Guida all utilizzo: Screen Sharing (data pubblicazione 22/06/2012)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida all utilizzo: Screen Sharing (data pubblicazione 22/06/2012)"

Transcript

1 Guida all utilizzo: Screen Sharing (data pubblicazione 22/06/2012)

2 Indice Indice... 2 Introduzione... 3 Requisiti minimi per una sessione di Screen Sharing... 4 Test di autodiagnosi... 5 Screen Sharing... 8 Interfaccia di conduzione (presentazione) Interfaccia di visualizzazione remota

3 Introduzione La funzionalità Screen Sharing integrata nella piattaforma di videoconferenza skymeeting consente al conduttore di condividere il proprio desktop con tutti i partecipanti al meeting. Nelle pagine seguenti viene fornita una guida rapida sull utilizzo di questa funzionalità, unitamente alle specifiche dei requisiti minimi richiesti per garantirne la corretta fruibilità. I contenuti visualizzati durante la sessione di screen sharing sono registrati e quindi disponibili nella sessione archiviata, sia on-line che scaricata in locale 1. 1 La possibilità di scaricare contenuti in locale dipende dalla tipologia di piano tariffario scelto. 3

4 Requisiti minimi per una sessione di Screen Sharing La funzionalità di pubblicazione è disponibile solamente per piattaforma Windows con Internet Explorer 8 (e succ.), FireFox 3.5 (e succ) o Chrome 6 (e succ.). Al primo utilizzo verrà richiesta l installazione dell apposito plug-in; una volta installato il plug-in, terminare la sessione e farla ripartire. Computer Intel Pentium IV 3.0 GHz MB RAM Windows XP/Vista/7 MAC OSX 10.4 e succ. (solo ospite, non conduttore) Linux (solo ospite, non conduttore) Risoluzione schermo 1024 x 768 Flash Player Versione e succ. Browser Internet Explorer 8 e succ. Firefox 3.6 e succ. Chrome 6.0 e succ. Safari e succ. (solo ospite, non conduttore) Opera 9.6 e succ. (solo ospite, non conduttore) Accessori multimediali Webcam con almeno 320x240 con 15 f.p.s (solo per conduttore) Cuffie USB con microfono integrato Connessione Internet Per condurre una sessione di Screen Sharing, è necessario disporre di una connessione Internet veloce (xdsl - fibra) con almeno 512 Kb/s in upload (consigliati almeno 1024 Kb/s); per assistere ad una sessione di Screen Sharing occorre disporre di almeno 512 Kb/s in download (consigliati almeno 1024 Kb/s). I requisiti di banda aumentano con la condivisione di schermi di dimensioni elevate e con l uso delle modalità di pubblicazione in alta qualità. Attivazioni contemporanee di più funzionalità avanzate possono condurre all assorbimento di picchi superiori a 2 Mb/s. Firewall La funzionalità di Screen Sharing di skymeeting richiede l intervento di apertura della porta 1936 (in sola uscita, per i protocolli TCP e UPD). In assenza di apertura della porta non sarà possibile utilizzare il servizio di Screen Sharing. 4

5 Test di autodiagnosi Il test di autodiagnosi è lo strumento creato per controllare che la postazione dalla quale si sta eseguendo il test sia idonea ad effettuare sessioni di videoconferenza. Per poter fruire al meglio del sistema di videoconferenza skymeeting è opportuno aprire le porte 1935 e 1936 sul router/firewall aziendale (e su tutte le postazioni su cui si vuole usare il servizio di videoconferenza). Le porte vanno aperte in sola uscita, sia per il protocollo UDP che per quello TCP; gli indirizzi verso cui aprire le connessioni sono stream1.skymeeting.net e stream2.skymeeting.net 2. Se il router/firewall permette l impostazione del QoS è consigliato impostare una priorità alta al traffico in uscita verso gli indirizzi dei server skymeeting (stream1.skymeeting.net e stream2.skymeeting.net). Se il router/firewall permette di configurare il bandwidth throttling è consigliato effettuare una configurazione che garantisca, a ciascuna postazione, valori minimi di 400 Kb/s in upload e di 800 Kb/s in download da dedicare al servizio di videoconferenza (tali requisiti soddisfano anche l uso della funzionalità di screen sharing con dimensioni dello schermo di 1024x768; fluttuazioni da questi valori possono intervenire in funzione della dimensione dello schermo da condividere e dei contenuti presentati). Con l ausilio del test di autodiagnosi è possibile diagnosticare eventuali problemi (es. impostazioni webcam, firewall, ecc.) e controllare che gli interventi effettuati dai tecnici IT siano risolutivi. L accesso avviene tramite la URL se il plug-in Flash non è installato correttamente si verrà invitati a scaricarlo dal sito Adobe. Al termine del test verrà presentata una schermata riassuntiva di questo tipo: Fig. 1 Test di autodiagnosi 2 La restrizione di accesso ai soli server skymeeting è un ulteriore rafforzativo alla sicurezza della rete aziendale. 5

6 I valori riportati nell esempio di fig. 1 sono riferiti ad una postazione idonea a partecipare sessioni di videoconferenza sia in modalità di conduttore che di partecipante con utilizzo delle funzionalità avanzate Super Size, Primo Piano e Screen Sharing. Requisiti (1) In quest area sono elencate le caratteristiche del computer in termini di software installato e necessarie abilitazioni: Flash Player: versione del plug-in flash installato - rappresentato da quattro gruppi di cifre dove il primo a sinistra è il più significativo ( in questo esempio). Javascript: stato di javascript - può essere abilitato o disabilitato (abilitato in questo esempio). OS: sistema operativo installato sul computer (Windows Vista in questo esempio). Browser: browser installato sul computer e utilizzato per eseguire il test (Internet Explorer 7 in questo esempio). Schermo: risoluzione dello schermo - può essere corretta oppure non corretta (corretta in questo esempio). Pop-up: stato del blocco pop-up - può essere nessun blocco oppure blocco attivo. Il blocco potrebbe essere causato dal browser, da un antivirus oppure da una qualche toolbar aggiuntiva (nessun blocco in questo esempio). Connessione (2) In quest area sono elencate le caratteristiche di connettività a disposizione della postazione da cui si sta effettuando il test: Stato connessione: un breve messaggio indica se le caratteristiche rilevate permettono o meno di poter utilizzare le funzioni base del servizio di videoconferenza (la connessione è adatta in questo esempio). RTMP (1935): OK se la porta è aperta - FAIL se la porta è chiusa (OK in questo esempio). La chiusura della porta 1935 può essere causa di prestazioni scadenti. RTMP (1936): OK se la porta è aperta - FAIL se la porta è chiusa (OK in questo esempio). La funzionalità di Screen Sharing richiede obbligatoriamente l apertura della porta RTMPT (80): OK se la porta è aperta - FAIL se la porta è chiusa (OK in questo esempio). Download: velocità di download rilevata - valore espresso in kilobit al secondo ( Kb/s in questo esempio). Upload: velocità di upload rilevata - valore espresso in kilobit al secondo ( Kb/s in questo esempio). Latenza: valore di latenza rilevato - valore espresso in millisecondi (41 ms in questo esempio). La latenza rappresenta il tempo di propagazione dell informazione; valori di latenza superiori a 150 ms possono essere la causa di prestazioni scadenti (audio/video frammentato o in ritardo). 6

7 Impostazioni audio/video (3) In quest area è riportato lo stato della webcam e sono presenti i tasti di impostazione delle periferiche audio/video: Stato della webcam: se si vede la propria immagine, la webcam è configurata correttamente; se si vede lo schermo bianco, la webcam potrebbe essere in uso da un altro applicativo - ad esempio un programma di instant messaging o il software di configurazione della webcam - (configurata correttamente in questo esempio). Imposta webcam: premendo il tasto apparirà il pannello di controllo di Adobe Flash Player per l impostazione della webcam. Imposta microfono: premendo il tasto apparirà il pannello di controllo di Adobe Flash Player per l impostazione del microfono. Test audio: premendo il tasto verrà effettuato il playback di un file audio Se riesci a sentire questo messaggio significa che il tuo audio è settato correttamente. Se non si sente nulla è opportuno controllare il kit audio che si sta utilizzando. Ripeti test: premere per eseguire nuovamente il test. Può essere utile ripetere in sequenza il test per analizzare fluttuazioni di connettività. Se uno o più requisiti non vengono soddisfatti ( ), è comunque possibile provare a partecipare alla videoconferenza. In questo caso non c è garanzia di ottenere prestazioni adeguate, né che si possano utilizzare tutte le funzionalità. 7

8 Screen Sharing Utilizzo in modalità locale/remota Per iniziare una sessione di Screen Sharing in modalità locale, ovvero condividere l intero desktop del conduttore: selezionare il nome del conduttore dalla lista Utenti connessi premere il tasto Screen Sharing per visualizzare l interfaccia di conduzione della sessione di presentazione del contenuto del PC del conduttore. Per iniziare una sessione di Screen Sharing in modalità remota, ovvero condividere l intero desktop di un utente remoto: selezionare il nome del partecipante dalla lista Utenti connessi premere il tasto Screen Sharing per visualizzare l interfaccia di conduzione della sessione di presentazione del contenuto del PC del partecipante Fig. 2 Selezione utente L interfaccia di conduzione della sessione di Screen Sharing è la stessa sia in modalità locale che remota. Prima di avviare una sessione di Screen Sharing è necessario assicurarsi che il conduttore e tutti i partecipanti abbiano: eventuali blocchi pop-up disabilitati 3 (operazione necessaria anche per la conduzione di una sessione di videoconferenza); la porta 1936 aperta 4. Le postazioni che non soddisfano i requisiti sopra indicati non saranno in grado di seguire la sessione di Screen Sharing. Il conduttore del meeting può terminare una sessione di Screen Sharing remota in qualunque momento premendo il tasto Screen Sharing presente nell interfaccia di conduzione. 3 Per approfondimenti sulle modalità di rimozione dei blocchi pop-up, visitare il corporate blog 4 È sufficiente che la porta sia aperta in sola uscita. Utilizzare il system test che si trova all indirizzo per controllare lo stato della connettività e delle porte. 8

9 Inizio sessione Come riportato nei paragrafi precedenti, per iniziare una sessione di Screen Sharing durante una videoconferenza con skymeeting è necessario selezionare il nome del conduttore dalla lista Utenti connessi (lo stesso conduttore della videoconferenza o un utente remoto) e successivamente premere il tasto Screen Sharing; a questo punto si attiverà una nuova finestra relativa all interfaccia di conduzione della sessione di Screen Sharing; la sessione in corso sarà segnalata da un led lampeggiante nell interfaccia del conduttore della videoconferenza. Per chiudere o revocare l interfaccia di conduzione è sufficiente premere nuovamente il tasto Screen Sharing: in questo caso, se è attiva una sessione remota (ovvero condotta da uno dei partecipanti al meeting), la sessione verrà terminata immediatamente. Al primo utilizzo, come conduttore della sessione di Screen Sharing, verrà richiesta l installazione di un plug-in 5 ; una volta apparsa la richiesta di installazione (solitamente in alto nella finestra) premere il tasto destro del mouse sulla richiesta e consentire l installazione. 5 Attualmente sono supportate solo postazioni Windows con browser Internet Explorer 7/8 e FireFox 2/3. 9

10 Interfaccia di conduzione (presentazione) L interfaccia di conduzione Screen Sharing è visualizzata in una finestra separata rispetto alla finestra della videoconferenza in corso; le dimensioni sono contenute in modo da occupare una porzione ridotta del desktop. È consigliabile, al conduttore della sessione, di minimizzare la finestra principale della videoconferenza per massimizzare lo spazio sul proprio desktop per le applicazioni da condividere. 1 Fig. 3 Interfaccia controllo Screen Sharing L interfaccia presenta una serie di controlli per la gestione della sessione: Tasto Start/Stop (1): consente di attivare o disattivare la sessione. Quando la presentazione è disattivata (appena compare la finestra) i partecipanti non visualizzano ancora nulla; quando il conduttore preme il tasto Start la presentazione diventa attiva e ogni partecipante visualizza la finestra di presentazione della sessione di Screen Sharing. Lista Selezione applicazione: consente la selezione dell intero desktop, di un applicazione 6 o di una porzione dello schermo da pubblicare e condividere. Se il PC ha piu di uno schermo, scegliendo Desktop verrà condiviso il desktop corrispondente allo schermo impostato come predefinito. Lista Utenti connessi: quando la sessione è attiva (ovvero dopo che è stato premuto il tasto Start per avviare la presentazione) appare l elenco degli utenti remoti connessi nella sessione di videoconferenza. Controllo remoto: per trasferire il controllo della sessione ad un utente remoto, è necessario selezionare il nominativo dell utente tra quelli presenti in questa lista e premere il tasto. Finestra Visualizzazione: questa finestra è visibile solamente nello stato di presentazione attiva. Selezionando la casella on/off viene visualizzato il contenuto condiviso con i partecipanti alla 6 Se l applicazione da condividere non viene riconosciuta correttamente, si consiglia di selezionare il desktop oppure lo strumento di selezione della porzione di schermo. 10

11 sessione. Questa funzione consente al conduttore di visualizzare in locale ciò che viene trasmesso. L attivazione della visualizzazione locale richiede un assorbimento di banda supplementare; se ne consiglia l attivazione solo se necessario ed in presenza di adeguata connettività. Start presentazione Per attivare la presentazione è necessario premere il tasto Start/Stop. Inizialmente (a sessione non attiva) il tasto ha l aspetto di un triangolo, simile al tasto Play di un videoregistratore. Premendo il tasto e attivando la sessione, il tasto assume l aspetto di un quadrato (1), simile al tasto Stop di un videoregistratore. Una volta avviata la sessione, nella lista Utenti connessi vengono riportati i nominativi degli utenti connessi in videoconferenza. Per terminare la presentazione è necessario premere il tasto Start/Stop; verrà visualizzato il messaggio Presentazione disattivata e contestualmente le finestre di visualizzazione di ogni partecipante verranno chiuse automaticamente. 1 Fig. 4 Interfaccia controllo Screen Sharing Fine sessione Per terminare una sessione di Screen Sharing, selezionare il tasto di chiusura X di colore arancio posizionato in alto a destra. Alla chiusura della finestra, il tasto Screen Sharing presente nell interfaccia di conduzione principale del meeting termina di lampeggiare; al termine della sessione è possibile avviarne una nuova. 11

12 È possibile terminare una sessione di Screen Sharing anche premendo direttamente il tasto Screen Sharing presente nell interfaccia di conduzione principale del meeting. Una volta premuto, il tasto termina di lampeggiare; al termine della sessione è possibile avviarne una nuova. Selezione qualità presentazione È possibile impostare il livello di qualità della presentazione mediante il controllo Qualità. Il livello di qualità è rappresentato da un mix variabile tra frame rate (velocità di aggiornamento dello schermo) e quantità di colori trasmessi; all aumentare del livello di qualità, aumentano sia il frame rate che i colori, con conseguente aumento della banda necessaria per la trasmissione da parte di chi pubblica e per la ricezione da parte di chi visualizza. I livelli di qualità che possono essere impostati sono: Minima: consigliata solo in caso di forte criticità di connessione (insufficiente banda in upload per il conduttore e/o insufficiente banda in download per i partecipanti). La qualità dei colori è limitata ma è comunque garantita la leggibilità dei testi scritti. Bassa: modalità che offre un livello di colori superiore alla modalità minima. Media: modalità impostata di default. Offre una buona qualità di visualizzazione in termini di colori e frame rate. Nella maggior parte dei casi, questa è la modalità ottimale. Alta: modalità che offre un livello di colori superiore alla modalità media. Massima: modalità offre la massima quantità di colori possibile con il massimo frame rate. In questo caso il requisito di banda necessaria in upload e download diventa elevato (circa 1 Mb/s in media, con picchi istantanei fino 2 Mb/s). Fig. 5 Livelli di qualità Durante una sessione di Screen Sharing è attivo anche lo streaming audio e video dei partecipanti al meeting; la qualità dovrà essere impostata coerentemente con la banda disponibile, al fine di evitare la saturazione del canale, con conseguente degrado e frammentazione nella 12

13 visualizzazione da parte dei partecipanti; se sono attive modalità avanzate di Super Size o Primo Piano, se ne raccomanda la disattivazione. Controllo remoto Una volta iniziata la presentazione della sessione, è possibile passare il controllo della sessione ad un utente remoto. L utente che ha ricevuto il controllo sarà in grado di interagire con le applicazioni presenti sul computer del conduttore della sessione di Screen Sharing. Per trasferire il controllo remoto: selezionare un utente dalla lista degli Utenti connessi (presente nell interfaccia di conduzione di Screen Sharing) premere il tasto Controllo remoto Una volta trasferito il controllo, a fianco del nominativo dell utente selezionato apparirà l icona di una matita, ad indicare che l utente dispone del controllo remoto; il tasto Controllo remoto si commuterà in Controllo locale. Per revocare il controllo remoto, il conduttore dovrà semplicemente premere sul tasto Controllo Locale. Fig. 6 Controllo remoto/locale Ciascun utente remoto può richiedere al conduttore il trasferimento del controllo della sessione di Screen Sharing. Questa funzione verrà mostrata più avanti. Visualizzazione locale del contenuto pubblicato Il conduttore ha la possibilità di visualizzare in locale il contenuto pubblicato e condiviso con tutti i partecipanti. La funzione è attivabile solo a presentazione avviata - selezionando la casella on/off. 13

14 La finestra Visualizzazione mostra il contenuto pubblicato con proporzioni di schermo predefinite 7 ; questa funzione consente al conduttore di controllare i tempi di refresh dello schermo percepito dagli utenti remoti e di intervenire in tempo reale nella selezione della qualità di presentazione (fig.7). L attivazione della funzione di visualizzazione comporta un aumento del consumo di banda; è pertanto importante verificare lo stato della connessione per evitarne la saturazione ed il conseguente degrado della qualità di presentazione. È possibile che l immagine visualizzata non rispetti le proporzioni originali. Fig. 7 Visualizzazione locale 7 Poichè non viene rispettato il rapporto originario di schermo, in alcuni casi l immagine potrà apparire leggermente deformata. Ovviamente lo schermo che vedranno i partecipanti avrà le corrette proporzioni. 14

15 Interfaccia di visualizzazione remota L interfaccia di visualizzazione remota consente ai partecipanti del meeting di visualizzare l intero desktop o una porzione selezionata del desktop pubblicato dal conduttore. L interfaccia si attiva automaticamente nel momento in cui il conduttore avvia la sessione. Inizialmente la finestra di visualizzazione remota appare in dimensioni ridotte; dopo qualche istante si adatta automaticamente alla dimensione del contenuto pubblicato dal conduttore (fig.8). Fig. 8 Visualizzazione remota Visualizzazione normale/adattata L interfaccia di visualizzazione remota assume di default le dimensioni del contenuto pubblicato (visualizzazione normale); qualora le dimensioni del contenuto siano superiori a quelle effettivamente visualizzabili sullo schermo del partecipante, appariranno le barre di scorrimento orizzontale e verticale, in modo da consentire lo scorrimento del contenuto e visualizzare l area che eccede la dimensione della finestra (fig. 9). 15

16 Fig. 9 Visualizzazione remota: adatta a schermo disattivo È possibile visualizzare in un unica schermata tutto il contenuto pubblicato selezionando la casella Adatta schermo; dopo qualche istante, il contenuto pubblicato verrà automaticamente ridimensionato e adattato alle dimensioni della finestra di visualizzazione (fig. 10). È possibile passare da una modalità all altra semplicemente selezionando o deselezionando la casella Adatta schermo. L impostazione è locale sul PC del partecipante e non ha alcuna influenza sugli schermi degli altri partecipanti presenti nella sessione. 16

17 Fig. 10 Visualizzazione remota: adatta a schermo attivo Richiesta controllo remoto Ogni singolo partecipante alla sessione di Screen Sharing può richiedere al conduttore il controllo remoto della presentazione, selezionando il tasto Chiedi controllo. Una volta inviata la richiesta al conduttore, il led presente sul tasto diventa giallo, per segnalare l avvenuta richiesta al conduttore. Quando il conduttore concede il controllo della sessione (selezionando il tasto Controllo remoto nell interfaccia di conduzione vedi fig. 6) al partecipante che ne ha fatto richiesta, il led presente sul tasto inizia a lampeggiare in rosso, per segnalare che il controllo remoto della sessione è attivato. Il conduttore può interrompere in qualsiasi momento il controllo remoto della sessione di Screen Sharing e recuperare la conduzione diretta premendo nuovamente il tasto Controllo remoto nell interfaccia di Conduzione. Uscita di un partecipante dalla sessione 17

18 Ogni partecipante può terminare in qualsiasi momento e autonomamente la propria sessione di visualizzazione di Screen Sharing selezionando il tasto di chiusura X di colore arancio posizionato in alto a destra dell interfaccia. L uscita di uno o più partecipanti dalla sessione di Screen Sharing non influisce sulla sessione in corso e sui rimanenti partecipanti. Una volta abbandonata la sessione in corso, l utente non ha la possibilità di rientrare direttamente; per riconnettersi, è necessario uscire dal meeting in videoconferenza e ripetere le operazioni di login. Una volta rientrato nel meeting, l utente potrà visualizzare nuovamente l interfaccia di Screen Sharing. Scelta della qualità di presentazione e requisiti di banda necessari La scelta della qualità di presentazione dovrà essere effettuata valutando attentamente i seguenti fattori: Qualità della connessione internet Dimensioni dello schermo del conduttore Livello di qualità della presentazione Il livello qualitativo della connessione internet in termini di prestazioni è particolarmente importante per il conduttore della sessione di Screen Sharing. La qualità delle prestazioni della funzionalità di Screen Sharing è strettamente correlata alla disponibilità di banda necessaria per la trasmissione dei dati relativi al contenuto pubblicato. Tipicamente viene utilizzata una connessione di tipo ADSL, che presenta valori di upload decisamente inferiori a quelli di download, molto frequentemente senza banda minima garantita. Nella scelta del provider di servizi internet si raccomanda di attivare connessioni che prevedano bassi valori di latenza e banda minima garantita, quest ultimo è aspetto fondamentale per la qualità del collegamento; l assenza o un basso valore di questo parametro potrebbe creare criticità nell utilizzo del servizio in presenza di congestione della rete. Il conduttore, ovvero il soggetto che esegue lo Screen Sharing deve valutare i valori di upload (ovvero in trasmissione) della propria connessione, in quanto è il PC del conduttore che invia ai server skymeeting i dati relativi all applicazione da condividere. Il conduttore deve valutare anche i valori di download (ovvero in ricezione) delle connessioni dei singoli partecipanti, i cui PC ricevono i dati pubblicati dai server. Ogni singolo partecipante alla sessione di Screen Sharing è legato alla propria connessione ed è indipendente dagli altri. Nella scelta della qualità di pubblicazione, il conduttore della sessione dovrà quindi considerare anche la quantità media di banda disponibile presso i partecipanti. Esempio 1: per utilizzare uno schermo con risoluzione 1280x1024 pixel e impostare la qualità della presentazione in modalità Alta, è necessario disporre di una connessione con valori di upload non inferiori a 1 Mb/s. Esempio 2: per utilizzare uno schermo con risoluzione 1280x1024 pixel e impostare la qualità della presentazione in modalità Media, è necessario disporre di una connessione con valori di upload non inferiori a 650 Kb/s. La dimensione dello schermo del conduttore è il principale fattore di consumo di banda: uno schermo con risoluzione 1280x1024 pixel assorbe il 60% in più di banda rispetto ad uno schermo con risoluzione 1024x768 pixel. La qualità di presentazione influisce sulla quantità di colori inviata e sul frame rate di aggiornamento (ovvero la frequenza al secondo con cui vengono inviate le variazioni dello schermo ai partecipanti). Più elevata è la qualità di presentazione impostata, maggiore sarà la banda impegnata, con valori di picco 18

19 elevati in corrispondenza di grandi variazioni sullo schermo del conduttore (es. all apertura o alla chiusura di un applicazione). È importante ricordare che la sessione di Screen Sharing avviene contemporaneamente alla sessione di videoconferenza; di conseguenza la banda utilizzata dallo Screen Sharing si somma alla banda utilizzata dalla sessione di videoconferenza. Se il conduttore imposta un livello di qualità tale da superare il proprio limite di banda in upload, i partecipanti percepiranno un aggiornamento della visualizzazione in ritardo con probabile frammentazione delle immagini e del parlato. Non è possibile definire a priori il consumo di banda di una sessione di Screen Sharing, in quanto il contenuto viene definito autonomamente dal conduttore. Pertanto per raggiungere risultati ottimali con l utilizzo di questa funzionalità è necessario attenersi alle seguenti regole: Adottare una risoluzione dello schermo non troppo elevata; un valore di 1024x768 pixel rappresenta la scelta ottimale nella maggior parte dei casi. Elevati valori di risoluzione del proprio schermo possono generare problemi nella visualizzazione da parte di quei partecipanti che dispongono di schermi con risoluzioni più basse. Impostare il livello di qualità della presentazione sul valore Medio (impostato di default nell interfaccia di conduzione). Nel caso in cui la banda in upload lo consenta è possibile aumentare la qualità di pubblicazione. Qualora fosse osservato dai partecipanti un degrado delle prestazioni, il conduttore dovrà ridurre progressivamente la qualità di pubblicazione fino al valore che consente un utilizzo ottimale della sessione. Limitare la pubblicazione di applicazioni con contenuto frequentemente variabile (es. video o pagine web con contenuti multimediali). Ogni cambiamento del contenuto da pubblicare comporta l invio di una rilevante quantità di dati e richiede di conseguenza un carico di banda costante ed elevato. Verificare i valori di download dei singoli partecipanti e di upload del conduttore (eseguire il test di autodiagnosi. 19

Guida all utilizzo amministratori e conduttori (Data pubblicazione 20/11/2012)

Guida all utilizzo amministratori e conduttori (Data pubblicazione 20/11/2012) Guida all utilizzo amministratori e conduttori (Data pubblicazione 20/11/2012) www.skymeeting.net Indice Indice... 2 Introduzione... 3 Requisiti minimi richiesti per condurre un meeting... 4 Test di autodiagnosi...

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO Come eseguire una sessione DEMO CONTENUTO Il documento contiene le informazioni necessarie allo svolgimento di una sessione di prova, atta a verificare la

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

CONFERENCING & COLLABORATION

CONFERENCING & COLLABORATION USER GUIDE InterCall Unified Meeting Easy, 24/7 access to your meeting InterCall Unified Meeting ti consente di riunire le persone in modo facile e veloce ovunque esse si trovino nel mondo facendo sì che

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 1.1 Presentazione...2 2.2 Download e installazione...2 2.2 Login...3 2.2.1 Limitazioni all'accesso...4 2.3 Profili di visione...6 2.4 Reti...7 2.5 Diritti...7 3.0 Fruizione

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Nella sezione del sito come partecipare sono presenti tutte le istruzioni utili ad un nuovo utente di Obiettivo Infermiere.

Nella sezione del sito come partecipare sono presenti tutte le istruzioni utili ad un nuovo utente di Obiettivo Infermiere. Istruzioni esemplificate per Iscrizione e fruizione Corsi ECM FAD La nuovissima piattaforma proprietaria FAD Ippocrates3 adottata a partire da gennaio 2013 da SANITANOVA S.r.l., è in grado di dimensionare

Dettagli

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE ESEGUIRE: MENU STRUMENTI ---- OPZIONI INTERNET --- ELIMINA FILE TEMPORANEI --- SPUNTARE

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

maggiorii quando costituita Expo2015 Team In sicurezza Comunicazione Leadership Cittadinanza attiva

maggiorii quando costituita Expo2015 Team In sicurezza Comunicazione Leadership Cittadinanza attiva Sommario 1. Come faccio ad accedere alla formazione?... 2 2. Come è organizzata e quando viene considerata conclusa la formazione?... 3 3. C'è un punteggio finale?... 5 4. Sono a metà della formazione

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta Web Conferencing and Collaboration tools Passo 1: registrazione presso il sito Accedere al sito www.meetecho.com e registrarsi tramite l apposito form presente nella sezione Reserved Area. In fase di registrazione

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO art. 11, comma 1 lett. a) e comma 5 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Invio della domanda on line ai sensi

Dettagli

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP Eseguire il collegamento al NAS tramite WebDAV A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

TeamViewer introduce l applicazione per Outlook. Il collegamento diretto con i contatti di Outlook è ora possibile grazie a TeamViewer

TeamViewer introduce l applicazione per Outlook. Il collegamento diretto con i contatti di Outlook è ora possibile grazie a TeamViewer Press Release TeamViewer introduce l applicazione per Outlook Il collegamento diretto con i contatti di Outlook è ora possibile grazie a TeamViewer Goeppingen, Germania, 28 aprile 2015 TeamViewer, uno

Dettagli

Setup e installazione

Setup e installazione Setup e installazione 2 Prima di muovere i primi passi con Blender e avventurarci nel vasto mondo della computer grafica, dobbiamo assicurarci di disporre di due cose: un computer e Blender. 6 Capitolo

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto!

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Manuale d uso Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Giacchè noi costantemente aggiorniamo e miglioriamo il Tuo e-tab, potrebbero

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Guida al sistema Bando GiovaniSì

Guida al sistema Bando GiovaniSì Guida al sistema Bando GiovaniSì 1di23 Sommario La pagina iniziale Richiesta account Accesso al sistema Richiesta nuova password Registrazione soggetto Accesso alla compilazione Compilazione progetto integrato

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni

Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni ab Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni www.ubs.com/online ab Disponibile anche in tedesco, francese e inglese. Dicembre 2014. 83378I (L45365) UBS 2014. Il simbolo delle chiavi e UBS

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

guida utente showtime

guida utente showtime guida utente showtime occhi, non solo orecchie perché showtime? Sappiamo tutti quanto sia utile la teleconferenza... e se poi alle orecchie potessimo aggiungere gli occhi? Con Showtime, il nuovo servizio

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

ipod nano Guida alle funzionalità

ipod nano Guida alle funzionalità ipod nano Guida alle funzionalità 1 Indice Capitolo 1 4 Nozioni di base di ipod nano 5 Panoramica su ipod nano 5 Utilizzare i controlli di ipod nano 7 Disabilitare i controlli di ipod nano 8 Utilizzare

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D Se avete un tablet android, ma non avete la minima idea di come accenderlo, usarlo e avviarlo, seguite queste nostre indicazioni 1. ATTIVAZIONE

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

Come installare un programma antivirus Pagina 1 di 5

Come installare un programma antivirus Pagina 1 di 5 Come installare un programma antivirus Pagina 1 di 5 Scopo della guida Per non compromettere lo stato di sicurezza del proprio computer, è indispensabile installare un programma antivirus sul PC. Informazione

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Microsoft Windows 30/10/2014 Questo manuale fornisce le istruzioni per l'utilizzo della Carta Provinciale dei Servizi e del lettore di smart card Smarty sui sistemi operativi

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli