Cosa succede nel 2016 quando mancheranno 10 miliardi per le pensioni??

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cosa succede nel 2016 quando mancheranno 10 miliardi per le pensioni??"

Transcript

1 Forse nessuno ha prestato attenzione alle dichiarazioni di MASTRAPASQUA (Presidente dell INPS) che quest estate diceva : Ora l INPS ha ancora un tesoretto di circa 25 miliardi, ma se la situazione attuale non cambia, alla fine del 2015 probabilmente sarà prosciugato!! (Il Diagramma ha Valori molto approssimativi e serve solamente per indicare la tendenza delle uscite INPS) : Letta dice che lo Spread è sotto controllo e che l economia ancora tiene, ma dimentica che tutto questo è dovuto anche (e forse soprattutto) grazie ai 10 miliardi annui regalati dal SALVADANAIO INPS ed ai quasi 300 miliardi di titoli acquistati tramite i prestiti dalla BCE. Senza queste due immissioni di denaro nelle casse dello Stato staremmo peggio della Grecia!! Questi miliardi consentono di mantenere elevati i consumi, ed avere un notevole rientro di IVA! Se non c è una forte ripresa delle assunzioni con nuovi versamenti di contributi, o tagli alla spesa, con questa progressione, a fine 2015 il Tesoretto INPS sarà svanito! Cosa succede nel 2016 quando mancheranno 10 miliardi per le pensioni?? Mandiamo una delegazione di forestali a chiedere aiuti alla Germania?? I 10 miliardi immessi ogni anno sul mercato consentono un rientro di IVA di almeno 6 miliardi, un volume di scambio di merci al consumo paria a circa 25 miliardi. Con la fine del Tesoretto tutto questo finirà dando inizio alla caccia alle streghe!! Vogliamo aspettare Babbo Natale al 25 dicembre 2015 per pensarci? Ecco la risposta del Governo : PERCHE FAR PAGARE L IMU AI BENESTANTI QUANDO SI PUO FAR PAGARE LA TASI AI PIU POVERI?? Questo è lo slogan dei novelli 5 milioni di famiglie meno abbienti che prima erano esenti IMU e ora devono pagare la TASI Lo Stato, Invece di far pagare l importo della seconda Rata dell IMU ai benestanti, che chiedono di poterla pagare per rilanciare l economia, aumenterà l anticipo dell IRPEF alle aziende oltre il 100% Risultato : Come ridurre i consumi ed aumentare la discriminazione sociale e le aziende che si vedono togliere ulteriori risorse ringraziano e se ne vanno!!

2 SITUAZIONE CONTRIBUTIVA ITALIANA Qui è rappresentata l erogazione dell INPS sommata alle pensioni statali pagate ai dipendenti pubblici direttamente allo Stato (fino ad anni fa) Negli ultimi anni il costo delle pensioni (+ assistenza) è sempre in aumento evidenziato dalla linea tratteggiata rossa. Fino agli anni 90 le entrate superavano le uscite (1) ed allora demenzialmente si fecero regali a tutti, con pensionamenti già a 45 anni!! Poi lentamente il divario fra entrate ed uscite era a saldo negativo (linea rossa superiore a quella verde delle entrate ed evidenziato dalle fasce di integrazioni necessarie per compensare le minori entrate ) Ma le pensioni pagate direttamente dallo stato si confondevano nel bilancio globale, con una passività occulta che nascondeva il problema continuando a regalare pensioni d oro senza reale copertura, attingendo così dal Debito Pubblico che aumentava. Il diagramma non rispecchia le reali proporzioni, la linea VERDE dovrebbe essere molto più orizzontale in entrambi i tratti ma è solamente uno schema per comprendere in maniera semplice come i politici ci hanno preso in giro per decenni. Quel continuo aumento del disavanzo occulto invece di allarmare i Tecnici e correre ai ripari per ripianare i conti, ha fatto attivare i FURBETTI INTELLIGENTI che fra Champagne e Caviale hanno trovato le seguenti scorciatoie per rimandare ad altri il grave problema. 2 - Anticipo IRPEF del 50%, e con il prestito delle aziende allo stato, si è coperto il buco per alcuni anni ma poi quando il problema si è ripresentato = nessuna soluzione concreta ma altro tampone e cioè: 3 - Innalzamento dell Anticipo IRPEF dal 50% al 95% e così con ulteriori prestiti delle aziende si copriva il problema per altri anni, innalzando l età pensionabile invece di ridurre le troppo facili pensioni alla casta. 4 Quando non bastava più nemmeno questo, si è ricorsi all erogazione delle pensioni con data differita, altra geniale FURBATA per ritardare di mesi l erogazione in modo da rubare i soldi ai pensionati 5 Lo stato rimasto senza denari furbescamente delega L INPS al pagamento delle loro pensioni e qui parte L inizio della fine del TESORETTO INPS che si estinguerà entro il 2015 dato il continuo calo dei contributi. 6 A partire dal 2016 bisognerà erogare solo BUONI DEL TESORO A 30 ANNI 7 A partire dal 2019 bisognerà erogare solo BUONI DEL TESORO A 60 ANNI 8 - A partire dal 2022 bisognerà erogare solo BUONI DEL TESORO A 100 ANNI 9 A partire dal 2025 bisognerà STAMPARE EURO DI NOTTE (per non farci scoprire dai Tedeschi!)

3 (SERVE QUESTA PAGINA O PU0 ESSERE ELIMINATA??) Dove vanno a finire i soldi che dovrebbero andare ai lavoratori che hanno versato 40 anni di contributi A parte il fatto che i contributi versati in questi 40 anni sono spariti tutti, per cui attualmente (a parte il tesoretto di 23 miliardi INPS) tutto il resto non c è più!!! Se non ci sono lavoratori che pagano i contributi non c è trippa per nessuno!! Tutte le rivendicazioni ho versato i contributi ed ho diritto Se li versavi in Banca avevi qualche diritto, invece ecco qui sotto dove vanno a finire i tuoi contributi, fagocitati dalla spesa pubblica che si merita il GUINESS nella fantasia di creazione di Enti Inutili, diramazioni infinite di compartecipate con consigli di amministrazione fantasma, baccanali Le pensioni ai lavoratori che hanno prodotto ricchezza per 40 anni scendono sempre di più, Le pensioni d oro prese in pochi anni di dolce far niente sono intoccabili Questo dice la Costituzione o almeno così afferma la Corte Costituzionale (che prima o poi dovrà dimostrare questa teoria!!) L evidenza di tanta ingiustizia sociale deve darvi la spinta per agire Se pensate di avere diritto a qualcosa di più dalla vita, nella triste prospettiva che i vostri figli difficilmente vedranno qualche pensione, o saranno costretti ad emigrare per trovare un lavoro perdendo i contatti con Voi, disintegrando le famiglie allora dovete andare a riprendervi quello che vi spetta non basta lamentarsi ed insultare, diventate Protagonisti della Vostra vita di seguito il piano per riappropriarsi del proprio destino aspetto un vostro commento,

4

5

6

7 Letta dice : L economia si riprenderà a Piccoli Passi Ma dimentica che la spesa Pubblica e gli interessi sul debito corrono a Passi da Gigante Questa piccola manovra non farà cambiare idea a chi ha deciso di trasferire l azienda all estero o a chi si arrende e chiude tutto per fallimento o peggio per crediti pubblici non incassati. Anche se (ottimisticamente) il PIL aumenta del +0,5% / + 1,1% (curva Blu o verde) con l attuale andamento della spesa Pubblica sempre in costante aumento, la curva del PIL non raggiungerà mai la curva del Debito ( Curva rossa) fino al collasso finale!! Tesoretto INPS esaurito!! Anche chi non è esperto di economia comprende che la differenza fra le due curve non può aumentare all infinito!! Se i prossimi 3 anni vanno perduti con questa NON MANOVRA che non rallenta la crescita del Debito alla fine del 2017 non abbiamo più speranza di recuperare. Visto che il PIL è duro da risalire, l unica alternativa è di fare scendere drasticamente ed in poco tempo, la curva del Debito E TALMENTE OVVIO CHE I POLITICI NON CI ARRIVANO!! (o non possono?? o non vogliono?? o non devono?? in ogni caso non si può fare morire l Italia a causa di dirigenti incapaci!!)

8 Perché le nostre aziende non sono competitive e chiudono? Perché non si riesce ad attirare gli investitori?? Qui sotto rappresentato l UTILE LORDO delle imprese suddiviso fra utile Netto ed Imposte Se consideriamo pure il danno economico dovuto agli anticipi fino al 100% delle tasse che andrebbero pagate fra 2 anni, con conseguente mancanza di liquidità che aggrava i costi aziendali porta l utile netto a meno del 30% 1) Tassazione del 30% in Svizzera ed Austria. Utile netto = 70 2) Tassazione del 70% in Italia, e sullo stesso ricarico lordo 100 l utile netto è dimezzato = 30 3) Tassazione del 70% in Italia. Per avere lo stesso utile netto di 70 come in AU CH, l imposta del 70% corrisponde a 160, che confrontata con l imposta 1) è di 5,3 volte superiore (30 x 5,3 = 160) 4) In AU e CH Volendo aggiungere un ulteriore utile netto = 20 il costo finale aumenta di 20+8,6 = 28,6 5) In Italia Volendo aggiungere un ulteriore utile netto = 20 il costo finale aumenta di = 66 Se un investimento fatto in AU o CH si ammortizza in 5 anni, in Italia ci vogliono 12 anni!!! Di fronte a questi utili ridotti le multinazionali per giustificare un investimento redditizio in Italia devono recuperare il mancato guadagno riducendo le paghe degli operai, che spendendo di meno riducono i consumi. Con ridotti guadagni ed il mercato locale che non assorbe la merce, diventa un paese non conveniente agli investimenti (La FIAT è l esempio classico di questo paradosso economico dove non conviene più produrre!!) Questa è la causa dell esodo delle multinazionali che hanno chiuso, stanno chiudendo e continueranno a chiudere gli stabilimenti in Italia. Perché non si adotta l OPZIONE A (pag. 5) piuttosto che fare chiudere l azienda?? Perché bisognerebbe scardinare tutto il sistema pubblico e pestare i piedi a poteri troppo forti per qualsiasi Leader o attuale formazione politica Per questi motivi l arrivo di un Leader per quanto serio e volonteroso da solo non ce la fa ad andare contro tutto e contro tutti!! Viene Segato molto rapidamente Per cui ci deve essere anche un altro sistema non dipendente da un Leader estraneo ai partiti ed espressione diretta della parte produttiva del paese

9 CONFRONTO DEL VALORE AGGIUNTO SULLA PRODUZIONE Italia 1 = situazione attuale di paghe, cuneo fiscale, utile netto imprese e tasse imprese paragonata con l Austria e Svizzera che sono l Eldorado per le aziende Italiane Italia 2 = obiettivo da raggiungere per uscire rapidamente dalla crisi. Germania = il costo finale è più elevato, ma grazie alla produttività decisamente superiore rispetto all Italia riescono a recuperare un 7% - 9% ritornando nuovamente competitivi. TRIBUTI IMPRESA UTILE IMPRESA CUNEO FISCALE STIPENDIO NETTO IN BUSTA PAGA Costi di ENERGIA, BUROCRAZIA INTERESSI SUI FINANZIAMENTI E SUI RITARDI DI PAGAMENTO Questa è la situazione dell Italia (ITALIA 1) La tassazione esagerata fa lievitare troppo il costo dei prodotti Italiani Non essendo competitivi, il consumo interno cala come pure l export. Con stipendi troppo bassi i lavoratori acquistano merce economica di importazione Sempre più aziende chiudono e sempre più CIG fa aumentare il debito. L unica soluzione è di arrivare in tempi brevissimi al modello di ITALIA 2 Tagliando il cuneo fiscale e le imposte fino ad ottenere costi finali ridotti almeno dell 8% Il segreto della ripresa sta in questa repentina riduzione dei costi!! Dobbiamo sfruttare i sacrifici dei cittadini e delle aziende ormai abituati a sopravvivere spartanamente, per diventare la Cina d Europa, in modo da trasformare i salari e gli utili delle aziende molto bassi in una opportunità di essere talmente competitivi da raddoppiare le esportazioni e ridurre le importazioni in poco tempo!! I miliardi perduti inizialmente con questa manovra ritornano entro 2 3 anni LA MANOVRA DEVE ESSERE DI TALE ENTITA DA CONVINCERE LE IMPRESE A RIMANERE IN ITALIA Solamente con la massiccia ripresa delle assunzioni si inverte la tendenza. PER OGNI AZIENDA CHE CHIUDE PERDIAMO L ESPERIENZA DI DECENNI CHE SARÀ DIFFICILE RECUPERARE Ogni mese perduto senza ripresa economica, è una ferita per il Paese, una vergogna per i politici! il taglio del cuneo fiscale deve essere di Almeno 50 miliardi (all anno) ed il taglio alle imposte sulle imprese di Almeno 35 miliardi (all anno)

10 AUMENTANDO LE TASSE AUMENTANO LE ENTRATE ALLO STATO?? NO! TASSAZIONE AL 20% In questo diagramma abbiamo uno stipendio pari a 100 su cui vengono detratti il 20% di tasse. Lo stipendio viene speso ed i denari iniziano a girare mese dopo mese passando da un fornitore all altro pagando l IVA ad ogni passaggio. Su uno stipendio lordo di 100 e netto di 80 vediamo che alla fine dell anno allo Stato sono arrivati 20 di tasse e 74 di IVA = TOT 94 Merce reale acquistabile dal lavoratore = = 64 Totale volume acquisti = 223 TASSAZIONE AL 40% Lo stato spende troppo ed ha bisogno di ulteriori 20 Euro dal cittadino ed aumenta le tasse dal 20% al 40% prelevando altri 20 per avere e prevede di avere a fine anno 114 MA!!! Su uno stipendio lordo di 100 e netto di 60 vediamo che alla fine dell anno allo Stato sono arrivati 40 di tasse e 55 di IVA = 95 e non i 114 preventivati!! Così a fine anno mancano 20!! Merce reale acquistabile dal lavoratore = = 48 Che corrisponde ad un 25% Totale volume acquisti = 166 Il risultato è che alla fine dell anno da quel lavoratore arrivano sempre gli stessi introiti all erario, per cui nessun beneficio reale dall aumento delle tasse!! Ma il lavoratore ha disponibili il 25% di merci in meno da poter acquistare Ed il debito pubblico aumenta di 20 Ed i consumi calano riducendo la manodopera che riduce gli introiti allo Stato per cui deve aumentare le imposte all infinito Questa è una situazione di EQUILIBRIO INSTABILE destinato al fallimento, e può sopravvivere finchè ci prestano soldi grazie al Debito Pubblico, ma arrivati al capolinea (Debito Pubblico eccessivo) scoppia tutto Non esiste possibilità di salvezza finche non si ripristina un EQULIBRIO STABILE Anche un aumento della crescita (+1%, +2%) non ha alcun effetto con l EQUILIBRIO INSTABILE Ed in tutto questo non centra la globalizzazione, l Europa o la Germania o la Merkel, o l Euro!! Molti vogliono uscire dall Euro per poter svalutare e così tappare i buchi della spesa pubblica troppo allegra, sottraendo denaro ai risparmiatori che in 10 anni si vedono erodere dal 25% al 35% del capitale iniziale Ma è una bella fregatura (furto) per i risparmiatori!!!

11 Come arrivare ad un EQULIBRIO STABILE Per salvarci dobbiamo arrivare alle proporzioni della Germania che è sempre in crescita e per avere lo stesso standard dobbiamo raggiungere le loro percentuali di occupati : per cui dovremmo avere: 11 milioni di occupati in più Differenza in % del numero di occupati fra l Italia e la Germania Il doppio dei lavoratori ed aziende, con paghe ed utili più elevati, pagano meno della metà di tasse. Questa è l unica ricetta per sopravvivere alla concorrenza mondiale In Germania 13 anni fa erano in crisi, e stavano per imboccare la stessa nostra strada Visto che la spesa pubblica era troppo elevata hanno ridotto stipendi, ridotto gli organici licenziando dipendenti pubblici contro l opinione pubblica inferocita. I sindacati in Italia avevano condannato quei soprusi gridando allo scandalo In pochi anni tutti quelli licenziati hanno trovato lavoro nel privato, ed ora la Germania è in continua crescita ed il benessere dei cittadini è molto elevato. Il nostro sindacato all idea di ridurre l organico dei dipendenti pubblici in Italia insorge indignato Ma su che pianeta vivono i nostri sindacati?? Ha ragione CROZZA sono nel PAESE delle MERAVIGLIE Non hanno seguito l evolversi degli eventi in Germania per trarne insegnamento? Non hanno capito che licenziando gli esuberi il paese si salva?? Se non lo hanno capito allora non sono in grado di fare gli interessi dei cittadini e del Paese Con i loro paraocchi difendono qualsiasi dipendente pubblico a rischio di licenziamento senza valutare se è un esubero senza utilità pubblica, che fa solo crescere il Debito La conclusione può essere solo questa: I sindacati con queste loro scelte non aiutano affatto a salvare il Paese, bloccando la ripresa dell economia, con il risultato finale di ostacolare la ripresa delle assunzioni nel settore privato Ed i lavoratori ancora li pagano per questo!!!

12 Paragone fra ITALIA E Germania ed il nostro FRENO ALLA CRESCITA Ecco i parametri che strozzano l economia e non ci consente di crescere Situazione attuale con occupazione al 24%, e gli obiettivi al 26% e 30% di occupati, in ultima colonna la Germania al 47% di occupati attivi Fra gli occupati non sono conteggiati i dipendenti pubblici in quanto non concorrono a formare ricchezza primaria ed i lavoratori in CIG. IL SEGRETO DELLA CRESCITA STA NEL RAPPORTO FRA I.V.A. E TASSE Stato virtuoso = poche Tasse = elevati consumi = Molta IVA incassata = prodotti competitivi = molto export Stato sprecone = molte Tasse = bassi consumi = Poca IVA incassata = prodotti non competitivi = poco export In Italia le entrate (31+21) = 52 sono date al 60% dalle tasse (31) e al 40% dall IVA (21) In Germania le entrate (33+48)=81 sono date al 40% dalle tasse (33) e al 60% dall IVA (48) In Italia : molte tasse = prodotti più cari = non competitivi = chiusura aziende Per questo in Germania stanno bene e da noi si fa la fame NON C ENTRA L EURO, LA GLOBALIZAZIONE, LA GERMANIA, LA MERKEL, ecc. ecc. L AUSTERITA dettata dall Europa non ci impone di alzare le tasse, ma di ridurre la spesa pubblica, il problema è che a molti faceva comodo confondere le idee per non affrontare il vero problema in modo da scaricare la colpa all Europa. Cioè se già due anni fa avessero reso pubblico il monito europeo di dover ridurre la spesa, da allora ad oggi si sarebbe dovuto discutere unicamente su questo argomento molto spinoso, scontrandosi con i poteri forti, mostrando la vera debolezza del governo e dei partiti. (nessuno è disposto a rimetterci la faccia) Allora è molto più comodo cambiare le carte in tavola, dire che per rimanere entro il 3% l Europa ci obbliga ad aumentare le tasse. Molto più semplice fare una crociata contro l Europa e contro la feroce Merkel allontanando l attenzione del vero problema: Gli stipendi pubblici favolosi a cui nessuno vuole rinunciare. Dobbiamo passare rapidamente dal 24% ad almeno il 30% di occupati nel privato. In quella posizione gli introiti dall Iva sono maggiori rispetto alla tassazione diretta ed il Paese decolla.

13 COME AUMENTARE GLI OCCUPATI DI 11 MILIONI IN 13 ANNI Una manovra di pochi miliardi anche se aumenta la capacità di spesa non determina un cambiamento radicale in quanto non avendo una significativa riduzione dei prezzi dei prodotti Italiani, la gente con bassi stipendi continuerà ad acquistare merce estera di importazione più economica, aumentando lo sbilancio negativo che farà crescere il Debito, per cui gli effetti di una piccola ripresa dei consumi potrebbe essere vanificata dall aumento del Debito e degli interessi sul Debito, per questo motivo nelle righe A e B non ci sono REALI vantaggi per il paese. La manovra ha REALE efficacia solamente quando i prodotti Italiani costano molto meno e l aumento dei stipendi consente di poter acquistare prodotti di qualità riducendo le importazioni ed aumentando l export! Schema di progressiva riduzione delle imposte ed effetti sulla ripresa economica Nelle posizioni B, C, D, le imprese non riescono ancora a ridurre i costi dei prodotti e le paghe troppo basse costringono ad acquistare merce economica di importazione per cui il debito aumenta senza sosta e la crisi continua all infinito. Nelle posizioni G, H, I i costi dei prodotti Italiani iniziano ad essere più competitivi ed i lavoratori riescono a spendere di più ma non è sufficiente a fermare la corsa del debito per cui la situazione è ancora in Equilibrio Instabile Nelle posizioni M, N, O, le aziende Italiane con imposte molto basse, ritornano competitive in tutto il mondo raddoppiando o triplicando le esportazioni, e con il ridursi delle importazioni il surplus della bilancia dei pagamenti può ridurre il debito con progressiva riduzione del costo degli interessi. Gli stipendi più bassi che passano da a (1.450?) euro al mese fanno decollare i consumi interni di prodotti Italiani. SOLAMENTE IN QUESTE POSIZIONI (M, N, O) RIUSCIREMO AD AUMENTARE DI 11 MILIONI GLI OCCUPATI NEL GIRO DI 13 ANNI!! Le politiche dei PICCOLI PASSI ci fanno ristagnare nelle posizioni A o B o C senza possibilità di crescita e con la continua ascesa del Debito (Vedi pag.2)

14 CONSUNTIVO DEL DIAGRAMMA PRECEDENTE Naturalmente le cifre del diagramma sono puramente indicative, possono variare in più o in meno ma non cambia il risultato : Cioè evidenzia il progressivo aumento esponenziale dei Vantaggi Fiscali rispetto agli importi delle riduzioni fiscali operate per ottenere questi risultati. Il diagramma si trasforma nella seguente tabella : 1 Riduzioni Fiscali 2 Vantaggi Fiscali 3 Rapporto 2 / 1 4 TOTALE Riduzioni Fiscali 5 TOTALE Vantaggi Fiscali 6 Rapporto 5 / 4 7 riduz costi PRODOTTI ITALIA 8 AUMENTO EXPORT 9 Riduzione IMPORT (Lavorati ) 10 Riduzione Spesa Pubblica A 5 0, ,0 B 10 0,7-93% 15 0,7 5% 0,3% 1,8% 0,3% 14,3 C 10 1,4-86% 25 2,1 9% 0,5% 3,8% 0,5% 23,4 D 10 3,3-67% 35 5,4 15% 1,0% 8,1% 1,2% 32,0 E 10 5,2-48% 45 10,6 24% 1,5% 14,2% 2,0% 40,2 F 10 7,4-26% 55 18,0 33% 2,0% 22,4% 3,2% 48,1 G 10 9,8-2% 65 27,8 43% 2,7% 33,1% 4,7% 55,6 H 10 12,4 24% 75 40,3 54% 3,4% 46,7% 6,7% 62,9 I 10 15,5 55% 85 55,7 66% 4,1% 63,8% 9,1% 69,7 L 10 19,0 90% 95 74,7 79% 4,9% 85,4% 12,2% 76,5 M 10 23,3 133% ,0 93% 5,8% 112,7% 15,0% 83,0 N 10 29,0 190% ,0 110% 6,9% 148,1% 18,5% 89,1 O 10 37,8 278% ,8 132% 8,2% 196,1% 23,1% 95,0 Il Termine Ritorno Reale o Vantaggi Fiscali si intende il risultato Globale, valutando la bilancia dei Pagamenti fra Import/Export e la riduzione del rapporto Debito/PIL per avere REALI segnali di ripresa dell economia. Nella colonna 3 abbiamo il ritorno Reale per ogni 10 miliardi aggiuntivi di riduzioni Fiscali dove si evidenzia che piccoli tagli non producono alcun effetto!! La colonna 6 evidenzia che all aumento lineare delle riduzioni si ha un aumento esponenziale dei Vantaggi. Più aumentano le riduzioni e più rapida sarà la crescita. SOLAMENTE SE IL RAPPORTO FRA I VANTAGGI FISCALI E LE RIDUZIONI FISCALI (6) E SUPERIORE AL 100% SI REALIZZA UNA REALE INVERSIONE DI TENDENZA CON PROSPETTIVE DI CONTINUA CRESCITA E BENESSERE Se potessimo aumentare il Debito Pubblico senza problemi arrivando a 3.000, o miliardi allora tutta questa teoria non serve a niente ed allora avrebbero ragione quelli che vogliono andare a battere i pugni in Europa per sforare il 3% ed aumentare il Debito all infinito. Se invece il progressivo aumento Debito rischia di farci lavorare solo per pagare gli interessi NON CI SONO ALTERNATIVE, BISOGNA ARRIVARE IN POCO TEMPO NELLE POSIZIONI N, O Solo con il rapporto superiore al 100% si ha una CRESCITA FELICE Con il 9% di costo in meno l export Italiano aumenterà del 100% in poco tempo! (ed in pochi anni arrivare a superare il 300% con nuove realtà prima non concorrenziali!) Abbiamo una opportunità unica al mondo dato che il MADE IN ITALY ormai fa tendenza in tutti i campi. Le contraffazioni all Estero sono avvantaggiate dai nostri elevati costi di produzione, Infatti al commerciante è molto conveniente distribuire prodotti con costi del 8% - 12% inferiori a quelli Italiani anche se la qualità è più scadente. Con una riduzione dei nostri costi del 9% non hanno più reale convenienza e così moltissimi ritorneranno ad acquistare il prodotto Italiano Originale. Riuscire a recuperare rapidamente le quote di mercato di decine ( e decine!!) di miliardi di prodotto contraffatto porterà l Italia ad avere un saldo attivo fra Import Export a livelli tali che in pochi anni ritorniamo con il rapporto Debito/PIL al di sotto del 100% Con il 9% di costo in meno anche le importazioni si riducono Recuperiamo una notevole fetta di mercato interno (fino al 15% - 20%) con aumento dell occupazione e del saldo attivo della Bilancia dei Pagamenti

15 Ci sono centinaia di migliaia di dipendenti pubblici in esubero e dirigenti con stipendi da capogiro Per difendere questa categoria lo slogan è Se li licenziamo creiamo nuovi disoccupati Ma per pagare loro non ci sono soldi per ridurre le imposte alle aziende che chiudono Dove troveremo posti di lavoro per i giovani se le aziende continuano a chiudere?? L UNICA PRIORITA E DI NON DISPERDERE LA CAPACITA PRODUTTIVA DEL PAESE PERDUTA QUELLA, POI POSSIAMO FARE SOLAMENTE I DIPENDENTI PUBBLICI COSI HANNO FATTO IN GRECIA COSI STA GIA SUCCEDENDO IN ITALIA Se non si licenziano i dipendenti pubblici in esubero, le aziende chiudono, chiudendo le aziende si riducono le entrate dell erario, riducendosi le entrate non ci sono fondi per gli stipendi dei dipendenti pubblici che allora dovranno essere licenziati, una volta licenziati non avranno dove andare a lavorare in quanto le aziende hanno chiuso Quindi seguendo logica e buon senso è più importante salvaguardare il posto di lavoro dei lavoratori delle imprese che producono ricchezza primaria, piuttosto che difendere un esubero senza mansioni nella pubblica amministrazione BISOGNA CAMBIARE SISTEMA ma Il Governo prevede di tagliare di 5 miliardi il cuneo fiscale : dovrebbe corrispondere a circa = 15 Euro / mese / lavoratore NON SERVE A NIENTE!! Anche il FMI si è accorto che è una manovra ridicola, ed allora ci ha mandato un Marziano per far fare i tagli alla spesa In pratica è un primo avvertimento ai politici per ora molto soft per non spaventare i mercati Il loro indirizzo è di tagliare drasticamente la spesa pubblica e non di alzare le tasse!! Per cui tutto lo STARNAZZO dei politici che vogliono inculcarci l idea che l Europa ci impone di alzare le tasse è una grande presa in giro a tutti i cittadini (forse qualcuno né è veramente convinto, ma allora ha sbagliato mestiere) Mario Monti con l appoggio dell 80% dei parlamentari aveva iniziato con la famosa Spending review che doveva tagliare decine di miliardi di spesa pubblica Aveva una maggioranza unica nella storia ma ha dovuto alzare bandiera bianca!! Anche un Leader bravissimo e serio, con la più buona volontà di cambiare tutto si impantana nelle Sabbie mobili dei poteri forti, della finanza, della casta. Lo sviluppo economico del paese non può essere affidato solamente alle scelte di un Leader Se quelle scelte risultano poi inefficaci o errate l economia crolla come in questi ultimi 10 anni La classe produttiva deve poter decidere da sola cosa è necessario allo sviluppo economico delle Imprese Nessuno meglio di loro sa cosa ci vuole per ripartire Per cui il settore dell economia deve andare alla gestione diretta da parte delle varie categorie produttive, Lo stesso vale per le altre categorie sociali quali l Istruzione, il Welfare, Turismo, ecc.

16 Bisogna ripristinare la sovranità dei cittadini al controllo diretto della cosa pubblica Questo sistema dove alcuni Saggi scaturiti da qualche cappello magico propongono delle leggi senza tenere conto delle richieste delle parti produttive interessate, e spesso fanno più danno che utile ed alla fine tutte le parti sociali sono scontente NON FUNZIONA PIU Il sistema elettivo dove viene eletto chi è più bravo a parlare e può anche permettersi IL LUSSO di non mantenere le promesse elettorali, dando sempre la colpa agli altri, ed è pronto a rifare le stesse promesse alle prossime elezioni NON FUNZIONA PIU Le miriadi di poteri locali che possono disporre di denaro senza controllo facendo debito e senza alcun pudore indirizzare i proventi a fantomatiche consulenze esterne o ai vari ENTI INUTILI provocando voragini nella spesa pubblica affamando i cittadini e condannando l Italia alla Recessione NON FUNZIONA PIU Se la Corte Costituzionale ritiene Costituzionale dare pensioni da fame a chi ha lavorato, mentre per ridurre gli elevati stipendi pubblici (ed i loro di ) diventa Non Costituzionale contribuendo così alla rovina dell economia ed al fallimento dell Italia stessa Se cercano di convincerci che questo è Costituzionale ed allora NON FUNZIONA PIU ( NIENTE!) Il sistema elettivo che va avanti a SIMPATIA E FACILI PROMESSE NON FUNZIONA PIU Invece di premiare le Parole, bisognerebbe premiare il merito con un sistema: MERITOCRATICO PIRAMIDALE Per ogni categoria di appartenenza con propri delegati che deliberano le proprie esigenze E dalla discussione fra delegati di varie categorie si affrontano i Problemi Reali del Paese. 1) Gli Industriali sceglieranno direttamente i loro delegati per proporre i disegni di legge ed avranno la priorità sulla decisione finale, i delegati saranno sempre a contatto con la base a cui dovranno rendicontare i risultati, e nel caso un delegato non corrisponde alle aspettative a fine anno va sostituito dal consiglio degli industriali. 2) Gli Artigiani sceglieranno direttamente i loro delegati a proporre i disegni di legge come sopra. 3) I Commercianti sceglieranno direttamente i loro delegati a proporre i disegni di legge come sopra. 4) I Professionisti sceglieranno direttamente i loro delegati a proporre i disegni di legge come sopra. 5) Il Settore Turistico/ricettivo sceglieranno direttamente i loro delegati a proporre i disegni di legge come sopra. 6) Gli Studenti/Insegnanti sceglieranno direttamente i loro delegati a proporre i disegni di legge come sopra. 7) I cittadini sceglieranno direttamente i loro delegati come associazioni dei consumatori o similare ed avranno un ruolo diretto e fondamentale nel controllo delle leggi proposte dalle prime 5 categorie, controllo e verifica del corretto andamento delle spesa pubblica con potere di bloccare appalti sospetti. Potranno fare proposte dirette e controllo del Welfare e dei diritti dei lavoratori, ogni anomalia quotidiana verrà prontamente segnalata e discussa in tempi brevi. XX) Gli Agricoltori E molte altre categorie verranno rappresentate direttamente Svantaggi: I tempi decisionali sono un poco più lunghi ed all inizio sarà problematico coordinare tutte queste funzioni interdipendenti fra di loro. Vantaggi: Ogni proposta di legge sarà frutto delle esigenze reali ed urgenti di ogni categoria, ed andrà a maggioranza del 65% fra tutti i delegati Ogni categoria discute dei propri problemi economici senza guardare a sinistra o a destra. Ogni singola categoria discute al loro interno senza bloccare il lavoro delle altre categorie, in questo modo si possono sviluppare moltissime leggi ogni mese. Mentre attualmente in aula se c è qualche discussione infinita si blocca tutto ed ogni altra cosa va rimandata. Il vantaggio principale è che tutte le cose mai fatte ed accumulate in questi 20 anni potranno essere discusse contemporaneamente ed in tempi molto brevi. In questo modo ogni cittadino diventa sentinella e parte attiva nel caso volesse fare delle proposte o denunciare delle anomalie, in tempi brevi verranno valutate dagli eletti che devono dare una risposta ad ogni quesito. Lo scopo di questo sistema è di essere apartitico e senza leader appariscenti che sarebbero ricattabili dalle varie lobbie La decisione viene da una vasta platea di cittadini non soggetti a ricatti ed il costo di ogni opera pubblica viene sindacata da parte di associazioni competenti. (Tempi più lunghi ma se si riesce a risparmiare miliardi ed evitare l infiltrazione mafiosa ne vale la pena!!)

La crisi iniziata nel 2007

La crisi iniziata nel 2007 La crisi iniziata nel 2007 In questa lezione: Analizziamo lo scoppio della crisi finanziaria. Studiamo l effetto della crisi finanziaria sull economia reale. 300 L origine della Crisi Nell autunno del

Dettagli

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici Giorgio Ricchiuti Cosa abbiamo visto fin qui Abbiamo presentato e discusso alcuni concetti e fenomeni aggregati: 1) Il PIL, il risparmio e il debito pubblico.

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale IL CAPITALE 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale CAPITALE FINANZIARIO E CAPITALE REALE Col termine capitale i si può riferire a due concetti differenti Il capitale finanziario è costituito dalla

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

i dossier ECCO COME L IMU HA DISTRUTTO ANCHE IL MERCATO DEGLI AFFITTI www.freefoundation.com www.freenewsonline.it

i dossier ECCO COME L IMU HA DISTRUTTO ANCHE IL MERCATO DEGLI AFFITTI www.freefoundation.com www.freenewsonline.it 318 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com ECCO COME L IMU HA DISTRUTTO ANCHE IL MERCATO DEGLI AFFITTI 4 febbraio 2013 a cura di Renato Brunetta 2 ECCO COME L IMU HA DISTRUTTO ANCHE IL

Dettagli

Questa lettera aperta vuole informare sulla grave situazione economica dei Comuni e che potrà riversarsi direttamente sui cittadini e le imprese.

Questa lettera aperta vuole informare sulla grave situazione economica dei Comuni e che potrà riversarsi direttamente sui cittadini e le imprese. I COMUNI RISPARMIANO, MA LE AMMINISTRAZIONI CENTRALI SPENDONO. TAGLIARE ANCORA VUOL DIRE TOGLIERE 6 MILIARDI DI EURO ALLE IMPRESE E MOLTI SERVIZI AI CITTADINI. I Comuni sono oggetto di una ingiusta campagna

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

WARREN MOSLER LE SETTE INNOCENTI FRODI CAPITALI

WARREN MOSLER LE SETTE INNOCENTI FRODI CAPITALI WARREN MOSLER LE SETTE INNOCENTI FRODI CAPITALI PRIMA FRODE Il governo (quello sovrano, non quello che ha rinunciato alla sovranità come il nostro) spende ciò che raccoglie con tasse e prestiti. FALSO!

Dettagli

La curva di offerta. La curva di offerta

La curva di offerta. La curva di offerta La curva di offerta La curva di offerta Un diagramma che mostra la quantità di un bene che i venditori desiderano vendere per un dato prezzo rapporto tra prezzo e quantità offerta Ha pendenza positiva

Dettagli

Dimensioni ed effetti della spesa pubblica

Dimensioni ed effetti della spesa pubblica MODULO 2 - La spesa pubblica LE DIMENSIONI DELLA SPESA PUBBLICA L insieme dei mezzi monetari che lo Stato e gli altri enti pubblici erogano per il raggiungimento dei fini di pubblico interesse costituisce

Dettagli

BILANCIO PARTECIPATIVO Incontro del 1 febbraio 2011

BILANCIO PARTECIPATIVO Incontro del 1 febbraio 2011 BILANCIO PARTECIPATIVO Incontro del 1 febbraio 2011 Assessorato al Bilancio Comune di Ostra (AN) 1 - Premessa Con queste diapositive si vuol tentare di illustrare come funziona il bilancio di un comune

Dettagli

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito Vediamo adesso i conti di due operazioni immobiliari che ho fatto con la strategia degli immobili gratis a reddito. Via Nevio Via Nevio è stata la

Dettagli

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Siamo un gruppo di studenti di master in economia. Con questa presentazione vogliamo fare informazione sui temi economici della campagna elettorare. Tutti

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

[VENETO: LA CIG DI GIUGNO 2012 E NEL

[VENETO: LA CIG DI GIUGNO 2012 E NEL 2012 [VENETO: LA CIG DI GIUGNO 2012 E NEL PRIMO SEMESTRE DI 2009-2010-2011-2012] [Nel mese di giugno la domanda di Cig in Veneto rimane nella media dei mesi di questo primo semestre del 2012. Cresce però,

Dettagli

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa Economia La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa DIECI PRINCIPI DELL ECONOMIA Così come in una famiglia, anche in una economia si devono affrontare molte

Dettagli

Appunti di contabilità del condominio approfondimento

Appunti di contabilità del condominio approfondimento Appunti di contabilità del condominio approfondimento I documenti contabili obbligatori ai sensi del codice civile sono il bilancio preventivo con relativo riparto ed il bilancio consuntivo. Necessari,

Dettagli

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati ebook pubblicato da: www.comefaresoldi360.com Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati Perché possono essere una fregatura Come e quanto si guadagna Quali sono le aziende serie Perché alcune aziende ti pagano

Dettagli

ALTRO CHE SALVA ITALIA!

ALTRO CHE SALVA ITALIA! 79 i dossier www.freefoundation.com ALTRO CHE SALVA ITALIA! Panorama, 18 ottobre 2012 18 ottobre 2012 a cura di Renato Brunetta 2 All inizio del disastro è stato l anticipo del pareggio di bilancio al

Dettagli

Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon

Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon Le slide che Renzi non vi farà vedere sui due anni di governo di Giulio Marcon Ci sono delle slide che Renzi in occasione dei due anni dall insediamento del suo governo (22 gennaio 2014) non vi farà certamente

Dettagli

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Economia > News > Italia - lunedì 13 gennaio 2014, 16:00 www.lindro.it Segnali positivi Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Antonio Forte La

Dettagli

DAILY REPORT 18 Agosto 2014

DAILY REPORT 18 Agosto 2014 DAILY REPORT 18 Agosto 2014 Ecco qua alcune tabelle per valutare il Sistema Italia, in un momento in cui vediamo i nostri Titoli di Stato comprati come non mai, quasi si intravedesse la luce in fondo al

Dettagli

5 - Previsioni BASE. 6.- Tre mosse per archiviare la crisi

5 - Previsioni BASE. 6.- Tre mosse per archiviare la crisi 1 2 3 INDICE 5 - Previsioni BASE 5.1 - Previsioni dell Economia Italiana 2014-2018 dopo Legge di Stabilità e Riforme Strutturali 5.2 - e se il cambio non scendesse e rimanesse all 1,33 del 2014? 6.- Tre

Dettagli

(LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL UNA DELLE MILLE RAGIONI PER INDIGNARSI

(LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL UNA DELLE MILLE RAGIONI PER INDIGNARSI (LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL TRADUTTORE, MICHELE ORINI) UNA DELLE MILLE RAGIONI PER INDIGNARSI Vicenç Navarro 13/01/2014 Se

Dettagli

Fondav. I costi: alti e bassi

Fondav. I costi: alti e bassi Fondav Il volo della pensione Per gli assistenti di volo vi è il fondo pensione chiuso Fondav. Dopo la nostra analisi si è rivelato un fondo con pochi alti e molti bassi sia nei costi, sia, soprattutto,

Dettagli

TFR IN AZIENDA O NEL FONDO PENSIONE: COSA MI CONVIENE?

TFR IN AZIENDA O NEL FONDO PENSIONE: COSA MI CONVIENE? TFR IN AZIENDA O NEL FONDO PENSIONE: COSA MI CONVIENE? QUESITI E SOLUZIONI SULLA PREVIDENZA INTEGRATIVA. SPECIALE LAVORATORI DIPENDENTI LA PREVIDENZA? È CAMBIATA Le modifiche introdotte dalla Riforma Dini

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

Come funziona il Patto di

Come funziona il Patto di Come funziona il Patto di Stabilità per i Comuni SOMMARIO 1. Il Patto di Stabilità esterno (Italia Vs Europa) 2. Il Patto di Stabilità interno (Stato Vs Autonomie Locali) 2.1. Come si calcola il saldo

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

Risparmio, investimenti e sistema finanziario

Risparmio, investimenti e sistema finanziario Risparmio, investimenti e sistema finanziario Una relazione fondamentale per la crescita economica è quella tra risparmio e investimenti. In un economia di mercato occorre individuare meccanismi capaci

Dettagli

La crisi del sistema. Dicembre 2008 www.quattrogatti.info

La crisi del sistema. Dicembre 2008 www.quattrogatti.info La crisi del sistema Dicembre 2008 www.quattrogatti.info Credevo avessimo solo comprato una casa! Stiamo vivendo la più grande crisi finanziaria dopo quella degli anni 30 La crisi finanziaria si sta trasformando

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Griglia Colloquio di Presentazione Oro Monetario

Griglia Colloquio di Presentazione Oro Monetario Griglia Colloquio di Presentazione Oro Monetario 1. SMALL TALK 2. FRASE D AGGANCIO 3. ANALISI GRAFICA 4. STRUMENTI INEFFICACI 5. NON È PER TUTTI COSÌ 6. LE CONDIZIONI OTTIMALI 7. 1 CONFERMA: 8. PRESENTAZIONE

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!!

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! A comprare il nostro Paese sono pronte le maggiori istituzioni finanziarie internazionali che,

Dettagli

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Tempo di lettura: 5 minuti Marco Zamboni 1 Chi sono e cos è questo Report Mi presento, mi chiamo Marco Zamboni e sono un imprenditore di Verona, nel mio lavoro principale

Dettagli

QUESTIONARIO EUTELIA

QUESTIONARIO EUTELIA QUESTIONARIO EUTELIA 1. Sesso a) M b) F 2. Quanti anni hai? 3.Qual è il tuo livello d inquadramento contrattuale 4.Stato civile a) Celibe/nubile b) Sposato con dei figli a carico c) Divorziato d) Sposato/convivente

Dettagli

Argomenti Pro 13.107. Dokumentation Documentation Documentazione

Argomenti Pro 13.107. Dokumentation Documentation Documentazione Parlamentsdienste Services du Parlement Servizi 13.107 del Parlamento Servetschs dal parlament Argomenti Pro Tassare le eredità milionarie per finanziare la nostra AVS (Riforma dell imposta sulle successioni).

Dettagli

Fondo pensione per i dipendenti di Regioni, Autonomie locali e Sanità

Fondo pensione per i dipendenti di Regioni, Autonomie locali e Sanità Fondo pensione per i dipendenti di Regioni, Autonomie locali e Sanità Perché un fondo pensione e come funziona I lavoratori che sono andati in pensione in questi ultimi anni hanno visto via via ridursi

Dettagli

Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula.

Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula. Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula. E possibile approfondire il tema consultando il sito La

Dettagli

SISTEMA PREVIDENZIALE PER LA VECCHIAIA Scheda di lavoro

SISTEMA PREVIDENZIALE PER LA VECCHIAIA Scheda di lavoro Esercizio 1: Domande di controllo sul testo. a. A che età le persone attive sono obbligate a versare i contributi AVS? b. A che età i giovani che NON svolgono alcuna attività professionale devono pagare

Dettagli

FARE SOLDI CON IL FOREX TRADING E LA LEVA FINANZIARIA

FARE SOLDI CON IL FOREX TRADING E LA LEVA FINANZIARIA Marco Calì FARE SOLDI CON IL FOREX TRADING E LA LEVA FINANZIARIA Edizione Gennaio 2008 Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta con alcun mezzo.

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI FINANZIARIE PER VIVERE MEGLIO DOPO I 65 ANNI

GUIDA ALLE SOLUZIONI FINANZIARIE PER VIVERE MEGLIO DOPO I 65 ANNI GUIDA ALLE SOLUZIONI FINANZIARIE PER VIVERE MEGLIO DOPO I 65 ANNI I pensionati vivono meglio e più a lungo. Sono sempre più una parte rilevante della popolazione italiana, un segmento demografico fiorente,

Dettagli

L IMPRESA PRESENTA IL CONTO! Perché?

L IMPRESA PRESENTA IL CONTO! Perché? 1 L IMPRESA PRESENTA IL CONTO! Perché? La crisi che ormai da alcuni anni sta sconvolgendo la nostra economia ed il nostro lavoro ha colpito più di altri, alcuni comparti, caratterizzati dalla presenza

Dettagli

IL NUOVO TFR, GUIDA ALL USO A cura di Tommaso Roberto De Maria

IL NUOVO TFR, GUIDA ALL USO A cura di Tommaso Roberto De Maria LIBERA Confederazione Sindacale Li.Co.S. Sede nazionale Via Garibaldi, 45-20092 Cinisello Balsamo (MI) Tel.: 02 / 39.43.76.31. Fax: 02 / 39.43.75.26. e-mail: sindacatolicos@libero.it IL NUOVO TFR, GUIDA

Dettagli

2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca?

2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca? 2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca? Venerdì 29 novembre 2013 In questo Diario di Bordo parliamo in sintesi: MERCATO OBBLIGAZIONARIO. MEGLIO FONDI O ETF? MEGLIO OPERARE CON UNA SOLA SOCIETA DI GESTIONE

Dettagli

Il rilancio parte da sinistra

Il rilancio parte da sinistra Il rilancio parte da sinistra Come fare ridere i poveri senza fare piangere i ricchi Luglio 2013 UNA CRISI CHE VIENE DA LONTANO La crisi economica e sociale del paese non nasce nel 2011, ne nel 2008. Ha

Dettagli

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia Francesco Daveri 1 Le componenti del Pil nel 2008-09 (primo tempo della crisi).. (1) G ha svolto funzione anticiclica; (2) C diminuiti meno del Pil;

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

La politica dell entrata

La politica dell entrata La politica dell entrata Le entrate dello Stato si classificano in: 1.Entrate tributarie: rappresentano la parte più consistente delle entrate statali e sono costituite da: Imposte=sono prelievi obbligatori

Dettagli

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di ECONOMIA Disoccupazione mai così alta nella storia d Italia La serie storica dell Istat si ferma al 1977, ma guardando i dati del collocamento e i vecchi censimenti si scopre che nella crisi del 1929 e

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

IL CASO DI MISANO GERA D ADDA. venerdì 25 ottobre 13

IL CASO DI MISANO GERA D ADDA. venerdì 25 ottobre 13 IL CASO DI MISANO GERA D ADDA CHE COS E IL BILANCIO COMUNALE Strumento di pianificazione e gestione economica e finanziaria dei Comuni. In esso vengono dettagliate tutte le entrate e le spese dell'ente

Dettagli

i dossier TOBIN TAX www.freefoundation.com 10 gennaio 2012 a cura di Renato Brunetta

i dossier TOBIN TAX www.freefoundation.com 10 gennaio 2012 a cura di Renato Brunetta 22 i dossier www.freefoundation.com TOBIN TAX 10 gennaio 2012 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY (1/2) 2 L incontro Sarkozy-Merkel del 9 gennaio 2012 ha rilanciato la Tobin Tax sulle transazioni

Dettagli

Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell Eurozona (Giugno 2014)

Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell Eurozona (Giugno 2014) RESeT INTERNAZIONALE Fondo Monetario Internazionale FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE ED. IT. DI ALDO CARBONE 19 Giugno 2014 Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell

Dettagli

Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario

Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario Relazioni monetarie e finanziarie si stabiliscono anche tra i residenti di un paese e i non-residenti. Le transazioni internazionali necessitano di istituzioni

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

di prossima pubblicazione:

di prossima pubblicazione: di prossima pubblicazione: 1 (la sintesi) Fare cessare l artificiale scarsità di moneta in Italia L economia italiana sta asfissiando a causa della scarsità di moneta. Gli altri problemi di sprechi e inefficienze

Dettagli

Per CONOSCERE uno STRUMENTO UTILE a migliorare l Efficienza ed ottenere Espansione vedi nel mio sito la sezione intitolata: Migliorare i Risultati.

Per CONOSCERE uno STRUMENTO UTILE a migliorare l Efficienza ed ottenere Espansione vedi nel mio sito la sezione intitolata: Migliorare i Risultati. Per CONOSCERE uno STRUMENTO UTILE a migliorare l Efficienza ed ottenere Espansione vedi nel mio sito la sezione intitolata: Migliorare i Risultati. Esiste un metodo semplice per ottenere i Costi sotto

Dettagli

LA MIA PENSIONE DI DOMANI:

LA MIA PENSIONE DI DOMANI: LA MIA PENSIONE DI DOMANI: QUALI VANTAGGI DAL FONDO PENSIONE? QUESITI E SOLUZIONI SULLA PREVIDENZA INTEGRATIVA. ADESIONI INDIVIDUALI: SPECIALE LAVORATORI AUTONOMI E DIPENDENTI CHE NON CONFERISCONO IL TFR

Dettagli

CREDITO E FINANZA: ISTRUZIONI PER L USO

CREDITO E FINANZA: ISTRUZIONI PER L USO www.momentumborsa.it Pierluigi Lorenzi Muoversi nel mercato finanziario per uscire dalla crisi CREDITO E FINANZA: ISTRUZIONI PER L USO 2 CREDITO E FINANZA: ISTRUZIONI PER L USO Muoversi nel mercato finanziario

Dettagli

Metodo di gioco VINCENTE e GARANTITO. Non lasci possibilità per il bookmaker. Annienti le probabilità di perdere. Riduci il rischio del 100%

Metodo di gioco VINCENTE e GARANTITO. Non lasci possibilità per il bookmaker. Annienti le probabilità di perdere. Riduci il rischio del 100% Metodo di gioco VINCENTE e GARANTITO Non lasci possibilità per il bookmaker Annienti le probabilità di perdere Riduci il rischio del 100% da Zero a 50.000 Euro in meno di un anno Investimento a partire

Dettagli

Crescita della moneta e inflazione

Crescita della moneta e inflazione Crescita della moneta e inflazione Alcune osservazioni e definizioni L aumento del livello generale dei prezzi è detto inflazione. Ultimi 60 anni: variazione media del 5% annuale. Effetto: i prezzi sono

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Lezione 14. Risparmio e investimento. Leonardo Bargigli

Lezione 14. Risparmio e investimento. Leonardo Bargigli Lezione 14. Risparmio e investimento Leonardo Bargigli Risparmio e investimento nella contabilità nazionale Ripartiamo dalla definizione di PIL in termini di spesa finale Y = C + I + G + NX Consideriamo

Dettagli

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI Aggiornamento del 29 maggio 2015 I CONTENUTI IL SISTEMA ECONOMICO LA FINANZA PUBBLICA LA SANITA IL SISTEMA ECONOMICO LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI IL PIL PIL: DINAMICA E PREVISIONI NEI PRINCIPALI PAESI UE

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Economia Internazionale e Politiche Commerciali (a.a. 12/13)

Economia Internazionale e Politiche Commerciali (a.a. 12/13) Economia Internazionale e Politiche Commerciali (a.a. 12/13) Soluzione Esame (11 gennaio 2013) Prima Parte 1. (9 p.) (a) Ipotizzate che in un mondo a due paesi, Brasile e Germania, e due prodotti, farina

Dettagli

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE Manifesto per l energia del futuro È in discussione in Parlamento il disegno di legge sulla concorrenza, che contiene misure che permetteranno il completamento del

Dettagli

L economia italiana 169

L economia italiana 169 L economia italiana 169 3.8 Debito pubblico: perché no?! il rapporto tra il disavanzo pubblico e il prodotto interno lordo non deve essere superiore al 3%;! il rapporto tra il debito pubblico e il prodotto

Dettagli

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale IL CAPITALE 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale CAPITALE FINANZIARIO E CAPITALE REALE Col termine capitale i si può riferire a due concetti differenti Il capitale finanziario è costituito dalla

Dettagli

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA 61 di TEODORO FULGIONE * Intervista ad Alessandro Luciano capo del progetto Monitoraggio delle politiche del lavoro con le politiche di sviluppo locale dei sistemi

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO DIPLOMA UNIVERSITARIO TELEDIDATTICO Polo di Torino

POLITECNICO DI TORINO DIPLOMA UNIVERSITARIO TELEDIDATTICO Polo di Torino POLITECNICO DI TORINO DIPLOMA UNIVERSITARIO TELEDIDATTICO Polo di Torino COSTI DI PRODUZIONE E GESTIONE AZIENDALE A.A. 1999-2000 (Tutore: Ing. L. Roero) Scheda N. 10 ANALISI DEGLI INVESTIMENTI In questa

Dettagli

Il modello generale di commercio internazionale

Il modello generale di commercio internazionale Capitolo 6 Il modello generale di commercio internazionale [a.a. 2013/14] adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) 6-1 Struttura della presentazione Domanda e

Dettagli

UN NUOVO MODELLO FISCALE E PREVIDENZIALE

UN NUOVO MODELLO FISCALE E PREVIDENZIALE UN NUOVO MODELLO FISCALE E PREVIDENZIALE ell Italia Nuova lo STATO chiede ai cittadini solo il 15% dei loro guadagni e non un soldo di più! Tutti devono pagare però una tassa minima all anno, di 3 mila

Dettagli

Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS

Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS Quadro di riferimento Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS Tendenze primo semestre 2012 L economia svizzera è una delle più ricche e solide dell Occidente, fortemente orientata ai servizi ed

Dettagli

Il ruolo dei Consulenti del Credito nel rapporto Banca Cliente. Samuele Lupidii Vice Presidente Nazionale FIAIP Mediazione Creditizia

Il ruolo dei Consulenti del Credito nel rapporto Banca Cliente. Samuele Lupidii Vice Presidente Nazionale FIAIP Mediazione Creditizia Il ruolo dei Consulenti del Credito nel rapporto Banca Cliente Samuele Lupidii Vice Presidente Nazionale FIAIP Mediazione Creditizia DI COSA PARLIAMO Il mercato del Credito: Scenario ante crisi Scenario

Dettagli

Azimut Previdenza. A ciascuno il suo futuro.

Azimut Previdenza. A ciascuno il suo futuro. Azimut Previdenza A ciascuno il suo futuro. con Azimut PrevidenzA il futuro tiene sempre il tuo stesso PAsso. Il tuo futuro previdenziale è un cammino che inizia già da oggi. Scegli di affrontarlo con

Dettagli

Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco

Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco 12/03/2015 Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco Giornalista: Dott.Greco questo bilancio chiude la prima fase del suo impegno sulla società. Qual è il messaggio che arriva al mercato da questi

Dettagli

Zadir. Sezione Export Servizi per le Aziende. Paese di riferimento: Cina

Zadir. Sezione Export Servizi per le Aziende. Paese di riferimento: Cina Zadir Sezione Export Servizi per le Aziende Paese di riferimento: Cina La Zadir srl è una società di import-export che opera da molti anni in diversi paesi esteri con propri partner e collaboratori. La

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Entusiasmo? «Guardo al futuro con tranquillità.» Buone prospettive con la Previdenza privata. Qualsiasi sia il suo progetto, noi siamo al suo fianco.

Entusiasmo? «Guardo al futuro con tranquillità.» Buone prospettive con la Previdenza privata. Qualsiasi sia il suo progetto, noi siamo al suo fianco. Entusiasmo? «Guardo al futuro con tranquillità.» Buone prospettive con la Previdenza privata. Qualsiasi sia il suo progetto, noi siamo al suo fianco. La Sua Assicurazione svizzera. 1/7 Helvetia PV-Prospetto

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Informazioni di base...3. Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO...

Informazioni di base...3. Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO... GUIDA SUI MUTUI Sommario Informazioni di base...3 Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO...7 MUTUO A DUE TIPI DI TASSO...8 MUTUO A TASSO

Dettagli

Lezione 25 (BAG cap. 23)

Lezione 25 (BAG cap. 23) Lezione 25 (BAG cap. 23) Il ruolo della politica economica Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia Quale dovrebbe essere il ruolo della politica economica? Un giusto mix di politica

Dettagli

Giacomo Saver. Polizze Vita: Come Uscire VIVI dalla Morsa Stritola Soldi

Giacomo Saver. Polizze Vita: Come Uscire VIVI dalla Morsa Stritola Soldi Giacomo Saver Polizze Vita: Come Uscire VIVI dalla Morsa Stritola Soldi Perché Ci Sono Cascato/a? Questa guida nasce con un obiettivo preciso. Quello di aiutarti ad uscire da una polizza vita che hai sottoscritto

Dettagli

Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! PENSIONI blog. Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile!

Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! PENSIONI blog. Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! Pagina 1 di 6 Search PENSIONI blog Europa Informazioni Notizie Ultimo aggiornamento: 29 marzo 2014-08:24 RSS In Notizie Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! 29 marzo 2014-08:24

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Il vantaggio comparato. Il vantaggio comparato. Il vantaggio comparato

Il vantaggio comparato. Il vantaggio comparato. Il vantaggio comparato Il vantaggio comparato Nel giorno di San Valentino la domanda statunitense di rose è di circa 10 milioni. Coltivare rose negli Stati Uniti d inverno è difficile. E necessario l uso di serre riscaldate.

Dettagli

CADERE SETTE VOLTE...RIALZARSI OTTO

CADERE SETTE VOLTE...RIALZARSI OTTO CADERE SETTE VOLTE...RIALZARSI OTTO Dal fallimento al successo La storia di un uomo che affronta la vita, estratto del libro in anteprima È il 1990: ho 42 anni e sono praticamente fallito. Sono con l acqua

Dettagli

Azimut Previdenza A CIASCUNO IL SUO FUTURO.

Azimut Previdenza A CIASCUNO IL SUO FUTURO. Azimut Previdenza A CIASCUNO IL SUO FUTURO. CON AZIMUT PREVIDENZA IL FUTURO TIENE SEMPRE IL TUO STESSO PASSO. Il tuo futuro previdenziale è un cammino che inizia già da oggi. Scegli di affrontarlo con

Dettagli

Capitolo 21. Risparmio e formazione di capitale. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S. Bernanke

Capitolo 21. Risparmio e formazione di capitale. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S. Bernanke Capitolo 21 Risparmio e formazione di capitale In questa lezione Risparmio individuale: risparmio e ricchezza moventi del risparmio (tasso di interesse, ciclo di vita, precauzionale, profili consumo) Risparmio

Dettagli

TFR IN BUSTA: UNA SIMULAZIONE TRA RIPRESA ECONOMICA E MANCATA CONTRIBUZIONE

TFR IN BUSTA: UNA SIMULAZIONE TRA RIPRESA ECONOMICA E MANCATA CONTRIBUZIONE TFR IN BUSTA: UNA SIMULAZIONE TRA RIPRESA ECONOMICA E MANCATA CONTRIBUZIONE Silvia Leonardi Massimiliano Giacchè Ordine degli Attuari Giornata Nazionale della Previdenza Napoli 14 Maggio 2015 Indice 2

Dettagli

liste di liste di controllo per il manager liste di controllo per il manager liste di controllo per i

liste di liste di controllo per il manager liste di controllo per il manager liste di controllo per i liste di controllo per il manager r il manager liste di controllo per il manager di contr liste di liste di controllo per il manager i controllo trollo per il man liste di il man liste di controllo per

Dettagli

Indice p. 1. Introduzione p. 2. Le forme d investimento messe a confronto: vantaggi e svantaggi p. 2. Alcune tipologie di profili d investimento p.

Indice p. 1. Introduzione p. 2. Le forme d investimento messe a confronto: vantaggi e svantaggi p. 2. Alcune tipologie di profili d investimento p. Conti deposito e altre forme di investimento: a quanto ammonta il rendimento e qual è la forma di Indice: Indice p. 1 Introduzione p. 2 Le forme d investimento messe a confronto: vantaggi e svantaggi p.

Dettagli