Presentazione progetto CENTRO DI FORMAZIONE E ACCOGLIENZA PER BAMBINI E GIOVANI IN DIFFICOLTÀ

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Presentazione progetto CENTRO DI FORMAZIONE E ACCOGLIENZA PER BAMBINI E GIOVANI IN DIFFICOLTÀ"

Transcript

1 A STEP FORWARD - ONLUS Walking together for a better future Presentazione progetto CENTRO DI FORMAZIONE E ACCOGLIENZA PER BAMBINI E GIOVANI IN DIFFICOLTÀ DAROU KHOUDOSS / MBORO - SENEGAL Riferimenti e contatti dell Onlus Sede: via dei castani, n Verbania (VB) Telefono internazionale: Telefono italiano: Codice Fiscale: ; Sito web: sito web: Associazione registrata con scrittura Facebook: privata presso A step l Ufficio forward di Verbania il 06/12/2013 Onlus al n della serie terza.

2 INDICE» PRESENTAZIONE» SCHEDA DI SINTESI DEL PROGETTO» IL PROGETTO: 1 - ANALISI DEL CONTESTO 2 - SITUAZIONE LOCALE 3 - DESTINATARI / BENEFICIARI 4 - OBIETTIVI PREVISTI / RISULTATI ATTESI 5 - BREVE DESCRIZIONE DELL INIZIATIVA PROGETTUALE 6 - IL PARTENARIATO / NETWORK COINVOLTO 7 - TEMPI DI AVVIO E TERMINE 8 - DESCRIZIONE DELLE AZIONI 9 - BUDGET ECONOMICO 10 - IMMAGINI PRIMA FASE PROGETTAZIONE» SOSTIENI L ASSOCIAZIONE» BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO

3 PRESENTAZIONE In seguito ad un viaggio sulla costa del Senegal nel 2013, Roberto Iori, divenuto il presidente dell associazione, è personalmente entrato in contatto con la difficile realtà locale delle aree rurali, caratterizzata da un'elevata presenza di insediamenti abitativi legati principalmente ad un'economia di sussistenza. La maggior parte della popolazione residente vive in condizioni di indigenza, a causa delle peculiari caratteristiche del territorio: la scarsità di vie di comunicazione, un sensibile inquinamento dei suoli e delle aree di pesca e una rete di traffici commerciali non adeguata al fabbisogno umano, a cui si sommano il basso tasso di scolarizzazione e le alte quote di disoccupazione giovanile. L'esperienza fatta sul campo ha fatto riflettere circa la possibilità di fondare, una volta rientrato in Italia, un'associazione di cooperazione allo sviluppo che potesse concretamente contribuire all'inserimento professionale dei giovani in cerca di una prima occupazione. Ecco perché nel Dicembre del 2013 nasce ufficialmente A Step Forward, una Onlus fondata allo scopo di favorire l'istruzione ed il successivo inserimento professionale dei giovani in difficoltà, attraverso la creazione di un Centro Polifunzionale di Formazione e Accoglienza (CPFA) da realizzarsi all'interno del villaggio di Darou Khoudoss/Mboro, nel dipartimento di Tivaouane, in Senegal. L'area di intervento non è stata scelta a caso: nelle immediate vicinanze del villaggio si trova infatti uno dei siti di produzione della più grande industria chimica nazionale, le Industries Chimiques du Senegal (I.C.S.), che, attualmente di proprietà del Governo, è una delle realtà industriali più significative all'interno del panorama produttivo del Senegal. La compagnia di stato però sta attraversando un periodo di crisi, motivo per cui il Governo di Dakar sta valutando la possibilità di nazionalizzare la società, vendendola ad un consorzio privato che si spera possa garantire la stabilità dei molti posti di lavoro, oggi a rischio. Altro aspetto degno di menzione è la presenza, proprio all'interno del villaggio di Khoudoss, di una struttura muraria in stato d'abbandono, ex proprietà delle stesse Industrie I.C.S., attualmente donata all'associazione Garab-Gui, partner nel progetto con A Step Forward. Tale struttura trovandosi nel centro del paese era destinata in origine a diventare un asilo, che purtroppo non è mai stato realizzato; è intenzione dell Onlus A Step Forward ristrutturare lo stabile e destinarlo a centro di formazione e accoglienza per i bambini e giovani in difficoltà. Questo Centro Polifunzionale di Formazione e Accoglienza (CPFA) sarà una struttura dinamica in grado di riunire al proprio interno diversi profili e diverse professionalità

