CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO"

Transcript

1 P.O. FESR Sicilia Asse VI Sviluppo Urbano Sostenibile. Linea di intervento II Finestra. Progetto Centro sovra comunale di accoglienza diurna per malati d Alzheimer. Laboratori linguistico ed informatico, strumenti per la valutazione psicologia e software specifici. CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

2 Capitolato Speciale di Appalto Capitolo 1 - Caratteristiche Generali Art. 1 - Stazione Appaltante Ente Comune di Piazza Armerina, di seguito Amministrazione. Art. 2 - Oggetto dell intervento Il Comune di Piazza Armerina a seguito del Decreto di Finanziamento D.R.S. n del 03/08/2012 sul capitolo del bilancio di previsione della Regione Siciliana per l anno 2012 Dipartimento Famiglia e Politiche Sociali, denominato Interventi per la realizzazione dell obiettivo del PO FESR relativo alla linea di intervento , ha proceduto alla redazione del progetto e intende affidare la Fornitura di attrezzature per i laboratori linguistico ed informatico e gli strumenti per la valutazione psicologica e software specifici per il Centro sovra comunale di accoglienza diurna per malati d Alzheimer, secondo quanto richiesto nel presente Capitolato. Il progetto prevede: (1) Attivazione di un centro diurno riabilitativo specializzato nell assistenza a persone con demenza, in particolare di tipo Alzheimer (2) Erogazione di prestazioni di tipo socioassistenziale (aiuto alla persona, animazione, attività ludico ricreative, attività di promozione dell'autonomia di base, alimentazione, musicoterapia, fototerapia, giochi di società) (3) Erogazione di prestazioni di tipo sociosanitarie (riabilititazione neuropsicologica, consulenza neurologica e psicologica, somministrazione di terapia farmacologica, prestazioni di infermieristica, testistica, psicomotricità, terapia occupazionale) (4) Intervento psicologico di sostegno ai familiari (5) Formazione dei familiari alla gestione del paziente affetto da demenza in ambito domiciliare Art. 3 - Importo complessivo importo a base d asta L importo complessivo dell appalto a base d'asta è di ,72 IVA esclusa; i costi per la sicurezza sono pari a zero. 2

3 Art. 4 - Durata del contratto L'appalto di cui al presente Capitolato avrà durata massima di mesi 1 (uno) o il minor tempo come esplicitato in sede di offerta, con decorrenza dal verbale di avvio dell esecuzione del contratto ai sensi dell art. 304 del D.P.R. 207/2010 e ss.mm.ii. nel rispetto del Piano Temporale previsto dal presente capitolato. Il verbale di avvio dell esecuzione del contratto sarà redatto entro il termine massimo di giorni dieci dalla data di sottoscrizione del contratto d appalto ed a tale verbale saranno allegate le consistenze delle strumentazioni presenti nei siti interessati dal progetto e che saranno redatte preventivamente alla data di sottoscrizione del verbale. Art. 5 - Sopralluogo Prima della presentazione dell'offerta, la ditte partecipanti dovranno effettuare, pena l esclusione dalla gara, i sopralluoghi conoscitivi su tutti i siti interessati al progetto indicati nel bando di gara. I soggetti abilitati ad effettuare il sopralluogo per conto delle imprese concorrenti sono il titolare, il legale rappresentate, o il direttore tecnico. E facoltà dei concorrenti delegare, con semplice lettera accompagnata dal documento d identità del soggetto delegante, altre figure purché in relazione stabile con l impresa delegante; si chiarisce che per relazione stabile non debba intendersi esclusivamente un rapporto di lavoro continuativo ed indeterminato ma può bastare anche un rapporto contrattuale di tipo libero professionale, o una delle tipologie contrattuali previste dalla vigente normativa in materia di rapporti di lavoro a tempo determinato. E altresì possibile incaricare un soggetto all uopo individuato, non rientrante nelle ipotesi sopra riportate, solo se munito di apposita procura notarile, rimanendo così esclusa nella fattispecie la semplice delega. In ipotesi di costituendo raggruppamento i sopralluoghi, a pena di esclusione, dovranno essere eseguiti da ciascuna impresa raggruppata. In ipotesi di raggruppamento costituito il sopralluogo può essere effettuato solo dall impresa capogruppo/mandataria. I documenti di sopralluogo, dovranno, pena esclusione, essere firmati dai responsabili individuati dall amministrazione appaltante. Capitolo 2 - Descrizione dei lavori Di seguito è illustrato il sistema nella sua interezza e, per ogni elemento costituente, sono indicate le specifiche tecniche, così come previsto nel progetto, Sezioni E Assetto Organizzativo e di gestione. 3

4 Le informazioni progettuali indicate di seguito non hanno effetto vincolante se non nel rispetto dei requisiti minimi richiesti nel presente capitolato e nel risultato atteso. a) Laboratorio Linguistico 1. ERICA è una collana di esercizi informatizzati per la riabilitazione cognitiva degli adulti. Gli esercizi, sviluppati in riferimento ad avanzati modelli cognitivi, sono software dedicati alla riabilitazione di abilità specifiche - Funzioni Esecutive Verbali e Funzioni Esecutive Non verbali Attenzione, Cognizione Spaziale, Memoria, - in pazienti adulti con deficit neuropsicologici conseguenti a lesione cerebrale. Con un intuitiva modalità on demand, le strutture e i liberi professionisti che si occupano di riabilitazione neuropsicologica possono scegliere da un ampio repertorio gli esercizi che intendono inserire nel piano di trattamento dei pazienti. Gli esercizi della collana, suddivisi in cinque aree di intervento, soddisfano due requisiti imprescindibili per la riabilitazione cognitiva: la possibilità di variare il grado di difficoltà per adeguarlo alle caratteristiche di ogni paziente e la non ripetitività delle attività riabilitative. Prezzo 11300,00 2. Tra i numerosi test in uso nella pratica clinica, l'aat soddisfa più di ogni altro i requisiti di un test standardizzato. L'obiettivo è la diagnosi dei deficit afasici del linguaggio, cioè di deficit acquisiti, in soggetti adulti o comunque in soggetti che abbiano già raggiunto un completo sviluppo sia del linguaggio orale che di quello scritto. Il test si fonda su una valutazione del linguaggio spontaneo che permette di esplorare le capacità verbali residue di un paziente nel loro complesso, in un reale contesto comunicativo. Si compone di prove e sottoprove formate da un adeguato numero di item linguisticamente omogenei, così da permettere di descrivere in modo sufficientemente dettagliato il deficit delle diverse modalità e dei principali livelli di elaborazione del linguaggio. L'AAT, infine, mette in condizione di paragonare il grado di compromissione ottenuto alle diverse prove con delle tabelle di diagnostica psicometrica di casi singoli, ottenendo così un giudizio statisticamente controllato della presenza di una compromissione dissociata. Prezzo 600,00 3. Il Test del Linguaggio-II, revisione del test elaborato dal Centro di Neuropsicologia dell'università di Milano negli anni '60, permette di diagnosticare con precisione le capacità residue del linguaggio in pazienti afasici, affetti da disturbi conseguenti a lesioni del sistema nervoso centrale. Nella revisione è stata mantenuta la struttura originaria allo scopo di avere uno strumento diagnostico di facile applicabilità che permetta una descrizione sufficientemente dettagliata del comportamento del paziente nelle principali modalità linguistiche. Oltre ad essere utile per una diagnosi oggettiva di soggetti carenti nel linguaggio a seguito di lesioni cerebrali, questo strumento può essere utilizzato anche come programma di riabilitazione. Prezzo 1100,00 4

