Rete di Sportelli per l energia e l ambiente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rete di Sportelli per l energia e l ambiente"

Transcript

1 Rete di Sportelli per l energia e l ambiente UNA RISORSA PER IL TERRITORIO

2 1. Chi siamo Infoenergia, Rete di Sportelli per l'energia e l'ambiente scarl, è una società a totale partecipazione pubblica, fondata nel 2006; i soci sono la Provincia di Milano, la Provincia di Monza e Brianza e, attualmente, 62 Comuni appartenenti al territorio delle due Province. Principalmente Infoenergia ha lo scopo di: permettere alle Amministrazioni Pubbliche di essere sempre più vicine ai Cittadini, quale punto di riferimento per favorire la diffusione delle fonti energetiche rinnovabili, l uso razionale dell energia, l efficienza ed il risparmio energetico; fornire supporto sulle materie energetico-ambientali al Settore Tecnico delle Amministrazioni Comunali e Provinciali.

3 2. Competenze 2.1. Informazione e sensibilizzazione Con il logo Cittadino Consapevole Infoenergia identifica tutte le azioni di formazione, informazione e sensibilizzazione rivolte direttamente al cittadino, quale utente finale dei consumi energetici. Attività: apertura di uno Sportello Comunale Infoenergia presso la sede del Comune, direttamente accessibile al cittadino, con cadenza quindicinale o mensile, oltre all assistenza telefonica e via mail garantita tutti i giorni in orario di ufficio. predisposizione di materiale informativo per il cittadino (relativo a: interventi di efficienza energetica, tecnologie e materiali, adempimenti, aggiornamenti normativi, opportunità di risparmio energetico, buone pratiche, agevolazioni fiscali o incentivi fruibili), che può essere inviato, distribuito o pubblicato sul sito internet istituzionale del Comune o sui canali ritenuti più idonei dal Comune. organizzazione e partecipazione ad eventi aperti alla cittadinanza sul territorio comunale, a fianco del Comune stesso, per potenziare i servizi al cittadino in tema di sostenibilità energetico-ambientale; organizzazione e partecipazione a workshop tecnici per professionisti ed operatori del settore che esercitano sul territorio, per un loro coinvolgimento diretto nella definizione delle politiche energetiche locali. redazione periodica di una newsletter con contenuto tecnico, direttamente fruibile dall'amministrazione. Può anche essere personalizzata dal Comune che la può inviare o distribuire ai propri cittadini. La newsletter riporta novità normative o nuove direttive europee, bandi o opportunità di risparmio legati a interventi energetico-ambientale per Enti Pubblici o cittadini, scambio di buone pratiche tra Comuni Soci grazie alla divulgazione di notizie su eventi/iniziative/bandi proposti e attuati. redazione periodica di testi di carattere tecnico da pubblicare sui bollettini, giornalini, sul sito internet istituzionale del Comune o su altri canali ritenuti idonei. organizzazione e svolgimento di progetti di educazione ambientale, alternativamente per le scuole primarie o secondarie di primo grado, con interventi diretti in classe e con eventuali visite guidate su impianti e/o strutture esistenti sul territorio comunale o in zone limitrofe.

4 2.2. Consulenza tecnica agli Uffici degli Enti Locali Infoenergia, grazie alla struttura tecnica interna e al suo ruolo di ente pubblico, porta avanti una politica di stretta collaborazione con i Comuni soci, sempre più attenti alle tematiche energetico-ambientali. Fornisce un valido supporto tecnico alle Amministrazioni Comunali per favorire lo sviluppo di interventi e provvedimenti che consentano un minore consumo di energia, un notevole risparmio economico sui bilanci comunali e una migliore qualità dell aria sul territorio di competenza. I progetti sviluppati si basano su una forte propensione alla condivisione delle politiche energetiche locali, della pianificazione territoriale e degli interventi strutturali programmati. Sommario delle attività: formazione e affiancamento agli Uffici comunali/provinciali nello svolgimento delle attività inerenti le tematiche energetico-ambientali; supporto per la predisposizione della regolamentazione energetica nel settore privato e relativa applicazione nel Regolamento Edilizio Comunale; supporto per la predisposizione del Regolamento Edilizio Comunale relativo agli aspetti energetico-ambientali, compresa la formazione dedicata agli uffici preposti; supporto per la valutazione degli aspetti energetici delle pratiche edilizie, oltre a sessioni specifiche di formazione/informazione per i professionisti che operano sul territorio inerenti la regolamentazione energetica comunale, regionale e nazionale e gli orientamenti esistenti a livello europeo; orientamento per il settore dei Lavori Pubblici nelle scelte più opportune da operare in tema di energia e ambiente; analisi e valutazione dei consumi elettrici e termici delle utenze comunali/ provinciali; esecuzione di diagnosi energetiche su edifici pubblici al fine di individuare i possibili interventi di risparmio energetico; redazione dei Piani di Azione per l Energia Sostenibile (PAES); orientamento sull'attuazione delle azioni del PAES e monitoraggio dello stato di avanzamento dei PAES;

5 supporto nella gestione del processo partecipativo legato al PAES e adempimenti comunitari; supporto tecnico, giuridico e amministrativo nell ambito dell illuminazione pubblica al fine di generare risparmi strutturali, risparmi capitalizzati in investimenti di riqualificazione energetica, aumentare la qualità e la gamma di servizi offerti al territorio predisponendo l infrastruttura idonea ad ospitare servizi smart ; supporto alla partecipazione a Bandi di finanziamento per la sostenibilità energetica delle Pubbliche Amministrazioni; predisposizione di bandi di gara per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio pubblico e gestione calore; predisposizione di bandi di gara per la realizzazione di impianti fotovoltaici su edifici comunali/provinciali; supporto nella mappatura delle coperture contenenti amianto presenti sul territorio comunale; supporto agli Uffici comunali per l utilizzo delle piattaforme regionali CEER e MUTA; affiancamento agli Uffici comunali nell'organizzazione di Piedibus e Bicibus (studio delle matrici origine-destinazione degli studenti, studio dei percorsi con i Vigili Urbani, incontri con genitori/accompagnatori), analisi e presentazione dei risultati. Le Amministrazioni Locali sono sempre più coinvolte e impegnate ad aumentare l efficienza energetica e l utilizzo di fonti energetiche rinnovabili nei loro territori. Infatti, attraverso il loro impegno diretto si può raggiungere e superare l obiettivo europeo di riduzione del 20% delle emissioni di CO2 entro il Infoenergia, con il suo ruolo di Struttura tecnica operativa per l efficienza e il risparmio energetico, contribuisce in maniera determinante ad orientare e supportare le Amministrazioni Locali sia nella pianificazione di strategie energetiche da attuare sul proprio territorio ma anche nell assumere interventi diretti sul patrimonio immobiliare pubblico. Di seguito, in dettaglio, sono meglio esplicitate le principali attività di Infoenergia.

6 Redazione e attuazione dei PAES Infoenergia ha redatto Piani d Azione per l Energia Sostenibile per numerosi Comuni Soci. I Comuni sono stati seguiti nell intero iter previsto dall iniziativa del Patto dei Sindaci: iter di adesione, approvazione in Consiglio Comunale, redazione del Piano di Azione e sua approvazione, attuazione delle azioni e monitoraggio delle azioni previste dal PAES. Tutti i PAES sono stati realizzati con il coinvolgimento diretto della cittadinanza tramite la realizzazione di eventi, la partecipazione a manifestazioni o altri eventi consolidati nei Comuni o la partecipazione alle Commissioni Comunali interessate dalle questioni energetico-ambientali e ai Consigli Comunali in cui era all ordine del giorno l adesione del Comune al Patto dei Sindaci o l approvazione del PAES. Diversi PAES sono stati realizzati con il finanziamento di Fondazione Cariplo, sulla base delle schede tecniche predisposte da Infoenergia. Si segnala che il PAES adottato dal Comune di Villasanta (MB), redatto con la consulenza tecnica di Infoenergia, ha ricevuto il premio di eccellenza A+Com nella categoria Comuni tra e abitanti. Il Premio è promosso da Alleanza per il Clima Italia e Kyoto Club nell'ambito del progetto europeo NET-COM Linee guida provinciali per i Regolamenti Edilizi Comunali Infoenergia ha redatto per la Provincia di Milano e per la Provincia di Monza Brianza le "Linee Guida per un Regolamento Edilizio orientato all efficienza energetica", al fine di fornire un Testo Unico completo e coordinato per i Comuni, finalizzato alla valorizzazione energetica e ambientale di tutto il territorio provinciale. In questo documento sono state recepite le numerose novità normative emerse nella seconda parte del 2013 e i primi mesi del 2014 a livello nazionale e regionale nonché le indicazioni delle Direttive Europee e i criteri legati ai protocolli internazionali di certificazione ambientale (LEED e BREEAM). L attività ha previsto l organizzazione di tavoli tecnici con la partecipazione di tutti i Comuni delle due Provincie per la discussione e integrazione del documento e il coinvolgimento di Regione Lombardia, Politecnico di Milano, ASL, Ordini Professionali, Associazioni di categoria.

7 Analisi e valutazione dei consumi elettrici e termici delle utenze comunali L'attività prevede la verifica degli aspetti tecnico-economici e contrattuali della fornitura di energia elettrica e di gas e la valutazione e il monitoraggio dei consumi delle utenze comunali. Nello specifico il supporto prevede il monitoraggio dei costi e dei consumi di energia elettrica e di gas, al fine di individuare eventuali anomalie contrattuali e gestionali con conseguente risparmio anche economico per le Amministrazioni pubbliche Illuminazione Pubblica Il settore dell illuminazione pubblica racchiude due fattori chiave: ha enormi margini di risparmio ed è un infrastruttura di rete capillare sul territorio, con la quale è possibile erogare servizi innovativi per la cittadinanza. Infoenergia ha avviato un servizio per i Comuni Soci che assicura un supporto tecnico e giuridico per la corretta ed efficace gestione delle procedure sia di acquisizione che di gara. In sintesi il progetto illuminazione pubblica ha tre finalità: acquisire gli impianti di proprietà Enel Sole; generare consistenti risparmi sulla manutenzione e sulla fornitura di energia elettrica, attraverso un piano integrato di interventi di riqualificazione degli impianti: messa a norma e in sicurezza, spromiscuamento delle reti, riduzione dell inquinamento luminoso, aumento dell efficienza energetica dei componenti, riduzione del flusso luminoso e sistemi di telecontrollo; attivare servizi innovativi attraverso i così detti pali intelligenti (smart city): la rete elettrica viene utilizzata come rete di trasporto dati e gli impianti diventano utilizzabili per i più disparati servizi al cittadino: wi fi pubblico, gestione del traffico, videosorveglianza, colonnine di ricarica di veicoli elettrici, informazione in tempo reale, etc..

8 Progetto Illumina Infoenergia, in qualità di struttura tecnica, ha sottoscritto un Protocollo d Intesa tra ENEA, CRIET (Centro di Ricerca Interuniversitario in Economia del Territorio dell Università Bicocca), Provincia di Monza e Brianza e due Comuni pilota (Desio e Misinto), volto a facilitare la riduzione dei consumi di energia elettrica degli impianti d illuminazione dei Comuni e per dare avvio a procedure di gara a centrale unica di committenza comunale ai fini di valorizzare i principi di economicità, efficacia ed efficienza della spesa pubblica in armonia con gli indirizzi di risparmio energetico Progetto amianto L'attività ha l'obiettivo di realizzare una mappatura delle coperture contenenti amianto presenti sul territorio comunale e la predisposizione di un file ove inserire i dati catastali e relativi proprietari, la valutazione della stima in mq e la georeferenziazione dei siti. Nello specifico il supporto prevede: rilevamento da Google Earth delle coordinate geografiche delle coperture potenzialmente contenenti amianto; attribuzione per ogni coordinata geografica del foglio mappale e catastale e del nome del proprietario della copertura; riscontro e verifica dei dati digitali rilevati, attraverso i dati catastali in possesso del Comune o ricevuti tramite Asl; verifica a campo per escludere le coperture già rimosse o quelle non individuate da rilevamento aerofotogrammetrico e relativa preparazione di un archivio fotografico (ove possibile) Controllo dell efficienza degli impianti termici Le Province svolgono, per i Comuni con popolazione inferiore ai abitanti, una importante attività in merito al controllo dell efficienza degli impianti termici nel settore civile, finalizzato al contenimento dei consumi energetici ed all eliminazione dell inquinamento atmosferico (Legge n. 10/91, successivamente più volte modificata e recepita dalla normativa regionale).

9 Per lo svolgimento di questa attività, le Province di Milano e di Monza Brianza si avvalgono del supporto tecnico e logistico di Infoenergia. Infatti, la rete capillare di Sportelli e Spazi Infoenergia aperti al pubblico è in grado di portare l informazione vicino al cittadino ed agli operatori del settore. Gli Spazi e gli Sportelli forniscono gratuitamente informazioni sugli adempimenti normativi della Campagna biennale di dichiarazione, accertamento ed ispezione. Oltre a dare supporto ai manutentori per la gestione delle Dichiarazioni di Avvenuta Manutenzione (DAM) e agli ispettori provinciali per l attività di accertamento documentale. Nello specifico, l attività di Infoenergia prevede: una prima verifica formale sulla rispondenza della compilazione delle DAM alle disposizioni regionali; la vendita dell etichetta provinciale prevista per gli impianti inferiori a 35 kw; un primo esame filtro per evidenziare quegli allegati con pericolosità immediata, quale riflussi di fumi in ambiente interno o perdite di gas, che il manutentore deve trattare in via autonoma ed indipendente segnalandoli al Comune quale Ente direttamente competente sulla sicurezza. In seguito, gli Ispettori incaricati dalla Provincia provvedono all accertamento documentale dei rapporti di controllo tecnico consegnati dalle aziende di manutenzione Progetto Campagna di diagnosi energetica gratuita nei condomini Con questo progetto si vuole informare e sensibilizzare i cittadini residenti in condominio con impianto di riscaldamento centralizzato e gli amministratori condominiali sul tema dell efficienza e del risparmio energetico. Infatti il settore residenziale costituisce il comparto maggiormente energivoro. Il problema, ovviamente, è maggiore per gli edifici meno recenti, dove vi è un potenziale di risparmio energetico molto elevato, in particolare per i condomini con impianto centralizzato, dove mediamente il 40-50% dell energia per riscaldamento viene sprecata a causa di edifici male isolati e impianti obsoleti e sovradimensionati. La diagnosi energetica è lo strumento principe in grado di evidenziare le cause degli sprechi, le criticità del sistema impianto e le sue possibili soluzioni; il primo passo verso l efficienza energetica. Proprio per questo l obiettivo immediato del progetto è quello di realizzare almeno 100 diagnosi energetiche gratuite nei condomini centralizzati segnalati

10 dagli amministratori dei Comuni aderenti per poi presentare in Assemblea Condominiale i dati della diagnosi, accompagnata da un piano di finanziamento in cui il risparmio, unito alle detrazioni fiscali, pagano l intervento consentendo di ottenere il risultato a costo zero. Mentre l obiettivo finale è la realizzazione di interventi di riqualificazione energetica nel settore residenziale, tagliare gli sprechi (40-50% del consumo di gas) e conseguire un risparmio di CO2 sul territorio dei Comuni aderenti. Questa azione si inserisce perfettamente nel quadro delle azioni sul territorio per l attuazione degli impegni presi dalle Amministrazioni aderenti al Patto dei Sindaci InfoCorsi Il progetto Infocorsi ha l'obiettivo di fornire una formazione gratuita e continua al personale tecnico, politico e amministrativo dei Comuni, fornendo input concreti per un approccio completo al tema dell'energia, individuando tematiche di interesse comune al fine di identificare soluzioni per le esigenze di tutti. L obiettivo primario è quello di "mettere in rete" le esperienze e le problematiche che i Comuni si trovano ad affrontare e di condividerle con tutte le Amministrazioni delle Province di Milano e Monza e Brianza, fornendo al tempo stesso gli strumenti e le conoscenze adatte a fronteggiarle, stimolando la diffusione di buone pratiche nell'ottica dell'efficienza energetica. I seminari affrontano svariate tematiche, toccando diversi ambiti del settore energetico quali la riqualificazione energetica degli edifici, l'illuminazione pubblica, la produzione di energia da fonte rinnovabile, mobilità leggera, pianificazione energetica, acquisti verdi (GPP), la sicurezza degli impianti termici civili, ma anche aspetti più strettamente economici quali il ruolo delle E.S.Co Energy Service Company, e le facilitazioni economiche (finanziamenti, incentivi, agevolazioni, bandi) messe a disposizione dallo Stato italiano e dalla Comunità europea Progetti di educazione ambientale Infoenergia ha iniziato a svolgere progetti di educazione ambientale dall anno scolastico coinvolgendo le classi IV delle scuole primarie del territorio delle Province di Milano e Monza Brianza. Da subito i progetti hanno riscosso un grande successo sia per la

11 modalità degli incontri, sia per i contenuti trattati, i quali sono sempre stati attinenti e in linea con quanto previsto dal programma scolastico. La modalità di proporre tramite un attività ludica i concetti legati al risparmio energetico e all uso delle fonti rinnovabili ha permesso di trasmettere ai bambini i concetti in modo semplice e divertente. Per i Comuni che hanno aderito all iniziativa europea Patto dei Sindaci e hanno redatto il PAES Piano d Azione per l Energia Sostenibile, tali progetti possono rappresentare la concreta attuazione di azioni di sensibilizzazione per la promozione dell efficienza. L offerta formativa si è ampliata a partire dall a.s raggiungendo anche le scuole secondarie di primo grado, tramite 3 progetti legati all energia, ed uno indirizzato al concetto di mobilità sostenibile e alla sua applicazione negli spostamenti quotidiani. Nello specifico i progetti sono stati: Raccontami l energia - Scuola primaria. Il progetto prevede la consegna ad ogni classe aderente di un gioco, realizzato in collaborazione con lo IED (Istituto Europeo di Design) che, partendo dal racconto di un personaggio fantastico, legato al tema del consumo consapevole, permette ai bambini di scoprire le fonti rinnovabili e di costruire una casa efficiente, all'interno del quale trovano posto le diverse tecnologie legate al risparmio energetico. Scopo del gioco è infatti proprio quello di realizzare la casa e dotarla di tutte le più efficienti tecnologie, rispondendo a semplici quesiti e seguendo le indicazioni degli esperti che guideranno la costruzione tramite una narrazione. Attraverso il gioco i bambini potranno scoprire in modo semplice e divertente il mondo dell'energia e le sue applicazioni quotidiane. A scuola in classe A - Scuola secondaria. Il progetto ha lo scopo di sensibilizzare, responsabilizzare ed informare i ragazzi circa le tematiche dell efficienza energetica e delle fonti rinnovabili, trasferendo nozioni base sulle tecnologie, sugli interventi e sui comportamenti quotidiani volti al risparmio energetico. Nello specifico, il progetto si sviluppa attraverso attività legate all analisi energetica del sistema edificio/impianto della propria scuola. L obiettivo finale è quello di produrre un elaborato che riporti le criticità riscontrate, dando agli alunni gli strumenti per poter individuare possibili interventi migliorativi (per esempio, sostituzione di vecchie

12 lampadine o utilizzo di prese multiple con interruttore), evidenziando comportamenti energeticamente virtuosi e stimando anche il risparmio ottenibile attraverso semplici calcoli. Pedalando verso il Scuola secondaria. Il progetto mira ad uno sviluppo progressivo di conoscenze e competenze da parte dei ragazzi per l avvio di percorsi partecipati di pianificazione territoriale volti al raggiungimento degli obiettivi comunitari di abbattimento delle emissioni e dei consumi (obiettivo ). Sensibilizzare i ragazzi all adozione quotidiana di modalità di spostamento meno impattanti sull ambiente e sulla salute attraverso la presa di coscienza degli effetti che le proprie abitudini di spostamento hanno sulla qualità dell ambiente urbano. Più specificamente, il percorso educativo sensibilizzerà i ragazzi verso l uso della bicicletta attraverso contenuti legati ai temi della socialità, dell osservazione della natura e del territorio circostante, della salute e dell educazione civica partecipata. La modalità operativa per tutti i nostri progetti educativi prevede di consegnare oltre ai giochi didattici previsti per le classi primarie, anche delle guide sul risparmio energetico con riferimenti tecnico/normativi. La guida è indirizza non solo agli studenti ma anche alle loro famiglie, così da raggiungere un numero sempre crescente di cittadini. Inoltre, sono previsti 2 incontri per ogni classe, col fine di poter riprendere i concetti esposti lasciando grande spazio alle prove pratiche ed agli esperimenti legati alle tecnologie e ai materiali. I progetti in molti casi hanno incluso anche uscite sul territorio (visite a centrali termoelettriche, teleriscaldamento, impianti fotovoltaici, edifici in Classe A). Piedibus - Scuola primaria. Infoenergia ha collaborato in diversi Comuni per l attuazione di un altro importante progetto scolastico come il Piedibus. In diversi casi abbiamo collaborato con gli uffici competenti nella predisposizione dei questionari da dare alle famiglie e allo studio delle linee dei percorsi. Infine abbiamo preparato gli attestati di partecipazione ove si riportavano i kg di CO2 evitata, ricavati tramite una stima dei tragitti e delle frequenze degli studenti che si sono recati a scuola tramite questo bus-ecologico.

13 3. I nostri numeri PAES Attività Provincia Milano Provincia Monza Brianza Totale Redazione PAES monitoraggio PAES Popolazione PAES Contributo Fondazione Cariplo riduzione CO2 pro-capite media CO2 evitata prevista in tonnellate ,73% 25,30% 25,65% Linee Guida Regolamenti energetici 2014 Comuni Provincia di Milano 134 Comuni Provincia di Monza Brianza 55 3 corsi di formazione - n. 70 partecipanti da 30 Comuni Processo condiviso con Regione Lombardia Politecnico di Milano ASL ANIT Ordini professionali Ingegneri e Architetti Verifica relazioni tecniche Legge n. 10/91 Corsi di formazione 2 Partecipanti 80 Comuni 45 Incontri formativi in altrettante sedi comunali 9

14 Incarichi specifici 3 Pratiche edilizie verificate 50 Illuminazione pubblica Attività Comuni Consulenza 45 Assistenza per accordo ponte 11 Rilievo e valorizzazione impianti Enel 6 Procedura riscatto 6 Elaborazione progetto e bando di gara 7 Supporto per partecipazione bando Cariplo 13 Aderenti al progetto Illumina 4 Gare in corso 4 N punti luce Investimento, riqualificazione, messa a norma e energy saving Ammontare complessivo appalto Risparmio energetico 50% Risparmio energetico /anno Risparmio manutentivo annuo TCO2/anno evitate Progetto Amianto Comuni Provincia di Milano 5 Comuni Provincia di Monza 9 Coperture rilevate Coperture rilevate in metri quadri Campagna controllo impianti termici dati anno 2013 Provincia di Milano Etichette vendute DAM controllate

15 DAM non conformi Bonifiche Provincia di Monza Etichette vendute DAM controllate DAM non conformi Bonifiche 831 Diagnosi energetiche patrimonio immobiliare Provincia di Milano Diagnosi energetiche 160 Edifici scolastici e altri immobili 130 Campagna diagnosi energetiche gratuite nei condomini Comuni Provincia di Milano aderenti 45 Amministratori condominiali coinvolti 229 Eventi per la cittadinanza 7 Diagnosi energetiche richieste 211 Assemblee condominiali partecipate 90 Diagnosi gratuite eseguite 90 Interventi realizzati 10 Risparmio economico medio garantito 30% Risparmio economico medio annuo Risparmio energetico medio 26,7% Emissioni inquinanti risparmiate 230 ton CO2 Infocorsi ( ) Infocorsi 21 Partecipanti 311 Comuni 104

16 Educazione ambientale Anno scolastico Alunni Comuni Scuole Classi adere aderenti aderenti aderenti nti Scuola primaria Scuola primaria Scuola primaria Scuola primaria Scuola secondaria di I Eventi Eventi organizzati 60 Tipologia Festival dell'ambiente, giornate dell'energia, convegni, workshop tecnici, incontri formativi Target Cittadini, personale pubblica amministrazione, tecnici, professionisti, certificatori energetici Persone raggiunte

17 CONTATTI Infoenergia Rete di Sportelli per l energia e l ambiente Scarl Corso di Porta Vittoria, Milano Dott. Giuseppe Bono Amministratore Unico tel: cell: Dott.ssa Caterina Magnani Responsabile Amministrazione tel: Staff Tecnico Infoenergia tel:

18 Abbiategrasso Agrate Brianza Aicurzio Arcore Arluno Bareggio Bellusco Bernareggio Boffalora sopra Ticino Busto Garolfo Cambiago Canegrate Caponago Carugate Cassano d Adda Cassina de Pecchi Cassinetta di Lugagnano Cernusco sul Naviglio Cerro al Lambro Cesano Boscone Colturano Corbetta Cormano Corsico Cuggiono Desio Garbagnate Milanese Grezzago Limbiate Locate di Triulzi Mediglia Melegnano Melzo Mezzago Misinto Motta Visconti Nerviano Opera Ornago Ossona Peschiera Borromeo Pessano con Bornago Pieve Emanuele Pioltello Pozzo d Adda Rescaldina Robecchetto con Induno Ronco Briantino Rozzano San Donato Milanese San Giuliano Milanese Segrate Senago Settala Sulbiate Trezzano Rosa Trezzano sul Naviglio Trezzo sull Adda Usmate Velate Vanzaghello Vaprio d Adda Villa Cortese Villasanta Vimercate Vizzolo Predabissi Basiano e Masate

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Cave 2020 Sustainable Energy Action Plan

Cave 2020 Sustainable Energy Action Plan Cave 2020 Sustainable Energy Action Plan Piano d azione per l energia sostenibile (immagine di copertina) Bozza in consultazione 1 Documento approvato con Delibera del Consiglio Comunale n del /12/2012.

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

Segni 2020 Sustainable Energy Action Plan

Segni 2020 Sustainable Energy Action Plan Segni 2020 Sustainable Energy Action Plan Piano d azione per l energia sostenibile (immagine di copertina) Bozza 1 Documento approvato con Delibera del Consiglio Comunale n del del : /12/2012. Il documento

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Efficienza Capitale 1

Efficienza Capitale 1 Efficienza Capitale 1 Efficienza energetica, abbattimento Co2, risparmio e investimenti, controllo social PREMESSA Gli edifici pubblici devono essere i luoghi dove curare il nostro presente. Le scuole

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Verbale tavolo energia/pmi - 19 marzo 2007 Sala Consigliare A cura di: Andrea

Dettagli

Prot. n. 5140. L'Assemblea legislativa

Prot. n. 5140. L'Assemblea legislativa Progr. n. 156 Oggetto n. 3124: Approvazione atto di indirizzo e coordinamento sui requisiti di rendimento energetico e sulle procedure di certificazione energetica degli edifici. (Proposta della Giunta

Dettagli

Porta uno SMILE nella tua città

Porta uno SMILE nella tua città Co-Finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale MED SMart green Innovative urban Logistics for Energy efficient Newsletter 3 Siamo lieti di presentare la terza newsletter del progetto SMILE SMILE

Dettagli

Provincia di Belluno Attività in materia energetica

Provincia di Belluno Attività in materia energetica Provincia di Belluno Attività in materia energetica - Piano Energetico Ambientale Provinciale - Contributo Energia su PAT/PATI - Progetti europei arch. Paola Agostini Servizio pianificazione e gestione

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014 AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager Novembre 2014 AZZEROCO 2 AzzeroCO 2 è una società di consulenza energetico-ambientale creata da Legambiente, Kyoto

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica Descrizione della pratica 1. Identificazione Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica ISIS A. GRAMSCI-J.M. KEYNES Nome della pratica/progetto Consumare meno per consumare tutti Persona referente

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Federesco Le Energy Service Company La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Seminario Strumenti, opportunità e potenzialità dell efficienza energetica a supporto del sistema locale

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO. Assessorato Ecologia e Ambiente

I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO. Assessorato Ecologia e Ambiente punt energia I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO Assessorato Ecologia e Ambiente I nuovi regolamenti edilizi comunali Progetto a cura

Dettagli

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 presentazione FPA PROGETTI SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 1 1. DATI SOCIETÀ FPA PROGETTI SRL SEDE IN MILANO VIA PALMANOVA 24 20132 TEL.02/2360126 02/26681716

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

ACCENDIAMO IL RISPARMIO

ACCENDIAMO IL RISPARMIO ACCENDIAMO IL RISPARMIO PUBBLICA ILLUMINAZIONE PER LA SMART CITY Ing. Paolo Di Lecce Tesoriere AIDI Amministratore Delegato Reverberi Enetec srl LA MISSION DI REVERBERI Reverberi Enetec è una trentennale

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA

HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA Prot. Generale n. 19033 del 23.10.2012 Primo livello di help desk HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA Qui di seguito si riportano alcune delle più frequenti domande con le relative risposte.

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Risorse e strumenti per l efficienza energetica nel settore marittimo

Risorse e strumenti per l efficienza energetica nel settore marittimo Risorse e strumenti per l efficienza energetica nel settore marittimo Enrico Biele, FIRE Green shipping summit 2014 26 giugno 2014, Napoli Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Parc Hotel Villa Immacolata

Parc Hotel Villa Immacolata SEMINARIO di presentazione del corso: USO EFFICIENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE: L AZIENDA E L ENERGY MANAGEMENT Pescara, 13 Marzo 2009 Segreteria organizzativa Centro Congressi Strada Comunale San Silvestro,

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI

TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI AVVERTENZA Nella tabella viene usato il termine per fare riferimento ai partecipanti al condominio, mentre viene usato il termine per far riferimento ai partecipanti

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

Strutture a disposizione delle Parrocchie

Strutture a disposizione delle Parrocchie ARCIDIOCESI DI MILANO Ufficio Amministrativo Diocesano Strutture a disposizione delle Parrocchie MANUTENZIONE PROGRAMMATA DEGLI IMMOBILI: FASCICOLO TECNICO DEL FABBRICATO E PIANO DI MANUTENZIONE 1 Don

Dettagli

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio Urbanistica AGIBILITA' n del L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt...

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Buone prassi di conservazione del patrimonio BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando con scadenza 9 aprile 2015 Buone prassi di conservazione del

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

20 novembre 2013. Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione

20 novembre 2013. Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione 20 novembre 2013 Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione PRINCIPALI INTERVENTI SU GOMMA PREVISTI NELLA REGIONE URBANA MILANESE La rete in gestione:

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

4 - Dati generali e climatici

4 - Dati generali e climatici 4 - Dati generali e climatici 88 Sommario 4.1 Dati catasto energetico... 91 4.1.1 Edificio... 91 4.1.2 Proprietario e responsabile dell impianto... 92 4.2 Dati generali... 96 4.2.1 Richiesta... 96 4.2.2

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Innocenzo Mastronardi, Ingegnere Civile, professionista antincendio, PhD student in S.O.L.I.P.P. XXVI Ciclo Politecnico di Bari INTRODUZIONE Con l

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Il bando relativo all iniziativa URSA AWARD: Best project for a better tomorrow si modifica e integra come segue: 1) la partecipazione viene prorogata fino

Dettagli

Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale

Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale La Settimana dell Educazione all Energia Sostenibile Dal 6 al 12 novembre si è celebrata la Settimana Nazionale dell Educazione all Energia Sostenibile,

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n. 192: "Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia"

DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n. 192: Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n. 192: "Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia" coordinato con il D.Lgs. 311/2006, con il D.M. 26/6/09, con la L. 99/2009

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

Art.5 Piani regionali.

Art.5 Piani regionali. Norme per l attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia (legge 9/1/1991 n 10) TITOLO I Norme

Dettagli

ESAME ABBINATO DELLE P. L. N. 33/9^ - 62/9^ E 87/9^ TESTO PROPOSTO DAL RELATORE ON. A. DATTOLO

ESAME ABBINATO DELLE P. L. N. 33/9^ - 62/9^ E 87/9^ TESTO PROPOSTO DAL RELATORE ON. A. DATTOLO CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA IV COMMISSIONE ASSETTO E UTILIZZAZIONE DEL TERRITORIO - PROTEZIONE DELL AMBIENTE ESAME ABBINATO DELLE P. L. N. 33/9^ - 62/9^ E 87/9^ TESTO PROPOSTO DAL RELATORE ON. A.

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

ELETTRO ICA-TELECOMU ICAZIO I PROGETTO ELIOS

ELETTRO ICA-TELECOMU ICAZIO I PROGETTO ELIOS Istituto d Istruzione Superiore Statale Enrico Mattei Via Martiri di Cefalonia 46-20097 San Donato Milanese Tel. 0255691411 - Fax 025276676 itisando@tin.it www.itismattei.it ELETTRO ICA-TELECOMU ICAZIO

Dettagli

Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate

Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate Corso Programmare e progettare la biblioteca pubblica Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate Angelo Marchesi con la collaborazione di Alessandro Agustoni e Giulia Villa Il contesto Vimercate

Dettagli