Connected Components: sistema di controllo assi Micro 800 Laboratorio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Connected Components: sistema di controllo assi Micro 800 Laboratorio"

Transcript

1 Connected Components: sistema di controllo assi Micro 800 Laboratorio

2

3 Indice INDICE 3 PRIMA DI INIZIARE 4 PRESENTAZIONE DEL LABORATORIO PRATICO (75 MIN) 4 MATERIALI DEL LABORATORIO 4 CONVENZIONI UTILIZZATE NEL DOCUMENTO 6 LABORATORIO 1: CONFIGURAZIONE DI BASE PER UN SISTEMA DI CONTROLLO ASSI MICRO 800 (10 MIN) 7 APRIRE IL FILE DI PROGETTO INIZIALE 7 COSA È GIÀ STATO FATTO? 8 LABORATORIO 1: RIEPILOGO DELLA CONFIGURAZIONE DELL ASSE DI MOVIMENTO 15 LABORATORIO 2: PROGRAMMAZIONE DI UN BLOCCO FUNZIONE DI CONTROLLO ASSI HOMING (10 MIN) 16 AGGIUNTA E CONFIGURAZIONE DEL BLOCCO FUNZIONE MC_HOME 16 DIMOSTRAZIONE DELLA RICERCA DELLA POSIZIONE HOME CON L APPLICAZIONE PANELVIEW COMPONENT 24 COSA È STATO FATTO? 26 LABORATORIO 3: PROGRAMMAZIONE DI UN BLOCCO FUNZIONE DI CONTROLLO ASSI MOVE RELATIVE (10 MIN) 28 AGGIUNTA E CONFIGURAZIONE DI COMANDI MOVE RELATIVE E STOP 28 DIMOSTRAZIONE DEL COMANDO MOVE RELATIVE CON L APPLICAZIONE PANELVIEW COMPONENT _ 32 COSA È STATO FATTO? 33 LABORATORIO 4: PROGRAMMAZIONE DI UN BLOCCO FUNZIONE DI CONTROLLO ASSI MOVE ABSOLUTE (10 MIN) 34 AGGIUNTA E CONFIGURAZIONE DI UN COMANDO MOVE ABSOLUTE 34 DIMOSTRAZIONE DEL COMANDO MOVE ABSOLUTE CON L APPLICAZIONE PANELVIEW COMPONENT 37 COSA È STATO FATTO? 38 LABORATORIO 5: PROGRAMMAZIONE DI UN BLOCCO FUNZIONE TOUCH PROBE (10 MIN) 39 AGGIUNTA E CONFIGURAZIONE DEL COMANDO MC_TOUCHPROBE 39 DIMOSTRAZIONE DI TOUCH PROBE CON L APPLICAZIONE PANELVIEW COMPONENT E DI13 43 COSA È STATO FATTO? 44 LABORATORIO 6: PROCEDURA AVANZATA (FACOLTATIVA): CREAZIONE DI UN NUOVO BLOCCO FUNZIONE DI CONTROLLO ASSI (15 MIN) 45 CREAZIONE DI UN NUOVO UDFB 45 USO DEL BLOCCO FUNZIONE DEFINITO DALL UTENTE 54 DIMOSTRAZIONE DELLA FUNZIONE JOG CON L APPLICAZIONE PANELVIEW COMPONENT 57 COSA È STATO FATTO? 58 LABORATORIO 7: (FACOLTATIVO): PROTEZIONE DI UN UDFB (5 MIN) 59 PROTEZIONE DI UN UDFB 59 APPENDICE A SPIEGAZIONE DEI SET DI PARAMETRI PER LA CONFIGURAZIONE DEL CONTROLLO ASSI 60 APPENDICE B DESCRIZIONE DELLE MODIFICHE ALLA DOCUMENTAZIONE 66 Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 3 di 66

4 Prima di iniziare Ai partecipanti al laboratorio è richiesta una conoscenza di base dell ambiente operativo di Connected Components Workbench. Occorre conoscere le procedure per dichiarare, assegnare ed immettere le variabili e/o i valori nelle istruzioni ladder. Si utilizzerà la maschera del controllo assi (schermate del pannello operatore) per gestire il controllore Micro 850. I tag del pannello operatore sono già stati mappati su un elenco di variabili globali in un file di progetto. I partecipanti riceveranno questo file di progetto e dovranno assegnare le variabili nei programmi ladder che saranno creati durante il laboratorio. Non sarà necessario definire nuove variabili, salvo indicazioni diverse nel manuale del laboratorio. Presentazione del laboratorio pratico (75 min) In questo laboratorio viene presentato il software Connected Component Workbench versione 6.01, utilizzato per programmare e configurare componenti collegati come i PLC Micro 800, i pannelli operatore PanelView Component ed i convertitori di frequenza PowerFlex. Obiettivi dell esercitazione Esaminare l asse di movimento preconfigurato Creare programmi ladder per il controllo dell asse Usare i blocchi funzione di controllo assi per operazioni di: Ricerca della posizione home Movimento relativo Movimento assoluto Tastatore Creare un nuovo blocco funzione di controllo assi per la marcia jog (facoltativo) Materiali del laboratorio In questo laboratorio pratico vengono forniti agli utenti i seguenti materiali, che consentiranno di completare le esercitazioni incluse in questo manuale. Hardware Apparato demo 10P071C Micro 830, costituito da: Controllore a 24 punti Micro 850 (2080-LC50-24QBB) provvisto di: Plug-in isol. seriale nello slot 1 IF4 analog. nello slot 2 OF2 analog. nello slot 3 Interfaccia operatore PVC 600 TFT Component Servoazionamento Kinetix 3 Convertitore di frequenza PowerFlex 4M Cavo USB per il download dei programmi PC con CCW 6.01 installato Scheda di comunicazione 1203-USB

5 Presentazione del kit demo di Connected Components L immagine illustra la posizione degli elementi nell apparato demo e verifica la configurazione del laboratorio: 1. Verificare che il selettore di alimentazione del kit demo sia idoneo per l uscita CA della rete elettrica locale 2. Collegare il cavo ed accendere l unità 3. Controllore Micro 850 (FW: 6.011) 4. PanelView C600 (FW: 1.80) 5. Servoazionamento Kinetix 3 6. Convertitore di frequenza PowerFlex 4M 7. Quadro ingressi analogici e digitali Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 5 di 66

6 8. Servomotore con sensore di ricerca della posizione home 9. Motore CA PowerFlex con sensore di prossimità Tabella A: indirizzi IP dei componenti dell apparato demo 10P071C Componente Indirizzamento IP stand-alone Sottorete PanelView Component Micro Software Sistema operativo Windows XP SP3 o Windows 7 Connected Components Workbench (CCW versione 6.01) RSLinx Progetto Intro to Micro800 Motion Starting Project_R6.ccwsln Cartella Introduction to Micro800 Motion Convenzioni utilizzate nel documento Nel manuale sono state adottate le seguenti convenzioni come guida nella consultazione del materiale del laboratorio. Questo stile o simbolo: Parole in grassetto (ad es. I/O Configuration o OK) Indica: Un elemento o un pulsante: - Sul quale fare clic o un nome di menu dal quale è necessario scegliere un opzione o un comando. Si tratta del nome effettivo di un elemento visualizzato sullo schermo o contenuto in un esempio. - Da inserire nel campo specificato. Si tratta di informazioni da fornire in base all applicazione (ad es. una variabile). Il testo visualizzato in questo riquadro grigio è un informazione supplementare relativa ai materiali del laboratorio, ma non un informazione che è obbligatorio leggere per lo svolgimento degli esercizi del laboratorio. Il testo che segue questo simbolo può fornire suggerimenti utili, in grado di agevolare l uso del prodotto. Molto spesso, gli autori si avvalgono di questo particolare stile, indicato come suggerimento, per fornire informazioni importanti che desiderano trasmettere ai partecipanti. Nota: se nel testo non è specificato il pulsante del mouse da premere, si dovrà fare clic su quello sinistro.

7 Laboratorio 1: configurazione di base per un sistema di controllo assi Micro 800 (10 min) In questa sezione del laboratorio sono spiegate alcune operazioni di programmazione e configurazione eseguite in precedenza. Aprire il file di progetto iniziale 1. Fare clic sull icona di apertura. 2. Dalla finestra Open, accedere a: C:\Lab Files\AUL03A\Intro to Micro800 Motion Starting Project \Intro to Micro800 Motion - Starting Project_R6 3. Selezionare Intro to Micro800 Motion - Starting Project_R6.ccwsln e fare clic su Open 4. Come si vedrà, questo progetto contiene le operazioni preliminari già eseguite per la sessione di laboratorio. I dettagli di queste operazioni sono descritti nella sezione successiva. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 7 di 66

8 Cosa è già stato fatto? Per rendere più efficiente lo svolgimento del laboratorio, è già stata effettuata la configurazione iniziale. In questo modo ci sarà più tempo per la dimostrazione del programma e delle capacità di controllo assi di Micro 850. In questa sezione viene spiegato cosa è già stato fatto e viene descritta la finalità della funzione di controllo assi amministrativa. Le operazioni preliminari già effettuate sono le seguenti: 1) Configurazione dell asse di movimento 2) Preimpostazione delle variabili globali 3) Funzione di controllo assi amministrativa 1. Configurazione del controllo assi per Micro 850 Il nome dell asse è X e tutte le categorie di livello inferiore sono già state configurate; nelle pagine seguenti sono spiegate le differenze rispetto alle impostazioni di default. Nell Appendice A è spiegato il metodo usato per la determinazione di questi parametri ai fini del laboratorio. Informazioni utili Per ottenere maggiori spiegazioni su un oggetto, selezionare l oggetto e premere F1 per avviare la funzione Help. Sarà presentata una descrizione più dettagliata dello specifico oggetto selezionato. a. DO2 è configurato come Drive enable output. b. L opzione Drive ready input è disabilitata per questo laboratorio c. L opzione Touch probe input è abilitata e configurata automaticamente su DI03.

9 d. È stato cambiato il valore del campo Pulse per revolution, impostato a e. È stato cambiato il valore del campo Travel per revolution, impostato a 10.0 f. È stato cambiato il livello di attivazione dei sensori di limite inferiore e superiore, impostato su High. g. È stato cambiato il valore del campo Start/Stop Velocity, impostato a 0.5 h. È stato cambiato il valore del campo Max Velocity, impostato a Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 9 di 66

10 i. È stato cambiato il valore dei campi Max Acceleration, Max Deceleration e Max Jerk, impostato a j. È stato cambiato il valore del campo Homing Velocity, impostato a k. È stato cambiato il valore del campo Creep Velocity, impostato a 20.0 l. È stato cambiato il valore dei campi Homing Acceleration e Homing Deceleration, impostato a Informazioni utili Maggiori informazioni Solo i controllori Micro 800 con uscite a transistor possono eseguire funzioni di controllo assi. I seguenti modelli di controllore Micro 850 a 24 punti illustrano le differenze tra i diversi tipi di uscita L50-24QBB: 2080-L50-24QVB: 2080-L50-24QWB: 2080-L50-24AWB: Uscita source a transistor Controllo assi supportato Uscita sink a transistor Controllo assi supportato Uscita sink a relè Controllo assi non supportato Uscita sink a relè Controllo assi non supportato La funzione di controllo assi è disponibile solo nei controllori Micro 830 e Micro 850 con uscite a transistor. 2. Variabili globali predefinite. Queste variabili sono state premappate sui tag del pannello operatore. Nel Laboratorio 2, queste variabili saranno assegnate a specifici blocchi funzione di controllo assi.

11 3. Funzione di controllo assi amministrativa. Per lo svolgimento del laboratorio sono necessarie alcune funzioni di controllo assi di tipo amministrativo. Queste funzioni amministrative sono MC_Power, MC_Reset e MC_ReadParameter. Vengono usate per 1) Abilitare il servoazionamento 2) Ripristinare un asse di movimento dopo un errore 3) Leggere le informazioni sull asse, ad esempio la posizione di comando e la velocità di comando. Le funzioni di controllo assi di tipo amministrativo prevedono 5 rami ladder. Questi rami utilizzano il blocco funzione di controllo assi di tipo amministrativo per eseguire le tre operazioni sopra indicate. Qui sotto è descritta la finalità di ogni ramo: Rung 1: La funzione MC_Power viene usata per abilitare il servoazionamento ed abilitare il movimento positivo/negativo (attivando servoon, il controllore abilita DO2 che a sua volta abilita il servoazionamento Kinetix 3). Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 11 di 66

12 Informazioni utili Il lato sinistro del blocco funzione contiene tutte le impostazioni di ingresso. Poiché X è allocato su AxisIn, significa che questo blocco funzione è destinato al solo asse X. Le uscite del blocco funzione sono allocate a variabili che forniscono indicazioni di stato ed altre informazioni su X. L allocazione delle variabili a queste uscite è facoltativa, ma è stata comunque effettuata nel lavoro preparatorio. Rung 2: La funzione MC_Reset viene usata per ripristinare eventuali errori del controllo assi. Quando la funzione reset è attivata (impostata su TRUE), essa ripristina gli errori del controllo assi. Rung 3: L attivazione di reset attiva DO1, che a sua volta ripristina il servoazionamento Kinetix 3. Informazioni utili Ogni volta che si verifica una condizione non valida (solitamente quando il controllo assi esce dal campo di impostazione), l asse di movimento entra in stato di errore. Ciò significa che il controllore ed il servoazionamento non sono in grado di operare. Per ripristinare l asse di movimento, è necessario eseguire un reset del controllo assi. A tale scopo è possibile usare la funzione MC_Reset, che ripristina gli errori del controllo assi per il controllore ed il servoazionamento e li riporta allo stato di normalità, in modo che l asse di movimento possa operare normalmente al comando successivo di controllo assi.

13 Rung 4: La funzione MC_ReadParameter legge il parametro dell asse. In base ai parametri con ID 1 e 11 (assegnati ai blocchi funzione), questi due blocchi funzione leggono rispettivamente la posizione di comando e la velocità di comando. Gli ID corrispondenti agli altri parametri sono riportati nella Tabella degli ID dei parametri alla pagina successiva. Tabella degli ID dei parametri PN (ID) Nome Tipo dati B/E R/W Commenti 1 CommandedPosition REAL B R Posizione di comando 2 SWLimitPos REAL E R/W 3 SWLimitNeg REAL E R/W 4 EnableLimitPos BOOL E R/W 5 EnableLimitNeg BOOL E R/W Posizione dell interruttore di finecorsa positivo del software Posizione dell interruttore di finecorsa negativo del software Abilita l interruttore di finecorsa positivo del software Abilita l interruttore di finecorsa negativo del software 6 Reserved NA NA NA Riservato per una versione successiva 7 Reserved NA NA NA Riservato per una versione successiva 8 MaxVelocitySystem REAL E R 9 MaxVelocityAppl REAL B R/W Velocità massima consentita per l asse nel sistema di controllo assi Velocità massima consentita per l asse nell applicazione 10 Reserved NA NA NA Riservato per una versione successiva Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 13 di 66

14 PN (ID) Nome Tipo dati B/E R/W Commenti 11 CommandedVelocity REAL B R Velocità di comando 12 MaxAccelerationSystem REAL E R 13 MaxAccelerationAppl REAL E R/W Accelerazione massima consentita per l asse nel sistema di controllo assi Accelerazione massima consentita per l asse nell applicazione 14 MaxDecelerationSystem REAL E R Decelerazione massima consentita per l asse 15 MaxDecelerationAppl REAL E R/W Decelerazione massima consentita per l asse 16 MaxJerk REAL E R/W Strappo massimo consentito per l asse Rung 5: Mappatura di 2 variabili interne su tag del pannello operatore in modo che i valori siano visibili dalla schermata del pannello operatore. Informazioni utili Sono stati presentati due metodi per la lettura dei parametri degli assi. Il primo metodo consiste nell uso della funzione MC_ReadParameter ; assegnando l ID di un parametro ad un blocco funzione, è possibile leggere quel parametro eseguendo il blocco funzione. L altro metodo consiste nel mappare l istanza specifica di un oggetto ad una variabile con il comando MOV. Il vantaggio della funzione MC_ReadParameter è che fornisce un feedback sullo stato dell esecuzione. L utente può così sapere se la funzione è stata eseguita o se si sono verificati degli errori. Il vantaggio del comando MOV è dato dalla sua semplicità. La dimensione del programma sarà più ridotta e vi saranno meno parametri da configurare.

15 Laboratorio 1: riepilogo della configurazione dell asse di movimento Il nome dell asse di movimento è X. Di seguito è riportato l elenco dei parametri utilizzati per il controllo di X : Impostazione dell asse per X: Canale PTO Descrizione I/O di controllo assi Note EM_0 Uscita ad impulsi IO_EM_DO_00 Uscita a treno di impulsi EM_0 Uscita di direzione IO_EM_DO_03 Segno o direzione EM_0 Uscita di abilitazione azionamento IO_EM_DO_02 Abilita il bit del servoazionamento EM_0 Ingresso per tastatore IO_EM_DI_03 Ingresso per l acquisizione della posizione EM_0 Limite inferiore IO_EM_DI_00 EM_0 Limite superiore IO_EM_DI_01 Livello di attivazione basso. Il sensore deve essere normalmente chiuso. Livello di attivazione basso. Il sensore deve essere normalmente chiuso. EM_0 Ingresso interruttore di zero IO_EM_DI_02 Livello di attivazione alto EM_0 Impulsi per rotazione 20.0 (Uscita) secondaria EM_0 Corsa per rotazione 10.0 (Ingresso) primario EM_0 Reset del controllo assi IO_EM_DO_01 Uscita per il reset del servoazionamento Congratulazioni! Il laboratorio è stato completato. Passare al laboratorio 2. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 15 di 66

16 Laboratorio 2: programmazione di un blocco funzione di controllo assi Homing (10 min) A questo punto iniziano le attività di programmazione. Si useranno diversi blocchi funzione di controllo assi per azionare il motore e far muovere l asse. Per molte attività sarà necessario inserire il blocco funzione di controllo assi ed assegnare le variabili. Aggiunta e configurazione del blocco funzione MC_Home 1. Aggiungere un nuovo diagramma ladder 2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul diagramma ladder appena aggiunto e rinominarlo in Homing. Farvi doppio clic per visualizzare un diagramma ladder nell area di lavoro.

17 3. Trascinare un blocco dal Toolbox (situato nell angolo in basso a destra) e rilasciarlo nell area di lavoro. 4. Viene aperta una finestra per la selezione dei blocchi istruzione. a. Digitare mc_home per cercare l istruzione b. Fare doppio clic su MC_Home per selezionare l istruzione. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 17 di 66

18 5. Il blocco funzione MC_Home viene aggiunto al ramo. 6. Assegnare le variabili globali predefinite ed i valori delle costanti al blocco funzione MC_Home come mostrato nella figura qui sotto.

19 7. Passaggio facoltativo: nella descrizione del ramo, inserire il commento seguente: La sequenza di movimento verso la posizione home inizierà all attivazione di mov_hm. Una volta raggiunta la posizione iniziale, questa sarà riconosciuta come Trascinare un ramo dal Toolbox (situato nell angolo in basso a destra) e rilasciarlo nell area di lavoro. Informazioni utili È anche possibile aggiungere un nuovo ramo usando la combinazione di tasti Ctrl+0 (numero 0). Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 19 di 66

20 9. Inserire un blocco istruzione MOV. 10. Fare doppio clic nella metà inferiore del riquadro del parametro per aprire la finestra di selezione delle variabili e scorrere l elenco fino all oggetto X 11. Assegnare la variabile X.AxisHomed dell oggetto X all ingresso dell istruzione MOV. a. Espandere l oggetto X. b. Selezionare X.AxisHomed c. Fare clic su OK

21 12. Assegnare X_homed all uscita del comando MOV ed inserire il seguente commento nella descrizione del ramo: Questo ramo mappa lo stato home su un tag del pannello operatore. Quando l asse è in posizione home, esso viene mostrato nella schermata del pannello operatore. 13. Costruire e scaricare il progetto sul controllore Micro 850 collegato via USB. 14. È visualizzata una finestra pop-up per indicare che il controllore specificato nel progetto è diverso da quello dell apparato demo. Fare clic su OK. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 21 di 66

22 15. Nella finestra Project Organizer, fare clic con il pulsante destro del mouse su Micro 850 e selezionare Change Controller. 16. Nella finestra Controller Change, specificare come Target il tipo di controllore 2080-LC50-24QBB e cambiare il nome del progetto in Motion_LAB. 17. Viene creato un nuovo progetto usando il nome di destinazione specificato ed il tipo di controllore ricavato dal progetto originale. Salvare il nuovo progetto. 18. Creare e scaricare nuovamente il progetto sul controllore dell apparato demo. Il percorso sarà mantenuto dal primo download eseguito. Informazioni utili Nella finestra Controller Change è possibile scegliere liberamente il tipo di controllore desiderato. Cambiando il tipo di controllore, l utente potrà verificare che il numero di plug-in, le opzioni di comunicazione ed altri aspetti siano idonei per l applicazione.

23 19. Una volta scaricato il progetto sul controllore, resta ancora da scaricare l applicazione PanelView Component sull unità PVC T6T. Fare doppio clic sul pannello nella finestra Project Organizer per caricarlo. Una volta caricato il pannello, farvi clic con il pulsante destro del mouse e selezionare Validate. 20. Se la funzione di convalida non restituisce messaggi, selezionare Download. Viene aperta la finestra Graphic Terminal Application Download. Inserire l indirizzo IP del pannello ( ). Fare clic su Download. 21. Una volta scaricata l applicazione (vedere la finestra di output) si è pronti per provare la procedura di ricerca della posizione home precedentemente programmata. Osservare il terminale PVC. Premere il pulsante File Manager. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 23 di 66

24 17. Cercare l applicazione: Micro800_Motion_Demo_CCW6.cha e premere il pulsante Run L applicazione viene caricata. Dimostrazione della ricerca della posizione home con l applicazione PanelView Component 18. Nella schermata Monitor a. Premere ServoOFF per abilitare il servoazionamento. L etichetta del pulsante cambierà in Servo ON. b. Premere Home : l asse inizierà la ricerca della posizione home.

25 19. Quando l asse avrà raggiunto la posizione home, l etichetta del pulsante Home cambierà in HOMED. 20. Si osservi che il disco inizia a ruotare per poi fermarsi quando la striscia bianca passa vicino al sensore. 21. Quando l asse è in posizione home, questa viene riconosciuta come posizione e l etichetta sul pulsante Home cambia in HOMED. Informazioni utili Durante la ricerca della posizione home, nel pannello operatore si può osservare che l asse salta direttamente alla posizione L asse è programmato per assumere la posizione quando viene inviato alla posizione home (attivazione di DI02). Nelle applicazioni reali, l effetto salto non si verifica perché il sensore di posizione home viene attivato da un asse lineare, mentre nel kit demo usato in questo laboratorio il sensore viene attivato da un asse rotante. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 25 di 66

26 Cosa è stato fatto? In questo laboratorio è stato usato il blocco funzione MC_Home. Questo blocco funzione viene usato per eseguire la sequenza di homing sotto illustrata. Il parametro di velocità per la ricerca della posizione home era stato predefinito. Sequenza di homing Nel blocco funzione MC_Home, sono stati definiti altri due parametri importanti. Position: quando l asse viene inviato alla posizione home, esso deve assumere un valore di posizione assoluto. In questo laboratorio, viene assunta la posizione Homing_Mode: la tabella seguente illustra i valori corrispondenti ai diversi metodi di homing. In questo laboratorio viene usato il metodo 0.

27 Valore Nome Descrizione 0x00 MC_HOME_ABS_SWITCH Processo di homing mediante ricerca dell interruttore Home Absolute 0x01 MC_HOME_LIMIT_SWITCH Processo di homing mediante ricerca dell interruttore di finecorsa 0x02 MC_HOME_REF_WITH_ABS Processo di homing mediante ricerca dell interruttore Home Absolute ed uso di un impulso di riferimento di un encoder 0x03 MC_HOME_REF_PULSE Processo di homing mediante ricerca dell interruttore di finecorsa ed uso di un impulso di riferimento di un encoder 0x04 MC_HOME_DIRECT Processo di homing statico con applicazione forzata diretta di una posizione home da un riferimento dell utente. Il blocco funzione imposterà la posizione corrente del meccanismo come posizione di home, la quale sarà determinata mediante il parametro di ingresso Position Congratulazioni! Il laboratorio è stato completato. Passare al laboratorio 3. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 27 di 66

28 Laboratorio 3: programmazione di un blocco funzione di controllo assi Move Relative (10 min) Aggiunta e configurazione di comandi Move Relative e Stop Per semplificare il programma, sarà creato un nuovo diagramma ladder per ogni istruzione di controllo assi 1. Aggiungere un nuovo diagramma ladder. 2. Assegnare al diagramma ladder il nome moverelative, quindi farvi doppio clic per visualizzare un diagramma ladder nell area di lavoro. 3. Trascinare un blocco dal Toolbox (situato nell angolo in basso a destra) e rilasciarlo nell area di lavoro.

29 4. Viene aperta una finestra per la selezione dei blocchi istruzione. a. Digitare moverelative per cercare l istruzione b. Selezionare MC_MoveRelative e fare clic su OK per aggiungere l istruzione al programma. 5. Il blocco funzione MC_MoveRelative sarà aggiunto al ramo esistente. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 29 di 66

30 6. Assegnare le seguenti variabili globali predefinite al blocco funzione MC_MoveRelative come mostrato nella figura qui sotto. 7. Inserire nella descrizione del ramo il seguente commento: Quando si attiva r_mov, viene generata una PTO (uscita a treno di impulsi) basata su r_distance, r_velocity, r_acc, r_dec e r_jerk. 8. Poiché si tratta di un istruzione di movimento, è richiesta anche un istruzione di stop. Trascinare e rilasciare un nuovo ramo ed inserire un blocco

31 9. Viene aperta una finestra per la selezione dei blocchi istruzione. a. Digitare halt per cercare l istruzione b. Selezionare MC_Halt e fare clic su OK per aggiungere l istruzione al programma. 10. Il blocco funzione MC_Halt sarà aggiunto al ramo esistente. Questo comando di stop viene mappato sul pulsante Stop del pannello operatore. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 31 di 66

32 11. Assegnare le variabili globali predefinite al blocco funzione MC_Halt come mostrato nella figura qui sotto. 12. Costruire e scaricare il progetto. Salvare il lavoro. Dimostrazione del comando Move Relative con l applicazione PanelView Component 1. Move Relative a. Accedere alla schermata Move Relative premendo Move Relative nel menu e premere servooff per abilitare il servomotore.

33 b. Cambiare i valori dei campi Speed e Distance impostandoli rispettivamente a 5 e 10. Quindi premere REL Move. c. Si potrà eseguire la demo con parametri differenti ed osservare le differenze, e premere Stop per arrestare il movimento senza raggiungere la posizione di destinazione. Cosa è stato fatto? In questo laboratorio sono stati utilizzati il blocco funzione MC_MoveRelative per generare impulsi basati sui parametri di ingresso ed il blocco funzione MC_Halt per fermare il movimento. Qui sotto è fornita la spiegazione dei parametri di ingresso per MC_MoveRelative: Distance: specifica la distanza. La configurazione del controllo assi converte questa distanza in impulsi in base alle impostazioni Velocity: specifica la velocità degli impulsi in uscita Acceleration: specifica l incremento di velocità Deceleration: specifica la diminuzione della velocità Jerk: se questo parametro ha il valore 0, significa che il profilo velocità/tempo è trapezoidale. Diversamente, il profilo velocità/tempo avrà la forma di una curva a S Congratulazioni! Il laboratorio è stato completato. Passare al laboratorio 4. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 33 di 66

34 Laboratorio 4: programmazione di un blocco funzione di controllo assi Move Absolute (10 min) Aggiunta e configurazione di un comando Move Absolute Per questa istruzione sarà aggiunto un nuovo diagramma ladder. 1. Aggiungere un nuovo diagramma ladder. 2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul diagramma ladder appena aggiunto e rinominarlo in moveabsolute. Farvi doppio clic per visualizzare un diagramma ladder nell area di lavoro. 3. Trascinare un blocco dal Toolbox (situato nell angolo in basso a destra) e rilasciarlo nell area di lavoro.

35 4. Viene aperta una finestra per la selezione dei blocchi istruzione. a. Digitare moveabsolute per cercare l istruzione b. Fare doppio clic su MC_MoveAbsolute per selezionare l istruzione. 5. Il blocco funzione MC_MoveAbsolute sarà aggiunto al ramo esistente. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 35 di 66

36 6. Assegnare le seguenti variabili globali predefinite al blocco funzione MC_MoveAbsolute_1 come mostrato nella figura qui sotto. 7. Inserire nella descrizione del ramo il seguente commento: Quando si attiva a_mov, viene generata una PTO (uscita a treno di impulsi) basata su a_position, a_velocity, a_acc, a_dec e a_jerk. 8. Costruire e scaricare il progetto. Salvare il lavoro.

37 Dimostrazione del comando Move Absolute con l applicazione PanelView Component 1. Move Absolute a. Accedere alla schermata Move Absolute e premere servooff per abilitare il servomotore. b. Premere HOME. Quando si attiva il sensore di posizione home, l asse rallenta e si ferma. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 37 di 66

38 c. Quando l asse è in posizione home, cambiare il valore del parametro Position impostandolo a 999 e premere ABS Move. Informazioni utili Osservazione Quando l asse si trova in posizione home, l etichetta del pulsante Home cambia in HOMED. Quando si attiva ABS Move, il motore inizia a ruotare e l asse si sposta verso destra per poi fermarsi prima di R.L d. Eseguire la demo con parametri differenti ed osservare le differenze. Cosa è stato fatto? In questo laboratorio è stato utilizzato il blocco funzione di controllo assi MC_MoveAbsolute per generare impulsi basati sui parametri di ingresso. Questi impulsi vengono generati in base alle posizioni finale ed iniziale. Per questa ragione, è sempre necessario portare l asse in posizione home prima di eseguire uno spostamento assoluto. Qui sotto è fornita la spiegazione dei parametri di ingresso: Position: specifica la posizione finale Velocity: specifica la velocità degli impulsi in uscita Acceleration: specifica l incremento di velocità Deceleration: specifica la diminuzione della velocità Jerk: se questo parametro ha il valore 0, significa che il profilo velocità/tempo è trapezoidale. Diversamente, il profilo velocità/tempo avrà la forma di una curva a S Congratulazioni! Il laboratorio è stato completato. Passare al laboratorio 5.

39 Laboratorio 5: programmazione di un blocco funzione Touch Probe (10 min) Cos è Touch Probe? Touch Probe è una funzione che registra la posizione di un asse all attivazione di un evento. Questo laboratorio prevede la scrittura di una semplice istruzione per registrare la posizione all attivazione di DI3. Aggiunta e configurazione del comando MC_TouchProbe 1. Aggiungere un nuovo diagramma ladder. 2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul diagramma ladder appena aggiunto e rinominarlo in touchprobe. Farvi doppio clic per visualizzare un diagramma ladder nell area di lavoro. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 39 di 66

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000 SIATIC F 351 Getting Started Edizione 02/2000 Le presenti informazioni guidano l utente, sulla base di un esempio concreto articolato in cinque fasi, nell esecuzione della messa in servizio fino ad ottenere

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

per Scanner Serie 4800/2400

per Scanner Serie 4800/2400 Agosto, 2003 Guida d installazione e guida utente per Scanner Serie 4800/2400 Copyright 2003 Visioneer. Tutti i diritti riservati. La protezione reclamata per il copyright include tutte le forme, gli aspetti

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE ESEGUIRE: MENU STRUMENTI ---- OPZIONI INTERNET --- ELIMINA FILE TEMPORANEI --- SPUNTARE

Dettagli

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad Attraverso questo applicativo è possibile visualizzare tutti gli ingressi del DVR attraverso il cellulare. Per poter visionare le immagini

Dettagli

Software Emeris Communication Manager

Software Emeris Communication Manager ecm Software Emeris Communication Manager Manuale operativo Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel 02.956821 - Fax 02.95307006 e-mail: info@fantinicosmi.it http://www.fantinicosmi.it

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

1. FileZilla: installazione

1. FileZilla: installazione 1. FileZilla: installazione Dopo aver scaricato e salvato (sezione Download >Software Open Source > Internet/Reti > FileZilla_3.0.4.1_win32- setup.exe) l installer del nostro client FTP sul proprio computer

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO FARE UNA MAPPA CON OPENOFFICE IMPRESS START/PROGRAMMI APRIRE IMPRESS SCEGLIERE PRESENTAZIONE VUOTA. POI CLIC SU AVANTI E DI NUOVO SU AVANTI. QUANDO AVANTI NON COMPARE PIÙ, FARE CLIC SU CREA CHIUDERE LE

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning.

In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning. In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning. Per collegare un iphone con connettore Lightning ad SPH-DA100 AppRadio e

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli ITCG C. CATTANEO via Matilde di Canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (Reggio Emilia) Costruzione del grafico di una funzione con Microsoft Excel Supponiamo di aver costruito la tabella riportata in figura

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze.

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze. MONITOR DEFIBRILLATORE LIFEPAK 12 Il Monitor Defibrillatore LIFEPAK 12 è un dispositivo medicale che nasce per l emergenza e resiste ad urti, vibrazioni, cadute, polvere, pioggia e a tutte quelle naturali

Dettagli

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Introduzione: In questo documento troverete tutte le informazioni utili per mappare correttamente con il software ECM Titanium, partendo dalla lettura del

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

ipod shuffle Manuale Utente

ipod shuffle Manuale Utente ipod shuffle Manuale Utente 1 Indice Capitolo 1 3 Informazioni su ipod shuffle Capitolo 2 5 Nozioni di base di ipod shuffle 5 Panoramica su ipod shuffle 6 Utilizzare i controlli di ipod shuffle 7 Collegare

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

SIMATIC S7. Primi passi ed esercitazioni con STEP 7. Benvenuti in STEP 7, Contenuto. Introduzione a STEP 7 1

SIMATIC S7. Primi passi ed esercitazioni con STEP 7. Benvenuti in STEP 7, Contenuto. Introduzione a STEP 7 1 s SIMATIC S7 Primi passi ed esercitazioni con STEP 7 Getting Started Benvenuti in STEP 7, Contenuto Introduzione a STEP 7 1 SIMATIC Manager 2 Programmazione con nomi simbolici 3 Creazione di un programma

Dettagli

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO Come eseguire una sessione DEMO CONTENUTO Il documento contiene le informazioni necessarie allo svolgimento di una sessione di prova, atta a verificare la

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

HORIZON SQL PREVENTIVO

HORIZON SQL PREVENTIVO 1/7 HORIZON SQL PREVENTIVO Preventivo... 1 Modalità di composizione del testo... 4 Dettaglia ogni singola prestazione... 4 Dettaglia ogni singola prestazione raggruppando gli allegati... 4 Raggruppa per

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700 74 319 0350 0 B3144x2 74 319 0350 0 Istruzioni operative Synco 700 Controllore universale RMU7... Sommario B3144x2...1 Elementi operativi...4 Display...4 Pulsante INFO...4 Manopola per selezione e conferma

Dettagli