Istruzione Programmata dell Insurance Advisor di UNICABROKER

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Istruzione Programmata dell Insurance Advisor di UNICABROKER"

Transcript

1 UNICABROKER INSURANCE SOLUTION Istruzione Programmata dell Insurance Advisor di UNICABROKER OutLine UNICABROKER 12/09/2012

2 Istruzione Programmata Outline Prima giornata. - Come è organizzata l istruzione programmata. - Sezione n 1: Costruisci il tuo business - Sezione n 2: Prodotti e servizi - Sezione n 3: Il Metodo UNICABROKER - Presentazione UNICABROKER - I siti Web - Costruisci il tuo Business: creazione e sviluppo del Master nominativi Seconda giornata - Il mio Scopo - Credenze e Atteggiamenti Mentali Costruisci il tuo Business - La Ricerca Dell Oro - Creazione e sviluppo del Master nominativi - Prendi il ritmo giusto - Cosa c è di tanto speciale nella nostra attività? - I 5 passi fondamentali piccole mete = grandi risultati - I primi 90 giorni - Guadagni e carriera Terza giornata. Conosci i prodotti - Prodotti dell area INSURANCE INVESTING - I PAC assicurativi o Grawe o Clerical Medical o Skandia 2

3 Terza giornata. - - Prodotti a Premio UNICO o Skandia Quarta giornata. - Prodotti a Premio UNICO o Clerical Medical Quinta giornata. - Prodotti a Premio UNICO - Insurance Investing o Grawe o Zurich o La Mondiale Quinta giornata. - Prodotti dell area PREVIDENZA o Wiener Stadische La rendita differita La rendita Immediata Capitale garantito Sesta giornata. - - Prodotti dell area PROTEZIONE o Caso Morte Met Life AXA UNIQA 3

4 Settima giornata. [ISTRUZIONE PROGRAMMATA DELL INSURANCE ADVISOR DI UNICABROKER] 12 settembre Prodotti dell area PROTEZIONE o Infortuni ACE Ottava giornata. - Prodotti dell area PROTEZIONE o Salute April UNIQA Nona giornata. - Prodotti dell area PROTEZIONE o Casa Filodiretto Decima giornata. - Prodotti dell area BUSINESS o Copertura Kman UNIQA 4

5 Le 60 ore di formazione ONLINE i Moduli MODULO 1: CENNI SULL EVOLUZIONE DEL SETTORE ASSICURATIVO Parte1: Evoluzione storica e normativa delle assicurazioni 1. Fonti del diritto delle Assicurazioni 2. Il contratto e l impresa nelle fonti di produzione interne 3. Il contratto e l impresa nelle fonti di produzione comunitaria 4. Le attività delle imprese di assicurazione (l articolazione in rami ) e l oggetto nei contratti di assicurazione 5. Assicurazioni sulla vita e assicurazioni diverse dalle assicurazioni sulla vita. 6. L art. 4 della L. 282/2003 : La delega al riassetto normativo delle discipline. (Il c.d. codice delle assicurazioni) Parte 2: Il codice delle assicurazioni private CDA 1. La competenza decentrata 2. Il Tub e il Tuif 3. La disciplina civilistica 4. L intermediazione 5. L indennizzo diretto 6. Il sistema sanzionatorio 7. Disposizioni di particolare interesse innovativo Parte 3 L assicurazione la figura 1. Le scansioni oppositive 2. Assicurazioni sociali ed assicurazioni private 3. Assicurazioni obbligatorie e facoltative 4. Assicurazioni mutue ed a premio 5. Assicurazioni marittime e terrestri2 6. Assicurazioni aeronautiche e terrestri 7. Assicurazioni danni e vita 8. Assicurazioni di gruppo e individuali 9. I contesti 10. Responsabilità civile e assicurazioni 11. Previdenza complementare e assicurazione 5

6 12. Assistenza sanitaria complementare e assicurazione 13. Assistenza alle persone non autosufficienti e assicurazione 14. Assicurazione e prevenzione 15. La Bancassicurazione MODULO 2: GLI ATTORI DEL SISTEMA Parte I: Le imprese di assicurazione - Gli intermediari di assicurazione Le imprese di assicurazione 1. L attività assicurativa 2. I rami assicurativi 3. Caratteristiche dell attività assicurativa 4. Condizioni per l accesso all attività assicurativa 5. Attività assicurativa in regime di stabilimento (LS) ed in regime di libera prestazione di servizi (LPS) 6. Condizioni per l esercizio dell attività assicurativa 7. L attuario 8. Le riserve tecniche Gli intermediari di assicurazione 1. L attività di intermediazione assicurativa: le disposizioni del Codice delle Assicurazioni 2. Private e del Regolamento ISVAP n. 5 del 16 ottobre Le polizze collettive3 4. Il Registro Unico degli Intermediari assicurativi e riassicurativi. Gli intermediari principali e gli intermediari secondari 5. Cenni relativi alle figure di intermediari 6. Requisiti di iscrizione: onorabilità, professionalità e formazione professionale e polizza di RC 7. La formazione e l aggiornamento professionale 8. Tecniche di vendita 9. Il multilevel marketing assicurativo 10. La vendita a distanza Parte II: Le regole di comportamento e di deontologia professionale degli intermediari in funzione della tutela del consumatore - l Isvap Le regole di comportamento e di deontologia professionale degli intermediari in funzione della tutela del consumatore 6

7 L Isvap 1. Le regole di comportamento degli intermediari 2. La violazione delle regole e le sanzioni 1. L ISVAP come Autorità di Vigilanza 2. Il ruolo dell ISVAP con l introduzione del CAP MODULO 3: I RAPPORTI TRA I CONTRATTI DI ASSICURAZIONE E IL CONTRATTO IN GENERALE Parte I: I rapporti tra i contratti di assicurazione e il contratto in generale 1. La disciplina giuridica del contratto di assicurazione 2. L assicurazione in nome altrui 3. L assicurazione per conto terzi 4. L assicurazione a favore di terzi4 5. L interesse all assicurazione 6. La disciplina del codice civile 7. I requisiti del contratto di assicurazione in relazione ai requisiti 8. del contratto in generale 9. La causa 10. Rilievi critici sulle varie teorie 11. La tassonomia dei tipi contrattuali Uno schema riassuntivo Parte II: I rapporti tra i contratti di assicurazione e il contratto in generale 1. L oggetto del contratto di assicurazione 2. La prestazione dell assicurato- Il premio 3. Il premio insoluto. La disciplina dell art del Codice Civile 4. La prestazione dell assicuratore 5. Il rischio 6. Aggravamento e diminuzione del rischio 7. Le dichiarazioni sul rischio. I c.d. questionari sul rischio 8. La forma del contratto di assicurazione 9. La polizza di assicurazione e i documenti contrattuali 10. Nota informativa 11. Proposta e accettazione 12. Il contratto di assicurazione e internet 7

8 MODULO 4: I CONTRATTI DI ASSICURAZIONE DANNI 1. La disciplina giuridica del contratto di assicurazione 2. L interesse all assicurazione 3. Il principio indennitario nella assicurazione dei danni 4. Il valore assicurabile e il valore assicurato 5. sotto-assicurazione e sovra-assicurazione 6. Assicurazione delle cose o dei patrimoni 7. Il sinistro 8. L obbligo di avviso del sinistro 9. L obbligo di salvataggio 10. La liquidazione del danno la perizia contrattuale 11. L assicurazione plurima 12. I contratti danni e rami elementari 13. Caratteristiche del contratto di assicurazione danni 14. La classificazione dei rami danni cenni MODULO 5: I contratti di assicurazione di responsabilità civile 1. I connotati del contratto 2. Il rischio 3. Il danno accidentale 4. L operatività della garanzia Loss accurrence, Act committed claims made 5. Contratti di RC obbligatoria 6. Indennizzo diretto 7. Procedura di risarcimento MODULO 6: IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE DANNI ALLE PERSONE 1. Il ramo infortuni 2. Il ramo malattia MODULO 7: L ASSICURAZIONE DEL CREDITO, LE ASSICURAZIONI FIDEIUSSORIE O CAUZIONALI 1. L assicurazione del credito. 2. L assicurazione come protezione contro i rischi di credito6 3. Il contratto di assicurazione del credito: fonti e disciplina 4. Le assicurazioni (o polizze) fideiussorie (o cauzionali) 5. La qualificazione giuridica 8

9 6. Funzionamento, qualificazione giuridica e disciplina 7. Le assicurazioni fideiussorie negli appalti di lavori pubblici MODULO 8: IL FRONTEGGIAMENTO DEL RISCHIO MEDIANTE PRESTAZIONI DI SERVIZI 1. Alcune osservazioni preliminari 2. Il contratto di assistenza 3. Il contratto di tutela giudiziaria MODULO 9: IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA ParteI: Il contratto di assicurazione sulla vita 1. L assicurazione sulla vita a favore proprio 2. L assicurazione su due teste e l assicurazione sulla vita altrui 3. L assicurazione per conto terzi ed a favore di terzi 4. La causa. Il risparmio previdenziale 5. La disciplina dell art c.c. l impignorabilità. La ratio. 6. Documentazione precontrattuale e contrattuale 7. Tipologie di contratti di assicurazione vita 8. L assicurazione per il caso di morte, per il caso di vita, Le assicurazioni miste Parte II: Le polizze a contenuto finanziario 1. Le assicurazioni valutabili e rivalutabili e le assicurazioni indicizzate 2. I contratti Index e Unit Linked 3. Durata del rapporto. Le carenze MODULO 10: IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE COME CONTRATTO CON E PER IL CONSUMATORE 1. La tutela dell assicurato: aspetti generali 2. La disciplina delle clausole abusive ed il contratto di assicurazione 3. La trasparenza strumento di protezione dell assicurato 4. La nota informativa 5. La Circolare ISVAP n. 551 del 1 marzo 2005 e la trasparenza nell assicurazione vita 6. La nota informativa nei contratti non vita 7. La normativa comunitaria: revocabilità della proposta e diritto del ripensamento 9

10 8. La revoca della proposta 9. Il diritto di ripensamento MODULO 11: LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE COME SERVIZIO PER IL CONSUMATORE 1. Criteri di calcolo per la pensione (retributivo e Contributivo) 2. I tre pilastri della previdenza 3. Il secondo pilastro: il fondo pensione chiuso (o negoziale) e il fondo pensione aperto 4. Le Forme Pensionistiche Individuali 5. Le differenze tra il secondo e il terzo pilastro 6. Il gestore finanziario dei fondi pensione chiusi 7. Banca depositaria 8. La COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione8 9. Il finanziamento della previdenza complementare. Il meccanismo di conferimento tacito del TFR 10. Il finanziamento delle forme pensionistiche 11. Il conferimento del TFR 12. Le prestazioni previdenziali e le modalità di erogazione 13. Trasferimenti, riscatti ed anticipazioni MODULO 12: LA FISCALITÀ DELLE POLIZZE DI ASSICURAZIONE E DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE 1. Concetti di diritto tributario 2. Reddito base imponibile deduzioni detrazioni imposta aliquota marginale 3. La fiscalità nelle polizze di assicurazione vita 4. La fiscalità nei contratti di invalidità permanente da malattia e nei contratti LTC 5. La fiscalità nei contratti con contenuto finanziario: polizze vita tradizionali, contratti di capitalizzazione e le polizze Unit e Index Linked 6. La fiscalità della previdenza complementare 7. Le tre fasi della fiscalità 8. La fiscalità nella fase di contribuzione 9. La fiscalità nella fase di gestione 10. La fiscalità nella fase di erogazione 10

11 11. La tassazione delle prestazioni a scadenza: rendita 12. La tassazione delle prestazioni a scadenza: capitale 13. Tassazione delle prestazioni prima della scadenza 14. Tassazione dell anticipazione e del rischio per motivi particolari 15. Tassazione del riscatto totale per cessazione del rapporto di lavoro 16. Tassazione del capitale riscattato per morte dell aderente MODULO 13: HEALTH INSURANCE. I CONTRATTI DI PERMANENT HEALTH INSURANCE, DREAD DISEASE E LONG TERM CARE 1. Il contratto di Permanent Health Insurance 2. Il contratto di Dread Disease 3. Il rischio di non autosufficienza ed il contratto di assicurazione Long Term Care 4. Agevolazioni fiscali 5. Rendite nei fondi pensione e LTC MODULO 14: I CONTRATTI PARASSICURATIVI 1. Il contratto di capitalizzazione 2. Il contratto di gestione fondi pensione MODULO 15: DIVISIONE E RIPARTIZIONE DEL RISCHIO. I CONTRATTI DI COASSICURAZIONE E RIASSICURAZIONE 1. La Coassicurazione 2. La Riassicurazione MODULO 16 ASPETTI PECULIARI DELLE ASSICURAZIONI DANNI E VITA 1. impignorabilità insequestrabilità 2. polizze private Insurance 3. assicurazioni del credito MODULO 17: IL MERCATO ASSICURATIVO E LA DIRETTIVA MIFID 2004/39/CE MODULO 18: I FONDI SANITARI E LE POLIZZE SANITARIE MODULO 19: I SOGGETTI DEL MERCATO ASSICURATIVO MODULO 20: IL DECRETO BERSANI BIS 11

MODULO 1: CENNI SULL EVOLUZIONE DEL SETTORE ASSICURATIVO. Prima parte: Evoluzione storica e normativa delle assicurazioni

MODULO 1: CENNI SULL EVOLUZIONE DEL SETTORE ASSICURATIVO. Prima parte: Evoluzione storica e normativa delle assicurazioni MODULO 1: CENNI SULL EVOLUZIONE DEL SETTORE ASSICURATIVO Prima parte: Evoluzione storica e normativa delle assicurazioni Fonti del diritto delle Assicurazioni Il contratto e l impresa nelle fonti di produzione

Dettagli

Indice corso Agenti e Broker

Indice corso Agenti e Broker Indice corso Agenti e Broker 1. L evoluzione storica e normativa delle assicurazioni - Premessa - Fonti del diritto di assicurazione: i connotati e i problemi peculiari della disciplina di settore - Il

Dettagli

I I PRODOTTI ASSICURATIVI MODULO 1 L

I I PRODOTTI ASSICURATIVI MODULO 1 L INDICE Premessa PARTE I I PRODOTTI ASSICURATIVI MODULO 1 L assicurazione vita e l assicurazione danni - 1.1. Le Polizze Vita: impignorabilità, insequestrabilità e trattamento successorio - 1.1.1 I contrasti

Dettagli

Sezione Prima L IMPRESA NEL SETTORE DELLE ASSICURAZIONI

Sezione Prima L IMPRESA NEL SETTORE DELLE ASSICURAZIONI INDICE GENERALE L AUTORE... PRESENTAZIONE Ermanno Cappa... PREFAZIONE... ABBREVIAZIONI E ACRONIMI... XVII XIX XXI XXIII Parte Prima LA DISCIPLINA DELL ATTIVITÀ ASSICURATIVA Sezione Prima L IMPRESA NEL

Dettagli

Indice dei contenuti - Albero dei contenuti

Indice dei contenuti - Albero dei contenuti CORSO FAD 60 ORE PER L'ISCRIZIONE AL RUI SEZ. E, C e COLLABORATORI E ADDETTI NEI LOCALI (non iscritti al RUI) Indice dei contenuti - Albero dei contenuti 0. Modulo 0 a) Video di presentazione del corso

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE CAPITOLO I

INDICE INTRODUZIONE CAPITOLO I Prefazione alla nona edizione........................... Prefazione alla ottava edizione.......................... Prefazione alla settima edizione.......................... Prefazione alla sesta edizione...........................

Dettagli

INDICE. Prefazione...» XV Paola Leone e Franco Tutino. Introduzione... Fabrizio Santoboni

INDICE. Prefazione...» XV Paola Leone e Franco Tutino. Introduzione... Fabrizio Santoboni VII Autori... pag. XIII Prefazione...» XV Paola Leone e Franco Tutino Introduzione... Fabrizio Santoboni» XIX Capitolo 1. Le funzioni della produzione assicurativa Fabrizio Santoboni 1. Il contratto assicurativo...

Dettagli

INDICE. Prefazione alla decima edizione... Abbreviazioni... INTRODUZIONE CAPITOLO I

INDICE. Prefazione alla decima edizione... Abbreviazioni... INTRODUZIONE CAPITOLO I INDICE Prefazione alla decima edizione.......................... Abbreviazioni.................................... V VII INTRODUZIONE CAPITOLO I A. L ASSICURAZIONE COME OPERAZIONE ECONOMICA...............

Dettagli

www.formazioneintermediari.com - info@formazioneintermediari.com Tel: 800.69.99.92 Indice Corso 30 ore

www.formazioneintermediari.com - info@formazioneintermediari.com Tel: 800.69.99.92 Indice Corso 30 ore Indice Corso 30 ore Modulo 1 - La disciplina delle imprese di assicurazione Le fonti normative del diritto delle assicurazioni Principi e struttura del Codice delle Assicurazioni Le condizioni di accesso

Dettagli

Per il superamento di entrambe le Prove è d obbligo aver riportato un punteggio non inferiore a 60/100.

Per il superamento di entrambe le Prove è d obbligo aver riportato un punteggio non inferiore a 60/100. Corso di preparazione alla Prova di Idoneità 2012 ai fini dell iscrizione al Registro Unico degli Intermediari Assicurativi e Riassicurativi RUI alla lettera A (Agenti) e B (Broker) Prova di Idoneità ai

Dettagli

Indice. Parte 1 Assicurazioni 1. Capitolo 1 I rischi e il risk management 3. Capitolo 2 Richiami di matematica delle assicurazioni 19

Indice. Parte 1 Assicurazioni 1. Capitolo 1 I rischi e il risk management 3. Capitolo 2 Richiami di matematica delle assicurazioni 19 Indice Profilo degli Autori e dei collaboratori Prefazione Ringraziamenti dell editore In questo volume XI XIII XVII XIX Parte 1 Assicurazioni 1 Capitolo 1 I rischi e il risk management 3 1.1 Il rischio:

Dettagli

DIRITTO E TECNICA DELLE ASSICURAZIONI

DIRITTO E TECNICA DELLE ASSICURAZIONI presentano: corso di Alta Formazione DIRITTO E TECNICA DELLE ASSICURAZIONI anche propedeutico all iscrizione al R.U.I. ed idoneo all assolvimento degli obblighi di aggiornamento di cui al Regolamento ISVAP

Dettagli

MODULO 6 L ANTIRICICLAGGIO E GLI ATTORI DEL MERCATO ASSICURATIVO, BANCARIO E FINANZIARIO

MODULO 6 L ANTIRICICLAGGIO E GLI ATTORI DEL MERCATO ASSICURATIVO, BANCARIO E FINANZIARIO INDICE Premessa PARTE I I PRODOTTI ASSICURATIVI MODULO 1 L assicurazione vita e l assicurazione danni - 1.1. Le Polizze Vita: impignorabilità, insequestrabilità e trattamento successorio - 1.1.1 I contrasti

Dettagli

SOMMARIO. Capitolo I. Capitolo II

SOMMARIO. Capitolo I. Capitolo II SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 Capitolo I IL SISTEMA PREVIDENZIALE E LA SUA TUTELA COSTITUZIONALE 1. La ratio della previdenza privata e la necessità della sua riforma... 13 2. I precetti costituzionali in

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE *

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * Chi è interessato dalla Riforma Sono interessati alla riforma della previdenza complementare attuata con il decreto legislativo n. 252/2005

Dettagli

Glossario della previdenza complementare. Adesione collettiva

Glossario della previdenza complementare. Adesione collettiva Glossario della previdenza complementare. Adesione collettiva Modalità di adesione alle forme pensionistiche complementari definita sulla base di accordi collettivi a qualunque livello, anche aziendali,

Dettagli

tasse contributi tributi dirette imposte indirette Cod. Corso: ISVAP_RUI_60H - Docente Dott. Filippo Gazzola 2

tasse contributi tributi dirette imposte indirette Cod. Corso: ISVAP_RUI_60H - Docente Dott. Filippo Gazzola 2 Corso ISVAP 60 ore per l iscrizione al R.U.I. Sezione E e C e collaboratori interni 3 Modulo Normative e Regolamenti Parte Quinta: Gli aspetti fiscali dei contratti di assicurazione Docente: Dott. Filippo

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Premessa... Pag. XIII. INTRODUZIONE di Gastone Cottino L ASSICURAZIONE TRA PASSATO E PRESENTE

INDICE-SOMMARIO. Premessa... Pag. XIII. INTRODUZIONE di Gastone Cottino L ASSICURAZIONE TRA PASSATO E PRESENTE INDICE-SOMMARIO Premessa... Pag. XIII INTRODUZIONE di Gastone Cottino L ASSICURAZIONE TRA PASSATO E PRESENTE 1. Le origini dell assicurazione.......................... Pag. XV 2. Il nuovo volto del contratto

Dettagli

I I PRODOTTI ASSICURATIVI MODULO 1 L

I I PRODOTTI ASSICURATIVI MODULO 1 L INDICE Premessa PARTE I I PRODOTTI ASSICURATIVI MODULO 1 L assicurazione vita e l assicurazione danni 1.1. Le Polizze Vita: impignorabilità, insequestrabilità e trattamento successorio 1.1.1 I contrasti

Dettagli

Riforma pensionistica e fondi pensione: un nuovo sistema di welfare. Università degli Studi di Milano Bicocca 14/05/2013

Riforma pensionistica e fondi pensione: un nuovo sistema di welfare. Università degli Studi di Milano Bicocca 14/05/2013 Riforma pensionistica e fondi pensione: un nuovo sistema di welfare Università degli Studi di Milano Bicocca 14/05/2013 Il sistema previdenziale italiano SISTEMA PREVIDENZIALE I PILASTRO II PILASTRO III

Dettagli

UDB Il ramo vita. che cos è una polizza vita e quali sono le sue caratteristiche principali. Definizioni

UDB Il ramo vita. che cos è una polizza vita e quali sono le sue caratteristiche principali. Definizioni UDB UDB Il ramo vita Definizioni che cos è una polizza vita e quali sono le sue caratteristiche principali. La legge 47/2000 la riforma del regime fiscale per le polizze vita: detrazione d imposta dei

Dettagli

Premessa. by Gestione Processi Formativi 2

Premessa. by Gestione Processi Formativi 2 Premessa Una presentazione in cui si affronta il tema della fiscalità delle polizze vita e delle forme di previdenza complementare. Viene ripreso il vecchio regime fiscale (valido per tutte le polizze

Dettagli

Mb!sjgpsnb!efm!UGS! Forme Pensionistiche Complementari

Mb!sjgpsnb!efm!UGS! Forme Pensionistiche Complementari Mb!sjgpsnb!efm!UGS! Forme Pensionistiche Complementari Introduzione Le forme pensionistiche complementari sono forme di previdenza finalizzate alla costituzione di una prestazione pensionistica integrativa,

Dettagli

ROMA, 12 GIUGNO 2014. Gli intermediari iscritti nella sezione B del RUI

ROMA, 12 GIUGNO 2014. Gli intermediari iscritti nella sezione B del RUI ROMA, 12 GIUGNO 2014 1. I reclami concernenti l accertamento dell osservanza delle disposizioni del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 disciplinanti la trasparenza e le modalità di offerta al

Dettagli

MASTER IN ASSICURAZIONI, PREVIDENZA obbligatoria e complementare, ASSISTENZA sanitaria pubblica e privata M.A.P.A 9 edizione Anno accademico 2010-2011

MASTER IN ASSICURAZIONI, PREVIDENZA obbligatoria e complementare, ASSISTENZA sanitaria pubblica e privata M.A.P.A 9 edizione Anno accademico 2010-2011 MASTER IN ASSICURAZIONI, PREVIDENZA obbligatoria e complementare, ASSISTENZA sanitaria pubblica e privata M.A.P.A 9 edizione Anno accademico 2010-2011 CALENDARIO LEZIONI - Aule presso INPS, sede Regionale

Dettagli

Forme pensionistiche complementari Introduzione Le forme pensionistiche complementari sono forme di previdenza finalizzate alla costituzione di una

Forme pensionistiche complementari Introduzione Le forme pensionistiche complementari sono forme di previdenza finalizzate alla costituzione di una Forme pensionistiche complementari Introduzione Le forme pensionistiche complementari sono forme di previdenza finalizzate alla costituzione di una prestazione pensionistica integrativa, autorizzate e

Dettagli

Docente: Alessandro Bugli

Docente: Alessandro Bugli Docente: Alessandro Bugli Rapporto patrimonio / PIL dei fondi pensione Paesi OCSE anno 2012 Fonte: OECD Global Pension Statistics - 2012 Rapporto patrimonio / PIL dei fondi pensione Paesi OCSE anno 2012

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo Secondo LE ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI ALLE COSE. 1. Premessa... Pag. 133. Sezione I

INDICE SOMMARIO. Capitolo Secondo LE ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI ALLE COSE. 1. Premessa... Pag. 133. Sezione I Capitolo Primo LE ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI IN GENERALE 1. Premessa e piano della trattazione... Pag. 1 2. Assicurazione danni ed assicurazione vita (rinvio)...» 3 3. Il principio indennitario...» 4

Dettagli

Consulenza Amministrativa del Lavoro 80122 Napoli Viale A. Gramsci,15 Tel. 081/2461068 - Fax 081/2404414 Email info@cafassoefigli.

Consulenza Amministrativa del Lavoro 80122 Napoli Viale A. Gramsci,15 Tel. 081/2461068 - Fax 081/2404414 Email info@cafassoefigli. Centro Studi Cafasso Consulenza Amministrativa del Lavoro 80122 Napoli Viale A. Gramsci,15 Tel. 081/2461068 - Fax 081/2404414 Email info@cafassoefigli.it Circolare informativa n 5/2007 Napoli, lì 9 marzo

Dettagli

Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 2 TFR. Scegliere oggi pensando al domani

Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 2 TFR. Scegliere oggi pensando al domani Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 2 TFR Scegliere oggi pensando al domani Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 4 Cara lavoratrice, caro lavoratore come certamente saprai, dal primo gennaio è

Dettagli

LE ASSICURAZIONI. Lucidi a cura di Marco Di Antonio Università di Genova Dicembre 2009

LE ASSICURAZIONI. Lucidi a cura di Marco Di Antonio Università di Genova Dicembre 2009 LE ASSICURAZIONI Lucidi a cura di Marco Di Antonio Università di Genova Dicembre 2009 I RISCHI SPECULATIVI o FINANZIARI; variabilità dei risultati attesi, in senso favorevole o sfavorevole per chi vi è

Dettagli

I Fondi pensione preesistenti

I Fondi pensione preesistenti I Fondi pensione preesistenti I scheda Fondi pensione preesistenti sono forme pensionistiche complementari che, come suggerisce il termine preesistenti, operavano antecedentemente all emanazione della

Dettagli

Misure urgenti in materia di previdenza complementare

Misure urgenti in materia di previdenza complementare Misure urgenti in materia di previdenza complementare Il Consiglio dei Ministri di venerdì 10 novembre 2006 ha approvato il decreto legge in materia di previdenza complementare in coerenza con l anticipo

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Introduzione pag. 1

INDICE-SOMMARIO. Introduzione pag. 1 INDICE-SOMMARIO Introduzione pag. 1 Capitolo I LE ASSICURAZIONI CONTRO I DANNI 1. L assicurazione contro i danni: fondamenti funzionali.» 11 1.1. La genesi dell assicurazione contro i danni e l evoluzione

Dettagli

INDICE. Prefazione... pag. 9 CAPITOLO PRIMO ASPETTI STORICI E DEFINIZIONE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO

INDICE. Prefazione... pag. 9 CAPITOLO PRIMO ASPETTI STORICI E DEFINIZIONE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO INDICE Prefazione... pag. 9 CAPITOLO PRIMO ASPETTI STORICI E DEFINIZIONE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO 1.1 Indennità di licenziamento, indennità di anzianità e trattamento di fine rapporto... pag. 11 1.1.1

Dettagli

PRESENTAZIONE PER I PATRONATI DEL CEPA. Acli, Inas-Cisl, Inca-Cgil, Ital-Uil. Torino, 8 luglio 2014

PRESENTAZIONE PER I PATRONATI DEL CEPA. Acli, Inas-Cisl, Inca-Cgil, Ital-Uil. Torino, 8 luglio 2014 PRESENTAZIONE PER I PATRONATI DEL CEPA Acli, Inas-Cisl, Inca-Cgil, Ital-Uil Torino, 8 luglio 2014 INDICE DEGLI ARGOMENTI 1. I numeri della previdenza complementare; la pensione pubblica INPS 2. Caratteristiche

Dettagli

LA SCELTA SULLA DESTINAZIONE DEL TFR

LA SCELTA SULLA DESTINAZIONE DEL TFR Ai lavoratori dipendenti della Cooperativa Sociale Terr.A. Idee e servizi di animazione nel territorio Prot. Padova, MODULISTICA ED INFORMATIVA PER L INDICAZIONE ALLA COOPERATIVA DELLA SCELTA SULLA DESTINAZIONE

Dettagli

Aspetti fiscali sulla previdenza complementare

Aspetti fiscali sulla previdenza complementare Stampa Aspetti fiscali sulla previdenza complementare admin in LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: ASPETTI FISCALI Come è noto, la riforma, attuata con il Decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252, in vigore

Dettagli

INDICE. Sezione Prima - INTRODUZIONE. Sezione Seconda - NOVITÀ DEL MODELLO CUD 2014

INDICE. Sezione Prima - INTRODUZIONE. Sezione Seconda - NOVITÀ DEL MODELLO CUD 2014 INDICE Sezione Prima - INTRODUZIONE Introduzione... pag. 14 Lo schema del CUD 2014 - Certificazione Unica Dipendenti...» 14 Termini di consegna al dipendente...» 15 Il trattamento dei dati personali...»

Dettagli

Gli Organismi di Previdenza Complementare

Gli Organismi di Previdenza Complementare Gli Organismi di Previdenza Complementare Gli organismi di previdenza complementare, o fondi pensione, sono stati introdotti nell ordinamento italiano attraverso le disposizioni del Decreto legislativo

Dettagli

Per saperne di più su alcune parole della previdenza

Per saperne di più su alcune parole della previdenza Adesione individuale: Forma di adesione al fondo pensione aperto, che si perfeziona mediante un contratto stipulato direttamente tra il singolo aderente ed il fondo. Adesione Volontaria: Forma di adesione

Dettagli

Corso di GESTIONE DEI RISCHI E DELLE ASSICURAZIONI A. A. 2012-13

Corso di GESTIONE DEI RISCHI E DELLE ASSICURAZIONI A. A. 2012-13 Corso di GESTIONE DEI RISCHI E DELLE ASSICURAZIONI A. A. 2012-13 LA Elisa Bocchialini Università degli Studi di Parma Dipartimento di Economia Agenda Il sistema previdenziale italiano La previdenza complementare

Dettagli

Legge n. 296/2006 art. 1, comma 749

Legge n. 296/2006 art. 1, comma 749 Legge n. 296/2006 art. 1, comma 749 A decorrere dal 1 gennaio 2007 il lavoratore dipendente è tenuto ad operare una scelta circa la destinazione del proprio tfr maturando: se destinarlo a una previdenza

Dettagli

Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Complementare

Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Complementare Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Complementare www.logicaprevidenziale.it A Albo (delle forme pensionistiche complementari): Elenco ufficiale tenuto dalla COVIP cui le forme pensionistiche

Dettagli

Previdenza Complementare:

Previdenza Complementare: Previdenza Complementare: Tra necessità e opportunità PROBLEMATICHE SISTEMA PREVIDENZIALE A REGIME RETRIBUTIVO: AUMENTO ASPETTATIVA DI VITA DIMINUZIONE DEL NUMERO DEGLI OCCUPATI RISPETTO AI PENSIONATI

Dettagli

PARTE I: L INQUADRAMENTO SISTEMATICO DELLE FORME DI PREVIDENZA VOLONTARIA

PARTE I: L INQUADRAMENTO SISTEMATICO DELLE FORME DI PREVIDENZA VOLONTARIA Art 2123 (Forme di previdenza) PARTE I: L INQUADRAMENTO SISTEMATICO DELLE FORME DI PREVIDENZA VOLONTARIA CAPITOLO I: LA PREVIDENZA VOLONTARIA NEL SISTEMA ITALIANO E COMUNITARIO DI SICUREZZA SOCIALE (Maurizio

Dettagli

Fondo Nazionale Pensione Complementare per i Lavoratori delle Piccole e Medie Imprese. 23 domande 23 risposte

Fondo Nazionale Pensione Complementare per i Lavoratori delle Piccole e Medie Imprese. 23 domande 23 risposte Fondo Nazionale Pensione Complementare per i Lavoratori delle Piccole e Medie Imprese 23 domande 23 risposte Oggi un progetto per il futuro Avvertenza: Il presente opuscolo ha carattere divulgativo e non

Dettagli

La previdenza complementare. I lavoratori interessati. La scelta della destinazione del trattamento di fine rapporto (Tfr o liquidazione)

La previdenza complementare. I lavoratori interessati. La scelta della destinazione del trattamento di fine rapporto (Tfr o liquidazione) La previdenza complementare La previdenza complementare ha lo scopo di pagare pensioni che si aggiungono a quelle del sistema obbligatorio, in modo da assicurare migliori condizioni di vita ai pensionati.

Dettagli

SOMMARIO. Capitolo 1 - Dal contratto di assicurazione ai prodotti finanziari emessi da imprese di assicurazione di Laura Mazzuoccolo

SOMMARIO. Capitolo 1 - Dal contratto di assicurazione ai prodotti finanziari emessi da imprese di assicurazione di Laura Mazzuoccolo SOMMARIO Elenco Autori... Abbreviazioni... V VII Introduzione... 1 di Luca Zitiello Capitolo 1 - Dal contratto di assicurazione ai prodotti finanziari emessi da imprese di assicurazione di Laura Mazzuoccolo

Dettagli

GENERAFUTURO Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 08/14)

GENERAFUTURO Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 08/14) GENERAFUTURO Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 08/14) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 6 - Pagina Documento bianca sul regime

Dettagli

Gli strumenti della previdenza complementare

Gli strumenti della previdenza complementare w w w. P F A c a d e m y. i t Gli strumenti della previdenza complementare Relatore: N a d i a V A V A S S O R I H e a d o f B u s i n e s s U n i t S e c o n d a P e n s i o n e la previdenza complementare

Dettagli

ABC DELLA PREVIDENZA CO C MPLE L M E EN E TA T R A E R

ABC DELLA PREVIDENZA CO C MPLE L M E EN E TA T R A E R ABC DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE Art 1. Ambito di applicazione e definizioni LE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI EROGANO TRATTAMENTI PENSIONISTICI AGGIUNTIVI DEL SISTEMA OBBLIGATORIO PUBBLICO ALLO

Dettagli

Il quadro d insieme del sistema di previdenza complementare

Il quadro d insieme del sistema di previdenza complementare Il quadro d insieme del sistema di previdenza complementare Agenda La funzione della previdenza complementare Caratteristiche e modalità di funzionamento Tipologia di forme pensionistiche complementari

Dettagli

Il fondo pensione delle cooperative

Il fondo pensione delle cooperative E COOPERLAVORO È PROMOSSO DA: MO il ION e n ES e i nt I AD o c D O L DU (1) Da rete fissa il costo è di 0,024 euro al minuto e di 0,06 euro alla risposta. Da rete mobile dipende dal proprio gestore di

Dettagli

ISTITUZIONI ED ECONOMIA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE Modulo 1 40 ore

ISTITUZIONI ED ECONOMIA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE Modulo 1 40 ore CORSO PROFESSIONALIZZANTE DI ALTA FORMAZIONE UNIVERSITARIA IN MEMORIA DI A. D. CANDIAN AMMINISTRAZIONE, GESTIONE, DIREZIONE E CONTROLLO DELLE FORME DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE DI CUI AL D.LGS 252/05 e

Dettagli

(fonti : sito internet www.tfr.gov.it curato Ministero del lavoro e della previdenza sociale e dalla Commissione di vigilanza sui fondi pensione)

(fonti : sito internet www.tfr.gov.it curato Ministero del lavoro e della previdenza sociale e dalla Commissione di vigilanza sui fondi pensione) INFORMATIVA SULLA DESTINAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO RESA AI SENSI DELL ARTICOLO 8, COMMA 8, DEL DECRETO LEGISLATIVO 5 DICEMBRE 2005, N. 252 (fonti : sito internet www.tfr.gov.it curato Ministero

Dettagli

FONDO PENSIONE PRIAMO

FONDO PENSIONE PRIAMO I VANTAGGI DELL ADESIONE AL FONDO PENSIONE PRIAMO INTEGRAZIONE E PROTEZIONE FALITÀ REDDITIVITÀ FLESSIBILITÀ ECONOMICITÀ DIVERSIFICAZIONE L adesione a Priamo comporta, per l aderente, una serie di VANTAGGI

Dettagli

FISCALITA ASSICURATIVA GLI ASPETTI FISCALI DEI PRODOTTI ASSICURATIVI PARTE I: LE POLIZZE VITA ED INFORTUNI

FISCALITA ASSICURATIVA GLI ASPETTI FISCALI DEI PRODOTTI ASSICURATIVI PARTE I: LE POLIZZE VITA ED INFORTUNI FISCALITA ASSICURATIVA GLI ASPETTI FISCALI DEI PRODOTTI ASSICURATIVI PARTE I: LE POLIZZE VITA ED INFORTUNI PREMESSA: SUCCESSIONE DEI REGIMI 1. DISCIPLINA VIGENTE PER I CONTRATTI STIPULATI ENTRO IL 31/12/20000

Dettagli

La Previdenza Complementare

La Previdenza Complementare La Previdenza Complementare Il sistema previdenziale italiano pagina 1 Indice Il sistema previdenziale italiano La previdenza complementare L adesione a previdenza complementare Le prestazioni della previdenza

Dettagli

Dove va la previdenza complementare

Dove va la previdenza complementare Dove va la previdenza complementare 2006 Presentazione di Angelo Marinelli 1 Le variabili più rilevanti nel lungo periodo 2002 2010 2020 2040 2050 Speranza di vita ITALIA 79.5 media U.E. 73 ITALIA 84.7

Dettagli

aggiornato al 31 luglio 2014

aggiornato al 31 luglio 2014 aggiornato al 31 luglio 2014 Regime fiscale applicabile ai lavoratori iscritti a una forma pensionistica complementare dopo il 31 dicembre 2006 e ai contributi versati, a partire dal 1 gennaio 2007, dai

Dettagli

Caratteristiche funzionamento finanziamento e garanzie, dei fondi di previdenza complementare

Caratteristiche funzionamento finanziamento e garanzie, dei fondi di previdenza complementare Caratteristiche funzionamento finanziamento e garanzie, dei fondi di previdenza complementare 1 I destinatari Lavoratori dipendenti, privati e pubblici Quadri Lavoratori autonomi Liberi professionisti

Dettagli

La Cisl Informa: il TFR e la previdenza complementare

La Cisl Informa: il TFR e la previdenza complementare La Cisl Informa: il TFR e la previdenza complementare Le riforme del sistema previdenziale attuate negli anni 90 hanno apportato una serie di interventi restrittivi alle pensioni erogate dal sistema pubblico,

Dettagli

Per integrare il tuo reddito e guardare al futuro. SCHEDA COMMERCIALE

Per integrare il tuo reddito e guardare al futuro. SCHEDA COMMERCIALE Per integrare il tuo reddito e guardare al futuro. SCHEDA COMMERCIALE 1 Cattolica Previdenza PerLaPensione è dedicato a coloro che intendono realizzare un piano di previdenza complementare su base individuale,

Dettagli

Le regole e il funzionamento del sistema assicurativo, il collocamento e le nuove tecnologie

Le regole e il funzionamento del sistema assicurativo, il collocamento e le nuove tecnologie MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ASSICURAZIONI, GESTIONE E FINANZA DELLA PREVIDENZA OBBLIGATORIA E COMPLEMENTARE, ASSISTENZA SANITARIA PUBBLICA E INTEGRATIVA M.A.P.A. III edizione A.A. 2014 - DIRETTORE

Dettagli

PROVVEDIMENTO N. 26 DEL 16 DICEMBRE 2014

PROVVEDIMENTO N. 26 DEL 16 DICEMBRE 2014 PROVVEDIMENTO N. 26 DEL 16 DICEMBRE 2014 Prova di idoneità per l anno 2014 per l iscrizione nel Registro degli intermediari assicurativi e riassicurativi. L ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI

Dettagli

I LIVELLI REGOLAMENTARI DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

I LIVELLI REGOLAMENTARI DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE SOMMARIO CAPITOLO 1 I LIVELLI REGOLAMENTARI DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE 1. Il quadro attuale... 2 2. Fondi pensione e altre manifestazioni della previdenza c.d. contrattuale: in particolare i fondi

Dettagli

FORMAZIONE A DISTANZA

FORMAZIONE A DISTANZA FORMAZIONE A DISTANZA L INTERMEDIAZIONE ASSICURATIVA Percorso di aggiornamento biennale (30 + 30 ore) La disciplina in materia di intermediazione (rif. Regolamento Ivass n.6 del 2 dicembre 2014) prevede

Dettagli

CONTRATTI DI ASSICURAZIONE, RAMI ELEMENTARI E TIPOLOGIE DEI PRODOTTI

CONTRATTI DI ASSICURAZIONE, RAMI ELEMENTARI E TIPOLOGIE DEI PRODOTTI DIRITTO DELLE ASSICURAZIONI Docenti: Avv. M. Hazan, Avv. A. Longo Il corso ha l obiettivo di fornire un quadro di insieme della materia, passando in rassegna i principi cardinali e gli istituti fondamentali

Dettagli

T.F.R.: L IMPORTANTE È SCEGLIERE!

T.F.R.: L IMPORTANTE È SCEGLIERE! dicembre 2006 T.F.R.: L IMPORTANTE È SCEGLIERE! Il sistema pensionistico italiano ha subito dagli anni novanta un processo di riforma per contenere la spesa pensionistica al fine di garantirne la sostenibilità.

Dettagli

FONTEMP il Fondo di previdenza per i lavoratori in somministrazione

FONTEMP il Fondo di previdenza per i lavoratori in somministrazione FONTEMP il Fondo di previdenza per i lavoratori in somministrazione 1 L ADESIONE L adesione alle forme pensionistiche complementari è libera e volontaria 2 L ADESIONE SI PUO ADERIRE A FONTEMP: IN MANIERA

Dettagli

Formazione ISVAP. 2010 E-ducation.it S.p.A. Pag. 1 di 5 IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE COPERTURE ASSICURATIVE PER DANNI A BENI

Formazione ISVAP. 2010 E-ducation.it S.p.A. Pag. 1 di 5 IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE COPERTURE ASSICURATIVE PER DANNI A BENI Formazione ISVAP IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Il corso tratta il tema relativo agli aspetti centrali del contratto di assicurazione, quali le caratteristiche proprie del contratto, l oggetto e i soggetti

Dettagli

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE E il momento di scegliere A cura della Struttura di Comparto Scuola non statale DESTINARE IL TFR COS E IL TFR? Il trattamento di fine rapporto (anche conosciuto come liquidazione

Dettagli

Fondi pensione La vigilanza. Paolo Pellegrini, Mefop pellegrini@mefop.it Roma 2 ottobre 2015

Fondi pensione La vigilanza. Paolo Pellegrini, Mefop pellegrini@mefop.it Roma 2 ottobre 2015 Fondi pensione La vigilanza Paolo Pellegrini, Mefop pellegrini@mefop.it Roma 2 ottobre 2015 CHI È MEFOP Chi è Mefop Società per lo sviluppo del mercato dei fondi pensione costituita dal Ministero dell

Dettagli

Sono, al momento, esclusi dal campo di applicazione della riforma i pubblici dipendenti ai quali continua ad applicarsi la disciplina previgente.

Sono, al momento, esclusi dal campo di applicazione della riforma i pubblici dipendenti ai quali continua ad applicarsi la disciplina previgente. Dal sito: www.tfr.gov.it. 1. Chi è interessato dalla Riforma 2. Forme Pensionistiche Complementari 3. La scelta sulla destinazione del Tfr 4. Il finanziamento delle Forme Pensionistiche Complementari e

Dettagli

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE INDICE INTRODUZIONE IL TFR LA PREVVIDENZA COMPLEMENTARE IL FINANZIAMENTO DELLE FORME PENSIONISTICHE FORME DI ADESIONE AGEVOLAZIONI FISCALI TASSAZIONE DELLE PRESTAZIONI TRASFERIMENTO

Dettagli

CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE

CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE Chiarimenti sulla disciplina fiscale del d. lgs. n. 252/2005 (c.d. Testo Unico della previdenza complementare) Circolare dell

Dettagli

Bisogn0 di gestione dei rischi puri. Assicurazione previdenza

Bisogn0 di gestione dei rischi puri. Assicurazione previdenza Bisogn0 di gestione dei rischi puri Assicurazione previdenza Bisogni e prodotti BISOGNI PRODOTTI Assicurazione (unità in surplus) Previdenza (unità in surplus) Assicurazione (unità in deficit) Polizze

Dettagli

I Fondi pensione nel pubblico impiego

I Fondi pensione nel pubblico impiego I Fondi pensione nel pubblico impiego I scheda Fondi pensione destinati ai lavoratori dipendenti delle pubbliche amministrazioni dello Stato, il cui rapporto di lavoro è disciplinato tramite contrattazione

Dettagli

IL TUO FUTURO CHIEDE, ESPERO RISPONDE.

IL TUO FUTURO CHIEDE, ESPERO RISPONDE. GUIDA AL FONDO ESPERO IL TUO FUTURO PREVIDENZIALE: MEGLIO SOFFERMARSI ORA. Per maggiori informazioni 848.800.270 dal lunedì al venerdì 09:00-13:00/14:30-17:00 al costo di una telefonata urbana IL TUO FUTURO

Dettagli

perché conviene aderire a telemaco

perché conviene aderire a telemaco perché conviene aderire a telemaco Chi è Telemaco TELEMACO è il Fondo Pensione Complementare del settore delle Telecomunicazioni costituito nel 1998, in forma di associazione riconosciuta senza fine di

Dettagli

PrevAer Fondo Pensione

PrevAer Fondo Pensione Pagina 1 di 5 Documento sul Regime Fiscale aggiornato al 27 marzo 2015 Regime fiscale applicabile ai lavoratori iscritti a una forma pensionistica complementare dopo il 31 dicembre 2006 e ai contributi

Dettagli

Libero Domani. Documento sul regime fiscale

Libero Domani. Documento sul regime fiscale Società del Gruppo Sara Libero Domani Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 5092 (art. 13 del decreto legislativo n. 252 del

Dettagli

PENSIONE APERTI. Sonia Maffei Direttore Previdenza e Immobiliare Assogestioni. Università degli Studi di Roma «La Sapienza» Roma, 9 ottobre 2015

PENSIONE APERTI. Sonia Maffei Direttore Previdenza e Immobiliare Assogestioni. Università degli Studi di Roma «La Sapienza» Roma, 9 ottobre 2015 1 Sonia Maffei IL RUOLO DEI FONDI PENSIONE APERTI Sonia Maffei Direttore Previdenza e Immobiliare Assogestioni Università degli Studi di Roma «La Sapienza» Roma, 9 ottobre 2015 2 Sonia Maffei I F I FONDI

Dettagli

CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME ISVAP

CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME ISVAP CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME ISVAP PER AGENTI E BROKER Organizzato da Per informazioni: formazione@finanzaediritto.it www.editricelefonti.it Chi siamo Editrice Le Fonti è una primaria casa editrice

Dettagli

INDICE. Sezione Prima ASPETTI CIVILISTICI

INDICE. Sezione Prima ASPETTI CIVILISTICI INDICE Sezione Prima ASPETTI CIVILISTICI Definizione di TFR... pag. 10 Fonti normative...» 10 Soggetti beneficiari... pag. 12 Decesso del dipendente...» 12 Cessione e pignoramento del TFR...» 13 Calcolo

Dettagli

DOCUMENTO SULLE RENDITE

DOCUMENTO SULLE RENDITE DOCUMENTO SULLE RENDITE Redatto in conformità allo schema di Nota Informativa deliberato dalla Covip in data 31.10.06 Avvertenza: questo documento ha lo scopo di fornire elementi idonei a facilitare l

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2016 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

SPECIALE FONDO DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE

SPECIALE FONDO DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE Notiziario interno della Fisac/Cgil per gli esattoriali della Concessione di Roma supplemento ad Informazioni-Fisac OTTOBRE 2000 Non sono le idee che mi spaventano, ma le facce che rappresentano queste

Dettagli

I Fondi pensione nel pubblico impiego

I Fondi pensione nel pubblico impiego 38 I Fondi pensione destinati ai lavoratori dipendenti delle pubbliche amministrazioni dello Stato, il cui rapporto di lavoro è disciplinato tramite contrattazione collettiva, possono essere istituiti

Dettagli

APPENDICE INTEGRATIVA. La presente appendice integrativa costituisce parte integrante dell allegato Fascicolo Informativo/Contrattuale

APPENDICE INTEGRATIVA. La presente appendice integrativa costituisce parte integrante dell allegato Fascicolo Informativo/Contrattuale APPENDICE INTEGRATIVA La presente appendice integrativa costituisce parte integrante dell allegato Fascicolo Informativo/Contrattuale La presente appendice integrativa - consultabile anche sui siti www.unipolsai.com

Dettagli

dal 2006: il primo Fondo Pensione ad attivare le convenzioni LTC sia nella forma Temporanea che a Vita intera.

dal 2006: il primo Fondo Pensione ad attivare le convenzioni LTC sia nella forma Temporanea che a Vita intera. 3 dal 1988: Previbank è il primo Fondo Pensione interaziendale di settore a contribuzione definita e con capitalizzazione in conti individuali, con abbinata la copertura contro i rischi di premorienza

Dettagli

PERCHÉ CONVIENE ADERIRE A TELEMACO

PERCHÉ CONVIENE ADERIRE A TELEMACO PERCHÉ CONVIENE ADERIRE A TELEMACO CHI È TELEMACO TELEMACO è il Fondo Pensione Complementare del settore delle Telecomunicazioni costituito nel 1998, in forma di associazione riconosciuta senza fine di

Dettagli

ARTIGIANATO - PREVIDENZA - FONDI - Folder Informativo su ARTIFOND

ARTIGIANATO - PREVIDENZA - FONDI - Folder Informativo su ARTIFOND ARTIGIANATO - PREVIDENZA - FONDI - Folder Informativo su ARTIFOND La riforma del sistema pensionistico determinata dalla legge 335/1995 e successive modificazioni ha modificato il sistema di rogazione

Dettagli

Lunedì 14 Gennaio 2013 9.00 10.00 Direttore Prof. A. Brambilla

Lunedì 14 Gennaio 2013 9.00 10.00 Direttore Prof. A. Brambilla DIRETTORE DEL MASTER SEDE DI SVOLGIMENTO Prof. Alberto Brambilla Università Carlo Cattaneo LIUC Corso Matteotti 22, 21053 Castellanza Direzione Regionale INPS Gestione ex INPDAP via Circo 14/16, 20123

Dettagli