CRIT S.R.L VIGNOLA (MO)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CRIT S.R.L. 11-10-2002 233 41058 VIGNOLA (MO)"

Transcript

1 Innovazioni tecniche e trend nel controllo del movimento Dott. Ing. Marco Venturini, Dir. Tecnico Phase Motion Control Phase Motion Control S.r.l. via Adamoli, Genova, Italy http: Vignola, Seminario organizzato da CRIT S.R.L. Centro di Ricerca Innovazione Tecnologica Via Caselline, VIGNOLA (MO) Tel. +39/059/ Fax. +39/059/776881

2 Limiti delle attuali tecnologie I motori brushless dell ultima generazione e i relativi azionamenti generalmente limitano le prestazioni dinamiche del sistema I guadagni d anello ottenibili e le relative precisioni e rigidezze sono limitate dalla catena cinematica Nessun algoritmo puo controllare un sistema marcatamente non lineare (gioco!) (o attrito di primo distacco!!!!) (che sono la stessa cosa) Ogni elasticita si combina con le inerzie del carico per dare origine ad una risonanza I sistemi di controllo non possono superare le frequenze di risonanza del sistema

3 I sistemi multiassi: verso i 100 assi/macchina Ogni motore ha un collegamento di potenza ed un sensore, normalmente analogico Tutti i cavi fanno capo ad un azionamento nel quadro, generalmente monoasse Nelle M.U. la coordinazione viene effettuata a livello CN, le altre macchine operatrici... La gestione del sistema e generalmente affidata ad una scheda real time in ambiente pc industriale Non e ancora definito uno standard per controlli di sistemi veramente multiassi e per le relative comunicazioni Se si ipotizza di centralizzare gli anelli su PC e usare azionamenti stupidi, la banda delle comunicazioni sensori - PC - azionamenti diventa altissima

4 Cosa occorrera per macchina a 100 assi? Troppi cavi analogici: encoder digitali con targhetta elettronica e auto programmazione Comando assi su field bus, multi drop: ma quale? Profibus no, perche tanto vale accettare un monopolio (costoso) Canopen 422? Perche no? Forse troppo lento? Dipende.. Ridurre le esigenze di velocita di trasferimento dati: chiudendo l anello di spazio il piu vicino al motore e al sensore possibile, le traiettorie possono essere trasmesse su un bus lento Se poi si riesce ad integrare l elettronica di azionamento con chiusura di anello di spazio nel motore, un singolo filo puo comandare molti assi ed il quadro si svuota

5 Cablaggio e compatibilita EMC Ogni azionamento genera disturbo EMC che viaggia sui cavi motore e alimentazione I sistemi multiassi devono scambiare energia tra di loro e quindi le alimentazioni devono essere accomunate Piu e elevato il numero degli assi piu la emissivita e suscettivita del sistema diverra imprevedibile E indispensabile prevedere una riduzione del disturbo a livello asse individuale

6 Il controllo del sistema multiassi richiede un interfaccia di programmazione che affronti il problema delle coordinazioni e dei transitori in modo nativo Avviamento sincronizzato Controllo di registro per singoli assi o gruppi Fermate locali per sottogruppi su attesa od emergenza Gestione degli allarmi minimizzando l impatto sul processo La prossima generazione di assi non avrà più un pannello di controllo sull asse ma un pannello su bus pensato per n unità

7 Ma un albero di trasmissione è sempre più sicuro... Non necessariamente: se i sistemi pluriassi sono studiati prevedendo la caduta rete gli azionamenti devono e possono scambiarsi le energie cinetiche La logica di controllo deve estrarre l energia dagli assi più inerziali per sostenere quelli senza inerzia Esattamente come un albero meccanico! La diffusione degli encoder assoluti multigiri elimina i cicli di zero

8 Azionamento diretto: si può già fare? Se il servomotore usa encoder sincos e azionamento adeguato, non esiste un problema di bassa velocità Il riduttore offre coppia e rigidezza e costa denaro, affidabilità e prestazioni (gioco ed elasticità) I motori sono dimensionati dalla coppia, e spesso un motore più grosso con avvolgimento bassi giri costa meno dell assieme motoreriduttore La taglia dell azionamento non cambia a seconda dell esistenza o meno del riduttore La rigidezza si ottiene dall elettronica assieme a MOLTA più precisione, se la meccanica è a posto, altrimenti, non funziona E quindi, in generale, ogni riduttore epicicloidale con rapporto < = 1:5 è sempre sbagliato. Oltre, dipende

9 Motori lineari: quali applicazioni? Il motore lineare elimina la trasmissione meccanica possibilità di banda passante piu alta, guadagni piu elevati, settling time più breve nessun limite di velocità eliminazione di cicli limite e giochi meccanici nessuna manutenzione Ma se non c e più una trasmissione... Forza limitata nessuna inerzia: la precisione e la rigidezza devono nascere dal servocontrollo il sensore deve essere sul pezzo e non può più essere nascosto nel motore

10 Le applicazioni corrette e quelle inadatte Applicazioni in cui il carico e inerziale, il tempo di ciclo e importante, la corsa e lunga ottengono il massimo beneficio carico e scarico, trasporto, posizionamento indexing, packaging robot di montaggio taglio tessuti, carta, laser La dove gli sforzi richiesti sono elevati e continuativi, e la banda passante non e limitata dalla meccanica (e quindi non puo essere migliorata), il motore lineare può essere solo una moda..costosa

11 Applicazione: Il motore lineare e un pezzo della macchina operatrice La progettazione deve essere ottimizzata per banda passante La macchina deve essere pensata con il motore non solo grandi masse! Alto rapporto rigidezza/massa ridurre le masse distribuendo il motore nella macchina L attrazione magnetica può essere usata per precaricare i cuscinetti La scelta del corretto sensore lineare e fondamentale la precisione (e il costo) sono determinati dal sensore la rigidezza dalla risoluzione del sensore (che deve essere assai superiore alla precisione richiesta)

12 Quali applicazioni falliscono? Se la macchina trova il suo limite in risonanze meccaniche o insufficiente rigidezza, il motore non fornirà alcun miglioramento Se il controllo non e sufficientemente veloce, esso costituirà il limite del sistema e la macchina non avrà le prestazioni desiderate Se la rigidezza richiesta e elevata e la banda di controllo e limitata, il riduttore e l unica soluzione Se la precisione offerta dal sensore lineare e inutile e costosa... Se i vantaggi (tempi di ciclo!) non si traducono in valore per il Cliente...

13 Il prodotto Phase Motion Control Motori Wave: un nuovo tipo di lineari brushless PM sinusoidali, terre rare, raffreddati a sola conduzione per applicazioni di posizionamento Spinte 400, 800, 1600, 2500, 5000 N pk per modulo Realizzazione automatizzata con avvolgimento innovativo a basse perdite Fornibili anche curvi (Wave-C) per moto angolare o rotatorio su grandi raggi (> 500mm) Potenza dissipata: Wave 40: uguale ad un motore convenzionale 5 Nm (il motore che verrebbe utilizzato in analoga applicazione con trasmissione)

14 La transizione competitiva: un posizionatore Asse X cartesiano l=2000 mm, massa utile 50 kg, cremagliera o lineare? Costo motore 5 Nm = 100 Costo riduttore epi = 150 Costo encoder nel motore =30 Costo pignone e cremagliera=120 Allineamenti, registrazioni, montaggi=100 Risultato: 2 m/sec, 1g, settling time ~ 100 msec, precisione ~0.1 mm Costo totale = 500 Costo motore 400/1000 N = 300 Costo strip encoder magnetico = 50 Allineamenti, registrazioni, montaggi = 50 Risultato: 4 m/sec, 2g, settling time=20 msec, precisione 0.02 mm Costo totale = 400 Ma nel 2002 il costo dei motori lineari scendera ancora del 30%..

15 Forma meccanica - la semplicità Rotaia magnetica: spezzoni 200 e 400 mm da montare in sequenza senza particolari prescrizioni, tolleranza di posizione ~0.2 mm Statori: moduli parallelabili Piu statori indipendenti possono correre sulla stessa rotaia magnetica Traferro 0.9 mm+/-0.15 Azionamento: Ax-V standard, completo di interpolatore interno x 4096 encoder lineari sinusoidali 1 v pk-pk; consente di utilizzare righe ottiche o magnetiche a basso costo con passo *1 mm Ax-V contiene anche posizionatore e PLC

16 Il motore Wave - una innovativa struttura interna

17 Dimensioni meccaniche

18 Wave e Wave-C

19 Il motore lineare può essere flessibile. Wave-C azionamenti diretti 1m-16 m diametro

20 Applicazioni in presa diretta: nessun limite...

21 Sintesi: la gamma Wave Motori lineari semplici per posizionamento Carico utile da 2 a 200 kg, 6 m/sec, 6g Non raffreddati (convezione/conduzione) Compatibili con tutti gli azionamenti (AXV, AXM) Carico/scarico, cucitura, taglio tessuti, lavorazione legno, plotter laser, cesoie volanti ecc... Traferro 0.9 mm, tolleranze di montaggio 0.3 mm Compete con vantaggio con viti e cremagliere a prestazioni moltiplicate

22 I motori ad avvolgimento epiciclico Come superare il limite coppia/dimensioni oggi raggiunto dai brushless terre rare? Motore convenzionale: bobine su più cave, avvolgimento inserito in cava (in disordine) testate che si intrecciano Motore epiciclico: Ogni dente una bobina che lo abbraccia, teste cortissime, avvolgimento potenzialmente stratificato (se si è capaci!)

23 I motori ad avvolgimento epiciclico Risultato: con lo stesso volume attivo si ha un motore circa 40% più corto (le testate si accorciano) Se è stratificato, si ha il 40% in meno di perdite e quindi il 20% di coppia termica in più (NON DI PICCO!) Ma bisogna saperlo fare...

24 Tecnologie esistenti Denti individuali, microstampati e saldati a laser Avvolgimento stratificato sul dente I denti avvolti vengono riuniti e risaldati Tutti i collegamenti effettuati a valle Alto costo di attrezzaggio, processo complesso. Cogging significativo. Numero di denti ridotto Tubo stellato (cava aperta all esterno) fatto di lamierini tranciati e incollati Avvolgimento tipo motore cc, già collegato ma non stratificato L avvolgimento viene reinserito in un secondo tubo di lamierini Alto costo di attrezzaggio, processo complesso. Cogging minimo. Coppia più bassa dovuta all avvolgimento non compatto e al flusso disperso al traferro Statore convenzionale, a cava aperta, bobine inserite dall apertura cava Complessa operazione manuale Riempimento cava ridotto Usato nei motori coppia di grande diametro. Cogging significativo

25 Vantaggi e svantaggi Vantaggi: Motori molto corti adatti alla presa diretta, ottimi per bassi giri Polarità elevate (da 8 a centinaia di poli) funzionamento limitato alle basse velocità Forma simile al motore idraulico Alto rendimento, ottimo per raffreddamento ad aria Integrabile con il drive restando nella taglia di un motore standard! Svantaggi: Meno lineare di un motore convenzionale Cogging superiore Alta frequenza ed alte perdite nel ferro Forma lunga e sottile (per carichi a bassissima inerzia) poco producibile e poco vantaggiosa Inadatto al raffreddamento ad acqua

26 I motori coppia per applicazioni in presa diretta In tecnologia brushless PM, elevata polarita avvolgimenti bassi giri, consentono le piu alte prestazioni se integrati all interno della macchina operatrice Da 10 a 5000 Nm in forma cilindrica da 85 a 570 mm diametro fino a 16 m, 2 MNm a segmenti

27 Forma costruttiva Statori: Anello sottile, spoletta rettificata per raffreddamento diretto sullo statore Montaggio a caldo (carcassa in Al) o a fissaggio a flangia (preferita per carcassa in acciaio) L incapsulamento, fragile, superato dalla tripla impregnazione Avvolgimento a passo non troppo corto per ottimizzare la linearita e minimizzare il cogging da diametro 85 a 570mm realizzati ad anello, oltre (fino a 16 m) a segmenti Su richiesta forniti in carcassa custom Rotori: Magneti bandati in ottone (bassa velocita e alto smorzamento) o inox (medie velocita ) o fibra di carbonio (>= 100,000 rpm Ampio foro passante (spessore anello mm) Struttura in acciaio customizzata sulle esigenze della macchina per ottenere il massimo di compattezza

28 Macchina utensile: Tavole rotanti e di lavorazione Transfer Azionamento diretto teste biassiali Asse C ad alta dinamica e precisione per rettifica ingranaggi, eccentrici ecc Torni verticali Applicazioni Extra M.U.: Estrusori in presa diretta Attuatori di grande forza con trazione diretta sulla chiocciola Tavole rotanti per asemblaggio e pressatura Trazione diretta del volano su presse a bilancere e molte altre ogni mese...

29 La nuova frontiera: motori PM a potenza costante fino a 1:10 Richiede un attento bilanciamento sull applicazione ed un azionamento adeguato Corrente a vuoto elevata in zona deflussaggio La zona deflussaggio non e molto sovraccaricabile Mtor ( w) MtorS6( w) Mpower ( w) Currentlim( w) 100 Inl( w) 100 Tl( w, 400 volt) Lossfe( w) Losscu( w) Efficiency( w) Loss0load( w) Lossfe( w) + Losscu( w) Tl( w, 400 volt) Inl( w) 100 No trace load 6 current Maximum current S1 power S6 torque, 60% S1 torque w Currentlim( w) Mpower ( w) w Iron loss MtorS6( w) Copper loss overall efficiency w Mtor ( w) no load loss 6 S1 torque. 10 full load loss 4 S6 torque, 60% S1 power Maximum current No load current trace 6 5 Tipiche curve operative di motore per tornio 37,000 Nm, ginocchio 15 rpm, vmax 250 rpm

30 Evoluzioni future Verso motori coppia di dimensioni elevate: torni verticali, grandi tavole, generatori eolici... Motori sempre piu grandi.. Da Nm (1994) a 37,000 Nm (2002)

31 Worldwide support and distribution network R&D, Company headquarters Manufacturing and support Authorized distributor

32 Leading the innovation in electric force, motion and position control for automation

specialisti nel motion control

specialisti nel motion control specialisti nel motion control Servomotori Rotativi Motori Lineari & Torque Azionamenti Controllori di Movimento Riduttori di velocità Trasduttori Collettori Rotanti/Slip Rings Attuatori Lineari Sistemi

Dettagli

Dal 1980 SERVOTECNICA offre i propri prodotti e servizi nel settore del motion control.

Dal 1980 SERVOTECNICA offre i propri prodotti e servizi nel settore del motion control. Dal 1980 SERVOTECNICA offre i propri prodotti e servizi nel settore del motion control. La fattiva e costante collaborazione con primarie aziende di dimensioni internazionali permette la presentazione

Dettagli

Informazioni tecniche generali sui motori frameless serie TK

Informazioni tecniche generali sui motori frameless serie TK Informazioni tecniche generali sui motori frameless serie TK Rel 2.2 doc MA0012.0 ITA Via Adamoli 461, 16141 Genova Italy Ph: +39 010 83 51 61 Fax: +39 010 420 67 36 e-mail: info@phase.eu http://www.phase.eu

Dettagli

SERVO-ATTUATORE per Chiocciola rotante di viti a ricircolo di sfere serie CHR

SERVO-ATTUATORE per Chiocciola rotante di viti a ricircolo di sfere serie CHR SERVO-TTUTORE per Chiocciola rotante di viti a ricircolo di sfere serie CHR Dimensioni DN e DN 63 Il servo attuatore per Chiocciola di TECHNI TEM è studiato per dare una risposta razionale all azionamento

Dettagli

I motori elettrici più diffusi

I motori elettrici più diffusi I motori elettrici più diffusi Corrente continua Trifase ad induzione Altri Motori: Monofase Rotore avvolto (Collettore) Sincroni AC Servomotori Passo Passo Motore in Corrente Continua Gli avvolgimenti

Dettagli

LE MACCHINE UTENSILI A CONTROLLO NUMERICO

LE MACCHINE UTENSILI A CONTROLLO NUMERICO LE MACCHINE UTENSILI A CONTROLLO NUMERICO Unità 3 PRODUZIONE E MENU VITI A RICIRCOLO DI SFERE TESTA MOTRICE CONTROTESTA CONTROMANDRINO AZIONAMENTO MANDRINO AZIONAMENTO ASSI ELETTROMANDRINI SERVIZI DI MACCHINA

Dettagli

MOTORIDUTTORE K 911 CARATTERISTICHE GENERALI

MOTORIDUTTORE K 911 CARATTERISTICHE GENERALI Cat Kenta ITAOK 9-03-00 :39 Pagina MOTORIDUTTORE K 911 CARATTERISTICHE GENERALI Nell ampia gamma dei motoriduttori K 911 sono presenti versioni con motori in corrente alternata (AC) a poli spezzati e in

Dettagli

Motori Lineari Industriali

Motori Lineari Industriali Motori Lineari Industriali Sistema puramente elettrico Liberamente posizionabili lungo l intera corsa Per posizionamenti precisi e rapidi Motori lineari tecnologicamente ad alta durata Classe di protezione

Dettagli

Spiegare il controllo di corrente in un motore brushless sinusoidale con l ausilio di uno schema a blocchi.

Spiegare il controllo di corrente in un motore brushless sinusoidale con l ausilio di uno schema a blocchi. Spiegare il controllo di corrente in un motore brushless sinusoidale con l ausilio di uno schema a blocchi. Il motore brushless (senza spazzole) è costituito da un rotore, su cui sono alloggiati i magneti

Dettagli

SISTEMA DI ATTUAZIONE DEI GIUNTI

SISTEMA DI ATTUAZIONE DEI GIUNTI SISTEMA DI ATTUAZIONE DEI GIUNTI Organi di trasmissione Moto dei giunti basse velocità elevate coppie Ruote dentate variano l asse di rotazione e/o traslano il punto di applicazione denti a sezione larga

Dettagli

6 Cenni sulla dinamica dei motori in corrente continua

6 Cenni sulla dinamica dei motori in corrente continua 6 Cenni sulla dinamica dei motori in corrente continua L insieme di equazioni riportato di seguito, costituisce un modello matematico per il motore in corrente continua (CC) che può essere rappresentato

Dettagli

Dimensionamento e scelta di motori brushless e c.c.

Dimensionamento e scelta di motori brushless e c.c. Dimensionamento e scelta di motori brushless e c.c. Ing. Giulio Ripaccioli Obiettivo Scelta di motori, riduttori e encoder necessari per la costruzione della parte meccanica di un robot anolonomo casalingo.

Dettagli

Elettromobilità WITTENSTEIN La pole position degli azionamenti elettrici. efficiente compatto sicuro

Elettromobilità WITTENSTEIN La pole position degli azionamenti elettrici. efficiente compatto sicuro WITTENSTEIN La pole position degli azionamenti elettrici efficiente compatto sicuro 101 Azionamenti perfettamente integrati da un unico partner L elettromobilità va ben oltre il semplice funzionamento

Dettagli

Ecco il «cuore» della macchina utensile. COM È FATTO Vittorio Pesce

Ecco il «cuore» della macchina utensile. COM È FATTO Vittorio Pesce COM È FATTO Vittorio Pesce SCOPRIAMO IN CHE MODO VENGONO PROGETTATI E COSTRUITI GLI ELETTROMANDRINI D ALTA QUALITÀ DELLA OMLAT, UN IMPRESA ITALIANA DI CARATURA INTERNAZIONALE. Ecco il «cuore» della macchina

Dettagli

STAR Unità viti a sfere con motore ad albero cavo Sistema di azionamento MHS 40. RI 83 315/2001-01 Rev.2. Linear Motion and Assembly Technologies

STAR Unità viti a sfere con motore ad albero cavo Sistema di azionamento MHS 40. RI 83 315/2001-01 Rev.2. Linear Motion and Assembly Technologies STAR Unità viti a sfere con motore ad albero cavo Sistema di azionamento MHS 40 RI 83 315/2001-01 Rev.2 Linear Motion and Assembly Technologies STAR Unità viti a sfere Sistema di azionamento MHS 40 L'

Dettagli

Vengono detti attuatori i dispositivi in grado di agire sull ambiente esterno comandati da segnali elettrici.

Vengono detti attuatori i dispositivi in grado di agire sull ambiente esterno comandati da segnali elettrici. GLI ATTUATORI Vengono detti attuatori i dispositivi in grado di agire sull ambiente esterno comandati da segnali elettrici. La casistica è assai vasta ; sono comuni i semplici azionamenti magnetici (elettromagneti

Dettagli

N 1 telaio in acciaio di sostegno gruppi completo di forature per l ancoraggio a pavimento;

N 1 telaio in acciaio di sostegno gruppi completo di forature per l ancoraggio a pavimento; Caratteristiche tecniche relative a N 2 gruppi Turbina Elica Generatore Asincrono Trifase non regolante, Quadro Elettrico di automazione/parallelo gruppi. Dati di Impianto: Q max = 0,64 mc/s Hlordo=9,35

Dettagli

A RUOTA LIBERA 2 ELETTRIFICAZIONE 1 2003. Mario Maggi (*)

A RUOTA LIBERA 2 ELETTRIFICAZIONE 1 2003. Mario Maggi (*) 2 ELETTRIFICAZIONE 1 A RUOTA LIBERA Mario Maggi (*) La notevole riduzione della resistenza aerodinamica e dell attrito meccanico ha permesso la realizzazione di particolari accumulatori energetici, rotanti

Dettagli

FRESATRICE A BANCO FISSO FMC 4 ASSI (TRE ASSI LINEARI E TAVOLA ROTANTE)

FRESATRICE A BANCO FISSO FMC 4 ASSI (TRE ASSI LINEARI E TAVOLA ROTANTE) 1 FRESATRICE A BANCO FISSO FMC 4 ASSI (TRE ASSI LINEARI E TAVOLA ROTANTE) CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE STRUTTURA DELLA MACCHINA La struttura, realizzata completamente in fusione di ghisa perlitica stabilizzata,

Dettagli

TECHNICALINFO. Il gruppo motore LEITNER

TECHNICALINFO. Il gruppo motore LEITNER TECHNICALINFO Il gruppo motore LEITNER Il gruppo motore LEITNER Compatto, flessibile, affidabile Il presupposto per un utilizzo in sicurezza di un impianto a fune è sicuramente un gruppo argano affidabile

Dettagli

Progettazione funzionale di sistemi meccanici e meccatronici.

Progettazione funzionale di sistemi meccanici e meccatronici. Progettazione funzionale di sistemi meccanici e meccatronici. Progetto d anno: Laser 2dof A.A. 2010/2011 Progettazione Funzionale di Sistemi Meccanici e Meccatronici Taglio laser a due gradi di libertà

Dettagli

Progetto gruppo trazione carrello per gru a cavalletto

Progetto gruppo trazione carrello per gru a cavalletto Premessa Progetto gruppo trazione carrello per gru a cavalletto 1 La gru a cavalletto si caratterizza per la presenza di un proprio sostegno che le permette di essere installata in ambienti esterni senza

Dettagli

TRASMISSIONE MECCANICA In un azionamento elettrico un motore aziona un carico meccanico.

TRASMISSIONE MECCANICA In un azionamento elettrico un motore aziona un carico meccanico. Trasmissione meccanica rof. apuzzimati Mario - ITIS Magistri umacini - omo TASMISSIONE MEANIA In un azionamento elettrico un motore aziona un carico meccanico. apita molto spesso che il carico meccanico

Dettagli

Silenziosi Precisi Potenti. Riduttori a coppia conica Eccellenti prestazioni a bassi rapporti

Silenziosi Precisi Potenti. Riduttori a coppia conica Eccellenti prestazioni a bassi rapporti Silenziosi Precisi Potenti SC /SPC /TPC Riduttori a coppia conica Eccellenti prestazioni a bassi rapporti Eccellenti prestazioni a bassi rapporti La vostra soluzione high-end per rapporti di riduzione

Dettagli

Motori Coppia serie TK Manuale di montaggio e installazione

Motori Coppia serie TK Manuale di montaggio e installazione Motori Coppia serie TK Manuale di montaggio e installazione Rel 2.4 doc MA0012.4 ITA Phase Motion Control Via Adamoli 461, 16141 Genova Italy Ph: +39 010 83 51 61 Fax: +39 010 420 67 36 e-mail: info@phase.eu

Dettagli

Motori brushless. Alimentando il motore e pilotando opportunamente le correnti I in modo che siano come nella figura 2 si nota come

Motori brushless. Alimentando il motore e pilotando opportunamente le correnti I in modo che siano come nella figura 2 si nota come 49 Motori brushless 1. Generalità I motori brushless sono idealmente derivati dai motori in DC con il proposito di eliminare il collettore a lamelle e quindi le spazzole. Esistono due tipi di motore brushless:

Dettagli

Azionamenti Elettrici Parte 2 Tipologie dei motori e relativi azionamenti: Motori asincroni Motori e Riluttanza Variabile

Azionamenti Elettrici Parte 2 Tipologie dei motori e relativi azionamenti: Motori asincroni Motori e Riluttanza Variabile Azionamenti Elettrici Parte 2 Tipologie dei motori e relativi azionamenti: Motori asincroni Motori e Riluttanza Variabile Prof. Alberto Tonielli DEIS - Università di Bologna Tel. 051-6443024 E-mail mail:

Dettagli

Servoazionamento Flessibile - Serie Hi-Drive

Servoazionamento Flessibile - Serie Hi-Drive www.parker-eme.com/hidrive Servoazionamento Flessibile - Serie Breve panoramica Descrizione è una serie di servoamplificatori completamente digitali ad elevate prestazioni per il controllo di motori brushless

Dettagli

Introduzione 2. Serie P20 4. Serie P28 6. Serie P35 8. Serie P39 10. Serie P42 12. Serie P57 14. Serie P60 16. Serie P85 18.

Introduzione 2. Serie P20 4. Serie P28 6. Serie P35 8. Serie P39 10. Serie P42 12. Serie P57 14. Serie P60 16. Serie P85 18. INDICE Introduzione 2 Serie P20 4 Serie P28 6 Serie P35 8 Serie P39 10 Serie P42 12 Serie P57 14 Serie P60 16 Serie P85 18 Serie P110 20 Schemi di connessione 22 Codifica 23 Note 24 Motori Passo Passo

Dettagli

OPENLAB APPLICAZIONI

OPENLAB APPLICAZIONI IL SISTEMA DL 10280 È COSTITUITO DA UN KIT DI COMPONENTI ADATTO PER ASSEMBLARE LE MACCHINE ELETTRICHE ROTANTI, SIA PER CORRENTE CONTINUA CHE PER CORRENTE ALTERNATA. CONSENTE ALLO STUDENTE UNA REALIZZAZIONE

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

Motori Elettrici. Principi fisici. Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione

Motori Elettrici. Principi fisici. Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione Motori Elettrici Principi fisici Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione Legge di Biot-Savart: un conduttore percorso da corrente di intensità

Dettagli

GENERATORI EOLICI (AEROGENERATORI) PARTI PRINCIPALI E CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

GENERATORI EOLICI (AEROGENERATORI) PARTI PRINCIPALI E CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE GENERATORI EOLICI (AEROGENERATORI) PARTI PRINCIPALI E CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE La trasformazione dell energia cinetica posseduta dal vento in energia elettrica richiede macchine complesse e molto sofisticate.

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO IPIA C.A. DALLA CHIESA OMEGNA PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO classi 4 e 5 MANUTENTORI PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO prof. Massimo M. Bonini MACCHINE PER LA GENERAZIONE

Dettagli

Impianti navali B. Parte 5. II semestre 2013. giulio.barabino@unige.it. danilo.tigano@unige.it

Impianti navali B. Parte 5. II semestre 2013. giulio.barabino@unige.it. danilo.tigano@unige.it Impianti navali B Parte 5 II semestre 2013 giulio.barabino@unige.it danilo.tigano@unige.it 1 Motore a induzione (o asincrono) (I) il motore a induzione è una macchina elettrica rotante nella quale il rotore

Dettagli

ATTUATORI ELETTRICI MechForce

ATTUATORI ELETTRICI MechForce Attuatori con viti a ricircolo Quattro taglie: 50-63 - 80-100 50 63 80 100 size Attuatori lineari potenti e precisi ATTUATORI ELETTRICI MechForce Caratteristiche generali CARATTERISTICHE GENERALI Gli attuatori

Dettagli

Impianti navali B. Parte 4. II semestre 2013. giulio.barabino@unige.it. danilo.tigano@unige.it

Impianti navali B. Parte 4. II semestre 2013. giulio.barabino@unige.it. danilo.tigano@unige.it Impianti navali B Parte 4 II semestre 2013 giulio.barabino@unige.it danilo.tigano@unige.it 1 Convertitore CA-CC monofase controllato 2 Convertitore CA-CC trifase controllato 3 Tiristore 4 Convertitore

Dettagli

Guida tecnica N. 7. Il dimensionamento di un azionamento

Guida tecnica N. 7. Il dimensionamento di un azionamento Guida tecnica N. 7 Il dimensionamento di un azionamento 2 Guida tecnica N. 7 - Il dimensionamento di un azionamento Indice 1. Introduzione... 5 2. L azionamento... 6 3. Descrizione generale di una procedura

Dettagli

Servoazionamento Digitale - TWIN-N & SPD-N

Servoazionamento Digitale - TWIN-N & SPD-N Servoazionamento Digitale TWIN-N, SPD-N www.parker.com/eme/it/twinn Servoazionamento Digitale - TWIN-N & SPD-N Breve panoramica Descrizione TWIN-N è una serie di servoamplificatori completamente digitali,

Dettagli

Il motore brushless (1 parte): principi di funzionamento

Il motore brushless (1 parte): principi di funzionamento Il motore brushless (1 parte): principi di funzionamento Lucia FROSINI Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell Informazione Università di Pavia E-mail: lucia@unipv.it Motore sincrono a magneti permanenti

Dettagli

Motore passo passo: Laboratorio di Elettronica 1

Motore passo passo: Laboratorio di Elettronica 1 Motore passo passo: Laboratorio di Elettronica 1 Motore passo passo: Cuscinetto Rotore Cuscinetto Statore Laboratorio di Elettronica 2 Motore passo passo: Statore ( #8 bobine contrapposte a due a due:

Dettagli

LA RAPPRESENTAZIONE TRIDIMENSIONALE E FISICA DELL IDEA. CAD Computer Aided Design

LA RAPPRESENTAZIONE TRIDIMENSIONALE E FISICA DELL IDEA. CAD Computer Aided Design LA RAPPRESENTAZIONE TRIDIMENSIONALE E FISICA DELL IDEA CAD Computer Aided Design Comunemente viene utilizzata la parola CAD per identificare un software per la creazione di modelli tridimensionali o disegni

Dettagli

Sensori induttivi e capacitivi Sensori fotoelettrici a luce rossa visibile e laser Sensori ad ultrasuoni

Sensori induttivi e capacitivi Sensori fotoelettrici a luce rossa visibile e laser Sensori ad ultrasuoni Sensori induttivi e capacitivi Sensori fotoelettrici a luce rossa visibile e laser Sensori ad ultrasuoni SPECIALIZZAZIONI - Miniaturizzazione - Misura in alta precisione - Prodotti certificati per settore

Dettagli

Modello Apiel. Mettifoglio ACRAB-T. Mettifoglio ACRAB-CT/ST. Mettifoglio ACRAB-T. Mettifoglio ACRAB-CT/ST. Mettifoglio MC 3200

Modello Apiel. Mettifoglio ACRAB-T. Mettifoglio ACRAB-CT/ST. Mettifoglio ACRAB-T. Mettifoglio ACRAB-CT/ST. Mettifoglio MC 3200 METTIFOGLIO AUTOMATICI Apiel produce mettifoglio automatici per fogli e pannelli in carta, plastica e metallo. I modelli che proponiamo sono 6 e trovano applicazione nell'alimentazione di plotter da taglio

Dettagli

Energy Efficiency & Green Motion. Nicola Peli Davide Zanforlin

Energy Efficiency & Green Motion. Nicola Peli Davide Zanforlin Energy Efficiency & Green Motion Nicola Peli Davide Zanforlin Perché fare efficienza energetica I dati La richiesta Richiesta energetica nel 2050 Elettricità nel 2030 Source: IEA 2007 vs Emissioni di CO

Dettagli

APPLICAZIONE DI MOTORI LINEARI A MACCHINE TRANSFER A TAVOLA GIREVOLE

APPLICAZIONE DI MOTORI LINEARI A MACCHINE TRANSFER A TAVOLA GIREVOLE APPLICAZIONE DI MOTORI LINEARI A MACCHINE TRANSFER A TAVOLA GIREVOLE A. Zapponi Alpha Progetti S.r.l. Ingegneria per l automazione via Golgi, 5/7 25064 Gussago BS - (Italy) tel. +39 030 3731165; fax +39

Dettagli

INDICE BOBINATRICI BOBINATRICE MATASSATRICE MANUALE COLONNA PORTAROCCHE CON TENDIFILO BOBINATRICE PER MOTORI E TRASFORMATORI

INDICE BOBINATRICI BOBINATRICE MATASSATRICE MANUALE COLONNA PORTAROCCHE CON TENDIFILO BOBINATRICE PER MOTORI E TRASFORMATORI INDICE BOBINATRICI BOBINATRICE MATASSATRICE MANUALE COLONNA PORTAROCCHE CON TENDIFILO BOBINATRICE PER MOTORI E TRASFORMATORI DL 1010B DL 1010D DL 1012Z KIT PER TRASFORMATORI E MOTORI KIT PER IL MONTAGGIO

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

Trasmettitori Data Logger Motori Attuatori Lineari Azionamenti Servosistemi Collettori Rotanti Componentistica PC industriali Interfacce Inverter

Trasmettitori Data Logger Motori Attuatori Lineari Azionamenti Servosistemi Collettori Rotanti Componentistica PC industriali Interfacce Inverter Trasmettitori Data Logger Motori Attuatori Lineari Azionamenti Servosistemi Collettori Rotanti Componentistica PC industriali Interfacce Inverter Vettoriali Trasmettitori e Data Logger Dewpoint sensore

Dettagli

Misuratori laser nell industria siderurgica

Misuratori laser nell industria siderurgica Misuratori laser nell industria siderurgica Marco Capitanio, Alberto Giacomelli Il presente lavoro vuole essere una breve introduzione al sistema di automazione di linee taglio al volo per laminatoi di

Dettagli

ATTUATORI ELETTRICI AVT Caratteristiche generali

ATTUATORI ELETTRICI AVT Caratteristiche generali ATTUATORI ELETTRICI AVT Caratteristiche generali GENERALITA SUGLI ATTUATORI A VITE TRAPEZIA Famiglia di attuatori lineari con vite trapezia e riduttore a vite senza fine mossi da motori asincroni mono/trifase

Dettagli

Azionamenti efficienti. Motore SSP Precisione di velocità e posizione senza sensori e senza magneti

Azionamenti efficienti. Motore SSP Precisione di velocità e posizione senza sensori e senza magneti Azionamenti efficienti Motore SSP Precisione di velocità e posizione senza sensori e senza magneti COMP 02 Benefici La potenza diventa compatta con il motore SSP : si può ottenere fino all 80% in più rispetto

Dettagli

Energia Eolica Parte ottava

Energia Eolica Parte ottava Energia Eolica Parte ottava Generatori elettrici per l energia eolica Corso di ENERGETICA A.A. 2012/2013 Docente: Prof. Renato Ricci Introduzione al generatore La quasi totalità della potenza elettrica

Dettagli

Brushless. Brushless

Brushless. Brushless Motori Motori in in corrente corrente continua continua Brushless Brushless 69 Guida alla scelta di motori a corrente continua Brushless Riduttore 90 Riddutore Coppia massima (Nm)! 0,6,7 30 W 5,5 max.

Dettagli

Motori lineari ironless serie M

Motori lineari ironless serie M Motori lineari ironless serie M Nitek srl Catalogo 2009 Questo catalogo è fornito per familiarizzare con i motori lineari serie M di Nitek. Il catalogo raccoglie le specifiche e i fattori applicativi chiave.

Dettagli

Magazzini automatici serie AW

Magazzini automatici serie AW Magazzini automatici serie AW Una singola installazione può essere costituita da uno o più traslo elevatori. La larghezza della corsia centrale può essere realizzata con due diverse larghezze: la corsia

Dettagli

Centro Vendita Cuscinetti Torino nasce. nel 1973 dalla fusione di ditte individuali. che si uniscono apportando alla nuova

Centro Vendita Cuscinetti Torino nasce. nel 1973 dalla fusione di ditte individuali. che si uniscono apportando alla nuova Centro Vendita Cuscinetti Torino nasce nel 1973 dalla fusione di ditte individuali che si uniscono apportando alla nuova società il frutto della loro esperienza, oggi ultra cinquantennale. Esso si pone,

Dettagli

Attuatori. Conversione del segnale. Attuatore

Attuatori. Conversione del segnale. Attuatore Attuatori Nelle applicazioni di controllo, l acquisizione delle variabili da controllare e l elaborazione delle leggi di controllo è realizzata attraverso controllori (analogici o digitali) che lavorano

Dettagli

Motori Elettrici. Principi fisici. Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione

Motori Elettrici. Principi fisici. Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione Motori Elettrici Principi fisici Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione Legge di Biot-Savart: un conduttore percorso da corrente di intensità

Dettagli

EPS-XPS PROCESSING MACHINES AND PLANTS

EPS-XPS PROCESSING MACHINES AND PLANTS EPS-XPS PROCESSING MACHINES AND PLANTS La srl progetta, costruisce, collauda ed installa impianti e macchine per la lavorazione dell EPS vantando 20 anni di esperienza nel settore. La continua ricerca

Dettagli

Progettazione e realizzazione di un manipolatore elettromeccanico

Progettazione e realizzazione di un manipolatore elettromeccanico Progettazione e realizzazione di un manipolatore elettromeccanico Hermes Giberti Politecnico di Milano u robotica u La progettazione di un sistema automatico richiede una collaborazione sinergica tra le

Dettagli

Alcune nozioni sui motori in corrente continua

Alcune nozioni sui motori in corrente continua Alcune nozioni sui motori in corrente continua Perché scegliere un motore in corrente continua Molte applicazioni necessitano di una coppia di spunto elevata. Il motore in corrente continua, per natura,

Dettagli

VTE-60-FTD. Sirmu è una storica realtà di Rivanazzano

VTE-60-FTD. Sirmu è una storica realtà di Rivanazzano [ CENTRO DI TORNITURA-FRESATURA ] di Andrea Pagani SONO MOLTE LE MACCHINE CAPACI DI ESEGUIRE OPERAZIONI DI TORNITURA E FRESATURA, MA SI TRATTA PREVALENTEMENTE DI COMPROMESSI DELL UNA O DELL ALTRA OPERAZIONE.

Dettagli

Cap. 2 ELEMENTI DI MECCATRONICA

Cap. 2 ELEMENTI DI MECCATRONICA Cap. 2 ELEMENTI DI MECCATRONICA 2.1 La meccatronica 2.2 Componenti di un azionamento elettromeccanico 2.3 Accoppiamento motore-carico 2.4 Regolazione di un azionamento Corso di Meccanica Applicata alle

Dettagli

Stagisti: Bottaini Federico, Konica Francesco Tutor aziendali: Calistri Cesare, Ferri Leonardo Tutor scolastico: Carosella Vincenzo

Stagisti: Bottaini Federico, Konica Francesco Tutor aziendali: Calistri Cesare, Ferri Leonardo Tutor scolastico: Carosella Vincenzo Stagisti: Bottaini Federico, Konica Francesco Tutor aziendali: Calistri Cesare, Ferri Leonardo Tutor scolastico: Carosella Vincenzo 1 Prefazione Lo scopo principale di queste cabine è quello di ottenere

Dettagli

Alcune nozioni sui motori sincroni

Alcune nozioni sui motori sincroni Alcune nozioni sui motori sincroni Perché scegliere un motore sincrono? Per ottenere un certo numero di movimenti in un lasso di tempo ben definito. In questo caso ci si serve del prodotto come base di

Dettagli

Optimised Motion Solutions Cilindro elettrico EPCO e controllore motore CMMO-ST

Optimised Motion Solutions Cilindro elettrico EPCO e controllore motore CMMO-ST Optimised Motion Solutions Cilindro elettrico EPCO e controllore motore CMMO-ST Semplice Caratteristiche principali Semplice 1 unico codice per selezione e configurazione Combinazioni attuatoremotore fisse

Dettagli

v. p. green Energy G3 30KW

v. p. green Energy G3 30KW v. p. green Energy G3 30KW costruzione molto robusta che si adatta a tutti venti manutenzione ridotta triplo freno a disco non necessita di inverter il migliore compromesso qualità/prezzo diametro del

Dettagli

Nuove tecnologie laser p controllo delle macchine u. Il laser Doppler Riga Ottica Laser Nuove inaspettate prestazion

Nuove tecnologie laser p controllo delle macchine u. Il laser Doppler Riga Ottica Laser Nuove inaspettate prestazion Nuove tecnologie laser p controllo delle macchine u Il laser Doppler Riga Ottica Laser Nuove inaspettate prestazion 1. INTRODUZIONE 2. RICHIESTE DEL MERCATO 3. TECNOLOGIA LDS Confronto con gli Interferometri

Dettagli

Fissaggio e giochi dei cuscinetti

Fissaggio e giochi dei cuscinetti Fissaggio e giochi dei cuscinetti Fissaggio dei cuscinetti 9 Fissaggio radiale 9 Fissaggio assiale 91 Posizionamento su un unico supporto 91 Posizionamento su due supporti 92 Processi di fissaggio assiale

Dettagli

AxSun INVERTER PER APPLICAZIONI FOTOVOLTAICHE. Manuale d Uso

AxSun INVERTER PER APPLICAZIONI FOTOVOLTAICHE. Manuale d Uso AxSun INVERTER PER APPLICAZIONI FOTOVOLTAICHE Manuale d Uso Caratteristiche Tecniche Filtri di ingresso DC Moduli Inverter Interruttori di ingresso DC Interruttori di uscita AC Filtri risonanti Filtri

Dettagli

Laboratorio di Automazione. Azionamenti Elettrici: Generalità e Motore DC

Laboratorio di Automazione. Azionamenti Elettrici: Generalità e Motore DC Laboratorio di Automazione Azionamenti Elettrici: Generalità e Motore DC Prof. Claudio Bonivento DEIS - Università degli Studi di Bologna E-Mail: cbonivento@deis.unibo.it Indice Definizione Struttura Modello

Dettagli

GREEN LINE: ridurre i costi di esercizio delle macchine di pressofusione, implementandone l efficienza. Alessandra Valeri

GREEN LINE: ridurre i costi di esercizio delle macchine di pressofusione, implementandone l efficienza. Alessandra Valeri GREEN LINE: ridurre i costi di esercizio delle macchine di pressofusione, implementandone l efficienza. Alessandra Valeri Breve presentazione aziendale Ricerca e Sviluppo I nostri trend Applicazione di

Dettagli

Laser Fibra FOL-3015 AJ

Laser Fibra FOL-3015 AJ Laser Fibra FOL-3015 AJ Pantone DS 3-5 C CMYK 0/0/70/15 Automation Pantone DS 36-2 C CMYK 0/50/85/0 Tecnologia Laser Lasertechnologie Pantone DS 98-1 C CMYK 0/100/70/10 Stanztechnologie Pantone 287 C CMYK

Dettagli

REGOLAZIONE DEGLI IMPIANTI IDROELETTRICI

REGOLAZIONE DEGLI IMPIANTI IDROELETTRICI La regolazione della frequenza costituisce una prerogativa fondamentale per la qualità dell esercizio di una rete elettrica. Le utenze elettriche richiedono che frequenza e tensione assumano precisi valori

Dettagli

Lezione 16. Motori elettrici: introduzione

Lezione 16. Motori elettrici: introduzione Lezione 16. Motori elettrici: introduzione 1 0. Premessa Un azionamento è un sistema che trasforma potenza elettrica in potenza meccanica in modo controllato. Esso è costituito, nella sua forma usuale,

Dettagli

SCHEDA DI CONTROLLO MOTORE BRUSHLESS BBL_198

SCHEDA DI CONTROLLO MOTORE BRUSHLESS BBL_198 SCHEDE GUIDA ESERCITAZIONI NR. 1 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO PAG. 1 2 FUNZIONAMENTO E USO DISPOSITIVO 5 3 ANALISI E VERIFICA PILOTAGGIO UNIPOLARE 6 4 ANALISI E VERIFICA PILOTAGGIO A STELLA 9 5 MISURA DELLA

Dettagli

roduct LR1000 / LR1400 Sistema di taglio ad 1 albero www.untha.com

roduct LR1000 / LR1400 Sistema di taglio ad 1 albero www.untha.com roduct LR1000 / LR1400 Sistema di taglio ad 1 albero www.untha.com Campi di impiego Funzionamento e caratteristiche costruttive Le macchine frantumatrici LR1000 e LR1400 sono caratterizzate da una grande

Dettagli

VITI A RICIRCOLO DI SFERE

VITI A RICIRCOLO DI SFERE VITI A RICIRCOLO DI SFERE Indice 1.1 Tipo di ricircolo pag. 4 1.2 Profilo del filetto pag. 4 2.1 Materiali pag. 5 2.2 Lubrificazione pag. 5 2.3 Protezione del filetto pag. 5 3.1 Classi di precisione pag.

Dettagli

MOTORE PASSO PASSO NOTIZIE STORICHE. E un motore alimentato con forme d onda impulsive: ad ogni impulso corrisponde una rotazione del motore di un

MOTORE PASSO PASSO NOTIZIE STORICHE. E un motore alimentato con forme d onda impulsive: ad ogni impulso corrisponde una rotazione del motore di un Motore Passo Passo - Introduzione MOTORE PAO PAO OTIZIE TORICHE I primi tentativi di costruzione dei motori step risalgono all inizio del 900, ma solo nel 1930 apparve la prima realizzazione industriale

Dettagli

ACCESSORI LL-25 INTERFACCE & ACCESSORI

ACCESSORI LL-25 INTERFACCE & ACCESSORI HANDLING - PLASTICS - SENSORS ACCESSORI LL-25 INTERFACCE & ACCESSORI SERIE 0-200 Dimensioni standard Ogni carrello completo pesa 0.82 kg. La guida (profilo in alluminio più barre in acciaio) pesa 4.22

Dettagli

Indice. Premessa 9. parte seconda Meccanica, sollecitazioni B Tavola B1 Asta con tirante 29 Tavola B2 Pantografo 30

Indice. Premessa 9. parte seconda Meccanica, sollecitazioni B Tavola B1 Asta con tirante 29 Tavola B2 Pantografo 30 Indice Premessa 9 parte prima Base A Tavola A1 Carosello motociclette 13 Tavola A2 Manovellismi motori due cilindri 14 Tavola A3 Velocità media 15 Tavola A4 Supporto a filo di un carico 16 Tavola A5 Supporto

Dettagli

UNA PIATTAFORMA COMUNE CNC

UNA PIATTAFORMA COMUNE CNC UNA PIATTAFORMA COMUNE CNC Serie 0i-F Serie 30i-B anni di tecnologia CNC 100 % di esperienza FANUC La testimonianza di oltre 60 anni di sviluppo costante e di know-how all avanguardia nei controlli CNC,

Dettagli

motori elettrici a magneti permanenti a corrente continua

motori elettrici a magneti permanenti a corrente continua motori elettrici a magneti permanenti a corrente continua Costante di coppia Costante di coppia La distribuzione della corrente di armatura in un motore con una coppia di poli e illustrato a lato La corrente

Dettagli

Rev. 2.0.0 Promax srl

Rev. 2.0.0 Promax srl www.promax.it Le informazioni contenute nel manuale sono solo a scopo informativo e possono subire variazioni senza preavviso e non devono essere intese con alcun impegno da parte di Promax srl. Promax

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

PR242012 23. aprile 2012 Motion Control Pagina 1 di 5. XTS extended Transport System: un nuovo modo di concepire il Motion Control

PR242012 23. aprile 2012 Motion Control Pagina 1 di 5. XTS extended Transport System: un nuovo modo di concepire il Motion Control Motion Control Pagina 1 di 5 XTS extended Transport System: un nuovo modo di concepire il Motion Control Il nuovo principio: motore lineare con moto circolare Il nuovo sistema di azionamento XTS (extended

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

Punzonatrice e pannellatrice. PunchBend

Punzonatrice e pannellatrice. PunchBend Punzonatrice e pannellatrice PunchBend PunchBend nasce dall unione tra una punzonatrice e una pannellatrice, opportunamente collegate da un sistema automatico di gestione di grezzi e componenti finiti.

Dettagli

Byspeed. laser cutting. efficiency in. L impianto di taglio laser universale e altamente dinamico

Byspeed. laser cutting. efficiency in. L impianto di taglio laser universale e altamente dinamico efficiency in laser cutting Byspeed L impianto di taglio laser universale e altamente dinamico 2 Byspeed rapido, dinamico, altamente preciso Grazie alla sua concezione singolare, Byspeed consente velocità

Dettagli

Trasformatore di corrente (TA)

Trasformatore di corrente (TA) Sensori di corrente Il modo più semplice di eseguire la misura di corrente è il metodo volt-amperometrico, in cui si misura la caduta di tensione su di una resistenza di misura percorsa dalla corrente

Dettagli

Motori passo-passo Caratteristiche, tecniche e circuiti di pilotaggio

Motori passo-passo Caratteristiche, tecniche e circuiti di pilotaggio Motori passo-passo Caratteristiche, tecniche e circuiti di pilotaggio I motori elettrici si possono suddividere in varie categorie (vedi figura 1), che si differenziano a seconda della tensione di alimentazione

Dettagli

Impianti per elettroerosione a filo serie V

Impianti per elettroerosione a filo serie V Impianti per elettroerosione a filo serie V La gamma di impianti per elettroerosione a filo V, nasce dall esperienza congiunta di un team di progettisti e tecnici, meccanici ed elettronici, provenienti

Dettagli

Motore passo-passo a riluttanza variabile

Motore passo-passo a riluttanza variabile I motori passo-passo, anche se ideati all'inizio del secolo scorso, hanno avuto una diffusione abbastanza recente, ciò e dovuto all'avvento del microprocessore e all'aumento dell'impiego di sistemi digitali.

Dettagli

Trasportatori meccanici fissi

Trasportatori meccanici fissi Trasporti interni Trasportatori meccanici fissi Trasportatori meccanici fissi Trasportatori a rulli e a catene trasportatori a rulli trasportatori a catene Trasportatori a nastro Trasportatori a piastre

Dettagli

MACCHINE E AZIONAMENTI ELETTRICI

MACCHINE E AZIONAMENTI ELETTRICI MACCHINE E AZIONAMENTI ELETTRICI Corso di Laurea in Ingegneria Industriale Anno Accademico 2012-2013 INTRODUZIONE Docente Francesco Benzi Università di Pavia e-mail: fbenzi@unipv.it Dispense in collaborazione

Dettagli

BIKO: Made in Italy, Qualità, Stile ed Attenzione al Cliente. Biko BENDING ROLLS

BIKO: Made in Italy, Qualità, Stile ed Attenzione al Cliente. Biko BENDING ROLLS SHAPING THE FUTURE Da oltre 20 anni BIKO è sinonimo di qualità. Già subito dopo il suo lancio, la linea di calandre BIKO è diventata la marca preferita di centinaia di produttori di serbatoi, scambiatori

Dettagli

Fondamenti di macchine elettriche Corso SSIS 2006/07

Fondamenti di macchine elettriche Corso SSIS 2006/07 9.13 Caratteristica meccanica del motore asincrono trifase Essa è un grafico cartesiano che rappresenta l andamento della coppia C sviluppata dal motore in funzione della sua velocità n. La coppia è legata

Dettagli

Il nostro impegno è offrirvi il meglio. Programma di vendita

Il nostro impegno è offrirvi il meglio. Programma di vendita Programma di vendita Il nostro impegno è offrirvi il meglio FRESATURA Alesatrici e fresatrici cnc a montante mobile con corse longitudinali fino a 20.000 mm e corse verticali fino a 5.000 mm. Alesatrici

Dettagli

Il motore a corrente continua, chiamato così perché per. funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente

Il motore a corrente continua, chiamato così perché per. funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente 1.1 Il motore a corrente continua Il motore a corrente continua, chiamato così perché per funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente costante, è costituito, come gli altri motori da due

Dettagli