INDICE MESSAGGIO DEL PRESIDENTE... 7 INTRODUZIONE... 9 La funzione dell ICE... 9 La rete INFORMAZIONI SUI MERCATI ESTERI Le informazioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE MESSAGGIO DEL PRESIDENTE... 7 INTRODUZIONE... 9 La funzione dell ICE... 9 La rete... 11 INFORMAZIONI SUI MERCATI ESTERI... 13 Le informazioni"

Transcript

1 1

2

3 INDICE MESSAGGIO DEL PRESIDENTE... 7 INTRODUZIONE... 9 La funzione dell ICE... 9 La rete INFORMAZIONI SUI MERCATI ESTERI Le informazioni on-line Banche dati e statistiche Dati macroeconomici e Guide al Mercato Investimenti diretti esteri in Italia e italiani all estero Dati sugli scambi di merci Schede prodotto Notizie economiche e commerciali Informazioni operative Opportunità commerciali Gare e Aggiudicazioni Finanziamenti internazionali Anteprime di Grandi Progetti The Made in Italy Business Directory (MIBD) Scegli il tuo mercato Le informazioni su richiesta Informazioni doganali, fiscali e tecniche Informazioni contrattuali Disciplina del lavoro e degli investimenti Nominativi di operatori economici esteri Informazioni riservate su imprese estere ASSISTENZA E CONSULENZA SUI MERCATI ESTERI Contatti con le imprese estere Ricerca di clienti e partner esteri Organizzazione di incontri d affari Soluzione di controversie Monitoraggio e sviluppo dei canali distributivi... 21

4 Pubblicizzazione del prodotto Utilizzo delle strutture ICE: il tuo Ufficio nel mondo...21 Insediamento sul mercato Ricerca di professionisti e personale locali Reperimento edifici, terreni e locali Tutela della proprietà intellettuale PROMOZIONE SUI MERCATI ESTERI La promozione pubblica...25 Eventi promozionali e di comunicazione personalizzati...29 Partecipazione individuale a fiere Organizzazione di una mostra autonoma Organizzazione di altri eventi autonomi aziendali Campagne di comunicazione personalizzate FORMAZIONE SUI MERCATI ESTERI Formazione dei giovani Master e Corsi per l internazionalizzazione Tirocini presso l ICE Formazione delle imprese Formazione in modalità e-learning Formazione di manager e quadri stranieri FONTI DI FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ DELL ICE Linee direttrici del Ministero dello Sviluppo Economico...35 Programma promozionale annuale Accordi di partenariato Accordi di programma con le Regioni italiane Accordi di settore con le Associazioni di Categoria Accordo-quadro con il Sistema Camerale Accordo con la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane Programma Straordinario Made in Italy IL GIUDIZIO DELLE IMPRESE CONTATTI... 42

5 INDICE DEGLI APPROFONDIMENTI L ICE opera con un Sistema di Gestione di qualità certificato ISO L ICE opera per processi...12 Perchè un Sistema di Gestione della Qualità all ICE...12 La ricerca economica...14 Notizie Italia/Estero...16 Le informazioni operative nel I numeri del Made in Italy Business Directory...18 Prima assistenza e orientamento...19 Il catalogo dei servizi per le imprese...22 La Carta dei Servizi al Cliente...23 Gli standard di qualità nei servizi...23 Le agevolazioni sui costi dei servizi...24 L informazione on-line dell attività di promozione...25 Strumenti di intervento nel Mercati prioritari...27 Scelte promozionali per settori merceologici Master per l internazionalizzazione delle imprese...32 CorCE Fausto De Franceschi...32 Come un azienda italiana può trovare il suo export manager...32 Spesa promozionale nel INDICE DELLE TAVOLE L attività dell ICE... 9 L organigramma dell ICE Ripartizione dei servizi di assistenza alle imprese Spesa per tipologie di iniziative Spesa per aree geo-economiche Contributo privato per tipologie di iniziative Spesa per Paesi Spesa per sistemi merceologici Partecipanti alle iniziative di formazione internazionale per aree geografiche Ripartizione della spesa per committenti... 39

6

7 MESSAGGIO DEL PRESIDENTE Le aziende italiane producono, innovano, esportano e investono. Noi abbiamo il compito di seguirle e agevolarle per operare nei mercati internazionali. Per questo ne valorizziamo la creatività, la qualità e la flessibilità, che fanno del nostro Paese un modello a cui guardano tutti i principali attori del commercio mondiale. L Italia cresce sempre più rapidamente nel campo dell innovazione, della ricerca e dello sviluppo. L innovazione di prodotto e di processo è il fulcro per consolidare e potenziare l economia, per ampliare le conoscenze, per favorire l occupazione e accrescere il benessere. I nostri principali obiettivi sono promuovere, sviluppare e difendere il Made in Italy, orientando le aziende, assistendole sui mercati esteri, favorendone gli investimenti nelle aree economiche in ascesa, formando nuovi manager di impresa. 7 Questa breve relazione illustra l attività svolta dall ICE in Italia e all estero e dimostra sempre di più come l ICE sia il naturale partner delle imprese italiane nel mondo. Roma, ottobre 2010

8

9 INTRODUZIONE La funzione dell ICE L ICE, Istituto nazionale per il Commercio Estero, è l Ente che ha il compito di sviluppare, agevolare e promuovere i rapporti economici e commerciali italiani con l estero, con particolare attenzione alle esigenze delle piccole e medie imprese, dei loro consorzi e raggruppamenti. A tal fine, l ICE fornisce alle imprese italiane servizi di informazione, assistenza, consulenza, promozione e formazione per il loro radicamento sui mercati esteri. L attività dell ICE Istituito nel 1926, l ICE è sottoposto alla vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico ed è disciplinato dalla legge n. 68 del e dallo Statuto adottato con D.M. 474 dell

10 Area Legale e Segreteria Istituzionale PAG Prog. Allest. e Grafica Area Relazioni Esterne PRESIDENTE Attività di controllo e di Assist. Prodotti Agricoli Ufficio Stampa DIRETTORE GENERALE Area Strategie di Rete Auditing Area Sistemi Informativi 10 DIREZIONE DEL DIPARTIMENTO PERSONALE, RELAZ. SINDACALI e SERVIZI GENERALI DIREZIONE DEL DIPARTIMENTO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DIREZIONE DEL DIPARTIMENTO SERVIZI ALLE IMPRESE DIREZIONE DEL DIPARTIMENTO PROMOZIONE DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE DEL DIPARTIMENTO FORMAZIONE E STUDI Area Amministrazione Economica del Personale Area Budget e Controllo Area Assistenza alle Imprese Area Programmazione e Controllo Area Progetti e Formazione Internazionale Rete estera Rete Italia Area Amministrazione Giuridica del Personale Area Amministrazione Area Sviluppo Servizi Area Sistema Moda-Persona-Tempo Libero Area Formazione Manageriale Area Sviluppo e Formazione del Personale Area Approvvigionamenti e Contratti Area Prodotti Informativi Area Sistema Abitare Area Studi, Ricerche e Statistiche Area Servizi Generali Area Beni Strumentali Tecnologia e Servizi L organigramma dell ICE ottobre 2010 Area Agro-Alimentare Area Collaboraz. Ind.le e Rapp. con gli Org. Int.li Area Progetti Speciali

11 La rete Al 31 dicembre 2009 la consistenza del personale di ruolo all ICE è pari a 694 unità, di cui 44 dirigenti. Questa la distribuzione: Sede Centrale: 428 persone Rete Italia: 144 persone Rete Estera: 122 persone L ICE ha la propria Sede a Roma e dispone di una Rete di Uffici in Italia e all estero. Al , la Rete Estera è composta da 116 Unità operative (Uffici e Punti di Corrispondenza) in 88 Paesi. Le attività delle Unità operative ICE all estero sono finalizzate a fornire servizi di assistenza e consulenza alle imprese, a sviluppare azioni promozionali a favore del Sistema Italia, a produrre informazioni sul Paese estero, sulle opportunità commerciali, sulle gare internazionali, sugli investimenti in entrata e in uscita dall Italia. Al , la Rete Italia è composta da 3 Coordinamenti e 16 Uffici. Gli Uffici regionali sono rivolti all utenza del territorio e forniscono informazione, assistenza, consulenza, promozione e formazione alle imprese, orientando il loro approccio ai mercati esteri e agevolando l accesso agli strumenti finanziari comunitari, nazionali e regionali. Alcuni collaborano nell ambito degli Sportelli Regionali per l Internazionalizzazione (SPRINT) con le Regioni, SACE e SIMEST. L ICE opera con un Sistema di Gestione di Qualità certificato ISO 9001 Operare con un Sistema di Gestione di Qualità certificato significa assicurare chiarezza nell organizzazione, definizione delle responsabilità, rintracciabilità della documentazione, soddisfazione dell utente e attenzione costante al miglioramento. Nel corso del 2009 sono stati immessi nel Sistema di Qualità e poi certificati nel maggio 2010 sei Uffici in Italia (Torino, Bologna, Ancona, Perugia, Bari e Palermo) e tre all estero (Madrid, Istanbul e San Paolo). Il metodo della qualità è seguito nella Sede dell ICE da oltre 300 persone, 5 dipartimenti e 13 aree funzionali. Il SGQ Sistema di Gestione per la Qualità - ha fornito un ausilio metodologico sostanziale e formale nelle diverse fasi dei processi di lavoro, modificando l approccio complessivo del personale che opera nel sistema: la progettazione degli eventi promozionali e dei diversi servizi, la loro pubblicizzazione e realizzazione, il monitoraggio dei risultati, incluse le rilevazioni dei servizi non conformi e le descrizioni dei trattamenti effettuati, hanno beneficiato di tale metodologia che si sta sempre più radicando nella prassi lavorativa quotidiana. 11

12 12 L ICE opera per processi Operare per processi significa adottare una metodologia di lavoro che parte dalle esigenze dell impresa e che fornisce a essa risposte e risultati, partendo dalla progettazione del servizio per poi proseguire con la pubblicizzazione, la realizzazione e il monitoraggio dei risultati. I processi dell ICE coincidono con le principali attività e sono descritti per ciascuna tipologia di eventi di promozione e di formazione, per i servizi personalizzati di assistenza e consulenza e per i prodotti informativi. C L I E N T E PROCESSI DI SUPPORTO O TRASVERSALI a. Realizzazione delle iniziative di promozione b. Realizzazione delle iniziative di formazione [manageriale e internazionale] c. Portale Italtrade d. Attività di Prima Assistenza PROCESSI DI SUPPORTO O TRASVERSALI La gestione delle risorse umane, da sempre considerata un punto nodale all ICE, ha registrato nel 2009 e nel primo trimestre del 2010 importanti passi avanti con la sperimentazione del nuovo Sistema di Valutazione delle Prestazioni. Si tratta di un nuovo metodo di valutazione per livelli e per responsabilità strettamente legati al raggiungimento degli obiettivi prestabiliti per ciascun dipartimento, area, ufficio, in modo da fornire un quadro più trasparente del rapporto obiettivi-risultati. C L I E N T E e. Gestione della documentazione f. Tenuta sotto controllo delle registrazioni della qualità g. Gestione della progettazione h. Gestione degli approvvigionamenti e valutazione fornitori i. Formazione interna del personale j. Gestione audit interni k. Gestione prodotti non conformi l. Gestione problemi m. Gestione reclami n. Responsabilità della Direzione Perché un Sistema di Gestione della Qualità all ICE In un sistema ad alta mobilità qual è l ICE, la qualità consente l immissione rapida nel lavoro di nuove professionalità. Permette la rintracciabilità dei documenti e dello stato di attuazione delle attività anche in assenza dei responsabili. Favorisce la tracciabilità dei processi amministrativi e la trasparenza nell erogazione dei servizi alle imprese. Contribuisce all efficacia e all efficienza delle funzioni dell Istituto. La certificazione consente all ICE di accedere più facilmente ai fondi europei, ai bandi di gara e ai fondi strutturali. L immagine e il prestigio dell Ente crescono sul territorio nazionale e sui mercati esteri.

13 INFORMAZIONI SUI MERCATI ESTERI Le informazioni on-line Il punto di partenza di ogni impresa che desidera internazionalizzarsi è la selezione dei mercati esteri. L ICE aiuta le imprese italiane a individuare le alternative piú interessanti, prendendo in considerazione sia le caratteristiche dei mercati sia eventuali rischi e ostacoli. Il portale web dell Istituto nazionale per il Commercio con l Estero è il punto di riferimento per le aziende italiane che vogliono operare sui mercati esteri. Con i servizi on-line statistiche, notizie economiche e commerciali, ricerche, opportunità di affari, vetrine virtuali l azienda può scegliere il Paese o i Paesi obiettivo e cogliere le migliori offerte commerciali e di investimento. Le informazioni on-line sono gratuite e consultabili direttamente dal portale ICE (www.ice.gov.it); per alcune informazioni è richiesta l iscrizione (Export Club), anch essa gratuita. E possibile ricevere con informazioni personalizzate. 13 Banche dati e statistiche L ICE dispone di un patrimonio unico in Italia di dati sull interscambio di prodotti e sugli investimenti esteri in entrata e in uscita. La consultazione delle banche dati è gratuita e riservata agli utenti registrati all Export Club. Nel campo della produzione e diffusione dell informazione statistica, l Istituto collabora con l ISTAT, col quale vige dal 1998 un apposita convenzione. Come membro del SISTAN, il Sistema Statistico Nazionale, l ICE contribuisce all elaborazione del Programma Statistico Nazionale e, nell ambito dei Circoli di Qualità, al miglioramento delle statistiche sull internazionalizzazione.

14 14 Dati macroeconomici e Guide al Mercato Investimenti diretti esteri in Italia e italiani all estero In questa rubrica sono selezionati pubblicazioni e siti di interesse per chi già opera sui mercati esteri e per coloro che si accingono a farlo. Le Guide al Mercato vengono redatte dagli Uffici ICE all estero; oltre ai dati economici generali e alle sintesi congiunturali aggiornate continuamente, contengono informazioni relative all interscambio commerciale e ai flussi di investimento, alla normativa doganale, fiscale e societaria e al rischio Paese. In questa sezione sono disponibili dati relativi alle imprese estere con partecipazioni in Italia e alle imprese italiane con partecipazioni all estero. I dati sono presentati con riferimento a numero di imprese, addetti e fatturato delle imprese partecipate. La banca dati è di fonte REPRINT-Politecnico di Milano-ICE. La ricerca economica L attività di ricerca beneficia della supervisione di un Comitato Editoriale composto da docenti universitari ed esperti di economia internazionale. Il Rapporto L Italia nell economia internazionale costituisce da molti anni un autorevole strumento di informazione e di analisi sui flussi di interscambio del nostro Paese e rappresenta ormai un contributo sistematico al dibattito corrente sui processi di internazionalizzazione. A partire dal 1999 il Rapporto viene prodotto in collaborazione con l ISTAT. La pubblicazione Evoluzione del commercio con l estero per aree e settori è frutto della collaborazione tra l Istituto e Prometeia ed è in grado di fornire indicazioni sulla dinamica della domanda estera e delle quote di mercato dell Italia nel prossimo futuro. Nell indagine Italia Multinazionale, condotta presso il Politecnico di Milano e R&P-Ricerche e Progetti, sono descritte le caratteristiche dell attività multinazionale delle imprese italiane e degli investimenti esteri in Italia. Essa rappresenta l unica fonte completa di dati sugli investimenti diretti.

15 Dati sugli scambi di merci Schede prodotto I dati statistici dell Italia e di altri Paesi sono consultabili per Paese, Settore e Regione. Statistiche in breve è una piattaforma professionale di statistiche diffusa via web; permette, attraverso consultazioni dinamiche, di accedere al patrimonio statistico dell ICE. L organizzazione dei contenuti per Paese, Settore e Regione consente di trovare con pochi passaggi il report statistico di interesse. Cerca la tua tavola è utile per individuare direttamente le tavole statistiche che includono la tipologia di dati di interesse della singola azienda. L ICE mette a disposizione 220 Schede Prodotto, che permettono di avere informazioni dettagliate e aggiornate sull andamento della domanda e della concorrenza internazionale per il prodotto di interesse nonché i dati relativi ai mercati piú rilevanti, un focus sulla posizione del nostro Paese e l analisi sui principali clienti e i principali fornitori dell Italia. Per ognuno dei 220 prodotti predefiniti sono a disposizione analisi statistiche e sintesi grafiche che consentono di evidenziare nel contesto internazionale i mercati dinamici, i mercati incerti e i mercati meno dinamici. La consultazione è gratuita, previa registrazione all Export Club. Le Note di approfondimento sono elaborazioni sintetiche su tematiche di attualità, legate all evoluzione della situazione economica italiana e internazionale. La Newsletter sugli scambi internazionali è un contenitore informativo distribuito per via telematica che contiene notizie redazionali di congiuntura economica, approfondimenti tematici e aggiornamenti. Nel 2009 è proseguita la collaborazione tra l ICE e l Osservatorio Economico del Ministero dello Sviluppo Economico per la realizzazione del bollettino periodico Scambi con l estero. 15 Notizie economiche e commerciali L ICE pubblica on-line notizie e commenti sulle più recenti congiunture, accordi internazionali, progetti governativi di particolare rilievo e le novità più interessanti dei singoli settori produttivi. Divulga inoltre notizie su tutte le opportunità di business, gare, appalti, accordi o joint-ventures internazionali rilevanti per il sistema produttivo italiano. Diffonde poi notizie aggiornate su normative in materia fiscale, valutaria e doganale nei più significativi mercati mondiali. Offre infine un panorama completo dell attività promozionale, informazioni su fiere, seminari, convegni e workshop.

16 16 Informazioni operative Opportunità commerciali Gare e Aggiudicazioni I servizi operativi on-line permettono di cogliere rapidamente alcune opportunità offerte dai mercati esteri. Sono gratuiti, è necessario però essere iscritti all Export Club dell ICE. Può essere attivato il servizio di segnalazione notizie per ricevere le informazioni via . Le opportunità commerciali consistono in richieste e offerte di merci e servizi, suddivise per settore merceologico e per Paesi, con i riferimenti della ditta estera. Il servizio permette all azienda di conoscere tempestivamente le occasioni di business con l estero (esportazioni e importazioni di merci e servizi, segnalazioni di collaborazione industriale e di investimento) trasmesse quotidianamente, anche con aggiornamento via per Paesi e settori di interesse. La banca dati presente sul sito dell ICE e relativa alle gare internazionali contiene tutte le informazioni sui tender (gare internazionali di appalto) per lavori, forniture e servizi all estero raccolte dagli Uffici ICE nel mondo e dalle reti estere di altri soggetti pubblici. Le gare internazionali possono essere ricercate per settore e per Paese. Allegata alle gare si trova una sintesi del bando e i riferimenti per la richiesta del capitolato d appalto e la presentazione dell offerta. Parte delle informazioni sui tender presenti sul sito ICE sono reperibili anche nel sistema realizzato in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e Assocamerestero, che insieme all ICE, Unioncamere e Confindustria hanno avviato un progetto di diffusione di notizie strategiche denominato ExTender. Notizie Italia/Estero Nel 2009, attraverso il notiziario on-line, sono state pubblicate notizie, una media di 26 notizie giornaliere. Le notizie trasmesse dagli Uffici ICE in Italia e all estero sono state complessivamente 7.141, circa 340 in più rispetto a quelle pubblicate. Queste ultime, infatti, sono frutto di una selezione operata dalla redazione del notiziario. Dal mese di aprile fino a fine 2009 (data della messa on-line del nuovo sito ICE), gli utenti che hanno confermato la sottoscrizione del rimbalzo delle informazioni sono stati 554. Finanziamenti internazionali Segnalazioni complete e aggiornate dei progetti di sviluppo e di assistenza tecnica finanziati dalle Istituzioni Finanziarie Internazionali (Banca Mondiale, Banca Africana, Banca Asiatica, Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo-BERS, Banca Europea degli Investimenti-BEI) e dall Unione Europea.

17 Anteprime di Grandi Progetti La banca dati presente sul portale dell ICE e relativa alle Anteprime di Grandi Progetti (AGP o Early Warning) contiene tutte le informazioni raccolte sulle AGP di grandi lavori infrastrutturali, edili e privatizzazioni dagli Uffici ICE nel mondo e dalle reti estere di altri soggetti pubblici. Anno Informazioni operative Totale Informazioni di cui: Opportunità Commerciali Gare e Aggiudicazioni Finanziamenti internazionali 179 Anteprime Grandi Progetti Le informazioni operative nel 2009 Nel 2009 le Opportunità commerciali inserite sono state 3.814, mentre il comparto delle Gare internazionali ha raggiunto le segnalazioni. La banca dati Anteprime Grandi Progetti ha registrato segnalazioni. Sono state registrate 179 informazioni su Finanziamenti Internazionali. Complessivamente, quindi, il comparto informazioni operative ha registrato, nel 2009, informazioni. La percentuale delle informazioni di fonte ICE sul totale delle informazioni che appaiono in Extender è di circa il 60%. Dagli ultimi mesi del 2009 è stato avviato l inserimento di Anteprime Grandi Progetti provenienti dalla Banca Mondiale. Gli accessi alla pagina che contiene le opportunità di business e altro sono stati più di nel

18 18 The Made in Italy Business Directory (MIBD) Scegli il tuo mercato Un azienda italiana può iscriversi gratuitamente alla banca dati del Made in Italy Business Directory per promuovere i suoi prodotti sui mercati esteri e aumentare il suo fatturato all export grazie ai contatti generati dalla rete. Iscrivendosi alla banca dati, l azienda appare su il portale ICE per i navigatori esteri e può essere selezionata e contattata direttamente dagli operatori stranieri mediante una funzione di ricerca per nome o per attività merceologica. E possibile presentare le proprie proposte commerciali anche attraverso vetrine on-line, che costituiscono di fatto un vero e proprio catalogo virtuale. Nella vetrina virtuale, l azienda può inserire un profilo e una descrizione dei prodotti, con logo e foto, e presentare una vera e propria proposta d affari. La vetrina può essere pubblicata in inglese e, se l azienda è interessata alla Cina e/o alla Russia, anche in cinese e/o russo. Scegliere le modalità di ingresso piú adeguate nel Paese target é una delle decisioni piú difficili che l azienda deve affrontare. Le pagine dedicate ai singoli Paesi nel sito dell ICE forniscono sia le informazioni di base sul mercato sia alcune opportunità di intervento diretto: dati geografici agenda degli eventi promozionali opportunità di affari (proposte commerciali, gare, anteprime di grandi progetti, finanziamenti internazionali) documentazione (pubblicazioni settoriali, newsletter, rapporto congiunto ICE/MAE, elenco delle aziende italiane presenti sul mercato, nota sulla congiuntura economica) notizie economiche e commerciali statistiche (scambi per settore e per prodotto, esportazioni e importazioni del Paese) dati di contatto e organigramma dell Ufficio ICE nel Paese indirizzi e link utili calendario delle festività I numeri La banca dati del Made in Italy Business Directory ha raggiunto nominativi di imprese italiane. A dicembre 2009 sono presenti circa vetrine on-line, per un totale di oltre immagini di prodotti. Gli accessi complessivi al portale Italtrade sono stati nel Le statistiche sulla geolocalizzazione evidenziano i seguenti Paesi per numero di accessi: Stati Uniti, Francia, Cina, Brasile, Russia, Gran Bretagna, Spagna, India ed Emirati Arabi Uniti. E stata confermata per il portale Italtrade la certifcazione di qualità ISO 9001:2008.

19 Le informazioni su richiesta Informazioni doganali, fiscali e tecniche Informazioni contrattuali L ICE offre una gamma completa di servizi informativi per l internazionalizzazione, attivabili dalle aziende italiane su richiesta, in primo luogo servizi per conoscere i mercati esteri e gli strumenti necessari per entrare nel mercato prescelto. Tali servizi, erogati per soddisfare specifiche esigenze dell azienda richiedente, sono a pagamento e, in alcuni casi, il costo del servizio è stabilito con un preventivo calcolato in funzione della richiesta. Informazioni e normative relative a trasporti, imballaggi, regime di marchi, brevetti e normative doganali, fiscali, valutarie, tecniche e altro. Informazioni su normative ed eventuali usi locali in materia di contratti di compravendita, di agenzia e di rappresentanza, leasing, franchising, arbitrato. Prima assistenza e orientamento La prima assistenza erogata presso la Sede ICE di Roma è un attività di front-office che serve da supporto e primo orientamento per le imprese italiane che vogliono esplorare nuovi mercati o consolidare la propria presenza in quelli già conosciuti. Generalmente, nel primo orientamento vengono illustrati e suggeriti i servizi di consulenza e assistenza ritenuti idonei per andare incontro alle esigenze dell impresa richiedente. Disciplina del lavoro e degli investimenti Nominativi di operatori economici esteri Informazioni necessarie a valutare le ipotesi di investimento diretto all estero. Il servizio si propone di offrire un elenco di nominativi che riguardano importatori, agenti, trading company, esportatori locali, potenziali partner commerciali e industriali, selezionati sulla base dello specifico segmento di mercato di interesse dell azienda richiedente. Garantisce l accuratezza della parte anagrafica, del settore merceologico e dell attività svolta ma non l interesse degli operatori locali a intraprendere relazioni d affari. Nei casi in cui l esigenza dell impresa fosse orientata alla partecipazione a eventi fieristici o comunque squisitamente promozionali, il servizio di assistenza indirizza l azienda verso le attività promozionali che svolge l Istituto in specifici settori merceologici riferiti al mercato-paese di interesse. Tale intervento favorisce la partecipazione di nuove imprese a strumenti di promozione pubblica. 19 Informazioni riservate su imprese estere Il servizio fornisce informazioni sull affidabilità e solvibilità degli operatori esteri. Viene effettuato tramite l intervento di un agenzia esterna specializzata, selezionata annualmente tramite gara. Le informazioni possono essere richieste agli Uffici ICE della Rete Italia e della Rete estera. I prezzi variano in relazione al Paese. Nel 2009 le richieste di informazioni riservate sono state di poco superiori a Nel 2009 sono stati forniti assistenza e supporto a circa imprese italiane. L attività di prima assistenza e orientamento ha ottenuto la certificazione di qualità ISO 9001 nel maggio 2010.

20 ASSISTENZA E CONSULENZA SUI MERCATI ESTERI Sono servizi caratterizzati da un elevato grado di personalizzazione e da un contenuto di natura consulenziale. L elenco che segue va considerato a titolo esemplificativo: per esigenze diverse saranno proposti servizi appositi. Gli Uffici della Rete estera possono avvalersi anche di specialisti esterni. Il prezzo di tali servizi è stabilito su preventivo. 20 Contatti con le imprese estere Ricerca di clienti e partner esteri Organizzazione di incontri d affari Soluzione di controversie Il servizio si propone di individuare uno o più clienti e partner esteri potenzialmente interessati a collaborare con l azienda italiana, al fine di attivare nuove e concrete opportunità di business. Il servizio si compone delle seguenti attività: - selezione di un elenco di imprese locali potenzialmente interessate - invio di documentazione e/o campioni forniti dall azienda richiedente alle imprese selezionate, con lettera di accompagnamento dell Ufficio ICE ed eventuale questionario - follow-up telefonico per verificare l avvenuto ricevimento del materiale inviato e per riscontrare l interesse all offerta - relazione finale sui risultati. Il servizio è volto a far incontrare direttamente l operatore italiano con i potenziali partner selezionati da un Ufficio ICE della rete estera. Il servizio consiste nella ricerca di una composizione amichevole delle controversie di natura commerciale tra un azienda italiana e una sua controparte estera.

21 Monitoraggio e sviluppo dei canali distributivi Pubblicizzazione del prodotto Utilizzo delle strutture ICE: il tuo Ufficio nel mondo Insediamento sul mercato Ricerca di professionisti e personale locali Reperimento edifici, terreni e locali L assistenza può riguardare tutte le azioni che mirano a un migliore radicamento dell azienda sul mercato estero: dalla diversificazione dei punti vendita, al monitoraggio di determinate azioni di penetrazione commerciale sul mercato, ad azioni che seguono iniziative fieristiche. Pianificazione e realizzazione del piano media e inserzioni sulla base di testi forniti dall azienda richiedente o preparati dall Ufficio ICE del mercato interessato, anche in collaborazione con esperti locali. Presso gli Uffici dell ICE all estero è disponibile uno spazio attrezzato per le imprese che può essere messo a disposizione per periodi limitati e secondo disponibilità, per incontri d affari, presentazioni di prodotti, contatti con la clientela, ecc. Il servizio può consistere, tra l altro, in: recapito postale e telefonico, servizi di segreteria, utilizzo di spazi e postazioni di lavoro attrezzate. Il servizio comprende la ricerca e preselezione, in loco, di personale direttivo, amministrativo e tecnico, con la presentazione di una rosa di candidati ritenuti idonei, tra cui effettuare la scelta finale. Può anche riguardare interpreti, traduttori, avvocati, commercialisti, tecnici, consulenti, società di certificazione, studi tecnici. Ricerca e selezione di uffici, locali, immobili e terreni all estero, per conto delle aziende che intendono radicarsi sul mercato. 21

La carta dei servizi al cliente

La carta dei servizi al cliente La carta dei servizi al cliente novembre 2013 COS E LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi dell ICE Agenzia si ispira alle direttive nazionali ed europee in tema di qualità dei servizi e rappresenta

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI BANDO SVILUPPO DI RETI LUNGHE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE DELLE FILIERE TECNOLOGICHE CAMPANE - FAQ Frequent Asked Question : Azioni di sistema per l internazionalizzazione della filiera tecnologica

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

IL PORTALE DELLE AGEVOLAZIONI

IL PORTALE DELLE AGEVOLAZIONI IL PORTALE DELLE AGEVOLAZIONI - Manuale Operativo - www.finanziamenti-a-fondo-perduto.it COS E COME FUNZIONA Portale di aggiornamenti su agevolazioni ed incentivi che prevede: Servizio di ricerca online

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO Questo documento descrive le principali fasi del progetto congiuntamente promosso dalla Provincia di Torino e da Forma.Temp nei termini

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right MASTER PART TIME GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI 2 0 1 4 TERZA EDIZIONE R E G G I O E M I L I A When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015

Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015 Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015 Formula Weekend (Venerdì e Sabato) Con il patrocinio e la collaborazione

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Progetto IMPORT STRATEGICO 2015 Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Milano, 10 febbraio 2015 IRAN - dati macroeconomici 2013 2014

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

VADEMECUM Finanziamenti diretti europei. Come redigere un progetto di successo

VADEMECUM Finanziamenti diretti europei. Come redigere un progetto di successo VADEMECUM Finanziamenti diretti europei Come redigere un progetto di successo redazione: Petra Sevvi, Renata Tomi Info Point Europa della Provincia autonoma di Bolzano Alto Adige Ripartizione Europa Ufficio

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli