Visioni, percorsi e verifiche nei controlli manageriali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Visioni, percorsi e verifiche nei controlli manageriali"

Transcript

1 Visioni, percorsi e verifiche nei controlli manageriali

2

3 Paola Signori Visioni, percorsi e verifiche nei controlli manageriali Applicazioni al marketing e alla comunicazione McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington D.C. Auckland Bogotá Lisboa London Madrid Mexico City Montreal New Delhi San Juan Singapore Sydney Tokyo Toronto

4 Copyright 2011, 2008 The McGraw-Hill Companies, S.r.l. Publishing Group Italia Via Ripamonti, Milano McGraw-Hill A Division of the McGraw-Hill Companies I diritti di traduzione, di riproduzione, di memorizzazione elettronica e di adattamento totale e parziale con qualsiasi mezzo (compresi i microfilm e le copie fotostatiche) sono riservati per tutti i Paesi. Date le caratteristiche intrinseche di Internet, l Editore non è responsabile per eventuali variazioni negli indirizzi e nei contenuti dei siti Internet riportati. Nomi e marchi citati nel testo sono generalmente depositati o registrati dalle rispettive case produttrici. Publisher: Paolo Roncoroni Produzione: Donatella Giuliani Realizzazione print on demand: Ilovebooks, Fara Gera d Adda (Bergamo) Stampa: Prontostampa, Fara Gera d Adda (Bergamo) ISBN Printed in Italy

5 Dedicato a chi ama il suo lavoro

6

7 Indice Prefazione di Antonio Borghesi Introduzione XI XIII Capitolo 1 Allineamento e armonizzazione dei controlli. Il prospetto di analisi La visione del controllo nei sistemi di misurazione delle performance Il problema dei controlli I percorsi del controllo Gli approcci di misurazione L allineamento e l armonizzazione nei controlli Il prospetto di analisi 12 Bibliografia del capitolo 1 14 Capitolo 2 La visione del controllo nei Performance Measurement Systems Requisiti e condizioni dei sistemi di misurazione Limiti dei tradizionali sistemi di misurazione delle performance Il dibattito: misurare i risultati o i processi L architettura informativa proposta nel Performance Measurement Manifesto Lo schema concettuale del Balance Scorecard Il Performance Prism e le dimensioni multiple interrelate 31

8 VIII Indice 2.7 Indicazioni dal Six Sigma Estensioni al controllo interaziendale. Esempi dallo SCORmodel Le visioni del controllo 40 Bibliografia del capitolo 2 40 Capitolo 3 Il percorso del controllo ovvero l auditing. Un esempio nel marketing I diversi percorsi del controllo. Significato e importanza dell'auditing di marketing Ruoli e fasi dell auditing di marketing I principi dell'audit interno di marketing I principi dell audit esterno di marketing L'analisi SWOT per il marketing audit La key factor analysis Le liste di controllo Le ipotesi e gli scenari Le matrici delle opportunità e delle minacce La mappa delle priorità La lista delle priorità La gap analysis Il report finale La tecnica modulare e la tecnica centralizzata I punti di controllo, lo scarto significativo e l analisi di sensibilità Gli strumenti di supporto I Ratios di marketing L allineamento dei percorsi di auditing nella visione del controllo 94 Bibliografia del capitolo 3 95 Capitolo 4 Le verifiche del controllo sulla misura delle attività. L applicazione alla comunicazione I modelli di analisi dei processi della comunicazione La mappa del processo di comunicazione aziendale come traccia per il controllo Le verifiche di area 1: la congruenza degli obiettivi Le verifiche di area 2: la conoscenza dei riceventi, degli astanti e le influenze di contesto Le verifiche di area 3: l emittente e l apparato di emissione 125

9 Indice IX 4.6 Le verifiche di area 4: i contenuti intrinseci Le verifiche di area 5: le codifiche del messaggio e gli stimoli emessi Le verifiche di area 6: i canali, gli strumenti, i mezzi e i veicoli di comunicazione Le verifiche di area 7: la ricezione del messaggio Le verifiche di area 8: il controllo dei feedback e degli effetti della comunicazione Le verifiche di area 9: la scheda di coerenza Le verifiche sulle attività sono armonizzate nella visione del controllo 160 Bibliografia del capitolo 4 160

10

11 Prefazione La vita di ogni impresa è costituita da una serie incessante di operazioni, senza soluzione di continuità. Ciascuna delle attività o dei processi, che non sono che una loro concatenazione sequenziale, richiede comunque una serie di misurazioni, antecedenti al loro inizio, concomitanti e susseguenti. Allo scopo di garantire congruità tra siffatte misurazioni, direzionali ed operative, rispetto al quadro complessivo degli obiettivi aziendali, un numero crescente di imprese ricorre oggi al processo di performance management. Più in generale tale processo è uno dei numerosi processi che oggi sembrano essere, più che nel passato, gli strumenti di creazione del valore. La transizione dalla più tradizionale gestione per funzioni alla gestione per processi ha significativamente ridotto il riferimento alle sole misurazioni economicofinanziarie, quali driver del successo aziendale e del profitto di lungo termine. In tal senso le verifiche basate sul binomio efficacia/efficienza appaiono sempre più prendere il posto di quelle fondate sul binomio inverso efficienza/efficacia. Questo volume non è un libro sulla misurazione, e non si propone di inventare nuovi indicatori. Non intende neppure presentare il nuovo processo aziendale di performance management né vuole ripercorrere i pur numerosi studi sui calcoli di convenienza tecnico-economica, che devono precedere qualunque avvio di nuove operazioni aziendali. Intende invece ricercare, ed in ciò sta la sua principale originalità, linee guida metodologiche per armonizzare gli indicatori più appropriati al sistema o sub-sistema aziendale esaminato. E in sostanza l individuazione, in ottica sistemica, di modalità che permettano di conseguire la congruenza tra indicatori, ciascuno dei quali ha un suo proprio campo di validità, e l allargamento di tale campo agli obiettivi aziendali generali, che unitamente agli altri indicatori prescelti, deve essere in grado di rappresentare.

12 XII Prefazione Come è noto ogni legge, tanto delle scienze naturali quanto delle scienze sociali, è delimitata da un campo di validità, così come ogni strumento su di essa basato. Allo stesso modo ogni indicatore è dotato di un campo di validità, corrispondente al fine per cui è stato creato. Non è detto, di conseguenza, che il loro assemblaggio, comunque effettuato, dia luogo alla loro congruenza rispetto agli obiettivi strategici. In effetti gli indicatori possono essere decisi dall alto (in linea con obiettivi strategici) o promanare dal basso (in linea con obiettivi operativi) e pertanto il loro allineamento ai primi comporta la loro rispondenza ad una serie di requisiti ed in particolare l accertamento della adeguatezza del loro campo di validità. Una volta individuato il percorso metodologico per la verifica sopra delineata, Paola Signori affronta la sua pratica applicazione alla comunicazione aziendale, quale sottosistema del marketing. Ciò in quanto l auditing di marketing appare al mondo accademico e professionale come una delle aree nelle quali è più difficile dare certezze alla misurazioni che dovrebbero esprimere gli effetti degli investimenti attuati. Tale applicazione a sua volta permette di dimostrare come visioni, percorsi e verifiche possano essere allineati e armonizzati. Antonio Borghesi

13 Introduzione Dedico questo libro a chi ama il suo lavoro. Il motivo di questa scelta è legato in modo netto alle tematiche che ho sviluppato e al modo in cui le ho affrontate. Ho incrociato tre temi diversi: il tema dei sistemi di misurazione dei risultati, il tema dell auditing di marketing e il tema della comunicazione. Questi argomenti derivano dalla mia storia di lavoro. Sono sempre stata attratta dalle misurazioni, prima nel marketing poi nella logistica. La sfida era comprendere il come si fa, il lato operativo, il lato vero della gestione delle imprese. Prima mi attraeva tutto quanto fosse riferibile al marketing audit. Poi mi sono avvicinata alle problematiche della misurazione tra imprese, sviluppando un metodo di analisi per valutarne le capacità di integrazione. In parallelo, subendo il fascino della comunicazione, ho in modo naturale affrontato il tema in modo tecnico, in particolare sulle valutazioni di efficacia. Adoro tanto questo argomento che mi dedico sempre con grande entusiasmo ai miei corsi di marketing e di economia e tecnica della comunicazione. Su questi tre temi da anni sto leggendo, insegnando, correggendo, seguendo la crescita dei miei allievi, ma soprattutto facendo ricerca applicata, vedendo le esperienze delle imprese e incontrando tanti appassionati del loro lavoro. Ho vissuto però alcuni momenti di dissonanza. In ogni ambiente dovevo avere un diverso biglietto da visita che mi presentasse. E mi sentivo in dovere di mascherare le mie altre anime per non correre il rischio di non essere capita. Mi trovavo talvolta a ragionare a scatole chiuse. Crescevano in me competenze e sete di conoscenze tipiche di ogni area ma con dei conflitti interni. Questi conflitti, dopo lunghi momenti di incubazione, facevano debordare idee da un area all altra in imprevisti momenti di creatività. Allora applicavo in modo sperimentale, a mente a- perta, alcuni strumenti operativi tipici di un argomento su problematiche completamente diverse. Finché non è arrivata la riflessione comune sui controlli. I controlli pervadono ogni momento, ogni area, ogni livello nelle imprese organizzate. Controlli in logistica, controlli in produzione, controlli in marketing, controlli in

14 XIV Introduzione comunicazione, controlli nel commerciale, controlli in finanza, controlli direzionali, ecc. Ogni area ha le sue tecniche e i suoi strumenti. Ogni livello ha i suoi obiettivi. Ogni valutatore ha necessità di raccogliere le risposte alle sue domande. Non è solo un problema di indicatori: molte tecniche indicano come definire un set di indicatori finalizzati ai loro obiettivi. La crescita rapida dei KPIs in ogni area è un aspetto che affascina molti ricercatori (il numero di indici prodotti dalle imprese non è registrabile tanto è elevato e in continuo cambiamento), ma non sembra preoccupare molti managers. Non è neanche un problema di misurazioni, risolvibile da un recording chart chiaro e ben definito. E proprio un problema di motivazioni che spingono i controlli. Le motivazioni sono spesso chiare a tutti i livelli, ma forse non sono le stesse per tutti. Se allora i controlli si conducono con scopi e con ottiche diverse, lo stesso risultato del controllo è utile a scopi e per prospettive diverse. E posto che i controlli non sono solo valutazioni di scostamento di un risultato, rispetto all atteso o all ideale, vi sono molte vie per condurli. I percorsi del controllo seguono le specializzazioni delle aree per le quali essi sono stati avviati. L audit economico-finanziario ha tecniche e principi consolidati, l audit di marketing supporta il marketing analitico ed entra le processo di pianificazione. I percorsi del controllo, qualunque sia il loro scopo, devono essere allineati con la visione strategica del controllo. Senza questo allineamento le valutazioni rimangono esercizi a scatola chiusa e non sono finalizzati al più ampio disegno al quale loro dovrebbero contribuire. Gli indicatori poi, utili agli scopi per cui sono stati creati, offrono il loro valore di controllo ristretto ad essi. Come si può ritrovare la visione generale del controllo in ogni valutazione? La necessaria armonia sembra facilmente assorbibile attuando inizialmente delle semplici verifiche. Le verifiche dei controlli sono quel passaggio necessario a chiarire e comprendere se le singole valutazioni delle attività, nella loro funzione specifica, offrono un contributo utile al sistema generale del controllo. Se le ottiche di valutazione sono diverse, sarà difficile trarne un reciproco beneficio. Ormai numerosi modelli teorici hanno proposto sistemi di misurazione con dettagli applicativi che dimostravano la validità dei loro assunti. E, a contrasto, ho notato però che in alcune esperienze aziendali il cambiamento verso quei modelli è stato vissuto come una vera innovazione di rottura, con tutte le problematiche tipiche del change management. Tali modelli però si fermavano alla direzione, pur cercando dati ai livelli operativi; in sostanza sembravano proprio non venire integrati nelle decisioni e nel lavoro quotidiano di tutti i collaboratori, a tutti i livelli. E paradossalmente, in o- gni area di specializzazione, si notano sempre più aggiornate tecniche, utilizzate nelle distinte aree di competenza: tecniche di audit di marketing per esempio, tecniche di controllo della comunicazione aziendale. Nuovi strumenti di misurazione, nuove tecniche, nuovi metodi, nuovi indici. Come essere sicuri di mantenere unicità di visione nei controlli? Come verificare se tutto il sistema di controllo mantiene un vivo legame? Questi ragionamenti mi sono parsi spunti interessanti di riflessione.

