PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE"

Transcript

1 Allegato n. A alla deliberazione di G.C. n. del Comune di Grottammare PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE

2 2

3 AREA 1^ SEGRETERIA, AFFARI GENERALI, SERVIZI SOCIALI SVILUPPO ECONOMICO SERVIZI AMMINISTRATIVI Segreteria Affari Generali, Contratti, Concessioni cimiteriali, Progetti per l obiezione civile, Registrazione ordinanze - Occup. suolo pubblico ONLUS, ecc. - Protocollo Centralino - Pari opportunità. Servizio Informativo-Statistico automatizzato e di interconnessione - C.E.D. SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI Servizi scolastici Sicurezza sociale ed alloggi parcheggio Educazione alla mondialità Immigrazione Servizio Assistenza alla Persona - Politiche del Lavoro e formazione professionale SERVIZI DI SVILUPPO ECONOMICO Commercio Artigianato Industria Agricoltura Fiere e mercati Autorizzazioni sanitarie Politiche Comunitarie - Occupazione suolo pubblico attività Commerciali. AREA 2^ - COMUNICAZIONE E PARTECIPAZIONE Rapporti con il Cittadino (Ufficio U.R.P.) Partecipazione Cooperazione decentrata Gemellaggi AREA 3^ SERVIZI DEMOGRAFICI E CULTURALI Servizi Demografici (anagrafe, stato civile, elettorale e leva) e cimiteriali -Ufficio di Statistica Servizi Culturali, Turistici e Sportivi Caccia e pesca 4^ AREA - FINANZIARIA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTI Servizio Programmazione e Controllo di gestione Gestione economica e finanziaria Servizio Organizzazione e Gestione entrate tributarie (Ici) Servizio Organizzazione e Gestione entrate tributarie (Tarsu) SERVIZI DI CONTABILITA FINANZIARIA E PERSONALE Servizio Contabilità finanziaria e fiscale Economato Provveditorato Servizio Gestione entrate extra tributarie Servizio Organizzazione e Gestione Personale 5^ AREA - LAVORI PUBBLICI SERVIZIO LAVORI PUBBLICI Servizio LL.PP. Ufficio Progettazione e direzione lavori Sovrintendenza per incarichi esterni 6^ AREA - MANUTENZIONE PATRIMONIO e TUTELA AMBIENTALE SERVIZI TECNICO MANUTENTIVI Servizio ambiente - Progettazione- Manutenzione e gestione impianti Cimitero Difesa del suolo Protezione civile Servizio Manutenzione beni demaniali e patrimoniali - Acquisti 7^ AREA ASSETTO DEL TERRITORIO Servizio Pianificazione e Programmazione Urbanistica Strumenti urbanistici attuativi Servizio cartografico - Mobilità Servizio sportello Unico per l Edilizia Agibilità - Insegne Pubblicitarie Condono Occupazione suolo pubblico attività edilizie Servizio Controllo Tecnico E Contenzioso Edilizio Gestione Demanio Marittimo Servizio AUTONOMO - FARMACIA COMUNALE Servizio AUTONOMO - CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE 3

4 Comune di Grottammare PIANO ESECUTIVO di GESTIONE ANNO 2013 AREA 1^ (Amministrativa e socio assistenziale) Responsabile di AREA: dott. Giovanni Tosti SERVIZIO: Segreteria, Affari Generali, Contratti, Concessioni Cimiteriali, Contenzioso, Progetti per l'obiezione Civile, Occupazioni di Suolo Pubblico, Registrazione ordinanze, Protocollo, Centralino, Pari Opportunità Responsabile di SERVIZIO: dott. Igor Vita 4

5 Attività gestionali generali anno 2013 DESCRIZIONE ATTIVITÀ ALTA COMPLESSITÀ N Segreteria 1 Gestione deliberazioni Giunta e Consiglio Comunale Concessioni Cimiteriali 2 Gestione concessioni e assegnazione di loculi, ossari e aree cimiteriali Contratti 3 Gestione contratti Gestione Protocollo, Sportello e Centralino Protocollazione atti in ingresso, smistamento corrispondenza, ricezione atti attraverso lo sportello, 4 annullamento protocolli e gestione centralino Contenzioso Sanzioni amministrative 5 Gestione cause 6 Sanzioni amministrative. Emissione ordinanze ingiuntive NORMALE COMPLESSITÀ Segreteria 7 Gestione trascrizioni sedute 8 Affissione all Albo Pretorio di atti interni ed esterni 9 Autorizzazione realizzazione strutture sanitarie 10 Autorizzazione esercizio strutture sanitarie 11 Gestione pagine web di competenza del sito istituzionale 12 Proposta capitolo di competenza 13 Rilascio concessione per occupazione suolo pubblico Onlus / non commerciale / a scopi pubblicitari (non de hors, non scopo edilizio) 14 Concessione sala consiliare 15 Assistenza alle attività di Consiglio 16 Predisposizione atti ai fini della liquidazione dei gettoni di presenza annuali ai consiglieri 17 Predisposizione Attestazione pubblicazione atti / Ricezione osservazioni 18 Invio attestazione ricevimento denuncia infortuni sul lavoro 19 Gestione ordinanze 20 Predisposizione provvedimenti sindacali di pertinenza 21 Richiesta di visione e copia atti da parte dei Consiglieri 22 Gestione cartacea determinazioni e liquidazioni registri Area 1 Affari generali, Servizio Segreteria generale, Segretario generale e provvedimenti Presidente del Consiglio 23 Archivio notifiche inizio attività settore alimentare ai fini della registrazione 24 Gestione attività di formazione intersettoriale e partecipazione alle attività del sistema permanente di formazione della Provincia 25 Notifiche atti. Rapporti economici con altre Amministrazioni 26 Gestione regolamenti comunali 27 Statistiche atti amministrativi trattati dal Servizio Concessioni Cimiteriali 28 Aggiornamento dati, acquisto/rinnovo e utilizzo software per la gestione del cimitero 29 Sopralluoghi al cimitero per verifica e controllo tombe Contenzioso Sanzioni amministrative 30 Iscrizione a ruolo delle ordinanze ingiuntive non rispettate 5

6 31 Gestione capitolo di competenza 32 Contenzioso amministrativo. Proposta di delibera affidamento incarico di assistenza legale 33 Sanzioni amministrative. Audizione a seguito di scritti difensivi 34 Gestione contratti per abbonamenti a "Leggi d'italia" e "De Jure Pubblica" 6

7 Obiettivi anno 2013 Per la definizione degli obiettivi si rimanda all allegato A della deliberazione di Giunta Comunale n. 101 del 21/05/2013 ad oggetto Approvazione Piano degli Obiettivi

8 RISORSE UMANE AREA 1 SERVIZIO Segreteria, Affari Generali, Contratti, Concessioni Cimiteriali, Contenzioso, Progetti per l'obiezione Civile, Occupazioni di Suolo Pubblico, Registrazione ordinanze, Protocollo, Centralino, Pari Opportunità 1. Dott. Giovanni Tosti Funzionario Amministrativo D.3 2. Dott. Igor Vita Istruttore Direttivo Amministrativo D.1 3. Giovanni Principi Istruttore amministrativo B.3 4. Alfredo Rocchi Istruttore amministrativo B.3 5. Assunta Cosignani Istruttore amministrativo B.3 6. Gianfranco Luciani Terminalista messo notificatore B.3 7. Giuditta Ribeca Operatore centralinista B.1 8. VACANTE Operatore centralinista B.1 Totale SERVIZIO posti : n. 7 (escluso resp.area) di cui Occupati N. 6 Vacanti n. 1 Note: - Dal 2008 è stato provvisoriamente trasferito il dipendente Giulio De Micheli presso l ufficio segreteria. Lo stesso provvede, oltre alle attività di Segreteria, a supportare Il Servizio Sviluppo Economico e le attività del Protocollo; - La dipendente Rossella Luciani (Area 2^, 20 ore) supporta regolarmente l'attività di protocollazione; - La dipendente Simona Novelli (12 ore) supporta a volte le attività di centralino sportello. 8

9 Esame dei metodi e dei carichi di lavoro Il dettaglio della distribuzione di carichi di lavoro è specificato nell'elenco dei procedimenti amministrativi già predisposto da questo Servizio e allegato alla determinazione n. 27 del 05/07/2010 del Registro Area 1 Affari Generali, successivamente meglio specificati nel nuovo elenco predisposto da questo Servizio e allegato alla determinazione n. 41 del 31/10/2011 del Registro Area 1 Affari Generali. 9

10 ENTRATE Codice Previsione Previsione Previsione Capitolo Art. Descrizione bilancio CANONI CONCESSIONI CIMITERIALI , , , RIMBORSI ENTI E PRIVATI PER SPESE DI NOTIFICA 2.000, , , , , ,00 USCITE Codice Previsione Previsione Previsione Capitolo Art. Descrizione bilancio INDENNITA' PRESENZA AMMINISTRATORI COMUNALI 4.000, , , FUNZIONAMENTO GRUPPI CONSILIARI 2.582, , , SPESE PRESIDENTE CONSIGLIO COMUNALE , , , SPESE DI FUNZIONAMENTO SERV. SEGRETERIA 1.740, , , SPESE SERVIZIO SPEDIZIONE POSTA , , , SPESE PER LITI ARBITRAGGI E CONSUL. A TUTELA RAGIONI COMUNE , , , SPESE PER ESECUZIONE COATTIVA DI ORDINANZE (ART. 38 L. 142/ RESTITUZIONE INCASSI LOCULI CIMITERIALI , , , , , ,32 10

11 Comune di Grottammare AREA 1^ (AMMINISTRATIVA E SOCIO ASSISTENZIALE) Responsabile di AREA: DOTT. TOSTI GIOVANNI SERVIZI INFORMATICI E STATISTICI C.E.D. PIANO ECONOMICO di GESTIONE ANNO 2013 CENTRO DI RESPONSABILITA : Informatica C.E.D. CENTRO DI COSTO: Informatica C.E.D. RIFERIMENTI PEG: Centro di responsabilità : codice PEG 600 Centro di costo : codice PEG 600 Responsabile centro di costo: FRANCO PIGNOTTI 11

12 Attività gestionali generali anno 2013 DESCRIZIONE ATTIVITÀ Il Sistema Informativo Comunale - combinazione di risorse, umane e materiali, e di procedure organizzate - è finalizzato alla raccolta, archiviazione, elaborazione e scambio delle diverse informazioni e dei diversi dati necessari per l espletamento delle attività operative, programmatiche e di controllo dell ente. Il Sistema Informativo Centrale dell ente è rappresentato da quella parte del sistema informativo in cui le informazioni sono raccolte, elaborate, archiviate e scambiate usando un sistema informatico, ossia l insieme delle tecnologie informatiche e della comunicazione (Information and Communication Technologies, ICT) a loro volta rappresentate da infrastrutture hardware e software di base, da programmi applicativi e da reti di comunicazione e cooperazione interna/esterna. Il CED provvede a: Coordinare e gestire la diffusione delle informazioni all'interno dell Ente fornendo il supporto informatico sia generico che specifico per la gestione organizzativa e amministrativa. Gestire, mantenere ed evolvere l'architettura del sistema informativo. Acquisire, predisporre e gestire apparecchiature informatiche e strutture telematiche, programmi, basi di dati, comunicazioni, documentazioni e quant'altro di uso comune. Definire le politiche di sicurezza, definire i limiti di utilizzo delle risorse del CED e far rispettare le regole per il corretto funzionamento del sistema informativo. Mantenere in efficienza le infrastrutture ed apparecchiature informatiche e gli apparati di rete utilizzate dall ente Svolgere attività e sviluppare nuove iniziative per il miglioramento del grado di efficienza ed efficacia dell azione amministrativa tramite l utilizzo di opportuni sistemi informativi e delle opportune infrastrutture informatiche e telematiche, pianificando gli aspetti relativi all utilizzo dell ICT nell ente. Fornire consulenza tecnica alle diverse strutture in materia di sistemi operativi, software, hardware, reti e sistemi informativi e sugli aspetti che attengono in qualche misura all ICT, oltre a valutare le esigenze e gli obiettivi da realizzare per la funzionalità dei servizi informatizzati. Organizzare corsi di formazione interni sulle innovazioni introdotte. Definire acquisti del materiale software e hardware di valenza generale. Fornire supporto tecnico-organizzativo per la definizione di procedure e metodi di lavoro. Oltre a questi adempimenti generali il Servizio, ha anche funzioni di Amministratore di Sistema per: - il Documento Programmatico sulla Sicurezza dei dati, per il quale è tenuto ad una serie di compiti per garantire la conformità della struttura informatica alle misure minime di sicurezza previste; - il Piano di Sicurezza per la Carta di Identità Elettronica ; - il Protocollo Informatico, per il quale è tenuto a: assegnare le password di accesso e configurare i profili, curare la manutenzione del sistema, curare la stesura e l aggiornamento del Manuale di Gestione. Le principali attività del CED sono: Gestione dei Sistemi Operativi del CED; 12

13 Gestione software e hardware dei server del CED. Gestione della rete locale. Cura dei seguenti servizi di rete: posta elettronica, IP e DNS, server proxy http, server firewall, stampanti in rete e connettività locale e geografica col protocollo TCP/IP. Monitoraggio dei server del CED, del traffico di rete e degli accessi su web-server Internet, secondo gli standard e i protocolli fissati dagli organismi preposti. Controllo e manutenzione di periferiche: stampanti, print server, scanner e plotter. Gestione delle memorie di massa e dei backup dati sui server del CED. Progettazione e pianificazione dell'evoluzione del S.I. (infrastruttura di rete, degli elaboratori centrali, sistemi operativi, base di dati, ecc.). Gestione dei collegamenti remoti e internet. Attività tecniche per installazione e configurazione di nuove postazioni di lavoro. Impostazione e gestione di un sistema di autenticazione informatica per i trattamenti di dati personali effettuati con strumenti elettronici sul sistema informativo. Impostazione e gestione di un sistema di autorizzazione per gli incaricati dei trattamenti di dati personali effettuati con strumenti elettronici, conforme al DPS. Elaborazione dei dati e loro protezione, mediante monitoraggi e controlli, derivanti dalla applicazione delle vigenti disposizioni in materia di riservatezza e sicurezza dei dati. Realizzazione e manutenzione di un sistema di registrazione tutti gli accessi effettuati dall Amministratore di Sistema nel sistema informativo comunale. Gestione della sicurezza di rete e dei vari elaboratori del sistema informativo contro il rischio di intrusione e contro l azione dei virus informatici. Creazione e manutenzione delle caselle di posta elettronica ordinaria e configurazione nei singoli personal computer degli utenti. Sviluppo e gestione di base del sito web comunale (impostazioni generali, autorizzazioni ai singoli utenti, aggiornamenti di competenza, ecc.). Organizzazione delle directory e dei documenti condivisi nei server. Gestione dei database del sistema informativo centrale e di tutte le attività sistemistiche ad esso collegate. Implementazione del software gestionale dei vari servizi, svolgendo le attività di coordinamento dei fornitori per le attività di installazione, configurazione e manutenzione dei prodotti, gestione del rapporto con gli utenti, controllo avanzamento del progetto ed eventuale ripianificazione, gestione dell'installazione del software, gestione della conversione dei dati, realizzazione di procedure e sistemi per l import dei dati, formazione agli utenti, affiancamento alla partenza dei nuovi software gestionali. Verifica e configurazione del software applicativo gestionale in uso. Verifica e configurazione di software vari in uso per lo scambio di dati tra PA o per l acquisizione da banche dati esterne. Assistenza hardware agli utenti. Assistenza software agli utenti definita da tutte le attività di supporto che sono necessarie per il quotidiano svolgimento delle funzioni d'ufficio. Organizzazione di sessioni di addestramento (singole o di gruppo) agli utenti, con eventuale realizzazione di manuali operativi. Supporto elaborativo informatico delle attività di rilevazione statistica dell'ente. 13

14 Consulenza agli acquisti informatici e telematici per una valida gestione. Istruzione di atti amministrativi concernenti forniture di beni e servizi. Custodia delle Quantità di Sicurezza, certificazione e attivazione del CNSD, assegnazione delle password di accesso e configurazione dei profili ad esse associati, manutenzione dei sistemi, custodia in sicurezza delle credenziali di amministratore dei singoli sistemi, attivazione e configurazione dei sistemi comunali Manutenzione del Piano di Sicurezza CIE e relativi aggiornamenti periodici. Collaborazione alla redazione del Documento Programmatico sulla Sicurezza dei Dati e relativi aggiornamenti periodici. Collaborazione alla redazione del Manuale di gestione del Protocollo Informatico e relativi aggiornamenti. Compilazione di tutti i questionari riguardanti l ICT e l informatica in generale, richiesti dalla Provincia, dalla Regione e dagli enti centrali. 14

15 Obiettivi anno 2013 DEFINIZIONE OBIETTIVI GESTIONE CORRENTE Con riferimento al piano di attuazione del Sistema informativo Comunale, a fine anno 2012 risultavano definitivamente stati attivati i seguenti moduli applicativi della piattaforma applicativa Urbi: Anagrafe (area demografici); Elettorale (area demografici); Stato Civile (area demografici); Leva (area demografici); Giudici Popolari (area demografici); Contabilità finanziaria (area finanziaria, consultazione anni precedenti); Economato (area finanziaria, consultazione anni precedenti); Inventario (area finanziaria, consultazione anni precedenti); Stipendi (area finanziaria, consultazione anni precedenti); Gestione Presenze (area finanziaria, consultazione anni precedenti); Gestione Tassa Rifiuti Solidi Urbani (area tributi); Nuova Gestione ICI-IMU (area tributi); URP - Servizi On Line per il cittadino (S.O.L.) (area rapporti con il cittadino); Protocollo Informatico e Protocollo Documenti Interni (area segreteria); Atti Amministrativi (delibere, determinazioni, liquidazioni, ordinanze e provvedimenti sindacali) (area segreteria); Albo Pretorio On Line (area segreteria); Gestione Notifiche (area segreteria); Gestione Documentale (per ora limitatamente all archiviazione ottica dei documenti protocollati e degli atti amministrativi) (area segreteria). Al di fuori della piattaforma Urbi, risultano attivi i seguenti altri software gestionali: Vecchia Gestione ICI (Engineering SpA, ex A&B, non più in manutenzione); Vecchia Gestione Pratiche Edilizie (Delisa, non più in manutenzione). Risultavano poi attivi e funzionanti i software complementari: Geocatasto (interrogazioni e visure planimetrie catastali, non più in manutenzione), ArcView Esri (gestione territorio), Primus (gestione lavori e computi metrici), Gestione Deposito Atti (realizzato internamente in Access), Gestione Fiera di San Martino e Gestione Fiera di San Paterniano (realizzato internamente in Access). Inoltre per l area finanziaria, a seguito dell acquisto effettuato nel 2012 dal Responsabile di Area, sono attivi i programmi della ditta Halley Informatica, per la cui manutenzione provvede il personale dell area suddetta. Per quanto riguarda i collegamenti con gli enti esterni, risultano attivi i seguenti software: Anagrafe Tributaria (collegamento con il Sistema informativo dell Agenzia delle Entrate per la a validazione dei codici fiscali dei residenti); XML-SAIA 2 (collegamento al CNSD per la trasmissione delle variazioni anagrafiche secondo il protocollo XML all Indice Nazionale delle Anagrafi (INA) ai fini dell attivazione della Carta di Identità Elettronica); AnagAire (gestione e comunicazione dati AIRE); IsiIstatel (comunicazioni statistiche mensili e annuali anagrafiche per via telematica); MTCT-ACI-PRA (collegamenti con la Motorizzazione, l ACI e il PRA); software vari del Servizio Personale per le comunicazioni ai vari Enti. Il sito web comunale risulta aggiornato ed adeguato in conformità alle direttive della Legge Stanca e infine risultavano attivati i servizi di Posta Elettronica Certificata e Firma Digitale per tutti i responsabili di area e di servizio e per il Segretario Generale. Oltre alle attività già iniziate nel 2013, potenzialmente nel corso dell anno potrebbero essere effettuate le seguenti attività: - Attivazione ed implementazione del software per le Pratiche Edilizie; - L attivazione del nuovo software per la gestione dei servizi sociali, integrato nel sistema Urbi; - Implementazione del software per le Attività Produttive; - L attivazione del software dei Servizi a Domanda Individuale, in particolare per i Servizi Sociali e Scolastici. 15

16 Naturalmente le suddette attività potranno essere attuate in funzione degli indirizzi forniti al servizio, dei programmi dei responsabili delle aree e dei servizi interessati, oltre che delle risorse necessarie per le eventuali conversioni, le impostazioni iniziali e le sessioni di addestramento necessari. Per quanto riguarda la manutenzione hardware dell attuale dotazione comunale, data la carenza delle risorse disponibili, si farà fronte quando possibile con le risorse interne, limitando al massimo gli interventi di personale esterno. Per ultimo, con economia di spesa derivante dall attivazione del Voip, potrà essere attivato un servizio di Wi-Fi gratuito per i cittadini in alcune zone del territorio comunale (principali piazze). 16

17 RISORSE UMANE 1^ AREA Nominativo Profilo Professionale Cat. Pos. Ec. Capo AREA Tosti Giovanni Funzionario D.3 D.4 Servizio Informativo-Statistico automatizzato e di interconnessione - C.E.D. 1^ AREA N. Nominativo Profilo Professionale Cat. Pos. Ec. Resp. Servizio 1 Pignotti Franco Istr. Dir. Serv. Informatici Statistici D D.4 Collaboratore 2 Consolini Monica Istr. Dir. Serv. Informatici Statistici D D.2 17

18 Esame dei metodi e dei carichi di lavoro 1 Pignotti Franco Amministrazione del sistema Windows Server (n. 4 Server e n. 80 utenti). Amministrazione della rete di Windows Server (n. 80 postazioni, n. 8 armadi, n. 16 apparati). Amministrazione del database Oracle per Windows Server e degli utenti utilizzatori. Amministrazione del database Mysql e degli utenti utilizzatori. Amministrazione degli applicativi gestionali in rete (n. 80 utenti con vari applicativi). Amministrazione degli applicativi gestionali in A.S.P. (n. 80 utenti con vari applicativi). Amministrazione degli applicativi gestionali stand alone. Manutenzione del sito internet e relativo database. Assistenza software agli utenti (n. 80 utenti con vari sistemi e programmi). Assistenza hardware agli utenti (n. 80 utenti con hardware vario). Effettuazione dei salvataggi giornalieri di competenza ed eventuali ripristini. Creazione di ambienti di lavoro secondo le necessità. Addestramento del personale secondo le necessità. Elaborazioni statistiche ed estrazioni secondo le richieste degli utenti. Gestione/manutenzione della Porta di accesso ai domini applicativi del CNSD e backup dei sistemi. Manutenzione dei sistemi relativi al processo di emissione CIE e dei collegamenti e sicurezze di rete. Custodia della Quantità di sicurezza, certificazione e attivazione relativi al processo di emissione CIE. Verifiche periodiche ai fini del rispetto e/o adeguamento del DPSS, consistenti in: - Stato di aggiornamento e conservazione delle password. - Adeguatezza delle Procedure di back-up e verifica della integrità dei dati contenuti nelle copie di backup e capacità di ripristino. - Sicurezza delle trasmissioni in rete. - Aggiornamento degli Antivirus, efficacia dell Antispamming e del Firewall. - Stato degli aggiornamenti del SW e assistenza della Struttura HW. - Funzionamento dei gruppi di continuità dei server contenenti i database. - Soluzione di eventuali eventi negativi emersi nel periodo. 2 Consolini Monica Collaborazione con il responsabile del servizio per tutte le funzioni sopra indicate e sostituzione in caso di assenza. 18

19 Cap.: 119 Art.: Cod.: Tit.: I Oggetto: Spese per l'informatica N. Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Note Descrizione della spesa Ord. Euro Euro Euro 1 Canone annuo di manutenzione applicativi PA DIgitale , , ,72 2 Canone annuo utilizzo IDC (Internet Data Center) PA Digitale 9.234, , ,89 3 Canone annuo assistenza telefonica software PA DIgitale 8.453, , ,33 4 Canone annuo di manutenzione software ArcView 1.815, , ,20 5 Licenze Firewall protezione rete ed accessi ad Internet Netsafety Managed Security Service 1.815, , ,20 6 Canone annuo servizio hosting su Virtual Server di 2GB IP Ded., Dominio 2 Liv. Sito Web, Servizio di Mail Server 1 20 mail 50MB , , , Licenze antivirus Kaspersky business space + 2 licenze server e consolle di gestione , , ,64 8 Supporto e manutenzione infrastruttura del servizio Privacy e Safety Kit 4.840, , ,24 9 Assistenza sistemistica software applicativo gestionale on-site 2.825, , ,67 10 Assistenza, manutenzione Hardware del Comune 3.868, , ,01 Totali , , ,50 19

20 Comune di Grottammare PIANO ESECUTIVO di GESTIONE ANNO 2013 AREA 1^ ( Amministrativa e Socio-Assistenziale ) Responsabile di AREA: Dott. Tosti Giovanni Servizio scolastico sicurezza sociale alloggi parcheggio educazione alla mondialità immigrazione politiche giovanili Responsabile di Servizio: Sacchini Claudio 20

21 Attività gestionali generali anno 2013 DESCRIZIONE ATTIVITÀ Le attività del Servizio Scolastico ecc. sono varie e riguardano in particolare: le case ERAP Parcheggio, gli immigrati, gli anziani, le politiche giovanili, ecc.. Per ciascuna fascia, il Servizio attua vari interventi, anche in base agli obiettivi stabiliti dalle Leggi Nazionali e Regionali, ed ai criteri fissati dal Regolamento Socio-Assistenziale e dallo Statuto Comunale. Altra importante competenza del Servizio è quella relativa all ambito scolastico, con la gestione: del Servizio Mensa e Trasporto a favore degli alunni della scuola dell obbligo, del rimborso dei libri per gli alunni della scuola secondaria di 1 e 2 grado e delle spese scolastiche per gli al unni della scuola primaria. Basilare nella gestione ordinaria è la definizione del Piano Ferie, dei congedi e della disciplina generale relativa all orario di lavoro del personale dipendente che ammonta a complessive 23 unità. I servizi rivolti alle suddette categorie sono ripartiti nel seguente modo: ANZIANI Soggiorno montano e termale; Attività di vigilanza davanti alle scuole cittadine; Gestione Convenzioni di n. 3 Circoli Sociali Anziani ; Trasporto gratuito sia per il cimitero che per il centro cittadino; Realizzazione di vari momenti socio-ricreativi; MINORI ED ADOLESCENTI gestione di n. 3 Centri di Aggregazione giovanile; lotta alla droga, servizio unità di strada gestito dall ambito sociale; Realizzazione di n. 3 Centri Ricreativi Estivi; Rimborso, in parte, delle spese sostenute per l acquisto di testi scolastici, in base anche alla L. 448/98; Erogazione di borse di studio, L. 62/2000 art. 1 commi 9 e 10; Pagamento libri alunni scuole elementari tramite cedole librarie; UFFICIO CASA Predisposizione bando per l assegnazione di case ERAP; Gestione ordinaria case ERAP precedentemente assegnate; Gestione diretta Alloggi-Parcheggio di proprietà Comunale con stipula di relativi contratti annuali. IMMIGRATI Il Comune di Grottammare attua, altresì, molteplici ed efficaci interventi a favore degli immigrati ( L.R. 2/98) presenti nel territorio grottammarese, al fine di farli inserire maggiormente nel tessuto sociale, che qui vengono elencati: Servizio di Sostegno Scolastico Linguistico a favore di alunni immigrati, Servizio di Fondo di Garanzia, quale sostegno all abitazione a favore di immigrati, con erogazione di contributi economici, 21

22 Progetti e Manifestazioni socio-culturali varie di educazione interculturale, per una maggiore conoscenza della diversità ed un maggiore inserimento sociale degli immigrati, Servizio di Pronta Accoglienza; Ospitalità estiva di bambini Saharawi; INOLTRE È ATTIVO IL PROGETTO DI ACCOGLIENZA PER RIFUGIATI E RICHIEDENTI ASILO, DENOMINATO TOGETHER, DI CUI IL COMUNE È L ENTE TITOLARE E IL SOTTOSCRITTO E IL DIPENDENTE INDIVIDUATO COME RESPONSABILE DELLO STESSO. SCUOLA Organizzazione del Servizio mensa comunale, effettuato direttamente per le scuole materne ed elementari; Servizio mensa con pasti veicolati appaltato ad una ditta di ristorazione collettiva per le scuole medie ed elementari G.Speranza ; Distribuzione diretta di buoni mensa, per la fruizione del Servizio mensa comunale, e predisposizione di abbonamenti annuali per il trasporto scolastico; Contributi annuali economici comunali, a favore della Direzione Didattica e dell Istituto Comprensivo G. Leopardi di Grottammare, per la realizzazione di vari progetti scolastici; Fornitura alle scuole cittadine di materiale didattico-amministrativo e di pulizia; Interventi ed acquisti vari per un buon funzionamento delle strutture scolastiche; Gestione degli autisti scuolabus per quanto concerne gli orari e i numerosi servizi extrascolastici; Manutenzione dei n. 6 mezzi di trasporto scuolabus comunali; Organizzazione del Servizio trasporto scuolabus comunale; Organizzazione del Servizio vigilanza-assistenza sugli scuolabus comunali durante il trasporto degli alunni. 22

23 Obiettivi anno 2013 DEFINIZIONE OBIETTIVI GESTIONE CORRENTE Il Servizio opera nel complesso di n. 30 capitoli di bilancio in uscita. Nella gestione degli stessi si ritiene debbano essere individuati in relazione alle azioni o procedimenti amministrativi che consentono in base alla loro complessità durata efficacia ed efficienza. Si ritiene che tali indicatori possano avere una pesatura quantificata in termini numerici assegnando un punteggio compreso tra 1 e 10 tenendo anche conto che il Responsabile del Servizio è l unico dipendente amministrativo a differenza dell annualità 2005 quanto erano presenti 3 dipendenti amministrativi. AZIONI SEMPLICI Sono semplici quei procedimenti amministrativi che si attivano e si concludono in un tempo limitato e consistono nella valutazione di richieste ed emanazione di un provvedimento finale previa verifica delle condizioni di legittimità corrispondenti alle finalità della Pubblica Amministrazione e del Programma Amministrativo. AZIONI COMPLESSE Sono complessi quei procedimenti che richiedono istruttoria complessa implicando : a) atti amministrativi (impegni di spesa, acquisti, liquidazioni, gare,contratti) b) relazioni, anche sistematiche, con l utenza, c) relazioni, anche sistematiche, con organismi esterni (SCUOLE - REGIONE, ASUR, ERAP, HOTEL, MINISTERO DEGLI INTERNI), d) rapporti pluriprofessionali all interno del servizio comunale, e) protrazione nel tempo del procedimento (12 mesi), f) verifiche gestionali e contabili con report mensili, g) rapporto Cooperative/Fornitori; h) grado soddisfazione utenza, i) capacità di ottimizzazione della spesa, j) verifica a campione DSU, (finanza), k) gestione manutenzioni scuole e alloggi parcheggio, l) gestione personale dipendente n. 23 unità (ferie, straordinario sostituzioni) Per la definizione degli obiettivi si rimanda all allegato A della deliberazione di Giunta Comunale n. 101 del 21/05/2013 ad oggetto Approvazione Piano degli Obiettivi

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI CITTÀ DI BARLETTA COMANDO POLIZIA MUNICIPALE SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI Descrizione : L apertura e il trasferimento di sede degli esercizi di somministrazione

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE VERSIONE SPERIMENTALE

SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE VERSIONE SPERIMENTALE 1 1. Cos è la Carta della qualità dei servizi La realtà sempre più completa ed articolata delle pubbliche amministrazioni, se da un lato consente di offrire servizi diversificati alla cittadinanza, dall

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

ATTO SOGGETTO A REGISTRAZIONE IN CASO D USO AI SENSI DELL ART. 6 DEL D.P.R. 26 APRILE 1986, N. 131, E DELL ART. 2,

ATTO SOGGETTO A REGISTRAZIONE IN CASO D USO AI SENSI DELL ART. 6 DEL D.P.R. 26 APRILE 1986, N. 131, E DELL ART. 2, COMUNE DI GAVARDO (Provincia di Brescia) ATTO SOGGETTO A REGISTRAZIONE IN CASO D USO AI SENSI DELL ART. 6 DEL D.P.R. 26 APRILE 1986, N. 131, E DELL ART. 2, PARTE SECONDA, PUNTO 1, DELLA TARIFFA ALLEGATA.

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 38.83,47.000,00 75.86,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 04 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0,00 980,00 9.007,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 6.40,57.44,00 38.640,43

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI

CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI Il presente documento contiene la classificazione dei servizi pubblici adottata per l iniziativa Mettiamoci la faccia. Si tratta di una classificazione e non di una

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

Al SUAP. Denominazione società/ditta

Al SUAP. Denominazione società/ditta COMUNICAZIONE SUBINGRESSO DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO L.R. 28/2005 e s.m.i. Codice del Commercio art.74 e D.P. G.R. n. 15/R del 1 aprile 2009 Regolamento di attuazione della legge n. 28/2005

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive e Commercio U.O. Somministrazione, manifestazioni, artigianato e ricettive 40129 Bologna Piazza Liber Paradisus, 10, Torre A -

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2012

CONTO DEL BILANCIO 2012 CONTO DEL BILANCIO 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 7.640,44 750,00 8.66,48 5.343,90

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

Tassi di Assenza e di Maggior presenza del personale in servizio presso COMUNE DI SALERNO dal 01 03 2015 al 31 03 2015 GG. LAVORATIVI TOTALE PERSONALE

Tassi di Assenza e di Maggior presenza del personale in servizio presso COMUNE DI SALERNO dal 01 03 2015 al 31 03 2015 GG. LAVORATIVI TOTALE PERSONALE GRECO GIUSEPPE Dirigente DIREZIONE/SEGRETERIA (INGGRECO), EDILIZIA SCOLASTICA, MAN.PATRIMONIO ABITATIVO, MANUTENZIONE IMPIANTI ELETTRICI, PUBBLICA ILLUMINAZIONE UOPI ASSENZA ASSENZA/ PRESENZA PRESENZA/

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM1, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 569 DEL 28-08-2013 - CORPO DI POLIZIA LOCALE - OGGETTO: Canone per utilizzo Pos gsm della Cassa di Risparmio del

Dettagli

DELLA REGIONE DELL UMBRIA

DELLA REGIONE DELL UMBRIA Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 59 del 27 dicembre 2006 Spedizione in abbonamento postale Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

C O M U N E D I S E L V I N O

C O M U N E D I S E L V I N O C O M U N E D I S E L V I N O (Provincia di Bergamo) Corso Milano, 19 REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI TUTELA DELLA PERSONA E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI CON PARTICOLARE

Dettagli

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Pagina1 Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Per i figli e gli orfani dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione utenti

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

REGOLAMENTO SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI COMUNE DI VIANO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Approvato con deliberazione di G.C. n. 73 del 28.11.2000 INDICE TITOLO 1 ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART.

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli