Azione Formativa B2.1 - "Data Warehousing e OLAP"

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Azione Formativa B2.1 - "Data Warehousing e OLAP""

Transcript

1 Azione formazione OpenKnowTech, Laboratorio di Tecnologie Open Source per la Integrazione, Gestione e Distribuzione di Dati, Processi e Conoscenze Azione Formativa B2.1 - "Data Warehousing e OLAP" Gestione dei dati nella distribuzione Ittica Italiana Docente Gruppo 1 Prof. Alfredo Cuzzocrea Giuseppe Barillà Giuseppe Piluso Luigi Avena

2

3 Analisi dei requisiti e progettazione delle sorgenti dati Analisi dei requisiti Il seguente progetto pone al centro della sua analisi la realizzazione di un sistema comprendente un consorzio di attività commerciali aventi lo scopo di distribuire il pescato in tutto il territorio nazionale. Il sistema quindi intende ottimizzare questo lavoro di distribuzione in tre tipologie di attività commerciali: Stabilimenti Ittici, Centri Smistamento e Punti Vendita. Lo stabilimento ittico che riceve il pesce dai pescherecci e lo consegna ai centri smistamento affiliati, che a sua volta distribuisce il prodotto al punto vendita che può venderlo al cliente consumatore finale. I processi primari sono quelli direttamente coinvolti nell attività di distribuzione pesce ai punti vendita. Analizziamone le fasi: 1 macroprocesso: Consegna del pescato Questo primo macroprocesso si occupa della consegna, da parte del peschereccio, del pescato al gestore dello Stabilimento Ittico. Al momento della consegna vengono definite le Caratteristiche del Pesce, quali Denominazione Commerciale(es. Orata, Pesce spada, ecc..), Zona Di Cattura (mar Mediterraneo, ecc..), peso, ecc.. 2 macroprocesso: Selezionamento e lavorazione Il pesce consegnato, prima di essere pulito e confezionato per la vendita deve essere sottoposto a controllo di qualità, e ad esso verrà assegnato un "lotto di produzione" in cui sarà indicata la data di cattura, la data di scadenza ed eventuali altre informazioni. Il pesce inoltre dovrà essere distinto in pesce pronto alla vendita e pesce da congelare. Ciascuna categoria avrà una diversa modalità di conservazione e trattamento. 3 macroprocesso: Distribuzione pesce ai centri smistamento Questo macroprocesso consiste nel trasporto del pesce prelevato dallo stabilimento

4 per essere consegnato ai centri di Smistamento, Ingrosso locale, (es. Ingrosso regionale). Il gestore consegnerà il prodotto ai grossisti che si presenteranno nello stabilimento per prelevare la merce. Prelevato dallo stabilimento il prodotto sarà caricato nel mezzo di trasporto dotato di appositi strumenti per la conservazione della merce (celle frigo), la merce sarà quindi trasportata al centro di smistamento regionale. La merce sarà accompagnata da relativo documento di trasporto (DDT). L'emissione della fattura sarà concordata con il venditore. In questo macroprocesso verrà registrata la merce in uscita dallo stabilimento ittico e la merce in entrata nel centro di smistamento. 4 macroprocesso : Distribuzione pesce a punto vendita Questo macroprocesso prevede la fornitura della merce ai Punti Vendita vicini. La merce verrà distribuita dall'ingrosso al punto Vendita al dettaglio (pescheria). La fornitura sarà accompagnata, ovviamente, da un documento di trasporto ed eventualmente da una fattura, secondo gli accordi presi dalle parti. In questo macroprocesso verrà registrata la merce in uscita dal centro di smistamento ed in entrata nel punto vendita. Database Al momento, ogni stabilimento ittico, centro distribuzione e punto vendita dispone di un proprio Database Relazionale. Database StabilimentoIttico

5 Database Centro Smistamento

6

7 Database Punto Vendita Lo scopo del lavoro è quello di fare Data Warehousing. L'architettura del DW utilizzata è un architettura a tre livelli. Sulla base delle informazioni contenute in questi database, e sulla Ciascun Database presenta delle similitudini, ma le banche dati sono prevalentemente eterogenee. Sulla base delle analisi OLAP che si prevede di voler effettuare, si mostra il Database riconciliato contenente i dati complessivi dell'intero sistema.

