Curricolo verticale di storia. Scuola dell infanzia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Curricolo verticale di storia. Scuola dell infanzia"

Transcript

1 ISTITUTO COMPRENSIVO di Grotte di Castro anno scolastico Curricolo verticale di storia La formazione storica verticale si pone l obiettivo di favorire negli alunni una presa di coscienza del passato per prepararli a partecipare consapevolmente alla costruzione del proprio futuro. In particolare, lo studio degli eventi storici, dovrebbe condurre gli alunni a percepire la dimensione spazio-temporale del fenomeno storico, ad acquisire consapevolezza delle cause che hanno prodotto determinati effetti e delle soluzioni addottate dagli uomini per risolvere i problemi del loro tempo. Si spera che i ragazzi, grazie alla conoscenza delle nostre tradizioni e radici storiche, sappiano essere costruttori di una cittadinanza unitaria dove la lettura critica degli eventi storici sia maestra veicolatrice di oculate e costruttive scelte. Scuola dell infanzia Apprendimenti specifici ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI 3/4 anni 5 anni Individuazione del prima e del dopo in semplici situazioni. -Ricostruzione, attraverso immagini e parole, della propria storia. -Organizzazione delle proprie esperienze in sequenze temporali ordinate. -Osservazione e descrizione di un evento con l individuazione dei passaggi essenziali. -Ordinamento e collocazione nel tempo di fatti ed eventi. -Ordinamento temporale di sequenze di immagini. -Ricostruione in sequenza di semplici storie. USO DEI DOCUMENTI 3/4 anni 5 anni -Utilizzazione di fonti di vario tipo( foto, indumenti ecc ) per ricostruire la propria storia. - Utilizzazione di fonti di vario tipo( foto, indumenti ecc ) per ricostruire la propria storia. -Acquisizione della consapevolezza dello scorrere del tempo attraverso l analisi di fonti di vario tipo. 1

2 STRUMENTI CONCETTUALI E CONOSCENZE 3/4 anni 5 anni -Utilizzazione dei concetti temporali più semplici (prima, adesso, dopo, ieri ). -Conoscenza dei modi convenzionali della scansione temporale. - Utilizzazione dei concetti temporali più semplici (prima, adesso, dopo, ieri ). - Conoscenza dei modi convenzionali della scansione temporale. -Comprensione della diversa durata delle azioni. -Confronto di situazioni con durate temporali diverse. -Comprensione dei mutamenti prodotti dallo scorrere del tempo. COMPETENZE COMPRENSIONE -Sa riconoscere le nozioni temporali ( adesso, prima, dopo, inizio, fine ). -Sa comprendere semplici racconti. -Di un racconto ascoltato, sa capire l essenziale e sa ordinarlo cronologicamente. -Sa leggere immagini disposte in sequenza. -Sa capire le modifiche prodotte dal tempo nel mondo circostante. ESPRESSIONE -Sa esprimere fatti vissuti seguendo l ordine cronologico. -Sa descrivere le trasformazioni che il tempo opera sulle cose, sulle persone, sugli animali e sulla natura. -Sa comunicare le esperienze vissute mediante gli opportuni connettivi temporali. -Sa ricostruire storie ascoltate o viste in immagini sequenziali. ELABORAZIONE LOGICA -Sa raccontare un esperienza vissuta. -In contesti riferiti al proprio vissuto sa riconoscere gli effetti dovuti al passare del tempo. -Sa collocare gli eventi inerenti il proprio vissuto sapendone cogliere la contemporaneità, la durata,la successione. -E in grado di ricostruire la propria storia attraverso l analisi di semplici documenti. ELABORAZIONE OPERATIVA -E in grado di usare una documentazione per ricostruire correttamente un esperienza vissuta. -Sa ricostruire un evento vissuto con l ausilio di documenti fatti di sole immagini. 2

3 Gli insegnanti della scuola primaria si aspettano che gli alunni provenienti dalla scuola dell infanzia sappiano cogliere i più evidenti cambiamenti prodotti dal passare del tempo, che sappiano ordinare semplici sequenze temporali,sappiano raccontare un esperienza relativa al proprio vissuto. SCUOLA PRIMARIA Apprendimenti specifici ORGANIZZARE LE INFORMAZIONI -Individuazione -Riconoscimento -Ordinamento e dell inizio e della ed utilizzo degli collocazione di fatti fine di una storia. indicatori ed eventi nel tempo -ordinamento di temporali. e nello spazio. una successione di -Conoscenza ed -Conoscenza ed eventi. uso della linea del uso dei termini -Riconoscimento tempo per collocare specifici. della successione gli eventi in -Conoscenza delle degli eventi anche successione. caratteristiche in un racconto. -Conoscenza delle fondamentali delle -Individuazione tappe principali civiltà fluviali. delle varie fasi di della storia della -Conoscenza delle una trasformazione. Terra e degli esseri caratteristiche -Riconoscimento viventi. fondamentali delle delprima e dopo di -Organizzazione in diverse civiltà del un cambiamento. ordine cronologico Mediterraneo. -Comprensione del delle conoscenze -Organizzazione concetto di acquisite. delle informazioni contemporaneità. -Comprensione ed relative a varie -Riconoscimento esposizione di civiltà. della argomenti storici. -Elaborazione contemporaneità di sintetica di una situazioni diverse. civiltà. -Discriminazione tra azioni successive e contemporanee. -Ordinamento delle sequenze di un racconto, di un ecento, di un attività. -Comprensione e distinzione tra causa e effetto. -Conoscenza delle cause di alcuni fenomeni. -Comprensione delle conseguenze -Riconoscimento delle nozioni temporali. -uso dei connettivi temporali per indicare la successione degli eventi. -Ricostruzione di storie attraverso sequenze di immagini. -Riconoscimento della contemporaneità di azioni o fatti. -Rilevazione della durata delle azioni. -Comprensione della differenza tra percezione soggettiva e oggettiva del tempo. -Comprensione della diversa durata delle azioni. -Riconoscimento della ciclicità di fenomeni temporali e della loro durata. -osservazione e descrizione delle trasformazioni subite da persone, animali e cose. -Riconoscimento delle modifiche prodotte nella realtà circostante 3 -Collocazione nel tempo dei principli eventi storici ed individuazione di eventuali contemporaneità. -Individuazione dei nessi tra eventi storici e caratteristiche territoriali. -Uso del linguaggio specifico. -Conoscenza degli aspetti fondamentali della storia delle antiche civiltà. -Organizzazione delle informazioni relative ad una civiltà in base a specifici indicatori. -Elaborazione sintetica delle civiltà studiate e individuazione di loro relazioni.

4 dal passare del tempo. di comportamenti attivati. -Comprensione delle relazioni tra causa ed effetto. -Riconoscimento delle conseguenze. - Riconoscimento della ciclicità di fenomeni temporali e della loro durata. -Conoscenza della durata di fatti ed eventi. -Valutazione della durata delle azioni. -Conoscenza della storia dell orologio. -Lettura dell orologio. -Osservazione e confronto degli oggetti e delle pesone di oggi con quelli del passato. USO DEI DOCUMENTI -Ricostruzione -Comprensione del -Lettura di fonti per della propria storia lavoro dello storico ricavare attraverso fonti. e delle discipline informazioni. -Lettura e che lo supportano. -Interpretazione di conoscenza delle -Riconoscimento fonti storiche di informazioni del tipo di fonte vario genere. contenute in un che usa ogni -Confronto di documento. studioso. documenti diversi -Rilevazione di -Deduzione di per trarre testimonianze sul informazioni dalla conclusioni. proprio passato. lettura di -Ricerca nel -Discriminazione un immagine. territorio e tra fonti e -Riconoscimento conoscenza di testimonianze. delle caratteristiche testimonianze -Riflessioni sulla di un sito relative alle civiltà propria famiglia. archeologico. studiate. -Comprensione -I fossili: cosa sono delle più importanti e a cosa servono. relazioni parentali. -Informazioni -Familiarizzazione deducibili dalla e comunicazione visita ad un museo. con il lessico della -Individuazione nel storia. territorio delle testimonianze -Ricostruzione di un anno di scuola attraverso delle fonti. -Intuizione del concetto di documento, testimonianze e reperto. -Riconoscimento di un documento, una testimonianza, un reperto materiale. Analisi di fonti di vario tipo. 4 -Uso di fonti documentarie per caratterizzare un quadro di civiltà. -Ricostruzione del passato utilizzando varie fonti. -Ricerca di informazioni in documenti, immagini e testi. -Ricerca delle relazioni tra le civiltà ed il patrimonio culturale. -Conoscenza dei documenti relativi ad un epoca studiata presenti nell ambiente in cui si vive.

5 relative alle civiltà studiate. STRUMENTI CONCETTUALI E DI CONOSCENZA -Organizzazione delle informazioni secondo il modello del quadro di civiltà. -Costruzione di un quadro di civiltà. -Osservazione di un quadro di civiltà. -Individuazione di analogie e differenze tra quadri storicosociali diversi (i preistorici e la società dei cacciatori raccoglitori di oggi). - Organizzazione delle informazioni secondo il modello del quadro di civiltà -Costruzione di un quadro di civiltà. -Osservazione di un quadro di civiltà. -Confronto e messa in relzione di più quadri storici. -Individuazione di analogie e differenze tra quadri storicosociali diversi. -Costruzione di quadri di civiltà attraverso idee guida. Messa in relazione di più quadri storici per operare confronti critici. -Individuazione degli elementi di contemporaneità, di sviluppo del tempo e di durata nei quadri storici studiati. PRODUZIONE -Organizzazione delle informazioni in un grafico temporale. -Uso e lettura di testi per ricavare informazioni storiche. -Analisi e classificazione di elementi informativi diversi - Costruzione di mappe spazio temporali delle civiltà del passato. -Lettura ed interpretazione di carte geo-storiche. -Individuazione di elementi del territorio che si collegano ad eventi storici. -Analisi e classificazione di elementi informativi diversi -Confronti tra civiltà rispetto a differenti. -Costruzione di mappe spazio temporali delle civiltà del passato. - Lettura di grafici, tabelle, carte storiche ed altro per ricavare informazioni. -Elaborazione in forma di racconto degli argomenti studiati. 5

6 indicatori. COMPETENZE COMPRENSIONE -E in grado di Sa capire i concetti -E in grado di ascoltare semplici di contemporaneità, comprendere le testi successione, informazioni comprendendoli e datazione, durata, contenute intesti o sapendone periodo. dialoghi ascoltati, individuare la -Sa comprendere che usano il struttura logicotemporale. una cronologia linguaggio convenzionale per specifico. -Rispetto al tempo ordinare eventi. -E in grado di personale, sa capire -Sa capire il comprendere fatti i concetti si significato di riferiti a tempi successione e di racconti storici molto lunghi (a.c.; contemporaneità. ascoltati. d.c). -Sa capire le -Sa capire, -Sa capire il trasformazioni globalmente, significato legate al passare grafici, documenti, essenziale di del tempo ed ai linee del tempo e documenti storici suoi ritmi. tabelle. individuandone -Sa valutare i -Sa individuare i luoghi e tempi. cambiamenti legami che -Nel proprio pesonali e quelli intercorrono tra i ambiente, sa che il tempo opera dati raccolti in trovare le tracce sulle persone e documenti utili a ricostruire la sull ambiente. reperibili nel storia locale. -Sa leggere proprio ambiente. immagini sapendole collocare nel tempo. -Sa riconoscere le nozioni temporali adesso, prima, dopo, inizio, fine. -Sa individuare i punti nodali di un racconto o di semplici testi e la loro sequenzialità. -Sa leggere immagini sequenziali. -Sa individuare le modifiche prodotte dal passare del tempo nella realtà circostante. -Sa ordinare in sequenze ravvicinate gli eventi storici. -Sa comprendere conversazioni e testi che usano il linguaggio specifico. -Sa capire il nesso di causa- effetto degli eventi storici e le loro conseguenze. -Sa individuare e raccogliere dati e tracce utili a ricostruire la storia locale. ESPRESSIONE -Sa raccontare -Sa rispondere -E in grado di esperienze o storie utilizzando il esporre un ascoltate con linguaggio argomento sequenze di specifico della utilizzando immagini. disciplina. correttamente i -Sa usare i -Nel comunicare sa concetti temporali principali indicatori usare i temini di successione, temporali per convenzionali del contemporaneità, scrivere brevi testi. tempo. durata. -Sa raccontare -Sa usare i -Sa esprimere, sia -Sa raccontare il suo vissuto rispettando l ordine sequenziale di fatti. -Sa usare i connettivi temporali per descrivere esperienze personali. 6 -Sa usare la cronologia convenzionale per ordinare gli eventi. -Sa descrivere vita sociale, economica e ambienti di popoli vissuti nel passato. -Sa rispondere,

7 -Sa descrivere le tasformazioni operate dal tempo su persone, animali, cosse. -Sa ricostruire con sequenze di immagini le storie ascoltate. esperienze personali e non rispettando la successione temporale. connettivi temporali per riferire fatti o descrivere esperienze. oralmente che per iscritto, e con il lessico apprpriato un argomento studiato. anche per iscritto, in modo corretto e con terminologia appropriata a domande su argomenti di studio. ELABORAZIONE LOGICA -In ciò che è legato -Sa capire quali al suo vissuto, sa informazioni si cogliere gli effetti possono ottenere da del passare del una determinata tempo. fonte. -Raccogliendo e -Di un periodo analizzando storico, è in grado semplici di individuare le documenti, sa cause e gli effetti ricostruire eventi prodotti sui passati. principali eventi. -Sa riconoscere -Sa elaborare i cause e risultati di una conseguenze di un ricerca evento legato al disponendoli in proprio vissuto o successione logica all ambiente di uyilizzando i vita. linguaggi specifici. -Del tempo, sa -Sa individuare individuare e usare analogie e i cicli. differenze tra quadri sociali diversi. -Sa ricostruire logicamente un fatto vissuto. -Sa utilizzare i concetti temporali per riferire il suo vissuto. -Nelle cose che conosce, sa individuare le trasformazioni provocate dal passare del temopo. -E in grado di ricostruire la storia dell anno usando semplici documenti raccolti. -Sa reperire le informazioni utili a rispondere a quesiti storici. -Sa capire i nessi causali tra gli eventi. -In situszioni familiari, sa individuare le cause e capirne le conseguenze. -Sa riconoscere e usare la terminologia relativa alla misura del tempo. -Sa organizzare i concetti fondamentali della storia. Riesce ad organizzare le conoscenze in quadri sociali significativi. -In situazioni storiche diverse o differentemente collocate nel tempo, sa individuare analogie e differenze. - -Sa ricavare le informzioni che gli sono utili dall analisi di differenti fonti. -E in grado di capire le conseguenze determinate da fatti storici passati. -Con lessico appropriato, è in grado di raccontare i risultati di ricerche effettuate. -Sa ordinare cronologicamente in modo sintetico fatti anche lontani nel tempo. -Sa individuare e sintetizzare i punti nodali di un testo storico. - Sa individuare analogie e differenze tra quadri storicosociali diversi, lontani nello spazio e nel tempo. ELABORAZIONE OPERATIVA -Sa ricostruire un -Sa fare semplici - Sa ordinare eventi -E in grado di -Sa utilizzare 7

8 evento vissuto usando adeguati documenti. -Sa ordinare in successione logica e sinteticamente un evento vissuto. schematizzazioni. -Sa cercare e trovare informazioni utili a fare semplici schematizzazioni. -Limitatamente alla propria storia personale, sa ordinare in modo sequenziale utilizzando griglie e grafici temporali. storici in modo sequenziale utilizzando griglie e grafici temporali. -Sa interpretare e utilizzare documenti di varia natura. -Sa ricavare informazioni di tipo storico da fonti diverse. -Sa usare le informazioni per ricostruire eventi passati. -Sa ricostruire eventi passati mediante semplici mappe. individuare tracce del passato nel territorio. -Sa desrivere gli eventi storici mediante grafici, schemi e diagrammi temporali. -Sa ricostruire un evento utilizzando le informazioni ricavate da fonti diverse. schemi simbolici per sintetizzare gli argomenti studiati. -E in grado di distinguere i documenti oggettivi dalle testimonianze e dalle interpretazioni storiche. -Sa ricostruire gli ambienti e l organizzazione sociale ed economica dei popoli del passato, anche remoto. Gli insegnanti della scuola secondaria di primo grado si aspettano che gli alunni in entrata sappiano usare la linea del tempo per collocare gli eventi storici, sappiano ripetere con linguaggio appropriato gli argomenti studiati, sappiano riconoscere nel territorio le tracce della loro storia, leggere ed interpretare documenti. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Apprendimenti specifici 1 A 2 A 3 A Contesto fisico, sociale economico, tecnologico e religioso di fatti e personaggi che hanno caratterizzato: -l apertura dell Europa ad un sistema mondiale di relazione: la scoperta dell altro e le sue conseguenze; -la crisi della sintesi culturale, politica e sociale del medioevo; -Umanesimo e Rinascimento; -la crisi dell unità religiosa e la destabilizzazione del rapporto sociale; -il Seicento e il Settecento: nuovi saperi e nuovi problemi; la nascita dell idea di progresso e sue Contesto fisico, sociale economico, tecnologico e religioso di fatti e personaggi che hanno caratterizzato: -l Europa fino al Mille; -la nascita dell Islam e la sua espansione; -la civiltà europea dopo il Mille e l unificazione culturale e religiosa dell Europa : le radici di una identità comune pur nella diversità dei diversi sistemi politici. 8 Contesto fisico, sociale economico, tecnologico e religioso di fatti e personaggi che hanno caratterizzato: -Napoleone e l Europa postnapoleonica; -il collegamento tra cittadinanza, libertà, nazione: la costituzione dei principali stati liberali dell 800; -lo stato italiano ed il rapporto con le realtà regionali; l inno nazionale; -l Europa ed il mondo negli ultimi decenni dell 800; (*) -le istituzioni liberali e i problemi dell Italia unita;

9 conseguenze; -l Illuminismo, la Rivoluzione americana e la rivoluzione francese. -l Europa ed il mondo negli ultimi decenni dell 800. (*) -la competizione tra stati e sue conseguenze; -la prima guerra mondiale, -l età delle masse e la fine della centralità europea, -crisi e modificazioni delle democrazie: i totalitarismi; -la seconda guerra mondiale; -la nascita della Repubblica Italiana; -la società del benessere e la crisi degli anni 70; -il crollo del comunismo; -l integrazione europea. (*) questa parte del programma viene affrontata in seconda classe, se contenuta nel libro di testo, altrimenti nella classe successiva. COMPETENZE ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI 1 A 2 A 3 A -Sa collocare nello spazio e nel tempo fatti storici studiati. - Sa selezionare le informazioni derivanti da fonti diverse e collocarle in un contesto organico e completo. -Sa utilizzare strumenti di supporto allo studio come grafici, mappe, tabelle, mappe concettuali per riordinare le informazioni, metterle in relazione e memorizzarle. -Sa utilizzare in funzione di ricostruzione storiografica testi letterari, epici, biografici. Sa usare la linea del tempo. -Sa applicare a semplici situazioni storiche operatori temporali come: anteriorità, posteriorità, contemporaneità, successione, durata. -Sa individuare ed evidenziare i contenuti essenziali di un testo. -Sa selezionare le informazioni derivanti da fonti diverse e collocarle in un contesto organico e completo. -Sa usare gli eventi del passato per rendere comprensibile il presente. - Sa utilizzare strumenti di supporto allo studio come grafici, mappe, tabelle, mappe concettuali per riordinare le informazioni, metterle in relazione e memorizzarle. USO DEI DOCUMENTI -Sa usare fonti documentarie iconografiche, narrative, materiali,orali, per ricavare conoscenze su temi definiti. -Sa confrontare e commentare immagini e documenti riconoscendo le principali differenze. 1 A 2 A 3 A -Sa usare fonti documentarie di vario tipo ( iconografiche, narrative, materiali, orali ) per ricavare conoscenze su temi definiti. -Sa confrontare immagini e documenti riconoscendo le principali differenze. 9 -Comprende le notizie principali di un quotidiano, di un telegiornale utilizzando i nessi storici necessari per inquadrarle. -E in grado di approfondire il concetto di fonte storica e individuare la specificità dell interpretazione storica. -Sa utilizzare in modo

10 paradigmatico alcune fonti documentarie per verificarne la deformazione, volontaria o involontaria. STRUMENTI CONCETTUALI E CONOSCENZE 1 A 2 A 3 A -Conosce ed utilizza i termini specifici del linguaggio disciplinare. -Individua specifiche radici storiche medievali e moderne nella realtà locale e regionale. -Approfondisce le dimensioni e le risonanze locali di fenomeni ed eventi di interesse e portata nazionale e sopranazionale. -Conosce il patrimonio culturale collegato con i temi studiati. -Conosce il significato dei termini che incontra. -Conosce aspetti e strutture dei momenti storici italiani, europei e mondiali studiati. -Conosce i momenti della storia locale e li mette in relazione con la macrostoria. -Sa selezionare, schedare, organizzare informazioni con mappe, schemi, tabelle. -Opera confronti ieri /oggi sul tema della convivenza tra più culture. -Distingue tra storia locale, regionale, nazionale, europea, mondiale cogliendone connessioni e differenze. -problematizza le conoscenze apprese operando confronti con la realtà quotidiana. PRODUZIONE 1 A 2 A 3 A - Produce testi utilizzando conoscenze selezionate da fonti di informazione diverse, manualistiche e non. -Sa costruire quadri di civiltà in base ad indicatori di tipo fisico, geografico, sociale, economico, tecnologico, culturale e regligioso. - Costruisce e consulta carte di vario tipo. -Formula problemi sulla base delle informazioni raccolte. -Produce testi utilizzando conoscenze selezionate da fonti di informazione diverse, manualistiche e non. -Riferisce oralmente e per iscritto su argomenti di studio e di attualità. -Costruisce e consulta carte di vario tipo. - Formula problemi sulla base delle informazioni raccolte. - Produce testi utilizzando conoscenze selezionate da fonti di informazione diverse, manualistiche e non. -Sa usare le conoscenze apprese per riflettere su questioni di convivenza civile ( multiculturale e interetnica) e maturare una cultura del confronto costruttivo. 10

IC Leno - Curricoli scuola secondaria

IC Leno - Curricoli scuola secondaria 1. L alunno si informa in modo autonomo su fatti e problemi storici anche mediante l uso di risorse digitali. 2. Produce informazioni storiche con fonti di vario genere anche digitali e le sa organizzare

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO IRRINUNCIABILI

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO IRRINUNCIABILI CURRICOLO VERTICALE DI STORIA SCUOLA PRIMARIA a. Organizzazione delle informazioni Inizia ad usare la linea del tempo per collocare un fatto. 1. Riconoscere la successione temporale di azioni ed eventi.

Dettagli

STORIA - SCUOLA INFANZIA Prerequisiti

STORIA - SCUOLA INFANZIA Prerequisiti Anno Scolastico 05-06 Istituto Comprensivo - Montesarchio Curricolo Verticale di Storia Competenze STORIA - SCUOLA INFANZIA Prerequisiti eventi Sviluppare il senso dell identità personale e familiare,

Dettagli

Organizzazione delle informazioni Organizza le informazioni e le conoscenze, tematizzando e usando le concettualizzazioni pertinenti.

Organizzazione delle informazioni Organizza le informazioni e le conoscenze, tematizzando e usando le concettualizzazioni pertinenti. COMPETENZE SPECIFICHE DISCIPLINARI Orientarsi nel tempo e nello spazio, utilizzando gli indicatori spazio/ temporali per riferire esperienze. Osservare e descrivere cambiamenti prodotti su persone, altri

Dettagli

Classe prima e seconda Scuola Secondaria di Primo Grado

Classe prima e seconda Scuola Secondaria di Primo Grado Curricolo verticale di Storia Classe prima e seconda Scuola Secondaria di Primo Grado CONCETTI TEMPO - Usare il sistema di - L Europa medievale fino al - Lettura orientativa per - Lezione frontale calcolo

Dettagli

S T O R I A CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI STRUMENTI CONCETTUALI PRODUZIONE SCRITTA E ORALE USO DELLE FONTI

S T O R I A CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI STRUMENTI CONCETTUALI PRODUZIONE SCRITTA E ORALE USO DELLE FONTI CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA S T O R I A CLASSI PRIMARIA USO DELLE FONTI O B I E T T I V I D I ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI A P P R E N D I M E N T O STRUMENTI CONCETTUALI PRODUZIONE SCRITTA

Dettagli

STORIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

STORIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA STORIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L'alunno riconosce elementi significativi del passato del suo ambiente di vita; Riconosce ed esplora in modo via via più

Dettagli

STORIA Classe prima SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

STORIA Classe prima SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 1 STORIA Classe prima SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CHIAVE EUROPEE NUCLEI FONDANTI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE IDENTITA'

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SAN VENANZO - TR STORIA

ISTITUTO COMPRENSIVO SAN VENANZO - TR STORIA ISTITUTO COMPRENSIVO SAN VENANZO - TR SCUOLA DELL INFANZIA MACRO - INDICATORI PRIMO ANNO SECONDO ANNO TERZO ANNO USO DELLE FONTI ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI STRUMENTI CONCETTUALI E CONOSCENZE PRODUZIONE

Dettagli

COMPETENZA DISCIPLINARE: STORIA Classe: Prima Media

COMPETENZA DISCIPLINARE: STORIA Classe: Prima Media Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Primaria Francesco d Assisi : via Giulia di Barolo, 8 10124 Torino tel. 0118178655-011882925 Secondaria di Primo Grado Italo Calvino : via Sant

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI VIA MONGINEVRO ARCORE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI VIA MONGINEVRO ARCORE CURRICOLO STORIA - SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA Collocare nel tempo fatti ed esperienze vissute e riconoscere rapporti di successione esistenti fra loro Rilevare il rapporto di contemporaneità tra azioni

Dettagli

Programmazione disciplinare

Programmazione disciplinare Programmazione disciplinare Disciplina: STORIA (CLASSE Terza) A.S. 2016/2017 Docente/i: Bevilacqua, D Arco, Furiga Profilo delle competenze al termine del primo ciclo d istruzione: si orienta nello spazio

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO STORIA DELIBERATO ANNO SCOL. 2015/2016

SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO STORIA DELIBERATO ANNO SCOL. 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DELIBERATO ANNO SCOL. 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE DISCIPLINARI: 1. Saper verbalizzare esperienze personali usando gli indicatori 2. Ordinare in successione

Dettagli

Curricolo di Storia. Scuola Secondaria di I grado F. Rismondo classe Prima. Conoscenze

Curricolo di Storia. Scuola Secondaria di I grado F. Rismondo classe Prima. Conoscenze Curricolo di Storia Scuola Secondaria di I grado F. Rismondo classe Prima Traguardi per lo sviluppo delle competenze (fine III) L alunno si informa in modo autonomo su fatti e problemi storici anche mediante

Dettagli

STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUINTA

STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUINTA STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUINTA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI A USO DELLE FONTI L alunno riconosce elementi significativi del passato del suo ambiente di vita. Riconosce ed esplora,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE SCUOLA PRIMARIA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTELABBATE Via G. Leopardi, 3-102 Montelabbate (PU) Tel. 0721/499971 sito web www.icsmontelabbate.it e.mail psic84100n@istruzione.it - ic.montelabbate@provincia.ps.it indirizzo

Dettagli

IL CURRICOLO VERTICALE DI STORIA TEMATICA PORTANTE: IO VIVO NEL TEMPO

IL CURRICOLO VERTICALE DI STORIA TEMATICA PORTANTE: IO VIVO NEL TEMPO IL CURRICOLO VERTICALE DI STORIA TEMATICA PORTANTE: IO VIVO NEL TEMPO III CIRCOLO DI CHIVASSO SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO La finalità dell apprendimento della storia

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI STORIA

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI STORIA SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI STORIA ANNO SCOLASTICO INSEGNANTI TRAGUARDI DELLE COMPETENZE AL TERMINE della CLASSE I Individua i concetti di successione, contemporaneità

Dettagli

Ordinare cronologicamente una serie di avvenimenti vissuti e saperli collocare su una linea del tempo. Intuire e comprendere il concetto di ciclicità

Ordinare cronologicamente una serie di avvenimenti vissuti e saperli collocare su una linea del tempo. Intuire e comprendere il concetto di ciclicità Ordine di scuola L alunno riferisce esperienze e fatti usando adeguati connettivi temporali L alunno organizza fatti ed eventi rappresentandoli su una linea del tempo Abilità Ordinare cronologicamente

Dettagli

CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO STORIA CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 1. Conoscere aspetti essenziali della metodologia della ricerca storica. 2. Utilizzare fonti diverse per ricavare essenziali conoscenze. 1. Individuare l'argomento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA DI BISUSCHIO CURRICULUM VERTICALE DI STORIA-CITTADINANZA E COSTITUZIONE SCUOLA DELL INFANZIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA DI BISUSCHIO CURRICULUM VERTICALE DI STORIA-CITTADINANZA E COSTITUZIONE SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA DI BISUSCHIO Anno scolastico 2010/2011 CURRICULUM VERTICALE DI STORIA-CITTADINANZA E COSTITUZIONE SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

Dettagli

Programmazione curricolare di Istituto

Programmazione curricolare di Istituto SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA Competenza 1 A ORIENTARSI NELLO SPAZIO E NEL TEMPO Competenza 1 B STABILIRE RELAZIONI DI CAUSA ED EFFETTO TRA FATTI STORICI ED AMBIENTE a. Utilizzare correttamente gli indicatori

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DI STORIA CLASSE PRIMA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DI STORIA CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA competenze al termine della classe I Usa fonti per produrre informazioni sulle esperienze vissute. Individuare le tracce e usarle come fonti per ricavare conoscenze sul passato personale,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE STORIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE STORIA PROGRAMMAZIONE ANNUALE STORIA CLASSE PRIMA Orientarsi e collocare nel tempo fatti ed eventi. Conoscere e utilizzare i nessi temporali Utilizzare la successione lineare: prima, e la ciclicità deigiorni

Dettagli

Programmazione curricolare di Istituto

Programmazione curricolare di Istituto SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA Competenza 1 ORIENTARSI NELLO SPAZIO E NEL TEMPO a. Utilizzare correttamente gli indicatori temporali di successione, contemporaneità e durata per ricostruire le sequenze

Dettagli

Programmazione annuale STORIA CLASSE 4ªA

Programmazione annuale STORIA CLASSE 4ªA Programmazione annuale Disciplina: Storia I. C. San Donato Plesso Caniga Competenze trasversali STORIA CLASSE 4ªA Imparare ad imparare Collaborare e partecipare Acquisire e interpretare l informazione

Dettagli

DIPARTIMENTO DISCIPLINARE: STORIA (ST) N.B. L'ordine delle competenze non è tassonomico, ma è da considerare secondo una mappa concettuale.

DIPARTIMENTO DISCIPLINARE: STORIA (ST) N.B. L'ordine delle competenze non è tassonomico, ma è da considerare secondo una mappa concettuale. Pag. 1 di 11 DIPARTIMENTO DISCIPLINARE: STORIA (ST) N.B. L'ordine delle competenze non è tassonomico, ma è da considerare secondo una mappa concettuale. COMPETENZA FUNZIONI COINVOLTE NUCLEI FONDANTI A

Dettagli

STORIA. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO (dalle Indicazioni Nazionali) AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA. Uso delle fonti

STORIA. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO (dalle Indicazioni Nazionali) AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA. Uso delle fonti Classe prima TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE STORIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO INDICATORI DI VALUTAZIONE (Stabiliti dal Collegio Docenti) AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA Uso delle fonti AL

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pralboino Curricolo Verticale

Istituto Comprensivo di Pralboino Curricolo Verticale USO DELLE FONTI L alunno si informa in modo autonomo su fatti e problemi storici anche mediante l uso di risorse digitali. A1. Conoscere alcune procedure e tecniche di lavoro nei siti archeologici, nelle

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE IN STORIA CITTADINANZA

Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE IN STORIA CITTADINANZA Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE IN STORIA CITTADINANZA CLASSE PRIMA Competenze Abilita Conoscenze CONOSCENZA E ORGANIZZAZIONE DEI CONTENUTI

Dettagli

GEOGRAFIA Programmazione disciplinare Classe Prima

GEOGRAFIA Programmazione disciplinare Classe Prima GEOGRAFIA Programmazione disciplinare Classe Prima COMPETENZE Osserva e riconosce prontamente nel paesaggio gli elementi antropo-fisici. Utilizza in modo sicuro ed autonomo il linguaggio e gli strumenti

Dettagli

I.C. MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONI ISTITUTO STORIA

I.C. MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONI ISTITUTO STORIA I.C. MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONI ISTITUTO STORIA DISCIPLINA : STORIA Classe Prima O.F. Riconoscere e utilizzare categorie di durata per la successione di azioni e situazioni Categorie di durata: supporto

Dettagli

CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO PASSIRANO-PADERNO. Revisione Curricolo di Istituto a.s

CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO PASSIRANO-PADERNO. Revisione Curricolo di Istituto a.s ISTITUTO COMPRENSIVO PASSIRANO-PADERNO CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA Revisione Curricolo di Istituto a.s. 2014-2015 Curricolo suddiviso in obiettivi didattici, nuclei tematici e anni scolastici sulla

Dettagli

I.C. "L.DA VINCI" LIMBIATE CURRICOLO IN VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 STORIA. o Momenti di routine oggetti e persone nello spazio

I.C. L.DA VINCI LIMBIATE CURRICOLO IN VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 STORIA. o Momenti di routine oggetti e persone nello spazio STORIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE Il bambino Sa collocare le azioni quotidiane nel tempo della giornata e della settimana Riferisce correttamente eventi del passato recente Osserva con attenzione

Dettagli

COMPETENZE STO. PRIMA ABILITÀ STO.PRIMA CONOSCENZE STO.PRIMA. STO.1.A1 Riconoscere, rappresentare e raccontare relazioni di:

COMPETENZE STO. PRIMA ABILITÀ STO.PRIMA CONOSCENZE STO.PRIMA. STO.1.A1 Riconoscere, rappresentare e raccontare relazioni di: STORIA: CLASSE PRIMA L alunno sa ricostruire e ordinare eventi vissuti L alunno sa osservare e cogliere caratteristiche, relazioni, trasformazioni degli eventi vissuti e non COMPETENZE STO. PRIMA ABILITÀ

Dettagli

CURRICOLO DI STORIA CLASSE PRIMA

CURRICOLO DI STORIA CLASSE PRIMA CURRICOLO DI STORIA CLASSE PRIMA INDICATORI OBIETTIVI SPECIFICI CONTENUTI USO DI DOCUMENTI. Comprendere il linguaggio specifico della storia Distinguere i vari tipi di fonti storiche (documentarie, iconografiche,

Dettagli

DALLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO : SCHEMA ANALISI DISCIPLINA - STORIA

DALLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO : SCHEMA ANALISI DISCIPLINA - STORIA DALLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO : SCHEMA ANALISI DISCIPLINA - STORIA COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: (Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006). COMPETENZA SOCIALE

Dettagli

III CIRCOLO DI BRESCIA CURRICOLO DI SCUOLA A.S. 2007/08

III CIRCOLO DI BRESCIA CURRICOLO DI SCUOLA A.S. 2007/08 STORIA - CLASSE PRIMA L alunno sa orientarsi nel tempo, ponendo in successione cronologica eventi legati al vissuto. Conosce le scansioni temporali codificate (parti del giorno, giorni della settimana,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO EUGENIO MONTALE

ISTITUTO COMPRENSIVO EUGENIO MONTALE STORIA, CITTADINANZA E COSTITUZIONE CLASSE I SCUOLA PRIMARIA Indicatori Contenuti e attività Orientarsi e collocare nel tempo e nello spazio fatti ed eventi Conoscere, ricostruire e comprendere eventi

Dettagli

STORIA PRIMA MEDIA Nucleo fondante Competenze conoscenze abilità Contenuti Metodi attività Materiali strumenti 1. DALLA PREISTORIA ALL IMPERO ROMANO

STORIA PRIMA MEDIA Nucleo fondante Competenze conoscenze abilità Contenuti Metodi attività Materiali strumenti 1. DALLA PREISTORIA ALL IMPERO ROMANO STORIA PRIMA MEDIA Nucleo fondante Competenze abilità Contenuti Metodi attività Materiali Uso dei documenti - Riconoscere tracce storiche presenti nel territorio e comprendere l importanza del patrimonio

Dettagli

OBIETTIVO GENERALE: promuovere la conoscenza degli elementi significativi del trascorrere del tempo cogliendone le trasformazioni

OBIETTIVO GENERALE: promuovere la conoscenza degli elementi significativi del trascorrere del tempo cogliendone le trasformazioni CURRICOLO DI STORIA CLASSE PRIMA OBIETTIVO GENERALE: promuovere la conoscenza degli elementi significativi del trascorrere del tempo cogliendone le trasformazioni Sa cogliere il concetto di tempo cronologico,

Dettagli

CURRICOLI DISCIPLINARI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

CURRICOLI DISCIPLINARI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI BENE VAGIENNA AUGUSTA BAGIENNORUM Anno scolastico PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE I

ISTITUTO COMPRENSIVO DI BENE VAGIENNA AUGUSTA BAGIENNORUM Anno scolastico PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE I ISTITUTO COMPRENSIVO DI BENE VAGIENNA AUGUSTA BAGIENNORUM Anno scolastico PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE I OBIETTIVO FORMATIVO A. IMPARARE A RIFLETTERE SUL TEMPO VISSUTO A1. COLLOCARE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI ALA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI ALA ISTITUTO COMPRENSIVO DI ALA STORIA PIANI DI STUDIO ANNO SCOLASTICO 2009/2010 I biennio Acquisire il concetto di tempo come Concetti di tempo e di spazio. Comprendere che la storia è un processo di ricostruzione

Dettagli

Metodologie Lezione frontale Lavori a coppie, in gruppo Giochi motori Drammatizzazione. Strumenti Cartelloni Immagini Documentari Oggetti

Metodologie Lezione frontale Lavori a coppie, in gruppo Giochi motori Drammatizzazione. Strumenti Cartelloni Immagini Documentari Oggetti DISCIPLINA: Storia NUCLEO TEMATICO: Uso delle fonti CLASSE: Prima Obiettivo -Riconoscere e ordinare i fatti in successione Ricostruire una situazione, leggendo tracce / Contenuti Successione temporale

Dettagli

STORIA CLASSE PRIMA E SECONDA

STORIA CLASSE PRIMA E SECONDA STORIA CLASSE PRIMA E SECONDA 1. Sa riconoscere i cambiamenti nelle cose, negli animali e nelle persone per prendere consapevolezza del trascorrere del tempo. Ordinare e rappresentare graficamente e/o

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: STORIA - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: STORIA - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PRIMA DELLA SCUOLA SECONDARIA L'alunno si informa in modo guidato su fatti e problemi storici anche mediante l uso di risorse digitali. Comprende testi storici e inizia a rielaborarli. Espone oralmente

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI STORIA

CURRICOLO VERTICALE DI STORIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ROSANNA GALBUSERA STRADA ANULARE 2/A 20090 S. FELICE-SEGRATE (MI) TEL. 02 70307008 - FAX 02/70309677 C.F. 97270710151 MAIL: comprensivosfelice@libero.it www.icsanfelice.it

Dettagli

STORIA: PRIMO BIENNIO CLASSI 1 E 2 DELLA SCUOLA PRIMARIA

STORIA: PRIMO BIENNIO CLASSI 1 E 2 DELLA SCUOLA PRIMARIA STORIA: PRIMO BIENNIO CLASSI 1 E 2 DELLA SCUOLA PRIMARIA COMPETENZA 1 COMPRENDERE CHE LA STORIA È UN PROCESSO DI RICOSTRUZIONE DEL PASSATO AL FINE DI PERVENIRE AD UNA CONOSCENZA DI FENOMENI STORICI ED

Dettagli

STORIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE TERZA

STORIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE TERZA TRAGUARDO PER LO SVILUPPO n. 1: L alunno conosce elementi significativi del passato del suo ambiente di vita. TRAGUARDO PER LO SVILUPPO n. 4: Conosce le società studiate, come quella greca e romana, e

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 COMPETENZE CHIAVE STORIA - competenze sociali e civiche - imparare

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZONI POZZUOLO MARTESANA CURRICOLO DI STORIA. SCUOLA SECONDARIA Obiettivi di Apprendimento

ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZONI POZZUOLO MARTESANA CURRICOLO DI STORIA. SCUOLA SECONDARIA Obiettivi di Apprendimento ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZONI POZZUOLO MARTESANA CURRICOLO DI STORIA CLASSE PRIMA USO DELLE FONTI ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI STRUMENTI CONCETTUALI (CONOSCENZE) Competenze Produce informazioni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PONSO CURRICOLO DI STORIA. SEZIONE A: Traguardi formativi

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PONSO CURRICOLO DI STORIA. SEZIONE A: Traguardi formativi ISTITUTO COMPRENSIVO DI PONSO CURRICOLO DI STORIA SEZIONE A: Traguardi formativi COMPETENZA CHIAVE CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE IDENTITA STORICA EUROPEA: Fonti di legittimazione: Raccomandazione

Dettagli

CURRICOLO DI STORIA DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO DI STORIA DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI STORIA DELLA CLASSE PRIMA Competenza 1 - Collocare nel tempo esperienze ed eventi Competenza 2 - Riconoscere, comprendere, vivere regole di convivenza sociale Competenza 1 - Collocare nel

Dettagli

PROGRAMMAZIONE COMUNE STORIA CLASSI PRIME A.S. 2014/2015. Competenze Abilità Conoscenze

PROGRAMMAZIONE COMUNE STORIA CLASSI PRIME A.S. 2014/2015. Competenze Abilità Conoscenze PROGRAMMAZIONE COMUNE STORIA CLASSI PRIME A.S. 2014/2015 Competenze Abilità Conoscenze 1. Collocare fatti e fenomeni storici nel tempo e nello spazio Usare il sistema di calcolo basato sulla nascita di

Dettagli

I.C. Francesco Cilea via Cilea 269 Roma

I.C. Francesco Cilea via Cilea 269 Roma STORIA L alunno si informa in modo autonomo su fatti e problemi storici anche mediante l uso di risorse digitali; produce informazioni storiche con fonti di vario genere anche digitali e le sa organizzare

Dettagli

LINGUA ITALIANA L.E.1 ASCOLTARE, COMPRENDERE E COMUNICARE ORALMENTE. L.E.2 LEGGERE E COMPRENDERE TESTI DI VARIO TIPO.

LINGUA ITALIANA L.E.1 ASCOLTARE, COMPRENDERE E COMUNICARE ORALMENTE. L.E.2 LEGGERE E COMPRENDERE TESTI DI VARIO TIPO. LINGUA ITALIANA L.E.1 ASCOLTARE, COMPRENDERE E COMUNICARE ORALMENTE. 1a. Prestare attenzione e dimostrare di aver capito i discorsi dei coetanei e degli adulti. 1b. Saper ascoltare ciò che viene letto

Dettagli

STORIA SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO TRAGUARDI DELLE

STORIA SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO TRAGUARDI DELLE Storia Competenze - utilizza gli strumenti di conoscenza per comprendere se stesso e gli altri; - riconosce ed apprezza le diverse identità, le tradizioni culturali e religiose, in un ottica di dialogo

Dettagli

Istituto Comprensivo n. 15 Bologna SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE G. ZAPPA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DI STORIA

Istituto Comprensivo n. 15 Bologna SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE G. ZAPPA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DI STORIA Istituto Comprensivo n. 15 Bologna SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE G. ZAPPA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DI STORIA STORIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE STORICHE

Dettagli

Indicatori di Apprendimento SCUOLA PRIMARIA MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI Anno scolastico AREA LINGUISTICO ARTISTICA - ESPRESSIVA

Indicatori di Apprendimento SCUOLA PRIMARIA MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI Anno scolastico AREA LINGUISTICO ARTISTICA - ESPRESSIVA 1 Indicatori di Apprendimento SCUOLA PRIMARIA MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI Anno scolastico 2015 2016 AREA LINGUISTICO ARTISTICA - ESPRESSIVA ITALIANO - Ascoltare, comprendere e comunicare oralmente in modo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI STORIA PRIMO BIENNIO ABILITA CONOSCENZE OBIETTIVI FORMATIVI

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI STORIA PRIMO BIENNIO ABILITA CONOSCENZE OBIETTIVI FORMATIVI OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Applicare in modo appropriato gli indicatori temporali anche in successione UNITA DI APPRENDIMENTO ORIENTAMENTO TEMPORALE A PARTIRE DALL ESPERIENZA PERSONALE COLLOCAZIONE

Dettagli

Istituto Comprensivo di Casalgrande PROGETTAZIONE DI ISTITUTO. STORIA Scuola primaria CLASSE PRIMA Obiettivi formativi di Istituto

Istituto Comprensivo di Casalgrande PROGETTAZIONE DI ISTITUTO. STORIA Scuola primaria CLASSE PRIMA Obiettivi formativi di Istituto Istituto Comprensivo di Casalgrande PROGETTAZIONE DI ISTITUTO STORIA Scuola primaria CLASSE PRIMA Collocare nel tempo fatti ed - Azioni e situazioni in successione : esperienze vissute e riconoscere prima/ora/dopo.

Dettagli

DISCIPLINA: STORIA CLASSE: PRIMA ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI, USO DEI DOCUMENTI, STRUMENTI CONCETTUALI E CONOSCENZE, PRODUZIONE

DISCIPLINA: STORIA CLASSE: PRIMA ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI, USO DEI DOCUMENTI, STRUMENTI CONCETTUALI E CONOSCENZE, PRODUZIONE DISCIPLINA: STORIA CLASSE: PRIMA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE l'alunno conosce e usa alcuni indicatori temporali; riconosce relazioni di successione, di contemporaneità, cicli temporali, in esperienze

Dettagli

(famiglia- classeamici). Individua e rispetta regole di comportamento riferite ai diversi gruppi, ambienti e situazioni di vita.

(famiglia- classeamici). Individua e rispetta regole di comportamento riferite ai diversi gruppi, ambienti e situazioni di vita. CURRICOLO DI STORIA/EDUCAZIONE CIVICA A.S. 2015-2016 Livello Scolastico Ultimo anno scuola dell infanzia, primo anno scuola primaria. Competenze di cittadinanza Osserva la natura e i viventi, nel loro

Dettagli

CLASSI SECONDE LA PROGRAMMAZIONE. - Potenziare il possesso di una lingua sempre più ricca lessicalmente nella molteplicità delle sue espressioni

CLASSI SECONDE LA PROGRAMMAZIONE. - Potenziare il possesso di una lingua sempre più ricca lessicalmente nella molteplicità delle sue espressioni CLASSI SECONDE LA PROGRAMMAZIONE ITALIANO - Potenziare il possesso di una lingua sempre più ricca lessicalmente nella molteplicità delle sue espressioni - Potenziare l ascolto reciproco, il rispetto e

Dettagli

PIANO ANNUALE DI STORIA

PIANO ANNUALE DI STORIA ISTITUTO COMPRENSIVO di FOLGARIA, LAVARONE E LUSERNA SCUOLA PRIMARIA DI FOLGARIA LAVARONE E LUSERNA PIANO ANNUALE DI STORIA CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2016-2017 INSEGNANTE: TEZZELE TIZIANA COMPETENZE

Dettagli

Curricolo di storia SCUOLA DELL INFANZIA. Campo di esperienza La conoscenza del mondo IL TEMPO (STORIA)

Curricolo di storia SCUOLA DELL INFANZIA. Campo di esperienza La conoscenza del mondo IL TEMPO (STORIA) Curricolo di storia SCUOLA DELL INFANZIA Campo di esperienza La conoscenza del mondo IL TEMPO (STORIA) OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE Il bambino conosce: Relazioni temporali Indicatori temporali:

Dettagli

STORIA - CLASSE PRIMA Scuola Primaria

STORIA - CLASSE PRIMA Scuola Primaria ISTITUTO MARIA CONSOLATRICE SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO VERTICALE DI STORIA A.S. 2014/2015 1 STORIA - CLASSE PRIMA Scuola Primaria COMPETENZE ABILITÁ CONOSCENZE Riconoscere relazioni di successione, contemporaneità,

Dettagli

Competenze disciplinari. L alunno: 1) Ascolta, comprende ed esegue la consegna data. 3) Utilizza strumenti e procedure su indicazione

Competenze disciplinari. L alunno: 1) Ascolta, comprende ed esegue la consegna data. 3) Utilizza strumenti e procedure su indicazione SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO D ISTITUTO di SCIENZE FINALITÀ AL TERMINE DEL PERCORSO D ISTRUZIONE OBBLIGATORIO : 1. Favorire il pieno sviluppo della persona nella costruzione del sé COERENZA TRA FINALITÀ OBBLIGO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA CLASSE 2^ A-B-C-D-E-F

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA CLASSE 2^ A-B-C-D-E-F Ministero dell'istruzione dell'università della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l'emilia Romagna Istituto Comprensivo di Novellara via Novy Jicin, 2 tel. 0522/654218 fax 0522/651037-42017 Novellara

Dettagli

ANNO SCOLASTICO PROF. MARIA PITIMADA MATERIA: STORIA CLASSE 1^C DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013

ANNO SCOLASTICO PROF. MARIA PITIMADA MATERIA: STORIA CLASSE 1^C DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. MARIA PITIMADA MATERIA: STORIA CLASSE 1^C DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA Lo studio della

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE PER COMPETENZE STORIA

CURRICOLO VERTICALE PER COMPETENZE STORIA ISTITUTO COMPRENSIVO LUCCA 2 Piazza Aldo Moro, 185-55100 LUCCA Tel. 0583/55497 - fax 0583/418586 C.F. 92054350464 e-mail :luic849005@istruzione.it pec :luic849005@pec.istruzione.it CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTEBELLO VICENTINO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTEBELLO VICENTINO ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTEBELLO VICENTINO Scuola Secondaria di primo grado Disciplina: STORIA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al fine del primo ciclo L'alunno si informa in modo autonomo

Dettagli

OBIETTIVI E COMPETENZE

OBIETTIVI E COMPETENZE CURRICOLO STORIA OBIETTIVI E COMPETENZE CLASSE OBIETTIVI COMPETENZE PRIMA Utilizzare gli indicatori temporali Usare gli indicatori temporali di di successione e durata per descrivere sequenze di azioni.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZONI POZZUOLO MARTESANA CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA Indicatori Competenze Abilità Conoscenze

ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZONI POZZUOLO MARTESANA CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA Indicatori Competenze Abilità Conoscenze ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZONI POZZUOLO MARTESANA CURRICOLO DI STORIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA Indicatori Competenze Abilità Conoscenze 1. Riconosce elementi significativi del suo passato e del suo

Dettagli

Istituto Comprensivo n. 4 C.Collodi-L.Marini Via Fucino, Avezzano (AQ) Tel. e Fax 0863/ cod. mecc. AQIC cod. Fisc.

Istituto Comprensivo n. 4 C.Collodi-L.Marini Via Fucino, Avezzano (AQ) Tel. e Fax 0863/ cod. mecc. AQIC cod. Fisc. Istituto Comprensivo n. 4 C.Collodi-L.Marini Via Fucino, 3-67051- Avezzano (AQ) Tel. e Fax 0863/413764 cod. mecc. AQIC843008 cod. Fisc.90041410664 e-mail: aqic843008@istruzione.it - pec: aqic843008@pec.istruzione.it

Dettagli

IC BUDRIO E DD BUDRIO SCUOLA DELL INFANZIA

IC BUDRIO E DD BUDRIO SCUOLA DELL INFANZIA IC BUDRIO E DD BUDRIO SCUOLA DELL INFANZIA NUCLEI FONDANTI COMPETENZE ABILITA' CONTENUTI STRUMENTI CONCETTUALI ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI Riconoscere le dimensioni temporali percepire e collegare

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE D ISTITUTO STORIA CITTADINANZA E COSTITUZIONE

CURRICOLO VERTICALE D ISTITUTO STORIA CITTADINANZA E COSTITUZIONE CURRICOLO VERTICALE D ISTITUTO STORIA CITTADINANZA E COSTITUZIONE 1 OBIETTIVO GENERALE ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI. 1. Orientarsi nel tempo della vita quotidiana 2. Comprendere le successioni temporali

Dettagli

CURRICOLO DI STORIA CLASSE I

CURRICOLO DI STORIA CLASSE I CURRICOLO DI STORIA CLASSE I dall analisi di vari tipi di fonti. Stabilire relazioni tra i fatti storici. 1) Percepire le diverse temporalità. 2) Confrontare il passato con il presente. 1) Sperimentare

Dettagli

CURRICOLO DI STORIA della scuola primaria

CURRICOLO DI STORIA della scuola primaria CURRICOLO DI STORIA della scuola primaria CURRICOLO DI STORIA al termine della classe prima della scuola primaria. CURRICOLO DI STORIA al termine della classe seconda della scuola primaria CURRICOLO DI

Dettagli

CURRICOLO DISTORIA. COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: Competenze sociali e civiche LIVELLO SCOLASTICO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA

CURRICOLO DISTORIA. COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: Competenze sociali e civiche LIVELLO SCOLASTICO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA CURRICOLO DISTORIA COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: Competenze sociali e civiche LIVELLO SCOLASTICO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA DISCIPLINE CONCORRENTI: TRAGUARDI FINE CLASSE TERZA LIVELLO SCOLASTICO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO Lorenzo Lotto CURRICOLO DI STORIA. elaborato dai docenti di scuola primaria F. Conti e Mestica a.s. 2013/14

ISTITUTO COMPRENSIVO Lorenzo Lotto CURRICOLO DI STORIA. elaborato dai docenti di scuola primaria F. Conti e Mestica a.s. 2013/14 ISTITUTO COMPRENSIVO Lorenzo Lotto CURRICOLO DI STORIA elaborato dai docenti di scuola primaria F. Conti e Mestica a.s. 2013/14 coordinatore Ins.ti Casci Ceccacci Antonella, Compagnucci Chiara Nuclei fondanti

Dettagli

STORIA INDICATORE (CATEGORIA) USARE LE FONTI INDICATORE (CATEGORIA) ORGANIZZARE NOTIZIE INDICATORE (CATEGORIA) STRUMENTI CONCETTUALI

STORIA INDICATORE (CATEGORIA) USARE LE FONTI INDICATORE (CATEGORIA) ORGANIZZARE NOTIZIE INDICATORE (CATEGORIA) STRUMENTI CONCETTUALI STORIA INDICATORE (CATEGORIA) USARE LE FONTI INFANZIA Sa di avere una storia personale e familiare, conosce le tradizioni della famiglia, della comunità e le mette a confronto con altre. PRIMARIA Riconosce

Dettagli

Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione

Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione SCUOLA PRIMARIA INGLESE Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione Descrittori Classe 1 Descrittori Classe 2 Descrittori Classe 3 Descrittori Classe 4 Descrittori Classe 5 comprendere

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA STORIA Obiettivi di apprendimento

SCUOLA PRIMARIA STORIA Obiettivi di apprendimento SCUOLA PRIMARIA STORIA Obiettivi di apprendimento TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE (N.I.) 1. Organizzazione delle informazioni 2. Uso dei documenti 3. Strumenti concettuali e conoscenze 4. Produzione

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO DI CALUSO PROGRAMMAZIONE PER CLASSI. individuale di testi.

CIRCOLO DIDATTICO DI CALUSO PROGRAMMAZIONE PER CLASSI. individuale di testi. ASSE CULTURALE: LINGUAGGI DISCIPLINA: ITALIANO TEMATICA PORTANTE: TIPOLOGIA TESTUALE - TESTO NARRATIVO CIRCOLO DIDATTICO DI CALUSO PROGRAMMAZIONE PER CLASSI Classe Microcompetenze specifiche (Testo narrativo

Dettagli

CLASSE SECONDA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO ITALIANO A) ASCOLTARE 1 BIMESTRE 2 BIMESTRE 3 BIMESTRE 4 BIMESTRE

CLASSE SECONDA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO ITALIANO A) ASCOLTARE 1 BIMESTRE 2 BIMESTRE 3 BIMESTRE 4 BIMESTRE OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CLASSE SECONDA ITALIANO A) ASCOLTARE 1 1. Ascoltare e comprendere vari messaggi 1. Ascoltare messaggi orali di vario genere e individuare l'argomento centrale 2. Ascoltare

Dettagli

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: Consapevolezza ed espressione culturale IDENTITA STORICA TRAGUARDI ABILITA CONOSCENZE DISPOSIZIONI PROCESSI METACOGNITIVI

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: Consapevolezza ed espressione culturale IDENTITA STORICA TRAGUARDI ABILITA CONOSCENZE DISPOSIZIONI PROCESSI METACOGNITIVI STORIA COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: Consapevolezza ed espressione culturale IDENTITA STORICA TRAGUARDI ABILITA CONOSCENZE DISPOSIZIONI PROCESSI METACOGNITIVI -L alunno riconosce elementi significativi del

Dettagli

SCUOLA x PRIMARIA. SECONDARIA SCUOLA x PRIMARIA PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE SECONDARIA. : Area linguistico-artisticoespressiva CURRICOLARE

SCUOLA x PRIMARIA. SECONDARIA SCUOLA x PRIMARIA PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE SECONDARIA. : Area linguistico-artisticoespressiva CURRICOLARE SCUOLA x PRIMARIA SECONDARIA SCUOLA x PRIMARIA PROGRAMMAZIONE SECONDARIA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE : Area linguistico-artisticoespressiva DISCIPLINA INSEGNANTE: : area antropologica CLASSI: CLASSE: III

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA MUSICA. Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione

SCUOLA PRIMARIA MUSICA. Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione SCUOLA PRIMARIA MUSICA Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione Descrittori Classe 1 Descrittori Classe 2 Descrittori Classe 3 Descrittori Classe 4 Descrittori Classe 5 il significato

Dettagli

Programmazione Annuale di Storia della Scuola Secondaria di Primo Grado Caccia

Programmazione Annuale di Storia della Scuola Secondaria di Primo Grado Caccia Programmazione Annuale di Storia della Scuola Secondaria di Primo Grado Caccia Il senso dell insegnamento della storia Lo studio della storia, insieme alla memoria delle generazioni viventi, alla percezione

Dettagli

STORIA COMPETENZE CHIAVE:

STORIA COMPETENZE CHIAVE: STORIA COMPETENZE CHIAVE: Imparare ad imparare, Consapevolezza ed espressione culturale, Competenze sociali e civiche Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno: Riconosce elementi significativi

Dettagli

CURRICOLO DI ITALIANO CLASSE QUARTA

CURRICOLO DI ITALIANO CLASSE QUARTA CURRICOLO DI ITALIANO CLASSE QUARTA CONTENUTI ABILITA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE INDICATORI DESCRITTORI LINGUA PER NARRARE Testo fantastico fiaba favola mito leggenda racconto di fantasia Testo realistico

Dettagli

CURRICOLO ITALIANO - CLASSE SECONDA -

CURRICOLO ITALIANO - CLASSE SECONDA - CURRICOLO ITALIANO - CLASSE SECONDA - ASCOLTO E PARLATO - Ascoltare con attenzione le Collaborare e comunicazioni dei compagni. partecipare - Comprendere messaggi orali e lo scopo per cui sono attivati.

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI CORTE FRANCA LINGUA CLASSE SECONDA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO. Micro- obiettivi

SCUOLA PRIMARIA DI CORTE FRANCA LINGUA CLASSE SECONDA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO. Micro- obiettivi SCUOLA PRIMARIA DI CORTE FRANCA LINGUA CLASSE SECONDA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Nuclei Macro- obiettivi al termine della classe terza Ascolto e parlato Prendere la parola negli scambi comunicativi (dialogo,

Dettagli

PIANO DI LAVORO PREVENTIVO a. s

PIANO DI LAVORO PREVENTIVO a. s ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CRESCENZI PACINOTTI PIANO DI LAVORO PREVENTIVO a. s. 2016-2017 Classe 1CFM Materia: STORIA Docente: Mazzacuva Eleonora OBIETTIVI DELL APPRENDIMENTO UNITA DIDATTICA N. 1

Dettagli

CURRICOLO STORIA CLASSE PRIMA

CURRICOLO STORIA CLASSE PRIMA CURRICOLO STORIA CLASSE PRIMA SPAZIO E NEL TEMPO COGLIERE LA SUCCESSIONE CRONOLOGICA - Riconoscere nel tempo la successione degli avvenimenti e riordinarli. COGLIERE LA SUCCESSIONE CICLICA E LA PERIODIZZAZIONE

Dettagli

Prospetto generale del curricolo di storia dalla scuola dell infanzia, alla scuola primaria, alla scuola secondaria di primo grado.

Prospetto generale del curricolo di storia dalla scuola dell infanzia, alla scuola primaria, alla scuola secondaria di primo grado. Prospetto generale del curricolo di storia dalla scuola dell infanzia, alla scuola primaria, alla scuola secondaria di primo grado. SCUOLA DELL INFANZIA Percorsi di educazione temporale Didattica dei copioni:

Dettagli

CLASSI TERZE LA PROGRAMMAZIONE

CLASSI TERZE LA PROGRAMMAZIONE Obiettivi generali del processo formativo CLASSI TERZE LA PROGRAMMAZIONE La comunicazione nella madrelingua: la capacità di esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in

Dettagli

Istituto Comprensivo di Sissa Trecasali Allegato 2.E al Piano Triennale dell Offerta Formativa 2016/19 CURRICOLO DI SCIENZE SCUOLA DELL INFANZIA

Istituto Comprensivo di Sissa Trecasali Allegato 2.E al Piano Triennale dell Offerta Formativa 2016/19 CURRICOLO DI SCIENZE SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO DI SCIENZE SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI FORMATIVI TRAGUARDI Obiettivi riferiti all intero percorso della scuola dell infanzia OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO COMPETENZE Osservare con attenzione

Dettagli