Elettrico o. purché ant

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Elettrico o. purché ant"

Transcript

1 MOTORI Elettrico o Disegno di Francesco Tundo di Claudio Minero Targhe alterne, zone a traffico limitato, fasce orarie, restrizioni alla circolazione per veicoli inquinanti o che non rispondono ai nuovi criteri di emissione tipo euro 4: la nostra vita in città è sempre più condizionata dalle misure antitraffico e antinquinamento. Ma nonostante i provvedimenti restrittivi il tasso di inquinamento resta alto e la nostra salute è sempre più a rischio. Mentre applicano queste misure, le amministrazioni comunali cercano di dare l esempio e arricchiscono il loro parco auto e bus con veicoli non inquinanti, tra i quali quelli elettrici o a propulsori ibridi. Anche molte aziende, sia pubbliche sia private, si stanno dotando di veicoli a energia elettrica. Il veicolo elettrico infatti sarebbe la soluzione ottimale per la mobilità urbana, in quanto è l unico che non ha emissioni. Esso inoltre ben si adatta ad essere integrato nei nuovi concetti di gestione del traffico, come i sistemi automatici per l affitto auto, o i bus a bassa emissione nei servizi pubblici. Ma gli ostacoli da superare purché ant Mentre le amministrazioni comunali combattono contro l inquinamento del traffico, la ricerca fa la sua parte e sta perfezionando il veicolo ideale Negli Usa i veicoli a doppio propulsore (un motore elettrico combinato con un altro tipo di propulsore) destano un crescente interesse delle case automobilistiche. Qui vediamo alcuni prototipi presentati in un apposita manifestazione, il Test do Sol. 6

2 ibrido per una sistematica adozione di veicoli elettrici sono di mercato. ficative possibilità a livello ancora molti e i ricercatori Sono già in vendita, o lo saranno a breve, nuovi tipi di sono al lavoro per trovare soluzioni in grado di superarli. alta temperatura, a nichel- batterie, come le batterie ad Prendiamo per esempio il metallo idruro, e al litio. problema dell immagazzinamento di energia. Tra le energia (70 Wh/kg per Per la loro alta densità di possibili soluzioni c è quella dello sviluppo di nuovi ti- esse sono più adatte delle NiMH e 125 Wh/kg per Li) pi di batterie oppure di metodi alternativi per il tra- Wh/kg per Pb e 60 per batterie tradizionali (40 sporto della riserva di NiCd ) per essere usate su energia necessaria al veicolo elettrico, come l uso di una autonomia fino a oltre mezzi mobili, permettendo idrogeno come vettore energeticoneato che più una batteria 250 chilometri. Va sottoli- Le batterie possono avere pesa, più parte dell energia un progresso tecnico ed immagazzinata in essa deve economico rilevante a breve essere usata per trasportare e medio termine, con signi- la batteria stessa. ismog automobilistico con misure di limitazione : quello a trazione elettrica Il prototipo della Natrium, il veicolo ibrido messo a punto dalla Daimler-Chrysler e presentato alla manifestazione Test do Sol. Summary Local authorities are introducing electric or hybrid public vehicles to contrast the increasing pollution caused by means of transportation. Followed by public and private firms. In principle electric vehicles are the ideal solution but there are still logistic problems to be solved, such as battery life. In practice, for the time being, hybrid engines (combining an electric system and a thermic engine) are more viable, where fuel and emission savings can reach 20-30%. In the long term electric vehicles powered by fuel cells are the most interesting technology. However the problem posed by the hydrogen storage must be efficiently solved first, as in-situ H2 generation has not still been developed for the automotive industry. Energy production is then provided by the Polymeric Exchange Membrane, PEM fuel cell, considered by many as the most suitable for mobile applications. Within the Environment Park in Turin, the Pedemont Region and the EU are financially supporting the Hydrogen System Laboratory, a centre of excellence for hydrogen-related technologies. Amongs its project Hysyrider- the first hybrid hydrogenfuelled scooter. I propulsori ibridi, la via più breve per l elettrico La via realizzabile a breve per l utilizzo di motori elettrici è quella di propulsori ibridi, che combinano un motore elettrico con altri tipi di propulsori/generatori, come motori a combustione interna, turbine a gas, o celle a combustibile. Il vantaggio principale di tale combinazione è l interazione permanente tra un sistema elettrico, altamente efficiente, e un motore termico (poco efficiente dal punto di vista termodinamico) o una cella a combustibile (più efficiente e con possibili minori emissioni). Ne deriva un elevata autonomia, riduzione di consumi e minore emissione. Le batterie, ma anche i super condensatori, hanno un ruolo importante come riserva di potenza. Per la loro doppia anima, i veicoli ibridi possono funzionare solo ad elettricità quando richiesto, come è il caso di ambienti urbani do- 7

3 MOTORI ve è richiesta emissività zero. Essi possono usare combustibili convenzionali o rinnovabili. La tecnologia ibrida è facilmente adattabile a veicoli per uso pesante, come i bus urbani, permettendo una riduzione sia dei consumi sia delle emissioni del 20-30%. Nuove applicazioni stanno ora emergendo sui veicoli leggeri usando fuel cells nella combinazione ibrida in serie. I propulsori ibridi sono in genere classificati come ibrido serie, ibrido parallelo e ibrido split (o combinato). 1. Il sistema ibrido serie ha solo un sistema di propulsione elettrico (convertitore elettronico di potenza, motore o motori elettrici, differenziale, ruote) alimentato da uno o più sorgenti connesse in parallelo (vedi schema a destra). Il sistema motore/generatore in questa configurazione può essere rimpiazzato da una cella a combustibile: si ha quindi un propulsore ibrido a fuel cell (per le quali si veda oltre) Serbatoio 2- Motore 3- Generatore 4- Batteria Carica batterie 6- Convertitore 7- Motore elettrico 2. Il sistema ibrido parallelo combina la trazione elettrica e la trazione con un motore a combustione interna (vedi schema a destra). I due sistemi di trazione sono accoppiati al livello della trasmissione per il movimento delle ruote. La caratteristica principale di questo sistema è il recupero di energia in frenata. Usando il motore elettrico (di trazione) in modo reversibile come generatore, l energia meccanica del motore o che deriva dalla decelerazione del veicolo può essere convertita e immagazzinata come energia elettrica per un uso successivo. La presenza di una batteria implica che ci debba essere a bordo o fuori bordo un sistema di ricarica. Ci sono ovviamente molte possibilità di combinazione costruttiva e operative, per ottimizzare la coppia, i buchi di coppia, l elasticità e la progressione del propulsore. 1- Serbatoio combustibile 2- Motore 3- Ruote 4- Batteria 5- Convertitore 6- Motore elettrico 7- Cambio riduttore 8- Differenziale 3. La combinazione della struttura ibrida serie con quella in parallelo porta al sistema combinato o serie-parallelo, descritto qui a destra, dove un cambio planetario è connesso a un generatore in configurazione ibrida parallela. Questo tipo di topologia è usato nella ben nota Toyota Prius. Questo propulsore ha una serie di possibilità per il controllo del flusso di potenza e il consumo energetico. Il cambio planetario (7) divide la forza propulsiva del motore (2) in due: una parte muove le ruote (3), attraverso il divisore di coppia (7), e l altra aziona il generatore (9). L energia elettrica prodotta dal generatore è riconvertita in energia meccanica attraverso il motore elettrico (6) o immagazzinata nella batteria (4) Serbatoio combustibile 2- Motore 3- Ruote 4- Batteria 5- Convertitore 6- Motore elettrico 7- Sistema di divisione (split) della potenza (cambio planetario) 8- Differenziale 9- Generatore

4 Elettrico o ibrido purché antismog I veicoli elettrici a fuel cells: come funzionano Le celle a combustibile trasformano l energia prodotta dalla reazione di combustione in energia elettrica, piuttosto che in calore come fanno i motori a combustione interna, con alta efficienza, nessun o moderato rumore, poche o nulle emissioni nel caso il combustibile sia idrogeno o una miscela ricca di idrogeno prodotta da reforming. Con idrogeno il gas di scarico è acqua. L energia elettrica generata viene usata nei veicoli per la propulsione (nello schema ibrido serie) e per l alimentazione degli accessori elettrici. Tecnologie di hydrogen storage La tecnica di immagazzinamento di idrogeno è un punto critico per lo sviluppo della tecnologia, quando non sia possibile avere a bordo un sistema di generazione. Nelle applicazioni automotive o per altri veicoli di piccola dimensione il sistema di generazione a bordo non è per ora possibile per problemi di spazio e peso. Ogni veicolo alimentato a idrogeno deve quindi avere a bordo un sistema di immagazzinamento sicuro e capiente, per permettere l autonomia adesso raggiungibile con i veicoli ad alimentazione tradizionale, senza limitazioni eccessive di passeggeri, di spazio di carico o di peso. Questo è un problema di difficile soluzione a causa della bassa densità di immagazzinamento dell idrogeno. La sua soluzione è la chiave per lo sviluppo della produzione di massa dei veicoli a fuel cells. La soluzione più semplice per l uso di fuel cells è l uso diretto di idrogeno, in quanto tale scelta evita la necessità di un reformer a bordo, che a sua volta produce CO 2 e altri sottoprodotti che limitano in parte i vantaggi che si potrebbero ottenere dalla tecnologia. Tuttavia questo implica che si trovi un sistema di immagazzinamento ragionevolmente piccolo e leggero, e che rilasci idrogeno rapidamente e alla velocità richiesta per il consumo. Sebbene l idrogeno immagazzini maggiore energia su base ponderale di ogni altro combustibile (circa 3 volte di più della benzina), è difficile immagazzinarlo in un serbatoio, per la sua diffusività ed esplosività. A) La soluzione più semplice è l immagazzinamento in bombola come gas compresso. Esso viene immagazzinato come il gas naturale, in bombole di acciaio, alluminio o leghe composite, e il pieno viene fatto come per il metano e in tempi simili. Le bombole sono cilindriche per avere una buona distribuzione della pressione lungo le pareti della stessa. Per incrementare la quantità di idrogeno immagazzinato, e quindi l autonomia, si può: 1) aumentare la pressione (fino a 700 bar), ma questo richiede contenitori più costosi e pesanti, con costi maggiori di compressione ed eventuali problemi di sicurezza; 2) usare basse pressioni con contenitori di maggior volume, che possono essere comunque pesanti e che occupano maggiore spazio nel veicolo. B) L idrogeno liquido (LH 2 ) è attualmente il metodo più usato per l immagazzinamento fuori bordo per l alta densità di energia dell idrogeno liquido. Tuttavia il processo di liquefazione dell idrogeno è molto costoso a causa del punto di ebollizione molto basso. 9

5 MOTORI Elettrico o ibrido 10 L idrogeno liquido richiede inoltre contenitori con altissimo isolamento termico per evitare la perdita per ebollizione. Le basse temperature devono inoltre essere mantenute durante il riempimento del serbatoio (che può portare a perdite del 25% come gas) e durante lo stoccaggio (almeno 1% perso al giorno). C) Sono ancora allo stato di ricerca di base altre tecnologie per l immagazzinamento, come l adsorbimento allo stato solido, i nanotubi di carbonio e gli idruri. Tutti questi metodi hanno potenzialmente la possibilità di alta densità di energia immagazzinata per unità di volume e peso rispetto all idrogeno liquido e compresso. Gli idruri allo stato solido immagazzinano e rilasciano H 2 per assorbimento/desorbimento. Tuttavia i metalli che possono formare idruri sono normalmente pesanti, dando solo un 1-1,5% di idrogeno come frazione in peso, e sono costosi (si veda Pd). I metalli più leggeri e meno costosi richiedono invece alte temperature operative per il desorbimento, non praticabili in veicoli a fuel cells. Le nanostrutture a base di carbonio, come fibre di grafite con configurazioni molto intricate e ad alta rea superficiale, possono assorbire idrogeno per più di 1/5 del loro peso. Tuttavia questi risultati sono per ora limitati ad esperimenti di laboratorio. La tecnologia basata su idruri di boro, sodio e calcio (si noti elementi leggeri) produce idrogeno per reazione con acqua in un reattore catalitico opportuno e i prodotti di reazione possono essere riciclati per un riuso. Il sodio boroidruro (NaBH 4 ) ha la capacità di immagazzinare il 10,3% in peso del materiale come idrogeno. La reazione base di produzione è la seguente: NaBH H 2 O NaBO H 2 La concentrazione iniziale di NaBH 4 in acqua stabilizzata con 1-3% di NaOH è solitamente 20-35%. La reazione con l acqua è catalizzata da catalizzatori brevettati che producono istantaneamente H 2. Il borace prodotto rimane solubile in acqua e può venir riciclato al successivo pieno del serbatoio. La tecnologia ha molti vantaggi rispetto all idrogeno compresso: a) la soluzione non è infiammabile e con basso impatto ambientale quando accidentalmente dispersa nell ambiente; b) il borace può venir riciclato per la produzione di nuovo idruro; c) il volume richiesto per il serbatoio non abbisogna di molto spazio (molto minore di quello delle bombole, anche se maggiore di un normale serbatoio a benzina, per le usuali autonomie dei veicoli). La generazione di energia Sopra: cella a combustibile di tipo PEM. A lato: stack di celle a combustibile da 20 celle con potenza 500W, tensione 20V, I=500/20=25 A (Concessione del Environment Park Torino). Le celle a combustibile con membrana a scambio protonico (Polymeric exchange membrane, PEM fuel cell) usano una membrana a elettrolita solido che scambia protoni come illustrato in basso. Esse funzionano a temperatura relativamente bassa ( C) e sono ritenute da molti le più adatte per applicazioni mobili e automotive. Esse richiedono una riserva di idrogeno on board, come gas idrogeno, o gas ricchi di idrogeno generabili a bordo da combustibili liquidi come metanolo, idrocarburi convenzionali come benzina e diesel, o riserva di idrogeno in forma di composti inorganici riusabili.

6 purché antismog Una singola cella, come quella nello schema qui sopra, viene abbinata ad altre per fare quello che si chiama uno stack. Esso riunisce più celle con lo scopo di ottenere tensione più elevate di una singola cella e ovviamente più potenza. La fotografia della pagina accanto mostra uno stack di bassa potenza per applicazioni mobili. Progetto HYSYRIDER. Assemblaggio e test di uno scooter (1kW) a celle a combustibile. In basso: vista della disposizione del propulsore a fuel cell del prototipo Natrium della Daimler- Chrysler. Il parco tecnologico Environment Park a Torino, con il sostegno della Regione Piemonte e della Città di Torino, e il co-finanziamento dell Unione Europea, ha avviato il progetto Hysy Lab (Hydrogen System Laboratory) (www.hysylab.com), centro di eccellenza sulle tecnologie dell idrogeno. Il progetto è stato concepito come centro di aggregazione del Sistema Piemonte Idrogeno e dei soggetti operanti nel settore, come laboratorio di supporto alle aziende di medie e piccole dimensioni e come centro di formazione per futuri tecnici operanti nel settore della ricerca applicata. Tra progetti sviluppati da Envipark ci sono: Micro CHP - Sviluppo dell unità fuel cell micro-chp; Celco Yacht - Sviluppo di un sistema a fuel cell per l alimentazione di motori ausiliari e la propulsione di imbarcazioni da turismo; Microcell - Sviluppo di micro fuel cell a metanolo ed etanolo per applicazioni mobili; Hydrogen School - progettazione e realizzazione di laboratori didattici sulla filiera dell idrogeno; H Sviluppo di iniziative dimostrative nella cornice dei Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006; Hysyrider - primo scooter ibrido a idrogeno che vediamo qui a lato. La DaimlerChrysler ha sviluppato un prototipo, chiamato Natrium, in cui l idrogeno è prodotto da sodio boroidruro (NaBH 4 ). Tutto il necessario può essere collocato nel pavimento veicolare (come mostra lo spaccato) ed evita l ingombro in cabina del serbatoio, permettendo allo stesso tempo una autonomia competitiva. Il propulsore della Natrium consiste di un sistema di trazione con 82 kw di potenza massima, una batteria di 40 kw a ione-li, e un generatore a fuel cell di 54 kw. Con 166 L di combustibile al 20% come concentrazione di sodio boroidruro, la Natrium può viaggiare 500 km. La vettura ha anche prestazioni accettabili (accelerazione kmh in 16 s) e una velocità massima di 130 km/h. Queste prime realizzazioni sono incoraggianti, ma sottolineano che i progressi da fare sono ancora molti prima di arrivare a un parco veicolare a bassa emissione. Claudio Minero Dipartimento di Chimica analitica, Università di Torino 11

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna STUDIO DELL APPLICAZIONE DI UN SISTEMA ALIMENTATO AD IDROGENO PER UN SOLLEVATORE AUTOPROPULSO

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna STUDIO DELL APPLICAZIONE DI UN SISTEMA ALIMENTATO AD IDROGENO PER UN SOLLEVATORE AUTOPROPULSO Alma Mater Studiorum - Università di Bologna SECONDA FACOLTA DI INGEGNERIA CON SEDE A CESENA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA MECCANICA STUDIO DELL APPLICAZIONE DI UN SISTEMA ALIMENTATO AD IDROGENO PER UN

Dettagli

Camera dei Deputati 33 Indagine conoscitiva 3. xvi legislatura commissioni riunite ix e x seduta del 22 febbraio 2011

Camera dei Deputati 33 Indagine conoscitiva 3. xvi legislatura commissioni riunite ix e x seduta del 22 febbraio 2011 Camera dei Deputati 33 Indagine conoscitiva 3 Camera dei Deputati 34 Indagine conoscitiva 3 Camera dei Deputati 35 Indagine conoscitiva 3 Camera dei Deputati 36 Indagine conoscitiva 3 PAGINA BIANCA Audizione

Dettagli

Convertitori elettronici di potenza per i veicoli elettrici

Convertitori elettronici di potenza per i veicoli elettrici Trazione elettrica veicolare: stato dell arte ed evoluzioni future Convertitori elettronici di potenza per i veicoli elettrici Veicoli elettrici L aumento crescente del costo del combustibile e il problema

Dettagli

Veicoli elettrici ricaricabili da rete: sfide e opportunità da cogliere

Veicoli elettrici ricaricabili da rete: sfide e opportunità da cogliere Bari, 26/07/2011 Veicoli elettrici ricaricabili da rete: sfide e opportunità da cogliere 7 - Componenti, caratteristiche e tecnologie per applicazioni veicolari Giuseppe Mauri Dip. Sviluppo del Sistema

Dettagli

HY PARK la possibilità di vedere dal vivo le principali tecnologie ad idrogeno

HY PARK la possibilità di vedere dal vivo le principali tecnologie ad idrogeno HY PARK la possibilità di vedere dal vivo le principali tecnologie ad idrogeno Dal giorno 8 al giorno 19 febbraio, in largo Cairoli, a Torino, si presenta un occasione unica nel proprio genere: la possibilità,

Dettagli

SCOOTER A BASSO IMPATTO AMBIENTALE

SCOOTER A BASSO IMPATTO AMBIENTALE SCOOTER A BASSO IMPATTO AMBIENTALE Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori Premessa La produzione attuale di scooter superiori a 50cc e omologati EURO 3 è pressoché totalmente a 4 tempi. Attraverso

Dettagli

Attività sperimentali per l allestimento di un vaporetto ad idrogeno. Marco SCAPIN

Attività sperimentali per l allestimento di un vaporetto ad idrogeno. Marco SCAPIN Attività sperimentali per l allestimento di un vaporetto ad idrogeno Venezia - VEGA Marco SCAPIN 15 marzo 2008 Venezia Tecnologie S.p.a. ha tra i propri azionisti ENI e VEGA ha la propria sede a Porto

Dettagli

Il Sistema Elettrico nei Veicoli Ibridi: componenti, caratteristiche e tecnologie

Il Sistema Elettrico nei Veicoli Ibridi: componenti, caratteristiche e tecnologie ATA Sardegna Cagliari, 13 marzo 2009 Il Sistema Elettrico nei Veicoli Ibridi: componenti, caratteristiche e tecnologie Alberto TENCONI Gruppo 5E Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Politecnico di Torino

Dettagli

VEICOLI IBRIDI: L ALTERNATIVA INTELLIGENTE.

VEICOLI IBRIDI: L ALTERNATIVA INTELLIGENTE. VEICOLI IBRIDI: L ALTERNATIVA INTELLIGENTE. Tutti i lati positivi della motorizzazione elettrica e solo i vantaggi di quella tradizionale. IL MEGLIO IN CIRCOLAZIONE. Minori consumi, più rispetto per l

Dettagli

Propulsione elettrica con alimentazione a idrogeno e ibrida elettromeccanica

Propulsione elettrica con alimentazione a idrogeno e ibrida elettromeccanica Propulsione elettrica con alimentazione a idrogeno e ibrida elettromeccanica Giovanni Lutzemberger Università di Pisa Montecatini, 25-26 maggio 2012 1 Sommario Introduzione: i veicoli ibridi Progettazione

Dettagli

Mobilità sostenibile e Trazione elettrica. Relatore Ing. Antonio Del Sole

Mobilità sostenibile e Trazione elettrica. Relatore Ing. Antonio Del Sole Mobilità sostenibile e Trazione elettrica Relatore Ing. Antonio Del Sole Mobilità: esigenza dell uomo Per sopravvivere gli esseri umani hanno dovuto, da sempre, essere disponibili alla mobilità Questo

Dettagli

Mission aziendale. Know how tecnologico. Descrizione della tecnologia

Mission aziendale. Know how tecnologico. Descrizione della tecnologia Mission aziendale MetEnergia si configura come una licensing company il cui scopo è la commercializzazione della proprietà intellettuale sviluppata nel campo dello stoccaggio reversibile di gas. Il mercato

Dettagli

Saab BioPower Hybrid Concept adotta la trasmissione ibrida bimodale

Saab BioPower Hybrid Concept adotta la trasmissione ibrida bimodale INFORMAZIONI Bologna, 5 Dicembre 2006 Anteprima italiana Saab BioPower Hybrid Concept adotta la trasmissione ibrida bimodale Primo veicolo ibrido al mondo che utilizza un carburante rinnovabile Modernissima

Dettagli

Il modo migliore di guidare associando l emozione al rispetto dell ambiente

Il modo migliore di guidare associando l emozione al rispetto dell ambiente Il modo migliore di guidare associando l emozione al rispetto dell ambiente La 307 CC IbridaHDi evidenzia nel migliore dei modi l impegno di Peugeot a favore della protezione dell ambiente attraverso la

Dettagli

Capitolo 4 FUEL CELLS

Capitolo 4 FUEL CELLS Capitolo 4 FUEL CELLS 4.1 LA TECNOLOGIA Il funzionamento di una cella o pila a combustibile può essere così schematizzato: Il combustibile gassoso (ad esempio H2), è inviato all anodo (elettrodo negativo,

Dettagli

Auto elettrica e infrastrutture Prospettive, sfide e opportunità. 6 maggio 2009 Giovanni Battista Razelli

Auto elettrica e infrastrutture Prospettive, sfide e opportunità. 6 maggio 2009 Giovanni Battista Razelli Auto elettrica e infrastrutture Prospettive, sfide e opportunità 6 maggio 2009 Giovanni Battista Razelli 1 I bus elettrici a Torino LE ESIGENZE DA SODDISFARE Basso impatto ambientale Bassi consumi di combustibile

Dettagli

Il trasporto pesante diventa leggero L opportunità Metano

Il trasporto pesante diventa leggero L opportunità Metano Il trasporto pesante diventa leggero L opportunità Metano Genova, 2 dicembre 2013 Utilizzo del gas naturale liquido nei sistemi propulsivi: potenzialità e problematiche A. Massardo, G. Zamboni Scuola Politecnica

Dettagli

Università degli Studi di Bologna. FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale

Università degli Studi di Bologna. FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale Università degli Studi di Bologna FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale STUDIO DI MASSIMA DI UNA PIATTAFORMA ELEVATRICE AD IDROGENO Tesi di Laurea di:

Dettagli

MOTORE ALIMENTATO AD AMMONIACA

MOTORE ALIMENTATO AD AMMONIACA CONVEGNO Dalle autostrade alle Neostrade : quale auto/strada prendere? MOTORE ALIMENTATO AD AMMONIACA Un progetto Toscano per una mobilità sostenibile Pontedera, Auditorium Museo Piaggio 13 ottobre 2015

Dettagli

Progetto Filiera Idrogeno. WP5a: Realizzazione di un veicolo a celle a combustibile WP5b: Alimentazione di carichi ausiliari di imbarcazioni

Progetto Filiera Idrogeno. WP5a: Realizzazione di un veicolo a celle a combustibile WP5b: Alimentazione di carichi ausiliari di imbarcazioni Progetto Filiera Idrogeno WP5a: Realizzazione di un veicolo a celle a combustibile WP5b: Alimentazione di carichi ausiliari di imbarcazioni 1 Progetto Filiera Idrogeno WP5a: Realizzazione di un veicolo

Dettagli

IMMAGAZZINARE ENERGIA: GLI ACCUMULATORI ELETTROCHIMICI Prof. Nerino Penazzi

IMMAGAZZINARE ENERGIA: GLI ACCUMULATORI ELETTROCHIMICI Prof. Nerino Penazzi IMMAGAZZINARE ENERGIA: GLI ACCUMULATORI ELETTROCHIMICI Prof. Nerino Penazzi Di cosa parleremo questa sera: Cos è un accumulatore di energia elettrica Pile e altro Comportamento di un buon accumulatore

Dettagli

I veicoli elettrici e ibridi: stato dell arte, analisi dei benefici ed evoluzioni future.

I veicoli elettrici e ibridi: stato dell arte, analisi dei benefici ed evoluzioni future. I veicoli elettrici e ibridi: stato dell arte, analisi dei benefici ed evoluzioni future. F. Cheli, R. Viganò, F.L. Mapelli, D. Tarsitano Dipartimento di Meccanica 1 Contenuti Le tecnologie attuali per

Dettagli

HYSY_LAB: la ricerca sull idrogeno in un laboratorio di eccellenza

HYSY_LAB: la ricerca sull idrogeno in un laboratorio di eccellenza HYSY_LAB: la ricerca sull idrogeno in un laboratorio di eccellenza Bernardo Ruggeri Presidente Environment Park 27 Novembre 2003 Convegno Politiche di promozione del risparmio energetico e delle fonti

Dettagli

SISTEMI ELETTROCHIMICI

SISTEMI ELETTROCHIMICI Università degli studi di Palermo SISTEMI ELETTROCHIMICI Dott. Ing. Serena Randazzo Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica e Meccanica OUTLINE 1) Introduzione sui sistemi elettrochimici

Dettagli

Trasporto e Stoccaggio dell Energia: Come diventare Smart Milano, 11 Luglio 2011

Trasporto e Stoccaggio dell Energia: Come diventare Smart Milano, 11 Luglio 2011 Trasporto e Stoccaggio dell Energia: Come diventare Smart Milano, 11 Luglio 2011 Mario Conte Unità Tecnica Tecnologie Avanzate per l Energia e l Industria Unità di Coordinamento Sistemi di Accumulo dell

Dettagli

La sostenibilità nel trasporto pubblico locale: l esperienza del Gruppo Torinese Trasporti

La sostenibilità nel trasporto pubblico locale: l esperienza del Gruppo Torinese Trasporti La sostenibilità nel trasporto pubblico locale: l esperienza del Gruppo Torinese Trasporti 1 Tommaso Panero Amministratore Delegato GTT spa Convegno: OBIETTIVO SOSTENIBILITA : Design e Logistica a confronto

Dettagli

L Idrogeno fa strada. Milano 14 Dicembre 2007

L Idrogeno fa strada. Milano 14 Dicembre 2007 L Idrogeno fa strada Milano 14 Dicembre 2007 Il Clima Se noi adottiamo da subito delle contromisure severe, siamo ancora in tempo a scongiurare le conseguenze peggiori dei cambiamenti climatici Rapporto

Dettagli

h2planet Hy-Go H2planet fuel-cell vehicle experience Hydrogen moved projects

h2planet Hy-Go H2planet fuel-cell vehicle experience Hydrogen moved projects h2planet H2planet fuel-cell vehicle experience Hy-Go Hydrogen moved projects Hy-Go Fuel-cell powertrain Una delle configurazioni spesso più ambite a bordo di veicoli elettrici è quella che consenta di

Dettagli

Il progetto H 2 ydrogem: verso un futuro a zero emissioni. Ancona, 27 settembre 2013

Il progetto H 2 ydrogem: verso un futuro a zero emissioni. Ancona, 27 settembre 2013 Il progetto H 2 ydrogem: verso un futuro a zero emissioni Ancona, 27 settembre 2013 GiacominiS.p.A. : La storia Giacomini S.p.A., fondata nel 1951, è leader nella produzione di componenti per riscaldamento

Dettagli

Centro Interuniversitario di Ricerca Trasporti Università degli Studi di Genova. Riccardo Genova

Centro Interuniversitario di Ricerca Trasporti Università degli Studi di Genova. Riccardo Genova Centro Interuniversitario di Ricerca Trasporti Università degli Studi di Genova Stato dell arte e innovazione nel settore filoviario nel moderno contesto dei sistemi a grande capacità di trasporto Fabio

Dettagli

Prodotti Progetti Investimenti/innovazione Proposte

Prodotti Progetti Investimenti/innovazione Proposte Prodotti Progetti Investimenti/innovazione Proposte Sviluppo e realizzazione di sistemi di propulsione innovativi Dalle specifiche del cliente al prodotto Generatori ad alta efficienza di conversione 2

Dettagli

Verso una piattaforma italiana per l idrogeno e le celle a combustibile

Verso una piattaforma italiana per l idrogeno e le celle a combustibile Verso una piattaforma italiana per l idrogeno e le celle a combustibile 2 WORKSHOP TOSCANO SULL IDROGENO e TECNOLOGIE COLLEGATE OPPORTUNITA e FINANZIAMENTI Firenze, 25 Luglio 2014 Firenze 25 Luglio 2014

Dettagli

INDAGINI SULLE TECNOLOGIE DELL IDROGENO QUALE VETTORE ENERGETICO PER L ACCUMULO

INDAGINI SULLE TECNOLOGIE DELL IDROGENO QUALE VETTORE ENERGETICO PER L ACCUMULO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA MECCANICA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE E MECCANICA INDAGINI SULLE TECNOLOGIE DELL IDROGENO QUALE VETTORE

Dettagli

sistemi di propulsione tradizionale

sistemi di propulsione tradizionale I vantaggi dei veicoli a trazione elettrica rispetto ai sistemi di propulsione tradizionale La metodologia WTW per l analisi li i delle alternative, ti potenzialità e limiti iti delle tecnologie disponibili

Dettagli

TERMODINAMICA. T101D - Banco Prova Motori Automobilistici

TERMODINAMICA. T101D - Banco Prova Motori Automobilistici TERMODINAMICA T101D - Banco Prova Motori Automobilistici 1. Generalità Il banco prova motori Didacta T101D permette di effettuare un ampio numero di prove su motori automobilistici a benzina o Diesel con

Dettagli

TECNOPOLO TALKS Il Tecnopolo della provincia di Ravenna si racconta

TECNOPOLO TALKS Il Tecnopolo della provincia di Ravenna si racconta TECNOPOLO TALKS Il Tecnopolo della provincia di Ravenna si racconta Programma pilota per lo sviluppo sperimentale di tecnologie ad idrogeno per i primi mercati e la decarbonizzazione Laboratorio di Ricerca

Dettagli

Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile L AUTO IBRIDA DUE MOTORI PER PRESTAZIONI DA BRIVIDO!

Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile L AUTO IBRIDA DUE MOTORI PER PRESTAZIONI DA BRIVIDO! Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile L AUTO IBRIDA DUE MOTORI PER PRESTAZIONI DA BRIVIDO! Un veicolo ibrido ha due motori, di due tipi e con sorgenti

Dettagli

I veicoli elettrici : una opportunità per i nostri giorni

I veicoli elettrici : una opportunità per i nostri giorni RisorseComuni Le politiche locali per la diffusione dei veicoli a basso impatto ambientale Milano 16 febbraio 2006 I veicoli elettrici : una opportunità per i nostri giorni Pietro Menga Presidente CIVES

Dettagli

Carburanti alternativi

Carburanti alternativi ENTE PER LE NUOVE TECNOLOGIE, L ENERGIA E L AMBIENTE Carburanti alternativi Raffaele Vellone ENEA, Progetto Idrogeno e Celle a Combustibile C.R. Casaccia, Via Anguillarese 301, 00060 Roma MR/2006-1 Principali

Dettagli

ELETTROCHIMICA APPLICATA: LE CELLE A COMBUSTIBILE AD IDROGENO

ELETTROCHIMICA APPLICATA: LE CELLE A COMBUSTIBILE AD IDROGENO ELETTROCHIMICA APPLICATA: LE CELLE A COMBUSTIBILE AD IDROGENO CHIMICA MATERIALI ED ENERGIA Ordine dei Chimici di Brescia Alessandro Francesconi 25 novembre 2011 QUESTIONE ENERGIA in 10 anni POPOLAZIONE

Dettagli

STUDIO DI MASSIMA ED OTTIMIZZAZIONE DEL SISTEMA DI TRAZIONE DI UNA VETTURA SPORTIVA IBRIDA PER DIVERSAMENTE ABILI

STUDIO DI MASSIMA ED OTTIMIZZAZIONE DEL SISTEMA DI TRAZIONE DI UNA VETTURA SPORTIVA IBRIDA PER DIVERSAMENTE ABILI ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA FACOLTÀ DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA MECCANICA LABORATORIO CAD STUDIO DI MASSIMA ED OTTIMIZZAZIONE DEL SISTEMA DI TRAZIONE DI UNA VETTURA SPORTIVA

Dettagli

Dimensionamento di massima di un sistema di propulsione ibrida per una microvettura

Dimensionamento di massima di un sistema di propulsione ibrida per una microvettura U n i v e r s i t à d e g l i S t u d i d i B o l o g n a FACOLTÀ DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Laboratorio CAD Dimensionamento di massima di un sistema di propulsione ibrida per

Dettagli

Verso la commercializzazione di Celle a Combustibile per applicazioni nei trasporti, stazionarie e portatili Giovanni Dotelli

Verso la commercializzazione di Celle a Combustibile per applicazioni nei trasporti, stazionarie e portatili Giovanni Dotelli Verso la commercializzazione di Celle a Combustibile per applicazioni nei trasporti, stazionarie e portatili Giovanni Dotelli tutti o quasi avete un auto e quindi possedete un motore a combustione interna

Dettagli

STOCCAGGIO DI IDROGENO NEI SOLIDI ATTIVITA DI RICERCA PRESSO IL POLITECNICO DI TORINO

STOCCAGGIO DI IDROGENO NEI SOLIDI ATTIVITA DI RICERCA PRESSO IL POLITECNICO DI TORINO STOCCAGGIO DI IDROGENO NEI SOLIDI ATTIVITA DI RICERCA PRESSO IL POLITECNICO DI TORINO A. TAGLIAFERROT LAQ In.Te.S.E. Politecnico di Torino SOMMARIO Il problema Le possibili tecnologie Il contributo del

Dettagli

(gruppo filtro aria perfezionato) per motori EURO 6

(gruppo filtro aria perfezionato) per motori EURO 6 Progetto Europeo AIR-BOX AUTOMOTIVE 2014 AIR-BOX (gruppo filtro aria perfezionato) per motori EURO 6 APPARATO AIR-BOX per la riduzione dei NOx e del CO2 e per l incremento delle prestazioni del motore

Dettagli

le tecnologie di oggi e le prospettive di ricerca

le tecnologie di oggi e le prospettive di ricerca I VEICOLI ELETTRICI PER UN SISTEMA DI TRASPORTI ECOCOMPATIBILE: le tecnologie di oggi e le prospettive di ricerca Prof. Ing. Domenico Casadei Dipartimento di Ingegneria Elettrica Università degli Studi

Dettagli

Sviluppo dei veicoli elettrici

Sviluppo dei veicoli elettrici Sviluppo dei veicoli elettrici In un contesto di crescente domanda di mobilità, una maggiore diffusione dei veicoli elettrici rappresenta la soluzione per un modello sostenibile ed energeticamente efficiente

Dettagli

Progetto Regione Lombardia Aspetti legati all utilizzo delle miscele metano-idrogeno su veicolo

Progetto Regione Lombardia Aspetti legati all utilizzo delle miscele metano-idrogeno su veicolo Progetto Regione Lombardia Aspetti legati all utilizzo delle miscele metano-idrogeno su veicolo Andrea GERINI Alternative Fuel Engines FPT - Research & Technology Presentazione del progetto Sviluppo veicolo

Dettagli

Progetto H 2 Filiera Idrogeno

Progetto H 2 Filiera Idrogeno WP 4 MOTORI AD IDROGENO CON INIEZIONE DIRETTA A BASSA PRESSIONE Un ostacolo all uso dell idrogeno negli autoveicoli è portarne a bordo la quantità necessaria per una ragionevole autonomia. La densità energetica

Dettagli

Dipartimento Energia Politecnico di Torino

Dipartimento Energia Politecnico di Torino Produzione dell energia elettrica: PROSPETTIVE TECNOLOGICHE Andrea LANZINI Dipartimento Energia Politecnico di Torino 1. I nostri consumi di energia INPUT DI ENERGIA CONSUMI FINALI Flussi di energia nelle

Dettagli

Progetto H2 Filiera Idrogeno. Il contributo dell Elettronica nel Progetto Regionale Filiera Idrogeno

Progetto H2 Filiera Idrogeno. Il contributo dell Elettronica nel Progetto Regionale Filiera Idrogeno Progetto H2 Filiera Idrogeno Il contributo dell Elettronica nel Progetto Regionale Filiera Idrogeno Prof. Roberto Saletti Dipartimento Ingegneria dell Informazione Università di Pisa Il progetto regionale

Dettagli

Scenari e prospettive del settore auto Roma, 18 Dicembre 2014

Scenari e prospettive del settore auto Roma, 18 Dicembre 2014 Scenari e prospettive del settore auto Cristiana Petrucci Responsabile Centro Studi e Statistiche Unione Petrolifera L UNRAE in numeri Auto, Commerciali, Industriali, Bus, Caravan, Autocaravan, Assistenza,

Dettagli

CENTRALI TERMOELETTRICHE

CENTRALI TERMOELETTRICHE CENTRALI TERMOELETTRICHE Le centrali termoelettriche sono impianti che utilizzano l energia chimica dei combustibili per trasformarla in energia elettrica. Nelle centrali termoelettriche la produzione

Dettagli

Fondamenti di Trasporti. Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo

Fondamenti di Trasporti. Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo Università di Catania Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Civile AA 1011 1 Fondamenti di Trasporti Meccanica della Locomozione Utilizzazione della potenza a bordo Giuseppe Inturri Dipartimento

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL SOCIETAL CHALLENGES SMART, GREEN AND INTEGRATED TRANSPORT H2020-GV-2014-2015 CALL H2020-GV-2014: GREEN VEHICLES 2014 SCADENZA CALL 28 Agosto 2014 TOPICS GV-1-2014:

Dettagli

IMPIANTI DI RICARICA PER AUTO ELETTRICHE Prospettive e opportunità Trento 6 giugno 2012. Tecnologie per la trazione elettrica prof. S.

IMPIANTI DI RICARICA PER AUTO ELETTRICHE Prospettive e opportunità Trento 6 giugno 2012. Tecnologie per la trazione elettrica prof. S. Dipartimento di Ingegneria Industriale Department of Industrial Engineering IMPIANTI DI RICARICA PER AUTO ELETTRICHE Prospettive e opportunità Trento 6 giugno 2012 Tecnologie per la trazione elettrica

Dettagli

Tipologie di celle a combustibile

Tipologie di celle a combustibile Approfondimento Tipologie di celle a combustibile AFC AFC sta per Alkaline Fuel Cell, cella a combustibile alcalina (FIGURA 1). Escludendo i prototipi di Grove, è il tipo più antico di cella combustibile,

Dettagli

l idrogeno Il vettore energetico di transizione

l idrogeno Il vettore energetico di transizione l idrogeno Il vettore energetico di transizione L idrogeno (simbolo chimico H) è l elemento più leggero della tavola periodica ed il più abbondante sulla terra. Si presenta come gas incolore, inodore ed

Dettagli

28 novembre 2011. Innovazione di prodotto BLUE HYBRID SYSTEM

28 novembre 2011. Innovazione di prodotto BLUE HYBRID SYSTEM 28 novembre 2011 Innovazione di prodotto BLUE HYBRID SYSTEM L innovazione di prodotto è un percorso continuo che caratterizza la filosofia aziendale. Questo percorso viene alimentato: dalla strategia,

Dettagli

LA FRIZIONE È UN APPARATO CHE SI INTERPONE TRA MOTORE E CAMBIO E PERMETTE DI PORRE PROGRESSIVAMENTE IN CONTATTO IL MOTORE, GIÀ ACCESO, CON GLI ORGANI DI TRASMISSIONE. LA FORZA ESERCITATA SUL PEDALE DAL

Dettagli

Press Info. Suzuki Burgman Fuel Cell a celle combustibile

Press Info. Suzuki Burgman Fuel Cell a celle combustibile Suzuki Burgman Fuel Cell a celle combustibile Prestazioni ad alta responsabilità ambientale per ogni pilota. La tecnologia a celle combustibile permette di ottenere energia pulita poiché genera elettricità

Dettagli

L esperienza di ENEA nel campo dei carburanti alternativi

L esperienza di ENEA nel campo dei carburanti alternativi L esperienza di ENEA nel campo dei carburanti alternativi Ing. Nicola Contrisciani nicola.contrisciani@bologna.enea.it ENEA Dipartimento TER Laboratorio Energia ERG Bologna, 14 dicembre 2007 1 Miscele

Dettagli

03/23/11 Rizzo-Guida all'auto ecologica 1

03/23/11 Rizzo-Guida all'auto ecologica 1 Convegno Euromobility L'auto ecologica: i prodotti di oggi, le idee per il futuro Roberto Rizzo Autore del libro Guida all'auto ecologica 03/23/11 Rizzo-Guida all'auto ecologica 1 Convegno Euromobility

Dettagli

MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA INNOVATIVI A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE

MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA INNOVATIVI A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA INNOVATIVI A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE Stefano Frigo, Ettore Musu, Riccardo Rossi, Roberto Gentili (Dipartimento di Ingegneria dell Energia e dei Sistemi) Montecatini Terme,

Dettagli

Problematiche dell utilizzo di biocarburanti nei motori

Problematiche dell utilizzo di biocarburanti nei motori Bioetanolo: dalla produzione all utilizz Centro Studi l Uomo e l Ambient Padova 200 Problematiche dell utilizzo di biocarburanti nei motori Rodolfo Taccani, Robert Radu taccani@units.it, rradu@units.it

Dettagli

LA GAMMA FULL HYBRID

LA GAMMA FULL HYBRID LA GAMMA FULL HYBRID I nuovi autobus ibridi Emissioni ancora inferiori, consumi ulteriormente ridotti. Il nostro sistema ibrido seriale a batterie è riconosciuto come il più adatto alle missioni urbane.

Dettagli

VOLT NUOVA CHEVROLET

VOLT NUOVA CHEVROLET VOLT NUOVA CHEVROLET Chevrolet Volt Il sogno dell auto elettrica diventa realtà Chevrolet Volt è unica, pluripremiata e pronta per cambiare il mondo dell automobile, combinando l efficienza delle auto

Dettagli

Vantaggi della mobilità elettrica. Convegno AEIT a Mesiano 3 Dicembre 2014 Relatore: Marcello Pegoretti

Vantaggi della mobilità elettrica. Convegno AEIT a Mesiano 3 Dicembre 2014 Relatore: Marcello Pegoretti Vantaggi della mobilità elettrica Convegno AEIT a Mesiano 3 Dicembre 2014 Relatore: Marcello Pegoretti 1 Premessa il Global Warming e i cambiamenti climatici dovuti al consumo di combustibili fossili sono

Dettagli

SOLUZIONE ESAME DI STATO TECNICO DEI SISTEMI ENERGETICI 2004 TEMA N.1

SOLUZIONE ESAME DI STATO TECNICO DEI SISTEMI ENERGETICI 2004 TEMA N.1 SOLUZIONE ESAME DI STATO TECNICO DEI SISTEMI ENERGETICI 2004 TEMA N.1 Svolgimento : Analizzando le caratteristiche del motore per autoveicolo funzionante a ciclo Diesel, possiamo determinare, in primi

Dettagli

Politecnico di Torino Fondazione Telios

Politecnico di Torino Fondazione Telios Politecnico di Torino Fondazione Telios UN ESEMPIO DI MOBILITÀ SOSTENIBILE: DAL FOTOVOLTAICO ALL'AUTO ELETTRICA ing. Davide Rossi La mobilità sostenibile lo Sviluppo Sostenibile è uno sviluppo che soddisfa

Dettagli

LE BATTERIE DA AVVIAMENTO

LE BATTERIE DA AVVIAMENTO LE BATTERIE DA AVVIAMENTO 1. Principio di funzionamento 1 Le batterie da avviamento comunemente usate su moto e scooter della gamma SYM sono batterie al piombo, il cui elemento base è la cella, costituita

Dettagli

Produzione, accumulo e trasporto dell idrogeno

Produzione, accumulo e trasporto dell idrogeno Approfondimento Produzione, accumulo e trasporto dell idrogeno Produzione dell idrogeno Per la produzione le fonti primarie di partenza possono essere sia fossili che rinnovabili. Produzione da fonti fossili

Dettagli

Profilo Aziendale. In parocolare:

Profilo Aziendale. In parocolare: Profilo Aziendale Dolomitech s.r.l. è una azienda nata in TrenOno nel luglio 2010 con l'obiervo di sviluppare e commercializzare sistemi di propulsione avanzao eco- compaobili (e.g. sistemi di propulsione

Dettagli

Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto

Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto ciò che riguarda la circolazione tramite diverse sistemi

Dettagli

Tecnologie per l uso efficiente dell energia e per l utilizzo di fonti energetiche rinnovabili

Tecnologie per l uso efficiente dell energia e per l utilizzo di fonti energetiche rinnovabili Corso di laurea in: Innovazione Tecnologica e Design per i Sistemi Urbani e il Territorio Titolo insegnamento: Audit e progettazione energetica Docente: Arch. Antonio Carbonari Tecnologie per l uso efficiente

Dettagli

Cogenerazione: tecnologie a confronto

Cogenerazione: tecnologie a confronto CESI RICERCA Cogenerazione: tecnologie a confronto MILANO 8 ottobre 2008 Fabio Armanasco fabio.armanasco@cesiricerca.it 1. Definizione di CHP 2. Motori primi convenzionali Turbine a vapore Turbine a gas

Dettagli

Peugeot Scooters Una storia di innovazione e rispetto

Peugeot Scooters Una storia di innovazione e rispetto Peugeot Scooters Una storia di innovazione e rispetto Milano, 9 maggio 2014 Peugeot e l ambiente Precedenza all eco progettazione La filosofia di PSA è volta a coniugare tecnologia e rispetto per l ambiente.

Dettagli

Veicoli Elettrici Ibridi

Veicoli Elettrici Ibridi Università degli Studi di Padova Dipartimento di Ingegneria Elettrica EDLab Report 2009.01.HEV Veicoli Elettrici Ibridi 19 Gennaio 2009 p. 2 Veicoli Ibridi Mobilità sostenibile Veicoli Elettrici Ibridi

Dettagli

Il Futuro dell Auto. ENEA XV E.P. Emissioni da trasporto su strada. Ing. Francesco Caracciolo UNRAE. Roma, 29/04/2010

Il Futuro dell Auto. ENEA XV E.P. Emissioni da trasporto su strada. Ing. Francesco Caracciolo UNRAE. Roma, 29/04/2010 Il Futuro dell Auto ENEA XV E.P. Emissioni da trasporto su strada Ing. Francesco Caracciolo UNRAE Roma, 29/04/2010 date 07/05/2010 - page 2 Industria dell auto Qualità dell aria Fonti energetiche Incertezze

Dettagli

GREEN ENERGY ISLAND: la soluzione

GREEN ENERGY ISLAND: la soluzione Italian Passion Global Energy GREEN ENERGY ISLAND: la soluzione Pag 1 Gruppo italiana per lo storage con batterie FIAMM / Overview FIAMM produce e commercializza dal 1942: Batterie Avviamento Batterie

Dettagli

Audizione Toyota presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati. Massimo Gargano Amministratore Delegato Toyota Motor Italia SpA

Audizione Toyota presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati. Massimo Gargano Amministratore Delegato Toyota Motor Italia SpA Camera dei Deputati 33 Indagine conoscitiva 6 ALLEGATO 2 Audizione Toyota presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati Massimo Gargano Amministratore Delegato Toyota Motor Italia SpA

Dettagli

Il contesto: l occasione delle Olimpiadi Invernali del 2006

Il contesto: l occasione delle Olimpiadi Invernali del 2006 CAPITOLO 4 ANALISI DI MERCATO E DI PRODOTTO Il contesto: l occasione delle Olimpiadi Invernali del 2006 La scelta delle Olimpiadi Invernali come occasione di lancio del prodotto nasce dalle seguenti considerazioni:

Dettagli

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy Pisa, 26 Maggio 2011 Veicoli elettrici Vantaggi e benefici Il risparmio energetico medio conseguibile dai veicoli elettrici rispetto

Dettagli

Audizione Enel presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati. Roma, 2 Febbraio 2011

Audizione Enel presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati. Roma, 2 Febbraio 2011 Audizione Enel presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati Roma, 2 Febbraio 2011 Veicoli elettrici Vantaggi e benefici Il risparmio energetico medio conseguibile dai veicoli elettrici

Dettagli

Tali fluidi, utilizzati in prossimità del punto di produzione, o trasportati a distanza, possono essere utilizzati per diversi impieghi:

Tali fluidi, utilizzati in prossimità del punto di produzione, o trasportati a distanza, possono essere utilizzati per diversi impieghi: LA COGENERAZIONE TERMICA ED ELETTRICA 1. Introduzione 2. Turbine a Gas 3. Turbine a vapore a ciclo combinato 4. Motori alternativi 5. Confronto tra le diverse soluzioni 6. Benefici ambientali 7. Vantaggi

Dettagli

Le trasformazioni di veicoli convenzionali in veicoli elettrici e ibridi. F.L. Mapelli

Le trasformazioni di veicoli convenzionali in veicoli elettrici e ibridi. F.L. Mapelli Le trasformazioni di veicoli convenzionali in veicoli elettrici e ibridi. F.L. Mapelli Contenuti Confronto veicolo convenzionale con veicolo elettrico La trasformazione da convenzionale a elettrico puro

Dettagli

[WWW.TECNICAFUTURO.IT]

[WWW.TECNICAFUTURO.IT] www.tecnicafuturo.it support@tecnicafuturo.it FUORI E UNA PRIUS COME LE ALTRE, SOTTOPELLE HA UN GROSSO PACCO BATTERIE AGLI IONI LITIO E DUE MOTOGENERATORI OLTRE AL TRADIZIONALE PROPULSORE TERMICO. SI GUIDA

Dettagli

Motori commerciali Tra le varie applicazioni del motore Stirling, esistono anche motori commerciali, realizzati e testati in laboratorio. Tra questi possiamo illustrarne alcuni: Stirling Power System V160

Dettagli

Il progetto ENERPARK. Soluzioni tecnologiche e sistemiche per la mobilità sostenibile. Castelmezzano, 16 dicembre 2011 Ing. Giovanni Pede ENEA

Il progetto ENERPARK. Soluzioni tecnologiche e sistemiche per la mobilità sostenibile. Castelmezzano, 16 dicembre 2011 Ing. Giovanni Pede ENEA Il progetto ENERPARK Soluzioni tecnologiche e sistemiche per la mobilità sostenibile Castelmezzano, 16 dicembre 2011 Ing. Giovanni Pede ENEA Schema della presentazione Le problematiche emergenti nel settore

Dettagli

Auto, moto, scooter, biciclette, urban mobility elettrici e ibridi, la mobilità è ad una svolta!! Ma cosa sono e come funzionano?

Auto, moto, scooter, biciclette, urban mobility elettrici e ibridi, la mobilità è ad una svolta!! Ma cosa sono e come funzionano? Auto, moto, scooter, biciclette, urban mobility elettrici e ibridi, la mobilità è ad una svolta!! Ma cosa sono e come funzionano? Vediamo di conoscerli un po meglio!! Come è costituito un mezzo elettrico

Dettagli

Attività e progetti realizzati da ENEA sull idrometano

Attività e progetti realizzati da ENEA sull idrometano Attività e progetti realizzati da ENEA sull idrometano Nicola Contrisciani ENEA 1 Che cosa è l idrometano. Con il termine idrometano (coniato dal sottoscritto nel 2005) si indica un combustibile costituito

Dettagli

IDROGENO: Il futuro in partenza

IDROGENO: Il futuro in partenza IDROGENO: Il futuro in partenza Settembre 2012 Contenuto Il centro d idrogeno di Bolzano: le domande 1.) Come si produrrà l idrogeno a Bolzano? 2.) Cosa costerà questo idrogeno? 3.) Come sarà usato questo

Dettagli

cts ENERGY company profile

cts ENERGY company profile 01 03 CTS Energy Il nostro problema è la tua soluzione L idrogeno è uno dei veicoli energetici del futuro e CTS Energy è riuscita attraverso i propri impianti e strutture a renderlo utilizzabile nel presente,

Dettagli

Stato dell'arte tecnico-normativo dei sistemi di accumulo e delle reti di distribuzione H2 per uso stazionario. Verona, ottobre 2008

Stato dell'arte tecnico-normativo dei sistemi di accumulo e delle reti di distribuzione H2 per uso stazionario. Verona, ottobre 2008 Stato dell'arte tecnico-normativo dei sistemi di accumulo e delle reti di distribuzione H2 per uso stazionario Verona, ottobre 2008 Il Gruppo SOL Profilo aziendale SOL è una multinazionale italiana con

Dettagli

PROSEGUI LA LETTURA!

PROSEGUI LA LETTURA! PROGETTO HySyONE LABORATORIO DELL'IDROGENO Il 5 febbraio 2005 è stato inaugurato all'itis "G.C.FACCIO" di Vercelli l'impianto didattico HySyONE, realizzato con la collaborazione di HySyLAB e del Politecnico

Dettagli

Sostenibilità energetica e ambientale

Sostenibilità energetica e ambientale Sostenibilità energetica e ambientale della mobilità: un progetto per Leinì Prof. Massimo SANTARELLI Dipartimento di Energetica, Politecnico di Torino Fondazione TELIOS La questione energetica Fonte: IEA

Dettagli

Environment Park e l esperienza piemontese sull idrogeno. Firenze 10 luglio 2013

Environment Park e l esperienza piemontese sull idrogeno. Firenze 10 luglio 2013 Environment Park e l esperienza piemontese sull idrogeno Firenze 10 luglio 2013 H2 MOBility : esperienze H2 GENeration and H2MARKet: esperienze Organizzazione delle attività Coordinamento Regione Piemonte

Dettagli

L Innovazione della ruota

L Innovazione della ruota L Innovazione della ruota Mario D. Santucci Responsabile Innovazione Tecnica Scooter Piaggio & C. S.p.A. Un caso pratico 1 L Innovazione della ruota: la terza. 2 Piaggio MP3: analisi di un caso di successo

Dettagli

La produzione di biometano da fonte rinnovabile non programmabile

La produzione di biometano da fonte rinnovabile non programmabile La produzione di biometano da fonte rinnovabile non programmabile Ing. Maria Alessandra Ancona DIN-Dipartimento Ing. Industriale, Università di Bologna Ing. Lisa Branchini CIRI-Energia ed Ambiente, Università

Dettagli

Prof. Luigi Puccinelli IMPIANTI E SISTEMI AEROSPAZIALI VEICOLI SPAZIALI

Prof. Luigi Puccinelli IMPIANTI E SISTEMI AEROSPAZIALI VEICOLI SPAZIALI Prof. Luigi Puccinelli IMPIANTI E SISTEMI AEROSPAZIALI VEICOLI SPAZIALI IMPIANTO ELETTRICO Potenza elettrica 2 La potenza installata varia con la complessità del veicolo Primi satelliti 1W Satellite per

Dettagli