8 I dati riconciliati sono una forma di dati derivati, storicizzati e dettagliati il cui scopo è quello di garantire una visibilità univoca di tutte le informazioni presenti nell organizzazione. Sono stati prodotti attraverso diverse procedure di ripulitura ed integrazione che sono analizzate nelle sessioni successive. Database Riconciliato

9 Analizzando le diverse sorgenti dati sono emersi diversi conflitti che riportiamo in seguito raggruppati in base alla loro tipologia. Conflitti CentroSmistamento Ecco un esempio di conflitti tra le diverse basi di dati. Le informazioni relative al centro smistamento sono memorizzate in modo diverso nei diversi nello Schema Punto Vendita e Stabilimento Ittico.

10 Questi due conflitti devono essere risolti e poi i dati devono essere ricopiati nel database riconciliato che presenta la seguente struttura. Pesce

11 Per risol vere i confl itti strutturali, occorrono scelte diverse di modellazione di uno stesso concetto. Esistono differenti vincoli di integrità : Conflitti di tipo: stesso concetto modellato con costrutti diversi Conflitti di dipendenza: dipendenze diverse tra gli stessi concetti Conflitti di chiave: chiavi diverse Conflitti di comportamento: diverse politiche di cancellazione/modifica In seguito, quando si parlerà della riconciliazione dei dati con Kettle, sarà descritto come sono stati risolti questi conflitti.

12 Popolamento Un problema abbastanza complesso sarebbe stato il popolamento della base di dati per poter effettuare successive analisi OLAP. OLAP (On line Analytical Processing) lavora su grosse mole di dati è stato molto utile per la nostra causa un generatore casuale di dati relazionale guidato da schema in java. Tuplegen Tuplegen usa, per popolare la base di dati, un parser xml. Una volta creato un file XML ben formato il tuplegenxml è in grado di popolare qualsiasi base di dati. Per il popolamento delle tre basi di dati relazionali, sono stati creati quindi tre file xml: PuntoVendita.xml, CentroSmistamento.xml e StabilimentoIttico.xml, nei quali sono specificati le caratteristiche ed i vincoli di ciascuno schema. Integrazione e riconciliazione Analisi ETL L acronimo ETL sta per Extraction, Transformation Loading, letteralmente estrazione, trasformazione e caricamento, e rappresenta se non la componente critica di un progetto di data warehouse certamente quella che consuma più risorse. Di fatto la componente ETL rappresenta lo strato di traduzione che porta la transazione a divenire informazione è compito della componente ETL farsi carico della trasposizione delle regole definite dal business. La progettazione di una soluzione di business intelligence solida passa certamente per la costruzione altrettanto solida, di una componente ETL che non sia gestita semplicemente attraverso la creazione di procedure ad hoc, ma al contrario utilizzando specifici strumenti: tali strumenti consentono al progettista e allo sviluppatore della componente ETL di concentrarsi sui processi e sulle regole che definiscono informazioni dalle transazioni demandando direttamente allo strumento ETL le complessità di generazione del codice e di manutenzione dello stesso, quello della manutenzione e infatti uno dei punti di maggiore complessità poiché tipicamente il sistema di business intelligence è un sistema dinamico che cambia nel tempo, non solo per la nascita di nuove regole di business ma spesso, per

13 l introduzione nell azienda di nuovi sistemi transazionali che nel tempo vanno integrati nel sistema di business intelligence. Nelle fasi iniziali della progettazione di un data warehouse è opportuno fare approfondite valutazioni sullo strumento ETL da utilizzare per progetti di un certo respiro, è possibile valutare come indispensabile il dotarsi di uno strumento specificamente pensato per la tematica ETL. Una delle caratteristiche più interessanti degli strumenti ETL di ultima generazione è data dall utilizzo di interfacce grafiche che consentono letteralmente di disegnare i flussi di trasformazione e caricamento dei dati, questo consente un estrema chiarezza e un immediata comprensione di come i dati, da una fonte sorgente migrano verso una fonte destinazione, potendo facilmente individuare le trasformazioni che subiscono; tali interfacce sono infatti corredate da una serie di icone grafiche e indicatori di trasformazione che rendono immediatamente evidente il tipo di evoluzione che il dato sta subendo nel migrare dallo strato transazionale verso lo strato OLAP. È naturalmente possibile immaginare lo sviluppo della componente ETL senza utilizzare uno strumento dedicato ma affidandosi semplicemente lo sviluppo di procedure e codice, tale operazione può essere progettata e sviluppata in maniera estremamente professionale, tuttavia anche nel migliore dei possibili sviluppi permangono alcuni limiti e problematiche che sono insiti proprio nella natura dello sviluppo; le più evidenti sono: 1. complessità della gestione del versioning e proliferazione di codice. 2. impossibilità di prevedere l impatto di una specifica modifica nella fonte alimentante senza effettuare specifici test 3. necessità di analizzare nel dettaglio la procedura per poterne comprendere le azioni 4. impossibilità di sfruttare le caratteristiche di generazione automatica del codice degli strumenti di ETL in grado di offrire performance nettamente superiori rispetto al codice generato da uno sviluppatore. Per popolare il database riconciliato, è stato utilizzato lo strumento di ETL open Source Kettle (per Linux Spoon).

14 Strumento di lavoro Pentaho Data Integration : Kettle Pentaho data integration fornisce le funzionalità ETL utlizzando un approccio innovativo basato sul concetto di META-dati. Il nostro lavoro di estrazione, trasformazione e caricamento delle informazioni dai database relazionali originali ad database riconciliato si è articolato un più fasi, che ci hanno permesso di prelevare i dati da più sorgenti dati rendendoli quanto più consistenti. ETL Job complessivo Lo schema successivo mostra la sequenza di passi eseguito per effettuare tutte le operazioni di estrazione, trasformazione e caricamento dei dati. Si è deciso di modulare le operazioni in più fasi, partendo da quelle riguardanti le informazioni più generali, come quelle relative ai dati delle aziende interessate e loro localizzazioni; alla denominazione e classificazione delle tipologie di prodotti da analizzare, per poi concentrarci anche su informazioni più specifiche, come le fatture, gli ordini ecc..

15 Ecco una descrizione delle fasi elaborate durante questo step: TrasformazioneBase: prevede la manipolazione dei dati relativi alle informazioni su StabilimentoIttico, CentroSmistamento e PuntoVendita; inoltre in questa sono stati eseguiti dei passi per rendere consistenti le informazioni su Stati, Regioni, Provincie e Città. TrasformazionePesce: permette di ottenere i dati riconciliati per: Pesce, Pescato, Specie, Zona; tabelle fondamentali nelle successive analisi TrasormazioneFatturaCS: pemette di ottenere i dati riconciliati per le fatture di Centro Smistamento basandosi sui dati riconciliati ottenuti ai passi precedenti TrasormazioneOrdineCS: pemette di ottenere i dati riconciliati per gli Ordini di Centro Smistamento TrasormazioneDDTCS: pemette di ottenere i dati riconciliati per i Documenti di Trasporto di Centro Smistamento TrasormazioneDDTSI: pemette di ottenere i dati riconciliati per i Documenti di Trasporto di StabilimentoIttico TrasormazioneFattuaSI: pemette di ottenere i dati riconciliati per le fatture di StabilimentoIttico TrasormazioneFatturaPV: pemette di ottenere i dati riconciliati per le fatture di

16 PuntoVendita TrasormazioneOrdinePV: pemette di ottenere i dati riconciliati per gli Ordini di PuntoVendita A questo punto andiamo ad analizzare nel dettaglio le varie trasformazioni. ETL Trasformazione Base La seguente figura mostra, del processo di trasformazione base, come è stato deciso di trasferire le informazioni riguardo StabilimentoIttico, CentroSmistamento e Puntovendita, dai database originari a quello riconciliato. In particolare, si può notare che per rendere le informazioni consistenti, si è deciso di estrarre i dati relativi ai PuntoVendita e agli stabilimenti Ittici, dalle tabelle provenienti dallo schema CentroSmistamento; mentre le informazioni riguardanti i CentroSmistamento, sono stati estratti dallo schema StabilimentoIttico. E' stato utile utilizzare lo strumento Unique Rows che permette di eliminare i dati duplicati provocati da Tuplegen nella generazione casuale delle tuple. In questo flusso di lavoro si può inoltre notare come è possibile sostituire i valori di primary key, trasformandoli da valori alfanumerici a valori numerici. Nel nostro caso, per la generazione della chiava, è stato usato il task addsequence, che genera una sequenza numerica usando un contatore. Un elaborazione molto importante in questa trasformazione è stata quello di normalizzare i dati provenienti dalle tabelle: Città, Provincia, Regione e Stato. In questo caso i dati ottenuti tramite Tuplegen non erano sufficientemente puliti per la nostra analisi per cui si è proceduto nel seguente modo: 1. Ottenimento di Riconciliato-Stato prendendo tutti gli stati dalle tabelle Stato di PuntoVendita e Località di StabilimentoIttico 2. Uniamo i risultati ottenendo l'elenco di tutti i possibili stati, successivamente ci prendiamo tutti gli stati unici tramite i passi Sort Rows ed Unique Rows 3. Infine, otteniamo la tabella Riconciliato-Stato aggiungendo una chiave

17 progressiva agli elementi ottenuti. Basandoci su Riconciliato-Stato a cascata abbiamo ottenuto Riconciliato- Regione limitandoci ad effettuare una JoinRow tra il primo e l'attributo Regione della tabella Località di PuntoVendità (assumendo che questo contenesse tutte le regione). Applicando un processo incrementale al precedente sono state ottenuti i dati riconciliati anche per Provincia e Città.

18 ETL Trasformazione Pesce Il processo ti Trasformazione Pesce è uno dei più delicati. Infatti, in questo processo sono coinvolte molti dei dati fondamentali all'analisi OLAP errori a questo livello potrebbero inficiare i risultati dell'analisi. Come si può notare dalle immagini sotto allegate si tratta di un processo corposo. In questa fasi riusciamo a popolare il DB riconciliato per le seguenti entità: Categoria Pesce Zona Pescato Specie Oltre a generare le chiavi progressive per le varie tabelle tramite lo strumento Add Sequence e comodo utilizzare Sort Rows in cascata a Unique Rows, questo passaggio permette di prendere all'interno di una tabella tutte le righe uniche in base all'attributo ordinato al passo precedente. Infine, la tabella Riconciliato-Pescato è ottenuta come tramite una Join Row la quale effettua il prodotto cartesiano tra il Riconciliato-Pesce ed i dati provenienti da StabilimentoIttico-Pescato opportunamente ripuliti, per poi selezionare quelli con lo stesso nomepesce ETL

19 Trasformazione DDT Centro Smistamento Questa trasformazione permette di ottenere i dati riconciliati per i documenti di trasporto di Centro Smistamento, partendo dai Centri smistamento riconciliati si recuperano gli ordini effettuando una Merge Join con i dati contenuti riguardanti i ddt dei centri smistamenti in StabilimentoIttico successivamente sempre partendo dai dati di StabilimentoIttico riguardanti gli Item tenendo in considerazione i dati riconciliati per pescato e pesce riusciamo a popolare la tabella Pescato_has_DDTCS del DB riconciliato

20 ETL Trasformazione DDT Stabilimento Ittico La logica funzionamento analoghe a Trasformazione DDT Centro Smistamento, cambiano solo le sorgenti ed le tabelle di destinazione.

21 ETL Trasformazione Fattura Punto Vendita Questa trasformazione permette di ottenerei dati riconciliati per le fatture dei Punti Vendita partendo da Riconciliato-PuntiVendita il quale contiene i dati di tutti i punti vendita ripuliti in MergeJoin con i dati ripuliti delle Fatture PuntoVendita di Centro Smistamento, viene inoltre popolata la tebella Pescato_has_FatturaPV del DB riconciliato tenendo conto della tabella Riconciliato-Pescato e dei vari Item delle Fatture.

22 ETL Trasformazione Fattura Centro Smistamento La logica funzionamento analoghe a Fattura Punto Vendita, cambiano solo le sorgenti ed le tabelle di destinazione.

23 ETL Trasformazione Fattura Stabilimento Ittico La logica funzionamento analoghe a Fattura Punto Vendita, cambiano solo le sorgenti ed le tabelle di destinazione.

24 ETL Trasformazione Ordine Centro Smistamento La logica funzionamento analoghe a Fattura Punto Vendita, cambiano solo le sorgenti ed le tabelle di destinazione. ETL Trasformazione Ordine Punto Vendita

25 La logica funzionamento analoghe a Fattura Punto Vendita, cambiano solo le sorgenti ed le tabelle di destinazione.

26 Analisi OLAP OLAP (On-Line Analytical Processing) designa un insieme di tecniche software per l analisi interattiva e veloce di grandi quantità di dati, che è possibile esaminare in modalità piuttosto complesse. E' la componente tecnologica base del data warehouse e, ad esempio, serve alle aziende per analizzare i risultati delle vendite l andamento dei costi di acquisto merci, al marketing per misurare il successo di una campagna pubblicitaria, ad una università per sapere i risultati di un sondaggio. La creazione di un database OLAP consiste nel fotografare le informazioni (ad esempio quelle di un database relazionale) in un determinato momento e trasformare queste singole informazioni in dati multidimensionali. Gli strumenti OLAP sono differenti dagli OLTP. I primi hanno come obiettivo la performance nella ricerca e il raggiungimento di un ampiezza di interrogazione quanto più grande possibile; i secondi, hanno come obiettivo la garanzia di integrità e sicurezza delle transazioni. Eseguendo successivamente delle interrogazioni sui dati così strutturati è possibile ottenere risposte in tempi decisamente ridotti rispetto alle stesse operazioni effettuate su altre tipologie di database, anche perché il DB di un sistema OLTP non è stato studiato per consentire analisi articolate. Una struttura OLAP creata per questo scopo è chiamata cubo multidimensionale. Ci sono diversi modi per creare un cubo, ma il più conosciuto è quello che utilizza uno schema a stella ; al centro c è la tabella dei fatti che elenca i principali elementi su cui sarà costruita l interrogazione, e collegate a questa tabella ci sono varie tabelle delle dimensioni che specificano come saranno aggregati i dati. Il calcolo delle possibili combinazioni di queste aggregazioni forma una struttura OLAP che, potenzialmente, potrebbe contenere tutte le risposte per ogni singola combinazione. In realtà viene memorizzato solo un numero predeterminato di combinazioni, mentre le rimanenti vengono ricalcolate solo al momento in cui quella richiesta viene materialmente effettuata. Un sistema Olap permette di:

27 studiare una grande quantità di dati vedere i dati da prospettive diverse supportare i processi decisionali. L analisi dei dati avviene su dati rappresentati in forma multidimensionale, ovvero organizzati mediante i seguenti concetti : 1. fatto - (o processo) un concetto sul quale centrare l analisi 2. misura - una proprietà atomica o misura di un fatto da analizzare ; le misure sono solitamente valori numerici e additivi su un dominio continuo. 3. dimensione - una prospettiva rispetto alla quale effettuare l analisi le dimensioni descrivono domini discreti, solitamente organizzati in livelli di aggregazione. Le funzioni di base di uno strumento OLAP sono: Slicing: è l operazione di rotazione delle dimensioni di analisi. È un operazione fondamentale per analizzare totali ottenuti in base a dimensioni diverse o se si vogliono analizzare aggregazioni trasversali; Dicing: è l operazione di estrazione di un subset di informazioni dall aggregato che si sta analizzando. L operazione di dicing viene eseguita quando l analisi viene focalizzata su una fetta del cubo avente particolare interesse per l analista. In alcuni casi l operazione di dicing può essere fisica nel senso che non consiste solo nel filtrare le informazioni di interesse ma anche nell estrarle dall aggregato generale per distribuirne i contenuti; Drill-down: è l operazione di esplosione del dato nelle sue determinanti. L operazione di drill-down può essere eseguita seguendo due diversi percorsi: la gerarchia costruita sulla dimensione di analisi (p. es.: passaggio dalla famiglia di prodotti all insieme dei prodotti che ne fanno parte) oppure la relazione matematica che lega un dato calcolato alle sue determinanti (p. es.: passaggio dal margine al ricavo e costo che lo generano). E comprensibile l importanza di tale operazione ai fini analitici in termini di comprensione delle determinanti di un dato;

28 Drill-across: è l operazione mediante la quale si naviga attraverso uno stesso livello nell ambito di una gerarchia. Come visto precedentemente, il passaggio dalla famiglia di prodotti alla lista dei prodotti è un operazione di drill-down, il passaggio da una famiglia ad un altra famiglia è un operazione di drill-across; Drill-through: concettualmente simile al drill-down, è l operazione mediante la quale si passa da un livello aggregato al livello di dettaglio appartenente alla base dati normalizzata. Molti venditori proclamano che i loro prodotti hanno la capacità, mediante l operazione di drill-through, di passare dal data warehouse ai sistemi transazionali alimentanti. Tale operazione, anche se tecnicamente fattibile sotto una serie di condizioni abbastanza rilevanti, è poco sensata per le problematiche di security e di performance indotti nei sistemi transazionali stessi.

29 Cubi OLAP Progettati Lista dei cubi OLAP Progettati: FatturaCentroSmistamento Fact Table: FatturaCS Dimensioni: Regione di emissione fattura Categoria Pesce Data Cattura Pesce Data Emissione Fattura Zona Cattura Misure: Imponibile Iva FatturaStabilimentoIttico

30 Fact Table: FatturaSI Dimensioni: Regione di emissione fattura Categoria Pesce Data Cattura Pesce Data Emissione Fattura Zona Cattura Misure: Imponibile Iva FatturaPuntoVendita

31 Fact Table: FatturaPV Dimensioni: Regione di emissione fattura Categoria Pesce Data Cattura Pesce Data Emissione Fattura Zona Cattura Misure: Imponibile Iva DDTCentroSmistamento

32 Fact Table: DDTCS Dimensioni: Regione di emissione DDT Categoria Pesce Data Cattura Pesce Data Emissione DDT Zona Cattura Misure: Numero DDT DDTStabilimentoIttico Fact Table: DDTSI Dimensioni: Regione di emissione DDT Categoria Pesce Data Cattura Pesce Data Emissione DDT Zona Cattura Misure: Numero DDT OrdineCentroSmistamento Fact Table:

33 OrdineCS Dimensioni: Regione di emissione Ordine Categoria Pesce Data Cattura Pesce Data Emissione Ordine Zona Cattura Misure: Imponibile Iva

34 OrdinePuntoVendita Fact Table: OrdinePV Dimensioni: Regione di emissione Ordine Categoria Pesce Data Cattura Pesce Data Emissione Ordine Zona Cattura Misure: Imponibile Iva

35 Implementazione dei cubi con JasperAnalysis La necessità di ottimizzare il controllo di gestione ha spinto verso la realizzazione di un Data Warehouse nel quale confluiscono dati ed informazioni di diverso tipo provenienti dalla intranet e dai diversi sistemi presenti all interno dell azienda. Il sistema realizzato permette attraverso Jasper Analysis di effettuare analisi statistiche sui dati archiviati. Gli schemi xml degli OLAP Cube sono stati implementati con l'ausilio del tool Jasper Analysis.

36 Query MDX MDX (Multidimensional Expressions) è il linguaggio di query che consente di utilizzare e recuperare dati multidimensionali in Microsoft Analysis Services. Il linguaggio MDX è basato sulla specifica XML for Analysis (XMLA), con estensioni specifiche per SQL Server Analysis Services. MDX utilizza espressioni costituite da identificatori, valori, istruzioni, funzioni e operatori che possono essere valutate da Analysis Services per recuperare un oggetto, ad esempio un set o un membro, oppure un valore scalare, ad esempio una stringa o un numero. In SQL Server Analysis Services, le query e le espressioni MDX vengono utilizzate per eseguire le operazioni seguenti: Restituire dati a un'applicazione client da un cubo di SQL Server Analysis

37 Services. Modellare i risultati delle query. Eseguire attività di progettazione per i cubi, tra cui la definizione di membri calcolati, set denominati, assegnazioni con ambito e indicatori di prestazioni chiave (KPI). Eseguire attività di amministrazione, inclusa la protezione di dimensioni e celle. MDX è in apparenza simile sotto numerosi aspetti alla sintassi SQL in genere utilizzata con i database relazionali. MDX non è tuttavia un'estensione del linguaggio SQL, rispetto al quale presenta molte differenze. Per creare espressioni MDX per la progettazione o la protezione dei cubi oppure per creare query MDX in grado di restituire e modellare dati multidimensionali, è necessario conoscere i concetti di base della modellazione multidimensionale e MDX, degli elementi della sintassi MDX, nonché degli operatori, delle istruzioni e delle funzioni MDX. Nel linguaggio MDX (Multidimensional Expressions) è possibile eseguire query su oggetti multidimensionali, ad esempio un cubo, e restituire set di celle multidimensionali contenenti i dati del cubo. La query MDX (Multidimensional Expressions) di base corrisponde all'istruzione SELECT, la query eseguita più di frequente in MDX. Se si conosce la sintassi dell'istruzione MDX SELECT, si sa creare una semplice query tramite questa istruzione e si capisce perché in un'istruzione SELECT è necessario specificare un set di risultati, si avrà la padronanza dell'utilizzo di MDX per l'esecuzione di query in dati multidimensionali. In MDX l'istruzione SELECT specifica un set di risultati contenente un subset dei dati multidimensionali di un cubo che sono stati restituiti. Per specificare un set di risultati, una query MDX deve contenere le informazioni seguenti: Numero di assi o set di gerarchie. In una query MDX è possibile specificare un massimo di 128 assi. I membri di ogni dimensione da includere in ogni asse della query MDX.

38 Il nome del cubo che definisce il contesto della query MDX. I membri di un asse di sezionamento in base a cui vengono sezionati i dati per i membri degli assi della query. Per ulteriori informazioni su asse di sezionamento e asse della query. Per identificare gli assi della query, il cubo che imposta il contesto della query e l'asse di sezionamento, è necessario specificare nell'istruzione MDX SELECT le clausole seguenti: Clausola SELECT che determina gli assi della query di un'istruzione MDX SELECT. Per ulteriori informazioni sulla formulazione degli assi della query in una clausola SELECT. Clausola FROM che determina l'origine dei dati multidimensionale da utilizzare durante l'estrazione dei dati per il popolamento del set di risultati dell'istruzione MDX SELECT. Per ulteriori informazioni sulla clausola FROM. Clausola WHERE che, se specificata, determina la dimensione o il membro da utilizzare come asse di sezionamento per limitare l'estrazione dei dati a una dimensione o un membro specifico. Per ulteriori informazioni sulla formulazione di un asse di sezionamento in una clausola WHERE. Esempio di Query MDX SELECT [Measures].AllMembers ON COLUMNS, Hierarchize(([ZonaPescato.Zona].[All ZonaPescato.Zonas].Children * [DataEmissione.Data].[All DataEmissione.Datas].Children)) ON ROWS FROM [FatturaCS]; SELECT [Measures].AllMembers ON COLUMNS, Hierarchize(([RegioneEmissione.Stato].[All RegioneEmissione.Statos].Children * [CategoriaPesce.Categoria].[All CategoriaPesce.Categorias].Children)) ON ROWS FROM [FatturaCS];

39

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

IT FOR BUSINESS AND FINANCE

IT FOR BUSINESS AND FINANCE IT FOR BUSINESS AND FINANCE Business Intelligence Siena 14 aprile 2011 AGENDA Cos è la Business Intelligence Terminologia Perché la Business Intelligence La Piramide Informativa Macro Architettura Obiettivi

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence aggregazione dati Business Intelligence analytic applications query d a t a w a r e h o u s e aggregazione budget sales inquiry data mining Decision Support Systems MIS ERP data management Data Modeling

Dettagli

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi Analisi per tutti Considerazioni principali Soddisfare le esigenze di una vasta gamma di utenti con analisi semplici e avanzate Coinvolgere le persone giuste nei processi decisionali Consentire l'analisi

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence Breve panoramica sulla Business Intelligence con software Open Source Roberto Marchetto, 14 Gennaio 2009 L'articolo ed eventuali commenti sono disponibili su www.robertomarchetto.com (Introduzione) Il

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni

Sistemi di supporto alle decisioni Sistemi di supporto alle decisioni Introduzione I sistemi di supporto alle decisioni, DSS (decision support system), sono strumenti informatici che utilizzano dati e modelli matematici a supporto del decision

Dettagli

Dal modello concettuale al modello logico

Dal modello concettuale al modello logico Dal modello concettuale al modello logico Traduzione dal modello Entita - Associazione al modello Relazionale Ciclo di sviluppo di una base di dati (da parte dell utente) Analisi dello scenario Modello

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

un occhio al passato per il tuo business futuro

un occhio al passato per il tuo business futuro 2 3 5 7 11 13 17 19 23 29 31 37 41 43 47 53 59 61 un occhio al passato per il tuo business futuro BUSINESS DISCOVERY Processi ed analisi per aziende virtuose Che cos è La Business Discovery è un insieme

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Sistemi ERP e i sistemi di BI

Sistemi ERP e i sistemi di BI Sistemi ERP e i sistemi di BI 1 Concetti Preliminari Cos è un ERP: In prima approssimazione: la strumento, rappresentato da uno o più applicazioni SW in grado di raccogliere e organizzare le informazioni

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Text mining ed analisi di dati codificati in linguaggio naturale. Analisi esplorative di dati testualilezione

Text mining ed analisi di dati codificati in linguaggio naturale. Analisi esplorative di dati testualilezione Text mining ed analisi di dati codificati in linguaggio naturale Analisi esplorative di dati testualilezione 2 Le principali tecniche di analisi testuale Facendo riferimento alle tecniche di data mining,

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

dal Controllo di Gestione alla Business Intelligence

dal Controllo di Gestione alla Business Intelligence dal Controllo di Gestione alla strumenti strategici per la gestione delle imprese Giovanni Esposito Bergamo, 29 Ottobre 2012 dal Controllo di Gestione alla 25/10/2012 1 Agenda 14:00 Benvenuto Il Sistema

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE

L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE IL MONDO CAMBIA IN FRETTA. MEGLIO ESSERE DINAMICO Siamo una società vicentina, fondata nel 1999, specializzata nella realizzazione di software gestionali

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Progettazione di un DB....in breve

Progettazione di un DB....in breve Progettazione di un DB...in breve Cosa significa progettare un DB Definirne struttura,caratteristiche e contenuto. Per farlo è opportuno seguire delle metodologie che permettono di ottenere prodotti di

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Pacchetto verticale vitivinicolo

Pacchetto verticale vitivinicolo Pacchetto verticale vitivinicolo Descrizione della soluzione Pag. 1 La Cooperativa Seled ha realizzato una completa copertura delle procedure informatiche per Cooperative Vitivinicole in ambiente Windows,

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Unified Process Prof. Agostino Poggi Unified Process Unified Software Development Process (USDP), comunemente chiamato

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

INDICE 1. DESCRIZIONE DEL CONTESTO ------------------------------------------------------------------- 4

INDICE 1. DESCRIZIONE DEL CONTESTO ------------------------------------------------------------------- 4 Appendice 1: Allegato Tecnico Servizio di consulenza specialistica e dei servizi di sviluppo, manutenzione ed evoluzione dei sistemi di Business Process Management (BPM) e di Business Intelligence (BI)

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Business Intelligence: dell impresa

Business Intelligence: dell impresa Architetture Business Intelligence: dell impresa Silvana Bortolin Come organizzare la complessità e porla al servizio dell impresa attraverso i sistemi di Business Intelligence, per creare processi organizzativi

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN)

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) System Overview di Mattia Bargellini 1 CAPITOLO 1 1.1 Introduzione Il seguente progetto intende estendere

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

Project Management Office per centrare tempi e costi

Project Management Office per centrare tempi e costi Project Management Office per centrare tempi e costi Il Project Management Office (PMO) rappresenta l insieme di attività e strumenti per mantenere efficacemente gli obiettivi di tempi, costi e qualità

Dettagli

Basi di Dati. S Q L Lezione 5

Basi di Dati. S Q L Lezione 5 Basi di Dati S Q L Lezione 5 Antonio Virdis a.virdis@iet.unipi.it Sommario Gestione eventi Gestione dei privilegi Query Complesse 2 Esercizio 9 (lezione 4) Indicare nome e cognome, spesa e reddito annuali

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Le statistiche sono state raggruppate nelle seguenti aree di attività/processi della struttura sanitaria:

Le statistiche sono state raggruppate nelle seguenti aree di attività/processi della struttura sanitaria: Statistiche e Query partire dalla versione 63_01_006 LabPro ver 5.0 si è arricchito di 2 nuove funzionalità rispettivamente di estrazioni flessibili personalizzabili dei dati storicizzati nel database

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione Processi (di sviluppo del) software Fase di Analisi dei Requisiti Un processo software descrive le attività (o task) necessarie allo sviluppo di un prodotto software e come queste attività sono collegate

Dettagli

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione Indice dei contenuti Introduzione 3 SAP Business One: le caratteristiche 4 Vantaggi per le aziende 5 Panoramica

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello del sistema 4 2.1 Requisiti hardware........................ 4 2.2 Requisiti software.........................

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli

Algebra Relazionale. algebra relazionale

Algebra Relazionale. algebra relazionale Algebra Relazionale algebra relazionale Linguaggi di Interrogazione linguaggi formali Algebra relazionale Calcolo relazionale Programmazione logica linguaggi programmativi SQL: Structured Query Language

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Principali funzionalità di Tustena CRM

Principali funzionalità di Tustena CRM Principali funzionalità di Tustena CRM Importazione dati o Importazione da file dati di liste sequenziali per aziende, contatti, lead, attività e prodotti. o Deduplica automatica dei dati importati con

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

CA RC/Update for DB2 for z/os

CA RC/Update for DB2 for z/os SCHEDA PRODOTTO CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os (CA RC/Update) è uno strumento di gestione di dati e oggetti DB2 che consente agli amministratori

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM43U

STUDIO DI SETTORE SM43U ALLEGATO 3 NOTA TECNICA E METODOLOGICA STUDIO DI SETTORE SM43U NOTA TECNICA E METODOLOGICA CRITERI PER LA COSTRUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE Di seguito vengono esposti i criteri seguiti per la costruzione

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Cos è la Businèss Intèlligèncè

Cos è la Businèss Intèlligèncè Cos è la Businèss Intèlligèncè di Alessandro Rezzani Il sistema informativo aziendale... 2 Definizione di Business Intelligence... 6 Il valore della Business Intelligence... 7 La percezione della Business

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import dati Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

ersità Carlo Ca/aneo - LIUC emi di Business Intelligence

ersità Carlo Ca/aneo - LIUC emi di Business Intelligence 2010 Pearson Management Informa4on Systems versità Carlo Ca/aneo - LIUC temi di Business Intelligence Alta direzione e staff Direzioni Funzionali o di Divisione Personale EsecuFvo Problem Iden4fica4on Solu4on

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli