Presentazione progetto CENTRO DI FORMAZIONE E ACCOGLIENZA PER BAMBINI E GIOVANI IN DIFFICOLTÀ

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Presentazione progetto CENTRO DI FORMAZIONE E ACCOGLIENZA PER BAMBINI E GIOVANI IN DIFFICOLTÀ"

Transcript

1 A STEP FORWARD - ONLUS Walking together for a better future Presentazione progetto CENTRO DI FORMAZIONE E ACCOGLIENZA PER BAMBINI E GIOVANI IN DIFFICOLTÀ DAROU KHOUDOSS / MBORO - SENEGAL Riferimenti e contatti dell Onlus Sede: via dei castani, n Verbania (VB) Telefono internazionale: Telefono italiano: Codice Fiscale: ; Sito web: sito web: Associazione registrata con scrittura Facebook: privata presso A step l Ufficio forward di Verbania il 06/12/2013 Onlus al n della serie terza.

2 INDICE» PRESENTAZIONE» SCHEDA DI SINTESI DEL PROGETTO» IL PROGETTO: 1 - ANALISI DEL CONTESTO 2 - SITUAZIONE LOCALE 3 - DESTINATARI / BENEFICIARI 4 - OBIETTIVI PREVISTI / RISULTATI ATTESI 5 - BREVE DESCRIZIONE DELL INIZIATIVA PROGETTUALE 6 - IL PARTENARIATO / NETWORK COINVOLTO 7 - TEMPI DI AVVIO E TERMINE 8 - DESCRIZIONE DELLE AZIONI 9 - BUDGET ECONOMICO 10 - IMMAGINI PRIMA FASE PROGETTAZIONE» SOSTIENI L ASSOCIAZIONE» BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO

3 PRESENTAZIONE In seguito ad un viaggio sulla costa del Senegal nel 2013, Roberto Iori, divenuto il presidente dell associazione, è personalmente entrato in contatto con la difficile realtà locale delle aree rurali, caratterizzata da un'elevata presenza di insediamenti abitativi legati principalmente ad un'economia di sussistenza. La maggior parte della popolazione residente vive in condizioni di indigenza, a causa delle peculiari caratteristiche del territorio: la scarsità di vie di comunicazione, un sensibile inquinamento dei suoli e delle aree di pesca e una rete di traffici commerciali non adeguata al fabbisogno umano, a cui si sommano il basso tasso di scolarizzazione e le alte quote di disoccupazione giovanile. L'esperienza fatta sul campo ha fatto riflettere circa la possibilità di fondare, una volta rientrato in Italia, un'associazione di cooperazione allo sviluppo che potesse concretamente contribuire all'inserimento professionale dei giovani in cerca di una prima occupazione. Ecco perché nel Dicembre del 2013 nasce ufficialmente A Step Forward, una Onlus fondata allo scopo di favorire l'istruzione ed il successivo inserimento professionale dei giovani in difficoltà, attraverso la creazione di un Centro Polifunzionale di Formazione e Accoglienza (CPFA) da realizzarsi all'interno del villaggio di Darou Khoudoss/Mboro, nel dipartimento di Tivaouane, in Senegal. L'area di intervento non è stata scelta a caso: nelle immediate vicinanze del villaggio si trova infatti uno dei siti di produzione della più grande industria chimica nazionale, le Industries Chimiques du Senegal (I.C.S.), che, attualmente di proprietà del Governo, è una delle realtà industriali più significative all'interno del panorama produttivo del Senegal. La compagnia di stato però sta attraversando un periodo di crisi, motivo per cui il Governo di Dakar sta valutando la possibilità di nazionalizzare la società, vendendola ad un consorzio privato che si spera possa garantire la stabilità dei molti posti di lavoro, oggi a rischio. Altro aspetto degno di menzione è la presenza, proprio all'interno del villaggio di Khoudoss, di una struttura muraria in stato d'abbandono, ex proprietà delle stesse Industrie I.C.S., attualmente donata all'associazione Garab-Gui, partner nel progetto con A Step Forward. Tale struttura trovandosi nel centro del paese era destinata in origine a diventare un asilo, che purtroppo non è mai stato realizzato; è intenzione dell Onlus A Step Forward ristrutturare lo stabile e destinarlo a centro di formazione e accoglienza per i bambini e giovani in difficoltà. Questo Centro Polifunzionale di Formazione e Accoglienza (CPFA) sarà una struttura dinamica in grado di riunire al proprio interno diversi profili e diverse professionalità

4 specifiche, garantendo così un avanzamento (a step forward) delle opportunità di studio, di impiego e di commercio a disposizione delle fasce più giovani e più vulnerabili del villaggio. Se nelle intenzioni progettuali il CPFA è primariamente rivolto ai giovani senza lavoro presenti nella zona, è altrettanto vero che in qualità di "serbatoio di buone pratiche", si propone altresì di essere un vero e proprio polo tecnico di riferimento, in grado di fare da volano per lo sviluppo economico e professionale dell'intera comunità di Khoudoss. Nel quadro di un atteso rilancio degli investimenti economici nel vicino impianto produttivo da parte dell'azienda, la proposta progettuale di A Step Forward potrebbe inserirsi nel solco della c.d. "Responsabilità Sociale d'impresa" - concetto già molto in voga tra le multinazionali impegnate nello sfruttamento delle risorse strategiche - in quanto efficace meccanismo di salvaguardia dell'immagine aziendale attraverso la promozione di opere di utilità sociale in favore delle comunità. I soci di A Step Forward Roberto Iori, presidente. Diplomato con attestato di confettiere, pasticcere presso CPT, Centro di formazione professionale di Lugano, Svizzera. Lavora come pasticcere presso Confiserie al Porto, Locarno. Roberta Borgotti, vice presidente. Laureata presso l Università degli Studi di Torino, Facoltà di Lettere Moderne. Insegnante di lingua inglese e italiana presso centro di formazione permanente, Verbania. Valentina Pedretti, tesoriere. Laureata presso il Politecnico di Milano, Facoltà del design. Libera professionista, lavora come progettista di interni, grafica e web design. Erika Bardi, segretario. Laureata presso l Università degli Studi di Torino, Facoltà di Psicologia. Attualmente collabora per ricerche e progetti per l Uganda.

5 SCHEDA DI SINTESI DEL PROGETTO Titolo Centro di Formazione e Accoglienza per bambini e giovani in difficoltà Obiettivi Ristrutturazione edificio esistente Alfabetizzazione Creazione di posti di lavoro Sanità Formazione professionale Risultati attesi Lavoro per gli artigiani locali nella fase di ristrutturazione Riduzione dell'analfabetismo Riduzione della disoccupazione Educazione della popolazione locale alla prevenzione sanitaria Autosostentamento della popolazione attraverso corsi e laboratori professionali Destinatari Popolazione locale Bambini e giovani provenienti da orfanotrofi Madri in difficoltà Durata 9 mesi: ristrutturazione edificio esistente 3 mesi: assunzione e formazione del personale 3 mesi: avviamento dell asilo e dell ambulatorio 3 mesi: avviamento dei corsi professionali Partenariato Associazione Garab-Gui Finanziamento richiesto Euro

6 IL PROGETTO 1 - ANALISI DEL CONTESTO La Repubblica del Senegal è uno stato dell'africa occidentale con un territorio di circa km quadrati, la popolazione ammonta a circa 13 milioni di abitanti, la cui densità è intorno a 68 abitanti/km². La popolazione si addensa dove migliori sono le condizioni ambientali, vale a dire lungo la fascia costiera e nell'immediato entroterra. La città più grande del paese è la capitale Dakar, che conta circa 2,6 milioni di abitanti e concentra una buona parte della popolazione urbana del paese. Si evidenziano differenti etnie, predominante è quello dei Wolof, che costituisce circa il 43% della popolazione (a seguire: Fula 23% e Sérèr 15%). La religione maggiormente praticata è quella islamica (90%). La storia del Senegal è segnata dall epoca del colonialismo e dal fenomeno della tratta degli schiavi: i navigatori portoghesi arrivarono nel 1444 e si stabilirono nel nord del paese lungo il fiume Senegal. In seguito, verso la fine del 1600, arrivarono gli Olandesi e i Francesi. Nel 1700 l isola di Goreé, che si trova di fronte a Dakar, divenne il maggior centro di smistamento degli schiavi africani imbarcati verso l America; per fare ciò i francesi si avvalsero della collaborazione dei Wolof, che li trovarono estremamente affidabili, tanto da assegnare loro compiti rilevanti all'interno della gestione delle colonie nella pubblica amministrazione. Nel 1895 il Senegal divenne ufficialmente uno stato facente parte dell Africa Occidentale Francese e fu solamente nel 1960 che divenne indipendente come stato membro della confederazione del Mali. Dopo 4 mesi di conflitti interni, il 29 agosto 1960 il Senegal si separò e furono create due repubbliche distinte. Il primo presidente fu Leopold Sedar Senghor che guidò il paese fino al 1981, anno in cui si ritirò volontariamente dopo aver governato attraverso una democrazia multipartitica con un regime autoritario. Quell anno salì al potere Abdou Diouf che governò il paese per altri 20 anni. Durante il suo mandato promosse una politica liberista che portò anche alla vendita di imprese statali. Nel marzo 2000 Abdulaye Wade, facente parte del partito dell opposizione, vinse le elezioni. Nel gennaio 2001 fu votata la nuova costituzione che legalizzava i partiti dell opposizione ed equiparava i diritti delle donne a quelli degli uomini. Da marzo 2012 è Macky Sall il nuovo presidente della Repubblica del Senegal. Grazie alla sua storia, relativamente pacifica soprattutto rispetto ad altre zone del continente, il Senegal, dal punto di vista economico, appare come una delle nazioni africane meno fragili, con un discreto livello di sviluppo del settore industriale (industria manifatturiera ed estrattiva) e dei servizi (nel Senegal hanno la sede numerose istituzioni finanziarie africane). L'agricoltura, che occupa la maggior parte della popolazione attiva, è abbastanza diversificata ed efficiente anche se si osserva ancora un'eccessiva dipendenza dalla coltura dell'arachide, retaggio del passato coloniale. Il sottosuolo

7 fornisce fosfati minerali di titanio e recentemente sono stati trovati importanti giacimenti petroliferi. Le industrie principali sono quelle alimentari e tessili, ma è in crescita l'industria chimica. Nonostante la sua stabilità politica e il relativo benessere economico, il Paese è affetto da deficit alimentare, aggravato dalla crescita demografica e dalla divergenza tra sistema di produzione e prodotti consumati: i senegalesi non producono ciò che mangiano. La precarietà della vita delle famiglie senegalesi si è tradotta in una diminuzione del potere d'acquisto in virtù di un aumento dei prezzi. Le famiglie che vivono in zone urbane hanno assistito a una modifica della propria alimentazione e della struttura dei consumi. Allo stesso modo, le famiglie rurali consumano meno carne e meno pesce e maggiore quantità di pane. Un fattore strettamente connesso a questa situazione economica è l'emergere di un'economia informale, provocato soprattutto dallo scarso potere d'acquisto e dall'aumento della disoccupazione. Dunque le buone performance dell economia di questi ultimi anni non hanno avuto effetti significativi sulle condizioni di vita della popolazione; i problemi sociali rimangono largamente irrisolti: gli elevati tassi di disoccupazione continuano ad alimentare l economia parallela e spesso illegale nella quale le donne sono spesso vittime di violenti sfruttamenti e private dei loro diritti inalienabili. Più della metà dei senegalesi vive ancora sotto la soglia di povertà, la disoccupazione è elevata e l accesso ai servizi resta problematico. Il Senegal è uno dei 20 paesi più poveri del mondo secondo l indice di sviluppo umano, figura tra i Paesi meno Avanzati (PMA) e, secondo il Rapporto Mondiale sullo Sviluppo umano, occupa il 166 posto su 182. ALTRE STATISTICHE In Senegal l analfabetismo riguarda il 50% della popolazione. Dagli anni 80 si sono cominciate a registrare un numero di partenze superiori rispetto al numero di immigranti stranieri in entrata. Questo cambiamento è da considerarsi un evoluzione drammatica per il Senegal, perché il Paese, e Dakar in particolare, ha avuto da sempre una storia di accoglienza dei migranti africani. Al contrario i senegalesi si spostano raramente. La migrazione, nella maggior parte dei casi clandestina, è stata una risposta alla crisi economica interna, già citata in precedenza. Un terzo della popolazione vive sotto la soglia di povertà, due terzi vive con meno di due dollari al giorno. La mortalità infantile è di 37 su 221, 27 su 183 per mortalità materna. L aspettativa di vita è di 60 anni, posizionando il Paese al 188 posto su 220.

8 2 - SITUAZIONE LOCALE Il villaggio di Darou Khoudoss/Mboro del dipartimento di Tivaouane. Tivaouane è una cittadina di circa trentamila abitanti, attraversata da un unica strada che dalla capitale, Dakar, (circa 80 km a sud) porta a Saint-Louis. Durante i primi anni del 900 Tivaouane fu la quinta città del Senegal per estensione e popolazione, ma nei decenni a seguire essa non ha saputo camminare al passo con altre città. Oggi, pur essendo capoluogo della provincia di Tivaouane, nella regione di Thies, e ospitando eventi religiosi importantissimi come la festa del Gamou che attira nella cittadina milioni di musulmani, rimane una piccola cittadina cresciuta con le stesse caratteristiche di un grande villaggio. É per questo motivo che l economia della zona rimane basata sulla coltivazione dell arachide e sul lavoro agricolo di sussistenza. Importante per la città è invece la linea ferroviaria che la attraversa: è una delle due esistenti in Senegal e collega Dakar a Saint-Louis; si tratta però di una linea destinata al solo trasporto di merci, perlopiù dei fosfati: non lontano da Tivaouane, verso il mare, si trova una grande miniera di fosfati estratti da una joint venture indo-senegalese. Spesso anche la strada principale di Tivaouane è percorsa da camion poco sicuri e stipati di fosfati diretti alle industrie o al porto della capitale. Talvolta questi camion perdono parte del carico a causa della strada dissestata o di un incidente, rilasciando nell aria sostanze chimiche nocive per le vie respiratorie. Ad esclusione della strada nazionale N2, diretta a Saint-Louis, le altre strade della città versano in condizioni precarie. A Tivaouane si trovano numerose scuole, principalmente di primo e secondo grado. Non esistono invece asili o scuole materne, e così i bambini rimangono con le donne di casa fino ai sei anni, quando inizia il ciclo delle elementari. La città è dotata di un ospedale di recente costruzione. Nello specifico, il villaggio di Darou Khoudoss conta poco meno di persone ed un unico pozzo a garantire loro l accesso all acqua.

9 3 - DESTINATARI / BENEFICIARI Il progetto è indirizzato collateralmente all intera popolazione del villaggio di Darou Khoudoss e dintorni, dal momento che la struttura sarà polifunzionale e comprenderà un ambulatorio/dispensario ad accesso libero, un polo di formazione e vendita dei prodotti del quale usufruire sia come acquirenti che, nei casi di vulnerabilità maggiore, come fruitori dei servizi di formazione e dei posti di lavoro disponibili. Nell ambito del progetto si sviluppa la scuola materna a cui potranno accedere i bambini di età compresa tra i 4 ed i 6 anni, residenti nel villaggio e nel circondario, con priorità a coloro che provengono da situazioni di disagio/vulnerabilità socio familiare. Il centro di formazione per la panificazione, saponificazione e produzione della carta sarà dedicato nello specifico agli adolescenti (dai anni) che, avendo raggiunto l età di uscita dai Daara (le discusse scuole coraniche che dovrebbero formare i bambini dal punto di vista religioso, ma in cui talvolta si osservano casi di sfruttamento, mendicità e malnutrizione), si trovano soli di fronte ad una situazione di precarietà causata dal forte tasso di disoccupazione e dalla mancanza di un adeguato livello di istruzione. Questi ragazzi saranno i principali utenti dei servizi di formazione, con l obiettivo di fornire loro una competenza professionale e una fonte di reddito di sussistenza. Insieme a loro si potrà valutare se includere nei percorsi formativi anche giovani donne vulnerabili al contesto sociale, poiché ragazze madri in condizioni economiche al di sotto della soglia di povertà. Individuazione dell area geografica Ubicazione della struttura

10 4 - OBIETTIVI PREVISTI / RISULTATI ATTESI L'associazione si prefissa di portare a termine la ristrutturazione del centro polivalente nel corso dell'anno 2015 attraverso la ristrutturazione del tetto, l installazione dell impianto elettrico ed idraulico, la posa della pavimentazione, l imbiancatura e l allestimento interno con oggetti di prima necessità. In seguito a ciò si è definito di offrire lavoro a disoccupati già formati e specializzati nelle aree circostanti attraverso colloqui e selezioni garantendo un contratto di lavoro regolare, in modo da riuscire così ad avviare l asilo, l ambulatorio e i corsi professionali che si suddivideranno nei seguenti ambiti: produzione prodotti panari/dolciari; produzione sapone antimalarico; produzione carta con prodotti locali naturali; (paglia, banane, ananas); produzione dentifricio in polvere. Dopo questa fase di coordinamento e avviamento del centro, le Associazioni lasceranno piena autonomia alla struttura organizzativa locale che si sarà formata, in modo da potersi autogestire e autosostentare come una nuova piccola economia locale.

11 5 - BREVE DESCRIZIONE DELL INIZIATIVA PROGETTUALE L associazione A step Forward si propone di portare a termine la costruzione dell edificio al momento abbandonato, aggiungendo strutture adiacenti per migliorarne ed ampliarne l efficienza. L obiettivo è di avviare una struttura polifunzionale, che comprenda diversi dipartimenti: infanzia, formazione (produzione artigianale), salute. All interno del dipartimento infanzia ripristineremo la scuola materna che garantisce l avviamento all istruzione, permettendo la creazione di posti di lavoro per le donne del luogo. Il dipartimento di formazione per la produzione artigianale ha l obiettivo di formare i giovani (dai 14 anni) nella fase di uscita dalla scuola coranica e spesso in situazione di vulnerabilità socio-familiare e le donne che necessitino di sostegno/rendita economica, provvedendo, se necessario, anche alla loro alfabetizzazione. La formazione sarà di tipo pratico (apprendistato), all interno dei laboratori di panetteria, saponificazione e produzione di carta; i prodotti ottenuti potranno poi essere commercializzati per contribuire all auto-sostentamento del centro. Il dipartimento salute si propone di fornire cure di base alla popolazione, all interno dell ambulatorio, che sarà anche luogo di lavoro per gli specialisti che presteranno servizio volontario a rotazione. Fotografia della struttura abbandonata (Ottobre 2013).

12 DIPARTIMENTO DI FORMAZIONE: APPROFONDIMENTO SULLA PRODUZIONE PANARIA E CONSERVAZIONE DEI CIBI Il progetto di produzione panaria consiste innanzitutto nella costruzione di un forno artigianale a legna, in grado di soddisfare il fabbisogno del villaggio stesso. L obiettivo è di formare, con corsi teorici e pratici, giovani panettieri e pasticceri, provenienti da orfanotrofi locali. I temi didattici toccheranno i punti fondamentali dell alimentazione e in generale le tecniche di conservazione dei cibi e delle derrate alimentari, non ancora note alla popolazione locale. Le lezioni saranno fondamentali per educare gli abitanti a una sana ed equilibrata alimentazione, che, nella conformazione attuale, crea ancora gravi problemi e scompensi soprattutto nei bambini e nelle donne in stato di gravidanza. Le tecniche di conservazione principali che intendiamo sviluppare sono l essicazione, la canditura e la lavorazione della frutta stagionale per creare prodotti come marmellate, confetture, caramelle e frutta candita. Il laboratorio di panetteria, invece, cercherà di migliorare l alimentazione in modo diretto: il nostro obiettivo, è quello di creare un pane nutriente, da distribuire principalmente ai bambini, alle madri e ai lavoratori. Le caratteristiche di questo pane saranno fondamentali nell alimentazione quotidiana, perché integreremo direttamente nel processo di impastatura, delle miscele di farine non ancora utilizzate in questo Paese: oltre alla classica farina di grano tenero, misceleremo farina di grano turco, miglio, tapioca, riso e patata. Dalla nostra esperienza diretta, abbiamo infatti costatato che la popolazione di Umbuno, in Senegal, ha gradualmente abbandonato l utilizzo del pane classico, ricco di eccipienti chimici poco nutritivi, per consumare questo tipo di pane ai cinque cereali o panpatata. I primi consumatori più che soddisfatti del nuovo pane sono stati proprio coloro che di energia vivono e sopravvivono: pescatori, contadini e studenti. Questi laboratori creeranno un nuovo piccolo commercio all interno del villaggio e aiuteranno a sostenere i costi e le spese dello stesso dipartimento di formazione alimentare.

13 DIPARTIMENTO SALUTE PRODUZIONE DI SAPONE ANTISETTICO MEDICINALE E DENTIFRICIO IN POLVERE Per la realizzazione del Centro Polifunzionale di Formazione e Accoglienza del villaggio di Khoudoss/Mboro questo è un punto fondamentale: la creazione di laboratori per la realizzazione di prodotti destinati alla sanità. Sapone a base di Neem: L olio di Neem è estratto dalla pianta Azadirachta Melia; pur essendo poco conosciuto è un prodotto terapeutico naturale eccezionale. È utilizzato nella medicina alternativa per svariate cure ed è considerato tra i migliori antiparassitari naturali nell agricoltura biologica. I suoi impieghi nel campo della medicina sono numerosi: presenta infatti proprietà antivirali, antibatteriche, antiparassitarie, antisettiche e antifungine. Può essere presente all interno di preparazioni erboristiche e di cosmetici naturali come dentifrici, saponi e creme. La scienza sta attualmente studiando le proprietà che gli antichi avevano già individuato riguardo all olio di Neem e ne hanno confermato tra l altro la capacità di favorire l attività del sistema immunitario e di combattere infezioni virali, batteriche e fungine. La lavorazione, l estrazione e la distribuzione di questo prodotto negli orfanotrofi e nelle zone a rischio può prevenire e curare malattie quali herpes, psoriasi e mal di orecchie; può inoltre essere impiegato come antizanzara (malaria), antipulci, anti acaro e sarà efficace per guarire cicatrici e malattie gengivali. Il Neem è presente su tutto il territorio senegalese ed è, insieme al baobab, la pianta nazionale. Considerando questo vantaggioso aspetto dal punto di vista economico e sanitario, intendiamo creare un laboratorio in grado di estrarlo naturalmente e realizzare una linea di prodotti destinati alla medicina e all agricoltura biologica. Anche questo progetto darà lavoro a molte persone che saranno impegnate per la raccolta, la lavorazione e la vendita, creando un mercato unico e alternativo nei paesi circostanti. A giovarne saranno principalmente gli stessi orfani che, mendicando per la strada e vivendo in situazioni igieniche drammatiche, incontrano quotidianamente molte di queste malattie.

14 6 - IL PARTENARIATO / NETWORK COINVOLTO In questa sezione sono elencati i soggetti coinvolti ed i rispettivi ruoli. Soggetto Ruolo e funzioni nel progetto Associazione A step Forward Associazione Garab-Gui Raccolta fondi, coordinamento e gestione del centro polivalente. Controllo dei lavori di ristrutturazione, gestione dei rapporti con le autorità locali e del centro polivalente. L Associazione Garab-Gui (Albero della vita) è stata fondata il 3 aprile 2011 al seggio della Comunità rurale di Darou Khoudoss. Per sensibilizzare la popolazione sull importanza di un corretto smaltimento dei rifiuti, la sua prima attività, datata 6 giugno 2011, ha coinvolto tutta la popolazione del villaggio per la raccolta di essi; infatti il villaggio ancora non ha un servizio che si occupa dello smaltimento. Inoltre durante la giornata sono stati proiettati documentari sui rischi sanitari e sulla prevenzione della malaria e la distribuzione di zanzariere. Il 17 giugno 2011: una giornata medica di consultazione gratuita, donazione del sangue, test dell HIV, test del diabete e circoncisione dei bambini del villaggio. Il 12 settembre 2011 l Associazione organizza una giornata ecologica: si piantano alberi nel parco del liceo pubblico e nella scuola elementare privata del villaggio. Il 28 settembre 2011 celebra la giornata mondiale della pace con la distribuzione dei diplomi di riconoscenza a tutti i volontari delle attività benefiche e dei partner. Termina la serata con un gran concerto musicale eseguito dalla banda regionale e da uno spettacolo teatrale sul tema ambientale. Il 29 dicembre 2011 distribuisce regali di Natale ai bambini circoncisi durante la giornata medica. Il 4 Aprile 2012 il movimento Garab-Gui rappresenta la comunità di Darou alla festa dell indipedenza del Paese; forma una squadra di majorette che sfila di fronte alle autorità locali alla parata civile militare.

15

16

17

18 7 - TEMPI DI AVVIO E TERMINE DEL PROGETTO L inizio dell attività progettuale è stato definito per il giorno 01/02/2014. La durata complessiva del progetto di ristrutturazione sarà di 12 mesi, vale a dire dal mese di giugno 2014 al mese di giugno Nello schema seguente è presentata la tempistica del progetto, evidenziando la durata di ogni singola fase di lavoro. Tempistica del progetto Coordinamento progetto 2014 Gen Fe Ma Ap Ma Gi Lu Ag Se Ot No Dic Azione n. 1 ristrutturazione Azione n. 2 assunzione personale Azione n. 3 avviamento asilo ed ambulatorio Azione n. 4 avviamento corsi formativi

19 8 - DESCRIZIONE DELLE AZIONI Il progetto sarà articolato in 4 fasi (azioni) di lavoro fra loro integrate:» Coordinamento del progetto» Azione n. 1 ristrutturazione edificio esistente» Azione n. 2 assunzione del personale» Azione n. 3 avviamento dell'asilo e dell'ambulatorio» Azione n. 4 avviamento dei corsi professionali di panetteria e laboratori di produzione sapone antimalarico. Coordinamento del progetto Dettagli e note esplicative Obiettivi specifici Ripristino struttura Attività Educativa, sanitaria Formazione professionale Destinatari Giovani orfani e disagiati, madri in difficoltà, Durata 12 mesi

20 Azione n. 1 Ristrutturazione Dettagli e note esplicative Obiettivi specifici Completamento della struttura Attività Ristrutturazione del tetto Installazione impianto idraulico ed elettrico Posa pavimentazione Imbiancatura Allestimento interno Destinatari Centro polivalente Durata Nove mesi Azione n. 2 Assunzione personale Dettagli e note esplicative Obiettivi specifici Dare lavoro a disoccupati già formati e specializzati nelle aree circostanti Attività Colloqui e selezioni Creazione di un contratto di lavoro regolare Destinatari Disoccupati locali Durata Tre mesi