4 specifiche, garantendo così un avanzamento (a step forward) delle opportunità di studio, di impiego e di commercio a disposizione delle fasce più giovani e più vulnerabili del villaggio. Se nelle intenzioni progettuali il CPFA è primariamente rivolto ai giovani senza lavoro presenti nella zona, è altrettanto vero che in qualità di "serbatoio di buone pratiche", si propone altresì di essere un vero e proprio polo tecnico di riferimento, in grado di fare da volano per lo sviluppo economico e professionale dell'intera comunità di Khoudoss. Nel quadro di un atteso rilancio degli investimenti economici nel vicino impianto produttivo da parte dell'azienda, la proposta progettuale di A Step Forward potrebbe inserirsi nel solco della c.d. "Responsabilità Sociale d'impresa" - concetto già molto in voga tra le multinazionali impegnate nello sfruttamento delle risorse strategiche - in quanto efficace meccanismo di salvaguardia dell'immagine aziendale attraverso la promozione di opere di utilità sociale in favore delle comunità. I soci di A Step Forward Roberto Iori, presidente. Diplomato con attestato di confettiere, pasticcere presso CPT, Centro di formazione professionale di Lugano, Svizzera. Lavora come pasticcere presso Confiserie al Porto, Locarno. Roberta Borgotti, vice presidente. Laureata presso l Università degli Studi di Torino, Facoltà di Lettere Moderne. Insegnante di lingua inglese e italiana presso centro di formazione permanente, Verbania. Valentina Pedretti, tesoriere. Laureata presso il Politecnico di Milano, Facoltà del design. Libera professionista, lavora come progettista di interni, grafica e web design. Erika Bardi, segretario. Laureata presso l Università degli Studi di Torino, Facoltà di Psicologia. Attualmente collabora per ricerche e progetti per l Uganda.

5 SCHEDA DI SINTESI DEL PROGETTO Titolo Centro di Formazione e Accoglienza per bambini e giovani in difficoltà Obiettivi Ristrutturazione edificio esistente Alfabetizzazione Creazione di posti di lavoro Sanità Formazione professionale Risultati attesi Lavoro per gli artigiani locali nella fase di ristrutturazione Riduzione dell'analfabetismo Riduzione della disoccupazione Educazione della popolazione locale alla prevenzione sanitaria Autosostentamento della popolazione attraverso corsi e laboratori professionali Destinatari Popolazione locale Bambini e giovani provenienti da orfanotrofi Madri in difficoltà Durata 9 mesi: ristrutturazione edificio esistente 3 mesi: assunzione e formazione del personale 3 mesi: avviamento dell asilo e dell ambulatorio 3 mesi: avviamento dei corsi professionali Partenariato Associazione Garab-Gui Finanziamento richiesto Euro

6 IL PROGETTO 1 - ANALISI DEL CONTESTO La Repubblica del Senegal è uno stato dell'africa occidentale con un territorio di circa km quadrati, la popolazione ammonta a circa 13 milioni di abitanti, la cui densità è intorno a 68 abitanti/km². La popolazione si addensa dove migliori sono le condizioni ambientali, vale a dire lungo la fascia costiera e nell'immediato entroterra. La città più grande del paese è la capitale Dakar, che conta circa 2,6 milioni di abitanti e concentra una buona parte della popolazione urbana del paese. Si evidenziano differenti etnie, predominante è quello dei Wolof, che costituisce circa il 43% della popolazione (a seguire: Fula 23% e Sérèr 15%). La religione maggiormente praticata è quella islamica (90%). La storia del Senegal è segnata dall epoca del colonialismo e dal fenomeno della tratta degli schiavi: i navigatori portoghesi arrivarono nel 1444 e si stabilirono nel nord del paese lungo il fiume Senegal. In seguito, verso la fine del 1600, arrivarono gli Olandesi e i Francesi. Nel 1700 l isola di Goreé, che si trova di fronte a Dakar, divenne il maggior centro di smistamento degli schiavi africani imbarcati verso l America; per fare ciò i francesi si avvalsero della collaborazione dei Wolof, che li trovarono estremamente affidabili, tanto da assegnare loro compiti rilevanti all'interno della gestione delle colonie nella pubblica amministrazione. Nel 1895 il Senegal divenne ufficialmente uno stato facente parte dell Africa Occidentale Francese e fu solamente nel 1960 che divenne indipendente come stato membro della confederazione del Mali. Dopo 4 mesi di conflitti interni, il 29 agosto 1960 il Senegal si separò e furono create due repubbliche distinte. Il primo presidente fu Leopold Sedar Senghor che guidò il paese fino al 1981, anno in cui si ritirò volontariamente dopo aver governato attraverso una democrazia multipartitica con un regime autoritario. Quell anno salì al potere Abdou Diouf che governò il paese per altri 20 anni. Durante il suo mandato promosse una politica liberista che portò anche alla vendita di imprese statali. Nel marzo 2000 Abdulaye Wade, facente parte del partito dell opposizione, vinse le elezioni. Nel gennaio 2001 fu votata la nuova costituzione che legalizzava i partiti dell opposizione ed equiparava i diritti delle donne a quelli degli uomini. Da marzo 2012 è Macky Sall il nuovo presidente della Repubblica del Senegal. Grazie alla sua storia, relativamente pacifica soprattutto rispetto ad altre zone del continente, il Senegal, dal punto di vista economico, appare come una delle nazioni africane meno fragili, con un discreto livello di sviluppo del settore industriale (industria manifatturiera ed estrattiva) e dei servizi (nel Senegal hanno la sede numerose istituzioni finanziarie africane). L'agricoltura, che occupa la maggior parte della popolazione attiva, è abbastanza diversificata ed efficiente anche se si osserva ancora un'eccessiva dipendenza dalla coltura dell'arachide, retaggio del passato coloniale. Il sottosuolo

7 fornisce fosfati minerali di titanio e recentemente sono stati trovati importanti giacimenti petroliferi. Le industrie principali sono quelle alimentari e tessili, ma è in crescita l'industria chimica. Nonostante la sua stabilità politica e il relativo benessere economico, il Paese è affetto da deficit alimentare, aggravato dalla crescita demografica e dalla divergenza tra sistema di produzione e prodotti consumati: i senegalesi non producono ciò che mangiano. La precarietà della vita delle famiglie senegalesi si è tradotta in una diminuzione del potere d'acquisto in virtù di un aumento dei prezzi. Le famiglie che vivono in zone urbane hanno assistito a una modifica della propria alimentazione e della struttura dei consumi. Allo stesso modo, le famiglie rurali consumano meno carne e meno pesce e maggiore quantità di pane. Un fattore strettamente connesso a questa situazione economica è l'emergere di un'economia informale, provocato soprattutto dallo scarso potere d'acquisto e dall'aumento della disoccupazione. Dunque le buone performance dell economia di questi ultimi anni non hanno avuto effetti significativi sulle condizioni di vita della popolazione; i problemi sociali rimangono largamente irrisolti: gli elevati tassi di disoccupazione continuano ad alimentare l economia parallela e spesso illegale nella quale le donne sono spesso vittime di violenti sfruttamenti e private dei loro diritti inalienabili. Più della metà dei senegalesi vive ancora sotto la soglia di povertà, la disoccupazione è elevata e l accesso ai servizi resta problematico. Il Senegal è uno dei 20 paesi più poveri del mondo secondo l indice di sviluppo umano, figura tra i Paesi meno Avanzati (PMA) e, secondo il Rapporto Mondiale sullo Sviluppo umano, occupa il 166 posto su 182. ALTRE STATISTICHE In Senegal l analfabetismo riguarda il 50% della popolazione. Dagli anni 80 si sono cominciate a registrare un numero di partenze superiori rispetto al numero di immigranti stranieri in entrata. Questo cambiamento è da considerarsi un evoluzione drammatica per il Senegal, perché il Paese, e Dakar in particolare, ha avuto da sempre una storia di accoglienza dei migranti africani. Al contrario i senegalesi si spostano raramente. La migrazione, nella maggior parte dei casi clandestina, è stata una risposta alla crisi economica interna, già citata in precedenza. Un terzo della popolazione vive sotto la soglia di povertà, due terzi vive con meno di due dollari al giorno. La mortalità infantile è di 37 su 221, 27 su 183 per mortalità materna. L aspettativa di vita è di 60 anni, posizionando il Paese al 188 posto su 220.

8 2 - SITUAZIONE LOCALE Il villaggio di Darou Khoudoss/Mboro del dipartimento di Tivaouane. Tivaouane è una cittadina di circa trentamila abitanti, attraversata da un unica strada che dalla capitale, Dakar, (circa 80 km a sud) porta a Saint-Louis. Durante i primi anni del 900 Tivaouane fu la quinta città del Senegal per estensione e popolazione, ma nei decenni a seguire essa non ha saputo camminare al passo con altre città. Oggi, pur essendo capoluogo della provincia di Tivaouane, nella regione di Thies, e ospitando eventi religiosi importantissimi come la festa del Gamou che attira nella cittadina milioni di musulmani, rimane una piccola cittadina cresciuta con le stesse caratteristiche di un grande villaggio. É per questo motivo che l economia della zona rimane basata sulla coltivazione dell arachide e sul lavoro agricolo di sussistenza. Importante per la città è invece la linea ferroviaria che la attraversa: è una delle due esistenti in Senegal e collega Dakar a Saint-Louis; si tratta però di una linea destinata al solo trasporto di merci, perlopiù dei fosfati: non lontano da Tivaouane, verso il mare, si trova una grande miniera di fosfati estratti da una joint venture indo-senegalese. Spesso anche la strada principale di Tivaouane è percorsa da camion poco sicuri e stipati di fosfati diretti alle industrie o al porto della capitale. Talvolta questi camion perdono parte del carico a causa della strada dissestata o di un incidente, rilasciando nell aria sostanze chimiche nocive per le vie respiratorie. Ad esclusione della strada nazionale N2, diretta a Saint-Louis, le altre strade della città versano in condizioni precarie. A Tivaouane si trovano numerose scuole, principalmente di primo e secondo grado. Non esistono invece asili o scuole materne, e così i bambini rimangono con le donne di casa fino ai sei anni, quando inizia il ciclo delle elementari. La città è dotata di un ospedale di recente costruzione. Nello specifico, il villaggio di Darou Khoudoss conta poco meno di persone ed un unico pozzo a garantire loro l accesso all acqua.

9 3 - DESTINATARI / BENEFICIARI Il progetto è indirizzato collateralmente all intera popolazione del villaggio di Darou Khoudoss e dintorni, dal momento che la struttura sarà polifunzionale e comprenderà un ambulatorio/dispensario ad accesso libero, un polo di formazione e vendita dei prodotti del quale usufruire sia come acquirenti che, nei casi di vulnerabilità maggiore, come fruitori dei servizi di formazione e dei posti di lavoro disponibili. Nell ambito del progetto si sviluppa la scuola materna a cui potranno accedere i bambini di età compresa tra i 4 ed i 6 anni, residenti nel villaggio e nel circondario, con priorità a coloro che provengono da situazioni di disagio/vulnerabilità socio familiare. Il centro di formazione per la panificazione, saponificazione e produzione della carta sarà dedicato nello specifico agli adolescenti (dai anni) che, avendo raggiunto l età di uscita dai Daara (le discusse scuole coraniche che dovrebbero formare i bambini dal punto di vista religioso, ma in cui talvolta si osservano casi di sfruttamento, mendicità e malnutrizione), si trovano soli di fronte ad una situazione di precarietà causata dal forte tasso di disoccupazione e dalla mancanza di un adeguato livello di istruzione. Questi ragazzi saranno i principali utenti dei servizi di formazione, con l obiettivo di fornire loro una competenza professionale e una fonte di reddito di sussistenza. Insieme a loro si potrà valutare se includere nei percorsi formativi anche giovani donne vulnerabili al contesto sociale, poiché ragazze madri in condizioni economiche al di sotto della soglia di povertà. Individuazione dell area geografica Ubicazione della struttura

10 4 - OBIETTIVI PREVISTI / RISULTATI ATTESI L'associazione si prefissa di portare a termine la ristrutturazione del centro polivalente nel corso dell'anno 2015 attraverso la ristrutturazione del tetto, l installazione dell impianto elettrico ed idraulico, la posa della pavimentazione, l imbiancatura e l allestimento interno con oggetti di prima necessità. In seguito a ciò si è definito di offrire lavoro a disoccupati già formati e specializzati nelle aree circostanti attraverso colloqui e selezioni garantendo un contratto di lavoro regolare, in modo da riuscire così ad avviare l asilo, l ambulatorio e i corsi professionali che si suddivideranno nei seguenti ambiti: produzione prodotti panari/dolciari; produzione sapone antimalarico; produzione carta con prodotti locali naturali; (paglia, banane, ananas); produzione dentifricio in polvere. Dopo questa fase di coordinamento e avviamento del centro, le Associazioni lasceranno piena autonomia alla struttura organizzativa locale che si sarà formata, in modo da potersi autogestire e autosostentare come una nuova piccola economia locale.

11 5 - BREVE DESCRIZIONE DELL INIZIATIVA PROGETTUALE L associazione A step Forward si propone di portare a termine la costruzione dell edificio al momento abbandonato, aggiungendo strutture adiacenti per migliorarne ed ampliarne l efficienza. L obiettivo è di avviare una struttura polifunzionale, che comprenda diversi dipartimenti: infanzia, formazione (produzione artigianale), salute. All interno del dipartimento infanzia ripristineremo la scuola materna che garantisce l avviamento all istruzione, permettendo la creazione di posti di lavoro per le donne del luogo. Il dipartimento di formazione per la produzione artigianale ha l obiettivo di formare i giovani (dai 14 anni) nella fase di uscita dalla scuola coranica e spesso in situazione di vulnerabilità socio-familiare e le donne che necessitino di sostegno/rendita economica, provvedendo, se necessario, anche alla loro alfabetizzazione. La formazione sarà di tipo pratico (apprendistato), all interno dei laboratori di panetteria, saponificazione e produzione di carta; i prodotti ottenuti potranno poi essere commercializzati per contribuire all auto-sostentamento del centro. Il dipartimento salute si propone di fornire cure di base alla popolazione, all interno dell ambulatorio, che sarà anche luogo di lavoro per gli specialisti che presteranno servizio volontario a rotazione. Fotografia della struttura abbandonata (Ottobre 2013).

12 DIPARTIMENTO DI FORMAZIONE: APPROFONDIMENTO SULLA PRODUZIONE PANARIA E CONSERVAZIONE DEI CIBI Il progetto di produzione panaria consiste innanzitutto nella costruzione di un forno artigianale a legna, in grado di soddisfare il fabbisogno del villaggio stesso. L obiettivo è di formare, con corsi teorici e pratici, giovani panettieri e pasticceri, provenienti da orfanotrofi locali. I temi didattici toccheranno i punti fondamentali dell alimentazione e in generale le tecniche di conservazione dei cibi e delle derrate alimentari, non ancora note alla popolazione locale. Le lezioni saranno fondamentali per educare gli abitanti a una sana ed equilibrata alimentazione, che, nella conformazione attuale, crea ancora gravi problemi e scompensi soprattutto nei bambini e nelle donne in stato di gravidanza. Le tecniche di conservazione principali che intendiamo sviluppare sono l essicazione, la canditura e la lavorazione della frutta stagionale per creare prodotti come marmellate, confetture, caramelle e frutta candita. Il laboratorio di panetteria, invece, cercherà di migliorare l alimentazione in modo diretto: il nostro obiettivo, è quello di creare un pane nutriente, da distribuire principalmente ai bambini, alle madri e ai lavoratori. Le caratteristiche di questo pane saranno fondamentali nell alimentazione quotidiana, perché integreremo direttamente nel processo di impastatura, delle miscele di farine non ancora utilizzate in questo Paese: oltre alla classica farina di grano tenero, misceleremo farina di grano turco, miglio, tapioca, riso e patata. Dalla nostra esperienza diretta, abbiamo infatti costatato che la popolazione di Umbuno, in Senegal, ha gradualmente abbandonato l utilizzo del pane classico, ricco di eccipienti chimici poco nutritivi, per consumare questo tipo di pane ai cinque cereali o panpatata. I primi consumatori più che soddisfatti del nuovo pane sono stati proprio coloro che di energia vivono e sopravvivono: pescatori, contadini e studenti. Questi laboratori creeranno un nuovo piccolo commercio all interno del villaggio e aiuteranno a sostenere i costi e le spese dello stesso dipartimento di formazione alimentare.

13 DIPARTIMENTO SALUTE PRODUZIONE DI SAPONE ANTISETTICO MEDICINALE E DENTIFRICIO IN POLVERE Per la realizzazione del Centro Polifunzionale di Formazione e Accoglienza del villaggio di Khoudoss/Mboro questo è un punto fondamentale: la creazione di laboratori per la realizzazione di prodotti destinati alla sanità. Sapone a base di Neem: L olio di Neem è estratto dalla pianta Azadirachta Melia; pur essendo poco conosciuto è un prodotto terapeutico naturale eccezionale. È utilizzato nella medicina alternativa per svariate cure ed è considerato tra i migliori antiparassitari naturali nell agricoltura biologica. I suoi impieghi nel campo della medicina sono numerosi: presenta infatti proprietà antivirali, antibatteriche, antiparassitarie, antisettiche e antifungine. Può essere presente all interno di preparazioni erboristiche e di cosmetici naturali come dentifrici, saponi e creme. La scienza sta attualmente studiando le proprietà che gli antichi avevano già individuato riguardo all olio di Neem e ne hanno confermato tra l altro la capacità di favorire l attività del sistema immunitario e di combattere infezioni virali, batteriche e fungine. La lavorazione, l estrazione e la distribuzione di questo prodotto negli orfanotrofi e nelle zone a rischio può prevenire e curare malattie quali herpes, psoriasi e mal di orecchie; può inoltre essere impiegato come antizanzara (malaria), antipulci, anti acaro e sarà efficace per guarire cicatrici e malattie gengivali. Il Neem è presente su tutto il territorio senegalese ed è, insieme al baobab, la pianta nazionale. Considerando questo vantaggioso aspetto dal punto di vista economico e sanitario, intendiamo creare un laboratorio in grado di estrarlo naturalmente e realizzare una linea di prodotti destinati alla medicina e all agricoltura biologica. Anche questo progetto darà lavoro a molte persone che saranno impegnate per la raccolta, la lavorazione e la vendita, creando un mercato unico e alternativo nei paesi circostanti. A giovarne saranno principalmente gli stessi orfani che, mendicando per la strada e vivendo in situazioni igieniche drammatiche, incontrano quotidianamente molte di queste malattie.

14 6 - IL PARTENARIATO / NETWORK COINVOLTO In questa sezione sono elencati i soggetti coinvolti ed i rispettivi ruoli. Soggetto Ruolo e funzioni nel progetto Associazione A step Forward Associazione Garab-Gui Raccolta fondi, coordinamento e gestione del centro polivalente. Controllo dei lavori di ristrutturazione, gestione dei rapporti con le autorità locali e del centro polivalente. L Associazione Garab-Gui (Albero della vita) è stata fondata il 3 aprile 2011 al seggio della Comunità rurale di Darou Khoudoss. Per sensibilizzare la popolazione sull importanza di un corretto smaltimento dei rifiuti, la sua prima attività, datata 6 giugno 2011, ha coinvolto tutta la popolazione del villaggio per la raccolta di essi; infatti il villaggio ancora non ha un servizio che si occupa dello smaltimento. Inoltre durante la giornata sono stati proiettati documentari sui rischi sanitari e sulla prevenzione della malaria e la distribuzione di zanzariere. Il 17 giugno 2011: una giornata medica di consultazione gratuita, donazione del sangue, test dell HIV, test del diabete e circoncisione dei bambini del villaggio. Il 12 settembre 2011 l Associazione organizza una giornata ecologica: si piantano alberi nel parco del liceo pubblico e nella scuola elementare privata del villaggio. Il 28 settembre 2011 celebra la giornata mondiale della pace con la distribuzione dei diplomi di riconoscenza a tutti i volontari delle attività benefiche e dei partner. Termina la serata con un gran concerto musicale eseguito dalla banda regionale e da uno spettacolo teatrale sul tema ambientale. Il 29 dicembre 2011 distribuisce regali di Natale ai bambini circoncisi durante la giornata medica. Il 4 Aprile 2012 il movimento Garab-Gui rappresenta la comunità di Darou alla festa dell indipedenza del Paese; forma una squadra di majorette che sfila di fronte alle autorità locali alla parata civile militare.

15

16

17

18 7 - TEMPI DI AVVIO E TERMINE DEL PROGETTO L inizio dell attività progettuale è stato definito per il giorno 01/02/2014. La durata complessiva del progetto di ristrutturazione sarà di 12 mesi, vale a dire dal mese di giugno 2014 al mese di giugno Nello schema seguente è presentata la tempistica del progetto, evidenziando la durata di ogni singola fase di lavoro. Tempistica del progetto Coordinamento progetto 2014 Gen Fe Ma Ap Ma Gi Lu Ag Se Ot No Dic Azione n. 1 ristrutturazione Azione n. 2 assunzione personale Azione n. 3 avviamento asilo ed ambulatorio Azione n. 4 avviamento corsi formativi

19 8 - DESCRIZIONE DELLE AZIONI Il progetto sarà articolato in 4 fasi (azioni) di lavoro fra loro integrate:» Coordinamento del progetto» Azione n. 1 ristrutturazione edificio esistente» Azione n. 2 assunzione del personale» Azione n. 3 avviamento dell'asilo e dell'ambulatorio» Azione n. 4 avviamento dei corsi professionali di panetteria e laboratori di produzione sapone antimalarico. Coordinamento del progetto Dettagli e note esplicative Obiettivi specifici Ripristino struttura Attività Educativa, sanitaria Formazione professionale Destinatari Giovani orfani e disagiati, madri in difficoltà, Durata 12 mesi

20 Azione n. 1 Ristrutturazione Dettagli e note esplicative Obiettivi specifici Completamento della struttura Attività Ristrutturazione del tetto Installazione impianto idraulico ed elettrico Posa pavimentazione Imbiancatura Allestimento interno Destinatari Centro polivalente Durata Nove mesi Azione n. 2 Assunzione personale Dettagli e note esplicative Obiettivi specifici Dare lavoro a disoccupati già formati e specializzati nelle aree circostanti Attività Colloqui e selezioni Creazione di un contratto di lavoro regolare Destinatari Disoccupati locali Durata Tre mesi

21 Azione n. 3 Avviamento asilo e ambulatorio Dettagli e note esplicative Obiettivi specifici Ridurre l'analfabetismo e prevenire malattie infantili Attività Alfabetizzazione bambini e madri disagiate Avviamento del primo ambulatorio sanitario locale Destinatari La popolazione indigena Durata Tre mesi Azione n. 4 Corsi professionali Dettagli e note esplicative Obiettivi specifici Avviamento di laboratori professionali Attività Produzione prodotti panari/dolciari Produzione sapone antimalarico Produzione carta con prodotti locali naturali (paglia, banane, ananas) Produzione dentifricio in polvere Destinatari Giovani provenienti da orfanotrofi locali Durata Tre mesi

22 9 - BUDGET ECONOMICO PREVENTIVO GENERALE DELLA COSTRUZIONE E DEL PRIMO ANNO DI ATTIVITÁ DEL CENTRO DI FORMAZIONE DI DAROU KHOUDOSS - Asilo completato, comprensivo di impianto elettrico ed idraulico ,00 (vedi dettaglio pagine seguenti) - Banchi e sedie 1.145,00 (falegnameria, ferro e saldature, materiale per l assemblaggio, trasporto e mano d opera) - Costruzione dell ala di formazione pratica 9.600,00 - Costruzione del forno e utensili 1.915,00 (trasporto materiale refrattario da Dakar a Darou Khoudoss, lavori di muratura, mattoni refrattari, cemento refrattario, canna fumaria, fabbro, falegnameria, lavori di manodopera con due operai qualificati) - Costruzione di due parchi giochi 850,00 (legname, utensili per l assemblaggio, fabbro e saldatore) - Materiali didattici 1.500,00 - Materiale per ufficio (pc, stampante, fax) 2.500,00 - Utensili e materie prime per i laboratori pratici 1.850,00 - Piantagione alberi per la creazione di giardino pubblico 450,00 - Costi complessivi salari annuali 5.952,00 (vedi dettaglio pagine seguenti) Sub. Totale: ,00 - Fondo di risparmio aperto in loco: 698,00 Totale ,00

23

24

25 MATAR MBENGUE TRADUZIONE ITALIANA PREVENTIVO Lavori di realizzazione dell impianto elettrico e idraulico, della falegnameria, della saldatura, dell imbiancatura e della costruzione della struttura. Installazione cantiere e pulizia finale 762,00 Lavori di ingegneria civile: - installazione telai di porte e finestre 76,00 - pavimentazione e recupero macerie 640,00 - riparazione fessure 60,00 - installazione di porte e finestre 205,00 Falegnameria: - travi di legno 2.590,00 - putrelle 1.620,00 - lattoneria supporto tetto 1.276,00 - tegole 3.810,00 - controsoffitto e ossatura 1.710,00 - porte 1.303,00 - finestre 548,00 Idraulico: - posa di wc alla turca 213,00 - posa delle docce 213,00 - posa lavabi 256,00 - porta salviette, porta sapone, specchi e porta carta 45,00 Piastrellista: - piastrelle 2.470,00 - colla 182,00 - manodopera 448,00 Pittura: - calce viva 211,00 - pittura ad acqua 1.900,00 Elettricista - collegamenti alla rete esistente 457,00 - cablaggio 304,00 - posa delle prese 213,00 - posa neon 228,00 Muri di recinzione: - aggiustamenti e imbiancatura 1.800,00 Totale ,00

26 COSTI COMPLESSIVI SALARI ANNUALI Spese fisse struttura Dettaglio Spese mensili Spese annuali Custode 41,00 492,00 Direttore 50,00 600,00 Totale: 91, ,00 Spese fisse asilo Dettaglio Spese mensili Spese annuali Prima insegnante 41,00 492,00 Seconda insegnante 41,00 492,00 Terza insegnante 41,00 492,00 Aiuto insegnante 25,00 300,00 Totale: 148, ,00 Spese fisse ambulatorio Dettaglio Spese mensili Spese annuali Responsabile medico 50,00 600,00 Totale: 50,00 600,00 Spese fisse panetteria Dettaglio Spese mensili Spese annuali Primo Insegnante 41,00 492,00 1 Apprendista 25,00 300,00 2 Apprendista 25,00 300,00 3 Apprendista 25,00 300,00 Totale: 116, ,00 Spese fisse saponificio Dettaglio Spese mensili Spese annuali Primo Insegnante 41,00 492,00 1 Apprendista 25,00 300,00 2 Apprendista 25,00 300,00 Totale: 91, ,00 Riepilogo totale: 496, ,00

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per i tuoi regali di Natale scegli di essere al fianco del WFP: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Scegli i tuoi regali aziendali

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Sostegno alla scuola St. Augustine

Sostegno alla scuola St. Augustine Con il ricavato della vendita del calendario del 2014 (2.500 euro), il Fermi ha potuto fare una donazione alla Scuola Secondaria St.Augustin di Isohe (Sud Sudan) per l acquisto di un computer, una stampante,

Dettagli

CONTRIBUTI FIGURATIVI

CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI COSA SONO: I contributi determinano il diritto e l'importo della pensione. SI SUDDIVIDONO IN: - mensili - settimanali - giornalieri Un anno, composto di 12 mesi, comporterà 12 contributi mensili

Dettagli

PARMA PER GLI ALTRI ONG

PARMA PER GLI ALTRI ONG PARMA PER GLI ALTRI ONG «Il bisogno degli Altri, del prossimo che non può attendere il futuro per concretizzarsi. Quando? Ora, ma a piccoli passi : la goccia che riempie i mari, che cade in continuazione,

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DELLE SOVVENZIONI GLOBALI - SUPPLEMENTO

MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DELLE SOVVENZIONI GLOBALI - SUPPLEMENTO ITALIAN (IT) MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DELLE SOVVENZIONI GLOBALI - SUPPLEMENTO Gli sponsor di progetti umanitari e di squadre di formazione professionale finanziati con sovvenzioni globali sono tenuti

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

La Fame: una sfida da affrontare

La Fame: una sfida da affrontare La Fame: una sfida da affrontare La fame nascosta La fame è tra le minacce più grandi dell'umanità. Colpisce oltre 850 milioni di persone in tutto il mondo. Ciononostante, quante volte i giornali pubblicano

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Vicenza e Verona

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA Da dove nasce l'esigenza, per l'unione, di occuparsi di sicurezza sul lavoro? La sicurezza e la salute sul lavoro è uno degli aspetti più importanti

Dettagli

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE?

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? TERRITORIO BENE COMUNE IN MOVIMENTO Camerano, 30 GENNAIO 2015 QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? Maurizio Sebastiani Italia Nostra Marche 1 I RISCHI DELLO «SBLOCCA ITALIA» Sblocca Italia, allarme di Bankitalia:

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Scheda sintetica del progetto arvore da vida

Scheda sintetica del progetto arvore da vida Scheda sintetica del progetto arvore da vida Contesto AVSI collabora con FIAT Brasile dal 2004, con il progetto di responsabilità sociale Arvore da Vida, nelle aree prossime allo stabilimento di Belo Horizonte,

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME Associazione Provinciale di Ravenna ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME COME PENSARE ALLA PROPRIA IDEA D IMPRESA IN 5 STEP 1 STEP UNO RIFLESSIONI PER INDIVIDUARE LE BUSINESS IDEA ALCUNI MODI PER INDIVIDUARE

Dettagli

In paternship con Padre Alberto Missionario del PIME ( Pontificio Istituto Missioni Estere ) PROGETTO CAMBOGIA

In paternship con Padre Alberto Missionario del PIME ( Pontificio Istituto Missioni Estere ) PROGETTO CAMBOGIA In paternship con Padre Alberto Missionario del PIME ( Pontificio Istituto Missioni Estere ) PROGETTO CAMBOGIA A PIEN ROONG Fornire : Arredi scuola Sostegno allo studio e Salute pubblica SPONSOR: Micromondo

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

elettrotecnico/elettrotecnica

elettrotecnico/elettrotecnica Delibera n. 748 del 24.06.2014 ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di elettrotecnico/elettrotecnica 1. Il profilo professionale 2. Durata e titolo conseguibile 3. Referenziazioni

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

I "social protection floors" per la giustizia sociale e una globalizzazione equa

I social protection floors per la giustizia sociale e una globalizzazione equa Conferenza Internazionale del Lavoro 101^ Sessione 2012 IV Rapporto (2B) I "social protection floors" per la giustizia sociale e una globalizzazione equa Quarto punto dell'agenda Ufficio Internazionale

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva INSIEME SI PUÒ per una solidarietà più viva 1 9 9 3-2 0 1 3 Insieme Si Può 1993/2013 Insieme Si Può L Associazione ha lo scopo di sviluppare, favorire ed incentivare l adozione a distanza di bambini bisognosi,

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011.

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Alle Compagnie Ai Comitati Regionali Loro Sedi Rif.: 049/2010. Milano, 1 ottobre 2010. Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Gentile Presidente, con il rinnovo del tesseramento per il 2011, colgo l'occasione

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Per poter lavorare in Italia il cittadino straniero non comunitario deve essere in possesso del permesso di soggiorno rilasciato per

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

Relatore: per.agr. Roberto Nataloni Dlgs 150/2012 Art. 1 Oggetto Il presente decreto definisce le misure per un uso sostenibile dei pesticidi, che sono prodotti fitosanitari come definiti all articolo

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6.

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6. ASSOCIAZIONE MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO REGOLAMENTO CORSA PODISTICA NON COMPETITIVA SU STRADA L Associazione MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO, con il patrocinio del Comune e della Provincia

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli