notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario"

Transcript

1 notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario C.I.S.Co. Council of Intermodal Shipping Consultants Via Garibaldi, Genova (Italia) Tel Fax

2 S O M M A R I O ANNO XXX Numero 31/05/2012 PORTI - Soddisfazione turca per un nuovo terminal... Pag. 3 - Nuovi equilibri nei portafogli dei porti dell Europa meridionale TRASPORTO MARITTIMO - Le linee di navigazione decise ad aumentare le tariffe TRASPORTO INTERMODALE - Il Regno Unito adesso apre ai semirimorchi su treno... 9 TRASPORTO STRADALE - Si aggrava il problema dei transiti in Bielorussia TRASPORTO FLUVIALE - Chiatte containerizzate sul Tamigi LOGISTICA - Alti e bassi per la Damco STUDI E RICERCHE - Nuova ricerca sullo standard dei servizi containerizzati marittimi

3 2 IN CALENDARIO MAGGIO 2012 Il contenuto del Notiziario C.I.S.Co. viene anche pubblicato sul quotidiano informare raggiungibile su Internet all indirizzo

4 3 PORTI Soddisfazione turca per un nuovo terminal Un nuovo terminal container sulla costa meridionale turca del Mar di Marmara potrebbe essere in grado di conquistare un terzo del PIL del paese dal momento che esso trarrà vantaggio dalla spinta del governo a favore di un corridoio per il trasporto di merci più veloce. Lo Yilport Gemlik sarà il secondo terminal contenitori della Yildirim in Turchia ed il suo completamento è previsto per dicembre 2013; la prima fase del progetto da 2 milioni di dollari USA assicurerà al terminal una capacità di TEU. Sean Pierce, c.e.o. del gruppo Yildirim, ha dichiarato a Port Strategy che la nuova infrastruttura che sarà costruita nei pressi dell attuale area rinfuse sarà in grado di servire non solo Istanbul ma anche due delle vicine principali aree di produzione. Pierce ha detto che la nuova infrastruttura verrà realizzata nella localizzazione giusta per conquistare qualcosa come il 35% circa del PIL del paese. percorso da due ore ad appena sei minuti. È stato di aiuto il fatto che alla fine del 2011 il governo turco abbia annunciato di essere in procinto di avviare il più grande progetto autostradale del paese: un nuovo ponte attraverso il Golfo di Smirne per collegare le due città più grandi della Turchia, Istanbul e Smirne, con l intento di ridurre i tempi del Ciò, naturalmente, comporterà un effetto assai positivo su entrambi i terminal della Yildirim. Pierce ha aggiunto che non è semplicemente una questione di costruire un grande hub e ha dichiarato che la nuova infrastruttura offrirà una fermata unica per entrambe le linee di navigazione ed i propri clienti disponendo di sistemi completamente integrati con le dogane, le linee di navigazione, gli autotrasportatori ed altri soggetti attivi nel settore.

5 4 Pierce ha poi proseguito sottolineando come l infrastruttura sia ben collocata per puntare in alto, dal momento che può disporre di spazio libero: essa infatti risiede su qualcosa come un milione di metri quadrati. (da: portstrategy.com, ) Nuovi equilibri nei portafogli dei porti dell Europa meridionale Gli importanti cambiamenti in atto fra i porti ed i terminal di tutta l Europa meridionale modificheranno il settore dei trasporti nella regione. In Italia, le acquisizioni e le cessioni inerenti alla proprietà del più importante operatore di terminal container del paese, la Contship Italia, ne hanno guastato i successi operativi. La Contship Italia, con interessi in cinque porti nazionali, due società intermodali ed un terminal di trasbordo internazionale in Marocco, dispone di un ampio portafoglio. In termini di attività nel 2011, hanno fatto meglio i terminal di import/export. Il La Spezia Container Terminal ha conseguito un risultato di 1,07 milioni di TEU (+2,7%), facendo registrare il suo nuovo record, mentre i TEU (+14%) del Terminal Container Ravenna lo hanno riportato al suo livello di prima della crisi nel Presso il Salerno Container Terminal, i traffici hanno fatto registrare una stagnazione a TEU (-0,3%). Tuttavia, i due terminal di trasbordo invece hanno avuto grosse difficoltà. I risultati presso il Medcenter Container Terminal di Gioia Tauro sono diminuiti del 19,2% sino a 2,305 milioni di TEU, mentre quelli del Cagliari International Container Terminal sono calati del 3,2% sino a TEU. L attività intermodale della società, condotta dalla Sogemar e dalla Hannibal, ha trasportato TEU, con un aumento dell 8,9%. La Contship Italia si concentra principalmente sul terminal container marittimo e sul trasporto intermodale, sostiene il dirigente esecutivo della società Cecilia Eckelmann- Battistello. La nostra strategia è quella di continuare ad investire nella nostra attività di nucleo nelle zone del Mediterraneo e del Mar Nero, così come a livello mondiale, e quindi nel

6 5 conseguire una crescita costante per le nostre attività terminalistiche ed intermodali ha dichiarato. In passato, la Contship ha tentato senza successo di ottenere concessioni per effettuare operazioni a Voltri, ma è stata battuta dalla PSA. Alla domanda relativa a se quel porto continui ad interessare, la Eckelmann-Battistello risponde: Se si presentassero le giuste opportunità, noi quasi certamente le prenderemmo in considerazione. La Contship Italia si è inoltre ritirata dal terminal contenitori TDT di Livorno in quelle che sono state considerate come brutte circostanze, sebbene la signora Eckelmann- Battistello lo neghi. Non è corretto dire che le circostanze sono state brutte. regolato da un accordo fra gli azionisti. Il disaccordo fra le due parti titolari di quote di controllo al TDT è stato del tutto La Contship Italia ha preferito uscire dal TDT ed incassare il valore delle proprie quote afferma. Riguardo poi ai problemi di Gioia Tauro, la signora Eckelmann-Battistello sottolinea come a luglio del 2011 uno dei principali clienti del Medcenter la Maersk abbia cambiato la propria strategia nel Mediterraneo al fine di conseguire risparmi sui costi. In effetti, la Maersk ha lasciato appena un unico scalo di raccordo al Medcenter, ritirando tutta quanta la sua attività di trasbordo. Ciò ha attirato l attenzione degli operatori ed alla fine ha comportato cambiamenti in ordine alla proprietà. A gennaio del 2012, la TIL, che nel settore viene ritenuta la vera e propria branca terminalistica della compagnia di navigazione CMA CGM, ha investito in questo settore di attività, sebbene sia ancora da vedersi se la linea di navigazione francese utilizzerà Gioia Tauro quale proprio principale hub di trasbordo. La signora Eckelmann-Battistello commenta: L ingresso della TIL e la persistente associazione con la APM Terminals contribuisce a rafforzare ulteriormente il terminal dal punto di vista commerciale ed organizzativo per consentirgli di affrontare le sfide di un difficile ambiente operativo nel mercato globale del trasporto marittimo di contenitori.

7 6 Quanto al futuro dell altro hub di trasbordo della Contship Italia a Cagliari, esso resta l hub mediterraneo centrale della Grand Alliance, la cui posizione si è ulteriormente rafforzata in seguito alla riduzione del 90% degli oneri di ancoraggio avvenuta quest anno. Curiosamente, la Contship Italia sta tenendo i piedi in due staffe in termini di trasbordo. Essa possiede una quota del 20% nell Eurogate Tanger Terminal, in cui partecipa ad un consorzio proprietario che comprende Eurogate, CMA CGM e TIL. La presenza degli italiani non è simbolica, anzi, dal momento che entrambi i presidenti del consiglio di amministrazione sinora nominati Domenico Bagalà e Marco Mignogna sono stati espressi dalla Contship Italia. Anche la proprietà dei porti in Spagna ha fatto registrare una svolta interessante nel 2010, quando la holding portuale Dragados-SPL è stata venduta alla JP Morgan, che successivamente le ha cambiato il marchio denominandola Noatum Ports. Essa resta il principale operatore spagnolo in questo settore, con un volume di traffico nel 2011 prossimo ai 4 milioni di TEU, 50 milioni di tonnellate di rinfuse ed altre merci, nonché oltre veicoli. Le sue agenzie marittime, inoltre, seguono circa navi ogni anno. Sebbene diversi ex dirigenti di alto profilo della Dragados-SPL abbiano lasciato la società, i loro sostituti dispongono di esperienza internazionale nel settore, com è il caso del nuovo direttore commerciale, Kim Gadegaard. Commentando i recenti cambiamenti, quest ultimo afferma: Abbiamo consolidato e rafforzato l organizzazione ed ora ci concentriamo sul settore portuale e su quello della logistica portuale quale nostra area di competenza. I nuovi proprietari aggiunge - dispongono già di una notevole esperienza in questa attività e vorrebbero vedere la Noatum diventare una piattaforma internazionale di trasporti e logistica. Inoltre, essi hanno espresso diverse volte la propria persistente attenzione all attività internazionale, valutando possibili nuovi investimenti in paesi dell OCSE, che potrebbero ingenerare valore aggiunto e sinergie nel gruppo. Alla richiesta di sapere da dove egli si aspetti che possa provenire la crescita maggiore in futuro, Gadegaard afferma che non è possibile dirlo in questa fase.

8 7 Anche se gli attuali terminal e porti hanno un po di capacità di crescita organica, l ulteriore crescita oltre quella soglia dovrà provenire da nuovi progetti. Continuiamo ad investire in tecnologia e nuovo equipaggiamento. Il Noatum Container Terminal Valencia, ad esempio, ha recentemente acquisito una nuova gru portuale e ha dato corso ad un progetto di automazione dei varchi. Inoltre, stiamo valutando potenziali investimenti in diversi paesi che comporteranno valore aggiunto ed altre sinergie per le società del gruppo dichiara Gadegaard. La holding resta altresì aperta ad opportunità di espansione. Anche se la Dragados-SPL aveva ceduto i propri beni situati all estero prima della vendita definitiva, la Noatum dichiara Gadegaard ha ancora aspirazioni internazionali. Siamo impegnati in un attività di livello internazionale, di modo che stiamo analizzando costantemente diversi mercati afferma. Rispetto al primario mercato spagnolo, anche nel quale la Noatum è aperta a possibili investimenti, la società appare assai prudente circa le previsioni per il Ovviamente, lo sviluppo dell economia spagnola comporterà un grande impatto, ma noi siamo ugualmente preoccupati dal fatto che i nostri terminal siano in grado o meno di continuare a competere con i porti ed i terminal dei paesi circostanti. Se la nostra competitività non venisse migliorata, ciò potrebbe comportare effetti negativi sui volumi movimentati attraverso i porti spagnoli dichiara Gadegaard, riecheggiando simili affermazioni da parte di linee di navigazione ed altri operatori terminalistici. Infine, malgrado la presenza della HPH, della DP World e della APM Terminals in Spagna, Gardegaard ritiene che la Noatum abbia la capacità di fare concorrenza a tutte le società sia nazionali sia internazionali nei porti in cui essa sia presente. (da: portstrategy.com, ) TRASPORTO MARITTIMO

9 8 Le linee di navigazione decise ad aumentare le tariffe Secondo gli esperti, i vettori marittimi sono decisi a fare pressioni per ottenere maggiori incrementi tariffari allo scopo di estinguere qualsiasi percezione nel mercato che i prezzi stiano calando. Lloyd s Loading List.com il 28 maggio scorso ha riportato che il calo della settimana precedente delle tariffe correnti per il trasporto merci containerizzato sulla direttrice di traffico Asia-Europa stava ad indicare che la solidarietà delle linee di navigazione in ordine ai GRIs (Incrementi tariffari generali) potrebbe logorarsi. Peraltro Lars Jensen, c.e.o. e socio della SeaIntel Maritime Analysis, ha dichiarato al riguardo: C è un limite alla soglia di diminuzione che le tariffe potrebbero raggiungere ed io non penso che assisteremo allo spettacolare declino sino al livello che abbiamo registrato alla fine dell anno scorso. Nel 2011, per i vettori si trattava di conservare ed incrementare la quota di mercato. Quest anno, si tratta di conseguire profitti ed i vettori faranno tutto ciò che potranno per sopravvivere. Se ci fossero segnali di una spirale verso il basso delle tariffe, i vettori assumerebbero delle iniziative, che potrebbero consistere in dismissioni di naviglio oppure in un maggior ricorso alla navigazione super-lenta. Io penso che lo scenario peggiore per i vettori sarebbe quello in cui le tariffe diminuissero di poche centinaia di dollari per TEU rispetto a dove sono adesso: qualsiasi cosa in più e si troverebbero nuovamente in una situazione negativa. Jensen afferma che, nell ambito del gioco delle trattative, le linee di navigazione dovrebbero continuare a spingere per un impennata delle tariffe al fine di creare un clima in cui ci sia un anticipazione degli incrementi tariffari di prossima realizzazione, quando, in effetti, il vero scopo di questi annunci sarebbe quello di mantenere le tariffe ai livelli attuali e di evitare la loro diminuzione. Aggiunge poi: Esse non possono permettere che prenda campo la percezione che le tariffe stiano scendendo. Martin Dixon, direttore ricerche e comparazione delle tariffe di nolo alla Drewry, afferma: L opinione della Drewry è che le tariffe occasionali di mercato abbiano raggiunto l apice, dopo una crescita tumultuosa nel corso degli ultimi mesi: le tariffe Asia-Europa erano aumentate di quasi quattro volte tanto all inizio di maggio dalla fine dell anno scorso.

10 9 I vettori continueranno nei loro tentativi di guidare verso l alto le tariffe ed è probabile che conseguano qualche successo. Tuttavia, l impennata dei prezzi sta perdendo slancio dal momento che si sta rimettendo in funzione più tonnellaggio in previsione dell alta stagione, rispetto ad una precedente situazione di debole crescita della domanda. Molto dipende da quanta capacità i vettori sceglieranno di dismettere, ma la Drewry si aspetta che le tariffe correnti si attenuino nel corso della seconda metà dell anno, e questa opinione coincide con le curve sia dello SCFI che del World Container Index. (lloydsloadinglist.com, ) TRASPORTO INTERMODALE Il Regno Unito adesso apre ai semirimorchi su treno Un treno merci che trasportava semirimorchi stradali non accompagnati attraverso il Tunnel della Manica ha completato con successo il proprio viaggio inaugurale. I convogli ferroviari merci che trasportano semirimorchi stradali sono una visione comune sul continente europeo, ma fino al 22 maggio erano assenti dalla rete ferroviaria britannica. Il treno arrivato nella suddetta data presso il Russell Railfreight Terminal di Barking, appena fuori Londra, ha avuto origine ad Anversa, in Belgio, e trasportava merci destinate al settore dell automobile. Neil Crossland, direttore commerciale di Europorte Channel, che gestisce il servizio, afferma che il viaggio che spera possa diventare un servizio giornaliero dura sette ore. Il dirigente ha aggiunto che la società dovrebbe ora dare il via alle trattative con l operatore della rete ferroviaria del Regno Unito al fine di estendere il servizio ad altre principali città britanniche. Il Regno Unito è ora aperto ai semirimorchi per ferrovia.

11 10 Abbiamo provato la tratta dal Belgio attraverso la Francia e quindi adesso si può trasportare un carico sino a Londra, prendere un ritorno e riportarlo in Belgio il giorno stesso. I clienti ci hanno già chiesto informazioni in ordine all estensione del servizio, di modo che il prossimo passo sarà quello di cominciare a parlare con la Network Rail circa l estensione sino alle Midlands ed al Nord-Est. L Europorte Channel afferma che il servizio è rapido, ha una bassa soglia di emissioni di anidride carbonica ed è in grado di effettuare operazioni partendo dalla Germania o dall Europa Orientale. Il collaudo del 22 maggio riguardava il trasporto di merci per il gruppo Vauxhall ed è stato condotto con la completa soddisfazione dei clienti logistici della Europorte Channel, la Ewals Intermodal e la Ewals Cargo Care. La Europorte Channel prevede che il servizio toglierà migliaia di camion dalle strade. Ciò che riconosciamo è che la ferrovia dovrà rappresentare qualcosa di più nella strategia trasportistica dei nostri clienti per ragioni ambientali ha affermato Crossland, ma dovremo anche fare concorrenza dal punto di vista dei prezzi. (da: lloydsloadinglist.com, ) TRASPORTO STRADALE Si aggrava il problema dei transiti in Bielorussia Le dispute diplomatiche e quelle territoriali fra autotrasportatori stanno rendendo più difficile il transito terrestre da/per Russia e Kazakhstan via Bielorussia. Russia, Bielorussia e Kazakhstan (RBK) hanno costituito un unione doganale al fine di agevolare i propri traffici di transito interregionali, ma le cose si sono poi rivelate difficili. Da un lato, l attuale zuffa fra l Unione Europea e la Bielorussia sul persistente presunto giro di vite di Minsk a danno dell opposizione politica e di altri attivisti alla fine ha comportato sanzioni ed espulsioni pan per focaccia di personale diplomatico.

12 11 I tre stati hanno condannato le sanzioni dell Unione Europea e la lista nera di rappresentanti della Bielorussia quali impedimenti artificiosi per i traffici e come minacce alla loro unione doganale, ma i caricatori ed i trasportatori stanno cercando in misura sempre maggiore di aggirare la tratta terrestre in questione, accedendo alla Russia ed al Kazakhstan attraverso gli scali marittimi del Baltico orientale. Per ragioni proprie e non correlate alla questione, cioè la rappresaglia ai presunti blocchi ai trasportatori russi in Polonia, la Russia ha ora aggravato il problema mediante l introduzione di limitazioni ai trasportatori di paesi terzi (vale a dire le imprese non RBK). Guarda caso, si tratta per lo più di trasportatori polacchi che entrano in Russia ai sensi di permessi bilaterali polacco-bielorussi che dovrebbero collegarli senza interruzioni all unione doganale di RBK. Sino ad ora, i controlli sui documenti degli autotrasportatori alle frontiere stradali fra Polonia e Bielorussia erano sufficienti per entrare in Russia, di modo che agli autisti cui era consentito di entrare in Bielorussia dalla Polonia era anche permesso, fino all inizio di maggio, di giungere sino in Russia e, se occorreva, in Kazakhstan. Tuttavia, la ASMAP (Associazione Russa dei Trasportatori Stradali Internazionali) ha dichiarato che l 80% circa dei camion che entrano in Russia dalla Bielorussia (attraverso il cosiddetto corridoio di Smolensk) non hanno il permesso appropriato per entrare in Russia. Le misure repressive hanno comportato la comminazione di multe salate e la formazione di code di camion al confine polacco-bielorusso lunghe sino a 20 km. L Associazione Polacca dei Trasportatori Internazionali ha chiesto a Varsavia di intraprendere passi analoghi e di protestare al più alto livello diplomatico. Ci sono due giocatori che vogliono giocare nello stesso mercato afferma Konstantin Sharshakov, portavoce della ASMAP. Mentre la parte russa ritiene di avere una flotta di camion abbastanza grande da assicurare in proprio il necessario volume di trasporto, la Polonia è un paese di transito e le autorità polacche tenteranno di ridurre al minimo il numero dei permessi di transito rilasciati agli autotrasportatori russi. Al momento, Polonia, Lituania ed Ucraina hanno consigliato alle ditte di trasporto di evitare la Bielorussia quando è possibile e di cercare direttrici alternative per la Russia. (da: worldcargonews.com, )

13 12 TRASPORTO FLUVIALE Chiatte containerizzate sul Tamigi La UPS utilizzerà due chiatte fluviali su una rotta lungo il Tamigi nell ambito delle proprie operazioni logistiche per i Giochi Olimpici di Londra Le chiatte seguono una rotta lungo il fiume dalla più grande infrastruttura logistica della UPS dedicata a Londra 2012, situata presso il Porto di Tilbury, sino al molo Northumberland, situato ad appena un paio di miglia dal Villaggio Olimpico. Il viaggio dimostrativo è stato condotto dal LOCOG (Comitato Organizzatore di Londra per i Giochi Olimpici e Paralimpici) in collaborazione con la UPS e la Transport for London. I precedenti viaggi fluviali su chiatta erano stati effettuati per trasportare 38 contenitori carichi di arredamenti e di accessori, utilizzati per attrezzare il Villaggio Olimpico e Paralimpico prima dell arrivo degli atleti quest estate. In futuro, se all iniziativa verrà dato maggior rilievo, l uso delle chiatte potrebbe contribuire ad alleviare la capacità delle reti stradali londinesi, supportando l esteso sforzo di sostenibilità mediante la riduzione della congestione dei traffici e dell inquinamento acustico. agevolare il futuro trasporto delle merci sul Tamigi. È stata intrapresa un analisi finanziaria, sociale ed ambientale del trasporto fluviale su chiatta allo scopo di produrre un documento di riferimento di lezioni chiave al fine di Questa documentazione pubblica è la prima del suo genere e, si spera, lascerà un eredità permanente mediante l assistenza fornita ad imprese ed organizzazioni nell opera di dirottamento dalla strada all acqua nelle operazioni logistiche. Alan Williams, direttore della UPS per le sponsorizzazioni e le operazioni di Londra 2012, dichiara: Il fiume è stato per lo più trascurato quale direttrice della filiera distributiva logistica per molti decenni e anche adesso le chiatte viaggiano frequentemente su e giù senza alcun carico.

14 13 Noi speriamo che l inaugurazione odierna possa incoraggiare altre organizzazioni a prendere in considerazione i vantaggi della logistica di ritorno e ad utilizzare ancora una volta le idrovie della città. Mick Wright, capo della logistica di Londra 2012 afferma: In precedenza, esistevano pochissime informazioni su come utilizzare il Tamigi per movimentare le merci containerizzate attraverso Londra. Il documento che stiamo producendo fornirà agli enti ed alle imprese un prezioso documento di riferimento su come utilizzare il Tamigi a questo proposito. Ciò va ad aggiungersi al più ampio obiettivo di sostenibilità del LOCOG e può contribuire alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica in futuro. La UPS è responsabile di quasi tutti i servizi di distribuzione e logistica per i Giochi Olimpici di Londra Sono in corso di movimentazione milioni di articoli, fra cui un milione di pezzi di articoli sportivi. Le Olimpiadi di Londra erano state etichettate come i giochi ad elevato contenuto di carbonio dal Railfreight Group nel 2009 a causa dell elevato affidamento sull autotrasporto merci per la fornitura di materiali edilizi quali le armature metalliche per gli enormi progetti di costruzione, quando i problemi alla chiusa Prescott avevano fatto sì che tonnellate di materiali non potessero essere trasportate su chiatta presso il sito di costruzione. (da: worldcargonews.com, ) LOGISTICA Alti e bassi per la Damco I responsabili della Damco, unità operativa logistica del gruppo AP Møller Maersk, il 22 maggio scorso erano di buon umore quando hanno annunciato l incremento dei ricavi da un anno all altro e dei profitti netti nel primo trimestre. Il c.e.o. Rolf Habben-Jansen ha dichiarato che, sebbene i risultati finanziari netti abbiano ricevuto un impatto negativo dai costi straordinari correlati alla recente ristrutturazione

15 14 delle proprie attività europee, i traffici nel primo trimestre sono stati in linea con quelli dell anno scorso. I volumi sono stati in aumento rispetto al 2011: il trasporto marittimo merci è salito del 6%, leggermente in più in confronto alla media del mercato, per TEU, mentre il tonnellaggio di trasporto merci aereo è più che raddoppiato sino a tonnellate rispetto alle del Ciò è stato in gran parte dovuto all acquisizione dello spedizioniere cinese di merci per via aerea NTS lo scorso agosto, così come alla conquista di un certo numero di grossi clienti. Escludendo la NTS, la Damco si è assicurata una crescita dei volumi assai soddisfacente del 37%, nonostante il generale declino del mercato del trasporto merci aereo afferma l operatore. Sono felice di constatare che stiamo facendo buoni progressi pur in presenza di difficili condizioni di mercato. La nostra crescita testimonia la risonanza che i servizi della nostra filiera della distribuzione riscontrano presso i clienti aggiunge Habben-Jansen. La Damco ha incrementato i ricavi netti di 53 milioni di dollari USA sino a 738 milioni di dollari USA rispetto al primo trimestre Anche i profitti lordi sono aumentati dell 8% rispetto allo stesso periodo dell anno scorso. I profitti netti relativi al periodo sono stati dell ordine di 7 milioni di dollari USA (nessun cambiamento rispetto al 2011), mentre il risultato ante oneri finanziari è stato pari a 13 milioni di dollari USA (16 milioni di dollari USA nel 2011) ed il margine sul risultato ante oneri finanziari è stato dell 1,8% (2,3% nel 2011). Afferma Habben-Jansen: Assorbiremo i costi aggiuntivi verificatisi nei primi due trimestri a causa della ristrutturazione della nostra regione europea ad est e ad ovest. Si tratta della cosa giusta da fare per metterci in buona posizione per gli anni a venire. Quando tutti i cambiamenti saranno stati portati a termine per la fine del secondo trimestre, la Damo sarà in una posizione migliore per affrontare le assai diverse esigenze di questi vari mercati. (lloydsloadinglist.com, )

16 15 STUDI E RICERCHE Nuova ricerca sullo standard dei servizi containerizzati marittimi Una nuova ricerca sottolinea il basso livello dei servizi forniti alla clientela e la scarsa puntualità nel settore del trasporto marittimo di contenitori. Gli standard di servizio nel settore del trasporto containerizzato di linea sono bassi sino alla soglia del 40% se valutati rispetto ad una nuova serie di KPI (indicatori chiave di prestazione) pubblicati nella prima metà di maggio nel rapporto Opinione sulle prestazioni dei vettori della Drewry Maritime. I ricercatori in questione affermano che solo quattro caricatori su dieci ottengono una polizza di carico nel giro di tre giorni dal momento della trasmissione delle istruzioni di spedizione, suggerendo così che, per alcune linee di navigazione, molto occorre ancora da fare al fine di migliorare le procedure commerciali. Le prestazioni spaziano, tuttavia, dallo 0% al 93% nel corso del periodo di valutazione di cinque mesi da ottobre 2011 a febbraio 2012 il che indica come il settore sia in qualche modo concentrato nel fare tutto il possibile in ordine al servizio alla clientela. Nel contempo, il KPI per la spedizione in orario del carico un parametro destinato a valutare se un box parte dal porto come previsto dall orario mostra un notevole tasso di successo del 66-70% nell arco degli stessi cinque mesi, indicando che i ritardi sono abbastanza comuni anche prima che il box sia stato caricato a bordo. Quando gli esperti hanno confrontato i tempi di viaggio da porto a porto con gli orari di partenza escludendo così i ritardi in porto hanno trovato che le linee di navigazione containerizzate sono andate leggermente meglio, ma che il 25% dei contenitori hanno trascorso in mare un periodo di tempo più lungo di quello programmato. Qualsiasi miglioramento dell affidabilità dovrebbe essere accolto favorevolmente, ma un punteggio medio del 70% circa è ancora troppo basso perché un impresa che effettua servizi-chiave ne sia contenta afferma Simon Heaney, direttore ricerche alla Drewry.

17 16 I vettori che vogliono assicurarsi nuove attività nella sostanza, se vogliono riempire le loro nuove grandi navi dovranno puntare più in alto rispetto all attuale punto di riferimento e non dovranno riposare sugli allori. L affidabilità resta un area in cui i vettori si possono distinguere dalla concorrenza. I caricatori possono svolgere la loro parte condizionando la qualità dei futuri servizi ponendo maggiore enfasi sull affidabilità e sugli altri criteri inerenti ai servizi nella scelta dei propri vettori aggiunge Heaney. Secondo la Drewry, i vettori maggiormente affidabili sono stati la Maersk Line la compagnia di navigazione gemella Safmarine, seguite dalla Hanjin Shipping. (da: lloydsloadinglist.com, ) IN CALENDARIO 10th ASEAN Ports and Shipping 2012 Hotel Indonesia Kempinski Jakarta, Indonesia Wednesday 30 and Thursday 31 May th Intermodal Africa 2012 ICC Durban, South Africa Thursday 06 and Friday 07 September st Black Sea Ports and Shipping 2012 Bristol Hotel, Odessa, Ukraine Thursday 18 and Friday 19 October th Trans Middle East 2012 Gulf International Convention And Exhibition Centre, Kingdom of Bahrain Tuesday 20 and Wednesday 21 November th Indian Ocean Ports and Logistics 2013 Beira, Mozambique Wednesday 27 and Thursday 28 February st Med Ports 2013 Alexandria, Egypt Wednesday 24 and Thursday 25 April 2013

18 17 9th Trans Middle East 2013 Beirut, Lebanon Wednesday 23 and Thursday 24 October 2013 Intermodal Africa South 2013 Durban, South Africa Wednesday 27 and Thursday 28 November 2013 La Segreteria del C.I.S.Co. è in grado di comunicare notizie dettagliate sui programmi di tutte le manifestazioni nonché sulle modalità di partecipazione.

notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario

notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario C.I.S.Co. Council of Intermodal Shipping Consultants Via Garibaldi, 4 16124 Genova (Italia) Tel. 010 2518852 Fax 010 2518852 e-mail info@ciscoconsultant.it

Dettagli

SVILUPPO DELL INTERMODALITA

SVILUPPO DELL INTERMODALITA SVILUPPO DELL INTERMODALITA Autostrade del mare 2.0 e combinato marittimo ANDREA APPETECCHIA Roma, 21 luglio 20151 I PUNTI DEL RAGIONAMENTO Commercio estero nazionale: orientamenti e modalità di trasporto

Dettagli

Ipotesi di sviluppo del trasporto combinato marittimo

Ipotesi di sviluppo del trasporto combinato marittimo Ipotesi di sviluppo del trasporto combinato marittimo di Sergio Rossato D.G. Interporto di Padova S.p.A. A.D. di NET Nord Est Terminal S.p.A. Il traffico intermodale COMPLESSIVO dell Interporto di Padova

Dettagli

notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario

notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario C.I.S.Co. Council of Intermodal Shipping Consultants Via Garibaldi, 4 16124 Genova (Italia) Tel. 010 2518852 Fax 010 2518852 e-mail info@ciscoconsultant.it

Dettagli

PORTO della SPEZIA TRAFFICO MERCANTILE 2011

PORTO della SPEZIA TRAFFICO MERCANTILE 2011 TRAFFICO MERCANTILE 2011 Fabrizio Bugliani Resp. Ufficio MKT & Rapporti con l Estero GENNAIO 2012 1 Traffico 2011 Traffico contenitori Il porto della Spezia ha movimentato nel corso del 2011 1.307.274

Dettagli

notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario

notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario C.I.S.Co. Council of Intermodal Shipping Consultants Via Garibaldi, 4 16124 Genova GE (Italia) Tel. 010 2518852 Fax 010 2518852 e-mail info@ciscoconsultant.it

Dettagli

L economia del Mediterraneo: rilevanza ed influenza per l Italia

L economia del Mediterraneo: rilevanza ed influenza per l Italia L economia del Mediterraneo: rilevanza ed influenza per l Italia Direttore Generale Massimo DEANDREIS Università Bocconi Milano, 25 Maggio 2015 L incremento del traffico nel Mediterraneo Sta crescendo

Dettagli

IL PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA Il «Sistema Mare»: una sfida, una risorsa ed un opportunità per l Italia

IL PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA Il «Sistema Mare»: una sfida, una risorsa ed un opportunità per l Italia IL PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA Il «Sistema Mare»: una sfida, una risorsa ed un opportunità per l Italia Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Pur se separata

Dettagli

Progetto ConferenzaGNL 2014 2015

Progetto ConferenzaGNL 2014 2015 Prospettiva europea L attenzione europea - anche grazie ad iniziative che ConferenzaGNL stessa potrà promuovere nel Semestre di Presidenza italiana dell UE - si sposterà da Nord a Sud per le nuove opportunità

Dettagli

GLI SCENARI: DOVE STANNO ANDANDO LE SCELTE DELL EUROPA

GLI SCENARI: DOVE STANNO ANDANDO LE SCELTE DELL EUROPA GLI SCENARI: DOVE STANNO ANDANDO LE SCELTE DELL EUROPA Riccardo Roscelli INFRASTRUTTURE E CRESCITA SOSTENIBILE Il Corridoio dei due mari ed il Mediterraneo 30/10/2013 Gli scenari: dove stanno andando le

Dettagli

Roma, 4 luglio 2015. Per la competitività e la ripresa economica del Paese serve un Sistema Mare che funzioni.

Roma, 4 luglio 2015. Per la competitività e la ripresa economica del Paese serve un Sistema Mare che funzioni. Roma, 4 luglio 2015 PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA: IL SISTEMA MARE, UNA RISORSA, UNA SFIDA ED UN OPPORTUNITÀ PER L ITALIA Per la competitività e la ripresa economica del

Dettagli

La sviluppo della macroarea Genova-Milano in funzione dell industria logistica del Nord Ovest

La sviluppo della macroarea Genova-Milano in funzione dell industria logistica del Nord Ovest Porti e La sviluppo della macroarea Genova-Milano in funzione dell industria logistica del Nord Ovest Riccardo Fuochi Presidente Propeller Port Club di Milano Genova 19 settembre 2013 Il Propeller Port

Dettagli

Interporto Padova SpA

Interporto Padova SpA Interporto Padova SpA AREA INTERPORTUALE 2 Interporto Padova S.P.A. Superficie fondiaria in proprietà: mq 1.040.000 Magazzini in proprietà: mq 270.000 (di cui 116.000 mc = 23.000 mq a temperatura controllata)

Dettagli

UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE

UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE 1 UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE 2 UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA 3 IMPORT EXPORT NAZIONALE ATTRAVERSO I PORTI QUANTITÀ Milioni di tonnellate IMPORT 199,8

Dettagli

Nota Congiunturale sul Trasporto Merci periodo di osservazione Gennaio-Dicembre 2011. a cura del Centro Studi Confetra. Anno XV - febbraio 2012

Nota Congiunturale sul Trasporto Merci periodo di osservazione Gennaio-Dicembre 2011. a cura del Centro Studi Confetra. Anno XV - febbraio 2012 Nota Congiunturale sul Trasporto Merci periodo di osservazione Gennaio-Dicembre 211 a cura del Centro Studi Confetra Anno XV - febbraio 212 Nota congiunturale sul trasporto merci Anno XVII - marzo 214

Dettagli

HUB-LOG Le infrastrutture logistiche di Veneto e Friuli Venezia Giulia messe a sistema come testa di ponte verso i mercati dell Est

HUB-LOG Le infrastrutture logistiche di Veneto e Friuli Venezia Giulia messe a sistema come testa di ponte verso i mercati dell Est HUB-LOG Le infrastrutture logistiche di Veneto e Friuli Venezia Giulia messe a sistema come testa di ponte verso i mercati dell Est 1 Contenuti Cos è HUB-LOG A. Hub logistico multimodale del sistema portuale

Dettagli

RELAZIONE ALLA 9 th EURO-MED CONVENTION FROM LAND TO SEA MALTA, 21 OTTOBRE 2005

RELAZIONE ALLA 9 th EURO-MED CONVENTION FROM LAND TO SEA MALTA, 21 OTTOBRE 2005 trasporti - diritto, economia, politica volume 2006 - n. 98 SILVIO DI VIRGILIO * Capo del Dipartimento per la Navigazione e il Trasporto Marittimo e Aereo Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Dettagli

notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario

notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario C.I.S.Co. Council of Intermodal Shipping Consultants Via Garibaldi, 4 16124 Genova GE (Italia) Tel. 010 2518852 Fax 010 2518852 e-mail info@ciscoconsultant.it

Dettagli

Innovare l intermodalità per una logistica competitiva e sostenibile

Innovare l intermodalità per una logistica competitiva e sostenibile Innovare l intermodalità per una logistica competitiva e sostenibile Guido Porta LOGISTICA SOSTENIBILE: Pubblico e Privato possono vincere insieme Genova, 30 novembre 2007 I.Log è una società nata per

Dettagli

La Piattaforma Logistica delle Marche

La Piattaforma Logistica delle Marche La Piattaforma Logistica delle Marche Logistica e sistema interportuale italiano Confindustria Ancona, 28 Maggio 2013 I principali nodi logistici delle Marche 3 nodi per 4 modi di trasporto Significativa

Dettagli

Trasporto merci. Luglio 2014

Trasporto merci. Luglio 2014 INDAGINE CONGIUNTURALE SUL SETTORE DEI TRASPORTI n. 38 SINTESI Luglio 2014 Trasporto merci Dopo aver chiuso il 2012 con una dinamica settoriale complessivamente negativa, il 2013 mette in evidenza per

Dettagli

Come l alleanza tra porto e industria può trasformare l Italia nella piattaforma logistica del Mediterraneo per il rilancio dell economia europea

Come l alleanza tra porto e industria può trasformare l Italia nella piattaforma logistica del Mediterraneo per il rilancio dell economia europea Come l alleanza tra porto e industria può trasformare l Italia nella piattaforma logistica del Mediterraneo per il rilancio dell economia europea Antonio Revedin Direttore Pianificazione Strategica e Sviluppo

Dettagli

L ORGANIZZAZIONE DEI TRASPORTI MARITTIMI CONTAINERIZZATI

L ORGANIZZAZIONE DEI TRASPORTI MARITTIMI CONTAINERIZZATI Corso di Gestione dei Processi Logistici Produttivi Facoltà di Ingegneria L ORGANIZZAZIONE DEI TRASPORTI MARITTIMI CONTAINERIZZATI dott. Paolo Federici Amministratore di Fortune International www.paolofederici.it

Dettagli

Studi preparatori per il Piano Nazionale della Logistica

Studi preparatori per il Piano Nazionale della Logistica Studi preparatori per il Piano Nazionale della Logistica L Italia in Europa: le politiche dei trasporti e della logistica in grado di influenzarne la competitività Torino 25 Giugno 2012 Oliviero Baccelli

Dettagli

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - IL TRASPORTO COMBINATO - di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO**

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - IL TRASPORTO COMBINATO - di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO** TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - IL TRASPORTO COMBINATO - di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO** Con il Decreto Ministeriale 15 febbraio 2001, n. 28T, il Ministero dei Trasporti ha recepito la Direttiva

Dettagli

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci confetra - nota congiunturale sul trasporto merci a cura del Centro Studi Confetra Periodo di osservazione gennaio-dicembre 2003 Anno VII - n 1 febbraio 2004 La nota congiunturale Confetra sul trasporto

Dettagli

Francesco Milano Gruppo Casillo ECO-SOSTENIBILITÀ: LA NUOVA FRONTIERA DELLA LOGISTICA

Francesco Milano Gruppo Casillo ECO-SOSTENIBILITÀ: LA NUOVA FRONTIERA DELLA LOGISTICA Francesco Milano Gruppo Casillo ECO-SOSTENIBILITÀ: LA NUOVA FRONTIERA DELLA LOGISTICA 2 Il Gruppo Casillo Sede: Settore: Stabilimenti: Corato (Bari) Trading di cereali e produzione sfarinati per panificazione

Dettagli

Una Piattaforma Logistica per Il Nord-Ovest

Una Piattaforma Logistica per Il Nord-Ovest Comitato Regionale Giovani Imprenditori Confindustria Liguria Comitato Regionale Giovani Imprenditori Confindustria Lombardia Federazione Regionale Gruppi Giovani Imprenditori Confindustria Piemonte Una

Dettagli

P r o v i d i n g S o l u t i o n s

P r o v i d i n g S o l u t i o n s P r o v i d i n g S o l u t i o n s Soluzioni ICT per l intermodalità ed i sistemi logistici integrati AlmavivA Soluzioni tecnologiche per innovare i processi operativi e migliorare i servizi 14 sedi in

Dettagli

TANGER MED UNA PIATTAFORMA LOGISTICA ED INDUSTRIALE DI LIVELLO INTERCONTINENTALE

TANGER MED UNA PIATTAFORMA LOGISTICA ED INDUSTRIALE DI LIVELLO INTERCONTINENTALE TANGER MED UNA PIATTAFORMA LOGISTICA ED INDUSTRIALE DI LIVELLO INTERCONTINENTALE Agenzia Italiana per il Commercio Estero Sezione per la Promozione degli Scambi dell Ambasciata d Italia in Marocco 21,

Dettagli

3.1 Le reti dei trasporti

3.1 Le reti dei trasporti 3.1 Le reti dei trasporti La Rivoluzione Industriale, il progresso tecnico e tecnologico, la tendenza al decentramento della produzione ed il processo di Globalizzazione hanno determinato la cosiddetta

Dettagli

SOLUZIONI INTERMODALI PER IL TRAFFICO MERCI TRANSALPINO. RISULTATI DEL PROGETTO EUROPEO TRANSITECTS (Transalpine Transport Architets)

SOLUZIONI INTERMODALI PER IL TRAFFICO MERCI TRANSALPINO. RISULTATI DEL PROGETTO EUROPEO TRANSITECTS (Transalpine Transport Architets) Source: Matthias Wagner SOLUZIONI INTERMODALI PER IL TRAFFICO MERCI TRANSALPINO RISULTATI DEL PROGETTO EUROPEO TRANSITECTS (Transalpine Transport Architets) RISULTATI IN LOMBARDIA Una crescita economica

Dettagli

Il trasporto aereo delle merci e la filiera logistica: le sfide per lo sviluppo del settore e le professionalità del futuro

Il trasporto aereo delle merci e la filiera logistica: le sfide per lo sviluppo del settore e le professionalità del futuro 1 BOZZA Il trasporto aereo delle merci e la filiera logistica: le sfide per lo sviluppo del settore e le professionalità del futuro Giovanni Costantini Cargo Manager Convegno Logistica La professione del

Dettagli

INTEGRATION AGV realizzato da TTS e Danaher Motion

INTEGRATION AGV realizzato da TTS e Danaher Motion Integration of Sea Land Technologies for an Efficient Door to Door Intermodal Transport Un contributo della tecnologia per lo sviluppo dello Short Sea Shipping e la realizzazione delle Autostrade del Mare.

Dettagli

Trasporto merci in Italia: i dati Confetra del 2014.

Trasporto merci in Italia: i dati Confetra del 2014. Trasporto merci in Italia: i dati Confetra del 2014. 28/04/2015 Sommario Premessa Dati e analisi dei settori Le performance migliori Spedizioni internazionali In breve L'andamento positivo del traffico

Dettagli

Polo funzionale 9 Centro Intermodale di Lugo

Polo funzionale 9 Centro Intermodale di Lugo Polo funzionale 9 Centro Intermodale di Lugo Comune: Lugo Tav.1 INQUADRAMENTO TERRITORIALE Polo n. 9-1 Tav.2 INQUADRAMENTO URBANO Scala 1:10.000 ELENCO UNITÀ DEL POLO FUNZIONALE: Famiglia attività (l.r.

Dettagli

provincia di mantova ROVIGO

provincia di mantova ROVIGO provincia di mantova ROVIGO provincia di mantova CONESSIONE VENEZIA MILANIO NAVIGAZIONE INTERNA PROPOSTA ED INSERITA NELLE CORE provincia di mantova Fiera di Rimini ECOMONDO Giovedì 4 novembre 2010 CLAUDIO

Dettagli

Struttura del trasporto merci

Struttura del trasporto merci Corso di LOGISTICA TERRITORIALE www.uniroma2.it/didattica/lt DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Struttura del trasporto merci Struttura del trasporto merci Il trasporto delle merci e la logistica MERCI

Dettagli

CHIATTE NEL PORTO CLODIENSE MANOVRATE DAGLI ORMEGGIATORI

CHIATTE NEL PORTO CLODIENSE MANOVRATE DAGLI ORMEGGIATORI CHIATTE NEL PORTO CLODIENSE MANOVRATE DAGLI ORMEGGIATORI Chioggia regina dei trasbordi eccezionali I ncastro posizionato al millimetro: quasi un intervento chirurgico di grande precisione, eseguito da

Dettagli

Traffici portuali ed aeroportuali

Traffici portuali ed aeroportuali TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE Chiusura editoriale: 29 luglio 2015 Per informazioni: germana.dellepiane@liguriaricerche.it LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014 Traffici portuali ed aeroportuali

Dettagli

A relazione dell'assessore Balocco:

A relazione dell'assessore Balocco: REGIONE PIEMONTE BU47 20/11/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 3 novembre 2014, n. 24-511 Adesione al Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale GECT (EGTC) previsto nell'ambito del progetto CODE24

Dettagli

Nel turismo è la Spagna il paese più competitivo

Nel turismo è la Spagna il paese più competitivo Nel turismo è la Spagna il paese più competitivo Mentre i cugini iberici conquistano la vetta del Travel & Tourism Competitiveness Index, l Italia si accontenta di un ottava posizione, dopo Francia, Germania

Dettagli

La nostra visione del traffico transfrontaliero di merci e di viaggiatori è ben diversa! Per illustrarla vi abbiamo invitato a questo incontro.

La nostra visione del traffico transfrontaliero di merci e di viaggiatori è ben diversa! Per illustrarla vi abbiamo invitato a questo incontro. Signore e signori, questo cartello, fotografato alla stazione di confine di Domodossola, dice tutto sull attuale situazione nel traffico ferroviario tra l Italia e la Svizzera: Strutture obsolete Impianti

Dettagli

Gli investimenti pubblici in Italia, Germania e Francia. (valori concatenati; 2007=100) 70 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Italia Germania Francia

Gli investimenti pubblici in Italia, Germania e Francia. (valori concatenati; 2007=100) 70 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Italia Germania Francia Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

APPALTI e CONCESSIONI

APPALTI e CONCESSIONI DOTAZIONE INFRASTRUTTURE: DATI UE E NAZIONALI L ISPO (Istituto per gli studi sulla Pubblica opinione) ha reso noti i dati di una ricerca comparata sulle infrastrutture, sia a livello comunitazio che nazionnale.

Dettagli

Il Sistema portuale e logistico Italiano: un asset per la collaborazione internazionale. Massimo D Aiuto Amministratore Delegato

Il Sistema portuale e logistico Italiano: un asset per la collaborazione internazionale. Massimo D Aiuto Amministratore Delegato Il Sistema portuale e logistico Italiano: un asset per la collaborazione internazionale Massimo D Aiuto Amministratore Delegato Genova, 23 novembre 2010 MISSIONE SIMEST promuove l internazionalizzazione

Dettagli

Architettura del paesaggio

Architettura del paesaggio Legge 84/2001 LOREM + ELEMENTUM Potenziare l export e gli investimenti in Serbia Le opportunità dell hub logistico e doganale di Novi Sad Architettura del paesaggio Il progetto Cor Log - Corridoi paneuropei

Dettagli

notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario

notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario C.I.S.Co. Council of Intermodal Shipping Consultants Via Garibaldi, 4 16124 Genova GE (Italia) Tel. 010 2518852 Fax 010 2518852 e-mail info@ciscoconsultant.it

Dettagli

Logistica ed Intermodalità. Ing. Leonardo Fogu Direttore Fleet Management Gallarate, 13.01.2010

Logistica ed Intermodalità. Ing. Leonardo Fogu Direttore Fleet Management Gallarate, 13.01.2010 Logistica ed Intermodalità Ing. Leonardo Fogu Direttore Fleet Management Gallarate, 13.01.2010 Profilo del Gruppo Hupac Facts & figures Anno di fondazione 1967 Capitale azionario CHF 20 mio. Azionisti

Dettagli

LA CITY LOGISTICS MILANESE: MOVE TO EXPO 2015 (E OLTRE )

LA CITY LOGISTICS MILANESE: MOVE TO EXPO 2015 (E OLTRE ) MOBILITY CONFERENCE 2014 LA CITY LOGISTICS MILANESE: MOVE TO EXPO 2015 (E OLTRE ) Maria Berrini AU di AMAT, Agenzia Mobilità Ambiente Territorio, Comune di Milano Accessibilità EXPO Domanda e Ripartizione

Dettagli

XIV Convention Nazionale

XIV Convention Nazionale XIV Convention Nazionale LA LOGISTICA ITALIANA, LEVA STRATEGICA PER L ECONOMIA INTERNAZIONALE Riccardo Fuochi, Presidente The International Propeller Club Port of Milan Milano, 23 ottobre 2015 Benvenuti

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE 2013.

NOTA CONGIUNTURALE 2013. NOTA CONGIUNTURALE 213. I dati connturali sul trasporto merci 213 rilevati dal Centro Studi Confetra mostrano l arresto del trend negativo del traffico delle merci. La modesta positività dei risultati

Dettagli

INTERPORTO DI BOLOGNA Moves the global logistics

INTERPORTO DI BOLOGNA Moves the global logistics INTERPORTO DI BOLOGNA Moves the global logistics La società Interporto Bologna Spa gestisce dal 1971 l Interporto di Bologna, una delle piattaforme logistiche ed intermodali più grandi in Europa. L Interporto

Dettagli

Contatti Ipsos per gli Affari Pubblici:

Contatti Ipsos per gli Affari Pubblici: Barometro Ipsos / Europ Assistance Intenzioni e preoccupazioni degli europei per le vacanze estive Sintesi Ipsos per il Gruppo Europ Assistance Giugno 2015 Contatti Ipsos per gli Affari Pubblici: Fabienne

Dettagli

Infrastrutture portuali. Infrastrutture di collegamento e trasporti del porto con il retroterra. Le infrastrutture a condotta.

Infrastrutture portuali. Infrastrutture di collegamento e trasporti del porto con il retroterra. Le infrastrutture a condotta. Il porto è il futuro di Trieste Il ritorno della cultura marinara per i traffici di Nordest ed Europa centrale. Intervento introduttivo di Mario Goliani Innanzitutto rivolgo un ringraziamento agli Ordini

Dettagli

Francesco Paolo Lamacchia, Ph.D., P.E. International Technical Consultant

Francesco Paolo Lamacchia, Ph.D., P.E. International Technical Consultant Relatore Francesco Paolo Lamacchia, Ph.D., P.E. International Technical Consultant Altamura, 15 Novembre 2013 Ore 9:00 Sede Corso Umberto n.10 Altamura (BA) In #London, #Cologne, #Amsterdam and #Brussels,

Dettagli

NEST Network Eur Netw opeo Servizi e T ork Eur r opeo Servizi e T asporto r

NEST Network Eur Netw opeo Servizi e T ork Eur r opeo Servizi e T asporto r NEST Network Europeo Servizi e Trasporto NEST, logistica a 360 gradi NEST (acronimo di: Network Europeo Servizi e Trasporto) si fonda sulla sottoscrizione di un Contratto di Rete d Imprese e si propone

Dettagli

presentazione e servizi

presentazione e servizi ITALIANO versione 2 015 Tutti i di ri tti ri servati presentazione e servizi Chi siamo DSF Delivery Freight Solutions SRL offre consulenza e prestazione dei servizi nelle aree acquisti e logistica. La

Dettagli

Giappone non si è scelto la liberalizzazione, ma la privatizzazione, realizzata segmentando in tre grandi pezzi la vecchia rete ferroviaria, con l

Giappone non si è scelto la liberalizzazione, ma la privatizzazione, realizzata segmentando in tre grandi pezzi la vecchia rete ferroviaria, con l Ing. Mauro Moretti Partecipare ai convegni è sempre un occasione importante di apprendimento. In realtà bisognerebbe sempre fondare le proposte sugli studi, perché le decisioni dovrebbero essere prese

Dettagli

PROGETTO ERICA Easy Railway Infrastructure and Customs Access

PROGETTO ERICA Easy Railway Infrastructure and Customs Access Dott. Francescalberto De Bari Direzione Sviluppo e Innovazione 14 Aprile 2015 Direzione Sviluppo e Innovazione PROGETTO ERICA Easy Railway Infrastructure and Customs Access Il Progetto Globale Livorno

Dettagli

Caratteristiche attuali del

Caratteristiche attuali del Istituzioni, Reti Territoriali e Sistema Paese: la governance delle relazioni locali nazionali Policy Sessions Il Trasporto Intermodale Merci, la Logistica e l Economia Regionale Caratteristiche attuali

Dettagli

Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e Ionio

Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e Ionio Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e Ionio OSSERVATORIO TRAFFICI MARITTIMI RELAZIONE 2012 PORTI DELL ADRIATICO E IONIO. DIECI ANNI DI TRAFFICI MARITTIMI E POLITICHE EUROPEE Ida Simonella Brindisi,

Dettagli

Auto TEU's Gen. Cargo

Auto TEU's Gen. Cargo Esigenze dell Armamento Dr.Ing. Giancarlo Coletta Direttore acquisti Direttore R&D Grimaldi Group AGENDA Il Gruppo Grimaldi Napoli Le esigenze per sviluppo & competitività Il ruolo degli utenti e dei fornitori

Dettagli

notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario

notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario notiziario newsletter bulletin mitteilungen noticiario C.I.S.Co. Council of Intermodal Shipping Consultants Via Garibaldi, 4 16124 Genova GE (Italia) Tel. 010 2518852 Fax 010 2518852 e-mail info@ciscoconsultant.it

Dettagli

IKEA Italia Distribution. Piacenza. Inter IKEA Systems B.V. 2013

IKEA Italia Distribution. Piacenza. Inter IKEA Systems B.V. 2013 IKEA Italia Distribution Piacenza Inter IKEA Systems B.V. 2013 La storia di IKEA in Italia Le società di IKEA in Italia sono quattro: Distribution Retail Property Trading Anni 70 - apertura di un ufficio

Dettagli

IL GENOA PORT CENTER

IL GENOA PORT CENTER IL PORTO DI GENOVA Il porto di Genova è uno fra i più attivi di tutta Europa, in concorrenza con Marsiglia e Barcellona nel Mediterraneo e il maggiore porto industriale e commerciale italiano. Si sviluppa,

Dettagli

RICICLO ECO EFFICIENTE

RICICLO ECO EFFICIENTE RICICLO ECO EFFICIENTE L industria italiana del riciclo tra globalizzazione e sfide della crisi Duccio Bianchi Istituto di ricerche Ambiente Italia I temi del rapporto L industria del riciclo e la green

Dettagli

PROGETTO SEC TRACCIATURA MEZZI PESANTI. Autostrada del mare TRIESTE - TURCHIA

PROGETTO SEC TRACCIATURA MEZZI PESANTI. Autostrada del mare TRIESTE - TURCHIA TRACCIATURA MEZZI PESANTI Autostrada del mare TRIESTE - TURCHIA ANNO 2007 PREVISIONI 2008 13 PARTENZE PER SETTIMANA CON 12 NAVI IN LINEA (14 - FINE 2008) 19 COPPIE DI TRENI PER SETTIMANA DA E PER L EUROPA

Dettagli

Progetto Riduzione Costi D Acquisto: Categoria di Spesa Trasporti - Logistica

Progetto Riduzione Costi D Acquisto: Categoria di Spesa Trasporti - Logistica Progetto Riduzione Costi D Acquisto: Categoria di Spesa Trasporti - Logistica www.lewitt.it /info@lewitt.it Modena, 28 marzo 2012 L IMPATTO DI UN PROGETTO DI RIDUZIONE COSTI (1) Perché è importante un

Dettagli

MEDITERRANEO, ALPI E MARE DEL NORD: INTEGRAZIONE DEL TERRITORIO E DEL SISTEMA PRODUTTIVO E LOGISTICO

MEDITERRANEO, ALPI E MARE DEL NORD: INTEGRAZIONE DEL TERRITORIO E DEL SISTEMA PRODUTTIVO E LOGISTICO Mobility Conference 2010 Il corridoio 24 Genova Rotterdam: l Europa non aspetta MEDITERRANEO, ALPI E MARE DEL NORD: INTEGRAZIONE DEL TERRITORIO E DEL SISTEMA PRODUTTIVO E LOGISTICO Oliviero Baccelli, vice-direttore

Dettagli

ISTITUTO PRIMO LEVI SEREGNO

ISTITUTO PRIMO LEVI SEREGNO ISTITUTO PRIMO LEVI SEREGNO TRASPORTI E LOGISTICA Articolazione LOGISTICA Cos è la logistica Insieme delle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano i flussi di materiali e delle relative

Dettagli

PORTO DI VENEZIA 2015/2030: IL DOMANI È OGGI. Paolo Costa Presidente Autorità Portuale di Venezia

PORTO DI VENEZIA 2015/2030: IL DOMANI È OGGI. Paolo Costa Presidente Autorità Portuale di Venezia PORTO DI VENEZIA 2015/2030: IL DOMANI È OGGI Paolo Costa Presidente Autorità Portuale di Venezia POTENZIALE INFRASTRUTTURALE DI PORTO MARGHERA 12 km di banchine attive; 163 accosti operativi; 135 km di

Dettagli

LA LOGISTICA DELLE AUTO

LA LOGISTICA DELLE AUTO CORRIERI ZÜST AMBROSETTI LA LOGISTICA DELLE AUTO Il trasporto degli autoveicoli, analizzato attraverso il caso della Züst Ambrosetti, rappresenta uno dei primi esempi di specializzazione, nei mezzi e nelle

Dettagli

Conferenza Programmatica PD ROMA Ottobre 2014

Conferenza Programmatica PD ROMA Ottobre 2014 Conferenza Programmatica PD ROMA Ottobre 2014 Il sistema multimodale dei trasporti: Comune di Roma, di Fiumicino e Aeroporto Internazionale di Roma Leonardo da Vinci Introduzione Lo studio ha come obiettivo

Dettagli

Liceo Tecnologico. Indirizzo Logistica e Trasporti. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati

Liceo Tecnologico. Indirizzo Logistica e Trasporti. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Discipline con attività di laboratorio 3 4 5 Sistemi di trasporti 132 132 132 Tecnologie informatiche, dell automazione e della comunicazione 66

Dettagli

Rapporto sulla Domanda di Trasporto Marittimo

Rapporto sulla Domanda di Trasporto Marittimo SVILUPPO DEL CABOTAGGIO NAZIONALE E MEDITERRANEO Sviluppo del Cabotaggio Nazionale e Mediterraneo pagina 2 SOMMARIO 1. OBIETTIVI E METODOLOGIA... 4 2. CONSIDERAZIONI DI SINTESI... 6 3. LA DOMANDA... 15

Dettagli

Ottimizzazione dei trasporti

Ottimizzazione dei trasporti 202 Ottimizzazione dei trasporti / Logistica a monte e a valle / Organizzazione GRI-G4 DMA Questo contenuto è stato sottoposto a verifica da parte di SGS Italia S.p.A. (14 Marzo 2014) Ottimizzazione dei

Dettagli

TL-COM 13-NOV-15 12:48 NNNN 13-11-15 1248

TL-COM 13-NOV-15 12:48 NNNN 13-11-15 1248 Ansa - Trasporti:Confetra, Tar Piemonte sospende pagamenti Autorita'ZCZC3014/SXA XEF34425_SXA_QBXB R ECO S0A QBXB Trasporti:Confetra, Tar Piemonte sospende pagamenti Autorita' (ANSA) - ROMA, 13 NOV - Il

Dettagli

L IMPATTO DEL TRASPORTO INTERCONTINENTALE DI MERCI: Modelli per la misura degli effetti delle scelte 1

L IMPATTO DEL TRASPORTO INTERCONTINENTALE DI MERCI: Modelli per la misura degli effetti delle scelte 1 L IMPATTO DEL TRASPORTO INTERCONTINENTALE DI MERCI: Modelli per la misura degli effetti delle scelte 1 Prof. A. Cappelli 1, Arch. Ing. A. Libardo 1, Arch. E. Fornasiero 1, 1 Transport, Territory and Logistics

Dettagli

La strada migliore per portare la merce in Sardegna

La strada migliore per portare la merce in Sardegna La strada migliore per portare la merce in Sardegna 1 Obiettivo Ottimizzare la tempistica e ridurre le tratte terrestri nel trasporto su gomma dei traffici merci Penisola - Sardegna 2 Introduzione Attualmente

Dettagli

The new outsourcing wave: multisourcing

The new outsourcing wave: multisourcing EVOLUZIONE DEI MODELLI DI OUTSOURCING La pratica dell outsourcing, cioè del trasferire all esterno dell azienda singole attività, processi o infrastrutture è in voga da tempo, e negli anni ha dimostrato

Dettagli

Incontro con OO.SS. Divisione Cargo. Roma, 12 febbraio 2009

Incontro con OO.SS. Divisione Cargo. Roma, 12 febbraio 2009 Incontro con OO.SS. Divisione Cargo Roma, 12 febbraio 2009 Indice Lo scenario economico di riferimento Il piano commerciale Il piano della produzione La rivisitazione dei processi e la dinamica degli organici

Dettagli

2012 Scenari Energetici al 2040

2012 Scenari Energetici al 2040 212 Scenari Energetici al Sommario Fondamentali a livello globale 2 Settore residenziale e commerciale 3 Settore dei trasporti 4 Settore industriale 5 Produzione di energia elettrica 6 Emissioni 7 Offerta

Dettagli

MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK

MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK P r o v i d i n g S o l u t i o n s Forum Internazionale sull innovazione e la cooperazione per lo sviluppo del cluster marittimo del Mediterraneo MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK 2015 Mercoledì 16,

Dettagli

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA SISTEMA PORTUALE LIGURE

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA SISTEMA PORTUALE LIGURE ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA SISTEMA PORTUALE LIGURE Dicembre 2012 1. Inquadramento territoriale e programmatico I tre porti liguri di Genova, Savona-Vado e La Spezia

Dettagli

FEDERTRASPORTO. Indagine congiunturale sul settore dei trasporti. II semestre 2009

FEDERTRASPORTO. Indagine congiunturale sul settore dei trasporti. II semestre 2009 FEDERTRASPORTO Indagine congiunturale sul settore dei trasporti Numero 29 Dicembre 2009 I N D I C E 1. L'INDAGINE CONGIUNTURALE pag. 1 1.1. Sintesi dei risultati 1 1.2. Il trasporto nel periodo luglio-dicembre

Dettagli

Volume mondiale Esportazioni

Volume mondiale Esportazioni Italia - l auto in cifre Italia La mobilità globale delle merci e il ruolo della strada Dati, proiezioni e considerazioni sul Commercio Estero Mondiale, e sulle valutazioni tradizionali delle varie modalità

Dettagli

Il settore dei trasporti nel FVG: anni 2008-2012

Il settore dei trasporti nel FVG: anni 2008-2012 Il settore dei trasporti nel FVG: anni 2008-2012 Direzione centrale finanze, patrimonio e programmazione Servizio Statistica e affari generali Corso Cavour, 1-34132 Trieste tel. +39 040 377 2228 - fax +39

Dettagli

La supply chain e il ruolo degli Hub nella gestione delle catene multimodali. Angelo Aulicino Interporto Bologna spa

La supply chain e il ruolo degli Hub nella gestione delle catene multimodali. Angelo Aulicino Interporto Bologna spa La supply chain e il ruolo degli Hub nella gestione delle catene multimodali Angelo Aulicino Interporto Bologna spa LA SUPPLY-CHAIN Complessità e bisogno di innovazione La complessità nella SC La complessità

Dettagli

Classificazione dei nodi di trasporto merci

Classificazione dei nodi di trasporto merci Corso di LOGISTICA TERRITORIALE www.uniroma2.it/didattica/lt DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Classificazione dei nodi di trasporto merci Strutture, caratteristiche, funzioni Struttura del trasporto

Dettagli

Il contributo del PON Reti e Mobilità allo sviluppo dei porti

Il contributo del PON Reti e Mobilità allo sviluppo dei porti Arch. Cynthia Fico Autorità di Gestione del PON Reti e Mobilità Ing. Giovanni Infante Responsabile Linea di Intervento Porti e Interporti Pagina 0 Traffico merci nel Mediterraneo Pagina 1 , Bando di gara

Dettagli

Liberalizzazione del trasporto ferroviario in Italia

Liberalizzazione del trasporto ferroviario in Italia Contributo personale Ing. Patrizio Grillo - Rappresentanza Commissione Europea - D.G. Move (Deputy of Head Unit) Liberalizzazione del trasporto ferroviario in Italia Osservazioni preliminari Nel corso

Dettagli

Dichiarazione congiunta concernente il miglioramento della sicurezza stradale in particolare nelle gallerie nella regione alpina (30 novembre 2001)

Dichiarazione congiunta concernente il miglioramento della sicurezza stradale in particolare nelle gallerie nella regione alpina (30 novembre 2001) Pagina 1 Ministri dei trasporti Repubblica federale di Germania Repubblica d Austria Repubblica francese Repubblica italiana Confederazione svizzera Dichiarazione congiunta concernente il miglioramento

Dettagli

INDAGINE CAMPIONARIA SUI TRASPORTI INTERNAZIONALI DELL ITALIA

INDAGINE CAMPIONARIA SUI TRASPORTI INTERNAZIONALI DELL ITALIA INDAGINE CAMPIONARIA SUI TRASPORTI INTERNAZIONALI DELL ITALIA AGGIORNAMENTO 2009-2010 INDICE 1. INTRODUZIONE...2 2. TRASPORTO STRADALE...3 2.1 TRASPORTI A CARICO COMPLETO...3 2.2 TRASPORTI GROUPAGE...7

Dettagli

IL BILANCIO DEL PTCP DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA E LE POLITICHE DI SVILUPPO URBANO Bologna, 15 maggio 2013

IL BILANCIO DEL PTCP DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA E LE POLITICHE DI SVILUPPO URBANO Bologna, 15 maggio 2013 IL BILANCIO DEL PTCP DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA E LE POLITICHE DI SVILUPPO URBANO Bologna, 15 maggio 2013 3 area logistica 1.165.000 m 2 Futura espansione 1 area logistica 1.380.000 m 2 Corrieri e magazzini

Dettagli

La strategia europea al 2050 Metodologia TEN-T: la proposta di rete TEN-T italiana

La strategia europea al 2050 Metodologia TEN-T: la proposta di rete TEN-T italiana TEN-T Italian Transport Programme La strategia europea al 2050 Metodologia TEN-T: la proposta di rete TEN-T italiana CORRIDOI VERDI NELLA RETE TEN 6-7 Settembre 2011 TRENTO Ministero delleinfrastrututre

Dettagli

Corso di Implicazioni economico finanziarie delle scelte armatoriali. Il nolo. Genova, Ottobre 2011

Corso di Implicazioni economico finanziarie delle scelte armatoriali. Il nolo. Genova, Ottobre 2011 Corso di Implicazioni economico finanziarie delle scelte armatoriali Il nolo Genova, Ottobre 2011 Il nolo In una impresa armatoriale, nella norma, il principale flusso di ricavi derivante dall attività

Dettagli

3 LE CARATTERISTICHE COMMERCIALI E LOGISTICHE DELLA DISTRIBUZIONE MODERNA IN VENETO (Luca Lanini, Marina Montedoro)

3 LE CARATTERISTICHE COMMERCIALI E LOGISTICHE DELLA DISTRIBUZIONE MODERNA IN VENETO (Luca Lanini, Marina Montedoro) 3 LE CARATTERISTICHE COMMERCIALI E LOGISTICHE DELLA DISTRIBUZIONE MODERNA IN VENETO (Luca Lanini, Marina Montedoro) 3.1 GLI OPERATORI COINVOLTI NELL INDAGINE Il lavoro sul campo ha contemplato anche un

Dettagli

Agenzie di PR & Monitoraggio media

Agenzie di PR & Monitoraggio media LIBRO BIANCO Agenzie di PR & Monitoraggio media Un sondaggio di Press Index realizzato in,, e Gran Bretagna con 116 agenzie di PR stampa internet televisione radio sociale Prefazione Durante lo scorso

Dettagli

IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015. I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia.

IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015. I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia. IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015 I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia Vittorio D Ermo Direttore Osservatorio Energia AIEE Aprile 2015 Sommario n

Dettagli