Connected Components: sistema di controllo assi Micro 800 Laboratorio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Connected Components: sistema di controllo assi Micro 800 Laboratorio"

Transcript

1 Connected Components: sistema di controllo assi Micro 800 Laboratorio

2

3 Indice INDICE 3 PRIMA DI INIZIARE 4 PRESENTAZIONE DEL LABORATORIO PRATICO (75 MIN) 4 MATERIALI DEL LABORATORIO 4 CONVENZIONI UTILIZZATE NEL DOCUMENTO 6 LABORATORIO 1: CONFIGURAZIONE DI BASE PER UN SISTEMA DI CONTROLLO ASSI MICRO 800 (10 MIN) 7 APRIRE IL FILE DI PROGETTO INIZIALE 7 COSA È GIÀ STATO FATTO? 8 LABORATORIO 1: RIEPILOGO DELLA CONFIGURAZIONE DELL ASSE DI MOVIMENTO 15 LABORATORIO 2: PROGRAMMAZIONE DI UN BLOCCO FUNZIONE DI CONTROLLO ASSI HOMING (10 MIN) 16 AGGIUNTA E CONFIGURAZIONE DEL BLOCCO FUNZIONE MC_HOME 16 DIMOSTRAZIONE DELLA RICERCA DELLA POSIZIONE HOME CON L APPLICAZIONE PANELVIEW COMPONENT 24 COSA È STATO FATTO? 26 LABORATORIO 3: PROGRAMMAZIONE DI UN BLOCCO FUNZIONE DI CONTROLLO ASSI MOVE RELATIVE (10 MIN) 28 AGGIUNTA E CONFIGURAZIONE DI COMANDI MOVE RELATIVE E STOP 28 DIMOSTRAZIONE DEL COMANDO MOVE RELATIVE CON L APPLICAZIONE PANELVIEW COMPONENT _ 32 COSA È STATO FATTO? 33 LABORATORIO 4: PROGRAMMAZIONE DI UN BLOCCO FUNZIONE DI CONTROLLO ASSI MOVE ABSOLUTE (10 MIN) 34 AGGIUNTA E CONFIGURAZIONE DI UN COMANDO MOVE ABSOLUTE 34 DIMOSTRAZIONE DEL COMANDO MOVE ABSOLUTE CON L APPLICAZIONE PANELVIEW COMPONENT 37 COSA È STATO FATTO? 38 LABORATORIO 5: PROGRAMMAZIONE DI UN BLOCCO FUNZIONE TOUCH PROBE (10 MIN) 39 AGGIUNTA E CONFIGURAZIONE DEL COMANDO MC_TOUCHPROBE 39 DIMOSTRAZIONE DI TOUCH PROBE CON L APPLICAZIONE PANELVIEW COMPONENT E DI13 43 COSA È STATO FATTO? 44 LABORATORIO 6: PROCEDURA AVANZATA (FACOLTATIVA): CREAZIONE DI UN NUOVO BLOCCO FUNZIONE DI CONTROLLO ASSI (15 MIN) 45 CREAZIONE DI UN NUOVO UDFB 45 USO DEL BLOCCO FUNZIONE DEFINITO DALL UTENTE 54 DIMOSTRAZIONE DELLA FUNZIONE JOG CON L APPLICAZIONE PANELVIEW COMPONENT 57 COSA È STATO FATTO? 58 LABORATORIO 7: (FACOLTATIVO): PROTEZIONE DI UN UDFB (5 MIN) 59 PROTEZIONE DI UN UDFB 59 APPENDICE A SPIEGAZIONE DEI SET DI PARAMETRI PER LA CONFIGURAZIONE DEL CONTROLLO ASSI 60 APPENDICE B DESCRIZIONE DELLE MODIFICHE ALLA DOCUMENTAZIONE 66 Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 3 di 66

4 Prima di iniziare Ai partecipanti al laboratorio è richiesta una conoscenza di base dell ambiente operativo di Connected Components Workbench. Occorre conoscere le procedure per dichiarare, assegnare ed immettere le variabili e/o i valori nelle istruzioni ladder. Si utilizzerà la maschera del controllo assi (schermate del pannello operatore) per gestire il controllore Micro 850. I tag del pannello operatore sono già stati mappati su un elenco di variabili globali in un file di progetto. I partecipanti riceveranno questo file di progetto e dovranno assegnare le variabili nei programmi ladder che saranno creati durante il laboratorio. Non sarà necessario definire nuove variabili, salvo indicazioni diverse nel manuale del laboratorio. Presentazione del laboratorio pratico (75 min) In questo laboratorio viene presentato il software Connected Component Workbench versione 6.01, utilizzato per programmare e configurare componenti collegati come i PLC Micro 800, i pannelli operatore PanelView Component ed i convertitori di frequenza PowerFlex. Obiettivi dell esercitazione Esaminare l asse di movimento preconfigurato Creare programmi ladder per il controllo dell asse Usare i blocchi funzione di controllo assi per operazioni di: Ricerca della posizione home Movimento relativo Movimento assoluto Tastatore Creare un nuovo blocco funzione di controllo assi per la marcia jog (facoltativo) Materiali del laboratorio In questo laboratorio pratico vengono forniti agli utenti i seguenti materiali, che consentiranno di completare le esercitazioni incluse in questo manuale. Hardware Apparato demo 10P071C Micro 830, costituito da: Controllore a 24 punti Micro 850 (2080-LC50-24QBB) provvisto di: Plug-in isol. seriale nello slot 1 IF4 analog. nello slot 2 OF2 analog. nello slot 3 Interfaccia operatore PVC 600 TFT Component Servoazionamento Kinetix 3 Convertitore di frequenza PowerFlex 4M Cavo USB per il download dei programmi PC con CCW 6.01 installato Scheda di comunicazione 1203-USB

5 Presentazione del kit demo di Connected Components L immagine illustra la posizione degli elementi nell apparato demo e verifica la configurazione del laboratorio: 1. Verificare che il selettore di alimentazione del kit demo sia idoneo per l uscita CA della rete elettrica locale 2. Collegare il cavo ed accendere l unità 3. Controllore Micro 850 (FW: 6.011) 4. PanelView C600 (FW: 1.80) 5. Servoazionamento Kinetix 3 6. Convertitore di frequenza PowerFlex 4M 7. Quadro ingressi analogici e digitali Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 5 di 66

6 8. Servomotore con sensore di ricerca della posizione home 9. Motore CA PowerFlex con sensore di prossimità Tabella A: indirizzi IP dei componenti dell apparato demo 10P071C Componente Indirizzamento IP stand-alone Sottorete PanelView Component Micro Software Sistema operativo Windows XP SP3 o Windows 7 Connected Components Workbench (CCW versione 6.01) RSLinx Progetto Intro to Micro800 Motion Starting Project_R6.ccwsln Cartella Introduction to Micro800 Motion Convenzioni utilizzate nel documento Nel manuale sono state adottate le seguenti convenzioni come guida nella consultazione del materiale del laboratorio. Questo stile o simbolo: Parole in grassetto (ad es. I/O Configuration o OK) Indica: Un elemento o un pulsante: - Sul quale fare clic o un nome di menu dal quale è necessario scegliere un opzione o un comando. Si tratta del nome effettivo di un elemento visualizzato sullo schermo o contenuto in un esempio. - Da inserire nel campo specificato. Si tratta di informazioni da fornire in base all applicazione (ad es. una variabile). Il testo visualizzato in questo riquadro grigio è un informazione supplementare relativa ai materiali del laboratorio, ma non un informazione che è obbligatorio leggere per lo svolgimento degli esercizi del laboratorio. Il testo che segue questo simbolo può fornire suggerimenti utili, in grado di agevolare l uso del prodotto. Molto spesso, gli autori si avvalgono di questo particolare stile, indicato come suggerimento, per fornire informazioni importanti che desiderano trasmettere ai partecipanti. Nota: se nel testo non è specificato il pulsante del mouse da premere, si dovrà fare clic su quello sinistro.

7 Laboratorio 1: configurazione di base per un sistema di controllo assi Micro 800 (10 min) In questa sezione del laboratorio sono spiegate alcune operazioni di programmazione e configurazione eseguite in precedenza. Aprire il file di progetto iniziale 1. Fare clic sull icona di apertura. 2. Dalla finestra Open, accedere a: C:\Lab Files\AUL03A\Intro to Micro800 Motion Starting Project \Intro to Micro800 Motion - Starting Project_R6 3. Selezionare Intro to Micro800 Motion - Starting Project_R6.ccwsln e fare clic su Open 4. Come si vedrà, questo progetto contiene le operazioni preliminari già eseguite per la sessione di laboratorio. I dettagli di queste operazioni sono descritti nella sezione successiva. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 7 di 66

8 Cosa è già stato fatto? Per rendere più efficiente lo svolgimento del laboratorio, è già stata effettuata la configurazione iniziale. In questo modo ci sarà più tempo per la dimostrazione del programma e delle capacità di controllo assi di Micro 850. In questa sezione viene spiegato cosa è già stato fatto e viene descritta la finalità della funzione di controllo assi amministrativa. Le operazioni preliminari già effettuate sono le seguenti: 1) Configurazione dell asse di movimento 2) Preimpostazione delle variabili globali 3) Funzione di controllo assi amministrativa 1. Configurazione del controllo assi per Micro 850 Il nome dell asse è X e tutte le categorie di livello inferiore sono già state configurate; nelle pagine seguenti sono spiegate le differenze rispetto alle impostazioni di default. Nell Appendice A è spiegato il metodo usato per la determinazione di questi parametri ai fini del laboratorio. Informazioni utili Per ottenere maggiori spiegazioni su un oggetto, selezionare l oggetto e premere F1 per avviare la funzione Help. Sarà presentata una descrizione più dettagliata dello specifico oggetto selezionato. a. DO2 è configurato come Drive enable output. b. L opzione Drive ready input è disabilitata per questo laboratorio c. L opzione Touch probe input è abilitata e configurata automaticamente su DI03.

9 d. È stato cambiato il valore del campo Pulse per revolution, impostato a e. È stato cambiato il valore del campo Travel per revolution, impostato a 10.0 f. È stato cambiato il livello di attivazione dei sensori di limite inferiore e superiore, impostato su High. g. È stato cambiato il valore del campo Start/Stop Velocity, impostato a 0.5 h. È stato cambiato il valore del campo Max Velocity, impostato a Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 9 di 66

10 i. È stato cambiato il valore dei campi Max Acceleration, Max Deceleration e Max Jerk, impostato a j. È stato cambiato il valore del campo Homing Velocity, impostato a k. È stato cambiato il valore del campo Creep Velocity, impostato a 20.0 l. È stato cambiato il valore dei campi Homing Acceleration e Homing Deceleration, impostato a Informazioni utili Maggiori informazioni Solo i controllori Micro 800 con uscite a transistor possono eseguire funzioni di controllo assi. I seguenti modelli di controllore Micro 850 a 24 punti illustrano le differenze tra i diversi tipi di uscita L50-24QBB: 2080-L50-24QVB: 2080-L50-24QWB: 2080-L50-24AWB: Uscita source a transistor Controllo assi supportato Uscita sink a transistor Controllo assi supportato Uscita sink a relè Controllo assi non supportato Uscita sink a relè Controllo assi non supportato La funzione di controllo assi è disponibile solo nei controllori Micro 830 e Micro 850 con uscite a transistor. 2. Variabili globali predefinite. Queste variabili sono state premappate sui tag del pannello operatore. Nel Laboratorio 2, queste variabili saranno assegnate a specifici blocchi funzione di controllo assi.

11 3. Funzione di controllo assi amministrativa. Per lo svolgimento del laboratorio sono necessarie alcune funzioni di controllo assi di tipo amministrativo. Queste funzioni amministrative sono MC_Power, MC_Reset e MC_ReadParameter. Vengono usate per 1) Abilitare il servoazionamento 2) Ripristinare un asse di movimento dopo un errore 3) Leggere le informazioni sull asse, ad esempio la posizione di comando e la velocità di comando. Le funzioni di controllo assi di tipo amministrativo prevedono 5 rami ladder. Questi rami utilizzano il blocco funzione di controllo assi di tipo amministrativo per eseguire le tre operazioni sopra indicate. Qui sotto è descritta la finalità di ogni ramo: Rung 1: La funzione MC_Power viene usata per abilitare il servoazionamento ed abilitare il movimento positivo/negativo (attivando servoon, il controllore abilita DO2 che a sua volta abilita il servoazionamento Kinetix 3). Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 11 di 66

12 Informazioni utili Il lato sinistro del blocco funzione contiene tutte le impostazioni di ingresso. Poiché X è allocato su AxisIn, significa che questo blocco funzione è destinato al solo asse X. Le uscite del blocco funzione sono allocate a variabili che forniscono indicazioni di stato ed altre informazioni su X. L allocazione delle variabili a queste uscite è facoltativa, ma è stata comunque effettuata nel lavoro preparatorio. Rung 2: La funzione MC_Reset viene usata per ripristinare eventuali errori del controllo assi. Quando la funzione reset è attivata (impostata su TRUE), essa ripristina gli errori del controllo assi. Rung 3: L attivazione di reset attiva DO1, che a sua volta ripristina il servoazionamento Kinetix 3. Informazioni utili Ogni volta che si verifica una condizione non valida (solitamente quando il controllo assi esce dal campo di impostazione), l asse di movimento entra in stato di errore. Ciò significa che il controllore ed il servoazionamento non sono in grado di operare. Per ripristinare l asse di movimento, è necessario eseguire un reset del controllo assi. A tale scopo è possibile usare la funzione MC_Reset, che ripristina gli errori del controllo assi per il controllore ed il servoazionamento e li riporta allo stato di normalità, in modo che l asse di movimento possa operare normalmente al comando successivo di controllo assi.

13 Rung 4: La funzione MC_ReadParameter legge il parametro dell asse. In base ai parametri con ID 1 e 11 (assegnati ai blocchi funzione), questi due blocchi funzione leggono rispettivamente la posizione di comando e la velocità di comando. Gli ID corrispondenti agli altri parametri sono riportati nella Tabella degli ID dei parametri alla pagina successiva. Tabella degli ID dei parametri PN (ID) Nome Tipo dati B/E R/W Commenti 1 CommandedPosition REAL B R Posizione di comando 2 SWLimitPos REAL E R/W 3 SWLimitNeg REAL E R/W 4 EnableLimitPos BOOL E R/W 5 EnableLimitNeg BOOL E R/W Posizione dell interruttore di finecorsa positivo del software Posizione dell interruttore di finecorsa negativo del software Abilita l interruttore di finecorsa positivo del software Abilita l interruttore di finecorsa negativo del software 6 Reserved NA NA NA Riservato per una versione successiva 7 Reserved NA NA NA Riservato per una versione successiva 8 MaxVelocitySystem REAL E R 9 MaxVelocityAppl REAL B R/W Velocità massima consentita per l asse nel sistema di controllo assi Velocità massima consentita per l asse nell applicazione 10 Reserved NA NA NA Riservato per una versione successiva Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 13 di 66

14 PN (ID) Nome Tipo dati B/E R/W Commenti 11 CommandedVelocity REAL B R Velocità di comando 12 MaxAccelerationSystem REAL E R 13 MaxAccelerationAppl REAL E R/W Accelerazione massima consentita per l asse nel sistema di controllo assi Accelerazione massima consentita per l asse nell applicazione 14 MaxDecelerationSystem REAL E R Decelerazione massima consentita per l asse 15 MaxDecelerationAppl REAL E R/W Decelerazione massima consentita per l asse 16 MaxJerk REAL E R/W Strappo massimo consentito per l asse Rung 5: Mappatura di 2 variabili interne su tag del pannello operatore in modo che i valori siano visibili dalla schermata del pannello operatore. Informazioni utili Sono stati presentati due metodi per la lettura dei parametri degli assi. Il primo metodo consiste nell uso della funzione MC_ReadParameter ; assegnando l ID di un parametro ad un blocco funzione, è possibile leggere quel parametro eseguendo il blocco funzione. L altro metodo consiste nel mappare l istanza specifica di un oggetto ad una variabile con il comando MOV. Il vantaggio della funzione MC_ReadParameter è che fornisce un feedback sullo stato dell esecuzione. L utente può così sapere se la funzione è stata eseguita o se si sono verificati degli errori. Il vantaggio del comando MOV è dato dalla sua semplicità. La dimensione del programma sarà più ridotta e vi saranno meno parametri da configurare.

15 Laboratorio 1: riepilogo della configurazione dell asse di movimento Il nome dell asse di movimento è X. Di seguito è riportato l elenco dei parametri utilizzati per il controllo di X : Impostazione dell asse per X: Canale PTO Descrizione I/O di controllo assi Note EM_0 Uscita ad impulsi IO_EM_DO_00 Uscita a treno di impulsi EM_0 Uscita di direzione IO_EM_DO_03 Segno o direzione EM_0 Uscita di abilitazione azionamento IO_EM_DO_02 Abilita il bit del servoazionamento EM_0 Ingresso per tastatore IO_EM_DI_03 Ingresso per l acquisizione della posizione EM_0 Limite inferiore IO_EM_DI_00 EM_0 Limite superiore IO_EM_DI_01 Livello di attivazione basso. Il sensore deve essere normalmente chiuso. Livello di attivazione basso. Il sensore deve essere normalmente chiuso. EM_0 Ingresso interruttore di zero IO_EM_DI_02 Livello di attivazione alto EM_0 Impulsi per rotazione 20.0 (Uscita) secondaria EM_0 Corsa per rotazione 10.0 (Ingresso) primario EM_0 Reset del controllo assi IO_EM_DO_01 Uscita per il reset del servoazionamento Congratulazioni! Il laboratorio è stato completato. Passare al laboratorio 2. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 15 di 66

16 Laboratorio 2: programmazione di un blocco funzione di controllo assi Homing (10 min) A questo punto iniziano le attività di programmazione. Si useranno diversi blocchi funzione di controllo assi per azionare il motore e far muovere l asse. Per molte attività sarà necessario inserire il blocco funzione di controllo assi ed assegnare le variabili. Aggiunta e configurazione del blocco funzione MC_Home 1. Aggiungere un nuovo diagramma ladder 2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul diagramma ladder appena aggiunto e rinominarlo in Homing. Farvi doppio clic per visualizzare un diagramma ladder nell area di lavoro.

17 3. Trascinare un blocco dal Toolbox (situato nell angolo in basso a destra) e rilasciarlo nell area di lavoro. 4. Viene aperta una finestra per la selezione dei blocchi istruzione. a. Digitare mc_home per cercare l istruzione b. Fare doppio clic su MC_Home per selezionare l istruzione. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 17 di 66

18 5. Il blocco funzione MC_Home viene aggiunto al ramo. 6. Assegnare le variabili globali predefinite ed i valori delle costanti al blocco funzione MC_Home come mostrato nella figura qui sotto.

19 7. Passaggio facoltativo: nella descrizione del ramo, inserire il commento seguente: La sequenza di movimento verso la posizione home inizierà all attivazione di mov_hm. Una volta raggiunta la posizione iniziale, questa sarà riconosciuta come Trascinare un ramo dal Toolbox (situato nell angolo in basso a destra) e rilasciarlo nell area di lavoro. Informazioni utili È anche possibile aggiungere un nuovo ramo usando la combinazione di tasti Ctrl+0 (numero 0). Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 19 di 66

20 9. Inserire un blocco istruzione MOV. 10. Fare doppio clic nella metà inferiore del riquadro del parametro per aprire la finestra di selezione delle variabili e scorrere l elenco fino all oggetto X 11. Assegnare la variabile X.AxisHomed dell oggetto X all ingresso dell istruzione MOV. a. Espandere l oggetto X. b. Selezionare X.AxisHomed c. Fare clic su OK

21 12. Assegnare X_homed all uscita del comando MOV ed inserire il seguente commento nella descrizione del ramo: Questo ramo mappa lo stato home su un tag del pannello operatore. Quando l asse è in posizione home, esso viene mostrato nella schermata del pannello operatore. 13. Costruire e scaricare il progetto sul controllore Micro 850 collegato via USB. 14. È visualizzata una finestra pop-up per indicare che il controllore specificato nel progetto è diverso da quello dell apparato demo. Fare clic su OK. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 21 di 66

22 15. Nella finestra Project Organizer, fare clic con il pulsante destro del mouse su Micro 850 e selezionare Change Controller. 16. Nella finestra Controller Change, specificare come Target il tipo di controllore 2080-LC50-24QBB e cambiare il nome del progetto in Motion_LAB. 17. Viene creato un nuovo progetto usando il nome di destinazione specificato ed il tipo di controllore ricavato dal progetto originale. Salvare il nuovo progetto. 18. Creare e scaricare nuovamente il progetto sul controllore dell apparato demo. Il percorso sarà mantenuto dal primo download eseguito. Informazioni utili Nella finestra Controller Change è possibile scegliere liberamente il tipo di controllore desiderato. Cambiando il tipo di controllore, l utente potrà verificare che il numero di plug-in, le opzioni di comunicazione ed altri aspetti siano idonei per l applicazione.

23 19. Una volta scaricato il progetto sul controllore, resta ancora da scaricare l applicazione PanelView Component sull unità PVC T6T. Fare doppio clic sul pannello nella finestra Project Organizer per caricarlo. Una volta caricato il pannello, farvi clic con il pulsante destro del mouse e selezionare Validate. 20. Se la funzione di convalida non restituisce messaggi, selezionare Download. Viene aperta la finestra Graphic Terminal Application Download. Inserire l indirizzo IP del pannello ( ). Fare clic su Download. 21. Una volta scaricata l applicazione (vedere la finestra di output) si è pronti per provare la procedura di ricerca della posizione home precedentemente programmata. Osservare il terminale PVC. Premere il pulsante File Manager. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 23 di 66

24 17. Cercare l applicazione: Micro800_Motion_Demo_CCW6.cha e premere il pulsante Run L applicazione viene caricata. Dimostrazione della ricerca della posizione home con l applicazione PanelView Component 18. Nella schermata Monitor a. Premere ServoOFF per abilitare il servoazionamento. L etichetta del pulsante cambierà in Servo ON. b. Premere Home : l asse inizierà la ricerca della posizione home.

25 19. Quando l asse avrà raggiunto la posizione home, l etichetta del pulsante Home cambierà in HOMED. 20. Si osservi che il disco inizia a ruotare per poi fermarsi quando la striscia bianca passa vicino al sensore. 21. Quando l asse è in posizione home, questa viene riconosciuta come posizione e l etichetta sul pulsante Home cambia in HOMED. Informazioni utili Durante la ricerca della posizione home, nel pannello operatore si può osservare che l asse salta direttamente alla posizione L asse è programmato per assumere la posizione quando viene inviato alla posizione home (attivazione di DI02). Nelle applicazioni reali, l effetto salto non si verifica perché il sensore di posizione home viene attivato da un asse lineare, mentre nel kit demo usato in questo laboratorio il sensore viene attivato da un asse rotante. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 25 di 66

26 Cosa è stato fatto? In questo laboratorio è stato usato il blocco funzione MC_Home. Questo blocco funzione viene usato per eseguire la sequenza di homing sotto illustrata. Il parametro di velocità per la ricerca della posizione home era stato predefinito. Sequenza di homing Nel blocco funzione MC_Home, sono stati definiti altri due parametri importanti. Position: quando l asse viene inviato alla posizione home, esso deve assumere un valore di posizione assoluto. In questo laboratorio, viene assunta la posizione Homing_Mode: la tabella seguente illustra i valori corrispondenti ai diversi metodi di homing. In questo laboratorio viene usato il metodo 0.

27 Valore Nome Descrizione 0x00 MC_HOME_ABS_SWITCH Processo di homing mediante ricerca dell interruttore Home Absolute 0x01 MC_HOME_LIMIT_SWITCH Processo di homing mediante ricerca dell interruttore di finecorsa 0x02 MC_HOME_REF_WITH_ABS Processo di homing mediante ricerca dell interruttore Home Absolute ed uso di un impulso di riferimento di un encoder 0x03 MC_HOME_REF_PULSE Processo di homing mediante ricerca dell interruttore di finecorsa ed uso di un impulso di riferimento di un encoder 0x04 MC_HOME_DIRECT Processo di homing statico con applicazione forzata diretta di una posizione home da un riferimento dell utente. Il blocco funzione imposterà la posizione corrente del meccanismo come posizione di home, la quale sarà determinata mediante il parametro di ingresso Position Congratulazioni! Il laboratorio è stato completato. Passare al laboratorio 3. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 27 di 66

28 Laboratorio 3: programmazione di un blocco funzione di controllo assi Move Relative (10 min) Aggiunta e configurazione di comandi Move Relative e Stop Per semplificare il programma, sarà creato un nuovo diagramma ladder per ogni istruzione di controllo assi 1. Aggiungere un nuovo diagramma ladder. 2. Assegnare al diagramma ladder il nome moverelative, quindi farvi doppio clic per visualizzare un diagramma ladder nell area di lavoro. 3. Trascinare un blocco dal Toolbox (situato nell angolo in basso a destra) e rilasciarlo nell area di lavoro.

29 4. Viene aperta una finestra per la selezione dei blocchi istruzione. a. Digitare moverelative per cercare l istruzione b. Selezionare MC_MoveRelative e fare clic su OK per aggiungere l istruzione al programma. 5. Il blocco funzione MC_MoveRelative sarà aggiunto al ramo esistente. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 29 di 66

30 6. Assegnare le seguenti variabili globali predefinite al blocco funzione MC_MoveRelative come mostrato nella figura qui sotto. 7. Inserire nella descrizione del ramo il seguente commento: Quando si attiva r_mov, viene generata una PTO (uscita a treno di impulsi) basata su r_distance, r_velocity, r_acc, r_dec e r_jerk. 8. Poiché si tratta di un istruzione di movimento, è richiesta anche un istruzione di stop. Trascinare e rilasciare un nuovo ramo ed inserire un blocco

31 9. Viene aperta una finestra per la selezione dei blocchi istruzione. a. Digitare halt per cercare l istruzione b. Selezionare MC_Halt e fare clic su OK per aggiungere l istruzione al programma. 10. Il blocco funzione MC_Halt sarà aggiunto al ramo esistente. Questo comando di stop viene mappato sul pulsante Stop del pannello operatore. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 31 di 66

32 11. Assegnare le variabili globali predefinite al blocco funzione MC_Halt come mostrato nella figura qui sotto. 12. Costruire e scaricare il progetto. Salvare il lavoro. Dimostrazione del comando Move Relative con l applicazione PanelView Component 1. Move Relative a. Accedere alla schermata Move Relative premendo Move Relative nel menu e premere servooff per abilitare il servomotore.

33 b. Cambiare i valori dei campi Speed e Distance impostandoli rispettivamente a 5 e 10. Quindi premere REL Move. c. Si potrà eseguire la demo con parametri differenti ed osservare le differenze, e premere Stop per arrestare il movimento senza raggiungere la posizione di destinazione. Cosa è stato fatto? In questo laboratorio sono stati utilizzati il blocco funzione MC_MoveRelative per generare impulsi basati sui parametri di ingresso ed il blocco funzione MC_Halt per fermare il movimento. Qui sotto è fornita la spiegazione dei parametri di ingresso per MC_MoveRelative: Distance: specifica la distanza. La configurazione del controllo assi converte questa distanza in impulsi in base alle impostazioni Velocity: specifica la velocità degli impulsi in uscita Acceleration: specifica l incremento di velocità Deceleration: specifica la diminuzione della velocità Jerk: se questo parametro ha il valore 0, significa che il profilo velocità/tempo è trapezoidale. Diversamente, il profilo velocità/tempo avrà la forma di una curva a S Congratulazioni! Il laboratorio è stato completato. Passare al laboratorio 4. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 33 di 66

34 Laboratorio 4: programmazione di un blocco funzione di controllo assi Move Absolute (10 min) Aggiunta e configurazione di un comando Move Absolute Per questa istruzione sarà aggiunto un nuovo diagramma ladder. 1. Aggiungere un nuovo diagramma ladder. 2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul diagramma ladder appena aggiunto e rinominarlo in moveabsolute. Farvi doppio clic per visualizzare un diagramma ladder nell area di lavoro. 3. Trascinare un blocco dal Toolbox (situato nell angolo in basso a destra) e rilasciarlo nell area di lavoro.

35 4. Viene aperta una finestra per la selezione dei blocchi istruzione. a. Digitare moveabsolute per cercare l istruzione b. Fare doppio clic su MC_MoveAbsolute per selezionare l istruzione. 5. Il blocco funzione MC_MoveAbsolute sarà aggiunto al ramo esistente. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 35 di 66

36 6. Assegnare le seguenti variabili globali predefinite al blocco funzione MC_MoveAbsolute_1 come mostrato nella figura qui sotto. 7. Inserire nella descrizione del ramo il seguente commento: Quando si attiva a_mov, viene generata una PTO (uscita a treno di impulsi) basata su a_position, a_velocity, a_acc, a_dec e a_jerk. 8. Costruire e scaricare il progetto. Salvare il lavoro.

37 Dimostrazione del comando Move Absolute con l applicazione PanelView Component 1. Move Absolute a. Accedere alla schermata Move Absolute e premere servooff per abilitare il servomotore. b. Premere HOME. Quando si attiva il sensore di posizione home, l asse rallenta e si ferma. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 37 di 66

38 c. Quando l asse è in posizione home, cambiare il valore del parametro Position impostandolo a 999 e premere ABS Move. Informazioni utili Osservazione Quando l asse si trova in posizione home, l etichetta del pulsante Home cambia in HOMED. Quando si attiva ABS Move, il motore inizia a ruotare e l asse si sposta verso destra per poi fermarsi prima di R.L d. Eseguire la demo con parametri differenti ed osservare le differenze. Cosa è stato fatto? In questo laboratorio è stato utilizzato il blocco funzione di controllo assi MC_MoveAbsolute per generare impulsi basati sui parametri di ingresso. Questi impulsi vengono generati in base alle posizioni finale ed iniziale. Per questa ragione, è sempre necessario portare l asse in posizione home prima di eseguire uno spostamento assoluto. Qui sotto è fornita la spiegazione dei parametri di ingresso: Position: specifica la posizione finale Velocity: specifica la velocità degli impulsi in uscita Acceleration: specifica l incremento di velocità Deceleration: specifica la diminuzione della velocità Jerk: se questo parametro ha il valore 0, significa che il profilo velocità/tempo è trapezoidale. Diversamente, il profilo velocità/tempo avrà la forma di una curva a S Congratulazioni! Il laboratorio è stato completato. Passare al laboratorio 5.

39 Laboratorio 5: programmazione di un blocco funzione Touch Probe (10 min) Cos è Touch Probe? Touch Probe è una funzione che registra la posizione di un asse all attivazione di un evento. Questo laboratorio prevede la scrittura di una semplice istruzione per registrare la posizione all attivazione di DI3. Aggiunta e configurazione del comando MC_TouchProbe 1. Aggiungere un nuovo diagramma ladder. 2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul diagramma ladder appena aggiunto e rinominarlo in touchprobe. Farvi doppio clic per visualizzare un diagramma ladder nell area di lavoro. Laboratorio sul controllo assi Marzo 24, 2015 Pagina 39 di 66

Connected Components: Elementi di programmazione di Micro 800 Laboratorio

Connected Components: Elementi di programmazione di Micro 800 Laboratorio Connected Components: Elementi di programmazione di Micro 800 Laboratorio Indice INDICE 3 PRIMA DI INIZIARE 4 PRESENTAZIONE DEL LABORATORIO PRATICO (75 MIN) 4 MATERIALI DEL LABORATORIO 4 CONVENZIONI UTILIZZATE

Dettagli

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000 SIATIC F 351 Getting Started Edizione 02/2000 Le presenti informazioni guidano l utente, sulla base di un esempio concreto articolato in cinque fasi, nell esecuzione della messa in servizio fino ad ottenere

Dettagli

Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file

Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file 2.1.1.1 Primi passi col computer Avviare il computer Windows è il sistema operativo più diffuso per la gestione dei personal computer, facile e amichevole

Dettagli

Messa a punto avanzata semplificata con Load Observer AUL34

Messa a punto avanzata semplificata con Load Observer AUL34 Messa a punto avanzata semplificata con Load Observer AUL34 Messa a punto avanzata semplificata con Load Observer: Laboratoriio pratiico Manualle dii llaboratoriio USO DI LOAD OBSERVER 7 INFORMAZIONI

Dettagli

DGV 700. Avvio Rapido

DGV 700. Avvio Rapido ABB Servomotors AC Brushless Servodrives DGV 700 Avvio Rapido Sommario Generalità...3 Introduzione...3 Per Iniziare...5 Accendere l Alimentazione Ausiliaria...5 Parametrizzazione di base...6 Tabelle di

Dettagli

Server E-Map. Installazione del Server E-Map. Finestra del Server E-Map

Server E-Map. Installazione del Server E-Map. Finestra del Server E-Map Manuale d uso per i programmi VS Server E-Map Con E-Map Server, si possono creare mappe elettroniche per le telecamere ed i dispositivi I/O collegati a GV-Video Server. Usando il browser web, si possono

Dettagli

Introduzione all'uso della LIM

Introduzione all'uso della LIM Introduzione all'uso della LIM Download ed installazione del programma ebeam Interact 1. Scaricare il programma ebeam Interact dal sito della scuola nell'area Docenti Software per LIM del Fermi 2. Installarlo

Dettagli

Autoware Ladder Tool (per Arduino ) Basic Tutorial

Autoware Ladder Tool (per Arduino ) Basic Tutorial Per iniziare. Utilizzare il ns. pacchetto Autoware Ladder Tool (in breve Ladder Tool) per Arduino è veramente semplice. Elenchiamo qui di seguito i passi necessari per eseguire la ns. prima esercitazione.

Dettagli

Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software

Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software Invert er LG Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software Mot ori elet t ric i Informazioni preliminari... 2 Installazione... 3 Avvio del programma... 4 Funzionamento Off-Line... 7 Caricamento di una

Dettagli

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni it 2 Informazioni generali Informazioni generali Questo manuale contiene importanti informazioni sulle caratteristiche e sull impiego

Dettagli

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Sommario Indietro >> Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Personalizzazione Apertura del pannello di controllo Funzioni del pannello di controllo Schede Elenchi del pannello di controllo

Dettagli

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424 Scansione In questo capitolo sono inclusi i seguenti argomenti: "Nozioni di base sulla scansione" a pagina 4-2 "Installazione del driver di scansione" a pagina 4-4 "Regolazione delle opzioni di scansione"

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

Manuale dell utente. Ahead Software AG

Manuale dell utente. Ahead Software AG Manuale dell utente Ahead Software AG Indice 1 Informazioni su InCD...3 1.1 Cos è InCD?...3 1.2 Requisiti per l uso di InCD...3 1.3 Aggiornamenti...4 1.3.1 Suggerimenti per gli utenti di InCD 1.3...4 2

Dettagli

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO 2 Uso del Computer e Gestione dei file ( Windows XP ) A cura di Mimmo Corrado MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 2 FINALITÁ Il Modulo 2, Uso del computer

Dettagli

Le principali novità di Word XP

Le principali novità di Word XP Le principali novità di Word XP di Gemma Francone supporto tecnico di Mario Rinina Il programma può essere aperto in diversi modi, per esempio con l uso dei pulsanti di seguito riportati. In alternativa

Dettagli

Printer Driver UP-GR700. Guida all installazione. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP.

Printer Driver UP-GR700. Guida all installazione. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. 3-197-623-32 (1) Printer Driver Guida all installazione Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. Prima di usare questo software Prima di usare il driver

Dettagli

Esercitazione n. 7: Presentazioni

Esercitazione n. 7: Presentazioni + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 2013/14 Esercitazione n. 7: Presentazioni Scopo: Creare una presentazione con Microsoft PowerPoint 2010. Scegliere uno sfondo, uno stile per i caratteri, diversi

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

Manuale dell utente. InCD. ahead

Manuale dell utente. InCD. ahead Manuale dell utente InCD ahead Indice 1 Informazioni su InCD...1 1.1 Cos è InCD?...1 1.2 Requisiti per l uso di InCD...1 1.3 Aggiornamenti...2 1.3.1 Suggerimenti per gli utenti di InCD 1.3...2 2 Installazione...3

Dettagli

Gestione Rapporti (Calcolo Aree)

Gestione Rapporti (Calcolo Aree) Gestione Rapporti (Calcolo Aree) L interfaccia dello strumento generale «Gestione Rapporti»...3 Accedere all interfaccia (toolbar)...3 Comandi associati alle icone della toolbar...4 La finestra di dialogo

Dettagli

DESKTOP. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file. Vediamo in dettaglio queste parti.

DESKTOP. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file. Vediamo in dettaglio queste parti. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file DESKTOP All accensione del nostro PC, il BIOS (Basic Input Output System) si occupa di verificare, attraverso una serie di test, che il nostro hardware

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DRIVER WINDOWS 8 (32 O 64 BIT)

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DRIVER WINDOWS 8 (32 O 64 BIT) PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DRIVER WINDOWS 8 (32 O 64 BIT) PREMESSA: Per installare i driver corretti è necessario sapere se il tipo di sistema operativo utilizzato è a 32 bit o 64 bit. Qualora non si conosca

Dettagli

Printer Driver. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP.

Printer Driver. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. 4-153-310-42(1) Printer Driver Guida all installazione Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. Prima di usare questo software Prima di usare il driver

Dettagli

Your Detecting Connection. Manuale utente. support@xchange2.net

Your Detecting Connection. Manuale utente. support@xchange2.net Your Detecting Connection Manuale utente support@xchange2.net 4901-0133-4 ii Sommario Sommario Installazione... 4 Termini e condizioni dell applicazione XChange 2...4 Configurazione delle Preferenze utente...

Dettagli

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR PJ-6/PJ-66 Stampante mobile Versione 0 ITA Introduzione Le stampanti mobili Brother, modelli PJ-6 e PJ-66 (con Bluetooth), sono compatibili con numerose

Dettagli

Guida per l utente. Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it. FotoMax editor è il software gratuito di

Guida per l utente. Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it. FotoMax editor è il software gratuito di Guida per l utente Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it FotoMax editor è il software gratuito di Indice Contenuti Introduzione... pag. 1 Copyright e contenuti... 2 Privacy... 2 Download

Dettagli

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente EasyPrint v4.7 Impaginatore Album Manuale Utente Lo strumento di impaginazione album consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di organizzare le immagini in maniera

Dettagli

Visualizzatore Posizionatore e Applicazioni

Visualizzatore Posizionatore e Applicazioni PAG. 1 PAG. 2 VISUALIZZATORE POSIZIONATORE e Applicazioni Aprile 2009 Visualizzatore Posizionatore e Applicazioni VISUALIZZATORE di QUOTE - TELEMACO Il VisualizzatoreTelemaco è costituito da una unità

Dettagli

Laplink FileMover Guida introduttiva

Laplink FileMover Guida introduttiva Laplink FileMover Guida introduttiva MN-FileMover-QSG-IT-01 (REV.01/07) Recapiti di Laplink Software, Inc. Per sottoporre domande o problemi di carattere tecnico, visitare il sito: www.laplink.com/it/support/individual.asp

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Crotone, maggio 2005 Windows Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Sistema Operativo Le funzioni software di base che permettono al computer di funzionare formano il sistema operativo. Esso consente

Dettagli

Layout dell area di lavoro

Layout dell area di lavoro Layout dell area di lavoro In Windows, Dreamweaver fornisce un layout che integra tutti gli elementi in una sola finestra. Nell area di lavoro integrata, tutte le finestre e i pannelli sono integrati in

Dettagli

FlukeView Forms Documenting Software

FlukeView Forms Documenting Software FlukeView Forms Documenting Software N. 5: Uso di FlukeView Forms con il tester per impianti elettrici Fluke 1653 Introduzione Questa procedura mostra come trasferire i dati dal tester 1653 a FlukeView

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Management Utilities Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Management Utilities Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Introduzione a Microsoft Word 2007

Introduzione a Microsoft Word 2007 Introduzione a Microsoft Word 2007 Autore: Alessandra Salvaggio Tratto dal libro: Lavorare con Word 2007 Non ostante che Microsoft Office 2007 sia uscito da un po di tempo, molte persone ancora non sono

Dettagli

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 Il Personal Computer Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 1 accendere il Computer Per accendere il Computer effettuare le seguenti operazioni: accertarsi che le prese di corrente siano tutte

Dettagli

Obiettivi del corso. Creare, modificare e formattare un semplice database costituito da tabelle, query, maschere e report utilizzando Access 2000.

Obiettivi del corso. Creare, modificare e formattare un semplice database costituito da tabelle, query, maschere e report utilizzando Access 2000. ECDL Excel 2000 Obiettivi del corso Creare, modificare e formattare un semplice database costituito da tabelle, query, maschere e report utilizzando Access 2000. Progettare un semplice database Avviare

Dettagli

Gestione di file e uso delle applicazioni

Gestione di file e uso delle applicazioni Obiettivi del corso Gestione di file e uso delle applicazioni Conoscere gli elementi principali dell interfaccia di Windows Gestire file e cartelle Aprire salvare e chiudere un file Lavorare con le finestre

Dettagli

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a: Lab 2.1 Guida e assistente LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE In questa lezione imparerete a: Descrivere la Guida in linea e l'assistente Office, Descrivere gli strumenti della Guida in linea di Windows XP,Utilizzare

Dettagli

SartoCollect v1.0 - Installazione e istruzioni per l'esecuzione

SartoCollect v1.0 - Installazione e istruzioni per l'esecuzione SartoCollect v1.0 - Installazione e istruzioni per l'esecuzione Grazie per il vostro recente acquisto di SartoCollect. Il software SartoCollect vi consentirà di importare direttamente i dati del vostro

Dettagli

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL 'LVSHQVD 'L :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL ',63(16$',:,1'2:6,QWURGX]LRQH Windows 95/98 è un sistema operativo con interfaccia grafica GUI (Graphics User Interface), a 32 bit, multitasking preempitive. Sistema

Dettagli

Strumenti per lo sviluppo del software

Strumenti per lo sviluppo del software Lo sviluppo del software Strumenti per lo sviluppo del software Lo sviluppo del software è l attività centrale del progetto e ha lo scopo di produrre il codice sorgente che, una volta compilato e messo

Dettagli

LA FINESTRA DI GOAL (SCHERMATA PRINCIPALE E PANNELLO DEI COMANDI)

LA FINESTRA DI GOAL (SCHERMATA PRINCIPALE E PANNELLO DEI COMANDI) FUNZIONI DEL PROGRAMMA GOAL Il programma GOAL consente all utilizzatore di creare animazioni grafiche rappresentanti schemi, esercitazioni e contrapposizioni tattiche. Le animazioni create possono essere

Dettagli

CONFIGURAZIONE DELLA CONNESSIONE DI RETE WIRELESS IULM_WEB (XP)

CONFIGURAZIONE DELLA CONNESSIONE DI RETE WIRELESS IULM_WEB (XP) CONFIGURAZIONE DELLA CONNESSIONE DI RETE WIRELESS IULM_WEB (XP) Di seguito le procedure per la configurazione con Windows XP SP2 e Internet Explorer 6. Le schermate potrebbero leggermente differire in

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

REMOTE ACCESS24. Note di installazione

REMOTE ACCESS24. Note di installazione REMOTE ACCESS24 Note di installazione . 2011 Il Sole 24 ORE S.p.A. Sede legale: via Monte Rosa, 91 20149 Milano Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione anche parziale e con qualsiasi

Dettagli

1. Le macro in Access 2000/2003

1. Le macro in Access 2000/2003 LIBRERIA WEB 1. Le macro in Access 2000/2003 Per creare una macro, si deve aprire l elenco delle macro dalla finestra principale del database: facendo clic su Nuovo, si presenta la griglia che permette

Dettagli

TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T

TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T ITIS Varese Tecnologia Meccanica ed Esercitazioni Reparto Macchine Utensili TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T Appunti per l utilizzo del modulo di comando (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti)

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

30 giorni di prova gratuiti, entra nel sito www.mypckey.com scarica e installa subito mypckey

30 giorni di prova gratuiti, entra nel sito www.mypckey.com scarica e installa subito mypckey DA OGGI NON IMPORTA DOVE SEI, IL TUO PC DELL UFFICIO E SEMPRE A TUA DISPOSIZIONE! Installa solo un semplice programma (nessun hardware necessario!), genera la tua chiavetta USB, e sei pronto a prendere

Dettagli

ShellMemory. Sistema operativo Microsoft Windows 98 o superiore Libreria SAPI e voce sintetica Casse audio

ShellMemory. Sistema operativo Microsoft Windows 98 o superiore Libreria SAPI e voce sintetica Casse audio Progetto Software to Fit - ShellMemory Pagina 1 Manuale d'uso ShellMemory Memory è un gioco didattico realizzato con l'obiettivo di aiutare l'alunno ad esercitare la capacità di memorizzazione o le capacità

Dettagli

TEST: Hardware e Software

TEST: Hardware e Software TEST: Hardware e Software 1. Che tipo di computer è il notebook? A. da tavolo B. generico C. non è un computer D. Portatile 2. Come è composto il computer? A. Software e Freeware B. Freeware e Antivirus

Dettagli

License Service Manuale Tecnico

License Service Manuale Tecnico Manuale Tecnico Sommario 1. BIM Services Console...3 1.1. BIM Services Console: Menu e pulsanti di configurazione...3 1.2. Menù Azioni...4 1.3. Configurazione...4 1.4. Toolbar pulsanti...5 2. Installazione

Dettagli

Timer/Smart - Pagina 1. Timer / Smart. Presentazioni automatiche su Web Presentazioni su CD/DVD e chiavette USB Siti per Smartphone

Timer/Smart - Pagina 1. Timer / Smart. Presentazioni automatiche su Web Presentazioni su CD/DVD e chiavette USB Siti per Smartphone Timer/Smart - Pagina 1 Timer / Smart Presentazioni automatiche su Web Presentazioni su CD/DVD e chiavette USB Siti per Smartphone Timer/Smart Pagina 2 Timer / Temporizzatore Questa sezione permette di

Dettagli

Manuale di KWallet 2

Manuale di KWallet 2 George Staikos Lauri Watts Sviluppatore: George Staikos Traduzione della documentazione: Vincenzo Reale Traduzione della documentazione: Nicola Ruggero Traduzione della documentazione: Federico Zenith

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Box

Guida rapida Vodafone Internet Box Guida rapida Vodafone Internet Box Benvenuti nel mondo della connessione dati in mobilità di Vodafone Internet Box. In questa guida spieghiamo come installare e cominciare a utilizzare Vodafone Internet

Dettagli

L ambiente di sviluppo Android Studio

L ambiente di sviluppo Android Studio L ambiente di sviluppo Android Studio Android Studio è un ambiente di sviluppo integrato (IDE, Integrated Development Environment) per la programmazione di app con Android. È un alternativa all utilizzo

Dettagli

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net - Introduzione Con questo articolo chiudiamo la lunga cavalcata attraverso il desktop di Windows XP. Sul precedente numero ho analizzato il tasto destro del mouse sulla Barra delle Applicazioni, tralasciando

Dettagli

XTOTEM FREESTYLE Pagina 1 ASSISTENZA REMOTA ASSISTENZA REMOTA

XTOTEM FREESTYLE Pagina 1 ASSISTENZA REMOTA ASSISTENZA REMOTA Pagina 1 ASSISTENZA REMOTA Sommario ASSISTENZA REMOTA...1 Introduzione...2 Skype...3 Uso di Skype per condividere lo schermo...3 Aero Admin...4 Come ottenere il programma...4 Uso di Aero Admin...4 Team

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Test di comunicazione tra LOGO! 0BA7 e Pannello operatore SIMATIC

Test di comunicazione tra LOGO! 0BA7 e Pannello operatore SIMATIC Industry Test di comunicazione tra LOGO! 0BA7 e Pannello operatore SIMATIC Dispositivi utilizzati: - KTP600 Basic PN (6AV6647-0AD11-3AX0) - LOGO! 0BA7 (6ED1 052-1MD00-0AB7) KTP600 Basic PN IP: 192.168.0.2

Dettagli

IT DA2 Kit Guida al a programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015

IT DA2 Kit Guida al a programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015 DA2 Kit IT Guida alla programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015 GUIDA AI SIMBOLI DI QUESTO MANUALE Al fine di agevolare la consultazione del documento

Dettagli

Le principali novità di Windows XP

Le principali novità di Windows XP Le principali novità di Windows XP di Gemma Francone supporto tecnico di Mario Rinina La nuova versione di Windows XP presenta diverse nuove funzioni, mentre altre costituiscono un evoluzione di quelle

Dettagli

I-Droid01 Mobile Control

I-Droid01 Mobile Control I-Droid01 Mobile Control I-Droid01 Mobile Control è il software Java TM per telefono cellulare che ti permette di collegarti al tuo robot e di gestirlo a distanza via Bluetooth. Questo software funziona

Dettagli

Guida introduttiva. Visualizzare altre opzioni Fare clic su questa freccia per visualizzare altre opzioni in una finestra di dialogo.

Guida introduttiva. Visualizzare altre opzioni Fare clic su questa freccia per visualizzare altre opzioni in una finestra di dialogo. Guida introduttiva Questa guida è stata creata con lo scopo di ridurre al minimo la curva di apprendimento di Microsoft PowerPoint 2013, che presenta numerose differenze rispetto alle versioni precedenti.

Dettagli

Ladibug TM Software di cattura delle immagini per Document Camera Manuale d uso

Ladibug TM Software di cattura delle immagini per Document Camera Manuale d uso Ladibug TM Software di cattura delle immagini per Document Camera Manuale d uso Indice 1. Introduzione...2 2. Requisiti di sistema...2 3. Installa Ladibug...3 4. Iniziare a usare Ladibug...5 5. Funzionamento...6

Dettagli

CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2

CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2 CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2 Che cos'è EDIUS EDIUS è un software di editing non lineare per il montaggio video su PC. Questo programma offre una vasta gamma di possibilità

Dettagli

LaCie Ethernet Disk mini Domande frequenti (FAQ)

LaCie Ethernet Disk mini Domande frequenti (FAQ) LaCie Ethernet Disk mini Domande frequenti (FAQ) Installazione Che cosa occorre fare per installare l unità LaCie Ethernet Disk mini? A. Collegare il cavo Ethernet alla porta LAN sul retro dell unità LaCie

Dettagli

PhoneSuite Manuale dell utente. Istruzioni preliminari: installazione e primo impiego di Phone Suite

PhoneSuite Manuale dell utente. Istruzioni preliminari: installazione e primo impiego di Phone Suite PhoneSuite Manuale dell utente Istruzioni preliminari: installazione e primo impiego di Phone Suite Il software PhoneSuite può essere utilizzato direttamente da CD o essere installato sul PC. Quando si

Dettagli

Gui Gu d i a d ra r p a i p d i a V d o a d f a one Int fone In e t r e net rnet Box Key Mini

Gui Gu d i a d ra r p a i p d i a V d o a d f a one Int fone In e t r e net rnet Box Key Mini Guida rapida Vodafone Internet Key Box Mini Ideato per Vodafone QSG_VMCLite_v31_10-2007_e172_IT.1 1 10/10/07 14:39:10 QSG_VMCLite_v31_10-2007_e172_IT.2 2 10/10/07 14:39:11 Benvenuti nel mondo della connessione

Dettagli

CENTRALE ANTINCENDIO PMT 200/202 (EN54-2/4)

CENTRALE ANTINCENDIO PMT 200/202 (EN54-2/4) CENTRALE ANTINCENDIO PMT 200/202 (EN54-2/4) MANUALE DEL SOFTWARE DI CONFIGURAZIONE IMQ APPROVED CERTIF. N :CA12.00048 (PMT200) CA12.00049 (PMT202) Sw20xa02 del 01.09.2000 INDICE GENERALE Installazione

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP

GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP Desktop (scrivania) Il Desktop è la prima schermata che appare all accensione del computer. icone Barra delle applicazioni Le piccole immagini che appaiono

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE OMNIPOINT

MANUALE DI INSTALLAZIONE OMNIPOINT MANUALE DI INSTALLAZIONE OMNIPOINT Pagina 1 di 36 Requisiti necessari all installazione... 3 Configurazione del browser (Internet Explorer)... 4 Installazione di una nuova Omnistation... 10 Installazione

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE OMNIPOINT

MANUALE DI INSTALLAZIONE OMNIPOINT MANUALE DI INSTALLAZIONE OMNIPOINT Pagina 1 di 31 Requisiti necessari all installazione:... 3 Configurazione Browser per WIN7... 3 Installazione Software... 6 Configurazione Java Runtime Environment...

Dettagli

Il foglio elettronico

Il foglio elettronico Il foglio elettronico Foglio di calcolo, Spreadsheet in inglese, Permette di elaborare DATI NUMERICI. E una TABELLA che contiene numeri che possono essere elaborati con FUNZIONI matematiche e statistiche.

Dettagli

Guida rapida - versione Web e Tablet

Guida rapida - versione Web e Tablet Guida rapida - versione Web e Tablet Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Gestisce interattivamente

Dettagli

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA 7IS-80376 29/06/2015 SOMMARIO FUNZIONI ALBERGHIERE... 3 Richiamo funzioni tramite menu... 3 Check-in... 3 Costi... 4 Cabine... 4 Stampe... 5 Sveglia... 6 Credito... 6 Stato

Dettagli

Manuale Terminal Manager 2.0

Manuale Terminal Manager 2.0 Manuale Terminal Manager 2.0 CREAZIONE / MODIFICA / CANCELLAZIONE TERMINALI Tramite il pulsante NUOVO possiamo aggiungere un terminale alla lista del nostro impianto. Comparirà una finestra che permette

Dettagli

Sistema Informativo Alice

Sistema Informativo Alice Sistema Informativo Alice Urbanistica MANUALE UTENTE MODULO PROFESSIONISTI WEB settembre 2007 INDICE 1. INTRODUZIONE...2 1.1. Cos è MPWEB?... 2 1.2. Conoscenze richieste... 2 1.3. Modalità di utilizzo...

Dettagli

Il controllo della visualizzazione

Il controllo della visualizzazione Capitolo 3 Il controllo della visualizzazione Per disegnare in modo preciso è necessario regolare continuamente l inquadratura in modo da vedere la parte di disegno che interessa. Saper utilizzare gli

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Guida introduttiva all uso di ONYX

Guida introduttiva all uso di ONYX Guida introduttiva all uso di ONYX Questo documento spiega come installare e preparare ONYX Thrive per iniziare a stampare. I. Installazione del software II. Uso del Printer & Profile Download Manager

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services)

Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services) Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services) Rev. 01-15 ITA Versione Telenet 2015.09.01 Versione DB 2015.09.01 ELECTRICAL BOARDS FOR REFRIGERATING INSTALLATIONS 1 3232 3 INSTALLAZIONE HARDWARE

Dettagli

Splash RPX-i Color Server. Guida alla soluzione dei problemi

Splash RPX-i Color Server. Guida alla soluzione dei problemi Splash RPX-i Color Server Guida alla soluzione dei problemi 2006 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da

Dettagli

MANUALE D USO Agosto 2013

MANUALE D USO Agosto 2013 MANUALE D USO Agosto 2013 Descrizione generale MATCHSHARE è un software per la condivisione dei video e dati (statistiche, roster, ) delle gare sportive. Ogni utente abilitato potrà caricare o scaricare

Dettagli

Siti web e Dreamweaver. La schermata iniziale

Siti web e Dreamweaver. La schermata iniziale Siti web e Dreamweaver Dreamweaver è la soluzione ideale per progettare, sviluppare e gestire siti web professionali e applicazioni efficaci e conformi agli standard e offre tutti gli strumenti di progettazione

Dettagli

Software di gestione pressione sanguigna Istruzioni operative EW-BU60

Software di gestione pressione sanguigna Istruzioni operative EW-BU60 Software di gestione pressione sanguigna Istruzioni operative EW-BU60 Sommario Prima dell uso... 2 Avvio del Software di gestione pressione sanguigna... 3 Primo utilizzo del Software di gestione pressione

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

IBM SPSS Statistics per Windows - Istruzioni di installazione (Licenza per utenti singoli)

IBM SPSS Statistics per Windows - Istruzioni di installazione (Licenza per utenti singoli) IBM SPSS Statistics per Windows - Istruzioni di installazione (Licenza per utenti singoli) Le seguenti istruzioni sono relative all installazione di IBM SPSS Statistics versione 19 con licenza per utenti

Dettagli

SPSS Statistics per Windows - Istruzioni di installazione per (Licenza per utenti singoli)

SPSS Statistics per Windows - Istruzioni di installazione per (Licenza per utenti singoli) SPSS Statistics per Windows - Istruzioni di installazione per (Licenza per utenti singoli) Le seguenti istruzioni sono relative all installazione di SPSS Statistics con licenza per utenti singoli. Una

Dettagli

LabelShop 8. Manuale dell amministratore. Admin Guide

LabelShop 8. Manuale dell amministratore. Admin Guide LabelShop 8 Manuale dell amministratore Admin Guide Guida per l amministratore DOC-OEMCS8-GA-IT-02/03/06 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere

Dettagli

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente EasyPrint v4.15 Gadget e calendari Manuale Utente Lo strumento di impaginazione gadget e calendari consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di ordinare in maniera semplice

Dettagli

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti.

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. 1 POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. Le presentazioni sono composte da varie pagine chiamate diapositive

Dettagli

Manuale Software e Hardware Control lights music 1.0. Sommario. Introduzione

Manuale Software e Hardware Control lights music 1.0. Sommario. Introduzione Sommario Introduzione... 1 Installazione del Software... 1 Collegamento Hardware... 2 Descrizione della schermata principale... 3 Impostazione della scheda Audio...4 Editare un gioco di luce... 5 Introduzione

Dettagli

Modulo 6 Strumenti di presentazione

Modulo 6 Strumenti di presentazione Modulo 6 Strumenti di presentazione Gli strumenti di presentazione permettono di realizzare documenti ipertestuali composti da oggetti provenienti da media diversi, quali: testo, immagini, video digitali,

Dettagli

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

Manuale di KWallet 2

Manuale di KWallet 2 George Staikos Lauri Watts Sviluppatore: George Staikos Traduzione della documentazione: Nicola Ruggero Traduzione della documentazione: Federico Zenith 2 Indice 1 Introduzione 5 1.1 Usare KWallet........................................

Dettagli