21 Azione n. 3 Avviamento asilo e ambulatorio Dettagli e note esplicative Obiettivi specifici Ridurre l'analfabetismo e prevenire malattie infantili Attività Alfabetizzazione bambini e madri disagiate Avviamento del primo ambulatorio sanitario locale Destinatari La popolazione indigena Durata Tre mesi Azione n. 4 Corsi professionali Dettagli e note esplicative Obiettivi specifici Avviamento di laboratori professionali Attività Produzione prodotti panari/dolciari Produzione sapone antimalarico Produzione carta con prodotti locali naturali (paglia, banane, ananas) Produzione dentifricio in polvere Destinatari Giovani provenienti da orfanotrofi locali Durata Tre mesi

22 9 - BUDGET ECONOMICO PREVENTIVO GENERALE DELLA COSTRUZIONE E DEL PRIMO ANNO DI ATTIVITÁ DEL CENTRO DI FORMAZIONE DI DAROU KHOUDOSS - Asilo completato, comprensivo di impianto elettrico ed idraulico ,00 (vedi dettaglio pagine seguenti) - Banchi e sedie 1.145,00 (falegnameria, ferro e saldature, materiale per l assemblaggio, trasporto e mano d opera) - Costruzione dell ala di formazione pratica 9.600,00 - Costruzione del forno e utensili 1.915,00 (trasporto materiale refrattario da Dakar a Darou Khoudoss, lavori di muratura, mattoni refrattari, cemento refrattario, canna fumaria, fabbro, falegnameria, lavori di manodopera con due operai qualificati) - Costruzione di due parchi giochi 850,00 (legname, utensili per l assemblaggio, fabbro e saldatore) - Materiali didattici 1.500,00 - Materiale per ufficio (pc, stampante, fax) 2.500,00 - Utensili e materie prime per i laboratori pratici 1.850,00 - Piantagione alberi per la creazione di giardino pubblico 450,00 - Costi complessivi salari annuali 5.952,00 (vedi dettaglio pagine seguenti) Sub. Totale: ,00 - Fondo di risparmio aperto in loco: 698,00 Totale ,00

23

24

25 MATAR MBENGUE TRADUZIONE ITALIANA PREVENTIVO Lavori di realizzazione dell impianto elettrico e idraulico, della falegnameria, della saldatura, dell imbiancatura e della costruzione della struttura. Installazione cantiere e pulizia finale 762,00 Lavori di ingegneria civile: - installazione telai di porte e finestre 76,00 - pavimentazione e recupero macerie 640,00 - riparazione fessure 60,00 - installazione di porte e finestre 205,00 Falegnameria: - travi di legno 2.590,00 - putrelle 1.620,00 - lattoneria supporto tetto 1.276,00 - tegole 3.810,00 - controsoffitto e ossatura 1.710,00 - porte 1.303,00 - finestre 548,00 Idraulico: - posa di wc alla turca 213,00 - posa delle docce 213,00 - posa lavabi 256,00 - porta salviette, porta sapone, specchi e porta carta 45,00 Piastrellista: - piastrelle 2.470,00 - colla 182,00 - manodopera 448,00 Pittura: - calce viva 211,00 - pittura ad acqua 1.900,00 Elettricista - collegamenti alla rete esistente 457,00 - cablaggio 304,00 - posa delle prese 213,00 - posa neon 228,00 Muri di recinzione: - aggiustamenti e imbiancatura 1.800,00 Totale ,00

26 COSTI COMPLESSIVI SALARI ANNUALI Spese fisse struttura Dettaglio Spese mensili Spese annuali Custode 41,00 492,00 Direttore 50,00 600,00 Totale: 91, ,00 Spese fisse asilo Dettaglio Spese mensili Spese annuali Prima insegnante 41,00 492,00 Seconda insegnante 41,00 492,00 Terza insegnante 41,00 492,00 Aiuto insegnante 25,00 300,00 Totale: 148, ,00 Spese fisse ambulatorio Dettaglio Spese mensili Spese annuali Responsabile medico 50,00 600,00 Totale: 50,00 600,00 Spese fisse panetteria Dettaglio Spese mensili Spese annuali Primo Insegnante 41,00 492,00 1 Apprendista 25,00 300,00 2 Apprendista 25,00 300,00 3 Apprendista 25,00 300,00 Totale: 116, ,00 Spese fisse saponificio Dettaglio Spese mensili Spese annuali Primo Insegnante 41,00 492,00 1 Apprendista 25,00 300,00 2 Apprendista 25,00 300,00 Totale: 91, ,00 Riepilogo totale: 496, ,00

Presentazione progetto CENTRO DI FORMAZIONE E ACCOGLIENZA PER BAMBINI E GIOVANI IN DIFFICOLTÀ

Presentazione progetto CENTRO DI FORMAZIONE E ACCOGLIENZA PER BAMBINI E GIOVANI IN DIFFICOLTÀ Onlus A STEP FORWARD Walking together for a better future Presentazione progetto CENTRO DI FORMAZIONE E ACCOGLIENZA PER BAMBINI E GIOVANI IN DIFFICOLTÀ DAROU KHOUDOSS / MBORO - SENEGAL Riferimenti e contatti

Dettagli

PREVENTIVO GENERALE DELLA COSTRUZIONE E DEL PRIMO ANNO DI ATTIVITÁ DEL CENTRO DI FORMAZIONE DI DAROU KHOUDOSS

PREVENTIVO GENERALE DELLA COSTRUZIONE E DEL PRIMO ANNO DI ATTIVITÁ DEL CENTRO DI FORMAZIONE DI DAROU KHOUDOSS BUDGET ECONOMICO PREVENTIVO GENERALE DELLA COSTRUZIONE E DEL PRIMO ANNO DI ATTIVITÁ DEL CENTRO DI FORMAZIONE DI DAROU KHOUDOSS - Asilo completato, comprensivo di impianto elettrico ed idraulico 23.540,00

Dettagli

FIORI CHE RINASCONO Etiopia

FIORI CHE RINASCONO Etiopia FIORI CHE RINASCONO Etiopia Il Sole Onlus Soprattutto i bambini Nel 1997 nasce l Associazione Il Sole Onlus. La sua mission è garantire ai bambini di tutto il mondo pari opportunità e dignità, indipendentemente

Dettagli

ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso

ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

SAAT SCHOOL STEP AHEAD ALL TOGETHER. Un passo avanti tutti insieme! ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO O.N.L.U.S. www.unagocciaperilmondo.

SAAT SCHOOL STEP AHEAD ALL TOGETHER. Un passo avanti tutti insieme! ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO O.N.L.U.S. www.unagocciaperilmondo. SAAT SCHOOL STEP AHEAD ALL TOGETHER Un passo avanti tutti insieme! ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO O.N.L.U.S. www.unagocciaperilmondo.org LA NOSTRA STORIA 2002 Prende vita l associazione UNA GOCCIA PER IL

Dettagli

Mani Unite Onlus. Sintesi attività 2014

Mani Unite Onlus. Sintesi attività 2014 Mani Unite Onlus Nel 2014 le attività svolte in Mozambico, oltre ad essere state realizzate come negli anni precedenti nell ambito degli obiettivi istituzionali (sostegno scolastico e nutrizionale), si

Dettagli

ADOZIONI A DISTANZA Etiopia

ADOZIONI A DISTANZA Etiopia ADOZIONI A DISTANZA Etiopia Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

garderie unautrem nde Gibraltar 2 villa n 313 dakar - Tel 00221.77577 45 54 www.garderieunautremonde.org

garderie unautrem nde Gibraltar 2 villa n 313 dakar - Tel 00221.77577 45 54 www.garderieunautremonde.org garderie unautrem nde Gibraltar 2 villa n 313 dakar - Tel 00221.77577 45 54 www.garderieunautremonde.org UNALTROapprendimento Il software per leggere il Qr funziona su tutti i cellulari con fotocamera

Dettagli

L Associazione MWENDO Cammino insieme presenta il DOCUMENTO DI PROGETTO PROGRAMMA DI SOSTEGNO A DISTANZA NEL DISTRETTO DI WASA IRINGA, TANZANIA

L Associazione MWENDO Cammino insieme presenta il DOCUMENTO DI PROGETTO PROGRAMMA DI SOSTEGNO A DISTANZA NEL DISTRETTO DI WASA IRINGA, TANZANIA L Associazione MWENDO Cammino insieme presenta il DOCUMENTO DI PROGETTO PROGRAMMA DI SOSTEGNO A DISTANZA NEL DISTRETTO DI WASA IRINGA, TANZANIA Definizione del contesto paese Tanzania Popolazione: 42.746.620

Dettagli

ASSOCIAZIONE PROGETTO BAOBAB

ASSOCIAZIONE PROGETTO BAOBAB L Associazione è nata nell aprile 2009 dalla volontà di due persone residenti a Milano, di nazionalità italiana e senegalese, uniti da una profonda amicizia e dalla condivisione dell idea che la formazione

Dettagli

Mani Unite. Unite Onlus. Sintesi attività 2011

Mani Unite. Unite Onlus. Sintesi attività 2011 Mani Unite Unite Onlus Presentiamo anche quest anno, come doverosa consuetudine, la sintesi delle attività realizzate nel corso del 2011 a favore dei bambini che soffrono ingiustizie, fame e carenze non

Dettagli

ADOZIONI A DISTANZA India

ADOZIONI A DISTANZA India ADOZIONI A DISTANZA India Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

Testi semplificati di tecnologia

Testi semplificati di tecnologia Testi semplificati di tecnologia Presentazione Le pagine seguenti contengono testi semplificati su: materie prime; lavoro; agricoltura; alimentazione; energia; inquinamento. Per ogni argomento i testi

Dettagli

SOGNI DA RIACCENDERE Benin

SOGNI DA RIACCENDERE Benin SOGNI DA RIACCENDERE Benin Il Sole Onlus Soprattutto i bambini Nel 1997 nasce l Associazione Il Sole Onlus. La sua mission è garantire ai bambini di tutto il mondo pari opportunità e dignità, indipendentemente

Dettagli

L acqua risorsa vitale Senegal, un esperienza di volontariato con LVIA Liceo Scientifico Vittorio Veneto di Milano Ettore Merigioli Ettore Merigioli Milano,4 Feb.05 Indice presentazione Introduzione ONG

Dettagli

LA TUA AZIENDA NEL SUD DEL MONDO: UN VERO TESTIMONIAL DEI NOSTRI PROGETTI

LA TUA AZIENDA NEL SUD DEL MONDO: UN VERO TESTIMONIAL DEI NOSTRI PROGETTI LA TUA AZIENDA NEL SUD DEL MONDO UN VERO TESTIMONIAL DEI NOSTRI PROGETTI Una proposta aziendale a sostegno dei progetti di AMKA Onlus nella Rep. Dem. del Congo e della campagna volontari 2014: Non Saranno

Dettagli

I PROGETTI ADOTTATI DA 4CITIES4DEV cibo buono, pulito e giusto: l esperienza delle comunità del cibo

I PROGETTI ADOTTATI DA 4CITIES4DEV cibo buono, pulito e giusto: l esperienza delle comunità del cibo I PROGETTI ADOTTATI DA 4CITIES4DEV cibo buono, pulito e giusto: l esperienza delle comunità del cibo Orti comunitari di N Ganon e Nangounkaha, Costa d Avorio Foto Archivio Slow Food Progetto Slow Food

Dettagli

DATI DI SINTESI. Diocesi di Ngong RESPONSABILE LOCALE DEL PROGETTO BENEFICIARI DEL PROGETTO

DATI DI SINTESI. Diocesi di Ngong RESPONSABILE LOCALE DEL PROGETTO BENEFICIARI DEL PROGETTO DATI DI SINTESI TITOLO DEL PROGETTO Chi ben comincia.sostegno all infanzia prescolare di Kandisi (Kenya) LUOGO DEL PROGETTO Località di Kandisi Parrocchia Cattolica di Kandisi (Nairobi Kenya) COSTO DEL

Dettagli

Sogni da riaccendere Benin

Sogni da riaccendere Benin Sogni da riaccendere Benin Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

Centro Missionario Diocesano - Trento. Alla ricerca del bene comune. Crescere insieme oltre le visioni parziali. I.R.

Centro Missionario Diocesano - Trento. Alla ricerca del bene comune. Crescere insieme oltre le visioni parziali. I.R. Centro Missionario Diocesano - Trento I.R. Alla ricerca del bene comune. Crescere insieme oltre le visioni parziali. Progetto Anno Pastorale 2008/2009 ALLA RICERCA DEL BENE COMUNE! Ma cos è questo bene

Dettagli

I BIGLIETTI DI NATALE DI FATA: gli auguri che valgono di più

I BIGLIETTI DI NATALE DI FATA: gli auguri che valgono di più I BIGLIETTI DI NATALE DI FATA: gli auguri che valgono di più L associazione FATA ONLUS nasce nel 1999 a Cesano Boscone (MI) da un gruppo di famiglie che hanno fatto della loro esperienza diretta di affido

Dettagli

con il patrocinio di CONSIGLIO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO COMUNE DI TRENTO Servizio Cultura e Turismo

con il patrocinio di CONSIGLIO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO COMUNE DI TRENTO Servizio Cultura e Turismo da sotto il mango con il patrocinio e il contributo di con il patrocinio di CONSIGLIO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO COMUNE DI TRENTO Servizio Cultura e Turismo da sotto il mango... mostra video-fotografica

Dettagli

SAAT SCHOOL STEP AHEAD ALL TOGETHER. Un passo avanti tutti insieme! ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO O.N.L.U.S. www.unagocciaperilmondo.

SAAT SCHOOL STEP AHEAD ALL TOGETHER. Un passo avanti tutti insieme! ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO O.N.L.U.S. www.unagocciaperilmondo. SAAT SCHOOL STEP AHEAD ALL TOGETHER Un passo avanti tutti insieme! ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO O.N.L.U.S. www.unagocciaperilmondo.org LA NOSTRA STORIA 2002 Prende vita l associazione UNA GOCCIA PER IL

Dettagli

LA FONDAZIONE AVSI 4.000.000 beneficiari diretti La sua missione è promuovere la dignità della persona

LA FONDAZIONE AVSI 4.000.000 beneficiari diretti La sua missione è promuovere la dignità della persona LA FONDAZIONE AVSI La Fondazione AVSI è un organizzazione non governativa, ONLUS, nata nel 1972 e impegnata con oltre 100 progetti di cooperazione allo sviluppo in 37 paesi del mondo di Africa, America

Dettagli

Mille orti in Africa. Paola Viesi

Mille orti in Africa. Paola Viesi Mille orti in Africa Stiamo coltivando un piccolo grande sogno: realizzare orti in tutte le comunità africane di Terra Madre. Al nostro impegno potrà unirsi quello di chi, insieme a noi, crede in questa

Dettagli

Natale 2015 biglietti solidali per aziende e privati

Natale 2015 biglietti solidali per aziende e privati Natale 2015 biglietti solidali per aziende e privati Foto: SGP - i bambini ritratti sono legati alla Fondazione Scegliendo i nostri biglietti augurali e e-cards aiuterai migliaia di bambini in grave difficoltà

Dettagli

PROGETTO DJAMBO. Il contesto

PROGETTO DJAMBO. Il contesto ATTIVITÀ 2008 1 Mani Unite, pur essendo una realtà giovane, è nata dall esperienza di solidarietà di persone che, da oltre vent anni, stanno contribuendo alla crescita di un paese, il Mozambico, oggi impegnato

Dettagli

Questa agenda è il segno di un aiuto concreto alla popolazione del Sahel, una regione dell Africa Occidentale dove la siccità e l aumento dei prezzi

Questa agenda è il segno di un aiuto concreto alla popolazione del Sahel, una regione dell Africa Occidentale dove la siccità e l aumento dei prezzi Questa agenda è il segno di un aiuto concreto alla popolazione del Sahel, una regione dell Africa Occidentale dove la siccità e l aumento dei prezzi del cibo hanno determinato una grave crisi alimentare.

Dettagli

Dona il 5 X mille a Soleterre Onlus.

Dona il 5 X mille a Soleterre Onlus. Fotografia di Ugo Panella Dona il 5 X mille a Soleterre Onlus. EGREGIO SIGNOR ARCADI GIOVANNI VIA IV NOVEMBRE 54 20019 SETTIMO MILANESE MI Yuri può guarire dal cancro. Aiutarlo non ti costa nulla! Milano,

Dettagli

F A Q. CHI è COOPI CHE TIPO DI ATTIVITA' REALIZZA COOPI ALL'ESTERO?

F A Q. CHI è COOPI CHE TIPO DI ATTIVITA' REALIZZA COOPI ALL'ESTERO? F A Q CHI è COOPI COOPI - Cooperazione Internazionale è un'organizzazione non governativa italiana laica e indipendente fondata nel 1965. COOPI è un'associazione ufficialmente riconosciuta dal Ministero

Dettagli

SABRINA LIFE FOR CHILD ONLUS PROGETTO CASA FAMIGLIA ISOLA DI GOREE

SABRINA LIFE FOR CHILD ONLUS PROGETTO CASA FAMIGLIA ISOLA DI GOREE SABRINA LIFE FOR CHILD ONLUS PROGETTO CASA FAMIGLIA ISOLA DI GOREE PRINCIPI DELLO STATUT0 DELLA ONLUS CF.97738100581 SABRINA LIFE FOR CHILD ONLUS nasce nel 2013 per espresso desiderio del Presidente Stefania

Dettagli

Project for People ONLUS realizza progetti di cooperazione e sviluppo in India, Benin e Brasile.

Project for People ONLUS realizza progetti di cooperazione e sviluppo in India, Benin e Brasile. REGALI SOLIDALI Project for People Onlus Via Angera, 3-20125 Milano tel. +39 02 36552292 - fax +39 02 99982010 info@projectforpeople.org - www.projectforpeople.org Project for People ONLUS realizza progetti

Dettagli

o.n.l.u.s. LA COMUNITÀ, L AMBIENTE, PER GLI ORFANI DI AIDS DELLO SWAZILAND Campagna di adozione a distanza di una comunità africana

o.n.l.u.s. LA COMUNITÀ, L AMBIENTE, PER GLI ORFANI DI AIDS DELLO SWAZILAND Campagna di adozione a distanza di una comunità africana o.n.l.u.s. UNA SCUOLA PER AMICA LA COMUNITÀ, L AMBIENTE, PER GLI ORFANI DI AIDS DELLO SWAZILAND Campagna di adozione a distanza di una comunità africana I Rapporto Semestrale di avanzamento del progetto

Dettagli

Acquistando i nostri biglietti e regali solidali sosterrete la campagna Sorrisi di Madri Africane e i progetti per la salute di mamme e bambini!

Acquistando i nostri biglietti e regali solidali sosterrete la campagna Sorrisi di Madri Africane e i progetti per la salute di mamme e bambini! Alessandro Rocca Il Comitato Collaborazione Medica - CCM è una Onlus, fondata a Torino da un gruppo di medici nel 1968, che da oltre 40 anni promuove il diritto alla salute e l accesso alle cure primarie.

Dettagli

La Casa delle donne Benin

La Casa delle donne Benin La Casa delle donne Benin Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, di garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

SOSTIENI A DISTANZA UN BAMBINO E IL SUO VILLAGGIO. Non puoi reclamare i tuoi diritti se non hai modo di conoscerne l esistenza!

SOSTIENI A DISTANZA UN BAMBINO E IL SUO VILLAGGIO. Non puoi reclamare i tuoi diritti se non hai modo di conoscerne l esistenza! SOSTIENI A DISTANZA UN BAMBINO E IL SUO VILLAGGIO Non puoi reclamare i tuoi diritti se non hai modo di conoscerne l esistenza! Sostieni a distanza un bambino e il suo villaggio è una campagna di sostegno

Dettagli

Progetto agro-frutticolo per il miglioramento dell autosufficienza alimentare Dallo Manna - Etiopia

Progetto agro-frutticolo per il miglioramento dell autosufficienza alimentare Dallo Manna - Etiopia Progetto agro-frutticolo per il miglioramento dell autosufficienza alimentare Dallo Manna - Etiopia La Terra Natale ONLUS www.laterranatale.org info@laterranatale.org Descrizione progetto 1 Il progetto

Dettagli

invenzionii i La 2^ Rivoluzione industriale scoperte

invenzionii i La 2^ Rivoluzione industriale scoperte telefono Telegrafo senza fili automobile invenzionii i 1800 Sviluppo Industriale elettricità aereo cinema La 2^ Rivoluzione industriale Italia e altri paesi medicina ferro scoperte progressi petrolio coloranti

Dettagli

La speranza di vita alla nascita passerà da 51,5 a 47,1 anni nel 2010. Sarebbe invece salita a 61,4 anni in assenza della sindrome.

La speranza di vita alla nascita passerà da 51,5 a 47,1 anni nel 2010. Sarebbe invece salita a 61,4 anni in assenza della sindrome. Realizzazione di un Laboratorio di Diagnostica avanzata nella città di Nampula in Mozambico nel quadro di un Programma di prevenzione e lotta all AIDS PROGETTO - NOTIZIE - COME ADERIRE E RIFERIMENTI PER

Dettagli

WELFARE E ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA SCOLASTICO IN TANZANIA

WELFARE E ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA SCOLASTICO IN TANZANIA WELFARE E ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA SCOLASTICO IN TANZANIA Il sistema scolastico tanzaniano è liberamente modellato su quello inglese e prevede 7 anni di scuola primaria o elementare obbligatoria. Al

Dettagli

COLLEZIONE NATALE 2015 GLI AUGURI CHE VALGONO DI PIU!

COLLEZIONE NATALE 2015 GLI AUGURI CHE VALGONO DI PIU! COLLEZIONE NATALE 2015 GLI AUGURI CHE VALGONO DI PIU! FATA ONLUS nasce nel 1999 a Cesano Boscone (MI) da un gruppo di famiglie che hanno fatto della loro esperienza diretta in tema di affido una cultura

Dettagli

PROGETTO FAMIGLIA ONLUS COOPERAZIONE REGOLAMENTO

PROGETTO FAMIGLIA ONLUS COOPERAZIONE REGOLAMENTO FEDERAZIONE NO PROFIT PROGETTO FAMIGLIA ONLUS COOPERAZIONE REGOLAMENTO L obiettivo è di costruire un ponte fra beneficiario e benefattore Il sostegno consiste in un aiuto diretto allo studente che gli

Dettagli

Il nome DADA MAISHA in lingua kiswaili significa "sorella vita", scelto dai nostri amici Africani.

Il nome DADA MAISHA in lingua kiswaili significa sorella vita, scelto dai nostri amici Africani. 1 DADA MAISHA O.n.l.u.s. è un'associazione laica, senza fini di lucro, formata e voluta da persone che hanno sentito l'esigenza di unire i propri sforzi per realizzare un sogno insieme sviluppando progetti

Dettagli

Oltre FoodForBrains Onlus nasce per affiancare queste organizzazioni portando un contributo diverso, ma altrettanto importante.

Oltre FoodForBrains Onlus nasce per affiancare queste organizzazioni portando un contributo diverso, ma altrettanto importante. Dalla Cultura nasce Il vero sviluppo di una società. Essa è il vento che la fa muovere. Essa è il timone che ne guida il cambiamento. Caro amico, nel mondo migliaia di organizzazioni umanitarie lavorano

Dettagli

Combatte la fame nel mondo. WFP/Alejandro Chicheri. A Natale un gesto speciale è il regalo più bello.

Combatte la fame nel mondo. WFP/Alejandro Chicheri. A Natale un gesto speciale è il regalo più bello. Combatte la fame nel mondo WFP/Alejandro Chicheri A Natale un gesto speciale è il regalo più bello. WFP/Alejandro Chicheri Istituito nel 1963, il WFP Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite -

Dettagli

20091 BRESSO Viale Don Minzoni n 38 tel. 02 610 75 59 -www.donaunsorriso.org

20091 BRESSO Viale Don Minzoni n 38 tel. 02 610 75 59 -www.donaunsorriso.org 20091 BRESSO Viale Don Minzoni n 38 tel. 02 610 75 59 -www.donaunsorriso.org Cari Amici e Benefattori, incominciamo con qualche bella notizia. Layupampa, in BOLIVIA, è un paesino di 500 persone con 150

Dettagli

Tende 2011-2012 ALLA RADICE IL FATTORE UMANO. Haiti. un centro educativo

Tende 2011-2012 ALLA RADICE IL FATTORE UMANO. Haiti. un centro educativo Tende 2011-2012 ALLA RADICE DELLO SVILUPPO: IL FATTORE UMANO Haiti. Ricostruire l umano: un centro educativo per ragazzi Campagna Tende 2011-2012 I PROGETTI DA SOSTENERE: Kenya. Anche nella carestia del

Dettagli

PROGETTI INTERNAZIONALI PER COSTRUIRE SOLIDARIETÀ

PROGETTI INTERNAZIONALI PER COSTRUIRE SOLIDARIETÀ CARITAS DIOCESANA RIMINI PROGETTI INTERNAZIONALI PER COSTRUIRE SOLIDARIETÀ Ogni progetto deve diventare un percorso di solidarietà. La realizzazione dei progetti è una strada lungo la quale promuovere

Dettagli

biglietti solidali per aziende e privati

biglietti solidali per aziende e privati Natale 2015 biglietti solidali per aziende e privati Foto: SGP - i bambini ritratti sono legati alla Fondazione Scegliendo i nostri biglietti augurali e e-cards aiuterai migliaia di bambini in grave difficoltà

Dettagli

Programma di adozioni a distanza

Programma di adozioni a distanza Programma di adozioni a distanza Tutti noi siamo stati bambini, certamente più fortunati di molti altri perchè abbiamo avuto chi ci ha seguito e ci ha consentito di diventare adulti. Ma in tutto il mondo

Dettagli

New Education For Liberation

New Education For Liberation Cotronix O.n.l.u.s. New Education For Liberation Nuova educazione per l emancipazione Il Contesto d intervento: ORIGINI DEL PROGETTO: Il progetto nasce dalla necessità di intervenire a sostegno di un infanzia

Dettagli

PROGETTO We de go school SIERRA LEONE

PROGETTO We de go school SIERRA LEONE PROGETTO We de go school SIERRA LEONE Titolo We de go school Progetto di sostegno educativo e sanitario per i minori dei quartieri poveri di Freetown, dei villaggi della Rural Western Area, di Lunsar e

Dettagli

SAKAFO 1.1 OBIETTIVI GENERALI DELL ATTIVITA DEL SOGGETTO PROPONENTE.

SAKAFO 1.1 OBIETTIVI GENERALI DELL ATTIVITA DEL SOGGETTO PROPONENTE. SAKAFO 1. NOTIZIE SULLA REALTA RICHIEDENTE Soggetto che propone il progetto: Denominazione Associazione MANGWANA Natura Giuridica Associazione Promozione Sociale Indirizzo Lucca via della Dogana n. 3 Telefono

Dettagli

ARCA DI NOÈ per la disabilità, l accoglienza e l ambiente

ARCA DI NOÈ per la disabilità, l accoglienza e l ambiente ARCA DI NOÈ per la disabilità, l accoglienza e l ambiente

Dettagli

MK ONLUS per i bambini del Burkina Faso

MK ONLUS per i bambini del Burkina Faso I lions italiani contro le malattie killer dei bambini - onlus MISSION Creare e promuovere tra tutti i popoli uno spirito di comprensione per i bisogni umanitari attraverso volontari servizi coinvolgenti

Dettagli

G. Paci, R. Paci PROGETTARE E FARE Zanichelli 2011. Integrazione a cura di A. Millefanti ATTIVITÀ ECONOMICHE

G. Paci, R. Paci PROGETTARE E FARE Zanichelli 2011. Integrazione a cura di A. Millefanti ATTIVITÀ ECONOMICHE ATTIVITÀ ECONOMICHE 1 IERI E OGGI Diecimila anni fa: agricoltori in Mesopotamia Nell 8000 a.c. in Mesopotamia vivevano le prime tribù di agricoltori e pastori. L uomo smise di spostarsi in cerca di cibo

Dettagli

A Natale... un regalo semplice ma di valore. Sostieni AMREF con il tuo budget natalizio. www.amref.it

A Natale... un regalo semplice ma di valore. Sostieni AMREF con il tuo budget natalizio. www.amref.it A Natale... un regalo semplice ma di valore. Sostieni AMREF con il tuo budget natalizio. www.amref.it Dai valore al Natale della tua azienda: Sostieni i progetti di AMREF in Africa AMREF è la principale

Dettagli

impagi_3nov:layout 1 9-11-2010 9:41 Pagina 1 ILCANCRO NON FA DISCRIMINAZIONI

impagi_3nov:layout 1 9-11-2010 9:41 Pagina 1 ILCANCRO NON FA DISCRIMINAZIONI impagi_3nov:layout 1 9-11-2010 9:41 Pagina 1 ILCANCRO NON FA DISCRIMINAZIONI impagi_3nov:layout 1 9-11-2010 9:41 Pagina 2 Soci Fondatori Anna Ceribelli Pasquale Frascione Marcello Pozzi Antonella Savarese

Dettagli

Presentazione associazione ITAL WATINOMA

Presentazione associazione ITAL WATINOMA Associazione ITAL WATINOMA ONLUS Piazza Europa 5-20058 Villasanta (MB) C.F. 94595990154 Presentazione associazione ITAL WATINOMA L Associazione ITAL WATINOMA Accoglienza è un organizzazione di volontariato

Dettagli

NATALE D AZZURRO. Dalla parte dei bambini nel giorno più bello dell'anno.

NATALE D AZZURRO. Dalla parte dei bambini nel giorno più bello dell'anno. NATALE D AZZURRO Dalla parte dei bambini nel giorno più bello dell'anno. Aderendo alla campagna Natale d Azzurro, darai più forza al numero 1.96.96 e a tutti i canali di ascolto che Telefono Azzurro mette

Dettagli

La Fondazione. Il meglio di te ONLUS è una Fondazione umanitaria non lucrativa di utilità sociale, costituita a Napoli nel 2005.

La Fondazione. Il meglio di te ONLUS è una Fondazione umanitaria non lucrativa di utilità sociale, costituita a Napoli nel 2005. WWW.ILMEGLIODITE.IT La Fondazione Il meglio di te ONLUS è una Fondazione umanitaria non lucrativa di utilità sociale, costituita a Napoli nel 2005. Nata dal desiderio di aiutare il prossimo, con particolare

Dettagli

Emergenza Ebola in Africa Occidentale: realtà, cause, conseguenze. Dati aggiornati al 21 novembre 2014

Emergenza Ebola in Africa Occidentale: realtà, cause, conseguenze. Dati aggiornati al 21 novembre 2014 Emergenza Ebola in Africa Occidentale: realtà, cause, conseguenze Dati aggiornati al 21 novembre 2014 15.531 casi 5.459 decessi 8 paesi colpiti: Liberia, Sierra Leone, Guinea (trasmissione intensa) Mali,

Dettagli

La casa delle donne India

La casa delle donne India La casa delle donne India Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il Sole Onlus Il suo obiettivo è, fin da subito, di garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato)

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato) Ecco una idea di valore per i REGALI DI NATALE Natale: solito problema del pensierino! Fortunatamente ormai ognuno di noi ha quasi tutto, quindi regalare qualcosa significa regalare il superfluo o l inutile.

Dettagli

CAMBIARE È POSSIBILE. SD children-onlus SOSTENIAMO I FIGLI DELLA GUERRA. www.childrenonlus.it

CAMBIARE È POSSIBILE. SD children-onlus SOSTENIAMO I FIGLI DELLA GUERRA. www.childrenonlus.it CAMBIARE È POSSIBILE CON IL NOSTRO E IL VOSTRO IMPEGNO, CAMBIARE LA VITA DI UN BAMBINO È POSSIBILE. children-onlus SOSTENIAMO I FIGLI DELLA GUERRA. PROGETTO DI SOSTEGNO A DISTANZA PER I BAMBINI DEL CONGO.

Dettagli

SINTESI ATTIVITA DI PROSELITISMO E DI RICERCA FONDI

SINTESI ATTIVITA DI PROSELITISMO E DI RICERCA FONDI CHI SIAMO Denominazione/Ragione Sociale: Associazione di Volontariato - Tazzinetta Benefica-onlus Indirizzo: Via Marcona n 34 > via Mameli - 20129 Milano www.tazzinettabeneficaonlus.it Telefono 02-76113307

Dettagli

SETTE progetti una speranza

SETTE progetti una speranza Campagne di appoggio umano Italia-Senegal SETTE progetti una speranza Associazione Umanista Ritmi Africani 339-2422825 info@ritmiafricani.org www.ritmiafricani.org Sette progetti, una speranza Ritmi Africani

Dettagli

SCHEDA PROGETTO SIERRA LEONE

SCHEDA PROGETTO SIERRA LEONE SCHEDA PROGETTO SIERRA LEONE Titolo We de go school Progetto di sostegno educativo e sanitario per i minori dei quartieri poveri di Freetown e dei villaggi della Rural Western Area, in Sierra Leone. Budget

Dettagli

Viaggio in Senegal. 1 13 Gennaio 2006

Viaggio in Senegal. 1 13 Gennaio 2006 Viaggio in Senegal 1 13 Gennaio 2006 I volontari di SOS Diritti Umani Energia per i Diritti Umani onlus si sono recati in Senegal dal 1 al 13 gennaio 2006. Attività svolte 1. Campagna di Sostegno a distanza.

Dettagli

PROGETTO SCUOLA PRIMARIA DI RARE - KENYA

PROGETTO SCUOLA PRIMARIA DI RARE - KENYA INDICE 1. H.H.P.P. ONLUS... 2 2. PROGETTO SCUOLA PRIMARIA DI... 3 2.1. Obiettivi del progetto... 3 2.2. Descrizione del progetto... 3 2.3. Costo complessivo e durata dell intervento... 6 Pagina 1 di 7

Dettagli

Questa farmacia si impegna a rispettare e divulgare i 14 diritti della Carta Europea dei Diritti del Malato, promossa da Cittadinanzattiva, ed

Questa farmacia si impegna a rispettare e divulgare i 14 diritti della Carta Europea dei Diritti del Malato, promossa da Cittadinanzattiva, ed CARTA DELLA QUALITà DELLA FARMACIA 2 Questa farmacia si impegna a rispettare e divulgare i 14 diritti della Carta Europea dei Diritti del Malato, promossa da Cittadinanzattiva, ed assicura: accessibilità,

Dettagli

PROGETTO OTTO PER MILLE PRESENTATO ALLA TAVOLA VALDESE

PROGETTO OTTO PER MILLE PRESENTATO ALLA TAVOLA VALDESE PROGETTO OTTO PER MILLE PRESENTATO ALLA TAVOLA VALDESE A. ENTE RICHIEDENTE (Ente legalmente responsabile del progetto) 1. DENOMINAZIONE DELL'ENTE RICHIEDENTE: TERREMADRI ONLUS 2. SEDE LEGALE (indirizzo,

Dettagli

«L'acqua é vita» Dei pozzi per il Burkina Faso. Nelle regioni rurali, 1 persona su 2 non ha accesso à l acqua potabile

«L'acqua é vita» Dei pozzi per il Burkina Faso. Nelle regioni rurali, 1 persona su 2 non ha accesso à l acqua potabile «L'acqua é vita» Dei pozzi per il Burkina Faso Nelle regioni rurali, 1 persona su 2 non ha accesso à l acqua potabile Miglioriamo insieme le condizioni di vita costruendo loro dei pozzi Il costo finanziario

Dettagli

IN COLLABORAZIONE CON LA MISSIONE DEI PADRI DELLA CONSOLATA DI MUJWA

IN COLLABORAZIONE CON LA MISSIONE DEI PADRI DELLA CONSOLATA DI MUJWA IN COLLABORAZIONE CON LA MISSIONE DEI PADRI DELLA CONSOLATA DI MUJWA Con il contributo di Regione Marche Coordinamento: dott.ssa Clara Santin (c.santin@provincia.ps.it ) Progetto tecnico e direzione lavori:

Dettagli

Astengo Bruno Medico Ginecologo a Savona Bertocchi Ione Medico Chirurgo in RCA Presidente ASSOMESCA e Coordinatrice Sanitaria della Diocesi di Bouar

Astengo Bruno Medico Ginecologo a Savona Bertocchi Ione Medico Chirurgo in RCA Presidente ASSOMESCA e Coordinatrice Sanitaria della Diocesi di Bouar Associazione ONLUS Savona nel cuore dell Africa PROGETTO DI COOPERAZIONE SANITARIA INTERNAZIONALE Mama ti ngo ( Donna incinta in lingua sangho) Creazione di una cassa mutualistica per l'assistenza sanitaria

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DEGLI STRANIERI IMMIGRATI TRIENNIO 2011-2013

PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DEGLI STRANIERI IMMIGRATI TRIENNIO 2011-2013 ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DEGLI STRANIERI IMMIGRATI TRIENNIO 2011-2013 SOMMARIO 1 - CONTESTO DI RIFERIMENTO...2 DATI DEMOGRAFICI...2 2 - OBIETTIVI GENERALI...6 3 - I COMPITI

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

I PROGETTI ADOTTATI DA 4CITIES4DEV CIBO BUONO, PULITO E GIUSTO PER TUTTI: L ESPERIENZA DELLE COMUNITÀ DEL CIBO

I PROGETTI ADOTTATI DA 4CITIES4DEV CIBO BUONO, PULITO E GIUSTO PER TUTTI: L ESPERIENZA DELLE COMUNITÀ DEL CIBO I PROGETTI ADOTTATI DA 4CITIES4DEV CIBO BUONO, PULITO E GIUSTO PER TUTTI: L ESPERIENZA DELLE COMUNITÀ DEL CIBO Cuscus salato di miglio dell Isola di Fadiouth Presidio Slow Food adottato dalla città di

Dettagli

AMKA Onlus. www.assoamka.org ONLUS. Via Flaminia Nuova, 246 00191 Roma Tel + 39 06 64 76 0188 amka@assoamka.org

AMKA Onlus. www.assoamka.org ONLUS. Via Flaminia Nuova, 246 00191 Roma Tel + 39 06 64 76 0188 amka@assoamka.org chi? Amka è un Organizzazione no profit nata nel 2001 dall incontro di due culture differenti e dalla volontà di contribuire al miglioramento reale della vita delle popolazioni del Sud mondo. L Associazione

Dettagli

SCHEDA PROGETTO QdF 2014/

SCHEDA PROGETTO QdF 2014/ SCHEDA PROGETTO PROMOTORE Persona Comunità Ente/Istituto Associazione cognome, nome denominazione (ente / associazione) posta elettronica sito web SEMI ONLUS info@semionlus.com www.semionlus.com Breve

Dettagli

PROGETTO BAMBINI IN COMUNE

PROGETTO BAMBINI IN COMUNE PROGETTO BAMBINI IN COMUNE PREMESSA Il 2009 è l anno in cui si celebra il ventennale della Convenzione dei Diritti del Fanciullo di New York. Molti e nobili gli obiettivi che i paesi firmatari si erano

Dettagli

L Associazione. Sos Bambini, attiva dal 2004, si propone di migliorare le condizioni di vita dei bambini dalla nascita all'adolescenza.

L Associazione. Sos Bambini, attiva dal 2004, si propone di migliorare le condizioni di vita dei bambini dalla nascita all'adolescenza. PROGETTI 2015-16 L Associazione Sos Bambini, attiva dal 2004, si propone di migliorare le condizioni di vita dei bambini dalla nascita all'adolescenza. Le nostre attività si svolgono principalmente in

Dettagli

Catalogo Aziende www.projectforpeople.org

Catalogo Aziende www.projectforpeople.org Con Project for People, il tuo pensiero conta. Hai mai pensato di regalare futuro a 100.000 mamme? Questo Natale potrai farlo con i nostri pensieri solidali. Hai mai pensato di regalare sostegno a 200.000

Dettagli

Il Bollettino del Villaggio dell Arca

Il Bollettino del Villaggio dell Arca Cari amici con un po di malinconia ci lasciamo alle spalle l estate, ricca di bei momenti e di incontri interessanti, e ci immergiamo nel nuovo anno scolastico. Come accade ogni anno, lo spirito legato

Dettagli

Associazione Umanista. Gruppo di Sesto San Giovanni (MI)

Associazione Umanista. Gruppo di Sesto San Giovanni (MI) Associazione Umanista Gruppo di Sesto San Giovanni (MI) Bollettino informativo attività 1 Semessttre 2006 www.unaltromondo.it e-mail: sestosg@unaltromondo.it ATTIVITÀ IN MALI Progetto di alfabetizzazione

Dettagli

L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE

L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE ANCHE TU AVRAI UNA NUOVA FAMIGLIA. Se c è qualcosa di cui un bambino abbandonato o rimasto senza i genitori ha bisogno, questa è la famiglia. Non solo

Dettagli

Educazione per tutti Costruzione scuola secondaria Maurice Otunga Sesto stato di avanzamento lavori

Educazione per tutti Costruzione scuola secondaria Maurice Otunga Sesto stato di avanzamento lavori Se vuoi costruire una nave non chiamare la gente che procura il legno, che prepara gli attrezzi necessari, non distribuire compiti, non organizzare il lavoro. Prima invece sveglia negli uomini la nostalgia

Dettagli

A Natale regala vita

A Natale regala vita A Natale regala vita A Natale regala acqua, salute e vita! Il futuro della Tanzania, uno dei Paesi più poveri del Mondo, dipende dai bambini sì, il futuro di un intero Paese dipende da loro, dai più piccoli,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CORSI

PROGRAMMAZIONE CORSI PROGRAMMAZIONE CORSI PRESENTAZIONE Il Dipartimento sui Rapporti di Lavoro sulle Relazioni Industriali della dell Università degli Studi di Bari organizza corsi per Responsabili e Addetti al Servizio di

Dettagli

Centro Missionario Diocesano - Trento

Centro Missionario Diocesano - Trento Centro Missionario Diocesano - Trento Così vicini eppur pur così lontani. Dare istruzione per creare futuro. I.R. Progetto Anno Pastorale 2007/2008 Ci scrive suor Rosetta: N oi suore della Provvidenza

Dettagli

SENEGAL Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016

SENEGAL Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016 SENEGAL Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016 Senegal 1 INDICE 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici 2. Analisi

Dettagli

Rapporto sul mondo del lavoro 2014

Rapporto sul mondo del lavoro 2014 Rapporto sul mondo del lavoro 2014 L occupazione al centro dello sviluppo Sintesi del rapporto ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO DIPARTIMENTO DELLA RICERCA I paesi in via di sviluppo colmano il

Dettagli

MIDA Ghana/Senegal BANDO 2006

MIDA Ghana/Senegal BANDO 2006 MIDA Ghana/Senegal BANDO 2006 Co-finanziamento per progetti imprenditoriali di co-sviluppo 1 presentati da immigrati senegalesi e ghanesi regolarmente residenti in Italia Codice di riferimento: MIDA- 02-

Dettagli

Fame nel mondo e sicurezza alimentare: l agricoltura familiare come garanzia di sostenibilità sociale ed ambientale

Fame nel mondo e sicurezza alimentare: l agricoltura familiare come garanzia di sostenibilità sociale ed ambientale Fame nel mondo e sicurezza alimentare: l agricoltura familiare come garanzia di sostenibilità sociale ed ambientale WORLD FOOD DAY 2014 Roma - 29 Ottobre Palazzetto Mattei in Villa Celimontana Il ruolo

Dettagli

Sorrisi di madri africane Campagna per la salute materna e infantile

Sorrisi di madri africane Campagna per la salute materna e infantile Sorrisi di madri africane Campagna per la salute materna e infantile Chi siamo Il CCM, Comitato Collaborazione Medica, è un Organizzazione Non Governativa e Onlus fondata nel 1968 a Torino da un gruppo

Dettagli

FATTORIE DIDATTICHE DELLA PROVINCIA DI TORINO

FATTORIE DIDATTICHE DELLA PROVINCIA DI TORINO FATTORIE DIDATTICHE DELLA PROVINCIA DI TORINO Il Piano di Sviluppo Rurale del Piemonte Qualità e sicurezza alimentare Claudia Cominotti R&P Ricerche e Progetti Torino E- mail : c.cominotti@repnet.it 1

Dettagli

Project for People ONLUS

Project for People ONLUS Project for People ONLUS Project for People è una ONLUS che dal 1993 realizza progetti di cooperazione e sviluppo in India, Benin (Africa) e Brasile. I valori dell Associazione sono il rispetto della cultura

Dettagli

La Nostra Africa Onlus

La Nostra Africa Onlus CHI SIAMO LA NOSTRA AFRICA ONLUS Dal 2008 l'associazione di volontariato "" di Bologna sta realizzando progetti a sostegno della Popolazione Maasai del Kenya, nel distretto di Kajiado. Facendo nostro il

Dettagli

SVILUPPO E SOTTOSVILUPPO

SVILUPPO E SOTTOSVILUPPO SVILUPPO E SOTTOSVILUPPO - C è una domanda fondamentale da porsi, affrontando questi problemi: Le risorse del nostro pianeta sono sufficienti per fornire a tutti gli uomini una vita dignitosa? - Una possibile

Dettagli