Magna Charta del Donatore/Donatrice

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Magna Charta del Donatore/Donatrice"

Transcript

1 Magna Charta del Donatore/Donatrice Caro donatore, gentile donatrice, grazie per la scelta di solidarietà e per l impegno assunto con la tua iscrizione alla nostra associazione. Al fine di favorire la conoscenza dell associazione e di quelli che sono i tuoi diritti e doveri leggi attentamente e conserva questo documento che ti aiuterà sia quando si tratterà di fare una donazione sia che tu voglia anche impegnarti in altra maniera favorendo le attività dell associazione e la promozione del dono del sangue. Criteri di idoneità alla donazione. Requisiti fisici di idoneità Accanto a quelli già conosciuti, (età fra i 18 ed i 65 anni e peso non inferiore ai 50 Kg; per le donne inoltre: non durante il ciclo; non in gravidanza ed allattamento o aborto), altri requisiti sono: a) pressione arteriosa: sistolica (o massima) deve essere compresa tra i 110 ed i 180 mmhg, b) Frequenza Cardiaca o polso: le pulsazioni devono essere comprese fra i 50 ed i 100 battiti al minuto c) Non malattie in atto (influenza, raffreddore, mal di gola, febbre ecc.); non allergie in atto (riniti, sinusiti, orticaria, asma, ecc. ); calo di peso ingiustificato d) Hb: donna: >/= 12,5 g % ml; uomo: >/=13,5 g % ml N.B.: per i Nuovi Italiani (stranieri) residenti in Italia la legge prevede inoltre i seguenti requisiti: a) almeno 2 anni di residenza in Italia b) possesso della Tessera Sanitaria c) conoscenza della lingua italiana scritta e parlata Condizioni in cui non si può donare 1) Non idoneità permanente a) malattie epilettiche o convulsioni ad eccezione di quelle per le quali sono trascorsi 3 anni dall ultima terapia anticonvulsiva senza ricadute; b) malattie emorragiche; c) malattie autoimmuni ad esclusione della Malattia Celiaca purchè il donatore segua una dieta priva di glutine; d) malattie cardiovascolari ad eccezione di anomalie congenite completamente curate; e) diabete: solo se insulinodipendente; f) persone affette o precedentemente affette da: epatite B; epatite C; epatite infettiva (ad eziologia indeterminata); HIV1 e 2 (AIDS), HTLVI/II; lebbra; babesiosi, leishmaniosi;; sifilide; tripanosomiasi; g) trapianto di cornea e/o dura madre, h) somministrazione di ormoni ipofisari di origine umana (es.: ormoni della crescita e/o gonadotropine); i) uso non prescritto dal medico di sostanze farmacologiche, per via endovena o intramuscolo, tese al miglioramento delle prestazioni sportive o a scopo di culturismo fisico, comprese le sostanze stupefacenti; l) comportamenti sessuali ad alto rischio di trasmissione di malattie infettive, comprese le persone che hanno avuto rapporti sessuali in cambio di denaro o di droga; m) alcoolismo cronico; n) malattia di Creutzfeldt Jacob (o presenza di casi nella famiglia di insonnia familiare mortale, demenza); o) Soggiorno nel Regno Unito (Gran Bretagna) per un periodo cumulativo superiore ai 6 mesi dal 1980 al 1996); p) candidati donatori che hanno ricevuto trasfusioni allogeniche nel Regno Unito

2 dopo il 1980; q) affezioni gastrointestinali, epatiche, urogenitali, ematologiche, renali, metaboliche e respiratorie gravi, croniche o recidivanti 2) Non idoneità per 5 anni a) Glomerulonefrite acuta (dopo la guarigione definitiva) 3) Non idoneità per 2 anni a) Reumatismo articolare acuto (dopo la guarigione definitiva, in assenza di cardiopatia cronica); b) Brucellosi (dopo la guar igione definitiva); d) tubercolosi (dopo la guarigione definitiva); e) osteomielite (dopo la guarigione definitiva); f) febbre Q (dopo la completa guarigione) 4) Non idoneità per 1 anno a) Allergia ai farmaci con particolare riguardo alla penicillina (dopo l ultima esposizione); b) Rabbia (se il soggetto è stato vaccinato dopo l esposizione cioè il morso di un animale affetto da rabbia; c) Parto; 5) Non idoneità per 6 mesi a) Mononucleosi e Citomegalovirus (dopo la guarigione); b) malattia di Lyme (dopo la guarigione); c)soggiorno in zone tropicali (dopo il ritorno ed in assenza di febbri e/o malesseri di natura indeterminata); d) interruzione di gravidanza; e) toxoplasmosi (dopo la guarigione ed in assenza di anticorpi IgM) Malaria: 1) individui che sono vissuti in una zona malarica nei primi 5 anni di vita o per 5 anni consecutivi della loro vita, a condizione di essere asintomatici: possono donare plasma; possono donare sangue intero e piastrine dopo 3 anni purchè siano asintomatici; 2) individui con pregressa malaria: possono donare plasma; 3) visitatori asintomatici di zone endemiche: possono donare sangue intero e piastrine 6 mesi dopo aver lasciato la zona di endemia 6) Non Idoneità per 4 mesi a)interventi chirurgici maggiori, endoscopie (gastroscopia, colon scopia, rettoscopia, artroscopia, cistoscopia, ecc.),uso di catetere; b) esposizione accidentale al sangue o a strumenti contaminati da sangue; c) trasfusioni di sangue o di emocomponenti o trattamenti con farmaci emoderivati (immunoglobuline antiepatite B e C, antitetanica, ecc); e) contatto diretto con epatitici; e) agopuntura (se non praticata da un medico autorizzato e con l utilizzo di aghi a perdere); h) piercing (se non praticato con strumenti a perdere); i) tatuaggi; m) trapianto di tessuti e/o di cellule; n) rapporti sessuali occasionali a rischio di trasmissione di malattie infettive; o) impianto di denti tramite protesi infisse nelle cavità dentarie 7) Non idoneità per 3 mesi a) Viaggi in zone endemiche per malattie tropicali

3 8 Non idoneità per 1 mese a) Vaccinazioni antimorbillo, antiparotite, antirosolia, antifebbre gialla, antipolio (per via orale), antivaiolo, BCG (antitubercolare) 8) Non idoneità per 28 giorni: Virus del Nilo Occidentale: 28 giorni di non idoneità dopo aver lasciato una zona con casi di malattia nell uomo nell anno in corso nei periodi di endemia e dopo la risoluzione dei sintomi nel caso il donatore abbia contratto la malattia 10 Non idoneità per 15 giorni a) Uso di farmaci cortisonici ed antibiotici; sindrome influenzale; febbre > 38 C 11 Non idoneità per 1 settimana: a) interventi chirurgici minori ( suture ferite superficiali, incisione ascessi superficiali, ecc.,), e comunque a guarigione delle ferite; b) impianto di ponti interdentali 12 Non idoneità per 5 giorni a) Uso di farmaci antiinfiammatori ed antidolorifici non steroidei, quali, ad esempio, aspirina, naprossene, ibuprofene, paracetamolo 13 Non idoneità per 48 ore a) Vaccinazione antiepatite A e B, purchè il soggetto sia asintomatico e non vi sia stata esposizione; b) vaccini costituiti da virus, batteri o rickettsie inattivati/uccisi (purchè il soggetto sia sintomatico); c) vaccini costituiti da tossoidi (purchè il soggetto sia asintomatico); d)vaccinazione antirabbica (purchè il soggetto sia asintomatico e se non preceduta da morso di animali affetti da rabbia); Per tutti gli altri casi non riportati ci sarà una valutazione caso per caso (giudizio di idoneità a discrezione del Medico). Intervalli tra le donazioni (Decreto Legislativo 3/03/2005) : Sangue intero (450+/-50ml) Sangue intero (450+/-50ml) 90 giorni(4 volte/anno massimo per l uomo; ogni 6 mesi, 2volte /anno massimo per la donna) Plasmaferesi * Plasmaferesi * 14 giorni Plasmaferesi * Sangue intero 14 giorni Plasmaferesi * Piastrinoaferesi * 14 giorni Sangue intero Plasmaferesi * 30 giorni Sangue intero Piastrinoaferesi * 30 giorni Piastrinoaferesi * Plasmaferesi * 30 giorni Piastrinoaferesi * Sangue intero 14 giorni Piastrinoaferesi * Piastrinoaferesi * 14 giorni Eritroplasmaferesi * Eritroplasmaferesi * 90 giorni Eritropiastrinoaferesi * Eritropiastrinoaferesi * 90 giorni

