Guida all utilizzo: Screen Sharing (data pubblicazione 22/06/2012)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida all utilizzo: Screen Sharing (data pubblicazione 22/06/2012)"

Transcript

1 Guida all utilizzo: Screen Sharing (data pubblicazione 22/06/2012)

2 Indice Indice... 2 Introduzione... 3 Requisiti minimi per una sessione di Screen Sharing... 4 Test di autodiagnosi... 5 Screen Sharing... 8 Interfaccia di conduzione (presentazione) Interfaccia di visualizzazione remota

3 Introduzione La funzionalità Screen Sharing integrata nella piattaforma di videoconferenza skymeeting consente al conduttore di condividere il proprio desktop con tutti i partecipanti al meeting. Nelle pagine seguenti viene fornita una guida rapida sull utilizzo di questa funzionalità, unitamente alle specifiche dei requisiti minimi richiesti per garantirne la corretta fruibilità. I contenuti visualizzati durante la sessione di screen sharing sono registrati e quindi disponibili nella sessione archiviata, sia on-line che scaricata in locale 1. 1 La possibilità di scaricare contenuti in locale dipende dalla tipologia di piano tariffario scelto. 3

4 Requisiti minimi per una sessione di Screen Sharing La funzionalità di pubblicazione è disponibile solamente per piattaforma Windows con Internet Explorer 8 (e succ.), FireFox 3.5 (e succ) o Chrome 6 (e succ.). Al primo utilizzo verrà richiesta l installazione dell apposito plug-in; una volta installato il plug-in, terminare la sessione e farla ripartire. Computer Intel Pentium IV 3.0 GHz MB RAM Windows XP/Vista/7 MAC OSX 10.4 e succ. (solo ospite, non conduttore) Linux (solo ospite, non conduttore) Risoluzione schermo 1024 x 768 Flash Player Versione e succ. Browser Internet Explorer 8 e succ. Firefox 3.6 e succ. Chrome 6.0 e succ. Safari e succ. (solo ospite, non conduttore) Opera 9.6 e succ. (solo ospite, non conduttore) Accessori multimediali Webcam con almeno 320x240 con 15 f.p.s (solo per conduttore) Cuffie USB con microfono integrato Connessione Internet Per condurre una sessione di Screen Sharing, è necessario disporre di una connessione Internet veloce (xdsl - fibra) con almeno 512 Kb/s in upload (consigliati almeno 1024 Kb/s); per assistere ad una sessione di Screen Sharing occorre disporre di almeno 512 Kb/s in download (consigliati almeno 1024 Kb/s). I requisiti di banda aumentano con la condivisione di schermi di dimensioni elevate e con l uso delle modalità di pubblicazione in alta qualità. Attivazioni contemporanee di più funzionalità avanzate possono condurre all assorbimento di picchi superiori a 2 Mb/s. Firewall La funzionalità di Screen Sharing di skymeeting richiede l intervento di apertura della porta 1936 (in sola uscita, per i protocolli TCP e UPD). In assenza di apertura della porta non sarà possibile utilizzare il servizio di Screen Sharing. 4

5 Test di autodiagnosi Il test di autodiagnosi è lo strumento creato per controllare che la postazione dalla quale si sta eseguendo il test sia idonea ad effettuare sessioni di videoconferenza. Per poter fruire al meglio del sistema di videoconferenza skymeeting è opportuno aprire le porte 1935 e 1936 sul router/firewall aziendale (e su tutte le postazioni su cui si vuole usare il servizio di videoconferenza). Le porte vanno aperte in sola uscita, sia per il protocollo UDP che per quello TCP; gli indirizzi verso cui aprire le connessioni sono stream1.skymeeting.net e stream2.skymeeting.net 2. Se il router/firewall permette l impostazione del QoS è consigliato impostare una priorità alta al traffico in uscita verso gli indirizzi dei server skymeeting (stream1.skymeeting.net e stream2.skymeeting.net). Se il router/firewall permette di configurare il bandwidth throttling è consigliato effettuare una configurazione che garantisca, a ciascuna postazione, valori minimi di 400 Kb/s in upload e di 800 Kb/s in download da dedicare al servizio di videoconferenza (tali requisiti soddisfano anche l uso della funzionalità di screen sharing con dimensioni dello schermo di 1024x768; fluttuazioni da questi valori possono intervenire in funzione della dimensione dello schermo da condividere e dei contenuti presentati). Con l ausilio del test di autodiagnosi è possibile diagnosticare eventuali problemi (es. impostazioni webcam, firewall, ecc.) e controllare che gli interventi effettuati dai tecnici IT siano risolutivi. L accesso avviene tramite la URL se il plug-in Flash non è installato correttamente si verrà invitati a scaricarlo dal sito Adobe. Al termine del test verrà presentata una schermata riassuntiva di questo tipo: Fig. 1 Test di autodiagnosi 2 La restrizione di accesso ai soli server skymeeting è un ulteriore rafforzativo alla sicurezza della rete aziendale. 5

6 I valori riportati nell esempio di fig. 1 sono riferiti ad una postazione idonea a partecipare sessioni di videoconferenza sia in modalità di conduttore che di partecipante con utilizzo delle funzionalità avanzate Super Size, Primo Piano e Screen Sharing. Requisiti (1) In quest area sono elencate le caratteristiche del computer in termini di software installato e necessarie abilitazioni: Flash Player: versione del plug-in flash installato - rappresentato da quattro gruppi di cifre dove il primo a sinistra è il più significativo ( in questo esempio). Javascript: stato di javascript - può essere abilitato o disabilitato (abilitato in questo esempio). OS: sistema operativo installato sul computer (Windows Vista in questo esempio). Browser: browser installato sul computer e utilizzato per eseguire il test (Internet Explorer 7 in questo esempio). Schermo: risoluzione dello schermo - può essere corretta oppure non corretta (corretta in questo esempio). Pop-up: stato del blocco pop-up - può essere nessun blocco oppure blocco attivo. Il blocco potrebbe essere causato dal browser, da un antivirus oppure da una qualche toolbar aggiuntiva (nessun blocco in questo esempio). Connessione (2) In quest area sono elencate le caratteristiche di connettività a disposizione della postazione da cui si sta effettuando il test: Stato connessione: un breve messaggio indica se le caratteristiche rilevate permettono o meno di poter utilizzare le funzioni base del servizio di videoconferenza (la connessione è adatta in questo esempio). RTMP (1935): OK se la porta è aperta - FAIL se la porta è chiusa (OK in questo esempio). La chiusura della porta 1935 può essere causa di prestazioni scadenti. RTMP (1936): OK se la porta è aperta - FAIL se la porta è chiusa (OK in questo esempio). La funzionalità di Screen Sharing richiede obbligatoriamente l apertura della porta RTMPT (80): OK se la porta è aperta - FAIL se la porta è chiusa (OK in questo esempio). Download: velocità di download rilevata - valore espresso in kilobit al secondo ( Kb/s in questo esempio). Upload: velocità di upload rilevata - valore espresso in kilobit al secondo ( Kb/s in questo esempio). Latenza: valore di latenza rilevato - valore espresso in millisecondi (41 ms in questo esempio). La latenza rappresenta il tempo di propagazione dell informazione; valori di latenza superiori a 150 ms possono essere la causa di prestazioni scadenti (audio/video frammentato o in ritardo). 6

7 Impostazioni audio/video (3) In quest area è riportato lo stato della webcam e sono presenti i tasti di impostazione delle periferiche audio/video: Stato della webcam: se si vede la propria immagine, la webcam è configurata correttamente; se si vede lo schermo bianco, la webcam potrebbe essere in uso da un altro applicativo - ad esempio un programma di instant messaging o il software di configurazione della webcam - (configurata correttamente in questo esempio). Imposta webcam: premendo il tasto apparirà il pannello di controllo di Adobe Flash Player per l impostazione della webcam. Imposta microfono: premendo il tasto apparirà il pannello di controllo di Adobe Flash Player per l impostazione del microfono. Test audio: premendo il tasto verrà effettuato il playback di un file audio Se riesci a sentire questo messaggio significa che il tuo audio è settato correttamente. Se non si sente nulla è opportuno controllare il kit audio che si sta utilizzando. Ripeti test: premere per eseguire nuovamente il test. Può essere utile ripetere in sequenza il test per analizzare fluttuazioni di connettività. Se uno o più requisiti non vengono soddisfatti ( ), è comunque possibile provare a partecipare alla videoconferenza. In questo caso non c è garanzia di ottenere prestazioni adeguate, né che si possano utilizzare tutte le funzionalità. 7

8 Screen Sharing Utilizzo in modalità locale/remota Per iniziare una sessione di Screen Sharing in modalità locale, ovvero condividere l intero desktop del conduttore: selezionare il nome del conduttore dalla lista Utenti connessi premere il tasto Screen Sharing per visualizzare l interfaccia di conduzione della sessione di presentazione del contenuto del PC del conduttore. Per iniziare una sessione di Screen Sharing in modalità remota, ovvero condividere l intero desktop di un utente remoto: selezionare il nome del partecipante dalla lista Utenti connessi premere il tasto Screen Sharing per visualizzare l interfaccia di conduzione della sessione di presentazione del contenuto del PC del partecipante Fig. 2 Selezione utente L interfaccia di conduzione della sessione di Screen Sharing è la stessa sia in modalità locale che remota. Prima di avviare una sessione di Screen Sharing è necessario assicurarsi che il conduttore e tutti i partecipanti abbiano: eventuali blocchi pop-up disabilitati 3 (operazione necessaria anche per la conduzione di una sessione di videoconferenza); la porta 1936 aperta 4. Le postazioni che non soddisfano i requisiti sopra indicati non saranno in grado di seguire la sessione di Screen Sharing. Il conduttore del meeting può terminare una sessione di Screen Sharing remota in qualunque momento premendo il tasto Screen Sharing presente nell interfaccia di conduzione. 3 Per approfondimenti sulle modalità di rimozione dei blocchi pop-up, visitare il corporate blog 4 È sufficiente che la porta sia aperta in sola uscita. Utilizzare il system test che si trova all indirizzo per controllare lo stato della connettività e delle porte. 8

9 Inizio sessione Come riportato nei paragrafi precedenti, per iniziare una sessione di Screen Sharing durante una videoconferenza con skymeeting è necessario selezionare il nome del conduttore dalla lista Utenti connessi (lo stesso conduttore della videoconferenza o un utente remoto) e successivamente premere il tasto Screen Sharing; a questo punto si attiverà una nuova finestra relativa all interfaccia di conduzione della sessione di Screen Sharing; la sessione in corso sarà segnalata da un led lampeggiante nell interfaccia del conduttore della videoconferenza. Per chiudere o revocare l interfaccia di conduzione è sufficiente premere nuovamente il tasto Screen Sharing: in questo caso, se è attiva una sessione remota (ovvero condotta da uno dei partecipanti al meeting), la sessione verrà terminata immediatamente. Al primo utilizzo, come conduttore della sessione di Screen Sharing, verrà richiesta l installazione di un plug-in 5 ; una volta apparsa la richiesta di installazione (solitamente in alto nella finestra) premere il tasto destro del mouse sulla richiesta e consentire l installazione. 5 Attualmente sono supportate solo postazioni Windows con browser Internet Explorer 7/8 e FireFox 2/3. 9

10 Interfaccia di conduzione (presentazione) L interfaccia di conduzione Screen Sharing è visualizzata in una finestra separata rispetto alla finestra della videoconferenza in corso; le dimensioni sono contenute in modo da occupare una porzione ridotta del desktop. È consigliabile, al conduttore della sessione, di minimizzare la finestra principale della videoconferenza per massimizzare lo spazio sul proprio desktop per le applicazioni da condividere. 1 Fig. 3 Interfaccia controllo Screen Sharing L interfaccia presenta una serie di controlli per la gestione della sessione: Tasto Start/Stop (1): consente di attivare o disattivare la sessione. Quando la presentazione è disattivata (appena compare la finestra) i partecipanti non visualizzano ancora nulla; quando il conduttore preme il tasto Start la presentazione diventa attiva e ogni partecipante visualizza la finestra di presentazione della sessione di Screen Sharing. Lista Selezione applicazione: consente la selezione dell intero desktop, di un applicazione 6 o di una porzione dello schermo da pubblicare e condividere. Se il PC ha piu di uno schermo, scegliendo Desktop verrà condiviso il desktop corrispondente allo schermo impostato come predefinito. Lista Utenti connessi: quando la sessione è attiva (ovvero dopo che è stato premuto il tasto Start per avviare la presentazione) appare l elenco degli utenti remoti connessi nella sessione di videoconferenza. Controllo remoto: per trasferire il controllo della sessione ad un utente remoto, è necessario selezionare il nominativo dell utente tra quelli presenti in questa lista e premere il tasto. Finestra Visualizzazione: questa finestra è visibile solamente nello stato di presentazione attiva. Selezionando la casella on/off viene visualizzato il contenuto condiviso con i partecipanti alla 6 Se l applicazione da condividere non viene riconosciuta correttamente, si consiglia di selezionare il desktop oppure lo strumento di selezione della porzione di schermo. 10

11 sessione. Questa funzione consente al conduttore di visualizzare in locale ciò che viene trasmesso. L attivazione della visualizzazione locale richiede un assorbimento di banda supplementare; se ne consiglia l attivazione solo se necessario ed in presenza di adeguata connettività. Start presentazione Per attivare la presentazione è necessario premere il tasto Start/Stop. Inizialmente (a sessione non attiva) il tasto ha l aspetto di un triangolo, simile al tasto Play di un videoregistratore. Premendo il tasto e attivando la sessione, il tasto assume l aspetto di un quadrato (1), simile al tasto Stop di un videoregistratore. Una volta avviata la sessione, nella lista Utenti connessi vengono riportati i nominativi degli utenti connessi in videoconferenza. Per terminare la presentazione è necessario premere il tasto Start/Stop; verrà visualizzato il messaggio Presentazione disattivata e contestualmente le finestre di visualizzazione di ogni partecipante verranno chiuse automaticamente. 1 Fig. 4 Interfaccia controllo Screen Sharing Fine sessione Per terminare una sessione di Screen Sharing, selezionare il tasto di chiusura X di colore arancio posizionato in alto a destra. Alla chiusura della finestra, il tasto Screen Sharing presente nell interfaccia di conduzione principale del meeting termina di lampeggiare; al termine della sessione è possibile avviarne una nuova. 11

12 È possibile terminare una sessione di Screen Sharing anche premendo direttamente il tasto Screen Sharing presente nell interfaccia di conduzione principale del meeting. Una volta premuto, il tasto termina di lampeggiare; al termine della sessione è possibile avviarne una nuova. Selezione qualità presentazione È possibile impostare il livello di qualità della presentazione mediante il controllo Qualità. Il livello di qualità è rappresentato da un mix variabile tra frame rate (velocità di aggiornamento dello schermo) e quantità di colori trasmessi; all aumentare del livello di qualità, aumentano sia il frame rate che i colori, con conseguente aumento della banda necessaria per la trasmissione da parte di chi pubblica e per la ricezione da parte di chi visualizza. I livelli di qualità che possono essere impostati sono: Minima: consigliata solo in caso di forte criticità di connessione (insufficiente banda in upload per il conduttore e/o insufficiente banda in download per i partecipanti). La qualità dei colori è limitata ma è comunque garantita la leggibilità dei testi scritti. Bassa: modalità che offre un livello di colori superiore alla modalità minima. Media: modalità impostata di default. Offre una buona qualità di visualizzazione in termini di colori e frame rate. Nella maggior parte dei casi, questa è la modalità ottimale. Alta: modalità che offre un livello di colori superiore alla modalità media. Massima: modalità offre la massima quantità di colori possibile con il massimo frame rate. In questo caso il requisito di banda necessaria in upload e download diventa elevato (circa 1 Mb/s in media, con picchi istantanei fino 2 Mb/s). Fig. 5 Livelli di qualità Durante una sessione di Screen Sharing è attivo anche lo streaming audio e video dei partecipanti al meeting; la qualità dovrà essere impostata coerentemente con la banda disponibile, al fine di evitare la saturazione del canale, con conseguente degrado e frammentazione nella 12

13 visualizzazione da parte dei partecipanti; se sono attive modalità avanzate di Super Size o Primo Piano, se ne raccomanda la disattivazione. Controllo remoto Una volta iniziata la presentazione della sessione, è possibile passare il controllo della sessione ad un utente remoto. L utente che ha ricevuto il controllo sarà in grado di interagire con le applicazioni presenti sul computer del conduttore della sessione di Screen Sharing. Per trasferire il controllo remoto: selezionare un utente dalla lista degli Utenti connessi (presente nell interfaccia di conduzione di Screen Sharing) premere il tasto Controllo remoto Una volta trasferito il controllo, a fianco del nominativo dell utente selezionato apparirà l icona di una matita, ad indicare che l utente dispone del controllo remoto; il tasto Controllo remoto si commuterà in Controllo locale. Per revocare il controllo remoto, il conduttore dovrà semplicemente premere sul tasto Controllo Locale. Fig. 6 Controllo remoto/locale Ciascun utente remoto può richiedere al conduttore il trasferimento del controllo della sessione di Screen Sharing. Questa funzione verrà mostrata più avanti. Visualizzazione locale del contenuto pubblicato Il conduttore ha la possibilità di visualizzare in locale il contenuto pubblicato e condiviso con tutti i partecipanti. La funzione è attivabile solo a presentazione avviata - selezionando la casella on/off. 13

14 La finestra Visualizzazione mostra il contenuto pubblicato con proporzioni di schermo predefinite 7 ; questa funzione consente al conduttore di controllare i tempi di refresh dello schermo percepito dagli utenti remoti e di intervenire in tempo reale nella selezione della qualità di presentazione (fig.7). L attivazione della funzione di visualizzazione comporta un aumento del consumo di banda; è pertanto importante verificare lo stato della connessione per evitarne la saturazione ed il conseguente degrado della qualità di presentazione. È possibile che l immagine visualizzata non rispetti le proporzioni originali. Fig. 7 Visualizzazione locale 7 Poichè non viene rispettato il rapporto originario di schermo, in alcuni casi l immagine potrà apparire leggermente deformata. Ovviamente lo schermo che vedranno i partecipanti avrà le corrette proporzioni. 14

15 Interfaccia di visualizzazione remota L interfaccia di visualizzazione remota consente ai partecipanti del meeting di visualizzare l intero desktop o una porzione selezionata del desktop pubblicato dal conduttore. L interfaccia si attiva automaticamente nel momento in cui il conduttore avvia la sessione. Inizialmente la finestra di visualizzazione remota appare in dimensioni ridotte; dopo qualche istante si adatta automaticamente alla dimensione del contenuto pubblicato dal conduttore (fig.8). Fig. 8 Visualizzazione remota Visualizzazione normale/adattata L interfaccia di visualizzazione remota assume di default le dimensioni del contenuto pubblicato (visualizzazione normale); qualora le dimensioni del contenuto siano superiori a quelle effettivamente visualizzabili sullo schermo del partecipante, appariranno le barre di scorrimento orizzontale e verticale, in modo da consentire lo scorrimento del contenuto e visualizzare l area che eccede la dimensione della finestra (fig. 9). 15

16 Fig. 9 Visualizzazione remota: adatta a schermo disattivo È possibile visualizzare in un unica schermata tutto il contenuto pubblicato selezionando la casella Adatta schermo; dopo qualche istante, il contenuto pubblicato verrà automaticamente ridimensionato e adattato alle dimensioni della finestra di visualizzazione (fig. 10). È possibile passare da una modalità all altra semplicemente selezionando o deselezionando la casella Adatta schermo. L impostazione è locale sul PC del partecipante e non ha alcuna influenza sugli schermi degli altri partecipanti presenti nella sessione. 16

17 Fig. 10 Visualizzazione remota: adatta a schermo attivo Richiesta controllo remoto Ogni singolo partecipante alla sessione di Screen Sharing può richiedere al conduttore il controllo remoto della presentazione, selezionando il tasto Chiedi controllo. Una volta inviata la richiesta al conduttore, il led presente sul tasto diventa giallo, per segnalare l avvenuta richiesta al conduttore. Quando il conduttore concede il controllo della sessione (selezionando il tasto Controllo remoto nell interfaccia di conduzione vedi fig. 6) al partecipante che ne ha fatto richiesta, il led presente sul tasto inizia a lampeggiare in rosso, per segnalare che il controllo remoto della sessione è attivato. Il conduttore può interrompere in qualsiasi momento il controllo remoto della sessione di Screen Sharing e recuperare la conduzione diretta premendo nuovamente il tasto Controllo remoto nell interfaccia di Conduzione. Uscita di un partecipante dalla sessione 17

18 Ogni partecipante può terminare in qualsiasi momento e autonomamente la propria sessione di visualizzazione di Screen Sharing selezionando il tasto di chiusura X di colore arancio posizionato in alto a destra dell interfaccia. L uscita di uno o più partecipanti dalla sessione di Screen Sharing non influisce sulla sessione in corso e sui rimanenti partecipanti. Una volta abbandonata la sessione in corso, l utente non ha la possibilità di rientrare direttamente; per riconnettersi, è necessario uscire dal meeting in videoconferenza e ripetere le operazioni di login. Una volta rientrato nel meeting, l utente potrà visualizzare nuovamente l interfaccia di Screen Sharing. Scelta della qualità di presentazione e requisiti di banda necessari La scelta della qualità di presentazione dovrà essere effettuata valutando attentamente i seguenti fattori: Qualità della connessione internet Dimensioni dello schermo del conduttore Livello di qualità della presentazione Il livello qualitativo della connessione internet in termini di prestazioni è particolarmente importante per il conduttore della sessione di Screen Sharing. La qualità delle prestazioni della funzionalità di Screen Sharing è strettamente correlata alla disponibilità di banda necessaria per la trasmissione dei dati relativi al contenuto pubblicato. Tipicamente viene utilizzata una connessione di tipo ADSL, che presenta valori di upload decisamente inferiori a quelli di download, molto frequentemente senza banda minima garantita. Nella scelta del provider di servizi internet si raccomanda di attivare connessioni che prevedano bassi valori di latenza e banda minima garantita, quest ultimo è aspetto fondamentale per la qualità del collegamento; l assenza o un basso valore di questo parametro potrebbe creare criticità nell utilizzo del servizio in presenza di congestione della rete. Il conduttore, ovvero il soggetto che esegue lo Screen Sharing deve valutare i valori di upload (ovvero in trasmissione) della propria connessione, in quanto è il PC del conduttore che invia ai server skymeeting i dati relativi all applicazione da condividere. Il conduttore deve valutare anche i valori di download (ovvero in ricezione) delle connessioni dei singoli partecipanti, i cui PC ricevono i dati pubblicati dai server. Ogni singolo partecipante alla sessione di Screen Sharing è legato alla propria connessione ed è indipendente dagli altri. Nella scelta della qualità di pubblicazione, il conduttore della sessione dovrà quindi considerare anche la quantità media di banda disponibile presso i partecipanti. Esempio 1: per utilizzare uno schermo con risoluzione 1280x1024 pixel e impostare la qualità della presentazione in modalità Alta, è necessario disporre di una connessione con valori di upload non inferiori a 1 Mb/s. Esempio 2: per utilizzare uno schermo con risoluzione 1280x1024 pixel e impostare la qualità della presentazione in modalità Media, è necessario disporre di una connessione con valori di upload non inferiori a 650 Kb/s. La dimensione dello schermo del conduttore è il principale fattore di consumo di banda: uno schermo con risoluzione 1280x1024 pixel assorbe il 60% in più di banda rispetto ad uno schermo con risoluzione 1024x768 pixel. La qualità di presentazione influisce sulla quantità di colori inviata e sul frame rate di aggiornamento (ovvero la frequenza al secondo con cui vengono inviate le variazioni dello schermo ai partecipanti). Più elevata è la qualità di presentazione impostata, maggiore sarà la banda impegnata, con valori di picco 18

19 elevati in corrispondenza di grandi variazioni sullo schermo del conduttore (es. all apertura o alla chiusura di un applicazione). È importante ricordare che la sessione di Screen Sharing avviene contemporaneamente alla sessione di videoconferenza; di conseguenza la banda utilizzata dallo Screen Sharing si somma alla banda utilizzata dalla sessione di videoconferenza. Se il conduttore imposta un livello di qualità tale da superare il proprio limite di banda in upload, i partecipanti percepiranno un aggiornamento della visualizzazione in ritardo con probabile frammentazione delle immagini e del parlato. Non è possibile definire a priori il consumo di banda di una sessione di Screen Sharing, in quanto il contenuto viene definito autonomamente dal conduttore. Pertanto per raggiungere risultati ottimali con l utilizzo di questa funzionalità è necessario attenersi alle seguenti regole: Adottare una risoluzione dello schermo non troppo elevata; un valore di 1024x768 pixel rappresenta la scelta ottimale nella maggior parte dei casi. Elevati valori di risoluzione del proprio schermo possono generare problemi nella visualizzazione da parte di quei partecipanti che dispongono di schermi con risoluzioni più basse. Impostare il livello di qualità della presentazione sul valore Medio (impostato di default nell interfaccia di conduzione). Nel caso in cui la banda in upload lo consenta è possibile aumentare la qualità di pubblicazione. Qualora fosse osservato dai partecipanti un degrado delle prestazioni, il conduttore dovrà ridurre progressivamente la qualità di pubblicazione fino al valore che consente un utilizzo ottimale della sessione. Limitare la pubblicazione di applicazioni con contenuto frequentemente variabile (es. video o pagine web con contenuti multimediali). Ogni cambiamento del contenuto da pubblicare comporta l invio di una rilevante quantità di dati e richiede di conseguenza un carico di banda costante ed elevato. Verificare i valori di download dei singoli partecipanti e di upload del conduttore (eseguire il test di autodiagnosi. 19

Guida all utilizzo: test autodiagnosi (data pubblicazione 22/06/2012)

Guida all utilizzo: test autodiagnosi (data pubblicazione 22/06/2012) Guida all utilizzo: test autodiagnosi (data pubblicazione 22/06/2012) www.skymeeting.net Requisiti minimi richiesti per partecipare ad un meeting Computer Intel Pentium IV 3.0 GHz - 512 MB RAM Windows

Dettagli

Desktop & Application Sharing Quick Start Guide

Desktop & Application Sharing Quick Start Guide Desktop & Application Sharing Quick Start Guide 1 Introduzione La funzionalità Application sharing integrata nella piattaforma di videoconferenza skymeeting TM consente al conduttore di condividere il

Dettagli

Guida all utilizzo: partecipanti (data pubblicazione 03/12/2009)

Guida all utilizzo: partecipanti (data pubblicazione 03/12/2009) Guida all utilizzo: partecipanti (data pubblicazione 03/12/2009) www.skymeeting.net Indice Indice... 2 Introduzione... 3 Requisiti minimi richiesti per partecipare ad un meeting... 4 Test di autodiagnosi...

Dettagli

Guida all utilizzo: partecipanti (data pubblicazione 22/06/2012)

Guida all utilizzo: partecipanti (data pubblicazione 22/06/2012) Guida all utilizzo: partecipanti (data pubblicazione 22/06/2012) www.skymeeting.net Indice Indice... 2 Introduzione... 3 Requisiti minimi richiesti per partecipare ad un meeting... 4 Test di autodiagnosi...

Dettagli

Descrizione del servizio Requisiti minimi di accessibilità

Descrizione del servizio Requisiti minimi di accessibilità Descrizione del servizio Requisiti minimi di accessibilità Descrizione del servizio SkyMeeting TM è un servizio di videocomunicazione interattiva web-based che consente di comunicare ed interagire in tempo

Dettagli

Guida all utilizzo amministratori e conduttori (data pubblicazione 30/04/2009)

Guida all utilizzo amministratori e conduttori (data pubblicazione 30/04/2009) Guida all utilizzo amministratori e conduttori (data pubblicazione 30/04/2009) www.skymeeting.net Indice Indice... 2 Introduzione... 3 Requisiti minimi richiesti per condurre un meeting... 4 Test di autodiagnosi...

Dettagli

Guida all utilizzo: F.A.Q. Utilizzo (data pubblicazione 02/10/2012)

Guida all utilizzo: F.A.Q. Utilizzo (data pubblicazione 02/10/2012) Guida all utilizzo: F.A.Q. Utilizzo (data pubblicazione 02/10/2012) www.skymeeting.net Di che cosa ho bisogno per poter utilizzare Skymeeting? Skymeeting non richiede particolari conoscenze tecniche né

Dettagli

Guida all utilizzo amministratori e conduttori (Data pubblicazione 20/11/2012)

Guida all utilizzo amministratori e conduttori (Data pubblicazione 20/11/2012) Guida all utilizzo amministratori e conduttori (Data pubblicazione 20/11/2012) www.skymeeting.net Indice Indice... 2 Introduzione... 3 Requisiti minimi richiesti per condurre un meeting... 4 Test di autodiagnosi...

Dettagli

Piattaforma e-learning VIDEO IN DIRETTA MANUALE UTENTE

Piattaforma e-learning VIDEO IN DIRETTA MANUALE UTENTE Piattaforma e-learning VIDEO IN DIRETTA MANUALE UTENTE Prerequisiti Attraverso la piattaforma i partecipanti possono vedere e ascoltare i relatori. Per accedere alle aule virtuali è sufficiente essere

Dettagli

SISTEMA DI VIDEOCONFERENZA IFOAP

SISTEMA DI VIDEOCONFERENZA IFOAP SISTEMA DI VIDEOCONFERENZA IFOAP MANUALE UTENTE Prerequisiti La piattaforma IFOAP è in grado di fornire un sistema di videoconferenza full active: uno strumento interattivo di comunicazione audio-video

Dettagli

Guida rapida utente finale

Guida rapida utente finale Guida rapida utente finale Ultimo aggiornamento: 09/05 point, click, communicate. Cos è skymeeting skymeeting è un servizio di videocomunicazione via web che permette agli utenti di: incontrarsi, collaborare

Dettagli

WebRoom Quick User Guide Conference Manager

WebRoom Quick User Guide Conference Manager WebRoom Quick User Guide Conference Manager Marzo 2009 Indice 1. Introduzione...3 2. Accesso al servizio...3 2.1. Caratteristiche tecnologiche distintive e requisiti minimi del servizio...3

Dettagli

Requisiti minimi di accessibilità al servizio di videoconferenza skymeeting (data pubblicazione 09/12/2011)

Requisiti minimi di accessibilità al servizio di videoconferenza skymeeting (data pubblicazione 09/12/2011) Requisiti minimi di accessibilità al servizio di videoconferenza skymeeting (data pubblicazione 09/12/2011) www.skymeeting.net Descrizione del servizio skymeeting è un servizio di videocomunicazione interattiva

Dettagli

Teleskill Live Quick User Guide Partecipante

Teleskill Live Quick User Guide Partecipante Teleskill Live Quick User Guide Partecipante Ottobre 2009 Indice 1. Introduzione...3 2. Accesso al servizio...3 2.1. Caratteristiche tecnologiche distintive e requisiti minimi del

Dettagli

Teleskill Live Quick User Guide Conference Manager

Teleskill Live Quick User Guide Conference Manager Teleskill Live Quick User Guide Conference Manager Gennaio 2012 Indice 1. Introduzione... 3 2. Accesso al servizio... 3 2.1. Caratteristiche tecnologiche distintive e requisiti minimi

Dettagli

V 2 IP breve manuale d'uso

V 2 IP breve manuale d'uso www.v2ip.eu V 2 IP breve manuale d'uso Indice V2IP semplicità d'uso...2 Caratteristiche e funzionalità...3 Requisiti e specifiche tecniche...9 Recapiti supporto tecnico...10 V2IP_GuidaUtente-110630.odt

Dettagli

Teleskill Live Quick User Guide Conference Manager. 2016

Teleskill Live Quick User Guide Conference Manager. 2016 <guide-tlive-v17.0> Teleskill Live Quick User Guide Conference Manager 2016 Indice 1. Introduzione... 3 2. Accesso al servizio... 3 2.1. Caratteristiche tecnologiche distintive e requisiti minimi del servizio...

Dettagli

Guida Moderatori e Conduttori

Guida Moderatori e Conduttori STEP ONE: Login to OnSync Guida Moderatori e Conduttori Guida Moderat ori e Condutt ori pag. Ultimo aggiornamento 10/2012 STEP ONE: Login to OnSync Cap. I - Quick Start Guide Guida Moderat ori e Condutt

Dettagli

Installazione, configurazione ed utilizzo del sistema di WebConference di Regione Toscana

Installazione, configurazione ed utilizzo del sistema di WebConference di Regione Toscana Direzione Generale Organizzazione e Risorse Area di Coordinamento Organizzazione, Personale, Sistemi Informativi Servizi Infrastrutturali Tecnologie Innovative e Fonia Installazione, configurazione ed

Dettagli

Sommario. Davide Casella 1 FMSMEETING 2

Sommario. Davide Casella 1 FMSMEETING 2 Guida all utilizzo di FMSmeeting Sommario FMSMEETING 2 BARRA DELLA IMPOSTAZIONI 3 WHITEBOARD / PRESENTATION BOARD 4 AREE VIDEO 7 CHAT BOARD 7 PEOPLE LIST 8 AREA ZOOM 8 F.A.Q.: PROBLEMI ALL UTILIZZO DI

Dettagli

Teleskill Live Quick User Guide Conference Manager

Teleskill Live Quick User Guide Conference Manager Teleskill Live Quick User Guide Conference Manager Novembre 2013 Indice 1. Introduzione... 3 2. Accesso al servizio... 3 2.1. Caratteristiche tecnologiche distintive e requisiti minimi

Dettagli

Teleskill Live Manuale Docente

Teleskill Live Manuale Docente Teleskill Live Manuale Docente Febbraio 2014 Indice 1. Introduzione... 3 2. Accesso al servizio... 3 2.1. Caratteristiche tecnologiche distintive e requisiti minimi del servizio...

Dettagli

MANUALE D USO Agosto 2013

MANUALE D USO Agosto 2013 MANUALE D USO Agosto 2013 Descrizione generale MATCHSHARE è un software per la condivisione dei video e dati (statistiche, roster, ) delle gare sportive. Ogni utente abilitato potrà caricare o scaricare

Dettagli

Teleskill. Teleskill. video conference live. video conference live. videocomunicazione professionale interattiva su web

Teleskill. Teleskill. video conference live. video conference live. videocomunicazione professionale interattiva su web videocomunicazione professionale interattiva su web Teleskill video conference live Teleskill video conference live videocomunicazione professionale interattiva su web www.tvclive.com Teleskill Italia

Dettagli

PROVA VALUTATIVA GUIDA PER L INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL SOFTWARE

PROVA VALUTATIVA GUIDA PER L INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL SOFTWARE PROVA VALUTATIVA GUIDA PER L INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL SOFTWARE OAM Organismo per la gestione degli elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi Piazza Borghese, 3 00186 Roma

Dettagli

Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2

Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2 Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2 1.Descrizione della Soluzione La soluzione per la audio/videoconferenza EW2 proposta da Gruppo SIGLA consente di comunicare e collaborare a distanza, senza muoversi

Dettagli

Piattaforma e- learning Corsi e- learning MANUALE UTENTE

Piattaforma e- learning Corsi e- learning MANUALE UTENTE Piattaforma e- learning Corsi e- learning MANUALE UTENTE Prerequisiti Attraverso la piattaforma i partecipanti possono fruire dei corsi e- learning. Per accedere ai corsi è sufficiente essere dotati di

Dettagli

La sicurezza secondo skymeeting (data pubblicazione 06/12/2011)

La sicurezza secondo skymeeting (data pubblicazione 06/12/2011) La sicurezza secondo skymeeting (data pubblicazione 06/12/2011) www.skymeeting.net La sicurezza nel sistema di videoconferenza Skymeeting skymeeting è un sistema di videoconferenza web-based che utilizza

Dettagli

WEBINAR DOCENTI ONLINE

WEBINAR DOCENTI ONLINE Aule Virtuali Archivium WEBINAR DOCENTI ONLINE 27 Maggio 2016 ore 20.30 Relatori: Marialberto Mensa e Gabriele Milano www.aule.archivium.biz 1 Informazioni Utili I siti di Archivium e HT Tecnologie Umanistiche

Dettagli

Guida all uso della videoconferenza AGGIORNAMENTO IVASS 30 ORE

Guida all uso della videoconferenza AGGIORNAMENTO IVASS 30 ORE Guida all uso della videoconferenza AGGIORNAMENTO IVASS 30 ORE Prima della lezione Computer ed internet. Verifica che il computer sia collegato alla rete internet e che la linea sia libera. Ti sconsigliamo

Dettagli

Desktop Video Conference

Desktop Video Conference Desktop Video Conference Guida all uso V. 3.0.1 4. Requisiti tecnici dell applicativo e-works client Per ottenere i migliori risultati nell utilizzo di e-works è importante verificare la rispondenza delle

Dettagli

Manuale videoconferenza da Postazione di Lavoro

Manuale videoconferenza da Postazione di Lavoro Manuale videoconferenza da Postazione di Lavoro v. 3.1 INDICE 1 ACCOUNT PORTALE DI VIDEOCONFERENZA...2 1.1 Accesso al portale...2 1.1.1 Registrazione...3 2 COME UTILIZZARE IL CLIENT DA PC PATPHONE...4

Dettagli

Piattaforma di e-learning I.R.Fo.M

Piattaforma di e-learning I.R.Fo.M Piattaforma di e-learning I.R.Fo.M Manuale d'uso per l'utente Ver. 1.0 Maggio 2014 I.R.Fo.M. - Istituto di Ricerca e Formazione per il Mezzogiorno 1 Sommario 1. Introduzione...3 1.1 L'ambiente...3 1.2

Dettagli

Il servizio RIAS, ovvero Remote Installation Assistance Service (Servizio di assistenza remota per l'installazione) di NT-ware è finalizzato ad

Il servizio RIAS, ovvero Remote Installation Assistance Service (Servizio di assistenza remota per l'installazione) di NT-ware è finalizzato ad Il servizio RIAS, ovvero Remote Installation Assistance Service (Servizio di assistenza remota per l'installazione) di NT-ware è finalizzato ad assistere in remoto l'utente in caso di necessità. Le sessioni

Dettagli

Partecipare ad un corso

Partecipare ad un corso Partecipare ad un corso Test della connessione prima della sessione È possibile eseguire il test della connessione prima dell'avvio della sessione collegandosi a una sessione di test per verificare che

Dettagli

Versione: 18/11/2013

Versione: 18/11/2013 Offerta Versione: 18/11/2013 1 Indice La piattaforma Sèmki-RV 3 Gli strumenti di comunicazione 4 Funzionalità in breve degli utenti del nuovo sistema Sèmki 6 Report e statistiche 9 Prerequisiti 10 Quotazione

Dettagli

MOBS Flussi informativi sanitari regionali

MOBS Flussi informativi sanitari regionali Indicazioni per una corretta configurazione del browser Versione ottobre 2014 MOBS--MUT-01-V03_ConfigurazioneBrowser.docx pag. 1 di 25 Uso: ESTERNO INDICE 1 CRONOLOGIA VARIAZIONI...2 2 SCOPO E CAMPO DI

Dettagli

IMPORTANTE! DA LEGGERE 1. Prima di effettuare l installazione effettuare un backup dei dati con l apposita procedura UTILITA => BACKUP ARCHIVI

IMPORTANTE! DA LEGGERE 1. Prima di effettuare l installazione effettuare un backup dei dati con l apposita procedura UTILITA => BACKUP ARCHIVI IMPORTANTE! DA LEGGERE 1. Prima di effettuare l installazione effettuare un backup dei dati con l apposita procedura UTILITA => BACKUP ARCHIVI 2. Prima di iniziare l installazione assicurarsi che OrisLAB

Dettagli

Guida all uso della videoconferenza. Corso di preparazione all esame IVASS

Guida all uso della videoconferenza. Corso di preparazione all esame IVASS Guida all uso della videoconferenza Corso di preparazione all esame IVASS (sez. A e B del RUI) Prima della lezione Computer ed internet. Verifica che il computer sia collegato alla rete internet e che

Dettagli

Cogetech S.p.A. - PI 04497000960 - Concessione GAD n.15113

Cogetech S.p.A. - PI 04497000960 - Concessione GAD n.15113 Diamond wild Guida / Regole Introduzione L obiettivo è di ottenere una combinazione vincente su una linea attiva distribuita sui rulli. Caratteristiche Generali Tipo Slot Per puntata inferiore alla massima:

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

Guida Connessione Rete WiFi HotSpot Internavigare

Guida Connessione Rete WiFi HotSpot Internavigare Guida Connessione Rete WiFi HotSpot Internavigare Indice: - 1.1 Configurazione Windows Xp 2.1 Configurazione Windows Vista 3.1 Configurazione Windows Seven 1.1 - WINDOWS XP Seguire i seguenti passi per

Dettagli

1 - Installare Microsoft Live Meeting Client

1 - Installare Microsoft Live Meeting Client Ambiente di comunicazione sincrono per i ricevimenti Indice 1 - Installare Microsoft Live Meeting Client... 3 2 - Accedere al ricevimento in qualità di Studente... 4 Accesso al ricevimento... 4 3 - Attivazione

Dettagli

MANUALE UTENTE V.1.1

MANUALE UTENTE V.1.1 MANUALE UTENTE V.1.1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 2 Prerequisiti utilizzo sito myfasi... 4 3 Primo accesso al Sito Web... 5 4 Attivazione dispositivo USB myfasi... 9 5 Accesso al sito web tramite dispositivo

Dettagli

Cogetech S.p.A. - PI 04497000960 - Concessione GAD n.15113

Cogetech S.p.A. - PI 04497000960 - Concessione GAD n.15113 Super fast hot hot Guida / Regole Introduzione L obiettivo è di ottenere una combinazione vincente su una linea selezionata distribuita sui rulli. Caratteristiche Generali Tipo Slot Meno della Puntata

Dettagli

GUIDA AI CORSI OFFICE PER IL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO

GUIDA AI CORSI OFFICE PER IL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO GUIDA AI CORSI OFFICE PER IL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO INDICE Verifica dei requisiti tecnici... 1 *Rimozione blocco popup... 1 In Internet Explorer... 1 In Mozilla Firefox... 4 In Google Chrome...

Dettagli

Manuale riferito alla versione 1.2.0

Manuale riferito alla versione 1.2.0 Manuale riferito alla versione 1.2.0 1 INDICE Pag. 1 INSTALLAZIONE DI XSTREAMING 3 1.1 AZIONI PRELIMINARI 3 1.1.1 OTTENERE UN FILE DI LICENZA 3 1.2 INSTALLAZIONE 3 1.3 VERSIONI 3 1.4 CONFIGURAZIONE HARDWARE

Dettagli

AGGIORNAMENTO PER RSPP, ASPP E DL SPP in modalità e-learning. 6 / 10 / 14 ore in base al livello di rischio dell azienda (basso/ medio / alto)

AGGIORNAMENTO PER RSPP, ASPP E DL SPP in modalità e-learning. 6 / 10 / 14 ore in base al livello di rischio dell azienda (basso/ medio / alto) AGGIORNAMENTO PER RSPP, ASPP E DL SPP in modalità e-learning Normativa Durata Per RSPP e ASPP: - art. 32, comma 6, del D.Lgs. 81/08; - Accordo della Conferenza Stato-Regioni del 26 gennaio 2006, attuativo

Dettagli

Manuale d uso per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente)

Manuale d uso per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente) per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente) Indice Introduzione... 3 Requisiti minimi di sistema... 4 Modalità di accesso... 4 Accesso alla Piattaforma... 5 Pannello Utente... 6 Pannello Messaggi...

Dettagli

FileMaker Pro 13. Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13

FileMaker Pro 13. Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13 FileMaker Pro 13 Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054

Dettagli

1 Registrazione / account

1 Registrazione / account Vidia FAQ Indice 1 Registrazione / account... 5 1.1 Come ci si registra?... 5 1.2 Come si effettua il login?... 5 1.3 Come creare account per i colleghi del team?... 5 1.4 Come nominare amministratore

Dettagli

Teleskill Video Conference Live

Teleskill Video Conference Live Teleskill Video Conference Live Videocomunicazione professionale interattiva su web pres-tlive-v5.0 Teleskill Video Conference Live Comunicazione audiovisiva sincrona interattiva tra più utenti remoti

Dettagli

Virtual meeting istruzioni per l uso v 1.0 del 10 aprile 2012 - by LucioTS

Virtual meeting istruzioni per l uso v 1.0 del 10 aprile 2012 - by LucioTS Qui di seguito le istruzioni per partecipare ai virtual meeting 3rotaie. Il software (ad uso gratuito per scopi non commerciali) scelto è TeamViewer (scaricabile da http://www.teamviewer.com) che la momento

Dettagli

PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine. MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE

PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine. MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE Introduzione 1. Requisiti di sistema 2. Accesso alla piattaforma didattica 2.1. Informazioni

Dettagli

Aspetti tecnici: usare breeze. funzioni base

Aspetti tecnici: usare breeze. funzioni base Aspetti tecnici: usare breeze funzioni base Moderatore (host) Come si presenta ad inizio sessione l ambiente sincrono di comunicazione Breeze Meeting. Corsista (participant) Chat testuale Spazio per eventuali

Dettagli

Piccola guida pratica a. Piattaforma per l e- learning

Piccola guida pratica a. Piattaforma per l e- learning Piccola guida pratica a Piattaforma per l e- learning Aggiornata al 30/06/2014 1 Sommario Prima di iniziare.... 3 Verifica del browser e aggiornamento... 3 Come segnalare eventuali problemi.... 4 A chi

Dettagli

Indicazioni per una corretta configurazione del browser

Indicazioni per una corretta configurazione del browser MOBS Sistema di interscambio dati MOBilità Sanitaria Versione 1.0.0 Indicazioni per una corretta configurazione del browser Versione dicembre 2012 MBS MUT-01-V02_ConfigurazioneBrowser Pag. 1 di 25 Uso:

Dettagli

Ingegneria Marketing Tecnologia L INFRASTRUTTURA INFORMATICA DEL PROGETTO. Ing. Rodolfo Gamberale

Ingegneria Marketing Tecnologia L INFRASTRUTTURA INFORMATICA DEL PROGETTO. Ing. Rodolfo Gamberale L INFRASTRUTTURA INFORMATICA DEL PROGETTO Ing. Rodolfo Gamberale L INFRASTRUTTURA INFORMATICA L infrastruttura sarà basata su Internet, con le seguenti linee di base: Vi sarà un sito dedicato al progetto,

Dettagli

Cogetech S.p.A. - PI 04497000960 - Concessione GAD n.15113

Cogetech S.p.A. - PI 04497000960 - Concessione GAD n.15113 Ninja Chef Guida / Regole Introduzione L obiettivo è di ottenere una combinazione vincente su una linea selezionata distribuita sui rulli. Caratteristiche Generali Tipo Slot RTP 95.20% Lingue IT, EN, FR,

Dettagli

S4NET. Configurazione Browser. Rev. 1.0 del 11/05/2011

S4NET. Configurazione Browser. Rev. 1.0 del 11/05/2011 Soluzioni Paghe Gestionali d Impresa (ERP) Software Development E-Business Solutions ASP e Hosting System Integration e Networking Architetture Cluster Fornitura e Installazione Hardware S4NET Rev. 1.0

Dettagli

Skype è un programma gratuito scaricabile dal sito ufficiale, consente agli utenti in tutto il mondo di videocomunicare gratis da PC a PC.

Skype è un programma gratuito scaricabile dal sito ufficiale, consente agli utenti in tutto il mondo di videocomunicare gratis da PC a PC. Skype è un programma gratuito scaricabile dal sito ufficiale, consente agli utenti in tutto il mondo di videocomunicare gratis da PC a PC. Le chiamate sono criptate e l'azienda produttrice del programma

Dettagli

Gestione del database Gidas

Gestione del database Gidas Gestione del database Gidas Manuale utente Aggiornamento 20/06/2013 Cod. SWUM_00535_it Sommario 1. Introduzione... 3 2. Requisiti e creazione del Database Gidas... 3 2.1.1. SQL Server... 3 2.1.2. Requisiti

Dettagli

OpenSim BasilicataLive

OpenSim BasilicataLive OpenSim BasilicataLive Specifiche tecniche e funzionalità Versione 1.2 Sommario 1. Open Sim: requisiti hardware/software lato client... 3 3. BasilicataLive: caratteristiche funzionali... 4 4. Problemi

Dettagli

COMUNICAZIONE E VIDEO-COMUNICAZIONE

COMUNICAZIONE E VIDEO-COMUNICAZIONE 74 COMUNICAZIONE E VIDEO-COMUNICAZIONE Presentazione Una grande associazione come l Aics non può rimanere insensibile alla grande rivoluzione che si sta verificando nel campo delle comunicazioni interpersonali

Dettagli

AMD Athlon64, Opteron o Intel EM64T Pentium 4 / Pentium 4 processore Xeon Spazio libero su hard disk: 50MB 50MB

AMD Athlon64, Opteron o Intel EM64T Pentium 4 / Pentium 4 processore Xeon Spazio libero su hard disk: 50MB 50MB 1 AVAST! 4 HOME EDITION 1.1 SPECIFICHE DEL PRODOTTO Avast! è un AntiVirus, un programma creato con lo scopo di rilevare ed eliminare virus informatici. I virus sono programmi che appartengono alla categoria

Dettagli

Guida rapida alla Webconferencing

Guida rapida alla Webconferencing Guida rapida alla Webconferencing Questa Guida rapida illustra le operazioni più frequenti nell utilizzo di MeetIn Web. In particolare: Eseguire il settaggio iniziale di dispositivi audio e video Connettersi

Dettagli

SERVIZIO EASYWEB INDICE GUIDA RAPIDA PER LA CONFIGURAZIONE DEL BROWSER. Quale browser usi? Introduzione. Browser compatibili e blocco popup

SERVIZIO EASYWEB INDICE GUIDA RAPIDA PER LA CONFIGURAZIONE DEL BROWSER. Quale browser usi? Introduzione. Browser compatibili e blocco popup SERVIZIO EASYWEB SE SIETE STATI REDIREZIONATI QUI PERCHE IL VOSTRO BROWSER, O UNA DELLE TOOL-BAR CHE VI SONO INSTALLATE, STA BLOCCANDO LA COMPARSA DELLA FINESTRA DI EASYWEB, LEGGETE QUESTA BREVE GUIDA

Dettagli

Guida rapida all uso del client UC-One Desktop e Mobile per il servizio Cloud PBX Acantho

Guida rapida all uso del client UC-One Desktop e Mobile per il servizio Cloud PBX Acantho Guida rapida all uso del client UC-One Desktop e Mobile per il servizio Cloud PBX Acantho Versione 1.0 Dicembre 2014 Installazione su Smartphone Android oppure ios 1. Accedere allo store Play Store oppure

Dettagli

Piccola guida pratica a. Piattaforma per l e-learning

Piccola guida pratica a. Piattaforma per l e-learning Piccola guida pratica a Piattaforma per l e-learning Aggiornata a Novembre 2015 1 Sommario Prima di iniziare.... 3 Creazione dell account su formazione-almadiploma.unife.it... 3 Il login... 3 Completamento

Dettagli

CONFIGURAZIONE DELLA CONNESSIONE DI RETE WIRELESS IULM_WEB (XP)

CONFIGURAZIONE DELLA CONNESSIONE DI RETE WIRELESS IULM_WEB (XP) CONFIGURAZIONE DELLA CONNESSIONE DI RETE WIRELESS IULM_WEB (XP) Di seguito le procedure per la configurazione con Windows XP SP2 e Internet Explorer 6. Le schermate potrebbero leggermente differire in

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma NOTE OPERATIVE DI INSTALLAZIONE DEL PRODOTTO LIVEUPDATE DI EBRIDGE Rev. 1.00 marzo 2012 Note di installazione e configurazione di LIVEUPDATE ebridge SOMMARIO 1. Generale... 3 2. Requisiti minimi hardware

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Adobe Acrobat Connect Pro 7 Note sulla versione

Adobe Acrobat Connect Pro 7 Note sulla versione Adobe Acrobat Connect Pro 7 Note sulla versione Benvenuti in Adobe Acrobat Connect Pro 7. Questo documento contiene informazioni recenti sul prodotto che non sono trattate nella documentazione di Connect

Dettagli

FAQ DOMANDE FREQUENTI

FAQ DOMANDE FREQUENTI FUNZIONAMENTO DELLA PIATTAFORMA FAQ DOMANDE FREQUENTI In cosa consiste la VideoFad? La VideoFad è la nuova formazione a distanza video. Si tratta di corsi Audio e Video con slide sincronizzate, nei quali

Dettagli

Manuale PC APP EVOLUZIONE UFFICIO

Manuale PC APP EVOLUZIONE UFFICIO Manuale PC APP EVOLUZIONE UFFICIO Release 1.1 1 Sommario 1 INTRODUZIONE... 4 2 PREREQUISITI HARDWARE E SOFTWARE... 4 3 INSTALLAZIONE DELLA PC APP... 5 3.1 DOWNLOAD DA PORTALE CONFIGURA EVOLUZIONE UFFICIO...

Dettagli

Software SMART Bridgit

Software SMART Bridgit Caratteristiche tecniche Software SMART Bridgit Versione 4.5 Descrizione prodotto Il software SMART Bridgit è un software per conferenze client/server efficace dal punto di vista dei costi che consente

Dettagli

Hercules Wireless G Series INDICE. Ciccando su una qualsiasi voce di questo elenco, verrà visualizzato il capitolo corrispondente

Hercules Wireless G Series INDICE. Ciccando su una qualsiasi voce di questo elenco, verrà visualizzato il capitolo corrispondente INDICE Ciccando su una qualsiasi voce di questo elenco, verrà visualizzato il capitolo corrispondente 1. HERCULES WIRELESS G E WINDOWS VISTA... 3 1.1. Connessione ad una rete wireless... 3 1.2. Connessione

Dettagli

SmartyManager Procedura per il recupero del driver Manuale utente

SmartyManager Procedura per il recupero del driver Manuale utente SmartyManager Procedura per il recupero del driver Se si dovesse verificare un errore durante l installazione del driver SmartyCam Windows mostrerebbe questo messaggio: Per ripetere l installazione scollegare

Dettagli

Durante la prova compare il messaggio Esame fallito

Durante la prova compare il messaggio Esame fallito 1.1.1 ATLAS Guide : ESAME FALLITO Durante la prova compare il messaggio Esame fallito DESCRIZIONE DEL PROBLEMA Durante lo svolgimento della prova, sulla postazione d esame compare il messaggio Il tuo esame

Dettagli

Xerox EX Print Server, Powered by Fiery per Xerox Color 800/1000 Press. Guida introduttiva

Xerox EX Print Server, Powered by Fiery per Xerox Color 800/1000 Press. Guida introduttiva Xerox EX Print Server, Powered by Fiery per Xerox Color 800/1000 Press Guida introduttiva 2011 Electronics For Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente

Dettagli

CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014. Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows

CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014. Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014 Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows CORSO BASE DI INFORMATICA Il corso di base è indicato per i principianti e per gli autodidatti che vogliono

Dettagli

IT DA2 Kit Guida al a programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.5 07 01 2016

IT DA2 Kit Guida al a programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.5 07 01 2016 DA2 Kit IT Guida alla programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.5 07 01 2016 GUIDA AI SIMBOLI DI QUESTO MANUALE Al fine di agevolare la consultazione del documento

Dettagli

ISTRUZIONI per l utilizzo della Firma Digitale Banca Marche INDICE. 2. Predisposizione iniziale: Installazione Driver e Avvio Menù di Gestione

ISTRUZIONI per l utilizzo della Firma Digitale Banca Marche INDICE. 2. Predisposizione iniziale: Installazione Driver e Avvio Menù di Gestione ISTRUZIONI per l utilizzo della Firma Digitale Banca Marche INDICE 1. Introduzione 2. Predisposizione iniziale: Installazione Driver e Avvio Menù di Gestione 3. Accessi Successivi al Menù Gestione 4. Utilizzo

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

IT DA2 Kit Guida al a programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015

IT DA2 Kit Guida al a programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015 DA2 Kit IT Guida alla programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015 GUIDA AI SIMBOLI DI QUESTO MANUALE Al fine di agevolare la consultazione del documento

Dettagli

Indicazioni per una corretta configurazione del browser

Indicazioni per una corretta configurazione del browser SDS Scarico informazioni di dettaglio Basi Dati Sanità Versione 1.0.0 Indicazioni per una corretta configurazione del browser Versione novembre 2012 SDS-ConfigurazioniBrowser_v02 Pag. 1 di 27 Uso: ESTERNO

Dettagli

CTIconnect PRO 3.x. Manuale d uso !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Versione 01.06.2014 Versione WMS: 3.x

CTIconnect PRO 3.x. Manuale d uso !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Versione 01.06.2014 Versione WMS: 3.x CTIconnect PRO 3.x Versione 01.06.2014 Versione WMS: 3.x Manuale d uso CTIconnect PRO è l applicazione di collaboration che permette agli utenti di monitorare lo stato di presence dei propri colleghi e

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Caratteristiche principali Telefono piccolo e leggero con interfaccia USB per la telefonia VoIP via internet. Compatibile con il programma Skype. Alta qualità audio a 16-bit. Design compatto con tastiera

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

Manuale di Nero MediaStreaming per MCE

Manuale di Nero MediaStreaming per MCE Manuale di Nero MediaStreaming per MCE Nero AG Informazioni sul copyright e sui marchi Questo manuale e il contenuto dello stesso sono protetti da copyright e sono di proprietà di Nero AG. Tutti i diritti

Dettagli

ITALIANO PHONE-VS. Manuale per l utente

ITALIANO PHONE-VS. Manuale per l utente ITALIANO PHONE-VS Manuale per l utente ÍNDICE 1 INTRODUZIONE... 1 2 INSTALLAZIONE ED AVVIO... 1 3 ATTIVAZIONE DEL PROGRAMMA... 4 4 CONFIGURAZIONE DELLE CONNESSIONI... 6 5 CONNESSIONE... 9 5.1 SCHERMATA

Dettagli

MANUALE TECNICO n. 01.00 AGGIORNATO AL 05.04.2013 INSTALLAZIONE ACCESSO SERVER FARM SU WINDOWS 7

MANUALE TECNICO n. 01.00 AGGIORNATO AL 05.04.2013 INSTALLAZIONE ACCESSO SERVER FARM SU WINDOWS 7 MANUALE TECNICO N.01.00 DEL 05.04.2013 INSTALLAZIONE ACCESSO SERVER FARM SU WINDOWS 7 Indice Reperibilità e scarico del software di accesso alla Server Farm Pag. 2 Installazione del software di accesso

Dettagli

Video Fad. Videoformazione per doganalisti. MANUALE OPERATIVO rel. 1.10. 20 gennaio 2010. 2009 - emark corporate media

Video Fad. Videoformazione per doganalisti. MANUALE OPERATIVO rel. 1.10. 20 gennaio 2010. 2009 - emark corporate media Video Fad Videoformazione per doganalisti MANUALE OPERATIVO rel. 1.10 20 gennaio 2010 2009 - emark corporate media Sommario Introduzione...2 Requisiti hardware e software...3 Registrazione...4 Videolezione...5

Dettagli

Manuale. di configurazione. Interfaccia di gestione. Configurazioni. Storage. Stampanti SOMMARIO

Manuale. di configurazione. Interfaccia di gestione. Configurazioni. Storage. Stampanti SOMMARIO Manuale di configurazione 2 Configurazioni 8 Storage 30 Stampanti 41 Manuale Interfaccia di gestione di configurazione SOMMARIO Interfaccia di gestione INTRODUZIONE La configurazione del modem può essere

Dettagli

Manuale configurazione rete, accesso internet a tempo e posta elettronica

Manuale configurazione rete, accesso internet a tempo e posta elettronica accesso internet a tempo e posta elettronica Indice 1. REQUISITI NECESSARI -------------------------------------------------------------------------- 4 1.1. PREDISPORRE I COLLEGAMENTI --------------------------------------------------------------------

Dettagli

FAQ. 1. Come si fa ad effettuare una videochiamata one to one

FAQ. 1. Come si fa ad effettuare una videochiamata one to one CSI-Piemonte Servizio WebConference WebConference FAQ Prenotazione 1. Come si fa ad effettuare una videochiamata one to one Per effettuare una videochiamata è necessario aprire lo strumento Easymeeting

Dettagli

OGGETTO: Indizione Corso Provinciale per Allenatore di 1 G rado

OGGETTO: Indizione Corso Provinciale per Allenatore di 1 G rado Agli Allievi Allenatori aventi diritto Alle Società della Provincia di Messina Loro sedi OGGETTO: Indizione Corso Provinciale per Allenatore di 1 G rado Il Comitato Provinciale di Messina in collaborazione

Dettagli