Progetto Elistat. Scheda per la disseminazione e il riuso delle soluzioni tecnologiche e organizzative conseguite

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto Elistat. Scheda per la disseminazione e il riuso delle soluzioni tecnologiche e organizzative conseguite"

Transcript

1 Progetto Elistat Scheda per la disseminazione e il riuso Prodotto Responsabile Scheda per la disseminazione e il riuso delle soluzioni tecnologiche e organizzative conseguite Provincia di Brescia Data rilascio 24 maggio 2013

2 Sommario WP A1 PratichePA - Monitoraggio dei processi rivolti all utenza... 3 WP A2 - Linee guida per il Piano Performance delle Province... 7 WP A2 - Sistema rating amministrativo (S.R.A) WP A3 - Monitoraggio dei processi interni a rilievo contabile finanziario WP A4 Monitoraggio Centri per l Impiego (CPI) e valutazione delle politiche WP A5 - Sistema di Monitoraggio dei progetti di innovazione WP A6 - Πigreco - Piattaforma Integrata di Gestione Rpp E Controllo Obiettivi WP B1 - PHP Smile WP B3 Emoticons Plus WP C1 - Valutazione performance di accesso ai servizi online WP D1 e D3 - Introduzione di ERP CRM nei servizi CST/ALI WP E1 Osservatorio provinciale WP E3 Servizio di Monitoraggio dell efficienza e dell efficacia degli osservatori del mercato del lavoro.. 55 Pag. 2 di 57

3 WP A1 PratichePA - Monitoraggio dei processi rivolti all utenza SEZIONE 1 ANAGRAFICA DELLA SOLUZIONE OFFERTA AL RIUSO Ente cedente Referente per l Amministrazione Ambito amministrativo interessato Altre Amministrazioni che utilizzano o che hanno aderito al riuso della soluzione Tipologie di Amministrazioni più idonee a riutilizzare la soluzione Quali servizi vengono implementati con l uso della soluzione Provincia di Torino Dott. Roberto Grillanda A1. Monitoraggio dei processi rivolti all utenza Provincia di Alessandria, Asti, Biella, Novara Pubbliche Amministrazioni con servizi esposti al pubblico (privati cittadini / imprese) Monitoraggio dei processi automatizzati) rivolti al pubblico e supporto alla verifica a distanza dell'avanzamento delle pratiche da parte del privato cittadino ed imprese ai sensi L. 69/2009 Art. 34 C. 2-quater SEZIONE 2 DESCRIZIONE TESTUALE DELLA SOLUZIONE Link della soluzione Descrizione sintetica della soluzione Il sistema permette agli utenti (cittadini e imprese) di verificare in un qualsiasi momento lo stato della propria pratica relativa ai processi monitorati. La valorizzazione del patrimonio informativo esistente negli Enti diventa quindi un asse portante del Progetto in quanto si prevede l'uniformità di accesso e di controllo dei processi rivolti all'utenza da parte delle sistema delle Province ed in generale degli Enti Locali. La soluzione realizzata consente infatti di creare un punto di osservazione su scala provinciale in modo da consentire una visione di insieme sull'andamento dei servizi erogati. SEZIONE 3 ASPETTI LEGATI ALL USO DELLA SOLUZIONE Data di avvio in esercizio della soluzione 6 gennaio 2012 n. di addetti operanti con la soluzione Da 1 a n per ogni Ente Aderente / Processo Monitorizzato Breve descrizione del contesto organizzativo in cui la soluzione è stata adottata La soluzione è applicabilità trasversalmente a tutti i procedimenti rivolti al pubblico della Pubblica Amministrazione Locale. Pag. 3 di 57

4 n. di giornate e tipologia di formazione 2gg di formazione funzionale sull applicativo n. di giornate per manutenzione evolutiva N.A. in caso riuso servizio il logica ASP In caso di riuso di prodotto da valutare in base al contesto Formazione La formazione è volta a: - Amministratore della soluzione per l Ente - Operatore di processo per l Ente Disponibilità di un manuale d uso della soluzione per gli addetti Disponibilità di personale dell ente a fornire assistenza La soluzione è di completa proprietà dell amministrazione cedente? Specifiche di integrazione Si, da concordare di volta in volta, con il supporto del partner tecnologico CSI-Piemonte La soluzione è di proprietà dell Amministrazione e fa uso di appoggia a software open source (tendenzialmente licenza GPL) SEZIONE 4 ASPETTI DI COSTO DELLA SOLUZIONE SOSTENUTI DALL AMMINISTRAZIONE Costi esterni (fornitori + consulenza) per ,00 la realizzazione della soluzione Costi interni per la realizzazione della ,22 soluzione project manager ,00 analista di applicazione ,00 personale esperto di materia ,00 personale amministrativo ,22 SEZIONE 5 BENEFICI OTTENUTI DALL USO DELLA SOLUZIONE Benefici in termini di riduzione di costi conseguiti dall Amministrazione; riportare i costi, in euro, relativi al processo supportato dalla soluzione, prima dell adozione della soluzione e dopo l adozione della soluzione stessa La soluzione consente di abbattere i costi di notifica dell avanzamento di processo ed eventuale adozione del provvedimento finale superando la notifica cartacea o via PEC secondo la metafora dell estratto conto bancario. Potenzialmente, per ciascuna evidenza su processo automatizzato, il valore del risparmio diretto (affrancatura e materiali di cancelleria ) ed indiretto (impegno in attività del personale) è valutabile nell ordine di grandezza della dematerializzazione della corrispondente una comunicazione che nel caso analogico avrebbe un costo medio valutabile tra 18 e 25. Nell ipotesi che l ente applichi il sistema ad uno o più processi per istanze annue complessive secondo uno Pag. 4 di 57

5 Benefici in termini di miglioramento del servizio reso a cittadini e imprese conseguiti dall Amministrazione Benefici derivanti all amministrazione dall elaborazione dei dati che la soluzione utilizzata o genera, al fine di orientare in modo più efficace l azione amministrativa Elementi di semplificazione della procedura tradizionale introdotti dalla soluzione Altri benefici derivanti dall utilizzo della soluzione non ricompresi nelle tipologie prima indicate schema di notifica con almeno due evidenze (presa in carico ed esito) il risparmio per l amministrazione sarebbe stimabile nell ordine di annui. Immediatezza del controllo nell avanzamento dei procedimenti rivolti all utenza ed aderenza alle disposizioni L. 69/2009 Art. 34 C. 2-quater Puntuale misura della performance nell espletamento dei processi rivolti all utenza. Immediatezza e trasparenza nei rapporti tra cittadino/impresa e Pubblica Amministrazione Sinergia tra le Amministrazioni per un miglior orientamento di cittadini/imprese all individuazione dei procedimenti di interesse per mezzo del registro dei procedimenti rivolti al pubblico che insistono sulle Amministrazioni aderenti all iniziativa SEZIONE 6 ASPETTI LEGATI ALLE TECNOLOGIE UTILIZZATE Caratteristiche della soluzione tecnologica. Prerequisiti di natura tecnica (hw e sw di base) per il funzionamento della soluzione; descrizione dell hw e sw di base necessario per riusare la soluzione, ovvero senza la quale la soluzione non è utilizzabile Partners coinvolti nella realizzazione della soluzione; indicare il partner/fornitori coinvolti nelle diverse fasi di realizzazione della soluzione: analisi, realizzazione, test, gestione a regime Durata del progetto (mesi) Volumi di servizio che la soluzione gestisce La soluzione è integrata con altre applicazioni della amministrazione? Applicazione Web su location pubblica dedicata (www.pratichepa.it) con architettura SOA multilivello E2JEE su piattaforma opensoruce JBoss / MySQL Possibilità di riuso del servizio in logica ASP Possibilità di riuso dell implementazione su piattaforma open con ambiente operativo basato su sistema operativo Linux (Red Hat, Centos, Ubuntu,.) 6 GB Ram 100 GB disco fisso, JVM32 bit, JRE, JBoss 4.x, MySQL 5.x CSI-Piemonte (analisi, progettazione, realizzazione, dispiegamento, messa in opera ed hosting) 18 mesi N.D. La soluzione è aperta all integrazione tramite una propria API di servizi in logica SOA o tramite caricamento massivo asincrono ( batch ) Pag. 5 di 57

6 SEZIONE 7 ALTRI ASPETTI VINCOLANTI Esigenza di specifici modelli organizzativi Necessità di accordi con Enti terzi Dipendenza da normative regionali Le Amministrazioni riusanti devono individuare puntualmente i processi oggetto di monitoraggio e per ciascuno definirne i passi ad evidenza pubblica (evidenze) specificandone la durata massima ammissibile per legge o regolamento, indicarne quindi gli estremi ed il responsabile di procedimento preposto. Nell ambito di ciascun processo, l Amministrazione deve impegnarsi (manualmente, o tramite integrazione SOA, o popolamento batch) a popolare nel tempo il sistema di monitoraggio con i progressi di ciascuna istanza di processo. N.A. N.A. Pag. 6 di 57

7 WP A2 - Linee guida per il Piano Performance delle Province SEZIONE 1 ANAGRAFICA DELLA SOLUZIONE OFFERTA AL RIUSO Ente cedente Referente per l Amministrazione Ambito amministrativo interessato Altre Amministrazioni che utilizzano o che hanno aderito al riuso della soluzione Tipologie di Amministrazioni più idonee a riutilizzare la soluzione Quali servizi vengono implementati con l uso della soluzione Provincia di Campobasso Marialuisa Litterio tel Economico - finanziario = = = = = Tutte le amministrazioni provinciali Piano della performance SEZIONE 2 DESCRIZIONE TESTUALE DELLA SOLUZIONE Link della soluzione Descrizione sintetica della soluzione LOB.php/L/IT/IDPagina/248 Definizione di linee guida per la predisposizione del Piano della Performance delle Province. SEZIONE 3 ASPETTI LEGATI ALL USO DELLA SOLUZIONE Data di avvio in esercizio della soluzione 13 dicembre 2011 n. di addetti operanti con la soluzione 3 Breve descrizione del contesto organizzativo in cui la soluzione è stata adottata Strumento in grado di rappresentare con qualità, comprensibilità e attendibilità, ciascun obiettivo di performance d mediante la predisposizione di apposite schede che contengano indicatori e target. n. di giornate e tipologia di formazione 1g. formativa - formazione in aula n. di giornate per manutenzione evolutiva 1g. formativa Formazione Disponibilità di un manuale d uso della soluzione per gli addetti Si Si Pag. 7 di 57

8 Disponibilità di personale dell ente a fornire assistenza La soluzione è di completa proprietà dell amministrazione cedente? SI SI SEZIONE 4 ASPETTI DI COSTO DELLA SOLUZIONE SOSTENUTI DALL AMMINISTRAZIONE Costi esterni (fornitori + consulenza) per ,00 la realizzazione della soluzione Costi interni per la realizzazione della soluzione project manager analista senior personale esperto di statistica personale amministrativo ,51 SEZIONE 5 BENEFICI OTTENUTI DALL USO DELLA SOLUZIONE Benefici in termini di riduzione di costi conseguiti dall Amministrazione; riportare i costi, in euro, relativi al processo supportato dalla soluzione, prima dell adozione della soluzione e dopo l adozione della soluzione stessa Benefici in termini di miglioramento del servizio reso a cittadini e imprese conseguiti dall Amministrazione Benefici derivanti all amministrazione dall elaborazione dei dati che la soluzione utilizzata o genera, al fine di orientare in modo più efficace l azione amministrativa Elementi di semplificazione della procedura tradizionale introdotti dalla soluzione Altri benefici derivanti dall utilizzo della soluzione non ricompresi nelle tipologie prima indicate La soluzione ideata si integra con gli attuali sistemi di programmazione già in uso per cui non richiede maggiori oneri a carico dell ente La fruibilità per cittadini e altri portatori di interesse nella consultazione del Piano della Performance e della Relazione sulla Performance, è assicurata mediante il ricorso ad una logica di rappresentazione a cannocchiale Identificazione di criteri oggettivi applicabili per tutte le Province e che consente anche di confrontare, in un ottica di benchmarking, le attività poste in essere tra diversi enti in modo da orientare le stesse in modo più efficace. Il modello consente di realizzare una linea comune tra PIano performance e documenti di programmazione e controllo già in uso. Possibilità di utilizzare un modello uniforme e applicabile a tutte le province approvato nei contenuti anche dall Unione Province italiane (UPI) e CIVIT (Comitato valutazione e trasparenza) Pag. 8 di 57

9 SEZIONE 6 ASPETTI LEGATI ALLE TECNOLOGIE UTILIZZATE Caratteristiche della soluzione tecnologica. Prerequisiti di natura tecnica (hw e sw di base) per il funzionamento della soluzione; descrizione dell hw e sw di base necessario per riusare la soluzione, ovvero senza la quale la soluzione non è utilizzabile Partners coinvolti nella realizzazione della soluzione; indicare il partner/fornitori coinvolti nelle diverse fasi di realizzazione della soluzione: analisi, realizzazione, test, gestione a regime Durata del progetto (mesi) Volumi di servizio che la soluzione gestisce La soluzione è integrata con altre applicazioni della amministrazione? Modello di linee guida Requisiti informatici di base Università Sda Bocconi - MIlano 22 mesi = = = SI SEZIONE 7 ALTRI ASPETTI VINCOLANTI Esigenza di specifici modelli organizzativi Necessità di accordi con Enti terzi Dipendenza da normative regionali NO NO NO Pag. 9 di 57

10 WP A2 - Sistema rating amministrativo (S.R.A) SEZIONE 1 ANAGRAFICA DELLA SOLUZIONE OFFERTA AL RIUSO Ente cedente Referente per l Amministrazione Ambito amministrativo interessato Altre Amministrazioni che utilizzano o che hanno aderito al riuso della soluzione Tipologie di Amministrazioni più idonee a riutilizzare la soluzione Quali servizi vengono implementati con l uso della soluzione PROVINCIA DI FIRENZE DOT.AGR. GENNARO GILIBERTI AFFIDABILITA AMMINISTRATIVA E REGISTRO UNICO DEI CONTROLLI AZIENDALI IN AMBITO AGRICOLO PROVINCIA DI SIENA; PROVINCIA DI GROSSETO; PROVINCIA DI AREZZO; PROVINCIA DI BOLOGNA TUTTE /ENTI DI CONTROLLO CONSULTAZIONE DATI SU ANAGRAFE AZIENDALE E VERIFICA E ANALISI DATI SU CONTROLLI ESEGUITI IN AZIENDA (REGISTRO UNICO DEI CONTROLLI) SEZIONE 2 DESCRIZIONE TESTUALE DELLA SOLUZIONE Link della soluzione Descrizione sintetica della soluzione Sistema Rating Amministrativo: Sulla base del modello elaborato di valutazione di Rating amministrativo è stato progettato e sviluppato a livello sperimentale un tool software (portale) finalizzato non solo alla implementazione del modello e dello strumento di RATING AMMINISTRATIVO ma a fare in modo che il "portale" possa essere utilizzato e divenga il più possibile un valido supporto all'ente per : razionalizzare la gestione dei controlli di competenza delle Amministrazioni Provinciali nei confronti delle imprese agricole elevando nel contempo gli standard qualitativi dell'attività di controllo stessa, attraverso anche l'adozione di un sistema di valutazione delle imprese (grado di affidabilità amministrativa ) mettere a punto uno strumento informativo, da implementare nei sistemi informativi regionali già a Pag. 10 di 57

11 regime; potranno così confluire tutti i dati, gli stati, i provvedimenti amministrativi, i procedimenti di erogazione di aiuti pubblici e le agevolazioni, le certificazioni, la documentazione e, soprattutto, gli esiti delle verifiche, accertamenti, controlli, in capo a ciascuna azienda, provenienti dai vari soggetti (pubblici e privati) con cui si interfacciano le imprese. offrire nei diversi procedimenti amministrativi uno strumento di semplificazione rispetto all'accesso alle informazioni aziendali e alla gestione delle varie fasi istruttorie. Molte informazioni utili per l'istruttoria stessa sono rese in modo rapido ed efficace anche attraverso la elaborazione di uno o più indicatori riepilogativi (resi da una serie di algoritmi che contemplino sia dati qualitativi che quantitativi dell'azienda). creare nel tempo un sistema integrato di gestione e controllo a supporto di una programmazione più generale, portando ad ottimizzare anche le decisioni che i dirigenti dovranno prendere in tema di gestione del personale ad essi assegnato, raggiungendo un bilanciamento dei carichi di lavoro. ad attivare un profilo operativo basato sulla valutazione della popolazione delle aziende di una certa area, al fine di individuare la presenza di gruppi eccessivamente numerosi di soggetti che hanno una valutazione bassa rispetto ad alcuni parametri, magari per intensificare determinati controlli, per programmare campagne informative e/o formative, oppure per adeguare la normativa rilevare una vera e propria qualità amministrativa dell'impresa, misurata da un corrispondente "rating amministrativo". PARTI STUTTURALI 1. Anagrafe Aziendale 2. Consultazione Registro Unico dei Controlli (RUC) 3. Modello Affidabilità Amministrativa 4. Ambiente Analitico Pag. 11 di 57

12 SEZIONE 3 ASPETTI LEGATI ALL USO DELLA SOLUZIONE Data di avvio in esercizio della soluzione n. di addetti operanti con la soluzione 3 Breve descrizione del contesto organizzativo in cui la soluzione è stata adottata L avvio di esercizio a livello sperimentale è iniziato in settembre l ulteriore implementazione della parte relativa al RUC (acquisizione dei dati) e di sviluppo delle sue parti è iniziato nel settembre 2012 ed è ad oggi in fase di implementazione La soluzione trova la sua collocazione nel contesto organizzativo dell ente rivolto all espletamento delle proprie attività di controllo tecnico che i vari uffici delle diverse direzioni interessate devono svolgere presso le aziende agricole. Inoltre è utile strumento per attività di analisi, valutazione e programmazione a livello territoriale sulla base dei dati aziendali e di controllo. n. di giornate e tipologia di formazione n.2-3 gg.- con attività di formazione sulla piattaforma di Business Intelligence pentaho (open source) n. di giornate per manutenzione evolutiva 0 Formazione Disponibilità di un manuale d uso della soluzione per gli addetti Disponibilità di personale dell ente a fornire assistenza La soluzione è di completa proprietà dell amministrazione cedente? no si Si SEZIONE 4 ASPETTI DI COSTO DELLA SOLUZIONE SOSTENUTI DALL AMMINISTRAZIONE Costi esterni (fornitori + consulenza) per Euro ,00 la realizzazione della soluzione Costi interni per la realizzazione della Euro ,00 soluzione Costi Enti Dispiegatori Euro ,00 SEZIONE 5 BENEFICI OTTENUTI DALL USO DELLA SOLUZIONE Benefici in termini di riduzione di costi Ad oggi non valutabile Pag. 12 di 57

13 conseguiti dall Amministrazione; riportare i costi, in euro, relativi al processo supportato dalla soluzione, prima dell adozione della soluzione e dopo l adozione della soluzione stessa Benefici in termini di miglioramento del servizio reso a cittadini e imprese conseguiti dall Amministrazione Benefici derivanti all amministrazione dall elaborazione dei dati che la soluzione utilizzata o genera, al fine di orientare in modo più efficace l azione amministrativa Elementi di semplificazione della procedura tradizionale introdotti dalla soluzione Ad oggi non valutabile a) organizzare i dati dei controlli in loco effettuati nelle aziende toscane; b) effettuare le analisi di rischio e l estrazione dei campioni dei soggetti da sottoporre a verifica; c) analizzare i dati che scaturiscono da tale attività ispettiva, anche al fine di sperimentare e testare modelli di determinazione dell affidabilità amministrativa delle stesse imprese (cd. rating amministrativo ). c) proporzionalità dei controlli e dei connessi adempimenti amministrativi al rischio inerente all'attività controllata, nonché alle esigenze di tutela degli interessi pubblici; d) coordinamento e programmazione dei controlli in modo da assicurare la tutela dell'interesse pubblico evitando duplicazioni e sovrapposizioni e da recare il minore intralcio al normale esercizio delle attività dell'impresa, definendo la frequenza e tenendo conto dell'esito delle verifiche e delle ispezioni già effettuate; e) informatizzazione degli adempimenti e delle procedure amministrative, secondo la disciplina del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, recante codice dell'amministrazione digitale; f) razionalizzazione, anche mediante riduzione o eliminazione di controlli sulle imprese, tenendo conto di una appropriata affidabilità amministrativa rilevata all azienda Favorisce il lavoro svolto dal controllore agevolando le visite in loco, e dell istruttore amministrativo fornendo dati (primi o elaborati) sull azienda interessata. Permette di effettuare una serie di analisi territoriali, pianificazione e monitoraggio. Razionalizzazione delle risorse umane, materiali ed immateriali. Pag. 13 di 57

14 Altri benefici derivanti dall utilizzo della soluzione non ricompresi nelle tipologie prima indicate Uniformità delle procedure di controllo e convergenza della terminologia e del concetto di controllo. Analisi di rischio ed estrazione dei campioni Disponibilità e condivisione a livello regionale di informazioni inerenti una determinata azienda, con consultazione semplice, agevole e veloce anche di un registro unico sui controlli svolti da parte degli enti di controllo preposti. Avvio di un circolo virtuoso tra controllori portatori di esperienze diverse. SEZIONE 6 ASPETTI LEGATI ALLE TECNOLOGIE UTILIZZATE Caratteristiche della soluzione tecnologica. Sistema e ambiente operativo Linux, distribuzione Debian vers. 6.x Middleware Apache HTTP Server vers. 2.2 Apache Tomcat 6.x Liferay Portal, vers Pentaho BI, vers stable Java VM 1.6 ExtJS 3.4.x (costruzione moduli applicativi) Hibernate, vers. 3.x Database Oracle RAC, vers. 10g Prerequisiti di natura tecnica (hw e sw di base) per il funzionamento della soluzione; descrizione dell hw e sw di base necessario per riusare la soluzione, ovvero senza la quale la soluzione non è utilizzabile N.1 Middleware Server Protocollo di rete: TCP/IP CPU: dual-core, dual-cpu RAM: Richiesti almeno 4 GB JRE 1.6 -Xms256m -Xmx768m -Dconsole.encoding=UTF-8 -Dfile.encoding=UTF-8 -XX:MaxPermSize=256m -XX:+CMSClassUnloadingEnabled -XX:+CMSPermGenSweepingEnabled -Dsun.rmi.dgc.client.gcInterval= Dsun.rmi.dgc.server.gcInterval= Pag. 14 di 57

15 Partners coinvolti nella realizzazione della soluzione; indicare il partner/fornitori coinvolti nelle diverse fasi di realizzazione della soluzione: analisi, realizzazione, test, gestione a regime Durata del progetto (mesi) Volumi di servizio che la soluzione gestisce La soluzione è integrata con altre applicazioni della amministrazione? N.1 Database Server Protocollo di rete: TCP/IP RAM: Richiesti almeno 256 MB, ma se ne consigliano almeno 512 Spazio disco: 1.5 GB Packages aggiuntivi richiesti: glibc libaio Spazio di swap: Memoria RAM presente sul server Spazio di swap richiesto Tra 0 e 256 MB 3 volte la dimensione della RAM Tra 256 e 512 MB 2 volte la dimensione della RAM 512 MB e oltre 1024 MB di RAM Fornitore di servizi: LINEA COMUNE società in house Enti dispiegatori: PROVINCIA DI AREZZO; PROVINCIA DI SIENA; PROVINCIA DI GROSSETO; PROVINCIA DI BOLOGNA totale 20 mesi (LUGLIO MARZO 2012 (progetto ELISTAT) La soluzione SRA è da considerare ad oggi integrata con l implementazione in via sperimentale del Registro Unico dei Controlli SEZIONE 7 ALTRI ASPETTI VINCOLANTI Esigenza di specifici modelli organizzativi Necessità di accordi con Enti terzi Dipendenza da normative regionali Necessità di accordi tra soggetti territoriali per la condivisione delle proprie banche dati; aspetti organizzativi di digitalizzazione ed informatizzazione; Sono stati necessari i seguenti accordi: - Protocollo di intesa tra Provincia di Firenze, Regione Toscana e Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura (ARTEA). Per la parte di sviluppo ed implementazione del Registro Unico dei Controlli sono stati realizzati i seguenti accordi: - Protocollo di Intesa sottoscritto tra Regione Toscana, UPI Toscana, ANCI Toscana, UNCEM Toscana; - Convenzione tra Provincia di Firenze e ARTEA Legge regionale 26 gennaio 2004, n. 1 Promozione dell'amministrazione elettronica e della società Pag. 15 di 57

16 dell'informazione e della conoscenza nel sistema regionale. Disciplina della "Rete telematica regionale toscana". Legge regionale n ottobre 2009 Istituzione del sistema informativo e del sistema statistico regionale. Misure per il coordinamento delle infrastrutture e dei servizi per lo sviluppo della società dell informazione e della conoscenza. L.R. 8 marzo 2000, n. 23 Istituzione dell'anagrafe regionale delle aziende agricole, norme per la semplificazione dei procedimenti amministrativi ed altre norme in materia di agricoltura. Decreto Dirigenziale 1151/2006 le "Modalità per il riuso di applicazioni e prodotti di amministrazione digitale per la Pubblica Amministrazione Toscana", Delibera GR 1258/2005 Orientamenti e linee di indirizzo in merito al Riuso e alla distribuzione del software Pag. 16 di 57

17 WP A3 - Monitoraggio dei processi interni a rilievo contabile finanziario SEZIONE 1 ANAGRAFICA DELLA SOLUZIONE OFFERTA AL RIUSO Ente cedente Referente per l Amministrazione Ambito amministrativo interessato Altre Amministrazioni che utilizzano o che hanno aderito al riuso della soluzione Tipologie di Amministrazioni più idonee a riutilizzare la soluzione Quali servizi vengono implementati con l uso della soluzione Provincia di Pesaro e Urbino Dirigente Servizi Interni - Ing. Adriano Gattoni Servizi interni e finanziari Tutte le Amministrazioni provinciali Flusso di comunicazione delle entrate Flusso di comunicazione del processo di liquidazione della spesa Equilibri di Bilancio Report del sistema di monitoraggio SEZIONE 2 DESCRIZIONE TESTUALE DELLA SOLUZIONE Link della soluzione Descrizione sintetica della soluzione Il servizio permette di sfruttare le capacità del sistema di aggregazione dei dati di front e di back-end per mostrare al cittadino una vista integrata dei dati che lo riguardano nei confronti dell Ente. Livello di interattività con il servizio viene definito in dipendenza della maggiore o minore capacità del sistema di interagire con eventuali back-office presenti negli Enti. Il canale di erogazione del servizio è la piattaforma web che permette di offrire al utente in modo integrato una visione delle proprie informazioni di carattere finanziario. SEZIONE 3 ASPETTI LEGATI ALL USO DELLA SOLUZIONE Data di avvio in esercizio della soluzione Primo quadrimestre 2012 n. di addetti operanti con la soluzione Breve descrizione del contesto Il contesto operativo in cui viene utilizzata la soluzione è organizzativo in cui la soluzione è stata l'ufficio ragioneria e servizi finanziari. In realta' potrebbe adottata essere esteso in quanto presenta reportistica a tutti gli Pag. 17 di 57

18 utenti interni all'amministrazione che gestiscono l'amministrativo all'interno dei vari servizi. n. di giornate e tipologia di formazione 10 n. di giornate per manutenzione 3 evolutiva Formazione Disponibilità di un manuale d uso della Disponibile una descrizione delle funzionalita' come da soluzione per gli addetti progetto consegnato da ditta fornitrice. Disponibilità di personale dell ente a SI fornire assistenza La soluzione è di completa proprietà SI dell amministrazione cedente? SEZIONE 4 ASPETTI DI COSTO DELLA SOLUZIONE SOSTENUTI DALL AMMINISTRAZIONE Costi esterni (fornitori + consulenza) per 87809,7 la realizzazione della soluzione Costi interni per la realizzazione della 76090,5 soluzione project manager analista senior personale esperto di statistica 2 personale amministrativo 2 SEZIONE 5 BENEFICI OTTENUTI DALL USO DELLA SOLUZIONE Benefici in termini di riduzione di costi conseguiti dall Amministrazione; riportare i costi, in euro, relativi al processo supportato dalla soluzione, prima dell adozione della soluzione e dopo l adozione della soluzione stessa Benefici in termini di miglioramento del servizio reso a cittadini e imprese conseguiti dall Amministrazione Benefici derivanti all amministrazione dall elaborazione dei dati che la soluzione utilizzata o genera, al fine di orientare in modo più efficace l azione amministrativa Elementi di semplificazione della Valutazione dei costi standard e dei margini di miglioramento in rapporto alla media nazionale; Trasparenza dei processi economici finanziari. Utilizzo di una metodologia per un sistema di analisi e di valutazione di processi interni di rilievo contabile che migliorano il governo delle entrate dirette e derivate collegate agli equilibri di bilancio e garantiscono la trasparenza legata alle modalita operative di rilievo contabile. Reingegnerizzazione dei processi finanziari interni; Pag. 18 di 57

19 procedura tradizionale introdotti dalla soluzione Altri benefici derivanti dall utilizzo della soluzione non ricompresi nelle tipologie prima indicate Reingegnerizzazione dei processi finanziari di filiera; Miglioramento del rapporto costi e benefici dei servizi erogati in forma associata SEZIONE 6 ASPETTI LEGATI ALLE TECNOLOGIE UTILIZZATE Caratteristiche della soluzione tecnologica. Prerequisiti di natura tecnica (hw e sw di base) per il funzionamento della soluzione; descrizione dell hw e sw di base necessario per riusare la soluzione, ovvero senza la quale la soluzione non è utilizzabile Partners coinvolti nella realizzazione della soluzione; indicare il partner/fornitori coinvolti nelle diverse fasi di realizzazione della soluzione: analisi, realizzazione, test, gestione a regime Durata del progetto (mesi) Volumi di servizio che la soluzione gestisce La soluzione è integrata con altre applicazioni della amministrazione? La soluzione prevede la realizzazione di un backoffice, contenente gli strumenti utili al popolamento ed alla sincronizzazione della banca dati ed un frontoffice per la fornitura di servizi di reporting e di consultazione. Server fisico o Virtuale su cui installare: - DB: MySQL 5.x - Java 6 - Application server: Tomcat 6. ADS Anno di riferimento: 2011 Numero impegni: 2757, mandati di pagamento: 14596, liquidazioni: 20990, accertamenti: 1258, ordinativi:4757, programmi: 31, progetti: 78 SEZIONE 7 ALTRI ASPETTI VINCOLANTI Esigenza di specifici modelli organizzativi Necessità di accordi con Enti terzi Dipendenza da normative regionali No No No Pag. 19 di 57

20 WP A4 Monitoraggio Centri per l Impiego (CPI) e valutazione delle politiche SEZIONE 1 ANAGRAFICA DELLA SOLUZIONE OFFERTA AL RIUSO Ente cedente Referente per l Amministrazione Ambito amministrativo interessato Altre Amministrazioni che utilizzano o che hanno aderito al riuso della soluzione Tipologie di Amministrazioni più idonee a riutilizzare la soluzione Quali servizi vengono implementati con l uso della soluzione Provincia di Milano Direttore Sistema Informativo Lavoro Direzione Lavoro e Sistema Informativo Lavoro Provincia di Monza e della Brianza, Provincia di Belluno Amministrazioni interessate a valutare i risultati ottenibili con le politiche attive del lavoro (Comuni, Province, Regioni ecc.) Controllo degli indicatori di occupabilità su diversi segmenti di popolazione soggetta alle politiche attive del lavoro. SEZIONE 2 DESCRIZIONE TESTUALE DELLA SOLUZIONE Link della soluzione Descrizione sintetica della soluzione N.A. Il work package è di tipo metodologico ed è finalizzato a costruire gli indicatori necessari alla misurazione della efficacia delle politiche attive del lavoro. La soluzione informatica è stata implementata per dimostrare in pratica la validità dei modelli proposti. L analisi è stata effettuata su alcune categorie di soggetti partecipanti ad un campione di politiche attive. Il modello è stato applicato ad alcuni Enti pubblici con diversi Sistemi Informativi Lavoro (SIL) ma con lo stesso sistema statistico sviluppato nel corso del progetto Labor. SEZIONE 3 ASPETTI LEGATI ALL USO DELLA SOLUZIONE Data di avvio in esercizio della soluzione 3 febbraio 2012 n. di addetti operanti con la soluzione N.A. Breve descrizione del contesto organizzativo in cui la soluzione è stata adottata La metodologia è stata applicata utilizzando un gruppo di lavoro che dopo aver analizzato le politiche attive realizzate dall Ente ha identificato quale politiche analizzare e su quali segmenti di popolazione n. di giornate e tipologia di formazione 30 gg per acquisire la metodologia ed effettuare le analisi, 1 gg per l utilizzo dell applicativo. Pag. 20 di 57

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma Indirizzo: Via dell'automobilismo, 109 00142 Roma (RM) Sito Web : http://www.andreasacca.com Telefono: 3776855061 Email : sacca.andrea@gmail.com PEC : andrea.sacca@pec.ording.roma.it Ing. Andrea Saccà

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Scheda descrittiva del programma Open-DAI ceduto in riuso CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Agenzia per l Italia Digitale - Via Liszt 21-00144 Roma Pagina 1 di 19 1 SEZIONE 1 CONTESTO

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com 2 Tecnoteca è nata nel 2000 con sede a Tavagnacco ha scelto da subito di lavorare

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO 1 ' UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE, ORGANIZZAZIONE E BILANCIO Ufficio X ex DGPOB Ufficio relazioni con il pubblico e Centro di documentazione REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO SOMMARIO CAPO

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo SIASFI: IL SISTEMA ED IL SUO SVILUPPO 187 SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo Antonio Ronca Il progetto SIASFi nasce dall esperienza maturata da parte dell Archivio di Stato di Firenze nella gestione

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

DigitPA LINEE GUIDA. Centro di competenza del riuso. DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 140

DigitPA LINEE GUIDA. Centro di competenza del riuso. DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 140 LINEE GUIDA PER L INSERIMENTO ED IL RIUSO DI PROGRAMMI INFORMATICI O PARTI DI ESSI PUBBLICATI NELLA BANCA DATI DEI PROGRAMMI INFORMATICI RIUTILIZZABILI DI DIGITPA DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina

Dettagli

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO CONSIP S.p.A. APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO Manuale d uso del programma Base Informativa di Gestione (BIG), utilizzato per la raccolta delle segnalazioni ed il monitoraggio delle attività di gestione

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale!

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET consente la piena digitalizzazione della scuola: completa

Dettagli

ECM SUITE: GESTIONE CREDITI ECM AL 100%

ECM SUITE: GESTIONE CREDITI ECM AL 100% ECM Suite ECM SUITE: GESTIONE CREDITI ECM AL 100% ECM Suite è una moderna piattaforma gestionale, web based (ovvero ad utenze gestionali illimitate, nessun acquisto di singole licenze client e/o server),

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Open Government Partnership Piano d azione Nazionale 2014 2016

Open Government Partnership Piano d azione Nazionale 2014 2016 Open Government Partnership Piano d azione Nazionale 2014 2016 Dicembre 2014 Sommario Introduzione...1 Le azioni del Governo italiano...2 Il processo di stesura del secondo Piano d azione OGP...3 Le Azioni...4

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Buone prassi di conservazione del patrimonio BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando con scadenza 9 aprile 2015 Buone prassi di conservazione del

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence Breve panoramica sulla Business Intelligence con software Open Source Roberto Marchetto, 14 Gennaio 2009 L'articolo ed eventuali commenti sono disponibili su www.robertomarchetto.com (Introduzione) Il

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Software da rilasciare con licenza GPL. Componente tecnologica: Drupal Premessa Obiettivi e Linee-Guida Mettere a disposizione

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

un occhio al passato per il tuo business futuro

un occhio al passato per il tuo business futuro 2 3 5 7 11 13 17 19 23 29 31 37 41 43 47 53 59 61 un occhio al passato per il tuo business futuro BUSINESS DISCOVERY Processi ed analisi per aziende virtuose Che cos è La Business Discovery è un insieme

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Circolare n. 1 del 6 febbraio 2015

Circolare n. 1 del 6 febbraio 2015 Circolare n. 1 del 6 febbraio 2015 Logo pagopa per il sistema dei pagamenti elettronici a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi. Premessa L Agenzia per l Italia Digitale

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015-2017 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015-2017 A cura del Direttore Responsabile della Trasparenza Erminia Zoppè PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2015-2017 Indice

Dettagli

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti OGGETTO: PROGETTO TECO A ATTIVITÀ CINECA AUTORE: MAURO MOTTA Indice della presentazione 1. Obiettivo del progetto 2. Identificazione degli attori coinvolti 3. Fasi del progetto Tecnologie e Strumenti Il

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO REGIONE BASILICATA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA INTEGRATO SERB ECM DELLA REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06)

Dettagli

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Caratteristiche e Posizionamento ver. 2.1 del 21/01/2013 Cos è ESI - Enterprise Service Infrastructure? Cos è ESI? ESI (Enteprise Service Infrastructure) è una

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library A. Bardelli (Univ. Milano Bicocca), L. Bernardis (Univ.

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli