Programmazione del personale, dimensionamento degli organici, sistemi informativi del personale, costo del lavoro aspetti hard dello HRM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programmazione del personale, dimensionamento degli organici, sistemi informativi del personale, costo del lavoro aspetti hard dello HRM"

Transcript

1 Programmazione del personale, dimensionamento degli organici, sistemi informativi del personale, costo del lavoro aspetti hard dello HRM Quinta lezione Prof.ssa Michela Marchiori

2 Materiale didattico slides cap. 4 Costa- Gianecchini programmare per crescere

3 Attività GRU Pianificazione organici Relazioni sindacali e con lavoratori Comunicazione DiriE lavoratori sindacali Entrata Dimensionamento organici Reclutamento Selezione Inserimento comunicazione interna Risk management e protezione lavoratori Salute e benessere Sicurezza plan Persona Posizioni Prestazione Potenziale Competenze Valutazione Uscita Retribuzione Pianificazione Dismissioni Fissa Variabile Evoluzione carriera Formazione e sviluppo Addestramento Formazione carriera vert. mobilità interna Sistema informagvo del personale

4 L agenda di oggi: di cosa parliamo? ü L obiettivo Dimensionamento degli organici (staffing) Human resources policies must ensure the right mix and number of staff in the business (Price, 2011, pag. 18) Qual è il numero giusto di persone da impiegare e il mix qualitativo??? ü L impatto, le conseguenze: costo del lavoro, produttività, risultati aziendali ü Le attività: gestire i flussi di personale e le performance delle persone: flussi in ingresso (attraverso reclutamento, selezione, inserimento); mobilità interna (decisioni relative all assegnazione di ruoli, trasferimenti, carriera; flussi in uscita pensionamenti, prepensionamenti, licenziamenti ecc.

5 L agenda di oggi: di cosa parliamo? ü Le politiche di pianificazione / dimensionamento degli organici: i processi decisionali. Gli approcci ü Le informazioni, i dati: il sistema informativo del personale ü Gli strumenti, gli indici ü Il costo del personale

6 Pianificazione del personale/dimensionamento organici aspetto hard del HRM Ha l obiettivo di assicurare - la disponibilità quantitativa e qualitativa di risorse umane necessarie alla realizzazione della strategia aziendale - in coerenza con le condizioni legislative, contrattuali, tecnologiche, economiche e sociale dell impresa. ü E un attività decisionale importante per le conseguenze che determina sulla possibilità di conseguire i risultati attesi (di profitto, qualità dei prodotti, crescita professionale addetti, benessere, ecc) ü E attività decisionale complessa: non completa conoscenza delle situazioni, incertezza che grava sulle scelte

7 Pianificazione del personale: le finalità ü Tradurre gli obiettivi strategici nel numero di persone necessarie e nel mix qualitativo delle loro competenze (dimensionamento quali-quantitavo organici) ü Identificare le politiche di GRU necessarie a sviluppare queste competenze ü Controllare i costi del personale ü Fornire indicatori (metriche) per misurare il contributo delle persone e della GRU al raggiungimento obiettivi aziendali

8 Un esempio di definizione degli obieevi delle di dimensionamento organici Le linee guida del gruppo Finmeccanica

9 PunG qualificang della Policy di Gruppo finalizzata al seleevo rallentamento dei volumi di assunzioni - stante l ajuale congiuntura di crisi - ma anche alla contestuale valorizzazione delle risorse e competenze interne: ü evitare nelle aree di staff/funzioni di supporto; ü IndireM - l assunzione dei quali va limitata cmq al minimo - è richiesta la verifica preliminare di eventuali disponibilità di profili fungibili nel Gruppo (massimizzare gli di risorse dal Gruppo), anche ajraverso il meccanismo del c.d. HR Directors Group job ;

10 ü DireM: reintegro del turnover qualora sussistano indifferibili esigenze di business; ü contrae di somministrazione (interinali): fornire visibilità di dejaglio, evidenziando scadenze/proroghe, criteri di stabilizzazione, ipotesi di nuove aevazioni (che non devono cmq impegni/vincoli assunzionali); ü intensificare i processi di uscita della base esodabile in oeca cambio mix (professionale/ inquadramentale/ generazionale ) del personale.

11 Pianificazione del personale, i processi decisionali : gli approcci Implicito- sintetico: Basata su intuito imprenditore. No supporto dati e informazioni Manpower-planning: procedure fondate su dati storici del personale e utilizzo di algoritmi statisticomatematici Strategico: forte collegamento con strategia aziendale e con le politiche di GRU. Raccoglie, elabora fornisce dati e informazioni per le decisioni strategiche e di GRU. Si basa su ampio utilizzo metriche e su ricorso a tecniche statistico- matematico di determinazione fabbisogno organici

12 I processi decisionali: la complessità delle decisioni La complessità del processo decisionale: Human resources policies must ensure the right mix and number of staff in the business (Price, 2011, pag. 18) Qual è il numero giusto di persone da impiegare e il mix qualitativo??? Quali fattori occorre considerare: ü I vincoli legislativi, contrattuali; ü Gli obiettivi strategici (in termini di volumi ma anche di qualità dei risultati) ü La tecnologia adottate e i cambiamenti possibili futuri ü Le scelte di organizzazione del lavoro e le scelte di strumenti ü La disponibilità di offerta di lavoro e le sue caratteristiche

13 Uno schema interpreta/vo Sistema informagvo del personale Personali Professionli Competenze Indici turnover ass.smo prod.tà StrumenG Config demografiche Tavole di rimpiazzo ecc del fabbisogno della disponibilità Budget del personale ObieEvi strategici feedback AEvazione GRU Reclutamento e selezione Formazione e sviluppo Valutazione Carriera Retribuzione Organizzazione del lavoro

14 Il processo di programmazione Previsione dei fabbisogni futuri vs disponibilità del personale budget del personale Pianificazione dei flussi di assunzioni, licenziamenti, esuberi Programmazione corsi di formazione, percorsi di carriera, job rotation, affiancamento ecc.

15 Il sistema informativo del personale ü Il sistema informativo del personale è lo strumento attraverso i quali limpresa acquisisce, archivia, elabora e distribuisce i dati e le informazioni riguardanti il personale. ü Costituisce la base per la programmazione del personale, per le attività di gestione e per molte altre politiche aziendali. ü Comprende dati: personali (anagrafici), condizione professionale, competenze, comportamenti (assenze, turnover ecc), processi di formazione, valutazione, costi del personale.

16 Il sistema informativo del personale: evoluzione Storicamente il SIP è legato alla amministrazione delle retribuzioni (dati anagrafici, anzianità aziendale, e di qualifica, livello di inquadramento, ore e giornate lavorate, permessi, ferie, ) In seguito oltre ai dati di organico si è arricchito di informazioni sulle caratteristiche personali del lavoratore e sulle sue competenze

17 Il sistema informativo del personale Le fonti di dati e informazioni Tutte le funzioni di diper; le funzioni aziendali Il lavoratore stesso (employee self-service) Le elaborazioni Indici (turnover, assenteismo ecc) Strumenti (configurazioni demografiche, tavole di rimpiazzo) I costi Costruzione del sistema Codifica Aggiornamento

18 Le NT: l informatizzazione dei SIP HRMS (human resource management system) Logica degli ERP, moduli dedicati alla amministrazione e gestione del personale Principali fornitori: SAP, ORACLE, INAZ, Zucchetti, EBC consulting Sistemi software sviluppati in architettura web (Cezanne scheda 4.1) sistemi modulari accessibili dal web. I moduli: organico, reclutamento, reporting, formazione, valutazione e performance, carriera, analisi retributive, metriche KPI Key Performance Indicator Strumenti di Business Intelligence Cruscotto aziendale

19 Gli strumenti Le configurazioni demografiche Il portafoglio RU Il turnover L assenteismo Il costo del personale Le tavole di rimpiazzo Le catene di Markov I modelli di programmazione lineare Il metodo Delphi Gli indici di produttività HR scorecard

20 Le configurazioni demografiche Prestazione/ Potenziale Bassa Alta Elevato Ragazzi difficili Campioni Basso Pesi morti Fondisti

21 Turnover ü Turnover fisiologico (pensionamenti, mobilità,..) ü Turnover patologico (malfunzionamento delle politiche di GRU e aziendali) Cause (contesto, contenuto, mancata valorizzazione) Colloquio di uscita Analisi dei dati di turnover

22 INDICI di TURNOVER Turnover complessivo entrati + usciti nel periodo/ organico medio del periodo Turnover negativo usciti nel periodo/ organico inizio periodo Turnover positivo entrati nel periodo/organico inizio periodo Compensazione del turnover entrati nel periodo/usciti nel periodo

23 Asseinteismo Cause (malattia, incidenti, infortuni, partecipazione a manifestazioni sindacali, mobbing, stress,.. ) ore di assenza/ ore lavorabili giornate di assenza/giornate lavorabili n. assenti/organico medio Indice di frequenza Indice di durata media Indice di gravità

24 Indici di produttività output/organico Cos è output? (volumi produttivi, fatturato, numero clienti,..) Organico? (come lo misuriamo? Numero impiegati, operai, dirigenti, ore di lavoro,..) Quali elementi incidono sulla produttività del lavoro?

25 Altri strumenti Indicatori costo del personale Indicatori di stima della disponibilità futura del personale tavole di rimpiazzo catene di Markov renewal analysis modelli di programmazione lineare Metodo Delphi Human resource scorecard Staffing ratios analisi di regressione

26 Il Dimensionamento Organici L esigenza di dimensionamento (rightsizing) dell organico (di una funzione aziendale, ad esempio) può essere correlata a diversi fattori: OEca Il dimensionamento del personale è una delle prime attività da svolgere in fase di creazione/ ristrutturazione aziendale, o di staffing di un Programma/Progetto. E indispensabile per l allocazione e la gestione efficiente ed efficace delle risorse e per il governo dei costi Profilo Valenza economica 26 La valutazione delle competenze del personale è un aspetto fondamentale per la performance delle unità organizzative e dell Azienda nel suo complesso, anche in termini di qualità dei prodotti forniti/servizi erogati ( mix quali-quantitativo delle risorse) Il dimensionamento del personale è fondamentale nel quadro di una strategia tesa al contenimento/ riduzione della voce Costo del Lavoro nel Conto Economico aziendale

27 Metodologie di Dimensionamento Organici: 2 Approcci Modello Organizzativo Benchmark È un approccio con cui si analizza nel dettaglio la struttura organizzativa aziendale fino alla definizione dei processi e delle attività che la caratterizzano; sulla base dei volumi di attività da svolgere e dei tempi standard necessari per eseguirle si calcolano le risorse necessarie (consapevolezza e responsabilizzazione sulle risorse a disposizione, cultura della misurazione ) È un metodo che si basa sul confronto omogeneo (a pari perimetro di attività) con le risorse impiegate da altre Aziende/realtà significative comparabili per le stesse attività/funzioni. Il risultato ottenuto ha valore tendenziale e può essere soggetto ad adattamenti e contestualizzazioni in ragione delle peculiarità aziendali 27 Le metodologie di analisi quantitativa per il dimensionamento degli organici più diffuse sono quelle basate sul Modello Organizzativo e sul Benchmark

28 Metodologia del Modello Organizzativo - Condizioni di Applicabilità (CAVEAT) L approccio del Modello è applicabile con riferimento a (ad esempio, di produzione) con aevità standardizzate, e volumi nel tempo Le aevità oggejo di analisi devono poter essere documentabili, misurabili ed omogenee, quindi tale metodologia non si presta al dimensionamento di aree professionali (ad esempio, aree di staff) più propriamente riferibili agli della cosiddeja Economia della Conoscenza (Knowledge Workers), carajerizzata dalla produzione e trasformazione di Intangible Assets (Beni e Servizi Immateriali) Non viene considerata la dimensione della forza lavoro (competenze delle persone) 28

29 Metodologia del Modello Organizzativo - Sintesi Per ogni unità considerata, scomposizione dei principali processi in aree di aevità e aevità elementari Pesatura delle aevità ajraverso l di parametri di riferimento e la correlazione ai rispeevi volumi di aevità (carichi di lavoro) RILEVAZIONE AS IS Definizione dell organico teorico (obieevo) ajraverso valori standard di esecuzione delle aevità (tempi), quali livello oemale di prestazione differenziali (+/- ) rispejo all organico ajuale, con eventuale individuazione di possibili recuperi di produevità pproccio mediante analisi micro- (no competenze): 29 ANALISI ORGANIZZATIVA (contesto di riferimento, anche in oeca ANALISI PROCESSI (scomposizione aevità) PARAMETRAZIONE (parametri di riferimento, volumi/carichi di lavoro e tempi standard di esecuzione delle aevità)

30 Metodologia del Benchmark - Condizioni di Applicabilità (CAVEAT) Certamente si traja di un approccio più leggero rispejo alla Metodologia del Modello che, come abbiamo visto, prevede raccolta analisi macro e micro- interviste a responsabili delle strujure e a ecc. Ma soprajujo è un approccio metodologico preferibile per dimensionare aree professionali le cui aevità siano, in prevalenza, non facilmente documentabili, misurabili, confrontabili e pianificabili: ad esempio, nelle aree di staff, si pensi alla redazione di una disposizione alla stesura di un contrajo, alla predisposizione di un business plan, alla realizzazione di un audit, ecc. Il benchmarking può essere interno all organizzazione e/o esterno ad essa ed avere un livello maggiore o minore di dejaglio/ profondità IMPRESClNDIBILE rilevare e raffrontare aevità omogenee di perimetro) a realtà confrontabili e (a parità 30

31 Parametri dimensionali di riferimento per le aree di staff Area Professionale Parametro dimensionale interno di riferimento (*) Parametro dimensionale esterno di riferimento (**) Program/Project Management 4,4% 3,9% [3,7% - 4,0%] Amministrazione, Finanza e Controllo 3,3% 2,5% [2,0% - 3,0%] Marketing e Vendite 3,0% 2,5% [2,2% - 2,7%] Acquisti 2,7% 2,3% [2,0% - 2,5%] Risorse Umane 1,7% 1,3% [1,0% - 1,6%] ICT 1,4% 1,3% [1,0% - 1,5%] Legale e Societario 0,4% 0,5% [0,3% - 0,7%] Relazioni Esterne 0,3% 0,4% [0,3% - 0,5%] Strategie 0,2% 0,2% [0,1% - 0,3%] Internal Auditing 0,1% 0,2% [0,1% - 0,3%] (*) Espresso in termini di incidenza percentuale media rispejo all organico aziendale 31 (**) Benchmarking realizzato da una primaria Società di Consulenza con riferimento a realtà confrontabili per dimensioni e complessità ed nei sejori che rappresentano il core business per il Gruppo Finmeccanica [tra parentesi il range di variabilità riscontrato]

32 Una metodologia per il dimensionamento organici (aree di staff/aevità omogenee) 32 rispejo ai parametri segnalano la necessità di un approfondimento per completare l analisi ajraverso la lejura della singola realtà aziendale rispejo alle dimensioni: strujura geografica della presenza territoriale. Questo ulteriore livello di analisi consente di correlare il disallineamento rilevato allo specifico modello adojato dall Azienda (ad esempio, numerose Divisioni/Business Unit) oppure ad una presenza molto capillare e dispersa sul territorio (con un numero di produevi e non), quando non nazionale (con presidi in Paesi, magari in diversi ovvero consente di confermare l effeeva anomalia rispejo alla griglia di parametri di ciascuna area degli esuberi, sulla base degli che scaturiscono da analisi micro- e definizione di un percorso di riallineamento verso indicatori di produevità quali best prac1ce). Se limitata ai soli parametri dimensionali interni ed esterni, l analisi può portare ad individuare, a livello complessivo di area professionale (e non di singola Azienda), una quota di teoriche eccedenze di personale, traducibili in potenziale recupero in termini di Costo del Lavoro

Copyright Esselibri S.p.A.

Copyright Esselibri S.p.A. CAPITOLO QUARTO LA PIANIFICAZIONE DELLE RISORSE UMANE SOMMARIO: 1. La gestione delle risorse umane. - 2. La programmazione del personale. - 3. La Human Resource Scorecard. 1. LA GESTIONE DELLE RISORSE

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

ADDETTA E ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

ADDETTA E ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE ADDETTA E ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE Aggiornato il 10 novembre 2009 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...3 3. DOVE LAVORA...4 4. CONDIZIONI DI LAVORO...5 5. COMPETENZE...6 Che cosa deve

Dettagli

Le effettive esigenze della Direzione del Personale nella gestione delle risorse umane in azienda. Andamento dal 2005 ad oggi

Le effettive esigenze della Direzione del Personale nella gestione delle risorse umane in azienda. Andamento dal 2005 ad oggi Le effettive esigenze della Direzione del Personale nella gestione delle risorse umane in azienda. Andamento dal 2005 ad oggi Indagine ottenuta grazie alla somministrazione di questionario ad oltre 260

Dettagli

PORTALE PER LA GESTIONE DEL PERSONALE CONSULENTE DEL LAVORO/ASSOCIAZIONE AZIENDE CLIENTI COMUNICAZIONE / COLLABORAZIONE AMMINISTRAZIONE ORGANIZZAZIONE

PORTALE PER LA GESTIONE DEL PERSONALE CONSULENTE DEL LAVORO/ASSOCIAZIONE AZIENDE CLIENTI COMUNICAZIONE / COLLABORAZIONE AMMINISTRAZIONE ORGANIZZAZIONE HR Infinity è la suite Zucchetti per la gestione del personale studiata e realizzata specificatamente per permettere a consulenti del lavoro e associazioni di offrire servizi innovativi e consulenza strategica

Dettagli

Materiale didattico slides cap. 1 Costa Gianecchini pagg. 3-13 Marchiori M. Le persone nelle imprese. Gli approcci di governo

Materiale didattico slides cap. 1 Costa Gianecchini pagg. 3-13 Marchiori M. Le persone nelle imprese. Gli approcci di governo Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane Terza lezione 15102014 Le origini storico- teoriche: I debi2 nei cfr delle teorie dell impresa Le relazioni tra ambiente- strategia- stru;ura- ges2one risorse umane

Dettagli

Budget del Personale

Budget del Personale Budget del Personale Dott. Cosimo Baldari coximo@libero.it H1 Hrms sistema integrato di gestione del personale e Budget del personale http://www.ebcconsulting.com HR Budget del Personale - Software H1

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale LE CARATTERISTICHE DEL PIANO INDUSTRIALE 1.1. Definizione e obiettivi del piano industriale 1.2. Requisiti del piano industriale 1.3. I contenuti del piano industriale 1.3.1. La strategia realizzata e

Dettagli

Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano!

Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano! 2013 Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano! Nel mondo economico dei nostri tempi, la maggior parte delle organizzazioni spende migliaia (se non milioni) di euro per

Dettagli

ESSERE O APPARIRE. Le assicurazioni nell immaginario giovanile

ESSERE O APPARIRE. Le assicurazioni nell immaginario giovanile ESSERE O APPARIRE Le assicurazioni nell immaginario giovanile Agenda_ INTRODUZIONE AL SETTORE ASSICURATIVO La Compagnia di Assicurazioni Il ciclo produttivo Chi gestisce tutto questo Le opportunità di

Dettagli

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Gli indirizzi del settore economico fanno riferimento a comparti in costante crescita sul piano occupazionale e interessati a forti innovazioni

Dettagli

Università di Macerata Facoltà di Economia

Università di Macerata Facoltà di Economia Materiale didattico per il corso di Internal Auditing Anno accademico 2011-2012 Università di Macerata Facoltà di Economia 1 Obiettivo della lezione QUALITY ASSESSMENT REVIEW I KEY PERFORMANCE INDICATORS

Dettagli

Il Management Consulting in Italia

Il Management Consulting in Italia Il Management Consulting in Italia Sesto Rapporto 2014/2015 Università di Roma Tor Vergata Giovanni Benedetto Corrado Cerruti Simone Borra Andrea Appolloni Stati Generali del Management Consulting Roma,

Dettagli

PIANIFICAZIONE DELLA FORMAZIONE: processi, attori e strumenti

PIANIFICAZIONE DELLA FORMAZIONE: processi, attori e strumenti PIANIFICAZIONE DELLA FORMAZIONE: processi, attori e strumenti Dott.ssa Patrizia Castelli Premessa: Il processo di pianificazione della formazione nasce dall esigenza di sviluppare le competenze e le conoscenze

Dettagli

*(67,21(,03$77,25*$1,==$7,9,(

*(67,21(,03$77,25*$1,==$7,9,( 3,1,),=,21((21752//2, *(67,21(,0377,25*1,==7,9,( 68//(5,6256(801( 7HVWLPRQLDQ]DGHO*UXSSR%DQFD/RPEDUGD *=DQRQL 0LODQRJLXJQR Struttura del Gruppo Banca Lombarda 6WUXWWXUDGHO*UXSSR%DQFD/RPEDUGDH3LHPRQWHVH

Dettagli

STATISTICA e STATISTICO

STATISTICA e STATISTICO STATISTICA e STATISTICO Aggiornato il 17 dicembre 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Che cosa deve essere in grado di

Dettagli

Andaf Riproduzione riservata

Andaf Riproduzione riservata Terrorismo internazionale Etica Globalizzazione Operazioni straordinarie Mercati Tecnologie Relazioni internazionali Evoluzione normativa Business & strategie Finanziari Contabili Strategici Operativi

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

Il Management Consulting in Italia Primo Rapporto 2010. Prof. Corrado Cerruti Università di Roma Tor Vergata

Il Management Consulting in Italia Primo Rapporto 2010. Prof. Corrado Cerruti Università di Roma Tor Vergata Primo Rapporto 2010 Prof. Corrado Cerruti Università di Roma Tor Vergata Iniziare a comporre il puzzle Il Management Consulting è un settore dai confini non ben definiti, con basse barriere all'entrata

Dettagli

L uso dei dati territoriali per la valutazione del mercato e la definizione dei target

L uso dei dati territoriali per la valutazione del mercato e la definizione dei target Banca Popolare di Vicenza L uso dei dati territoriali per la valutazione del mercato e la definizione dei target Filippo Catturi, Alfredo Pastega Roma, 14 dicembre 2005 Agenda Premessa La valutazione del

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

Corso di. Analisi e contabilità dei costi

Corso di. Analisi e contabilità dei costi Corso di Analisi e Contabilità dei Costi Prof. 1_I costi e il sistema di controllo Perché analizzare i costi aziendali? La CONOSCENZA DEI COSTI (formazione, composizione, comportamento) utile EFFETTUARE

Dettagli

Pianificazione integrata e gestione del workload

Pianificazione integrata e gestione del workload Pianificazione integrata e gestione del workload Sviluppo di una soluzione Enterprise «If you fail to plan, you plan to fail» PRESENTAZIONE ANIMP - 10.04.2014 Sestri Levante. AGENDA Rosetti Marino Group

Dettagli

Mappare e pesare le posizioni Valutare le prestazioni Analizzare il grado di copertura del ruolo

Mappare e pesare le posizioni Valutare le prestazioni Analizzare il grado di copertura del ruolo Mappare e pesare le posizioni Valutare le prestazioni Analizzare il grado di copertura del ruolo LA METODOLOGIA La metodologia OD&M per valutare le risorse umane La metodologia OD&M per valutare le risorse

Dettagli

Master in Selezione, Gestione e Sviluppo delle Risorse umane

Master in Selezione, Gestione e Sviluppo delle Risorse umane Master in Selezione, Gestione e Sviluppo delle Risorse umane Titolo e presentazione del progetto La trasformazione strutturale delle organizzazioni, la necessità di incrementare la competitività attraverso

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE

TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO

Dettagli

Evoluzione Normativa: esperienze e orientamenti del Gruppo UBI Banca

Evoluzione Normativa: esperienze e orientamenti del Gruppo UBI Banca Evoluzione Normativa: esperienze e orientamenti del Gruppo UBI Banca ABI HR 2008: Banche e Risorse Umane Competenze e merito per crescere nella banca che cambia Andrea Ghidoni Roma, 8 Maggio 2008 Gruppo

Dettagli

Analizzare e gestire CAMBIAMENTO. tramite lo strumento e la metodologia

Analizzare e gestire CAMBIAMENTO. tramite lo strumento e la metodologia Analizzare e gestire il CAMBIAMENTO tramite lo strumento e la metodologia LA GESTIONE DEL CAMBIAMENTO Le aziende sono sempre più di frequente poste di fronte al cambiamento. Oggi ai manager si richiede

Dettagli

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 COS È UN OBIETTIVO... 3 IL CONTROLLO DI GESTIONE...

Dettagli

Chi Siamo. Esperienza Ricerca Forte impronta quantitativa Condivisione dei bisogni Soluzioni tailored made

Chi Siamo. Esperienza Ricerca Forte impronta quantitativa Condivisione dei bisogni Soluzioni tailored made Chi Siamo Metodia nasce a Siena nel 2004 da un gruppo di consulenti e ricercatori, professionisti in discipline statistiche ed economiche, già impegnati da diversi anni in collaborazioni con l Università

Dettagli

PROGETTO CONTROLLO GESTIONE. Per la P.M.I. Per l Artigianato

PROGETTO CONTROLLO GESTIONE. Per la P.M.I. Per l Artigianato PROGETTO CONTROLLO GESTIONE Per la P.M.I. Per l Artigianato Valutare costantemente l'andamento economico della attività dell'azienda per stabilire se la sua struttura dei costi è adeguata per confrontarsi

Dettagli

UMIQ. Il metodo UMIQ. Unindustria Bologna. Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende

UMIQ. Il metodo UMIQ. Unindustria Bologna. Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende QUALITA UNINDUSTRIA INNOVAZIONE METODO UMIQ Il metodo UMIQ Unindustria Bologna Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende Obiettivi del corso Fornire

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

LA FALCRI PER IL CAMBIAMENTO: FOCUS SU CLIMA INTERNO NEL GRUPPO UBI

LA FALCRI PER IL CAMBIAMENTO: FOCUS SU CLIMA INTERNO NEL GRUPPO UBI LA FALCRI PER IL CAMBIAMENTO: FOCUS SU CLIMA INTERNO NEL GRUPPO UBI Il presente documento analizza più dettagliatamente la problematica relativa al clima interno alle Aziende del Gruppo UBI, da tempo notevolmente

Dettagli

ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI premessa

ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI premessa ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI premessa il processo di programmazione e controllo prende le mosse dalla pianificazione strategica e con riferimento al budget aziendale definisce il quadro con cui confrontare

Dettagli

Incentive & La soluzione per informatizzare e gestire il processo di. Performance Management

Incentive & La soluzione per informatizzare e gestire il processo di. Performance Management Incentive & Performance Management La soluzione per informatizzare e gestire il processo di Performance Management Il contesto di riferimento La performance, e di conseguenza la sua gestione, sono elementi

Dettagli

HR Zucchetti. la Direzione Risorse Umane!

HR Zucchetti. la Direzione Risorse Umane! HR Zucchetti una nuova valuepropositionper una nuova valuepropositionper la Direzione Risorse Umane! Il mondo sta cambiando Nuove esigenze che hanno influenzato il modo di pensare le soluzioni L avvento

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Anno 2014. (ai sensi dell art. 7 del Decreto legislativo 27 ottobre 2009, n.

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Anno 2014. (ai sensi dell art. 7 del Decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Anno 2014 (ai sensi dell art. 7 del Decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150) Indice Premessa 1. Descrizione del Sistema 1.1. La Nuova Organizzazione

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 6 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 6 Modulo 6 Integrare verso l alto e supportare Managers e Dirigenti nell Impresa: Decisioni più informate; Decisioni

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

HumanWare. Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo

HumanWare. Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo HumanWare Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo Aree di Intervento Sistemi di Analisi e Valutazione delle Posizioni Sistemi di Valutazione delle Prestazioni

Dettagli

RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI

RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI Con riferimento all Ordine di Servizio n 26 del 19.11.2014, si provvede a definire l articolazione della funzione RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI e ad attribuire

Dettagli

Profilo aziendale. Giugno 2008 - Pubblica

Profilo aziendale. Giugno 2008 - Pubblica Profilo aziendale Chi siamo Siamo un gruppo di professionisti esperti di gestione aziendale, che si propone come valido supporto ad imprenditori, dirigenti e manager nel ricercare, sviluppare ed applicare

Dettagli

Bottoncino CATALOGO CORSI (SEZIONE FORMAZIONE AZIENDALE) COMUNICAZIONE E RELAZIONALITÀ COMPETENZE MANAGERIALI BENESSERE E PRODUTTIVITÀ

Bottoncino CATALOGO CORSI (SEZIONE FORMAZIONE AZIENDALE) COMUNICAZIONE E RELAZIONALITÀ COMPETENZE MANAGERIALI BENESSERE E PRODUTTIVITÀ Bottoncino CATALOGO CORSI (SEZIONE FORMAZIONE AZIENDALE) COMUNICAZIONE E RELAZIONALITÀ COMPETENZE MANAGERIALI BENESSERE E PRODUTTIVITÀ FORMAZIONE TECNICA Cliccando tendina COMUNICAZIONE E RELAZIONALITA

Dettagli

RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE CONSULENZA AZIENDALE NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE CONSULENZA AZIENDALE NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE CONSULENZA AZIENDALE NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE CHI SIAMO Aeneas, fondata nel 1984, opera nel campo delle risorse umane e della consulenza aziendale. Annovera

Dettagli

Ricompensare le persone. Cap. 13 Costa- Giannecchini, 2009, 2013 Slides docente

Ricompensare le persone. Cap. 13 Costa- Giannecchini, 2009, 2013 Slides docente Ricompensare le persone Cap. 13 Costa- Giannecchini, 2009, 2013 Slides docente Le componenti del sistema di ricompensa Ø Retribuzione nelle sue varie forme: stipendio, salari, premi, stock option, previdenza

Dettagli

Edoardo Bacchini Elvira Milani. ebusiness Suite Solution Team. Oracle Italia

Edoardo Bacchini Elvira Milani. ebusiness Suite Solution Team. Oracle Italia Edoardo Bacchini Elvira Milani ebusiness Suite Solution Team Oracle Italia Cruscotto di controllo per il governo dell ente locale, gestione risorse finanziarie ed umane Catania, 5 Dicembre 2002 Agenda

Dettagli

EVOLUZIONE STUDIO DI SETTORE TG87U

EVOLUZIONE STUDIO DI SETTORE TG87U ALLEGATO 21 NOTA TECNICA E METODOLOGICA EVOLUZIONE STUDIO DI SETTORE TG87U NOTA TECNICA E METODOLOGICA CRITERI PER L EVOLUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE L evoluzione dello Studio di Settore ha il fine di

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

TXT e-solutions. Passion for Quality. Marzo 2014

TXT e-solutions. Passion for Quality. Marzo 2014 TXT e-solutions Passion for Quality Marzo 2014 TXT e-solutions S.p.A. Fornitore Internazionale di prodotti e soluzioni software dedicati a Grandi Clienti Un azienda solida, con budget raggiunti e bilanci

Dettagli

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI INTRODUZIONE 1. La visione d impresa e il ruolo del management...17 2. Il management imprenditoriale e l imprenditore manager...19 3. Il management: gestione delle risorse, leadership e stile di direzione...21

Dettagli

Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE

Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE Le caratteristiche del mercato finanziario e le dinamiche competitive emerse sin dall emergere della crisi hanno imposto

Dettagli

OBIETTIVO. Economia Aziendale Prof. Giovanni Ossola. Studiare il sistema impresa. Studiare i sub-sistemi del sistema impresa

OBIETTIVO. Economia Aziendale Prof. Giovanni Ossola. Studiare il sistema impresa. Studiare i sub-sistemi del sistema impresa Economia Aziendale Prof. Giovanni Ossola OBIETTIVO Studiare il sistema impresa Studiare i sub-sistemi del sistema impresa Studiare le relazioni tra i sub-sistemi Studiare le relazioni tra impresa e ambiente/mercato

Dettagli

HR Human Resouces. Lo strumento innovativo e completo per la gestione del personale. ZUCCHETTI CENTRO SISTEMI SPA www.centrosistemi.

HR Human Resouces. Lo strumento innovativo e completo per la gestione del personale. ZUCCHETTI CENTRO SISTEMI SPA www.centrosistemi. HR Human Resouces Lo strumento innovativo e completo per la gestione del personale ZUCCHETTI CENTRO SISTEMI SPA www.centrosistemi.it tel. (+39) 055 91971 fax. (+39) 055 9197515 e mail: commerciale@centrosistemi.it

Dettagli

Dall agosto 2002 al luglio 2014 POSTE ITALIANE S.p.A.

Dall agosto 2002 al luglio 2014 POSTE ITALIANE S.p.A. C L A U D I O P I C U C C I DATI ANAGRAFICI Claudio Picucci nato a Roma il 10/7/54 INCARICO ATTUALE Da Aprile 2015 MILANO SERRAVALLE MILANO TANGENZIALI Assago (MI) Direttore Risorse Umane e Servizi L assetto

Dettagli

L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers

L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers MODULO 2 MODULO 1 L'organizzazione degli acquisti e il ruolo del Buyer Firenze,

Dettagli

1.0. PREMESSA 2.0. LA VALUTAZIONE

1.0. PREMESSA 2.0. LA VALUTAZIONE Azienda Ospedaliero Universitaria di Pisa Regolamento concernente il processo di valutazione permanente e per la gestione delle progressioni di carriera per la dirigenza 1.0. PREMESSA Il Dgls. 229/99 prima,

Dettagli

Approfondimento. Controllo Interno

Approfondimento. Controllo Interno Consegnato OO.SS. 20 maggio 2013 Approfondimento Controllo Interno Maggio 2013 Assetto Organizzativo Controllo Interno CONTROLLO INTERNO ASSICURAZIONE QUALITA DI AUDIT E SISTEMI ETICA DEL GOVERNO AZIENDALE

Dettagli

TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI

TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie?... 6 Conoscenze... 9

Dettagli

e dei costi della logistica, su sportelli, filiali e uffici di direzione.

e dei costi della logistica, su sportelli, filiali e uffici di direzione. Sistemi di monitoraggio e controllo dei processi Sistemi di monitoraggio e controllo dei processi e dei costi della logistica, su sportelli, filiali e uffici di direzione. Interventi di Business Value

Dettagli

Edizione 2010. www.sovedi.it

Edizione 2010. www.sovedi.it Edizione 2010 www.sovedi.it SOVEDI s.r.l. Via Antica, 3-25080 Padenghe sul Garda (BS) email: info@sovedi.it tel: +39 0302076341 CAP.SOC. 51.480,00 - C.F. p.iva 00632180246 SOVEDI nasce nel 1978 a Vicenza.

Dettagli

SOMMARIO 1. IL MODELLO, GLI STRUMENTI, LE FASI DELLA RICERCA 2 2. L ANALISI DEI DATI 6 GLOSSARIO 31

SOMMARIO 1. IL MODELLO, GLI STRUMENTI, LE FASI DELLA RICERCA 2 2. L ANALISI DEI DATI 6 GLOSSARIO 31 Analisi delle competenze e dei fabbisogni formativi ICT Unione Europea Fondo Sociale Europeo Regione Autonoma della Sardegna Lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale 2006 EBAS

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI PER IL FACILITY MANAGEMENT. Arch. Marco Frigieri

SISTEMI INFORMATIVI PER IL FACILITY MANAGEMENT. Arch. Marco Frigieri SISTEMI INFORMATIVI PER IL FACILITY MANAGEMENT Arch. Marco Frigieri IL FACILITY MANAGEMENT IN ITALIA IL MERCATO PUBBLICO, IL MERCATO PRIVATO Roma, 14 marzo 2013 ABI Palazzo Altieri (Sala della Clemenza)

Dettagli

Il software per la gestione delle risorse umane di TeamSystem. Powered by

Il software per la gestione delle risorse umane di TeamSystem. Powered by Il software per la gestione delle risorse umane di TeamSystem Powered by E-recruiting e selezione del personale - Area Lavora con noi e pubblicazione annunci, nel sito aziendale - Archiviazione completa

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE

IL CONTROLLO DI GESTIONE CORSO ECM in Project Management: prospettiva per un governo integrato dei processi sanitari Azienda Ospedaliera San Filippo Neri IL CONTROLLO DI GESTIONE Relatore: Dott.ssa Silvia Cavalli Gli anni 90 sono

Dettagli

Sistemi di Pianificazione&Controllo nelle PMI Adeguamenti in relazione all evolversi della crisi

Sistemi di Pianificazione&Controllo nelle PMI Adeguamenti in relazione all evolversi della crisi S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Sistemi di Pianificazione&Controllo nelle PMI Adeguamenti in relazione all evolversi della crisi RICCARDO CODA WWW STUDIORICCARDOCODA.COM 28 novembre 2013

Dettagli

MARKETING Il piano di marketing

MARKETING Il piano di marketing Università degli studi di Macerata Facoltà di Scienze della comunicazione MARKETING Il piano di marketing Prof. Laura Gavinelli laura.gavinelli@unimc.it Blythe, Fondamenti di marketing, cap. 10 1 Cos è,

Dettagli

PERFORMANCE, TALENTI, SAPERI E MOTIVAZIONI Strumenti diversi per creare valore

PERFORMANCE, TALENTI, SAPERI E MOTIVAZIONI Strumenti diversi per creare valore PERFORMANCE, TALENTI, SAPERI E MOTIVAZIONI Strumenti diversi per creare valore mercoledì 29 maggio 2013 Milano, Hotel Michelangelo I comitati di condivisione nella Banca Popolare Pugliese: dalla valutazione

Dettagli

IX Convention ABI. L affidabilità dei processi interni come fattore critico di riduzione del Rischio Operativo

IX Convention ABI. L affidabilità dei processi interni come fattore critico di riduzione del Rischio Operativo IX Convention ABI L affidabilità dei processi interni come fattore critico di riduzione del Rischio Operativo BPR e BCM: due linee di azione per uno stesso obiettivo Ing. Alessandro Pinzauti Direttore

Dettagli

Un approccio complessivo alla Gestione della Performance Aziendale. Sestri Levante 19-20 maggio 2003

Un approccio complessivo alla Gestione della Performance Aziendale. Sestri Levante 19-20 maggio 2003 1 Un approccio complessivo alla Gestione della Performance Aziendale Sestri Levante 19-20 maggio 2003 Performing - Mission 2 Performing opera nel mercato dell'ingegneria dell organizzazione e della revisione

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 4 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT Obiettivi del CobiT (Control Objectives

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO. Il 2005, in Roma. premesso che:

VERBALE DI ACCORDO. Il 2005, in Roma. premesso che: VERBALE DI ACCORDO Il 2005, in Roma ABI e.. premesso che: il d. lgs. n. 276 del 10 settembre 2003 ha introdotto una nuova disciplina dell apprendistato, regolando all art. 49, la fattispecie dell apprendistato

Dettagli

Dirigere con successo un impresa del settore edile. Corso executive di alta formazione in gestione aziendale

Dirigere con successo un impresa del settore edile. Corso executive di alta formazione in gestione aziendale Dirigere con successo un impresa del settore edile Corso executive di alta formazione in gestione aziendale ITALSOFT GROUP per la formazione degli imprenditori del settore edile Il settore dell edilizia

Dettagli

Il Sistema di Valutazione delle Prestazioni del Gruppo Logiche e principali caratteristiche Presentazione alle OO.SS.

Il Sistema di Valutazione delle Prestazioni del Gruppo Logiche e principali caratteristiche Presentazione alle OO.SS. Il Sistema di Valutazione delle Prestazioni del Gruppo Logiche e principali caratteristiche Presentazione alle OO.SS. 1 Direzione Centrale Risorse Umane Ufficio Sviluppo Milano, e Compensation Marzo 2014

Dettagli

Welfare Aziendale Nuove frontiere

Welfare Aziendale Nuove frontiere Welfare Aziendale Nuove frontiere Il contesto: nuovi bisogni e nuove soluzioni Ritiro del Welfare State a causa della spending review e della riduzione dei fondi di welfare pubblico. Nascita di nuovi servizi

Dettagli

I sistemi di controllo di gestione. Nicola Castellano

I sistemi di controllo di gestione. Nicola Castellano I sistemi di controllo di gestione Nicola Castellano 1 Controllo di gestione e contabilità analitica Sommario: Controllo di gestione Definizione Il sistema di controllo Struttura organizzativa Processo

Dettagli

Introduzione alla ges0one delle risorse umane

Introduzione alla ges0one delle risorse umane Introduzione alla ges0one delle risorse umane Logiche, principi, a/ori Marco Briolini Cos è la ges5one delle risorse umane Strategia e ges5one Il modello di riferimento: i principi della ges5one le dimensioni

Dettagli

ICT RISK MANAGEMENT. Società KAPPA. Introduzione

ICT RISK MANAGEMENT. Società KAPPA. Introduzione ICT RISK MANAGEMENT Società KAPPA Introduzione Carlo Guastone, Convegno AIEA Analisi dei rischi, Verona 26 maggio 2006 APPROCCIO ALLA GESTIONE DEL RISCHIO Definizioni Metodologie per il Risk Management

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE. Definizione, classificazioni

SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE. Definizione, classificazioni SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Definizione, classificazioni IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE A cosa serve una definizione? Esistono diverse prospettive tecnica, organizzativa, della comunicazione e quindi

Dettagli

LA GESTIONE DELL INTERCAMBIABILITÀ DEL PERSONALE IN AZIENDA

LA GESTIONE DELL INTERCAMBIABILITÀ DEL PERSONALE IN AZIENDA LA GESTIONE DELL INTERCAMBIABILITÀ DEL PERSONALE IN AZIENDA SOSTITUZIONE DEL PERSONALE SUL LUNGO (TAVOLE DI RIMPIAZZO), MEDIO (ASSENZE PROGRAMMATE) O BREVE PERIODO (ASSENTEISMO) MARIO ROSSI: Buongiorno,

Dettagli

SINTEMA retail services RETAIL

SINTEMA retail services RETAIL SINTEMA retail services RETAIL Servizi in outsourcing per lo sviluppo e la gestione di una rete di punti vendita: contabilità, paghe, bilanci, adempimenti fiscali e societari, servizi di controlling, legali,

Dettagli

Company profile. Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole. Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less

Company profile. Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole. Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less Company profile Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole Business Consultant S.r.l. Via La Cittadella, 102/G 93100 Caltanissetta

Dettagli

I Sistemi Informativi Direzionali. I reporting direzionali

I Sistemi Informativi Direzionali. I reporting direzionali I Sistemi Informativi Direzionali I reporting direzionali Concezioni del controllo Concezione tradizionale valutare l efficienza, l onestà e la diligenza dei dipendenti Concezione moderna (p.e. Anthony)

Dettagli

ORIENTA ONLINE AREA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE* UNA PANORAMICA DELL'AREA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

ORIENTA ONLINE AREA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE* UNA PANORAMICA DELL'AREA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE ORIENTA ONLINE AREA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE* Indice UNA PANORAMICA DELL'AREA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE 1. Le caratteristiche generali e strutturali 2 2. L analisi del processo di lavoro e le figure

Dettagli

LA VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO: DALLO SVILUPPO ALL IMPLEMENTAZIONE

LA VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO: DALLO SVILUPPO ALL IMPLEMENTAZIONE LA VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO: DALLO SVILUPPO ALL IMPLEMENTAZIONE Sergio Iavicoli INAIL Dipartimento Medicina del Lavoro Roma 12 ottobre 2011 IMPLEMENTAZIONE DELL ACCORDO

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI. Definizione, classificazioni

SISTEMI INFORMATIVI. Definizione, classificazioni SISTEMI INFORMATIVI Definizione, classificazioni IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE A cosa serve una definizione? a identificare i confini del SI a identificarne le componenti a chiarire le variabili progettuali

Dettagli

Organizzazione aziendale e controllo di gestione

Organizzazione aziendale e controllo di gestione Organizzazione aziendale e controllo di gestione I nostri servizi: Definizione procedure di pianificazione e controllo Studio e miglioramento lay-out Studio tempi e metodi di lavorazione Ottimizzazione

Dettagli

PROGETTO DI FORMAZIONE SUL TEMA

PROGETTO DI FORMAZIONE SUL TEMA FIRENZE 1 PROGETTO DI FORMAZIONE SUL TEMA IL SISTEMA DI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO: RIFERIMENTI CONCETTUALI E NORMATIVI POSTI A CONFRONTO CON LA REALTÀ AZIENDALE FIRENZE 2 INDICE PREMESSA 3 MOTIVAZIONI

Dettagli

I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT

I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT http://www.sinedi.com ARTICOLO 8 GENNAIO 2007 I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT In uno scenario caratterizzato da una crescente competitività internazionale si avverte sempre di più la necessità di una

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE: AREA COMUNE (INCLUSIVA DEI SERVIZI ALLE IMPRESE) Processo Sequenza di processo Area di Attività

Dettagli

Il manuale per la valutazione e gestione del rischio stress lavoro correlato

Il manuale per la valutazione e gestione del rischio stress lavoro correlato Il manuale per la valutazione e gestione del rischio stress lavoro correlato Benedetta Persechino INAIL Dipartimento Medicina del Lavoro ex ISPESL Bologna, 5 maggio 2011 DIBATTITO/RICERCA/ PROPOSTE METODOLOGICHE

Dettagli

Performance management

Performance management Performance management Valutare i risultati e valorizzare le competenze Una forte leva di sviluppo organizzativo e di gestione dei grandi processi di cambiamento che caratterizzano molte aziende Nicola

Dettagli

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INDICE Premessa 3 Obiettivi e strumenti metodologici dell intervento di formazione 4 Moduli e contenuti dell intervento di

Dettagli

RESPONSABILE DELLA LOGISTICA

RESPONSABILE DELLA LOGISTICA CORSO PER RESPONSABILE DELLA LOGISTICA Certificazione Sistemi di Gestione Qualità ISO 9001 53 CORSO PER RESPONSABILE DELLA LOGISTICA Materiale propedeutico (studio a casa) + 48 ore di lezioni frontali

Dettagli

GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE Obiettivi Il Corso di Specializzazione, attraverso metodologie innovative e interattive, intende fornire ai partecipanti gli strumenti e le tecniche per creare:

Dettagli

HR Primo Business Partner Aziendale

HR Primo Business Partner Aziendale HR Primo Business Partner Aziendale di Luca Battistini Direttore HR Phone & Go Spa; Presidente della web community Fior di Risorse Le persone al centro. H1 Hrms sistema integrato di gestione del personale

Dettagli

Il Reporting Direzionale

Il Reporting Direzionale L offerta di consulenza di Professionisti per l Impresa www.piconsulenza.it A cosa serve il controllo individuare i fattori che determinano le performance misurare le performance informare i responsabili

Dettagli

Il Business Plan (Allegato)

Il Business Plan (Allegato) Www.ebitda.it Facebook:Ebitda Twitter: Ebitda Discussion Paper (Allegato) Numero 13 - Maggio 2014 1. Aspetti Generali Il business plan è uno strumento, sia qualitativo che quantitativo, finalizzato alla

Dettagli