4 Plasmapiastrinoaferesi * Plasmapiastrinoaferesi * 14 giorni Sangue intero Plasmapiastrinoaferesi * 30 giorni Piastrinoaferesi (2 sacche) * Piastrinoaferesi (2 sacche) * 30 giorni Sangue intero Piastrinoaferesi (2 sacche) * 30 giorni N.B.: Per le donazioni in aferesi (*), pur essendo previsti per legge gli intervalli sopraddetti tra un aferesi e l altra, per maggior salvaguardia della salute del donatore l AVIS consiglia di effettuare le donazioni con un intervallo di 3 mesi. a) Plasmaferesi = donazione di solo plasma; b) Piastrinoaferesi = donazione di solo piastrine, c) Eritroplasmaferesi = donazione di globuli rossi e di plasma; d) Eritropiastrinoaferesi = donazione di globuli rossi e di piastrine; e) Plasmapiatrinoaferesi = donazione di plasma e di piastrine; f) Piastrinoaferesi (2 sacche) = donazione di 2 concentrati piastrinici Dove donare: Presso i seguenti Centri di Raccolta: Assisi, Branca, Cascia, Castiglione del Lago, Città della Pieve, Pantalla, Gubbio, Nocera, Norcia, Passignano sul Trasimeno, Umbertide Presso i seguenti Servizi ImmunoTrasfusionali: Perugia, Città di Castello, Foligno/Spoleto, Terni Orari dei Servizi per le donazioni: Chiedere alle AVIS di riferimento o direttamente ai Servizi ImmunoTrasfusionali o Centri di raccolta Tempo occorrente per la donazione: a) Sangue intero: 10 minuti circa; b) Aferesi: circa 1 ora Esami pre-donazione: Ad ogni donazione sono eseguiti i seguenti esami (Decreto legislativo 03/03/2005): Visita medica; Esame del sangue con riferimento sia alla sua composizione cellulare, sia biochimica, che infettivologica (ad es: globuli rossi, globuli bianchi, piastrine, emoglobina, ematocrito, formula leucocitaria, glicemia, colesterolemia, trigliceridi, sideremia, ferritina (almeno 1 volta l anno), creatinina, proteine totali; ricerca di markers o antigeni per malattie infettive quali l Epatite B, l Epatite C, l HIV o AIDS; la Sifilide.) Alla prima donazione inoltre vengono eseguiti anche la ricerca del gruppo sanguigno ABO, Rh, Kell e degli anticorpi irregolari. Sono inoltre previsti, a giudizio del medico trasfusionista, esami strumentali quali ad esempio la radiografia del torace e l esame elettrocardiografico NB: a) quando si va a fare la donazione specificare al segretario dell Unità di Raccolta o del Servizio ImmunoTrasfusionale che si fa la donazione a favore dell AVIS cui si è iscritti; b) il giorno in cui si fa la donazione si ha diritto ad astenersi dal lavoro (Legge 107/90, artt.13-14): chiedere il certificato di avvenuta donazione al segretario dell Unità di Raccolta o del Servizio ImmunoTrasfusionale, da consegnare al datore di lavoro il giorno del rientro c) in caso si decida di fare solo donazioni con l aferesi (vedi tabella sopra, al di sotto della riga riferita alla donazione con Sangue Intero), la legge prevede che non si possano fare più di

5 6 donazioni l anno (Decreto legislativo 03/03/2005); ciò è valido sia per la donna che per l uomo Alcuni Consigli Prima della donazione: a) non consumare pasti abbondanti, ricchi di grassi o zuccheri o bevande alcooliche in eccesso nelle 24 ore che precedono la donazione b) riposare ed idratarsi adeguatamente in caso di attività fisiche impegnative e/o stressanti nelle 24 ore che precedono la donazione c) Segnalare al Servizio ImmunoTrasfusionale o al Centro di Raccolta ed alle AVIS di riferimento la comparsa di eventuali malesseri insorti pochi giorni prima la donazione Dopo la donazione. a) trattenersi nei locali adiacenti per almeno mezz ora per garantire ai sanitari un adeguato periodo di osservazione ed un pronto intervento in caso di necessità b) nelle 24 ore successive alla donazione evitare pasti troppo abbondanti ed attività fisiche, sportive o lavorative pesanti senza un adeguato periodo di riposo c) Segnalare al Servizio ImmunoTrasfusionale o al Centro di Raccolta ed alle AVIS di riferimento la comparsa di eventuali malesseri insorti pochi giorni dopo la donazione Parametri e Sigle che compaiono nella risposta degli esami Creatinina = indice della funzione renale; Sideremia = esprime il ferro circolante utile per la formazione dei globuli rossi; Glicemia = esprime la quantità di glucosio circolante; Proteine totali = indice di funzionalità del fegato; ALT : Alanina Transferasi, ex GPT o Transaminasi Glutammico Piruvica = indice di eventuale sofferenza epatica di natura infettiva o di natura fisico chimica; Colesterolemia = indica il colesterolo circolante; Trigliceridemia = indica i grassi circolanti; Ferritina = indica il Ferro di deposito, utile per definire una eventuale anemia in fase iniziale; HIV 1 / 2 Ab (ELISA) = indica la eventuale infezione da virus HIV o AIDS; ELISA è la metodica utilizzata per individuarne la presenza; Sifilide = indica la eventuale infezione di questa malattia venerea; HbsAg (ELISA) = indica la eventuale infezione da virus dell Epatite B; HCV Ab (ELISA) = indica una eventuale infezione da virus dell Epatite C; HCV RNA (NAT) = indica una eventuale infezione da virus dell Epatite C; NAT è l attuale metodica di amplificazione genica usata per individuare il virus; WBC = globuli bianchi; NE% = percentuale di globuli bianchi neutrofili; LY% = percentuale di globuli bianchi linfociti; MO% = percentuale di globuli bianchi monociti; EO% = percentuale di globuli bianchi eosinofili; BA% = percentuale di globuli bianchi basofili; NE # = numero di globuli bianchi neutrofili; LY# = numero di globuli bianchi linfociti; MO# = numero di globuli bianchi monociti; EO# = numero di globuli bianchi eosinofili; BA# = numero di globuli bianchi basofili; RBC = globuli rossi; HGB = emoglobina; HCT = ematocrito, esprime il volume di sangue occupato dai globuli rossi; MCV = volume corpuscolare medio, indica quanto è grande un globulo rosso; MCH = emoglobina corpuscolare media, indica quanta emoglobina è contenuta in un globulo rosso; MCHC = indica la concentrazione emoglobinica corpuscolare media; RDW = indica il diametro medio della parete cellulare dei globuli rossi; PLT = Piastrine; RET% = percentuale di reticolociti o globuli rossi giovani; RET# = numero di reticolociti o globuli rossi giovani Dal regolamento AVIS Art. 2 dono del sangue Il volontario del sangue deve: a) rifiutare qualsiasi compenso per le donazioni effettuate

6 b) evitare di dare notizie atte ad individuare che si sia assoggettato a prelievo a favore di persone determinate c) fornire al personale medico dati anamnestici veritieri d) osservare scrupolosamente le disposizioni impartite dai medici responsabili in ordine all ammissibilità alle donazioni di sangue, alla loro periodicità ed alle visite di controllo Inoltre il donatore volontario deve: a) osservare scrupolosamente i regolamenti e le disposizioni impartite dal Direttore Sanitario in ordine agli esami clinici e di controllo periodici o saltuari. Egli è comunque tenuto a sottoporsi ai controlli sanitari annuali, quale condizione indispensabile per poter donare il sangue b) fare capo, nella sua qualità di Donatore di Sangue, esclusivamente all AVIS a cui è iscritto, salve eccezioni determinate da causa di forza maggiore da segnalare, comunque, all AVIS di appartenenza c) comunicare all AVIS di appartenenza ogni eventuale cambiamento di indirizzo, numero o recapito telefonico e posto di lavoro; in caso di assenza dalla normale residenza per congedo o temporanei trasferimenti, preoccuparsi di comunicare all AVIS di appartenenza la presunta epoca di rientro per facilitare la reperibilità Il Responsabile Area Sanitaria e Direttore Sanitario AVIS Provinciale Perugia Dott. Piergianni Gabriele Dallo Statuto AVIS Art. 1 Costituzione, denominazione e sede L Associazione Nazionale Volontari Italiani del Sangue. È costituita da coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente e anonimamente il proprio sangue e dalle Associazioni Comunali, Provinciali, Regionali e/o equiparate di appartenenza...ha sede in Milano, viale Forlanini, n 23 Art. 2 Scopi Sociali L AVIS è un associazione di volontariato, apartitica, aconfessionale, non lucrativa, che non ammette discriminazioni di sesso, razza, lingua, nazionalità, religione, ideologia politica ha lo scopo di promuovere la donazione di sangue intero o di emocomponenti volontaria, periodica, associata, non remunerata, anonima e consapevole..configura il donatore quale promotore di un primario servizio socio sanitario ed operatore della salute Si propone di : sostenere i bisogni di salute dei cittadini favorendo il raggiungimento dell autosufficienza di sangue e dei suoi derivati a livello nazionale..tutelare il diritto alla salute dei donatori e di coloro che hanno necessità di essere sottoposti a terapia trasfusionale Promuovere l informazione e l educazione sanitaria dei cittadini.. Art. 6 comma 2 Soci E socio dell AVIS chi dona periodicamente il proprio sangue, chi per ragioni di età o di salute ha cessato l attività donazionale e partecipa con continuità all attività associativa e chi, non effettuando donazioni, esplica con continuità funzioni non retribuite e di riconosciuta validità nell ambito associativo Art.5 comma 5

7 Tutti i soci.sono eleggibili alle cariche sociali. Art.21 commi 1 2 Tutte le cariche sociali sono quadriennali e non retribuite, fatta eccezione per i componenti del Collegio dei Revisori dei Conti esterni all Associazione Ai detentori di cariche sociali spetta esclusivamente il rimborso delle spese effettivamente sostenute e documentate in relazione all assolvimento dell incarico. Struttura dell AVIS L AVIS si struttura nei seguenti modi: a) AVIS Comunale che ha il principale compito di effettuare la chiamata dei donatori, di tenere i contatti con loro e di fare attività promozionali sulla donazione di sangue e sulla promozione della salute sul proprio territorio comunale b) AVIS Provinciale che ha il compito di facilitare e coordinare le attività delle AVIS Comunali appartenenti al proprio territorio di competenza e di tenere i contatti con le istituzioni sociali e sanitarie di pari grado c) AVIS Regionale che ha il compito di programmare le attività dell Associazione in ambito Regionale e di tenere i contatti con le istituzioni sociali e sanitarie di pari grado d) AVIS Nazionale Organi dell AVIS Gli organi delle AVIS sono i seguenti: a) l Assemblea dei Soci b) il Consiglio Direttivo che programma e mette in pratica le attività associative, c) Il Consiglio Esecutivo che si fa promotore di proposte di attività che il Consiglio Direttivo potrà deliberare di attuare d) il Collegio dei Sindaci Revisori per il controllo dei bilanci dell Associazione, e) il Collegio dei Probiviri per sciogliere eventuali controversie tra i Soci o tra i Soci e l Associazione Ogni AVIS ha un Presidente, un Segretario, un Amministratore, un Direttore Sanitario ed i componenti del Consiglio o Consiglieri Le cariche sono tutte elettive e ad esse possono accedere tutti i Soci. Ogni anno si svolge l Assemblea dei Soci in cui il Consiglio illustra le attività e bilanci dell ultimo anno e le attività ed i bilanci preventivi per l anno successivo che vengono sottoposti alla discussione e successiva votazione di approvazione o non approvazione da parte dei Soci.. Ogni 4 anni si svolge l Assemblea Straordinaria dei Soci in cui oltre a quanto scritto sopra si vota anche per il rinnovo del Consiglio. Riconoscimenti Associativi Diploma di Benemerenza (dopo il 3 anno di iscrizione all AVIS ed 8 donazioni) Diploma e Medaglia di Bronzo (dopo 5 anni dall iscrizione all AVIS e 16 donazioni) Diploma e medaglia di Argento (dopo 10 anni dall iscrizione all AVIS e 24 donazioni o dopo 36 donazioni indipendentemente dall anno di iscrizione) Diploma e Medaglia d Oro ( dopo 20 anni dall iscrizione all AVIS e 40 donazioni o dopo 50 donazioni indipendentemente dall anno di iscrizione) Diploma con Croce d Oro (dopo 30 anni dall iscrizione all AVIS e 60 donazioni o dopo 75 donazioni indipendentemente dall anno di iscrizione) Diploma con Croce d Oro con Fronde (dopo 40 anni dall iscrizione all AVIS ed 80 donazioni o dopo 100 donazioni indipendentemente dall anno di iscrizione)

8 N.B.: Per le donne, dai 18 fino ai 60 anni di età, ai fini dell acquisizione delle benemerenze, ogni donazione viene considerata come doppia.

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine.

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. Vinci il muro dell indifferenza, dai più senso alla Tua vita: DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. INTERCOMUNALE SAN PIETRO Via Cassia 600-00189 Roma Uff. Amm.: Telefax 06 33582700 - Segreteria:

Dettagli

LA DONAZIONE DI SANGUE

LA DONAZIONE DI SANGUE CHE COSA è La donazione di sangue consiste nel prelievo di un determinato volume di sangue da un soggetto sano, chiamato donatore, al fine di trasfonderlo in un soggetto che ha bisogno di sangue o di uno

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL DONATORE DI SANGUE ED IL CANDIDATO DONATORE

INFORMAZIONI PER IL DONATORE DI SANGUE ED IL CANDIDATO DONATORE INFORMAZIONI PER IL DONATORE DI SANGUE ED IL CANDIDATO DONATORE Il sangue è un componente dell organismo indispensabile alla vita, ma non riproducibile in laboratorio; costituisce per molti ammalati un

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) 1. Tutti i convocati (uomini e donne) dovranno presentarsi con: - originale o copia

Dettagli

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE Ad ogni donazione, dovunque venga fatta, il sangue prelevato viene sottoposto ad analisi dal Centro Trasfusionale dell Ospedale San Michele ( Brotzu ) ed i relativi risultati

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

PROTOCOLLO PER LA SELEZIONE DEL DONATORE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI

PROTOCOLLO PER LA SELEZIONE DEL DONATORE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI 1/55 Regionale Emilia-Romagna PROTOCOLLO PER LA SELEZIONE DEL DONATORE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI DELLE STRUTTURE TRASFUSIONALI DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 2/55 SOMMARIO INTRODUZIONE...5 1 I REQUISITI

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

Tutto sul sangue. A cura di Vincenzo Saturni

Tutto sul sangue. A cura di Vincenzo Saturni Tutto sul sangue A cura di Vincenzo Saturni 1 GLOSSARIO... 3 LA COMPOSIZIONE DEL SANGUE... 11 LE CELLULE DEL SANGUE... 11 IL MIDOLLO OSSEO... 14 LE FUNZIONI DEL SANGUE... 15 I GRUPPI SANGUIGNI... 16 L

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE

DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE Deliberazione n. 529 del 13/05/2004. DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE PREMESSE La legge regionale 28 marzo 1995, n. 28, istituiva il servizio

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA. pertinenza dermatologica. e nei confronti di loro conviventi o contatti

MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA. pertinenza dermatologica. e nei confronti di loro conviventi o contatti MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA Fonte: Ministero della Salute Circolare n 4 del 13 marzo 1998 del MINISTERO DELLA SALUTE Provvedimenti da adottare nei confronti di

Dettagli

www.hackmed.org hackmed@hackmed.org Gli Esami del Sangue

www.hackmed.org hackmed@hackmed.org Gli Esami del Sangue Gli Esami del Sangue AZOTEMIA E' la determinazione della quantità di azoto non proteico presente nel sangue, che è il prodotto di scarto del metabolismo delle proteine. L'aumento dell'azotemia indica il

Dettagli

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI Allegato A). Requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi minimi per l esercizio delle attività sanitarie dei servizi trasfusionali e delle unità di raccolta del sangue e degli emocomponenti, ai

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

EPATITE B. 50 domande e risposte. Dr. med. Eric Odenheimer, Prof. Dr. med. Beat Müllhaupt e Prof. Dr. med. Andreas Cerny

EPATITE B. 50 domande e risposte. Dr. med. Eric Odenheimer, Prof. Dr. med. Beat Müllhaupt e Prof. Dr. med. Andreas Cerny EPATITE B 50 domande e risposte Dr. med. Eric Odenheimer, Prof. Dr. med. Beat Müllhaupt e Prof. Dr. med. Andreas Cerny 2012 by SEVHep; 2 a edizione c/o Centro di Epatologia Clinica Luganese Moncucco Via

Dettagli

www.zampadicane.it Guida alle Vaccinazioni

www.zampadicane.it Guida alle Vaccinazioni VACCINAZIONI Le vaccinazioni da fare al proprio cane sono parecchie, alcune sono obbligatorie ed alcune facoltative e possono essere consigliate dal veterinario in casi specifici. Vediamo nel dettaglio

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA PROGRAMMAZIONE Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA Classe: 4^ LTS/A - SALUTE Insegnante: Claudio Furioso Ore preventivo: 132 SCANSIONE MODULI N TITOLO MODULO set ott nov dic gen feb

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Cos è l epatite? 1.1 Riassunto. L epatite

Cos è l epatite? 1.1 Riassunto. L epatite I. L epatite 11 1. Informazioni generali Cos è l epatite? 1.1 Riassunto L epatite L epatite è un infiammazione del fegato. Viene spesso chiamata ittero ma si tratta di un errore, poiché la colorazione

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie La nefropatia cronica Una guida per i pazienti e le famiglie Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L'iniziativa Kidney Disease Outcomes Quality

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

Decreto Legislativo 20 dicembre 2007, n. 261

Decreto Legislativo 20 dicembre 2007, n. 261 Decreto Legislativo 20 dicembre 2007, n. 261 "Revisione del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 191, recante attuazione della direttiva 2002/98/CE che stabilisce norme di qualita' e di sicurezza per

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA

LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA AIDS e sindromi correlate Presentazione al XXII Congresso Nazionale di POpolazione Sieropositiva ITaliana LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA Abitudini e stili di vita del paziente immigrato Survey

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE In un qualsiasi anno prima dell'uso esteso dei vaccini in Italia si registravano circa 3.000 casi di poliomielite, circa 12.000 di difterite, circa 700 casi

Dettagli

CD4, carica virale e altri test

CD4, carica virale e altri test www.aidsmap.com CD4, carica virale e altri test Italiano Prima edizione 2010 Autore: Michael Carter Prima edizione italiana: 2010 Adattata dalla prima edizione inglese 2009 Si ringrazia LILA per la traduzione

Dettagli

I CONTRIBUTI FIGURATIVI

I CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI FIGURATIVI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Olindo Daliana Giuseppe Manzi Simone Parola Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo Rizzuti

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria?

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria? DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? Un vaccino è un prodotto la cui somministrazione è in grado di indurre una risposta immunitaria specifica contro un determinato microrganismo (virus, batterio

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE. Policlinico Santa Maria alle Scotte. Il trapianto di rene. Percorso assistenziale, intervento e follow up

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE. Policlinico Santa Maria alle Scotte. Il trapianto di rene. Percorso assistenziale, intervento e follow up AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE Policlinico Santa Maria alle Scotte Il trapianto di rene Percorso assistenziale, intervento e follow up Come contattare il Centro trapianti di rene Il nostro Centro

Dettagli

Il sistema immunitario

Il sistema immunitario QUADERNI SULLE IMMUNODEFICIENZE PRIMITIVE N. 2 Il sistema immunitario ASSOCIAZIONE IMMUNODEFICIENZE PRIMITIVE ONLUS Quaderni pubblicati da AIP ONLUS N.1 La sindrome di Wiskott Aldrich (WAS) N.2 Il sistema

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA INCAPACITA VENTILATORIA (flussi e/o volumi alterati alle PFR) INSUFFICIENZA RESPIRATORIA (compromissione dello scambio gassoso e/o della ventilazione alveolare) Lung failure (ipoossiemia) Pump failure

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Periodico di informazione per Medici & Farmacisti Anno XIII, N 2 Aprile 2013 A cura del DIP IP.. INTERAZIENDALEI ASSISTENZA FARMACEUTICA Via Berchet,

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO?

STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO? STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO? Allestimento e produzione dell opuscolo da parte di Mediscope AG. www.mediscope.ch Indice 1. Prefazione Prof. Dr. Dr. med. Walter A. Wuillemin, ematologo,

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

ANEMIE DEL II GRUPPO

ANEMIE DEL II GRUPPO ANEMIE DEL II GRUPPO Per incapacità dell eritrone midollare di produrre normalmente eritrociti a causa di difetti della: Proliferazione cellulare ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE (ERITROBLASTOLISI MIDOLLARE)

Dettagli

Abitudini e stili di vita della paziente donna giovane

Abitudini e stili di vita della paziente donna giovane POpolazione Sieropositiva ITaliana Abitudini e stili di vita della paziente donna giovane Survey realizzata da In collaborazione con Con il supporto non condizionato di 3 METODOLOGIA Progetto POSIT POpolazione

Dettagli

Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v

Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v Agg Agosto 2009 Questo documento si propone di fornire indicazioni sull uso

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Per pazienti con determinate condizioni cardiache, l impiego di una pompa

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE E DELL ATTIVITÀ DEI VOLONTARI

REGOLAMENTO GENERALE E DELL ATTIVITÀ DEI VOLONTARI REGOLAMENTO GENERALE E DELL ATTIVITÀ DEI VOLONTARI Art. 1 - PRINCIPI GENERALI Il presente regolamento generale e dell attività dei Volontari è derivato dallo statuto dell Associazione ed in particolare

Dettagli

Clinica e diagnosi delle anemie macrocitiche

Clinica e diagnosi delle anemie macrocitiche Clinica e diagnosi delle anemie macrocitiche Distribuzione codifiche anemia macrocitica PREVALENZA ANEMIA MACROCITICA Rete UNIRE 2.6 1.6 0.7 0.3 codificata folati

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Prelievo e Trapianto di Cornee

Prelievo e Trapianto di Cornee Prelievo e Trapianto di Cornee Protocollo operativo Edizione giugno 2014 http://www.piemonte.airt.it/documenti/protocolli.html Regione Piemonte e Valle d Aosta Centro Regionale Trapianti Coordinamento

Dettagli

ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI

ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Direttore Dr. Agostino Dossena Crema, lì 06/03/2013 ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI Il presente documento contiene le indicazioni principali

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Insufficienza mitralica

Insufficienza mitralica Insufficienza mitralica Cause di insufficienza mitralica Acute Trauma Disfunzione o rottura di muscolo papillare Malfunzionamento della protesi valvolare Endocardite infettiva Febbre reumatica acuta Degenerazione

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione

Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione Articolo 1 - Costituzione E' costituita una Associazione denominata: Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione (CIIP)

Dettagli

Numero 7. L allergia alle muffe L esperto informa che

Numero 7. L allergia alle muffe L esperto informa che Numero 7. L allergia alle muffe L esperto informa che Le muffe fanno parte, insieme ai lieviti e ai funghi a cappello sia mangerecci sia velenosi, di un vastissimo quanto eterogeneo gruppo di organismi,

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

UNI-A.T.E.Ne.O. Ivana Torretta

UNI-A.T.E.Ne.O. Ivana Torretta UNI-A.T.E.Ne.O. Ivana Torretta Anno Accademico 10/ 11 MEDICINA GENERALE, BIOLOGIA, SANITA 1. La salute delle ossa: come mantenerla, come recuperarla 2. Esami (quasi) normali ma mi dicono che son malato:

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO

ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO SONO DOVUTE A ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE CON ERITROBLASTOLISI INTRAMIDOLLARE IL MIDOLLO E RICCHISSIMO DI ERITROBLASTI CHE NON RIESCONO A MATURARE E MUOIONO NEL MIDOLLO

Dettagli

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico")

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - testamento biologico) SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico") effettuato tra i chirurghi italiani delle varie branche e delle diverse specialità per conto del Collegio Italiano

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Gli esami di laboratorio nell anemia

Gli esami di laboratorio nell anemia Gli esami di laboratorio nell anemia Guido Pastore SCDU Pediatria ASO Maggiore della Carità, Novara UPO ANEMIA DIMINUZIONE DELL EMOGLOBINA ( O DELLA MASSA ERITROCITARIA) AL DI SOTTO DI DUE DEVIAZIONE STANDARD

Dettagli

Quello che dovete sapere sulle INTERSTIZIOPATIE POLMONARI (MALATTIE INTERSTIZIALI POLMONARI)

Quello che dovete sapere sulle INTERSTIZIOPATIE POLMONARI (MALATTIE INTERSTIZIALI POLMONARI) Quello che dovete sapere sulle INTERSTIZIOPATIE POLMONARI (MALATTIE INTERSTIZIALI POLMONARI) Cosa sono le malattie interstiziali polmonari? Le malattie interstiziali polmonari sono dette anche interstiziopatie

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI Edizione n. 2 del 24 febbraio 2014 Edizione 2 Pagina 26 di 43 SEZIONE V CERTIFICAZIONI

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli