Problemi di Fisica La Dinamica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "www.scuolainweb.altervista.org Problemi di Fisica La Dinamica"

Transcript

1 L Dinmi Poblemi di isi L Dinmi PROBLEA N. Un opo di mss m 4 kg viene spostto on un foz ostnte 3 N su un supefiie piv di ttito pe un ttto s,3 m. Supponendo he il opo inizilmente è in ondizione di iposo, lole l veloità finle ed il tempo he impieg pe peoee il ttto s. Digmm delle foze Dll seond legge dell dinmi ivimo l elezione: 3 m m 4,54m / s Poihé si ttt di un moto unifomemente eleto, pplihimo le eltive leggi: s s + v t + v f v + t t poihé V e S le elzioni diventno: s t v f t Si ttt di un sistem di due equzioni in due inognite, t e V f, le ui soluzioni sono: t v s,9s s,58m / s

2 L Dinmi PROBLEA N. Un opo di mss kg si muove on veloità V 3 m/s. Un foz diett in senso opposto l moto est il opo dopo un tempo t s. Clole: L intensità dell foz pplit Lo spzio peoso dll istnte in ui viene pplit l foz Applihimo il pinipio dell dinmi pe lole l foz he est il opo: 3 6N V VI 3 dove 3m / s t L foz è negtiv in qunto si oppone l moto fino d estlo. Poihé si ttt di un moto unifomemente deeleto, lo spzio peoso nel tempo t s è dto d: s V t t 3 3 I,5m PROBLEA N. 3 Un opo di mss kg è in moto su un pino oizzontle he pesent un oeffiiente di ttito µ,. Se ll istnte t tle opo possiede un veloità di m/s, qunto vle l intensità dell foz he dobbimo pplie d quell istnte in poi pehé il opo ontinui muovesi di moto ettilineo unifome? Digmm delle foze Il quesito del poblem tov l ispost nel: pinipio dell dinmi V os t µ R µ g, 9,8 9,6N

3 L Dinmi PROBLEA N. 4 Un opo di mss kg viene lnito veso l lto lungo un pino inlinto α 3 e on oeffiiente di ttito µ,4. Detemine l foz he bisogn pplie l opo ffinhé il moto lungo il pino inlinto si unifome Il quesito del poblem tov l ispost nel: pinipio dell dinmi V ost P + P µ P + P µ P osα + P senα P ( µ osα + sen α ) x x x g ( µ os α + sen α ) 9,8 (, 4 os 3 + sen3 ) 6,6N PROBLEA N. 5 Il oeffiiente di ttito t un opo di mss kg ed il pvimento è µ,. Clole l elezione impess l opo d un foz di N inlint di 6 ispetto ll oizzontle, e l ezione vinole. Digmm delle foze Il poblem viene isolto pplindo il seondo pinipio dell dinmi, tenendo onto he si ttt di un equzione vettoile: x x R + P

4 L Dinmi Il sistem osì ottenuto ontiene le due inognite del poblem, l elezione e l ezione vinole R. Risolto dà le seguenti soluzioni: R P x g senα 9,8 sen6 9N os α µ R os 6,9,5m / s PROBLEA N. 6 Un utomobile vente l mss 6 kg peoe 8 m, pim di femsi, on un foz fennte ostnte pi 65 N. Clole:. L veloità dell utomobile ll istnte in ui inizi l fent. Il tempo impiegto pe femsi Innnzitutto lolimo l deelezione, ttveso il pinipio dell dinmi,subit dll mhin dunte l fent: ,9m / Poihé si ttt di un moto unifomemente deeleto, pplihimo le ispettive leggi pe ispondee i quesiti del poblem s. S Vt t S S 8 S t t S t t S t t t 6, 4s 3,9 V t. V 3,9 6,4 5m / s 9km / h PROBLEA N. 7 Un elettone viene spto t due piste ihe on un veloità V 6 m/s. Il mpo -7 elettio t le due piste ostol il moto dell elettone on un foz 4,8 N. Spendo he l mss dell elettone è m,9-3 kg, lole l distnz peos pim di essee estto dll foz eletti. Innnzitutto lolimo l deelezione subit dll elettone, ttveso il pinipio dell dinmi: 7 4,8 3 5,3 m / s 3,9

5 L Dinmi Poihé si ttt di un moto unifomemente deeleto, pplihimo le ispettive leggi pe ispondee i quesiti del poblem: V t S V 6 5,3 t t 3,4 6 7 s,4 7 5,3 3 (,4 7 ),4m 4m PROBLEA N. 8 Un opo di mss viene lnito lungo un pino inlinto (α 3 ) on veloità V m/s. Se l ttito t opo e pino è µ,, detemine qule ltezz h, ispetto ll oizzontle, si fem il opo. Innnzitutto lolimo l deelezione, ttveso il pinipio dell dinmi, subit dl opo dunte il moto lungo il pino inlinto: P µ P x Px µ P osα P senα P ( µ osα sen α) Px g / ( µ os α sen α ) 9, 8 (, os 3 sen3 ) 6, 6m / s / Poihé si ttt di un moto unifomemente deeleto, pplihimo le ispettive leggi lole lo spzio peoso: pe V t S V t 6,6 t,5s,5 6,6,5 7,6m D onsidezioni di ttee tigonometio lolimo l ltezz h ll qule il opo si fem: h Ssenα 7,6 sen3 3,8m

6 L Dinmi PROBLEA N. 9 Un mss 3,3kg si muove su un pino on un oeffiiente d ttito µ.3, seondo l diezione indit in figu, sotto l zione di un mss m,kg. Nell ipotesi he l fune si piv di mss e he l uol non intodue nessun ttito, lole l elezione e l tensione dell od. Applihimo l seond legge dell dinmi i due opi, tenendo pesente he l elezione è l stess pe le due msse in bse lle ipotesi del poblem: CORPO x N P CORPO m Pm m Riunimo le peedenti equzioni in un unio sistem di te equzioni in te inognite: he isolto, dà le seguenti soluzioni: N P P m m N P g 3,3 9,8 3,3N + 3, +,33,3 5,9N,9 + Pm m 3,3 +,33,3,6, 5,4,9 m / s 5, 4

7 L Dinmi PROBLEA N. Dto il sistem di msse in figu, lole l loo elezione e l tensione dell fune, nell ipotesi he l fune non bbi mss e l uol si piv di ttito. Applihimo l seond legge dell dinmi i due opi, tenendo pesente he l elezione è l stess pe le due msse in bse lle ipotesi del poblem: P P m m E un sistem di due equzioni in due inognite, he isolto dà le seguenti soluzioni: g g 7N g mg m ( + m) g ( m) m g + m 3,6m / s PROBLEA N. Un psseggeo di mss m 7. kg st su un bilni nell bin di un sensoe. Che os segn l bilni qundo l elezione ssume i vloi dti in figu?

8 L Dinmi so: N g N g 7, 9,8 78N L bilni segn il peso effettivo del psseggeo so: -3, m/s N g N g (g ) 7, (9,8 3,) 477N L bilni segn un peso infeioe di 3 N ed il psseggeo pens di ve dimgito 3,6 kg ( P/g 3/9,8 3,6 kg) 3 so: 3, m/s N g N (g + ) 7, (9,8 + 3,) 939N L bilni segn un peso supeioe di 3 N ed il psseggeo pens di ve ingssto 3,6 kg ( P/g 3/9,8 3,6 kg) PROBLEA N. Clole l veloità di un uto nell istnte in ui effettu un fent, supponendo he l stisit dei pneumtii sull sflto si di 9 m ed il oeffiiente di ttito dinmio µ D.6 Applindo le equzioni del moto unifomemente eleto si ottiene: s v t t v f v t V s essendo v f Il vloe dell elezione lo ivimo pplindo il pinipio dell dinmi: µ Dg / / µ D g In definitiv: v µ D g s Km / h

9 L Dinmi PROBLEA N. 3 Dto il sistem in figu (m 4kg α 3 ) lole il oeffiiente di ttito dinmio t l mss m ed il pino inlinto nell ipotesi he le msse si muovno di moto unifome. pinipio dell dinmi pplito ll mss : x Px N P dove pehé v ostnte pinipio dell dinmi pplito ll mss m : m Pm dove pehé v ostnte Riunimo le peedenti equzioni in un unio sistem: Px N P Pm Spendo he P x P senα e P P osα il sistem mmetteà le seguenti soluzioni: m g 49,8 37N Px gsenα 37 49,8 sen3 68N N P g os α 49,8 os 3 9N Petnto il oeffiiente di ttito dinmio sà: N µ 68 N 9 µ D D,57

10 L Dinmi PROBLEA N. 4 Dto il sistem in figu fomto dlle msse kg e d un pino inlinto (α 3 ) pivo di ttito, detemine:. L elezione delle msse. L tensione dell fune, suppost inestensibile 3. L ezione vinole del pino inlinto Il poblem viene isolto pplindo il seondo pinipio dell dinmi isun mss e tenendo onto he sono equzioni vettoili e ome tli somponibili lungo gli ssi tesini. Inolte, in bse lle ipotesi del poblem, l elezione è l stess pe le due msse osì ome l tensione dell fune. CORPO x Px R P CORPO P NOARE: Abbimo ipotizzto he l mss si muove veso il bsso, ed in bse l sistem di ifeimento selto l su elezione è un vettoe negtivo, e quindi l mss si muove veso l lto lungo il pino inlinto, ed in bse l sistem di ifeimento selto l su elezione è un vettoe positivo. Riunimo le peedenti equzioni in un unio sistem, ottenendo osì un sistem di te equzioni in te inognite, he sono quelle poste ome quesito dl poblem: Px R P P Risolvimo il sistem on il metodo di sostituzione, ivndo l inognit dll pim equzione e sostituendol nell tez equzione ottenimo il vloe dell elezione: Px + P P P x P P senα P ( sen α) g / ( sen α) x + P P Px,45m/s / R P

11 L Dinmi A questo punto le lte inognite sono filmente lolbili: P senα + g senα + (g senα + ) (9,8 sen3 +,45) 4,7N,45m / s R P P osα g osα 9,8 os3 7N Conlusione: L mss si muove veso il bsso pehé il vloe tovto, essendo positivo, è in odo on l ipotesi ftt. PROBLEA N. 5 Un opo di mss 75kg viene tito, veloità ostnte, on un fune inestensibile on un ngolo α 4 ispetto ll diezione di moto. Supponendo he il oeffiiente di ttito dinmio è µ D., lole l tensione dell fune. PRINCIPIO DELLA DINAICA APPLICAO AL CORPO x pehé V ost Il sistem divent: os α N + P N + senα P dove: sinα osα µ D N µ D g P g Il sistem, osì ottenuto, nelle inognite e N, mmette le seguenti soluzioni: µ Dg 9N os α + µ D senα N g senα 67N PROBLEA N. 6 L figu ppesent un utomobile di mss 6kg he viggi veloità ostnte v m/s su un pist pin e iole di ggio R 9m. Qul è il vloe minimo del oeffiiente di ttito t i pneumtii ed il teeno he impedise ll mhin di slitte veso l esteno? Se l uv è sopelevt, qule ngolo dovà essee inlinto il fondo stdle pe gntie l tenut di std senz l usilio dell foz di ttito?

12 L Dinmi Digmm delle foze PRIO CASO PRINCIPIO DELLA DINAICA APPLICAO AL CORPO dove P g v /R µ D N µ D g x N P Petnto: µ v / g / R V g R 9,8 9 D µ D, SECONDO CASO PRINCIPIO DELLA DINAICA x N N P N senα N os α g C dove: N v N osα N N senα P g /R Dividendo membo membo le equzioni del sistem, ottenimo: N/ os α Nsen / α g / / tgα g tgα g V g R, α 9,8 9

13 L Dinmi PROBLEA N.7 Un veiolo ompie un gio dell mote su un pist iole, di ggio R 3 m, dispost in un pino vetile. Qul è l minim veloità he il veiolo deve vee nel punto più lto dell pist? PRINCIPIO DELLA DINAICA APPLICAO AL CORPO N + P dove P g v /R (elezione entipet) S e il veiolo è nell ondizione di pedee onttto on l pist, llo N, pe ui l legge divent: v P g / / V g R 9,8 3 R 5,4m / s Pe essee eti he il veiolo non ped onttto on l pist nel punto più lto, l veloità deve essee mggioe di 5.4 m/s. PROBLEA N.8 Dto il sistem in figu, lole l elezione e le tensioni delle funi.

14 OLUZIONE isegnimo il digmm delle foze pe isun opo: : L Dinmi S D Applihimo il pinipio dell dinmi isun opo P R P R P Roglimo in un unio sistem le equzioni utili i fini del poblem: P 3 Sommimo membo membo le te equzioni: ) ( P / + / / + / Dll equzione osì ottenut lolimo l elezione delle msse: s 4,9m / 9, g P + + Le tensioni delle funi, di onseguenz, sono: 4,7N 4,9 3 9,6N 4,9) (9,8 4 ) (g g P 3

15 L Dinmi PROBLEA N.9 Dto il sistem in figu ( 3 kg e 4 kg) lole: le elezioni e l tensione delle funi, nell ipotesi he l fune si inestensibile e piv di mss e le uole non bbino dimensioni e sino pive di mss; l ondizione di equilibio del sistem. IPOESI: Si l mss dee veso il bsso. L ipotesi ftt è ininfluente i fini dell isoluzione del poblem. Applihimo il pinipio dell dinmi lle due msse: P P + P P Notimo: pe le ipotesi ftte sull fune, le tensio ni in gioo sono tutte uguli; le elezioni dei due opi sono div ese; inftti se si muove di un ttto L veso il bsso, poihé l fune è inestensibile, tle ttto di fune dovà essee sotttto l ttto di fune he vvolge l uol. Questo ttto sà quindi ottenuto pelevndo un ttto L/ sinist e dest dell uol. Allo l veloità V L/ t di è doppi ispetto ll veloità V L/ t di e nlogmente pe le elezioni ottenimo: tte queste onsidezioni, isolvimo il sistem di equzioni: P P P P 4 P L seond equzione del sistem ontiene l uni inognit : + 4 P P P P g g ( ) P P g 9, 8,3m / s A questo punto è semplie lole e :,3, 45m / s g. (g ) 3 (9, 8,3) N Poihé è positiv, l ipotesi ftt è giust, ioè de veso il bsso e si muove veso l lto. Se fosse stt negtiv, il poblem sebbe stto isolto nello stesso modo, m vemmo onluso he si muove veso l lto e veso il bsso. L equilibio si ottiene se ioè: P P g/ ( P P ) P P 4 + g/

16 L Dinmi PROBLEA N. Dto il sistem di msse in figu, lole l elezione e l tensione dell fune, nell ipotesi he si piv di mss ed inestensibile. IPOESI: sende sle enendo onto del digmm delle foze, il pinipio dell dinmi pplito lle due msse divent: P R x P Px R P Le equzioni he sevono ispondee i quesiti del poblem sono: Px Px Risolvimo il sistem on il metodo di iduzione, pe ui, sommndo membo membo le due equzioni ottenimo un equzione in un sol inognit: Px / + / Px + ( + ) P senβ µ P osβ µ P os α P senα P (senβ µ os β) P ( µ os α + sen α) ( + ) P (senβ µ os β) P ( µ os α + sen α) + 3 9,8 (sen45, 4 os 45 ) 9,8 (, os 6 + sen6 ),75m / s 3+ Poihé l elezione è positiv, l ipotesi ftt è giust, ioè de veso il bsso e si muove veso l lto. Se fosse stt negtiv, il poblem sebbe stto isolto nello stesso modo, m vemmo onluso he si muove veso l lto e veso il bsso. Not l elezione possimo lole dll pim equzione del sistem l tensione dell fune: Px g senβ µ g osβ g (senβ µ osβ) 3 9,8 (sen45,4 os 45 ) 3,75,N

17 L Dinmi PROBLEA N. Un opo di mss kg si poggito su un pino inlinto on oeffiiente di ttito sttio µ S,5 e oeffiiente di ttito dinmio µ D,3. Si suppong di solleve lentmente il pino vindo l ngolo α. Clole: pe qule vloe di α il opo omini sivole on qule elezione il opo si muove in oispondenz dell ngolo α Un punto mteile è in equilibio se l somm vettoile di tutte le foze he gisono su di esso è null: CONDIZIONE DI EQUILIBRIO x Utilizzimo l pim equzione pe lole l ngolo in oispondenz del qule il opo omini sivole: P x senα P/ senα µ S P/ os α µ s tgα tgα,5 α 7 os α Qundo il opo omini sivole, l foz d ttito diminuise pehé il oeffiiente d ttito divent quello dinmio, pe ui, pplindo il pinipio dell dinmi, l elezione si lol ome: P P senα µ P x D 9,8 (sen7,3 os 7 ),8m / s P osα g / (senα µ / osα) x D D D

18 L Dinmi PROBLEA N. Cl ole l elezione del sistem di msse ppesentto in figu: Applihimo il seondo pinipio dell dinmi lle singole msse: x x Px R P Px R P Poihé il opo h un mss ed un oeffiiente d ttito mggioi ispetto l opo, l foz d ttito he gise su è mggioe ispetto quell he gise su, pe ui, fenndo il moto di, f sì he il bloo di msse si muov insieme lungo il pino inlinto. Petnto, sommndo membo membo le pime equzioni dei due sistemi ottenimo un uni equzione nell inognit : P + P P senα + P senα µ P µ P Px + Px ( + ) + + x x P senα + P senα µ P os α µ P os α P (senα µ os α ) + P (senα µ os α) ,8 (sen3,5 os3 ) + 9, 8 (sen3,3 os3 ),78m / s 5+

19 L Dinmi PROBLEA N.3 Clole il peiodo di osillzione e l pulszione di un moll he viene llungt di,4 m d un mss di kg. Petnto: e Le foze in gioo sono l foz elsti e l foz peso, pe ui pplindo il pinipio dell dinmi lolimo l ostnte elsti dell moll he seve pe lole il peiodo di osillzione: g 9,8 k x g k x,4 4,5N / m π π π π,3s ω 5d / s k 4,5,3 PROBLEA N.4 Un std pesent un uv di ggio R m. Supponendo he il oeffiiente di ttito f le uote di un uto e l std si µ,5, lole l mssim veloità ffinhé l uv si peos senz sbnde. L foz he pemette ll uto di peoee l uv senz sbnde è l foz entipet, he in questo so oinide on l foz d ttito, pe ui il pinipio dell dinmi divent: V V µ g / / V µ Rg, 5 9, 8 m / s 8km / h R R PROBLEA N.5 Un opo di mss kg si muove di moto monio on mpiezz m. Spendo he il vloe mssimo dell elezione è 3,94 m/s, lole l fequenz del moto e l foz gli estemi di osillzione. Pe lole l fequenz del moto monio i seve il vloe dell pulszione he si lol ttveso l fomul dell elezione del moto monio: ω x ω x 3,94, 6,3d / s pe ui: ω ω πf f Hz π Dl pinipio dell dinmi lolimo l foz gli estemi di osillzione: 3,94 3,94N

20 L Dinmi PROBLEA N.6 Un opo di mss 4 kg osill sotto l zione di due molle venti ostnti elstihe K N/m e K 5 N/m. Clole il peiodo di osillzione del sistem. Si dunte l fse di ompessione he di llungmento di entmbe le molle, l mss sà sottopost sempe due foze elstihe onodi, pe ui il pinipio dell dinmi divent: e + e kx k x ( k + k ) x Spendo he ω x bbimo he: (k + k ) x/ ω x/ ω k + k pe ui l osillzione del sistem è: ω π π π ω k + k 4 + 5,67s PROBLEA N.7 Un pendolo semplie di lunghezz L m pot ll estemità un pllin di mss g. Qundo il filo fom on l vetile un ngolo di 45 l pllin h un elezione entipet di 4 m/s. Clole l veloità dell pllin e l tensione del filo nell posizione onsidet. Dll fomul dell elezione entipet lolimo l veloità dell pllin ome fomul inves: V V L L 4 m / s Dl pinipio dell din mi lolimo l tensione dell fune: P P + g os α + (g os α + ), (9,8 os ),9N

Momento di una forza rispettto ad un punto

Momento di una forza rispettto ad un punto Momento di un fo ispettto d un punto Rihimimo lune delle definiioni e popietà sui vettoi già disusse ll iniio del oso Podotto vettoile: ϑ ϑ sin sin θ Il vettoe è dietto lungo l pependiole l pino individuto

Dettagli

capacità si può partire dalla sua definizione: C = e dalla relazione fra la differenza di potenziale ed il campo elettrico: V

capacità si può partire dalla sua definizione: C = e dalla relazione fra la differenza di potenziale ed il campo elettrico: V secizio (ll ppello 6/7/4) n conenstoe pino è costituito ue mtue qute i lto b septe un istnz. Il conenstoe viene completmente cicto ll tensione e poi scollegto ll bttei ust pe ciclo, così est isolto ll

Dettagli

Lezione 7: Rette e piani nello spazio

Lezione 7: Rette e piani nello spazio Lezione 7: Rette e pini nello spzio In quest lezione i metteremo in un riferimento rtesino ortonormle dello spzio. I primi oggetti geometrii he individuimo sono le rette e i pini. Per qunto rigurd le rette

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE Soluzioni di quesiti e prolemi trtti dl Corso Bse Blu di Mtemti volume 5 [] (Es. n. 8 pg. 9 V) Dell prol f ( ) si hnno le seguenti informzioni, tutte

Dettagli

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE G. Smmito, A. Bernrdo, Formulrio di mtemti Equzioni lgerihe F. Cimolin, L. Brlett, L. Lussrdi. EQUAZIONI ALGEBRICHE. Prinipi di equivlenz Si die identità un'uguglinz tr due espressioni ontenenti un o più

Dettagli

Angoli e funzioni. goniometriche

Angoli e funzioni. goniometriche UNITÀ 1 ngoli e funzioni goniometihe TEORI 1 Definizioni di ngolo Misu degli ngoli 3 Funzioni goniometihe seno e oseno 4 Funzioni goniometihe tngente e otngente 5 Vloi delle funzioni goniometihe 6 Gfii

Dettagli

La parabola. Fuoco. Direttrice y

La parabola. Fuoco. Direttrice y L prol Definizione: si definise prol il luogo geometrio dei punti del pino equidistnti d un punto fisso detto fuoo e d un rett fiss dett direttrie. Un rppresentzione grfi inditiv dell prol nel pino rtesino

Dettagli

VERIFICA DI UN CIRCUITO RESISTIVO CONTENENTE PIÙ GENERATORI CON UN TERMINALE COMUNE E SENZA TERMINALE COMUNE.

VERIFICA DI UN CIRCUITO RESISTIVO CONTENENTE PIÙ GENERATORI CON UN TERMINALE COMUNE E SENZA TERMINALE COMUNE. FCA D UN CCUTO SSTO CONTNNT PÙ GNATO CON UN TMNAL COMUN SNZA TMNAL COMUN. Si verifino quttro iruiti on due genertori: genertori on polrità onorde e un terminle omune genertori on polrità disorde e un terminle

Dettagli

Robotica industriale. Motori a magneti permanenti. Prof. Paolo Rocco (paolo.rocco@polimi.it)

Robotica industriale. Motori a magneti permanenti. Prof. Paolo Rocco (paolo.rocco@polimi.it) Rooti industrile Motori mgneti permnenti Prof. Polo Roo (polo.roo@polimi.it) Generzione di oppi L legge di Lorentz i die he un ri elettri q in moto on veloità v in un mpo mgnetio di intensità B è soggett

Dettagli

11. Geometria piana ( ) ( ) 1. Formule fondamentali. Rettangolo. A = b = h = = b h. b = base h = altezza. Quadrato

11. Geometria piana ( ) ( ) 1. Formule fondamentali. Rettangolo. A = b = h = = b h. b = base h = altezza. Quadrato 11. Geometi pin 1. Fomule fonmentli Rettngolo = h = h = h p= + h p= + h h= p = p h + ( ) = h = h h = = se = igonle p = peimeto h = ltezz = e p = semipeimeto Quto = l l = = l l = l = lto = igonle = e p

Dettagli

Problemi: dinamica. blocco M: blocco m: i due corpi hanno stressa accelerazione a!!! T + decimali e cifre significative!!

Problemi: dinamica. blocco M: blocco m: i due corpi hanno stressa accelerazione a!!! T + decimali e cifre significative!! Poblemi: inmic. Un blocco i mss M. k scoe su un supeicie oizzontle senz ttito. le blocco è leto meinte un une che pss ttveso un pulei un secono blocco i mss m. k. une e pulei sono pive i mss. Mente il

Dettagli

Ottavio Serra. Dalle leggi di Keplero alla legge di gravitazione universale di Newton.

Ottavio Serra. Dalle leggi di Keplero alla legge di gravitazione universale di Newton. Ottvio Se Dlle leggi di Keleo ll legge di gvitzione univesle di Newton Pemess utti snno he Newton giunse ll legge di gvitzione univesle deivndol mtemtimente dlle te leggi ottenute induttivmente d Keleo

Dettagli

www.scuolainweb.altervista.org Problemi di Fisica La Cinematica Moti unidimensionali Moti nel piano 1. Moti unidimensionali

www.scuolainweb.altervista.org Problemi di Fisica La Cinematica Moti unidimensionali Moti nel piano 1. Moti unidimensionali Problemi di Fisic Moti unidimensionli Moti nel pino. Moti unidimensionli Problem N. Rppresentre grficmente le seguenti leggi del moto rettilineo uniforme e commentrle: ) S 0 -t ) S 5t 3) S -0 + 3t 4) S

Dettagli

EX 1 Una cassa di massa m=15kg è ferma su una superficie orizzontale scabra. Il coefficiente di attrito statico è µ s

EX 1 Una cassa di massa m=15kg è ferma su una superficie orizzontale scabra. Il coefficiente di attrito statico è µ s STATICA EX Una cassa di massa m=5kg è fema su una supeficie oizzontale scaba. Il coefficiente di attito statico è µ s = 3. Supponendo che sulla cassa agisca una foza F fomante un angolo di 30 ispetto al

Dettagli

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE Eserizi dell lezione sull Geomeri Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ES ERCIZI SULL' IPERBOLE ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA. Determinre l equzione dell ironferenz

Dettagli

Dinamica: Applicazioni delle leggi di Newton

Dinamica: Applicazioni delle leggi di Newton Fisic Fcolà di Scienze MM FF e, Uniesià Snnio Dinmic: Appliczioni delle leggi di ewon Gionni Filell (filell@unisnnio.i) Il poblem genele dell dinmic Quindi se conoscimo ue le foze che giscono su un oggeo

Dettagli

COMBINAZIONI DI CARICO SOLAI

COMBINAZIONI DI CARICO SOLAI COMBINAZIONI DI CARICO SOLAI (ppunti di Mrio Zfonte in fse di elorzione) Ai fini delle verifihe degli stti limite, seondo unto indito dll normtiv, in generle le ondizioni di rio d onsiderre, sono uelle

Dettagli

Campo elettrico in un conduttore

Campo elettrico in un conduttore Cmpo elettico in un conduttoe In entmbi i csi se il conduttoe è isolto e possiede un cic totle, dett cic si dispone sull supeficie esten del conduttoe; se così non fosse inftti ci sebbe un foz sulle ciche

Dettagli

Geometria elementare. Sezione Prima Geometria nel piano

Geometria elementare. Sezione Prima Geometria nel piano pitolo 3 Geometi elemente Sezione Pim Geometi nel pino 1 Enti geometii fondmentli 113 on il temine Geometi, pol ompost di oigine ge he signifi lettelmente misuzione dell te, s intende l sienz zionle he

Dettagli

Test di autovalutazione

Test di autovalutazione UNITÀ ELEMENTI DI CALCOLO ALGEBRICO Test di utovlutzione 0 0 0 0 0 0 60 0 80 90 00 n Il mio punteggio, in entesimi, è n Rispondi ogni quesito segnndo un sol delle lterntive. n Confront le tue risposte

Dettagli

Energia potenziale e dinamica del punto materiale

Energia potenziale e dinamica del punto materiale Enegia potenziale e dinamica del punto mateiale Definizione geneale di enegia potenziale (facoltativo) In modo geneale, la definizione di enegia potenziale può esee pesentata come segue. Sia un punto di

Dettagli

durante lo spostamento infinitesimo dr la quantità data dal prodotto scalare F dr

durante lo spostamento infinitesimo dr la quantità data dal prodotto scalare F dr 4. Lavoo ed enegia Definizione di lavoo di una foza Si considea un copo di massa m in moto lungo una ceta taiettoia. Si definisce lavoo infinitesimo fatto dalla foza F duante lo spostamento infinitesimo

Dettagli

Magnetostatica: forze magnetiche e campo magnetico

Magnetostatica: forze magnetiche e campo magnetico Magnetostatica: foze magnetiche e campo magnetico Lezione 6 Campo di induzione magnetica B() (nomenclatua stoica ; in ealtà si dovebbe chiamae, e spesso lo è, campo magnetico) è un campo di foze vettoiale

Dettagli

8 Equazioni parametriche di II grado

8 Equazioni parametriche di II grado Equzioni prmetrihe di II grdo Un equzione he oltre ll inognit (o lle inognite) ontiene ltre lettere (un o più) si die letterri o prmetri e le lettere sono himte, nhe, prmetri; si suppong he l equzione

Dettagli

Nome.Cognome classe 5D 18 Marzo 2014. Verifica di matematica

Nome.Cognome classe 5D 18 Marzo 2014. Verifica di matematica Nome Cognome cls 5D 18 Mrzo 01 Problem Verific di mtemtic In un sistem di riferimento crtesino Oy, si consideri l funzione: ln f ( > 0 0 e si determini il vlore del prmetro rele in modo tle che l funzione

Dettagli

] + [ ] [ ] def. ] e [ ], si ha subito:

] + [ ] [ ] def. ] e [ ], si ha subito: OPE OPERAZIONI BINARIE Definizione di operzione inri Dto un insieme A non vuoto, si him operzione (inri) su A ogni pplizione di A in A In generle, un'operzione su A viene indit on il simolo Se (x, y) è

Dettagli

A.A.2009/10 Fisica 1 1

A.A.2009/10 Fisica 1 1 Mhine termihe e frigoriferi Un mhin termi è un mhin he, grzie un sequenz i trsformzioni termoinmihe i un t sostnz, proue lvoro he può essere utilizzto. Un mhin solitmente lvor su i un ilo i trsformzioni

Dettagli

I principi della Dinamica. L azione di una forza è descritta dalle leggi di Newton, possono fare Lavoro e trasferire Energia

I principi della Dinamica. L azione di una forza è descritta dalle leggi di Newton, possono fare Lavoro e trasferire Energia I pincipi della Dinamica Un oggetto si mette in movimento quando viene spinto o tiato o meglio quando è soggetto ad una foza 1. Le foze sono gandezze fisiche vettoiali che influiscono su un copo in modo

Dettagli

a è detta PARTE LETTERALE

a è detta PARTE LETTERALE I MONOMI Si die MONOMIO un espressione letterle in ui le unihe operzioni presenti sino il prodotto e l divisione. Esempio è detto COEFFICIENTE del monomio e è dett PARTE LETTERALE Un monomio si die ridotto

Dettagli

U.D.1:ripetizione. U.D.1: piano cartesiano. U.D.2 :La retta. U. D.3 : I sistemi. U.D.1: Le equazioni fratte U.D.1:Disequazioni di primo grado

U.D.1:ripetizione. U.D.1: piano cartesiano. U.D.2 :La retta. U. D.3 : I sistemi. U.D.1: Le equazioni fratte U.D.1:Disequazioni di primo grado U.D.1:ripetizione U.D.1: pino rtesino U.D.2 :L rett U. D.3 : I sistemi U.D.1: Le equzioni frtte U.D.1:Disequzioni di primo grdo Istituzione Solsti MARGHERITA DI SAVOIA Anno Solstio 2014/15 CLASSE II B

Dettagli

Formule di Gauss Green

Formule di Gauss Green Formule di Guss Green In queste lezioni voglimo studire il legme esistente tr integrli in domini bidimensionli ed integrli urvilinei sull frontier di questi. In seguito i ouperemo del problem nlogo nello

Dettagli

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi Mtemtic per l nuov mturità scientific A. Bernrdo M. Pedone 3 Questionrio Quesito 1 Provre che un sfer è equivlente i /3 del cilindro circoscritto. r 4 3 Il volume dell sfer è 3 r Il volume del cilindro

Dettagli

Dinamica. Se un corpo non interagisce con altri corpi la sua velocità non cambia.

Dinamica. Se un corpo non interagisce con altri corpi la sua velocità non cambia. Poblema fondamentale: deteminae il moto note le cause (foze) pe oa copi «puntifomi» Dinamica Se un copo non inteagisce con alti copi la sua velocità non cambia. Se inizialmente femo imane in quiete, se

Dettagli

3. La velocità v di un satellite in un orbita circolare di raggio r intorno alla Terra è v = e,

3. La velocità v di un satellite in un orbita circolare di raggio r intorno alla Terra è v = e, Capitolo 10 La gavitazione Domande 1. La massa di un oggetto è una misua quantitativa della sua inezia ed è una popietà intinseca dell oggetto, indipendentemente dal luogo in cui esso si tova. Il peso

Dettagli

Magnetostatica: forze magnetiche e campo magnetico

Magnetostatica: forze magnetiche e campo magnetico Magnetostatica: foze magnetiche e campo magnetico Lezione 6 Campo di induzione magnetica () (nomenclatua stoica ; in ealtà si dovebbe chiamae, e spesso lo è, campo magnetico) è un campo di foze vettoiale

Dettagli

Sistemi inerziali Forza centripeta e forze apparenti Forza gravitazionale. 03/11/2011 G. Pagnoni 1

Sistemi inerziali Forza centripeta e forze apparenti Forza gravitazionale. 03/11/2011 G. Pagnoni 1 Sistemi ineziali Foza centipeta e foze appaenti Foza gavitazionale 03/11/011 G. Pagnoni 1 Sistemi ineziali Sistema di ifeimento ineziale: un sistema in cui è valida la pima legge di Newton (I legge della

Dettagli

Test di autovalutazione

Test di autovalutazione Test di utovlutzione 0 0 0 0 0 50 0 70 0 0 00 n Il mio punteggio, in entesimi, è n Rispondi ogni quesito segnndo un sol delle 5 lterntive. n Confront le tue risposte on le soluzioni. n Color, prtendo d

Dettagli

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI DEFINIZIONE: Due mtici qudte A e B, dello stesso odine n, si dicono simili se esiste un mtice non singole S, tle che isulti: B S A S L mtice S si chim nche mtice

Dettagli

Grandezze cinematiche angolari (1)

Grandezze cinematiche angolari (1) Uniesità degli Studi di Toino D.E.I.A.F.A. MOTO CIRCOLARE UNIFORME FISICA CdL Tecnologie Agoalimentai Uniesità degli Studi di Toino D.E.I.A.F.A. Genealità () Moto di un punto mateiale lungo una ciconfeenza

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

12 L energia e la quantità di moto - 12. L impulso

12 L energia e la quantità di moto - 12. L impulso L enegia e la quantità di moto -. L impulso Il momento angolae e il momento d inezia Il momento angolae nalizziamo alcuni moti di otazione. Se gli attiti sono tascuabili, una uota di bicicletta messa in

Dettagli

IL MOMENTO ANGOLARE E IL MOMENTO D INERZIA

IL MOMENTO ANGOLARE E IL MOMENTO D INERZIA . L'IMPULS 0 DI MT IL MMENT NGLRE E IL MMENT D INERZI Il momento angolae nalizziamo alcuni moti di otazione. Se gli attiti sono tascuabili, una uota di bicicletta messa in otazione può continuae a giae

Dettagli

FUNZIONI MATEMATICHE. Una funzione lineare è del tipo:

FUNZIONI MATEMATICHE. Una funzione lineare è del tipo: FUNZIONI MATEMATICHE Le relzioni mtemtihe utilizzte per desrivere fenomeni nturli, in iologi ome in ltre sienze, possono ovvimente essere le più svrite. Per lo più si trtt di equzioni lineri, qudrtihe,

Dettagli

d coulomb d volt b trasformatore d alternatore b amperometro d reostato

d coulomb d volt b trasformatore d alternatore b amperometro d reostato ppunti 7 TEST DI VERIFICA 1 Unità i misur ell ri elettri: henry weer volt oulom 2 Unità i misur ell pità elettri: oulom henry fr volt 3 Gener orrente lternt: umultore resistenz 4 Misur l tensione: resistometro

Dettagli

La statistica nei test Invalsi

La statistica nei test Invalsi L sttisti nei test Invlsi 1) Osserv il grfio seguente he rppresent l distriuzione perentule di fmiglie per numero di omponenti, in se l ensimento 2001.. Qul è l perentule di fmiglie on 2 omponenti? Rispost:..%.

Dettagli

esercizi su controllo di accesso e sicurezza di sistema 2006-2008 maurizio pizzonia sicurezza dei sistemi informatici e delle reti

esercizi su controllo di accesso e sicurezza di sistema 2006-2008 maurizio pizzonia sicurezza dei sistemi informatici e delle reti eseizi su ontollo di esso e siuezz di sistem 2006-2008 muizio pizzoni siuezz dei sistemi infomtii e delle eti 1 ess mtix e onfidenzilità S={,,} O={f,f,} R={ed,ite} il modello è DAC o MAC? può sivee i file?

Dettagli

Data una circonferenza, si chiama radiante l angolo al centro che sottende un arco di lunghezza uguale al raggio.

Data una circonferenza, si chiama radiante l angolo al centro che sottende un arco di lunghezza uguale al raggio. LE FUNZINI GNIMETRIHE E L RISLUZINE DEI TRINGLI LE FUNZINI GNIMETRIHE E L RISLUZINE DEI TRINGLI. LE FUNZINI GNIMETRIHE L misu degli ngli L misu in gdi Nel sistem sessgesimle, l unità di misu degli ngli

Dettagli

Siano α(x), β(x) due funzioni continue in un intervallo [a, b] IR tali che. α(x) β(x).

Siano α(x), β(x) due funzioni continue in un intervallo [a, b] IR tali che. α(x) β(x). OMINI NORMALI. efinizione Sino α(), β() due funzioni continue in un intervllo [, b] IR tli che L insieme del pino (figur 5. pg. ) α() β(). = {(, ) [, b] IR : α() β()} si chim dominio normle rispetto ll

Dettagli

Esercizi sulle curve in forma parametrica

Esercizi sulle curve in forma parametrica Esercizi sulle curve in form prmetric Esercizio. L Elic Cilindric. Dt l curv di equzioni prmetriche: xt cos t yt sin t t 0 T ] > 0 b IR zt bt trovre: versore tngente normle binormle vettore curvtur rggio

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Terza. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Terza. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri Superiore Clsse Terz Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile INDUCTIVE COMPONENTS I 0 I 0 IBK ELETTROMAGNETI IBK Elettomneti e l utomzione flessibile Ctloo eli elettomneti IBK e l zionmento ei sistemi oscillnti Eizione Mio 2004 www.eoitli.it/ootti/feee.tml Elettomneti

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. 2003

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. 2003 ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. Il cndidto risolv uno dei due problemi e 5 dei quesiti in cui si rticol il questionrio. PROBLEMA Nel pino sono dti: il cerchio di dimetro OA,

Dettagli

1 O 1 3. 2, calcola l area della regione piana delimitata da C dalla curva di equazione y = gl(x) nell intervallo [-2;

1 O 1 3. 2, calcola l area della regione piana delimitata da C dalla curva di equazione y = gl(x) nell intervallo [-2; Risolvi uno dei due poblemi e ispondi 5 quesiti del questionio PROBLEMI VERSO L ESAME In un loclità sull Oceno Atlntico l me h un notevole escusione e pe questo è impotnte pevedene l ndmento In pim ppossimzione

Dettagli

Corso di Elettrotecnica 1 - Cod. 9200 N Diploma Universitario Teledidattico in Ingegneria Informatica ed Automatica Polo Tecnologico di Alessandria

Corso di Elettrotecnica 1 - Cod. 9200 N Diploma Universitario Teledidattico in Ingegneria Informatica ed Automatica Polo Tecnologico di Alessandria Schede di lettotecnica Coso di lettotecnica - Cod. 900 N Diploma Univesitaio Teledidattico in Ingegneia Infomatica ed utomatica Polo Tecnologico di lessandia cua di Luca FRRRIS Scheda N Sistemi tifase:

Dettagli

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma INTEGRALI IMPROPRI. Integrli impropri su intervlli itti Dt un funzione f() continu in [, b), ponimo ε f() = f() ε + qundo il ite esiste. Se tle ite esiste finito, l integrle improprio si dice convergente

Dettagli

Le grandezze scalari e le grandezze vettoriali

Le grandezze scalari e le grandezze vettoriali VETTORI I VETTORI DEL PINO Le grndezze slri e le grndezze ettorili Esistono grndezze determinte dl nmero he le misr rispetto n prefisst nità, ome per esempio l lnghezz, l re, il olme, il tempo Qeste grndezze

Dettagli

I PRODOTTI NOTEVOLI. Nel calcolo letterale capita spesso di incontrare moltiplicazioni tra particolari polinomi.

I PRODOTTI NOTEVOLI. Nel calcolo letterale capita spesso di incontrare moltiplicazioni tra particolari polinomi. I PRODOTTI NOTEVOLI Nel lolo letterle pit spesso di inontrre moltiplizioni tr prtiolri polinomi. I reltivi sviluppi si ottengono pplindo le regole fin qui viste, m i risultti, opportunmente semplifiti,

Dettagli

Ricostruzione della cresta in zona 1.1. e 2.1 con lembo palatino a scorrimento coronale e posizionamento di due impianti Prima di Keystone Dental

Ricostruzione della cresta in zona 1.1. e 2.1 con lembo palatino a scorrimento coronale e posizionamento di due impianti Prima di Keystone Dental CASO CLINICO Riostruzione dell rest in zon 1.1. e 2.1 on lemo pltino sorrimento oronle e posizionmento di due impinti Prim di Keystone Dentl Andre Grssi, Odontoitr e liero professionist in Reggio Emili

Dettagli

Forza centripeta e gravitazione

Forza centripeta e gravitazione pitolo 6 Foz centipet e gitzione 1. Il oto cicole Quli sono le ctteistiche del oto cicole? Un pticell si dice nit di oto cicole qundo l su tiettoi è un ciconfeenz. Lo studio di questo tipo di oto iene

Dettagli

REALTÀ E MODELLI SCHEDA DI LAVORO

REALTÀ E MODELLI SCHEDA DI LAVORO REALTÀ E MDELLI SCHEDA DI LAVR La clessida ad acqua Ipotizziamo che la clessida ad acqua mostata in figua sia fomata da due coni pefetti sovapposti La clessida impiega,5 minuti pe svuotasi e supponiamo

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri i Primo Gro Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

Acidi Deboli. Si definisce acido debole un acido con K a < 1 che risulta perciò solo parzialmente dissociato in soluzione. Esempi di acidi deboli:

Acidi Deboli. Si definisce acido debole un acido con K a < 1 che risulta perciò solo parzialmente dissociato in soluzione. Esempi di acidi deboli: Acidi Deboli Si definisce cido debole un cido con < 1 che risult perciò solo przilmente dissocito in soluzione. Esempi di cidi deboli: Acido cetico (H OOH) 1.75 1-5 Acido scorbico (vitmin ) 1 6.76 1-5.5

Dettagli

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è:

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è: Titolzione Acido Debole Bse Forte L rezione che vviene nell titolzione di un cido debole HA con un bse forte NOH è: HA(q) NOH(q) N (q) A (q) HO Per quest rezione l costnte di equilibrio è: 1 = = >>1 w

Dettagli

SOLUZIONE PROBLEMI Insegnamento di Fisica dell Atmosfera Seconda prova in itinere

SOLUZIONE PROBLEMI Insegnamento di Fisica dell Atmosfera Seconda prova in itinere Doente: rof Dino Zri serittore: in lessio Bertò OLUZION PROBLMI Insenento i Fisi ell tosfer eon rov in itinere /3 Vlori elle ostnti Rio terrestre eio: 637 Rio solre eio: 7 5 Distnz ei terr-sole : 9 6 Vlore

Dettagli

30 quesiti. 1 Febbraio 2011. Scuola... Classe... Alunno... Copyright 2011 Zanichelli Editore SpA, Bologna

30 quesiti. 1 Febbraio 2011. Scuola... Classe... Alunno... Copyright 2011 Zanichelli Editore SpA, Bologna verso LA RILEVAZIONE INVALSI SCUOLA SECONDARIA DI secondo GRADO PROVA DI Mtemtic 30 quesiti Febbrio 0 Scuol... Clsse... Alunno... e b sono numeri reli che verificno quest uguglinz: Qunto vle il loro prodotto?

Dettagli

Quarta Esercitazione di Fisica I 1. Problemi Risolti

Quarta Esercitazione di Fisica I 1. Problemi Risolti Qurt Esercitzione di Fisic I 1 Problemi Risolti 1. Sul cruscotto pitto dell mi uto è ppoggito un libro di 1.5 kg il cui coefficiente di ttrito sttico con il pino d'ppoggio è µ = 0.3. mssim velocità secondo

Dettagli

Test di autovalutazione

Test di autovalutazione UNITÀ ALTRI SOLIDI GEOMETRICI Test di utovlutzione 0 0 0 0 0 50 60 70 80 90 00 n Il mio punteggio, in centesimi, è n Rispondi ogni quesito segnndo un sol delle 5 ltentive. n Confont le tue isposte con

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri i Primo Gro Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA CAP. 14 20

MATEMATICA FINANZIARIA CAP. 14 20 MTEMTIC FINNZIRI CP. 42 pputi di estimo INTERESSE SEMPLICE Iteesse semplice I C M C ( ) = fzioe di o [] C M G F M M G L S O N D Motte semplice di te costti 2 3 M R R R... R [2] 2 2 2 2 Poiché l fomul è

Dettagli

CAPITOLO 11 La domanda aggregata II: applicare il modello IS-LM

CAPITOLO 11 La domanda aggregata II: applicare il modello IS-LM CPITOLO 11 La domanda aggegata II: applicae il modello - Domande di ipasso 1. La cuva di domanda aggegata appesenta la elazione invesa ta il livello dei pezzi e il livello del eddito nazionale. Nel capitolo

Dettagli

Corrente elettrica. Definizione. dq i = dt. Unità di misura. 1Coulomb 1 Ampere = 1secondo. Verso della corrente

Corrente elettrica. Definizione. dq i = dt. Unità di misura. 1Coulomb 1 Ampere = 1secondo. Verso della corrente Nome file j:\scuola\cosi\coso fisica\elettomagnetismo\coente continua\coenti elettiche.doc Ceato il 05/1/003 3.07.00 Dimensione file: 48640 byte Elaboato il 15/01/004 alle oe.37.13, salvato il 10/01/04

Dettagli

Problemi di collegamento delle strutture in acciaio

Problemi di collegamento delle strutture in acciaio 1 Problemi di collegmento delle strutture in cciio Unioni con bulloni soggette tglio Le unioni tglio vengono generlmente utilizzte negli elementi compressi, quli esempio le unioni colonn-colonn soggette

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2002 Sessione straordinaria

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2002 Sessione straordinaria ESAME DI STAT DI LICE SCIENTIFIC CRS DI RDINAMENT 00 Sessione strordinri Il cndidto risolv uno dei due problemi e 5 dei 0 quesiti in cui si rticol il questionrio. PRBLEMA Con riferimento un sistem monometrico

Dettagli

Cariche in campo magnetico: Forza magnetica

Cariche in campo magnetico: Forza magnetica Lezione 18 Campo magnetico I Stoicamente, i geci sapevano che avvicinando un pezzo di magnetite a della limatua di feo questa lo attaeva. La magnetite ea il pimo esempio noto di magnete pemanente. Come

Dettagli

ESERCIZI IN PIÙ ESERCIZI DI FINE CAPITOLO

ESERCIZI IN PIÙ ESERCIZI DI FINE CAPITOLO L RLZIONI L FUNZIONI serizi in più SRIZI IN PIÙ SRIZI I FIN PITOLO TST Nell insieme ell figur, l relzione rppresentt goe ell o elle proprietà: TST L relzione «essere isenente i», efinit nell insieme egli

Dettagli

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n.

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n. AUTOVALORI ED AUTOVETTORI Si V uno spzio vettorile di dimensione finit n. Dicesi endomorfismo di V ogni ppliczione linere f : V V dello spzio vettorile in sé. Se f è un endomorfismo di V in V, considert

Dettagli

2^ Lezione. Equazioni di 1. Equazioni di 2. Equazioni fattoriali. Equazioni biquadratiche. Equazioni binomie. Equazioni fratte. Allegato Esercizi.

2^ Lezione. Equazioni di 1. Equazioni di 2. Equazioni fattoriali. Equazioni biquadratiche. Equazioni binomie. Equazioni fratte. Allegato Esercizi. Corso di Anli Alger di Bse ^ Lezione Equzioni di. Equzioni di. Equzioni fttorili. Equzioni iqudrtihe. Equzioni inomie. Equzioni frtte. Allegto Eserizi. EQUAZIONI ALGEBRICHE EQUAZIONI DI GRADO Con il termine

Dettagli

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) =

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) = Note ed esercizi di Anlisi Mtemtic - (Fosci) Ingegneri dell Informzione - 28-29. Lezione del 7 novembre 28. Questi esercizi sono reperibili dll pgin web del corso ttp://utenti.unife.it/dmino.fosci/didttic/mii89.tml

Dettagli

Liceo Scientifico Sperimentale anno 2002-2003 Problema 1 Bernardo Pedone. ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE PNI anno 2002-2003

Liceo Scientifico Sperimentale anno 2002-2003 Problema 1 Bernardo Pedone. ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE PNI anno 2002-2003 Liceo Scientifico Sperimentle nno - Problem Bernrdo Pedone ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE PNI nno - PROBLEMA Nel pino sono dti: il cerchio γ di dimetro OA =, l rett t tngente γ

Dettagli

Risoluzione. dei triangoli. e dei poligoni

Risoluzione. dei triangoli. e dei poligoni UNITÀ Risoluzione dei tringoli e dei poligoni TEORI Relzioni tr lti e ngoli di un tringolo qulunque (sleno) riteri per risolvere i tringoli qulunque 3 re dei tringoli 4 erhi notevoli dei tringoli 5 ltezze,

Dettagli

Il lemma di ricoprimento di Vitali

Il lemma di ricoprimento di Vitali Il lemm di ricoprimento di Vitli Si I = {I} un fmigli di intervlli ciusi contenuti in R. Diremo ce l fmigli I ricopre l insieme E nel senso di Vitli (oppure ce I è un ricoprimento di Vitli di E) se per

Dettagli

CORRENTI ELETTRICHE E CAMPI MAGNETICI STAZIONARI

CORRENTI ELETTRICHE E CAMPI MAGNETICI STAZIONARI CORRENT ELETTRCHE E CAMP MAGNETC STAZONAR Foze magnetiche su una coente elettica; Coppia magnetica su una coente in un cicuito chiuso; Azioni meccaniche su dipoli magnetici; Applicazione (Galvanometo);

Dettagli

Operatori divergenza e rotore in coordinate cilindriche

Operatori divergenza e rotore in coordinate cilindriche Opeatoi divegena e otoe Univesità di Roma To Vegata Pof. Ing. Paolo Sammaco Opeatoi divegena e otoe in coodinate cilindiche Dott. Ing. Macello Di Risio 1 Sistema di ifeimento Si assume il sistema di ifeimento

Dettagli

La seconda prova scritta dell esame di stato 2007 Indirizzo: GEOMETRI Tema di TOPOGRAFIA

La seconda prova scritta dell esame di stato 2007 Indirizzo: GEOMETRI Tema di TOPOGRAFIA La seconda pova scitta dell esame di stato 007 Indiizzo: OMTRI Tema di TOPORI Claudio Pigato Membo del Comitato Scientiico SIT Società Italiana di otogammetia e Topogaia Istituto Tecnico Statale pe eometi

Dettagli

a colori Nuova Matematica Leonardo Sasso Edizione ARANCIONE per la riforma. Quinto anno con elementi di Informatica

a colori Nuova Matematica Leonardo Sasso Edizione ARANCIONE per la riforma. Quinto anno con elementi di Informatica Leondo Ssso Nuov Mtemtic coloi nuovo ZONAMtemtic Misue di supefici e di volumi Complementi di clcolo integle Complementi di pobbilità e sttistic 5 con elementi di Infomtic Edizione ARANCIONE pe l ifom.

Dettagli

Lezioni di Fisica Generale Per il corso di laurea in Ingegneria Edile A.A. 2002/2003 (in costruzione)

Lezioni di Fisica Generale Per il corso di laurea in Ingegneria Edile A.A. 2002/2003 (in costruzione) Giogio Pieto Mggi Lezioni di Fisic Genele Pe il coso di lue in Ingegnei Edile A.A. 00/003 (in costuzione) Politecnico di Bi Pemess. Le Lezioni di Fisic Genele qui poposte non vogliono in lcun modo sostituie

Dettagli

TEORIA DELLA PROBABILITÀ II

TEORIA DELLA PROBABILITÀ II TEORIA DELLA PROBABILITÀ II Diprtimento di Mtemti ITIS V.Volterr Sn Donà di Pive Versione [14-15] Indie 1 Clolo omintorio 1 1.1 Introduzione............................................ 1 1.2 Permutzioni...........................................

Dettagli

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x Appunti elorti dll prof.ss Biondin Gldi Funzione integrle Si y = f() un funzione continu in un intervllo [; ] e si 0 [; ]; l integrle 0 f()d si definisce Funzione Integrle; si chim funzione integrle in

Dettagli

[ ] ] = [ MLT 2. [ 3αx 2ˆ i 3αz 2 ˆ j 6αyz k ˆ ] = MLT 2. [ ] -[ 3αz 2 ˆ j ] = [ MLT 2 [ ] [ ] [ F] = [ N] = kg m s 2 [ ] = ML 1 T 2. [ ][ x 2.

[ ] ] = [ MLT 2. [ 3αx 2ˆ i 3αz 2 ˆ j 6αyz k ˆ ] = MLT 2. [ ] -[ 3αz 2 ˆ j ] = [ MLT 2 [ ] [ ] [ F] = [ N] = kg m s 2 [ ] = ML 1 T 2. [ ][ x 2. LVORO E ENERGI EX 1 Dato il campo di forze F α(3x ˆ i + 3z ˆ j + 6yz ˆ ): a) determinare le dimensioni di α; b) verificare se il campo è conservativo e calcolarne eventualmente l energia potenziale; c)

Dettagli

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14)

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14) . Funzioni iniettive, suriettive e iiettive (Ref p.4) Dll definizione di funzione si ricv che, not un funzione y f( ), comunque preso un vlore di pprtenente l dominio di f( ) esiste un solo vlore di y

Dettagli

La magnetostatica. Le conoscenze sul magnetismo fino al 1820.

La magnetostatica. Le conoscenze sul magnetismo fino al 1820. Le conoscenze sul magnetismo fino al 1820. La magnetostatica Le nozioni appese acquisite nel coso dei secoli sui fenomeni magnetici fuono schematizzate elativamente tadi ispetto alle pime ossevazioni,

Dettagli

Macchine elettriche in corrente continua

Macchine elettriche in corrente continua cchine elettriche in corrente continu Generlità Può essere definit mcchin un dispositivo che convert energi d un form un ltr. Le mcchine elettriche in prticolre convertono energi elettric in energi meccnic

Dettagli

Veneziane e tende tecniche

Veneziane e tende tecniche DECORAZIONE 04 Montre Venezine e tende tenihe 1 Gli ttrezzi LIVELLA A BOLLA RIGHELLO METRO TRAPANO VITI E TASSELLI MATITA CACCIAVITE SEGA PER METALLO TAGLIALAMELLE PER VENEZIANE FORBICI PER TENDE A RULLO

Dettagli

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti Problemi di mssimo e minimo in Geometri olid Problemi su poliedri Indice dei problemi risolti In generle, un problem si riferisce un figur con crtteristice specifice (p.es., il numero dei lti dell bse)

Dettagli

Potenziale elettrico per una carica puntiforme isolata

Potenziale elettrico per una carica puntiforme isolata Potenziale elettico pe una caica puntifome isolata Consideiamo una caica puntifome positiva. Il campo elettico geneato da uesta caica è: Diffeenza di potenziale elettico ta il punto ed il punto B: B ds

Dettagli

Geometria analitica +l piano cartesiano Le funzioni retta, parabola, iperbole Le trasformazioni sul piano cartesiano

Geometria analitica +l piano cartesiano Le funzioni retta, parabola, iperbole Le trasformazioni sul piano cartesiano Geometri nliti +l pino rtesino Le funzioni rett, prol, iperole Le trsformzioni sul pino rtesino SEZ. P +l pino rtesino Osserv le oorinte ei seguenti punti: (, 0), (, ), C(, +), D + +, E(+, 9)., Che os

Dettagli

L IPERBOLE. L iperbole è il luogo geometrico dei punti del piano per i quali è costante la differenza delle distanze da due punti fissi detti fuochi.

L IPERBOLE. L iperbole è il luogo geometrico dei punti del piano per i quali è costante la differenza delle distanze da due punti fissi detti fuochi. prof.ss Cterin Vespi 1 Appunti di geometri nliti L IPERBOLE L iperole è il luogo geometrio dei punti del pino per i quli è ostnte l differenz delle distnze d due punti fissi detti fuohi. Sino F1 e F i

Dettagli

MOMENTI E CENTRAGGIO DEL VELIVOLO

MOMENTI E CENTRAGGIO DEL VELIVOLO x 1 x ISTITUZIONI DI INGEGNERIA AEROSAZIALE OENTI E CENTRAGGIO VELIVOLO OENTI E CENTRAGGIO DEL VELIVOLO er il alolo delle prestazioni in volo orizzontale rettilineo ed uniforme, il velivolo può essere

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri Superiore Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

Il moto circolare uniforme

Il moto circolare uniforme Il moto cicolae unifome Il moto cicolae unifome: peiodo e fequenza Un copo che i muoe lungo una taiettoia cicolae con elocità calae cotante ipaa pe la poizione iniziale a intealli fii di tempo. Definiamo

Dettagli