Il in Rete. FORUM P.A Maggio 2006 Il Forum della pubblica amministrazione. 17 a Mostra Convegno dei servizi ai cittadini e alle imprese

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il in Rete. FORUM P.A. 8-12 Maggio 2006 Il Forum della pubblica amministrazione. 17 a Mostra Convegno dei servizi ai cittadini e alle imprese"

Transcript

1 DIPARTIMENTO PER LA RICERCA, L INNOVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE Direzione Generale per l Innovazione Tecnologica e la Promozione FORUM P.A Maggio 2006 Il Forum della pubblica amministrazione 17 a Mostra Convegno dei servizi ai cittadini e alle imprese ROMA - Fiera di Roma Il in Rete Edizioni MP MIRABILIA srl

2 DIPARTIMENTO PER LA RICERCA, L INNOVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE Direzione Generale per l Innovazione Tecnologica e la Promozione Il in Rete FORUM P.A Maggio 2006 Il Forum della pubblica amministrazione 17 a Mostra Convegno dei servizi ai cittadini e alle imprese ROMA - Fiera di Roma

3 DIPARTIMENTO PER LA RICERCA, L INNOVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE Capo Dipartimento Giuseppe Proietti Il programma di partecipazione a FORUM P.A è stato organizzato dalla: Direzione Generale per l Innovazione Tecnologica e la Promozione Direttore Generale Antonia Pasqua Recchia Servizio I - Ufficio di Statistica Responsabile Salvatore Vitrano Servizio II - Comunicazione, Promozione e Marketing Dirigente Paola Francesca Zuffo Coordinamento generale, progettazione e realizzazione opuscolo, materiali grafici e stand Antonella Mosca Responsabile Unità Organica Grandi eventi e Manifestazioni fieristiche Organizzazione convegni e incontri tecnici Antonella Mosca, Anna Maria Stramondo Gruppo di lavoro Monica Bartocci, Antonella Corona, Lidia Lentini, Maria Tiziana Natale, Francesco Paparozzi, Alessandra Rosa, Maria Siciliano e Nadia Tamasi Comunicazione multimediale Alberto Bruni con Renzo De Simone e Francesca Lo Forte Ufficio di Direzione Responsabile Rosanna Binacchi con Stefania Celentino, Mariateresa Di Dedda, Valentina Di Lonardo, Francesca Rossi Ufficio per la comunicazione Responsabile Anna Conticello con Alessia De Simone Supporto logistico Edoardo Cicciotto e Maurizio Scrocca Comunicazione e rapporto con i media Fernanda Bruno Segreteria Amministrativa Cristina Brugiotti, Anna Rita De Gregorio, Roberta Pilotti, Rosaria Pollina, Silvia Schifini, Sandra Terranova, Fabiana Vinella Edizioni MP MIRABILIA srl Via Ostiense, 131/L Roma Finito stampare nel Maggio 2006

4 con il contributo di: DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI Capo Dipartimento Salvatore Italia Direzione generale per gli archivi Direttore generale Maurizio Fallace Direzione generale per i beni librari e gli istituti culturali Direttore generale Luciano Scala DIPARTIMENTO PER I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI Capo Dipartimento Francesco Sicilia Direzione generale per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico Direttore generale Bruno De Santis Servizio I Patrimonio storico artistico etnoantropologico e affari generali Direttore responsabile Fiorenza Amicarelli Servizio II Musei Direttore responsabile Maria Grazia Benini Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici del Piemonte Direttore regionale Mario Turetta Soprintendenza per i beni architettonici per il paesaggio e per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico delle province di Salerno e Avellino Soprintendente Giuseppe Zampino Soprintendenza per i beni archeologici del Lazio Soprintendente Anna Maria Moretti DIPARTIMENTO PER LA RICERCA, L INNVOZIONE E L ORGANIZZAZIONE Capo Dipartimento Giuseppe Proietti Servizio I Affari generali, tematiche trasversali, coordinamento, gestione delle risorse umane Dirigente Raffaele Sassano Servizio II Intese istituzionali e rapporti con il CIPE Dirigente Maria Grazia Bellisario Servizio III Ufficio Studi Dirigente Velia Rizza Direzione generale per gli affari generali, il bilancio, le risorse umane e la formazione Direttore generale Alfredo Giacomazzi Servizio I - Affari generali, bilancio, programmazione Dirigente Maria Assunta Lorrai Direzione generale per l Innovazione tecnologica e la promozione Servizio I - Affari generali qualità dei servizi Responsabile coordinatore Anna Maria Stramondo Servizio III - Gestione e sviluppo del sistema informatico automatizzato, tecnologie e infrastrutture Dirigente Annarita Orsini Ufficio per le Relazioni con il Pubblico Responsabile Gaspare Carlini Culturalweb.it Direttore Walter Guarracino in collaborazione con: Call Center Omnia Network Responsabile Andrea Chitti Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale Comandante Ugo Zottin AICA - Associazione italiana per l Informatica e il calcolo automatico Referente Daniela Rovina Cofathec Direttore generale aggiunto Sergio Tomasino

5 Presentazione annuale del FORUM P.A. costituisce un importante stimolo per le amministrazioni: presentare ogni dodici mesi nuovi progetti e attività avviati Lacadenza non è semplice, a volte risulta persino impossibile, poiché il periodo temporale non sempre è compatibile con i tempi di realizzazione di iniziative, per lo più molto complesse, come quelle mirate all ammodernamento della P.A. per un migliore servizio ai cittadini. Si tratta tuttavia di una opportunità da non perdere, sia perché è una straordinaria occasione di contatto tra i diversi soggetti protagonisti della scena amministrativa del Paese (quindi cittadini, amministrazioni pubbliche centrali e locali, aziende) sia perché induce la singola amministrazione a riflettere sulla propria missione e sull organizzazione, a rileggere i percorsi progettuali ma anche le singole attività secondo un ottica che di anno in anno può cambiare ma che mantiene fede all assunto fondamentale di porre il cittadino al centro dell interesse: il soddisfacimento della domanda di efficienza e di efficacia, insomma di qualità, dei servizi pubblici e amministrativi in senso lato rappresenta un obiettivo fondamentale da raggiungere. È quello che si è fatto nell organizzare Il MiBAC in rete, che vede la partecipazione di tutti i settori del Ministero, di tutti i livelli organizzativi, di tutte le aree tematiche sia tradizionali che innovative nella presentazione di progetti e attività in molti casi avviati prima del 2006, ma certamente rispondenti al tema proposto per quest anno La rete delle pubbliche amministrazioni per la competitività e la garanzia dei diritti. Delle molteplici declinazioni del termine rete proposte dagli organizzatori del FORUM quelle più evidenti nei progetti del MiBAC fanno riferimento a concetti come qualità dei servizi per rendere più facile la vita a cittadini ed imprese, buona gestione e scambio di buone pratiche per la lotta agli sprechi, interoperabilità e cooperazione applicativa basata sull uso intelligente delle nuove tecnologie, progettualità territoriale che contribuisce a costruire una rete di maggiore competitività dell intero sistema-paese, comunicazione pubblica per rafforzare il rapporto tra cittadini ed istituzioni, risorse umane indipendenti, competenti e qualificate, ma soprattutto motivate dal bene comune. Non sembra di poco rilievo il fatto che, pur in situazioni di bilancio oggettivamente difficili, nell amministrazione dei beni culturali la spinta ad ammodernare l erogazione dei servizi amministrativi sia tanto dinamica e vitale. Le numerose iniziative che si presentano nello stand, la partecipazione attiva alle sessioni convegnistiche generali, l organizzazione di seminari di approfondimento su tematiche specifiche sono segnali di una capacità di cogliere la domanda di maggiore efficienza che viene dal mondo dei cittadini e delle imprese. L erogazione dei servizi amministrativi, nel caso del MiBAC, è strettamente connessa a quella dei servizi culturali, che oltre a tante altre connotazioni hanno anche quella di essere veri e propri servizi pubblici.

6 La crescita costante dei consumi culturali, in particolare dei visitatori dei luoghi della cultura, rende quanto mai necessaria un azione mirata a cogliere tutte le componenti della domanda, non da ultimo la soddisfazione finale. Non è un caso che la tematica della qualità dei servizi sia stata posta al centro non solo della riflessione delle strutture del MiBAC, ma anche della realizzazione di progetti e, in via preliminare, dell adeguamento normativo. L imminente emanazione della Direttiva sulla Carta della qualità dei servizi erogati dalle strutture del Ministero (Archivi, Biblioteche, Musei, aree archeologiche) testimonia l attenzione posta a quest ultimo aspetto. Si può quindi considerare ormai avviato a positivo compimento quel vasto processo di modernizzazione che il legislatore ha voluto indicare come obiettivo del MiBAC, dal momento della riforma organizzativa del 2004: - allineare tutte le strutture, centrali e territoriali, a standard lavorativi innovativi, mediante l uso massiccio delle nuove tecnologie, con l obiettivo della semplificazione amministrativa, del risparmio di risorse umane e materiali, della trasparenza nei confronti del cittadino. Quindi un amministrazione vicina ai cittadini, che eroga servizi di qualità e che, attraverso una maggiore efficienza, è anche più autorevole e più efficace nell esercizio delle funzioni istituzionali di tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio; - far conoscere sul territorio le iniziative ed i servizi offerti globalmente (patrimonio e attività culturali) e rendere disponibili tutte le informazioni culturali attualmente poco accessibili o del tutto sconosciute. La comunicazione e l informazione quindi sono viste quali componenti strategiche per il raggiungimento della missione istituzionale, con la consapevolezza che informare vuol dire tutelare, conservare e rendere fruibile un patrimonio comune a tutti rappresentato dai beni e anche dalle attività culturali; - dare la possibilità di accedere ai servizi on line ai cittadini, rendendo concreto il diritto sancito dal Codice della P.A. digitale; - valorizzare al massimo il capitale umano, operando nell ambito della formazione continua, utilizzando le tecniche più moderne, ma anche perseguendo l obiettivo di realizzare modalità lavorative più rispondenti ai bisogni e alle aspettative, come le sperimentazioni sul telelavoro o anche la misurazione del benessere organizzativo. Anche la partecipazione unitaria e coordinata delle varie anime dell amministrazione rappresenta un risultato consolidato dell ammodernamento, anche se può sembrare residuale. È infatti importante, consapevole e coerente contributo alla trasparenza e alla chiarezza dei rapporti che una pubblica amministrazione ha il dovere di instaurare con i cittadini. Antonia Pasqua Recchia Direttore Generale per l Innovazione Tecnologica e la Promozione

7 DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI I sistemi informativi delle biblioteche e degli archivi... 8 Mauro Tosti Croce Il Sistema Archivistico Nazionale... 9 Daniela Grana Il mondo degli archivi on line: un nuovo strumento di comunicazione sul web Patrizia Ferrara Il Pianeta libro: un osservatorio per l editoria e la lettura Vitaliana Vitale e Rosario Garra Il portale Internet Culturale Giuliana Sgambati DIPARTIMENTO PER I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI Lo sguardo al patrimonio culturale - II edizione Isabella Cianfarani e Maristella Ierullo Narrano le muse Percorso didattico nei musei romani Isabella Cianfarani Progetto DramaTour. Una guida virtuale per gli appartamenti dei Savoia a Palazzo Chiablese a Torino Andrea De Pasquale Valorizzazione del territorio e comunicazione culturale: progetto Genius Loci Maria Pasca Genius Loci: i Laboratori didattici se faccio, capisco Maria Pasca DIPARTIMENTO PER LA RICERCA, L INNOVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE Sicurezza integrata nei Beni Culturali: strumenti innovativi per la pianificazione delle risorse Paolo Iannelli Progetto per la sicurezza e la tutela del Patrimonio Culturale Sergio Tomasino Benessere organizzativo Anna Maria Campofredano Un kit di benessere tra comunicazione e qualità Anna Maria Stramondo e Stefano Francesconi DIPARTIMENTO PER LA RICERCA, L INNOVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DIPARTIMENTO PER I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI Kit del benessere organizzativo: per una cultura del cambiamento nelle Amministrazioni Pubbliche Stefania Ugatti e Annunziata Cirillo DIPARTIMENTO PER LA RICERCA, L INNOVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE Le iniziative finanziate attraverso le risorse per lo sviluppo Maria Grazia Bellisario Azioni formative e di aggiornamento del personale per il miglioramento delle forme di gestione e dell offerta di servizi nei musei e altre strutture aperte al pubblico Adele Maresca Compagna DIPARTIMENTO PER LA RICERCA, L INNOVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI Progetto di ricerca della Scuola superiore della pubblica amministrazione in collaborazione con il Dipartimento per la ricerca, l innovazione e l organizzazione e la Direzione generale per gli archivi: la gestione informatica dei documenti Elisa Bucci e Giovanna Tosatti DIPARTIMENTO PER LA RICERCA, L INNOVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE Esiti relativi all applicazione dell art. 38 della L. 342/00 Misure in materia fiscale e dell art 15 lettera h) del D.P.R. 917/

8 DIPARTIMENTO PER LA RICERCA, L INNOVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DIPARTIMENTO PER I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI Archeologia on-line: archeoguida di Villa Adriana Benedetta Adembri DIPARTIMENTO PER LA RICERCA, L INNOVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE Portale della Cultura Italiana Antonia Pasqua Recchia Il Portale della Cultura italiana e il web semantico Oreste Signore La rete Multiservizi del MiBAC Annarita Orsini La posta elettronica quale strumento di lavoro attraverso la rete Annarita Orsini La formazione informatica come strumento di crescita professionale per garantire maggiore efficienza nel raggiungimento della missione istituzionale Annarita Orsini Le certificazioni informatiche europee Daniela Rovina Business process reengineering e ricostruzione della catena del valore nei servizi ai cittadini Il progetto per l informatizzazione globale del flusso di lavoro nel MiBAC Giovanna Tosatti Dematerializzazione dei documenti e gestione documentale. Il patrimonio culturale in rete Giovanna Tosatti L arte in tasca con Culturalsms L iniziativa di Culturalweb.it e Tim Alberto Bruni I Servizi RFID per la gestione e la promozione dei Beni Culturali Alberto Bruni Il Progetto MINERVA per la digitalizzazione e i siti web culturali: dalla teoria alla pratica Marzia Piccininno (OTEBAC - Osservatorio Tecnologico per i Beni e le Attività Culturali) MEDCULT Marzia Piccininno MICHAEL e MICHAELplus Marzia Piccininno L Italia nell ambito delle iniziative europee per la creazione dei contenuti culturali digitali Rosella Caffo URP - Ufficio per le Relazioni con il Pubblico Gaspare Carlini La cultura viaggia on line: 86 Renzo De Simone e Francesca Lo Forte Call Center Andrea Chitti Il sistema informatico attuale della banca dati Convegni Incontri allo stand... 93

9 Dipartimento per la i Beni Ricerca, Archivistici l Innovazione e Librari Tecnologica e l Organizzazione Dipartimento per i Beni Archivistici e Librari Capo Dipartimento: Salvatore Italia Referente: Mauro Tosti Croce Via dell Umiltà, Roma Tel Fax I sistemi informativi delle biblioteche e degli archivi Mauro Tosti-Croce Il Dipartimento per i beni archivistici e librari, che coordina la Direzione generale per gli archivi e la Direzione generale per i beni librari e gli istituti culturali al fine di integrare tra loro i due settori, rivolge una particolare attenzione all innovazione tecnologica che ha determinato la nuova identità delle biblioteche e degli archivi come porte d accesso all informazione. SISTEMI INFORMATIVI DELLE BIBLIOTECHE (http://www.internetculturale.it/) SBN - SERVIZIO BIBLIOTECARIO NAZIONALE (www.sbn.it) è la rete delle biblioteche italiane che consente di effettuare una ricerca bibliografica, semplice o avanzata, di opere possedute dalle biblioteche aderenti, operanti nei più diversi settori. INTERNET CULTURALE propone un sistema di accesso integrato alle risorse digitali e tradizionali di biblioteche ed altre istituzioni culturali italiane. BDI BIBLIOTECA DIGITALE ITALIANA fornisce servizi informativi e di valorizzazione del patrimonio bibliografico italiano mediante un ampio programma di digitalizzazione che include tra l altro i cataloghi storici, il patrimonio musicale, le pubblicazioni periodiche. SISTEMI INFORMATIVI DEGLI ARCHIVI (http://archivi.beniculturali.it/) SISTEMA INFORMATIVO DEGLI ARCHIVI DI STATO SIAS consente di avere un panorama in continuo aggiornamento del patrimonio documentario conservato negli Archivi di Stato. SISTEMA INFORMATIVO UNIFICATO PER LE SOPRINTENDENZE ARCHIVISTI- CHE - SIUSA contiene la descrizione del patrimonio archivistico vigilato e prevede il recupero di importanti basi dati raccolte con precedenti progetti. GUIDA GENERALE DEGLI ARCHIVI DI STATO ITALIANI presenta la trasposizione in una banca dati delle informazioni contenute nei quattro volumi della Guida generale degli Archivi di Stato Italiani. SISTEMA ARCHIVISTICO NAZIONALE (SAN), è un progetto finalizzato a dar vita ad un sistema coordinato di procedure, risorse organizzative e informative che consentano l accesso online all intero patrimonio archivistico nazionale. 8

10 Conservare - Restauro - Innovare Dipartimento per i Beni Archivistici e Librari Il Sistema Archivistico Nazionale Daniela Grana Il Sistema Archivistico Nazionale (SAN) si prefigge l obiettivo di garantire l accesso al patrimonio documentario della nazione a un pubblico il più ampio possibile attraverso la costituzione di un portale, inteso come insieme coordinato di sistemi, procedure, risorse organizzative e informative finalizzate alle attività di descrizione, fruizione e valorizzazione del patrimonio. Esiste infatti una realtà ricca e variegata di sistemi informativi e di basi di dati che fanno capo all Amministrazione degli Archivi di Stato a livello centrale e locale, o alle Regioni, o ancora a una vasta pluralità di soggetti conservatori, oppure che sono frutto della cooperazione fra istituzioni diverse. È in questo quadro che l Amministrazione archivistica, nel presupposto che la valenza culturale di ogni descrizione archivistica è proporzionale alla molteplicità delle sue relazioni e informazioni di contesto, in accordo con le Regioni e con gli altri Enti Pubblici territoriali e supportata da un puntuale studio di fattibilità, si è impegnata nel progetto di convogliare le molteplici esperienze maturate e le esigenze ancora in essere all interno di un Sistema archivistico nazionale (le cui procedure di gara saranno a breve avviate). La sua collocazione ed il suo ruolo vanno intesi, pertanto, da una parte come elemento di razionalizzazione degli attuali modelli organizzativi funzionali alla valorizzazione del patrimonio e dall altra come elemento strumentale integrativo al lavoro svolto dagli archivisti. Direzione Generale per gli Archivi Direttore generale: Maurizio Fallace Referente: Patrizia Ferrara Via Gaeta, 8A Roma Tel Fax In particolare il SAN avrà come compiti: - costituzione di un sistema coordinato di fruizione on-line che consenta all utenza interna ed esterna l accesso ai sistemi informativi archivistici e al patrimonio digitalizzato; - formalizzazione delle regole, degli standard, dei contenuti informativi, dei protocolli di comunicazione e dei formati di scambio che consentano la riconduzione a sistema delle attività sin qui svolte dalle strutture centrali e periferiche dell Amministrazione; - costituzione di un sistema di scambio di dati e informazioni tra i soggetti che forniscono, gestiscono e accedono ai dati archivistici a diversi livelli, con finalità sia scientifiche sia gestionali; - formalizzazione delle regole e degli standard per la pubblicazione sul web e l accesso on-line alle collezioni digitali; 9

11 Dipartimento per i Beni Archivistici e Librari - costituzione di un sistema di reporting direzionale che consenta all Amministrazione la conoscenza e la valutazione del patrimonio conservato e del patrimonio digitalizzato, nonché il monitoraggio dei flussi informativi che provengono periodicamente dai sistemi informativi regionali e degli Enti territoriali; - gestione coordinata dei processi di valorizzazione economica dell attività editoriale, scientifica e di ricerca promossa e realizzata dalle strutture dell Amministrazione, nonché dei prodotti risultanti dall applicazione delle tecnologie digitali al patrimonio archivistico nazionale; - promozione dell attività di descrizione sistematica del patrimonio documentario non ancora inventariato per promuoverne la tutela e la fruibilità; - promozione e pianificazione dell attività di riproduzione digitale della documentazione archivistica ritenuta particolarmente significativa per finalità culturali o per la soddisfazione di esigenze di conservazione e di tutela; - promozione di condivisione e scambio di informazioni descrittive e di record di autorità con i sistemi informativi messi a punto in altri ambiti dei beni culturali, con particolare riferimento ai sistemi bibliotecari. In particolare il SAN si avvarrà della ricchezza del patrimonio informativo prodotto nell ambito dei sistemi informativi realizzati dall Amministrazione archivistica centrale: SIAS (Sistema Informativo degli Archivi di Stato) e SIUSA (Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche). Il SIAS, nato nel 2003, è una piattaforma software, funzionale alla descrizione e fruizione del patrimonio conservato dagli Archivi di Stato e ai relativi processi gestionali centrali e periferici. Per quanto riguarda la descrizione del patrimonio, il SIAS, grazie alla sua struttura modulare, consente percorsi attraverso informazioni strutturalmente collegate che vanno dal generale al particolare: dalla descrizione del complesso documentario nelle sue articolazioni gerarchiche e con i relativi legami col soggetto produttore fino all unità minima di descrizione e ancora fino all immagine del singolo documento, nel caso in cui questo venga sottoposto a procedimento di riproduzione digitale. SIUSA, nato alla fine degli anni 90, si propone come punto di accesso primario per la ricerca sul patrimonio archivistico non statale pubblico e privato conservato al di fuori degli 10

12 Dipartimento per i Beni Archivistici e Librari Archivi di Stato. Si incrementa continuamente dei nuovi dati acquisiti dalle Soprintendenze archivistiche nell esercizio della loro attività istituzionale di tutela degli archivi non statali. Si articola in due ambiti distinti: un ambito gestionale a supporto dell attività di vigilanza ad uso interno e un ambito descrittivo, rivolto all utenza esterna. In quest ultimo sono compresi i complessi archivistici pubblici e privati di particolare interesse storico, con le loro articolazioni; è tracciata la storia dei soggetti produttori; sono indicati i soggetti conservatori degli archivi. Schede di carattere generale forniscono informazioni storiche, istituzionali ed archivistiche utili per la comprensione del contesto. 11

13 Dipartimento per i Beni Archivistici e Librari Direzione Generale per gli Archivi Direttore generale: Maurizio Fallace Referente: Patrizia Ferrara Via Gaeta, 8A Roma Tel Fax Il mondo degli archivi on line: un nuovo strumento di comunicazione sul web Patrizia Ferrara Il Mondo degli Archivi è un notiziario a cadenza quadrimestrale, il cui n.1 è stato presentato ufficialmente nel mese di aprile 2006, presso l Archivio di Stato di Roma. Agile strumento di divulgazione e approfondimento, è al servizio di tutti coloro che sono interessati ad apprendere, oltre che a comunicare, le variegate iniziative culturali concluse, o in via di preparazione, da parte degli Archivi di Stato, delle Sovrintendenze archivistiche e delle sezioni regionali ANAI (Associazione Nazionale Archivistica Italiana), in qualità di promotori e organizzatori, o anche di co-promotori con altre istituzioni a livello nazionale, regionale e provinciale. Di proprietà dell Associazione nazionale archivistica italiana, nasce dalla collaborazione tra ANAI e Direzione generale per gli archivi sia sotto il profilo finanziario che redazionale. L impostazione grafica moderna, lo stile giornalistico degli articoli, il ricorso alla modalità dell intervista, la ricchezza delle illustrazioni, la presenza di numerose rubriche a carattere sia tradizionale (Politica e professione, Tutela e valorizzazione, Formazione e aggiornamento, Spazio libri, ecc.) che innovativo (Attualità, Primo piano, Digitale e dintorni, Interviste, Viaggi archivistici e non, Scambi di ospitalità, Calendario, ecc.), il facile accesso, l utilizzo pieno delle potenzialità offerte dall elettronica, ne fanno uno strumento di comunicazione immediato e accattivante. La Direzione generale per gli Archivi intende proporlo al pubblico del Forum, proprio per le caratteristiche appena citate, adatte da un lato a fornire in modo sintetico un quadro esauriente delle attività istituzionali svolte dall Amministrazione a vantaggio dell utenza e dall altro a fornire notizie in materia archivistica, interessanti anche per un pubblico di non specialisti. 12

14 Dipartimento per i Beni Archivistici e Librari Il Pianeta libro: un osservatorio per l editoria e la lettura Vitaliana Vitale e Rosario Garra Italia Pianeta Libro sito web inaugurato nel maggio 2005 con la finalità di diffondere la conoscenza sul mondo del libro è oggi, nell ambito del nuovo Istituto per il libro, creato nel febbraio 2006, un riferimento tecnico essenziale per il ruolo di catalizzazione di idee e risorse da esso svolto, a livello nazionale e internazionale. Il sito vuole essere un osservatorio on line sull editoria e la lettura in Italia, uno spazio pubblico collegato alle finalità e agli obiettivi istituzionali e una guida all Italia del libro, in rete con tutte le altre esperienze, pubbliche e private, operanti nel paese. La presentazione di eventi quali fiere, festival, premi e i principali progetti di invito alla lettura è aperta a Regioni, enti locali, associazioni e a tutti gli operatori interessati a partecipare attivamente alla costruzione del network della promozione del libro. Italia Pianeta Libro mette a disposizione del pubblico le banche dati delle Case editrici (7.000 editori di lingua italiana, ordinati per materia e per regione e provincia) e I libri del mese (4.000 titoli di libri e riviste in uscita ogni mese nelle librerie italiane), il servizio Aiuti agli operatori (le circolari con le istruzioni e i moduli per concorrere ai premi e ai contributi concessi dal Ministero), Libri e Riviste d Italia (versione web del bimestrale di cultura editoriale e promozione della lettura), la guida L Italia delle riviste di cultura e inoltre novità e interviste su fatti e protagonisti del pianeta libro. Il sito è parte del portale Internet Culturale, un sistema di accesso integrato alle risorse tradizionali e digitali delle biblioteche, degli archivi e delle altre istituzioni culturali italiane, promosso dalla Direzione generale per i beni librari e gli istituti culturali. Direzione Generale per i Beni Librari e gli Istituti Culturali Direttore generale: Luciano Scala Referente: Vitaliana Vitale Via Michele Mercati, Roma Tel Fax

15 Dipartimento per i Beni Archivistici e Librari Direzione Generale per i Beni Librari e gli Istituti Culturali Direttore generale: Luciano Scala Referente: Giuliana Sgambati Via Michele Mercati, Roma Tel Fax Il portale Internet Culturale Giuliana Sgambati Il portale della Biblioteca Digitale Italiana e del Network Turistico Culturale offre un sistema di accesso integrato alle risorse tradizionali e digitali delle biblioteche e delle altre istituzioni culturali italiane, promuove e valorizza la conoscenza e la fruibilità del patrimonio turistico-culturale sia a livello nazionale che internazionale, essendo disponibile anche in lingua inglese e francese. Alcuni servizi messi a disposizione dal portale: RICERCA BIBLIOGRAFICA, per consultare il Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN), a cui aderiscono oltre biblioteche, e accedere così a 14 milioni di notizie bibliografiche relative a materiale antico, moderno, musicale. CONTENUTI DIGITALI, per ricercare e visualizzare testi ed immagini in formato digitale di palinsesti, manoscritti, incunaboli, cinquecentine, monografie moderne, fotografie, ecc., messi a disposizione dalle istituzioni culturali aderenti al network del Portale. Inoltre è attivo, per la prima volta con strumenti altamente innovativi, la possibilità per la Pubblica Amministrazione di offrire un servizio di e-commerce che permetta agli utenti di acquistare un primo nucleo di contenuti digitali offerti dalle istituzioni culturali presenti nel Portale. PERCORSI CULTURALI, 22 mostre, 18 ipertesti, 3 itinerari con centinaia di luoghi di interesse culturale descritti e commentati e quattro percorsi 3D che consentono all utente di perdersi tra gli oggetti quotidiani degli scrittori, di camminare avvolti dalle musiche di Verdi, di visitare la Tribuna di Galileo fra opere d arte e strumenti d epoca, di incrociare testi e biografie di autori. Il portale rappresenta inoltre il punto di accesso privilegiato a tutte le informazioni relative alle attività promosse sul territorio nazionale dagli Istituti Culturali, dai Comitati Nazionali per le celebrazioni e le manifestazioni culturali e dalle Biblioteche pubbliche statali, informazioni disponibili sui rispettivi siti web. 14

16 Dipartimento per i Beni Culturali e Paesaggistici Lo sguardo al patrimonio culturale - II edizione Isabella Cianfarani e Maristella Ierullo L 11 maggio, presso la sala dello Stenditoio, del complesso Monumentale di S. Michele a Ripa, a Roma, si svolgerà la premiazione delle scuole che hanno realizzato le migliori fotografie nell ambito del concorso fotografico sul tema Il Mestiere delle Arti, bandito dalla direzione Generale PSAE E dall IRRE del Lazio, rivolto agli alunni delle scuole elementari, medie, e superiori per promuovere la conoscenza da parte delle generazioni più giovani di un aspetto complesso e sfaccettato del nostro patrimonio culturale, cioè delle connessioni e contaminazioni tra arte e artigianato. Sarà quindi inaugurata la mostra fotografica, dove saranno esposte le fotografie di tutte le scuole concorrenti. L iniziativa, dal titolo: Lo Sguardo al Patrimonio Culturale, si inserisce nel tessuto comunicativo e didattico della direzione generale PSAE e prevede la partecipazione dei drigenti scolastici, dei docenti e delle classi delle scuole di ogni ordine e grado che hanno partecipato al concorso fotografico, inoltre saranno presenti i rappresentanti degli IRRE a livello nazionale. Nella giornata verranno svolte delle relazioni focalizzate sull analisi delle esperienze con contributi specifici, sul percorso di educazione al patrimonio culturale, realizzato nell ambito del Concorso fotografico proposte per approfondimenti, sviluppi e prospettive future. Si procederà poi all Inaugurazione della mostra fotografica dal titolo. Il mestiere delle Arti con la Cerimonia di premiazione del concorso fotografico bandito in occasione della Settimana della Cultura 2005 dalla Direzione Generale PSAE, in collaborazione con l IRRE del Lazio. Le foto che hanno partecipato al Concorso Il mestiere delle Arti saranno esposte in Mostra presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Sala dello Stenditoio. Tale iniziativa, che giunta alla seconda edizione, ha riscontrato un grandissimo coinvolgimento di scuole che hanno partecipato con grande entusiasmo,rientra nella realizzazione del progetto finalizzato a promuovere l educazione al patrimonio culturale storico artistico ed etnoantropologico, rivolto al mondo della scuola. Al fine di rendere il concorso uno strumento di conoscenza e valorizzazione, si è richiesto che ciascun contributo fotografico, fosse accompagnato dalla relativa didascalia, con la motivazione della scelta del soggetto e una breve relazione - realizzata anche in gruppo, con una o più modalità linguistiche ed espressive, sul soggetto fotografato. Direzione generale per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico Servizio I - Patrimonio storico artistico etnoantropologico e Affari Generali Dirigente: Fiorenza Amicarelli Referente: Isabella Cianfarani Via di San Michele, Roma Tel Fax

17 Dipartimento per i Beni Culturali e Paesaggistici Il concorso fotografico, quest anno incentrato sul lavoro dell artigiano, dal suggestivo titolo Il mestiere delle Arti, nasce dall esigenza di approfondire, attraverso lo stumento fotografico accompagnato da una riflessione teorica proposta dal docente, la conoscenza degli antichi mestieri di chi opera trasformando la materia, evidenziandone lo stretto legame con il sapere antropologico e la storia dell arte. La Giuria appositamente costituita presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali Direzione Generale PSAE è così composta: - dr Fiorenza Amicarelli, Serv. I PSAE; - prof. Basile, ICR; - dr. Borghini, ICCD; - dr.ssa Cianfarani, Serv. I PSAE; - prof.ssa Costantino, IRRE del Lazio; - prof. Lombardi Satriani ordinario di Antropologia culturale dell Università La Sapienza; - prof. Radiciotti, Direttore Generale IRRE del Lazio; - dr.ssa Petrucci, Consulente di Antropologia presso la direzione generale PSAE. Le foto, che sono state raccolte in una pubblicazione in CD- Rom documentano l approccio del mondo della scuola a questa tipologia di beni culturali poco conosciuti al grande pubblico ma così vicini alle radici culturali di noi tutti. 16

18 Dipartimento per i Beni Culturali e Paesaggistici Narrano le muse Percorso didattico nei musei romani Isabella Cianfarani Nell ambito dei percorsi didattici ideati per facilitare la conoscenza e la fruizione del nostro immenso patrimonio culturale si è pensato di rendere piu completa la percezione dell opera d arte direzionando le emozioni anche attraverso la letture di testi selezionati che inducano alla riflessione. Da questi presupposti nasce questo viaggio nelle emozioni dell arte attraverso il tessuto museale romano. Narrano le Muse..., come il titolo già suggerisce, è un progetto che si propone di dar vita ad un originale tipologia di visita culturale che sia in grado di coniugare l approccio degli studenti alla fruizione dell opera d arte. Finalità primaria del progetto è quella di promuovere un approccio ai Beni Culturali maggiormente accattivante attraverso: - Visite guidate volte alla valorizzazione delle sedi museali meno note del patrimonio artistico italiano. - Rappresentazioni teatrali e letture sceniche in sintonia con il percorso museale scelto. Direzione generale per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico Servizio II - Musei Dirigente: Maria Grazia Benini Referente: Isabella Cianfarani Via di San Michele, Roma Tel Fax L iniziativa si avvale anche di un protocollo d intesa tra i Beni Culturali e l IRRE Lazio, volto alla promozione dell educazione e alla conoscenza del patrimonio culturale storico ed etnoantropologico. Il Ministero dei Beni Culturali comprende al suo interno variegate realtà espositive che consentono di progettare percorsi formativi di volta in volta differenti, grazie anche alla contaminazione di letteratura, teatro e storia dell arte. Ogni appuntamento culturale si rivolge perciò tanto ai giovani quanto alle loro famiglie e ai docenti, al fine di coinvolgerli in un percorso formativo che si basa sul fascino dell arte in tutte le sue manifestazioni. Ad accompagnare il visitatore provvederanno letture drammatizzate di quei testi che meglio si collocano nel contesto prescelto. La bellezza della forma sia visiva che verbale farebbe da filo conduttore ad una rilettura maggiormente coinvolgente dell argomento trattato e dello spazio prescelto. Ad esempio, nel contesto del Museo nazionale delle arti e tradizioni popolari ottimale sarebbe scandire il percorso attraver- 17

19 Dipartimento per i Beni Culturali e Paesaggistici so la lettura de Le fiabe italiane raccolte da Italo Calvino. Intenzione primaria dell autore era infatti quella di superare l idea che la fiaba fosse relegata nell ambito della sola letteratura per l infanzia e focalizzare invece l attenzione sui motivi di carattere sociologico ed etnografico che ne sono alla base. Bene si adattano ai propositi dell iniziativa i classici più amati e conosciuti che saprebbero coniugare al piacere dell esperienza immediata della visita anche quello più radicato dell ascolto di un testo familiare. Ad esempio ci si riferisce ai Promessi Sposi di Manzoni, al Paradiso di Dante, all Orlando furioso di Ariosto, alla Gerusalemme liberata del Tasso, come anche alle Rime del Petrarca. Si è pensato anche di accompagnare la visita alla struttura dell ex-carcere con letture tratte dalle opere di C. Dickens, mentre per quel che riguarda il Museo Hendrik Christian Andersen interessante sarebbe proporre una lettura drammatizzata a due voci del noto carteggio tra l artista e l intellettuale Henry James. Inoltre la lettura di un classico concorre alla valorizzazione dei Beni Culturali coniugando il fascino del patrimonio artistico italiano con le suggestioni prodotte dall opera letteraria. A dare espressività e spessore alla lettura contribuirà l opera di giovani attori che, coniugando l arte del teatro con la magia evocativa del luogo, guideranno lo spettatore lungo un percorso scandito dalla progressione della narrazione attraverso la scenografia d eccezione costituita dalle opere d arte in mostra. 18

20 Dipartimento per i Beni Culturali e Paesaggistici SEDI Complesso monumentale del S. Michele a Ripa ed ex-carceri Via di San Michele 22/25 Galleria Corsini Via della Lungara, 10 Galleria nazionale d arte antica di Palazzo Barberini Via Quattro Fontane, 13 Via Barberini, 18 Galleria Spada Vicolo del Polverone, 15/b Istituto Nazionale per la Grafica - Palazzo Poli Via Poli, 54 Villa di Livia Via Flaminia, Km 13 Museo Boncompagni Ludovisi per le Arti decorative Via Boncompagni, 18 Museo degli strumenti musicali Piazza Santa Croce in Gerusalemme, 9/a Museo Hendrik Christian Andersen Via P.S. Mancini, 18/24 Museo nazionale d arte orientale Via Merulana, 247/248 Museo nazionale delle arti e tradizioni popolari Piazza G. Marconi 8/10 Museo nazionale di Palazzo Venezia Piazza San Marco, 49 Museo nazionale Preistorico ed Etnografico L. Pigorini Piazzale G. Marconi, 14 Museo nazionale Romano di Palazzo Altemps Via di S. Apollinare, 44 19

PROTOCOLLO D INTESA in materia di applicazione delle Tecnologie ICT per l Istruzione e la Cultura

PROTOCOLLO D INTESA in materia di applicazione delle Tecnologie ICT per l Istruzione e la Cultura Dipartimento per la Programmazione Ministeriale del Bilancio, delle Risorse Umane e dell Informazione Direzione Generale per i Sistemi Informativi PROTOCOLLO D INTESA in materia di applicazione delle Tecnologie

Dettagli

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE Progetto promosso da Assicurazioni

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R.

PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R. PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca e ItaliaNostra onlus Associazione nazionale per la tutela del patrimonio storico, artistico e naturale VISTO

Dettagli

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE Progetto promosso da Assicurazioni Generali Ideato e realizzato

Dettagli

Progetto di ricerca rilevante di Ateneo (PAR)

Progetto di ricerca rilevante di Ateneo (PAR) Progetto di ricerca rilevante di Ateneo (PAR) UNA CULTURA, UNA TRADIZIONE, UN SISTEMA PRODUTTIVO LOCALE: IL CASO DI CASTELLI (TE) Indicazioni progettuali per un analisi territoriale, per un progetto di

Dettagli

AGIRE POR Trasferimento di buone pratiche finalizzato all individuazione delle più efficaci modalità di gestione e valorizzazione dei siti UNESCO

AGIRE POR Trasferimento di buone pratiche finalizzato all individuazione delle più efficaci modalità di gestione e valorizzazione dei siti UNESCO T REGIONE LOMBARDIA REGIONE CAMPANIA AGIRE POR Trasferimento di buone pratiche finalizzato all individuazione delle più efficaci modalità di gestione e valorizzazione dei siti UNESCO L ENTE La Lombardia

Dettagli

Allegato C Scheda progetto ENTE. Denominazione ANCI Lombardia. Città MILANO. Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121. Codice di accreditamento NZ00504

Allegato C Scheda progetto ENTE. Denominazione ANCI Lombardia. Città MILANO. Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121. Codice di accreditamento NZ00504 Allegato C Scheda progetto ENTE Denominazione ANCI Lombardia Città MILANO Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121 Codice di accreditamento NZ00504 Iscrizione all albo regionale ALBO REGIONALE REGIONE LOMBARDIA

Dettagli

Istituto Superiore Regionale Etnografico COMITATO TECNICO SCIENTIFICO

Istituto Superiore Regionale Etnografico COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Regione Autonoma della Sardegna Istituto Superiore Regionale Etnografico COMITATO TECNICO SCIENTIFICO DIRETTIVE SCIENTIFICHE PER IL TRIENNIO 2006/2008 E PROGRAMMA ANNUALE DI ATTIVITÀ 2006 Direttive scientifiche

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari- Settore Attività Socio-Culturali. Telefono 070/675.2420 070/675.2111 Fax 070/675.2998 E-mail acabras@amm.unica.

Università degli Studi di Cagliari- Settore Attività Socio-Culturali. Telefono 070/675.2420 070/675.2111 Fax 070/675.2998 E-mail acabras@amm.unica. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE AFFARI LEGALI SETTORE ATTIVITA SOCIO-CULTURALI Funzionario Responsabile: Angela Maria Cabras Tel 070 675.2420 Fax 070 675.2998 Ragione Sociale Università degli

Dettagli

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22 Al Collegio dei Docenti E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Oggetto : Pubblicazione Atto di Indirizzo del Dirigente Scolastico per la predisposizione

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI, IL BILANCIO, LE RISORSE UMANE E LA FORMAZIONE

Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI, IL BILANCIO, LE RISORSE UMANE E LA FORMAZIONE IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368, e successive modificazioni; VISTO il decreto legislativo 8 gennaio 2004, n. 3; VISTO il decreto legislativo 22 gennaio 2004,

Dettagli

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA Premessa Nel marzo 2007 è stato approvato dalla Conferenza Stato-Regioni

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01) TITOLO DEL PROGETTO: Storiche biblioteche crescono ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETT e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01) OBIETTIVI DEL

Dettagli

T.E.R.R.A. TRADIZIONI ECCELLENZE RACCHIUSE E RADICATE NELL ALIMENTAZIONE

T.E.R.R.A. TRADIZIONI ECCELLENZE RACCHIUSE E RADICATE NELL ALIMENTAZIONE COMUNE DI BRUINO Provincia di Torino CAP 10090 Piazza Municipio, n. 3 - Tel. 011 9094411 - Fax 011 9084541 www.comune.bruino.to.it - e-mail ambiente.ecologia@comune.bruino.to.it Settore Urbanistica, Lavori

Dettagli

Concorso di idee #La Mia scuola sicura# Progetto: Promozione della cultura della sicurezza

Concorso di idee #La Mia scuola sicura# Progetto: Promozione della cultura della sicurezza Liceo Scientifico Statale Ernesto Basile Via San Ciro, 23-90124 Palermo Tel: 0916302800 - Fax: - 0916302180 Codice Fiscale: 80017840820 Internet : htpp://www.liceobasile.it email: paps060003@istruzione.it

Dettagli

PIANO ATTUATIVO REGIONALE DI FORMAZIONE IN SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO, AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO USR CAMPANIA A. S.

PIANO ATTUATIVO REGIONALE DI FORMAZIONE IN SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO, AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO USR CAMPANIA A. S. PIANO ATTUATIVO REGIONALE DI FORMAZIONE IN SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO, AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO USR CAMPANIA A. S. 2003-2004------------------------------------------ VISTO

Dettagli

MICHAEL italiano nel contesto europeo

MICHAEL italiano nel contesto europeo MICHAEL e le politiche locali MICHAEL italiano nel contesto europeo Rossella Caffo MICHAEL Multilingual Inventory of Cultural Heritage in Europe Finalità: Lanciare un servizio in linea che promuova il

Dettagli

Testi sull uso delle tecnologie digitali a scuola disponibili nella Biblioteca Regionale di Aosta

Testi sull uso delle tecnologie digitali a scuola disponibili nella Biblioteca Regionale di Aosta Testi sull uso delle tecnologie digitali a scuola disponibili nella Biblioteca Regionale di Aosta Scheda a cura di Tiziana Ferrini Tirocinante presso L Università della Valle d Aosta 1) Codonesu, F. L.

Dettagli

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR

CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR MASTER 2013 Tecnologie digitali e metodologie sullo spettacolo direttore scientifico da Antonella Ottai Il Centro Teatro Ateneo, insieme con il Dipartimento

Dettagli

Il progetto MINERVA: tra digitalizzazione e qualità dei siti web di contenuto culturale.

Il progetto MINERVA: tra digitalizzazione e qualità dei siti web di contenuto culturale. a cura di Gabriella Guerci di Marzia Piccininno Negli ultimi anni il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha lavorato con grande impegno in ambito europeo, in particolar modo nel settore strategico

Dettagli

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ANTIQUARIUM PITINUM MERGENS Approvato con Delibera 1 Art.1 Costituzione dell Antiquarium Pitinum Mergens e sue finalità

Dettagli

CONVENZIONE SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PAESAGGISTICI DELLA BASILICATA LICEO ARTISTICO CARLO LEVI DI MATERA TRA TRIENNIO 2012-2015

CONVENZIONE SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PAESAGGISTICI DELLA BASILICATA LICEO ARTISTICO CARLO LEVI DI MATERA TRA TRIENNIO 2012-2015 LICEO ARTISTICO STATALE MATERA CONVENZIONE TRA SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PAESAGGISTICI DELLA BASILICATA E LICEO ARTISTICO CARLO LEVI DI MATERA TRIENNIO 2012-2015 Soprintendenza per i beni

Dettagli

Bando di concorso per la premiazione di idee progettuali e buone pratiche per l abitabilità della regione urbana

Bando di concorso per la premiazione di idee progettuali e buone pratiche per l abitabilità della regione urbana Bando di concorso per la premiazione di idee progettuali e buone pratiche per l abitabilità della regione urbana La Provincia di Milano, all interno del Progetto Strategico per la regione urbana milanese,

Dettagli

Programma di attività di IBACN - ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI. Versione: 4/2015 (02/11/2015) Stato: Approvato

Programma di attività di IBACN - ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI. Versione: 4/2015 (02/11/2015) Stato: Approvato Programma di attività di IBACN - ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI Versione: 4/2015 (02/11/2015) Stato: Approvato Responsabile: ZUCCHINI ALESSANDRO Email: DirezioneIbc@regione.emilia-romagna.it

Dettagli

Oggetto: Protocollo d intesa MIUR-ADMO (Associazione donatori midollo osseo).

Oggetto: Protocollo d intesa MIUR-ADMO (Associazione donatori midollo osseo). Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione Ufficio 6 Prot.n.2854-15/04/2010

Dettagli

per il mondo INSIEME Paolo Cadorna Monica Poisa SPORTELLO BES

per il mondo INSIEME Paolo Cadorna Monica Poisa SPORTELLO BES INSIEME per il mondo Paolo Cadorna Monica Poisa SPORTELLO BES Per tutti i docenti che adottano, un servizio di consulenza gratuita fornito da un team di esperti sulle problematiche quotidiane legate alla

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano

Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Un progetto artistico itinerante a cura di Marco Solari Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Un iniziativa che, tramite

Dettagli

Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE

Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE L interesse verso la lettura ed il piacere ad esercitarla sono obiettivi che, ormai da anni, gli insegnanti della scuola primaria di Attimis si prefiggono

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA

REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA Art. 1 - Istituzione del Sistema 1. Il Sistema Museale Naturalistico del Lazio RESINA è istituito ai sensi dell art. 22 della L.R. 42/97

Dettagli

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale I beni culturali Il problema I beni culturali un elemento di estremo rilievo per la crescita della cultura e della qualità della vita dei cittadini - possono favorire lo sviluppo di alcune iniziative economiche

Dettagli

Potenziamento: Educazione all espressività, arti sceniche e teatrali

Potenziamento: Educazione all espressività, arti sceniche e teatrali Potenziamento: Educazione all espressività, arti sceniche e teatrali I. Progettazione La specificità culturale del liceo classico, unitamente alle indicazioni offerte dal profilo educativo culturale e

Dettagli

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena UNIVERSITÀ, SCUOLE E ORIENTAMENTO IN ITALIA intervento al convegno Essenzialità dell Orientamento per il Futuro dei Giovani, Orvieto 9 11 dicembre

Dettagli

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi educativi e didattici PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi formativi generali: Formazione di un metodo di studio flessibile. Inquadramento e schematizzazione degli argomenti.

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO Il progetto teatro nasce dalla necessità di avvicinare gli alunni al mondo teatrale perché

Dettagli

info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza

info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza La scelta della scuola? Una decisione importante Ecco Il

Dettagli

Piano pluriennale di ricerca-azione della Rete S:O.S. sul Curricolo delle competenze di cittadinanza

Piano pluriennale di ricerca-azione della Rete S:O.S. sul Curricolo delle competenze di cittadinanza www.lecito.org info@lecito.org Piano pluriennale di ricerca-azione della Rete S:O.S. sul Curricolo delle competenze di cittadinanza Il Convegno A scuola di Competenze del 29 ottobre 2013 ha avuto una partecipazione

Dettagli

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA UNA LIM PER TUTTI PREMESSA Nelle scuole dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d Elsa si è venuta rafforzando negli ultimi anni la collaborazione tra scuola e famiglie. La nascita del Comitato

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 SECONDO BIENNIO DISCIPLINA: DISCIPLINE GRAFICHE Prof. Paolo Maria Arosio Prof. Lorenzo Cazzaniga A. Modigliani Giussano Mod.: dir.14 Rev.: 2,0 Data 10/10/2014

Dettagli

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4. 1 LA MISSION La Direzione Didattica San Giovanni conferma le scelte educative delineate nel corso degli ultimi anni, coerenti con le finalità e gli obiettivi del sistema nazionale

Dettagli

DALLA RAPPRESENTAZIONE DELLO SPETTACOLO ALLA SUA

DALLA RAPPRESENTAZIONE DELLO SPETTACOLO ALLA SUA DALLA RAPPRESENTAZIONE DELLO SPETTACOLO ALLA SUA VALORIZZAZIONE NEL TEMPO Realizzazione di un sistema digitale di catalogazione e fruizione on line dell Archivio storico e audiovisuale del Teatro dell

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 907 del 23 marzo 2010 pag. 1/6

ALLEGATOA alla Dgr n. 907 del 23 marzo 2010 pag. 1/6 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 907 del 23 marzo 2010 pag. 1/6 Regione del Veneto Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo Organizzazione e funzionamento della Mediateca

Dettagli

PAESAGGIO E SOSTENIBILITÀ GLI STUDENTI PROPONGONO NUOVE IDEE DI TURISMO SCOLASTICO2

PAESAGGIO E SOSTENIBILITÀ GLI STUDENTI PROPONGONO NUOVE IDEE DI TURISMO SCOLASTICO2 PAESAGGIO E SOSTENIBILITÀ GLI STUDENTI PROPONGONO NUOVE IDEE DI TURISMO SCOLASTICO2 Dicembre 2011 Maggio 2012 secondo anno di collaborazione Italia Nostra Onlus- MIUR MIUR ITALIA NOSTRA più di 10 anni

Dettagli

Ministero della Giustizia Dipartimento dell Organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi

Ministero della Giustizia Dipartimento dell Organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Ministero della Giustizia Dipartimento dell Organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Incontro con gli Uffici giudiziari della Regione Sicilia per la presentazione del Progetto Diffusione

Dettagli

Gara Nazionale di Teatro Classico e Contemporaneo

Gara Nazionale di Teatro Classico e Contemporaneo Gara Nazionale di Teatro Classico e Contemporaneo PREMESSA L Associazione culturale Achille e la Tartaruga e il Liceo Classico Torquato Tasso di Salerno, in collaborazione con il Palinuro Teatro Festival

Dettagli

Scuola Valore Risorse per docenti dai progetti nazionali

Scuola Valore Risorse per docenti dai progetti nazionali Scuola Valore Risorse per docenti dai progetti nazionali Cosa è Scuola Valore, Finalità... 2 I progetti... 3 Le risorse e i possibili utilizzi... 4 Il processo di produzione delle risorse... 6 1 Cosa è

Dettagli

PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO ARTE E IMMAGINE ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO ARTE E IMMAGINE ANNO 2013/2014 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ALESSANDRO ANTONELLI TORINO PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO ARTE E IMMAGINE ANNO 2013/2014 Tenendo conto dei programmi ministeriali, delle indicazioni metodologiche, degli obiettivi

Dettagli

I Regolamenti - Le Indicazioni Nazionali

I Regolamenti - Le Indicazioni Nazionali Ministero della Pubblica Istruzione Direzione Generale Regionale per la Sicilia Via Fattori, 60 90146 Palermo Prot. n. 184 out del 22.9.2008 Segr. Ispettiva USR Sicilia I Regolamenti - Le Indicazioni Nazionali

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015 PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015 Denominazione Ente: MART MUSEO D ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA DI TRENTO E ROVERETO Indirizzo: CORSO BETTINI, 43 38068 ROVERETO (TN) Recapito telefonico: 0464/454119

Dettagli

Il primo archivio on line realizzato da un grande quotidiano italiano ad accesso gratuito

Il primo archivio on line realizzato da un grande quotidiano italiano ad accesso gratuito ARCHIVIO STORICO LA STAMPA Il primo archivio on line realizzato da un grande quotidiano italiano ad accesso gratuito 1.761.000 pagine 12.000.000 articoli 47.243 edizioni giornaliere La Stampa 18.314 edizioni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO. Anno Scolastico 2015 / 2016

ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO. Anno Scolastico 2015 / 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO SCHEDA PROGETTO POF ARTICOLAZIONE ANNUALE SCUOLA PRIMARIA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROGETTO DI ISTITUTO DELLA SEZ. /PLESSO DI DELLA/E CLASSE/I Anno Scolastico

Dettagli

1) Il Programma Operativo Nazionale 2007-2013 Competenze per lo Sviluppo

1) Il Programma Operativo Nazionale 2007-2013 Competenze per lo Sviluppo Pagina1 Allegato A Monitoraggio delle formazioni docenti PON 2010/2011 e richieste specifiche per la valutazione e il monitoraggio delle azioni PON DIDATEC corso base e corso avanzato 1) Il Programma Operativo

Dettagli

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO D I R E Z I O N E G E N E R L E P E R L O S T A T U S D E L L O S T U D E N T E, L E P O L I T I C H E G I O V A N I L I E L E A T T I V I T A M O T O R I E

Dettagli

Mattinate FAI per la scuola, in collaborazione con il MIUR. Obiettivi delle iniziative

Mattinate FAI per la scuola, in collaborazione con il MIUR. Obiettivi delle iniziative Iniziative didattiche Delegazione di Roma a.s. 2012/2013 Obiettivi delle iniziative Ampliare la conoscenza del FAI e delle sue iniziative attraverso un coinvolgimento diretto di studenti e corpo docenti.

Dettagli

POLO ARTISTICO. LiceoArtisticoLiceoMusicaleCoreutico. Misticoni-Bellisario - Pescara CREATI

POLO ARTISTICO. LiceoArtisticoLiceoMusicaleCoreutico. Misticoni-Bellisario - Pescara CREATI POLO ARTISTICO LiceoArtisticoLiceoMusicaleCoreutico Misticoni-Bellisario - Pescara CREATI Il Liceo Artistico, Musicale e Coreutico Misticoni Bellisario è organizzato operativamente in due sedi: V. Bellisario

Dettagli

INFORMA srl Istituto Nazionale per la Formazione Aziendale

INFORMA srl Istituto Nazionale per la Formazione Aziendale INFORMA srl Istituto Nazionale per la Formazione Aziendale Attività Informa - Istituto Nazionale per la Formazione Aziendale opera dal 1988. Certificato ISO 9001 dal dicembre 1997. E la scuola per dirigenti,

Dettagli

IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA MIUR

IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA MIUR Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA MIUR E LA SOCIETA DANTE ALIGHIERI Protocollo d'intesa Tra

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. Educazione e Promozione culturale. Interventi di animazione nel territorio

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. Educazione e Promozione culturale. Interventi di animazione nel territorio ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: GlocalzzAzione SETTORE e Area di Intervento: ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Educazione e Promozione culturale. Interventi di animazione nel territorio OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

REGIONE Avviso Unico Cultura 2014

REGIONE Avviso Unico Cultura 2014 BANDO LOMBARDIA REGIONE Avviso Unico Cultura 2014 Progetti di promozione Beneficiari educativa e culturale di preminente interesse Enti locali, Università, soggetti pubblici e soggetti privati no regionale

Dettagli

publicrelations eventi ditoria nformazione arketing anci ediagrafica omunicazione Rivista ComuniCare Comunicazione Editoria - Anci Rivista

publicrelations eventi ditoria nformazione arketing anci ediagrafica omunicazione Rivista ComuniCare Comunicazione Editoria - Anci Rivista ComuniCare nformazione Società di comunicazione ed organizzazione eventi del mondo ANCI ditoria Comunicazione eventi publicrelations Informazione Editoria - Anci Rivista omunicazione Public Relations Congressi

Dettagli

28 maggio 2015, LEZIONE 10: La didattica museale

28 maggio 2015, LEZIONE 10: La didattica museale MUSEOLOGIA e ARCHEOLOGIA Anno Accademico 2015/2016 Docente Patrizia Gioia patrizia.gioia@uniroma1.it 28 maggio 2015, LEZIONE 10: La didattica museale CULTURA E FORMAZIONE I musei rappresentano una straordinaria

Dettagli

PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Docente responsabile del supporto al lavoro del docente Vincenza Mittica PIANO FORMAZIONE

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte PROTOCOLLO DI INTESA tra Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Associazione Italiana Fisioterapisti Piemonte Valle d

Dettagli

PROGETTO MICHELANGELO

PROGETTO MICHELANGELO PROGETTO MICHELANGELO Premessa Il progetto nasce dall esigenza di ridefinire, in termini didatticamente e culturalmente innovativi, l intera esperienza formativa degli istituti secondari di istruzione

Dettagli

Piano dell Offerta Formativa

Piano dell Offerta Formativa Liceo Classico MEGARA Sezione Scientifica annessa Augusta (SR) Piano dell Offerta Formativa Anno Scolastico 2014/2015 Il Liceo MEGARA è una scuola profondamente radicata nella realtà territoriale di Augusta

Dettagli

La nostra soluzione integrata

La nostra soluzione integrata Avagliano ischool nasce dalla consolidata esperienza in campo editoriale di Avagliano editore, marchio di prestigio dell editoria libraria tradizionale che vanta più di trent anni di attività La casa editrice

Dettagli

SAPERI IN CAMPAGNA PROGRAMMA INTERREGIONALE COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE PROGRAMMA OPERATIVO 2005. Allegato alla deliberazione n.

SAPERI IN CAMPAGNA PROGRAMMA INTERREGIONALE COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE PROGRAMMA OPERATIVO 2005. Allegato alla deliberazione n. PROGRAMMA INTERREGIONALE COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE PROGRAMMA OPERATIVO 2005 SAPERI IN CAMPAGNA 1 PREMESSA Le nuove generazioni e la Sardegna: un rapporto che occorrerebbe rinsaldare attraverso

Dettagli

BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE FIRENZE CARTA DEI SERVIZI

BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE FIRENZE CARTA DEI SERVIZI BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE FIRENZE CARTA DEI SERVIZI SECONDA EDIZIONE LA CARTA DEI SERVIZI E l impegno scritto che prendiamo con i nostri utenti e riguarda i servizi ed i progetti di miglioramento L

Dettagli

INDICE: 1. Premessa 2. Caratteristiche generali del progetto 3. Risultati attesi 4. Finalità ed obiettivi.

INDICE: 1. Premessa 2. Caratteristiche generali del progetto 3. Risultati attesi 4. Finalità ed obiettivi. INDICE: 1. Premessa 2. Caratteristiche generali del progetto 3. Risultati attesi 4. Finalità ed obiettivi. Obiettivi generali Obiettivi specifici 5. Target: chi può partecipare 6. Progetto Pianifica T.U.:

Dettagli

SCUOLE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

SCUOLE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ALLEGATI SCUOLE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE SCUOLA SUPERIORE DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE La Scuola Superiore dell Economia e delle Finanze (SSEF) è la Scuola nazionale per la formazione del personale

Dettagli

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) dell Istituto Statale D Arte G. de Chirico - Torre Annunziata Corso Liceo Artistico

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) dell Istituto Statale D Arte G. de Chirico - Torre Annunziata Corso Liceo Artistico ISTITUTO STATALE D ARTE GIORGIO de CHIRICO DIS. SCOL. N.37 C. S. NASDO4000B C. F. 82008380634 Sede: TORRE ANNUNZIATA (NA) Via Vittorio Veneto, 514 Tel.0815362838- Fax 081.862.89.41-sito:www.isadechirico.it

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI

PROTOCOLLO DI INTESA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI per la realizzazione di un programma di innovazione per il patrimonio

Dettagli

PIANO PON M@T.abel - Corsi brevi

PIANO PON M@T.abel - Corsi brevi b PIANO PON M@T.abel - Corsi brevi Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la Programmazione Direzione generale per gli Affari Internazionali Ufficio IV Programmazione

Dettagli

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN BENI STORICO-ARTISTICI DIPARTIMENTO DELLE ARTI VISIVE, PERFORMATIVE E MEDIALI PRESENTAZIONE La Scuola di Specializzazione in Beni

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI Il Museo civico è, lo specchio della storia sociale, economica, culturale, religiosa ed artistica del territorio cuneese. Il suo patrimonio

Dettagli

OGGETTO : Fiera Internazionale del libro edizione 2003 progetti rivolti alle scuole.

OGGETTO : Fiera Internazionale del libro edizione 2003 progetti rivolti alle scuole. Prot. nr. 25393/2003 Torino, 31 gennaio 2003 Circ. Reg. nr. 22 Ai DIRIGENTI SCOLASTICI degli Istituti Scolastici Statali e non statali di istruzione secondaria di II grado statali e non statali della regione

Dettagli

Programmazione educativo-didattica del C.d.C.

Programmazione educativo-didattica del C.d.C. I.I.S. Federico II di Svevia Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate - - Melfi - Programmazione educativo-didattica del C.d.C. Classe V sez. AA a. s. 2015-16 La programmazione educativa e didattica

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Buone prassi di conservazione del patrimonio BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando con scadenza 9 aprile 2015 Buone prassi di conservazione del

Dettagli

Città di Candelo Gemellata con La Roche sur Foron

Città di Candelo Gemellata con La Roche sur Foron REGIONE PIEMONTE Città di Candelo Gemellata con La Roche sur Foron PROVINCIA DI BIELLA Ricetto - Uno dei borghi più belli d Italia Centro Documentazione Ricetti Ricetto di Candelo (BI) Piano di Programmazione:

Dettagli

Piano scolastico di orientamento a.s. 2014/2015

Piano scolastico di orientamento a.s. 2014/2015 I S T I T U T O O M N I C O M P R E N S I V O SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI 1 GRADO E LICEO SCIENTIFICO Via Cupello n.2-86047 Santa Croce di Magliano (CB) Tel 0874728014 Fax 0874729822

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO «MARIO PAGANO»

LICEO SCIENTIFICO «MARIO PAGANO» LICEO SCIENTIFICO «MARIO PAGANO» anno scolastico 2012/2013 PROGETTO GIORNALINO DI ISTITUTO DOCENTI REFERENTI DESTINATARI FINALITA' prof.sse Maria-Eleonora De Nisco Claudia Liberatore Alunni di tutte le

Dettagli

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI PROGETTO LETTURA UNA CASCATA DI LIBRI Il progetto si prefigge di stimolare negli alunni la motivazione alla lettura e all ascolto, guidandoli a saper cogliere, insieme

Dettagli

#TOLERANCE #TOLLERANZA

#TOLERANCE #TOLLERANZA #TOLERANCE #TOLLERANZA UN INSTALLAZIONE METAMEDIALE DI STORIA COLLETTIVA PER LA MOSTRA: Milano, Palazzo Reale (11.III.2013 24.III.2013) #TOLERANCE È UN OPERA D ARTE COLLETTIVA, DIGITALE, MULTICULTURALE

Dettagli

PROGETTO CLASSI in RETE. curato dalla Prof.ssa SERRA CONCETTA S.M.S. G.B. NICOLOSI PATERNO

PROGETTO CLASSI in RETE. curato dalla Prof.ssa SERRA CONCETTA S.M.S. G.B. NICOLOSI PATERNO PROGETTO CLASSI in RETE curato dalla Prof.ssa SERRA CONCETTA S.M.S. G.B. NICOLOSI PATERNO PREMESSA Da sempre la conoscenza ha rappresentato l elemento fondamentale di discriminazione sociale, politica

Dettagli

Progetto e Concorso nazionale. Articolo 9 della Costituzione. Edizione a.s. 2014-15 BANDO E REGOLAMENTO

Progetto e Concorso nazionale. Articolo 9 della Costituzione. Edizione a.s. 2014-15 BANDO E REGOLAMENTO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema

Dettagli

COMUNE DI NOVARA Area Servizi Sociali Servizi Educativi

COMUNE DI NOVARA Area Servizi Sociali Servizi Educativi Progetto La ComuneArte Premesse L del Comune di Novara, con il decisivo contributo della Provincia di Novara, attraverso il Progetto La ComuneArte ha intenzione di proporre un percorso di formazione triennale

Dettagli

Istituti Comprensivi di Vicenza e Comune di Vicenza P.O.F.T. a.s. 2010/2011. Piano dell Offerta Formativa Territoriale

Istituti Comprensivi di Vicenza e Comune di Vicenza P.O.F.T. a.s. 2010/2011. Piano dell Offerta Formativa Territoriale P.O.F.T. a.s. 2010/2011 Piano dell Offerta Formativa Territoriale Istituti Comprensivi di Vicenza e Comune di Vicenza Gli Istituti Comprensivi, il Comune di Vicenza e l ULSS n. 6 sono impegnati a promuovere

Dettagli

Attività extracurriculari

Attività extracurriculari 8 Attività extracurriculari Ipsar Petronio Pof.2010 2011 Attività extracurriculari pag 1 di 6 Attività di orientamento L attività di orientamento, finalizzata a garantire scelte consapevoli per acquisire

Dettagli

Il Direttore Generale. Loredana Gulino

Il Direttore Generale. Loredana Gulino PICCOLI E GRANDI INVENTORI CRESCONO: UN LUNGO VIAGGIO NELLE SCUOLE ITALIANE PER PROMUOVERE LA CULTURA BREVETTUALE PREMESSA Quando, nel 2008, ho assunto la direzione della Direzione Generale per la Lotta

Dettagli

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata Il Progetto educativo e formativo del Liceo Artistico G. de Chirico è finalizzato alla crescita globale

Dettagli

Francesca Velani. Direttore del progetto Vicepresidente Promo PA Fondazione

Francesca Velani. Direttore del progetto Vicepresidente Promo PA Fondazione Francesca Velani Direttore del progetto Vicepresidente Promo PA Fondazione L Archivio di Lido di Camaiore L Archivio di Lido di Camaiore conserva la memoria del Maestro Galileo (Firenze, 1873-1956) attraverso

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015

Anno scolastico 2014-2015 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 17 CIRCOLO VIA CASTIGLIONE CAGLIARI POF Anno scolastico 2014-2015 VERIFICA E VALUTAZIONE DELLE ATTIVITA Nella cornice educativa delineata si è inserita la MACROPROGETTUALITÀ

Dettagli

CURRICULUM PROFESSIONALE

CURRICULUM PROFESSIONALE CURRICULUM PROFESSIONALE Mario TURETTA Nato ad Alpignano (TO), il 01.10.1958 Residente in Piazza San Giovanni 2, 10122 Torino Coniugato, due figli. Laurea in Sociologia Giornalista collaboratore iscritto

Dettagli

Tecnologie digitali e siti web per i beni culturali

Tecnologie digitali e siti web per i beni culturali 55 Stefano Cesarini Il mondo dei beni culturali italiani ed europei sta vivendo una fervida fase di promozione e valorizzazione del proprio patrimonio, anche per l innovativo utilizzo di strumenti di conoscenza

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell Infanzia - Primaria - Secondaria 1 Grado C. F. 80006670626 C. M. BNIC804009 Viale Europa, 13 Tel / Fax

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell Infanzia - Primaria - Secondaria 1 Grado C. F. 80006670626 C. M. BNIC804009 Viale Europa, 13 Tel / Fax ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell Infanzia - Primaria - Secondaria 1 Grado C. F. 80006670626 C. M. BNIC804009 Viale Europa, 13 Tel / Fax 0824.851030 e-mail icpontelandolfo@tiscali.it sito web www.icspontelandolfo.it

Dettagli

Relazione finale del progetto

Relazione finale del progetto Relazione finale del progetto Un percorso nella Cappella Palatina DOL 2009 classe E_13 tutor Domenico Franzetti Corsista: Vincenza Saia Il progetto Un percorso nella cappella Palatina nasce dall esperienza

Dettagli

l identità aziendale

l identità aziendale l identità aziendale i valori cooperativi Crediamo nella CULTURA come valore di tutti. Crediamo che la COOPERAZIONE sia la forma d impresa più innovativa e funzionale alla creazione di un nuovo modello

Dettagli