Centro Formazione edotto CATALOGO CORSI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Centro Formazione edotto CATALOGO CORSI 2011-2012"

Transcript

1 Centro Formazione edotto CATALOGO CORSI

2 Indice Generale PRESENTAZIONE SERVIZI FORMAZIONE FINANZIATA METODOLOGIE DIDATTICHE DESCRIZIONE DEL CATALOGO CULTURA D IMPRESA COMUNICAZIONE GESTIONE DELLE RISORSE UMANE MARKETING, VENDITA E GESTIONE DELLA FUNZIONE COMMERCIALE SVILUPPO INDIVIDUALE LINGUE STRANIERE Sviluppo organizzativo - 8 Gestione dei conflitti e delle divergenze - 8 Gestione e cambiamento dei processi aziendali - 9 Meeting Management - 9 Time - 10 Conflict Management - 10 Pianificazione e controllo direzionale - 11 Analisi degli obiettivi strategici aziendali e relativi piani attuativi - 11 Preparazione e gestione efficace delle riunioni - 12 Comunicazione d impresa e immagine aziendale - 12 Progettazione e gestione delle pubbliche relazioni - 13 Coaching - 14 Analisi del clima e valutazione capitale intellettuale - 14 Piano di marketing e strategie commerciali - 15 Incremento dei risultati di vendita - 15 Indagini di mercato - 16 Geomarketing - 16 Gestione del tempo - 17 Gestione dello stress - 17 L ascolto attivo - 18 La gestione delle riunioni basic - 18 La gestione delle riunioni advanced - 19 Comunicazione interna ed esterna - 19 La negoziazione efficace - 20 La comunicazione per la vendita - 20 Scrivere con efficacia - 21 Livello Base - 22 Livello Intermedio - 22 Livello Avanzato - 23 Survival Business Communication - 23 Functional Business Communication - 24 Active Business Communication - 24 Meetings - 25 Negotiations - 25 Presentations - 26 Telephoning - 26 Writing skills - 27 Socialising - 27 Building and managing multicultural teams - 28

3 INFORMATICA SVILUPPO ORGANIZZATIVO MARKETING E SVILUPPO COMMERCIALE LOGISTICA IGIENE sicurezza PRIVACY Informatica base - 30 Informatica avanzata - 30 Microsoft Excel base - 31 Microsoft Excel avanzato - 31 Microsoft Word base - 32 Microsoft Word avanzato - 32 Microsoft Access base - 33 Microsoft Access avanzato - 33 Microsoft Power Point - 34 Internet e Posta Elettronica - 34 Photoshop base - 35 Web Marketing - 35 Analisi e valutazione dei ruoli per il fabbisogno organizzativo - 36 Gestione delle risorse umane - 36 La motivazione e il comportamento organizzativo - 37 Protezione dei dati personali (D.lgs.196/03 privacy) - 37 La gestione del front line ed il rapporto con il cliente - 38 La gestione e la consulenza al cliente - 38 Customer care e custode satisfaction - 39 Key account - 39 Addetti alle vendite e al commerciale - 40 Tecniche di vendita e psicologia della relazione - 40 Tecniche di telemarketing - 41 Servizi Post Vendita - 41 Il reclamo - 42 Sistema logistico - 42 Sistema logistico - 43 Corso HACCP igiene degli alimenti - 43 Corso di formazione e informazione per i lavoratori - 44 Corso di formazione per rappresentante dei lavoratori per la sicurezza - 44 Corso di Primo Soccorso - 45 Corso antincendio basso rischio - 45 Corso antincendio medio rischio - 46 Corso privacy D.Lgs. 196/03-46

4 PRESENTAZIONE Sottotitolo edotto S.r.l. è una società certificata ISO 9001 per la progettazione ed erogazione di corsi di formazione per professionisti ed aziende. Inoltre edotto è accreditata presso Fondi Paritetici Interprofessionali offrendo, attraverso la propria rete di Centri Formativi distribuiti sul territorio nazionale, consulenze e servizi formativi. Il modello organizzativo di edotto è strutturato per Progetti Formativi seguiti direttamente da personale specializzato. Servizi edotto supporta l azienda sin dall analisi delle soluzioni di formazione continua in relazione ai fabbisogni delle impresa, in particolare piccole medie. I progetti formativi presuppongono la possibilità di reperire finanziamenti attraverso i Fondi Paritetici Interprofessionali a supporto finanziario delle imprese per alleggerire i budget per la formazione: edotto con un approccio progettuale indente creare piani di formazione chiavi in mano in cui le imprese si propongono come soggetti fruitori. edotto supporta le imprese nell analisi dei fabbisogni formativi, nella presentazione dei piani formativi per l ottenimento del finanziamento più appropriato, nella progettazione didattico-formativa dei piani di formazione continua aziendale, nell erogazione, rendicontazione e gestione economico finanziaria delle azioni formative. I servizi che edotto garantisce sono i seguenti: Bilancio delle competenze; Analisi dei fabbisogni formativi; Progettazione e presentazione dei piani formativi al Fon.ar.com Fondo erogatori di finanziamenti; Supporto nella gestione, organizzazione ed erogazione dei piani formativi finanziati; Reperimento di docenti ed esperti di contenuto in relazione ai contenuti delle lezioni previste dal piano; Gestione logistico-organizzativa delle attività formative; Gestione amministrativa e finanziaria delle attività formative; Predisposizione e fornitura dei materiali didattici di supporto alle lezioni d aula, sia cartacei che multimediali; Reperimento di tutor d aula e per la formazione a distanza; Progettazione, implementazione e gestione di sistemi e corsi in modalità e-learning; Predisposizione della modulistica per la rendicontazione delle attività di formazione, come previsto dai Fondi Paritetici Interprofessionali; Formazione INDOOR/OUTDOOR; Rendicontazione dei piani formativi; 4 Formazione Grazie alla propria struttura organizzativa edotto è in grado di coordinare e rispondere a tutte le esigenze formative del cliente in tutte le fasi, dall impostazione del progetto alla verifica dei risultati, garantendo omogeneità di modelli e stili, orientamento al cliente e certezza della qualità. edotto è un punto di riferimento unico per tutte le esigenze legate al processo formativo, con una continua attenzione all innovazione nelle modalità di erogazione della formazione, nei format, nei modelli di monitoraggio e verifica, ma anche per l uso delle tecnologie (web communication, e- learning, multimedia). Nel catalogo Corsi sono descritti tutti i corsi realizzati da edotto suddivisi per aree tematiche.

5 Formazione Finanziata - Flusso Bilancio delle Competenze Analisi del fabbisogno Formativo Progettazione dei percorsi Formativi Fasi temporali Ricerche delle opportunità di finanziamento Gestione dei progetti Formativi Modalità di esecuzione Materiali didattici: elaborazione e consegna Coordinamento dei corsi Tutoraggio Monitoraggio Customer satisfaction Rilascio attestato di frequenza Rendicontazione

6 Metodologie didattiche edotto sviluppa percorsi formativi secondo con diverse metodologie didattiche, con l obiettivo di assicurare la massima efficacia in termini di apprendimento e soddisfazione dei beneficiari: Lezioni Frontali in aula: trasferimento ad un gruppo di discenti di conoscenze e competenze su moduli specifichi, attraverso l intervento di uno o più docenti. Coaching: metodologia all avanguardia nell ambito dello sviluppo personale e manageriale. Consiste in un processo di training personalizzato, svolto da professionisti esperti di gestione e sviluppo delle risorse umane, e destinato a persone che mirano a gestire meglio il loro lavoro e a crescere sul piano individuale e professionale. Counselling: attività professionale che tende ad orientare, sostenere e sviluppare le potenzialità della persona, promuovendone atteggiamenti attivi, propositivi e stimolandone le capacità di scelta. Tutoring: modalità di gestione responsabile della classe, che consiste nell affidare ad uno o più soggetti la responsabilità di una del programma didattico, con alcuni obiettivi da raggiungere ben definiti. Mentoring: attività che mira alla valorizzazione delle potenzialità dell individuo. Attraverso un processo di affiancamento da parte di un collega più anziano e più esperto denominato mentore si supporta il processo di inserimento e di apprendimento del neoassunto. Formazione a distanza e-learning: apprendimento a distanza attraverso piattaforma web, caratterizzata da interattività, dinamicità e possibilità di personalizzare il proprio percorso di apprendimento. 6

7 Cultura d Impresa Sviluppo organizzativo Durata ore: Fornire al personale, che ricoprono ruoli di primaria responsabilità, criteri, metodi e strumenti per attuare una gestione efficace dello sviluppo organizzativo Dirigenti di Aziende di grandi dimensioni Ruoli con responsabilità di coordinamento delegati dalle figure precedenti - Check up aziendale e valutazione del capitale intellettuale - Valutazione, progettazione e gestione dei settori operativi aziendali - Temporary Management - Gestione dei processi formativi :analisi dei fabbisogni, progettazione ed erogazione - Mappatura delle competenze Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di frequenza Cultura d Impresa Gestione dei conflitti e delle divergenze Durata ore: Fornire al personale, che ricoprono ruoli di primaria responsabilità, criteri, metodi e strumenti per attuare una gestione efficace dei conflitti e metodi di negoziazione Dirigenti di Aziende di grandi dimensioni Ruoli con responsabilità di coordinamento delegati dalle figure precedenti - Cause di conflitto - Elementi del conflitto - Concetto di negoziazione - Le fasi della negoziazione - Motivazioni e vincoli - Meccanismi che influenzano la negoziazione - Le dinamiche delle negoziazione - Le strategie per gestire il rapporto negoziale - I diversi stili della negoziazione: Competitivo, Collaborativo, Disponibile al compromesso, Sfuggente. Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di frequenza 8

8 Cultura d Impresa Gestione e cambiamento dei processi aziendali Durata ore: Fornire ai team leader gli elementi necessari per approcciare in modo costruttivo i continui processi di cambiamento Aziendale affinché si adoperino a favorire gli operatori nell innovazione e al miglioramento del servizio nei confronti del cliente Dirigenti e Team Leader - Il cambiamento - Le fasi del cambiamento dei processi innovativi - Le opportunità dei processi di cambiamento - Poter imparare il nuovo - Il rischio del cambiamento - La gestione del processo - Capacità diagnostiche - Capacità progettuali - Strategie nelle fasi di implementazione - Criticità del cambiamento - Lavoro di gruppo - Condivisione della programmazione Cultura d Impresa Meeting Management Durata ore: Fornire criteri, metodi e strumenti operativi per una migliore programmazione e ottimizzazione delle attività di ruolo e per il potenziamento delle capacità di coordinamento e partecipazione alle riunioni aziendali Dirigenti e Team Leader - Le tipologie dei meeting: riunioni strategiche e riunioni operative - La fase preparatoria: Ordine del giorno, Definizione dei tempi, Modalità di convocazione dei partecipanti, Predisposizione della documentazione -La realizzazione: Definizione dei ruoli, Preparazione dell intervento (presentazione), Gestione del dibattito e del dissenso - Gestione dei tempi e redazione verbale La fase conclusiva: Chiusura della riunione, Valutazione del risultato, Pianificazione degli impegni derivanti dal meeting 9

9 Cultura d Impresa Time Durata ore: Fornire elementi per analizzare la criticità del tempo nella vita professionale: gestione del tempo per acquisire la consapevolezza e migliori conoscenze Dirigenti e Team Leader - Il tempo come risorsa professionale - Qualità del tempo - Quantità del tempo - Dimensione operativa del tempo - I compiti e le priorità: gestione delle attività - Le cause della perdita di tempo - La gestione dei problemi r il processo decisionale - Il tempo e le comunicazioni interpersonali e di gruppo - Il tempo e lo stress AREA FORMATIVA Cultura d Impresa Conflict Management Durata ore: Migliorare la performance, modificare comportamenti inefficaci, sviluppare le capacità relazionali, ritrovare motivazione sul lavoro Dirigenti, Team Leader, Direttori Commerciali, Area Manager e Venditori - Conflict management: quadro di riferimento - Il conflitto come opportunità di miglioramento - Gli steps del processo del conflitto - Fasi di lavoro per la gestione del processo: comprensione, previsione, pianificazione, attuazione, monitoraggio e valutazione - Tecniche di conflict management - Gestione dei problemi e presa delle decisioni in gruppo: conflitti e consensi 10

10 Cultura d Impresa Pianificazione e controllo direzionale Durata ore: Valutare le strategie aziendali per il raggiungimento degli obiettivi aziendali attraverso una corretta gestione attraverso piani operativi Dirigenti, Team Leader, Direttori Commerciali, Responsabili Amministrativi, Responsabili Qualità - Il controllo direzionale e le informazioni economiche per la direzione - Il sistema di misurazione dei costi - La misurazione del costo unitario di prodotto - Il sistema di misurazione dei costi basato sulle attività - Costi di produzione - Sistema di misurazione dei costi a valori preventivi - Rilevazione analitica dei costi e dei ricavi - Le informazioni economiche a supporto dei processi decisionali - Il controllo economico e il ruolo del budget Cultura d Impresa Analisi degli obiettivi strategici aziendali e relativi piani attuativi Durata ore: Fornire al personale, che ricoprono ruoli di primaria responsabilità, criteri, metodi e strumenti per attuare una gestione efficace dei principali processi strategici dell azienda Dirigenti di Aziende di grandi dimensioni. Ruoli con responsabilità di coordinamento delegati dalle figure precedenti di mercato economici Analisi del posizionamento strategico e strategie commerciali Definizione e gestione del budget Sistemi di pianificazione e valutazione Bilancio d esercizio Qualità Marketing Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di frequenza 11

11 COMUNICAZIONE Preparazione e gestione efficace delle riunioni Durata ore: Fornire a tutti coloro che ricoprono ruoli di responsabilità all interno di Aziende, criteri, metodi e strumenti per gestire in maniera efficace le riunioni Dirigenti, Team Leader, Direttori Commerciali, Responsabili Amministrativi, Responsabili Qualità - La fase preparatoria - Ordine del giorno - Tempi - Convocazione dei partecipanti - La documentazione - Definizione dei ruoli - Preparazione e gestione delle slide - Gestione del dibattito - Chiusura della riunione - Pianificazione degli impegni derivanti dalla riunione COMUNICAZIONE Comunicazione d impresa e immagine aziendale Durata ore: Potenziare la qualità della comunicazione aziendale attraverso strumenti e metodologia e strumenti di comunicazione efficace Dirigenti, Team Leader, Direttori Commerciali, Responsabili della Comunicazione, Uffici Stampati - Comunicazione istituzionale - Comunicazione marketing - Marchio - Strumenti di comunicazione interna ed esterna - Pubbliche relazioni - La pubblicità - Internet - Interventi nel sociale - Comunicazione organizzativa 12

12 COMUNICAZIONE Progettazione e gestione delle pubbliche relazioni Durata ore: Rappresentare l impresa attraverso l immagine, il linguaggio, l evento, i media. L obbiettivo è promuovere gli interessi dell azienda in diretta relazione con gli uffici marketing, uiffici stampa ed uffici di comunicazioni Dirigenti, Team Leader, Direttori Commerciali, Responsabili della Comunicazione, Uffici Stampa - Modelli delle RP - La comunicazione scritta - La comunicazione interpersonale - La relazioni con i media - Comunicazione marketing - I social media - La comunicazione interna - La comunicazione esterna - La comunicazione economico-finanziaria - Misurazione dei risultati 13

13 GESTIONE DELLE RISORSE UMANE Coaching Durata ore: Fornire elementi di consapevolezza circa le caratteristiche dal proprio ruolo, attraverso in percorso di crescita articolato su sessioni di sostegno e di consulenza di ruolo volto a migliorare e potenziare le qualità personali e professionali dei partecipanti Tutte le risorse umane nei vari settori di un azienda - Individuazione degli obiettivi da raggiungere - Definizione del programma da svolgere in funzione delle esigenze specifiche del settore di appartenenza - Gestione degli ostacoli - Metodologia e strumentazione da utilizzare - Sperimentazione del programma di attività - Progettazione degli interventi migliorativi - Analisi dei risultati nel contesto lavorativo - Sviluppo GESTIONE DELLE RISORSE UMANE Analisi del clima e valutazione capitale intellettuale Durata ore: Migliorare il funzionamento di sistema e la capacità del management di coinvolgere, gestire e motivare adeguatamente tutti i propri collaboratori. Dirigenti, Team Leader, Direttori Commerciali, Direttori del Personale - Criteri di selezione - La formazione continua - L aggiornamento informatico - La comunicazione organizzativa - I processi di relazione - Il lavoro in team - Valutazione degli obiettivi - La conoscenza dei processi aziendali 14

14 MARKETING, VENDITA E GESTIONE DELLA FUNZIONE COMMERCIALE Piano di marketing e strategie commerciali Durata ore: Tradurre in azioni marketing e vendita gli obiettivi strategico-commerciali prefissati, analizzando il mercato di riferimento in funzione all offerta e del posizionamento dei servizi/prodotti, nonché provvedendo alla organizzazione della rete vendita ed alle modalità contrattualistiche per la gestione clienti Aziende di tutti i settori - Marketing operativo - Canali distributivi - Gestione del prezzo - Gestione della comunicazione - Attività commerciale - Attività marketing - Piano marketing MARKETING, VENDITA E GESTIONE DELLA FUNZIONE COMMERCIALE Incremento dei risultati di vendita Durata ore: Riconoscere l importanza della vendita di soluzioni e della consulenza di vendita selezionare le situazioni per le quali la vendita di soluzioni è più idonea della vendita tradizionale. Correlare il processo di vendita al processo decisionale del cliente riconoscere i vantaggi di una presentazione di vendita incisiva ed efficace Aziende di tutti i settori - Vendita - Attenzione del cliente - Analisi della posizione di ogni cliente - Le fasi della decisione di acquisto - Visibilità per accedere a potenziali clienti - Le attività per costruire la visibilità dei consulenti di vendita - Aumentare la propria visibilità - Costruire il rapporto di fiducia dal primo incontro - Preparazione all incontro con il cliente - Le informazioni chiavi sul cliente - Le tipologie chiave delle domande da porre nel corso del primo incontro - Presentazioni di vendita efficaci - Le tecniche per preparare una presentazione di vendita che abbia successo 15

15 MARKETING, VENDITA E GESTIONE DELLA FUNZIONE COMMERCIALE Indagini di mercato Durata ore: Individuare le fonti di dati ed utilizzare al meglio gli strumenti tecnologici per le ricerche di mercato Aziende di tutti i settori - Fonti di dati - Osservazione dei dati - Raccolta dei dati - Campionamento dei dati - Potenziamento dei metodi di ricerca attraverso i nuovi strumenti tecnologici - Utilizzo di internet come strumento per la raccolta di dati secondari e primari MARKETING, VENDITA E GESTIONE DELLA FUNZIONE COMMERCIALE Geomarketing Durata ore: Il Geomarketing è un processo aziendale di supporto alle decisioni che si fonda sull analisi e la visualizzazione geografica dei dati di business, di mercato e di contesto. Individuare le fonti di dati ed utilizzare al meglio gli strumenti tecnologici per le ricerche di mercato Aziende di tutti i settori - Localizzazione del target - Localizzazione dei clienti migliori - Copertura territoriale - Posizionamento della concorrenza sul territorio - Potenziale di vendita - Piano di sviluppo territoriale - Pianificazioni delle attività marketing mirate per territorio 16

16 SVILUPPO INDIVIDUALE Gestione del tempo Durata ore: 12 Dotare i partecipanti dei criteri e delle tecniche basilari, a una gestione corretta ed efficace della risorsa tempo Il personale che desidera intensificare le proprie conoscenze dei principi della gestione efficace del tempo - Il tempo come risorsa professionale - Le due dimensioni del tempo: consapevolezza, conquista e ottimizzazione - Dominare il tempo - Compiti e priorità - Pianificazione della settimana e della giornata - La pianificazione del tempo degli altri - Le principali cause della perdita di tempo - Il tempo e le comunicazioni interpersonali e di gruppo - Il tempo come variabile strategica del servizio al cliente SVILUPPO INDIVIDUALE Gestione dello stress Analizzare i processi di lavoro in cui lo stress minaccia la produttività e l efficienza aziendale al fine dell eliminazioni delle cause di stress Il personale che opera in situazioni lavorative stressanti e desiderano migliorare la gestione delle proprie relazioni - Stress, lavoro e management - Capire lo stress - Gestione dei conflitti - Pressione o stress? - Ricavare il massimo della pressione - L organizzazione e lo stress - Gestione del tempo - Trasformare lo stress lavorativo in energia positiva e concentrazione realizzativi 17

17 SVILUPPO INDIVIDUALE L ascolto attivo Durata ore: 12 Guidare i partecipanti all assimilazione di concetti e metodologie relative alla capacità di ascolto Persone che ricoprono ruoli di responsabilità e di coordinamento e gestione delle risorse umane e che aspira a migliorare le proprie capacità d ascolto - Empatia come processo comunicativo - La raccolta della informazioni - Il linguaggio e l arte di fare domande - La conversazione consapevole - La gestione delle obiezioni basata su un ascolto attivo - La fiducia e la condivisione - Il miglioramento delle dinamiche relazionali - L efficacia dell ascolto nel processo comunicativo - L audit aziendale come verifica dell ascolto SVILUPPO INDIVIDUALE La gestione delle riunioni Durata ore: 16 Potenziare le competenze e le capacità richieste al ruolo di membro e di leader negli incontri di lavoro, allo scopo di incrementare l efficacia complessiva delle riunioni Persone che ricoprono ruoli di responsabilità e di coordinamento e gestione delle risorse umane e che aspira a migliorare le proprie competenze relative alla gestione dei gruppi - Finalità delle riunioni - Tipologia delle riunioni - Le attività - Il ruolo del responsabile in una riunione - Gli adempimenti preparatori - Adempimenti successivi alla riunione - La gestione del follow up 18

18 SVILUPPO INDIVIDUALE La gestione delle riunioni Sviluppare la consapevolezza della propria motivazione al fine di sviluppare un percorso di miglioramento Persone che necessitano di una maggiore consapevolezza di sé nella loro attività gestionale - Processi di cambiamento - La spinta motivazionale - Lo sviluppo della propria motivazione - Gli atteggiamenti ed i comportamenti - I rapporti interpersonali - I comportamenti efficaci - La dinamica comunicazionale - L ascolto attivo - Le barriere alla comunicazione - Le dinamiche di gruppo SVILUPPO INDIVIDUALE Comunicazione interna ed esterna Durata ore: 30 Comprendere l importanza di un efficace gestione delle relazioni con il pubblico, come veicolo di una positiva immagine dell attività aziendale al fine di costruire un processo di sviluppo di competenze relazionali Tutti coloro che gestiscono processi di comunicazione organizzata - I vantaggi di un efficace comunicazione interna ed esterna - L analisi del processo comunicativo - Il linguaggio verbale e non verbale - Gli atteggiamenti e i comportamenti - I rapporti interpersonali - Gli interlocutori interni - Gli interlocutori esterni - I comportamenti efficaci - L ascolto attivo - Le barriere della comunicazione - La distorsione dei messaggi - Le dinamiche di gruppo - Il superamento dei conflitti - La negoziazione efficace - L immagine aziendale 19

19 SVILUPPO INDIVIDUALE La negoziazione efficace Comprendere le logiche, metodologie operative per una gestione Costumer oriented della relazione con i clienti, in un ottica di fidelizzazione, utilizzando tecniche di negoziazione efficaci Tutti coloro che vogliono approfondire i principi di negoziazione efficace - Organizzazione orientata al cliente - Aspettative del cliente e comportamento di servizio - Attuazione del customer care - Qualità tecnica - Qualità funzionale - Il marketing relazionale - Approccio - Atteggiamento - Consulenza - Negoziazione e transazioni - Emotività e risultato - Conclusione della trattativa - Bilancio dell esperienza SVILUPPO INDIVIDUALE La comunicazione per la vendita Sviluppare la professionalità degli operatori di contatto con il cliente, attraverso una migliore comprensione della valenza e della peculiarità del ruolo di front office Tutti coloro che vogliono approfondire i principi fondamentali di comunicazione commerciale - La comunicazione - La comunicazione diretta ed indiretta - Trasparenza e diplomazia - La gestione della relazione con il cliente - La comunicazione finalizzata alla vendita - Vendita dell azienda - Vendita dei servizi - Vendita della professionalità - Il feedback del cliente e le prospettive di sviluppo dei rapporti 20

20 SVILUPPO INDIVIDUALE Scrivere con efficacia Durata ore: 8 Migliorare il grado di efficienza della comunicazione scritta che è da considerare uno dei principali strumenti di marketing relazionale, attraverso principi e tecniche specifiche, al fine di rendere più agevoli i rapporti con la clientela Tutti coloro che vogliono approfondire i principi fondamentali di comunicazione commerciale - La comunicazione scritta - I principi generali della comunicazione - Tipologie di comunicazione - La comunicazione scritta professionale - La redazione di relazioni - Rapporti - Verbali - Le regole per una comunicazione scritta efficiente - Il metodo, la valutazione e lo stile linguistico 21

21 LINGUE STRANIERE (INGLESE-FRANCESE-SPAGNOLO) Livello Base Durata ore: 120 Consente di incrementare le capacità di espressione verbale e di ricezione, con il fine di porre lo studente, in grado di esprimersi in situazioni semplici, con vocabolario e strutture di base Il personale che ha la necessità di apprendere le basi della lingua prescelta Livello richiesto: Principiante - Informazioni personali - Vocabolario dell ambiente circostante (corpo umano, colori, animali ec.) - Numeri fino a Posizione delle persone e degli oggetti - Professioni e azioni al presente, passato e futuro - Descrivere modo, frequenza, durata e quantità - Esprimere preferenze e motivarle - Esprimere e chiedere opinioni e impressioni - Esprimere intenzione e scopo, obbligo e necessità, certezza ed incertezza LINGUE STRANIERE (INGLESE-FRANCESE-SPAGNOLO) Livello Intermedio Durata ore: 120 Consente di incrementare le capacità di espressione verbale e di ricezione oltre allo scritto e alla lettura, con il fine di porre lo studente, in grado di comunicare in modo corretto e di seguire la maggior parte delle conversazioni, con una buona padronanza di lessico Il personale che ha la necessità di approfondire la lingua prescelta Livello richiesto: Pre-intermedio - Suggerire e consigliare - Descrizione di avvenimenti accaduti in passato - Esprimere accordo e disaccordo - Ampliare idee ed opinioni - Esprimere sensazioni ed emozioni - Esprimere impossibilità - Riportare argomenti sostenuti da altre persone - Persuadere o scoraggiare - Esprimere idee astratte - Esprimere dubbi, desideri e speranze - Parafrasare e ipotizzare - Valutare delle opinioni - Valutare azioni passate 22

22 LINGUE STRANIERE (INGLESE-FRANCESE-SPAGNOLO) Livello Avanzato Durata ore: 120 Affinare le cognizioni linguistiche scritte e orali, al fine di acquisire un maggiore grado di scioltezza e padronanza dell idioma, riconoscendo i vari accenti e adoperando il vocabolario in settori specifici Il personale che ha la necessità di approfondire la lingua prescelta Livello richiesto: Intermedio - Sviluppare un argomento - Difendere e valutare un punto di vista - Esprimere convinzioni ed opinioni - Riassumere informazioni, idee e argomenti - Dedurre - Giustificare un argomento - Esprimere riserve - Asserire, negare, esprimere empatia e simpatia - Contraddire, affermare e sotto intendere LINGUE STRANIERE (INGLESE-FRANCESE-SPAGNOLO) Survival Business Communication Durata ore: 60 Affrontare quattro capacità linguistiche (comprendere, leggere, parlare e scrivere), comprendendo il repertorio di base a carattere economico e commerciale Il personale che ha la necessità di approfondire la lingua prescelta in ambito commerciale Livello richiesto: Base - Scrivere e ricevere un fax - Fare e ricevere una telefonata - Terminologia inerente all uso del computer e della rete - Linguaggio inerente alle trattative commerciali - Pubbliche relazioni - Terminologia inerente allo specifico settore nel quale si opera 23

23 LINGUE STRANIERE (INGLESE-FRANCESE-SPAGNOLO) Functional Business Communication Durata ore: 60 Sviluppare le capacità espressive in inglese formale e informale, attraverso esercizi mirati, con particolare attenzione al linguaggio commerciale Il personale che ha la necessità di approfondire la lingua prescelta in ambito commerciale Livello richiesto: Intermedio - Presentazione e tipologia delle qualifiche professionali - Consigli e suggerimenti - Pianificazione e prospettive di vendita - Chiedere informazioni, dare indicazioni - Specifiche e caratteristiche della produzione - Negoziazione - Parlare in pubblico - Trasporti, viaggi e prenotazioni - Analisi e previsione delle vendite - Rapporti con i clienti - Ringraziamenti, saluti e auguri LINGUE STRANIERE (INGLESE-FRANCESE-SPAGNOLO) Active Business Communication Durata ore: 60 Perfezionare la conoscenza del linguaggio, inerente a situazioni gestionali e alle trattative nel settore commerciale ad alto livello professionale Il personale che ha la necessità di approfondire la lingua prescelta in ambito commerciale Livello richiesto: Intermedio - Organizzazione aziendale - Profili professionali - Produzione - Finanza e contabilità - Promozione di nuovi prodotti - Pubblicità - Distribuzione e trasporto - Assicurazione e pagamenti - Progettazione e gestione dei contatti 24

24 LINGUE STRANIERE (INGLESE-FRANCESE-SPAGNOLO) Meetings Durata ore: 12 Migliorare la capacità di gestire riunioni in lingua Direttori commerciali, organizzatori eventi, Area Manager Livello richiesto: Intermedio - Preparazione di una riunione - Definizione degli obiettivi di una riunione - Pianificazione di una riunione - Presiedere una riunione - Partecipare a una riunione - Riunioni formali - Follow up di una riunione - Riesame e valutazione di una riunione LINGUE STRANIERE (INGLESE-FRANCESE-SPAGNOLO) Negotiations Migliorare la capacità di gestire e chiudere negoziazioni in lingua Manager, Direttori commerciali, Venditori, Area Manager Livello richiesto: Intermedio - Fasi della trattativa - Preparazione, discussione, scopo contrattazione, accordo e conclusione - Elementi fondamentali di ogni fase - Consigli utili per una trattativa efficace - Lingua da usare in ogni fase - Approccio - Differenze culturali - Problemi da gestire 25

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI: QUALE CONVIVENZA PER LA MIGLIORE FUNZIONALITÀ DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA 1 A cura di Maria Michela Settineri IL

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

AREA PROFESSIONALE FINANZIARI, CREDITIZI, ASSICURATIVI. pag. 1

AREA PROFESSIONALE FINANZIARI, CREDITIZI, ASSICURATIVI. pag. 1 Regione Siciliana Assessorato regionale al Lavoro Previdenza Sociale, Formazione Professionale ed Emigrazione REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI E FORMATIVI AREA PROFESSIONALE PROMOZIONE ED

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL)

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Guida operativa Ottobre 2003 1 SOMMARIO Presentazione pag. 4 Premessa (da Linee Guida UNI-INAIL) pag. 5 A. Finalità (da

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI. Ambito Disciplinare 6.

CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI. Ambito Disciplinare 6. CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI Ambito Disciplinare 6 Programma d'esame CLASSE 75/A - DATTILOGRAFIA, STENOGRAFIA, TRATTAMENTO TESTI E DATI Temi

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA Simone Scerri INTRODUZIONE Questa proposta è rivolta alle aziende con un numero pendenti superiore a 15, le quali sono tenute ad assumere

Dettagli

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE Progetto di formazione Questo progetto si articola in due diversi interventi: - un corso/laboratorio per

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Il monitoraggio dei progetti formativi (G. Capaldo)

Il monitoraggio dei progetti formativi (G. Capaldo) Il monitoraggio dei progetti formativi (G. Capaldo) Si intende per progetto l insieme di un numero, generalmente elevato, di attività che, pur connotate da diverse natura e da specifiche finalità, concorrono

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli