UNA GUIDA SUI FINANZIAMENTI PER LA MOBILITÀ INTERNAZIONALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNA GUIDA SUI FINANZIAMENTI PER LA MOBILITÀ INTERNAZIONALE"

Transcript

1 Raising Quantity and Quality of Work Placements in Europe UNA GUIDA SUI FINANZIAMENTI PER LA MOBILITÀ INTERNAZIONALE UNA GUIDA PRATICA SUI MECCANISMI DI FINANZIAMENTO CHE HA LO SCOPO DI MAPPARE I POTENZIALI FONDI ESISTENTI PER LA MOBILITÀ A LIVELLO NAZIONALE, EUROPEO ED INTERNAZIONALE Realizzata da: John Gunnarsson coordinatore, European Minds simona maltese assistente coordinatrice, European Minds evita marchiori CBE Alcuni contributi sono stati anche da altri partner coinvolti nel progetto Europemobility Network

2

3 Guida sui sistemi di finanziamento per la mobilità internazionale Questa guida è stata prodotta da European Minds, in collaborazione con Coopération Bancaire pour l Europe - GEIE (CBE), facenti parte della Commissione tematica Meccanismi di finanziamento nel quadro del progetto Europemobility Network. Europemobility è una rete europea che mira a stimolare la qualità e la quantità dei tirocini all estero creando una rete paneuropea di professionisti, esperti e coordinatori della mobilità, responsabili della pianificazione e realizzazione di iniziative di mobilità per l apprendimento. Europemobility Network supporta la mobilità nella formazione professionale, facendo un opera di sensibilizzazione sugli ostacoli, gli strumenti, le metodologie e le soluzioni disponibili. Per ulteriori informazioni, visita il sito European Minds è la più grande società indipendente di consulenza dell UE in Svezia e conta più di quindici anni di esperienza di lavoro in ambito europeo. La società svedese European Minds è saldamente radicata in un contesto transnazionale, così da supportare le imprese, le organizzazioni e le autorità a riconoscere le opportunità di un approccio cooperativo europeo ed internazionale. L accento è posto sulla conoscenza e competenza, su rete e contatti, sullo sviluppo e gestione di progetti, sulle idee di business e di finanziamento. Per ulteriori informazioni, visita il sito Coopération Bancaire pour l Europe - GEIE (CBE) nasce come iniziativa di alcune banche decise a sviluppare servizi di informazione e consulenza sui programmi europei e aiutare i loro clienti in diversi campi legati all internazionalizzazione, quali, ad esempio, la partecipazione agli appalti pubblici e la ricerca di partner commerciali. Dal 1992, CBE ha svolto un intensa attività di assistenza e informazione per le banche associate e ai loro clienti, con una moltitudine di interventi su vari temi riguardanti l UE. Per ulteriori informazioni, visita il sito

4 INDEX 1. Sintesi 5 2. Metodologia 6 3. Casi di studio vie - Volontariato d impresa move your mind : un prestito privato nella mobilità per l apprendimento ida -Mobilità transnazionale e Progetti di scambio Programma Operativo Regionale (por) - Regione Toscana Programma di esperienza lavorativa tra Regno Unito e India per laureati Conclusioni Punti di debolezza Sunti di forza Raccomandazioni 13 Questa pubblicazione è prodotta con il contributo finanziario della DG Istruzione e cultura della Commissione europea. Questa pubblicazione rispecchia la visione solo dell autore e la Commissione non può essere ritenuta responsabile per qualsiasi uso che possa essere fatto delle informazioni in essa contenute.

5 1. Sintesi La disoccupazione, l immigrazione economica e l alta innovazione sono sfide fondamentali per l Unione europea. La mobilità per l apprendimento, ossia la possibilità di migliorare le competenze umane e professionali visitando nuovi paesi, potrebbe essere uno strumento efficace per affrontare tali fenomeni e un occasione preziosa per essere condivisa da tutte le persone in Europa. I modelli economici e sociali precedenti sono diventati obsoleti, perciò è necessario dare un nuovo input per la mobilità tra i cittadini europei, intesa come un opportunità conveniente per la loro emancipazione umana e professionale. Aumentare e migliorare la mobilità per l apprendimento richiede elevate risorse finanziarie che sono state notevolmente ridotte, soprattutto negli ultimi 10 anni, a causa della profonda crisi economica. In questo scenario complesso, risulta obbligatorio individuare diversi meccanismi di finanziamento disponibili. Questa guida cerca di raccogliere le opportunità di finanziamento più efficaci, più utilizzate e raggiungibili, disponibili a livello nazionale, trans-nazionale e internazionale. Lo studio ha esaminato tre aspetti importanti dei meccanismi di finanziamento - funzionalità, impatto, innovazione - che vengono presentati nei casi di studio forniti dai diversi coordinatori di mobilità. Più nello specifico, la guida approfondisce i seguenti temi: Quali regimi di finanziamento disponibili sostengono i progetti di mobilità per l apprendimento? Quali attività e progetti possono essere svolti grazie a quei meccanismi di finanziamento? Quali sono i punti di debolezza ed i punti di forza che mostrano e quali strategie possono essere utilizzate per affrontare i limiti e produrre innovazioni? La guida attinge ad un vasto insieme di dati sulle istituzioni pubbliche, aziende ed esperienze di finanziamenti provenienti da associazioni. La Commissione tematica Meccanismi di finanziamento ha effettuato 35 indagini con organismi dei paesi europei, Sud America e Medio Oriente, intervistando direttamente 15 di loro. I dati sono stati utilizzati sia per fornire informazioni descrittive sui diversi tipi di regimi di finanziamento, ed in particolare per verificare la conoscenza dei programmi europei e dei fondi tra i coordinatori della mobilità per l apprendimento. La guida vuole essere uno strumento per avviare un dialogo plurale ed efficace sulle possibili innovazioni, per migliorare la qualità della mobilità di apprendimento, attraverso una gamma più ampia e più efficace dei fondi vantaggiosi. 5

6 2. Metodologia L oggetto di analisi sono i meccanismi di finanziamento per la mobilità forniti dalle istituzioni dell UE, dagli Stati membri dell UE e dai paesi terzi. Il gruppo di ricerca ha fatto ricorso a mere ricerche su internet, sondaggi ed interviste per approfondire la questione. Più precisamente, la ricerca è stata caratterizzata da queste cinque fasi: La raccolta dei dati: ricerca delle informazioni disponibili, rapporti e documenti sui regimi di finanziamento della mobilità, con uno studio approfondito dei progetti già svolti da altre reti nel campo della mobilità. I dati sono stati ottenuti principalmente dai siti delle istituzioni europee e nazionali, organizzazioni, piattaforme di rete e le società che forniscono o utilizzano meccanismi di finanziamento della mobilità. L obiettivo principale è stato quello di capitalizzare il lavoro precedente, soffermandosi sui problemi che sono comunemente affrontati dai coordinatori di mobilità. Modello: progetto o un modello per raccogliere informazioni sui sistemi di finanziamento e casi di studio concernenti specifici progetti di mobilità. Il modello presentava 10 domande principalmente incentrate sui mezzi di finanziamento, analisi dei gruppi di beneficiari/ destinatari, copertura geografica, partnership, debolezze e punti di forza. Il modello è stato inviato ai partner del progetto e agli enti esterni e può anche essere consultato sulla piattaforma di partnership di Europemobility. Elaborazione e selezione: raccolta di casi di studio e analisi approfondita delle informazioni fornite. Alcuni problemi dovevano essere approfonditi insieme ai partner attraverso una comunicazione efficace e costante. Dato che la quantità totale di casi di studio disponibili era troppo vasta per essere inclusa nella guida, è stato identificato il criterio geografico come strumento di selezione più appropriato, fornendo una visione plurale sui meccanismi di finanziamento della mobilità. Alcuni dei fondi non supportano espressamente la mobilità come loro scopo principale, ma ricorrono alla mobilità come mezzo prezioso per il raggiungimento dei loro obiettivi. Tutti i casi di studio sono stati riassunti ed inclusi nella guida, insieme alle informazioni di contatto del soggetto che ha utilizzato o fornito i fondi per la mobilità. Lista dei meccanismi di finanziamento: ricerca approfondita sulle opportunità di finanziamento disponibili a livello locale/nazionale, europeo ed internazionale. I diversi colori evidenziano tre diversi tipi di regimi di finanziamento appartenenti a tali macro-aree. Il risultato è un lungo elenco di fondi messi a disposizione da enti pubblici, aziende, organizzazioni, banche e fondi privati. Conclusioni: individuazione dei punti di debolezza e punti di forza dei meccanismi di finanziamento, attraverso un approfondita ricerca e l analisi dei casi di studio forniti dai partner. Poiché la maggior parte dei problemi sorti sono comuni per i diversi tipi di meccanismi di finanziamento, è stato deciso di metterli in un paragrafo comune. Questa fase è stata particolarmente importante, poiché era cruciale per l identificazione dei limiti nell accesso e nell utilizzo di detti fondi. Grazie ai suggerimenti e alle raccomandazioni dei partner, sono state indicate alcune soluzioni e proposte al fine di migliorare le opportunità di finanziamento disponibili per la mobilità a livello nazionale, europeo ed internazionale. Le informazioni contenute in questa guida sono state redatte tra settembre 2012 e giugno Tuttavia, va notato che i meccanismi di finanziamento sono regolarmente soggetti a modifiche, cosa che potrebbe rendere alcune informazioni non aggiornate. 6

7 3. Casi di Studio Qui di seguito abbiamo selezionato alcuni esempi rilevanti di meccanismi di finanziamento, che sembrano essere innovativi in relazione alle parti interessate, al meccanismo di finanziamento dei programmi di mobilità per l apprendimento, la complementarità con i programmi di finanziamento europei, o una combinazione di questi elementi. Ulteriori esempi di meccanismi di finanziamento alternativi sono pubblicati sul sito web del progetto: 3.1 VIE - Volontariato d Impresa Promotore: L Istituto Nazionale di informazione Geografica francese (IGN) con UBIFRANCE, l agenzia francese per lo sviluppo del business internazionale, Francia Destinatari: I giovani professionisti tra i 18 ei 28 anni provenienti da uno Stato membro dell Unione europea Meccanismo di finanziamento: Programma nazionale di collocamento Obiettivo: Promuovere l esperienza professionale molto gratificante Descrizione: Il VIE (Volontariato d impresa) è un programma di stage aziendale nazionale francese per i giovani professionisti di età compresa tra 18 e 28, che sono cittadini dell Unione europea. Diventare uno stagista internazionale significa andare all estero per svolgere un incarico professionale retribuito da 6 a 24 mesi, beneficiando della copertura protettiva di diritto pubblico. L IGN promuove il VIE e UBIFRANCE, l agenzia francese per lo sviluppo del business internazionale, si occupa di tutte le procedure amministrative per l assegnazione. Principalmente destinato a studenti, neolaureati o ai giovani in cerca di impiego, il programma di stage internazionale francese offre un esperienza professionale altamente gratificante, un vero e proprio trampolino di lancio per una carriera internazionale. Il VIE è dedicato a tutti i settori professionali: finanza, marketing, commercio internazionale, commerciale, auditing aziendale, contabilità, meccanica, elettronica, telecomunicazioni, informatica, edilizia e ingegneria civile, agronomia, turismo, legge, risorse umane e molti altri. I principali gruppi internazionali e le PMI pubblicizzano le loro offerte di lavoro sul sito CIVIWEB. Lo stage internazionale non è tuttavia un lavoro volontario: i VIE ricevono un sussidio per le spese mensile forfetario, che varia a seconda del paese di assegnazione, ma che prescinde dal livello di qualifica. Un esempio concreto di questo progetto è l esperienza di un ragazzo francese, proveniente dal sud della Francia, che si è trasferito a Bruxelles lavorando per il Gruppo PSA Peugeot Citroën - PSA Finanza. Questo progetto ha coinvolto questo ragazzo in alcune attività come l analisi di marketing, utilizzando Excel e scoprendo nuove funzionalità del programma. Il suo lavoro si focalizza principalmente sul calcolo degli interessi fiscali nella vendita di automobili, nel benchmark, e in attività di reporting circa le previsioni fatte negli ultimi mesi. Inoltre, studia il mercato nel Benelux, compie dei confronti sulle vetture Peugeot e gli altri prodotti venduti nello stesso paese. Con questa base di dati essenziali, deve capire quanto costerà il prodotto all impresa il mese successivo: se il gestore accetta il prezzo, l impresa acquista i titoli in base ai suggerimenti della risorsa VIE. Informazioni: IGN France International - Maison Mozart - 8 rue du Sentier - Paris Tel. +33 (0) , 7

8 3.2 MOVE YOUR MIND : Un prestito privato per la mobilità per l apprendimento Promotore: Coopération Bancaire pour l Europe (CBE-GEIE) e Banca di piacenza, Italia Destinatari: Giovani dai 18 ai 28 anni residenti nella Regione Emilia Romagna Meccanismo di finanziamento: Prestito di una banca nazionale Obiettivo: aiutare gli studenti ad andare all estero a affrontare le difficoltà economiche legate alla scarsa quantità di risorse disponibili per la mobilità Descrizione: Il progetto MOVE YOUR MIND é promosso da Coopération Bancaire pour l Europe (CBE-GEIE) e la banca di piacenza, con lo scopo di affrontare una significativa mancanza di prodotti finanziari privati a sostegno della mobilità. A seguito di una profonda e lunga ricerca in materia, ne è risultato un prestito speciale per la mobilità che è stato riadattato in italiano con il nome di CULTURA TRASFRONTALIERA. La Banca di Piacenza ha dato origine a una best practice, tale prodotto è il primo prestito finanziario totalmente dedicato alla mobilità, che non richiede una garanzia e, soprattutto, non richiede alcun tasso di interesse. Cultura transfrontaliera si rivolge a diverse esperienze di mobilità, che danno ai giovani la possibilità di studiare o viaggiare all estero. Inoltre, questo nuovo prestito privato inventato dalla Banca di Piacenza e CBE non andrà a sostituire le sovvenzioni nazionali, regionali o europee già esistenti, ma rappresenterà un integrazione a tali contributi; il contributo massimo che si potrà ottenere dal prestito è di euro. I beneficiari diretti sono i giovani dai 18 ai 28 anni che vivono in Emilia Romagna (Italia) che hanno intenzione di fare un esperienza di lavoro o di studio all estero. L obiettivo principale del progetto è quello di dare un supporto agli studenti per andare all estero, di fronte alle difficoltà economiche legate alla scarsa quantità di fondi disponibili per attività di mobilità. Più in particolare, si rivolge a laureandi/laureati che vogliono partire in ERASMUS, o in stage con un progetto LEONARDO DA VINCI e tutti gli altri tipi di TIROCINIO (integrazione di una sovvenzione di aiuti). L obiettivo correlato è quello di trasferire il risultato della Banca di Piacenza ad altre banche in Europa, convincendole ad adottare lo stesso prestito per sostenere la mobilità. Informazioni: CBE-GEIE, Avenue Louise, 125/1 B, 1050 Bruxelles Belgio, Evita Marchiori IdA - Mobilità transnazionale e Progetti di scambio Promotore: Ministero Federale del Lavoro e degli Affari Sociali, Germania Destinatari: giovani svantaggiati, giovani disoccupati e le giovani madri sole così come le persone con disabilità Meccanismo di finanziamento: Fondo Sociale Europeo (EFS) Obiettivo: sostenere l integrazione professionale dei gruppi di individui con difficoltà di ingresso nel mercato del lavoro Descrizione: Il programma IdA Integrazione attraverso lo scambio promuove progetti di mobilità e di scambio transnazionale con il sostegno del Fondo sociale europeo (FSE), sostenendo l integrazione professionale dei gruppi di individui con difficoltà di ingresso nel mercato del lavoro, mediante l esperienza pratica professionale in altri paesi dell UE. Il supporto viene fornito solo per creare reti che collaborino con almeno un partner transnazionale da almeno uno Stato membro dell UE. Il coinvolgimento degli enti locali competenti per il sostegno al reddito di base è di centrale importanza. Ogni progetto collabora con le agenzie locali e regionali per l occupazione, i centri per 8

9 l impiego, le agenzie comuni o comunità opzionali, al fine di trovare soluzioni su misura per ogni singolo disoccupato. Ida è rivolto in particolare ai seguenti gruppi di persone che hanno difficoltà di accesso al lavoro e mercato della formazione: i giovani svantaggiati, giovani adulti disoccupati, giovani madri single e le persone con disabilità. Il progetto è composto da due iniziative: la prima chiamata che è IDA I, la quale mira ad aumentare le opportunità di occupazione dei giovani svantaggiati e giovani disoccupati, attraverso la promozione di progetti di scambio e di mobilità transnazionale; la seconda chiamata chiamato IDA II, che ha lo scopo di migliorare le opportunità di lavoro per persone con disabilità, sostenendo progetti di mobilità transnazionale e scambi di esperti. Il programma dura da ottobre 2008 a Informazioni: Ministero Federale del Lavoro e degli Affari Sociali, Gruppo Fondi europei per l occupazione, Divisione EF 2 Attuazione del Fondo Sociale Europeo, Mechthild Jürgens, Tel.:+49 (0) , 3.4 Programma Operativo regionale (POR) - Regione Toscana Promotore: Regione Toscana, Italia Destinatari: studenti, apprendisti, laureati, occupati e disoccupati, imprenditori Meccanismo di finanziamento: Fondo Sociale Europeo (FSE) Obiettivo: affrontare la disoccupazione in Toscana Descrizione: la Regione Toscana attraverso il Programma Operativo Regionale della Toscana (POR) , nell ambito del Fondo Sociale Europeo, promuove la mobilità sia individuale che di gruppo per target specifici (studenti, apprendisti, laureati, occupati e disoccupati, imprenditori, ecc) e promuove anche la mobilità, legata ad uno specifico settore economico o settore produttivo a vocazione transnazionale. La mobilità transnazionale è svolta attraverso diverse azioni, volte a estendere nell ordine: il numero di enti coinvolti nelle iniziative per la mobilità dei cittadini e degli operatori del sistema di formazione e lavoro per lo scambio di buone pratiche, i processi di trasferimento dell innovazione e di cooperazione con individui di altri paesi dell Unione europea, le azioni per la creazione di reti e partenariati di parti sociali e imprese. Nel 2010, ad esempio, sono stati presentati 36 progetti, ne sono stati finanziati 22 e coinvolgono circa 550 destinatari (apprendisti, disoccupati, diplomati, laureati, imprenditori, rappresentanti di sindacati, dipendenti pubblici). Le risorse disponibili sono , tutti a loro assegnati. Il POR supporta diversi tipi di azioni rivolte a diversi target: cooperazione tra le imprese (incontri, visite, seminari) come benchmarking, scambio di informazioni, di esperienza di lavoro; cooperazione tra le parti sociali (incontri, visite, seminari ), quali lo scambio di buone pratiche in materia di politiche di sviluppo economico e gestione di rapporti sindacali; mobilità degli apprendisti, studenti, laureati, cioè esperienze di lavoro all estero. Information: Regione Toscana, Via V.Emanuele II 62/ FI-Villa Fabbricotti, Italy. Maria Dina Tozzi, Tel , 9

10 3.5 Programma di esperienza lavorativa tra Regno Unito e India per laureati Promotore: Iniziativa di formazione e Ricerca Regno Unito India (UKIERI), India & United Kingdom Destinatari: Studenti universitari provenienti da India e Regno Unito Meccanismo di finanziamento: Diversi portatori di interesse nel programma Obiettivo: migliorare e potenziare le relazioni tra India e Regno Unito nel campo dell istruzione Descrizione: Il Programma di esperienza lavorativa tra Regno Unito e India per laureati, finanziato nell ambito UKIERI, è uno dei tanti programmi cardine che è stato recentemente avviato per dare la possibilità qualificati laureati provenienti dall India di vivere e lavorare nel Regno Unito da tre mesi ad un anno. Il Regno Unito ha attualmente diverse opportunità per sviluppare legami produttivi con l economia indiana, al fine di cogliere le opportunità offerte dalla globalizzazione. I laureati indiani su questo schema d altro canto hanno il potenziale per portare competenze nuove e conoscenze per il Regno Unito, che possono fornire vantaggi significativi per le loro aziende ospitanti nel Regno Unito, e posizionarsi così con le loro attività tra i paesi in più rapida crescita delle principali economie del mondo. I laureati che sono stati selezionati per uno stage, provengono dalle migliori istituzioni leader di istruzione superiore in India, come ad esempio Istituto Indiano di Tecnologia (IIT), Indian Institute of Management (IIM), Jawaharlal Nehru University (JNU), Anna University, Università di Mumbai, e Università di Delhi. Oltre ad offrire i loro reclutatori nel Regno Unito ed una comprensione della cultura indiana, della lingua e delle pratiche commerciali, il tirocinio fornisce alle società britanniche l opportunità di creare una gamma di talenti, ovviare alla carenza di competenze e alle lacune presenti e, in molti casi, promuovere i loro interessi commerciali in India. Gli stagisti, in cambio, acquisiscono esperienza autentica in settori quali la Supply Chain, Ingegneria, Vendita al dettaglio, Amministrazione, Project Management, Marketing, Vendite, Legge, Media, Architettura, Finanza, Telecomunicazioni, Risorse umane e IT, con alcune delle migliori organizzazioni del Regno Unito, consentendo una maggiore comprensione delle realtà commerciali e opportunità Paesi sviluppati e guadagnando un esperienza professionale da cui potrebbero trarre beneficio India, Regno Unito e, in generale, il mondo stesso. Uno degli stagisti AV Arun, che sta attualmente lavorando a Enterprise Managed Service, scrive della sua esperienza, Il mio obiettivo principale per partecipare a questa interessante iniziativa è stato quello di ottenere una esposizione globale nelle funzioni di sicurezza e salute da uno dei migliori paesi nel campo e per lanciare la mia ambizione di diventare un professionista nel settore Salute e Sicurezza all Istituto di Salute e Sicurezza ( IOSH ). E stata una buona esperienza per capire come sono affrontati problemi simili in modo diverso in India e nel Regno Unito. Informazioni: Segreteria UKIERI India, British Council Division 17 Kasturba Gandhi Marg, New Delhi Tel. +91 (0) /361/336/441/325/126; Segreteria UKIERI UK, British Council Division 10 Spring Gardens, London SW1A 2BN, Tel. +44 (0) , 10

11 4. Conclusioni La mobilità per l apprendimento è uno strumento fondamentale per rafforzare le competenze professionali degli individui e sostenere il loro sviluppo personale. Le interviste realizzate con i partecipanti ai progetti di mobilità mostrano che le abilità linguistiche, interculturali e settoriali avevano tratto beneficio da un esperienza all estero, rendendoli allo stesso tempo più sicuri e consapevoli delle loro competenze. Alcune persone, soprattutto giovani, si sono resi conto dell importanza di studiare all estero e migliorare le proprie competenze per migliorare le loro possibilità di essere coinvolti nel mercato del lavoro, che oggi soffre l elevato livello di disoccupazione in tutta Europa. E proprio tale necessità di affrontare questo grave problema che ha portato il Consiglio europeo a lanciare la strategia di Lisbona nel 2000, con l obiettivo di diventare l economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, capace di una crescita economica sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale. Innovazione ed imprenditorialità, riforma del welfare e l inclusione sociale, capitale umano e riqualificazione del lavoro, pari opportunità per l occupazione femminile, liberalizzazione dei mercati del lavoro e dei prodotti e sviluppo sostenibile sono i punti chiave fissati al fine di rendere l economia europea più competitiva e dinamica. Oggi la bassa produttività e la stagnazione della crescita economica nell Unione europea richiedono nuove iniziative politiche, da intraprendere da parte di tutti gli Stati membri dell UE. La stessa Commissione ha sottolineato l importanza degli investimenti nell istruzione e nella formazione. Le sue dichiarazioni sembrano evitare il rischio comune di sottrarre risorse da tali attività in tempi di crisi economica. Secondo i risultati del nostro studio, la mobilità per l apprendimento crea benefici economici e sociali coerenti per le persone, le aziende e le istituzioni coinvolte. Questo è il motivo per cui questa guida sostiene l orientamento della Commissione verso una salvaguardia degli investimenti in conoscenza e competenze. L economia europea ha bisogno di essere sostenuta non solo attraverso la creazione di nuove competenze, ma anche attraverso un migliore orientamento delle capacità che l UE già possiede. Ci sono per esempio alcuni settori, in particolare la scienza, la medicina e l ingegneria in cui mancano esperti, come si può notare dalla moltitudine di posti vacanti che alcuni paesi mostrano. Allo stesso tempo, in tutta Europa sembrano aumentare di giorno in giorno forze discriminatorie seguendo i flussi economici e migliorando il disagio sociale. La mobilità risulta in questo senso un mezzo efficace e sostenibile per combattere i rischi di isolamento, protezionismo e xenofobia, dando alle persone la possibilità di incontrarsi e guardare i problemi da diversi e più ampi punti di vista. La sensazione di essere più vicini gli uni con gli altri è il punto centrale per promuovere un senso più profondo di identità europea e di cittadinanza tra le persone e per la costruzione del senso di cittadinanza europea richiesto dal Trattato di Maastricht. Secondo l obiettivo di rafforzare la mobilità per l apprendimento in, tra, da e verso tutti gli Stati membri, questa guida ha come scopo principale quello di individuare i punti di debolezza e i punti di forza legati ai meccanismi di finanziamento per la mobilità per l apprendimento, cercando di fornire consigli preziosi per aumentare il loro impatto. 4.1 Punti di debolezza Alcuni dei fondi nazionali ed europei sembrano non essere sufficienti in relazione al costo della vita del paese specifico, nonostante essi dovrebbero essere fissati proprio secondo i livelli di vita del Paese. Le interviste con i partecipanti evidenziano un divario tra i costi di vita e l ammontare della borsa di studio. Questa mancata corrispondenza influisce sulla qualità dei progetti di mobilità di apprendimento, escludendo ad esempio la possibilità di frequentare un buon corso di lingua, che dovrebbe essere parte del percorso formativo. Questo fatto contribuisce anche ad escludere diversi gruppi da iniziative di mobilità. I gruppi esclusi possono molte volte essere i gruppi più bisognosi di formazione, interpretata come uno strumento per evitare l emarginazione. Anche alcuni degli stage 11

12 effettuati nel campo della mobilità per l apprendimento, promossi dagli Stati membri o organizzazioni internazionali, non sono pagati e ciò implica un equilibrio ingiusto non solo tra il capitale umano e il carico di lavoro, ma anche tra le competenze già disponibili e le capacità migliorate dopo il tirocinio. In linea con l obiettivo della Commissione europea di rendere la mobilità per l apprendimento uno strumento efficace per rafforzare la competitività dell Europa, costruendo la sua economia basata sulla conoscenza, possiamo affermare che ci sia bisogno di maggiori risorse e fondi. E necessario un maggiore investimento in termini di qualità piuttosto che in quantità, al fine di rendere la mobilità, un iniziativa più preziosa, efficace, trans-nazionale, attraente ed efficiente La maggior parte delle organizzazioni che trattano programmi europei lamentano la mancanza di fondi sufficienti per coprire i costi di gestione. Ciò implica che spesso la loro priorità diventa presentare il maggior numero possibile di progetti, senza concentrarsi sulla qualità, la sostenibilità e l impatto a livello locale. Proprio a causa della mancanza di risorse, la gestione del progetto è spesso spartita tra diversi dipendenti con varie competenze, per ottimizzare tempo e risorse. Sarebbe più utile avere una determinata persona o una squadra di lavoro specifica, che gestisce progetti europei, con l obiettivo di dare continuità, coerenza e qualità alla pianificazione del progetto. La mancanza di risorse per la gestione del progetto esclude la possibilità di assumere persone che siano a carico dell iniziativa europea, soprattutto per le ONG La maggior parte dei prestiti bancari per finanziare la mobilità hanno alti tassi d interesse, rendendo così difficile la possibilità per uno studente di saldare il debito, soprattutto se si proviene da un paese con un alto tasso di disoccupazione, che esclude la possibilità di trovare un lavoro per pagare le spese. L unico prestito esente da imposte che è stato trovato è quello della Banca di Piacenza, ma si rivolge solo ai giovani di Regione Emilia Romagna. Potrebbe essere utile che anche le altre banche europee adottassero questo prodotto finanziario a, sostegno di progetti di mobilità In alcune organizzazioni ospitanti, come le società private, non vi è una preparazione adeguata per gestire potenziali problemi, per esempio inappropriati mezzi finanziari e competenze linguistiche/culturali. Alcuni partecipanti si sono lamentati di sistemi di tutoraggio inefficace, pur essendo all estero, e di assistenza inadeguata sui processi di apprendimento sul posto di lavoro. Alcuni al ritorno si sono detti delusi dal modo di de-briefing non sempre costante, oltre che da una mancanza di opportunità per discutere le loro esperienze, al fine di far integrare queste esperienze di apprendimento nelle loro carriere di sviluppo Anche se i programmi europei sono una preziosa occasione per promuovere progetti di mobilità, spesso alcune organizzazioni rinunciano ad usarli, a causa della troppa burocrazia che diluisce i tempi e le procedure, rendendo l intero processo complicato da gestire e troppo costoso, considerando il capitale umano e il basso rimborso di esso in alcuni casi. Allo stesso tempo, le organizzazioni ospitanti non vedono spesso tanti benefici provenienti nell ospitare un tirocinante straniero, poiché lamentano anche la mancanza di un adeguata informazione concisa sulle potenziali opportunità di networking e di finanziamento. 4.2 Punti di forza I sistemi di finanziamento per la mobilità per l apprendimento sono prima di tutto uno strumento democratico che permette alle persone di migliorare le loro competenze attraverso un esperienza all estero. Esso dà la possibilità alle persone di ottenere nuove conoscenze, imparare da diversi educatori, testare loro stessi, le loro idee e competenze in situazioni nuove. In particolar modo i giovani o persone con poche opportunità hanno la possibilità di sviluppare le loro capacità umane, professionali e linguistiche, nel quadro delle iniziative come nel caso del programma Erasmus, che offre agli studenti la possibilità di studiare in altre università in Europa. Ciò serve ad illustrare come la mobilità può essere finanziata spesso in modo corretto e possa produrre benefici al capitale umano dei partecipanti, creare dei legami personali che vanno oltre le frontiere, migliorare le competenze linguistiche abbattendo le barriere istituzionali. 12

13 4.2.2 Gli strumenti di riconoscimento nazionali ed europei sono considerati in maniera positiva e di valore come delle etichette, fornendo un valore aggiunto ai meccanismi di finanziamento disponibili. L Europass come documento Curriculum Vitae Europeo in formato standard, dove si possono registrare le competenze e altri titoli posseduti; il trasferimento dei crediti ed il sistema europeo di accumulazione per l istruzione superiore, (ECTS); il Supplemento al Diploma, (un documento che descrive la natura, del livello, del contesto, del contenuto e dello status degli studi corsi di istruzione superiore); il sistema europeo di crediti per l istruzione e la formazione professionale (ECVET) sono utili per dimostrare e rendere valide le esperienze fatte all estero, anche se alcune aziende trovano difficile riconoscere un vero valore aggiunto negli strumenti di riconoscimento A livello nazionale ci sono molti fondi indirizzati a settori specifici della formazione, come la scienza e la medicina. Tuttavia vi è spesso la mancanza di opportunità di finanziamento in settori come scienza sociale, l arte e l apprendimento non formale, che dovrebbe essere considerato valido anche per la crescita formativa. Ad esempio, l uso dell arte può essere strategico per l Unione europea, poiché incrementa il senso di identità basato su culture tradizionali comuni, come affermato dalla stessa Commissione europea. L apprendimento non formale è importante oltre ad essere complementare all istruzione formale, alla formazione e promozione di un approccio partecipativo e incentrato sullo studente, strettamente legato ai bisogni dei giovani, aspirazioni ed interessi. L Unione europea e gli Stati membri dovrebbero dunque lavorare congiuntamente per migliorare i fondi disponibili per la mobilità per l apprendimento nel campo dell arte e dell istruzione non formale Le organizzazioni ospitanti non hanno costi aggiuntivi, tranne la gestione che non è messa a budget in alcuni programmi, come Gioventù in azione, nonostante la grande quantità di azioni di lavoro di cui hanno bisogno. 4.3 Raccomandazioni Come già accennato, tutti gli Stati europei hanno una necessità urgente di rafforzare le politiche per affrontare e superare il grave problema della disoccupazione, dando ai giovani europei l opportunità di apprendere e sviluppare le loro capacità. L Unione europea ha bisogno di una nuova generazione europea ben addestrata e competitiva, per far fronte alle nuove sfide globali che minacciano il progetto di uno sviluppo economico, sociale e politico comune e condiviso. La mobilità per l apprendimento dovrebbe diventare in questo senso un opportunità per tutte le persone in Europa e per la stessa Unione europea, poiché aumenta il livello di competitività e di accresce il senso d identità e cittadinanza europea, come rilevato anche da un forum di esperti di alto livello sulla mobilità stabilita dal Commissario Jan Figel. Gli standard elevati, il miglioramento della qualità e della competitività hanno bisogno di un maggiore sostegno economico per essere realizzati e produrre i loro effetti. L effetto più importante che una metodologia di finanziamento avrà sulla parità di accesso, deriva dalla misura in cui gli studenti sono tenuti a contribuire, sia al momento o successivamente, ai costi di istruzione della loro istruzione superiore. La fornitura di un sostegno finanziario per gli studenti, sia attraverso prestiti o concessione di sovvenzioni, può contribuire a garantire parità di accesso Ci sono tuttora molto differenze nel modo e nella qualità del supporto fornito dallo Stato alla mobilità per l apprendimento. La situazione economica, il mercato del lavoro, le caratteristiche economiche e sociali differiscono da un paese all altro, ma è necessario che tutti gli Stati membri riconoscano il ruolo della mobilità per l apprendimento come un mezzo prezioso per sostenere la loro economia, soprattutto in questo storico periodo di crisi. Deve essere garantita una geografica parità di accesso secondo le possibilità del paese, sapendo che una quantità maggiore di fondi per la mobilità per l apprendimento rappresenta un valido strumento per aumentare le competenze e rendere le economie nazionali più concorrenziali. I meccanismi di finanziamento europei dovrebbero essere anche regolati in base alla crisi economica, offrendo a studenti, insegnanti, professionisti e giovani lavoratori, maggiori opportunità per migliorare le proprie competenze e trovare un occupazione. 13

14 4.3.3 È importante che ci siano molte opportunità di finanziamento per la mobilità transfrontaliera. La mobilità abbatte le barriere tra persone e gruppi, e sostiene la creazione di un senso di cittadinanza europea. Un elemento centrale di questa strategia è quello di espandere l opportunità alle persone di viaggiare, incontrare, scoprire nuove culture e imparare una seconda lingua europea. Come il Libro verde ha dichiarato la mobilità per l apprendimento aiuta a combattere i rischi di isolamento, protezionismo e xenofobia che emergono in tempi di crisi economica. Ulteriori e specifici fondi per la mobilità transfrontaliera possono dare la possibilità alle persone di costruire un dialogo efficace e cercare di trovare insieme una soluzione per i problemi comuni e condivisi Il nuovo finanziamento per la laurea specialistica introdotto dal nuovo programma è un passo positivo verso una migliore qualità e parità di mobilità per l apprendimento. Allo stesso tempo, è necessario trovare un mezzo finanziario analogo per finanziare altre iniziative europee di mobilità per l apprendimento. L idea sarebbe quella di realizzare un prodotto finanziario senza tassi di interesse, che permettesse soprattutto ai giovani con poche opportunità e agli studenti di sanare il loro debito in un breve lasso di tempo e senza ulteriori obblighi economici per le loro famiglie. Questo prodotto finanziario può coincidere anche con la necessità di supportare meglio le organizzazioni, enti pubblici e privati, ONG che fanno domanda per l ottenimento di fondi europei. Un accordo tra l Unione europea e le banche nazionali che forniscono il prestito senza tasso d interesse può essere in questo senso una soluzione adeguata per i partecipanti ai progetti di mobilità, fornendo a tali enti dei prestiti sulla base di interessi particolari, che li aiutano ad affrontare i loro costi, ad investire maggiori risorse nel loro progetto e stimolare nuove entità ad utilizzare progetti europei ottenendo prestiti speciali per loro Non è sempre possibile e facile per alcune persone spostarsi in altri paesi per ragioni sociali, sanitarie, politiche ed economiche. Alcuni paesi hanno anche difficoltà a fornire un sostegno finanziario efficace per progetti di mobilità per l apprendimento. In ultima istanza, come le istituzioni europee sottolineano sempre, il percorso di apprendimento dovrebbe essere pensato nel quadro di un processo permanente, che coinvolge persone adulte o individui che hanno già terminato i loro studi e sono già presenti nel mercato del lavoro. Anche per loro non è sempre facile trasferirsi. Forme di mobilità virtuali - networking, webinar e gemellaggi tra scuole, istituzioni, gruppi, dovrebbero rafforzare e integrare la mobilità fisica in tutti i settori. Può anche supportare il processo educativo, fornendo continuità e stabilità, anche se i partner sono in paesi diversi Alcune entità nazionali non sono ancora a conoscenza circa l offerta di diversi fondi nazionali, internazionali e trans-nazionali per la mobilità. Potrebbe essere utile un supporto attraverso la consulenza, soprattutto a livello locale e regionale. L obiettivo è quello di sostenere le organizzazioni, istituzioni pubbliche e aziende nell accesso ai fondi per la mobilità per l apprendimento. Alcune attività di apprendimento che sono auto-finanziate con i partecipanti potrebbero essere finanziate anche attraverso programmi europei, dato che le loro missioni, obiettivi e visioni sono simili, ma anche attraverso le fondazioni private (es. come parte della loro strategia di marketing) e pubbliche istituzioni. In tal senso, sarebbe necessario ed efficace un miglior coordinamento tra gli enti di finanziamento nazionali e l istituzione europea. Uno strumento prezioso potrebbe essere la scelta delle organizzazioni più esperte e attive come unità europee locali (ELU). Potrebbero partecipare ad un bando europeo per ottenere questo status che può durare da 3 a 7 anni. Quest azione sarà coerente con le dichiarazioni del Consiglio che invitava nel novembre 2008 gli Stati a sviluppare ulteriormente il concetto di mobilità per tutte le persone, durante i loro studi o formazione, sotto forma di un tirocinio, o nel contesto di attività di volontariato 1. 1 Conclusioni del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri in materia di mobilità dei giovani, Bruxelles Novembre 2008, 14

15 4.3.7 La Commissione tematica sui sistemi di finanziamento suggerisce anche la creazione di una banca dati pubblica per ogni paese che mostra i nomi dei partecipanti coinvolti in progetti europei, tra cui la lettera di raccomandazione delle organizzazioni ospitanti, se disponibile. Sarebbe non solo una sorta di strumento di garanzia, ma anche un incentivo per i partecipanti a rendere le loro esperienze più visibili, e per le organizzazioni che beneficiano del valore aggiunto un modo per poter assumere qualcuno che ha preso parte a progetti europei. Questo database potrebbe anche fornire un sistema di ricerca che permette di mettere in relazione la domanda e l offerta. L idea è anche quella di rafforzare i legami tra istruzione e le imprese, valorizzando gli enti nazionali e i legami con le istituzione europea I potenziali partecipanti al progetto europeo spesso rinunciano all idea di essere coinvolti in essi, a causa delle procedure burocratiche; tale fenomeno risulta frequente soprattutto tra i giovani. Pertanto, è necessaria una semplificazione delle procedure amministrative per aumentare la quantità e la qualità delle varie iniziative di mobilità La Commissione tematica Meccanismi di finanziamento sostiene l idea del gruppo di esperti sulla mobilità sostenuto dell UE, di definire un quadro di valutazione della mobilità per fornire un quadro comparativo di come gli Stati membri stanno progredendo smantellamento delle barriere alla mobilità 2. 2 Studio Relazione sulla mobilità- coordinatore esperto, il dottor George D. Christodoulides, (Cipro), in stretta collaborazione con i tre esperti del gruppo di lavoro sulla mobilità: Hans Steimle, (Germania), il signor Paolo Federighi, (Italia), e Mr Oscar Svensson (Svezia) con il sostegno dell Unione europea Bruxelles settembre2010,www.transnationality.eu/get-public-document-pdf

16

Il Programma per la formazione permanente.

Il Programma per la formazione permanente. Anno VII 15 dicembre 2008 Numero speciale a cura di Giuseppe Anzaldi NUMERO SPECIALE: IL PROGRAMMA PER LA FORMAZIONE PERMANENTE Introduzione Obiettivi e struttura I quattro pilastri Comenius Erasmus Leonardo

Dettagli

Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004

Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004 Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004 Allegato La Conferenza generale dell Organizzazione internazionale del Lavoro, convocata a Ginevra dal Consiglio di amministrazione

Dettagli

newsletter N.4 Dicembre 2013 Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport.

newsletter N.4 Dicembre 2013 Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. newsletter N.4 Dicembre 2013 Questo numero è stato realizzato da: Franca Fiacco ISFOL Agenzia Nazionale LLP Programma settoriale Leonardo da Vinci Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione,

Dettagli

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida Regione Toscana Regione Toscana Guida Indice Presentazione Un progetto per l autonomia dei giovani Le opportunità di Giovanisì Tirocini Casa Servizio civile Fare impresa Lavoro Studio e formazione Info

Dettagli

SPORTELLO EUROPA COMUNE DI FONTE NUOVA PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO

SPORTELLO EUROPA COMUNE DI FONTE NUOVA PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO SPORTELLO EUROPA Comune di Fonte Nuova COMUNE DI FONTE NUOVA PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO I nostri uffici si trovano in via Palombarese 225 presso la delegazione del Comune di Fonte Nuova e sede del Centro

Dettagli

PROGRAMMA ERASMUS + INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGRAMMA ERASMUS + Key Action 1 - Mobilità del personale scolastico

PROGRAMMA ERASMUS + INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGRAMMA ERASMUS + Key Action 1 - Mobilità del personale scolastico PROGRAMMA ERASMUS + INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGRAMMA ERASMUS + Key Action 1 - Mobilità del personale scolastico Erasmus plus è il nuovo programma varato dall'unione europea per il periodo 2014-2020

Dettagli

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 1. Due anni dopo la firma della Dichiarazione di Bologna e tre dopo quella

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

PARLAMENTO EUROPEO E CONSIGLIO

PARLAMENTO EUROPEO E CONSIGLIO 30.12.2006 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 394/5 II (Atti per i quali la pubblicazione non è una condizione di applicabilità) PARLAMENTO EUROPEO E CONSIGLIO RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

Dettagli

Gioventù in movimento: l Europa sostiene i giovani

Gioventù in movimento: l Europa sostiene i giovani INNOVARE Gioventù in movimento: l Europa sostiene i giovani STUDIARE TIROCINIO LAVORARE PARTECIPARE I TUOI DIRITTI APPRENDERE SPOSTARSI VOLONTARIO CREARE in EUROPA Né la Commissione europea né alcuna persona

Dettagli

Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè

Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: il prolungamento della gioventù, il ritardo nell accesso

Dettagli

Anche noi, con l Europa, investiamo nel vostro futuro.

Anche noi, con l Europa, investiamo nel vostro futuro. Anche noi, con l Europa, investiamo nel vostro futuro. Il nuovo programma dell'ue per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. 2014-2020 Obiettivi Azione chiave 1 dell'apprendimento: - mobilità

Dettagli

La CAssetta degli attrezzi

La CAssetta degli attrezzi in collaborazione con Fondo Sociale Europeo Investiamo sul nostro futuro La CAssetta degli attrezzi per costruire il tuo futuro Hai un idea da realizzare? Istruzioni per l uso www.fse.basilicata.it - www.eures.europa.eu

Dettagli

Carta dei volontari Carta Europea sui diritti e i doveri

Carta dei volontari Carta Europea sui diritti e i doveri Carta dei volontari Carta Europea sui diritti e i doveri dei volontari YFJ_VolunteeringCharter_IT.indd 1 16/09/12 13:02 Editorial team Editor in Chief Giuseppe Porcaro Copy Editor Thomas Spragg Graphic

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

Roma, 8 novembre 2010. Silvia Vaccaro Centro Nazionale Europass Italia

Roma, 8 novembre 2010. Silvia Vaccaro Centro Nazionale Europass Italia La mobilità europea dei giovani per motivi di studio e di lavoro: risorsa per lo sviluppo delle competenze, l'inserimento nel mercato del lavoro e l'integrazione sociale Roma, 8 novembre 2010 Silvia Vaccaro

Dettagli

Il Programma LLP - Leonardo da vinci e il nuovo Programma Erasmus for All (2014 2020) Relatore: Franca Fiacco

Il Programma LLP - Leonardo da vinci e il nuovo Programma Erasmus for All (2014 2020) Relatore: Franca Fiacco Il Programma LLP - Leonardo da vinci e il nuovo Programma Erasmus for All (2014 2020) Relatore: Franca Fiacco Fonte: Comunicazione Commissione europea al Parlamento, al Consiglio, al Comitato economico

Dettagli

Realizzare la valutazione inclusiva

Realizzare la valutazione inclusiva LA VALUTAZIONE NELLE CLASSI COMUNI IT Realizzare la valutazione inclusiva La fase conclusiva del progetto La valutazione nelle classi comuni dell Agenzia ha visto un dibattito e una spiegazione del concetto

Dettagli

5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1

5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1 5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1 Idocumenti ufficiali della Commissione Europea relativi all istruzione e alla formazione a partire dal 1996 (anno europeo del lifelong learning), ribadiscono

Dettagli

3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità

3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità 3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità Obiettivo globale 6 - Promuovere politiche di mobilità transnazionale e di cooperazione

Dettagli

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE Un progetto per l autonomia l dei giovani: PERCHE I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: Il prolungamento della gioventù Il ritardo nell accesso

Dettagli

Sito web: www.fidapa.com; e-mail: fidapa@tin.it BANDO STARTUP

Sito web: www.fidapa.com; e-mail: fidapa@tin.it BANDO STARTUP All.5 BPW Italy FEDERAZIONE ITALIANA DONNE ARTI PROFESSIONI AFFARI FIDAPA - BPW ITALY INTERNATIONAL FEDERATION OF BUSINESS AND PROFESSIONAL WOMEN Via Piemonte, 32 00187 Roma Tel 06 4817459 Fax 06 4817385

Dettagli

Le tipologie di finanziamento UE dal 2014

Le tipologie di finanziamento UE dal 2014 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2014-2020 2020 Le opportunità di mobilità e cooperazione per l istruzione scolastica e per la mobilità dei giovani Fiorenzuola 07 maggio 2014 Programmi a gestione diretta

Dettagli

Posizione comune Les CCI ALPMED ASBL. Consultazione sul piano d'azione "Imprenditorialità 2020"

Posizione comune Les CCI ALPMED ASBL. Consultazione sul piano d'azione Imprenditorialità 2020 Posizione comune Les CCI ALPMED ASBL Consultazione sul piano d'azione "Imprenditorialità 2020" È obbligatorio rispondere alle domande contrassegnate con un asterisco *. 2. Questionario Nel resto di questa

Dettagli

DOSSIER PER LA STAMPA

DOSSIER PER LA STAMPA DOSSIER PER LA STAMPA INDICE ERASMUS GIOVANI IMPRENDITORI : UN NUOVO PROGRAMMA DI SCAMBIO...3 CHI PUO' PARTECIPARE?... 5 QUALI BENEFICI E PER CHI?...6 COME FUNZIONA? STRUTTURA E IMPLEMENTAZIONE...7 CHI

Dettagli

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA Quali sono gli obiettivi dell Unione nel realizzare i programmi per la mobilità? Questi programmi rientrano all interno della politica di istruzione, formazione

Dettagli

L UE PER LE PMI Notizie da Bruxelles

L UE PER LE PMI Notizie da Bruxelles L UE PER LE PMI Notizie da Bruxelles n 4 Marzo/Aprile 2014 in collaborazione con S O M M A R I O A C C E S S O A I F I N A N Z I A M E N T I Horizon 2020 Operativo lo strumento PMI N E W S D A L L E I

Dettagli

RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015

RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015 RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015 A cura di Alessandro Giuliani 1 1 AGOSTO 2015 TECNICA DELLA SCUOLA IL PROVVEDIMENTO IN SINTESI Un offerta formativa più ricca e flessibile per gli studenti

Dettagli

Dal Brain Drain al Brain Circulation

Dal Brain Drain al Brain Circulation Dal Brain Drain al Brain Circulation Il caso Italiano nel contesto globale Simona Milio London School of Economics and Political Science Introduzione Il problema e La sfida Le cause Le politiche adottate

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Antonella Buja Coordinatrice Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena Le diverse tipologie

Dettagli

Servizio Volontario Europeo Linee Guida per l Accreditamento. Programma Gioventù in Azione

Servizio Volontario Europeo Linee Guida per l Accreditamento. Programma Gioventù in Azione Servizio Volontario Europeo Linee Guida per l Accreditamento Programma Gioventù in Azione Maggio 2011 1. Introduzione Il Servizio Volontario Europeo (SVE), facente parte del Programma dell Unione Europea

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO 20.9.2008 C 241/1 I (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 16 maggio

Dettagli

SISTEMI NORMATIVI E ISTITUZIONALI NAZIONALI E DELL UNIONE EUROPEA NEL SETTORE TURISTICO E DEI BENI CULTURALI

SISTEMI NORMATIVI E ISTITUZIONALI NAZIONALI E DELL UNIONE EUROPEA NEL SETTORE TURISTICO E DEI BENI CULTURALI L Agenda 21 per il turismo europeo Nella comunicazione del novembre 2003, Orientamenti di base per la sostenibilità del turismo europeo 20, la Commissione europea preannunciava «una serie di provvedimenti

Dettagli

CAMBIARE VITA, APRIRE LA MENTE VOLONTARIATO E CSV IN MOVIMENTO CON L EUROPA

CAMBIARE VITA, APRIRE LA MENTE VOLONTARIATO E CSV IN MOVIMENTO CON L EUROPA CAMBIARE VITA, APRIRE LA MENTE VOLONTARIATO E CSV IN MOVIMENTO CON L EUROPA Bologna, 30 gennaio 2014 Relatore: Laura Borlone ERASMUS! UN NUOVO PROGRAMMA EUROPEO NEL CAMPO DELL ISTRUZIONE DELLA FORMAZIONE

Dettagli

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena UNIVERSITÀ, SCUOLE E ORIENTAMENTO IN ITALIA intervento al convegno Essenzialità dell Orientamento per il Futuro dei Giovani, Orvieto 9 11 dicembre

Dettagli

Make it work! Guida rapida per integrare la mobilità virtuale nei tirocini internazionali

Make it work! Guida rapida per integrare la mobilità virtuale nei tirocini internazionali Make it work! Guida rapida per integrare la mobilità virtuale nei tirocini internazionali Cosa? I tirocini internazionali in azienda o stage, così come sono generalmente conosciuti, stanno acquisendo una

Dettagli

Nelle regioni meno sviluppate che si iscrivono nell obiettivo di convergenza, il Fondo Sociale Europeo sostiene:

Nelle regioni meno sviluppate che si iscrivono nell obiettivo di convergenza, il Fondo Sociale Europeo sostiene: FONDO SOCIALE EUROPEO IN ROMANIA Il Fondo Sociale Europeo (FSE) è lo strumento principale tramite il quale l Unione Europea finanzia gli obiettivi strategici delle politiche di occupazione. Da 50 anni,

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno La programmazione europea 2014 2020 per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno POIn (FESR) 2007-2013 - Attrattori culturali, naturali e turismo Asse II - Linea di intervento II.2.1 Intervento:

Dettagli

NSM Nexus Scuola di Management

NSM Nexus Scuola di Management NSM Nexus Scuola di Management NSM è la Scuola di Management della Nexus Srl, agenzia di formazione accreditata presso la Regione Abruzzo per la Formazione continua e superiore, che opera dal 1991 fornendo

Dettagli

Promuovere la formazione di capitale umano d eccellenza

Promuovere la formazione di capitale umano d eccellenza Promuovere Il problema In società sempre più basate sulla conoscenza, una delle condizioni necessarie ad affrontare con successo il processo di riqualificazione del sistema economico è la disponibilità

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI AGENZIA DEL LAVORO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L IMPIEGO 1. LA CONDIZIONE GIOVANILE SUL MERCATO DEL LAVORO IN PROVINCIA DI TRENTO

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L UNIVERSITA, L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE E PER LA RICERCA Direzione Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo Studio Ufficio IV Il Processo di Bologna Lo Spazio

Dettagli

PROGETTO SPECIALE MULTIASSE PIÙ RICERCA E INNOVAZIONE

PROGETTO SPECIALE MULTIASSE PIÙ RICERCA E INNOVAZIONE Allegato 1 alla D.G.R. 14/11/2011, nr. 765 GIUNTA REGIONALE DELL'ABRUZZO PROGETTO SPECIALE MULTIASSE PIÙ RICERCA E INNOVAZIONE Con il presente progetto si intende, attraverso una Sovvenzione Globale (artt.

Dettagli

formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione

formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione Perché e come scegliere un master in Affari e Finanza, i master universitari

Dettagli

Il contributo del Programma Leonardo da Vinci al Lifelong Learning e le prospettive per la nuova fase di programmazione

Il contributo del Programma Leonardo da Vinci al Lifelong Learning e le prospettive per la nuova fase di programmazione From the Lifelong Learnig Programme to Erasmus for All Investing in high quality education and training Istituto di Istruzione Superiore Crescenzi Pacinotti di Bologna 24 maggio 2013 Il contributo del

Dettagli

PROGRAMMI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI NEL SETTORE DELL ISTRUZIONE

PROGRAMMI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI NEL SETTORE DELL ISTRUZIONE PROGRAMMI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI NEL SETTORE DELL ISTRUZIONE Pubblicato il Bando per la presentazione di proposte relativo al Programma Socrates a sostegno del settore dell'istruzione Obiettivi

Dettagli

Unità Formativa 2.2: Definizione degli obiettivi dell intervento.

Unità Formativa 2.2: Definizione degli obiettivi dell intervento. Unità Formativa 2.2: Definizione degli obiettivi dell intervento. Una volta realizzata l analisi del contesto di riferimento e dei fabbisogni formativi che esso esprime (vedi UF 2.1), il progettista dispone

Dettagli

Per essere utili, ovunque

Per essere utili, ovunque MASTER IN ECONOMIA DELLO SVILUPPO E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE ANNO ACCADEMICO 2013-2014 In collaborazione con Per essere utili, ovunque LINK CAMPUS UNIVERSITY VIA NOMENTANA, 335 00162 Roma Tel: + 39

Dettagli

Approfondimento sui Programmi ENPI CBC MED ENPI Italia Tunisia

Approfondimento sui Programmi ENPI CBC MED ENPI Italia Tunisia DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE ECONOMICADIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA REGIONALE UNITARIA COMUNITARIA Dipartimento della Qualità Direzione Generale della Programmazione Sanitaria, dei Livelli

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida Regione Toscana Regione Toscana Guida Indice Presentazione Un progetto per l autonomia dei giovani Le opportunità di Giovanisì Tirocini Casa Servizio civile Fare impresa Lavoro Studio e formazione Cantieri

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 14.3.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 74/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 240/2014 DELLA COMMISSIONE del 7 gennaio 2014 recante un codice europeo di condotta

Dettagli

Un Programma unico per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020)

Un Programma unico per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) FORUM DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 2013 Un Programma unico per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) Fonte: Comunicazione Commissione europea al Parlamento, al Consiglio, al

Dettagli

Il Settimo Programma Quadro e le opportunità per le PMI del Mezzogiorno. Giocare d anticipo per vincere le sfide del futuro

Il Settimo Programma Quadro e le opportunità per le PMI del Mezzogiorno. Giocare d anticipo per vincere le sfide del futuro Il Settimo Programma Quadro e le opportunità per le PMI del Mezzogiorno Giocare d anticipo per vincere le sfide del futuro Contesto della proposta (1) La conoscenza costituisce il fulcro dell Agenda di

Dettagli

RICERCA, ISTRUZIONE E FORMAZIONE:

RICERCA, ISTRUZIONE E FORMAZIONE: RICERCA, ISTRUZIONE E FORMAZIONE: VALORI PER SOCIETÀ SICURE ED INTERCULTURALI di Giovanna Spagnuolo Ci manca la comunità perché ci manca la sicurezza Z. Bauman (Voglia di comunità, Laterza, Bari-Roma,

Dettagli

I 10 Vantaggi Competitivi di una gestione del lavoro orientata alla sicurezza e allo sviluppo delle Risorse Umane

I 10 Vantaggi Competitivi di una gestione del lavoro orientata alla sicurezza e allo sviluppo delle Risorse Umane I 10 Vantaggi Competitivi di una gestione del lavoro orientata alla sicurezza e allo sviluppo delle Risorse Umane La presente pubblicazione si rivolge ai dirigenti del settore sanitario e ha come obiettivo

Dettagli

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing Regione di Presentazione: ID Corso: Organismo di formazione: Tipo organismo: Data invio telematico:

Dettagli

Giornate romane della francofonia «Franco+: Innovazione!» Tavola rotonda Comunicare in francese: un valore aggiunto per le imprese

Giornate romane della francofonia «Franco+: Innovazione!» Tavola rotonda Comunicare in francese: un valore aggiunto per le imprese Giornate romane della francofonia «Franco+: Innovazione!» Tavola rotonda Comunicare in francese: un valore aggiunto per le imprese Competenze linguistiche i i e formazione professionale Roma Palazzo Farnese,

Dettagli

LA MOBILITÀ NEL PROGRAMMA SETTORIALE LEONARDO DA VINCI

LA MOBILITÀ NEL PROGRAMMA SETTORIALE LEONARDO DA VINCI LA DIVERSITA LINGUISTICA COME FATTORE DI COESIONE IN EUROPA Assisi, 17 febbraio 2012 LA MOBILITÀ NEL PROGRAMMA SETTORIALE LEONARDO DA VINCI Relatore: Laura Borlone la mobilità transnazionale è un periodo

Dettagli

l assicurazione di qualità della convalida dell apprendimento non formale e informale (LLP-LdV-TOI-11-IT-632)

l assicurazione di qualità della convalida dell apprendimento non formale e informale (LLP-LdV-TOI-11-IT-632) (LLP-LdV-TOI-11-IT-632) l assicurazione di qualità della convalida dell apprendimento non formale e informale Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L autore è il

Dettagli

OT 10 - INVESTIRE NELL ISTRUZIONE, FORMAZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE, PER LE COMPETENZE E L APPRENDIMENTO PERMANENTE

OT 10 - INVESTIRE NELL ISTRUZIONE, FORMAZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE, PER LE COMPETENZE E L APPRENDIMENTO PERMANENTE La formazione continua nella programmazione FSE 2014-2020 di Franco Silvestri Insieme con i Fondi Interprofessionali è il Fondo Sociale Europeo la principale fonte di finanziamento per gli interventi di

Dettagli

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete FONDO SOCIALE EUROPEO IN SINERGIA CON IL FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE POR 2014 2020 Ob. Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A ottobre 2011, la Commissione europea ha adottato alcune proposte legislative per la politica di coesione 2014-2020 La presente scheda

Dettagli

Sono passati ormai 5 mesi dallo straordinario risultato ottenuto dal nostro partito alle elezioni europee, da quella domenica in cui in tanti mi avete

Sono passati ormai 5 mesi dallo straordinario risultato ottenuto dal nostro partito alle elezioni europee, da quella domenica in cui in tanti mi avete Sono passati ormai 5 mesi dallo straordinario risultato ottenuto dal nostro partito alle elezioni europee, da quella domenica in cui in tanti mi avete che solamente come cittadini europei avremmo potuto

Dettagli

Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014

Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014 !1 COUNCIL OF THE EUROPEAN UNION Brussels, 22 July 2014 Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014 Onorevole Presidente, Onorevoli Membri della Commissione, Sono

Dettagli

Il Programma europeo per l Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020

Il Programma europeo per l Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020 Il Programma europeo per l Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020 Settembre 2015 Dal 1 gennaio 2014 per il settennio 2014-2020 è entrato in vigore il Programma Unico grande programma

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL PIANO ITALIANO PER LA GARANZIA GIOVANI Procedure informative - Audizione del Ministro del lavoro e delle politiche sociali,

Dettagli

EURES: strumento per favorire e migliorare la mobilità del lavoro europeo

EURES: strumento per favorire e migliorare la mobilità del lavoro europeo EURES: strumento per favorire e migliorare la mobilità del lavoro europeo Puntare sul futuro Vivere e lavorare in un altro paese è un opportunità molto interessante per i cittadini europei di tutte le

Dettagli

progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Strumenti finanziari

progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Strumenti finanziari progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Gli strumenti finanziari co-finanziati dai Fondi Strutturali e di Investimento Europei permettono di investire, in modo

Dettagli

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM Master di I Livello - IX EDIZIONE - A.A. 2015-2016 Premessa Il MIGEM è dedicato a tutti coloro che sentono l esigenza di un programma formativo completo e

Dettagli

ATTIVITÀ CHIAVE 1: MOBILITÀ INDIVIDUALE A FINI DI APPRENDIMENTO - CAPITOLO GIOVENTÙ. Erasmus+

ATTIVITÀ CHIAVE 1: MOBILITÀ INDIVIDUALE A FINI DI APPRENDIMENTO - CAPITOLO GIOVENTÙ. Erasmus+ ATTIVITÀ CHIAVE 1: MOBILITÀ INDIVIDUALE A FINI DI APPRENDIMENTO - CAPITOLO GIOVENTÙ Erasmus+ KA1 Obiettivi Generali Migliorare le competenze chiave e le capacità dei giovani, inclusi quelli con minori

Dettagli

progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Sociale Europeo Strumenti finanziari

progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Sociale Europeo Strumenti finanziari progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Sociale Europeo Gli strumenti finanziari co-finanziati dal Fondo Sociale Europeo permettono di investire, in modo sostenibile ed efficiente, per rafforzare

Dettagli

Come nella cultura, anche nel settore della ricerca l Unione Europea ha riversato non poche attenzioni.

Come nella cultura, anche nel settore della ricerca l Unione Europea ha riversato non poche attenzioni. DOSSIER RICERCA & INNOVAZIONE Come nella cultura, anche nel settore della ricerca l Unione Europea ha riversato non poche attenzioni. Nel 2007 è stato creato in Europa il Consiglio Europeo della Ricerca

Dettagli

L agenda digitale europea

L agenda digitale europea Agenda digitale, alfabetizzazione e competenze digitali: verso un Piano nazionale per la cultura, la formazione e le competenze digitali Rosamaria Barrese * L agenda digitale europea L Agenda Digitale

Dettagli

- Cosa è lo SVE - Informazione e riconoscimento, Youthpass - Opportunità in Italia

- Cosa è lo SVE - Informazione e riconoscimento, Youthpass - Opportunità in Italia Per un giorno e mezzo, 90 giovani rientrati dal Servizio Volontario Europeo, divisi in 3 gruppi, hanno messo a confronto le proprie esperienze di vita all estero. Ora condivideranno con voi le proprie

Dettagli

TEMA DELL OPERAZIONE... 3 IL SOGGETTO PROPONENTE... 4 LE AREE TEMATICHE DI INTERVENTO... 4 FINALITÀ E OBIETTIVI GENERALI... 7

TEMA DELL OPERAZIONE... 3 IL SOGGETTO PROPONENTE... 4 LE AREE TEMATICHE DI INTERVENTO... 4 FINALITÀ E OBIETTIVI GENERALI... 7 DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER LA FORMAZIONE CONTINUA L AIM E LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE INDICE TEMA DELL OPERAZIONE... 3 IL SOGGETTO PROPONENTE... 4 LE AREE TEMATICHE DI INTERVENTO... 4 Area Trasversale:

Dettagli

PRESENTAZIONE RISULTATI PRELIMINARI DELL INDAGINE FONDAZIONI D IMPRESA PER I GIOVANI COME FAR CRESCERE IL VIVAIO

PRESENTAZIONE RISULTATI PRELIMINARI DELL INDAGINE FONDAZIONI D IMPRESA PER I GIOVANI COME FAR CRESCERE IL VIVAIO PRESENTAZIONE RISULTATI PRELIMINARI DELL INDAGINE FONDAZIONI D IMPRESA PER I GIOVANI COME FAR CRESCERE IL VIVAIO 11 febbraio 2015, Senato della Repubblica Il contesto di riferimento Due principali criticità

Dettagli

INCUBATORE FIRENZE DALL IDEA ALL IMPRESA 5 ANNI DI ESPERIENZA

INCUBATORE FIRENZE DALL IDEA ALL IMPRESA 5 ANNI DI ESPERIENZA INCUBATORE FIRENZE DALL IDEA ALL IMPRESA 5 ANNI DI ESPERIENZA L esperienza di Incubatore Firenze, che dal 2004 ha aiutato la nascita e lo sviluppo di start-up di successo in settori tecnologicamente avanzati,

Dettagli

Tirocini internazionali?

Tirocini internazionali? www.eutrex.eu EXPLORE EUROPE - CHALLENGE YOUR TALENT Tirocini internazionali? eutrex.eu Vuoi internazionalizzare la tua azienda? Come creare dei contatti? Tu che sei interessato ad ospitare tirocinanti

Dettagli

GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DEI PERCORSI DI ACCOMPAGNAMENTO PER LA CRESCITA DELLE COMPETENZE - PAAC

GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DEI PERCORSI DI ACCOMPAGNAMENTO PER LA CRESCITA DELLE COMPETENZE - PAAC GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DEI PERCORSI DI ACCOMPAGNAMENTO PER LA CRESCITA DELLE COMPETENZE - PAAC 1. PREMESSA Spinner 2013 è il programma per la qualificazione delle risorse umane nel settore

Dettagli

Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea

Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea C A R T A D E L L E O N G D I S V I L U P P O Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea 1 CARTA DELLE ONG DI SVILUPPO Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto

Dettagli

Le Carte della Diversità in Europa

Le Carte della Diversità in Europa Le Carte della Diversità in Europa La Commissione Europea, negli ultimi anni, ha incoraggiato i datori di lavoro a inserire con maggiore impegno, la gestione della diversità e delle pari opportunità nelle

Dettagli

Click toeditmaster titlestyle

Click toeditmaster titlestyle LifelongLearningProgramme: opportunità per vivere l Europa Servizio istruzione, università e ricerca Centro risorse per l istruzione e l orientamento Punto di diffusione per il FVG delle rete Euroguidance

Dettagli

Il supporto alle startup innovative in Emilia Romagna Ledi Halilaj Dipartimento Startup - Aster

Il supporto alle startup innovative in Emilia Romagna Ledi Halilaj Dipartimento Startup - Aster Il supporto alle startup innovative in Emilia Romagna Ledi Halilaj Dipartimento Startup - Aster Reggio Emilia, 04 Luglio 2014 ASTER Chi siamo ASTER è la società regionale che, dal 1985, promuove e supporta:

Dettagli

Cambiare il punto di vista Nuove candidature Erasmus + Siracusa 10 Febbraio 2015

Cambiare il punto di vista Nuove candidature Erasmus + Siracusa 10 Febbraio 2015 Seminario interprovinciale Siracusa - Ragusa Cambiare il punto di vista Nuove candidature Erasmus + Siracusa 10 Febbraio 2015 Come migliorare le proposte progettuali Da un lavoro individuale ad un lavoro

Dettagli

LE OPPORTUNITÀ DEI. Leonardo Pinna Delegazione di Confindustria Bruxelles Confindustria Emilia Romagna

LE OPPORTUNITÀ DEI. Leonardo Pinna Delegazione di Confindustria Bruxelles Confindustria Emilia Romagna LE OPPORTUNITÀ DEI FINANZIAMENTI EUROPEI Leonardo Pinna Delegazione di Confindustria Bruxelles Confindustria Emilia Romagna 26Settembre 2013 I temi Le principali i lifonti idi finanziamento i a livello

Dettagli

Semaforo verde per Erasmus+: più di 4 milioni di persone riceveranno borse unionali per le competenze e l'occupabilità

Semaforo verde per Erasmus+: più di 4 milioni di persone riceveranno borse unionali per le competenze e l'occupabilità COMMISSIONE EUROPEA COMUNICATO STAMPA Strasburgo/Bruxelles, 19 novembre 2013 Semaforo verde per Erasmus+: più di 4 milioni di persone riceveranno borse unionali per le competenze e l'occupabilità Erasmus+,

Dettagli

#CosaVuoiFareDaGiovane? ERASMU

#CosaVuoiFareDaGiovane? ERASMU #CosaVuoiFareDaGiovane? Il nuovo Programma SCEGLI europeo. per l Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020 Urbino, 16 aprile 2014 ERASMU a cura dell Ufficio comunicazione, informazione

Dettagli

Traduzione non ufficiale

Traduzione non ufficiale Traduzione non ufficiale Proposta di RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO sulla costituzione del Quadro europeo delle Qualifiche per l apprendimento permanente (testo con attinenza all

Dettagli

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI?

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Il piano di investimenti per l Europa consisterà in un pacchetto di misure volte a sbloccare almeno 315 miliardi di euro di investimenti pubblici e privati

Dettagli

Scheda di partecipazione Quarta edizione

Scheda di partecipazione Quarta edizione Scheda di partecipazione Quarta edizione Per ogni progetto candidato occorre compilare la scheda di partecipazione, composta da tre sezioni: - sezione 1: descrizione sintetica del programma - sezione 2:

Dettagli

Comune di Roma Dipartimento XIV Politiche del Lavoro e dei Piani di Formazione per Adulti

Comune di Roma Dipartimento XIV Politiche del Lavoro e dei Piani di Formazione per Adulti Comune di Roma Dipartimento XIV Politiche del Lavoro e dei Piani di Formazione per Adulti - 4 Scuole Serali - Educazione degli Adulti - 10 Centri di Formazione Professionale - Obbligo d istruzione - 20

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA ISTITUTO PARITARIO D.M. 15.02.2014 Liceo Internazionale Quadriennale IL NUOVO MODO DI FARE SCUOLA. WWW.LICEOINTERNAZIONALE.ORG Liceo Internazionale Quadriennale In

Dettagli

Politica dell Unione europea per le PMI. Prof.ssa Ernestina Giudici

Politica dell Unione europea per le PMI. Prof.ssa Ernestina Giudici Politica dell Unione europea per le PMI Prof.ssa Ernestina Giudici Un inquadramento generale! Uno Small Business Act (SBA) per l Europa! Migliorare il contesto imprenditoriale! Promuovere l imprenditorialità!

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

Coalizione Nazionale per le Competenze Digitali

Coalizione Nazionale per le Competenze Digitali Coalizione Nazionale per le Competenze Digitali A cosa servono queste linee guida? Queste linee guida identificano gli elementi la cui presenza è ritenuta necessaria per i progetti della Coalizione Nazionale

Dettagli

MIDA Ghana/Senegal BANDO 2006

MIDA Ghana/Senegal BANDO 2006 MIDA Ghana/Senegal BANDO 2006 Co-finanziamento per progetti imprenditoriali di co-sviluppo 1 presentati da immigrati senegalesi e ghanesi regolarmente residenti in Italia Codice di riferimento: MIDA- 02-

Dettagli