Eucip Core nei curricoli dell Istituto Tecnico Amministrazione Finanza e Marketing, Articolazione Sistemi Informativi Aziendali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Eucip Core nei curricoli dell Istituto Tecnico Amministrazione Finanza e Marketing, Articolazione Sistemi Informativi Aziendali"

Transcript

1 La scuola italiana segue l Europa Eucip Core nei curricoli dell Istituto Tecnico Amministrazione Finanza e Marketing, Articolazione Sistemi Informativi Aziendali INDICE 1 Introduzione Importanza delle Certificazioni europee Motivazioni dell intervento formativo Linee guida Classe terza Disciplina informatica Classe terza Disciplina Economia Aziendale Classe terza Disciplina inglese Classe quarta Disciplina informatica Classe quarta Disciplina Economia aziendale Classe quarta Disciplina inglese Classe quarta Disciplina diritto ed economia Classe quarta Italiano Classe quarta Disciplina matematica Classe quinta Disciplina informatica Classe quinta Disciplina Economia aziendale Classe quinta Disciplina inglese... 40

2 1 Introduzione L intera istituzione scolastica e in particolare gli istituti tecnici si trovano in questo momento nella necessità di ridefinire e declinare i propri obiettivi, i programmi e le metodologie di insegnamento a partire dai cambiamenti previsti dalla riforma degli istituti tecnici. Agli istituti tecnici è affidato il compito di far acquisire agli studenti non solo le competenze necessarie al mondo del lavoro e delle professioni, ma anche le capacità di comprensione e applicazione delle innovazioni che lo sviluppo della scienza e della tecnica continuamente produce. In questo contesto è richiesto un aggiornamento permanente dei contenuti e delle metodologie di lavoro evidenziando l esigenza di attivare una didattica e una valutazione basate sulle competenze, e la formazione di professionisti ICT con competenze certificabili nel mercato del lavoro europeo. L Istituto ITCG E.Fermi di Pontedera (PI), l Istituto ITC P. Baffi di Fiumicino (Roma) e l Istituto ITC Romanazzi di Bari hanno voluto precorrere i tempi della riforma introducendo tra i contenuti didattici del triennio Mercurio (dal prossimo a.s. articolazione Sistemi Informativi Aziendali) l Eucip Core, realizzando una sperimentazione con il supporto di AICA e MIUR per concorrere alla formazione di tali professionisti. 2 Importanza delle Certificazioni europee EUCIP (European Certification of Informatics Professionals) è il sistema europeo di riferimento per le competenze e i profili professionali informatici. EUCIP è stato sviluppato, con il contributo della Comunità Europea, dalle associazioni professionali informatiche europee raccolte nel CEPIS (Council of European Professional Informatics Societies), tra cui AICA per l Italia. È un sistema indipendente dai fornitori, che grazie anche alla disponibilità di un insieme completo di certificazioni delle competenze richieste per ciascun mestiere dell ICT, rappresenta il riferimento nel mondo delle professioni informatiche, dell impresa e della formazione.

3 In questo contesto, EUCIP, con la sua articolazione in ventuno figure professionali, è una certificazione, riconosciuta: 1. a livello internazionale, attestante che chi lo possiede ha le abilità necessarie a gestire un sistema informativo in ambiti organizzativi complessi. 2. dal sistema delle Università italiane (CRUI e CINI), che ha siglato con AICA accordi specifici alla diffusione di EUCIP 3. dal sistema delle imprese (Confindustria) e da grandi organizzazioni pubbliche; 4. è integrata nelle "Linee Guida" di per i contratti ICT della Pubblica Amministrazione 5. è oggetto di collaborazione con i principali fornitori ICT per il raccordo con i rispettivi sistemi di certificazione La base delle certificazioni del framework EUCIP è EUCIP CORE. La certificazione EUCIP Core verifica il possesso di un ampio spettro di conoscenze e abilità basilari che dovrebbero essere comuni a tutti i professionisti informatici, qualunque siano le specializzazioni e le attività svolte. La certificazione EUCIP Core è un pre-requisito per il conseguimento della certificazione Eucip Livello Professionale. La tabella seguente descrive brevemente la struttura del syllabus Eucip Core. Il syllabus è suddiviso in 3 aree di conoscenza o moduli Nell ambito di ciascuna modulo ci sono varie categorie Pianificazione (plan) Realizzazione (build) Esercizio (operate) Ogni modulo si può definire come un unità di conoscenza coerente Una categoria concettualmente fa riferimento a competenze omogenee

4 All interno di ogni categoria vari argomenti (topics) Gli argomenti comprendono nel complesso tutti gli aspetti principali della categoria Plan knowledge area Espone i temi che stanno al confine tra le competenze informatiche in senso lato e altre discipline utili al professionista ICT per muoversi in ambiti lavorativi e aziendali con un buon grado di confidenza su questioni economiche, giuridiche e relazioni interpersonali. Build knowledge area Affronta tutti i principali aspetti relativi alla realizzazione e al miglioramento dei sistemi informativi, dal processo di sviluppo di sistemi informatici alla cura degli aspetti grafici e multimediali, dalla progettazione e realizzazione software alla progettazione e gestione di basi di dati. Operate knowledge area Si occupa della gestione operativa e del supporto all esercizio dei sistemi informativi comprendendone gli aspetti tecnologici, le infrastrutture e le architetture. 3 Motivazioni dell intervento formativo Sono destinatari del presente progetto gli studenti frequentanti il triennio dell attuale indirizzo Mercurio. La sperimentazione è iniziata con le classi terze dell anno scolastico 2010/2011. Durante il percorso del triennio, agli studenti sono proposti alcuni contenuti che fanno parte già dell attuale percorso ministeriale, anche se sono rivisti dal punto di vista metodologico e riproposti mediante una stretta interdisciplinarità tra alcune discipline (in particolare Informatica, Economia Aziendale, Lingue, Diritto e Italiano).

5 Partendo dai contenuti proposti dal Syllabus Eucip Core, sono inoltre introdotti contenuti innovativi dal punto di vista tecnologico, operativo, metodologico, proposti con un linguaggio tecnico evoluto e moderno che avvicinano sempre di più lo studente alla realtà professionale. Il riferimento a uno standard può far sì che le conoscenze acquisite dagli studenti non siano auto-referenziali, ma forniscano competenze ben definite, verificabili e certificabili. L apprendimento si avvale principalmente dell orario curriculare diurno. Interventi pomeridiani sono previsti per approfondire alcuni aspetti e per preparare gli studenti allo svolgimento degli esami. Durante il percorso triennale, gli studenti coinvolti nella sperimentazione (su base volontaria) possono superare tre esami in lingua inglese relativi a 3 moduli di Eucip Core (Plan, Build e Operate). Il superamento di questi esami permette agli studenti di conseguire la certificazione EUCIP Core che come è stato detto prima rappresenta un traguardo importante nel campo delle competenze riconosciute e certificate dell ICT a livello europeo. Riassumendo gli obiettivi principali della sperimentazione si possono così sintetizzare: 1. Adeguare i curricoli scolastici partendo dalle nuove esigenze di mercato e dalla necessità di avere competenze standard e riconosciute a livello internazionale 2. Ampliare l offerta formativa dell Istituto 3. Fornire agli studenti delle certificazioni spendibili nel mercato del lavoro, o dopo il diploma come crediti in campo universitario, o come base per proseguire nelle altre certificazioni professionali EUCIP 4. Creare figure professionali specializzate nell ambito dei sistemi informativi aziendali, con competenze specifiche nell ambito delle problematiche informatiche Una proposta di scansione temporale degli esami prevista nell arco del triennio è la seguente:

6 Modulo Modulo A Modulo B Modulo C Periodo Primi mesi della classe V Marzo-Aprile Classe IV Marzo-Aprile Classe V L Eucip Core contiene competenze multidisciplinari per l applicazione delle tecnologie dell informazione e della comunicazione nel mondo del lavoro. Le discipline coinvolte non sono solo quelle legate all informatica, ma coinvolgono vari aspetti nel campo economico, giuridico e sicuramente non meno importante è l aspetto linguistico, dal momento che i test sono effettuati in lingua inglese. L inglese svolge un fondamentale aspetto di supporto alle altre discipline. Ad esempio : preparazione di verifiche congiunte di informatica e inglese o di economia aziendale e inglese, supporto nella predisposizione dei test in inglese, trattazione di alcuni argomenti del syllabus in inglese.

7 4 Linee guida Quelli che seguono non sono piani di lavoro completi, ma la descrizione di moduli caratteristici di alcune discipline che hanno dei precisi riferimenti al syllabus di Eucip Core. Si tratta di una proposta definita in base all esperienza del percorso svolto dalle scuole coinvolte nella sperimentazione. Tale proposta può essere soggetta a cambiamenti e miglioramenti. Le linee guida sono articolate per anno scolastico. Quelle relative alla classe quinta rappresentano un ipotesi da consolidare dopo averle sperimentate con gli studenti. I riferimenti al syllabus sono relativi alla versione 3.0 e iniziano con la lettera A se sono relativi al modulo Plan, con la lettera B se sono relativi al Build e con la lettera c se sono relativi all Operate. I numeri successivi dettagliano la categoria di riferimento e l argomento trattato. Es. C.1.1 indica modulo Operate, la categoria componenti di elaborazione e architettura e l argomento principi dell hardware. Alcuni elementi del syllabus sono presenti in moduli diversi, in quanto non tutti gli item di un argomento necessariamente sono svolti in un unico modulo. Alcuni degli argomenti descritti nelle linee guida della disciplina Economia Aziendale possono essere svolti da altre discipline economiche giuridiche come Diritto ed Economia, altri da discipline umanistiche come Italiano e altri ancora dal docente di inglese. In particolare, il modulo descritto di seguito relativamente agli aspetti legali e di etica professionale può essere svolto dal docente di diritto ed economia, mentre il modulo di Collaborazione e comunicazione trova la sua naturale collocazione nell insegnamento di italiano, alcuni aspetti del modulo relativi al Business Plan possono essere svolti dall insegnante di inglese.

8 4.1 Classe terza Disciplina informatica modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip Il sistema di elaborazione 1. Architettura hardware (approfondimento dei concetti introdotti nel biennio) Struttura del sistema di elaborazione Logica di funzionamento C.1.1 C.1.2 C Software Software applicativo e software di sistema Software open source, proprietario, free Sistema come combinazione di hw, firmware,sistema operativo, sw applicativo e system configuration data B.1.1 B.3.1 B.3.1 modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip 1. Dal problema B.3.5 all algoritmo Soluzione dei problemi e algoritmi Analisi del problema Formalismi per rappresentare

9 algoritmi Flow chart e pseudocodifica modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip Dall algoritmo al programma 1. Tecniche di progettazione sw Differenti paradigmi di programmazione (strutturata, object oriented) Approccio top down e bottom up B Generalità sui linguaggi di programmazione 3. Linguaggio di programmazione strutturato 4. Testing e documentazione di Architettura modulare Generazioni di linguaggi Sintassi- semantica Compilatori, interpreti e assemblatori costrutti di base di una programmazione strutturata strutture dati scomposizione funzionale e passaggio dei parametri concetti di base del testing B.3.2 B.3.3 B.3.5 B.3.8 B.3.6 B.3.7

10 supporto metodologie di test statiche e dinamiche unit test, integration test, test di accettazione, tools automatici per l esecuzione del test formalismi UML, pseudo codifica, flowchart regole per un codice ben commentato modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip Interfaccia utente e progettazione ipertestuale 1. Internet e www Accenni storici ipertesti e ipermedia website per un azienda B Linee guida per interfaccia utente Interazione uomo macchina Formati multimediali Progettazione grafica Line guida per lo sviluppo Navigabilità e storyboard B.4.1 B.4.2 B.4.4

11 3. Creazione di pagine ipertestuali Strumenti di sviluppo Fogli di stile Costrutti base html Xml, estensione di html in Xhtml Linguaggi client side e server side B.4.6 B Classe terza Disciplina Economia Aziendale Modulo Unità Conoscenze Riferimenti syllabus Eucip 1. Il processo di A.1.1 trasformazione A.1.3 economica di aziende A.3.1 operanti in settori diversi L AZIENDA COME SISTEMA ORGANIZZATO L azienda come sistema di trasformazione economica finalizzato L ambiente economico sociale dell azienda (analisi degli stakeholder) I risultati dell attività aziendale: creazione di valore ed economicità Le diverse tipologie di aziende (commerciali, industriali, di trasporto, di assicurazione e bancarie) e le modalità con cui si realizzano i relativi processi produttivi Le diverse classificazioni delle aziende (in base ai settori produttivi, alle finalità, alla forma giuridica, alla dimensione) 2. Le scelte organizzative Le scelte di assetto tecnico e organizzativo

12 nei diversi tipi di aziende (COME FARE IMPRESA) Le funzioni aziendali La struttura organizzativa e gli organi a essa preposti I principali modelli organizzativi Vantaggi e svantaggi dei diversi modelli organizzativi I processi aziendali La progettazione organizzativa nell ottica per processi A.1.5

13 Modulo Unità Conoscenze Riferimenti syllabus Eucip 1. Gli strumenti per A.3.3 l analisi dei risultati A.3.3 della gestione L INTERPRETA- ZIONE DEI RISULTATI DELLA GESTIONE 2. Indicatori e misure per la valutazione dei risultati della gestione Classificazione degli impieghi in base alla durata del ciclo di rientro del capitale e delle fonti in base alla provenienza e alla durata Le aree gestionali e il significato dei rispettivi risultati economici La Situazione economica in forma scalare L equilibrio reddituale e patrimoniale finanziario Ritorno degli investimenti Principali indici di redditività e di solidità Stesura di brevi report sull andamento dell azienda Modulo Unità Conoscenze Riferimenti syllabus Eucip Il ruolo delle A.1.2 informazioni a A.1.1 supporto delle A.1.1 decisioni IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Differenza tra dato e informazione Le informazioni per le scelte strategiche, tattiche e operative Il ruolo del sistema informativo per i collegamenti orizzontali e verticali all interno dell organizzazione

14 4.3 Classe terza Disciplina inglese Organisations and their Use of ICT 1. Collaborative Technology their main features and applications purpose of workflow management systems and their advantages compared to less formal systems, such as blogs, discussion boards Distinguish between virtual teamworking and physical, colocated teamworking. factors for successful implementation of computer-based collaborative work, such as management support, leadership, organisational culture, technology A.1.7

15 2. Computer Based Training and e- Learning 3. The Information Society 4. Opportunities from Global Networks availability, usability, adaptability, technical support. Describe computerbased training and e- learning List the technical requirements for using multimedia, CBT, and virtual classrooms List the advantages and disadvantages of e-learning communication technologies have transformed society advantages and disadvantages of ICT in society and digital divide Define the concept of globalisation and the opportunities it can provide for businesses. A.1.8 A.1.9 A.4.1

16 Describe the business value of the Internet for commercial organizations the use of intranets and extranets in business

17 4.4 Classe quarta Disciplina informatica modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip Gestione dati e database 1. Dati e transazioni Transazioni ACID B.2.1 come supporto alla sicurezza dei dati Problematiche di integrità e consistenza 2. Struttura dei database File management system Modalità di accesso ad archivi Componenti di un DBMS Procedure di database administration Gestione della B.2.2 B.2.7 sicurezza 3. Modello dei dati Modello E/R Modelli logici Modello relazionale Chiavi primarie, candidate, chiavi esterne Integrità referenziale Forme normali B.2.3 B.2.4 B.2.5 B.2.6

18 Fondamentali operazioni dell algebra relazionale Introduzione comandi SQL 4. DataWarehousing Contesti per l uso di data warehouse Consultazioni analitiche Concetti base di data mining B.2.8 modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip Programmazione avanzata 1. Strutture dati pile, code e grafi B.3.5 complesse cenni sulla ricorsione 2. Programmazione obiect oriented Concetti di classe, istanza, metodi Information hiding Ereditarietà e polimorfismo B.3.4 modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip 1. Ciclo di vita Fasi del ciclo di vita Tecniche a cascata, Metodologie per lo sviluppo di sistemi B.1.2 B.1.3 B.1.4

19 2. Controllo del sistema 3. Standard per le metodologie di sviluppo spirale, prototipo e incrementale Esempi di case tools di supporto alle varie fasi Tecniche di test e collaudo strumenti per il controllo delle versioni (CVS) procedure di distribuzione procedure per la sicurezza del sistema (backup, controllo degli accessi) ISO SEI/CMMI Metodologie agili 4. Architetture Impatti sul processo di sviluppo in relazione alle architetture: n- tier, web based, service oriented, sistemi legacy B.1.5 B.1.6 B.1.6 modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip

20 Gestione dell IT in azienda 1) Informazione in azienda L azienda digitale e le sue trasformazioni Importanza delle informazioni Evoluzione delle tecnologie informatiche (EDP, CED, CAD, CAM, CIM, e-business Tipico uso di ICT in una organizzazione: data processing, strumenti di produttività indivuduale, condivisione di informazioni 2) Strategie Importanza dell introduzione dell IT e integrazione nella business strategy 3) Processi aziendali e sistemi informatici Applicazioni come supporto ai processi aziendali: Enterprise Resource Planning, Customer Relationship Management, Supply A.1.1 A.1.2 A.2.1 A A.4.4

21 4) Portafoglio applicativo 5) Funzioni e tecnologie tipiche del portafoglio applicativo Chain Management, Decision Support System, e- procurement Progettazione di un sistema informativo aziendale orientata ai processi Information sharing e Business Process Reengineering Scenari aziendali diversi richiedono diversi modelli per la gestione dell informazione (distribuiti, centralizzati) Sistemi di supporto delle decisioni, sistemi di pianificazione, sistemi di gestione della conoscenza Sistemi di controllo di processo, sistemi di elaborazione delle transazioni, sistemi di A.2.1 A.2.2 A.2.3

22 automazione Sistemi OLAP e analisi multidimensionali A Classe quarta Disciplina Economia aziendale Modulo Unità Conoscenze Riferimenti syllabus Eucip 1. Strategie e analisi A preliminare per la loro formulazione A La pianificazione strategica 2. Il business plan Finalità Destinatari Contenuto Le scelte strategiche di fondo: i valori e la mission, posizionamento competitivo e modelli strategici di riferimento (leadership di costo e differenziazione) L analisi della concorrenza (modello di Porter) Il posizionamento strategico in un dato settore, secondo il ruolo nel sistema del valore (supply chain e supply system), secondo la fase del ciclo di vita del prodotto (modello del ciclo di vita e matrice Boston), secondo i processi fisici (logistici e produttivi) e di pianificazione e controllo (produzione per magazzino, su commessa ecc) Ruoli e responsabilità a livello dell alta direzione aziendale e al livello intermedio (middle management) A A È solo una introduzione al modulo che sarà sviluppato durante il percorso di creazione d impresa

23

24 Modulo Unità Conoscenze Riferimenti syllabus Eucip Marketing strategico e operativo Sistema informativo di marketing: cosa analizzare, fonti e strumenti A Le strategie di Piano di marketing: segmentazione, diversi A.4.2. marketing significati di prodotto A.4.3. Ciclo di vita del prodotto Strategie di prodotto e posizionamento Sistema informativo di marketing e le ricerche di mercato Le scelte di assetto tecnico 2. Internet marketing 3. Le frontiere del marketing e della comunicazione Mercato virtuale (net economy) Tipologie e finalità dei siti commerciali Aspetti caratterizzanti l e-commerce Dal marketing tradizionale al marketing relazionale Il Customer Relationship Management(CRM) Pianificazione di una strategia di CRM A.4.1. A.4.2. A.4.3 A.4.2. A.4.3. Modulo Unità Conoscenze Riferimenti syllabus Eucip La pianificazione del A.2.4 (tutto) sistema informatico A.2.5 Il ruolo dei beni strumentali (materiali e immateriali con particolare riferimento al sistema informatico) Le diverse modalità di acquisizione dei beni strumentali (in particolare riflettere sulle alternative: sviluppo, acquisto o esternalizzazione) La gestione delle risorse umane La gestione delle risorse umane nella struttura organizzativa aziendale Interventi per lo sviluppo professionale e A.2.5

25 fidelizzazione del personale Modulo Unità Conoscenze Riferimenti syllabus Eucip 1. Logistica integrata Aree della logistica A.4.2. Outsourcing A.2.4. La logistica integrata 2. Il supply chain management L organizzazione aziendale e il servizio ai clienti Caratteristiche del SCM A.4.2. LABORATORIO D IMPRESA Nell ambito dell alternanza scuola lavoro gli studenti realizzeranno un laboratorio finalizzato alla creazione e gestione di un impresa (Impresa formativa simulata/impresa in azione o percorsi analoghi) Il laboratorio si svolgerà nell arco dell intero anno scolastico e vedrà gli studenti impegnati nell applicazione dei concetti appresi nell ambito dei vari moduli, la cui sequenza potrà essere modificata rispetto al percorso proposto, secondo le esigenze. 1. Redazione del business plan I fase II fase Scelta dell idea imprenditoriale da realizzare Valutare la fattibilità, tecnica e organizzativa dell idea imprenditoriale Definire la struttura del business plan Definire la struttura del business plan da redigere Definire Valori e mission dell impresa; scegliere nome dell impresa e del prodotto/servizio Individuare le diverse categorie di stakeholder e le rispettive aspettative Impostare un analisi della situazione, in termini di risorse interne e di ambiente economico competitivo A.1.4 A.3.2 A.3.2 A.3.2 Il syllabus si riferisce in realtà all analisi di

26 III fase IV fase V fase VI fase Analizzare problemi e opportunità per l azienda Formulare gli obiettivi strategici Selezione e utilizzo di un applicativo di project management per la gestione dell azienda (integrato con informatica) Definire le strategie di marketing dell impresa Integrato con Informatica: Selezione e utilizzo di un applicativo CRM per la gestione delle relazioni con i clienti Definire l assetto tecnico e organizzativo dell impresa Definire il ruolo della logistica nell impresa e scegliere un applicativo adatto a gestire le informazioni dei materiali in entrata e in uscita Definire le modalità per la selezione e formazione delle risorse umane da utilizzare nell impresa fattibilità di un piano relativo ai sistemi informativi, ma questo profilo viene ripreso da informatica in V, modulo interdisciplin are piano dei sistemi informativi VII fase Predisporre il preventivo d impianto per l impresa e individuare le fonti di finanziamento per la fase di start up VIII fase Predisporre le proiezioni economico finanziarie per i primi due anni di attività (con calcolo del BEP e dei principali indicatori economico finanziari, ROE e ROI) 2. Redazione del rapporto finale Stesura di un documento che riassuma i risultati della gestione dell impresa in termini di strategie adottate e di risultati ottenuti utilizzando, in modo semplificato, il modello della Balanced scorecard.

27 4.6 Classe quarta Disciplina inglese modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip 1. Business A.1.1 organisation Organisational Types and Structures Describe organisations and major organisational types in terms of their internal structures such as hierarchical, flat; legal status such as charity, partnership; size such as SME, corporation. 2. Business plans Outline the typical components of a business plan and its relevance for investors. Describe the role of performance indicators and analysis techniques, such as SWOT, in relating A.1.4 (questo modulo non sostituisce il modulo tecnico svolto da economia aziendale, ma lo integra introducendo i principali concetti in lingua inglese)

28 business strategies to market and environmental factors. Describe a suitable ICT solution for a given business plan. 3. Business Processes Understand the concept of business processes and differentiate between primary and support processes. A.1.5 (vocabulary only) modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip Measuring the Value of ICT 1. Stakeholders in a Define the concept of A.3.1 business stakeholders in a (questo modulo non sostituisce il modulo tecnico svolto da economia aziendale, ma lo integra introducendo i principali concetti in lingua inglese). Anche la parte di marketing non sostituisce gli aspetti strategici svolti da economia aziendale, ma si occupa principalmente della comunicazione. 2. The business as an organised system business major methods used to evaluate ICT solutions, such as feasibility study, budget and control, return on investment, cost benefit analysis, pilot projects, user surveys. A.3.4

29 3. Marketing Outline the major effects of e-business on organisations. Outline how to provide effective customer service and manage customer relationships in e- business operations. A Classe quarta Disciplina diritto ed economia modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip Aspetti legali ed etici 1. Proprietà Copyright in contesto A.7.1 intellettuale e diritti di autore ICT Pirateria del sw 2. Problemi legali Licenze sw e contratti A.7.2 Legislazione europea 3. Aspetti etici Problematiche etiche,morali e professionali 4. sicurezza politiche di sicurezza 5. Salute nei luoghi di lavoro livelli di rischio Strumentazioni hw pericolosi per la salute Legislazioni nazionali A.7.3 A.7.4 A.7.5

30 ed europee 4.8 Classe quarta Italiano modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip Collaborazione e comunicazione 1. Lavoro di squadra Team di lavoro distribuito e A.6.1 A.6.2 centralizzato Problematiche legate alla cooperazione 2. Social network Applicazioni di advertising, marketing in un mondo virtuale A Argomenti a favore del cambiamento Aspetti che ostacolano o favoriscono il cambiamento Suo di strumenti audio visivi per comunicare idee e dati A.6.4 A Classe quarta Disciplina matematica Modulo Unità Conoscenze Riferimenti syllabus Eucip Costi e guadagni Funzioni costo, ricavo, Costo fisso, variabile, A.3.3 profitto unitario, marginale

31 Problemi di scelta Ricavo totale, unitario, marginale Funzione profitto Break even point Valore attuale di un investimento Tasso interno di rendimento

32 4.10 Classe quinta Disciplina informatica modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip Sistemi operativi 1. Principi di base funzioni di un computer general purpose sistemi operativi per ambienti batch, real time e time sharing C.2.1 C processi concorrenti 3. Gestione della memoria 4. Sicurezza e protezione concorrenza e multiprogrammazione mutua esclusione Processi, thread e context switch Memoria virtuale Gerarchie di memoria Organizzazione dei file system Tipologie di attacchi Meccanismi di controllo degli accessi Identificazione e autenticazione C.2.2 C.2.3 C.2.4 C.4.2

33 Crittografia simmetrica e asimmetrica modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip Comunicazioni e reti 1. Principi di comunicazione e componenti di reti Segnali analogici e digitali Concetti di commutazione di circuito e di pacchetto Apparati trasmissivi Componenti HW Topologia delle reti Reti locali e C.3.1 C Protocolli di comunicazione geografiche ISO/OSI e TCP/IP Indirizzi IP Problematiche di instradamento sulla rete 3. Servizi di rete Nomenclatura dei domini (DNS) ISP e indirizzi pubblici WWW Web server e protocolli C.3.3 C.4.1 C.4.3 C.4.4 C.4.5 C.4.6 C.4.7

34 Posta elettronica (POP, SMTP, IMAP) Impatti delle applicazioni multimediali sulle reti modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip Wireless e mobile computing 1. Tecnologie per le comunicazioni senza fili Cenni sui tipi di trasmissione Modulazione del segnale Principali standard wireless Problemi caratteristici delle applicazioni mobili e senza fili (interferenze, intercettabilità, roaming) Access point e schede di rete C.5.1 C.5.2 C.5.3 modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip Sistema di gestione della rete 1. Funzionalità Processi principali da monitorare Apparati e parametri Architetture di un C.6.1 C.6.2 C.6.3

35 Erogazione dei servizi e supporto tecnico sistema per la gestione della rete Protocollo SNMP Strumenti per la diagnostica occasionale (ping, traceroute, ) Differenza tra gestione di rete e gestione di sistema modulo unità conoscenze Riferimenti syllabus Eucip 1. Relazioni con il C.7.1 cliente C Service desk e gestione dei cambiamenti Principali elementi di Service level agreement, contratti con i fornitori Monitoraggio dei servizi con il capacity plan Controllo dei rischi e delle emergenze Confrontare le misure di disponibilità più comuni Identificare i diversi tipi di service desk Importanza della C.7.3 C.7.4

36 gestione dei cambiamenti nell IT Attività di un processo per la gestione dei cambiamenti I moduli C.5 (wireless), C.6 (Network management) e C.7 (Service delivery e support) di Eucip Core possono essere approfonditi in orario pomeridiano Classe quinta Disciplina Economia aziendale Di seguito sono elencati i moduli descritti nelle unità precedenti che saranno predisposti in modo congiunto tra l insegnante di Ec.aziendale e Informatica Modulo Unità Conoscenze Riferimenti syllabus Eucip Architettura del Processi, tecniche e strumenti A A sistema informativo Gli attori A direzionale Il sistema informativo direzionale Le esigenze di supporto informativo a diversi livelli direttivi Strumenti e tecnologie per la condivisione della conoscenza La valutazione e comunicazione delle performance aziendali Modelli per la valutazione delle prestazioni aziendali (in particolare la balanced scorecard) Il rapporto annuale (financial report) come strumento

Autori: draft 31-1-2012

Autori: draft 31-1-2012 Autori: La scuola italiana segue l Europa Eucip Core nei curricoli dell Istituto Tecnico Amministrazione Finanza e Marketing, articolazione Sistemi Informativi Aziendali Istituto T_]ni]o Comm_r]i[l_ St[t[l

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2012/2013) Prof.ssa Adriana Fasulo Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica

PIANO DI LAVORO (a.s. 2012/2013) Prof.ssa Adriana Fasulo Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s. 2012/2013)

Dettagli

Anno Scolastico: 2014/2015. Indirizzo: Sistemi informativi aziendali. Classe quarta AS. Disciplina: Informatica. prof.

Anno Scolastico: 2014/2015. Indirizzo: Sistemi informativi aziendali. Classe quarta AS. Disciplina: Informatica. prof. Anno Scolastico: 2014/2015 Indirizzo: Sistemi informativi aziendali Classe quarta AS Disciplina: Informatica prof. Competenze disciplinari: Secondo biennio 1. Identificare e applicare le metodologie e

Dettagli

Anno Scolastico: 2014-2015. Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali. Classe: quinta. Disciplina: Informatica. prof. Silvia Tondo

Anno Scolastico: 2014-2015. Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali. Classe: quinta. Disciplina: Informatica. prof. Silvia Tondo Anno Scolastico: 2014-2015 Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali Classe: quinta Disciplina: Informatica prof. Silvia Tondo Competenze disciplinari: 1. Utilizzare le reti e gli strumenti informatici

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.ssa Adriana Fasulo Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.ssa Adriana Fasulo Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015)

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI Via Tirandi n. 3-25128 BRESCIA tel. 030/307332-393363 - fax 030/303379 www.abba-ballini.it email: info@abba-ballini.it DIPARTIMENTO DI INFORMATICA Sistemi

Dettagli

IL VALORE DELLE CERTIFICAZIONI INFORMATICHE: dalla scuola della riforma, all Università, al mondo del lavoro

IL VALORE DELLE CERTIFICAZIONI INFORMATICHE: dalla scuola della riforma, all Università, al mondo del lavoro Ufficio scolastico Regionale per la Toscana Direzione Regionale ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE e per GEOMETRI E. FERMI PONTEDERA (PI) PROVINCIA DI PISA IL VALORE DELLE CERTIFICAZIONI INFORMATICHE: dalla

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2015/2016)

PIANO DI LAVORO (a.s. 2015/2016) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (PI) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s. 2015/2016)

Dettagli

PROGRAMMA DI INFORMATICA

PROGRAMMA DI INFORMATICA PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE 5 B Sistemi Informativi Aziendali A.S. 2014/2015 DOCENTE CORREDDU GIOVANNA ITP PANZERA GRAZIA Materiale didattico Libro di testo: Iacobelli, Ajme, Marrone, Brunetti, Eprogram-Informatica

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.ssa Andrea Luppichini Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.ssa Andrea Luppichini Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica lllo Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s.

Dettagli

Anno Scolastico 2014/2015. Secondo biennio. (Sistemi Informativi Aziendali) Disciplina: INGLESE. prof. Maruccia Maurizio

Anno Scolastico 2014/2015. Secondo biennio. (Sistemi Informativi Aziendali) Disciplina: INGLESE. prof. Maruccia Maurizio Anno Scolastico 2014/2015 Secondo biennio (Sistemi Informativi Aziendali) Classe: 3ª AS Disciplina: INGLESE prof. Maruccia Maurizio UNITÀ TEMATICA N. 1 TEMPI: 24 con attività di recupero / approfondimento

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI Via Tirandi n. 3-25128 BRESCIA www.abba-ballini.gov.it tel. 030/307332-393363 - fax 030/303379

Dettagli

EUCIP4U Certificazioni professionali informatiche nei curricula universitari Progetto nazionale AICA-CINI-CRUI per l inserimento nel mondo

EUCIP4U Certificazioni professionali informatiche nei curricula universitari Progetto nazionale AICA-CINI-CRUI per l inserimento nel mondo EUCIP4U Certificazioni professionali informatiche nei curricula universitari Progetto nazionale AICA-CINI-CRUI per l inserimento nel mondo universitario delle certificazioni europee nel settore ICT 1 Programmi

Dettagli

Anno Scolastico 2014/2015. Quinto anno. (Sistemi Informativi Aziendali) Disciplina: INGLESE. prof. Maruccia Maurizio. CertINT 2012 Label Europeo 2013

Anno Scolastico 2014/2015. Quinto anno. (Sistemi Informativi Aziendali) Disciplina: INGLESE. prof. Maruccia Maurizio. CertINT 2012 Label Europeo 2013 Anno Scolastico 2014/2015 Quinto anno (Sistemi Informativi Aziendali) Classe: 5ª AS Disciplina: INGLESE prof. Maruccia Maurizio UNITÀ TEMATICA N. 1 TITOLO: Getting to Know the Hardware TEMPI : 30 con attività

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2010/2011) Prof.ssa Adriana Fasulo Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica

PIANO DI LAVORO (a.s. 2010/2011) Prof.ssa Adriana Fasulo Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s. 2010/2011)

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.Andrea Luppichini Prof. Marco Fiorentinini DISCIPLINA Informatica

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.Andrea Luppichini Prof. Marco Fiorentinini DISCIPLINA Informatica Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015)

Dettagli

AICA - Associazione Italiana per l Informatica ed il Calcolo Automatico. Certificazioni informatiche europee

AICA - Associazione Italiana per l Informatica ed il Calcolo Automatico. Certificazioni informatiche europee - Associazione Italiana per l Informatica ed il Calcolo Automatico Certificazioni informatiche europee Milano, 6 ottobre 2003 1 AICA Profilo istituzionale Ente senza fini di lucro, fondato nel 1961 Missione:

Dettagli

Anno Scolastico: 2014/2015. Indirizzo: Sistemi informativi aziendali. Classe: terza. Disciplina: Informatica. prof. Silvia Tondo

Anno Scolastico: 2014/2015. Indirizzo: Sistemi informativi aziendali. Classe: terza. Disciplina: Informatica. prof. Silvia Tondo Istituto Tecnico Internazionale Economico E. Tosi Anno Scolastico: 2014/2015 Indirizzo: Sistemi informativi aziendali Classe: terza Disciplina: Informatica prof. Silvia Tondo Competenze disciplinari: 1.

Dettagli

Il CINI e le certificazioni

Il CINI e le certificazioni Il CINI e le certificazioni Prof. Paolo Ciancarini Direttore del Consorzio Prof. Marco Ferretti Responsabile progetto EUCIP Roma, 24 luglio 2007 Consorzio Interuniversitario Nazionale per l Informatica

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO

Dettagli

25/11/14 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE. Tecnologie dell informazione e controllo

25/11/14 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE. Tecnologie dell informazione e controllo ORGANIZZAZIONE AZIENDALE 1 Tecnologie dell informazione e controllo 2 Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale IT e coordinamento esterno IT e

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Liceo Tecnologico. Indirizzo Informatico e Comunicazione. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati

Liceo Tecnologico. Indirizzo Informatico e Comunicazione. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Indirizzo Informatico e Comunicazione Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Indirizzo Informatico e Comunicazione Discipline con attività di laboratorio 3 4 5 Fisica 132 Gestione di progetto

Dettagli

COMPETENZE IN ESITO (5 ANNO) ABILITA' CONOSCENZE

COMPETENZE IN ESITO (5 ANNO) ABILITA' CONOSCENZE MAPPA DELLE COMPETENZE a.s. 2014-2015 CODICE ASSE: tecnico-professionale QUINTO ANNO PT1 scegliere dispositivi e strumenti in base alle loro caratteristiche funzionali; Progettare e realizzare applicazioni

Dettagli

1 MODULO: Visual basic.net Dati strutturati. Finalità: Gestione di dati strutturati

1 MODULO: Visual basic.net Dati strutturati. Finalità: Gestione di dati strutturati Istituto di Istruzione Superiore via Salvini 24 Roma Liceo M. Azzarita Liceo delle scienze applicate Materia:Informatica Programmazione a.s. 2015-2016 Classi 4 e Obiettivi disciplinari secondo biennio

Dettagli

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005 Information Systems Governance e analisi dei rischi con ITIL e COBIT Marco Salvato, KPMG Sessione di studio AIEA, Verona 25 Novembre 2005 1 Information Systems Governance L'Information Systems Governance

Dettagli

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA Obiettivo Richiamare quello che non si può non sapere Fare alcune precisazioni terminologiche IL COMPUTER La struttura, i componenti

Dettagli

INDIRIZZO Informatica e Telecomunicazioni

INDIRIZZO Informatica e Telecomunicazioni ISTRUZIONE TECNICA INDIRIZZO Informatica e Telecomunicazioni L indirizzo Informatica e Telecomunicazioni ha lo scopo di far acquisire allo studente, al termine del percorso quinquennale, specifiche competenze

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 SECONDO BIENNIO Disciplina: INFORMATICA La disciplina Informatica concorre a far conseguire allo

Dettagli

I.T.C. Mario Pagano Napoli

I.T.C. Mario Pagano Napoli I.T.C. Mario Pagano Napoli Programmazione classe 3C Anno 04/05 Insegnante:Prof.ssa Anna Salvatore SETTORE: Economico INDIRIZZO: Amministrazione, Finanza e Marketing DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: INFORMATICA

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Le prime esperienze in Imprese ed Enti Pubblici (Profili professionali EUCIP e Mercato del Lavoro nel settore ICT)

Le prime esperienze in Imprese ed Enti Pubblici (Profili professionali EUCIP e Mercato del Lavoro nel settore ICT) Programma Liguria - Competenze per l Innovazione Digitale Le prime esperienze in Imprese ed Enti Pubblici (Profili professionali EUCIP e Mercato del Lavoro nel settore ICT) Roberto Bellini - Presidente

Dettagli

Durata in ore 1 Concetti di base e architettura di un computer 16

Durata in ore 1 Concetti di base e architettura di un computer 16 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo ISTITUTO TECNICO SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI MATERIA: Informatica PROF. C. Vassallo,

Dettagli

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE TERZA SEZ. A. CORSO Amministrazione Finanza e Marketing. DOCENTE: Noto Giancarlo

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE TERZA SEZ. A. CORSO Amministrazione Finanza e Marketing. DOCENTE: Noto Giancarlo PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE TERZA SEZ. A CORSO Amministrazione Finanza e Marketing DOCENTE: Noto Giancarlo ANNO SCOLASTICO 2014/2015 MODULO 0 L ARCHITTETURA DEL COMPUTER - L informatica - Il computer

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Le tecnologie per le imprese

Le tecnologie per le imprese Le tecnologie per le imprese Obiettivi della lezione L evoluzione delle tecnologie dell informazione e della comunicazione Le tre funzioni dell ICT Direttrici e problematiche delle tecnologie disponibili

Dettagli

Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Articolazione Informatica

Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Articolazione Informatica Linee guida Secondo ciclo di istruzione Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Quadro orario generale 1 biennio 2 biennio 5 anno 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Sistemi e reti**

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE DOCENTE: Evangelista Antonella MATERIA: Informatica CLASSE: 4 Q Sistemi Informativi Aziendali Anno scolastico 2012-2013 N. ore settimanali nella classe : 5 h

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA PROGRAMMAZIONE ATTIVITA' DIDATTICA A.S. 2014-2015 MATERIA: TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA PROGRAMMAZIONE ATTIVITA' DIDATTICA A.S. 2014-2015 MATERIA: TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA Via G. D Annunzio, 15-36100 VICENZA Tel. 0444563544 Fax 0444962574 sito web: www.itcfusinieri.eu E-mail: protocollo@itcfusinieri.it - vitd010003@pec.istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO MOSSOTTI

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO MOSSOTTI CLASSE III INDIRIZZO S.I.A. UdA n. 1 Titolo: conoscenze di base Conoscenza delle caratteristiche dell informatica e degli strumenti utilizzati Informatica e sistemi di elaborazione Conoscenza delle caratteristiche

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI INTRODUZIONE 1. La visione d impresa e il ruolo del management...17 2. Il management imprenditoriale e l imprenditore manager...19 3. Il management: gestione delle risorse, leadership e stile di direzione...21

Dettagli

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Via dei Carpani 19/B 31033 Castelfranco V. ( TV ) Pag. 1 di 5 Anno Scolastico 2015/16 PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Disciplina: GESTIONE PROGETTO, ORGANIZZAZIONE D IMPRESA Classe 5^ DATI IN EVIDENZA

Dettagli

Corso di Specializzazione in Webmaster

Corso di Specializzazione in Webmaster Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Corso di Specializzazione in Webmaster Corsi di specializzazione Organismo di C.S.M. SERVICE - COOPERATIVA SOCIALE

Dettagli

INFORMATICA. Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA

INFORMATICA. Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA INFORMATICA Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA Informatica per AFM 1. SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE E SISTEMA INFORMATICO ITS Tito Acerbo - PE INFORMATICA Prof. MARCO

Dettagli

La gestione di competenze e profili professionali nel settore ICT secondo lo standard EUCIP

La gestione di competenze e profili professionali nel settore ICT secondo lo standard EUCIP MiOpen-CNA La gestione di competenze e profili professionali nel settore ICT secondo lo standard EUCIP Roberto Bellini Milano, 19 Ottobre 2007 0 Indice Competenze e professionalità digitali Lo standard

Dettagli

Eucip. e le competenze digitali nella scuola e nel mondo del lavoro

Eucip. e le competenze digitali nella scuola e nel mondo del lavoro Eucip e le competenze digitali nella scuola e nel mondo del lavoro specialisti specialisti ict ict 1,4 milioni le certificazioni CEPIS-AICA EUCIP ITAdm altri altri mestieri mestieri 3,9 milioni Power User

Dettagli

PROGRAMMA DI INFORMATICA ARTICOLAZIONE AFM/RIM CLASSE TERZA SEZ. A. DOCENTE: Noto Giancarlo

PROGRAMMA DI INFORMATICA ARTICOLAZIONE AFM/RIM CLASSE TERZA SEZ. A. DOCENTE: Noto Giancarlo PROGRAMMA DI INFORMATICA ARTICOLAZIONE AFM/RIM CLASSE TERZA SEZ. A DOCENTE: Noto Giancarlo ANNO SCOLASTICO 2015/2016 MODULO 0 L ARCHITTETURA DEL COMPUTER - L informatica - Il computer - Hardware e software

Dettagli

Dettaglio dei corsi in aula

Dettaglio dei corsi in aula L offerta formativa Dettaglio dei corsi in aula Software Engineering Object Oriented Analysis and Design: fondamenti e principi dell object orientation. Dall analisi alla progettazione. I Design Pattern.

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO MOSSOTTI

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO MOSSOTTI CLASSE III INDIRIZZO A.F.M. UdA n. 1 Titolo: Le basi di dati Funzioni di un Data Base Management System (DBMS) Riconoscere i diversi modelli organizzativi aziendali, documentare le procedure e ricercare

Dettagli

BOZZA DEL 06/09/2011

BOZZA DEL 06/09/2011 ARTICOLAZIONE: INFORMATICA Disciplina: COMPLEMENTI DI MATEMATICA (C4) Il docente di Complementi di matematica concorre a far conseguire allo studente, al termine del percorso quinquennale, i seguenti risultati

Dettagli

I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented

I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented Sede AICA Liguria Competenze Professionali per l Innovazione Digitale Le competenze per la SOA-Service Oriented Architecture I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented Roberto Ferreri

Dettagli

*oltre ad essere un acronimo, MESA ha molti significati: una montagna, un tavolo per questo abbiamo scelto il nome MESA, perché per i nostri clienti

*oltre ad essere un acronimo, MESA ha molti significati: una montagna, un tavolo per questo abbiamo scelto il nome MESA, perché per i nostri clienti *oltre ad essere un acronimo, MESA ha molti significati: una montagna, un tavolo per questo abbiamo scelto il nome MESA, perché per i nostri clienti significa soprattutto un supporto professionale concreto!

Dettagli

Content Development e Open Source Pierluigi Boda Università La Sapienza di Roma

Content Development e Open Source Pierluigi Boda Università La Sapienza di Roma Content Development e Open Source Università La Sapienza di Roma Contenuti: Cos è il content management Aspetti critici nello sviluppo dei CMS Opzioni tecnologiche per il CM Peculiarità dell opzione open

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ALLEGATO A - INFORMATICA RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE MATERIA: INFORMATICA Classe 5 sez. Bsia a.s. 2014/15 DOCENTE: prof. Domenico Francullo In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti

Dettagli

Economia e gestione delle imprese

Economia e gestione delle imprese Anno accademico 2008-2009 Economia e gestione delle imprese Prof. Arturo Capasso 1 2 1 Ciclo dell informazione PROGRAMMAZIONE Decisioni ESECUZIONE Informazioni CONTROLLO Risultati 3 Organizzazione e Sistema

Dettagli

PROGRAMMA DI CLASSE 5AI PROFF. A. MION N. CECCON. Organizzazione d impresa. Unità Didattica 1 Economia e Microeconomia

PROGRAMMA DI CLASSE 5AI PROFF. A. MION N. CECCON. Organizzazione d impresa. Unità Didattica 1 Economia e Microeconomia Istituto di Istruzione Superiore Euganeo Istituto tecnico del settore tecnologico Istituto professionale del settore servizi socio-sanitari Istituto professionale del settore industria e artigianato PROGRAMMA

Dettagli

Economia e gestione delle imprese

Economia e gestione delle imprese Anno accademico 2007-2008 Economia e gestione delle imprese Prof. Arturo Capasso 1 2 Ciclo dell informazione PROGRAMMAZIONE Decisioni ESECUZIONE Informazioni CONTROLLO Risultati 3 1 Organizzazione e Sistema

Dettagli

Lo Standard EUCIP per lo sviluppo e il monitoraggio delle competenze e delle professionalità ICT

Lo Standard EUCIP per lo sviluppo e il monitoraggio delle competenze e delle professionalità ICT Ordine Ingegneri Genova Lo Standard EUCIP per lo sviluppo e il monitoraggio delle competenze e delle professionalità ICT Roberto Bellini Genova 9 Dicembre 2008 Indice Lo Standard EUCIP Cosa intendiamo

Dettagli

Ciclo di Vita Evolutivo

Ciclo di Vita Evolutivo Ciclo di Vita Evolutivo Prof.ssa Enrica Gentile a.a. 2011-2012 Modello del ciclo di vita Stabiliti gli obiettivi ed i requisiti Si procede: All analisi del sistema nella sua interezza Alla progettazione

Dettagli

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche 1. La e-company: definizione e caratteristiche 2. Le tre direttrici di sviluppo del

Dettagli

1. FINALITA DELLA DISCIPLINA

1. FINALITA DELLA DISCIPLINA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca LICEO SCIENTIFICO STATALE Donato Bramante Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) - MIUR: MIPS25000Q Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97220275 Sito:

Dettagli

Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U.

Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U. Università degli studi dell Aquila Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U. Ing. Gaetanino Paolone (gaetanino.paolone@univaq.it) Prof. Dr. Luciano Fratocchi (luciano.fratocchi@univaq.it) Contenuti (2 ore)

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Estratto della guida operativa per la progettazione di percorsi di alternanza scuola-lavoro del 19-10-2015 L Impresa formativa simulata, come

Dettagli

PROGETTO AUTONOMIA INDIRIZZO

PROGETTO AUTONOMIA INDIRIZZO PROGETTO AUTONOMIA INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO PIANO DI LAVORO PIANIFICAZIONE, FINANZA E CONTROLLO 5 AL PROF.SSA MARILINA SABA a.s 2010/2011 Moduli UNITA ORARIE 1. Il controllo della gestione

Dettagli

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore OBIETTIVI DEL CORSO: Il corso consente al partecipante di venire a conoscenza delle opportunità che la gestione del web marketing moderno

Dettagli

A.S. 2014/2015- Programma svolto di INFORMATICA ITCG E. Fermi Tivoli classe V C SIA. Programma svolto di. Informatica. classe VC S.I.A a.s.

A.S. 2014/2015- Programma svolto di INFORMATICA ITCG E. Fermi Tivoli classe V C SIA. Programma svolto di. Informatica. classe VC S.I.A a.s. Programma svolto di Informatica classe VC S.I.A a.s. 2014/2015 MODULO 1 I SISTEMI OPERATIVI U.D. 1 Organizzazione dei Sistemi Operativi U.D. 2 Struttura e funzionamento di un Sistema Operativo U.D. 3 Tipi

Dettagli

trasformazione digitale

trasformazione digitale L'offerta digitale sarà il terreno sul quale si misurerà la competizione tra case editrici nell'immediato futuro: a cambiare sarà la concezione del prodotto editoriale, che dovrà adattarsi dinamicamente

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

Descrizione dell Offerta Formativa

Descrizione dell Offerta Formativa Descrizione dell Offerta Formativa Titolo dell Offerta Formativa TECNICHE AVANZATE DI PROGRAMMAZIONE Articolazione e Contenuti dell Offerta Formativa Il percorso è articolato in due moduli didattici, della

Dettagli

Chi siamo. www.gigroup.it/ict 2

Chi siamo. www.gigroup.it/ict 2 www.gigroup.it Chi siamo Gi Group ICT è la divisione specializzata nella gestione delle risorse umane per società di Informatica, di Telecomunicazioni, di System Integration e per tutte le società che

Dettagli

Competenze, mercato del Lavoro e profili più richiesti nel Settore ICT (1 workshop)

Competenze, mercato del Lavoro e profili più richiesti nel Settore ICT (1 workshop) Costruisci il tuo futuro nell ICT Competenze, mercato del Lavoro e profili più richiesti nel Settore ICT (1 workshop) Università di Milano Bicocca 29 maggio 2013 I fattori di contesto a livello ambientale

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE

TECNICO SUPERIORE PER IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA

Dettagli

AVVISO n. 09/2012: Procedura comparativa per il conferimento di due incarichi di collaborazione coordinata e continuativa per il profilo junior

AVVISO n. 09/2012: Procedura comparativa per il conferimento di due incarichi di collaborazione coordinata e continuativa per il profilo junior AVVISO n. 09/2012: Procedura comparativa per il conferimento di due incarichi di collaborazione coordinata e continuativa per il profilo junior di Analista programmatore per lo sviluppo di software per

Dettagli

Modulo 1 Concetti generali 4 settimane

Modulo 1 Concetti generali 4 settimane OBIETTIVI SPECIFICI DEL PRIMO BIENNIO - CLASSE PRIMA settore ECONOMICO: NUCLEI FONDANTI, CONOSCENZE E COMPETENZE NB per ciascuno dei moduli di insegnamento/apprendimento viene indicato il tempo di trattazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE INFORMATICA PRIMO BIENNIO. Opzione Scienze Applicate

PROGRAMMAZIONE INFORMATICA PRIMO BIENNIO. Opzione Scienze Applicate PROGRAMMAZIONE INFORMATICA PRIMO BIENNIO Opzione Scienze Applicate Anno scolastico 2015-2016 Programmazione di Informatica pag. 2 / 8 INFORMATICA - PRIMO BIENNIO OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO DELL

Dettagli

la qualità delle professioni informatiche nella PA:

la qualità delle professioni informatiche nella PA: la qualità delle professioni informatiche nella PA: una spinta per l innovazionel Franco Patini parte 1: e-skills and e-learning e group obiettivi e priorità (3 slides) supply & demand international aspects

Dettagli

INDICE 22-02-2005 15:25 Pagina V. Indice

INDICE 22-02-2005 15:25 Pagina V. Indice INDICE 22-02-2005 15:25 Pagina V Indice Gli autori XIII XVII Capitolo 1 I sistemi informativi aziendali 1 1.1 INTRODUZIONE 1 1.2 IL MODELLO INFORMATICO 3 1.2.1. Il modello applicativo 3 Lo strato di presentazione

Dettagli

Polo Formativo ICT Wireless & Analisi dei fabbisogni

Polo Formativo ICT Wireless & Analisi dei fabbisogni Polo Formativo ICT Wireless & Analisi dei fabbisogni Claudio Demartini Marzo 2008 1 Sommario Azioni, metodologie e strumenti Analisi dei fabbisogni Un caso di studio: il Polo Formativo ICT Wireless Piemonte

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

ANALISTA PROGRAMMATRICE e PROGRAMMATORE

ANALISTA PROGRAMMATRICE e PROGRAMMATORE Aggiornato il 9 luglio 2009 ANALISTA PROGRAMMATRICE e PROGRAMMATORE 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono

Dettagli

IT account case study Acraf

IT account case study Acraf IT account case study Acraf goal Le caratteristiche di un OBIETTIVO Specifico, misurabile, espresso in forma scritta e condivisibile con gli altri. Definito nella scala dei tempi, espresso in termini positivi.

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Fondamenti di Informatica Ing. Mauro Iacono Seconda Università degli Studi di Napoli Facoltà di Studi Politici e per l Alta Formazione Europea e Mediterranea

Dettagli

APPENDICE 5 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 5 AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE 5 AL CAPITOLATO TECNICO Descrizione dei profili professionali INDICE 1 PROFILI PROFESSIONALI RICHIESTI 3 1.1 CAPO PROGETTO 3 1.2 ANALISTA FUNZIONALE 4 1.3 ANALISTA PROGRAMMATORE 5 1.4 PROGRAMMATORE

Dettagli

SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site

SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site SU MISURA PER IL TUO TEAM, PRESSO IL TUO UFFICIO Training On-site La Tecnologia evolve velocemente ed anche gli esperti IT più competenti hanno bisogno di una formazione costante per tenere il passo Come

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Liceo Tecnologico. Indirizzo Informatico, Grafico e Comunicazione

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Liceo Tecnologico. Indirizzo Informatico, Grafico e Comunicazione Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Tecnologico Indirizzo Informatico, Grafico e Comunicazione Percorso Informatico e Comunicazione Indicazioni nazionali per i Piani di Studio

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA La Dialuma propone a catalogo 22 corsi di Informatica che spaziano tra vari argomenti e livelli. TITOLI E ARGOMENTI I001 - Informatica generale Concetti generali

Dettagli

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Gli indirizzi del settore economico fanno riferimento a comparti in costante crescita sul piano occupazionale e interessati a forti innovazioni

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Docente: Rigoni Carla Disciplina: INFORMATICA GENERALE E APPLICAZIONI GESTIONALI Classe 5^ BP A. S. 2013-2014 1. LIBRO DI TESTO UTILIZZATO: estratti del testo redatto

Dettagli

Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing

Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing Il continuum delle strutture tra efficienza ed efficacia Struttura funzionale Struttura divisionale Struttura a matrice Struttura orizzontale

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT. Paolo Salvaneschi B1_1 V1.0. Strumenti software

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT. Paolo Salvaneschi B1_1 V1.0. Strumenti software Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi B1_1 V1.0 Strumenti software Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio personale

Dettagli

II Modulo Organizzazione dei Sistemi Informativi

II Modulo Organizzazione dei Sistemi Informativi II Modulo Organizzazione dei Sistemi Informativi DA CHE COSA E COMPOSTO COME SI ACCEDE CHI LO USA A CHE COSA SERVE Risorse hardware e software: - Server - LAN (router, HUB Firewall,..) - Storage - pacchetti

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VOLTA Via Juvarra, 14 - Torino

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VOLTA Via Juvarra, 14 - Torino ANNO SCOLASTICO 2014/2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VOLTA Via Juvarra, 14 - Torino Obiettivi minimi Informatica Prime Conoscere il sistema di numerazione binaria e la sua importanza nella codifica delle

Dettagli

Principali funzionalità delle soluzioni Microsoft nei processi di project & portfolio management

Principali funzionalità delle soluzioni Microsoft nei processi di project & portfolio management ROMA 12-15 Maggio 2008 Master Diffuso sul Project Management Principali funzionalità delle soluzioni Microsoft nei processi di project & portfolio management KP.Net - SOCIETA E COMPETENZE Kelyan Project.Net

Dettagli

Indice. Prefazione all edizione italiana

Indice. Prefazione all edizione italiana Indice Prefazione all edizione italiana XV Capitolo 1 Il software e l ingegneria del software 1 1.1 L evoluzione del ruolo del software 3 1.2 Il software 5 1.3 La natura mutevole del software 8 1.4 Il

Dettagli

Il modello informatico dei sistemi informativi aziendali: modello applicativo e modello tecnologico.

Il modello informatico dei sistemi informativi aziendali: modello applicativo e modello tecnologico. Titolo dell'insegnamento Sistemi Informativi Gestionali CFU 6 Struttura dell insegnamento 1) Lezione in aula virtuale 1: Introduzione al corso e spiegazione dei concetti di base dell informatica aziendale.

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s.2013/2014)

PIANO DI LAVORO (a.s.2013/2014) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s.2013/2014)

Dettagli

Di seguito il dettaglio dei moduli in termini di durata e tematiche affrontate (contenuti): Tematiche

Di seguito il dettaglio dei moduli in termini di durata e tematiche affrontate (contenuti): Tematiche MODULI FORMATIVI L'iniziativa coniugherà una formazione per l'acquisizione di competenze teorico - tecniche, finalizzate alla messa in atto di strategie funzionali e all'integrazione di diverse capacit{

Dettagli