5 4. La BLED SantaLucia è la prima batteria italiana (sviluppata all'interno dell'irccs Fondazione Santa Lucia) che valuta aspetti della capacità comunicativa al di là del livello prettamente linguistico, come la comprensione dell'umorismo o delle metafore e il trarre inferenze. La concezione alla base è che vi sia una componente comune a questi diversi compiti, la pragmatica, che si riferisce all'uso del linguaggio nelle situazioni di vita quotidiana e non risulta generalmente inclusa nei consueti test sulle abilità linguistiche. Le ricerche in ambito neuropsicologico degli ultimi anni, sulla base di una compromissione di tale abilità in persone con lesione cerebrale destra, hanno suggerito il coinvolgimento dell'emisfero destro nell'elaborazione degli aspetti che la caratterizzano. Prezzo 550,00 5. Il termine "aprassia" designa un'ampia varietà di quadri clinici molto diversi tra loro che condividono una specifica difficoltà a realizzare movimenti appresi in assenza di deficit sensoriali e motori o di disturbi cognitivi (linguistici o percettivi), in grado di compromettere la comprensione del compito da eseguire o il riconoscimento degli oggetti da usare. Sulla base del tipo di compito o della parte del corpo interessata sono state identificate diverse forme di aprassia. Quella degli arti è un disturbo di esecuzione del gesto. In accordo con i recenti modelli neuropsicologici dell'elaborazione gestuale, la LAB si propone come nuovo strumento per la valutazione dell'aprassia degli arti. Le prove consentono di identificare specifici profili di prestazione che rivelano disturbi selettivi, limitati ad un solo livello di elaborazione (ricezione o produzione), ad un solo compito (su comando o su imitazione) e/o ad un solo tipo di gesto (intransitivo, transitivo e pantomima). Poiché gli stessi stimoli sono stati utilizzati nelle diverse prove, è possibile fare un confronto tra le prove. Prezzo 500,00 6. I disturbi semantico-lessicali sono molto frequenti in pazienti afasici e richiedono una terapia linguistica strutturata e specifica. Obiettivo del programma di terapia semantico-lessicale BOX è facilitare l accesso al sistema semantico, obbligando il paziente a pensare continuamente a come distinguere parole che presentano una relazione semantica molto stretta tra loro. Il programma di riabilitazione BOX prevede una serie di materiali di base, tra i quali il logopedista dovrà scegliere a seconda delle caratteristiche comportamentali e neuropsicologiche del paziente, e contiene più di 1000 esercizi a livello di parola, frase e testo. Tutti gli esercizi sono creati in modo che il paziente debba fare una scelta tra alcune possibili alternative o debba prendere una decisione tra una risposta corretta e una sbagliata. Prezzo 530,00 7. CogniPlus è un pacchetto di software che nasce dalle più moderne acquisizioni scientifiche e che permette di effettuare un training efficace delle capacità cognitive. La struttura dei programmi di training, molto vicina alla realtà, favorisce l integrazione nella vita quotidiana dei progressi ottenuti. CogniPlus è stato sviluppato insieme con gli esperti di SCHUHFRIED da numerosi scienziati di fama, tra i quali il Prof. Walter Sturm, il Prof. Joachim Funke e il Prof. Matthias Weisbrod. Una lunga esperienza, combinata con il know-how dei migliori, fanno oggi di CogniPlus uno dei più moderni programmi di training cognitivo disponibili sul mercato. CogniPlus è un sistema interattivo intelligente che non chiede 5

6 ai pazienti né troppo né troppo poco; identifica in modo attendibile il livello di rendimento del paziente e vi si adatta automaticamente. In questo modo, viene garantito uno dei requisiti fondamentali per il successo di ogni tipo di training: la motivazione delle persone che vi si sottopongono. I programmi di training di CogniPlus possono essere impiegati sull intera gamma del rendimento. Oltre alle aree di applicazione tradizionali come la riabilitazione di pazienti con danni cerebrali, si aprono così campi di utilizzo completamente nuovi. Con CogniPlus, si può per esempio migliorare la specifica capacità di rendimento nella guida di persone con problemi relativi al traffico, l attenzione di bambini con ADHD o l attivazione mentale di pazienti con deterioramento cognitivo lieve e malattia di Alzheimer. Prezzo: Chiavetta USB per collegare il sistema al normale pc 6800,00+ Cuffie stereo per adulti 1400,00+ Casse 1100,00+ CogniPlus Software Base 10500,00+ CogniPlus Licenza Globale con accesso a tutti i training per 100 ore 4700,00 + CogniPlus aggiornamento per un anno 5600,00; Prezzo TOTALE CogniPlus 30100,00 8. PowerAFA è un programma per il trattamento dei pazienti affetti da AFASIA e da altri disturbi neurofisiologici. Realizzato in ambiente LabVIEW, è dotato di una interfaccia grafica user-friendly che garantisce solidità e nello stesso tempo semplicità d'uso. L'applicativo è in parte basato sull'approccio delle schede della Mayo Clinic (www.mayoclinic.com) e del lavoro riportato nei due volumi di "Rieducazione linguaggio" di Robert L. Keith. L'applicativo è in grado di gestire differenti pazienti, ognuno con il suo livello di "difficoltà". Sono proposti numerosi esercizi, mirati a risolvere e a trattare diverse patologie e deficienze linguistiche, logico/matematiche e visive, che comunemente i pazienti afasici sperimentano nella vita di tutti i giorni. Il programma è arricchito con suoni, musica di sottofondo e con un assistente animato, al fine di coinvolgere emotivamente il paziente e incoraggiarlo nello svolgimento degli esercizi. I progressi del paziente sono monitorati e memorizzati nel database del programma; in un qualsiasi momento è possibile visualizzare i risultati degli esercizi svolti e controllare quindi i progressi e i miglioramenti ottenuti dal paziente. Sono proposti differenti esercizi, tra cui alcuni relativi al riconoscimento visivo delle immagini, classificazione "semantica" delle parole, individuazione di oggetti, riconoscimento di suoni, trascrizioni di lettere e parole, risoluzione di operazioni aritmetiche e altro ancora. L'applicativo può essere abbinato con un monitor sensibile al contatto (touch-screen), in grado cioè di rilevare le selezioni del paziente al contatto diretto della mano con il monitor. In tal caso, il paziente può dare le sue risposte, in maniera semplice e intuitiva, cliccando direttamente sul monitor, senza adoperare il mouse. E' prevista inoltre una funzione di WebCam Feedback in cui è possibile attivare il preview di una webcam per il controllo dei muscoli facciali e della lingua durante la pronuncia delle parole. E' presente una scheda per la 'customizzazione' degli esercizi che consente all'utente di inserire parole, immagini e suoni per personalizzare gli esercizi secondo le necessità del paziente. Prezzo 50,00 9. Partendo dalla loro esperienza più che trentennale, le autrici raccolgono nel Protocollo logopedico De Filippis numerosi esercizi che logopedisti, psicologi, psicopedagogisti, insegnanti e genitori possono utilizzare con soggetti con disturbi del linguaggio e dell'apprendimento scolastico, afasia e deficit 6

7 neurologici. Per permettere di creare percorsi personalizzabili, adatti sia ai bambini sia agli adulti, il volume propone un'ampia gamma di prove che coinvolgono più canali percettivi. Gli esercizi presentati stimolano l'attenzione e la concentrazione, la capacità di analizzare e discriminare uditivamente e visivamente i tratti distintivi dei singoli fonemi/grafemi; rinforzano la capacità mnemonica; allenano l'abilità di scansione visiva, la capacità di prescrittura e la coordinazione oculo-manuale. Aiutano inoltre a perfezionare la lettura e arricchiscono il lessico di nuovi termini, migliorando la prosodia frasale. Il libro contiene numerose schede fotocopiabili, divise in sezioni, che potranno essere utilizzate a seconda del tipo e grado di disturbo presente, tenendo conto delle performance del paziente nel tempo. Ogni area si apre con una breve guida e si conclude con una scheda di valutazione, sulla quale si possono riportare gli errori commessi, memorizzarne la tipologia e il numero, scrivere osservazioni e stilare eventuali programmazioni per obiettivi. Prezzo 70, Libri specifici per la riabilitazione linguistica e cognitiva: Bacci M. valutazione cognitiva e programmi di ginnastica mentale per anziani. Casa Editrice Scientifica Internazionale. Prezzo 32,00 Bacci M. Non perdiamo la testa. Teoria ed esercizi per ricordarsi di non dimenticare. Mattioli Editore. Prezzo 15,00 Bacci M. Memory Training e ginnastica mentale per l anziano. CESI Editore. Prezzo 15,00 Boccardi M. La riabilitazione nella demenza grave. Erickson Editore. Prezzo 23,00 Bergamaschi S, Iannizzi P, Mondini S, Mapelli D. Demenza: cento esercizi di stimolazione cognitiva. Con CD Rom. Raffaello Cortina Editore. Prezzo 30,00 Ferrari A, Gollin D, Peruzzi A. Una palestra per la mente; Stimolazione cognitiva per l'invecchiamento cerebrale e le demenze. Con CD Rom. Erickson Editore. Prezzo 70,00 Quaia L. Alzheimer e riabilitazione cognitiva. Carocci Editore. Prezzo 15,00 Prezzo totale per tutti i libri 200,00 7

8 TABELLA RIASSUNTIVA COSTI MASSIMALI DEGLI STRUMENTI E DEI SOFTWARES SPECIFICI PER IL LABORATORIO LINGUISTICO b) Laboratorio Informatico STRUMENTO PREZZO 1. ERICA ,00 2. AAT 600,00 3. TEST LINGUAGGIO II 1.100,00 4. BLED 550,00 5. LAB 500,00 6. BOX 530,00 7. COGNIPLUS ,00 8. POWERAFA 50,00 9. PROTOCOLLO LOGOPEDICO 70, LIBRI SPECIFICI 200,00 TOTALE ,00 1. MATLAB è un linguaggio di alto livello e un ambiente interattivo per il calcolo numerico, l'analisi e la visualizzazione dei dati e la programmazione. MATLAB consente di analizzare dati, sviluppare algoritmi e creare modelli e applicazioni. Il linguaggio, gli strumenti e le funzioni matematiche incorporate consentono di esplorare diversi approcci e di raggiungere una soluzione più velocemente rispetto all'uso di fogli di calcolo o di linguaggi di programmazione tradizionali, quali C/C++ o Java. È possibile usare MATLAB in un'ampia gamma di applicazioni, tra cui l'elaborazione di segnali e i sistemi di telecomunicazione, l'elaborazione di immagini e video, i sistemi di controllo, test and measurement, la finanza computazionale e la biologia computazionale. Prezzo 1500,00 2. PMOD è un software che permette l analisi e la discriminazione delle immagini FDG-PET e che dà una risposta in termini di normalità/anormalità nel metabolismo cerebrale, compatibile o non compatibile con la presenza di una malattia di Alzheimer. E uno strumento scientificamente validato (K. Herholz, E. Salmon, D. Perani, et al., Discrimination between Alzheimer Dementia and Controls by Automated Analysis of Multicenter FDG PET. NeuroImage 17, (2002)) che consente di ottenere una risposta diagnostica rapida, corretta per età, per pazienti dai 48 anni in su. Prezzo 5500,00 3. La stimolazione magnetica transcranica (TMS) è una tecnica non invasiva di stimolazione elettromagnetica del tessuto cerebrale. Mediante questa tecnica, è possibile studiare il funzionamento dei circuiti e delle connessioni neuronali all'interno del cervello, provocando uno squilibrio piuttosto 8

9 ridotto e transitorio. È possibile adottare anche questa tecnica in modo ripetuto (rtms), ciclicamente, per riabilitare disturbi psichiatrici e neurologici quali la depressione, le allucinazioni, il morbo di Parkinson e di Alzheimer etc. Il costo dell attrezzatura necessaria per implementare un laboratorio per la stimolazione magnetica transcranica varia, esistono dispositivi portatili e dispositivi statici. La stimolazione magnetica transcranica si sta dimostrando efficace nel trattamento della malattia di Alzheimer in fase lieve. Prezzo di massima per stimolatore e coils: 9000,00 TABELLA RIASSUNTIVA COSTI MASSIMALI DEGLI STRUMENTI PER LA RIABILITAZIONE E DEI SOFTWARES SPECIFICI PER IL LABORATORIO INFORMATICO STRUMENTO PREZZO 1. MATLAB 1.500,00 2. PMOD 5.500,00 3. TMS 9.000,00 TOTALE ,00 c) Strumenti per la valutazione psicologica e softwares specifici 1. L'ADAS è una scala per la valutazione clinica di malati con demenza ed è corredata da alcune prove di efficienza mnesica da utilizzare come valutazione obiettiva della memoria. La scala è stata concepita come uno strumento in grado di dare una valutazione specifica della gravità dei disturbi del comportamento sia di tipo cognitivo che non cognitivo dei pazienti con malattia di Alzheimer o comunque con demenza. Prezzo: 320,00 2. Il MODA è stato, di conseguenza, concepito e modellato sul quadro cognitivo dei deficit neuropsicologici della malattia di Alzheimer, con lo scopo di completare, in termini quantitativi, la descrizione neuropsicologica di un paziente che viene esaminato per un sospetto di demenza. Prezzo 350,00 3. Le CPM, pensate per essere utilizzate con i bambini, sono un valido strumento per esaminare negli anziani il significato psicologico di un eventuale scadimento delle capacità di ragionamento produttivo e del ricordo di conoscenze. Le 3 serie, di 12 problemi ciascuna, che costituiscono le CPM, sono composte in modo da misurare i principali processi cognitivi che sono patrimonio comune ai bambini minori di 11 anni; esse offrono al soggetto tre possibilità di sviluppare un tema di ragionamento logico. La scala globale, comprendente, quindi, 36 problemi, serve a misurare lo sviluppo delle funzioni cognitive presenti prima del raggiungimento della maturità. Prezzo 520,00 9

10 4. La WAIS-R amplia la linea di sviluppo sulla valutazione dell'intelligenza negli adulti, iniziata con la Wechsler-Bellevue e continuata con la sua revisione, la WAIS, pubblicata negli USA nel Obiettivo principale della WAIS-R è l'aggiornamento dei contenuti della WAIS e la considerazione di nuove norme di riferimento, derivate dalle risposte e dai punteggi di campioni attuali della popolazione. Benché fosse stata concepita inizialmente per valutare il livello d'intelligenza globale del soggetto, la scala fu rapidamente applicata con diversi altri scopi: quello di misurare l'eventuale deterioramento mentale, individuare il tipo d'intelligenza, se pratica o verbale, della persona, individuare le eventuali carenze, ecc. Per queste caratteristiche lo strumento divenne, molto rapidamente, il più usato nell'ambito della valutazione e della diagnosi dell'intelligenza. Prezzo 2600,00 5. L'RBANS è una batteria neuropsicologica breve e completa, composta da due forme ("A" e "B") di identica difficoltà, ognuna divisa in 12 subtest da somministrare individualmente per valutare 5 differenti domini cognitivi: l'attenzione, il linguaggio, l'abilità visuospaziale e visuocostruttiva, la memoria immediata e la memoria differita. Essa permette una valutazione neuropsicologica in pazienti dai 20 agli 80 anni, colpiti da trauma cranico o ictus, o affetti da demenza o problemi psichiatrici. Prezzo 620,00 6. Più una tecnica di complemento al colloquio clinico che un test vero e proprio, il SAT è utilizzabile per comprendere i problemi degli anziani, anche di quelli che, in buona salute, sfuggono a un campionamento in ambito clinico. Il test segue il modello d'interpretazione del TAT e comporta una classificazione delle storie in categorie dalle quali trarre i dati che concorrono a delineare un profilo psicologico del soggetto: struttura dell'inconscio, concezione del mondo, conflitti significativi, natura dell'ansia, difese messe in atto, struttura del Super-Io, forza dell'io. Dalle storie raccontate si può quindi delineare la struttura e la dinamica della personalità, si possono rilevare crisi acute e individuare l'intervento terapeutico opportuno. Prezzo 180,00 7. Il CBA-2.0 è stato pensato come sussidio per lo psicologo nel corso delle diverse operazioni di valutazione iniziale del caso e come fonte di suggerimenti, ipotesi ed informazioni addizionali. Si tratta di una batteria di più test a vasto spettro, che mira a molteplici scopi: fornire una precisa valutazione dei problemi che il soggetto lamenta; fornire indicazioni sugli approfondimenti più appropriati per una loro comprensione; raccogliere in modo uniforme un'anamnesi psicosociale del soggetto; dare un ampio ventaglio di misurazioni iniziali, rispetto alle quali valutare l'evoluzione del caso e l'esito di un eventuale trattamento; fornire misurazioni di alcuni costrutti psicologici di primaria importanza quali l'ansia di stato, la depressione, le paure, le ossessioni, le compulsioni, i disturbi psicofisiologici; dare una valutazione di alcune variabili di tratto costituenti indici prognostici riferiti al rischio del soggetto di sviluppare, in presenza di determinate pressioni ambientali, disturbi e disadattamento; suggerire ipotesi relative alle relazioni funzionali che possono intercorrere tra problemi e disturbi attuali ed eventuali manifestazioni disadattive presenti nell'ambito familiare e socioprofessionale del soggetto. Prezzo 600,00 10

11 8. Il WCST è stato originariamente sviluppato per valutare le abilità di ragionamento astratto e di cambiare strategie cognitive al mutare delle circostanze ambientali. Come tale, il WCST richiede la capacità di sviluppare e mantenere un'appropriata strategia di problem-solving al cambiare delle condizioni di stimolo in prospettiva di uno scopo. Al contrario di altri criteri di ragionamento astratto, il WCST non fornisce soltanto i punteggi oggettivi relativi al successo globale ma anche le fonti specifiche di difficoltà nel compito. Pur essendo stato sviluppato per la valutazione del ragionamento astratto, il WCST può efficacemente essere impiegato come strumento neuropsicologico. Prezzo 550,00 9. Volto a rilevare le potenzialità residue di comprensione del linguaggio orale, il Test dei Gettoni è uno strumento particolarmente utile per la valutazione di questa abilità in soggetti afasici, soprattutto se lo sono a seguito di lesioni del sistema nervoso centrale. Può costituire inoltre un programma riabilitativo per cerebrolesi, in quanto utilizza le loro abilità residue. Prezzo 150, Il Test di WEIGL valuta il processo di astrazione e la flessibilità di pensiero per operare diverse categorizzazioni e può essere impiegato con soggetti affetti da una varietà di disordini neurologici come ictus, traumi cranici, tumori cerebrali, encefaliti, malattie degenerative e anche disordini psichiatrici come la schizofrenia. Prezzo 300, Il PROCAPE è un programma di trasformazione dei punteggi grezzi in Punteggi Equivalenti. Sono trenta i test neuropsicologici presi in esame, quelli cioè che, a motivo delle loro indicazioni diagnostiche e caratteristiche psicometriche (validità, affidabilità, accuratezza, facilità d uso, gradevolezza, ecc.), risultano essere i più largamente utilizzati nella pratica clinica e forense. Per ciascuno di questi test, sulla base delle indicazioni presenti nei lavori di taratura pubblicati nella letteratura scientifica, il PROCAPE consente di calcolare, a partire dalle variabili demografiche di base (sesso, età e scolarità), le esatte correzioni da apportare al punteggio grezzo ottenuto dal soggetto in esame, e successivamente di convertirlo nel corrispondente Punteggio Equivalente. Quest ultimo viene infine classificato su una scala analogica a 4 livelli (Deficitario, Borderline, Medio-inferiore, Medio-superiore), al fine di migliorarne ulteriormente la comprensibilità da parte di professionisti di varie discipline (altri specialisti sanitari, giudici, avvocati, assicuratori, ecc.). I risultati possono poi comodamente essere esportati ed utilizzati come parte del referto neuropsicologico personalizzato. Prezzo 200, Il test della Figura di Rey, attraverso la copia e la riproduzione a memoria di una figura geometrica, valuta: strutturazione percettiva, attenzione, capacità visuomotorie e capacità di ritenzione a breve termine. Prezzo 150, Parte del più ampio Progetto Cornaro, che riguarderà anche il recupero e il potenziamento, il portfolio di Benessere e Abilità Cognitive (BAC) raccoglie una serie di prove che permettono la valutazione di aspetti cognitivi chiave (quali memoria di lavoro, inibizione di informazioni irrilevanti e comprensione 11

12 del testo) e di aspetti legati alla sfera emozionale (memoria autobiografica, sensibilità alla memoria e benessere), nell'età adulta e avanzata. Per rispondere al progressivo invecchiamento della popolazione e alla necessità di avere a disposizione strumenti che consentano di valutare le risorse cognitive di cui l'individuo può disporre, particolare attenzione è stata data alla fascia di età che va dai 65 in su. Le prove consentono di far emergere, in un'ottica multidimensionale, le potenzialità sulle quali l'anziano può fare affidamento per affrontare le richieste della vita quotidiana. Prezzo 310, Parte del Progetto Cornaro sul buon invecchiamento, che include anche il portfolio BAC, i Lab-I forniscono, a partire da una visione multidimensionale e multifattoriale dello sviluppo, due serie di strumenti di ri-attivazione e potenziamento degli aspetti cognitivi, emotivo-motivazionali e di benessere nell'adulto e nell'anziano. Nell'insieme, i due portfoli cercano di migliorare il sistema di memoria, sensibile all'avanzare dell'età, e la percezione di sé, incrementando le strategie di coping e le competenze emotive, favorendo una soddisfacente qualità della vita. Prezzo 210, RehaCom è un sistema complesso di procedure per la riabilitazione cognitiva assistita da computer, che coadiuva il medico nella terapia dei disturbi cognitivi. Il sistema supporta processi di recupero e sostituzione, esercitando determinate strategie di compensazione e offrendo soluzioni terapeutiche mirate per ospedali e studi medici. RehaCom è stato sviluppato a partire dal 1986 dai lavoratori di Hasomed GmbH (Ldt, Inc) a Magdeburgo (Germania)( in collaborazione con neuropsicologi esperti. Vi sono tuttora 30 procedure disponibili per RehaCom. Le procedure sono state testate in studi clinici estensivi e sono continuamente aggiornate con le ultime tecnologie. Tutte le procedure si basano sul concetto basilare del professor Hans Regel e hanno un fondamento teorico. RehaCom è leader sul mercato per la riabilitazione cognitiva assistita da computer (training dell attività cerebrale) in Europa, ed è attualmente disponibile in 15 lingue. Prezzo: Tastiera speciale 560,00+Licenza hardware per più pc 210,00+ Strumento per bloccare la testa nella giusta posizione per gli esercizi visivi 170,00+ licenza per 19 attività cognitive da usare senza limiti di tempo per un anno intero 2000,00; Prezzo TOTALE RehaCom 2940,00 TABELLA RIASSUNTIVA COSTI MASSIMALI DEGLI STRUMENTI PER LA VALUTAZIONE PSICOLOGICA E DEI SOFTWARES SPECIFICI STRUMENTO PREZZO 1. ADAS 320,00 2. MODA 350,00 3. CPM 520,00 4. WAIS-R 2.600,00 5. RBANS 620,00 12

13 6. SAT 180,00 7. CBA ,00 8. WCST 550,00 9. TEST DEI GETTONI 150, WEIGL 300, PROCAPE 200, FIGURA DI REY 150, BAC 310, LAB-I 210, REHACOM 2940,00 TOTALE ,00 Art. 6 - Caratteristiche Generali I prodotti oggetto della gara, devono essere conformi a quanto previsto al presente capitolato e negli allegati ed alle norme vigenti in campo nazionale e comunitario per quanto concerne le autorizzazioni alla produzione, alla importazione, alla immissione in commercio e all uso; devono, inoltre, rispondere ai requisiti previsti dalle disposizioni vigenti in materia all atto dell offerta nonché ad ogni altro eventuale provvedimento emanato durante la fornitura. I prodotti devono rispondere a criteri costruttivi di massima funzionalità, robustezza e rispondenza alle normative vigenti. Tutti i prodotti offerti devono possedere sono soggetti a marcatura CE. L attività di consegna dei prodotti si intende comprensiva di ogni onere relativo a: imballaggio, e successivo suo smaltimento, trasporto, assicurazione, facchinaggio, consegna in porto franco nei luoghi indicati dall Amministrazione (Opera Pia San Giuseppe e San Giovanni Battista di Rodi o altra sede del Comune di Piazza Armerina) nelle Richieste di Consegna (ordini), eventuali assicurazioni previste dalla normativa vigente, montaggio installazione a regola d arte, collaudo dei beni forniti. La consegna e il montaggio dei prodotti deve avvenire entro e non oltre giorni 10 dalla fornitura. La consegna potrà essere effettuata sotto le riserve di legge in pendenza della stipula del contratto. Le operazioni di carico e scarico della merce sono a carico della ditta. Pertanto, la ditta stessa deve essere dotato di tutte le attrezzature necessarie per svolgere tale attività compreso l eventuale utilizzo di mezzi di sollevamento. All atto della consegna, l impresa è tenuta a dare copia della documentazione tecnica (schede tecniche) attestante la corrispondenza delle caratteristiche dei beni con quelle descritte nel presente capitolato e nel computo metrico e, comunque, con i requisiti di conformità previsti nel presente Capitolato Tecnico e delle certificazioni attestanti la conformità dei prodotti alle normative di riferimento. L avvenuta consegna dei prodotti deve avere riscontro nel documento di trasporto la cui copia è consegnata all Amministrazione. Il documento di trasporto deve obbligatoriamente indicare: numero di 13

14 riferimento dell Ordinativo di Fornitura, luogo di consegna e l elenco dettagliato del materiale consegnato. La firma posta sul documento di trasporto all atto del ricevimento della merce indica la mera corrispondenza dei prodotti inviati rispetto a quanto previsto nell Ordinativo. L Amministrazione si riserva di accertare la quantità e la qualità in un successivo momento. Tale verifica deve comunque essere riconosciuta ad ogni effetto dall impresa. Tutte le operazioni di consegna e montaggio dovranno essere concordate con la d.l. appositamente designata; qualsiasi problema dovesse presentarsi nel corso di tali attività dovranno essere immediatamente comunicate alla d.l. Art. 7 - Piano di realizzazione delle attività Tutte le attività connesse alla realizzazione della fornitura, oggetto del presente Capitolato, dovranno soddisfare i vincoli temporali massimi (1 mese). Art. 8 - Programmazione modalità di esecuzione del collaudo Secondo quanto indicato nel piano di realizzazione ed attivazione dell opera, le attività di collaudo saranno espletate nel seguente modo: entro 10 giorni dalla data di comunicazione dell Aggiudicatario della ultimazione dei lavori. Le operazioni di collaudo, svolte dall Amministrazione in contraddittorio con il soggetto aggiudicatario, saranno effettuate sulla base del manuale di collaudo consegnato dal soggetto aggiudicatario. Il risultato del collaudo dovrà essere documentato dal verbale di collaudo. Un collaudo si definisce positivo quando tutti i test eseguiti risultano conformi ai valori definiti nella presente specifica o nelle norme di riferimento applicabili. Un collaudo si definisce negativo quando almeno uno dei test previsti dia esito negativo. L'esito positivo del collaudo definitivo - secondo l articolazione sopra riportata - si intende vincolante ai fini della fatturazione, da parte del Soggetto aggiudicatario, dei relativi stati di avanzamento, secondo il piano di fatturazione indicato nel disciplinare di gara. Un eventuale esito negativo del collaudo darà origine ad un periodo massimo di 10 (dieci) giorni a disposizione dell Aggiudicatario per eliminare le non conformità emerse nel corso del collaudo. Decorso tale termine sarà effettuata una nuova sessione di collaudo. Un ulteriore esito negativo comporterà l applicazione delle penali come descritto nel disciplinare di gara, e darà seguito ad un nuovo periodo di 10 (dieci) giorni a disposizione dell Aggiudicatario per eliminare le non conformità ed effettuare l ultima sessione di collaudo utile. In caso di terzo esito negativo del collaudo il contratto di appalto è risolto ai sensi e per gli effetti dell art c.c., salvo il risarcimento dei danni, come specificato nel disciplinare di gara. Le prove da effettuare potranno comprendere: 14

15 verifica della qualità delle comunicazioni; verifica dei contenuti minimi richiesti e quelli proposti quali migliorie in sede di offerta verifica dei servizi, prestazioni e funzionalità delle piattaforme SW fornite; comparazione tra le funzionalità richieste e quelle dichiarate dei sistemi (HW+SW) offerti. Art. 9 - Fornitura e installazione L attività di consegna dei prodotti si intende comprensiva di ogni onere relativo a: imballaggio, e successivo suo smaltimento, trasporto, assicurazione, facchinaggio, consegna in porto franco nei luoghi indicati dall Amministrazione, nelle Richieste di Consegna (ordini), eventuali assicurazioni previste dalla normativa vigente, montaggio installazione a regola d arte, collaudo dei beni forniti. La consegna e il montaggio dei prodotti deve avvenire entro e non oltre giorni 10 dalla fornitura. La consegna potrà essere effettuata sotto le riserve di legge in pendenza della stipula del contratto. Le operazioni di carico e scarico della merce sono a carico della ditta. Pertanto, la ditta stessa deve essere dotato di tutte le attrezzature necessarie per svolgere tale attività compreso l eventuale utilizzo di mezzi di sollevamento. All atto della consegna, l impresa è tenuta a dare copia della documentazione tecnica (schede tecniche) attestante la corrispondenza delle caratteristiche dei beni con quelle descritte nel presente capitolato e nel computo metrico e, comunque, con i requisiti di conformità previsti nel presente Capitolato Tecnico e delle certificazioni attestanti la conformità dei prodotti alle normative di riferimento. L avvenuta consegna dei prodotti deve avere riscontro nel documento di trasporto la cui copia è consegnata all Amministrazione. Il documento di trasporto deve obbligatoriamente indicare: numero di riferimento dell Ordinativo di Fornitura, luogo di consegna e l elenco dettagliato del materiale consegnato. La firma posta sul documento di trasporto all atto del ricevimento della merce indica la mera corrispondenza dei prodotti inviati rispetto a quanto previsto nell Ordinativo. L Amministrazione si riserva di accertare la quantità e la qualità in un successivo momento. Tale verifica deve comunque essere riconosciuta ad ogni effetto dall impresa. Tutte le operazioni di consegna e montaggio dovranno essere concordate con la d.l. appositamente designata; qualsiasi problema dovesse presentarsi nel corso di tali attività dovranno essere immediatamente comunicate alla d.l. L Aggiudicatario effettuerà la consegna dei beni a proprio rischio, assumendo a proprio carico le spese di ogni natura. In particolare, sono a carico dell Aggiudicatario i rischi di perdite e danni alle apparecchiature durante il trasporto e l installazione. I prodotti forniti a seguito dell'aggiudicazione devono essere originali e recanti il marchio del Costruttore nel rispetto della normativa vigente che regolamenta la loro produzione, commercializzazione ed utilizzazione. 15

16 Inoltre, le apparecchiature devono rispettare, per le singole specifiche caratteristiche, le vigenti prescrizioni in materia di sicurezza tra le quali, a titolo indicativo e non esaustivo: L. 186/1968, D.Lgs. 81/2008, D.M. 37/2008, norme CEE di riferimento. L Aggiudicatario dovrà fornire idonea documentazione in merito alla sicurezza di quanto fornito ed in particolare dovrà documentare la presenza eventuale di sostanze nocive o cancerogene. Art Servizi di Assistenza tecnica Le attività base di assistenza e manutenzione che dovranno essere espletate riguardano le apparecchiature informatiche. Relativamente al servizio di assistenza tecnica post-vendita di durata di 24 mesi, l impresa deve attenersi ad un Piano di assistenza e manutenzione post-vendita presentato in sede di presentazione delle offerte. Fermo restando che: - il tempo necessario per intervenire ad una richiesta di assistenza/manutenzione deve essere entro massimo le 24 ore lavorative dalla chiamata stessa (intendendo una giornata lavorativa costituita da 8 ore); - il tempo necessario per il ripristino della integrità e della funzionalità del bene non deve superare i 3 giorni lavorativi, a partire dall inizio dei lavori. Tutte le attività necessarie alla riparazione dei beni dovranno essere svolte nel rispetto delle vigenti normative nazionali e locali di sicurezza. L Impresa è tenuta a fornire e consegnare il manuale d uso, in lingua italiana, per ciascun prodotto offerto. Art Addestramento Il soggetto aggiudicatario dovrà provvedere alla formazione del personale preposto all uso e della strumentazione e dovrà provvedere alla fornitura dei manuali d uso operativo. La formula prevista dall Amministrazione è quella del training on the job e non dovrà esser inferiore a 4 gg. Art Garanzia Tutti i beni oggetto della presente gara devono essere coperti da garanzia full risk (ovvero la garanzia si intende totale, esclusi gli eventuali accessori di consumo se necessari, e comprensiva dei pezzi di ricambio, diritto di chiamata, costo della mano d opera ecc.) per un periodo non inferiore a 24 (ventiquattro) mesi dalla data del collaudo/accettazione positivo degli stessi. In tale periodo l Impresa deve provvedere gratuitamente e con il proprio personale ai lavori che si rendessero necessari per ripristinare la completa funzionalità dei prodotti, nel rispetto della normativa 16

17 vigente in materia. L A.C. è tenuta a corrispondere all Impresa unicamente il costo dei pezzi sostituiti solo nel caso in cui l Impresa produca apposita documentazione atta a comprovare che i guasti o le rotture sono derivati da un utilizzo improprio da parte dell A.C. stessa. Se durante il periodo di garanzia si dovessero rilevare gravi difetti funzionali o strutturali dei prodotti forniti, l Impresa è tenuto al ritiro immediato del prodotto e la sostituzione del medesimo con uno nuovo, senza alcun onere. Durante il periodo di garanzia, tutte le spese sostenute sono da intendersi a carico dell Impresa (trasporto, spedizione, imballo, viaggio, mano d opera, installazione, ecc ). Capitolo 3 - Disciplina economica e disposizioni contrattuali Art Piano di fatturazione e dei pagamenti Il pagamento della fornitura sarà in un unica soluzione a completamento della fornitura. La fattura dovrà essere emessa solo dopo il collaudo favorevole. Art Penalità per ritardi nella esecuzione dei lavori Nel caso di ritardo nella consegna o di attivazione dei servizi connessi alla fornitura sarà applicata, per ogni giorno di ritardo, una penale di 100,00. La penale sopra indicata verrà applicata anche nel caso di mancata sostituzione dei beni consegnati risultati difettosi entro i termini concessi dall A.C. In presenza di tre contestazioni formali l A.C avrà diritto di ottenere la risoluzione del contratto. Qualora la somma delle penali complessivamente applicate superi il 10% dell importo complessivo di aggiudicazione, l Amministrazione si riserva la possibilità di risolvere il contratto. Art Deposito Cauzionale provvisorio e definitivo Ciascun concorrente è obbligato a presentare unitamente all offerta una cauzione provvisoria pari al 2% dell importo a base di gara per cui si partecipa. La cauzione provvisoria potrà essere costituita in uno dei modi indicati dal disciplinare di gara. La cauzione provvisoria sarà restituita e/o svincolata al concorrente risultato non aggiudicatario contestualmente alla notifica dell aggiudicazione e all aggiudicatario all atto della stipula del contratto. A garanzia di tutti gli obblighi contrattuali assunti, l aggiudicatario dovrà costituire deposito cauzionale definitivo, da presentare unitamente alla lettera contratto. La cauzione definitiva è fissata nella misura del 10% (diecipercento) dell importo aggiudicato e comunque soggetta al disposto dell art. 113 del codice degli appalti. 17

18 Art Spese contrattuali e cauzione definitiva Sono a carico dell Operatore Economico tutte le imposte e tasse e le spese relative e conseguenti alla stipula del contratto, nessuna esclusa o eccettuata, comprese quelle necessarie alla sua registrazione. Prima della stipula del contratto la Stazione Appaltante invita l aggiudicatario a produrre tutta la documentazione necessaria inclusa la cauzione definitiva di cui all art. 113 del Codice dei Contratti. La stipula del contratto è, comunque, subordinata al positivo esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia di lotta alla criminalità organizzata. Ove l'aggiudicatario, nel termine di 10 giorni dalla data di comunicazione di aggiudicazione definitiva efficace, non abbia perfettamente e completamente ottemperato a quanto richiesto per la stipula del contratto o non si sia presentato per la firma del contratto nel giorno all'uopo stabilito, la Stazione Appaltante, salva ed impregiudicata ogni ulteriore pretesa risarcitoria, revocherà l aggiudicazione per inadempimento. La cauzione definitiva sarà svincolata in conformità al comma 3 del richiamato art. 113 in sede di pagamento del saldo del corrispettivo contrattuale. Art Risoluzione del contratto L'Amministrazione avrà potere di risoluzione del contratto, escludendo qualsiasi pretesa di indennizzo od indennità sia da parte dell'appaltatore che degli aventi diritto sui beni di quest'ultimo, nei seguenti casi: a) sospensione del Servizio, interruzione ovvero abbandono volontario delle prestazioni da parte dell'appaltatore, anche parziale e senza giustificato motivo, comunque non previamente comunicato ed autorizzato, eccettuati i casi comprovati di forza maggiore; b) gravi e/o ripetute inadempienze dell'appaltatore o violazioni delle norme di legge applicabili in materia o degli obblighi contrattuali, tali da pregiudicare la funzionalità degli impianti ed il loro conseguente normale esercizio; c) rifiuto di presentazione della documentazione relativa alla gestione del personale o in caso che la stessa risulti non conforme agli obblighi di legge; d) fallimento, concordato fallimentare o liquidazione coatta amministrativa; e) cessione del contratto o subappalto senza autorizzazione della Stazione Appaltante. Art Divieto di cessione del contratto e subappalto. E vietata la cessione del contratto, a qualsiasi titolo e sotto qualunque formula, anche temporanea. E altresì vietato subappaltare ad altri l esecuzione di tutto o parte della fornitura. 18

19 Art Fallimento dell Appaltatore In caso di fallimento dell Appaltatore il contratto sarà risolto e tale soluzione avrà efficacia dal giorno anteriore a quello della sentenza dichiarata di fallimento. In caso di fallimento dell Appaltatore o di risoluzione del contratto per grave inadempimento del medesimo, la Stazione Appaltante potrà interpellare progressivamente i soggetti che hanno partecipato all originaria procedura di gara, risultanti dalla graduatoria, al fine di stipulare un nuovo contratto per l affidamento dei servizi oggetto del presene capitolato. Si procederà, ai sensi dell art. 140 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., all interpello a partire dal soggetto che ha formulato la prima migliore offerta fino al quinto migliore offerente, escluso l originario aggiudicatario. Art Controversie Qualsiasi controversia in merito all interpretazione, esecuzione, validità o efficacia del contratto in questione è di competenza esclusiva del Foro di Enna. L Appaltatore sarà comunque tenuto a proseguire nell esecuzione dell appalto, senza poter in alcun modo sospendere o ritardare la sua esecuzione, restando inteso che, qualora l Appaltatore si rendesse inadempiente a tale obbligo, il Contratto potrà essere risolto di diritto dalla Stazione Appaltante. Art Disposizioni Antimafia Il rapporto con l Operatore Economico è regolato, anche, dal protocollo di legalità stipulato il 12/07/2005 tra la Regione Siciliana, il Ministero dell interno, le Prefetture della Sicilia, l Autorità di Vigilanza sui LL.PP., l INPS e l INAIL. Sono, altresì, applicati il Codice antimafia e anticorruzione della Pubblica Amministrazione condiviso dalla G.R. con deliberazione n. 514 del 04/12/2009 e la direttiva del Ministro dell Interno N del 23/06/2010. Specificatamente l Operatore Economico dovrà: - segnalare all Amministrazione qualsiasi tentativo di turbativa, irregolarità o distorsione che dovessero verificarsi durante lo svolgimento del contratto; - collaborare con le forze di polizia, denunciando ogni tentativo di estorsione, intimidazione o condizionamento di natura criminale (richieste di tangenti, pressioni per indirizzare l'assunzione di personale o l'affidamento di subappalti a determinate imprese, danneggiamenti/furti di beni personali, etc.); - comunicare all Amministrazione l elenco delle imprese coinvolte per forniture o servizi attinenti alle prestazioni comprese nell appalto nonché le eventuali successive variazioni; - interrompere ogni rapporto di fornitura e/o servizio con eventuali operatori economici nei cui confronti sussistano informazioni a carattere interdittivo emesse dal Prefetto; 19

20 - inserire, se del caso, nei contratti sottoscritti dall Operatore Economico con i subappaltatori e i subcontraenti, apposita clausola con la quale ciascuno di essi assume gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari. Art Disposizioni In materia di sicurezza E fatto obbligo all impresa, al fine di garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro, di attenersi strettamente a quanto previsto dalla normativa in materia di miglioramento della salute e della sicurezza dei lavoratori di cui al D.Lgs 81/2008. Per il servizio disciplinato dal presente capitolato, non sono rilevabili rischi interferenti per i quali sia necessario adottare specifiche misure di sicurezza e pertanto non risulta necessario prevedere la predisposizione del DUVRI previsto dall art. 26 comma 3 del D.lgs 81/2008. Resta a carico dell impresa la dotazione dei Dispositivi di protezione individuale, necessari all espletamento del lavoro in sicurezza. Art Disposizioni Finali I dati, gli elementi ed ogni informazione acquisita in sede di offerta e per la stipula del contratto sono utilizzati dalla Stazione Appaltante esclusivamente ai fini del procedimento di gara e della individuazione dell affidatario, garantendo l assoluta sicurezza e riservatezza, anche in sede di trattamento con sistemi automatici e manuali. I dati e i documenti saranno rilasciati agli organi dell Autorità giudiziaria che ne facciano richiesta nell ambito di procedimenti a carico degli afferenti. Nell applicazione di quanto previsto dal presente Capitolato sono rispettati i principi di riservatezza delle informazioni fornite, ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003, compatibilmente con le funzioni istituzionali, le disposizioni di legge e regolamentari concernenti i pubblici appalti e le disposizioni riguardanti il diritto di accesso ai documenti ed alle informazioni. Art Rinvio Per quanto non espressamente previsto dalla presente lex specialis, trovano applicazione le disposizioni contenute nei seguenti atti normativi: Direttiva 2004/18/CE, D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 e ss.mm.ii., D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207 e ss.mm.ii., Legge Regionale 12 luglio 2011 n. 12, ulteriori norme legislative nazionali, regionali e comunitarie vigenti in materia, la legge regionale 15/2008 e succ. modifiche e integrazioni in materia di tracciabilità dei flussi finanziari. Piazza Armerina lì,02/06/2014 IL RESPONSABILE DEL SETTORE Dott. Giuseppe Notaro 20

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

Cognition as an outcome measure in schizophrenia

Cognition as an outcome measure in schizophrenia Cognition as an outcome measure in schizophrenia Michael S. Kraus and Richard S. E. Keefe Sintesi di Anna Patrizia Guarino e Chiara Carrozzo La cognizione come risultato della misura in Schizofrenia Prima

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO - PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO G.1. I reati di cui all art. 25 septies del D.Lgs. n. 231/2001 La Legge 3 agosto 2007, n. 123, ha introdotto l art. 25 septies del

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

VALUTAZIONE DINAMICA DEL POTENZIALE DI APPRENDIMENTO IN UN BAMBINO CON DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO

VALUTAZIONE DINAMICA DEL POTENZIALE DI APPRENDIMENTO IN UN BAMBINO CON DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO Fondamenti teorici Vygotskji Zona di Sviluppo Prossimale Feuerstein VALUTAZIONE DINAMICA DEL POTENZIALE DI APPRENDIMENTO IN UN BAMBINO CON DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO Esperienza di Apprendimento Mediato

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE VIII Convegno IL CONTRIBUTO DELLE UNITA VALUTAZIONE ALZHEIMER NELL ASSISTENZA DEI PAZIENTI CON DEMENZA LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer Il presente documento non ha la pretesa di essere

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all occupazione dei giovani. Possono essere assunti in

Dettagli

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012 Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione Generale per la regolazione e dei contratti pubblici Circolare prot. n.

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli