Comunicazioni mobili: fonia, dati e qualcos altro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comunicazioni mobili: fonia, dati e qualcos altro"

Transcript

1 Comunicazioni mobili: fonia, dati e qualcos altro Il futuro è roseo per i migliori operatori mobili: innovazione tecnologica ed entusiasmo del mercato faranno la differenza, come all inizio delle comunicazioni cellulari, soltanto 15 anni fa Busacca & Associati 6 R icordate le stime di crescita del settore agli inizi degli anni 90? Da allora è stata una corsa continua e oggi sono oltre 56 milioni le SIM attive in Italia. Tuttavia, prima o poi la corsa doveva rallentare. Il settore oggi appare un po stanco: competizione, fughe dai listini e la corsa verso la terza generazione hanno tagliato il fiato a chi, in fondo, vende solo una commodity. Ma ancora una volta le cose stanno cambiando, grazie all integrazione virtuosa tra innovazione tecnologica, capacità di marketing ed entusiasmo del mercato. Oggi numerosi segnali indicano che nuove fonti di ricavi sono vicine: 1. Il traffico voce si sposta sempre più velocemente da fisso a mobile 2. Il Wi-Fi è candidato ad essere il nuovo accesso veloce a internet in mobilità 3. L offerta di servizi a valore aggiunto piace sempre di più al mercato Ma andiamo con ordine, rispondendo innanzitutto ad una domanda: lo sviluppo delle Tlc mobili è già finito o il settore è soltanto un po in affanno? 6

2 Comunicazioni mobili: fonia, dati e qualcos altro Il futuro è già passato? Nel 1989 gli analisti attribuivano al mercato italiano delle comunicazioni mobili un potenziale massimo di 700mila linee. Oggi, messi assieme, i tre operatori italiani hanno superato i 56 milioni di SIM attivate, per un totale di circa 40 milioni di clienti. Cos è successo in questi 14 anni, e soprattutto, di quanto si può ancora crescere dopo simili risultati? L evoluzione del settore delle comunicazioni mobili può essere rappresentata come l interazione dinamica di tre forze economiche: 1. la capacità degli operatori mobili di anticipare o creare le esigenze del mercato e di tradurle in profili di offerta 2. l applicazione dell innovazione tecnologica da parte delle industrie manifatturiere ed informatiche alla realizzazione delle infrastrutture e dei sistemi di gestione delle reti mobili 3. le caratteristiche comportamentali dei clienti in relazione all utilizzo di servizi di fonia e trasmissione dati in mobilità Le tre forze avrebbero potuto spingere in direzioni diverse, come è accaduto in alcuni mercati; in Italia ha prevalso invece una dinamica di allineamento sinergico. Il settore non si è strappato in mille pezzi e l interazione virtuosa di questi tre elementi ha portato a risultati di rilievo internazionale. Basti pensare ad esempio ad innovazioni assolute quali le tariffe family e le carte prepagate, che hanno segnato il passaggio dall utilizzo professionale al consumo di massa dei servizi cellulari. In altri termini, gli operatori sono stati in grado di trasformare un insieme di asset tecnologici (stazioni radio base, centrali, sistemi di fatturazione, ) in un portafoglio di offerta, comunicato al mercato con una pubblicità via via più raffinata, e distribuito con reti di vendita sempre meno specializzate e sempre più capillari. In parallelo i manifatturieri hanno reso disponibili le grandi reti di accesso e trasporto e i terminali. Il settore dell information technology ha sviluppato i sistemi per l archiviazione e la gestione dell enorme mole di informazioni che viaggia tra il cliente e il gestore (un dato per tutti: oltre 250 milioni di call record di traffico vengono generati ogni giorno in Italia). E da ultimo, ma più importante di tutti, il cliente, che in pochi anni ha risposto all attività commerciale degli operatori con un entusiasmo senza confronti. Ciò è accaduto in special 7

3 CARTESIO modo in Europa, ed in particolare nei Paesi scandinavi, nel Regno Unito, in Germania e in Italia. Tuttavia, ed è il caso del mercato italiano, dopo anni di corsa a briglie sciolte il settore appare ormai in fase di maturità, ed il modello di sviluppo appena descritto non sembra più - da solo - in grado di assicurare i tassi di sviluppo del passato. La maturità del settore non riguarda infatti soltanto l appiattimento delle vendite di linee e di terminali, ma anche le mutate caratteristiche di acquisto e d uso dei servizi da parte dei clienti. Il rallentamento dei tassi di sviluppo non è d altronde una caratteristica soltanto italiana, ma si inserisce in modo coerente nel quadro dell andamento del settore a livello europeo. Come mostrato nel grafico seguente, l attuale tasso di crescita è pari a circa il 3% e le previsioni indicano un completo arresto della crescita entro un paio di anni. In tale contesto, quali sono i trend più evidenti sul mercato italiano? Sulla base delle analisi dei comportamenti d uso e delle intenzioni d acquisto dei clienti, tre sembrano essere le tendenze in atto che meritano un approfondimento: 1. Il massiccio spostamento del traffico voce da fisso a mobile 2. La rapida affermazione del Wi-Fi per l accesso veloce a internet in mobilità 3. L inarrestabile arricchimento dell offerta di servizi a valore aggiunto Nell affrontare questi temi adotteremo una cautela: cercheremo di distinguere le strategie e le proposte commerciali degli operatori del settore dagli effettivi comportamenti d acquisto dei clienti. Spesso infatti i cosiddetti trend di mercato sono rappresentati soltanto da trend di offerta, e non da comportamenti effettivi dei clienti. Noi, ove possibile, prenderemo sempre spunto dal cliente osservato direttamente. 8

4 Comunicazioni mobili: fonia, dati e qualcos altro Andamento consistenze e tassi di crescita linee mobili in Europa CAGR = 32% 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0 0% Numero totale di connessioni mobili (in milioni) Penetrazione Tasso di crescita annuo Fonte: Elaborazioni Busacca & Associati Base: 2003 Voce in mobilità Il trasferimento di traffico da fisso a mobile è destinato ad aumentare: già adesso il 35% delle chiamate viene fatto dal cellulare, ma a parità di prezzo con il fisso circa il 70% degli italiani utilizzerebbe il telefonino 1. La cosa non sorprende: se infatti desideriamo parlare con una persona, tendiamo a chiamarla direttamente, con la certezza di trovarla indipendentemente da dove essa sia in quel momento. Vi è mai capitato di chiamare un amico al suo cellulare, per non disturbarlo sul fisso? (a casa magari dorme qualcuno, in ufficio c è altra gente) se 1 Fonte: Busacca & Associati - Mobicom Lighthouse

5 CARTESIO poi lui stesso non desidera essere disturbato certamente spegnerà il cellulare, cosa che non può fare con il telefono fisso. Qualche anno fa accadeva esattamente il contrario! E questo a tutto vantaggio dell operatore mobile, visto che un minuto di traffico che migra da rete fissa a rete mobile vale oggi circa otto volte di più dello stesso minuto rimasto sulla rete fissa. E ciò grazie ai minori costi di interconnessione e ad una pressione tariffaria sul mobile notevolmente più elevata. Confronto ARPU fonia e dati in Europa ed Italia ARPU VOCE E DATI IN EUROPA IN AL MESE 0,5 1,7 3,5 5,1 7,4 29,1 26,7 24,5 22,3 19,2 ARPU VOCE E DATI IN ITALIA IN AL MESE 2,6 3,9 6,0 9,5 15,9 31,3 29,8 28,1 26,0 23, Arpu voce Arpu dati Visto il crescere della pressione competitiva sulla fonia se ne stima, nel prossimo futuro, una costante contrazione dei ricavi unitari (-35% in Europa nel periodo e -26% in Italia nello stesso periodo). L evidente controtendenza della stima dell ARPU dati sottolinea che il business dei dati si arricchirà di contenuti trasferendo al Cliente un maggior valore. Fonte: Elaborazioni Busacca & Associati su dati Durlacher Research ed Eqvitec Base: Maggio 2003 In tale contesto si sta venendo a creare tuttavia una situazione al limite del paradossale: le risorse economiche aggiuntive derivanti dall erosione dei ricavi di rete fissa a favore della rete mobile potrebbero essere interamente bruciate dalle guerre di prezzo tra i gestori cellulari. Infatti l inasprimento del tenore concorrenziale al quale abbiamo assistito negli ultimi anni ha portato ad una sempre più evidente focalizzazione sulle strategie di prezzo, comprimendo via via il cosiddetto Arpu 2 degli operatori. Alcuni analisti arrivano persino ad ipotizzare un 2 Average revenue per user, fatturato medio annuo per cliente. 10

6 Comunicazioni mobili: fonia, dati e qualcos altro dimezzamento dell Arpu medio nell arco di cinque anni, che per molti operatori significherebbe non riuscire a sostenere gli investimenti necessari per competere nell arena dei servizi di terza generazione. Tale scenario viene già adesso complicato dal fatto che, nel mercato maturo della fonia, ogni nuovo cliente incrementale costa un po di più e vale un po di meno, e questo significa che agli operatori non rimane che sottrarsi i clienti a vicenda. La maggior parte degli investimenti di marketing finiscono così per essere sacrificati in azioni di loyalty e retention a difesa dei clienti acquisiti. Questo si traduce in un evidente vantaggio economico per i clienti, ma per gli operatori comporta soltanto nuove voci di costo necessarie a lanciare azioni sempre più simili tra di loro il cui unico risultato certo è quello di annullarsi reciprocamente. La difesa dei margini economici sulla fonia appare quindi impresa veramente difficile. Lavorare soltanto sulle tariffe non basta. Certo sono oramai lontani i tempi in cui qualcuno diceva che due tariffe sono poche e tre sono troppe, e che il prezzo di una telefonata si muove come una biglia su un piano inclinato: può solo scendere Oggi le tariffe sono numerose decine, e c è anche chi riesce a ritoccare verso l alto la pressione tariffaria su alcuni segmenti di clienti. Ma in generale, è comunque vero che ormai lanciare una nuova tariffa comporta invariabilmente due rischi opposti: il primo è quello di farla troppo conveniente per i clienti, finendo quindi per perdere ricavi, il secondo è quello di realizzarla troppo costosa, finendo quindi per perdere direttamente clientela! Lasciando da parte i paradossi, indubbiamente le leve di marketing applicabili alla fonia sono oggi fortemente limitate, come per tutti i beni indifferenziati e le commodity. Agli uomini di marketing, in relazione al fenomeno dello spostamento del traffico da fisso a mobile, non resta che una strada: preservare il più possibile i ricavi incrementali e investire sui dati, quelli - ovviamente - in mobilità. E allora, andiamo ad esplorare gli altri due trend in atto, partendo dal più recente: il Wi-Fi. 11

7 CARTESIO Internet in mobilità Wi-Fi è una modalità di accesso e trasmissione dati a banda larga, che utilizza la tecnologia delle wireless LAN con protocollo x. Il sistema elementare si compone di una stazione radio-base collegata ad un server, di uno o più terminali riceventi (pc, laptop o palmare con relativa antenna) e del software di gestione degli accessi. Il sistema Wi-Fi permette di collegare i terminali tra di loro o con il server a velocità di circa 11 Mbit/s o superiori; se il server è connesso ad internet tutti i terminali accedono tramite il server stesso al web. Utilizzi del Wi-Fi SEGMENTI DI MERCATO TIPO DI MOBILITA in aree private in aree pubbliche Aziende e gestori di esercizi pubblici Ad es: - aziende che vogliono integrare/sostituire l'accesso LAN - aziende private o pubbliche che hanno bisogno di fornire mobilità ai dipendenti nei propri spazi (magazzini, ospedali, uffici) Ad es: - dipendenti di aziende in viaggio che devono accedere alle basi dati aziendali - università che forniscono l'accesso ai propri studenti per fonire informazioni sui servizi - comuni che vogliono fornire nelle piazze principali un servizio pubblico ai cittadini - centri convegni - catene di hotel o di ristorazione che vogliono offrire ai propri clienti un ulteriore servizio - aeroporti e stazioni che vogliono intrattenere i propri clienti traveller SOHO e residenziale Ad es: - semplice accesso ad internet - trasmissione peer-to-peer - utilizzo di reti di condominiali (per dividere i costi di accesso) Ad es: - accesso ad internet fuori dalla propria abitazione/ufficio - accesso internet in viaggio (travellers) - accesso a network di community presenti solo in alcune aree Fonte: Elaborazioni Busacca & Associati Base: Luglio 2002 In Italia la notorietà del Wi-Fi è in continuo aumento, grazie soprattutto alla crescente attenzione dei mass media, alla forte propensione all utilizzo di servizi in mobilità oltre che per la disponibilità oramai diffusa di accessi veloci ad internet (42% di penetrazione sulle famiglie, di cui 5% a banda larga). Esempi di utilizzi 12

8 Comunicazioni mobili: fonia, dati e qualcos altro sono riportati in tabella, distinguendo tra utilizzatori privati o professionali e tra mobilità in aree private o pubbliche. Gli attuali impieghi commerciali fanno riferimento a quattro modelli di business: 1. Vendor di hardware e software e Wireless Internet Service Provider (Wisp). Il modello si riferisce alle manifatturiere che vendono a privati o aziende soluzioni Wi-Fi chiavi in mano, compreso eventualmente l accesso ad internet. In questo caso la mobilità è localizzata alle aree indoor di proprietà del cliente. Esempi noti in Italia sono Cisco ed Etnoteam, negli USA citiamo Air2LAN e le californiane Roomlinx, Airpath e ProntoNetwork. 2. Network Operator. Si tratta in questo caso di operatori che, oltre a fornire le infrastrutture Wi-Fi, erogano anche il servizio di supporto alla mobilità tra più sedi o in aree pubbliche. In questo caso la mobilità viene fornita utilizzando reti private virtuali e hot spot pubblici. La differenza con i Vendor del punto precedente consiste proprio nel fatto che questi operatori costruiscono una vera e propria rete Wi-Fi. Essi quindi erogano a tutti gli effetti un servizio al pubblico e ne fatturano i ricavi con piani di tariffazione generalmente flat. Importanti esempi statunitensi sono T-Mobile (rete di copertura spot su 38 aeroporti e circa 500 negozi Starbucks Coffee) e Wayport (circa 450 hot spot che coprono le maggiori catene alberghiere USA). Un notevole esempio europeo è invece rappresentato da Telia, il cui obiettivo è l integrazione tra le WLAN e le reti mobili, con roaming su Gsm e il lancio di una pc card multimode per Wi-Fi e Gprs. In Italia l azienda più nota ad avere avviato sperimentazioni Wi-Fi è stata Megabeam, oggi acquisita da Telecom Italia. 3. Hot Spot. Si tratta di gestori di attività commerciali o di servizi aperti al pubblico (es. catene di ristorazione, alberghi, aeroporti, ) che offrono esclusivamente accesso veloce ad internet alla clientela dotata di proprio terminale wireless. Alcuni esempi sono Ramada, Holiday Inn, Four Seasons e Sheraton, ma soprattutto la catena di coffee bar Starbucks Coffee: la connessione Wi-Fi è tariffata da T-Mobile e consiste nell acquisto di prepagati da 15 minuti a 2,99$ e nel pagamento di 0,22$ per minuto aggiuntivo. 4. Free Network Community. E oggi il fenomeno più interessante e alla moda, il più citato dai giornali non specialistici, e che più si avvicina alla 13

9 CARTESIO filosofia dell internet come spazio aperto al libero scambio di idee e alla condivisione di interessi. Stiamo parlando di soggetti indipendenti o di consorzi privati (es. università, condomini, common interest communities, ), che realizzano in proprio reti Wi-Fi da condividere tra i membri o con visitatori eventualmente paganti. Alcuni esempi di quello che appare il mercato più eterogeneo vanno da Seattle Wireless (progetto no-profit per fornire accesso gratuito a banda larga mediante una rete di WLAN) al MIT di Boston (accesso wireless mediante laptop ai servizi dell università), per arrivare infine a privati cittadini come Sean Berry di Menlo Park (CA), che ha deciso di condividere il proprio accesso DSL da $80 al mese con amici e vicini di casa, in cambio di un contributo per coprire il canone di accesso I modelli di business oggi applicati in Italia sono essenzialmente i primi due (Vendor e Network Operator), per utilizzi aziendali indoor (WLAN) e outdoor (hot spot in aeroporti e alberghi) ed uso in ambito privato (Alice Flash di Telecom Italia, Portalis ADSL di Atlanet e di Albacom). Il mix di semplicità di utilizzo, versatilità, velocità di trasmissione e prezzi alla portata di tutti, fanno di questa tecnologia un interessante bacino di opportunità commerciali. E quindi per un buon motivo che anche operatori tradizionali hanno deciso di tastare il polso al mercato. Così ha fatto ad esempio British Telecom, che completerà il roll-out della WLAN in 400 hot spot entro giugno 2003 ed ha pianificato l estensione del network a circa 4000 hot spot entro la metà del 2005, tutto questo con un aspettativa di ricavi per appena 90 milioni di sterline in 3 anni. E quindi - entro i prossimi due anni - potremmo ricevere a casa nostra o in ufficio un abile venditore di telefonia che ci proporrà un offerta per il nostro condominio per distribuire i costi di accesso ad internet tra più famiglie, come già oggi accade per le parabole satellitari TV. Analogamente potrebbe proporci la connessione wireless di tutti i pc fissi e mobili del nostro studio professionale, con copertura ed accesso internet sia all interno dello studio, sia in aree pubbliche e in hot spot. Oppure ancora, se le nostre esigenze saranno un po più complesse, un accesso in modalità ASP 3 su telefonino o palmare al nostro CRM aziendale. 3 ASP Application Service Provider. 14

10 Comunicazioni mobili: fonia, dati e qualcos altro O infine, integrando LAN e centralino telefonico (e quindi trasformando tutte le nostre esigenze di comunicazione in un flusso di dati), una conveniente offerta di fonia su protocollo IP, utilizzabile grazie al Wi-Fi anche fuori da casa o dall ufficio. Resta da affrontare un quesito interessante: quale posizione stanno adottando i gestori che hanno acquistato a caro prezzo le licenze UMTS? Per rispondere è utile ricostruire le due fasi che hanno caratterizzato l atteggiamento degli operatori nell ultimo anno e mezzo. La prima fase è stata quella del minimizzare il fenomeno: sull onda dell esaltazione delle meraviglie dell UMTS, il Wi-Fi è stato salutato come uno dei tanti fuochi di paglia della new economy. In altri termini, un semplice protocollo di trasmissione dati, per di più poco affidabile quindi di un qualche interesse solo per utilizzi privati. La seconda fase ha visto la presa di coscienza del carattere di pervasività del Wi-Fi, che tra l altro ha dimostrato di poter essere spinto direttamente dal cliente finale, secondo un inusuale logica bottom-up. La risposta all improvviso affollamento di nuovi presunti operatori mobili virtuali è stata prima di sorda chiusura e poi di predisposizione di risposte basate sull attuale normativa (particolarmente incerta) e sui gruppi di pressione e di lobby. Oggi si ha la netta impressione, osservando le ultime mosse di Telecom Italia, Albacom o Tiscali, che gli operatori (soprattutto mobili) siano già entrati in una terza fase di approccio al nuovo business. Essi hanno infatti deciso di giocare d anticipo, proponendosi in prima persona come i veri attori del fenomeno. Da lì, le alleanze e le acquisizioni con i nuovi soggetti che si erano affacciati sul mercato, e l avvio delle sperimentazioni sulla scia della concessione di licenze da parte del Ministero delle Comunicazioni. Ridefinito così il proprio posizionamento strategico, gli operatori Tlc possono adesso integrare in modo più agevole il protocollo Wi-Fi nella propria offerta commerciale, differenziando servizi e politiche di prezzo in funzione delle esigenze di trasmissione dati dei propri clienti. Quindi, la scelta tra Wi-Fi e UMTS sarà ad esempio legata alla specifica esigenza di mobilità del cliente (utilizzo in treno o da un centro commerciale), al tipo di terminale utilizzato (cellulare, palmare o laptop), alla capacità di spesa (studenti o uomini d azienda), al livello di servizio richiesto. 15

11 CARTESIO Risolvere i problemi in mobilità Partiamo dal fenomeno per eccellenza, gli SMS. Oggi nel mondo, su base annua, vengono scambiati oltre 300 miliardi di messaggi. Il servizio, come mostrato in figura, si è sviluppato così rapidamente che spesso abbiamo assistito a vere e proprie crisi di congestione della rete di alcuni operatori, come un decennio prima era solito accadere nelle ore di punta per il servizio di fonia. Traffico mondiale servizio SMS miliardi di messaggi Q3'00 Q4'00Q1'01 Q2'01 Q3'01Q4'01 Q1'02Q2'02 Q3'02Q4'02Q1'03Q2'03 Fonte: GSM Association In Italia, degli oltre 22 milioni di clienti che utilizzano regolarmente gli SMS, circa la metà usa il servizio quotidianamente, in modo direttamente proporzionale al grado di mobilità. In effetti, soltanto il 30% dei clienti ritiene che il cellulare serva solo per telefonare, gli altri pensano che debba fare anche altre cose 4. Quali? Nel corso dell ultima edizione del noto convegno Mobicom tale quesito è stato posto agli oltre 100 esperti del settore presenti in sala. Alla domanda in merito a quali sarebbero state nel 2003 le applicazioni mobili con maggior probabilità di crescita sul mercato consumer, oltre il 60% ha indicato gli MMS, in netto vantaggio cioè sui giochi (18%) e sulla in mobilità (12%). 4 Fonte: Busacca & Associati Mobicom Lighthouse

12 Comunicazioni mobili: fonia, dati e qualcos altro Utilizzatori dei VAS a maggio SMS News Posta elettronica Giochi interattivi Loghi e suonerie Accesso Internet MMS Fonte: Busacca & Associati - Mobicom Lighthouse 2003 Base: maggio 2003 In effetti, i primi risultati delle promozioni commerciali sembrano incoraggianti: i servizi di messaggistica multimediale sono infatti conosciuti da oltre 17 milioni di persone, il 70% delle quali utilizzerebbe il servizio, pur ad un costo medio non superiore a mezzo Euro. Se queste cifre dovessero essere realmente confermate, in un anno gli MMS da soli finirebbero per rappresentare il 3% del fatturato degli operatori cellulari! Sotto il profilo reddituale, basti inoltre pensare che i 60 Kbytes necessari a trasportare un minuto di traffico voce vengono tariffati a circa 0,2 Euro, mentre gli stessi 60 Kb, sufficienti per 2 MMS, portano un ricavo di circa 1,5 Euro! Nonostante tutto, soltanto il 20% degli opinion leader ritiene che entro due anni i servizi multimediali saranno utilizzati regolarmente da almeno la metà del mercato consumer. Differente appare invece la situazione del mercato business, per il quale le aspettative sono legate alla fruizione always-on della posta elettronica e all accesso alla intranet e alle applicazioni aziendali. Su quest ultimo punto, rileviamo un particolare sviluppo degli applicativi ASP: il software gestionale o il CRM non risiedono in questo caso sui server aziendali, ma vengono messi a disposizione da provider esterni che si preoccupano anche dell archiviazione dei dati dell utilizzatore e di tutti i relativi aspetti di sicurezza. Il cliente paga un canone mensile per il solo utilizzo dei servizi, senza dover sostenere i necessari investimenti per l acquisto e l aggiornamento dell hardware e delle licenze software. Secondo quanto raccontano i responsabili dell americana SalesForce.com - leader negli applicativi CRM fruibili in modalità ASP - in meno di due anni circa 17

13 CARTESIO clienti hanno già adottato i servizi on-line da loro offerti, e di questi, oltre il 20% li utilizza esclusivamente in mobilità, su laptop, palmare o BlackBerry. D altra parte, come riportato in tabella, i vantaggi dell accesso ASP sembrano essere sia di tipo organizzativo, sia strettamente economici. Confronto caratteristiche di applicativi in modalità ASP e Client-Server Velocità d implementazione Velocità di estensione del sistema a nuovi utilizzatori Necessità di personale dedicato Integrazione con altri sistemi aziendali Personalizzazione di processi e livelli di sicurezza Percezione di Controllo della spesa ASP Client-Server - L ASP presenta bassi investimenti e costi di gestione, elevata velocità di implementazione e non richiede manutenzione alcuna. Ciò aumenta la percezione di controllo della spesa. Costi per acquisto hardware Costi per acquisto software Database Costi d implementazione Legenda: Costi di manutenzione HW Alto Medio Costi di manutenzione SW Basso Costi di uso/licenza SW (per utilizzatore) Nullo - Fonte: Elaborazioni Busacca & Associati su fonti varie Base: Giugno 2002; i costi sono calcolati su base annua e si riferiscono ad un applicativo SFA, considerando i prezzi medi sul mercato alla data Le prospettive di sviluppo dei servizi a valore aggiunto sembrano quindi decisamente interessanti, soprattutto per quegli attori che fino ad oggi sono rimasti ai margini. Ci riferiamo principalmente alle software house che realizzano gli applicativi fruibili in mobilità oltre che naturalmente ai produttori di contenuti. Questi soggetti, oltre allo sviluppo di soluzioni e contenuti, sono infatti spesso in grado di gestire i database transazionali e le componenti di distribuzione e fatturazione del servizio, mettendosi così nelle condizioni di realizzare margini economici elevati, talvolta anche maggiori rispetto a quelli ottenuti dal gestore mobile con il solo trasporto delle informazioni. Questi attori dispongono ormai di un nuovo media, che da una parte permette loro di veicolare al cliente funzionalità e informazioni, e che dall altra possiede un valore inestimabile: è una porta virtualmente sempre aperta sul portafoglio di colui che la tiene in tasca. Ma se sono ancora oggi numerosi i modelli di business al vaglio del mercato, una cosa è certa: sia per i produttori di contenuti, sia per gli operatori mobili, gran parte della sfida si giocherà sulla capacità di comunicare e rendere semplici i servizi agli utilizzatori finali: semplici da capire, semplici da acquistare, semplici da utilizzare. Basta infatti confrontare brevemente le caratteristiche dei VAS con 18

14 Comunicazioni mobili: fonia, dati e qualcos altro quelle dei tradizionali servizi di fonia: Caratteristiche dei servizi di fonia tradizionali e VAS VOCE Un prodotto Facile da capire Facile da vendere Facile da acquistare Facile da usare VAS 200 prodotti, 5 famiglie Difficili da capire Difficili da vendere Complessi da acquistare Complessi da usare Servizi trigger Servizi con benefici immediati Servizi simili all usuale Servizi a complessità schermata Soluzioni verticali Segmentazione più sofisticata Professionalizzazione della vendita Metriche sul cliente più evolute Quindi, ancora una volta, la differenza sarà data dalla capacità di comprendere, caratterizzare e classificare il mercato, individuando o creando nuove esigenze. Conoscere il cliente Tre tendenze, dicevamo: fonia, internet veloce e servizi a valore aggiunto, con il comune denominatore della mobilità. La nuova frontiera del valore nel ciclo di vita delle comunicazioni mobili è rappresentata dall inviluppo di queste tre forze, sia per il mercato consumer delle famiglie e dei giovani, sia per quello business dei professionisti, delle piccole e medie imprese e delle grandi aziende. Tutto ciò a nostro parere richiede agli operatori la capacità di adottare nuove chiavi di lettura nell analisi del processo d acquisto e di utilizzo dei servizi da parte dei propri clienti. In altri termini, il nuovo modello di business questa volta deve realmente partire dal cliente, ribaltando la consueta logica technology driven. In tal senso, un importante obiettivo per un operatore mobile dovrebbe essere la messa a punto di un efficace sistema di customer metrics. Ciò permetterebbe di ottenere - cliente per cliente e su base storica - una conoscenza puntuale ed accurata del valore attuale e potenziale del singolo cliente. Gli utilizzi andrebbero dall incremento della quota di spesa sui clienti attuali, all alimentazione dei sistemi di CRM per azioni inbound e outbound di retention, sviluppo e win back. 19

15 CARTESIO Conoscere il cliente crea valore per l azienda e gli azionisti I recenti fatti di borsa hanno posto prepotentemente all attenzione della comunità finanziaria l inadeguatezza delle metodologie di valorizzazione tradizionali, in particolar modo per le aziende caratterizzate da un elevata base clienti ed un tasso di utilizzazione frequente dei servizi. Gli analisti più accorti hanno così progressivamente accantonato i metodi di valutazione meramente patrimoniali e quelli basati sulla consistenza numerica della base clienti iniziando a valorizzare le aziende di telecomunicazione, le aziende di credito e le aziende della grande distribuzione in base a misure di settore riferite direttamente o indirettamente al margine attuale e prospettico generato dalla base clienti e sul grado di penetrazione che l azienda ha nel volume di spesa di ciascuno di essi. L identificazione, la conoscenza e la valorizzazione puntuale e completa di ciascun cliente consente inoltre di proporre a ciascuno i bundle di prodotti/servizi maggiormente allineati con le sue esigenze specifiche. In tal modo, è possibile aumentare fatturato unitario e valore della base clienti, attivando un circolo virtuoso che consente di migliorare ulteriormente conoscenza e valore della clientela, permettendone una comunicazione ad azionisti ed analisti con customer metrics numerici puntuali e raffrontabili. Un insieme coordinato di customer metrics apre quindi rilevanti aree di miglioramento: caratterizzazione completa e coerente di ciascun cliente in tutta la relazione con l azienda; stima del valore attuale (fatturato e margine) e potenziale (LifeTime Value) di ciascun cliente; individuazione di profili di clientela selezionati in base a comportamenti e valore; differenziazione dell offerta e delle modalità di relazione in funzione dei profili individuati, premiando la clientela migliore; realizzazione e monitoraggio di campagne mirate per incrementare spesa unitaria e valore dei singoli clienti. Si ottiene così il duplice risultato di facilitare una corretta valorizzazione 20

16 Comunicazioni mobili: fonia, dati e qualcos altro delle aziende da parte degli azionisti e degli analisti, aprendo ad un tempo la strada ad azioni mirate per lo sviluppo della penetrazione presso ogni singolo cliente e la fidelizzazione della clientela a più elevato valore. Il settore delle comunicazioni mobili si sta lasciando alle spalle un modello di business di grande successo, che tuttavia in gran parte ha fatto il suo tempo. Il mercato e la tecnologia stanno creando un nuovo paradigma di connessioni in mobilità, enormemente più ricche di valore e di spunti di guadagno. Gli attori dei diversi settori economici coinvolti hanno in mano tutte le carte, vincerà chi sarà in grado di giocarle meglio e prima degli altri. 21

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè EVENTO OLIVETTI Milano, via Savona 15 Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè Buon giorno a tutti, è per me un piacere oggi partecipare a questo evento organizzato per la presentazione della nuova

Dettagli

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini, con sede negli Stati Uniti, che si è concentrata sulla produzione di telefonini di nuova generazione a partire

Dettagli

Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER

Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER 1 Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER ADSL E TELEFONIA DOMESTICA: LE MIGLIORI SOLUZIONI PER CONNETTERSI E TELEFONARE DA CASA INDICE p. 1 1. Introduzione p.2 2. I profili di consumo: l utilizzo di

Dettagli

I valori distintivi della nostra offerta di BPO:

I valori distintivi della nostra offerta di BPO: Business Process Outsourcing Partner 3M Software è il partner di nuova generazione, per la progettazione e la gestione di attività di Business Process Outsourcing, che offre un servizio completo e professionale.

Dettagli

ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT

ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT Ercole Colonese RUBIERRE srl Consulenti di Direzione ercole@colonese.it www.colonese.it Roma, 2008 Occupazione e professioni nell ICT Rapporto 2006 L evoluzione

Dettagli

Management Game 2011

Management Game 2011 Management Game 2011 La Mobilé Inc 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini che ha sede negli Stati Uniti che si è concentrata sulla produzione di telefonini

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Novembre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Verona NetConsulting 2012 1

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4%

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4% COMUNICATO STAMPA ILLUSTRATE ALLA COMUNITA FINANZIARIA LE STRATEGIE E GLI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2006-2008 DEL GRUPPO TELECOM ITALIA E DELLA BUSINESS UNIT OPERATIONS Attesa una crescita organica dei

Dettagli

All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI ABILITATORI

All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI ABILITATORI 1 Lo scenario: i soggetti che operano su Internet All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI E-market player Digitalizzatori di processi

Dettagli

CONFINDUSTRIA PIACENZA 08/07/2009 GUIDA ALLE CONVENZIONI TELEFONICHE. Guida alle convenzioni telefoniche pag. 1

CONFINDUSTRIA PIACENZA 08/07/2009 GUIDA ALLE CONVENZIONI TELEFONICHE. Guida alle convenzioni telefoniche pag. 1 GUIDA ALLE CONVENZIONI TELEFONICHE Guida alle convenzioni telefoniche pag. 1 Guida alle convenzioni telefoniche pag. 2 Guida alle convenzioni telefoniche pag. 3 Guida alle convenzioni telefoniche pag.

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS. a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS. a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE b. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: 1. l ambito di

Dettagli

Le cifre chiave delle comunicazioni elettroniche in Francia Cifre del 2010

Le cifre chiave delle comunicazioni elettroniche in Francia Cifre del 2010 RÉPUBLIQUE FRANÇAISE Giugno 211 Le cifre chiave delle comunicazioni elettroniche in Francia Cifre del 21 Caratteristiche degli operatori Salvo precisazione contraria, le cifre presentate in questo documento

Dettagli

Anfov. Osservatorio Mobile VAS. 14 marzo 2007

Anfov. Osservatorio Mobile VAS. 14 marzo 2007 Anfov Osservatorio Mobile VAS 14 marzo 2007 Executive Summary Il settore Telecom e il concetto di MVNO MVNO: un opportunità di business Executive Summary Il mercato Telecom presenta segnali tipici di saturazione,

Dettagli

CartaSi: un mondo virtuale di vantaggi reali

CartaSi: un mondo virtuale di vantaggi reali CartaSi: un mondo virtuale di vantaggi reali Enrico Albertelli, Responsabile Marketing E-commerce e Portali CartaSi Milano, 15 Maggio 2008 CartaSi nel mercato e-commerce La maggior parte degli acquisti

Dettagli

I driver della loyalty nelle tlc e nei media Carlo Stefanini Busacca & Associati Loyalty Forum 2001 Milano, 06/11/01

I driver della loyalty nelle tlc e nei media Carlo Stefanini Busacca & Associati Loyalty Forum 2001 Milano, 06/11/01 I driver della loyalty nelle tlc e nei media Carlo Stefanini Loyalty Forum 2001 Milano, 06/11/01 SUMMARY Il modello di business vede un integrazione sempre più stretta fra tlc e media Fedeltà al brand

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

In quei giorni, su Facebook girava un post con un

In quei giorni, su Facebook girava un post con un P PROFESSIONE Le potenzialità In quei giorni, su Facebook girava un post con un elenco delle 11 cose che Mark Zuckerberg avrebbe potuto acquistare con quella stessa, astronomica, cifra. Avrebbe potuto

Dettagli

MOBILE ENTERPRISE Scenari e prospettive

MOBILE ENTERPRISE Scenari e prospettive MOBILE ENTERPRISE Scenari e prospettive M. Ibarra, Direttore Marketing Mobile Wind IV FORUM ANNUALE DELLE TELECOMUNICAZIONI 28 Aprile 2005 2 Trend della spesa mobile nelle aziende Italiane Revenues (mln/euro)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati preliminari del primo semestre 2005

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati preliminari del primo semestre 2005 COMUNICATO STAMPA Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati preliminari del primo semestre 2005 Wireline: continua la crescita dei ricavi, +2,1% rispetto al primo semestre 2004 (+2,3% crescita

Dettagli

Supply Intelligence. Informazioni rapide e approfondite sui fornitori potenziali

Supply Intelligence. Informazioni rapide e approfondite sui fornitori potenziali Supply Intelligence Informazioni rapide e approfondite sui fornitori potenziali Ancora in alto mare? Le forniture, specialmente se effettuate a livello globale, possono rivelarsi un vero e proprio viaggio

Dettagli

OFFERTA Partner Program

OFFERTA Partner Program OFFERTA Partner Program Wi-Fi vuol dire potersi connettere ad Internet a larga banda, attraverso il proprio computer, senza essere collegati fisicamente alla rete telefonica o ad una rete dati. La tecnologia

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Perugia NetConsulting 2012 1

Dettagli

strategie d impresa e rapporto con il mercato L E-Business e il consumatore: il nuovo paradigma

strategie d impresa e rapporto con il mercato L E-Business e il consumatore: il nuovo paradigma Gli Strumenti del Commercio Internazionale: Internet, contratti, agevolazioni Struttura congressi Hotel Solara Conca Specchiulla (Otranto) 12-13 giugno 2003 D&L Studio Strategie di Internazionalizzazione

Dettagli

MigliorShop e-commerce

MigliorShop e-commerce www.migliorshop.it Impara dal passato, vivi il presente, crea il tuo futuro MigliorShop e-commerce Il futuro della tua farmacia MigliorShop È il momento giusto per prendere una decisione strategica per

Dettagli

Soluzioni di accesso Wi-Fi a Internet per luoghi aperti al pubblico. www.ipwireless.it

Soluzioni di accesso Wi-Fi a Internet per luoghi aperti al pubblico. www.ipwireless.it Soluzioni di accesso Wi-Fi a Internet per luoghi aperti al pubblico Hot Spot Shopping INTRODUZIONE Center La distribuzione dell accesso ad Internet attraverso reti wireless e la sicurezza dei contenuti

Dettagli

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA 61 di TEODORO FULGIONE * Intervista ad Alessandro Luciano capo del progetto Monitoraggio delle politiche del lavoro con le politiche di sviluppo locale dei sistemi

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale LE CARATTERISTICHE DEL PIANO INDUSTRIALE 1.1. Definizione e obiettivi del piano industriale 1.2. Requisiti del piano industriale 1.3. I contenuti del piano industriale 1.3.1. La strategia realizzata e

Dettagli

Buongiorno Vitaminic S.p.A.

Buongiorno Vitaminic S.p.A. Buongiorno Vitaminic è una società operativa dal 16 luglio del 2003, nata dall integrazione tra le attività di Buongiorno (società operante nell ambito dei servizi alle imprese via mail e telefono) e Vitaminic

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO WI-FI CGIL

ATTUAZIONE DEL PROGETTO WI-FI CGIL Seminario Nazionale ATTUAZIONE DEL PROGETTO WI-FI CGIL 10 luglio 2009 Sala Fernando Santi - CGIL nazionale - Corso d Italia 25 - Roma PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Wi-Fi CGIL All interno del Progetto nazionale

Dettagli

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC INCONTRO 31 GENNAIO 2012 TRA ASSTEL E SLC-CGIL, FISTEL-CISL E UILCOM-UIL SUL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO Sviluppo e

Dettagli

CBI 2003 - Roma 20 febbraio 2003

CBI 2003 - Roma 20 febbraio 2003 Tecnologie, Prodotti e Servizi per l Electronic Banking Dott.. Fausto Bolognini - Direttore Generale Punti chiave NECESSITÀ del mercato Cosa vogliono le aziende? Cosa offre il mondo web? Limiti dell attuale

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

Risultati indagine: Un nuovo modo di viaggiare in treno

Risultati indagine: Un nuovo modo di viaggiare in treno CISALPINA TOURS CISALPINA RESEARCH Risultati indagine: Un nuovo modo di viaggiare in treno Cisalpina Research, il nuovo centro studi creato da Cisalpina Tours per rilevare dati e tendenze, opportunità

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 45/ 06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 45/ 06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 45/ 06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: 1. l ambito di intervento, con particolare riferimento alle

Dettagli

Alcune delle caratteristiche dell architettura VoIP che permettono il raggiungimento di tali benefici possono essere riconducibili a:

Alcune delle caratteristiche dell architettura VoIP che permettono il raggiungimento di tali benefici possono essere riconducibili a: SOLUZIONE ICT: TELEFONIA VIA INTERNET (VOICE OVER IP) INTRODUZIONE Una soluzione di telefonia via internet [Voice Over IP (VoIP)] permette di sfruttare le potenzialità del protocollo internet (IP) per

Dettagli

Il cliente al centro dello sviluppo dei servizi di mobile banking Alex Romano Milani Marketing Business Offerta Corporate

Il cliente al centro dello sviluppo dei servizi di mobile banking Alex Romano Milani Marketing Business Offerta Corporate Il cliente al centro dello sviluppo dei servizi di mobile banking Alex Romano Milani Marketing Business Offerta Corporate INTERNET E LA BANCA, Banca e Cliente tra Web e Mobile Roma, 5 luglio 2005 Perché

Dettagli

ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati.

ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati. 1 ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati. 2 Indice generale Abstract...3 Integrare: perché?...3 Le soluzioni attuali...4 Cos'è un ESB...5 GreenVulcano ESB...6 3 Abstract L'integrazione

Dettagli

Facoltà di Economia Organizzazione dei sistemi informativi aziendali Prof. Tommaso Federici. Wi-Fi. realtà e prospettive della comunicazione mobile

Facoltà di Economia Organizzazione dei sistemi informativi aziendali Prof. Tommaso Federici. Wi-Fi. realtà e prospettive della comunicazione mobile Facoltà di Economia Organizzazione dei sistemi informativi aziendali Prof. Tommaso Federici Wi-Fi realtà e prospettive della comunicazione mobile Laura Tondinelli Alessandro Falciani Anno Accademico 2002/2003

Dettagli

Gestioni, consulenze e soluzioni innovative per aziende alberghiere.

Gestioni, consulenze e soluzioni innovative per aziende alberghiere. Gestioni, consulenze e soluzioni innovative per aziende alberghiere. Da oltre dieci anni il mercato turistico mondiale ha cambiato aspetto. L'avvento del web come canale di distribuzione, i portali online,

Dettagli

R-evolution: il DNA di CartaSi nei pagamenti di nuova generazione. Roma, 13 novembre 2009 - Carte 2009

R-evolution: il DNA di CartaSi nei pagamenti di nuova generazione. Roma, 13 novembre 2009 - Carte 2009 R-evolution: il DNA di CartaSi nei pagamenti di nuova generazione Roma, 13 novembre 2009 - Carte 2009 1 In alcuni settori l innovazione è sotto gli occhi di tutti 85-90 90-95 96-00 01-08 Oggi Domani 2

Dettagli

"Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te?

Gli Elementi del Successo non sono per Tutti. Sono per te? "Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te? Stiamo cercando persone che possano avere successo nel MLM. Come abbiamo fatto noi. E come vogliamo fare ancora quando c'è il "business perfetto

Dettagli

CALL CENTER: IL MODELLO VODAFONE

CALL CENTER: IL MODELLO VODAFONE CALL CENTER: IL MODELLO VODAFONE Nicola benedetto Francesca devescovi L universo dei call center, oltre a rappresentare una delle realta occupazionali con il più elevato tasso di crescita, e un mondo complesso

Dettagli

La soluzione intelligente per gestire la vostra flotta taxi

La soluzione intelligente per gestire la vostra flotta taxi La soluzione intelligente per gestire la vostra flotta taxi Dite addio ai vostri vecchi terminali di bordo, alle ore passate vicino alle colonnine in attesa di una chiamata, alle polemiche con i colleghi

Dettagli

Le imprese Web Active in Italia

Le imprese Web Active in Italia Le imprese Web Active in Italia per settore di attività Introduzione p. 2 Obiettivo e variabili utilizzate p. 2 La classifica p. 4 Analizziamo i dati p. 5 Metodologia p. 9 1 Le imprese Web Active in Italia

Dettagli

Creare una Rete Locale Lezione n. 1

Creare una Rete Locale Lezione n. 1 Le Reti Locali Introduzione Le Reti Locali indicate anche come LAN (Local Area Network), sono il punto d appoggio su cui si fonda la collaborazione nel lavoro in qualunque realtà, sia essa un azienda,

Dettagli

Le azioni di CMMC per garantire qualità ai servizi e professione alle persone

Le azioni di CMMC per garantire qualità ai servizi e professione alle persone Le azioni di CMMC per garantire qualità ai servizi e professione alle persone Roma - 23 Aprile 2004 Mario Massone fondatore CMMC ALCUNI SERVIZI FORNITI DA CMMC -1 1. ECCCO L'iscrizione a CMMC consente

Dettagli

Vendilo S.p.A. Internet, trend in crescita

Vendilo S.p.A. Internet, trend in crescita Vendilo S.p.A La società Vendilo, fondata nel 2006, nasce con l obiettivo di implementare ed offrire soluzioni che aiutino i Privati e le Aziende ad avvicinarsi al mondo di internet e alle vendite online.

Dettagli

Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e. telefono: stima del risparmio

Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e. telefono: stima del risparmio Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e telefono: stima del risparmio Indice: Introduzione 1 Il panorama delle Telecomunicazioni in Italia 1 L'evoluzione delle tariffe

Dettagli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media INFORMAZIONI Materiale

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management CONCESSIONARIE DI PUBBLICITA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management DEFINIZIONI DEL SETTORE Il settore delle «concessionarie di pubblicità» si occupa della vendita di spazi

Dettagli

Rimini - 23 giugno 2005. Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma

Rimini - 23 giugno 2005. Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma Rimini - 23 giugno 2005 Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma Esiste il digital divide nei territori periferici? La discriminazione nasce dalla carenza di infrastrutture o da

Dettagli

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi 1 2 3 Definizione di marketing: il marketing è l arte e la scienza di conquistare, fidelizzare e far crescere clienti che diano profitto. Il processo di marketing può essere sintetizzato in cinque fasi:

Dettagli

Piattaforma Client-Server per un provider di servizi mobile computing

Piattaforma Client-Server per un provider di servizi mobile computing Piattaforma Client-Server per un provider di servizi mobile computing Ricerca applicata, intesa quale ricerca industriale e sviluppo sperimentale, inerente la materia delle I.C.T 1. DESCRIZIONE SINTETICA

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

RETI DIGITALI E TECNOLOGIE ABILITANTI

RETI DIGITALI E TECNOLOGIE ABILITANTI RETI DIGITALI E TECNOLOGIE ABILITANTI LE RETI DIGITALI Interconnessioni elettroniche tra imprese e soggetti economici in cui si svolgono comunicazioni e transazioni Costituiscono la base su cui nell era

Dettagli

Il CRM operativo. Daniela Buoli. 2 maggio 2006

Il CRM operativo. Daniela Buoli. 2 maggio 2006 Il CRM operativo 2 maggio 2006 1. Il marketing relazionale Il marketing relazionale si fonda su due principi fondamentali che è bene ricordare sempre quando si ha l opportunità di operare a diretto contatto

Dettagli

Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita

Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita 1 Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita L Osservatorio semestrale della Società dell Informazione, realizzato da Federcomin, analizza semestralmente lo stato e le dinamiche

Dettagli

Open Data, opportunità per le imprese. Ennio Lucarelli. Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Open Data, opportunità per le imprese. Ennio Lucarelli. Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Open Data, opportunità per le imprese Ennio Lucarelli Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Prendo spunto da un paragrafo tratto dall Agenda nazionale per la Valorizzazione del Patrimonio

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

Chi siamo. La società. Soluzioni. C-Card è la società del Gruppo Cedacri, costituita per operare nel business delle carte di pagamento.

Chi siamo. La società. Soluzioni. C-Card è la società del Gruppo Cedacri, costituita per operare nel business delle carte di pagamento. Company Profile 3 Chi siamo C-Card è la società del Gruppo Cedacri, costituita per operare nel business delle carte di pagamento. Tramite C-Card il Gruppo Cedacri amplia la sua proposta di servizi per

Dettagli

Sisal è la Società pioniera nel mondo dei giochi in Italia, con il lancio nel 1946 della Schedina Sisal, diventata poi famosa come Totocalcio.

Sisal è la Società pioniera nel mondo dei giochi in Italia, con il lancio nel 1946 della Schedina Sisal, diventata poi famosa come Totocalcio. DAL 1946 UNA REALTÀ FONDATA SU UN SOGNO: RENDERE SEMPRE PIÙ SEMPLICE E DIVERTENTE LA VITA DEGLI ITALIANI, ATTRAVERSO VALORI, COMPORTAMENTI ETICI ED INIZIATIVE DI RESPONSABILITÀ SOCIALE Sisal è la Società

Dettagli

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA SYNERGIA 2000 La società e le sue attività Pag. 1 La storia Pag. 3 I servizi offerti Pag.

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA SYNERGIA 2000 La società e le sue attività Pag. 1 La storia Pag. 3 I servizi offerti Pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA La società e le sue attività Pag. 1 La storia Pag. 3 I servizi offerti Pag. 4 Scheda di sintesi Pag. 6 Milano, ottobre 2004 1 La società e le sue attività Presente

Dettagli

Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento*

Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento* Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento* *ma senza le note scritte in piccolo Allineare gli investimenti tecnologici con le esigenze in evoluzione dell attività Il finanziamento è una strategia

Dettagli

Intervento al convegno Future Job - Follonica 21 maggio 2005

Intervento al convegno Future Job - Follonica 21 maggio 2005 Intervento al convegno Future Job - Follonica 21 maggio 2005 slide 1 Introduzione Lo scopo di questo intervento è di presentare un iniziativa che sta muovendo i primi passi in queste settimane e che mira

Dettagli

L EVOLUZIONE DELLO SCENARIO DEI P.O.S. L EVOLUZIONE DELLO SCENARIO DEI P.O.S.

L EVOLUZIONE DELLO SCENARIO DEI P.O.S. L EVOLUZIONE DELLO SCENARIO DEI P.O.S. L EVOLUZIONE DELLO SCENARIO DEI P.O.S. Convegno ABI Carte 2004 Roma 15-16 novembre 2004 Ing. Giuseppe Lo Sinno Amministratore Delegato Siteba S.p.A. LA CONCORRENZA E LA TECNOLOGIA DRIVER DEL CAMBIAMENTO

Dettagli

Cloud Computing e Mobility:

Cloud Computing e Mobility: S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Cloud Computing e Mobility: Lo studio professionale agile e sicuro Davide Grassano Membro della Commissione Informatica 4 dicembre 2013 - Milano Agenda 1

Dettagli

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Piano Economico Finanziario 2008 e previsioni anni 2009 e 2010 Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Indice Scenario & Previsioni PIANO ANNUALE 2008 1Fonti di finanziamento 2Impieghi 3Ricavi 4Costi

Dettagli

Strategie su misura per la tua azienda

Strategie su misura per la tua azienda Strategie su misura per la tua azienda www.topfiidelity.it www.topfidelity.it LA FIDELIZZAZIONE Uno degli obiettivi che ogni azienda dovrebbe porsi è quello di fidelizzare la clientela. Il processo di

Dettagli

CRM Downsizing Program

CRM Downsizing Program Azzerare i costi inutili del CRM e massimizzare il valore di quanto già realizzato S empre, e in special modo durante periodi di crisi, risulta vitale in azienda individuare tutte le potenziali fonti di

Dettagli

Al tuo fianco. nella sfida di ogni giorno. risk management www.cheopeweb.com

Al tuo fianco. nella sfida di ogni giorno. risk management www.cheopeweb.com Al tuo fianco nella sfida di ogni giorno risk management www.cheopeweb.com risk management Servizi e informazioni per il mondo del credito. Dal 1988 assistiamo le imprese nella gestione dei processi di

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UG66U ATTIVITÀ 72.22.0 ATTIVITÀ 72.60.0 CONSULENZA PER INSTALLAZIONE DI SISTEMI HARDWARE EDIZIONE DI SOFTWARE

STUDIO DI SETTORE UG66U ATTIVITÀ 72.22.0 ATTIVITÀ 72.60.0 CONSULENZA PER INSTALLAZIONE DI SISTEMI HARDWARE EDIZIONE DI SOFTWARE STUDIO DI SETTORE UG66U ATTIVITÀ 72.10.0 CONSULENZA PER INSTALLAZIONE DI SISTEMI HARDWARE ATTIVITÀ 72.21.0 EDIZIONE DI SOFTWARE ATTIVITÀ 72.22.0 ALTRE REALIZZAZIONI DI SOFTWARE E CONSULENZA SOFTWARE ATTIVITÀ

Dettagli

Il vero cloud computing italiano

Il vero cloud computing italiano Il vero cloud computing italiano Elatos srl ha sponsorizzato la ricerca e l edizione del libro edito da Franco Angeli sul cloud computing in italia (Esperienze di successo in italia: aspettative, problemi,

Dettagli

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Alessandro Musumeci Direttore Centrale Sistemi Informativi Roma, 18 aprile 2013 Ora esiste il Web 2.0: le persone al centro. Interconnesse Informate Disintermediate

Dettagli

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO Intervento Roberto Albonetti direttore Attività Produttive Regione Lombardia Il mondo delle imprese ha subito negli ultimi anni un accelerazione impressionante:

Dettagli

Dal CRM all e-crm. Andrea De Marco

Dal CRM all e-crm. Andrea De Marco Dal CRM all e-crm Andrea De Marco Qualità Uno dei principali fattori competitivi nell attuale contesto di mercato è rappresentato dalla qualità delle relazione online che vengono gestite tramite servizi

Dettagli

.EVERYWHERE LOGIN. entra nel futuro. partnership signed

.EVERYWHERE LOGIN. entra nel futuro. partnership signed .EVERYWHERE LOGIN entra nel futuro. partnership signed Sinergia per l innovazione. Studio Ferroli e Acknow Per essere competitivi e vincenti in un mercato sempre più dinamico e globalizzato, che richiede

Dettagli

TradeLab per NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE

TradeLab per NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE Introduzione Il perché della ricerca La presenza di prodotti non alimentari nelle diverse formule della distribuzione

Dettagli

Pianificare il futuro

Pianificare il futuro Pianificare il futuro THINK private. Linea Planning Banca Fideuram Banca Fideuram è uno dei principali protagonisti del private banking in Europa, con oltre 50 miliardi di euro di attività in gestione.

Dettagli

La tv digitale: innovazione ed economia

La tv digitale: innovazione ed economia La tv digitale: innovazione ed economia Giuseppe Richeri Università della Svizzera Italiana, Lugano Il processo d innovazione in atto L applicazione delle tecniche digitali ai mezzi di comunicazione oggi

Dettagli

Azienda 2.0. Le imprese e i social networks, opportunità e gestione dei rischi. Stefano Ventura

Azienda 2.0. Le imprese e i social networks, opportunità e gestione dei rischi. Stefano Ventura Azienda 2.0 Le imprese e i social networks, opportunità e gestione dei rischi Stefano Ventura 1. Il nuovo scenario social 2. Necessaria strategia 2.0 3. La nostra esperienza 4. La gestione dei rischi 1.

Dettagli

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Mentore Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Vision Creare un futuro migliore per le Nuove Generazioni Come? Mission Rendere quante più persone possibili Libere Finanziariamente Con

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag.

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1 Il Gruppo e le sue attività pag. 2 L organizzazione del network pag. 5 Le partnership commerciali pag.

Dettagli

La qualità. Di Stefano Azzini

La qualità. Di Stefano Azzini . La qualità Di Stefano Azzini Nel settore turisticoalberghiero e nella ristorazione, la parola qualità è molto di moda. E' vero che la maggior parte delle aziende che hanno superato la crisi sono quelle

Dettagli

Banda larga. Asset strategico per la competitività del territorio

Banda larga. Asset strategico per la competitività del territorio Banda larga Asset strategico per la competitività del territorio La strategia digitale di Confindustria Verona Iniziative volte a promuovere la riduzione del digital divide culturale e infrastrutturale:

Dettagli

EBITDA pari a 13,2 milioni di Euro nel quarto trimestre 2002

EBITDA pari a 13,2 milioni di Euro nel quarto trimestre 2002 Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Tiscali ha approvato i risultati del quarto trimestre 2002. Raggiunto l obiettivo del pareggio a livello di EBITDA per l esercizio 2002 EBITDA pari a 13,2 milioni

Dettagli

Quali liste per la multimedialità

Quali liste per la multimedialità Quali liste per la multimedialità A seguito di slogan che condividiamo del tipo : 1. il confine tra online e offline è caduto. 2. il futuro della comunicazione è multimediale. 3. il direct marketing sarà

Dettagli

CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO

CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO Settembre 2003 INDICE PRESENTAZIONE DELL'OSSERVATORIO...pag. 1 EXECUTIVE SUMMARY... 3 Capitolo 1 STATO ED EVOLUZIONE DEL MERCATO...7

Dettagli

Capitolo 12. La strategia di espansione globale. Caso di apertura

Capitolo 12. La strategia di espansione globale. Caso di apertura EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo 12 La strategia di espansione globale Caso di apertura 12-3 La Wal-Mart si è rivolta verso altri paesi per tre ragioni - Le opportunità di crescita interna stavano

Dettagli

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Informazione ICT, prima di tutto Webnews è il giornale on line che racconta quotidianamente l attualità tecnologica. Originale. Credibile. Puntuale.

Dettagli

Quali prospettive per le collaborazioni fra intermediari assicurativi

Quali prospettive per le collaborazioni fra intermediari assicurativi Convegno Nazionale Intermediari Assicurativi Le giornate professionali Milano, 1 febbraio 2013 Quali prospettive per le collaborazioni fra intermediari assicurativi Risultati della ricerca IAMA Fabio Orsi

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

01 ABOUT 02 MISSION 03 DIRECT EMAIL MARKETING 04 DISPLAY ADVERTISING 05 SOCIAL MEDIA MARKETING 06 WEB DESIGN 07 SEO 08 IT CONSULTING 09 CONCLUSIONI

01 ABOUT 02 MISSION 03 DIRECT EMAIL MARKETING 04 DISPLAY ADVERTISING 05 SOCIAL MEDIA MARKETING 06 WEB DESIGN 07 SEO 08 IT CONSULTING 09 CONCLUSIONI 01 ABOUT 02 MISSION 03 DIRECT EMAIL MARKETING 04 DISPLAY ADVERTISING 05 SOCIAL MEDIA MARKETING 06 WEB DESIGN 07 SEO 08 IT CONSULTING 09 CONCLUSIONI 10 CONTATTI 01 ABOUT Il Network di GruppoFacile GruppoFacile

Dettagli

Wired: http://blog.wired.it/codiceaperto/2013/06/30/e-se-linnovazione-passasse-dalluniversita.html

Wired: http://blog.wired.it/codiceaperto/2013/06/30/e-se-linnovazione-passasse-dalluniversita.html E se l'innovazione passasse dall'università? Intervista al nuovo rettore dell'università di Torino Intervistatrice: Flavia Marzano Wired: http://blog.wired.it/codiceaperto/2013/06/30/e-se-linnovazione-passasse-dalluniversita.html

Dettagli

PROGETTO LOCAL CASA Local Casa è il progetto mirato sul territorio

PROGETTO LOCAL CASA Local Casa è il progetto mirato sul territorio PROGETTO LOCAL CASA Il mercato immobiliare ha trovato in internet un utile alleato per dare risposte rapide ed efficaci come mai era stato possibile in passato. Il trend degli ultimi anni conferma tale

Dettagli

Conoscere Dittaweb per:

Conoscere Dittaweb per: IL GESTIONALE DI OGGI E DEL FUTURO Conoscere Dittaweb per: migliorare la gestione della tua azienda ottimizzare le risorse risparmiare denaro vivere meglio il proprio tempo IL MERCATO TRA OGGI E DOMANI

Dettagli

CRM - Nuova visione organizzativa per eccellere nella soddisfazione dei clienti

CRM - Nuova visione organizzativa per eccellere nella soddisfazione dei clienti CRM - Nuova visione organizzativa per eccellere nella soddisfazione dei clienti Cos è il CRM Customer Relationship Management Che cos è un cliente? In quanti modi definire il CRM? I vantaggi di CRM. Il

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo 267,1 milioni di Euro di ricavi, in crescita del 26% rispetto al primo trimestre 2003 Crescita

Dettagli