15 Introduzione XV Devo oggi ringraziare il mio maestro e amico, Prof. Antonio Borghesi, per avermi in questi anni fortemente motivato verso queste riflessioni, offrendomi costantemente piccoli interessanti spunti e aiutandomi a cercare il percorso logico che, persa nelle scatole chiuse, non riuscivo a chiarire. Ringrazio sentitamente anche tutto il mio gruppo, Barbara Gaudenzi, Ivan Russo, Veronica Pasqualetto, Ilenia Confente (chiamarli solo colleghi sarebbe riduttivo) perché in questo ultimo periodo mi hanno regalato il tempo della riflessione, facendosi carico anche dei miei, sempre urgenti, compiti quotidiani. Grazie per la dedizione e l entusiasmo che mettete ogni giorno nel vostro lavoro! Voglio lasciare scritti i ringraziamenti alla mia famiglia, ai miei genitori, pazienti sostenitori delle mie iniziative, a mia sorella Roberta e alle mie cognate, Patrizia e Silvana, vicine e comprensive. Devo poi riconoscere grande merito a mio marito Giorgio, dato che senza il suo sostegno non sarei mai riuscita a finire questo progetto editoriale: non potevo deludere la stima incondizionata che ripone da sempre in me. Non sempre purtroppo i momenti di riflessione si vivono in atmosfere controllate. Possono avvenire fatti che turbano la necessaria serenità, le priorità possono cambiare e le motivazioni si indeboliscono. Nei periodi scuri servono grandi amori e grandi amicizie. Io li ho avuti in regalo. Grazie. Ringrazio mio figlio Cesare per la gioia che i suoi occhi mi donano ogni volta che stiamo insieme. Sento il dovere di ringraziare pubblicamente anche le mie amiche, forse non consapevoli del grande aiuto psicologico che mi hanno dato, in particolare Fabrizia, la mia spalla di supporto, ma anche Barbara (con Giuseppe), Cristina, Eva, Francesca, Patrizia, Silvia, Nadia, Katia, Monica, Monica, Gabriella per la vicinanza che mi hanno saputo dimostrare. Un ringraziamento generale poi va a tutti gli appassionati del lavoro, che ho incontrato in tutti questi anni e che come me non si accontentano di ciò che fanno ma vogliono guardare oltre. Una cosa che abbiamo in tanti in comune è il desiderio di non fermarsi alle conoscenza consolidate, non appigliarsi alle regole, provare a ragionare con un approccio creativo. Il contributo che ho cercato di dare in questo libro è proprio questo in sintesi. Vorrei offrire i miei sforzi di riflessione, l amore per il mio lavoro, a tutti coloro che vogliono migliorare, che cercano di uscire dalle scatole chiuse in cui le aree di specializzazione vogliono metterci. Arriva un momento in cui tutte le cose che si fanno con grande passione e travolgimento convergono. E allora il beneficio che deriva dai nostri sforzi è potenziato. Introduco così questo libro perché vorrei fosse letto non tanto e non solo nei suoi contenuti, che si svelano nei dettagli di ogni pagina, ma nel suo senso più importante. Vorrei fosse uno stimolo a migliorarsi, a guardare oltre la tecnica, oltre i modelli organizzativi o gli strumenti pronti che le mode continuano a proporre come migliori, oltre la propria scatola chiusa. Vorrei che in questo libro qualcuno trovasse uno spunto, un idea da condividere, un motivo per fermarsi a riflettere, un modo nuovo di guardare il proprio amato lavoro. Paola Signori

16

Il bilancio di esercizio. Principi contabili e il loro impatto sulla performance aziendale

Il bilancio di esercizio. Principi contabili e il loro impatto sulla performance aziendale Il bilancio di esercizio Principi contabili e il loro impatto sulla performance aziendale Monica Bartolini Il bilancio di esercizio Principi contabili e il loro impatto sulla performance aziendale McGraw-Hill

Dettagli

Autorevolezza personale e leader nella professione

Autorevolezza personale e leader nella professione Autorevolezza personale e leader nella professione Adolfo Maria Comari Autorevolezza personale e leader nella professione Psicologia della leadership McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington

Dettagli

Organizzazioni sanitarie: dal design al management

Organizzazioni sanitarie: dal design al management Organizzazioni sanitarie: dal design al management Massimo Franco, Stefania De Simone Organizzazioni sanitarie: dal design al management McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington D.C. Auckland

Dettagli

Il rischio di compliance

Il rischio di compliance Il rischio di compliance A cura di Antonio Matacena ed Enrico Supino Il rischio di compliance McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington D.C. Auckland Bogotá Lisboa London Madrid Mexico City

Dettagli

Economia agroalimentare: mercati e politiche

Economia agroalimentare: mercati e politiche Economia agroalimentare: mercati e politiche Valeria Sodano, Maria Sassi, Andrea Marchini Economia agroalimentare: mercati e politiche McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington D.C. Auckland

Dettagli

Le imprese alberghiere

Le imprese alberghiere Le imprese alberghiere Aurelio G. Mauri Le imprese alberghiere Strategie e marketing Seconda edizione McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington D.C. Auckland Bogotá Lisboa London Madrid Mexico

Dettagli

Sistemi informativi sanitari

Sistemi informativi sanitari Sistemi informativi sanitari Alberto Rosotti Sistemi informativi sanitari McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington D.C. Auckland Bogotá Lisboa London Madrid Mexico City Montreal New Delhi

Dettagli

Il Tempo Zero del Desiderio. Una strategia evolutiva per l economia e la società della conoscenza

Il Tempo Zero del Desiderio. Una strategia evolutiva per l economia e la società della conoscenza Il Tempo Zero del Desiderio Una strategia evolutiva per l economia e la società della conoscenza Andrea Pitasi, Emilia Ferone Il Tempo Zero del Desiderio Una strategia evolutiva per l economia e la società

Dettagli

Mercati, strumenti finanziari e investimenti alternativi

Mercati, strumenti finanziari e investimenti alternativi Mercati, strumenti finanziari e investimenti alternativi Claudio Boido, Antonio Fasano Mercati, strumenti finanziari e investimenti alternativi McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington D.C.

Dettagli

Mario Baldi Pietro Nicoletti SWITCHED LAN. McGraw-Hill

Mario Baldi Pietro Nicoletti SWITCHED LAN. McGraw-Hill Telecomunicazioni Mario Baldi Pietro Nicoletti SWITCHED LAN McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington, D.C. Auckland Bogotà Lisbon London Madrid Mexico City Montreal New Delhi San Juan Singapore

Dettagli

collana di istruzione scientifica serie di tecnologia

collana di istruzione scientifica serie di tecnologia collana di istruzione scientifica serie di tecnologia Dal catalogo McGraw-Hill: P. Bolzern, R. Scattolini, N. Schiavoni, Fondamenti di controlli automatici, 3 a ed. P. Chiacchio, F. Basile, Tecnologie

Dettagli

Centro Interdipartimentale per la Ricerca in Diritto, Economia e Management della Pubblica Amministrazione

Centro Interdipartimentale per la Ricerca in Diritto, Economia e Management della Pubblica Amministrazione CIRPA / 10 Centro Interdipartimentale per la Ricerca in Diritto, Economia e Management della Pubblica Amministrazione Master di II livello in Direzione delle Aziende e delle Organizzazioni Sanitarie DAOSan

Dettagli

Le strategie competitive dell azienda nei mercati finanziari

Le strategie competitive dell azienda nei mercati finanziari Michele Galeotti Le strategie competitive dell azienda nei mercati finanziari ARACNE Copyright MMVIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133 A/B

Dettagli

INDICE. Prefazione... XIII

INDICE. Prefazione... XIII INDICE VII INDICE SOMMARIO Prefazione... XIII CAPITOLO PRIMO IL NUOVO MERCATO (THE NEW MARKET)...1 1. I cambiamenti del mercato...1 2. La concentrazione del potere d acquisto...4 3. La frammentazione dei

Dettagli

Gli obiettivi specifici di questa edizione sono:

Gli obiettivi specifici di questa edizione sono: Presentazione La ricerca è parte integrante del ruolo e della responsabilità dell infermiere. Il suo coinvolgimento nella ricerca spazia a diversi livelli, dalla progettazione e conduzione di uno studio

Dettagli

Silvia Trampetti. il finanziamento per il diritto allo studio: una nuova proposta

Silvia Trampetti. il finanziamento per il diritto allo studio: una nuova proposta Silvia Trampetti il finanziamento per il diritto allo studio: una nuova proposta Riflessioni e idee per l inclusione finanziaria di studenti universitari meritevoli Prefazione a cura del Prof. Dott. G.

Dettagli

PROFESSIONE PERSONAL SHOPPER. Monica Sirani. FrancoAngeli. Segreti e strategie per trasformare lo shopping in business. rend

PROFESSIONE PERSONAL SHOPPER. Monica Sirani. FrancoAngeli. Segreti e strategie per trasformare lo shopping in business. rend Monica Sirani FrancoAngeli PROFESSIONE PERSONAL SHOPPER Segreti e strategie per trasformare lo shopping in business rend Trend Le guide in un mondo che cambia In testi agili, di noti esperti, le conoscenze

Dettagli

AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network. Prof. Giuseppe Riva. Università Cattolica del Sacro Cuore

AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network. Prof. Giuseppe Riva. Università Cattolica del Sacro Cuore AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network Prof. Giuseppe Riva Università Cattolica del Sacro Cuore www.isocialnetwork.info 1-1 Indice I social network sono una moda? SN come

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

Il Six Sigma per la gestione della qualità in azienda

Il Six Sigma per la gestione della qualità in azienda Roberto Candiotto Il Six Sigma per la gestione della qualità in azienda ARACNE Copyright MMVIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133 A/B 00173

Dettagli

1. Balanced Scorecard 2. Controllo di Gestione 3. Compensation Management 4. Marketing 5. Internazionalizzazione

1. Balanced Scorecard 2. Controllo di Gestione 3. Compensation Management 4. Marketing 5. Internazionalizzazione CORSI DI FORMAZIONE PROJECT GROUP AREA STRATEGIA 1. Balanced Scorecard 2. Controllo di Gestione 3. Compensation Management 4. Marketing 5. Internazionalizzazione Balanced Scorecard 1 giorno Significato

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

Caro Sindaco, ti scrivo...

Caro Sindaco, ti scrivo... a cura di Nadia Mazzon e Francesco Vivacqua Caro Sindaco, ti scrivo... I bambini si rivolgono al Sindaco di Milano Giuliano Pisapia www.culturasolidarieta.it Indice. Prefazione. Analisi pedagogica. Analisi

Dettagli

Introduzione al management in sanità

Introduzione al management in sanità A13 373 Marco Pauletto Franco Tartaglia Introduzione al management in sanità Organizzazione aziendale e psicologia del lavoro Copyright MMX ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it

Dettagli

INDICE. Presentazione

INDICE. Presentazione INDICE Autori Presentazione XI XIII 1 Tutela della salute, committenza, programmazione acquisto-controllo in sanità 1 Francesco Longo Bisogno, domanda e consumi in sanità 1 Quali gli obiettivi del governo

Dettagli

Valerio Cellini Il falso in bilancio. Aspetti economico-aziendali e giuridici

Valerio Cellini Il falso in bilancio. Aspetti economico-aziendali e giuridici A13 Valerio Cellini Il falso in bilancio Aspetti economico-aziendali e giuridici Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173

Dettagli

Il marketing nella ristorazione. Libro in forma mista cartacea e digitale secondo le più recenti disposizioni di Legge, con integrazioni on line

Il marketing nella ristorazione. Libro in forma mista cartacea e digitale secondo le più recenti disposizioni di Legge, con integrazioni on line Il marketing nella ristorazione Libro in forma mista cartacea e digitale secondo le più recenti disposizioni di Legge, con integrazioni on line Il marketing nella ristorazione Il marketing nella ristorazione

Dettagli

Andrea Quintiliani L impresa di assicurazione

Andrea Quintiliani L impresa di assicurazione A13 Andrea Quintiliani L impresa di assicurazione Profili di rischio e di solvibilità Prefazione di Antonio Minguzzi Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it

Dettagli

Psicologa, Psicoterapeuta, Antropologa Articolo scaricato da HT Psicologia PROJECT MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT: CARATTERISTICHE GENERALI

Psicologa, Psicoterapeuta, Antropologa Articolo scaricato da HT Psicologia PROJECT MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT: CARATTERISTICHE GENERALI Project management Pag. 1 di 5 PROJECT MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT: CARATTERISTICHE GENERALI I motivi per cui la metodologia di project management è attualmente ritenuta uno strumento vincente nella

Dettagli

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Mi presento Mi chiamo Lisa Cappellazzo, ho 35 anni e son un insegnante

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Vito Di Gioia Il sito web come strumento di promo commercializzazione del prodotto turistico

Vito Di Gioia Il sito web come strumento di promo commercializzazione del prodotto turistico DIRITTO DI STAMPA 61 DIRITTO DI STAMPA Il diritto di stampa era quello che, nell università di un tempo, veniva a meritare l elaborato scritto di uno studente, anzitutto la tesi di laurea, di cui fosse

Dettagli

Il caso del Passante di Mestre

Il caso del Passante di Mestre A13 Luciano Bologna Schemi interpretativi per calmierare l entropia nel sistema di realizzazione delle opere pubbliche alla luce delle odierne tendenze di esternalizzazione Il caso del Passante di Mestre

Dettagli

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze.

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Roberto Babini (Allenatore di base con Diploma B UEFA) svolge da 13 anni l attività di allenatore.

Dettagli

VIII. Il valore del cliente

VIII. Il valore del cliente Presentazione XIII Prefazione XV Come è organizzato il libro XVII Ringraziamenti XIX Capitolo 1 Introduzione 1 Customer Lifetime Value 4 Allineare le strategie di gestione del cliente con il CLV 9 Capitolo

Dettagli

L OPERATORE E IL PAZIENTE ALZHEIMER. Manuale per prendersi cura del malato

L OPERATORE E IL PAZIENTE ALZHEIMER. Manuale per prendersi cura del malato L OPERATORE E IL PAZIENTE ALZHEIMER Manuale per prendersi cura del malato NOTA Gli autori, i curatori, l editore e tutti coloro in qualche modo coinvolti nella preparazione o pubblicazione di quest opera

Dettagli

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO INSEGNAMENTO IL MIO CUORE CANTA LE TUE LODI a cura di Carlo Arditi, Responsabile del Servizio Musica e Canto Nel preparare questa condivisione mi sono accorto che, pur non avendolo fatto apposta, anche

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MITCHELL WEISBERG. Strategic Management dell IT

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MITCHELL WEISBERG. Strategic Management dell IT LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MITCHELL WEISBERG Strategic Management dell IT SVILUPPARE UNA BALANCED SCORECARD PER MISURARE LA PERFORMANCE DELL IT E ALLINEARE IT E BUSINESS ROMA 11-13 NOVEMBRE 2015 RESIDENZA

Dettagli

Capitolo 1 Capitolo 2 Capitolo 3

Capitolo 1 Capitolo 2 Capitolo 3 Prefazione Come mai le imprese multibusiness continuano, nonostante tutto, a esistere? Come mai hanno resistito alla crisi finanziaria scoppiata nel 2007, e hanno, in ogni caso, resistito meglio rispetto

Dettagli

Indice. Parte 1 Le basi per il marketing dei servizi 1

Indice. Parte 1 Le basi per il marketing dei servizi 1 Prefazione Presentazione della terza edizione italiana Autori Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XVII XX XXIII XXIV XXV Parte 1 Le basi per il marketing dei servizi 1 Capitolo 1 Introduzione

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

AUDIT CON VALORE AGGIUNTO (Traduzione del documento APG - Value-added auditing, a cura del Comitato SGQ di AICQ)

AUDIT CON VALORE AGGIUNTO (Traduzione del documento APG - Value-added auditing, a cura del Comitato SGQ di AICQ) AUDIT CON VALORE AGGIUNTO (Traduzione del documento APG - Value-added auditing, a cura del Comitato SGQ di AICQ) Cosa si intende per processo "con valore aggiunto"? Si parla spesso dell'importanza di "aggiungere

Dettagli

Un complotto in Julia Augusta Taurinorum

Un complotto in Julia Augusta Taurinorum Giulia Piovano Un complotto in Julia Augusta Taurinorum I diritti di traduzione, memorizzazione elettronica, riproduzione e di adattamento totale o parziale con qualsiasi mezzo (compresi i microfilm e

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE

ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Settembre 2010 SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE 1. INTRODUZIONE La legge-delega 4 marzo

Dettagli

biettivo SERVIZI SCOLASTICI INTEGRATIVI COMUNALI SCUOLA PRIMARIA A.S. 2010-2011

biettivo SERVIZI SCOLASTICI INTEGRATIVI COMUNALI SCUOLA PRIMARIA A.S. 2010-2011 biettivo scuola SERVIZI SCOLASTICI INTEGRATIVI COMUNALI SCUOLA PRIMARIA A.S. 2010-2011 Cari genitori, come vi avevamo anticipato a inizio anno scolastico i vostri bambini, nell ambito delle attività proposte

Dettagli

L integrazione tra ciclo del fund raising e ciclo del grant making

L integrazione tra ciclo del fund raising e ciclo del grant making Raccolta fondi IDEE E STRUMENTI L integrazione tra ciclo del fund raising e ciclo del grant making di Valerio Melandri* e Francesco Santini** Fund raising e grant making sono due facce della stessa medaglia.

Dettagli

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina Riflessione didattica e valutazione Il questionario è stato somministrato a 187 docenti di italiano e matematica delle classi prime e seconde e docenti di alcuni Consigli di Classe delle 37 scuole che

Dettagli

Guida al controllo di gestione nelle piccole e medie imprese

Guida al controllo di gestione nelle piccole e medie imprese j l k l d o ^ c f b S o c i e t à Laura Broccardo Guida al controllo di gestione nelle piccole e medie imprese Pianificazione e controllo nelle PMI Costruzione del budget Reporting Aziende che operano

Dettagli

Mappatura Competenze. Analisi del Clima Aziendale

Mappatura Competenze. Analisi del Clima Aziendale 1/7 Servizi Integrati del Clima Aziendale Oggi, in molte aziende, la comunicazione verso i dipendenti rappresenta una leva gestionale attivata dal vertice aziendale, organizzata, coerente con gli obiettivi

Dettagli

Il Potere delle Affermazioni

Il Potere delle Affermazioni Louise L. Hay Il Potere delle Affermazioni Ebook Traduzione: Katia Prando Copertina e Impaginazione: Matteo Venturi 2 È così bello essere qui. Sono venuta in Italia, a Roma, tante volte, ma ogni volta

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

I N D I C E. 1. Trasforma Le Tue Passioni In Un Brand Di Valore. 4. L'Importanza dei Social Network per il Tuo Brand

I N D I C E. 1. Trasforma Le Tue Passioni In Un Brand Di Valore. 4. L'Importanza dei Social Network per il Tuo Brand I N D I C E 1. Trasforma Le Tue Passioni In Un Brand Di Valore 2. Crea il Tuo Blog Con Wordpress 3. Blogging: Come Puoi Fare la Differenza e Catturare L'Attenzione del Lettore? 4. L'Importanza dei Social

Dettagli

Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini

Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini Il processo didattico è un processo di natura relazionale, nel senso che mira a sostenere lo studente nella

Dettagli

Emotional Intelligence Stress Audit

Emotional Intelligence Stress Audit Emotional Intelligence Stress Audit Valutazione del rischio stress lavoro correlato per il benessere delle persone e dell organizzazione Lo STRESS AUDIT è una metodologia che consente di valutare il rischio

Dettagli

Non c è niente di nuovo sotto il sole. C è forse qualche cosa di cui si possa dire Guarda questa è una novità? No, essa è già esistita nei secoli che

Non c è niente di nuovo sotto il sole. C è forse qualche cosa di cui si possa dire Guarda questa è una novità? No, essa è già esistita nei secoli che Non c è niente di nuovo sotto il sole. C è forse qualche cosa di cui si possa dire Guarda questa è una novità? No, essa è già esistita nei secoli che ci hanno preceduto. Ecclesiaste, 1, 9-10 Roberto Chiappi

Dettagli

Ricette per uscire dalla crisi, soluzioni dal temporary management

Ricette per uscire dalla crisi, soluzioni dal temporary management Ricette per uscire dalla crisi, soluzioni dal temporary management Scritto da oltre 30 managers di Leading Network Paolo Fiorini,co-autore, cura il cap. 8.5. Puoi ordinare il libro nelle seguenti librerie:

Dettagli

AGENDA DIGITALE RAVENNA

AGENDA DIGITALE RAVENNA FOCUS GROUP AZIENDE 1 Sala Maraldi 13/11/2013 AGENDA PARTECIPANTI: 20 GENERE: 18 uomini, 2 donne ETA MEDIA: 48,3 NAZIONALITA : italiana COMUNE /QUARTIERE DI RESIDENZA: 14 Ravenna (chi ha specificato: 1

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Lezione 24: Strategia e Piano di Comunicazione Stella Romagnoli

Lezione 24: Strategia e Piano di Comunicazione Stella Romagnoli Lezione 24: Strategia e Piano di Comunicazione Definizione di pianificazione strategica della comunicazione Le fasi della pianificazione Comunicazione e integrazione Ottica integrata Specializzazione Le

Dettagli

Perché un Master in Direzione del Personale

Perché un Master in Direzione del Personale Perché un Master in Direzione del Personale di Luigi M. Sanlorenzo (*) Saper gestire le risorse umane significa essere in grado di comprendere come raggiungere livelli di efficacia e quali sono le competenze

Dettagli

Si sente spesso parlare di Performance per identificare

Si sente spesso parlare di Performance per identificare Il Performance Management a supporto del miglioramento organizzativo di Roberto Bugatti e Marco Tottoli 1 Si sente spesso parlare di Performance per identificare concetti simili ma di fatto diversi tra

Dettagli

Telefono: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE

Telefono: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE EPOCH BUSINESS ANALYSIS Azienda: Indirizzo: Nome Persona: Mansione: Telefono: E Mail: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE ISTRUZIONI: Questa è un analisi del potenziale

Dettagli

Gestione centralizzata delle anagrafiche in uno scenario complesso con SAP NetWeaver MDM

Gestione centralizzata delle anagrafiche in uno scenario complesso con SAP NetWeaver MDM UNIVERSITÀ DI PISA Facoltà di Ingegneria Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica per la Gestione d Azienda Tesi di Laurea Sessione di Laurea del 18/12/2008 Gestione centralizzata delle anagrafiche

Dettagli

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI Matteo ARPE: Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad intervenire a questo Convegno, al quale, come

Dettagli

Alunni:Mennella Angelica e Yan Xiujing classe 3 sez. A. A. Metodo per l intervista: video intervista con telecamera. video intervista con cellulare

Alunni:Mennella Angelica e Yan Xiujing classe 3 sez. A. A. Metodo per l intervista: video intervista con telecamera. video intervista con cellulare Alunni:Mennella Angelica e Yan Xiujing classe 3 sez. A A. Metodo per l intervista: video intervista con telecamera intervista con solo voce registrata video intervista con cellulare intervista con appunti

Dettagli

Le strategie di marketing più innovative per il tuo centro Fitness/wellness

Le strategie di marketing più innovative per il tuo centro Fitness/wellness Le strategie di marketing più innovative per il tuo centro Fitness/wellness Si precisa che foto e marchi riprodotti in questo volume appartengono ai rispettivi proprietari e vengono inseriti a scopo puramente

Dettagli

Luigi Lepore Loris Landriani Alessandro Scaletti I costi standard delle aziende dei trasporti pubblici locali

Luigi Lepore Loris Landriani Alessandro Scaletti I costi standard delle aziende dei trasporti pubblici locali A13 494 Luigi Lepore Loris Landriani Alessandro Scaletti I costi standard delle aziende dei trasporti pubblici locali Stato dell arte e problematiche aperte verso il federalismo fiscale Copyright MMXII

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

PROGETTO MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE INCONTRI TERRITORIALI. Percorso CAF Education

PROGETTO MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE INCONTRI TERRITORIALI. Percorso CAF Education PROGETTO MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE INCONTRI TERRITORIALI Percorso CAF Education La scuola sotto la lente del modello CAF CAF Movie: traduzione La pubblica amministrazione

Dettagli

Le idee per il tuo futuro: un business possibile!

Le idee per il tuo futuro: un business possibile! Le idee per il tuo futuro: un business possibile! Antonio Usai ausai@uniss.it Marketing strategico e sviluppo nuovi prodotti Dipartimenti di scienze economiche e aziendali Università degli Studi di Sassari

Dettagli

Linee Guida per la gestione integrata del Ciclo della Performance delle università statali italiane DOCUMENTO ANVUR - MAGGIO 2015

Linee Guida per la gestione integrata del Ciclo della Performance delle università statali italiane DOCUMENTO ANVUR - MAGGIO 2015 Linee Guida per la gestione integrata del Ciclo della Performance delle università statali italiane DOCUMENTO ANVUR - MAGGIO 2015 Inquadramento concettuale - l esigenza di ricondurre gli interventi a un

Dettagli

Il CONTROLLO DI GESTIONE

Il CONTROLLO DI GESTIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA A.A. 2010 2011 GESTIONE AZIENDALE 2 10.12.2010 Il CONTROLLO DI GESTIONE ESPERIENZE D D AZIENDA Relatore: Dr. Fabrizio Pascucci fabriziopascucci@yahoo.it La Funzione

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

C R I M I N O L O G I A 1.

C R I M I N O L O G I A 1. CRIMINOLOGIA 1. COLLANA CRIMINOLOGIA Swiss School of Management Consiglio Direttivo Coordinatore: Prof. Gaetano Pascale Vicecoordinatore: Prof. Vittorio Pedone Comitato scientifico: Prof. Gaetano Pascale

Dettagli

BSI Group Italia 8901 Sostenibilità degli eventi

BSI Group Italia 8901 Sostenibilità degli eventi BSI Group Italia 8901 Sostenibilità degli eventi 1 Chi è BSI 2 BSI nasce nel 1901 in Inghilterra come primo ente di normazione al mondo, riconosciuto dalla corona britannica e oggi, a più di 100 anni dalla

Dettagli

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook Louise L. Hay vivi bene adesso Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 E ora parliamo di autostima. Non avrai mai

Dettagli

Approccio alla logica della finanza aziendale

Approccio alla logica della finanza aziendale Corso Formazione Approccio alla logica della finanza aziendale OBIETTIVI Capire il contenuto del bilancio per creare valore. A CHI SI RIVOLGE Tutti i manager. IMPARERETE A Capire il contenuto del bilancio

Dettagli

Cap.1 - L impresa come sistema

Cap.1 - L impresa come sistema Cap.1 - L impresa come sistema Indice: L impresa come sistema dinamico L impresa come sistema complesso e gerarchico La progettazione del sistema impresa Modelli organizzativi per la gestione Proprietà

Dettagli

SOMMARIO. Parte Prima SCENARI E APPROCCI ALLA PROFESSIONE. Capitolo 1 Lo scenario di riferimento. Capitolo 2 La gestione strategica in 3 regole

SOMMARIO. Parte Prima SCENARI E APPROCCI ALLA PROFESSIONE. Capitolo 1 Lo scenario di riferimento. Capitolo 2 La gestione strategica in 3 regole SOMMARIO Parte Prima SCENARI E APPROCCI ALLA PROFESSIONE Capitolo 1 Lo scenario di riferimento 1.1 Marketing e strategie: una sfida per il presente... 3 1.2 Marketing e comunicazione: le ragioni e le opportunità

Dettagli

Facendo ricorso a terminologia tipica del marketing credo che qualche considerazione a riguardo possa svilupparsi a partire da key words quali:

Facendo ricorso a terminologia tipica del marketing credo che qualche considerazione a riguardo possa svilupparsi a partire da key words quali: Strategie per il superamento della crisi di redditività del diritto ecclesiastico italiano. L esperienza dell Osservatorio delle Libertà ed Istituzioni Religiose OLIR. Antonio G. Chizzoniti Ho letto con

Dettagli

Osservatorio sulla figura e ruolo del Controller Prima fase Novembre 2012

Osservatorio sulla figura e ruolo del Controller Prima fase Novembre 2012 EXECUTIVE SUMMARY La necessità di una certificazione delle competenze del Controller italiano è essenziale nello attuale contesto socio economico. Il nuovo quadro normativo recentissimamente approvato

Dettagli

Confini del business e supply chain management

Confini del business e supply chain management Confini del business e supply chain management Roberta Bocconcelli a.a. 2011/2012 DESP Dipartimento di Eonomia, Società, Politica 1/27 La soddisfazione del cliente e la qualità totale Il cliente e la sua

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO LINGUISTICO CON IL GUFO RONFO

UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO LINGUISTICO CON IL GUFO RONFO SCUOLA DELL'INFANZIA AD ONORE DEGLI EROI UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO LINGUISTICO Bambini di 4/5 e 5/6 anni CON IL GUFO RONFO ANNO SCOLASTICO 2011-12 Scuola dell infanzia ad onore degli eroi Anno

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Marco Ballesio. secondo me. Le mie regole per le aziende che vogliono avere successo su Internet

Marco Ballesio. secondo me. Le mie regole per le aziende che vogliono avere successo su Internet Marco Ballesio Il Web Marketing secondo me Le mie regole per le aziende che vogliono avere successo su Internet Marco Ballesio, Il Web Marketing secondo me Copyright 2013 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale

Dettagli

Self Publishing - Crea, Promuovi e Vendi il tuo e-book su 102 siti web!!!

Self Publishing - Crea, Promuovi e Vendi il tuo e-book su 102 siti web!!! Copyright 2012 by Roberto Travagliante Email: info@travagliante.com Sito web: http://www.travagliante.com Tutti i diritti sono riservati a norma di legge e a norma delle convenzioni internazionali. Nessuna

Dettagli

Acquistare prodotti e servizi

Acquistare prodotti e servizi a cura di giuseppe stabilini Acquistare prodotti e servizi Processi, logiche e soluzioni gestionali Prefazione di alberto grando Presentazioni di emilio Dolci e di Sandro Ligugnana Redazione e fotocomposizione:

Dettagli

Corporate Social Responsibility & Retailing Una ricerca di SymphonyIRI Group e SDA Bocconi

Corporate Social Responsibility & Retailing Una ricerca di SymphonyIRI Group e SDA Bocconi 1 Introduzione Nel contesto attuale tutte le organizzazioni, nello svolgimento della propria attività, dovrebbero tener conto delle esigenze espresse dai differenti interlocutori sociali (stakeholder)

Dettagli

Catalogo formativo 2013. INGENIA Group. Manuale commerciale. Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013. Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup.

Catalogo formativo 2013. INGENIA Group. Manuale commerciale. Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013. Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup. Catalogo formativo 2013 INGENIA Group Manuale commerciale Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013 Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup.it MARKETING & INNOVAZIONE Percorso formativo e-mail MARKETING

Dettagli

Lindt Academy. Percorso di Formazione Manageriale

Lindt Academy. Percorso di Formazione Manageriale Academy Lindt Academy Percorso di Formazione Manageriale EDIZIONE 2010-2011 Academy Da dove siamo partiti Dal desiderio di definire un percorso che miri a soddisfare i fabbisogni formativi di giovani con

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

Seminario: La riforma del servizio idrico integrato a 10 anni dalla sua prima applicazione. Arezzo, 24 settembre 2009 - ATO 4 Alto Valdarno

Seminario: La riforma del servizio idrico integrato a 10 anni dalla sua prima applicazione. Arezzo, 24 settembre 2009 - ATO 4 Alto Valdarno Seminario: La riforma del servizio idrico integrato a 10 anni dalla sua prima applicazione Arezzo, 24 settembre 2009 - ATO 4 Alto Valdarno L attuazione della riforma del S.I.I. - Il punto di vista del

Dettagli

Best practice per il miglioramento di Salute, Sicurezza e Ambiente, dell'affidabilità e della qualità

Best practice per il miglioramento di Salute, Sicurezza e Ambiente, dell'affidabilità e della qualità Best practice per il miglioramento di Salute, Sicurezza e Ambiente, dell'affidabilità e della qualità Integrazione dei processi relativi a salute, sicurezza, ambiente nella gestione del lavoro e degli

Dettagli

Il sistema informativo aziendale

Il sistema informativo aziendale Università degli Studi di Messina Facoltà di Ingegneria AA 2005/2006 Lezione n. 6 Prof. S. Loprevite Il sistema informativo aziendale 1 Sistema informativo Controllo di gestione Per attuare il controllo

Dettagli

S T U D I O. Le nuove frontiere del telemarketing. di Barbara Coralli

S T U D I O. Le nuove frontiere del telemarketing. di Barbara Coralli Barbara Coralli M E M B R O A S S O C I A T O S Y N D I C A T D U M A R K E T I N G T É L É P H O N I Q U E S T U D I O T E L E M A C O C O M U N I C A Z I O N E Le nuove frontiere del telemarketing di

Dettagli

Applicare il Six Sigma. Un esempio

Applicare il Six Sigma. Un esempio Applicare il Six Sigma Un esempio Indice 1. Oggetto e Scenario 2. Obiettivi dell intervento 3. L approccio Festo Consulenza e Formazione 4. Struttura del progetto Oggetto e Scenario Il progetto in oggetto

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

Il controllo di gestione nelle aziende che operano su commessa e l informativa di bilancio sui lavori in corso

Il controllo di gestione nelle aziende che operano su commessa e l informativa di bilancio sui lavori in corso Dipartimento Impresa Ambiente & Management Mirella Zito Il controllo di gestione nelle aziende che operano su commessa e l informativa di bilancio sui lavori in corso Copyright MMIX ARACNE editrice S.r.l.

Dettagli