LIONS CLUB SESTO SAN GIOVANNI HOST LIONS CLUB SESTO SAN GIOVANNI CENTRO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LIONS CLUB SESTO SAN GIOVANNI HOST LIONS CLUB SESTO SAN GIOVANNI CENTRO"

Transcript

1 LIONS CLUB SESTO SAN GIOVANNI HOST LIONS CLUB SESTO SAN GIOVANNI CENTRO FONDATA DAI LIONS NEL 1995 ANNO ACCADEMICO 2015 /2016

2 università della terza età sesto san giovanni Sede legale: c/o Scuola elementare Barnaba Oriani Via Bruno Buozzi, Sesto San Giovanni (MI) Codice Fiscale Segreteria e sede operativa: c/o Scuola elementare Barnaba Oriani Via Bruno Buozzi, Sesto San Giovanni (MI) Tel. e segr. tel Fax Organi statutari dell Associazione Consiglio di Amministrazione: PRESIDENTE Nino Berti VICE PRESIDENTE BiancaMaria Magini SEGRETARIO Savino Bonfanti TESORIERE Enrico Pons CONSIGLIERI Andrea Alfieri Paolo Savioli Eligio Sferch Domenico Stocola Comitato Scientifico: Rettore Componenti Claudio Gazzola Vita Maria Calianno Fabrizio Canato Ferdinando Caporali Giulia Cossio Eros Prosperi Collegio dei Revisori dei conti: PRESIDENTE Francesco Tirelli COMPONENTI Marco Rossetti Luca Sabatini

3 PROGRAMMA DEI CORSI Anno accademico 2015/2016 1

4 Notizie Generali ISCRIZIONI Le iscrizioni ai Corsi si ricevono presso la Segreteria U.T.E. c/o Scuola elementare Barnaba Oriani - Via Bruno Buozzi, piano Sesto San Giovanni - Telefono, Segr. tel. e Fax _ Dal giorno 07/09/2015 sino al 18/09/2015 tutti i giorni, al mattino, dalle ore 09,00 alle ore 12,00 escluso il sabato, verranno accolte le iscrizioni di coloro già in possesso di prenotazione secondo il calendario comunicato agli interessati. _ Dal giorno 21/09/2015 sino al 09/10/2015 tutti i giorni, al mattino, dalle ore 09,00 alle ore 12,00 escluso il sabato, si riceveranno le iscrizioni di coloro che non sono in possesso di prenotazione. _ Dal giorno 12/10/2015 sino all esaurimento dei posti disponibili eventuali ulteriori iscrizioni potranno essere effettuate tutti i giorni, escluso il sabato, nel pomeriggio dalle ore 15,00 alle ore 17,00. Per l iscrizione è obbligatoria la presentazione di un documento di identità personale, di una fotografia formato tessera, la tessera sanitaria e il numero di cellulare. Non obbligatoria ma raccomandata, la comunicazione del proprio indirizzo di posta elettronica, se lo si possiede. La quota di associazione è di 60,00 e dà diritto alla frequenza di: n. 2 Corsi annuali oppure n. 1 Corso annuale e n. 2 Corsi semestrali oppure n. 4 Corsi semestrali. Tutti possono partecipare indipendentemente dal titolo di studio posseduto. SEDE E SVOLGIMENTO DEI CORSI I corsi si terranno in aule messe a disposizione dall Amministrazione Comunale situate presso la Scuola elementare Barnaba Oriani - Via Bruno Buozzi, Sesto San Giovanni e presso la Sala Talamucci (Teatrino) di Villa Visconti d Aragona - Via Dante, 6 presso la Biblioteca Civica. Tutti i corsi si svolgeranno in orario pomeridiano, dal 12/10/2015 al 13/05/2016, con lezioni a cadenza settimanale, dal lunedì al venerdì, 2

5 dalle ore 14,30/15,15 alle ore 18,00/18,30, oltre al venerdì mattina dalle ore 10,00 alle ore 11,15. Le lezioni saranno sospese nei seguenti periodi: - il 07/12/2015 per festa di S. Ambrogio - dal 23/12/2015 al 08/01/2016 compresi per Vacanze natalizie - dal 25/01/2016 al 29/01/2016 compresi per Settimana Cultura - dal 08/02/2016 al 12/02/2016 compresi per Carnevale - dal 24/03/2016 al 30/03/2016 compresi per Vacanze pasquali - dal 26/04/2016 al 29/04/2016 compresi per Ponte 25 Aprile. Tutti gli associati, per poter accedere alle lezioni, dovranno essere muniti di Badge di riconoscimento che viene rilasciato al momento dell iscrizione. PROGRAMMI E DOCENTI Le date di inizio dei singoli corsi e gli orari sono indicati nei prospetti illustrativi dei programmi di massima dei corsi stessi esposti nelle pagine seguenti. Eventuali modifiche di giorno e di orario che, per motivi organizzativi o per cause impreviste dovessero rendersi necessarie, saranno tempestivamente comunicate. I docenti, esperti nelle singole discipline, come tutti i componenti gli Organi Statutari dell Associazione, sono volontari e prestano la loro opera senza alcun compenso. INVITO ALLA COLLABORAZIONE è richiesta e gradita la collaborazione attiva di tutti gli iscritti. In particolare saranno accolti suggerimenti, indicazioni, proposte in ordine alle iniziative didattiche. L Università della Terza Età Sesto San Giovanni è associata alla FEDERUNI Federazione italiana tra le Università della Terza Età - Contrà delle Grazie, Vicenza. 3

6 UNIVERSITà DELLA TERZA ETà SESTO SAN GIOVANNI REGOLAMENTO ORGANICO Art. 1 - L Università della Terza Età (UTE) di Sesto San Giovanni è una Associazione Culturale promossa dai Lions Club Sesto San Giovanni Host e Sesto San Giovanni Centro. L Associazione è apolitica e non ha fini di lucro. Art. 2 - Ha lo scopo di contribuire alla formazione culturale degli associati e di favorire la partecipazione alla vita sociale mediante corsi periodici di lezioni. Art. 3 - è diretta da un Consiglio di Amministrazione composto da otto membri. Art. 4 - L anno accademico avrà inizio nel mese di Ottobre e terminerà nel mese di Maggio dell anno successivo. Art. 5 - L UTE organizza corsi annuali e semestrali con lezioni in più giorni della settimana secondo un calendario proposto dal Comitato Scientifico e deliberato dal Consiglio di Amministrazione. Sono previste attività integrative comprendenti conferenze, dibattiti, visite guidate, proiezioni di film, viaggi e ricerche culturali. Art. 6 - Gli Associati, in regola con la quota associativa annuale stabilita dal Consiglio di Amministrazione, hanno diritto a frequentare i corsi prescelti e a ricevere gratuitamente le dispense delle lezioni. Art. 7 - Le iscrizioni ai corsi sono aperte a tutti i soci senza limiti di età o di titolo di studio. Il Consiglio di Amministrazione stabilisce, annualmente, di concerto con il Comitato Scientifico, il numero massimo dei partecipanti ai singoli corsi nonchè a quanti corsi ciascun socio può accedere. Art. 8 - L UTE dichiara di non assumere alcuna responsabilità per danni di qualsiasi genere a persone o a cose, per fatti che dovessero accadere durante i corsi e le attività organizzate dall UTE stessa. Art. 9 - I partecipanti ai corsi, durante lo svolgimento delle lezioni, sono tenuti a mantenere un comportamento consono allo spirito dell UTE. Il Consiglio di Amministrazione, in caso di violazione delle norme di comportamento, potrà assumere provvedimenti disciplinari conseguenti. 4

7 Art L UTE, al termine dell Anno Accademico per chi ne faccia specifica richiesta, rilascia un attestato di frequenza per presenze superiori ai 2/3 delle lezioni. Art Ai soli fini didattici, l UTE può operare in collaborazione con altre Associazioni ed Enti Pubblici e Privati, mantenendo la propria individualità ed autonomia organizzativa. Può federarsi con organismi analoghi. Art Il Consiglio di Amministrazione dell UTE provvede alla nomina del Comitato Scientifico stabilendo di volta in volta il numero dei componenti dello stesso e nominando il Rettore che lo presiederà. Il Rettore dovrà essere eletto alternativamente tra il Lions Club Sesto San Giovanni Host ed il Lions Club Sesto San Giovanni Centro con la seguente alternanza: quando la presidenza dell UTE spetta ad un socio del Lions Club Sesto San Giovanni Centro, il Rettore dovrà essere un socio del Lions Club Sesto San Giovanni Host e viceversa. Il Comitato Scientifico dura in carica per lo stesso periodo che dura in carica il Consiglio di Amministrazione dell UTE ed i componenti sono rieleggibili. Art Il Comitato Scientifico proporrà al Consiglio di Amministrazione le materie oggetto dei corsi stabilendone la loro durata e indicherà per ogni corso uno o più insegnanti che possano tenere il corso stesso. Art L Attività del Comitato Scientifico sarà disciplinata dal Consiglio di Amministrazione al quale il Comitato Scientifico dovrà riferire. Art Il presente Regolamento può essere modificato dal Consiglio di Amministrazione dell Associazione. 5

8 SALUTO DEL PRESIDENTE Ben ritrovati!!! Ai docenti, senza i quali la UTE avrebbe serie difficoltà a proporsi; ai volontari, indispensabili con la loro presenza quotidiana nello svolgere il proprio lavoro al servizio di altri; ai corsisti, così numerosi, che ci ripagano con la loro frequenza per il nostro impegno. La UTE ha finalità di promozione culturale e sociale del territorio con lo scopo di accrescere e migliorare la qualità della vita dei cittadini e di favorire le relazioni sociali ed umane fra i frequentatori dei corsi. Questo è quanto, fra l altro, recita lo scopo dello statuto. La funzione sociale dell università ha dato a molte persone la possibilità di approfondire temi di varia natura, dalla medicina alla storia, dalle lingue all informatica e tanti altri argomenti, fra i quali anche la storia della nostra stessa città. L anno accademico che sta per iniziare conclude il secondo decennio e il prossimo autunno lo festeggeremo in modo appropriato. Mi viene in mente quanto Henry Ford scriveva all inizio del secolo scorso: Riunirsi è l inizio. Rimanere insieme è un progresso. Lavorare insieme è un successo. La nostra UTE è stata, ed è tuttora, un successo perché abbiamo lavorato insieme: Lions, docenti, volontari e corsisti. Ritengo che l Università della Terza Età sia entrata di diritto a far parte della vita sociale della nostra città (e non solo) e dei suoi abitanti, ritagliandosi uno spazio importante nella crescita cittadina. Queste sono alcune delle riflessioni che mi spingono ad iniziare il mio mandato per il biennio 2015/ /17. Sono certo che con l impegno di tutti sarà un biennio foriero di iniziative e di crescita costante per la nostra UTE. Il Presidente Nino Berti 6

9 SALUTO DEL rettore Credo che nessuno dei padri fondatori venti anni fa avrebbe anche lontanamente immaginato che la nostra UTE sarebbe arrivata agli attuali livelli di frequentazione, di offerta di corsi e di qualità dell insegnamento testimoniati dalle cifre. Quest anno poi colpisce il numero delle preiscrizioni al nuovo anno accademico: più dell 80% di chi ha frequentato ha deciso di ripresentarsi. Le ragioni di questo successo sono molteplici. Da una parte abbiamo la scelta e la varietà dei corsi, dall altra l impegno, l entusiasmo e la dedizione dei docenti e degli assistenti e, non ultima, la possibilità di avere momenti di socializzazione. Il successo fa crescere le aspettative e quindi non può essere visto come un traguardo ma come una grande responsabilità e una sfida a fare sempre meglio. è indispensabile una sempre maggiore attenzione verso i nuovi grandi temi di un mondo che sta cambiando a velocità vertiginosa, per far sì che nella nostra Università il sapere non sia cristallizzato ma sappia essere al passo con i tempi. è con questo spirito di responsabilità e di impegno che intendo affrontare questo mio incarico biennale. Ai docenti, ai consiglieri, ai colleghi del Comitato Scientifico e a tutti gli allievi l augurio di un proficuo anno accademico. Il Rettore Claudio Gazzola 7

10 P01 - ANALISI DEL TESTO LETTERARIO Coordinatore e docente: Prof. Rossana Bassani LA CRISI DELL IO NEL 900 Un viaggio testuale tra pensiero e narrazione sul singolo, colto nella sua difficoltà di abitare nel mondo e nella perdita della certezza della conoscenza razionale. Il valore del romanzo nella sua lettura dianoetica è, infatti, di provocare un colloquio con le nostre principali domande e idee sulla vita ed in particolare di comprendere quel sottile filo rosso che lega l uomo contemporaneo al senso di spaesamento e di angoscia, ma anche per trovare insieme nuove dimensioni se non delle soluzioni. Una piccola ricerca, quindi, per spiegare le radici del disorientamento del vivente e della crisi delle certezze dell io nel novecento. Cenni alle filosofie che sottendono ai vari romanzi o opere. - l. Pirandello: Uno, nessuno, centomila. - F. Kafka: La metamorfosi. - i. Svevo: La coscienza di Zeno. - a. Camus: Lo Straniero. - J.P. Sartre: La nausea. - a. Moravia: La noia. - r. Musil: L uomo senza qualità (pagine scelte). Arte: - E. Munch. - V. Kandinskij. - R. Magritt. Orario delle lezioni: giovedì 16,45-18,00 Calendario delle lezioni: 15/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ / 1 1 / / 1 1 / / 1 2 / / 1 2 / / 1 2 / / 0 1 / / 0 1 /

11 P36 - APPUNTI DI BIOLOGIA Coordinatore e docente: Prof. Daniela Cavagna LE NUOVE FRONTIERE DELLA BIOLOGIA: DAL DNA ALL INGEGNERIA GENETICA 1) COSA è LA VITA. 2) LE BASI CHIMICHE DELL EREDITARIETà. 3) GENOMA E CODICE GENETICO. 4) MAPPE GENETICHE E MARCATORI MOLECOLARI. 5) BATTERI E VIRUS. 6) BIOTECNOLOGIE ANTICHE. 7) LE MODERNE BIOTECNOLOGIE: strumenti per le biotecnologie. 8) DNA RICOMBINANTE E CLONAGGIO. 9) DNA FINGER-PRINTING: l impronta genetica e le sue applicazioni. 10) OGM: tra leggenda e realtà. 11) CLONAZIONE: dalle prime ricerche alla pecora Dolly. 12) LE APPLICAZIONI DELLE BIOTECNOLOGIE: biotecnologie mediche, agrarie, ambientali. Orario delle lezioni: mercoledì 16,45-18,00 Calendario delle lezioni: 14/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/2016 9

12 P02 - ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE & DESIGN Coordinatore e docente: Ing. Roberto Albanesi L Archeologia Industriale è un particolare settore dell Archeologia. Tratta, infatti, situazioni dove è avvenuta un attività produttiva dall inizio della Rivoluzione Industriale. Nata in Inghilterra nel 1950, questa disciplina si è poi estesa in tutti quei paesi che hanno avuto uno sviluppo industriale. Vedremo casi nei quali è avvenuto il recupero, la manutenzione, la rimessa in funzione e l apertura al pubblico degli impianti. In genere sono gestiti da organizzazioni private, spesso composte da chi ci aveva lavorato quando erano ancora operative. Durante questo percorso vedremo anche tutte quelle cose che abbiamo utilizzato, amato, desiderato, viste attraverso le esperienze dei Designers, Architetti, Artisti che le hanno pensate e delle Aziende che le hanno prodotte. Questo è il Design. Orario delle lezioni: lunedì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 12/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ / 1 1 / / 1 1 / / 1 1 / / 1 2 / / 1 2 / / 0 1 / / 0 1 /

13 S02 - ARTE DEI GIARDINI E FLORICOLTURA Coordinatore : Arch. Anna Furlani Pedoja Docenti : Arch. Anna Furlani Pedoja sig. Rino Melzi La Coltivazione Docente: Sig. Rino Melzi - Piante d appartamento. - Malattie delle piante e loro cura. - Opere di giardinaggio (semina, trapianto, talea e propaggine). Arte dei giardini Docente: Arch. Anna Furlani Pedoja - La storia del giardino occidentale: dal giardino del mito all hortus conclusus. - La storia del giardino occidentale: dal Rinascimento al giardino moderno. - Balconi e terrazzi: progettazione e cure. - Conoscenza degli arbusti: - scelta e utilizzo. - potatura e cure. - Conoscenza delle rose: - storia, scelta e utilizzo. - potatura e cure. Le lezioni saranno svolte con l uso di diapositive che illustreranno gli argomenti trattati. Orario delle lezioni: mercoledì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 03/02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/2016 (10 lezioni) 11

14 P33 - ARTE MODERNA Coordinatore e docente: Dott. Elisa Scilletta - MANIERISMO: Introduzione, concetto di maniera. Manierismo a Firenze, a Roma e in Lombardia. Manierismo nel Veneto e Palladio. - CLASSICISMO E CARAVAGGISMO: Introduzione e i Carracci. Caravaggio. Il Caravaggismo. - BAROCCO: Introduzione, Bernini, Borromini e Pietro Da Cortona. Il Barocco in Italia. Il Barocco in Europa, Rubens e Rembrandt. - ROCOCò E NEOCLASSICO: Introduzione, il Rococò a Venezia e Tiepolo. Il Neoclassicismo in pittura, scultura e architettura. Sguardo al nuovo secolo. Orario delle lezioni: lunedì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 12/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /01/ /01/

15 A01 - BORSA E MERCATI FINANZIARI Coordinatore : Dott. Stefano Viglino Docenti : Dott. Stefano Viglino rag. Chiara Cavallini a) Parte I Conoscere gli strumenti finanziari: - Azioni. - Obbligazioni. - Fondi d investimento. - Strumenti innovativi. b) Parte II I fondi d investimento nel dettaglio. Imparare a conoscerli e a valutarli. Costruire un portafoglio efficiente. c) Parte III Psicologia della finanza. Orario delle lezioni: mercoledì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 14/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/ /05/ /05/2016 (24 lezioni) 13

16 S03 - CAMMINARE NELLA STORIA Coordinatore e docente: Dott. Giovanni Galli Camminare nella storia. Città e terre di Lombardia. - Monza: la dolce vita. - Pavia: guerre accademiche. - Sondrio: tra Grigioni e Lombardia. - Varese: il Sacro Monte. - Garibaldi ha dormito qui. - Una piramide sul Lario. - Isole. - Vie d acqua intorno a Milano. - La formazione della Regione Lombardia. Orario delle lezioni: lunedì 16,45-18,00 Calendario delle lezioni: 01/02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/ /05/ /05/

17 S26 - Conoscere la cina 1 Coordinatore e docente: Dott. Claudio Gazzola La Cina, dopo millenni di profondo isolamento, causato soprattutto dalle sue particolarità culturali, prime fra tutte la lingua e la scrittura, è ora uno dei grandi protagonisti politici ed economici mondiali. Quasi ogni giorno sui giornali e alla televisione si parla di Cina, ma non sempre risulta facile comprendere e giudicare ciò che vediamo e leggiamo. La diversità e la complessità della civiltà e della cultura cinese sono tali da far affermare agli studiosi che forse neppure una vita intera è sufficiente per conoscere e comprendere la Cina. Questo ciclo di incontri, che nelle nostre intenzioni dovrebbe proseguire anche nel prossimo anno, non sarà dunque una serie di lezioni con elenchi impressionanti di date, dinastie e imperatori e presidenti (per questo è sufficiente un buon testo di storia), ma cercherà di mettere in risalto i più importanti elementi di diversità tra la cultura cinese e quella occidentale, per fornire le conoscenze indispensabili per una visione dalla parte della Cina, che è il solo modo per avvicinarsi a questa affascinante cultura. Orario delle lezioni: lunedì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 01/02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/ /05/ /05/

18 S06 - COSMOLOGIA (e argomenti correlati) Coordinatore e docente: Ing. Eugenio Basso Pensiero e Poesia per l esplorazione del cosmo. 1) Universi possibili. Modelli cosmologici derivati dalla Relatività Generale, coerenti con le leggi della fisica e, naturalmente, con la gravità. 2 ) A t t u a l i t à. Gravità quantistica a loop di Carlo Rovelli che, se confermata, porterà alla natura granulare dello spazio e alla scomparsa del tempo come variabile fisica. 3) Biografie. Le vite (spesso sorprendenti) dei grandi protagonisti della scienza, le cui teorie verranno spiegate all interno del programma. 4) Curiosità. Notizie imprevedibili e singolari che gravitano attorno al mondo della scienza. Orario delle lezioni: mercoledì 16,45-18,00 Calendario delle lezioni: 03/02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/ /05/ /05/

19 S09 - DIRITTO COSTITUZIONALE Coordinatore e docente: Avv. Ambrogio Nova Obiettivi del Corso - Presentare e illustrare le riforme istituzionali quali elementi fondamentali di una rinnovata convivenza politica e sociale. - Affrontare altre problematiche di rilievo riguardanti, in particolare, i diritti della persona, la legalità, la laicità dello Stato pluralista. - Esaminare gli aspetti più rilevanti dell ordinamento costituzionale nazionale nel contesto delle iniziative intese a promuovere il costituzionalismo federale europeo. Programma del corso - Le fonti del diritto. Giustizia e legalità. - Costituzione e democrazia. Storia del costituzionalismo italiano. Attualità ed esigenze di aggiornamento dei dettati della nostra Costituzione. - Costituzione e diritti della persona. Libertà di coscienza e libertà religiosa. - Stato costituzionale e principio di laicità, di fronte all integralismo confessionale e alle forme di laicismo. La giurisprudenza in materia della Corte Costituzionale. - La nuova disciplina elettorale nazionale. Le riforme costituzionali. - Le iniziative relative alla disciplina costituzionale delle Regioni e degli Enti locali. La revisione della potestà legislativa. Le forme e le condizioni dell autonomia amministrativa e finanziaria. - La questione europea. Prospettive e nodi irrisolti del progetto di una Costituzione per l Unione. Orario delle lezioni: lunedì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 01/02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/ /05/ /05/

20 S08 - DIRITTO CIVILE E PENALE Coordinatore e docente: Avv. Marco Andrea Corbetta La persona e la proprietà. Aspetti di diritto civile e di diritto penale. 1) Il Matrimonio. - Formalità preliminari. - Matrimonio civile e concordatario. - Cause di nullità del matrimonio. 2) La Famiglia. - Diritti e doveri personali dei coniugi. - Regime patrimoniale della famiglia. - Comunione e separazione dei beni. 3) La Famiglia. - Il mantenimento dei figli. - Rapporto tra genitori e figli. - Adozione e affido. 4) La Separazione dei coniugi. - Separazione consensuale e giudiziale. - Il divorzio. 5) Le Successioni. - Problematiche generali. - Successioni legittime. - Successioni testamentarie. 6) La Comunione e il Condominio negli edifici. - L assemblea condominiale. - L amministratore di condominio. - Ripartizione delle spese (problematiche varie). 18

21 7) Proprietà e Possesso. - Definizione e modi di acquisto della proprietà. - Azioni a difesa della proprietà. - Definizione ed effetti del possesso. - Azioni a difesa del possesso. 8) Usufrutto, Uso e Abitazione. 9) Le Servitù prediali. 10) Principi generali di diritto penale. 11) I delitti contro la persona (principali figure criminose). - Omicidio. - Percosse e lesioni personali. - Omissione di soccorso. - Ingiuria e diffamazione. - Sequestro di persona. 12) I delitti contro la persona (principali figure criminose). - Violenza sessuale. - Violenza privata. - Minaccia. - Violazione di domicilio. - Interferenze illecite nella vita privata. Orario delle lezioni: venerdì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 05/02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/ /04/ /05/ /05/

22 P05 - EDUCAZIONE AMBIENTALE Coordinatore e docente: Sig. Sergio Introini Nulla è più indispensabile per ogni essere vivente dell alimentazione, che in questo corso declineremo con queste voci: - farmaci e dintorni - cibi locali - cibi stagionali - acqua - germogli - combinazioni alimentari - vegetarianesimo - veganesimo - crudismo Tuttavia un inappropriata alimentazione è data per certa come la prima concausa di: - moltissimi disastri ambientali - della diminuzione della biodiversità (ossia della vita) - della mancanza della giustizia - della mancanza della pace - della mancanza del rispetto degli esseri viventi - della mancanza diffusa del ben-essere, dell armonia, della serenità. VERIFICHEREMO NELLA NOSTRA QUOTIDIANITà IL REALE NON-NUOCERE A NOSTRA MADRE TERRA quale elemento indispensabile per concretizzare la frase Nuovi Stili di Vita basata sulla sobrietà, semplicità, sostenibilità, limite, lentezza ecc, per arrivare ad un opportuno appagamento, autostima ed autorealizzazione con il senso del cammino. Altri argomenti saranno, ad esempio: - impronta ecologica personale - G.A.S.S. (gruppi acquisto solidali e sobri). - Gruppi di condivisione. - Risparmio etico. - Lotta all omologazione culturale ed - Lotta al consumismo. al pensiero unico. - Cenni ontologici. - Tempi di vita. - Nuove priorità. - Complementarietà ed interdipendenze. - Valori transculturali. Orario delle lezioni: martedì 16,45-18,00 Calendario delle lezioni: 13/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/

23 P06 - EGITTOLOGIA 4 Coordinatore e docente: Sig. Franco Di Donato 1) L Egitto, il ponte tra preistoria e storia. 2) Gli stranieri, gli altri. 3) I geroglifici, la scrittura del dio. 4) L immortalità, l uomo concepisce una vita nell Aldilà. 5) La medicina, i medici più richiesti nell antichità. 6) La prima letteratura, lo spirito di un popolo. 7 ) L archeologia, la ricerca del nostro passato. 8) Le piramidi, le tombe dell eternità. Orario delle lezioni: lunedì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 12/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /01/ /01/

24 A13 - FILOSOFIA Coordinatore e docente: Prof. BiancaMaria Magini La filosofia occidentale e i suoi problemi. KANT: Critica della Ragion Pura. Critica della Ragion Pratica. Critica del Giudizio. Per la pace perpetua. Da Kant all Idealismo. L Idealismo: G. Fichte (idealismo soggettivo etico). F. Schelling (idealismo oggettivo estetico). G. Hegel (idealismo logico assoluto). Il materialismo storico di C. MARX. A. Schopenhauer S. Kierkegaard Il POSITIVISMO (caratteri generali): - in Francia: A. Comte - in Inghilterra: G. Bentham, J. Stuart Mill, H. Spencer - in Italia: R. Ardigò F. Nietzsche E. Bergson B. Croce S. FREUD Orario delle lezioni: mercoledì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 14/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/ /05/ /05/2016 (24 lezioni) 22

25 P26 - FOTOGRAFIA E PERCEZIONE VISIVA Coordinatore e docente: P.i. Renato Tiboni - Aggiornamento sulle nozioni di base della fotografia. - Notizie generali sulla tecnologia delle macchine fotografiche analogiche. - Comparazione tra macchine analogiche e digitali. - Tecnica e pratica della esecuzione fotografica con particolare riguardo al linguaggio artistico della fotografia e alle regole della percezione visiva. Le nozioni trattate durante gli incontri saranno supportate da appunti e proiezioni di immagini tratte da testi e lavori di autori qualificati. Sarà avanzata la proposta di proiezione di scatti per una lettura di verifica (errori più comuni, inconvenienti, correzioni di salvataggio ). N.B. Questo corso si tiene al mattino. Orario delle lezioni: venerdì 10,00-11,15 Calendario delle lezioni: 16/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/

26 A02 - FRANCESE CONVERSAZIONE Coordinatore e docente: Sig.ra Anne-France Pluquet Pio Il corso è articolato per conseguire buoni risultati nello studio della lingua francese parlata e comprende: - Letture antologiche scelte di scrittori e poeti. - Letture di articoli di giornali e riviste per avere spunti di discussione. - Dettati. - Rielaborazione di testi scritti dai corsisti. - Comprensione del linguaggio corrente. - Approfondimento del vocabolario usuale, espressioni idiomatiche. - Audizione di CD musicali per scoprire o riascoltare canzoni francesi. - Proiezioni di filmati. - Discussione su argomenti vari proposti dai corsisti. Orario delle lezioni: lunedì 16,45-18,00 Calendario delle lezioni: 12/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /01/ /01/ /02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/ /05/ /05/2016 (24 lezioni) 24

27 P09 - I GIGANTI DELL ARCHITETTURA Coordinatore e docente: Dott. Ezio Parma Renzo Piano Frank O. Gehry - Artigianalità e tecnologia. - L architettura della fantasia. Frank Lloyd Wright - L armonia con la natura. Zaha Hadid Le Corbusier Santiago Calatrava Richard Meier Norman Foster Pier Luigi Nervi Oscar Niemeyer - Ambiente tra creatività e razionalità. - L architettura nell era moderna. - La forza visiva delle strutture. - Luce e arte nell architettura. - Lo sperimentalismo high tech. - L architettura e la sua struttura. - Lo spettacolo dell architettura. L esposizione del docente sarà accompagnata da proiezioni video ad alta definizione con il commento di esperti a livello internazionale. Orario delle lezioni: martedì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 13/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/ /12/ /01/ /01/

28 S04 - I MAESTRI CHE HANNO RIVOLUZIONATO L ARTE Coordinatore e docente: Dott. Ezio Parma A completamento dei corsi precedenti: Giotto e la nascita della pittura occidentale. Michelangelo e l arte assoluta. Raffaello e l arte divina. Tiziano e il trionfo del colore. Piero della Francesca e la perfezione della prospettiva. Masaccio e l inizio del Rinascimento. Durer e l arte al tempo della Riforma. Van Eyck e la pittura a olio. Picasso e la pittura a più dimensioni. L esposizione del docente sarà accompagnata da proiezioni video, ad alta definizione, con il commento di critici d arte a livello internazionale. Orario delle lezioni: lunedì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 01/02/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/ /03/ /04/ /04/ /04/ /05/ /05/

29 P35 - INCONTRI CON L ARTE Docente: Sig.ra Franca Tessera Storia dell Acquarello dalle origini all astratto. 1) Dall Egitto al Medio Evo. 2) Il 500 e il 600: Durrer, Ligozzi e Giovanna Garzoni. 3) Il 700: Turner e artisti inglesi. 4) L 800 in Italia. 5) L 800 in Europa 1 a parte. 6) L 800 in Europa 2 a parte. 7) Il 900 in Italia. 8) Il 900 in Europa. 9) L acquarello cinese. 10) Conclusione e dimostrazione. N.B. Le lezioni si terranno presso la Sala Talamucci di Villa Visconti D Aragona (Biblioteca) in Via Dante 6. Orario delle lezioni: lunedì 15,15-16,30 Calendario delle lezioni: 12/10/ /10/ /10/ /11/ /11/ /11/ /11/ /11/ /12/ /12/2015 (10 lezioni) 27

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA Liceo Artistico E. Catalano Palermo PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2010/2011 Palermo, settembre 2010 Programmazione dipartimento Religione Cattolica a.s. 2010-2011

Dettagli

Storia dell opera, arti e mestieri del teatro, educazione al canto, laboratori di drammaturgia, arti visive

Storia dell opera, arti e mestieri del teatro, educazione al canto, laboratori di drammaturgia, arti visive Storia dell opera, arti e mestieri del teatro, educazione al canto, laboratori di drammaturgia, arti visive Edizione 2010 L edizione 2010 del progetto Magia dell Opera Il progetto didattico Magia dell

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI POTENZIAMENTO LINGUISTICO a.s. 2013/2014

PROGETTAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI POTENZIAMENTO LINGUISTICO a.s. 2013/2014 SCUOLA SECONDARIA di 1 GRADO «U. NOBILE» Ciampino PROGETTAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI POTENZIAMENTO LINGUISTICO a.s. 2013/2014 PREMESSA Le motivazioni che spingono ad elaborare un progetto di avviamento

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE LE ESSENZIALI DI DISEGNO E classe prima Liceo scientifico utilizzare regole e tecniche grafiche progettare un minimo percorso grafico costruire un disegno geometrico, impiegando in maniera appropriata

Dettagli

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA Ricavare da fonti di tipo diverso informazioni e conoscenze su aspetti del passato. CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA Individuazione delle parole del tempo (prima, dopo, poi, infine, mentre ). Individuazione

Dettagli

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO e curricolo di Istituto TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA. L alunno/a conosce elementi significativi del passato del suo ambiente

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE di STORIA CLASSE PRIMA

CURRICOLO DISCIPLINARE di STORIA CLASSE PRIMA CURRICOLO DISCIPLINARE di STORIA CLASSE PRIMA AREA COMPETENZE DISCIPLINARI ABILITÀ CONOSCENZE 1 METODO L alunno: L alunno: Imparare ad imparare Progettare A. applicando le indicazioni, cerca informazioni

Dettagli

DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI

DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI 58 DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI Elaborazione della figura strumentale per il curricolo e la valutazione ins. Dott. Sabini Maria Rosaria 59 Indicatore Disciplinare

Dettagli

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246 Siamo

Dettagli

CLASSI: 4SU DOCENTE: Brunoni Stefano LIBRO DI TESTO: S. BOCCHINI, Religione e religioni. Triennio, EDB.

CLASSI: 4SU DOCENTE: Brunoni Stefano LIBRO DI TESTO: S. BOCCHINI, Religione e religioni. Triennio, EDB. ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 DISCIPLINA: Religione CLASSI: 4SU DOCENTE: Brunoni Stefano LIBRO DI TESTO: S. BOCCHINI, Religione e religioni. Triennio, EDB. ELENCO MODULI 1 Vivere secondo la Bibbia 2 Gesù,

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Via dei Carpani 19/B 31033 Castelfranco V. ( TV ) Pag. 1 di 10 Anno Scolastico 2015-2016 PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Disciplina ITALIANO Classe PRIMA DATI IN EVIDENZA IN PREMESSA (richiami al

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA Istituti Comprensivi di Udine allegato al Piano dell Offerta Formativa CURRICOLO VERTICALE Redatto sulla base delle Nuove Indicazioni Nazionali 2012 e I.N. 2007, in sintonia con le Raccomandazioni del

Dettagli

SCUOLA di FORMAZIONE TEOLOGICA per LAICI 2014-2015. 2 Anno. L uomo in Cristo

SCUOLA di FORMAZIONE TEOLOGICA per LAICI 2014-2015. 2 Anno. L uomo in Cristo SCUOLA di FORMAZIONE TEOLOGICA per LAICI 2014-2015 2 Anno L uomo in Cristo DIOCESI DI MILANO Zona Pastorale IV Decanato di Bollate INTRODUZIONE La rivelazione cristiana, oltre a comunicarci il volto di

Dettagli

MATERIA ITALIANO PROGRAMMAZIONE INIZIALE

MATERIA ITALIANO PROGRAMMAZIONE INIZIALE MATERIA ITALIANO PROGRAMMAZIONE INIZIALE ANNO SCOLASTICO: 2014-2015 INSEGNANTE: Claudia Palone CLASSE: 1A SETTORE: socio-sanitario INDIRIZZO: odontotecnico FINALITA DELLA DISCIPLINA (finalità formative

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Architettura Pianificazione Design

Architettura Pianificazione Design POLITECNICO DI TORINO 31 gennaio - 1 febbraio 2014 Castello del Valentino, Viale Mattioli 39, Torino ingresso libero Architettura Pianificazione Design Per riferimenti: tel. 011 090 6254 orienta@polito.it

Dettagli

Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24

Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24 Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24 Docente: Prof.ssa Mariotti Maria Adele Libri di testo adottati

Dettagli

POF 2013-2014 - COMPETENZE

POF 2013-2014 - COMPETENZE POF 2013-2014 - COMPETENZE Seguendo le indicazioni della normativa, La Scuola anche per il SECONDO BIENNIO riconosce l importanza dei quattro assi culturali sulla base dei quali gestire la formulazione

Dettagli

Istituto di istruzione secondaria di secondo Grado per le scienze umane e per i servizi. Claudia de Medici Bolzano

Istituto di istruzione secondaria di secondo Grado per le scienze umane e per i servizi. Claudia de Medici Bolzano Istituto di istruzione secondaria di secondo Grado per le scienze umane e per i servizi Claudia de Medici Bolzano Il 14 dicembre 2010 con delibera della Giunta Provinciale l Istituto De Medici è diventato

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA PROGETTAZIONE EDUCATIVA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

SCUOLA PRIMARIA PROGETTAZIONE EDUCATIVA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA La scuola Primaria si propone di introdurre i bambini nel mondo della conoscenza, maturando in ciascuno la capacità di esprimere le proprie esperienze attraverso la lettura, la scrittura,

Dettagli

FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA PIANO DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA TRIENNALI CORSI DI LAUREA MAGISTRALI A.A. 2011/2012

FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA PIANO DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA TRIENNALI CORSI DI LAUREA MAGISTRALI A.A. 2011/2012 FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA PIANO DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA TRIENNALI E CORSI DI LAUREA MAGISTRALI A.A. 2011/20 LETTERE...3 BENI ARTISTICI E DELLO SPETTACOLO...5 CIVILTA E LINGUE STRANIERE MODERNE...5

Dettagli

20 CREDITI ECM PSICOPATOLOGIA E PSICODIAGNOSI PER MEDICI E PSICOLOGI. Sintomi, criteri, diagnosi. MILANO Novembre 2014 - Gennaio 2015

20 CREDITI ECM PSICOPATOLOGIA E PSICODIAGNOSI PER MEDICI E PSICOLOGI. Sintomi, criteri, diagnosi. MILANO Novembre 2014 - Gennaio 2015 MILANO Novembre 2014 - Gennaio 2015 PSICOPATOLOGIA E PSICODIAGNOSI PER MEDICI E PSICOLOGI Sintomi, criteri, diagnosi CORSO DI FORMAZIONE SPECIALISTICA - 48 ORE 20 CREDITI ECM NOVITAʼ: Analisi e studio

Dettagli

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 PREMESSA L Insegnamento della Religione Cattolica (I.R.C.) fa sì che gli alunni

Dettagli

Master universitario di primo livello Istituto di Studi Ecumenici S. Bernardino Venezia Anno accademico 2014-2015

Master universitario di primo livello Istituto di Studi Ecumenici S. Bernardino Venezia Anno accademico 2014-2015 TEOLOGIA ECUMENICA RIFORMA DELLA CHIESA E CONVERSIONE Master universitario di primo livello Istituto di Studi Ecumenici S. Bernardino Venezia Anno accademico 2014-2015 1 ISTITUZIONE L Istituto di Studi

Dettagli

L' amico del cuore. I testi base. Nuova edizione. 1 a -2 a -3 a. 4 a -5 a. M.I.O.BOOK Studente. M.I.O.BOOK Studente

L' amico del cuore. I testi base. Nuova edizione. 1 a -2 a -3 a. 4 a -5 a. M.I.O.BOOK Studente. M.I.O.BOOK Studente L' amico del cuore Nuova edizione I testi base Studente Studente 1 a -2 a -3 a Cultura ed educazione insieme Nell elaborazione del testo si è voluto coniugare l aspetto culturale con l aspetto educativo,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

ARCI LINGUE. per unire il mondo. anno 2010 2011 INGLESE SPAGNOLO FRANCESE TEDESCO ARABO CINESE RUSSO SERBO-CROATO GIAPPONESE PORTOGHESE

ARCI LINGUE. per unire il mondo. anno 2010 2011 INGLESE SPAGNOLO FRANCESE TEDESCO ARABO CINESE RUSSO SERBO-CROATO GIAPPONESE PORTOGHESE ARCI LINGUE per unire il mondo anno 2010 2011 INGLESE SPAGNOLO FRANCESE TEDESCO ARABO CINESE RUSSO SERBO-CROATO GIAPPONESE PORTOGHESE Italiano per stranieri Imparare è facile, divertente, rilassante, economico

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

SCUOLA DI ITALIANO RO MA BO LO GNA FI REN ZE MI LA NO CORSI 2015-2016

SCUOLA DI ITALIANO RO MA BO LO GNA FI REN ZE MI LA NO CORSI 2015-2016 SCUOLA DI ITALIANO CORSI 2015-2016 RO MA FI REN ZE BO LO GNA MI LA NO RO MA CORSI DI LINGUA ITALIANA A.A. 2015-2016 Quota associativa (valevole 365 giorni)* 60 I corsi di lingua italiana sono suddivisi

Dettagli

UNIVERSITÀ POPOLARE della TERZA ETÀ e dell EDUCAZIONE PERMANENTE Ivrea BENVENUTI ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 31 ANNO

UNIVERSITÀ POPOLARE della TERZA ETÀ e dell EDUCAZIONE PERMANENTE Ivrea BENVENUTI ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 31 ANNO BENVENUTI ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 31 ANNO Città di Consuntivo del 30 anno (2011-2012) Presentazione nuovo direttivo Programmi A.A. 2012-2013 1 Uomini 31% UNIVERSITÀ POPOLARE della TERZA ETÀ Anno 2011-2012

Dettagli

FONDAZIONE ITALIA CINA PROGRAMMA CULTURALE ANNO 2008/2009

FONDAZIONE ITALIA CINA PROGRAMMA CULTURALE ANNO 2008/2009 Indice: FONDAZIONE ITALIA CINA PROGRAMMA CULTURALE ANNO 2008/2009 La Fondazione Italia Cina propone ai propri Soci e a quanti interessati alla realtà cinese un articolata proposta di corsi di lingua e

Dettagli

o saper formulare con i compagni riflessioni ed ipotesi interpretative, non su richiesta del docente, ma in modo il più spontaneo possibile

o saper formulare con i compagni riflessioni ed ipotesi interpretative, non su richiesta del docente, ma in modo il più spontaneo possibile RELAZIONE FINALE PROGETTO COMPETENZE IN CRESCITA. Laboratorio 2 1) TITOLO: Il gusto della lettura 2) CLASSE: Classi della scuola dell infanzia (solo bambini di 5 anni) Classi prime, seconde e quarte della

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE VITRUVIO POLLIONE FORMIA. a.s. 2014-2015 PIANO DI LAVORO ANNUALE STORIA E GEOGRAFIA. Docente : Giuliano Maria

LICEO CLASSICO STATALE VITRUVIO POLLIONE FORMIA. a.s. 2014-2015 PIANO DI LAVORO ANNUALE STORIA E GEOGRAFIA. Docente : Giuliano Maria LICEO CLASSICO STATALE VITRUVIO POLLIONE FORMIA a.s. 2014-2015 PIANO DI LAVORO ANNUALE STORIA E GEOGRAFIA Classe V sez. C Docente : Giuliano Maria Per gli OBIETTIVI GENERALI e la VALUTAZIONE, si fa riferimento

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Anno Scolastico: 2014 2015 Dipartimento (1) : DIRITTO ED ECONOMIA Coordinatore (1) : Prof.ssa ALESSANDRA CALDARA Classe: 2 Indirizzo: SERVIZI SOCIO- SANITARI Ore di insegnamento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI PERUGIA NOTIZIARIO FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI PERUGIA NOTIZIARIO FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI PERUGIA NOTIZIARIO FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE Corso di Laurea Interfacoltà in Storia della società della cultura

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA 1 ANNO SCOLASTICO 2009/2010 L educazione religiosa nella scuola dell infanzia concorre alla formazione integrale del bambino, promovendo la maturazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI VIA MONTE SUELLO, 2 25128 BRESCIA tel. 030-304924 - fax 030-396105 E-MAIL: bscalini@ provincia.brescia.it LICEO STATALE B R E S C I A SCIENTIFICO A. CALINI via Monte

Dettagli

TABELLA DI CORRISPONDENZA TRA GLI INSEGNAMENTI DEI VECCHI E DEI NUOVI ORDINAMENTI

TABELLA DI CORRISPONDENZA TRA GLI INSEGNAMENTI DEI VECCHI E DEI NUOVI ORDINAMENTI TABELLA DI CORRISPONDENZA TRA GLI INSEGNAMENTI DEI VECCHI E DEI ANTICHITÀ GRECHE ANTROPOLOGIA CULTURALE ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE GRECA E ROMANA ARCHEOLOGIA MEDIEVALE BIBLIOGRAFIA E BIBLIOTECONOMIA

Dettagli

Dante e l Umbria Nella Divina Commedia Percorsi di lettura, interpretazione, animazione, decodificazione linguistica. Leggere Dante a scuola

Dante e l Umbria Nella Divina Commedia Percorsi di lettura, interpretazione, animazione, decodificazione linguistica. Leggere Dante a scuola Classe 4^ Scuola Primaria Don Bosco Classe 5^ Scuola Primaria Madonna di Campagna Dante e l Umbria Nella Divina Commedia Percorsi di lettura, interpretazione, animazione, decodificazione linguistica Leggere

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI - CERNUSCO S/N CLASSE TERZA LINGUA ITALIANA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI - CERNUSCO S/N CLASSE TERZA LINGUA ITALIANA TRAGUARDI 1 ASCOLTARE, COMPRENDERE, COMUNICARE ORALMENTE ED ESPRIMERE GIUDIZI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI - CERNUSCO S/N CLASSE TERZA LINGUA ITALIANA 2 LEGGERE,

Dettagli

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA LICEO CLASSICO LORENZO COSTA La Spezia Piazza G. Verdi, 15 Tel 0187 734520 Il passato ti appartiene......costruisci il tuo futuro! IL NOSTRO LICEO da più di cento anni una presenza significativa nella

Dettagli

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin)

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) PROGRAMMAZIONE GENERALE DI ITALIANO PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO 1 biennio, 2 biennio, 5 anno. Conoscenze disciplinari Conoscere le strutture

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Aldo Moro Buccinasco

Istituto Comprensivo Via Aldo Moro Buccinasco Istituto Comprensivo Via Aldo Moro Buccinasco La Scuola Classi : scuola formata da 7 corsi completi 21 classi 14 tempo normale e 7 tempo prolungato Organico docenti: circa 55 docenti quasi tutti di ruolo

Dettagli

CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA

CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA 1. Individuare le tracce e usarle come fonti per produrre conoscenze sul proprio passato, della generazione degli adulti e della comunità di appartenenza.

Dettagli

ATTIVITÀ DEL DOCENTE

ATTIVITÀ DEL DOCENTE DOCENTE SIMONA RITA RIZZOLI MATERIA STORIA DESTINATARI 4CL ANNO SCOLASTICO 2012/2013 competenze CONCORDATE CON CONSIGLIO DI CLASSE Raggiunto (/no) motivazioni non raggiungimento 1 Agire in modo autonomo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. SOLARI LORETO http://www.istitutocomprensivosolari.it/ INDICATORI DI APPRENDIMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA

ISTITUTO COMPRENSIVO G. SOLARI LORETO http://www.istitutocomprensivosolari.it/ INDICATORI DI APPRENDIMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO G. SOLARI LORETO http://www.istitutocomprensivosolari.it/ INDICATORI DI APPRENDIMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA anno scolastico 2013 2014 1 CLASSE PRIMA ITALIANO - Ascoltare, comprendere

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome e cognome STEFANO BECAGLI Telefono 349 3810997 Sito Internet e-mail www.stefanobecagli.it info@stefanobecagli.it Nazionalità Italiana

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA TEATRALITA

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA TEATRALITA PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA TEATRALITA rivolto a persone con disabilità IL CORPO RACCONTA Associazione La Comune Milano Premessa Che cosa è il teatro? Eugenio Barba, uno dei più importanti registi-pedagoghi

Dettagli

Istituto Albert di Lanzo

Istituto Albert di Lanzo Istituto Albert di Lanzo Profilo Quadro orario Prospettive di studio e occupazionali www.istituto-albert.it Profilo del Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, dovranno: aver acquisito le conoscenze

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosof iche

Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosof iche Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosof iche Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche Preside della Facoltà di Filosofia: Prof. Roberto Mordacci PRESENTAZIONE La Laurea Magistrale in Scienze

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

PITTURA. Brera per chi non disegna. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PITTURA. Brera per chi non disegna. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano PITTURA Brera per chi non disegna Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Fotografie di Matteo Girola Obiettivi Formativi del Corso di Diploma

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati

IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati Tu 1. Hanno risposto 32 insegnanti: 15 insegnano nella scuola secondaria inferiore, 17 in quella superiore. 2. Di questo campione, 23 insegnano

Dettagli

CULTURA EUROPEA I testi biblici come fonte del pensiero filosofico e teologico, della letteratura e dell arte

CULTURA EUROPEA I testi biblici come fonte del pensiero filosofico e teologico, della letteratura e dell arte BIBBIA E CULTURA EUROPEA I testi biblici come fonte del pensiero filosofico e teologico, della letteratura e dell arte Master universitario di primo livello Facoltà di Lettere e Filosofia in collaborazione

Dettagli

CONSULENZA GRAFOLOGICA PERITALE GIUDIZIARIA E DELL ETÀ EVOLUTIVA

CONSULENZA GRAFOLOGICA PERITALE GIUDIZIARIA E DELL ETÀ EVOLUTIVA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 XI Edizione CONSULENZA GRAFOLOGICA PERITALE GIUDIZIARIA E DELL ETÀ EVOLUTIVA DIRETTORE: Prof. Marco Bartoli COORDINATORE: Prof. Sergio Deragna

Dettagli

Master Universitario di I livello in Lingue e Culture Orientali

Master Universitario di I livello in Lingue e Culture Orientali Master Universitario di I livello in Lingue e Culture Orientali promosso dalla Fondazione Roma e dalla Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM Obiettivi e contenuti del Master Il progetto di un

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE SPECIALISTICA PER GUIDA TURISTICA

CORSO DI FORMAZIONE SPECIALISTICA PER GUIDA TURISTICA Con l adesione di Associazione culturale e di formazione Via SS. Giacomo e Filippo n.7 73100 LECCE C.F. 93117550751 cell. +39 380.8946000 Web: www.formandopuglia.it formandopuglia@gmail.com ORGANIZZA IL

Dettagli

Relazione finale del progetto

Relazione finale del progetto Relazione finale del progetto Un percorso nella Cappella Palatina DOL 2009 classe E_13 tutor Domenico Franzetti Corsista: Vincenza Saia Il progetto Un percorso nella cappella Palatina nasce dall esperienza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DEL PIANO DI LAVORO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI VOLVERA Anno scolastico 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DEL PIANO DI LAVORO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI VOLVERA Anno scolastico 2014-2015 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DEL PIANO DI LAVORO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI VOLVERA Anno scolastico 2014-2015 Le insegnanti Ferraris Paola Lupo Rosalia Merino Alessia RELIGIONE CLASSE PRIMA

Dettagli

INDICATORI PER LA VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA ITALIANO

INDICATORI PER LA VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA ITALIANO INDICATORI PER LA VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA ITALIANO Comunicare oralmente in modo adeguato. Leggere e comprendere parole, frasi e semplici brani. Produrre semplici testi scritti. Svolgere attività esplicite

Dettagli

IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO

IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO MATERIA: LATINO IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO A.S. 2013-14 Competenze chiave trasversali di cittadinanza

Dettagli

60 Corso di Orientamento Universitario

60 Corso di Orientamento Universitario Comune di San Miniato 2008 60 Corso di Orientamento Universitario SCUOLA NORMALE SUPERIORE Pisa San Miniato (PI) 4 10 settembre Cortona 29 giugno 5 luglio Colle di val d elsa 12 18 luglio Camigliatello

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE

CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA IN COLLABORAZIONE CON CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO DI TECNOLOGIE FARMACEUTICHE

Dettagli

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE Progetto promosso da Assicurazioni

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA Unità di Apprendimento - Anno Scolastico 2014-2015

RELIGIONE CATTOLICA Unità di Apprendimento - Anno Scolastico 2014-2015 Natura e finalità RELIGIONE CATTOLICA Unità di Apprendimento - Anno Scolastico 2014-2015 L insegnamento della religione cattolica si inserisce nel quadro delle finalità della scuola e contribuisce alla

Dettagli

La politica economica degli stati e la nascita dell economia come scienza. Fisiocrazia e liberismo.

La politica economica degli stati e la nascita dell economia come scienza. Fisiocrazia e liberismo. PROGRAMMA SVOLTO DI STORIA CLASSE IV B geo A.S. 2010-2011 DOCENTE: CRISTINA FORNARO L antica aspirazione alla riforma della Chiesa. La riforma di Lutero. La diffusione della riforma in Germania e in Europa.

Dettagli

Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006

Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006 Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006 Procedura di valutazione della preparazione di base finalizzata all iscrizione ai corsi speciali di cui all art. 2, comma 1-c bis e comma 1 ter della Legge 143/2004,

Dettagli

Copyright 2009 lalineabiancastudio Copenhagen Berlino Roma Siracusa

Copyright 2009 lalineabiancastudio Copenhagen Berlino Roma Siracusa 1 PERCHE SCEGLIIERE LALIINEABIIANCASTUDIIO Perché la lineabiancastudio: é un polo di riferimento nazionale ed europeo nel campo della ricerca, della formazione interdisciplinare e della professione e quindi

Dettagli

OFFERTA SERVIZI DI ORIENTAMENTO 2014-2015. Scuola secondaria primo e secondo grado

OFFERTA SERVIZI DI ORIENTAMENTO 2014-2015. Scuola secondaria primo e secondo grado OFFERTA SERVIZI DI ORIENTAMENTO 2014-2015 Scuola secondaria primo e secondo grado ORIENTARE è Porre l individuo in grado di prendere coscienza di sé e progredire con i suoi studi e la sua professione,

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2010/2011. Programmazione didattica

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2010/2011. Programmazione didattica ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE Anno scolastico 2010/2011 Programmazione didattica Materia d insegnamento: Psicologia

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

LICEO MUSICALE E COREUTICO SEZIONE COREUTICA PROFILO DI ENTRATA

LICEO MUSICALE E COREUTICO SEZIONE COREUTICA PROFILO DI ENTRATA Prot. n. 2250 del 04.05.2012 LICEO MUSICALE E COREUTICO SEZIONE COREUTICA In linea con quanto disposto dall articolo 7, comma 2 del D.P.R. 15 marzo 2010, n. 89, l Accademia Nazionale di Danza definisce

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE PER INSEGNANTI DELLA SCUOLA PRIMARIA

CORSI DI FORMAZIONE PER INSEGNANTI DELLA SCUOLA PRIMARIA CORSI DI FORMAZIONE PER INSEGNANTI DELLA SCUOLA PRIMARIA Attraverso una serie di lezioni, i corsi sviluppano i fondamenti e la didattica delle discipline, con particolare attenzione ai giovani insegnanti,

Dettagli

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA sez. B FARFALLE Anno scolastico 2012-2013 Insegnante: Bordignon Claudia PERCORSO DIDATTICO (ATTIVITÀ) per bambini di 3,4 e 5 anni PREMESSA La scuola dell infanzia rivolge

Dettagli

"L educazione al patrimonio culturale e l approccio alle tecniche artistiche nella formazione del bambino". AMICI DI BRERA

L educazione al patrimonio culturale e l approccio alle tecniche artistiche nella formazione del bambino. AMICI DI BRERA Incontro con i genitori 27 gennaio 2011 Cooperativa sociale ONLUS A SPASSO PER MUSEI. IL MUSEO QUALE AMBIENTE DA ESPLORARE, SCOPRIRE, FREQUENTARE PER INCONTRARE ALCUNI ARTISTI E CONOSCERE LA LORO STORIA

Dettagli

Master universitario di primo livello Istituto di Studi Ecumenici San Bernardino. Facoltà di Teologia - Pontificia Università Antonianum

Master universitario di primo livello Istituto di Studi Ecumenici San Bernardino. Facoltà di Teologia - Pontificia Università Antonianum DIALOGO INTERRELIGIOSO DIDATTICA E METODOLOGIA DELLE RELIGIONI Master universitario di primo livello Istituto di Studi Ecumenici San Bernardino Facoltà di Teologia - Pontificia Università Antonianum Venezia

Dettagli

Conoscerla per viverla in salute

Conoscerla per viverla in salute PAGANOTTI, Claudio MENOPAUSA Conoscerla per viverla in salute La Compagnia della Stampa Massetti Rodella Editori Roccafranca - Brescia 136 p.; 21 cm ISBN: 978-88-8486-245-7 Claudio Paganotti MENOPAUSA

Dettagli

MATEMATICA: PENSIERO E REALTA

MATEMATICA: PENSIERO E REALTA Sede di Saronno, c/o Compagnia delle opere, Piazza San Francesco 3, tel. 0296752301 Corso di formazione per docenti di scuola dell infanzia MATEMATICA: PENSIERO E REALTA venerdì 2 ottobre 2009 ore 17-19

Dettagli

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio La Chiesa ha bisogno di santi, lo sappiamo, ma essa ha bisogno anche di artisti bravi e capaci; gli uni e gli altri, santi e artisti, sono testimoni dello spirito vivente in Cristo. PAOLO VI Lettera ai

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE I.I.S. Federico II di Svevia PROGRAMMAZIONE DI CLASSE a. s. 2013-2014 classe VB docente coordinatore Prof.ssa Teresa CARUSO La programmazione educativa e didattica per l a. s. in corso è elaborata dal

Dettagli

Istituto San Luigi di Chieri PIANO DI LAVORO ANNUALE a.s. 2013/2014. CLASSE: I SEZIONE: A e B MATERIA: Storia e Geografia

Istituto San Luigi di Chieri PIANO DI LAVORO ANNUALE a.s. 2013/2014. CLASSE: I SEZIONE: A e B MATERIA: Storia e Geografia Istituto San Luigi di Chieri PIANO DI LAVORO ANNUALE a.s. 2013/2014 CLASSE: I SEZIONE: A e B MATERIA: Storia e Geografia SUDDIVISIONE DEI MODULI SETTIMANALI: nr. 2 moduli di storia nr. 2 moduli di geografia

Dettagli

Laboratorio della Memoria

Laboratorio della Memoria Comune di Gemmano Laboratorio della Memoria Progetto 2006 a cura dell Auser Provinciale di Rimini 1 Laboratorio della Memoria 2006 Premessa Il presente progetto è la prosecuzione del progetto approvato

Dettagli

CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR

CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR MASTER 2013 Tecnologie digitali e metodologie sullo spettacolo direttore scientifico da Antonella Ottai Il Centro Teatro Ateneo, insieme con il Dipartimento

Dettagli

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 1 Unità di apprendimento: La creazione del mondo Motivazione Aiutare

Dettagli

Auletta di Chimica Generale del Dipartimento di Chimica Sezione di Chimica Generale, Viale Taramelli 12, Pavia.

Auletta di Chimica Generale del Dipartimento di Chimica Sezione di Chimica Generale, Viale Taramelli 12, Pavia. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Segreterie Studenti Via S. Agostino, 1 27100 Pavia (Facoltà Umanistiche) Tel. 0382/984284-5 Via Ferrata, 1 27100 Pavia (Facoltà Scientifiche) Tel. 0382/985954-8

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A2

Università per Stranieri di Siena Livello A2 Unità 17 Il Centro Territoriale Permanente In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sui Centri Territoriali Permanenti per l istruzione e la formazione in età adulta parole

Dettagli

Liceo Artistico Statale Aldo Passoni

Liceo Artistico Statale Aldo Passoni Liceo Artistico Statale Liceo Artistico Statale Aldo Passoni Via della Rocca,7-10123 Torino - Tel.: 011.8177377 - Fax: 011.8127290 Mail: istpassoni@tin.it - sito web: http://www.lapassoni.it 1 2 Liceo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA CURRICOLO D ISTITUTO COMPRENDERE COMUNICARE RIFLETTERE RIELABORARE PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA AREA DEI LINGUAGGI (italiano, lingua inglese, musica, arte e immagine) TRAGUARDI PER LO

Dettagli

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi. Progettazione della classe I BS classe a. s. 2015-16

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi. Progettazione della classe I BS classe a. s. 2015-16 I.I.S. Federico II di Svevia Melfi Progettazione della classe I BS classe a. s. 2015-16 La programmazione educativa e didattica per l a. s. in corso è elaborata dal Consiglio di classe con la sola presenza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO ARTE E IMMAGINE ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO ARTE E IMMAGINE ANNO 2013/2014 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ALESSANDRO ANTONELLI TORINO PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO ARTE E IMMAGINE ANNO 2013/2014 Tenendo conto dei programmi ministeriali, delle indicazioni metodologiche, degli obiettivi

Dettagli

proposta di personalizzazione per gli studenti ai fini del conseguimento diploma secondaria I grado

proposta di personalizzazione per gli studenti ai fini del conseguimento diploma secondaria I grado proposta di personalizzazione per gli studenti ai fini del conseguimento diploma secondaria I grado Il percorso si articola su moduli che intendono rafforzare le competenze di base ed investire sulle competenze

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE METODOLOGICO-DIDATTICA INERENTE LA REALIZZAZIONE DI UNA CLASSE DIGITALE Il Dirigente Scolastico

Dettagli

LICEO STATALE AUGUSTO MONTI SCIENTIFICO - CLASSICO LINGUISTICO

LICEO STATALE AUGUSTO MONTI SCIENTIFICO - CLASSICO LINGUISTICO LICEO STATALE AUGUSTO MONTI SCIENTIFICO - CLASSICO LINGUISTICO Via M. Montessori n. 2-10023 C H I E R I (TO) Tel. 011.942.20.04-011.941.48.16 Fax 011.941.31.24 e-mail: TOPS18000P@istruzione.it - TOPS18000P@pec.istruzione.it

Dettagli

Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13

Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13 Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13 Liceo classico Il percorso del liceo classico è indirizzato allo studio della civiltà classica e della

Dettagli