circa) il sistema funziona perfettamente. Il "PlayStation Jailbreak" sarebbe compatibile con tutte le versioni-revisioni-regioni della PS3, FAT o SLIM, e riuscirebbe addirittura a bloccare gli aggiornamenti forzati del firmware imposti da Sony. Le frammentate opinioni della community appaiono però contrastanti. Chi ha già provato il prodotto parla di grossi limiti. Il PS-Jailbreak non sarebbe in grado di gestire file troppo grandi e non riuscirebbe a lanciare veramente tutti i giochi presenti nel vasto catalogo della PS3. Quindi, nonostante il video dimostrativo messo online dal piratesco team, i dubbi sulla buona riuscita della modifica rimangono. È probabile però che questo sia solo il primo round di un lunghissimo e combattuto match. Fino a questo momento, Sony Computer Entertainment non ha ancora risposto al fuoco con un comunicato ufficiale, ma qualcosa si è mosso. A quanto pare, l'id del PS-Jailbreak viene già riconosciuto dall'errore 8002A227, e sembra che provando a giocare online con la famigerata chiavetta USB inserita ci si ritrovi automaticamente bannati dai servizi del PlayStation Network. Roberto Pulito TAG: tecnologia, console, videogiochi, videogame, playstation, crack, jailbreak CONDIVIDI: VIDEOGIOCHI - Rassegna Stampa 26/08/2010 8

9 25/08/ :05 Punto Informatico Sito Web Videogame online, sfida all'ultimo ban Videogame online, sfida all'ultimo ban Gli sviluppatori di Red Dead Redemption, uno dei videogiochi recenti di maggior successo, avvertono gli imbroglioni: giocare imbrogliando vi porterà verso la cacciata dal gioco multiplayer Share Roma - Nuovo, clamoroso ban su larga scala in arrivo nel mercato videoludico: Rockstar Games annuncia di essere intenzionata a sbattere fuori dalla porta della modalità multi-player del suo Red Dead Redemption i giocatori che hanno imbrogliato. Gli utenti onesti si sono lamentati e la software house è pronta a mettere in pratica misure drastiche per salvaguardare un ambiente di gioco divertente e appagante per tutti. La mannaia del ban è scattata questo 24 agosto, e in precedenza Rockstar l'aveva preannunciata con un avviso sul suo sito web. Interessati della misura tutti quei giocatori che hanno accumulato altissimi, "impossibili" livelli di punti esperienza in maniera surrettizia e non con il duro lavoro del fragging onesto e faticoso. Ai cheater è stato garantito un tempo cuscinetto di una settimana, entro il quale avrebbero dovuto cancellare i suddetti XP impossibili. Rockstar specifica che il ban non riguarda quanti hanno approfittato di "exploit temporanei" per accrescere i propri punti esperienza, limitandosi a prendere di mira i giocatori che hanno surrettiziamente modificato i propri salvataggi. "Siamo in grado di discernere la differenza", aveva minacciato Rockstar. Come l'hanno presa i giocatori? La reazione della community multiplayer di Red Dead Redemption è stata generalmente positiva, sebbene qualcuno abbia evidenziato la sostanziale non influenza dei cheater ai fini del divertimento nel gioco e l'ingiustizia di una misura così drastica come il ban permanente dai server online. Di ban permanente si parla anche per i giocatori prematuri di Halo: Reach: passando dal polveroso West alla fantascienza aliena, il problema non sono tanto i cheater quanto piuttosto coloro che hanno crackato, scaricato e cominciato a giocare il nuovo blockbuster annunciato dell'accoppiata Bungie/Microsoft sul network di Xbox 360, in anticipo sulla data di commercializzazione effettiva fissata per il prossimo 14 settembre. Alfonso Maruccia TAG: internet, red dead redemption, videogiochi, rockstar, multiplayer, microsoft, bungie, halo, cheating CONDIVIDI: VIDEOGIOCHI - Rassegna Stampa 26/08/2010 9

10 25/08/ :00 WallStreetItalia Sito Web USA: UN VIDEOGIOCO SU MICHAEL JACKSON, IL LANCIO A NOVEMBRE (AGI/WSI) New York - Verra' lanciato a novembre un nuovo videogioco dedicato a Michael Jackson, ad oltre un anno dalla morte. "Michael Jackson The Experience", potra' essere usato su console Wii, Xbox, PS3, PSP e DS e permettera' ai giocatori di imparare a ballare "moonwalk", i passi che resero celebre il Re del Pop. L'ultimo videogioco, "Moonwalker", risale agli inizi degli anni 90. VIDEOGIOCHI - Rassegna Stampa 26/08/

Rassegna Stampa del 25/09/2009 08:15

Rassegna Stampa del 25/09/2009 08:15 AESVI Rassegna Stampa del 25/09/2009 08:15 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro

Dettagli

Introduzione INTRODUZIONE

Introduzione INTRODUZIONE INTRODUZIONE INTRODUZIONE 15 Introduzione Contenuti: Come usare questa guida all uso Cos è una animazione? Gli elementi della animazione 3D Apprendere le capacità di un Animatore 3D Quanto tempo si impiega

Dettagli

Identità e videogiochi: essere qualcuno nei mondi virtuali

Identità e videogiochi: essere qualcuno nei mondi virtuali Identità e videogiochi: essere qualcuno nei mondi virtuali Prof. Michela De Luca Corso di Cyberpsicologia- Lumsa Dott.Massimiliano Marzocca Psicologo Psicoterapeuta massimilianomarzocca.blogspot.it www.massimilianomarzocca.it

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

100x Zoom Prova a osservare anche la tua pelle o i tuoi capelli

100x Zoom Prova a osservare anche la tua pelle o i tuoi capelli Et à MICROSCOPIO DIGITALE M ANUALE DI ISTRUZIONI Tieni sempre le lenti pulite. Non inserire oggetti dietro la lente e non toccarla. Non bagnare il MICROSCOPIO DIGITALE e non immergerlo in un liquido. Per

Dettagli

1. Avviare il computer

1. Avviare il computer Guida n 1 1. Avviare il computer 2. Spegnere correttamente il computer 3. Riavviare il computer 4. Verificare le caratteristiche di base del computer 5. Verificare le impostazioni del desktop 6. Formattare

Dettagli

Biancarosa e Il Paese dei Colori

Biancarosa e Il Paese dei Colori Biancarosa e Il Paese dei Colori Scuole elementari Marluna Teatro propone alla Vs. attenzione il suo nuovo spettacolo teatrale per bambini e ragazzi, BIANCAROSA E IL PAESE DEI COLORI. Lo spettacolo affronta,

Dettagli

Esploriamo i social network insieme ai figli

Esploriamo i social network insieme ai figli Esploriamo i social network insieme ai figli Perché fare un viaggio sul pianeta anobii? Ci sono tre buone ragioni 1. Trasmetti la passione e la voglia di leggere ai bimbi! E l eredità più bella che puoi

Dettagli

SATYRNET È Satyrnet Satyrnet Satyrnet Satyrnet Satyrnet

SATYRNET È Satyrnet Satyrnet Satyrnet Satyrnet Satyrnet UN MONDO FATTO DI FUMETTO, COSPLAY, MUSICA, GRV, CINEMA ED EVENTI: SATYRNET DA DIECI ANNI ORAMAI SIGNIFICA UN SITO INTERNET E UN'ASSOCIAZIONE CULTURALE DIVENTATI UN PUNTO DI RIFERIMENTO PER TANTI GIOVANI

Dettagli

18. Cercare, scaricare, organizzare e condividere le fotografie digitali

18. Cercare, scaricare, organizzare e condividere le fotografie digitali 18. Cercare, scaricare, organizzare e condividere le fotografie digitali 18. Cercare, scaricare, organizzare e condividere le fotografie digitali In questo capitolo impareremo a cercare immagini su Internet,

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

AESVI. Rassegna Stampa del 19/08/2010

AESVI. Rassegna Stampa del 19/08/2010 AESVI Rassegna Stampa del 19/08/2010 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto

Dettagli

TECNICHE MULTIMEDIALI PER LA

TECNICHE MULTIMEDIALI PER LA TECNICHE MULTIMEDIALI PER LA DOCUMENTAZIONE E NARRAZIONE DEL PAESAGGIO. ALCUNE OPPORTUNITÀ DEL WEB. A cura di Roberta Di Fabio e Alessandra Carfagna roberta.difabio@hotmail.it alessandra.carfagna@email.it

Dettagli

Rassegna Stampa del 11/02/2008 08:35

Rassegna Stampa del 11/02/2008 08:35 AESVI Rassegna Stampa del 11/02/2008 08:35 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro

Dettagli

Questa non è una lezione

Questa non è una lezione Questa non è una lezione Sono appunti, idee su Internet tra rischi e opportunità. Che vuol dire non dobbiamo stare a guardare? È il Web 2.0... i cui attori siete voi Chi vi ha insegnato ad attraversare

Dettagli

Rassegna Stampa del 31/03/2009 08:06

Rassegna Stampa del 31/03/2009 08:06 AESVI Rassegna Stampa del 31/03/2009 08:06 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro

Dettagli

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA MANUALE PER IL docente II EDIZIONE A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA 1 INDICE Il progetto 03 Scambio di generazioni 04 Crescendo si scambia in 4 mosse 05 Certi giochi sono sempre

Dettagli

Giochi e videogiochi. in biblioteca.

Giochi e videogiochi. in biblioteca. Giochi e videogiochi in biblioteca. I videogiochi in biblioteca a cura di Alfonso Noviello Milano 20 giugno 2012 1. Le biblioteche non sono forse per i libri e la lettura? 2. I videogiochi non sono una

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

GLI AUSTRALOPITECHI. Tra gli animali che vedi nelle figure, sai dire quale è una scimmia? Cerchia l animale giusto e collega i nomi ai disegni.

GLI AUSTRALOPITECHI. Tra gli animali che vedi nelle figure, sai dire quale è una scimmia? Cerchia l animale giusto e collega i nomi ai disegni. GLI AUSTRALOPITECHI Prerequisiti: orientarsi nel tempo fra passato, presente e futuro, usare gli strumenti sussidiari al testo (cartine, immagini, tabelle ) Obiettivi: studio dell evoluzione dell uomo

Dettagli

MEMORIA EPISODICA (Estratti da recenti Newsletter RDI TM )

MEMORIA EPISODICA (Estratti da recenti Newsletter RDI TM ) MEMORIA EPISODICA (Estratti da recenti Newsletter RDI TM ) Ci sono almeno 18 studi che dimostrano che le persone con disturbi dello spettro autistico (ASD) presentano uno specifico deficit di memoria nella

Dettagli

ULTIMATE NES REMIX. Come iniziare. Come giocare

ULTIMATE NES REMIX. Come iniziare. Come giocare ULTIMATE NES REMIX 1 Informazioni importanti Come iniziare 2 Funzioni online 3 Filtro famiglia Come giocare 4 Selezionare una modalità 5 Selezionare un livello 6 Giocare un livello 7 Classifiche 8 Salvare

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Pratica 3 Creare e salvare un documento. Creare e salvare un file di testo

Pratica 3 Creare e salvare un documento. Creare e salvare un file di testo Pratica 3 Creare e salvare un documento Creare e salvare un file di testo Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia Guermandi Luglio 2015 Realizzato da RTI Ismo

Dettagli

L uso delle nuove tecnologie nella Scuola Primaria a servizio della didattica

L uso delle nuove tecnologie nella Scuola Primaria a servizio della didattica L uso delle nuove tecnologie nella Scuola Primaria a servizio della didattica Mavi Ferramosca Scuola Primaria Gianni Rodari Via Caduti Partigiani s.n., 70126 Bari E-mail: mavi.ferramosca@alice.it Un uso

Dettagli

Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare

Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare Disciplina: Scienze Livello: A2 Gruppo 3 Autori: Belfi Antonella, Bolzan Luana, Papi Michela Prerequisiti: comprensione linguistica livello A2 per alunni

Dettagli

Quando eravamo scimmie

Quando eravamo scimmie Quando eravamo scimmie Zio, è vero che tu insegni antro... non mi ricordo più come si chiama. Antropologia, sì è vero Chiara. Mi spieghi cos è? Che non è mica tanto chiaro. Sedetevi qui, anche tu, Elena.

Dettagli

Misurare la Customer Retention, le basi: modello

Misurare la Customer Retention, le basi: modello Misurare la Customer Retention, le basi: modello dei ripetitori recenti Di Articolo originale: Measuring Customer Retention - Basic (Recent Repeater Model) http://www.jimnovo.com/measure-loyalty.htm Foto:

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un a me del cellulare piace a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un incidente è molto utile a me il cellulare piace ma me lo prendono solo a 12 anni. La cosa più bella è

Dettagli

MUSICA E IMMAGINE. musica e cinema. musica e cinema. musica e TV. musica e pubblicità. Copyright Mirco Riccò Panciroli

MUSICA E IMMAGINE. musica e cinema. musica e cinema. musica e TV. musica e pubblicità. Copyright Mirco Riccò Panciroli MUSICA E IMMAGINE musica e cinema musica e TV musica e pubblicità Copyright Mirco Riccò Panciroli musica e cinema musica e cinema La colonna sonora colonna sonora Parlato inciso in varie lingue nelle sale

Dettagli

Psicologia e videogames

Psicologia e videogames Prof.ssa Michela De Luca Corso Cyberpsicologia-Lumsa Dott. Massimiliano Marzocca Psicologo - Psicoterapeuta massimilianomarzocca.blogspot.it wwww.massimilianomarzocca.it Psicologia e videogames CHE COSA

Dettagli

Geografia Sonora laboratorio digitale musicale

Geografia Sonora laboratorio digitale musicale Geografia Sonora laboratorio digitale musicale percorso di esplorazione multimediale del mondo che ci circonda; imparare ad utilizzarne i materiali e gli elementi formali per creare e comporre nuovi ambienti

Dettagli

Educare ai videogiochi

Educare ai videogiochi Educare ai videogiochi Damiano Felini Università degli Studi di Parma Insegnare i videogiochi ai ragazzini, che li sanno già usare perfettamente, può sembrare un obiettivo strano: non lo è, se si pensa

Dettagli

COME VENGONO ORGANIZZATI I DOCUMENTI?

COME VENGONO ORGANIZZATI I DOCUMENTI? COME VENGONO ORGANIZZATI I DOCUMENTI? Tutte le informazioni da noi salvate vengono memorizzate sull HARD DISK, sul FLOPPY DISK o sulla chiavetta USB. Una volta salvate le informazioni vengono organizzate

Dettagli

Gestione Documentale: L esperienza di Sony Computer Entertainment Italia SpA

Gestione Documentale: L esperienza di Sony Computer Entertainment Italia SpA Gestione Documentale: L esperienza di Sony Computer Entertainment Italia SpA La Società Sony Computer Entertainment Italia Spa Sede in Roma e filiale Milano Fatturato FY09 204 M Dipendenti 41 Agenti di

Dettagli

Giochi e didattica. (piccola guida ai link in Rete) Aggiornata a gennaio 2009. Ins. Marinella Catano - marinella.catano@istruzione.

Giochi e didattica. (piccola guida ai link in Rete) Aggiornata a gennaio 2009. Ins. Marinella Catano - marinella.catano@istruzione. Giochi e didattica (piccola guida ai link in Rete) Aggiornata a gennaio 2009 1 Ins. Marinella Catano - marinella.catano@istruzione.it Giochi da scaricare 2 Siti di insegnanti http://www.ivana.it/ Sito

Dettagli

RICORDO DI TRENTO. 1Fc - Piero Zin L HOMO SAPIENS SCOPRE TRENTO

RICORDO DI TRENTO. 1Fc - Piero Zin L HOMO SAPIENS SCOPRE TRENTO RICORDO DI TRENTO Ricordo che, più o meno, siamo arrivati a Trento sulle 11 e alle 11.45 eravamo dentro in museo per vedere la mostra sull homo sapiens, che si è rivelata molto bella e interessante. Ricordo

Dettagli

SEGRETI ESCLUSIVI FRANK GARCIA LA PORTA MAGICA

SEGRETI ESCLUSIVI FRANK GARCIA LA PORTA MAGICA SEGRETI ESCLUSIVI FRANK GARCIA LA PORTA MAGICA RINGRAZIAMENTI Un ringraziamento speciale lo devo al mio amico Richard Kaufman per le illustrazioni di questo libro. Come autore ed abile prestigiatore, egli

Dettagli

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI PROGETTO LETTURA UNA CASCATA DI LIBRI Il progetto si prefigge di stimolare negli alunni la motivazione alla lettura e all ascolto, guidandoli a saper cogliere, insieme

Dettagli

Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010).

Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010). ARRIETTY Per i più grandi. Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010). Sotto il pavimento di una grande casa nella campagna di

Dettagli

1. Il nome utente: NON può essere modificato 2. Il tuo nome (ne trovate prescritto uno generico): metti il tuo vero nome SENZA il cognome

1. Il nome utente: NON può essere modificato 2. Il tuo nome (ne trovate prescritto uno generico): metti il tuo vero nome SENZA il cognome Guida NetPupils Un social network è un sito che dà la possibilità alle persone di entrare in contatto e condividere informazioni. I social network si basano su quella che viene definita amicizia : concedendo

Dettagli

LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO. Dai vita ai tuoi libri!

LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO. Dai vita ai tuoi libri! LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO Dai vita ai tuoi libri! "I libri. Sono stati i miei grandi amici, perché non c è di meglio che viaggiare con qualcuno che ha fatto già la stessa strada, che ti racconta

Dettagli

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTO ACCOGLIENZA A SCUOLA SIAMO TUTTI AMICI Fermani Roberta Nocelli Rita - Grassi Katia Bambini di 2 anni e mezzo e 3 anni Sezioni D e E Il progetto Accoglienza

Dettagli

Area linguistico-intellettiva OSSERVAZIONE E MONITORAGGIO

Area linguistico-intellettiva OSSERVAZIONE E MONITORAGGIO Area linguistico-intellettiva OSSERVAZIONE E MONITORAGGIO Area linguistico-intellettiva Le tappe del pensiero Nel corso del primo anno: segue con lo sguardo gli oggetti in movimento; distingue i volti

Dettagli

«Sono delle teste dure!» ma è proprio vero?

«Sono delle teste dure!» ma è proprio vero? «Sono delle teste dure!» ma è proprio vero? Consigli per motivare al comportamento sicuro sul lavoro Forse vi è già capitato di trovarvi nei panni di questo allenatore di hockey e di pensare che i vostri

Dettagli

AESVI. Rassegna Stampa del 23/12/2010

AESVI. Rassegna Stampa del 23/12/2010 AESVI Rassegna Stampa del 23/12/2010 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto

Dettagli

Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni

Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni Documentazione del lavoro svolto Anno scolastico 2010/2011 Scuola Primaria Statale Pennabilli Capoluogo

Dettagli

1. Aprire Microsoft Word

1. Aprire Microsoft Word Guida n 3 Realizzare, impaginare e stampare un documento (volantino) con Microsoft Word 1. Avviare Word e Creare un nuovo documento 2. Digitare un testo 3. Il comando annulla 4. Salvare un documento 5.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VERBICARO

ISTITUTO COMPRENSIVO VERBICARO ISTITUTO COMPRENSIVO VERBICARO PROGRAMMAZIONE ANNUALE Scuola Primaria classe prima plesso Molinelli a.sc.2013/2014 PREMESSA Gli insegnanti della classe, tenendo conto dell analisi della situazione di partenza,

Dettagli

Scuola 8.0. Lavagna interattiva e software Open Source

Scuola 8.0. Lavagna interattiva e software Open Source Scuola 8.0 Lavagna interattiva e software Open Source Intervento di Emiliano Pancaldi INTRODUZIONE Queste slides (diapositive) hanno lo scopo di richiamare alla memoria le diverse informazioni che vi ho

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

I primi passi con un cucciolo

I primi passi con un cucciolo I primi passi con un cucciolo 15 I primi passi con un cucciolo Abbiamo preso Metchley dal canile quando aveva nove settimane. Già durante il suo primo giorno da noi ho iniziato l addestramento con il tocco

Dettagli

L informal learning di Jay Cross

L informal learning di Jay Cross L informal learning di Jay Cross tratto ed adattato da Apprendimento informale e formazione aziendale: perché usare questo sistema di apprendimento? di Jay Cross e Robin Good (link) Premessa di formazione-esperienziale.it

Dettagli

I giochi di Elspet e Jos. Landi

I giochi di Elspet e Jos. Landi I giochi di Elspet e Jos Perché i Giochi di Elspet e Jos? - Per imparare divertendosi - Perché le TIC rappresentano una potenzialità didattica tutta da sfruttare - Perché credo in una scuola nella quale

Dettagli

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra 1 Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra STILEMA / UNOTEATRO di e con Silvano Antonelli collaborazione drammaturgica Alessandra Guarnero Ogniqualvolta si utilizzino e

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Alla scoperta degli elementi della vita : acqua, aria, terra,fuoco.

Alla scoperta degli elementi della vita : acqua, aria, terra,fuoco. ISTITUTO COMPRENSIVO DI MERCATO SARACENO Scuola dell Infanzia Capoluogo Anno Scolastico 2011-2012 Progetto di plesso Collegato al progetto d istituto Alla scoperta degli elementi della vita : acqua, aria,

Dettagli

Internet Facebook. scuola. dittatura. Questa non è una lezione. Wikipedia. Web 2.0 libertà. rischi. professori. Google. cellulari.

Internet Facebook. scuola. dittatura. Questa non è una lezione. Wikipedia. Web 2.0 libertà. rischi. professori. Google. cellulari. Questa non è una lezione Internet Facebook cellulari scuola Google affidabilità Wikipedia opportunità Web 2.0 libertà professori biblioteca di casa genitori pedofilia net neutrality rischi identità digitale

Dettagli

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 1 CHE COS È INTERNET? INTERNET (connessione di rete) E' la "rete delle reti" perché collega fra

Dettagli

1) Il mio avatar: uguali o diversi? L esercizio permette di apprendere il concetto di avatar e comprenderne la tipologia.

1) Il mio avatar: uguali o diversi? L esercizio permette di apprendere il concetto di avatar e comprenderne la tipologia. DISCUSSION STARTERS - Definisci a parole tue cosa è un avatar. - Quali sono le funzioni psicologiche dell avatar? - L avatar può essere sempre come tu lo vorresti? - Quanti tipi di avatar conosci? - In

Dettagli

PROPOSTE DEL MATTINO PER LE SCUOLE ANNO SCOLASTICO 2015-2016

PROPOSTE DEL MATTINO PER LE SCUOLE ANNO SCOLASTICO 2015-2016 CO39442 PROPOSTE DEL MATTINO PER LE SCUOLE ANNO SCOLASTICO 2015-2016 MATTINE IN GIOCO Una mattina dedicata al gioco tra le stanze dell Ambarabà scoprendo e ritrovando modi diversi di giocare ed esplorando

Dettagli

Quarto Incontro SICUREZZA SUL LAVORO

Quarto Incontro SICUREZZA SUL LAVORO Quarto Incontro SICUREZZA SUL LAVORO 6. QUARTO INCONTRO - SICUREZZA SUL LAVORO Materiali necessari al quarto incontro (per comodità, fare un segno di spunta sul materiale preparato) un PC portatile un

Dettagli

E DEL PROGRAMMA TUTOREDATTILO PRO

E DEL PROGRAMMA TUTOREDATTILO PRO USO DEL MANUALE "SCRIVERE CON DIECI DITA" E DEL PROGRAMMA TUTOREDATTILO PRO PRIME LEZIONI Senza alcuna pretesa di volersi sostituire all abilità di ogni insegnante nel presentare l approccio alla scrittura

Dettagli

Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1

Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1 Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1 Quando si è trattato di definire un progetto da realizzare per la conclusione del primo anno DOL ho cercato d focalizzare le caratteristiche

Dettagli

EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA

EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA PREISTORIA SCIMMIE ANTROPOMORFE: SONO SIMILI ALL UOMO VIVONO SUGLI ALBERI NELLE FORESTE DELL AFRICA DIVENTANO ONNIVORE: MANGIANO TUTTO, ANCHE LA CARNE DA QUADRUPEDI DIVENTANO

Dettagli

Istruzioni per la configurazione di IziOzi

Istruzioni per la configurazione di IziOzi Istruzioni per la configurazione di IziOzi Installazione L'applicazione si può installare da qualunque dispositivo Android a partire dalla versione 4.1 con la procedura standard tramite Google Play Store.

Dettagli

Rassegna Stampa del 06/08/2008 08:00

Rassegna Stampa del 06/08/2008 08:00 AESVI Rassegna Stampa del 06/08/2008 08:00 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro

Dettagli

REGOLAMENTO FISC BIMBI & CANI

REGOLAMENTO FISC BIMBI & CANI 1. PRESENTAZIONE REGOLAMENTO FISC BIMBI & CANI La Federazione Italiana Sport Cinofili, al fine di promuovere la conoscenza e il rispetto per il cane tra i giovani, ha elaborato un progetto interamente

Dettagli

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie Guida per gli insegnanti insegnanti-interno Marco 18-10-2006 17:30 Pagina 3 Cari insegnanti, Cosa intendiamo per stile di vita sano? come certamente sapete

Dettagli

identità virtuali 20 maggio 17 luglio 2011 Disegni di Giacomo Cardelli

identità virtuali 20 maggio 17 luglio 2011 Disegni di Giacomo Cardelli identità virtuali 20 maggio 17 luglio 2011 Questa mostra affronta il nostro rapporto con il computer e con gli altri strumenti digitali tramite cui possiamo accedere al mondo di internet: un mondo senza

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO

UNITA DI APPRENDIMENTO UNITA DI APPRENDIMENTO Io racconto, tu mi ascolti. Noi ci conosciamo Istituto comprensivo n.8 ( Fe ) SCUOLA PRIMARIA DI BAURA Classe seconda Ins: Anna Maria Faggioli, Marcello Gumina, Stefania Guiducci.

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

CAROTINO. Per favorire l apprendimento e la formulazione delle frasi di denominazione e nucleari

CAROTINO. Per favorire l apprendimento e la formulazione delle frasi di denominazione e nucleari CAROTINO Per favorire l apprendimento e la formulazione delle frasi di denominazione e nucleari Collana di programmi educativi su personal computer per facilitare l'apprendimento AZIENDA U.S.L. CITTA DI

Dettagli

asilo nido Milanofiori progetto educativo

asilo nido Milanofiori progetto educativo asilo nido Milanofiori progetto educativo W&L Solutions Srl Sede Legale: Viale Milanofiori 1 Palazzo F6 I-20090 Assago MI Cap. Soc. int.vers. 15.000 Registro Imprese di Milano, C.F.e P.I. 04606140962 2

Dettagli

L analisi di bilancio

L analisi di bilancio efacile Come fare... L analisi di bilancio di Stefano Pozzoli Il Bilancio La riclassificazione dello Stato Patrimoniale Il Conto Economico e le aree di gestione La riclassificazione del Conto Economico

Dettagli

A SCUOLA CON LA LIM 1

A SCUOLA CON LA LIM 1 A SCUOLA CON LA LIM 1 A cura dell'insegnante LUCIA STIRPE Istituto Comprensivo San Cesareo mag 13 19:01 1 Cos'è una LIM? LIM è l'acronimo di Lavagna Interattiva Multimediale. E' un dispositivo elettronico

Dettagli

LABORATORIO INFORMATICA : IL MIO AMICO COMPUTER (5 anni)

LABORATORIO INFORMATICA : IL MIO AMICO COMPUTER (5 anni) LABORATORIO INFORMATICA : IL MIO AMICO COMPUTER (5 anni) PREMESSA Le riflessioni sulla natura del computer, sulle risorse che possiede, sui rischi che programmi sbagliati possono comportare, ci spingono

Dettagli

COS È VidZone? COME INSTALLARE VidZone

COS È VidZone? COME INSTALLARE VidZone COS È VidZone? VidZone è l esaltante servizio video musicale che ti dà accesso a migliaia di video musicali. È possibile scaricare VidZone GRATUITAMENTE da PlayStation Network e questo manuale contiene

Dettagli

LEGGA ATTENTAMENTE IL SEGUENTE CONTRATTO PRIMA DI UTILIZZARE QUESTO SOFTWARE.

LEGGA ATTENTAMENTE IL SEGUENTE CONTRATTO PRIMA DI UTILIZZARE QUESTO SOFTWARE. LICENZA D USO PER SOFTWARE SONY LEGGA ATTENTAMENTE IL SEGUENTE CONTRATTO PRIMA DI UTILIZZARE QUESTO SOFTWARE. CON L UTILIZZAZIONE DEL SOFTWARE LEI ESPRIME LA SUA ACCETTAZIONE DEL CONTRATTO. IMPORTANTE

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

CURRICOLO PER LE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO INFORMATICA

CURRICOLO PER LE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO INFORMATICA CURRICOLO PER LE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO INFORMATICA La pervasività dell informatica e il suo essere ormai indispensabile nella vita quotidiana hanno reso necessario l

Dettagli

MISTER MUSEO Maurizia Bonavini. Published in Insieme, March 2004

MISTER MUSEO Maurizia Bonavini. Published in Insieme, March 2004 MISTER MUSEO Maurizia Bonavini Published in Insieme, March 2004 James Bradburne una statura imponente e il viso da ragazzino, parla sette lingue, tra le quali russo e giapponese (l arabo lo sta studiando,

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Senigallia nord Mercantini Primaria Classe IV C Docente Isabella Bruni

Istituto Comprensivo Statale Senigallia nord Mercantini Primaria Classe IV C Docente Isabella Bruni Istituto Comprensivo Statale Senigallia nord Mercantini Primaria Classe IV C Docente Isabella Bruni Mappa Concettuale CREOLIZZAZIONE = RELAZIONE di ELEMENTI ETEROGENEI provenienti da DIVERSITÀ CULTURALE

Dettagli

ARBITRARE IL GIOCO. Usare le Relazioni con le Icone. Tirare le Relazioni all Inizio di una Sessione. Scoperta & Sorpresa

ARBITRARE IL GIOCO. Usare le Relazioni con le Icone. Tirare le Relazioni all Inizio di una Sessione. Scoperta & Sorpresa ARBITRARE IL GIOCO Questo documento contiene le istruzioni per i Game Master che vogliono arbitrare il gioco. Usare le Relazioni con le Icone Per le regole base delle relazioni con le icone, vedi Relazioni

Dettagli

Note operative per Windows XP

Note operative per Windows XP Note operative per Windows XP AVVIO E ARRESTO DEL SISTEMA All avvio del computer, quando l utente preme l interruttore di accensione, vengono attivati i processi di inizializzazione con i quali si effettua

Dettagli

Le fasi del lavoro. sede: via Luzzatti, 15 47813 Igea Marina Tel. 0541 341642 zaffiria@comune.bellaria-igea-marina.rn.it - www.zaffiria.

Le fasi del lavoro. sede: via Luzzatti, 15 47813 Igea Marina Tel. 0541 341642 zaffiria@comune.bellaria-igea-marina.rn.it - www.zaffiria. Scuola Secondaria Pazzini Villa Verucchio Per l anno scolastico 2011 la scuola secondaria Pazzini di Villa Verucchio ha scelto per la classe I F il laboratorio Adolescenza a fumetti, per le classi II H,

Dettagli

Il Gioco : programmazione, realtà virtuale e Second Life

Il Gioco : programmazione, realtà virtuale e Second Life 128 Il Gioco : programmazione, realtà virtuale e Second Life Recentemente si sta animando la discussione su un argomento dove gioco, programmazione e realtà virtuale fanno da parole chiave. La stretta

Dettagli

MANUALE DI EA SPORTS GRAND SLAM TENNIS 2

MANUALE DI EA SPORTS GRAND SLAM TENNIS 2 MANUALE DI EA SPORTS GRAND SLAM TENNIS 2 1 PER INIZIARE 2 GIOCA ORA 6 MODALITÀ DI GIOCO 7 ALLENAMENTO 12 GIOCA ONLINE 14 ZONA DI CREAZIONE 17 IL MIO TENNIS 19 PER INIZIARE 2 EA SPORTS Grand Slam Tennis

Dettagli

Le nuove tecnologie nelle attività di insegnamento-apprendimento della matematica 1. Quale uso delle nuove tecnologie?

Le nuove tecnologie nelle attività di insegnamento-apprendimento della matematica 1. Quale uso delle nuove tecnologie? Le nuove tecnologie nelle attività di insegnamento-apprendimento della matematica 1. Quale uso delle nuove tecnologie? Vi sono due aspetti legati all'uso delle nuove tecnologie che sono importanti per

Dettagli

Rassegna Stampa del 17/11/2009 08:21

Rassegna Stampa del 17/11/2009 08:21 AESVI Rassegna Stampa del 17/11/2009 08:21 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro

Dettagli

Eccoci... La partenza...

Eccoci... La partenza... Eccoci... Noi siamo due ragazzi che vogliono esplorare tutti i tipi di natura... dopo lunghi anni di ricerca siamo riusciti ad esplorarla tutta quanta e vi abbiamo portato un riassunto del nostro viaggio...

Dettagli

Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015]

Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015] Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015] Realizzato e distribuito da LeggeraSoft Sommario Panoramica... 2 Menù principale... 2 Link Licenza... 3 Link Dati del tecnico... 3 Link

Dettagli

PROGETTO DI LABORATORIO DI INFORMATICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGETTO DI LABORATORIO DI INFORMATICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO DI LABORATORIO DI INFORMATICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA SU E GIÚ... CON CHIP Anno scolastico 2008-09 PREMESSA...Il bambino si confronta con i nuovi media e con i nuovi linguaggi della comunicazione,

Dettagli

GLI STRUMENTI DELLA SMART BOARD

GLI STRUMENTI DELLA SMART BOARD GLI STRUMENTI DELLA SMART BOARD La struttura tecnologica è formata da: Lavagna interattiva:può essere di varie misure (da 48 a94 ) e formati (4/3 o 16/9) Proiettore: può essere sia grandangolare (con molti

Dettagli

Il Tempo del non tempo

Il Tempo del non tempo Il Tempo del non tempo Riflettere su quanto abbiamo cercato di fare insieme con la nostra esperienza teatrale ci costringe a ricercare una coerenza metodologica che nelle nostre intenzioni e nel nostro

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

I MOMENTI DI CURA: SOLO SODDISFAZIONE DI BISOGNI DI ACCUDIMENTO FISICO?

I MOMENTI DI CURA: SOLO SODDISFAZIONE DI BISOGNI DI ACCUDIMENTO FISICO? I MOMENTI DI CURA: SOLO SODDISFAZIONE DI BISOGNI DI ACCUDIMENTO FISICO? Il Lavoro di cura fisica e psichica necessaria al benessere e alla crescita del bambino è parte integrante del Progetto Educativo

Dettagli

PROPOSTA DI CURRICOLO DI TECNOLOGIA E INFORMATICA. Classi 1, 2, 3, 4, 5

PROPOSTA DI CURRICOLO DI TECNOLOGIA E INFORMATICA. Classi 1, 2, 3, 4, 5 VI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PADOVA BRUNO CIARI PROPOSTA DI CURRICOLO DI TECNOLOGIA E INFORMATICA Classi 1, 2, 3, 4, 5 SCUOLA PRIMARIA PROGRAMMAZIONE DI TECNOLOGIA \ INFORMATICA Classe 1 OBIETTIVI FORMATIVI

Dettagli