Gian Michele Dell Aera, Grazia Loche, Chiara Franzoni, Gianpiero Galati, Andrea Ranalli

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gian Michele Dell Aera, Grazia Loche, Chiara Franzoni, Gianpiero Galati, Andrea Ranalli"

Transcript

1 Skype Gian Michele Dell Aera, Grazia Loche, Chiara Franzoni, Gianpiero Galati, Andrea Ranalli Sintesi «Il mondo intero può parlare gratis» è lo slogan pubblicitario che ha lanciato Skype, compagnia telefonica in grado di garantire chiamate VoIP a basso costo, nel complicatissimo mercato della telefonia. Dopo un bruciante successo, garantito dalla scelta di una semplice architettura Peer-to-Peer (P2P) e da un efficace passaparola, la società in circa due anni è diventata uno degli astri più promettenti della comunicazione VoIP, per numero di utenti registrati e di traffico voce generato. Nel 2005 Skype vede davanti a sé una fase caratterizzata dalla proliferazione di nuovi concorrenti, mentre la sua capacità di stabilire una leadership sul mercato americano è ancora tutt altro che confermata. E inoltre prevedibile che si vada incontro ad una fase di interventi dei regolatori nazionali sul mercato del VoIP, che potrebbe rivoluzionare gli assetti futuri di mercato. Tutto questo, in aggiunta alle difficoltà e alle risorse richieste per lo sviluppo di una tecnologia ancora giovane e per la risoluzione di alcuni problemi tecnici e di integrazione, sta suggerendo ai suoi manager la necessità di cedere il controllo a un grande player di mercato. Parole chiave: telefonia VoIP; economie di rete; disruptive technology; acquisizioni; intervento del regolatore Condizioni d uso Gli Innovation Studies Business Cases (ISBuC) sono materiale didattico creato nell ambito delle attività di ricerca dell Innovation Studies Group del Politecnico di Torino e sono rilasciati sotto una licenza Creative Commons 2.5 Italia, che consente a chiunque l uso e la riproduzione libera e illimitata, a condizione di mantenere il documento nella sua forma originale e garantire l attribuzione agli autori. Gli ISBuC sono creati per finalità puramente didattiche. Le informazioni contenute nel presente documento provengono da fonti pubblicamente accessibili e citate nel testo. Le informazioni contenute possono essere imprecise, semplificate, incomplete o inaccurate. In nessun caso il seguente documento deve essere inteso come materiale informativo o commerciale sulle istituzioni, enti, imprese e società a cui si riferisce. Tutte le opinioni espresse sono quelle degli autori e non necessariamente riflettono quelle dell Innovation Studies Group o del Politecnico di Torino. L utilizzo del presente materiale costituisce condizione implicita di accettazione delle suddette condizioni. Gli autori declinano ogni responsabilità per usi distorti delle informazioni, o comunque diversi da quello didattico. Download, informazioni e condizioni d uso: Prima pubblicazione: Settembre 2007

2 ISBuC Innovation Studies Business Cases Skype La storia Skype nasce nel Settembre 2002, come società provider di telefonia VoIP, grazie al sostegno della Draper Investment Company, una società di Seed e Venture Capital specializzata in global information technologies. Il business plan di Skype è legato allo sviluppo e al successivo sfruttamento di un applicazione software in grado di permettere telefonate gratuite da computer a computer, con le stesse caratteristiche di una normale comunicazione telefonica e di offrire una serie di servizi di comunicazione ausiliari ad alto valore aggiunto (ad es. servizi di messaggistica istantanea). I fondatori di Skype sono due giovani ed abili imprenditori scandinavi, Niklas Zennström e Janus Friis, che avevano inizialmente maturato un background in questo settore lavorando nella compagnia telefonica europea Tele2 a Copenhagen. Nel 2001 Zennström e Friis crearono la loro prima società, Consumer Empowerment, che, con l aiuto di alcuni programmatori, sviluppò e commercializzò il software KaZaA, un applicazione che sfruttava la tecnologia di rete peer-to-peer per permettere un collegamento diretto tra più computer collegati al network e di facile utilizzo. KaZaA permetteva di scambiare file, superando i problemi dei colli di bottiglia di cui soffrivano i software preesistenti ad architettura centralizzata. KaZaA veniva impiegato soprattutto per lo scambio di file musicali, e supportava diversi tipi di formato musicale e video, motivo per cui ottenne un immediato successo. Zennström e Friis decisero inizialmente di concedere in licenza l uso della tecnologia KaZaA, poi la cedettero definitivamente nel gennaio 2002 alla compagnia australiana Sharman Networks. I due cercarono quindi di far fruttare la propria esperienza nel campo delle architetture di rete per sviluppare nuove applicazioni anche in settori apparentemente non collegati a quello in cui avevano lavorato, e fondarono Skype Technologies S.A. Basandosi sulla loro precedente esperienza, i due fondatori erano ben consapevoli dei maggiori problemi legati alle prime architetture P2P: 1. Le infrastrutture centralizzate con diversi tipi di reti erano dispendiose sia da costruire, che da mantenere 2. La difficoltà di interazione tra le reti rendeva problematico lo sviluppo di nuovi servizi (ad esempio l integrazione audio-video) 3. Notevoli investimenti di tempo e capitali erano necessari per sviluppare questo genere di reti, con conseguente lievitazione degli eventuali costi per i consumatori Nell Agosto 2003 si arriva alla prima release del software: un applicazione facile da installare, configurare e di semplice utilizzo, che richiede semplicemente all utente di avere un computer con un collegamento ad Internet, una scheda sonora ed un microfono. Una volta registrati, gli utenti possono effettuare telefonate gratuite da computer a computer, sfruttando la rete IP, mentre è necessario acquistare un credito telefonico per chiamare un numero di telefono fisso o mobile della rete telefonica tradizionale nazionale e internazionale, a tariffe particolarmente vantaggiose (servizio SkypeOut). Il servizio SkypeIn permette di ottenere un numero personale sul quale ricevere le chiamate provenienti dalla rete tradizionale PSTN. Ulteriori servizi offerti includono la possibilità di effettuare conferenze video con qualsiasi altro utente Skype o possessore di un numero di telefonia fissa o mobile, trasferire file, avviare chat semplici, mandare brevi messaggi di testo (SMS), registrare chiamate (analogamente alla tradizionale segreteria telefonica), ecc... Il software è disponibile per diverse piattaforme quali Linux, Mac OS X, Pocket PC e Windows, in modo tale da consentire la comunicazione fra gli utenti, a prescindere dalla dotazione informatica personale. In seguito, dal Marzo 2007 le funzionalità di Skype saranno aumentate fino a raggiungere la sua configurazione attuale, che comprende anche i servizi SkypeFind e SkypePrime. Il primo è una guida attraverso la quale gli utenti Skype possono ricercare il contatto di una certa azienda (ristorante, negozio di fiori, similmente alle Pagine

3 Bianche) ed eventualmente metterli in contatto direttamente attraverso SkypeOut. Skype Prime dà la possibilità di guadagnare ricevendo chiamate sul proprio numero telefonico (come per Help Desk / numeri a pagamento). Già nella versione Beta, l applicazione riscuote un discreto successo, tanto che nel febbraio 2004 (dopo poco più di sei mesi dal suo lancio) erano già stati scaricati circa 6 milioni di copie e la notizia rimbalza sulle colonne del Fortune, che la inserisce fra le società più promettenti dell IT. Il successo iniziale viene confermato nel Marzo 2005, quando Skype vince il Webby Award for Telecommunications, considerato l Oscar di Internet secondo il New York Times, in riconoscimento dell eccellenza, la creatività, l utilizzabilità e la funzionalità nel web design. Nell Aprile 2006 Skype annuncia di aver acquistato Sonorit Holding AS e la sussidiaria americana Camino Networks Inc, un provider di tecnologia voce per internet. Tale acquisizione permetterà a Skype di aggiungere nel proprio team tecnico esperti nell ingegnerizzazione della voce online, in modo da aiutare il design e lo sviluppo di Skype per il futuro. Le campagne pubblicitarie e di marketing sono tutte inizialmente tese all incremento del numero di utenti iscritti: nel maggio 2005, Skype annuncia il lancio di un programma che garantisce una commissione del 10% per communities online, publishers di siti web e bloggers nel caso in cui effettuassero promozione per conto di Skype nei loro siti web. Nell agosto 2005 Skype lancia il premio Jyve, una competizione tra sviluppatori per la creazione di prodotti HW e SW (ne furono proposti circa 400) da integrare con il software Skype, che culmina con la creazione della Platform Advisory Council, un consiglio di quindici membri scelti tra i più brillanti sviluppatori della comunità Skype per sostenere lo sviluppo della sua piattaforma. Nel corso degli anni, Skype stabilisce anche una serie di partnership con compagnie hardware, software e ISP per la messa a punto di prodotti e servizi complementari, in maniera tale da legare il marchio Skype a brand ben già noti ed affermati. Tra i vari partners si annoverano: COLT, ibasis, Level 3 e Teleglobe su servizi di terminazione di chiamate via SkypeOut; Motorola per le auricolari bluetooth, attraverso le quali gli utenti possono utilizzare i servizi VoIP di Skype direttamente dal cellulare; Philips Electronics e D-link per i telefoni cordless da collegare al PC tramite USB o per telefoni solo Voip, completamente indipendenti dal computer; NETGEAR per gli Hot Spots WiFi Hutchison 3 Group per le comunicazioni 3G. La tecnologia Sebbene i servizi offerti da Skype assomiglino a prima vista ad altre applicazioni concorrenti quali MSN, GoogleTalk o YahooVoice, la tecnologia e i protocolli utilizzati da Skype differiscono significativamente da quelli comunemente adottati, soprattutto per quanto riguarda le modalità di utilizzo del VoIP e del Peer to Peer (P2P). Il Voice Over Internet Protocol o Voce Tramite Protocollo Internet (VoIP) è una tecnologia che rende possibile effettuare una conversazione telefonica sfruttando una connessione Internet o un'altra rete dedicata che utilizza il protocollo IP, anziché passare attraverso la rete telefonica tradizionale (PSTN). Ciò consente di eliminare le relative centrali di commutazione e di economizzare sulla larghezza della banda occupata. I pacchetti di dati contenenti le informazioni vocali vengono instradati sulla, dopo essere stati codificati in forma digitale, e ciò solo nel momento in cui è necessario, cioè quando uno degli utenti collegati sta parlando. Si possono distinguere due tipi di servizi VoIP, i servizi facilities-based e quelli client-based. I primi sono realizzati attraverso l'uso di un'apparecchiatura chiamata Analogue Telephone Adaptor (ATA), che permette all utente di connettere un telefono tradizionale al computer o di collegarlo direttamente alla rete IP. Normalmente questi servizi utilizzano dei protocolli standardizzati dalla comunità scientifica internazionale (e per questo aperti), tra i quali troviamo l'rtp, il SIP, l'h.323, lo IAX o lo IAX2. [13] I servizi client-based sono applicazioni client basate su un software, scaricabile dalla rete, in grado di realizzare una comunicazione VoIP, a patto che il computer su cui sono installati sia dotato di cuffie (o audio) e microfono. Rientrano in questa categoria anche i produttori di componenti VoIP specializzati, i quali rilasciano telefoni che anziché avere un RJ-11 standard (il connettore del telefono) hanno un RJ-45 che è il connettore della rete Ethernet. In aggiunta esistono telefoni WiFi che permettono al consumatore di usare il VoIP via Hot Spots. La maggior parte di questi operatori propone chiamate gratuite fra utenti che abbiano installato lo stesso software (ad esempio Skype, Google Talk, Yahoo Voice, ecc) e chiamate a pagamento verso tutti gli altri utenti. 2

4 In Figura 1 è mostrato un esempio di differenti architetture VoIP client-based e facilities-based. Supponiamo che un utente Skype (SoftPhone) voglia chiamare un altro utente Skype per effettuare una chiamata da PC a PC: tutto il traffico di dati vocali passa esclusivamente attraverso la rete IP, ed è quindi sufficiente conoscere l'indirizzo IP dell'altro utente per poter inoltrare la chiamata. Diversamente, quando l utente vuole chiamare un telefono fisso (sulla rete PSTN), i pacchetti devono passare dalla rete IP alla rete telefonica, transitando attraverso il VoIP Gateway, che trasforma i pacchetti IP in una normale chiamata telefonica e viceversa. Il modello di rete P2P è l antitesi dell'architettura client-server, dove la comunicazione esiste solo da e per un server centrale. In una rete di trasferimento di file peer-to-peer esistono invece solo nodi di pari importanza (o quasi), che funzionano contemporaneamente da client e server verso altri nodi sulla rete. Un'importante conquista che ha segnato il successo delle reti peer-to-peer è coinciso con la possibilità di sfruttare la banda dei singoli client, permettendo così di incrementare la larghezza di banda totale (ossia la larghezza di banda disponibile per il download per l'utente medio). In questo modo, la banda disponibile cresce al crescere dei nodi, al contrario del modello client-server, dove tutti i client devono dividersi un'unica banda in uscita dal server e quindi al crescere del numero dei client si avrebbero velocità di download consistentemente più basse per ogni utente [12]. Per comprendere le funzionalità delle reti P2P, è utile raccontare qualcosa sulla loro evoluzione, avvenuta in due momenti fondamentali, in concomitanza con la diffusione del file-sharing, ossia il sistema di scambio e condivisione organizzata di file (musica, libri, archivi, software,..) fra utenti della rete. Le reti P2P di prima generazione (Figura 2) avevano un elenco di file centralizzato, in capo ad un server centrale. Un esempio famoso di rete P2P organizzata in questo modo è offerto da Napster, il primo coordinatore di reti di file-sharing per lo scambio soprattutto di musica, che divenne particolarmente popolare fra il 1999 e il Questa architettura di P2P è basata su un modello centralizzato: un utente invia una richiesta di ricerca, ad esempio una canzone, un video o un film al server centrale; il server risponde inviando un elenco dei nodi che hanno il file ricercato e ne permette quindi la connessione e il download. Il modello centralizzato tuttavia solleva profili di responsabilità legati alle violazioni dei diritti della proprietà intellettuale, perché il gestore di questo tipo di elenchi finisce di fatto per accollarsi la responsabilità legale della riproduzione illegale di opere protette da copyright, come stabilì infatti il tribunale statunitense nel noto caso giudiziario che segnò il tramonto di Napster. A seguito dei problemi legali sollevati dal caso Napster, Justin Frankel della Nullsoft cercò quindi di superare questa difficoltà attraverso la creazione di una rete che, pur consentendo le stesse funzionalià, non aveva però bisogno di un server centrale. La sua nuova rete, Gnutella, un esempio perfetto di peer-to-peer di seconda generazione, fu pertanto creata in modo tale che tutti i nodi fossero uguali (Figura 3). In questo modo veniva a mancare un soggetto giuridico centrale a cui attribuire la responsabilità della riproduzione di materiale sotto copyright, la quale ricadeva direttamente sulla massa degli utenti della rete. In seguito Gnutella e tutte le altre reti decentralizzate adottarono un sistema di parziale gerarchizzazione (inizialmente ideato da FastTrack), che consente di superare i problemi legati ai colli di bottiglia che un architettura completamente piatta creava. Nella nuova architettura (Figura 4), alcuni nodi con maggiori capacità, vengono scelti per diventare più importanti di altri e mantenere gli indici di riferimento, mentre i nodi con minori capacità dipendono dai primi per avanzare delle richieste, realizzando così una rete che con grandi capacità di scalabilità. Le tabelle Hash distribuite (DHT o Global Index) rappresentano l elemento innovativo delle reti p2p di seconda generazione, risolvendo il problema della scalabilità: i nodi prioritari sono responsabili di indicizzare le Hash Table (usate per identificare i file), permettendo una ricerca veloce ed efficiente per ciascuna istanza di un file sulla rete. Infine le reti P2P di terza generazione come Freenet, I2P, GNUnet, Entropy, MUTE e ANTs P2P) sono architetturalmente analoghe ed in più hanno elaborato dei sistemi che garantiscono l anonimato. Questa evoluzione non ha tuttavia riscosso particolare successo (Figura 5). L Architettura P2P di Skype Skype, così come il suo antenato KaZaA, utilizza un architettura P2P di seconda generazione. All'interno dell'architettura di Skype si possono distinguere tre entità principali, di diversa importanza: i) Nodi; ii) i Supernodi iii) il Server utenti. I nodi corrispondono agli utenti di Skype, i quali gestiscono direttamente tutte le funzionalità del sistema. Per effettuare un collegamento tra due nodi è necessario che entrambi siano collegati con qualche super-nodo. I super-nodi sono sempre degli utenti Skype, i quali però dispongono di una connessione internet a larga banda parzialmente inutilizzata, una CPU potente, una grande quantità di memoria RAM e un indirizzo IP pubblico. Il fatto che un utente si comporti da nodo o da super-nodo non è deciso dal cliente, che quindi non ha alcun controllo, né visibilità su questa operazione. Il server utenti è un sistema che dispone delle informazioni relative agli utenti 3

5 registrati ed è incaricato della validazione dei nuovi utenti che si registrano. I server-utenti sono anche incaricati di conservare l'informazione che si riferisce allo stato dei diversi utenti, di realizzare ricerche di directory e reindirizzamento dei flussi dei pacchetti di voce e di messaggi di conversazione nel caso in cui qualche nodo sia dietro un NAT restrittivo. L'informazione riguardante lo stato degli utenti Skype (on-line o off-line) non viene immagazzina in maniera centralizzata come avviene con Windows Live Messenger o Yahoo Voice, ma è distribuita sui nodi della rete e sono questi nodi, di propria iniziativa e periodicamente, a sollecitare e inviare l'informazione sullo stato attuale dell'utente Skype al resto dei contatti personali. I veri end-point delle comunicazioni P2P sono dunque i super-nodi, come succede in un sistema client-server. Oltre al server di login, ci sono poi i server SkypeOut e SkypeIn che permettono il collegamento PC-PSTN in entrambe le direzioni e che però non erano compresi nella configurazione iniziale di Skype. Essi non rappresentano comunque una novità dal punto di vista tecnologico, poiché corrispondono esattamente ai VoIP Gateway rappresentati nella figura precedente. Il numero di super-nodi di cui Skype fa uso non è conosciuto esattamente, ma sembra essere nell'ordine dei utenti, dei quali si calcola che circa il 30-40% in media sia contemporaneamente on-line, con una variazione che non supera normalmente il 10%. Non si sa esattamente quanti super-nodi siano mantenuti da Skype direttamente e quanti siano semplici utenti che operano da super-nodi, ma la percentuale dei primi sembra essere molto bassa [3]. Una delle frequenti critiche che viene mossa a Skype, è relativa all utilizzo di semplici utenti come super-nodi, in modo non espressamente autorizzato e comunque non-controllabile. Complessivamente tuttavia, pare che il consumo di banda richiesto dal programma per espletare la funzione di super-nodo sia inferiore a 205 bps per il 50% del tempo: un consumo molto ragionevole, che non dovrebbe influenzare le attività di utente dotato di una connessione ADSL a 4 Mbps o superiore. Dal punto di vista tecnologico, l architettura reticolare di Skype garantisce che, se anche un supernodo dovesse crollare, questo sarebbe velocemente rimpiazzato da un altro, la qual cosa conferisce a Skype il vantaggio di una migliore robustezza, soprattutto se paragonato ai concorrenti client-based, grazie proprio all'utilizzo del P2P per la trasmissione dei dati. L'utilizzo del P2P permette poi maggiore scalabilità, in quanto è possibile accettare nuovi utenti senza che sia necessario introdurre nuove infrastrutture, riduce al minimo i costi di gestione e assicura una più facile espansione della rete rispetto ai concorrenti facilities-based, che devono al contrario sostenere spese aggiuntive per incrementare la dimensione della rete, a parità di servizio. Nonostante il successo di questa tecnologia, Niklas Zennstrom, fondatore della società, si è sempre detto fortemente convinto che la comunicazione VoIP non costituisca l evoluzione necessaria di quella tradizionale: come l non ha sostituito il fax, così Skype non sostituirà la telefonia tradizionale è stato un suo celebre commento. I principali aspetti che impediscono alla tecnologia VoIP di essere realmente sostitutiva al PSTN sono: L alimentazione: il VoIP è dipendente dalla rete elettrica, a differenza della rete PSTN che continua a funzionare anche se la corrente viene a mancare. La mancanza di un accesso diretto ai numeri di emergenza: questo servizio non può essere garantito, perchè non esiste un indicazione geografica dell indirizzo IP e le autorità non possono localizzare l origine della chiamata. Tempo di Broadband: i VoIP usano collegamenti broadband ad internet, da cui quindi dipendono, almeno per le utenze domestiche, ereditandone gli eventuali difetti (tempi di collegamento e velocità di connessione alla rete). Qualità del servizio: per il momento esistono problemi sia di latenza, intesa come ritardo nella consegna dei pacchetti, che per la distorsione nella ricezione del segnale vocale, rispetto ai servizi tradizionali. Limitazioni computazionali: la resistenza e la qualità della comunicazione attraverso i servizi VoIP dipende da caratteristiche e configurazione del PC dall utente e dalla potenza del suo microprocessore. Assistenza: mentre l installazione del servizio base è relativamente semplice, alcuni servizi evoluti richiedono qualche capacità di configurazione da parte dell utente, in aggiunta alla normale configurazione dei servizi di connessione. Per il momento i servizi e la rete di assistenza offerti da Skype sono assai limitati Infine, nonostante un indiscusso successo, non sono mancati da parte sia di singoli utenti che di intere community numerosi allarmi circa la sicurezza delle connessioni a Skype, nonostante la ferma opposizione della società, che ha costantemente ribadito l affidabilità del protocollo AES a 256 bit utilizzato per la cifratura delle chiamate. Tuttavia, un analisi riportata dalla societá Gartner ha segnalato vari problemi di sicurezza di Skype, in particolare 4

6 per l utenza business [1]. Questi problemi riguardano sia la qualità del Session Initiated Protocol (SIP), che, essendo proprietario, non può essere testato dagli utenti e che non è del resto mai stato autenticato da enti esterni, come il Federal Information Processing Standard (FIPS), sia i firewall, che, per consentire la connessione a Skype, lasciano aperte delle potenziali finestre di vulnerabilità per l intera rete locale. Il Mercato Nel 2006 Skype conta complessivamente 136 milioni utenti registrati. Naturalmente non tutti gli utenti registrati sono effettivamente attivi. Se si calcolano gli utenti che utilizzano il servizio in modo abituale, il numero di utenti scende tipicamente a proporzioni assai più ridotte. Nel conteggio più parsimonioso, si considera che siano abituali circa il 10%-15% degli utenti registrati, un numero stimabile da 13 a 21 milioni. Gli utenti che generano ricavi sono ancora meno: in media il 5% del totale. Fino a questo momento Skype è utilizzato soprattutto dall utenza domestica, che quindi ne fa un uso prevalente in ore serali. L uso da parte di utenze business di Skype fino al 2006 non supera il 20% del totale del traffico generato. Il numero di utilizzatori tipicamente varia nell arco di una giornata, anche in dipendenza dal raggiungimento delle ore di punta nelle diverse fasce continentali ad alta intensità di utenti. Skype ha registrato una crescita rilevante dei minuti di chiamate realizzate dagli utenti di Skype tra il 2002 e il 2005 rispetto alla crescita del traffico VoIP. Più della metà del traffico che attraversa la rete di Skype è internazionale, il che suggerisce che la penetrazione per il momento è avvenuta fra utenti con esigenze di comunicazione specifiche, mentre la maggioranza del mercato, costituita dai normali utenti delle linee telefoniche non ha ancora adottato il servizio. Nel complesso la quota di mercato di Skype sul totale del mercato VoIP è decisamente modesta, anche se in crescita su un mercato già crescente in valori assoluti: i minuti di conversazione fatti con Skype sono passati dal 2.8% nel 2005 al 4.4% del complesso delle chiamate VoIP nel La costante diffusione di questa tecnologia ha portato alla nascita di diversi VoIP provider (attualmente ci sono oltre 900 VoIP provider conosciuti), ma solo pochi di loro hanno effettivamente un numero significativo di utenti e per questa ragione sono anche molti quelli che falliscono: nel 2006 sono uscite dal mercato più di 86 poiché, nonostante i bassi costi, è comunque difficile superare la massa critica. Dal punto di vista geografico, gli utenti di Skype non sono distribuiti uniformemente nei diversi paesi: Skype è molto forte sui mercati europei e in prospettiva su quelli asiatici, mentre il mercato americano conta solo per il 25% del totale. In Tabella 1 è riportata la ripartizione percentuale degli utenti di Skyep nel 2006 sui diversi mercati nazionali [11], mentre in Tabella 2 è riportata la situazione di dettaglio nel mercato VoIP statunitense. Secondo uno studio di instat (www.instat.com), 9 milioni di famiglie negli USA usano almeno un servizio VoIP. Questo corrisponde ad una penetrazione del mercato del VoIP pari al 7.90% delle famiglie americane. La Tabella 4 divide in due segmenti i fornitori di servizi VoIP: quelli basati sull esistenza di un infrastruttura dedicata e quelli basati sul sistema client, nel quale Skype predomina sugli altri concorrenti. Ciò anche se attualmente in America i failities-based VoIP provider come Vonage, Time Warner, Comcast, Cablevision, and Cox sono più diffusi dei precedenti, Nel lungo periodo si prevede tuttavia che la tecnologia client-based VoIP di Skype avrà grandi potenzialità di sviluppo, grazie ai vantaggi in costi e flessibilità. Il mercato su cui Skype ha una posizione nettamente dominante è quello Inglese. Nel maggio 2006 più di 1.8 milioni di utenti residenziali risultavano aver attivato almeno un servizio VoIP negli UK. Di questi utenti, il 48% utilizza un prodotto Skype. Il resto del mercato e diviso fra Vonage, con circa il 20%, British Telecom, con il 17% e Wanadoo (ora Orange), con poco meno del 10%, anche se le quote di mercato esatte dei servizi voce sono difficili da determinare, poiché il traffico voce spedito sulla rete è simile a qualsiasi altro dato spedito in forma di pacchetto. Naturalmente la diffusione dei servizi VoIP cresce con la disponibilità di connessione broadband, il numero di Hot Spots e la massa di utenti già attivi. Molti utenti residenziali sono attratti dal VoIP per via del suo basso costo. Più in generale, i consumatori sono attratti dalla portabilità consentita dal VoIP, che permette di rispondere ad un solo numero di rete fissa nazionale, ovunque l utente si colleghi con un collegamento broadband (fisso o senza fili). In prospettiva il mercato dei servizi VoIP avrà una grossa crescita nei prossimi tre anni e si prevede fra l altro una fase di market shake-out, in cui usciranno dal mercato molti degli attuali (oltre 900) VoIP provider attivi nel mondo. La strategia Il punto di forza di Skype, rispetto ad altri servizi di VoIP, è dipeso dall aver fin da principio legato i servizi voce da pc a pc, con quelli da e per l esterno e con l Istant Messanger. Anche in seguito, Skype ha puntato sulla 5

7 diversificazione dell offerta (variety-based positioning), introducendo Skype Prime, Skype Business, SkypeIN, Skype Found, Skype Enterprise, eccetera (i nuovi servizi vengono introdotti tipicamente dopo una prima fase di testing in versione Beta, in cui è stato sollecitato il feedback degli utenti). La realizzazione di una versione di Skype per Pocket-PC, che consente l utilizzo dei servizi VoIP anche da Hot Spot WiFi, ha aperto la possibilità di fare competizione sul prezzo anche per le chiamate in movimento. Un accordo con Motorola ha consentito anche di includere direttamente nei cellulari i software di collegamento ai servizi VoIP via Hot Spots, dei quali esiste una buona copertura negli Stati Uniti e Canada e in paesi europei come Regno Unito, Estonia e Finlandia. I ricavi di Skype sono generati per l 85% dal servizio SkypeOut e ad altri servizi premium (utenze business). La scelta di un architettura di rete P2P caratterizzata da bassi costi di gestione, facile scalabilità e elevata robustezza consente a Skype di offrire chiamate internazionali e intercontinentali a prezzi non supportabili dalle compagnie tradizionali di telecomunicazioni. Skype infatti, adopera la rete P2P per raggiungere a costo nullo il nodo più vicino in cui si trova il destinatario della chiamata; per poi pagare solo la parte di terminazione della chiamata che esce dalla rete IP più vicina e raggiunge l utente fisso o mobile. Il prezzo applicato per la terminazione, in molti pesi è regolato o vigilato dall ente di controllo nazionale. Al rimanente 15% contribuiscono gli introiti per servizi SkypeIN (per il momento forniti solo in 14 paesi), le vendite dello Skype Store, e anche la vendita di licenze Skype API per l uso dell interfaccia da parte di produttori di componenti e software complementari, come ad esempio HotRecoder e Unyte. Il primo è un software in grado di registrare le conversazioni fatte con Skype e con altri sistemi di messaggistica vocale, utile soprattutto per il podcasting. Unyte è un software di desktop-sharing, per il lavoro a distanza, capace di condividere la videata del proprio computer mentre si è in contatto via Skype con qualcuno. Le interfacce API inoltre possono essere applicate per lo sviluppo di cellulari e altri strumenti mobili di comunicazione VoIP, come quelli offerti da ISkoot, una startup di Cambridge, che sta lanciando servizi di telefonia mobile VoIP. Nel 2005 quindi il management di Skype si trova a riflettere sulla sua posizione. Nel complesso, il business sta andando molto bene, ma ci sono alcuni problemi che meritano un attenzione particolare. Anzitutto, sebbene la tecnologia e l architettura siano ben congegnate, in realtà non è particolarmente difficile replicarne la struttura e offrire prodotti simili. Seguendo la strada tracciata da Skype, molti nuovi concorrenti stanno entrando nel mercato, compreso molte società già forti in altri segmenti dei servizi internet-based, come incluso AOL, Google, Microsoft, e Yahoo, che stanno annunciando o hanno già iniziato piani d investimento futuri. Molti di questi operatori hanno potenzialmente servizi complementari e forti sinergie da sfruttare e possono quindi essere particolarmente pericolosi soprattutto sui mercati in cui la penetrazione di Skype è ancora bassa. Anche se sembra assai improbabile che nuovi operatori riescano ad affermarsi in Europa, dove la posizione di Skype è ormai abbastanza consolidata, il basso grado di penetrazione sul mercato nordamericano offre un potenziale terreno di facile ingresso per i concorrenti e sembra urgente investire in modo massiccio, per battere i concorrenti sul tempo. In secondo luogo, preoccupa molto il management di Skype la possibilità che il mercato venga considerevolmente stravolto nel futuro da interventi regolatori dei governi nazionali. Il VoIP si sta diffondendo velocemente e fino ad ora i prodotti voce di tipo peer sono stati lanciati da Skype e dai suoi concorrenti senza dover tener conto di particolari limitazioni regolamentative, a cui invece sono massicciamente soggetti gli operatori della telefonia tradizionale e anche i fornitori di servizi di sostituzione telefonici VoIP facilities-based. Le società di VoIP sono già soggette a regimi e regolamentazioni in diversi paesi, oltre che ad un regime di tassazione e controllo delle tariffe, ed è prevedibile che interventi in questo senso non tarderanno a mancare. Per una società piccola come Skype c è il rischio reale di soccombere in un confronto politico con i governi nazionali a cui parteciperanno anche gli agguerritissimi operatori di telefonia tradizionale. Oltre a tasse e a limitazioni, c e il rischio che si imponga l obbligo di garantire chiamate a numeri di emergenza, requisiti di accesso per disabili, requisiti di sicurezza della comunicazione tra utenti, ecc., che imporrebbero notevoli costi di sviluppo di nuove tecnologie in grado di garantirli. Infine, alcuni potenziali concorrenti finanziariamente più solidi, come le società di telecomunicazioni con infrastrutture e venditori di broadcasting via cavo o tramite satellite stanno pensando di associare i servizi VoIP ad altri servizi di comunicazioni senza fili, voce e dati, accesso Internet e televisione via cavo in un unico bundle di servizi, sfruttando anche il proprio gruppo di clienti già consolidati. Momento decisionale Mentre tutte queste future sfide sono all orizzonte, alcuni grandi attori di mercato si fanno avanti, offrendo di acquistare partecipazioni di maggioranza dell impresa. Tra le offerte di acquisizione pervenute attorno alla seconda 6

8 metà del 2005, i pretendenti più seri sono Google o ebay, entrambi in grado di offrire una solidità finanziaria, ma assai diversi in termini di strategia e potenziale sviluppo. Mentre Google sembra offrire un immagine e una strategia aziendale fortemente in linea con lo spirito di Skype, che ha puntato sempre sulla gratuità come valore aggiunto dei servizi di rete, ebay offrirebbe una serie di vantaggi in termini di servizi complementari, tra cui soprattutto integrazione con servizi di marketplace e pagamenti (Ebay possiede Paypal, lo standard affermato per le transazioni su internet). L idea di ebay è quella di completare la sua offerta di servizi legati al marketplace, in quanto i servizi sia di messaggistica istantanea che voce consentirebbero una agevole e più diretta comunicazione tra venditore e acquirente, in linea con la sua strategia di consolidamento della leadership non solo dell E-Commerce, ma anche nei più generali servizi community-based. In aggiunta, Skype è per ebay una buona piattaforma di lancio per i mercati emergenti di Cina, India, est europeo e Brasile, dove ha già affermato il proprio marchio con un certo successo. Riferimenti bibliografici [1] Blood S., Pescatore J., Rickard N Evaluate the Security Risk of Using Skype for Enterprise Telephony, Gartner pubblication 7 April [2] Max H., Ray T Skype: The Definitive Guide, Que, Indianapolis. [3] Guha S., Daswani N., Jain R An Experimental Study of the Skype Peer-to-Peer VoIP System, Cornell University, mimeo. [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] Rov B., Angelov B., Nov O Fusion of Disruptive Technologies: Lessons from the Skype Case, European Management Journal, 24(2 3): [13] Salman A., Baset and Henning Schulzrinne: An Analysis of the Skype Peer-to-Peer Internet Telephony Protocol, 15 settembre

9 Tabelle Tabella 1 Numero di utenti reali % sul totale Western Europe % East Europe & Middle East % Africa % USA % Canada % South America % Australia/NZ/Japan/Tal/S.Kor % China % India/Other % Total % Fonte:INStat Tabella 2 VoIP Households 9052 penetrazione sul totale US households 7.9 penetrazione sul totale US broadbands 20 Facility-based VoIP providers Client-based VoIP providers Vonage 1715 Skype 2174 Time Warner Digital Phone 1649 Microsoft MSN 1117 Comcast Digital Voice 1348 Yahoo Messenger with voice 1020 Cabletelevision/Optimum Voice 1101 Google talk 658 Cox Digital Phone 420 AOL Phoneline altri 1546 Fonte: INStat Tabella 3 Proiezioni Utenti registrati Utenti effettivi Nuovi utenti Ore giornaliere d'uso per utente reale Fonte: Skype 8

10 Figure Figura 1: Reti VoIP Figura 2: Rete P2P di prima generazione. Figura 3: Rete P2P di seconda generazione. Figura 4: Supernodi Figura 5: Reti P2P di terza generazione. 9

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali Il Voice Over IP è una tecnologia che permette di effettuare una conversazione telefonica sfruttando la connessione ad internet piuttosto che la rete telefonica tradizionale. Con le soluzioni VOIP potete

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

TeamViewer introduce l applicazione per Outlook. Il collegamento diretto con i contatti di Outlook è ora possibile grazie a TeamViewer

TeamViewer introduce l applicazione per Outlook. Il collegamento diretto con i contatti di Outlook è ora possibile grazie a TeamViewer Press Release TeamViewer introduce l applicazione per Outlook Il collegamento diretto con i contatti di Outlook è ora possibile grazie a TeamViewer Goeppingen, Germania, 28 aprile 2015 TeamViewer, uno

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. Termini d uso aggiuntivi di Business Catalyst Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. L uso dei Servizi Business Catalyst è soggetto

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Cos'è una PRIVACY POLICY Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Questo documento, concernente le politiche di riservatezza dei dati personali di chi gestisce il sito Internet http://www.plastic-glass.com

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility.

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility. V11 Release 1 New Devices. New Features. Highlights dell innovaphone PBX Versione 11 Release 1 (11r1) Con il software Versione 11 dell innovaphone PBX la soluzione di telefonia IP e Unified Communications

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

SOHO IP-PBX - ETERNITY NE La nuova generazione di IP-PBX per le piccole imprese

SOHO IP-PBX - ETERNITY NE La nuova generazione di IP-PBX per le piccole imprese SOHO IP-PBX - NE 1 NE Oggi, per competere, anche le piccole imprese devono dotarsi di sistemi di telecomunicazione evoluti, che riducano i costi telefonici, accrescano produttività e qualità del servizio.

Dettagli

Web Conferencing and Collaboration tool

Web Conferencing and Collaboration tool Web Conferencing and Collaboration tool La piattaforma Meetecho Piattaforma di Web Conferencing e Collaborazione on line in tempo reale Caratteristiche generali Soluzione client-server progettata per essere

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Guida Così si aggiornano i programmi Microsoft

Guida Così si aggiornano i programmi Microsoft Guida Così si aggiornano i programmi Microsoft Informazione Navigare in Internet in siti di social network oppure in siti web che consentono la condivisione di video è una delle forme più accattivanti

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web Formule a confronto Carica i tuoi contenuti Puoi inserire immagini, creare le tue liste, i tuoi eventi. Gestire il tuo blog e modificare quando e quante volte vuoi tutto ciò che carichi. Notizie Feed RSS

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali.

La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali. La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali. Gabriele Ottaviani product manager - mobile solutions - Capgemini BS Spa premesse...dovute soluzione off-line...ma

Dettagli

Progettazione di sistemi Embedded

Progettazione di sistemi Embedded Progettazione di sistemi Embedded Corso introduttivo di progettazione di sistemi embedded A.S. 2013/2014 proff. Nicola Masarone e Stefano Salvatori Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Guida all'uso di StarOffice 5.2

Guida all'uso di StarOffice 5.2 Eraldo Bonavitacola Guida all'uso di StarOffice 5.2 Introduzione Dicembre 2001 Copyright 2001 Eraldo Bonavitacola-CODINF CODINF COordinamento Docenti INFormati(ci) Introduzione Pag. 1 INTRODUZIONE COS'È

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Collabor@ Organizza riunioni on-line da qualunque PC Recupera il tuo tempo Taglia i costi dei tuoi spostamenti Rispetta l ambiente DISCO DI VENDITA

Collabor@ Organizza riunioni on-line da qualunque PC Recupera il tuo tempo Taglia i costi dei tuoi spostamenti Rispetta l ambiente DISCO DI VENDITA GRUPPO TELECOM ITALIA Collabor@ Organizza riunioni on-line da qualunque PC Recupera il tuo tempo Taglia i costi dei tuoi spostamenti Rispetta l ambiente DISCO DI VENDITA Indice Guida Veloce Contatti Quando

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI GetYourHero S.L., con sede legale in Calle Aragón 264, 5-1, 08007 Barcellona, Spagna, numero di identificazione fiscale ES-B66356767, rappresentata

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

COSTI DI TRANSIZIONE (Switching costs)

COSTI DI TRANSIZIONE (Switching costs) COSTI DI TRANSIZIONE (Switching costs) Spesso la tecnologia dell informazione assume la forma di un sistema, ovvero un insieme di componenti che hanno valore quando funzionano insieme. Per esempio, hardware

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. Condizioni di utilizzo aggiuntive di Acrobat.com Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. SERVIZI ONLINE ADOBE RESI DISPONIBILI SU

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601

Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601 Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601 2011 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, archiviata

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY Con Kaspersky, adesso è possibile. www.kaspersky.it/business Be Ready for What's Next SOMMARIO Pagina 1. APERTI 24 ORE SU 24...2

Dettagli

COLLABOR@ ORGANIZZA RIUNIONI ON-LINE DA QUALUNQUE PC RECUPERA IL TUO TEMPO TAGLIA I COSTI DEI TUOI SPOSTAMENTI RISPETTA L AMBIENTE

COLLABOR@ ORGANIZZA RIUNIONI ON-LINE DA QUALUNQUE PC RECUPERA IL TUO TEMPO TAGLIA I COSTI DEI TUOI SPOSTAMENTI RISPETTA L AMBIENTE COLLABOR@ ORGANIZZA RIUNIONI ON-LINE DA QUALUNQUE PC RECUPERA IL TUO TEMPO TAGLIA I COSTI DEI TUOI SPOSTAMENTI RISPETTA L AMBIENTE COSA E QUANDO SERVE PERCHE USARLO E un servizio di Cloud Computing dedicato

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI Soggetto delegato #WHYILOVEVENICE PROMOSSO DALLA SOCIETA BAGLIONI HOTELS SPA BAGLIONI HOTELS S.P.A. CON

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Comunicazioni video Avaya

Comunicazioni video Avaya Comunicazioni video Avaya Video ad alta definizione per singoli e gruppi a livello aziendale. Facile utilizzo. Ampiezza di banda ridotta. Scelta di endpoint e funzionalità. Le soluzioni video Avaya sfatano

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003 PRIVACY POLICY MARE Premessa Mare Srl I.S. (nel seguito, anche: Mare oppure la società ) è particolarmente attenta e sensibile alla tutela della riservatezza e dei diritti fondamentali delle persone e

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

FAQ. 1 Quali sono le differenze con un accesso telefonico?

FAQ. 1 Quali sono le differenze con un accesso telefonico? FAQ 1. Quali sono le differenze con un accesso telefonico? 2. Quali sono le differenze con un collegamento DSL? 3. Funziona come un collegamento Satellitare? 4. Fastalp utilizza la tecnologia wifi (802.11)?

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli