e s c e q u a n d o r i e s c e

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "e s c e q u a n d o r i e s c e"

Transcript

1 1 e s c e q u a n d o r i e s c e Giornale della Cooperativa Lambro Anno IV - n. 8 Dicembre 2007 Falso in bilancio 2 Questo è il calcio? 3 Arriva il Gran Premio 4 Gita a Vairano 5 La ricetta di nonna Martina 6 SUPERBIKE La storia di Tombina 7 Il gatto 8 Pussycat dolls & Black eyed peas 11 Gianluca Esposito Selene Falduto Daniela Roveris S.O.S. Natale Vendemmia Enzo Santomauro Mi presento 15 Giochi sotto l albero 16 Ridi un po 17 Marco Vettore Il ritorno di Vacanzopoli 18 Poesia finale 20 Facendo un lavoro di catalogazione dei giornali fin adesso pubblicati, mi sono reso conto che ci portiamo avanti un errore relativo ai numeri pubblicati. In effetti siamo già all ottavo ma, qualche numero fa, non ci eravamo più ricordati che il primo era uscito con il n. 0, non perché non valesse niente, ma semplicemente perché era un numero di rodaggio Solo con un accurato lavoro di archivio e classificazione me ne sono accorto. Ripartiamo allora dal n. 8 e ATTENZIONE, l indirizzo mail vi serve anche per questo, oltre naturalmente ad accogliere le vostre idee, suggerimenti e consigli. Certo che teniate quanto detto in debito conto, aspettiamo con l anno nuovo vostre segnalazioni. Enzo Santomauro Redazione Mente Attiva Martedì mattina c/o via Montecassino, 8 Monza E_mail:

2 2 Falso in bilancio Milanesi nei guai a cura di Gianluca Esposito Calcio:tegola sui milanesi. Dopo la brutta notizia che noi abbiamo appreso dei due presidenti di varie squadre di calcio di serie A, accusati di aver scambiato negli anni 1999/2003 alcuni giocatori di Inter e Milan, ci chiediamo: come andrà a finire questa vicenda? Il mondo del calcio sarà cosi sporco?si saprà la verità sui due presidenti? A chi sarà data ragione? Poi, pagheranno per questo? La giustizia farà il suo corso? Intanto vi informiamo sui fatti: Galliani e due dirigenti dell'inter, Rinaldo Ghelfi e Mauro Gambero, sono stati accusati di falso in bilancio nella gestione delle squadre per gli anni che vanno dal 1999 al Il presidente dell'inter, Massimo Moratti è fuori dalla inchiesta falso in bilancio. Secondo la magistratura i dirigenti delle due società meneghine avrebbero 'abbellito' i conti attraverso lo scambio di alcuni giocatori i cui prezzi sarebbero stati gonfiati. Non si sono fatte attendere le risposte dei due club interessati all'inchiesta. Sia il Milan che l'inter affermano che i loro dirigenti sono del tutto estranei a quanto viene loro imputato. La posizione di Massimo Moratti nell'ambito dell'inchiesta avviata alla procura di Milano sui presunti falsi in bilancio commessi tra il 1999 e il 2003 nei conti di Milan e Inter, e' stata stralciata in vista di un archiviazione. Lo comunica in giornata la difesa dei nerazzurri. Proprio oggi Carlo Nocerino ha chiesto il rinvio a giudizio per alcuni degli indagati nell'inchiesta sull Inter. Lo stesso Noverino, qualche mese fa, aveva sottolineato una annotazione sulla relazione alla commissione per la vigilanza sulle società calcistiche. Se l'inter avesse evidenziato le perdite connesse alle plusvalenze fittizie l'equilibrio finanziario sarebbe saltato e l'inter non avrebbe superato i parametri chiesti per l'iscrizione al campionato 2005/2006. E intanto arrivano le prime reazioni alla decisione del PM milanese di chiedere il rinvio a giudizio per Galliani, Moratti e i due dirigenti milanesi. La notizia è stata data in esclusiva a RealSoccer.it, direttamente dal presidente dell'associazione Giuseppe Belviso.

3 di Enzo Santomauro In riferimento ai gravi fatti accaduti domenica 11 Novembre 2007, in seguito alla morte di Gabriele Sandri, ci sentiamo di esprimere le nostre opinioni: A me dispiace per il ragazzo che è morto, non lo conoscevo, però poteva essere un mio amico. (Marco Vettore) A me quello che è successo dà ai nervi. (Chiara A. Filipponi) Mi dispiace per quello che è successo e vorrei portare alla famiglia le mie più sentite condoglianze. (Gianluca Esposito) I tifosi se ne dovevano stare a casa. (Daniela Roveris) Questo calcio è malato, questa società è malata e nessuno vuole rendersene conto. Ora non dobbiamo essere noi a condannare il colpevole di tale gesto però vogliamo esprimere con serietà il nostro disappunto su tale evento perché non si debba presto tornare a piangere altre vittime. Il calcio deve fermarsi ed interrogarsi seriamente sul perché ci sia ancora tanta violenza in questo mondo. C è un odio ingiustificato.che non può essere sostituito in alcun modo dall enorme commercio che ci gira intorno. (Enzo Santomauro) 3

4 di Enzo Santomauro È un momento tanto atteso per i cittadini monzesi quello del Gran Premio. La città si infervora e ad approfittarne sono i commercianti, anche all interno dell autodromo stesso che, come scrive Barbara Apicella su IL GIORNALE DI MONZA, e noi stessi ne abbiamo avuto la conferma, in quei giorni per un panino e una semplice bottiglietta d acqua i prezzi sono davvero spropositati Già, proprio quella Barbara Apicella che ha segnato quest anno la consueta gita del QdV alle prove del Gran Premio, intervistandomi. Scrive così: È stupendo ha raccontato Enzo, un ragazzo accompagnato dai volontari dell associazione Quelli del Venerdì che si occupa dei disabili della cooperativa Lambro La cosa più bella è poter condividere questa esperienza con tanti amici. Abbiamo deciso di venire in Autodromo a piedi, accompagnando anche i ragazzi sulla sedia a rotelle e purtroppo ci siamo resi conto che i percorsi non sono sempre facilmente praticabili. Per motivi di spazio (posso immaginare io) la nostra foto non l ha pubblicata, ma si è resa disponibile a mantenere i contatti con il presidente del QdV, Maurizio, per segnalare le nostre prossime uscite o iniziative. Ma restiamo nel tema della gita. L unica nota degna di recensione è stato il ribaltamento di Raikonen proprio davanti ai nostri occhi. Infatti l incidente è avvenuto proprio all inizio della variante Ascari. Ed all arrivo del carro attrezzi abbiamo assistito a tutto il procedimento di imbracatura della sua macchina. È stata l occasione per vedere la Ferrari sospesa in aria nella sua maestosità. Fortunatamente il pilota ne è uscito illeso. Ho ritrovato le crocerossine degli altri anni, Angela e Benita, più una new entry di tutto rispetto, Simonetta, sempre lì nello spazio adibito agli Amici dell Autodromo, che ogni anno ci ospitano nella tre giorni dedicata al Gran Premio Nazionale. 4

5 Gita a Vairano di Gianluca Esposito con la partecipazione di Marco Vettore Lunedì 5 / 11/ 2007 Partenza alle 9.15 dalla cooperativa la Piramide e arrivo alle a Vairano (PV). ( c era un po di traffico!!) Appena siamo arrivati abbiamo trovato la nebbia e un freddo cane, ma grazie all emozione nel vedere le macchine, ci siamo subito riscaldati! Poi dopo un po siamo saliti sulle macchine Marco è salito sul BMW m3, su 2 BMW M3 (quella nuova e quella vecchia) sulla LOTUS, sul MAGGIOLINO HERBY, su 3 PORCHE (CARRERA GT3 TURBO 911, CARRERA RS, CARRERA) poi anche sul SUBARU IMPRESA. Per Marco è stata un emozione forte. Poi io, Gianluca, sono salito sulla LOTUS, sulla NISSAN 350 Z e poi su altre 5 macchine di cui non sto a scrivere il nome perché sennò vi annoio! Alle 13 siamo andati a mangiare perché era il nostro turno: difatti a questa manifestazione partecipavano anche altre associazioni e cooperative di tutta la Lombardia. Da mangiare c erano: gnocchi alla romana, lasagne al ragù, arrosto con zucchine e melanzane, mentre di dolce c erano il castagnaccio, la crostata di albicocca e quella di mirtillo. Dopo pranzo i più tenaci hanno fatto un paio di giri su altre macchine: io non me la sono sentita per evitare il mal di stomaco. Ho preferito andare con Giuseppe (nostro carissimo volontario) a vedere la moto Agusta sul cui motore i tecnici del giornale Quattroruote stavano lavorando. Volevo riprendere l operazione col video ma mi hanno detto di no perché credevano che potevo portare il filmato al settimanale concorrente il Volante. Verso le abbiamo preso il pulman e siamo ritornati a casa. È stata una bellissima giornata! 5

6 LA RICETTA DI NONNA MARTINA : LA TORTA PAESANA Un Martedì precisamente il 20 di Novembre mentre facevamo la consueta riunione della Redattiva ci ha fatto una improvvisata lo zio di Enzo e ci ha portato la torta paesana fatta dalla nonna Martina. Noi non vedevamo l ora di assaggiarla infatti alcuni di noi hanno anche espresso un giudizio Rosario: Consistenza buona e bella Enzo: Retrogusto indefinibile particolare Stefania: Ottima per spezzare la giornata Selene: Ottima (tirocinante)raffaella: Buona Ecco a voi la ricetta: Ingredienti per 24 persone: gr. 600 di amaretti gr. 500 di uvetta sultanina smollata in acqua calda e sgocciolata n 6 uova intere sbattute gr. 500 di zucchero semolato gr. 200 di cedro candito n 1 tavoletta di cioccolato amaro sbriciolata n 1 etto di cacao amaro n 1 etto di cacao dolce n 1 etto di burro buccia di 1 limone grattugiata litri 3 di latte gr. 800 di pane raffermo ( non secco) Preparazione: in un grosso recipiente a scodella mettere a bagno il pane a pezzi nel latte e così gli amaretti per qualche ora e poi rimestare fortemente in modo che si sfacciano completamente (si può passare alla "macchinetta" come scrive la nonna). Aggiungere pian piano mischiando bene tutti gli altri ingredienti. Imburrare 4 teglie, spolverarle di farina e stendervi il composto dell'altezza di due dita. Infornare a forno non troppo caldo per circa 1 ora. Questa è la ricetta originale scritta di proprio pugno dalla nonna Martina... avete letto bene per 24 persone!! Eh sì perchè quando si fa la torta paesana poi la devono assaggiare tutti: figli, consuocere, nipoti, vicini di casa... Per sapere quando è pronta per essere sfornata, oltre a basarsi sul profumo che riempe la casa, si fa la prova con lo stecchino di legno: se dopo averlo infilzato nell'impasto rimane asciutto è cotta. Ogni volta viene diversa perchè gli ingredienti sono molto variabili: - con il pane ci si possono mettere anche biscotti secchi o quel che è avanzato di panettoni, pandori e colombe aperte, ma non terminate; - gli amaretti, anche se non ci sono la torta si fa lo stesso; - il cedro o la frutta candita non sono obbligatori perchè a molti non piacciono; - a me piace molto con tanti pinoli: quando ero piccolo dall'impazienza di mangiare la torta appena sfornata pizzicavo tutti i pinoli che c'erano in superficie e la nonna si arrabbiava!! - delle uova c'è chi ne mette meno per non appesantire troppo il composto; - la tradizione dice che cuoce meglio con le vecchie stufe a legna - f o n d a m e n t a l e è sempre e comunque il cacao!! Non c'è mai la paura che venga male perchè le variabili sono infinite a seconda dei gusti, della disponibilità di ingredienti, della fantasia, della zona o del paese della Brianza dove la si fà. E' facilmente reperibile da fornai e pasticceri, ma in casa la si prepara sempre in occasione della festa patronale. La torta deve risultare piuttosto morbida, ma con una leggera crosticina in superficie. Si presenta molto scura, quasi nera se si è abbondato col cacao ed il cioccolato. E' buona sia tiepida che fredda. E' di facilisssima esecuzione e molto economica. Unica avvertenza che mi sento di dare è che non la si può solo assaggiare: bisogna addentarne un bel pezzo direttamente da una fetta presa con la mano! Buon appetito!!! 6

7 SUPERBIKE DI MARCO VETTORE domenica 20 maggio 2006 SIAMO PARTITI VERSO LE NOVE PER VEDERE UN BELLISIMO SPETTACOLO DELLE SUPERBIKE. SIAMO ARRIVATI VERSO LE DIECI NELL'AUTODROMO DI MONZA, CI SIAMO SEDUTI IN TRIBUNA ASCARI E VERSO LE UNDICI E' COMINCIATA LA PRIMA GARA. SUBITO E' CADUTO UN PILOTA VICINO A NOI E TUTTI GLI DICEVANO "SCEMOOOOO SCEMOOOO!!!" PERCHE HA FATTO UNA CADUTA IDIOTA CIOE GLI E TREMATA LA MOTO E HA PERSO L EQUILIBRIO. LA MOTO CHE STAVA GUIDANDO ERA UNA CBR 1000 E L HA DISTRUTTA COMPLETAMENTE CONTRO IL MURO. ALLA FINE DELLA PRIMA GARA, CHE E FINITA ALLE DODICI SIAMO ANDATI A MANGIARE I PANINI CHE CI ERAVAMO PORTATI DA CASA: IL MIO ERA AL TONNO E ME LO SONO PAPPATO IN UN ATTIMO C AVEVO UNA FAME! CON ME, C ERANO CLAUDIA E GIANLUCA GARSIA. ALLE DUE E COMINCIATA LA SECONDA GARA CHE E STATA MENO BELLA DELLA PRIMA PERCHE E STATA NOIOSA E NON E SUCCESSO NIENTE. HA VINTO UN PILOTA CHE SI CHIAMA TROIS BILIS DELLA DUCATI E C HA FATTO IL BORNOUT CIOE UNA SGOMMATA MA NON MI HA EMOZIONATO PIU DI TANTO PERCHE AVREI PREFERITO SENTIRE QUELLO DI UNA NINJA. INFATTI PREFERISCO LE MOTO DEGLI ANNI 80 PERCHE HANNO UN RUMORE PIU ACCATTIVANTE DATO DAI 4 CILINDRI BISOGNEREBBE SENTIRE PER APPREZZARLO! SPERIAMO CHE IL PROSSIMO ANNO FARANNO QUESTA MANIFESTAZIONE ANCORA UNA VOLTA. NEL FRATTEMPO GUARDO I GIORNALI, I VIDEO SU INTERNET E ANDRO AL POGLIANI A VEDERE UN PO DI MOTO.. La storia di tombina DI MARCO VETTORE Mi hanno fatto una bella sorpresa in cooperativa! Mi hanno fatto vedere la gattina che Nicoletta ha trovato in un tombino vicino a casa: la sua è una gattina coccolona, l ho tenuta sempre in braccio e, quando la mettevo giù, mi cercava e miagolava perchè gli stavo simpatico. Era tutta nera e assomigliava ad una gatta persiana. Quel giorno ero molto contento spero di rivederla, la gattina tombina! Chissà se mi riconosce ancora.faceva sempre miao! 7

8 di Enzo Santomauro Rispondo con piacere all unico suggerimento pervenuto in RedAttiva quest estate. Essendo anonimo non posso neanche citarlo, anche se spero che prossimamente troverà il coraggio di firmarsi, o per lo meno voglia continuare a supportarci in questo laboratorio. Questo è lo spirito giusto per entrare in contatto con noi, ed essere così partecipi anche nel nostro lavoro. Mi sono così subito mobilitato, ma su internet ci sono talmente tanti siti su tale argomento, che nessuno mi soddisfa e mi dà una mano per la creazione di questo articolo Rispondo perciò per quel poco di nozioni spontanee di sapere comune sul mondo dei felini, attingendo solo qualche informazione da internet. Parto per ordine: Come si possono mettere in pericolo Il gatto, essendo un felino, ha un istinto naturale per il pericolo e per quest ultimo ha un fiuto eccezionale: questo grazie ad una spiccata prontezza e agilità di scatto che gli permette di districarsi anche nelle situazioni di maggior pericolo. Ha un ottima vista, anche al buio, che gli consente di far fronte al pericolo anche nei casi di scarsa visibilità. Il gatto è uno dei pochi animali in grado di percepire i colori; infatti nella loro retina insieme ai bastoncelli che servono per la visione incolore vi sono i coni che danno la visione cromatica; questo non significa che vedono il mondo come lo vediamo noi, infatti sono ciechi al rosso e gli altri colori li vedono pallidi e sbiaditi, ma è una fortuna che condividono solo con scimmie e scoiattoli. Un gatto può cadere anche da grande altezza senza ferirsi o subire danni grazie alla capacità di cadere sempre in piedi, alla sua elasticità ed alla robustezza delle sue ossa. Nella fase di caduta gli occhi e un organo situato nell'orecchio informano il cervello della posizione del corpo e questo reagisce facendo ruotare prima la testa, poi il resto del corpo con un movimento degli organi interni, in modo da cadere sulle quattro zampe. Sempre che cada da un'altezza sufficiente alla rotazione. 8

9 Piccole cure per il nostro micio Il gatto sa perfettamente come fare per restare pulito. Ma lo stesso, non gli dispiace se ogni tanto gli diamo una mano. Prendiamo perciò l abitudine di controllare se i suoi occhi e le sue orecchie sono in ordine. È facile rendersene conto perché occhi e orecchie sono tra le parti più esposte e ben visibili del suo corpo. Parti che possono riempirsi di impurità con il caldo estivo, con la polvere sollevata dai caloriferi in inverno, con il fumo delle sigarette dei padroni. Perciò, a meno che non si tratti di qualche malattia che necessita del controllo di un veterinario (e in questo caso vedremo il micio lacrimare moltissimo oppure grattarsi con frenetica insistenza le orecchie e scrollare la testa) possiamo assicurare al gatto un ottima pulizia usando semplicemente cotone e acqua tiepida. Inumidiamo un batuffolo di ovatta o una garza sterile con acqua oppure con un olio detergente delicato, quello che si usa per i neonati, e poi passiamolo sull occhietto del micio, evitando però il globo oculare (per non rischiare di accecarlo). La sporcizia si ferma generalmente nell angolo interno dell occhio, vicino al naso. Anche per le orecchie usiamo dell ovatta, o un bastoncino di cotone bagnato con acqua, olio o vaselina. Dedichiamo però la pulizia solo al padiglione auricolare e non cerchiamo mai di inserire nulla in profondità. Quella è un operazione delicatissima, da lasciare fare al medico. Detergere la punta delle orecchie e la piega che si trova sul lato esterno del padiglione, dove è facile che si nasconda dello sporco, è sufficiente a garantirgli una perfetta igiene. E se per caso il suo pelo è davvero sudicio? Allora si rende necessario il bagnetto, ma in questo caso si deve fare molta attenzione: fare il bagno al gatto è questione di arte. Lui non ama molto l acqua e perciò è necessario accarezzarlo e parlargli per tutto il tempo per tranquillizzarlo (micio micio, miao miao). Si tratta di un operazione diplomatica. Importantissima è la temperatura dell acqua: deve essere attorno ai 38 gradi, cioè come quella corporea del gatto. Mai usare acqua fredda. Altra regola principe, lo shampoo. Deve essere neutro, come quello per bambini, oppure è bene usare un detergente specifico per il pelo degli animali. Insaponiamo il pelo evitando accuratamente la testa, e infine risciacquiamo e asciughiamolo con molta cura. Dopo il bagno, l ideale sarebbe non permettergli di uscire di casa per almeno qualche ora, per evitare che prenda freddo. 9

10 Come devono essere educati Una delle prime cose che si deve insegnare al proprio gatto è il riconoscimento del proprio nome.questo esercizio non serve per fare patetici e innaturali show con gli amici ma è un punto fondamentale nell'educazione/apprendimento del gatto e in caso di necessità per bloccare comportamenti, come le fughe, alcune volte pericolose per la stessa incolumità dello stesso gatto. Per ottenere ciò il prima possibile conviene non usare nomignoli o diminutivi diversi ma usare sempre e solo il proprio nome che il gattino imparerà più facilmente se semplice e corto per rispondere prontamente ogni volta che lo si chiama. Nell'educazione di un gatto i segreti sono: perseveranza, pazienza (tanta) e coerenza (rigorosa). Tutto questo in pratica vuol dire che per esempio al gatto si devono far rispettare orari fissi per i pasti. Per aumentare la sua obbedienza e la sua voglia di imparare è bene premiare con un bocconcino o con delle carezze ogni suo comportamento corretto. Nei primissimi mesi di vita è molto importante abituarlo a stare con la gente senza manifestare paura e ad avere un comportamento non aggressivo in particolar modo verso i bambini. Per ottenere questo è bene che stia il più possibile con le persone premiandolo quando mostra segni di socievolezza ed invece sgridarlo con fermezza e coerenza ogni volta che si mostra intransigente o addirittura aggressivo. Altri comportamenti che vanno evitati o corretti per una buona educazione sono il mendicare alla tavola, il cui assecondamento rende il gatto poco gradito, e il frugare nell'immondizia, che oltre ad essere una cosa poco gradevole è anche molto pericolosa. Curiosità Mi sembra che sia stato Leonardo Da Vinci a dire che gli animali sono molto più intelligenti di quanto pensino gli umani, perché ci capiscono quando parliamo mentre noi non comprendiamo il loro linguaggio. Il gatto comunica con la testa, con le orecchie, gli occhi e con la coda. Per esempio il gatto attento ha la coda alzata e le orecchie dritte. La coda dritta è segnale che il gatto è contento. Volevo rivolgere infine un ringraziamento particolare a Simona Girola per avermi incentivato ulteriormente alla creazione di questo articolo. 10

11 PUSSYCAT DOLLS a cura di Selene Falduto The Pussycat Dolls è un gruppo pop/dance femminile degli Stati Uniti. Il gruppo, fondato dal coreografo Robin Antin nel 1995, ha rilasciato il suo primo singolo nel : Nel 1993 Antin iniziò ad esplorare l'idea di fare un corpo di ballo stile burlesque insieme all'amica Christina Applegate; la prima performance di questo gruppo fu nel Durante questo periodo ci furono numerose performance con ospiti famosi (vedi lista sotto) ma con l'aiuto dei produttori Jimmy Iovine e Ron Fair, il gruppo fu ri-creato con un casting diverso e trasformato in un gruppo pop, prodotto dalla casa discografica di Iovine ad oggi: Nel 2003 Nicole Scherzinger, membro del gruppo pop Eden's Crush, divenne leader del gruppo. I membri attuali del gruppo sono: Nicole Scherzinger; la doll dalla chioma rossa Carmit Bachar (che vi entrò a far parte già dal 1995); la ballerina e cantante Kimberly Wyatt, Ashley Roberts (che vi entrò nel 2001); Jessica Sutta (che vi entrò nel 2002); Melody Thornton, (che vi entrò nel 2003); Asia Nitollano (entrata nell'aprile del 2007 in quanto vincitrice del reality Pussycat Dolls Present: The Search for the Net Doll che ha vinto la finale contro Chelsea Korka e Melissa Reyes. BLACK EYED PEAS I quattro componenti stringono amicizia al liceo Wiliam: dopo aver formato un gruppo all interno della scuola, decidono di chiamarsi the Black eyed peas inziando ad esibirsi nella zona di provenienza. Il loro lp di debutto dei 1998 Behind the front è apprezzato dalla critica non solo per il trio ma anche per la presenza di una live band e di Kim Hill, una corista. Nel 2003 il gruppo pubblica Elephunk, in cui Fergi prende il posto di kim hill. L album permette ai Black eyed peas di arrivare finalmente al successo internazionale, con i singoli Where is the love con Justin Timberlake, Shut up Hei mama e Lets get retarded. Informazioni tratte dal sito Wikipedia 11

12 A Natale ci si scambiano i doni: ma non solo oggi anche centinaia di anni fa. La tradizione vuole che durante un'antica festività romana dedicata al tempio del dio Saturno, che si svolgeva dal 17 al 23 dicembre, c erano grandi banchetti, si facevano sacrifici e si usava scambiarsi dei doni simbolici. Alle volte non vi è mai capitato di essere indecisi su cosa regalare a Natale? Oppure vi arriva un regalo da una persona che non vi ha mai fatto un regalo, e dovete fare una faccia estasiata, e poi scoprite che è un oggetto vomitevole!! Beh avete trovato la persona che vi darà i giusti consigli per non fare brutte sorprese e per non riceverne. C è gente che quando và in bagno per concentrarsi legge il giornale. Tu con questa carta puoi giocare a sudoku ma non dimenticare la matita e la gomma. Il costo è 7.33 Avete qualcuno che crede nei fantasmi? Esiste una macchina fotografica di 35mm usa e getta che quando scattate una foto vi fa comparire automaticamente i fantasmi senza dover usare programmi per abbellire le foto.il costo è di circa 7 Euro. Sei una persona che non ti piacciono i regali tradizionali? Questo è un po fuori dal comune, fatto tutto a mano. Volete essere famosi come i vip? Regalatevi una stella. Ho scoperto un sito (www.regalaunastella.it) dove è possibile scegliere la costellazione, il nome per la stella e la dedica. Potete scegliere anche un nik name per la firma. Riceverete un attestato dove si certifica che siete proprietari di una stella. Il costo e tra i 105,00 e i 115,00 Euro. 12

13 Non sai dove mettere le monetine? Allora non potrai perderti questo salvadanaio a forma di gatto fatto in pelle. Costa 6,48 Euro Se sei amante dello stile etnico sicuramente non potrai perderti questa cintura in stoffa decorata con perline e dischetti in stoffa proveniente dalla Thailandia. Costa 55,20 Euro Sempre in tema stile etnico vi propongo un altro oggetto: un portachiavi con perline di ceramica color turchese proveniente dall India. Costa 4,56 Euro Se tra queste idee non c è quello che fa per voi, che ne direste di sapere cosa vogliamo noi ragazzi della coop Lambro? Beh io spero di si Gianluca: chitarra acustica Enzo: tuta invernale o maglia Selene: cellulare mp3 cd Daniela: web cam nintendo ds Marco: Playstation2 e gioco moto Rosario: fotocamera digitale Stefania: orologio 13

14 di Enzo Santomauro Quest anno la luna crescente, la gobba calante e chi più ne ha più ne metta, hanno coinciso per darci la data del 15 Settembre come giorno utile per la vendemmia. Siamo partiti come di consueto dalla cooperativa all alba delle 7 e già l atmosfera che si respirava sul furgone era tipica di una gita fuori porta. Con Gabry che scambia il Ticino con l Adda, abbiamo passato anche il Po e abbiamo avuto modo di ammirare il Castello di Moratti, a quanto dice Maurizio, ovviamente solo dall esterno. Siamo arrivati alla vigna con mille peripezie per spingere la carrozzina e, dopo una breve spiegazione, forbici alle mani, incomincia la vendemmia: per tutti tranne me per la difficoltà ad accedere alla vigna! Così, ho seguito pazientemente i lavori, arrostendomi un po al sole. A fine mattinata abbiamo fatto proprio un grande raccolto: circa 25 ceste da 25/30 kg l una. Meno male che la discesa io, con qualcun altro siamo riusciti a farla sul furgone. Dopo aver mangiato al sacco, ospitati nella residenza del sindaco, lui stesso, è venuto ad offrirci un paio di torte, visto che proprio quel giorno ricorreva il suo Compleanno. Inutile dire che è stato un gesto molto gradito, non solo da noi ragazzi. Dopo siamo andati a bere un buon caffè al bar e, con nostro grande stupore, arrivati alla cassa per pagare ci è stato riferito che a saldare il conto ci avrebbe pensato il sindaco. Piccola nota: è stato sfatato oramai un rito dei volontari di offrirci il caffè. Nell attesa che tutti si rinfrancavano un attimino, non ho perso tempo per conoscere un gruppo di ragazze che sedevano al tavolino di fianco al nostro: con stupore ho appreso che nella comitiva era presente anche la figlia del sindaco! (la RedAttiva in coro: che playboy) Nel pomeriggio siamo andati a vedere come si pigia l uva e come avviene la suddivisione degli scarti. E io che pensavo che la schiacciavano ancora con i piedi Poi c è la suddivisione del mosto dalla vinaccia che va in distilleria. Il mosto diventa vino dopo la fermentazione ed ha lasciato l amaro in bocca anche al presidente che si è preso la briga di assaggiarlo, nonostante era stato preavvisato che non era ancora bevibile. Perdonate questa nota tecnica sul procedimento di produzione del vino, ma l ho ritenuta indispensabile per dare un ulteriore valore alla gita. Poi ci siamo intrattenuti ad approfondire la conoscenza della famiglia del sindaco. È stato questo uno dei momenti da me più graditi, vista la mia apertura e disponibilità nel fare nuove conoscenze: c è sempre qualcosa da imparare! A conclusione della gita posso ritenermi molto soddisfatto, anche se della vendemmia non sono stato molto partecipe. Penso proprio che, vista l amicizia che si è creata con il sindaco di Castana, la collaborazione continuerà anche per gli anni a venire. Da parte mia farò il possibile per riuscire a garantire la mia presenza. 14

15 Mi presento Ciao sono Gianluca Esposito, sono nato a Carate Brianza il 28/5/1983. Sono un ragazzo molto scherzoso e intelligente. Ho fatto le scuole medie. Dopo sono andato a Lecco per 4 anni e da lì ho iniziato a fare un percorso lavorativo nella Cooperativa Sociale Insieme. Dopo aver finito i 4 anni sono venuto alla Cooperativa Sociale Lambro e lì è continuo il mio percorso lavorativo, perché poi mi servirà in un futuro per andare al lavoro. Il mio hobby preferito è la chitarra. A me piace tanto la musica: il genere che a me piace di più è hard core, m2o diabolica. Mi piace lavorare anche al computer, qualche volta mi piace anche giocare, mi piace anche giocare a calcio. Infatti faccio parte di una squadra di calcio che si chiama Arcobaleno:ora siamo 1 in classifica nel girone regionale del campionato di calcio a 7 di serie A. Qualche volta disputiamo alcune partite a 5 a livello interregionale contro squadre che provengono dal Piemonte, Liguria, Lombardia. Voglio specificare a chi non lo sapesse che siamo campioni italiani!! Come ruolo prima facevo il terzino sinistro e poi, siccome l allenatore adesso ha fatto 2 squadre, il base2 e il base avanzato, mi ha spostato in attacco. La squadra che a me piace di più è l inter anche se a me piace tutto il campionato di calcio di serie A, anche se non mi è andato giù il fatto che hanno ammazzato un ragazzo che era più o meno della nostra età a cui hanno sparato a sangue freddo voglio portare alla famiglia le mie più sentite condoglianze, non ti dimenticheremo mai Gabriele Sandri. Firma :Gianluca Esposito 15

16 Da questo numero e in occasione delle prossime feste natalizia ecco alcuni schemi di Sudoku da alternare ai momenti di gioco dedicati alle tombole con parenti ed amici Istruzioni per risolvere il SUDOKU Le regole di base per giocare al SUDOKU sono molto semplici. Bisogna completare tutte le caselle vuote di ogni riquadro inserendo i numeri da 1 a 9 (nel nostro caso più semplice da 1 a 4 ), tenendo presente che, in ogni fila ed in ogni colonna, non possono essere inseriti due numeri uguali. In povere parole, non possono coesistere numeri uguali in orizzontale e/o in verticale. 16

17 a cura di Enzo Santomauro - Dopo anni di fidanzamento lei dice a lui: E se ci sposassimo? Lui: Ma chi vuoi che ci prenda, a noi due! Il prete che viene ricoverato in ospedale quando esce è curato? - Durante uno spettacolo comico: Bene, ho finito le battute che avevo in serbo. Adesso comincio con quelle in croato. Il postino suona sempre due volte. Il che e' seccante se avete aperto alla prima. Dall'indovino: - Toc, Toc... - Chi e'? - Ah, cominciamo bene 17

18 Ale Nome A noi avevi detto V F Se no dove? Grosseto Angelo Lerici Annalisa A Chieti Commento Mi sono rilassato Buono Mi è piaciuto Voto C F F Chiara Agnese Isola D elba Ponza È stato bello A Carmen MartinaFranca Sono stata bene F Daniela Dario Non sò Misano Adriatico Vipiteno e Austria D Mi sono divertita un sacco specialmente nello schopping E stato bello F Elisa Isola D elba Mi sono divertita F Enzo Cavallino di jesolo Positivo, F Francesca Croazia Sardegna Buono F Gianluca Oggiano la Chiesa E stato bello A Ilaria Morra Montania (Bz) Palloso F Ivana Porto San Giorgio (AP) Rilassante C 18

19 Lori Marco Nome A noi avevi detto V F Se no dove? Nicoletta Paolo Cap Robi Rosario Stefania Trento Regalbuto Lanzada San Marco Cesenatico Siracusa e Grecia Ischia Dai un voto complessivo alle tue vacanze A. Divertente B. Pallosa C. Rilassante D. Goduriosa E. Stressante F. Piacevole Commento Voto Isolaccia Mi è piaciuto F E stato bellissimo F Rilassante Rilassante Rilassante Non vedo l ora di ritornarci Mi è piaciuto un sacco C C C A C Voto Vacanze Persone A B C D E F Voto N persone La maggior parte dei ragazzi ha passato vacanze piacevoli 19

20 Un parco solitario e silenzioso A fatica si intravede sul cancello, un leggero svolazzamento, che interrompe il sogno di un uccello. Nella casa, appoggiato sul mento, osservo con stupore il parco, avvolto da un muro di cemento. Per ore e ore il, parco solitario si addormenta, con il canto del vento. (gennaio 2006, Jacopo) Direttamente dalla casella postale della RedAttiva 20

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Auguri e vedi di fare il tuo esame, cuoco dilettante che non sei altro!

Auguri e vedi di fare il tuo esame, cuoco dilettante che non sei altro! 1. A parte questo, possedevo un paio di altre caratteristiche che non facevano propriamente pensare a un cuoco in carriera. Ero soprattutto lento. Ero lento a muovermi, lento a pensare, lento di comprendonio,

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse Unità 3 41 Il Vesuvio Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse affresco - Pompei Capri Il golfo di Napoli Pompei Napoli Pompei Capri 42 L imperfetto indicativo L alternanza passato prossimo e imperfetto

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone Se fossi... Nicole Pesce Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone se fossi un coppa mi lascerei osservare da tutti, ed essere contenta di essere con te, te che mi

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

TRECCIA AL BURRO RICETTE

TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO 1 kg di farina bianca 1 cucchiaio di sale (20 g ca.) 1 cubetto di lievito fresco (42 g) 1 cucchiaio di zucchero 120 g di burro 6 dl di latte 1 uovo sbattuto per

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac 2 Titolo: Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Autrice: Marie Sexton, www.mariesexton.net Traduzione: Amneris

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Una libera pensatrice.

Una libera pensatrice. Passato prossimo/imperfetto 1 Leggi il testo e scegli il verbo corretto. Una libera pensatrice. In primavera, quando l aria si riscaldava/si è riscaldata e è diventata/diventava piacevole, noi bambini

Dettagli

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari '' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari Io ho tanto coraggio ma certe volte non lo dimostro. Per esempio: io ho coraggio a dire in faccia le cose, ma qualche volta no perché non mi fido e allora

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

ÒMangio a scuolaó sezione bambini

ÒMangio a scuolaó sezione bambini DISCRIMINANTI DEL CAMPIONE Istituto scolastico Classe Comune 1) Sesso maschio femmina 2) Etˆ 7-10 anni 11-13 anni 3) Preparazione dei pasti preparati nella cucina preparati altrove e della scuola portati

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to Progetto educativo "Le quattro stagioni" ANNO 2011-2012 Il progetto Le stagioni al nido intende proporre ai bambini un viaggio nelle stagioni e nel tempo finalizzato

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE LA STREGA ROVESCIAFAVOLE RITA SABATINI Cari bambini avete mai sentito parlare della strega Rovesciafavole? Vi posso assicurare che è una strega davvero terribile, la più brutta e malvagia di tutte le streghe

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo?

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo? www.iss.it/stra ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ DIPARTIMENTO AMBIENTE E CONNESSA PREVENZIONE PRIMARIA REPARTO AMBIENTE E TRAUMI OSSERVATORIO NAZIONALE AMBIENTE E TRAUMI (ONAT) Franco Taggi Alcol: ma quanto

Dettagli